Sei sulla pagina 1di 2

L'uItimo saIuto a Mons.

Costantino Stefanetti
(1930-2002)
Costantino Stefanetti nacque a Camnago Faloppio
(Como) il 14 gennaio 1930. Comp gli studi di filosofia e
di teologia nel Seminario Vescovile di Como.
l 28 giugno 1953 fu ordinato sacerdote a Como ed a
questa sua diocesi di origine don Stefanetti rimase
sempre incardinato e legato da riconoscenza. Giovane
prete, per dodici anni fu impegnato come vice-
cooperatore ad Olgiate Comasco (1953-1965).
L'anno 1965, dopo aver preso parte al corso di pastorale
migratoria organizzato dalla S. Congregazione
Concistoriale, segn la svolta decisiva nella sua vita. Non part infatti - come
inizialmente previsto - per una Missione Cattolica taliana all'estero, ma si imbarc
su una nave che gli svel un mondo sconosciuto, quello dei marittimi, che
divennero da quel momento, non solo amici e fratelli, ma - se cos si pu dire - la
"passione della sua vita.
Per ben 17 anni (1966-1983) come cappellano di bordo varc tutti i mari e gli
oceani, visit tutti i principali porti del globo, ma soprattutto ebbe modo di
conoscere e di condividere la vita dura dei marittimi, costretti per lo stesso lavoro
che svolgono a vivere lontano dalla famiglia.
Dopo essere gi stato scelto nel 1979 come vice-direttore dei cappellani di bordo,
nel 1983 fu nominato Direttore Nazionale dell'Apostolato del Mare in talia (A.M..),
incarico che gli fu riconfermato nel 1986.
Con la costituzione della Fondazione Migrantes (1987) mons. C. Stefanetti fu
nominato ad quinquennium da Mons. Antonio Cantisani, Presidente della CEMi e
della Migrantes, Direttore Nazionale dell'Ufficio per la pastorale degli addetti alla
navigazione marittima ed aerea. Cos il suo campo di azione e di coordinamento si
estese, oltre i marittimi ed i cappellani di bordo, a tutta la "gente di mare e cio alle
Stelle Maris, al settore pesca, all'attivit delle scuole nautiche, ecc. Assunse inoltre
l'ambito degli aeroportuali per la cura pastorale di chi lavora negli aeroporti o
comunque in essi passa per i pi vari motivi. Nel 1993 e nel 1998 don Costantino,
cos egli amava sentirsi chiamare, fu riconfermato da Mons. Alfredo M. Garsia,
come Direttore Nazionale dell'Ufficio per la pastorale degli addetti alla navigazione
marittima ed aerea della Fondazione Migrantes.
Mons. C. Stefanetti aveva acquisito negli anni non solo una riconosciuta
competenza nel mondo dei marittimi, ma soprattutto si era conquistato la stima e
l'affetto di quanti avevano avuto modo di conoscere da vicino il suo stile di impegno
pastorale. Un signore nei modi, un maestro nel far conoscere la complessit del
mondo del mare, una guida nel tracciare le linee di impegno e nel richiamare
all'essenziale i collaboratori, un amico che comprendeva le miserie umane, ma
soprattutto un sacerdote che ha testimoniato con l'amore alle persone che vivono
una vita nelle stive delle navi la carit del Signore e la fedelt alla Chiesa.
Don Costantino lascia alla Migrantes, ma anche alla Chiesa di Genova dove egli
risiedette dal lontano 1986, un esempio di donazione e di impegno vissuto con fede
fino all'ultima prova, quella pi difficile del dolore. Di questo gli saremo sempre
grati.
nvitiamo quanti l'hanno conosciuto e stimato ad una preghiera di suffragio.
Roma, 5 aprile 2002