Sei sulla pagina 1di 360

PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

ORDO ANNI ACADEMICI


2019-2020

Facoltà di Filosofia
baccalaureato in Filosofia
e specializzazione in Filosofia della Religione

Facoltà di Teologia
triennio Teologico e specializzazioni in
Storia della Teologia, Teologia spirituale
Teologia dogmatico-sacramentaria
corsi di alta specializzazione

Pontificio Istituto Liturgico


baccalaureato in Liturgia
licenza e dottorato in Liturgia
corsi di alta specializzazione
di alta formazione e di specializzazione breve

Piazza dei Cavalieri di Malta, 5 - 00153 Roma


www.anselmianum.com
segreteria@anselmianum.com
INFORMAZIONI GENERALI
INFORMAZIONI GENERALI

CENNI STORICI

Il Collegio di Sant’Anselmo in Roma, eretto per la prima volta da Papa In-


nocenzo XI con la Costituzione Apostolica Inscrutabili del 22 marzo 1687,
distrutto invece dall’ingiuria del tempo nell’anno 1837, fu restaurato da Papa
Leone XIII il 4 gennaio 1887. Il Collegio di Sant’Anselmo cominciò ad avere
maggiore incremento quando fissò la sua dimora il primo novembre dell’anno
1896, negli edifici dell’Aventino, eretti grazie alla munificenza dello stesso
Sommo Pontefice. In quel tempo anche i primi alunni esterni furono ammes-
si a frequentare le lezioni nel Collegio e poco dopo furono istituite tre facoltà:
filosofica, teologica e giuridica. La facoltà di diritto canonico fu poi sospesa
dall’anno 1928.

Papa Pio X, con Motu proprio, del 24 giugno 1914, confermò e fissò il diritto
di conferire il dottorato e i gradi accademici, già concesso con sentenza orale
da Papa Leone XIII, “affinché il Collegio… di Sant’Anselmo…, a somiglianza
delle altre accademie esistenti a Roma, ottenga in perpetuo il privilegio di con-
ferire tutti i gradi accademici sia in filosofia, sia in sacra teologia e in diritto
canonico agli alunni del clero secolare e regolare che abbiano frequentato secondo
la norma le lezioni del lodato Collegio nelle facoltà ricordate, e che, avendo supe-
rato un esame davanti ai Professori del Collegio, abbiano conseguito la maggior
parte dei suffragi”.

Nell’anno 1933, il giorno 15 gennaio, Papa Pio XI pregiò l’Istituto Accademi-


co di Sant’Anselmo con il titolo di “Pontificio”. Con un decreto del 21 aprile
1934 la S. Congregazione per i Seminari e le Università degli Studi approvò
gli Statuti del Pontificio Ateneo Anselmiano e prescrisse che fossero osservati.
In seguito la stessa Sacra Congregazione il giorno 21 marzo 1952 approvò l’I-
stituto Monastico pertinente alla facoltà di Teologia, che ora ha cura innan-
zitutto della specializzazione monastica, vista nel quadro storico e teologico.
Questa specializzazione appartiene al secondo ciclo della facoltà di Teologia.

Infine, presso il Pontificio Ateneo Anselmiano, fu eretto il Pontificio Istituto


Liturgico (PIL), con decreto della S. Congregazione per i Seminari e le Uni-
versità degli Studi promulgato il 17 giugno 1961 “affinché più convenientemen-
te con metodo scientifico fossero istruiti sia i maestri delle discipline liturgiche sia i
Direttori delle Commissioni Liturgiche delle singole diocesi”. Nello stesso anno,

5
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

il giorno 17 giugno, dalla stessa Sacra Congregazione furono approvati gli


Statuti del PIL. Il giorno 14 maggio dell’anno del Signore 1973 la Sacra Con-
gregazione per l’Educazione Cattolica approvò per un tempo determinato, in
via sperimentale, i nuovi statuti del Pontificio Istituto, insieme all’istruzione
“alcune norme” della stessa Congregazione. Con un decreto promulgato il 23
agosto 1978, la S. Congregazione per l’Educazione Cattolica riconobbe il PIL
come facoltà di Sacra Liturgia.

I nuovi Statuti dell’Ateneo furono redatti dapprima, secondo l’Istruzione “al-


cune norme” nell’anno 1970, e approvati per un tempo determinato, in via
sperimentale, dalla S. Congregazione per l’Educazione Cattolica il 14 mag-
gio dell’anno 1973. Promulgata nell’anno 1979 la Costituzione Apostolica
Sapientia Christiana, gli Statuti furono di nuovo recensiti ed approvati in via
sperimentale per un triennio il 2 aprile 1982, dalla stessa S. Congregazione.

