Sei sulla pagina 1di 58

iversit degli S

Scuola Poli

i di Palermo
nica
in Ingegneria per Ambiente e il Territorio
4.2014-2015 r (e cFU)

Corso di La

24 febbraio

L.

15

Su un piono, inclinoto

i un ongolo
= 30' rispetto oll'orizzontole,
posti due cilindr omogenei di
io identico, R = 15 cfi, e mosse
t7t1 = Z@ Kg e tt12 = 30 Kg,
i spettivomente Come schemotizzoto in ftguro, gli
ossi dei due cilindri so tenuti o dis zo fissq mediqnte unq borro rgido
di mosso troscurobile. Su 1'osse del cili ro 1 (quello pi in bosso) ogisce
un momento r (costonte) c
tende o far
otore il cilindro in verso onti(per
ororio
chi guordo lo figuro). Determ nore: (o) il modulo che deve overe
r offnch il sistemo sio in equilibrio totico. Successivomente il modulo
di r viene raddoppoto ri etto o quello I punto precedente. Determinore:

ia

vengono

ner

re

In
g

eg

(b) 1'qccelerozione con o quole i cen i di mosso dei cilindri solgono


lungo il piono inclinqto (c) modulo, lrezione e verso delle forze d
qttrito stotico relqtive I contotto trq i cilindri e il piono inclinoto,
nelf ipotesi di moto di pu rotolomento.

di

ive

2.Un corpo punt'i.forme

mo

= 3 Kg. Lq lostro pu
L'appoggio tro corpo e

sonr=1-Kgo
ivolqre senzcl

tro

presento
Iniziolmente 1o lostro si muove (verso
il corpo in quiete ri tto od esso.

mollo (o riposo e di

sso troscurobi

l'oltro estremo oncoroto uno porete. L


por o k = IOO N/m e 1' rto con 1o los
se duronte I compressione
scivolq rispetto ql1q los ro; (b) Cqlcol
Determinote

mollo, AXror, tenendo in

o quonto stobi

oggioto su uno lostro di mosso M


rito su un piono orizzontole.
ttrito con Fs = 0r5 e l-rd = @r3.
;tro) o uno velocit vo = 2 m/s e
I suo moto lo lostro incontro uno
e) disposto orrzzontolmente con
costonte elosticq dello mollo
?o perfettomente elostico. (q)
dello moLlo il corpo puntiforme
re 1o mossimo compressione del1o
ito ol punto (o).

vn

3.Un corpo di formo cubico (spigolo e _ 50 cm e densit di


mosscl p = g IOz
Kg/n3) poggioto ol suolo. Un proiettil di mosso
n
orzzontolmente, od uno quoto h = 45 cfr, on velocit = O,! Kg si muove
vo e si conficco nel
cubo, perpendicolormente od uno delle sue
cce. Dopo l'urto il sistemo cubo
e proiettile ruoto, senzo scivolore, ottor o1 punto P tn cui il blocco
vincoloto. Determinore i1 rninimo volore L vo offinch il cubo riesco o
ruotore d 90'. (si consideni il momento d, nerzo del cubo pori o t/6Md).

ner

ia

mt ,
P

4. Uno sborro rtgda, omogeneo, o sezione


estremo vincoloto o ruotqre senzo ottrito

ive

re

In
g

eg

iforme, d lunghezze L, ho un
i rno od un punto fisso solidole
con uno porete del recipiente od uno olte
h' por o L/3. Il recipiente
contiene ocquo fino od un, altezza h : L , come mostrqto in guro. Se
ol-l'equilibrio, I'ongolo che lo sborro fo
con l'orizzontole a = 45",
quqnto vole 1a densit dello sborro? (Densi dell'ocquo p 1g/cm3).
=

Universit degli Studi di palermo


Scuola Politecnica
Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. 4.2014-2015 - Fisica I (9 CFU)
29 gennaio 2015

Intorno od uno puleggio cilindrico, un cilindro pieno di. roggio R = 15 cm e


mosso M : I@ Kg, libero di ruotore intorno ol suo osse ovvolto uno cordo,
inestensibile e di mqsscr trqscurobile, con a un copo oppeso un corpo di
mosso trt = 5 Kg. Uno sborro omogeneo, di lunghezzo I : 80 cm e formonte un
ongolo 0 = 30" rispetto oll'orizzontole, oppoggtoto sullo puleggio.
Sopendo che 1'oltro estremo dello sborro fisso e che nell'oppoggio tro
sborro e puleggio presente un ottrito stotico con Fs = O,5, determinore:
(o) il- minimo volore dello mosso dello sborro offinch il sistemo sio in
equilibrio stotico. Se poi lo sborro viene sollevoto e lo puleggio loscioto
libero d ruotore determinqre: (b) 1'occelerozione con cui scende il corpo

ner

ia

1.

In
g

eg

oppeso.

ive

re

Z.Un corpo puntiforme d mosso nt : 1 Kg, poggoto in prossimit del bordo


destro di uno lostro, di mosso M = 3 Kg. Lo lostro dototo di uno spondo
che non permette ol corpo di codere do quel loto. L'oppoggo trq corpo e
lostro presento ottrito con Hs = @,5 e Fa = 0,3, mentre lo lostrq pu
scivolore senzo ottrito su un piono orizzontole. Iniziolmente lo lostro
vioggto (verso destro) o uno velocit vo= 2,5 m,/s e il corpo in quiete con
esso. Nel suo moto lo lqstro i.ncontro uno mollo (o riposo e di mosso
trqscurobife) disposto orzzontolmente e con I'qltro estremo oncoroto a uno
porete. Lo mollo ho costonte elqstico k = 1-50 N,/m e nell'urto con lo lqstro
il suo estremo sinistro rimqne o esso oggoncioto. (q) Determinore lo mossimo
compressione dello mollor Axl,mox; (b) Dire se duronte lo fose di ollungomento
dello mollo il corpo puntiforme scivolo sullo lostro; (c) Determinore il
mossimo ollungomento, axz,nox dello mollo.

3'Uno borretto omogeneo di mosso M = 5 Kg sostenuto


do due molle identiche
(di lunghezzo o riposo Io : 20 cm) opp"r" o due sostegni
e oventi lunghezzo
I = 2I cm' Do un punto posto o quoto h - L@O cfl, viene loscioto
piccolo sfero, di mossq flt - ]:}o g, che colpisce lo borretto codere uno
nel centro e
rmbo].za' supponendo I'urto perfettomente elostico, determi-nore:
(o)

l'ortezzo h' o cui rmborzo lo sferetto; (b) l,ompezzo der


oscillotorio

moto

eg

ner

ia

che 1o borretto ocquisto dopo 1'urto.

recipiente cilindrico con osse verticqle di oeo di bose ,4 riempito di


ocquo fino o uno quoto h. A uno quoto ht < h proticoto un forellino
di
sezione At do cui zompla un getto d, ocquo che giunge o1 suolo o
uno
distonzo x dollo porete del cilindro. (o) Determinore l,espressione di x
in
funzione di h, ht, A e At; (b) dimostrore che, nel limite At << A, quondo i1
getto d'ocquo raggunge ir suolo o distonzo x: h1, h = 5/4 ht.

ive

re

In
g

4. Un

lL

Universit degli Studi i Palermo


Scuola Poli
rca
Corso di Laurea in Ingegneria per I'
biente e il Territorio
A. A. 2014-2015 r (e cFU)
12 gennaio20

il cui peso vole 274 N,


d ottrito posto su unq porete
11o tqvolo coincide con il suo

ia

1. Uno tovolo di lunghezzo L = 6123 m


oppoggota ol suolo e o un rullo privo

ner

di oltezzo h = 2,87 m. Il boricentro d


centro geometrico. Lq tovolo rimone in
ilibrio per
gli ongoli
0 z 68rO", mentre scivolo se o < 6g10" Si colcoli il tutti
coefficiente di
ottrito stotico tro tovolo e suolo.
do di collocare lo tovolo
con un ongolo 0 = 65. colcolore lroc erozione del centro di
mosso,
nell 'stonte iniziole, nell 'ipotesi c
i1 coefficiente di. ottrito

In
g

eg

dtnomico tta sio por 0,3.

ive

re

2. Un corpo d mqsso ntr connesso


uno cordo che posso su uno
puleggo fisso prvo d mosso pt, come in fguro. Lo corda

connessq od uno secondo puleggio pz onch'esso privo di nqsso.


Unq
secondo cordo pqssq sullq secondo pu
io: un suo copo qttqccoto
od un corpo di mosso n z che pu sci lore senzo ottrito sul tovolo
orzzontole. (o) Se e1 e d2 sono ri ttivomente, 1e occelerozioni
dei corpi fitt e t2t quole relazione
le due occelerqzioni? (b)
Determinqre le espressioni delle tens oni delle funi.
t

corpi di mosso n e M, rispe:ttivomente, conness do uno


morto di
costonte elostico K, iniziolmente fermi, sono loscioti
liberi di
muoversi rungo ro direzione verticore. 11 corpo di
moss' M si
orresto non oppeno tocco il suolo, mentre il corpo di mqsso
n
cont'i'nuo o muoversi sotto 1'ozione dello forzo peso e detlo
si denoti con h ].'ortezza ris;petto ol suolo doll_o quolemollo.
viene
loscioto cqdere i1 corpo di mos:;o M. corcorore il volore minimo di
h or di sopro del quole il corpo di mosso M s stocco dol suolo.

