Sei sulla pagina 1di 1

Diocesi di Tempio-Ampurias: Notizia: Ecco le nuove nomine negli uffici diocesani

Pagina 1 di 1

News > Rassegna stampa


Ecco le nuove nomine negli uffici diocesani
La Nuova Sardegna - Gio 2 Agosto 2007

TEMPIO. Il vescovo Sebastiano Sanguinetti con un comunicato ufficialo che appare oggi sul giornale diocesano Gallura Anglona comunica le nuove nomine dei parroci. Ben 9 le parrocchie che cambiano responsabili (Sacra Famiglia di Olbia, Calangianus, San Pantaleo, Trinit e Aglientu, Bassacutena, Nuchis, Nulvi, Tisiennari). Di due sacerdoti, don Giuseppe Inzaina e don Nino Posadino, il vescovo ha accolto la richiesta di rinuncia per raggiunti limiti di et. Per una convenzione di tre anni fra la diocesi e la Congregazione vinceziana i missionari reggeranno le parrocchie di Laerru, Martis, Trinit e Aglientu. Novit assoluta a San Pantaleo lapporto di due sacerdoti dellassociazione mista di fedeli oblati di Maria Immacolata della Santissima Trinit. Monsignor Sanguinetti ha comunicato ai fedeli i criteri dellavvicendamento. Il primo si basa sul fatto che il sacerdote collaboratore del vescovo nella cura di tutta la chiesa diocesana, non di una sola parrocchia. Il secondo che le mutate situazioni storiche del contesto generale e delle condizioni del presbiterio, portano a conciliare tre livelli essenziali della vita ecclesiale diocesana: parrocchia, territorio con le parrocchie viciniori, e la diocesi nella sua globalit. Il terzo susseguente: nasce una interazione tra parrocchie, zona pastorale e diocesi ed a molti sacerdoti vengono chiesti pi servizi. Queste le nomine: don Santino Cimino, vice rettore del seminario diocesano, amministratore parrocchiale della parrocchia di Nuchis, coadiuvato da don Gianfranco Saba. Don Gavino Cossu, parroco di Luogosanto, lascia gli uffici di cancelliere della curia e viene nominato anche amministratore parrocchiale a Bassacutena, coadiuvato da don Luigi Iannone; don Giuseppe Inzaina, lascia a Calangianus e assume il titolo di parroco emerito della medesima parrocchia; don Jacek Meczel nominato amministratore a Badesi; padre Gianpaolo Pais a Laerru e Martis; don Paolo Pala a Perfugas e amministratore parrocchiale a Erula, coadiuvato da don Apollinaire; padre Giuseppe Piga, parroco a Bortigiadas, nominato anche amministratore parrocchiale a Tisiennari. Don Alessandro Piga, lascia San Pantaleo per Nulvi. Padre Piero Pigozzi, amministratore parrocchiale a Trinit DAgultu e a Aglientu. Don Nino Posadinu lascia Nulvi e diventa parroco emerito della medesima parrocchia, mentre don Andrea Raffatellu, parroco di Loiri-Porto San Paolo, viene nominato anche parroco della Parrocchia Sacra Famiglia, a Olbia. Viene inoltre confermato nellufficio di vicario generale. Don Gianfranco Saba, rettore del seminario e direttore dellIstituto Euromediterraneo, viene nominato direttore del centro diocesano vocazioni, coadiuvato da don Santino Cimino, don Piero Scano e don Mirko Barone. Don Gianni Satta, lascia Badesi per Calangianus, don Piero Scano, parroco di Aggius, viene nominato anche padre spirituale nel seminario diocesano. Don Sandro Serreri lascia La Maddalena e diventa cancelliere della curia diocesana e direttore dellufficio per la pastorale sociale. Contestualmente continuer a prestare la sua collaborazione nellufficio nazionale della Cei. Don Gianni Sini, lascia Trinit e Aglientu e viene nominato vicario della parrocchia di San Pietro, a Tempio, e confermato direttore del quindicinale diocesano Gallura e Anglona. Don Antonio Tamponi viene nominato delegato per la formazione ai ministeri istituiti e al diaconato. Padre Marcello Fideubutis e Subrijo Biswas, della diocesi di Krishnagar, in India, assumeranno la cura pastorale della Parrocchia di San Pantaleo. Don Gianfranco Cascioni, diacono, prester il suo aiuto nelle parrocchie della Sacra Famiglia a Olbia e a Lori Porto San Paolo. Le nomine portano la data del 1 agosto 2007 e avranno validit canonica a partire dalla data di presa di possesso dellufficio.

2003 Diocesi Tempio-Ampurias - www.diocesitempio-ampurias.org

Stampa

http://www.diocesitempio-ampurias.it/notiziaprint.asp?id=365

23/11/2007