6
INFORMAZIONI GENERALI

AUTORITÀ ACCADEMICHE

Gran Cancelliere
Rev.mo P. Gregory J. Polan OSB
Abate Primate e Abate di Sant’Anselmo
 
Rettore Magnifico
N.
 
Preside del PIL
R.P. Jordi-Agustí Piqué i Collado OSB
 
Decano della facoltà di Teologia
R.P. Eduardo López-Tello García OSB
 
Decano della facoltà di Filosofia
R.P. Philippe Nouzille OSB

Ufficiali

Segretario Generale
R.P. Josep Ma. Sanromà OSB
 
Direttore della Biblioteca
R. Dom Joseph Schneeweis OSB

Direttore Marketing
R. Dom Simon Stubbs OSB

Tesoriere ed Economo
R.P. Geraldo González y Lima OSB

Development for Europe


R.P. Markus Muff OSB - Director

Development for North America


R.P. Benoît Alloggia OSB - President

7
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

UFFICI E NUMERI UTILI

Sede
Piazza dei Cavalieri di Malta, 5 - 00153 Roma
tel. +39 06 5791 1

Ufficio Amministrativo
Tesoreria: tel. +39 06 5791 336
e-mail: tesoriere@anselmianum.com
Tesoriere: R.P. Geraldo González y Lima OSB
Economato: tel. +39 06 5791 406
e-mail: amministrazione@anselmianum.com

Segreteria Generale
tel. +39 06 5791 401
e-mail: segreteria@anselmianum.com
Segretario Generale: R.P. Josep Ma. Sanromà OSB
 
Segreteria PIL
tel. +39 06 5791 410
e-mail: presidepil@anselmianum.com

Direttore Marketing
tel. +39 06 57 91 256
e-mail: santanselmo@anselmianum.com
Direttore Marketing: R. Dom Simon Stubbs OSB

Ufficio del Rettore


tel. +39 06 57 91 323
e-mail: ufficiorettore@anselmianum.com

Ufficio Relazioni con il Pubblico


tel. +39 06 57 91 410
e-mail: urp@anselmianum.com

8
INFORMAZIONI GENERALI

Ufficio Relazioni Studenti


tel. +39 06 57 91 1
e-mail: csa@anselmianum.com
Responsabile: R.P. Stefan Geiger OSB

Ufficio Pubblicazioni
tel. +39 06 5791 320
e-mail: pubblicazioni@anselmianum.com

Biblioteca
tel. + 39 06 5791 396
e-mail: biblioteca@anselmianum.com
Direttore: R. Dom Joseph Schneeweis OSB

Redazione Ecclesia orans


tel. + 39 06 5791 380
e-mail: eo.redazione@anselmianum.com
Direttore: R.D. Markus Tymister
Vice Direttore: R.P. Dominik Wojciech Jurczak OP
Vice Direttore: Prof. Francesco Bonomo

Development for Europe


e-mail: m.muff@anselmianum.com
Direttore: R.P. Markus Muff OSB
Abtei - CH-6390 Engelberg - Schweiz

Development for North America


Saint Benedict Education Foundation
300 Fraser Purchase Road, Latrobe,
PA 15650-2690 USA
E-mail: benoitalloggia@yahoo.com
Presidente: R.P. Benoit Alloggia OSB

Professori e studenti interni


Tel. +39 06.5791.1

9
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

ORARI

Il Rettore riceve su appuntamento presso la Segreteria del Rettorato telefo-


nando al numero: +39 06 5791 323 o inviando una e-mail a:
ufficiorettore@anselmianum.com

I Decani delle facoltà di Filosofia e di Teologia ricevono su appuntamento,


chiamando il numero: +39 06 5791 1 o scrivendo, rispettivamente, a
decanofilosofia@anselmianum.com
ea
decanoteologia@anselmianum.com

Il Preside del PIL riceve su appuntamento. Per informazione scrivere a:


presidepil@anselmianum.com

Orario della Biblioteca


dal 16 settembre al 30 settembre 2019
Lunedì-venerdì: 08.30-13.00
Sabato: chiuso
dal 1° ottobre 2019
Lunedì-venerdì: 08.30-18.00
Sabato: 08.30-12.30

La Biblioteca rimane chiusa nelle festività indicate nell’Ordo e durante le va-


canze estive. L’orario durante le vacanze natalizie e pasquali verrà comunicato.

Orario della Segreteria Generale


Mattina Pomeriggio
Lunedì 09.00-12.00 chiuso
Martedì 09.00-12.00 15.00-17.00
Mercoledì 10.00-12.00 chiuso
Giovedì 09.00-12.00 15.00-17.00
Venerdì 09.00-12.00 chiuso
 
La Segreteria Generale resterà chiusa dal 15 luglio 2020 al 1 settembre 2020.
Per l’orario delle iscrizioni vedi nel Calendario delle attività accademiche a
fine volume.