In
g

eg

ner

ia

3. Due

4. un oggetto cubico d loto L =@,60g n e peso nel vuoto p


= 4450 N
immerso sospeso o un filo in un tiquido di densit p : g44 Kg/m3,
come in figura. (o) Colcolore l-o forzo nello diretto verso
il bosso

ive

re

esercitoto sullo porte superiore dell,oggetto dor liquido e


doll'otmosfero. (b) Colcolore lo forzo netto diretto verso l,olto
esercitqtq dol liquido sullo prorte inferiore dell'oggetto. (c)
cqlcolore lo tensione del fi Lo. (d) colcolore lo forzo di

galleggiomento opplicoto

oll,oggetto. (pot,= 1,01, IOs po)

Universit degli Studi di palermo


corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il rerritorio
A. A. 2013-2014 - Fisica I (9 CFU)
02 settembre2014

ia

1. un'osto omogeneo AB d mosso n incernieroto nel punto 0, posto


o 3/5 dello suo lunghezzo l, od un supporto. L'osto, come mostro
lo figura, formo con l'orzzontole un ongolo a. Surilqsto un punto
moteriole di mqsso M si muove con velocit v6 fornito da un

ner

impulso J.

Colcolore:

ive

re

In
g

eg

o) 1o forzo F do opplicore in E, cosi come in fguro, in funzione


dellq posizi.one del punto moteriole offinch i1 sistemq rrmongo
in equilibrio, consideroto che il ropporto fra lo mosso m
dell'osto e lo M del punto moteriole tole do essere sempre
necessorio un volore dello forzo F moggrore di zeo.
b) 1o reozione del supporto in funzione dellq posizione del punto
mqteriole perch tutto rmongo stotico.

2.

n blocco di mqsso M s trovo su un piono ori.zzontqle liscio. Un


corpo di mosso m oppoggtoto ql blocco M come i.n ftguro e tro i
due corpi vi un coefficiente di qttrito stotico 1,r. Colcolqre il
volore minimo dello forzo da opplicore ol blocco offinch il
sistemo si muovo come un unico corpo. colcolore, inoltre, lo forzo
di contotto dei due corpi duronte il moto.

3.

n disco

orrogeneo,

di

roggio R, in movi.mento su un
piono orizzontole lisci.o con velocit
con velocit r.r,.Inoltre
disco ruoto con uno velocit c.fu rispetto ad un qsse possonte il
pet
mosso M

ia

il suo centro. Ad un certo istonte il disco urto in


modo
qnelostico un,osto , inizolmente in quiete,
di mosso
m e di lunghezzo l: ,t.
Colcolqre il moto del sistemo do,po I,urto se:
q) 1'osto liberq di muoversi senzo qttrito
sul piono;
b) 1'ostq incernieroto senzo ottrito nerlrestremo
fisso 0.
Nel coso in cui Uosto incernieroto nerl,estremo
colcolore I'impurso sulto cernie ro duronte l,urto. fisso 0,

In
g

eg

ner

completomente

{,tJLt

re

Determinore di quonto emerge doll'acquo 1o punto


sopendo che pr.,,,,.t..i,. = $I0,\"f+y'rlr:r e
Fc:rs.rr: : t0(lUirglnri.

ive

4.

di

un

iceberg,

Universit degli Studi di palermo


Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 2013-20t4 - Fisica I (9 CFU)
14luglio 2014

t.

Due cqrrucole Ct e Cz sono schemotizzobLi come due dischi rgdi,


omogenei, di rogg t"1 e rz e mosse ffi1 e fi2 rispettivomente, vincoloti,

ia

nello stesso piono verticole, o ruotore intorno o due ossi fissi,


orizzontoli, porollel., possonti per i loro centri e disposti in modo
che i punti. pi qlti di Ct e Cz s trovino o11o stesso quoto. Un filo
di mosso troscurobile ho un estremo collegoto ol bordo di Ct, ovvolto
per molti giri su tole bordo, dopo un trotto ortzzontole oderisce ol
bordo d Cz, dopo un trotto verticole porto qppeso un corpo A d mosso

re

In
g

eg

ner

nj.Colcolore:
' l'occelerozione del corpo / e le tensioni dello fune;
. 1o reozione vincolore tn Cz duronte il moto.

l'intervollo dei volori dello forzo F do opplcore ol cuneo di


il blocco di mosso m non scivoli rispetto ol cuneo. IT
coefficiente di ottrito stotico tro il cuneo e il blocco
affnch

ive

2. Trovore
mqsso M

pr.

3. Il centro di

di un disco e1flergho di mosso n e roggro r in


moto soprq un piono orizzontole li.icio con
velocit v6. rl disco
inoltre ruoto in senso ontiororio con velocit ongolore
istonte urto contro un'qsto omogenoo AB di ,o.ro w6. Ad un certo
M, runghezzo r,
disposto lungo 1o retto d'ozione dellrr velocit
v6. L,ostq iniziolmente
in qui'ete vincolota o ruotore sul piono orzzontole
ottorno oll,osse
verticole possonte per A- L'urto istontoneo e
completomente
onelostico. Colcolore :
r | ''i.mpulso trosmess o do]L perno ,A oll 'osto duronte ,urto;
il modulo derlq reozione vincolore dopo 1'urto. I
'

ia

mqsso

(Dg

In
g

uno sborro rgido, omogeneo, o se:zione uniforme, di. Lunghezzo


L, hq
un estremo vi.ncoloto o ruotore senzq ottrito intorno od
punto fi.sso
solidole con il fondo di un recrlpiente contenente un
ocquo fino od
un'oltezza h:L,/Z, come mostroto in figuro. se oll'equilibrio,
che lo sborro formo con Lrorizzontote d, = 4S;, quonto I,ongolo
vole lo
densit detlo sborro? (Densit derr' ocquo p Lg/cm3).

ive

re

4.

eg

ner

/k---:

Universit degli Studi di palermo


Scuola politecnica
corso di Laurea in Ingegneria per PAmbiente
e il Territorio
A. A. 2013-2014 _ Fisica I (9 CFU)
1 1 novembre 2014

r = L,2 m e di momento d, nerzo


ol suo osse di simmetrio verticole

ia

1. un volono cili.ndrico di raggo


r = 10,8 Kg fr2, ruoto ottorno

possono scorrere due sfene uguoli

con

ner

velocit ongolore por o @in = tO


coincidente con un diometro e do

re

In
g

eg

cm) fissote oll'osse con du


inestensibili e lunghi rispettivqmente lt = gO cm e Iz
= 60 cm.
Supponendo nulli gli ottriti, colcolore:
o) 1'energio cinetico Kin der sisterno in tqre stoto;
b) 1o forzo o cui soggetto il perno da porte derre
sfere;
c) il modulo @ri dello velocit ongolore del sistemo due
quondo, toglioti i
fili, le due sfere si porteronno ollo mossimo di.stonzo r dol]-,qsse.

2. In figuro

striscio su d un tovoro privo di ottrito. rr


coefficiente di ottrito stotico e il coefficiente di ottrito
dinomico fro flrz trtT = 5 Kg valgono rispettivomente pr, O16 e
=
Fd =
O,4. Quonto vole 1'occelerozione mossimo di nI

il
volore
Quol
mossimo di ttu se nt1 si muove insieme a fi2 senzo strisciore
su di
tO Kg

ive

fi2

esso?

3.

si

considerino due corpi puntiformi, qi fin.ssa flt1 , ,tzr che scendono


lungo un piono inclinoto liscio r:on vejlocit vt e v2. All,istonte
t:@ 1
trq
idelelorovelocitsono
vo,j
v6,2 con
Si
lo ve]locit dopo l,urto, che viene
nte

4. Unq sfero di. mqssq m = @tg Kg

eg

ner

ia

ossunto

e roggio R = 4rt cfi, oppeso od uno

ive

re

In
g

mollo di costonte elqstico k = IZS N/m. Se 1o sfero viene immerso in


un liquido si osservo che lo postzigne di equilibrio stotico combio
d 2 cm. Colcolore lo densit del liquido.

Universit degli Studi di palermo


Scuola politecnica
corso di Laurea in rngegneria per l'Ambiente e il rerritorio
A. A. 2013-2014 _ Fisica I (9 CFU)
18 settembre 2014

ner

ia

1' uno scolq di mqsso m e lunghezzo I, ossimilqbile


od un,osto omogeneo,
oppoggota o uno porete con un angolo di inclinozione
rispetto ol
pavimento di q. Si consideri g, it .o"?fi.i"nte
di
ottrito
stotico tro
1o scolo e lo porete e tno lo scqlq e il povimento.

1,
oltezzo h
mossimo rispetto ol povimento che pu roggiungere Quol
un uomo, di mosso M,
offinch i1 sistemo sio in equilibrio?
Ad un certo istonte, con 1'uomo nello posizione
di mossi.mo oltezzo, si

eg

allogo tutto: il coefficiente d'qttrito stotico tro l,qsto


e il
povimento si drmezzo, mentre quelro dinomico
por o Ha e rq scoro

comincio o scivolore. colcolqne I'occelerazione del centro


di mosso
del sistemo scoro pi uomo nerro posizione in cui comincio
o

ive

re

In
g

scivolore.

un corrello di mosso M = to Kg si muove con velocit costonte


vo=O,5m/s verso destro. All'istqnte t rnbolzo
sul corrello uno
pollino, di mosso n+4Kg, con velocit l2o= 3 m/s provocondo un urto
perfettomente elqstico. Lo troiettorio dello velocit formo
l'orzzontole un ongolo g= 40" ed inoltre l,ongolo di incidenzocon

2.

di riflessione.
colcolore 1o velocit der correrro e derlo porlino subito
1'urto.
uguole o quello

n'l

dopo

3.

