Sei sulla pagina 1di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la

costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1


C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI TRE NUOVI EDIFICI


PLURIFAMIGLIARI IN P.F. 2103/1 C.C. DI TERLAGO
- LOC. MONTE TERLAGO -

Terlago, 25.05.2011

Il Progettista:

Pagina 1 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
Studio Tecnico Associato Per. Ind. Ciola Remo - Per. ind. Stenico Alberto
38100 TRENTO Via Medici, 4/1 - Tel. e Fax 0461 - 920438 - P. Iva: 01632900229

STRUTTURA
La struttura composta da tre blocchi immobiliari distinti ed autonomi, planimetricamente
allineati lungo lasse est ovest, completi di spazi esterni a verde, parcheggi e viabilit.
Lintervento prevede la realizzazione di un unico piano interrato accessibile da apposita
rampa comune. Il piano interrato sar collegato al sovrastante livello strada da tre vani
scala che assicureranno il trasferimento diretto delle persone dal livello garage ai
sovrastanti singoli edifici di rispettiva propriet. A questo piano infatti prevista la
realizzazione di totali nove box auto oltre a cantine e ripostigli.Tutti i tre edifici
proporranno totali tre livelli fuori terra cos destinati e suddivisi:
Il piano terra: sar un appartamento ,su unico livello su quattro lati, con accesso diretto dalla
strada e disponibilit di spazi a verde di pertinenza.
Il primo piano: sar suddiviso in due parti uguali e destinato ad ospitare la zona giorno di due
distinte ed autonome unit immobiliari. Laccesso a questo livello e quindi ai due ingressi delle
unit immobiliari giorno/notte assicurato da una scala in legno.
Ilpianosottotetto: suddiviso in due parti uguali e direttamente accessibile a mezzo di scala interna
dal sottostante livello giorno; questo piano destinato ad ospitare la zona notte della rispettiva
unit immobiliare. Lintero piano sar mansardato, il tetto risulter quindi a vista, in particolare
dallinterno risulter visibile sia lorditura lignea che il perlinato/cartongesso sovrastante .

Il fabbricato avr una struttura mista in c.a. e blocchi portanti in laterizio; il tutto nelle
misure e nei dosaggi disposti dai calcoli statici e dal progetto.La stessa, sar formata nel piano interrato - da fondazioni, muri di elevazione, pilastri, solaio a lastre
prefabbricate, travi e cordoli in c.a.; - nei piani fuori terra - da murature di elevazione in
blocchi di laterizio, pilastri, vani scala, rampe scala, pianerottoli, balconi e solette piene in
c.a.; solai in laterocemento, travi e cordoli in c.a.
Compatibilmente con quanto indicato nella valutazione termica che verr depositata
prima dellinizio lavori, le murature portanti potranno essere esternamente rivestite con
cappotto termico del tipo in polistirene dello spessore necessario al raggiungimento
degli standard termici di riferimento.

DRENAGGI E PROTEZIONI
Impermeabilizzazione delle murature contro terra negli scantinati con guaina bituminosa
armata in poliestere a giunti sovrapposti dello spessore di 3 mm. protetta da membrana
PHED ad elementi troncoconici.
Drenaggi e rinterri dietro le murature con materiale drenante di varia pezzatura, ritenuto
idoneo dalla D.L., compresa la posa di eduttori per eventuali acque esistenti in falda e il
loro allacciamento al collettore esistente e/o ad eventuali dispersori idoneamente
dimensionati.
Pagina 2 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
MURATURE E TRAMEZZATURE
Muratura in blocchi di laterizio ad elevato potere isolante per le murature portanti e per
le divisorie fra gli appartamenti, posati con malta di calce idraulica negli spessori
richiesti dalla Legge 10. La struttura portante sar di tipo reticolare (travi e pilastri), con
pilastrature perimetrali in cemento armato, tamponamenti in blocchi alveolari di laterizio
da cm.25.00/ 30,00 e cappotto termico esterno dello spessore indicato dalla valutazione
termica.Lintera struttura rispetter quanto richiesto sia dalla recente normativa
antisismica che da quella acustica. I nuovi edifici saranno in linea con quanto previsto
dalla
normativa
sul
risparmio
energetico
e
si
attester
la
classe
energetica.Tramezzatura interna con elementi in laterizio, posati su uno strato di
isolante acustico tipo isolgomma o similari.