10
INFORMAZIONI GENERALI

Orario della Segreteria del Rettore


Lunedì-venerdì: 10.00-13.00; 14.30-15.30

Orario della cassa


Lunedì-venerdì 11.00-12.35 e 13.45-14.15
La cassa resterà chiusa per tutto il mese di agosto.

11
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

ORARIO DELLE LEZIONI

Le lezioni si svolgono nelle ore seguenti:

1ª    08.30 - 09.15
2ª    09.20 - 10.05
3ª    10.15 - 11.00
4ª    11.05 - 11.50
5ª    11.55 - 12.40

6ª   15.30 - 16.15
7ª    16.20 - 17.05
8ª   17.15 - 18.00
9ª    18.05 - 18.50

Le lezioni dei corsi di alta specializzazione post-laurea si svolgono il giovedì


con il seguente orario:
- “Architettura e Arti per la Liturgia” e “Guida Turistica” 10.30-12.45 e
14.45-17.00;
- “Musica Liturgica” dalle ore 15.00 alle ore 18.15.

Le lezioni del corso di alta specializzazione in “Arte per il Culto Cristiano” si


svolgono di venerdì nell’orario 14.30-17.50. Le conferenze speciali, due all’an-
no, e una visita guidata, nel pomeriggio del venerdì, dalle 15.30 alle 18.00.

Le lezioni del corso di specializzazione breve in “Arte Floreale a Servizio della


Liturgia” si svolgono il venerdì dalle ore 15.00 alle 18.30.

Nota: Qualora fosse presente una discrepanza tra l’orario presente sull’Ordo
e quello effettivo delle singole facoltà, si consiglia di controllare la bacheca
presente vicino alla Segreteria Generale o consultare il sito internet.

12
INFORMAZIONI GENERALI

DOCENTI FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Decano
R.P. Philippe Nouzille OSB

Consiglio della facoltà


Prof. Bellocci Andrea
R.P. De Feo Francesco OSB
Prof. De Santis Andrea
Prof. Maione Maurizio
Prof. Mazza Giuseppe
R.P. Okogie Pachomius OSB
Prof.ssa Tonelli Debora
R.P. Weisser Patrick OSB
Prof. Zupi Massimiliano

Docenti
Prof.ssa Angelucci Daniela
Prof. Bellocci Andrea
R.P. De Feo Francesco OSB
Prof. De Santis Andrea
R.P. Deibl Jakob OSB
R.P. Foster David OSB
Prof. Grillo Andrea
Prof. Maione Maurizio
Prof. Mazza Giuseppe
R.P. Okogie Pachomius OSB
Prof. Oliva Stefano
R.P. Pou Antoni OSB
Rev.mo P. Sawicki Bernard OSB
Prof. Tommasi Francesco Valerio
Prof.ssa Tonelli Debora
Prof. Velardi Andrea
Rev.mo P. Visintin Stefano OSB
R.P. Weisser Patrick OSB
Prof. Zupi Massimiliano

13
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Emeriti
R.P. Bucher Gregor OSB
R.P. Salmann Elmar OSB

Onorari
R.P. Baccari Luciano OSA
R.D. Castellazzi Luigi

Il Decano della facoltà riceve per appuntamento, telefonando al numero:


+39 06 57 91 417 o scrivendo a: decanofilosofia@anselmianum.com.
Per ulteriori dettagli, consultare la Rubrica Docenti.

14
INFORMAZIONI GENERALI

DOCENTI FACOLTÀ DI TEOLOGIA

Decano
R.P. Eduardo López-Tello García OSB

Consiglio della facoltà


R.P. Cortoni Ubaldo OSB Cam
R.P. Dell’Omo Mariano OSB
Rev.mo P. Driscoll Jeremy OSB
Prof.ssa Erzberger Johanna Franziska
Prof. Grillo Andrea
R.P. Krause Cyprian OSB
R.P. Meiattini Giulio OSB
R.D. Monfrinotti Matteo
R.P. Pott Thomas OSB
R.Mons. Recchia Alessandro
Rev.mo P. Rivas Fernando Luis OSB
Rev.mo P. Sawicki Bernard OSB
Prof.ssa Scanu Maria Pina
R.P. Simon László OSB
Prof. Trianni Paolo
Rev.mo P. Visintin Stefano OSB

Docenti
R.P. Bianchi Luca OFM Cap
R.P. Chouweifati Antonios OLM
R.P. Cortoni Ubaldo OSB Cam
R.P. De Feo Francesco OSB
R.Sr. Del Gaudio, Daniela SFI
R.P. Dell’Omo Mariano OSB
Prof.ssa Erzberger Johanna Franziska
R.P. Flores Arcas Juan Javier OSB
R.P. Geiger Stefan OSB
Prof. Grillo Andrea
R.P. Krause Cyprian OSB
Prof.ssa Kobelyukh Klara Nadiya