Un

proiettile, di

bolistico, di

Colcolore

il

mosso

mosso

volore

di

vs

rtLo

uno velocit us un pendolo


in moniero completomente onelostico.
tole per cui i1 pendolo compio un giro
u

con

4. Groze

ollo

di

eg

ner

ia

completo.

M,

n,

un oeroplonino di corto, di superficie totole


2o0 cmz,1o velocit dell'oriq che scorre sullo suo porte
supeniore
moggiore del tz% rispetto o quello che scorre sullo porte

In
g

inferiore.

formo

Questo

velocit pori a r,5 m/s. Lo densit dell,orio

di 1, kg/m3.
colcolo 1o forzo netto di.retto verso Uorto

ive

re

oll 'oeroplonino.

oppricoto

Universit degli Studi di Palermo


Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 2013-2014 - Fisica I (9 CFU)
26 giugno 2014

ner

ia

L. Un corpo rigido costituito do un'osto, di mosso nt = 8 Kg e lunghezza


d = 0,5 ffi, e do un disco, di mosso M = 3m e roggo d/4, soldoti nel
punto 0 e pu ruotore liberomente intorno a untosse, perpendicolor<l ol
disegno, possqnte per tole punto. Per montenere il sistemo in
equilibrio stotico, con I'qstq orizzontole, viene opplicoto uno forzo
F sull'estremo libero dell'osto. Determinore:
. il modulo di F e della reozone in O.
Viene poi eliminoto 1o forzo F e it corpo ruoto sotto l'ozione detle
forze grovtozionoli . Determinqre :
. 1'occelerozione ongolore del sistemo nell'istonte iniziqle del
moto;

. 1o velocit ongolore del sistemo nelf istonte in cui I'ostq

In
g

re

Tre punti moterioli, di mosse 11, tttz = 2 tfu Q tttj : tvtTt sono collegot-L do
due fifi dello stesso lunghezzo Z e do uno mollo ideole di costonte
elqstico K e lunghezza a r.poso It. I1 sistemo, che sto in un p'iono
orizzontole, ruoto con veLocit ongolore costonte a ottorno ol punto
0. I fili sono inestensibili e di mqsscr troscurqbile. Colcolore:
. Lq tensione dei fili;
L'ollungomento dello mollo;
Lo velocit del centro di mosso del sistemo;
Il momento di inerzio del sistemo rispetto o11'osse
L'energio mecconico del sistemo.

ive

z.

eg

verticole.

di

notozione;

3. Un disco omogeneo di mossq flr1 = t l(g e roggio r


= 6 cm che ruoto
ottorno al proprio osse con frequenzor 5 Hz scivolo su
orizzontole con velocit v1 = Z m,/s. Nel suo motoun piono liscio
completomente qnerostico un punto mqtreriore
muove in direzione opposto con velocit vz

?,8 cm dol centro. Lo dstonza

urto in modo
di mosso mz = 200 g che si

= I0 n/s od uno di stonzo d

d tore per cui ro verocit di=

rotozi.one del disco viene onnulloto. Determinore:

del sistemo

dopo

ia

mosso

ner

' lo velocit di troslozione del centro di


I 'urto;
. I'energio dissipoto nell_'urto.

d roggio interno r = g cm e roggio esterno R - I cfr,


sommerso per met in un liquido di mosso volumico
Pt=t rZ

4. Uno sfero covo,

golleggio

In
g

eg

g/cm3. Colcolore:

' lo densit p5 del moteriqle di r:ui costituitq lq sfero;


' lo densit p't di un oltro liquido in cui lo stesso

ive

re

golleggerebbe completomente

sommenso.

sfero

Universit degli Studi di palermo


Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 2013-2014

- Fisica I (9 CFU)

10 giugno 2014

= 80 Kg) sole fino oi tre quorti di uno scolo omogeneo


(lungo I - I0 m e di mossq ftis = 40 Kg), che oppoggioto od un rnuro
verticole ed ol povimento. Supponendo che 1o scolo (do considerore
unid'i.mensionole) formi un ongolo e = Go' con il povimento e che
I'ottrito esisto solo tro lo scolo ed il povimento, colcolore:
' lo forza Fv che il sistemo "scolo + uomo" esercito sul muro;
. lo forzo Fp che il sistemo scolo "scolo + uomo" esercito sul
Un uomo (mosso m

ia

1.

ner

'

povimento
supponendo poi che il coefficiente di ottrito stotico mossimo
scolo e povimento volgo p =0,44, colcolore 1o mossimo oltezzo

h6s1

re

In
g

eg

rogglungibile doll'uomo primo che lo scolo cominci o scivolqre.

tro

corpi puntiformi A e B (nispettivomente di fiosS /24 = 1 Kg ens=J


Kg) scendono lungo un piono (inclinoto di un ongolo (x: 30" rispertto
qll'orizzontqle) restondo in contotto fro loro. Sopendo che i

2. Due

ive

coefficienti di ottrito volgotlo trrp@,3 e prp@,25, colcolore:


. 1'occelerqzione con cui scende il sistemo;
. lo forzo d contotto fro due corpi.

3' uno borrettq di lunghezzo z e mosso m pu ruotore attorno od


un osse
orizzontqle possonte per un suo erstremo. Esso viene portoto
in
posizione orizzontole e loscioto ondore do fermo; quondo
posscr pe? lo
posizione verticole, il suo estremo libero urto,
in modo completomente
onelostico, uno mosso puntiforme m iniziolmente fermq. Troscurondo
gli
ottriti del perno, colcolore:
' I'erongozione mossino 0 dello borretto dopo I'urto;
' 1o reozione vincolore det perno nello posizione verticole subito
1o reozione vincolore del perno nel punto di mossinro elongozione.

4.

Un corpo qvente

percorso

in

In
g

eg

ner

'

ia

dopo 1,urto1

densit peT,g g/cm3, portendo dollo quiete e dopo over


coduto libero in oro uno dstonzo hr! m, entro in una

vosco contenente ocquo.


Troscurondo 1o viscosit deL

fluido, colcolore lo mossi mo profondit hs


(ri'spetto qllo superficie libero del1'ocquo) roggunto
da;- corpo.
=!O0O Kg/m3)

ive

re

(Porquo

Universit desli Studi di Palermo


Facoltli Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 2012-2013 - Fisica I (9 CFU)
15 aprile 2014

Su un piono orlzzonto1'e posoto uno mosso m = t@ Kg. E:sso


viene messo in movimento tromite un filo che si ovvolge su uno
puleggio di roggo r = 2@ cm. Questo messo in rotozione dotto
disceso, sotto l'ozione del peso, di uno mosso M = 4 Kg, o cui
collegoto do un filo ovvolto su uno puleggro di roggo R = 5@ cffi,
cooss'i.ole e rigidomente f issoto o11o precedente. 11 momento di
rnerzro del sistemo delle due pulegge rispetto ol comune osse di
rotozione vole I = 6 Kg
Colcolore:
^'. M dopo che sceso di h = I m;
. 1o velocit v dt
. lo tensione dei. due fili duronte 'i.l movimento;
. il volore minimo del coefficiente di ottrito pr, tro m e
il piono offtnch il sistemo resti in equilibrto.

re

In
g

eg

ner

ia

I.

2. Due mosse,

ffi7

di un'osto di

: 1r8 Kg e fi2

troscurobile porollelo ol profilo del p'i.ono


inclinoto sul quole entrombe scivolono. L'ongolo di inclinozi.one
e = 30". I coeffi.cienti di ottrito dinomico dei due corpi flr e
nz con il piono inclinoto volgono rispettivomente Ht : 0,1 e Hz :

ive

mosso

0,2. Colcolore:
.1o tensione dell'osto che collego fi1 e ffi2i
. l'occelerozione comune delle due mosse;

3. Un punto moteriole

di

1,5 Kg scivolo lungo it profilo


mosso = 0,5 Kg. Ini.ziolmente
i-l corpo m viene posto o contotto con ilM cuneo
od or,tezzo h _
m rispetto ol piono orzzontole e abbandonoto
con velocit
nullo. Dopo che i due corpi non soronno pi o contotto,
il corpo
di mosso n ondr od urtore uno mollo ideole d costonte elostico
k = 200 N'/m. rl piono ortzzontole liscio tronne che nel
AB, dove il coefficiente di ottrito dinqmico Ha:trotto
@,2.
colcolore lo mossi-mo compressi.one delro morro nei due ,.gr.nti
mosso nt

=
rettilineo li.scio di un cuneo dt

cosi:

. I1 cuneo vincoloto o restore fermo;


. fl cuneo libero di muoversi sul piono

Un gos ideole monootomico si esponde ol doppio del suo


volume
i.niziole che Vi = !,00 m3, in uno trosformozione quosi-stotico,
in cui P - o.V, con o = S,O@ otm/m3. Sio n (numero di moli)
=
100.

Quonto lovoro compie il gos duronte l,esponsione?


Quonto colore viene scombioto?

ive

.
.

re

4.

