Sei sulla pagina 1di 23

COME LEGGERE I GRAFICI D BORSA

(quarta parte)
Analisi algoritmica oscillatori (macd-rsi)

Dott. Fabio Favitta

Questo testo diffuso gratuitamente in forma elettronica e far parte di una


serie di libri di trading su come leggere i grafici di borsa , non coperto da
alcun copyrigth, pu essere diffuso senza alcuna autorizzazione ma
solamente citando gli autori, sar soggetto a periodiche revisioni e
correzioni e la versione pi aggiornata sar sempre disponibile per essere
scaricata .
lAutore invita il lettore, prima di stampare questo libro, a riflettere sul
problema della deforestazione
Disclaimer: Le opinioni espresse in questa testo non intendono in alcun
modo costituire un invito a porre in essere qualsiasi transazione che implichi
lacquisto o la vendita di azioni, contratti future, opzioni, fondi o qualsiasi
altro strumento finanziario. Non rappresentano perci in alcun modo una
sollecitazione del pubblico risparmio o consulenza all'investimento. I rischi di
perdite legati allattivit di trading possono essere molto elevati. Linvestitore
deve considerare attentamente i rischi inerenti allattivit di trading e
investimento alla luce della propria situazione finanziaria. Questo libro ha
solo scopi educativi e informativi. Leggendo i contenuti, si riconosce la
propria responsabilit nelluso delle informazioni e ci si impegna a
consultare un consulente finanziario professionista prima
di un eventuale utilizzo o implementazione delle stesse.
I grafici utilizzati sono stati stati realizzati con il software Metastock 9.1

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

Formazione tecnica per la lettura dei grafici di borsa

Definizione di analisi ALGORITMICA (obiettivi)


Definizione degli oscillatori( MACD-RSI)

del dott. Fabio Favitta analista tecnico dal 2000

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

Analisi algoritmica
Questa sezione dedicata all'analisi algoritmica, ossia ad un ramo
dell'analisi tecnica che prevede l'uso di metodi algoritmici (formule
matematiche) per la previsione dei prezzi futuri o meglio degli
andamenti (trend).

Come per l'analisi grafica questi strumenti studiano l'andamento dei


prezzi precedenti, la loro serie storica, per predire l'evoluzione del
titolo nel breve futuro offrendo segnali di acquisto/vendita con un
certo margine di affidabilit. La caratteristica di questi metodi
quello di costruire degli indici, anche detti indicatori/oscillatori, che
consistono in nuove successioni di numeri reali e di studiare
l'andamento di queste curve. Gli indici pretendono di offrire segnali
operativi in anticipo rispetto ai movimenti del titolo.
In questa sessione analizzeremo gli oscillatori da me piu utilizzati
quali: MACD e RSI

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

L'analisi algoritmica registra certamente dei segnali ed


esegue delle proiezioni di possibilit evolutive, ma ovviamente
le previsioni non sempre diventano realt.

Pi in dettaglio ritengo che questo tipo di analisi e la sua


conseguente operativit siano estremamente pericolosi nei
mercati finanziari moderni, al solito per ragioni di tipo
manipolativo per la cui trattazione rimando al mio corso .
Gli stessi oscillatori infatti avevano una capacit predittiva
molto pi elevata di quanto riescano a fare sulle dinamiche
dei mercati di oggi, sempre come risultato di azioni di tipo
manipolativo di chi fa il mercato.

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

La letteratura di borsa solitamente raggruppa gli indicatori in


categorie di indicatori base od avanzati. A mio avviso
comprendere ed utilizzare indicatori "semplici" permette di
saper utilizzare anche quelli complessi, ovvero modelli
matematico-statistici piuttosto che metodi aritmetici. Per tale
ragione non eseguir tale distinzione nella mia trattazione.
Mi preme sottolineare nuovamente che non esiste un indicatore
perfetto e dunque deterministico, e che succede che alcuni di
questi indicatori possano offrire segnali contraddittori in
particolari circostanze, e non di rado.
Come nell'analisi grafica sta all'esperienza e capacit di analisi
del trader saper cogliere il significato di questi indicatori,
relazionarli ad al mercato, ed assegnare un senso alla
previsione
offerta
dallo
strumento.
L'informazione,
l'intelligenza, e la sensibilit sono elementi che servono sempre
anche quando si opera con i segnali operativi offerti dall'analisi
algoritmica.

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

Uso degli oscillatori


Particolare valenza viene offerta da alcuni indicatori definiti come
"oscillatori", ossia da valori ottenuti con formule matematiche che
prevedono l'oscillazione all'interno di range di numeri reali
(es 0:100 oppure -1:1) con un comportamento di oscillazione fra gli
estremi del range. In questa categoria ricadano famosi indicatori come
RSI e ROC.
Come vedremo i segnali operativi vengono offerti in corrispondenza
dell'attraversamento di valori limite (cross-over signals) dunque senza
necessit di interpretazione delle figure come nel caso rispetto
all'analisi grafica o dell'analisi di candlestick.