15
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Prof. Manzocchi Bernardino


R.P. Meiattini Giulio OSB
R.D. Monfrinotti Matteo
R.P. Nardin Roberto OSB
R.P. Nouzille Philippe OSB
R.P. Pott Thomas OSB
Prof. Quartier Thomas OSB
R.Mons. Recchia Alessandro
Rev.mo P. Rivas Fernando Luis OSB
Rev.mo P. Sawicki Bernard OSB
Prof.ssa Scanu Maria Pina
R.Sr. Scheiba Manuela OSB
R.P. Simon László OSB
R.P. Skeb Matthias OSB
Prof. Trianni Paolo
R.D. Tymister Markus
Rev.mo P. Visintin Stefano OSB
Prof. Zupi Massimiliano

Emeriti
R.Sr. Böckmann Aquinata OSB
Rev.mo P. Engelbert Pius OSB
R.P. Lafont Ghislain OSB
Prof.ssa Perroni Marinella
R.Sr. Pfeifer Michaela O.Cist
R.P. Puglisi James SA
R.P. Rouillard Philippe OSB
R.P. Salmann Elmar OSB
R.P. Sheridan Mark OSB
R.P. Tragan Pius-Ramon OSB

Il Decano della facoltà riceve per appuntamento, telefonando al numero:


+39 06 57 91 1
o scrivendo a:
decanoteologia@anselmianum.com.
Per ulteriori dettagli, consultare la Rubrica Docenti.

16
INFORMAZIONI GENERALI

DOCENTI PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Preside
R.P. Jordi-Agustí Piqué i Collado OSB

Consiglio della facoltà


R.Mons. Barba Maurizio
R.P. Flores Arcas Juan Javier OSB
R.P. Folsom Cassian OSB
R.P. Gunter Paul OSB
R.P. Jurczak Dominik OP
R.P. McCarthy Daniel OSB
R.P. Midili Giuseppe O.Carm
R.P. Monteiro Da Silva Ruberval OSB
S.E.R. Mons. Nin Manel OSB
Prof. Parenti Stefano
R.P. Pecklers Keith SJ
R.P. Piqué i Collado Jordi-A. OSB (Preside PIL)
R.P. Rubio Sadia Juan Pablo OSB
Rev.mo P. Sarr Olivier-Marie OSB
R.D. Tymister Markus
R.D. Valli Norberto
S.E.R. Mons. Viola Vittorio OFM

Docenti
R.Mons. Barba Maurizio
Prof. Bonomo Francesco
R.Sr. Del Gaudio, Daniela SFI
R.P. Flores Arcas Juan Javier OSB
R.P. Folsom Cassian OSB
R.P. Fossas Ignasi M. OSB
R.D. García Macías Aurelio
R.P. Geiger Stefan OSB
R.D. Goñi Beasoáin de Paulorena José Antonio
R.P. Gunter Paul OSB

17
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

R.P. Jurczak Dominik OP


R.P. Maggioni Corrado SMM
R.Mons. Marini Guido
R.P. McCarthy Daniel OSB
R.P. Midili Giuseppe O.Carm
R.P. Monteiro Da Silva Ruberval OSB
R.D. Muroni Pietro Angelo
S.E.R. Mons. Nin Manel OSB
Prof. Orsola Gianluca
Prof. Parenti Stefano
R.P. Pecklers Keith SJ
R.P. Piqué i Collado Jordi-Agustí OSB
R.Mons. Recchia Alessandro
R.P. Rubio Sadia Juan Pablo OSB
R.P. Ryan Fergus OP
Rev.mo P. Sarr Olivier-Marie OSB
Prof.ssa Scanu Maria Pina
R.P. Skeb Matthias OSB
R.D. Tymister Markus
R.D. Valli Norberto
S.E.R. Mons. Viola Vittorio OFM
R.D. Žižić Ivica

Docenti dei corsi di alta specializzazione post-laurea


alta formazione e di specializzazione breve
Prof. Bartolomei Luigi
R.P. Becchimanzi Gennaro OFM Conv
Fr. Bianchi Enzo
R.P. Bonaccorso Giorgio OSB
Prof. Boselli Goffredo
Prof. Brunet E.
M° Coen Andrea
R.P. Dall'Asta Andrea SJ
R.P. Machado Sidney Damasio OFMCap
Prof. de Blaauw Sible Lambertus
M° de la Rubia Romero Juan

18
INFORMAZIONI GENERALI

R.Mons. Frisina Marco


Prof. Guidarelli Gianmario
Prof. Guidotti Osvaldo
R.D. Léon Fioravanti Diego
Prof. Longhi Andrea
Prof. Marchini Maurizio
Prof.ssa Muzj Maria Giovanna
Prof.ssa Nikolova Martcheva Siyana
Prof. Paletta Angelo
R.Sr. Papola G.
Prof. Pelizzari Gabriele
R.D. Pennasso Valerio
R.P. Pou Muntaner Antoni OSB
Dr. Rossi Luciano
R.D. Scattolini Antonio
R.P. Semeraro Michael Davide OSB
Prof.ssa Valdarnini Lucia
Prof. Varagnoli Claudio
Prof.ssa Zorzi Selena
R.D. Zuccaro Cataldo

Emeriti Onorari
R.P. Carr Ephrem OSB R.P. Augé Matias CMF
R.Mons. De Zan Renato R.D. Cescon Bruno
R.P. Leachman James OSB R.P. Francis Mark CSV
R.Mons. Mazza Enrico R.P. Maggiani Silvano OSM
Prof.ssa Militello Cettina S.E.R. Mons. Marini Piero
R.D. Ramis Gabriel
R.P. Scicolone Ildebrando OSB
R.Mons. Valenziano Crispino

Il Preside dell’Istituto riceve per appuntamento scrivendo a:


presidepil@anselmianum.com.
Per ulteriori dettagli, consultare la Rubrica Docenti.

19
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

ISTITUTO INCORPORATO

Andrea Grillo - Delegato del Decano

Istituto di Liturgia Pastorale - Padova


È affidato ai monaci dell’Abbazia di Santa Giustina a Padova e incor-
porato nel Pontificio Istituto Liturgico con decreto della Congregazione
per l’Educazione Cattolica dell’8 dicembre 1977 (prot. N. 148/69/26).
Dal Pontificio Istituto Liturgico l’incorporazione è passata alla facoltà di
Teologia con lettera della Congregazione per l’Educazione Cattolica del
3 gennaio 1987 (prot. N. 445/81/40) come sezione di specializzazione
del secondo ciclo al termine del quale può essere conseguito il grado di
licenza in Teologia con specializzazione liturgico-pastorale conferito dalla
facoltà di Teologia del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo. Col decreto del 3
settembre 1991 (prot. N. 482/91/7) la medesima Congregazione ha con-
cesso l’incorporazione dell’ILP alla facoltà teologica Anselmiana ad quin-
quennium. L’incorporazione è stata rinnovata fino all'8 dicembre 2019
con decreto del 4 agosto 2018 (prot. 482/91). Vi si possono conseguire i
gradi di licenza e di dottorato in Teologia con specializzazione liturgico-
pastorale tramite la suddetta facoltà teologica.

Istituto di Liturgia Pastorale


Abbazia di Santa Giustina
Via G. Ferrari, 2/A - 35123 Padova (PD)
Tel. 049-82.20.431 Fax 049-82.20.469
E-mail: info@ist-liturgiapastorale.net
Sito: www.ist-liturgiapastorale.net

Preside: R.D. Luigi Girardi, SL.D.


Vicario dell’Abate: R.P. Filippo Resta OSB
Segreteria: Dott.ssa Manola Tieppo
Economo: P. Pietro ​Bernardon​OSB
Consiglio del preside: Prof. ​L. Girardi​, Preside; Prof. ​G. Bonaccorso​OSB;
Prof. G
​ . Cavagnoli​; Prof. ​R. Tagliaferri​

20
INFORMAZIONI GENERALI

ISTITUTO AGGREGATO

R.P. László T. Simon OSB - Delegato

Istituto Teologico “San Pietro” - Viterbo


Nato dalla collaborazione fra la Congregazione di S. Giuseppe, i PP. Cap-
puccini e la Diocesi di Viterbo, l’istituto è sorto con l’intenzione di offrire
una formazione aperta a tutti i membri della diocesi, sia laici che religiosi
o chierici, dal punto di vista della antropologia teologica. L’istituto, dopo
un lungo periodo di affiliazione alla nostra facoltà di Teologia, è stato
aggregato alla stessa facoltà con decreto della Congregazione dell’Educa-
zione Cattolica del 9 di agosto del 2008 (prot. N. 714/2008) per un quin-
quennio. Vi si possono conseguire i gradi di baccalaureato in Teologia e
licenza in Sacra teologia con specializzazione in Antropologia teologica
conferiti dalla facoltà di teologia del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo.
L’aggregazione è stata rinnovata fino all'8 dicembre 2019 con decreto del
25 luglio 2013.

