Sei sulla pagina 1di 3

Elena Ferrante

Elena Ferrante (Napoli, 1943) una scrittrice italiana[1] . La frantumaglia un volume nato per soddisfare la curiosit del pubblico nei confronti dell'anonima scrittrice,
in esso sono raccolte le lettere dell'autrice al suo editore,
le poche interviste da lei concesse e le sue corrisponden1 Biograa
ze con lettori d'eccezione. Sua funzione principale far
comprendere al lettore i motivi che spingono l'autrice a
Elena Ferrante una scrittrice italiana. opinione dif- rimanere nell'oscurit. La scrittrice stessa parla di un defusa che il suo nome sia in realt uno pseudonimo, per siderio di autoconservazione del proprio privato, un desiquanto tale ipotesi non sia in alcun modo accreditata dal- derio un po' nevrotico di intangibilit, di mantenere una
la scrittrice stessa e non sia avvalorabile. Tra le ipotesi certa distanza e non prestarsi ai giochi giornalistici che
fatte sulla sua vera identit ci sono quelle di Anita Ra- tipicamente spingono gli scrittori a mentire per apparija, traduttrice e saggista partenopea, moglie di Domenico re come ritengono che il pubblico si aspetti. La FerranStarnone, di Starnone stesso, di Goredo Fo, e dei suoi te fermamente convinta che i suoi libri non necessitieditori Sandro e Sandra Ferri.[2][3]
no di una sua foto in copertina n di presentazioni proDal suo primo romanzo, L'amore molesto, edito nel 1992, mozionali: devono essere percepiti come organismi auvincitore del premio Procida Isola di Arturo-Elsa Moran- tosucienti, a cui la presenza dell'autrice non potrebbe
te, del premio Oplonti d'argento e selezionato al Premio aggiungere nulla di decisivo.
Strega e al premio Artemisia, stato tratto lomonimo
lm di Mario Martone, in concorso al 48 Festival di
Cannes. Dal romanzo successivo, I giorni dell'abbandono, 2 Opere
edito nel 2002 e nalista al Premio Viareggio, stata realizzata la pellicola di Roberto Faenza, in concorso alla 62
2.1 Romanzi
Mostra internazionale d'arte cinematograca di Venezia.
Nel volume La frantumaglia, edito nel 2003, racconta la
L'amore molesto, Roma, E/O, 1992.
sua esperienza di scrittrice.
I giorni dell'abbandono, Roma, E/O, 2002.
Nel 2006 viene pubblicato il romanzo La glia oscura, da
cui nel 2007 la scrittrice ha tratto spunto per il racconto
per bambini La spiaggia di notte. Nel 2011 stato pubblicato il primo volume del ciclo L'amica geniale, seguito nel
2012 dal secondo volume, Storia del nuovo cognome, nel
2013 dal terzo, Storia di chi fugge e di chi resta e nel 2014
dal quarto e conclusivo Storia della bambina perduta. Nel
2012 le Edizioni e/o hanno riunito i primi tre romanzi della scrittrice (L'amore molesto, I giorni dell'abbandono, La
glia oscura), accomunati dal tema di un amore negativo,
traumatico e destabilizzante, in un unico volume, Cronache del mal d'amore. Nel novembre 2014 stata inserita
in una lista dei cento pensatori pi inuenti dalla rivista
Foreign Policy per la categoria chronicler[4] .

1.1

La glia oscura, Roma, E/O, 2006.


L'amica geniale, Roma, E/O, 2011.
Storia del nuovo cognome. L'amica geniale volume
secondo, Roma, E/O, 2012.
Cronache del mal d'amore, Roma, E/O, 2012. (Raccolta in unico volume de L'amore molesto, I giorni
dell'abbandono e La glia oscura).
Storia di chi fugge e di chi resta. L'amica geniale
volume terzo, Roma, E/O, 2013.
Storia della bambina perduta. L'amica geniale
volume quarto, Roma, E/O, 2014.