SFIATI E SCARICHI
Sfiati per servizi e cucine realizzati con tubazioni in PVC incassate nelle murature,
completi di griglie. Prese daria nelle cucine o nei locali con la presenza di gas; nei bagni
ciechi aspiratore per la ventilazione forzata.
Condutture di scarico per i servizi igienici e le cucine, in tubo tipo WAVIN AS silenziato
per le colonne e tipo POLOCAL per gli scarichi orizzontali a pavimento, nei diametri
secondo esigenze di portata.

TECNOLOGIE DI ISOLAZIONE
Isolazione acustica orizzontale degli appartamenti eseguita con stuoie tipo isofon o
materassino in polietilene espanso dello spessore di 5 mm.. Isolazione termica eseguita
al piano terra sopra le autorimesse con massetto alleggerito o prodotto equivalente. Per
lisolazione della copertura vedere la voce tetto, per le murature esterne si rimanda alla
specifica L. 10 allegata al progetto.

TETTO
Il tetto verr realizzato con:
- struttura e arcarecci in legno di abete lamellare di prima scelta piallato e levigato;
- tavolato in perline faccia a vista;
- barriera vapore;
- isolazione termica formata da strato di polistirene tipo STIRODUR ad alta densit
dello spessore di cm 5+5;
- listoni per intercapedine con areazione;
- secondo tavolato di abete dello spessore di mm 20;
- guaina bituminosa da mm. 3;
- orditura per il sostegno delle tegole;
- tegole di copertura in cotto tipo Portoghese come da indicazioni di progetto;
- Il soffitto della mansarda sar trattato nelle parti in vista con due mani di mordente
preservante colorato e due mani di vernice protettiva.

Pagina 3 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
OPERE DA LATTONIERE E DA FABBRO
Lattonerie del tetto in lamiera di rame sp. 6/10 o in alternativa prodotto equivalente a
scelta della D.L.; canali di gronda sviluppo di cm. 33,00, tubi pluviali del diametro di cm.
10,00, scossaline, collari e copertine di sviluppo adeguato al progetto.
Chiusini, griglie e caditoie in acciaio zincato a caldo, predisposti per pozzetti, canalette e
bocche di lupo. Chiusini esterni in ghisa carrabili di classe adeguata.
Ringhiere esterne eseguite in ferro a disegno semplice, complete di una mano di
antiruggine e verniciatura con smalto sintetico a finire o in alternativa zincate a caldo.
Parapetti dei poggioli eseguiti in legno con tipologia Alla Trentina.

INTONACI
Le pareti ed i soffitti dei locali abitabili e i vani scala saranno intonacati con premiscelato
a base di calce con finitura a malta fina e con luso di paraspigoli. Non previsto intonaco
sulle pareti ed i soffitti al piano interrato ad esclusione del vano scala che sar intonacato
come sopra.