In
g

eg

ner

ortzzontole.

ia

1,

Corso

il Territorio

di masse e
alla prma
ed fissata a questa nel centro. Il sistema pu ruotare senza
attrito attorno ad un asse fjsso orizzontale passante pelil centro
0. Inizalmente jl pendolo mantenuto n qu'iete, con I'asta 7, che
forma I'angoo 0 con la verticale, in quanto app-litata
all'estremo del' 'asta 7, la forza F, verticale. Calcolare:
Il valore della forza Fe della reazione v'incolare in 0,
A un certo istante F cessa dj ag re e il sistema entra in
rotazione. Calcolare la reazione vincolare in O nell'istante :in cui
viene tolta la forza F, nell'istante il cui I'asta 1, verticale.
Un pendolo composto formato da due aste omogenee
lunghezze. ntrt lr, ffi2, l,i la seconda asta a 90'rspetto

eg
a

Due corp di massa m, e m,


i nestensj bj i e di massa t rscu ra6i I e , possono sci vol are senza
attrito lungo j lati di un cuneo di massa M e sezione a forma di

re

2.

In
g

ner

ia

1.

di

Universit degli Studi di Pa'lermo


Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e
A. A. ?0L3-20L4 Fisjca I (9 CFU)
1-8 febbraio 20t4

e, che pogg'i a con I a base su di un p ano


orizzontale liscio; la massa della carrucola C trascurabile e
I ' j ncl j nazi one ri spetto al I 'ori zzontale dei I ati del cuneo (x,.
Abbandonando il sistema inizialmente in ouiete si osserva che i due
corpi m, e m, scivolano lungo lati del cuneo.
sosce

ive

tr angol o

Calcolare iT modulo dell'accel erazione del cuneo.

3.

In
g

eg

ner

ia

Due corpi A e B di masse


m e 2n connessi
da una morra p.ivr di massa rispettvamente
e
costante
erastica
K sono in
equlibrio in un pano ve.rticare,-;;;; mostrato
in
fgura.
un
corpo c di massa m, rasciato .ud"r. o" un,ari.=i
h
rspetto
alla posizione di equiribrit r- .orpo
A, urta in modo
completamente anelastico il corpo -A stesso.
Considerando
I'urto istantaneo, calcolare:
1'altezza massima h_- da cui rasciare cadere i r corpo
c
affj nch i I corpo S i6, si stacchi da terra.

c nque mor i di un gas perfetto


co eseguono i r
clo mostrato i n f gura. r->2 bi atomi
una
trasformazione
reversibjre a vorume costante; 2->3 una isoterma
reversibire
con T2=1500 K; 3->1 una r'sobara irreversibrjre
ottenuta
ponendo il gas a contatto con una sorgente
a
temperatura
500 K -in cu j v3/v1, =3 . Cal c_ol are: a) i f rendi,ni O"f TL =
c clo;
b) Ia variazione di entropia der gs nerra trasformazione
3-

ive

re

ci

>1.

Universit degli Studi di Palermo


Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 2013-2014 - Fisica I (9 CFU)
14 gennaio 2014

l.

Un rocchetto con un filo awolto posto su un piano inclinato di un un angolo di o: 30"


rispetto all'orizzontale. L'estremo libero del filo attaccato ad una parete, come mostrato in
figura. La massa del rocchetto m = 200 g, il momento d'inerzia relativo al suo asse 1:

ia

0,459'm',r:3cm,R:6cm.SulrocchettoinizialmenteapplicatalaforzaFtalepercui
il sistema risulta essere in equilibrio. Determinare il valore dellaforza F tale per cui si abbia

di

puro

re

In
g

eg

ner

equilibrio.
Successivamente viene tolta la forza F ed il rocchetto pu muoversi di moto
rotolamento. Sotto queste ipotesi determinar e I'accelerazion dell'asse del rocchetto.

ive

2. Un corpo di massa m poggiato su una lastra di massa M che scivola lungo un piano
inclinato di angolo d rispetto all'orizzontale. Il coefficiente di attrito dinamico tralalastra M
ed il piano inclinato p7.
Calcolare, il minimo valore del coefficiente di attrito statico lt,,^nta la lastra ed il corpo di
massa m affrnche i due corpi si muovano insieme; Assumendo che il coefficiente di attrito
statico tra i due corpi sia inferiore d Fs,min,calcolare le accelerazioni dei due corpi, se il
coefficiente di attrito dinamico tra di essi tt,

3.

rimanendo

aftaccata. Calcolare

ner

ia

I'altezza massima raggiunta dalle due masse, rispetto


alla posizione di riposo del
pendolo;
l'angolo d massimo;
la velocit delle due masse subito dopo l'urto, indicando
esplicitamente il modulo, la
direzione e il verso di tale velocit;
l'energia meccanica del sistema dopo l,urto.

In
g

eg

'
.
'
.

4. Una macchina termica a gas perfetto monoatomico compie un ciclo


reversibile costituito da
due trasformazioni isot_erme alle temperature T1: 300 k
e Tz:400 K, intervallate da due
isocore ai volumi vt : 5 | e vr:10 l,ispettivamente. Si calcoli:

re

Il rendimento del ciclo;


Lavaiazione di entropia nelle

ive

.
.

due isoterme.

Universit degti Studi di palermo


Facolt di Ingegneria
corso di Laurea in Ingegneria per PAmbiente e il Territorio
A. A. 2012-20t3 -Fisica I (9 CFU)
29 ottobre2013
Un pendolo composto formato da due aste omogenee di masse
e lunghezze m1, 11, mr, lr; la
seconda asta a90" rispetto alla prima ed fissat a questa nel
centro.Il sistema pu ruotare
senza attrito attorno ad un asse fisso orizzontale pasante per
il centro o. rnizialmente il
pendolo mantenuto in quiete, con l'asta che forma l'angolo g
con la verticale, in quanto
I
applicata all'estremo dell'asta lrlaforzaF, dire tta lungo I'aita.
calcolare:
Il valore della forza F e della reazione vincolare in O.
A un certo istante F cessa di agire e il sistema entra in rotazione. Calcolare la reazione
vincolare in O nell'istante in cui viene tolta la forza F,nell'istante il cui
l,asta /, verticale.

2.

Tre punti materiali, di masse ftt1, t7t2 = 2 rflt a ftij = mr, sono collegati da tre
fili della stessa
lunghezza /. Il sistema, che sta in un piano orizzontale, ruota con velocit
angolare costante ar
attorno al punto O. I fili sono inestensibili e di massa trascurabile. Calcolare:

re

In
g

eg

ner

ia

1.

ive

. La tensione dei fili;


. La velocit del centro di massa del sistema;
' Il momento di inerzia del sistema rispetto all'asse di
rotazione;
. L'energia cinetica del sistema.

3.

Una palla di massa m = 300 g colpisce una parete alla velocit di v 5 mls
con un angolo g-=
30o rispetto alla verticale e imbalza con uguale velocit e angolo, come mostrato in iigura.
Il
contatto con la parete dura / = I0 ms. Calcolare:
. la vanazione della quantit di moto della pallina;

l'impulso applicato dalla parete sulla pallina;


la forza media esercitata dalla pallina sulla parete.

eg

ner

ia

ive

re

In
g

4. Un recipiente termicamente isolato e di capacit termica trascurabile contiene m


= 70 Kg di
acqua alla temperatua to = 20 oC. Si immerge nell'acqua un blocco di ghiaccio di massa _20 Kg. A equilibrio termico raggiunto si osserva che sono ancora presenti 3 Kg di ghiaccio.
Calcolare: (a) la temperatura iniziale del ghiaccio e (b) la variazione di entropia dell'universo.

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il rerritorio
A. A. 2012-2013 - X'isica I (9 CFU)
20 settembre 2013

In una macchina di Atwood il blocco mrha massa 512 g e l'altro m,ha massa 463 g.La
puleggia montata su cuscinetti privi di attrito e ha raggio di 490 cm. Quando il sistema
viene lasciato libero di muoversi, si osserva che il blocco pi pesante scende di 76,5 cm in
5,11 s. Si calcoli il momento d'inerzia della puleggia.

re

In
g

eg

ner

ia

1.

ive

2. Una lastra m, di massa 42Kg giace su un pavimento orizzontale privo di attrito. Un blocco m,
di massa 9J Kg appoggiato sopra la lastra, come in figura. I coefficienti di attrito statico e
dinamico fra il blocco e la lastra sono 0,53 e 0,38 rispettivamente. Sul blocco m, agisce :una
forza orizzontale F di 110 N. Quali sono le accelerazioni del blocco e della lastra?

Ijn'asta rigida, omogenea' di massa M e lunghezza 21, appoggiata


su un piano orizzontale
privo di attrito' L'asta posta in rotazione attcrno
all'asse passante per o perpendicolare al
piano di appog
angolare ao edufta una massa rn puntiforme

l'asta non vincolata;

l'asse di rotazione fisso.

ia

posta sullo piano


\
completamente anelastico. Determinare dopo l,urto il moto
.

indicato
nei

come
del sistema

ner

3.

In
g

eg

Il lavoro compiuto dal

gas nel ciclo;

Il rendimento del ciclo.

ive

.
.

re

4. Due moli di gas perfetto biatomico descrivono il ciclo riportato in figura.


Si haPo=Pe =
Pc=O2bar,Vo= 102 nf ,Va- 3-lO-2 m3,V.= 4'I0-2 #. Calcolare:

bar,

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per ltAmbiente e il Territorio
A. A. 2012-2013 - Fisica I (9 CFU)
03 settembrc2}l3

l. Un disco

Un disco omogeneo pieno, di raggio R : 50 cm e massa M: 40 Kg, reca awolta in periferia


una corda inestensibile di massa trascurabile al cui estremo libero appesa una massa m: I0
Kg. Il disco viene fatto ruotare, con accelerazione angolare costante, in senso antiorario
attorno al suo asse e quando ha raggiunto la velocit angolare at : 20 radf s,la massa m si
sollevata di un tratto h = 20 m. Trascurando gli attriti, calcolare:

ive

re

2.