Istituto Teologico “S. Pietro”


Viale Armando Diaz, 25 - 01100 Viterbo (VT)
Tel. 0761.343.134 - Fax 0761.321.026
Preside: Prof. P. Giuseppe Rainone, C.S.J., ST.D

ISTITUTI AFFILIATI

R.P. László T. Simon OSB - Delegato

Instituto Teológico Mosteiro de São Bento - Rio de Janeiro


Vi compiono i loro studi filosofico-teologici i monaci dell’abbazia come
pure altri studenti ecclesiastici e laici. È stata affiliata alla facoltà di Teo-
logia con decreto della Congregazione per l’Educazione Cattolica del 21
aprile 1977 (prot. N. 213/77/6). Vi si può conseguire il grado di bac-
calaureato in Teologia conferito dalla facoltà di Teologia del Pontificio
Ateneo Sant’Anselmo. L’affiliazione è stata rinnovata per un quinquennio
con decreto della Congregazione per l’Educazione Cattolica del 23 agosto
2018 (prot. N. 213/77).

21
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Instituto Teológico Mosteiro de São Bento


Rua Dom Gerardo, 68, Centro
Rio de Janeiro (RJ) - Brasil
Tel. (021) 2206.8310; E-mail: info@faculdadesaobento.org.br
Moderatore: R.P. Anselmo Chagas de Paiva OSB, JC.D.

Instituto Teológico “São Paulo” - São Paulo


Fondato e diretto dalla Congregazione del SS. Redentore, dai Missio-
nari di S. Carlo e dalla Società del Verbo Divino, è stato affiliato per un
quadriennio alla facoltà di Teologia con decreto della Congregazione per
l’Educazione Cattolica del 6 aprile 1982 (prot. N. 450/81/8). Vi si può
conseguire il grado di baccalaureato in Teologia conferito dalla facoltà di
Teologia del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo. L’affiliazione è stata rinno-
vata per un quinquennio con decreto della Congregazione per l’Educazio-
ne Cattolica dell'8 giugno 2018 (prot. N. 450/81).

Instituto Teológico “São Paulo”


Rua Dr. Mário Vicente, 1.108 - Ipiranga
04270-001 São Paulo (SP) - Brasil
Tel. (011) 6914.6036
Moderatore: R.P. Antonio Carlos Oliveira Souza CSsR, ST.D.

Studium de L’abbaye de Sept-Fons


Vi compiono i loro studi filosofico-teologici i monaci dell’abbazia trap-
pista di Sept-Fons e dei monasteri dipendenti da Sept-Fons. Lo Studium
è stato affiliato alla facoltà di Teologia con decreto della Congregazione
per l’Educazione Cattolica del 19 ottobre 1999 (prot. N. 324/99) per un
quinquennio. L’affiliazione è stata rinnovata per un altro quinquennio
con decreto della Congregazione per l’Educazione Cattolica del 19 giu-
gno 2019.
Vi si può conseguire il grado di baccalaureato in Teologia conferito dalla
facoltà di Teologia del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo.

Abbaye N.-D. de Sept-Fons


F - 03290 Dompierre-sur-Besbre - France
Tel. 33.4.7048.1490
Moderatore: Frère Nathanaël OCSO

22
INFORMAZIONI GENERALI

Sapientia School of Theology of Religious Orders Quadriennium


Theologicum - Budapest
Fondata e diretta dalla Congregazione OSB di Ungheria, dalla Provin-
cia OFM e dalla Società dei Piaristi è stata affiliata per un quinquennio
alla facoltà di Teologia con decreto della Congregazione per l’Educazione
Cattolica del 12 giugno 2001 (prot. N. 440/2001). L’affiliazione è stata
rinnovata per un quinquennio il 3 luglio 2016. Vi si può conseguire il
grado di baccalaureato in Teologia conferito dalla facoltà di Teologia del
Pontificio Ateneo Sant’Anselmo.

Sapientia - Szerzetesi Hittudományi Föiskola


Piarista Köz 1
H - 1052 Budapest - Ungheria
Tel. (036) 1.486.4411 - Fax (036) 1.486.4412
Rettore: Dr. Jakab Várnai OFM, ST.D.

Mount Angel Seminary Quadriennium Theologicum Saint Benedict - Oregon


Vi compiono i loro studi filosofico-teologici i monaci di Mount Angel, i
seminaristi dell’arcidiocesi di Portland (OR) e di altre diocesi, come anche
studenti religiosi. È stato affiliato alla facoltà di Teologia con decreto della
Congregazione per l’Educazione Cattolica del 13 dicembre 2002 (prot.
N. 1048/2001) per un quinquennio. L’affiliazione è stata rinnovata per
un altro quinquennio il 16 dicembre 2013.
Vi si può conseguire il grado di baccalaureato in Teologia conferito dalla
facoltà di Teologia del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo.

Mount Angel Seminary


Saint Benedict, OR 97373 U.S.A.
Tel. +1 (503) 845.3951 - Fax +1 (503) 845.3126
E-mail: registrar@mtangel.edu
Moderatore: R.P. Peter Eberle OSB, ST.D.

Escola Teològica de Montserrat - Abadia de Montserrat


Nato storicamente come centro di studio per i monaci dell’Abbazia, da al-
cuni decenni è anche aperto a tutti i monaci della provincia ispanica della
Congregazione di Subiaco, che desiderano compiere i loro studi teologici.
Vi si può conseguire il grado di baccalaureato in Teologia conferito dalla
facoltà di Teologia del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo. La Scuola è stata

23
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

affiliata per un quinquennio alla facoltà di Teologia con decreto della


Congregazione per l’Educazione Cattolica di 15 ottobre 2009 (prot. N.
1040/2009). L’affiliazione è stata rinnovata per un altro quinquennio il
15 ottobre 2014.

Escola Teològica de Montserrat


Monestir E-08199 Montserrat (Barcelona) - Spagna
Tel. (+34) 93.877.7766;
E-mail: jeparellada@santuari-montserrat.com
Moderatore: R.P. Josep Enric Parellada OSB

Saint Vincent Seminary Theological School Latrobe - Pennsylvania (USA)


La scuola teologica dell’Arcibadia di Saint Vincent (Pennsylvania, USA)
ha avuto origine con la creazione nel 1855 di un seminario dedicato alla
formazione spirituale, umana e accademica dei candidati al sacerdozio.
Vi si può conseguire il grado di baccalaureato in Teologia conferito dalla
facoltà di Teologia del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo. La Scuola è stata
affiliata per un quinquennio alla facoltà di Teologia con decreto della
Congregazione per l’Educazione Cattolica del 13 ottobre 2014 (prot. N.
202/2013).

Saint Vincent Seminary


300 Fraser Purchase Road, Latrobe, PA 15650 - 2690, USA
Tel. +1 (724) 532.6600
Email: seminaryinfo@email.stvincent.edu
Moderatore: Patrick Cronauer OSB

Saint Meinrad Seminary Quadriennium Theologicum Saint Meinrad


Indiana (USA)
Il Seminario del monastero di Saint Meinrad (Indiana, USA) ha ori-
gine nella prima scuola monastica stabilitasi nel monastero nel 1857.
Dal 1861 sono stati introdotti in essa i corsi teologici necessari per la
formazione dei giovani destinati al ministero ordinato. Oggi vi compio-
no i loro studi filosofico-teologici studenti provenienti dall’arcibadia di
Saint Meinrad così come da altri monasteri e da diverse diocesi e case
religiose. Lo studio teologico del Seminario di Saint Meinrad è stato af-
filiato ad experimentum per un quinquennio alla facoltà di Teologia con
decreto della Congregazione per l’Educazione Cattolica del 16 luglio

24
INFORMAZIONI GENERALI

2013 (prot. N. 219/2013). Vi si può conseguire il grado di baccalaure-


ato in Teologia conferito dalla facoltà di Teologia del Pontificio Ateneo
di Sant’Anselmo.

Saint Meinrad Seminary & School of Theology


200 Hill Drive
St. Meinrad, IN 47577 (U.S.A.)
Tel. +1 (812) 357.6692 - Fax +1 (812) 357.6816
Moderatore: R.P. Denis Robinson OSB, ST.D, Ph.D.

Triennio Filosofico dell’Istituto “S. Pietro” - Viterbo


L’Istituto “S. Pietro” di Viterbo, nato dalla collaborazione fra la Congre-
gazione di S. Giuseppe, i PP. Cappuccini e la Diocesi di Viterbo, aggre-
gato dal 2008 alla nostra facoltà di Teologia, ha introdotto un triennio
sperimentale di Filosofia con lo scopo di formare studenti della città di
Viterbo nelle discipline filosofiche ecclesiastiche. Gli alunni ottengono
il baccalaureato in Filosofia per la facoltà di Filosofia di Sant’Anselmo,
essendo così abilitati allo studio di una successiva licenza ecclesiastica in
Filosofia. L’affiliazione del triennio filosofico è stata approvata ad quin-
quennium experimenti gratia con Decreto della Congregazione per l‘Edu-
cazione Cattolica del 15 maggio 2014 (prot. N. 444/2014). L’affiliazione è
stata rinnovata per un altro quinquennio con decreto della Congregazio-
ne per l’Educazione Cattolica del 20 maggio 2019.
Vi si può conseguire il grado di baccalaureato in Filosofia conferito dalla
facoltà di Filosofia del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo.