PAVIMENTI E RIVESTIMENTI
E previsto limpiego di pavimenti del tipo da incollare direttamente sulla caldana. Lo
spessore disponibile per il pacchetto sopra i solai sar di 15/17 cm. (caldana,
isolazione, pavimento.)
Le piastrelle saranno scelte dai clienti nellambito di una vasta gamma allestita presso il
fornitore indicato dalla ditta esecutrice.
La posa sar eseguita diritta, a piastrelle accostate con limpiego di colla specifica su
caldana di sabbia e cemento.( autolivellante )
Le piastrelle avranno un prezzo di listino - in vigore alla data della scelta - di euro 35,00 al
mq.
- Pavimenti di ingressi cucine soggiorni ripostigli corridoi: piastrelle in ceramica
di prima scelta formato 30x30 o 40x40 cm. a posa non diagonale;
- Rivestimenti delle cucine: piastrelle in ceramica di prima scelta formato 20x20 cm,
fino a uno sviluppo massimo di mq. 10,00. (Pezzi speciali, decori e quantaltro
andranno contabilizzati come extra cos come la loro posa o pose particolari);
- Pavimenti e rivestimenti dei bagni: piastrelle in ceramica di prima scelta formato
20x20 cm. fino a unaltezza max. di 220 cm. (extra come al punto precedente);
- Stanze da letto: parquette in legno di rovere di 1^ scelta tipo commerciale, a listelli
60x300 mm., spessore 10 mm, incollato sulle caldane, completo di 3 mani di vernice
semilucida.
- Poggioli e terrazze: piastrelle per esterni antigelive, colore uguale per tutti i tre edifici
a scelta della D.L.. con fuga di 3 mm. Tutto e quantaltro per rispondere ai recuisiti
termici.
Pagina 4 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
In tutti i locali abitabili alla base delle pareti non rivestite sar posto il battiscopa in legno,
altezza 6 cm., conformi alla finitura delle porte interne.

PARTI COMUNI
Autorimesse e piano interrato: previsto pavimento di tipo industriale in calcestruzzo con
strato di usura in cemento e quarzo compresi i giunti di dilatazione.
Rivestimento e battiscopa delle scale in marmo a scelta della D.L.

SERRAMENTI INTERRATO
Serramenti per finestre nel piano interrato in bocca lupaia in profilato tubolare di ferro
semplice e vetro retinato, verniciate a smalto o a scelta dellimpresa costruttrice in pvc
colore bianco o materiale equivalente. I restanti serramenti di piano terra (non in bocca
lupaia) saranno in legno, uguali per tipologia e colore a quelli dei piani sovrastanti.
Eventuali porte tagliafuoco in lamiera di acciaio: classe di resistenza e posizione come
previsto in progetto.
Porte basculanti per autorimesse delle dimensioni previste in progetto in lamiera di
ferro verniciate nel colore discrezionalmente scelto dalla D.L., con grecatura di
irrigidimento e rinforzi trasversali antiflessione, complete di spalle e contrappesi, gi
predisposte per la motorizzazione (questa esclusa).
PORTONCINI DINGRESSO APPARTAMENTI
Portoncino blindato ad un battente con intelaiatura metallica, dimensioni cm. 90x200-210,
maniglie in ottone, serratura a cilindri a triplice chiusura, completo di spioncino.
Rivestito con pannelli lisci in laminato tinta abete chiaro o altra tinta a discrezione della
D.L.. Per il solo pannello interno prevista la possibilit di sceglierne uno coordinato al
tipo di essenza scelta per le porte interne; tale opportunit dovr essere esercitata e
comunicata in forma scritta allimpresa costruttrice entro un termine stabilito.

SERRAMENTI ESTERNI E INTERNI


I serramenti esterni saranno in legno lamellare color abete chiaro, con tripla battuta di
tenuta a camera di decompressione dinamica, maniglie in ottone, completi di
vetrocamera isolante, movimento ad anta e ribalta e dotati di relative ante ad oscuro in
legno color abete chiaro come da disegni di progetto.
Le porte interne saranno ad un battente liscio, impiallacciate in legno di rovere o
tanganika, complete di guarnizioni nelle battute, ferramenta di chiusura e di sostegno,
maniglia in ottone Ridanna. Dimensioni cm. 80x200 per muri finiti fino a 15 cm. di
spessore. Finitura mediante applicazione di due mani successive di vernice trasparente.
E inoltre possibile, con differenza di costo a carico del cliente, scegliere altri modelli di
porte e altre essenze nella mostra allestita presso il fornitore indicato dalla ditta
Pagina 5 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
esecutrice, comunicandolo per scritto allimpresa costruttrice entro un termine stabilito.
Eventuali porte interne scorrevoli in casse metalliche tipo scrigno, oltre a quelle
progettualmente previste, andranno contabilizzate come extra.

