Sei sulla pagina 1di 2

Facoltà: INGEGNERIA

Corso di Laurea: INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA

 

Indirizzo Internet Corso di Laurea: www.ingegneria.unical.it/cdlm/edi-arc

Nome insegnamento: ARCHITETTURA TECNICA 1

 

Codice GISS: 27000331

Condivisione: NESSUNA

Articolazione in moduli: NO

 

Settore Scientifico Disciplinare: ICAR/10

 

Docente responsabile:

LUCENTE ROBERTA

 

Posizione docente responsabile:

RICERCATORE UNIVERSITARIO

Crediti formativi universitari: 12

 
 

Numero ore lezioni: 60

Numero ore riservate attività didattiche assistite: 180

Numero ore esercitazioni: 60

Numero ore attività di laboratorio: 60

Numero ore riservate studio individuale: 120

 

Tipologia: ATTIVITA’ CARATTERIZZANTE – ARCHITETTURA E URBANISTICA

Lingua di insegnamento: ITALIANO

 

Collocazione: II ANNO, 1° SEMESTRE

 

Prerequisiti: NESSUNO

Obiettivi formativi (risultati d’apprendimento previsti e competenze da acquisire – Descrittori di Dublino):

introdurre lo studente alle problematiche metodologiche del progetto di architettura attraverso l’acquisizione di alcune fondamentali nozioni teoriche, esercitazioni ex-tempore e una applicazione progettuale. Il laboratorio si svolge in coordinamento con il Corso di Architettura e composizione architettonica 1, di cui condivide gli obiettivi generali. Introduce quindi alle problematiche dell’approccio metodologico al progetto di architettura e, nello specifico, al progetto della residenza, scelta in quanto tema propedeutico per eccellenza. Lo scopo è pertanto quello di introdurre gli allievi alle questioni di metodo affrontate nelle lezioni del corso di Architettura e composizione architettonica 1, attraverso la pratica del progetto, attraverso l’approfondimento delle singole questioni alle varie scale e con l’ausilio delle argomentazioni teoriche e critiche fornite all’interno del corso stesso.

Argomenti delle lezioni:

Le lezioni teoriche, sostegno indispensabile all’applicazione progettuale, mireranno a introdurre lo studente al progetto di architettura come esperienza complessa, nella quale confluiscono, in una sintesi inscindibile, componenti di varia natura, sintetizzabili nei tre noti livelli simbolico-formale, organizzativo-tipologico e tecnologico-strutturale. Esse riguarderanno pertanto:

l’esplicazione dei concetti teorici più significativi elaborati fin dall’antichità dalla trattatistica di architettura, per verificarne il valore rispetto all’esperienza contemporanea; una riflessione critica sui temi progettuali introdotti dai maestri dell’architettura moderna, fino a sondarne gli esiti espressivi prodotti, per reazione o emulazione, all’interno della ricerca contemporanea, l’inquadramento tipologico e funzionale del tema dell’esercitazione progettuale, la residenza plurifamiliare, evidenziandone le permanenze e le trasformazioni maturate in seno alla ricerca sull’argomento, dall’antichità ai giorni nostri; la lettura analitica delle realizzazioni più significative, in ambito europeo, nel campo dell’edilizia residenzale.

Argomenti delle esercitazioni:

 

-

Le esercitazioni comprenderanno, nella fase introduttiva, alcune prove ex-tempore in aula, aventi per oggetto la lettura formale, funzionale e costruttiva di significativi esempi di architettura moderna e/o contemporanea. Seguirà quindi l’esercitazione progettuale, riguardante l’elaborazione di un progetto di massima di un edificio residenziale plurifamiliare collocato in ambito urbano. Gli esiti di tale esercitazione, svolta in aula e rielaborata a casa, dovranno essere esplicitati nella maniera migliore e più chiara possibile, attraverso l’uso di tecniche di rappresentazione finalizzate alla massima leggibilità delle scelte formali, tipologiche e spaziali, con una adeguata attenzione alla coerenza delle scale di rappresentazione prescelte.

Argomenti delle attività di laboratorio: Il Laboratorio svilupperà le tematiche connesse, in generale, all’approccio alla progettazione architettonica e, nello specifico, al progetto della residenza. In particolare il tema dell’alloggio sarà indagato attraverso i necessari riferimenti storici, attinti dalla storia dell’architettura e della progettazione architettonica, e i riferimenti contemporanei, attinti dal panorama della produzione architettonica residenziale europea ed extraeuropea.

Modalità di frequenza: OBBLIGATORIA

 

Modalità di erogazione: lezioni in aula con supporto di lavagna, diapositive, trasparenti, elaborazione di immagini su supporto informatico; elaborazione in aula dell’esercitazione progettuale con il supporto di un addetto alle esercitazioni; Il Laboratorio si svolgerà attraverso sessioni di progettazione svolte in aula in forma di ex tempore, sotto la guida del docente del corso e di due tutors. Sono previste due consegne intermedie, finalizzate alla verifica del grado di avanzamento dell’attività progettuale.

Metodi di valutazione:

Prova scritta; consegna degli elaborati progettuali su supporto cartaceo (album formato A3 e tavole formato A2) e informatico

(Cd o DVD). Prova orale: esposizione dei temi sviluppati nell’esercitazione progettuale e nelle ex-tempore svolte in aula. Discussione sui contenuti teorici del corso.

Testi di riferimento:

Muntoni A., Lineamenti di storia dell’architettura contemporanea, Laterza, Roma, 1997; Zevi B., Saper vedere l’architettura, Einaudi, Torino, 1947; Quaroni L., Progettare un edificio. Otto lezioni di architettura, Mazzotta, Milano, 1977; Summerson J., Il linguaggio classico dell’architettura, Einaudi, Torino, 1967; Zevi B., Il linguaggio moderno dell’architettura, Einaudi, Torino, 1977; Purini F., Comporre l’architettura, Laterza , Roma, 2000. Le ultime annate delle riviste internazionali più autorevoli: Casabella, Lotus international, Domus, Area, Metamorfosi, El croquis, Architecture d’Aujourd’hui, Techniques et Architecture, Architectural Record, Architectural Review, Japan Architecture, Global Architecture, Werk, ecc.

Orario e aule lezioni:

 

Calendario prove valutazione: