Sei sulla pagina 1di 1

Estratto da Pocket Manual Terapia 2014 - www.pocketmanualterapia.com Seguici su www.facebook.com/PMTerapiabartoccioni o Twitter: Terapia Bartoccioni

Tab. 86.23.1

Vaccini e gravidanza

(The Med. Letter 1378; 2012) Advisory Committee on Immunization practices (ACIP) maggio 2008

Vaccini vivi attenuati

Prima della gravidanza

Durante la gravidanza

Dopo la gravidanza

Controindicato

 

durante

allattamento

Influenza

Sì evitare il concepimento per 4 sett

No

Sì evitare il concepimento per 4 sett)

No

Morbillo-parotite-

Sì evitare il concepimento per 4 sett

No 1

Sì, subito dopo il parto se suscettibile alla rosolia; evitare il concepimento per 4 sett

No

rosolia (MPR)

Varicella

Sì evitare il concepimento per 4 sett

No

Sì, subito dopo il parto se suscettibile alla varicella; evitare il concepimento per 4 sett

No

Vaccini inattivati

Epatite A

Se a rischio 2

Se a rischio 2

Se a rischio 2

No

Epatite B

Se a rischio 3

Se a rischio 3,4

Se a rischio 3

No

Papillomavirus umano

Se indicato 5

In corso di valutazione

Se a indicato 5

No

(HPV)

Influenza (virus

No

inattivato)

Meningococco

Se indicato 6

Se indicato 6

Se indicato 6

No

Pneumococco

Se indicato 7

Se indicato 7

Se indicato 6

No

Difterite-tetano (dT)

Se non immunizzata o se è necessario richiamo 8

Se non immunizzata o se è necessario richiamo

No

Difterite-tetano-

Sì preferibile

Se non immunizzata contro la pertosse 9

Se non immunizzata contro la pertosse 9

No

pertosse (dTpa)

1. Molte donne, tuttavia, sono state vaccinate con il vaccino MPR durante la gravidanza e non sono state segnalate

anomalie causate dal vaccino. In particolare, non è stata segnalata una sindrome di rosolia congenita in neonati di donne erroneamente vaccinate con il vaccino antirosolia durante la gravidanza.

2. Le indicazioni comprendono i disturbi dei fattori della coagulazione o le epatopatie croniche, quali l’infezione cronica

attiva da virus dell’epatite C e/o B, e uso illecito di droghe.

3. Le indicazioni comprendono l’emodialisi, il trattamento con concentrati di fattori della coagulazione, l’infezione da HIV,

l’esposizione professionale a sangue o ad altri liquidi biologici, l’uso di droghe iniettabili e numerosi partner sessuali.

4. Dovrebbero essere vaccinate le donne gravide ritenute a rischio di infezione da HBV durantre la gravidanza (ad

esempio, le donne con più di un partner sessuale nei 6 mesi precedenti, le donne sottoposte a valutazione o a trattamento

per una malattia sessualmente trasmissibile, uso ricorrente o attuale di droghe iniettabili, o donne con partner sessuale HBsAg-positivo).

5. Nelle donne di età compresa tra i 13 e 26 anni non vaccinate in precedenza, è raccomandata la somministrazione di 3

dosi.

6. Le indicazioni comprendono l’asplenia, i deficit di componenti del complemento, le matricole universitarie che

vivono nei college, le reclute militari e i viaggiatori verso zone endemiche o epidermiche.

7. Le indicazioni comprendono le malattie croniche e lo stato di immunodepressione.

8. Raccomandato uno schema di 3 dosi (alle settimane 0 e 4 e a 6-12 mesi) nelle donne in stato di gravidanza che non

sono mai state vaccinate contro il tetano; una delle 3 dosi di vaccino dT dovrebbe essere sostituita con il vaccino dTpa,

da somministrare preferibilmente dopo 20 settimane di gestazione.

9. Somministrare dopo 20 settimane di gestazione o immediatamente dopo il parto. Se è indicato un richiamo di vaccino

dT durante la gravidanza in una donna non vaccinata in precedenza con vaccino dTpa, dovrebbe essere somministrato il

vaccino dTpa durante la gravidanza.