OPERE DA PITTORE
Tutti i locali del piano interrato saranno imbiancati con due mani di latte di calce. I locali
abitabili, compreso il vano scala, saranno tinteggiati a due mani di tempera semilavabile
colore bianco, previa una mano di preparazione del fondo.
Le facciate esterne saranno tinteggiate con materiale di qualit. I colori dalle parti comuni
e dei paramenti esterni saranno scelti dalla D.L. e conformi al progetto approvato.

OPERE DA ELETTRICISTA
Limpianto elettrico di tipo civile sar eseguito in conformit a quanto previsto dalla
vigente normativa, con partenza dal quadro contatori fino alle singole unit immobiliari
(alloggi, autorimesse), posto sottotraccia e sotto pavimento, composto di tubazioni
corrugate flessibili in materiale termoplastico e di conduttori in rame isolato, di sezione
idonea a sopportare il carico elettrico previsto, completo di scatole di derivazione e
portafrutti.
Gli apparecchi di comando e di prelievo di energia saranno del tipo ad incasso VIMAR
serie IDEA o equivalenti, con placche in tecnopolimero colorato.
Inoltre per ogni appartamento previsto:
- Termostato manuale di ambiente per comando radiatori a distanza collegato alla
caldaia;
- Impianto citofonico tipo Elvox o equivalente posizionato nellentrata o nel soggiorno.
- Impianto chiamata completo di suoneria e pulsante portanome allingresso degli
appartamenti.
- Nel giardino privato (se presente) due punti luce comandati da un interruttore interno
allunit immobiliare.
- Su ogni poggiolo (escluse vetrate grandi di sottotetto) un punto luce completo di
corpo illuminante, a p.t in presenza di porta finestra, su parete punto luce con corpo
illuminante. I punti luce saranno comandati da un interruttore interno, verr fornita
una presa esterna per ogni unit immobiliare.
- A servizio di ogni unita sar posta in opera antenna TV di moderna concezione con
centralino per la ricezione dei programmi terrestri e la sola predisposizione di
impianto satellitare fino alla prima scatola di derivazione allinterno
dellappartamento.
- Per ogni unit imm. in soggiorno e nella camera matrimoniale verr posto in opera
un punto tv, in cucina e in ogni altra stanza la sola predisposizione.
- Per ogni unit imm. in soggiorno e nella camera matrimoniale verr posto in opera
un punto telefonico, in ogni altra stanza la sola predisposizione.
La predisposizione dellimpianto di aspirazione verr installata in ogni
appartamento.
La predisposizione dellimpianto antifurto verr installata unicamente a richiesta del
cliente.
Pagina 6 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
Limpianto delle autorimesse e del piano interrato sar eseguito fuori traccia in tubo a
vista graffato al muro.
Nellinterrato sono esclusi gli apparecchi illuminanti, le lampade ecc.; saranno comprese
solo quelle del tunnel di accesso tipo neon.
Le quantit e i tipi di punti luce, prese ecc. sono le seguenti:

APPARTAMENTO TIPO PIANO TERRA

NO
TE

INGR.

CU. SOG. DISB. BAGNO ST. M ST. 2 RIP.

EV. BOX EV.


TOT.
GIAR. AUTO CANT.