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

Tuttavia i segnali operativi offerti dagli oscillatori si concretizzano


sempre successivamente ad una avvenuta inversione di trend od a un
suo rafforzarsi; pertanto una delle sfide di questa disciplina quella di
sapere/cercare di anticipare i segnali operativi, operando di fatto
delle scelte in anticipo ed introducendo necessariamente un certo
margine di rischio nella attivit speculativa.

8
Nella figura seguente si vede un oscillatore-tipo che offre i due segnali
di acquisto/vendita in corrispondenza dell'attraversamento di una
linea retta (in questo caso sarebbe la linea di segnale).

Pi specificamente nel caso di attraversamento dal basso verso l'alto il


segnale di "buy",
nel caso opposto di attraversamento dall'alto verso il basso il segnale
di "sell".

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

L'operativit dei trader pi aggressivi (ossia pi anticipatori e dunque


con una maggiore propensione al rischio) quello di
comprare/vendere prima dell'effettivo segnale o del suo consolidarsi.
Il rischio che si pu correre che in effetti, poich il segnale viene
anticipato troppo, il comportamento dei prezzi del titolo evolve contro
l'atteso, come nella seconda figura, confermandosi successivamente
con i valori dell'oscillatore che si allontanano dai segnali di buy/sell e
producendo un netto fallimento della volont anticipatrice.

10
Questo evidentemente il caso in cui le strategie anticipatrici
possono portare a risultati negativi. Di contro senza anticipare tali
segnali il beneficio potrebbe comunque ridursi notevolmente od
addirittura eseguendo l'operativit come da manuale non si ottiene
comunque un esito positivo, ossia il segnale va in fallimento.

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

Nel tentativo di risolvere queste circostanze, ossia di anticipare troppo i


segnali o di seguirli a posteriori quando " tardi", si escala ancora un
livello sopra, osservando quelle che sono le divergenze, ossia
andamenti discordanti tra il trend del titolo (ricavabile da oscillatori di
trend) e gli indicatori di momentum (es RSI), come esempio classico di
divergenza.

11
Quando si generano divergenze positive, ossia titolo in calo e
oscillatore in crescita o in linea, allora il segnale di buy.
Quando si generano divergenze negative, ossia titolo in salita ed
oscillatore negativo, il segnale di sell.

Tutto ci come prima indicazione nozionistica.(vedi grafici seguenti)

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

12

IN QUESTO GRAFICO SI NOTA COME LA DIVERGENZA POSITIVATRA INDICE ED IL SUO


RSI .
POTEVA ESSERE PRESO IN CONSIDERAZIOE PER UN RIALZO DELLINDICE ,
PROPRIO PER LARGOMENTO APPENA TRATTATO
Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

MACD (Moving Average Convergence Divergence)

13

Il MACD un indice facente parte della categoria


degli oscillatori ed basato su elaborazioni dei valori
di chiusura del titolo ed in particolare su elaborazioni
di medie mobili. A differenza di altri indicatori, questo
indice non normalizzato, dunque non varia in un
range di valori (es 0-100) ma teoricamente pu
assumere qualsiasi valore reale.
Piu in dettaglio il MACD definito dalla seguente
formula

MACD= EMA12(P) -EMA26(P)


dove EMA12(), EMA26() sono le medie mobili
esponenziali a 12 e 26 gg calcolate dunque con i
prezzi di chiusura (P) del titolo in esame.

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

MACD un indicatore inventato da Gerald Appel in cui


originariamente non era definita la standardizzazione dei parametri di
media a 9, 12, 26 gg. In pratica i modelli matematici sono parametrici
e possono essere utilizzati con medie pi corte o pi lunghe
velocizzando o rallentando di conseguenza i segnali offerti.

In alcuni casi si usano linee di segnale a 3 gg, in altri casi le medie


mobili esponenziali vengono sostituite da medie mobili aritmetiche. In
corrispondenza a queste "modifiche" le rappresentazioni grafiche delle
curve cambiano notevolmente, i segnali di acquisto/vendita vengono
anticipati o rallentati.
14
Un trader avanzato dove poter aver a disposizione strumenti di
calcolo con cui verificare sperimentalmente la maggiore aderenza di
un modello MACD rispetto ad un altro per uno specifico titolo e per
uno specifico settore di mercato.
Tuttavia ormai uno strandard affidarsi ai parametri 9, 12, 26 per
questo tipo di indicatore, proprio per la bont dei segnali offerti in
genere su tutti i titoli e mercati.
Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

Uso del MACD


Fondamentalmente il MACD ha caratteristiche sia di
indicatore di tipo "trend-follow" sia di indicatore di tipo
"momentum", dunque di forza/debolezza relativa.
Questa sua doppia valenza ne fa uno degli indicatori
maggiormente completi e che pu essere utilizzato si in
analisi di lungo termine, sia di medio, sia addirittura di logica
intraday.
15
E' evidente che per intervalli temporali non standard
(medi), la scelta del periodo di media mobile un
elemento di estrema importanza per l'adattabilit del
modello. Pi in dettaglio per analisi di tipo settimanale
medie mobili corte sono pi idonee a descrivere movimenti
meno ritardati, dunque pi veloci. Il contrario per serie
storiche di lungo periodo (anni).