La scelta dell'anonimato
2.2 Racconti per bambini

Senza aver mai svelato la propria identit, Elena Ferrante


una scrittrice apprezzata in Italia e all'estero (in par La spiaggia di notte, Roma, E/O, 2007.
ticolare in America, dove quattro suoi romanzi hanno
trovato il favore del pubblico sotto la traduzione di Ann
Goldstein, grazie alla casa editrice Europa Editions) e ha 2.3 Saggi
raccolto critiche pi che positive oltreoceano da giornali
La frantumaglia, Roma, E/O, 2003.
prestigiosi, tra i quali anche il New Yorker.[5][6]
1

Bibliograa
Stiliana Milkova, Mothers, Daughters, Dolls: On
Disgust in Elena Ferrantes La glia oscura" in
Italian Culture 31(2), September 2013
Daniela Brogi, S come un'altra. Su L'amica geniale di Elena Ferrante, in Le parole e le cose
(16 gennaio 2014): http://www.leparoleelecose.it/
?p=13515
Stiliana Milkova, Elena Ferrantes Troubling Love" (recensione) - http://www.iowareview.org/blog/
elena-ferrantes-troubling-love
Luca Alvino L'amica geniale, in Nazione Indiana
James Wood, Women on the Verge, in The New
Yorker, 21 gennaio 2013
Elena Ferrante, La Frantumaglia, Roma, E/O,
2003

Note

COLLEGAMENTI ESTERNI

Giulia Caligaro, ora di dire addio a Lena e a Lila,


in Io Donna, 31 ottobre 2014
Laura Fortini, Il coraggio geniale, in Il Manifesto, 6
novembre 2014
Andrea Colombo, Elena Ferrante, quando la realt
si smargina, in Il Manifesto, 29 ottobre 2014
Raaele La Capria, Il labirinto nero di Elena Ferrante. A Napoli la vita un rione infetto, in Il corriere
della sera, 30 dicembre 2014
Viviana Scarinci, Elena Ferrante, Doppiozero, 2014
Meghan O'Rourke, Elena Ferrante: the global literary sensation nobody knows, in The Guardian, 31
ottobre 2014
Amy Rowland, A Connection as Vital as It Is Toxic,
in The New York Times, 17 settembre 2014
Rachel Donadio, Elena Ferrante, Author of Naples
Novels, Stays Mysterious, in The New York Times, 9
dicembre 2014

[1] Sito dell'autrice.

Rachel Donadio, 'Writing Has Always Been a Great


Struggle for Me', in The New York Times, 9 dicembre
2014

[2] Elena Ferrante, la scrittrice fantasma nota a chiunque in Il


Giornale, 17 febbraio 2015. URL consultato il 26 marzo
2015.

Molly Fischer, Elena Ferrante and The Force of Female Friendship, in The New Yorker, 4 settembre
2014

[3] Chi Elena Ferrante su Rai Cultura - Letteratura. URL


consultato il 26 marzo 2015.

James Wood, Women on The Verge, in The New


Yorker, 21 gennaio 2013

[4] La scrittrice Elena Ferrante tra i pensatori pi inuenti


al mondo secondo Foreign Policy in Internazionale, 18
novembre 2014.

Foreign Policy, 2014 Global Thinkers

[5] (EN) James Wood, Women on the Verge, The New


Yorker, 21 gennaio 2013.
[6] Paolo di Paolo, Il caso Ferrante, il romanzo italiano
secondo il New Yorker, La Stampa, 13 ottobre 2014.

Altri progetti

Wikiquote contiene citazioni di o su Elena


Ferrante

Collegamenti esterni
Sito Web uciale
Pagina di Elena Ferrante sul sito di Edizioni E/O
Luisa Simonetto, La scrittrice geniale in Elle, 17
ottobre 2014

Fonti per testo e immagini; autori; licenze

7.1

Testo

Elena Ferrante Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Elena_Ferrante?oldid=75765554 Contributori: .mau., Anmo1, Valepert, Lependu,


Ignisdelavega, BimBot, Jaqen, AndreA, Herdakat, Popop, Bottuzzu, AnjaQantina, Lcm, FrescoBot, , Paopp, Michi81, ZroBot, GnuBotmarcoo, Atarubot, GiaKa, Pil56-bot, SoleFabrizio, ValterVBot, Pierfrancominsenti, Lisa caccia, Laurab93, Claudiacavalier,
Diempolo e Anonimo: 31

7.2

Immagini

File:Crystal_Clear_app_Login_Manager.png Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/c/ca/Crystal_Clear_app_


Login_Manager.png Licenza: LGPL Contributori: All Crystal Clear icons were posted by the author as LGPL on kde-look; Artista originale:
Everaldo Coelho and YellowIcon;
File:Nuvola_apps_bookcase.svg Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/a/a5/Nuvola_apps_bookcase.svg Licenza:
LGPL Contributori: Il codice sorgente di questo le SVG valido. Artista originale: Peter Kemp
File:Wikiquote-logo.svg Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/fa/Wikiquote-logo.svg Licenza: Public domain
Contributori: ? Artista originale: ?

7.3

Licenza dell'opera

Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0