Punto presa 10/16A bipasso

Punto presa 10/16A universale


Punto composizione prese piano lavoro
]2 Univ + 1 Bipasso]

3 1 ext

Punto presa 10A

Punto uscita 10A con passacavo [Cappa/Aspiratore]

Punto presa 10A aggiunta/accoppiata

1
2

Punto vuoto predisposto [Generico] (con coperchio)

Punto interruttore

Punto deviatore

Punto invertitore

Punto interruttore bipolare

1 ext

1 ext

1 ext

Punto pulsante

Punto pulsante targa portanome

Punto rel passo passo o varialuce

1PP

Punto luce

Punto luce aggiunto o predisposto

9
1

Punto luce emergenza con apparecchio

Punto presa TV

Punto TV / SAT predisposizione (con coperchio)

Punto termostato con apparecchio

Punto presa Telefono


Punto presa Telefono predisposizione (con coperchio)

1
1

2
1

Pagina 7 di 13

3
1

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
B

Punto termostato predisposizione (con coperchio)

Punto suoneria

Punto Citofono interno

Punto uscita citofono predisposizione (con coperchio)

0
A

Punto Caldaia con consenso

Centralino a protezione dell'appartamento

Linea alimentazione paletto

Punto luce esterno IP44 completo di apparecchio

NOTE:
- Nei locali del p.interrato i punti saranno di tipi a vista e non incassato e ove necessario di tipo luminoso.
- Utile prevedere ove limpianto di riscaldamento sia realizzato con radiatori
C - Il tipo di corpo illuminante varier per tipologia dambiente
EXT la dicitura fa riferimento al balcone del locale in oggetto
A
B

APPARTAMENTO TIPO GIORNO NOTTE

NO
TE

INGR.

CU. SOG. BAGNO SCALE DISB.

ST.
M

ST.
2

WC.

EV. BOX EV.


TOT.
GIAR. AUTO CANT

Punto presa 10/16A bipasso

1 ext

Punto presa 10/16A universale


Punto composizione prese piano lavoro
]2 Univ + 1 Bipasso]

Punto presa 10A

Punto uscita 10A con passacavo


[Cappa/Aspiratore]

Punto presa 10A aggiunta/accoppiata

1
2

Punto vuoto predisposto [Generico] (con


coperchio)

2
1

Punto interruttore unipolare

Punto deviatore unipolare

10

Punto invertitore unipolare

1
A

Punto interruttore bipolare

1 ext

1
1 ext
ext

1
2

2
1
ext

3 (1
ext)

Punto pulsante

Punto pulsante targa portanome

Punto rel passo passo o varialuce

1PP

Punto luce

Pagina 8 di 13

11

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
Punto luce aggiunto o predisposto

Punto luce emergenza con apparecchio

Punto presa TV

Punto TV / SAT predisposizione (con


coperchio)

Punto presa Telefono


1

Punto termostato con apparecchio

2
1

Punto presa Telefono predisposizione (con


coperchio)

Punto termostato predisposizione (con


coperchio)

2
1

Punto suoneria

Punto Citofono interno

Punto uscita citofono predisposizione (con


coperchio)

Punto Caldaia con consenso

Centralino a protezione dell'appartamento

Linea alimentazione paletto


Punto luce esterno IP44 completo di
apparecchio

NOTE:
- Nei locali del p.interrato i punti saranno di tipi a vista e non incassato e ove necessario di tipo luminoso.
- Utile prevedere ove limpianto di riscaldamento sia realizzato con radiatori
C - Il tipo di corpo illuminante varier per tipologia dambiente
EXT la dicitura fa riferimento al balcone del locale in oggetto
A
B

Parti comuni
I servizi generali comprendono:
Allentrata di ogni unit immobiliare sar posto apparecchio citofonico completo di
impianto di chiamata.
Le strade, vialetti pedonali e spazi comuni esterni agli edifici saranno illuminati con punti
luce del tipo a palo in poliestere a boccia o altri a scelta della D.L. comandati da sistema
crepuscolare.
Sono compresi i corpi illuminanti solo per gli ingressi alle unit immobiliari, la rampa
comune, il tunnel di accesso alle autorimesse e lilluminazione degli spazi condominiali in
genere.
A fine lavori sar consegnata al cliente regolare certificazione di conformit dellimpianto
elettrico dellappartamento e la certificazione riguardante limpianto delle parti comuni.