In
g

eg

ner

ia

omogeneo di massa m e raggio r viene fatto salire lungo una parete verticale scabra
tramite l'applicazione di una forza verticale F applicata sul centro di massa. I1 disco
premuto contro la parete da una forza orizzontale S. Nell'ipotesi che il moto sia. di puro
rotolamento, determinare: (a) 1' espressione dell'accelerazione del centro di massa del disco;
(b) il valore minimo del coeff,rciente di attrito statico p,tra il disco e la parete verticale.

a) l'energia spesa dal motore

b) il tempo impiegato

che pone il disco in rotazione;

a sollevare di h la massa m.

.t
J.

Un carrello di massa M:2 Kg pu scorrere su un piano ozzontale liscio ed sagomato in


modo che la faccia,superiore sia piana e inclinata di un angolo a : 30 o rispetto
all'orizzontale. Una sferetta di massa m : 40 g urta oizzontalmente la faccia superior del
carrello, che inizialmente in quiete, e il modulo della velocit prima dell,urto v : 30 m/s.
Nell'ipotesi che I'angolo di riflessione della sferetta sia uguale quello incidente (rispetto
la
perpendicolare della faccia superiore) si calcoli la velocit del carrilo dopo
l'urto se questo

3. Un gas ideale monoatomico


m3,

eg

ner

ia

a) perfettamente elastico, o b) completamente anelastico.

si espande al doppio del suo volume iniziale che Vi = L,00


V, con cr = 5,00 atm/m6. Sia n

in una trasformazione quasi-statica, in cui P = s. .

In
g

(numero di moli) = 100.

Quanto lavoro compie il gas durante l,espansione?

b)

Quanto calore viene scambiato?

c)

Qual la variazione di energia interna?

d)

Qual la variazione di entropia?

ive

re

a)

Universit degli Studi di palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 2012-2013 - Fisica I (9 CFU)
09 luglio 2013

Uno yo-yo di massa 200 g e raggio esterno R 3 cm viene tirato orizzontalmente senza strisciare
mediante il filo awolto sul cilindro interno di raggio r I cm. Il momento
ineruia dello yo-yo
rispetto al suo asse di rotazione (passante per il centro di massa) di 750 g cm2 e
accelerazione
del centro di massa di 10 cm/s2. Si calcoli (a) la tensione del frlo. (b) Si trovi il minimo
coefficiente di attrito che necessario perch 1o yo-yo non strisci.

ia

d'

In
g

eg

ner

l'

ive

re

Nel dispositivo mostrato in figura la massa M : 2 Kg appog giata ad un piano orizzontale scabro.
Il coefficiente di attrito statico relativo al contatto tra corpo e piano pt:0,4. Un filo inestensibile e
di massa trascurabile collega la massa M alla massa m: 0,3 Kg, sospesa nel vuoto. La carrucola C
ha massa e dimensioni trascurabili. Calcolare il massimo valore dell' ampiezza di oscillazione
della massa m che non produce lo spostamento della massa M.

1.

3.

d
pass
in figura. Un corpo
Un'asta omogenea

hbera di ruotare sul piano vert

asse orizzontale

ente l,asta in posizion.

u.rti.

moto con velocit oizzonfale


completamente anelastica l'estremo libero dell'asta.
L'urto pu essere considerato istantaneo.
Calcolare il massimo spostamento angolare dell'asta e i'impulso
trasmesso all,asta dal perno

Calcolare:

il rendimento del ciclo;


la variazione di entropia dell,universo in un ciclo.

ive

.
.

re

Due moli di un gas perfetto biatomico, inizialmente nelo stato .4


con volum e V4 = L m3 e
temperatuta' Ta= 280 K, sono posti a contatto con una sorgente isoterma
a temperatura Is 560 K fino a raggiungere, a pressione esterna costante, l'equilibrio termico
fstato B).
Successivamente, sempre a contatto con la sorgente r, il gas subsce
un'espansione isoterma
reversibile fino allo stato c convc = 2 vB' Il gas viene poi posto a contatto
con una sorgente
isoterma a temperatura Ia fino a raggiungere, a volume costante, l'equilibrio
termico nello
stato D' Quindi a contatto con la sorgente a temperatura 74, il gas viene
compresso
reversibilmente [isotermicamente) fino a raggiungere lo stato iniziale
^4.

4.

In
g

eg

ner

ia

nell' istante dell' urto.

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 2012-2013 - Fisica I (9 CFU)
12 gilugno 2013

Un corpo di massa m pu muoversi su un piano orizzontale serza attrito. Il corpo collegato


tramite un filo inestensibile e di massa trascurabile, passante per una piccola camrcola di massa
trascurabile, al centro C di una camrcola mobile assimilabile ad un disco rigido e omogeneo di
massa M e ruggio R. Un altro filo (inestensibile e di massa trascurabile) aderisce perfettamente
alla gola della carrucola mobile ed ha appesi agli estremi due corpo pesanti, di massa ml ed mp
rispettivamente. Calcolare 1' accelerazione dei corpi A e B se il sistema lasciato libero di

ner

ia

1.

re

In
g

eg

muoversi.

2. Un' asta omogenea di massa M e hnghezza L libera di ruotare sul piano verticale attorno ad

ive

un asse passante per un suo estremo. Inizialmente 1' asta in posizione verticale, come mostrato
in figura. Trovare il valore dell' impulso orizzontale J da applicarc alI' asta perch essa si
fermi nella posizione orizzontale. Si indichi con a la distanza tralarctta di azione dell' impulso
ed il perno attorno al quale ruota I' asta. Calcolare, in funzione dell' angolo 0 formato
dall' asta con la verticale,Iaforzaapplicata dal perno P.

3.

un carrello di massa M:2 Kg pu sconere su un piano orizzontaleliscio


ed sagomato in modo

il ciclo mostrato in frgura. I_>2 una


3 una isoterma reversibile conT2: 1500 K. 3_>l
e contatto con una sorgente a temperatura T1
500
t ciclo; b) la variazione dell,entropia in un ciclo;
c)
lavariazione di entropia del gas nella trasformazione 3_>.

ive

re

In
g

eg

uono

4.

ner

ia

angolo a: 30 o rispetto all,orizzontale. Una


a faccia superiore del carrello, che inizialmente
o y: 30 m/s. Si calcoli la velocit del carrello
b) completamente anelastico.

lJniversit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 20ll-2012 - Fisica I (9 CFU)
18 febbraio 2013

Un cubo di mosso m = 1 Kg scivolo lungo un piono inclinoto; il


coefficiente di ottrito m = 0,33. Esso collegoto tromite uno
sborretto rgido d mosso troscurqbile oll'osse di un disco di mossa M
= 2 Kg che rotolo senzo strisciore. Supponendo che lo velocit iniziole
sio nullo e che sio 0 : 3@", colcolore 1o velocit dopo un metro
percorso, 1o tensione dello sborretto, 1o forzo di ottrito; colcolore
inoltre per quole vqlore di d lo tensione si onnullq.

In
g

eg

ner

ia

1,.

olf interno di un imbuto che ruoto intorno ol


proprio osse verticole o velocit costonte a gei/s. Lo porete
dell'imbuto formq un ongolo 0 con il piono orizzontole. Il centro del
cubetto, che oderisce o uno porete delf imbuto si trovo o uno distonzo
r doll'osse; il coefficiente di ottrito stotico frq cubetto e porete
Its. Trovore il mossimo e il minimo volore di o pe i quoli il cubetto
rimone fermo rispetto olf imbuto.
cubetto

di

mossq m

ive

re

2. Un

3.

un punto moteriole di mosso r descri.ve con velocit


v1 costonte uno
circonfe?enzo di roggo 11 e centro 0, soprq
un piono orizzontol
lisci'o' Esso tenuto sullo trqiettoriq doll,ozione
di un filo che
mqntenuto teso come mostroto in fgura.
voriondo lo tensi.one si porto
il punto o descrivere uno circonferenzo d
roggio 12. Determinore:
compreso

ner

12.

4.

In
g

eg

tro rt fzi
c) I1 lovoro dello tensione tro rt e

ia

o) Lo velocit vzl
b) L'espressione dello tensione pe un generico
roggo

Quottro moli di 9os ideole biotomico si trovono nello stoto A ollo


temperoturo Ta = 3oo K. Do questo stoto il gas roggiunge
con t)no
esponsione odiobotico ner vuoto lo stoto di equitibrio g
con va : 2@ l.

Successivomente

il

gos viene posto in contotto termico con

uno
o temperoturo Tg fino ql roggiungimento o volume costonte
dello stoto di equilibrio C. Durqnte 1o trosformozione BC it gos
ossorbe lo quontit di colore pori o g316 J. rnfine,
il gos viene
posto in contotto termico con uno sorgente o temperoturo
Ta fino ol
roggungere a pressione costonte lo stoto iniziole A.
Colcolore - il
volore va e b) 1o voriozione di entropio dell'universo nel ciclo- o)

ive

re

sorgente

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 20ll-2012 - Eisica I (9 CFU)
10 gennaio 2013

eg

w =@,25.

re

In
g

ottrito

ner

ia

1. Su un piono orizzontole posoto uno mosse nt = t@ Kg. Esso viene


messo in movimento tromite un filo che si ovvolge su uno puleggio
di roggro r = 20 cm. Questo messo in rotozione dalrlra disceso,
sotto I'oztone del peso, di uno mosso M:4K9, o cui collegoto
do un filo ovvolto su uno puleggio di roggo R: 50 cffi, coossiole
e rigidomente fissoto o11o precedente. I1 momento di inerzio del
sistemo delle due pulegge rispetto ol comune osse di rotozione
vole I = 6 Kg m'. Colcolore:
. 1o velocit v dt M dopo che sceso di h = 1 m;
. 10 tensione dei due fili duronte il movimento;
. il volore d v se tro m e il piono ci fosse un coefficiente di

ive

2. Due mosse, fi17 : 1r8 Kg e ffi2 = 3,4 Kg, Sono fissote ogli estremi
di un'osto di mosso troscurobile porollelo ol profilo del piono
inclinoto su1 quole entrombe scivolono. L'ongolo di incfi.nozione
0 : 30". I coefficient'i. d ottri.to dinomico de'i. due corpi ryrr e
nlz con il piono inclinoto volgono rispettivomente Ht = 0,2 e Hz =

0,1. Colcolore:

.
.

dell'osto che collego fitu e ffi2i


1'occelerozione comune delle due mosse;

1o tensione

3. Un punto moteriole

di mosso ffi 1,5 Kg scivolo lungo il profilo


mosso - a,s Kg. rniziolmente
il corpo z viene posto o contotto con irM cuneo
od ortezzo h - r
m rispetto ol piano orizzontole e obbondonoto
con velocit
nullo. Dopo che i due corpi non soronno pi o contotto,
il corpo
d mosso n ondr od urtqre uno mollo ideole di costonte elostico
k = 200 N/n. rl piono ortzzontoLe liscio tronne che nel
trotto
AB, dove il coeff.ciente di ottrito dinomico
ua = @,2.
Colcolore lo mossimo compressione dello mollo nei due
seguenti
cosi

a
a

I1

Il

cuneo vincoloto o restore fermo;


cuneo libero di muoversi sul piono

In
g

eg

ner

orizzontole.

ia

=
rettilineo liscio di un cuneo di

moli di gos perfetto biotomico descrivono il ciclo riportoto


in ftgura. Si ho po = p, = 1- bar, pc = @,2 bor,
Va = t0-2 fif , Vs = 3.70-2 nf , Vs = 4.10-2 fif . Colcolore:
. I1 lovoro compito dol gos nel ciclo;
. Il rendimento del ciclo;

ive

re

4. Due

Lo varozione

'

di entropio nello trosformozione

BC.

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
A. A.20ll-2012 - Fisica I (9 CFU)
5 novembre 2012

sborretto uniforme di lunghezzo Z e mosso m libero di


ruotore senzo ottrito ottorno ad un perno posto a un suo
estremo. Lo sborretto viene obbondonoto do fermo in posizione
orizzontqle. Colcolore: (o) I'occelerozione ongolore iniziole;
(b) lo reozione del perno nelf istonte 'i.niziole; (c) 1o
velocit dell'estremo libero dello sborretto e 1o reozione del
perno nelf istonte in cui 1o sbqrretto possq per 1o verticqle.
Uno

di

= L6 Kg e M - 88 Kg,
liberi di muoversi. I1 coefficiente di ottrito stotico tro i due
blocchi Hs = 0,38 e Ud = 0,L mentre lo superficie inferiore
del blocco M prrvo di qttrito. Quonto vqle lo mossimo forza
orizzontole F tole do montenere n aderente o M? Nell'ipotesi che
Lo frguro mostro due bl-occhi

ive

2.

re

In
g

eg

ner

ia

1_.

mosso tn

lo forzo F vengo roddopptoto colcolore le


corpi.

occelerozioni dei

due

un sostegno fisso a formo di semisfero di


roggro R si pone un piccolo disco (corpo puntiforme) di mosso m
che pu scivolore con ottrito troscurobile lungo lo superficie
del sostegno sotto 1'ozione del peso. Se lo velocit iniziole

3.5u1 punto pi olto

di

2 , colcolore:
del disco
. Per quole volore delt'ongolo 0 il disco si distocco dollo
superficie del sostegno:
. Lo velocit con cui il disco tocco il piono orizzontole.

eg

ner

ia

Yo

Un recipiente termicomente isoloto e di copocit termico


troscurobile contiene ffi = 70 Kg di ocquo qllo temperoturo to =
20 "C. Si immerge nell'ocquo un blocco di ghioccio di mossa M:

re

3.

In
g

'jt-

20 Kg. A equilibrio termico roggiunto

si

osservo che sono oncoro

ive

presenti 3 Kg di ghioccio. Colcolore: (o) lo temperoturo


'i.niziole del ghiocc|o e (b) lo voriozione di entropio

dell'universo.

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per ltAmbiente e il Territorio
A. A. 20ll-2012 - Fisica I (9 CFU)
25 settembre 2012

fissoto od uno cordo (i.nestens.btle e pri.vo


di mosso) che ovvoltq su uno corrucolo ossimilobile o un d.sco
omogeneo di mosso ntc roggro r, libero di ruotore senzo ottri.to
ottorno o11'oSSe orizzontole possonte per il Suo centro. Il corpo
/??

di mosso m libero di

muovers'i. senzo

ia

1. Un corpo d'i. mosso

ottrito sul profilo di

un

ner

di. mosso M poggi.oto su di un piono orizzontole senzo


ottrito, come mostroto in figuro. (o) Quol f intensit dello
cuneo

forzo orizzontole F che deve essere opplicoto


esso rimongo fermo?

(b)

Supponendo che nessuno

ol

cuneo offi.nch

forzo orizzontole

cuneo e che 'i.1 sistemo sio 'i.nizi.olmente o


riposo, colcolore 1o velocit dei corpi quondo it corpo di mosso
m sL obbossoto di. un trotto pori od h.

ive

re

In
g

eg

sio opplicoto sul

z. Uno

forzo F inclinoto rispetto o11o verticole d'i. un ongolo

di mosso m. Conoscendo
porete,
il coeff.c'i.ente di ottrito stottco p, tro il blocco e 1o
colcolore per quoli volori del modulo dello forzo F 'i.1 blocco
rimone in equilibr.o.

spinge contro un muro verti.cole un corpo

a
J.

= 0,02 Kg si muove su un piono


orizzontole lisci-o con velocit v6 = t,4 n/s ' Ad un certo
.stonte esso ini.zio o solire su uno rompo liscio, di mosso tttz =
Un punto moteriole d'i- mosso rtt

eg

ner

ia

0,26 Kg, che pu muoversi sul piono. Colcolore 10 mossimo allezzo


roggiunto dolr punto e 1o velocit dello rompo in tole situozione.

di

ghtoccio ollo temperoturo To = 273 K vi'ene posto o


contotto con un blocco di ferro o11o temperoturo Tt = 360 K in
modo che, od equ.librio roggiunto, uno certo frozione di ghiocci.o

In
g

4. un blocco

termi.comente isoloto. Lo copocit


termico del blocco, costonte con lo temperoturo, Ct = 6 kJ/K.
Colcolore lo voriozione d. energio interno e di entropio del

si. sctolto. 11 tutto

ive

re

sistemo, lo quontit di ghioccio fuso.


fusione dell'ocquo hr = 3,3 t}s J/kg.

Il colore lotente di

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 20ll-2012 - Fisica I (9 CFU)
10 settembrc2012

ner

ia

1) Un'osto omogeneo lungo Z = 5 Cfl, ovente uno mosso dt 1 K9,


connesso ol suolo tromite un cordi.ne sul fondo ed
SostenutO do un covo orrzzontoe, come mostroto in ftguro.
o) Quol lo tensione del covo?

re

In
g

eg

b)Quol l'occelerozione del centro di mosso nell'istonte


in cui viene toglioto il covo?
c) Se i| covo viene toglioto, quol I'occeleroz'i.one del
centro di mosso quondo 1'osto orzzontole?

ive

2) Un blocco di ffiQSSo ttt = 1 Kg loncioto su per un plono


scobro (p = 0,2) con veloctt v0 = 3 m/s. Se I'ongolo di

o, colcolore:
o) Lo di.stonzo s percorso dol blocco lungo il
inclinozione

3@

Ir

tempo impiegoto o percorrerlo, nonch


complessivo di ondoto e ri-torno;

b)

a,

c) L'energi,o trosformoto

il

p.ono;
tempo

in colore lungo I'i.ntero

percorso.

3) Un corpo puntiforme

di

mosso tfl

LOO

g oppoggrato (senzo

essere ottoccoto) od uno mollo ideole

k:

IOO N,/m, compresso

di riposo,

di

costonte elostico

di t0 cm rispetto qllo suct posiz'i.one

d i.ni.ziolmente montenuto fermo. Corpo e mollo


poggiono su uno gurdo privo di ottri.to costi.tuito do un

ner

ia

trotto ori.zzontole roccordoto od un cerchio nel pi.ono


verticole, di roggro R - 80 cfr, come in figuro. Ad un certo
istonte si loscio libero il corpo. ColcoLore:
o) Lo velocit con cui il corpo s'i. stocco dollo mollo;
b) L'altezzo mossimo raggiunto dal corpo lungo il trotto
ci rcolore;

di

mossimo

re

In
g

eg

c) Lo reozione vincolore nel punto A e nel punto


altezzo.

4)A un litro d'acquo ollo temperoturo rnrziole di

3@

oC,

ive

contenuto i.n un recipiente odiobotico e di copocit termico


troscurobile, vengono oggiunti 2@ g d'i. ghi.occio o11o
temperoturo di -2 15 " C .
o) Determinore 1o stoto di equilibrio del si.stemo;
b) Colcolore lo temperoturo dr equilibrio;
c) Colcolore lo voriozi.one di entropio dell'universo.

(Colore specifico del ghioccto 0,5 coT/g"C; Colore specifi.co


dell'ocquo I col/g'C; colore lotente di fusione 8@ cal/g).

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
A. A. 20ll-2012 - Fisica I (9 CFU)
17

di massa m:3 Kg, disposto verticalmente sopra un piano orizzontale,


sottoposto all'azione della forza F=12 N ed tenuto fermo da un filo come
mostrato in figura. Calcolare: (a) il valore della tensione del filo, (b) verificare
che I'equilibrio possibile. Si recide il filo e I'anello entra in movimento.
Calcolare: (c) il valore minimo del coefficiente di attrito statico affinch il moto
sia di puro rotolamento.

ia

Un anello

In
g

eg

ner

l)

luglio 2012

rettilinea si trova in quiete sopra un piano orizzontale liscio; la sua


lunghezza /=l m, la massa m=3 Kg. Mediante un colpo di martello dato a
un estremo viene comunicato alla sbarra un impulso J=5 Ns, con direzione e
verso come in figura. Calcolare:

2) Una sbarra

ive

re

a) la velocit del CM della sbarra;


b) la velocit angolare della sbarra;
c) I'energia cinetica della sbarra.

molla si comprime di 2,0 cm quando viene sottoposta a una forza esterna


di 270 N. Un blocco di massa m=12 Kg, inizialmente fermo in cima al piano
inclinato privo di attrito, che forma un angolo di 30' con il piano orizzontale,
viene lasciato andare. ll blocco si arresta dopo aver compresso la molla di 5,j
cm. Determinare:

3) Una

il piano inclinato;

In
g

eg

ner

b) la velocit del blocco quando arriva a toccare la molla.

ia

a) lo spazio complessivamente percorso dal blocco prima di arrestarsi lungo

di gas ideale biatomico, inizialmente nello stato A di volume V.=10 I e


temperatura to=O'C, eseguono una trasformazione isoterma reversbile, a
contatto con una miscela d'acqua e ghiaccio, fino al volume Vr:4,0 l. ln
seguito il gas viene isolato dalla miscela di acqua e ghiacci e viene
riscaldato tramite una resistenza elettrica fino a raggiungere a pressione
costante volume Vr=6,0
Quindi, per mezzo di una isoterma
reversibile il gas ritorna al volume iniziale e successivamente, tramite un
isocora reversibile, ritorna allo stato iniziale. Calcolare per ogni ciclo a) il
rendimento b) la variazione di entropia dell'universo. Calcolare il numero
di cicli necessari per sciogliere 200 g di ghiaccio.

re

4) Due moli

ive

il

l.

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 20ll-2012 - tr'isica I (9 CF'U)
14 giugno2}I2

ia

Una sfera omogenea di massa m e raggio r viene fatta salire lungo una parete verticale scabra
tramite I'applicazione di una coppia di forze verticali di momento M, come mostrato in figura.
La sfera premuta conho la parete da una forza ozzontale i?. Nell'ipotesi che il moto sia di
puro rotolamento, calcolare: (a) I'acceleruzione del centro di massa della sfera; (b) il valore
minimo del coefficiente di attrito statico lt,tra la sfera e la parete verticale.

In
g

eg

ner

1.

:40

Kg, reca awolta in


50 cm e massa M
omogeneo pieno, di raggio R
periferia una corda inestensibile di massa tascurabile al cui estremo libero appesa una
massa m: l0 Kg. Il cilindro viene fatto ruotare, con accelerazione angolare costante, in senso
antiorario attorno al suo asse e quando ha raggiunto la velocit angolare a:20 rad/s, la
massa m si sollevata di un tratto h = 20 m. Trascurando gli attriti, calcolare:

ive

re

2. Un cilindro

a) l'energia

spesa dal motore che pone il cilindro in rotazione;

b) il tempo impiegato

a sollevare di h la massa m.

Si consideri il pendolo semplice mostrato in figura. L' asticella, di lunghezza L : 0,5 m ha


massa trascurabile, mentre la pallina posta all' estremita inferiore dell' asta pu essere
considerata puntiforme e con massa tt1 : 0,2 Kg.lnzialmente il pendolo a riposo, essendo
quindi 0: 0, con 91' angolo tra il pendolo e la veriticale. Il pendolo, vincolato al punto O,
pu ruotare senza attrito sul piano verticale. Un' altra pallina di massa m2: 0,3 Kg, che
viaggia su una guida senza attrito con una velocit il cui modulo v : 5 m./s, colpisce ml

vi

altaccata. Calcolare

a)

l'

b)

I'

ia

rimanendo

altezza massima raggiunta dalle due masse, rispetto alla posizione di


riposo del pendolo;
angolo d massmo;

ner

3.

dopo I' urto, indicando esplicitamente il


modulo,la direzione e il verso di tale velocit;

c) la velocit delle due masse subito

energia meccanica del sistema dopo

I'

urto.

eg

I'

re

In
g

d)

4. Un gas ideale monoatomico si espande al doppio del suo volume

m3,

iniziale che Vi = L,00

in una trasformazione quasi-statica, in cui P = a.'W, con cr = 5,00 atm/m6. Sia n

ive

(numero di moli) = 100.

Quanto lavoro compie il gas durante l'espansione?

b)

Quanto calore viene scambiato?

c)

Qual la variazione di energia interna?

d)

Qual la variazione di entropia?

a)

Universit degli Studi di Palermo


Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 2011-2012 - Fisica I (9 CFU)
29 febbraio 2012

1.

Un rocchetto con un filo awolto posto su un piano inclinato di un un angolo di a 30o


rispetto alI'orizzontale. L'estremo libero del filo attaccato ad una parete, come mostrato in
figura. La massa del rocchetto m 200 g, il momento d'inerzia relativo al suo asse I
0,45 g'm",:3 cm, R:6 cm. Determinare:

ia

a) il minimo

I'accelerazione dell'asse del rocchetto nel caso in cui non ci sia attrito tra le superfici.

lJna cassa scivola lunso


un piano liscio,
inclinato di un angolo a:30o rispetto all'orizzontale; il piano inclinato si trova all'interno di
un ascensore in moto verso il basso con accelerazione a.

a)
b)

Che valore deve avere

Se

a affinch la cassa resti in quiete rispetto al piano inclinato?

re

2.

In
g

eg

b)

ner

coefficiente d'attrito statico tra le superficie del rocchetto e quella del piano
affinch il rocchetto resti fermo;

a:

mJs2 quanto valgono

i moduli dell'accelerazione relativa e dell'accelerczjone

assoluta della cassa?

Se tra la cassa e il piano c' attrito (tta: 0,2) e se


dell'acceler azione relativa della cassa?

ive

c)

2 m/s2 quanto vale

il

modulo

l"

3. Il centro di massa di un disco

(-.

omogeneo di massa rlz


raggio r in moto sopra un piano orizzontale liscio con velocit vp. Il disco inoltre ruota in
senso antiorario con velocit angolare a6. Ad un certo istante urta contro un'asta omogenea
AB di massa M, Iunghezza l, disposta lungo la retta d'azione della velocitt vo. L'asta
inizialmente in quiete vincolata a ruotare sul piano orrzzonfale attorno all'asse verticale
passante per A. L'urto istantaneo e completamente anelastico. Calcolare:
e

a) I'impulso trasmesso dal perno

A all'asta durante I'urto;

b) il modulo della reazione vincolare dopo I'urto.

eg

Due moli di gas ideale monoatomico sono in equilibrio nello stato A alla pressio ne p 6: 2
atm e alla temperatura Ta : 300 K. Da questo stato il gas si porta, con una espansione
adiabatica nel vuoto, nello stato di equilibrio B con pressione ps : I atm. Successivamente
il gas viene compresso reversibilmente a pressione costante fino alla stato C, con Vg: Ve.
Infine il gas viene posto a contatto con un corpo rigido di capacita termica C:2 call"C fino
a raggiungere, a volume costante, I'equilibrio termico alla temperatura Ta. Calcolare per un
ciclo:

In
g

4.

ner

ia

a) il Lavoro compiuto dal gas;


b)

la quantita di calore assorbita e ceduta dal gas;

c)

Iavariazione di entropia del gas nell'espansione libera nella trasformazione a volume


lavanazione di entropia dell'universo.

ive

d)

re

costante;

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 20ll-2012 - Fisica I (9 CFU)
15

febaio2}l2

All'altra estremit
applicata una forza verticale F in modo tale che la tavola stia in quiete. Sia 0 l'angolo che la
tavola forma con I' orizzontale. Un disco omogeneo di massa m t e raggio R rotola senza strisciare
lungo il profrlo della tavola, come mostrato in figura. Determinare: (a) l'accelerazione del centro
di massa del disco; (b) l'intensit della forua F e (c) la reazione della cerniera in funzione della
distaruax trala cerniera e il punto di contatto tra il disco e la tavola.

