Sei sulla pagina 1di 2

"O Vergine Maria che per la potenza infinita

dello Spirito Santo hai rivestito di carne il


figlio di Dio, tienici per mano e aiutaci a
credere che il tuo Gesu e il nostro unico
Salvatore. Guidaci sempre a seguirlo nel
difficile cammino della nostra vita. Ci sia
sempre accanto anche il tuo santo sposo
Giuseppe, con la sua presenza dolce e forte.
Amen
Carissimi Amici di Ronago
vi spero bene con tutti i vostri cari e Don Mario.
Ringrazio di cuore il Signore con voi per il dono inestimabile del santo Natale che
ancora una volta ci riempie di stupore recandoci la pace e la gioia di Dio. Questanno
in mezzo alle grandi sofferenze che attraversa la nostra Italia, insieme a tanti popoli
afflitti da guerre spaventose a cui oramai i nostri media non danno piu spazio ne
attenzione sono successe anche tante cose belle e positive che alimentano la nostra
speranza che Gesu e ancora - Lui solo la stella polare che ci solleva dalle tenebre
ch ci avvolgono. Anzittutto il grandissimo gesto di fede e di umilta di Papa
Benedetto XVI che rimettendo il suo mandato nelle mani stesse di Gesu e della sua
Chiesa, ha reso possibile l arrivo sulla scena del mondo, sconvolto da tante ferite
morali, sociali e politiche , di Papa Francesco. Davvero lui e il dono dello Spirito
Santo che approda da molto lontano e sta seminando giorno dopo giorno tanta
speranza nei cuori dei credenti e non credenti. La sua stessa vita, le sue scelte
pastorali, lenorme tenerezza che riversa sulle folle abbracciando bambini e malati , e
perfino telefonando a pesone sofferenti che gli scrivono , diventano licona vivente
di Gesu che lui incarna e testimonia. Su tutti noi , sacerdoti e laici , incombe la
grande sfida di seguire il suo esempio nella vita quotidiana. La sera del 2 giugno,
festa del Corpus Domini il parroco del mio paese Don Andrea ha voluto festeggiare il
nostro 45 anniversario di ordinazione , invitandoci a concelebrare assieme a mons.
Luigi Maloberti e P. Marco Passerini. Un gesto davvero commovente del quale gli
siamo grati. La Santa Messa e la solenne processione ci ha inseriti nel grande ,
meraviglioso mistero del sacerdozio , che Gesu ha istituito nell ultima sua cena, per
poter perpetuare fino alla fine dei tempi la sua presenza sacramentale nell Eucarestia
e cosi diventare davvero per noi, suoi fratelli e sorelle, il vero cibo disceso dal cielo
per unirci a Lui . Dal 28 settembre al 4 ottobre ho guidato un pellegrinaggio di una
parrocchia milanese a Mjugorie. Come ben sapete la Chiesa , con una speciale
commissione istituita dal Papa, si riserva di studiare queste apparizioni avvenute a 6
veggenti ,2 ragazzi e 4 ragazze , che sono iniziate 32 anni fa, e ancora continuano
nella terra di Croazia dove i cristiani hanno sofferto moltissimo a causa della
persecuzione prima dei Turchi e poi dei comunisti.
Sappiamo che la chiesa si pronuncia sulla veridicita delle apparizioni solo quando
esse sono terminate. Ovvio che siamo liberi di crederci oppure no. Ero stato a
Mejugorie la prima volt 25 anni fa, ed ora e il 3 anno che accompagno la
parrocchia, e sono testimone dei frutti meravigliosi che avvengono. La santa Messa
col rosario completo, a cui partecipano fino a 100-150 sacerdoti provenienti da tutto
il mondo, dura 2-3 ore. Ci sono code lunghissime di pellegrini che aspettano in piedi
ore ed ore il loro turno per confessarsi . Mi e capitato di lasciare il confessionale
a mezzanotte.. Ho incontrato persone che non si confessavano da 30-40 anni ( ) e
che con l aiuto di Dio , immersi nella sua infinita misericordia, si sono potuti
liberare da peccati che li angosciavano.
Dal 10 al 18 ottobre ho avuto la grande gioia di ospitare Suor Carmela, la direttrice
ugandese della scuola di Ostetricia di Kalongo con la quale ho condiviso 15 anni di
lavoro medico. E stata invitata in alcuni ospedali di Milano per conferenze sul tema
della maternita in Uganda nelle zone isolate e povere dove linfermiera ostetrica
deve imparare a fare fronte da sola a tante emergenze, visto che medici ed ospedali
sono assai lontani e non esiste il numero 118 del telefono per invocare aiutocome
avviene da noi in Italia anche nei centri piu isolati.
La gioia piu grande l abbiamo avuta pregando nella chiesa di Ronago dove il
Servo di Dio P. Giuseppe Ambrosoli fu battezzato ed ha celebrato la prima santa
messa. Sr Carmela e un frutto della santita di san Daniele Comboni.Infatti
appartiene alla congregazione delle suore di Maria Immacolata, fondata dal vescovo
comboniano mons. Angelo Negri.
Col cuore colmo di riconoscenza unito ai miei Confratelli ammalati di Milano e di
Kalongo mando a voi tutti i pi affettuosi auguri per un
Felice Natale
e
Anno Nuovo 2014
Chiesa di Ronago (Como )
Sr Carmela con P Egidio