Pagina 9 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
IMPIANTO IDRICO SANITARIO
Limpianto idrico sanitario allacciato alla rete idrica comunale formato dal contatore
individuale collocato tra doppia saracinesca, e dalla rete di distribuzione eseguita con
tubazioni in acciaio Mannesmann o/e in polietilene reticolato tipo Wirsbo con raccordi in
ottone.
In ogni appartamento saranno installati rubinetti dintercettazione ad incasso sia
dellacqua calda che di quella fredda per consentire interventi di manutenzione inoltre
verr posizionato sotto il lavello cucina un rubinetto generale.
In cucina saranno collocati e raggruppati sotto il blocco lavello gli attacchi per lacqua
del lavandino e della lavastoviglie e lo scarico, nonch lattacco per il gas gpl o metano.
Se non saranno chieste variazioni la posizione del blocco lavello si desumer dai disegni
allegati al compromesso.
I sanitari saranno in numero e posizione come da disegni, di marca DURAVIT serie D.
CODE o marche similari, colore bianco, completi di cassetta ad incasso, sedile e
coperchio, pilette e tappi cromati, le docce saranno nelle misure 80 x 80 o 90 x 70,
mentre le vasche 170 x 70 in acrilico del tipo ad incasso.
Le rubinetterie saranno costituite da miscelatori marca GRHE mod. EUROSMART o
marche similari, completi in opera e funzionanti. Nel bagno inoltre previsto lattacco e lo
scarico della lavatrice. Il box doccia sempre escluso.
In ogni giardino privato, nella posizione eventualmente indicata dal cliente in tempo utile,
previsto un attacco dacqua con rubinetto per lirrigazione manuale, completo di
rubinetto di chiusura ad incasso allinterno dellalloggio per la chiusura dellimpianto nel
periodo invernale.
IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ACQUA CALDA
Ogni appartamento sar dotato di impianto di produzione dellacqua calda, derivato dalla
caldaia Autonoma e collegato per mezzo di tubazioni indipendenti dallimpianto di
riscaldamento e che alimenter bagno e cucina.
Ogni appartamento per la sola produzione di acqua sanitaria potr contare sulla
presenza in falda di pannelli solari tipo VIESSMANN ad incasso o sopratetto o
similari, completi di relativo accumulo, ( boiler) pompa e centralina ( installati nel
garage di propriet, o nel disbrigo. )

IMPIANTO DI RISCALDAMENTO
Limpianto di riscaldamento sar del tipo autonomo alimentato a gas GPL composto da
una caldaia a condensazione tipo VIESSMANN . L impianto sara a bassa temperatura
del tipo a pannelli radianti ( riscaldamento a pavimento marca RDZ o similare
),effettuato con tubazioni in polietilene, nei bagni saranno previste solo le predisposizioni
degli scaldasalviette ( che il cliente potr richiedere a parte ) alimentati dallo stesso
circuito dell impianto a pavimento.
L impianto di riscaldamento sar controllato tramite un termostato manuale in ogni
stanza
Pagina 10 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.

OPERE GENERALI E SISTEMAZIONI ESTERNE


Raccolta delle acque piovane provenienti dalla copertura e dai piazzali in pozzetti
prefabbricati completi di chiusino e incanalati nella rete comunale o in idonei pozzi
disperdenti.
Raccolta delle acque nere delledificio in tubazioni adeguate che saranno allacciate
alla fognatura comunale, previo passaggio nel sifone ispezionabile posto alluscita
della propriet sistemato in un pozzetto prefabbricato completo di chiusino.
Pavimentazione dei percorsi pedonali e carrabili in conglomerato bituminoso o
formelle autobloccanti in cls, mentre i posti macchina saranno rifiniti con grigliato in
cemento misto erba, o come indicato dalla D.L..
Recinzioni esterne perimetrali in ferro zincato a disegno semplice e altezza massima
ml. 1.00.
I giardini privati saranno seminati a prato verde e dotati di rubinetto dacqua per
lirrigazione manuale.
Altre sistemazioni esterne non indicate nella relazione saranno realizzate in linea di
massima secondo progetto. Sar comunque possibile sostituire alcuni materiali con
altri di qualit equivalente a insindacabile giudizio della D.L..
Gli alloggi saranno forniti di tutti gli allacciamenti: acqua, luce, gas ecc.(a carico
dellacquirente
Allentrata di ogni singola unit immobiliare sar posto un casellario postale.