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

16

In questo esempio grafico osservando il macd primo segnale di sell la media rossa taglia
dallalto quella tratteggiata , come anche nel secondo segnale di sell
Invece nel segnale di buy la media rossa taglia dalla basso quella tratteggiata
Quindi segnale di acquisto
Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

Per quanto riguarda l'operativit del modello, la teoria di


applicazione molto semplice:
quando la linea di MACD taglia la linea di segnale dal basso
verso l'alto si genera un segnale di acquisto, quando la linea
MACD taglia la linea di segnale dall'alto verso il basso si genera
un segnale di vendita.

17

Nell'esempio precedente, la linea di MACD la linea rossa,


quella di segnale la linea blu.
E' evidente come i segnali offerti da questa analisi sono "quasi
deterministici".

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

(RSI) Relative Strength Index


L'RSI un indice facente parte della categoria degli
oscillatori ed basato su elaborazioni dei valori di
chiusura del titolo.

18

L'RSI oscilla tra i valori 0-100 e fornisce indicazioni di


momento confrontando l'ampiezza delle oscillazioni del
prezzo in rialzo verso quelle in ribasso. L'oscillatore ha
l'obiettivo di individuare lo stato di ipercomprato ed
ipervenduto di un titolo osservando le sue medie di
crescita e decrescita.
Da un punto di vista matematico l'RSI basato sul
parametro "N", ossia sul numero di osservazioni (della
serie storica dei prezzi del titolo) che vengono incluse nel
calcolo dell'RSI. La formula la seguente:
RSI=100-100/(1 + RS)
Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

19

Nella pratica l'RSI viene calcolato quasi sempre con N=14, in


linea con quanto raccomandato da Welles Wilder nel 1979 che
fu l'inventore di questo oscillatore. Le ragioni di questa scelta
risiedono in una migliore capacit predittiva dell'indice rispetto
a quanto si ottenga con valori diversi di N, dunque una scelta di
natura sperimentale.
Analizzando la formula si vede che la variabile RS cresce in
corrispondenza a chiusure che producono guadagno, mentre
decresce in corrispondenza a perdite.
Al tendere di RS a zero, ossia con perdite continue, il valore RSI
tender a 0, mentre al crescere di RSI il valore tender a 100.

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

20

Uso dell RSI


La teoria vuole che al superamento di certe soglie si generino
segnali di vendita e di acquisto. In particolare:
RSI > 70-80: stato di ipercomprato dunque il segnale di
vendita
RSI < 30-20: stato di ipervenduto, con segnale di acquisto.
All''interno del range 30-70 l'indice non fornisce nessuna
indicazione di buy/sell.

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

21

Nella pratica la soglia 70 fornisce solo un primo campanello di


allarme di stato di ipercomprato, mentre il valore 80 rappresenta un
secondo limite molto attendibile riguardo la successiva caduta dei
prezzi.
Analogamente la soglia 30 rappresenta un primo limite di
ipervenduto confermato dalla discesa oltre il valore 20.
(
C' da dire che molto difficile trovare un RSI sopra gli 80 o sotto i
20, proprio perch appare molto evidente che il titolo sia
cresciuto/decresciuto troppo nell'ultimo periodo, cosa che
suggerisce immediate azioni di uscita/entrata dalla posizione
(ma tutto pu accadere nel mercato)
ma sottolineo anche che non sempre possiamo prendere
solo queste indicazioni dallRSI per operare con successo
ma considerare anche in che punto ci troviamo del titolo o indice
che analizziamo , ma questo lo vedremo meglio nel mio corso
avanzato CARPEDIEMTRADE.
Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

22

Come notiamo in questo in questo grafico appena lrsi punta in


zona di ipervenduto in zona 70 , da segnali di sell
viceversa in zona di ipercomprato sui 30/20 da segnali di buy
ma non e sempre cosi CARPEDIEMTRADE

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com

23

UNA COSA CHE CONSIGLIO SEMPRE AI NEOFITI E QUELLA DI INZIARE


A STUDIARE I GRAFICI E RICONOSCERE I VARI ARGOMENTI TRATTATI
IN QUESTO EBOOK DI FORMAZIONE
ES: riconoscere nei vari grafici variazione dei prezzi grazie allausilio
degli oscillatori in questione, sia nel lungo che breve periodo
IL MERCATO TI PARLA ..BISOGNA SOLO SAPERLO ASCOLTARE
PER QUANTO RIGUARDA LO SCARICO DATI IN METASTOCK , PER
LEGGERE ED ANALIZZARE I GRAFICI DI BORSA POTETE SCARICARE LINK
GRATUITAMENTE DAL SITO www.carpediemtrade.com
CI VEDIAMO AL PROSSIMO EBOOK DI FORMAZIONE
COME LEGGERE I GRAFICI DI BORSA CORSO AVANZATO

Carpediemtrade strategy del dott. Fabio Favitta All rights Reserved Fabio Favitta- www.carpediemtrade.com