Sei sulla pagina 1di 1

Estratto da Pocket Manual Terapia 2016 - www.pocketmanualterapia.

com
Seguici su www.facebook.com/PMTerapiabartoccioni o Twitter: Terapia Bartoccioni

18. IDROADENITE SUPPURATIVA


Per approfondire Collier BMJ 346, f2121; 2013; Jemec NEJM 366, 158;

2012
Si presenta con noduli dolorosi ricorrenti in particolari localizzazioni del corpo,
come inguine, cavo ascellare e, meno frequentemente, zone perianali. Eziologia
non nota, caratterizzata da occlusione dei follicoli in corrispondenza delle
ghiandole apocrine, con successiva flogosi e formazione di ascessi.
Documentata associazione con il fumo e lobesit, per cui utili modifiche dello
stile di vita in tutte le fasi della malattia. Durante esacerbazioni acute importante
unadeguata analgesia per via del dolore. Il trattamento specifico in funzione
dello stadio di malattia.
Nella malattia avanzata, con cicatrici estese, il trattamento medico da solo pu
presentare scarso beneficio e andrebbe considerata lopzione chirurgica.
Nelle forme lievi (Hurley stadio I) possono essere utili, contro la progressione, il
trattamento con tetracicline orali o il trattamento topico con Clindamicina 10 mg/
ml (Jemec, NEJM 366, 158; 2012). Data la teratogenicit di questi antibiotici,
vanno associati a contraccettivi nelle donne fertili. Riportata anche lefficacia,
sebbene non supportata da adeguati studi, delluso di corticosteroidi intralesione
come Triamcinolone 2-5 mg (Jemec, NEJM 366, 158; 2012).
In caso di malattia in fase attiva con cicatrici in pi siti (Hurley stadio II), utile
valutazione specialistica dermatologica. Buoni risultati con lassociazione di
Clindamicina 300 mg/12h e Rifampicina 300 mg/12h per 10 settimane (Jemec,
NEJM 366, 158; 2012). Talora utili trattamenti orali di zinco 90 mg/die, sotto
stretto controllo clinico, in relazione alle propriet intrinseche antinfiammatorie
e antiantrogeniche (Jemec, NEJM 366, 158; 2012). Usati anche con parziale
beneficio Dapsone, Acitretin, e Metformina, questultima per via degli effetti
antiandrogeni e per il ruolo nella sindrome metabolica (Jemec, NEJM 366, 158;
2012). In corso di valutazione luso degli inibitori del TNF-a per i casi resistenti
alla terapia convenzionale (Jemec, NEJM 366, 158; 2012).
Il trattamento chirurgico pu andare dalla semplice incisione e drenaggio nelle
prime fasi di malattia (Stadio I di Hurley), sebbene alcuni Autori lo sconsigliano
in relazione al rischio di recidiva, alla rimozione delle aree cicatriziali (stadio II
e III di Hurley), durante la fase di quiescenza (Jemec, NEJM 366, 158; 2012).
Tab. 89.18.1 Stadiazione dellidradenite suppurativa (Classificazione di Hurley)
Stadio I: formazione di ascessi, singoli o multipli, senza fistole e cicatrici
Stadio II: ascessi ricorrenti con fistole e cicatrici
Stadio III: coinvolgimento diffuso o quasi in pi tratti con ascessi interconnessi