In
g

eg

lr/ "

ner

ia

1. Una tavola omogenea di massa m e Itsnga / incernierata a una estremit.

re

2. Nel sistema rappresentato in figura il corpo A di mass fne : m appoggiato sul piano
orizzontale del blocco C di mass rnc: 3 rn, che a sua volta appoggiato su un piano
oizzontale. A collegato da un filo inestensibile e di massa trascurabile a un corpo B di massa
rrB : 2 m vincolato a muoversi verticalmente rispetto a C. La carrucola assimilabile ad un
disco omogeneo di massa M e raggio R. Calcolare (a) il valore della forza necessaria a tenere il
sistema in equilibrio. Ad un certo istante si elimina Ia forza esterna e si lascia il sistema libero di
muoversi. Nell'ipotesi di trascurare gli attriti fra tutti i corpi calcolare (b) il modulo
dell'accelerazione di C; Dire (c) quali grandezze si conservano durante il moto del sistema

ive

motivando la risposta.

3. Un blocco di massa M mantenuto in quiete su di un piano inclinato privo di attrito


dall'azione di una molla ideale di costante elastica fr, come mostrato in figura. Un proiettile di
massa m < M in moto con velocit parallela al piano inclinato urta istantaneamente il blocco.
Dopo I'urto il blocco si ferma per un istante quando la molla raggiunge la sua lunghezzaa riposo.
Calcolare il modulo vo della velooit del proiettile nei due seguenti casi: (a) I'urto

eg

In
g

nry'

ner

ia

completamente anelastico; (b) I'urto elastico.

4.Unamacchina termica a gas perfetto monoatomico compie un ciclo reversibile costituito da due
trasformazioni isoterme alle temperature Zr : 300 K e Tz: 400 K intervallate da due isocore ai
volumi h: 5litri e Vz: 10 litri, rispettivamente. Si calcoli:

ive

re

a) il rendimento del ciclo;


b) il numero di moli del gas se il lavoro prodotto in 10 cicli W:11530 J.

Universit degti Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegnern per l'Ambiente e I Terrtoro
A. A. 20ll-2012 - Fisica I (9 CFU)
30 sennaio 2012

Un cuneo di massa M vincolato a traslare lungo un piano orizzontale privo di attrito. Un


corpo di massa m si pu muovere sopra il piano inclinato liscio del cuneo. Sia S l'angolo
che il piano inclinato forma con l'orizzontale. (a) Calcolare l'intensit della forza F, agente
come in figura, che bisogna applicare al cuneo affinch i due corpi si muovano con Ia stessa
accelerazione. (b) Se I'intensit della forza calcolata nel punto precedente viene raddoppiata,
calcolare le accelerazioni dei due corpi.

ive

2.

re

In
g

eg

ner

ia

L'asta omogenea rappresentata in figura di lunghezza L e massa m, incernierata in A e


poggia in B conto una parete verticale: la forza F1-, orizzontale, ha intensit pari a Fl = mg,
menfte la forza F2, perpendicolare all'asta, ha intensit pari a F2 = 2mg.L'asta inclinata di
un angolo o rispetto all'orizzontale. Si calcolino i moduli delle reazioni vincolari in A e B,
considerando fascurabili tutti gli attriti.
Successivamente viene tolta Ia orza F2, calcolare quindi quando l'asta passa per la
posizione verticale l'accelerazione del centro di massa e la reazione in A.

Un gas ideale monoatomico si trova in equilibrio nello stato A(Po:6,32 bar, Vn:10 l,
Ta=380 K). Con una trasformazione isobara reversibile il volume viene ridotto a Vs:5,0 1;
dallo stato B il gas passa successivamente allo stato C alla temperaixaTc:290 K con una
isocora reversibile e infine ritorna nello stato A con una trasformazione in cui il gas assorbe
il calore Qcn = 6800 J e la variazione di entropia dell'ambiente AS amb,cA = -1,6,26 JlK.
Calcolare per ogni ciclo a) il rendimento e b) la variazione di entropia dell'universo.

ive

re

4.

In
g

eg

ner

ia

Un pallina di massa m agganciata a una corda lunga / e fissata aII'ala estremit e viene
abbandonata quando |a corda orizzontale. Giunta nel punto pi basso della sua traiettoria,
Ia palla colpisce un blocco di massa M : 2m inizialmente fermo su una superficie
orrzzontale priva di attrito. Si calcoli: a) la tensione della corda in funzione dell'angolo I
che la stessa forma con la verticale. Calcolare inoltre l'altezza massima raggiunta dalla
pallina dopo I'urto nei due seguenti casi: b) urto completamente anelastico; c) urto elastico. (
Si consideri l'urto istantaneo e la corda inestensibile e priva di massa)

Universit degli Studi di palermo


corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il
A. A. 2011-2012 - Fisica (6 CFU)
20 aprile2012

rerritorio

Un cilindro omogeneo di massa m e raggioR tenuto fermo su un piano inclinato di


0 rispetto all'orizzontale dall'azione di una coppia di forze. (a) Calcolare il
momento
della coppia e il valore della forzadi attrito statico.

2.

Un corpo puntiforme di massa m sale lungo il piano inclinato liscio di un cuneo.


partendo dalla base con velocit v, diretta parallelamente al piano inclinato, come
mostrato in figura. Sia 9l'inclinazione del piano, Mla massa del cuneo e hl'altezza
del cuneo. Calcolare il modulo della velocit v, tale che il corpo arrivi in cima al
piano inclinato con velocit nulla rispetto al cuneo nei due seguenti casi:

In
g

eg

ner

ia

1'

a restare

fermo sul piano orizzontale;

re

a. Il cuneo vincolato
libero

di muoversi sul piano orizzontalefermo (senza attrito).

ive

b' Il cuneo

3. Un punto materiale di massa m appeso ad una molla ideale di costante elastica ,t. Si
abbandona il corpo con velocit nulla quando la lunghezza della molla quella di riposo

/r' Nell'istante in cui la molla raggiunge il suo massimo allungamento, il corpo m viene
colpito da un punto materiale di massa ln, in moto verso I'alto con velocitvo. L'urto,
istantaneo, completamente anelastico. Calcolare il minimo valore di v, che permerra
una compressione della molla di U4.

4.

Due moli

di gas perfetto

biatomico

inizialmente in equilibrio termodinami


di sezione S = 002 m2 posto ad un'al
posta una massa m = 50 Kg,
(a) la pressione del gas. Si toglie la massa e il gas
si espande fino ad un nuovo
uilibrio' Calcolare: (b) il volume e la tempera:tura del gas nel nuovo
stato di
equilibrio, (c) la variazione di entropia del gas e delliambiente. (Si
trascuri la massa del
plsrone).

ive

re

In
g

eg

ner

ia

Universit degli Studi di Palermo


Facolt di Ingegneria
corso di Laurea in Ingegneria per I'Ambiente e il Territorio
A. A. 2011-2012 - Fisica I (6 CFU)
14 giugno2Dl2

ia

verticale a
Un cubetto di massa m aII' interno di un imbuto che ruota intorno al proprio asse
g
piano otizzotale'
velocita costante ar giri/s. La parete delf imbuto forma un angolo con il
Il centro del cubetto, che aderisce a una parete dell' imbuto si trova a una distatua r
dall' asse; il coefficiente di attrito statico fra cubetto e parete p,s. Trovare il massimo e il
minimo valore di arper i quali il cubetto rimane fermo rispetto all' imbuto

,/

0)

ive

re

In
g

eg

-l

ner

1.

di massa M sospeso tramite un' asta AB omogenea di massa m e lunghezzaL


indicato in
oizzontale, incernierata neI punto A. L' asta sostenuta da una fune, come
figura. Calcolare a) il modulo della tensione della fune, b) il modulo della orza otzzontale

2. Un blocco

sull'

agente

asta in B.

a)

I'

b)

l'

ia

Si consideri il pendolo semplice mostrato in figura. L' asticella, di lunghezz a L :0,5


m ha
massa trascurabile, mentre la pallina posta all' estremit inferiore dell' asta pu
essere
considerata puntiforme e con massa ffit = 0,2 Kg. Inizialmente il pendolo a riposo,
essendo
quindi 0: 0, con g l' angolo tra il pendolo e la verticale. Il pendolo, vincolato al punto
O,
puo ruotare senza athito sul piano verticale. Un' altra pallina di massa m2 : 0,3 Kg, che
viaggia su una guida senza attrito con una velocita il cui modulo v:5 m./s, colpis-e m1
rimanendovi attaccata. Calcolare:
altezza massima raggiunta dalle due masse, rispetto alla posizione di
riposo del pendolo;
angolo d massimo;

c) la velocit delle due masse subito dopo

ner

3.

l'

urto, indicando esplicitamente il

l'

energia meccanica del sistema dopo

l'

urto.

re

In
g

d)

eg

modulo, la direzione e il verso di tale velocit;

4. Un gas ideale monoatomico si espande al doppio del suo volume

iniziale che

Vi

= L,00

in una trasformazione quasi-statica, in cui p = s..w, con cr = s,00 atm/m6. Sia n

ive

m3,

(numero di moli) = 100.

Quanto lavoro compie il gas durante l,espansione?

b)

Quanto calore viene scambiato?

c)

Qual la variazione di energia interna?

d)

Qual la variazione di entropia?

a)