VARIAZIONI
Eventuali variazioni che il cliente richiedesse di apportare allappartamento - cos
come rappresentato sui disegni allegati al compromesso dovranno essere richieste per
iscritto allimpresa esecutrice, la quale nel limite del possibile, cercher di soddisfarle.
I disegni allegati al compromesso sono dimostrativi ed esemplificativi di come potr
essere arredato e rifinito lappartamento, gli stessi non costituiscono dimostrazione del
tipo di finitura, prodotto o materiale pattuito per i quali fa fede unicamente la presente
relazione tecnica e caratteristiche costruttive.
Le eventuali variazioni non potranno riguardare ne la posizione dei locali cucina e bagni,
ne quella delle relative colonne di scarico la cui posizione risulta progettualmente
identificata e modificabile unicamente dalla Direzione Lavori.
Per ogni singola variazione limpresa esecutrice rediger un preventivo di spesa che
sar sottoposto al benestare del cliente e di conseguenza, se accettato, non andr a
sommarsi all'importo del saldo, ma la parte venditrice produrr regolare fattura con saldo
entro e non oltre la data del rogito.
Lappaltatore avr la facolt di rifiutare domande di modifiche insolite, inusuali o che
rechino svantaggio o pregiudizio alle propriet limitrofe.
Lappaltatore declina ogni responsabilit per variazioni o aggiunte richieste
dallacquirente che si dimostrino, al momento della loro esecuzione, irrealizzabili o che
Pagina 11 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
non tengano conto delle corrette modalit esecutive e che non rispettino e i regolamenti
in materia.
Le variazioni eseguite per conto del cliente daranno diritto allappaltatore ad un adeguato
prolungamento del termine di consegna, in rapporto alla loro rilevanza.
Il venditore potr apportare le modifiche ritenute necessarie e inevitabili per il corretto
funzionamento degli impianti delledificio, per la stabilit delle sue strutture, per
ladeguamento a norme e regolamenti.
Il venditore e lappaltatore declinano ogni responsabilit per vizi o danni causati da ordini
che il cliente o suo incaricato dovessero impartire direttamente alle maestranze, ai
posatori o prestatori dopera.
Trento _______________________

ALLEGATO ALLA SCRITTURA PRIVATA E ALLA RELAZIONE TECNICA

ALLEGATO 1
(alla relazione tecnica)
VISITE IN CANTIERE
Per motivi di sicurezza laccesso in cantiere sar consentito unicamente su
appuntamento, con limpresa e/o con del Coordinatore della Sicurezza.
In fase di esecuzione delle opere,Laccesso sar consentito esclusivamente se
accompagnati da un preposto.
Limpresa viene fin dora sollevata da ogni responsabilit per danni che il cliente, suoi
famigliari o accompagnatori dovessero subire allinterno del cantiere, con o senza
Pagina 12 di 13

Relazione tecnica e caratteristiche costruttive riguardanti la


costruzione di tre edifici plurifamiliari di civile abitazione in p.f 2103/1
C.C. di Terlago Loc. Monte Terlago.
autorizzazione allaccesso
.
In nessun caso sono da ritenersi valide le richieste daccesso fatte a maestranze,
artigiani, trasportatori o altro personale presente in cantiere.
Tenuto conto della peculiare pericolosit dellambiente di lavoro, severamente vietato
laccesso al cantiere dei minori di anni 18 anche se accompagnati.

Trento _______________________

Pagina 13 di 13