Triennio Filosofico dell’Istituto “S. Pietro” di Viterbo


Convento San Paolo
Via San Crispino, 6
01100 Viterbo (VT)
Tel. 0761.220.469 - Fax. 0761.321.026
Moderatore: R.P. Carmine De Filippis

St. Joseph's Institute of Philosophy, Makkiyad, Wayanad, Kerala, India


Fondato nel 1965 dal St. Joseph’s Benedictine Monastery, Makkiyad, Wa-
yanad, Kerala, della Congregazione Benedettina Silvestrina. Vi compio-
no i loro studi filosofici i monaci del monastero come pure altri studenti
ecclesiastici. È stato affiliato alla Facoltà di Filosofia con decreto della
Congregazione per l’Educazione Cattolica del 30 maggio 2018 (prot. N.

25
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

153/2018). Vi si può conseguire il grado di Baccalaureato in Filosofia con-


ferito dalla Facoltà di Filosofia del Pontificio Ateneo S. Anselmo.

St. Joseph’s Institute of Philosophy


Conventual Prior
St. Joseph’s Monastery
Makkiyad – 670731, Wayanad, Kerala, India Tel.: +91 (04935) 235226
E-mail: osbmakkiyad@yahoo.co.in
Moderatore: R.P. Shajan Mathew OSB

SEZIONE DELLA FACOLTÀ DI TEOLOGIA

Theologisches Studienjahr “Dormition Abbey” - Jerusalem


Terzo anno del quinquennio filosofico-teologico per studenti scelti delle
facoltà di Teologia della Germania, dell’Austria e della Svizzera, con par-
ticolare attenzione per lo studio della Sacra Scrittura, dell’archeologia e
topografia della Terra Santa, dell’ecumenismo tra i cristiani nonché del
dialogo con l’Ebraismo e l’Islam. Inserito nella facoltà di Teologia con
decreto della Congregazione per l’Educazione Cattolica del 21 maggio
1973 (prot. N. 794/73/3). I compiti dell’autorità accademica locale, par-
ticolarmente per quanto riguarda la delega ad quadriennium dei diritti
del Decano nella persona dell’Abate, vengono precisati nella lettera della
Congregazione per l’Educazione Cattolica dell’8 giugno 1981 (prot. N.
794/73/14) e del 19 giugno 1998 (prot. N. 1214/97).

Theologisches Studienjahr
Dormition Abbey
Mount Sion
P.O. Box 22 - 91000 Jerusalem - Israel
Tel. +972.2.565.5300 - Fax +972.2.565.5337
email: office@studienjahr-jerusalem.net
Delegato del Decano: R.P. Bernhard M. Alter OSB

26
INFORMAZIONI GENERALI

ISTITUTI ANNESSI

Studio Teologico Benedettine Italiane


Voluto dalla CIMB (Conferenza Italiana Monache Benedettine) e sorto
nell’ottobre 1980 con l’approvazione delle superiori autorità ecclesiasti-
che e con il consenso del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo, propone un
programma di studi filosofico-teologici articolato secondo le materie e
i metodi del triennio istituzionale e mira così alla crescita culturale e
all’approfondimento della fede necessari per la formazione e la vita delle
Benedettine.
La Congregazione per l’Educazione Cattolica ha autorizzato la facoltà
teologica di Sant’Anselmo a rilasciare un diploma (lettera del 10 agosto
1983, prot. N. 898/83/3).
Studio Teologico Benedettine Italiane
c/o Pontificio Ateneo Sant’Anselmo
Piazza dei Cavalieri di Malta, 5 - 00153 Roma (RM)
Responsabile per CIMB: Rev. M. Maria Michela Porcellato OSB cam
Responsabile per Sant’Anselmo: Prof.ssa Maria Pina Scanu

Corso di Formazione Monastica dell’Ordine Cistercense


Questo corso di formazione monastica è rivolto specialmente a tutti i mo-
naci e monache dell’Ordine Cistercense che si trovano in età di formazione.
Esso è aperto tuttavia anche a tutti agli altri monaci e monache, cistercensi
o meno, che vogliano usufruire di questo corso per la propria formazione.
La Congregazione per l’Educazione Cattolica ha autorizzato la facoltà di
Teologia di Sant’Anselmo a rilasciare un diploma di Formazione Monastica
al termine degli studi (lettera del 30 maggio 2008, prot. N. 538/2008).

Collegio dell’Ordine Cistercense di San Bernardo in Urbe


Piazza del Tempio di Diana, 14 - 00153 Roma (RM)
Responsabile accademico: P. Lluc Torcal O.Cist
Responsabile per Sant’Anselmo: Fernando Luis Rivas

27
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

PROGRAMMI PATROCINATI

Settimane di Camaldoli
Comunità Monastica di Camaldoli
52010 Camaldoli (AR)

Scuola di Cultura Monastica


Monastero San Benedetto
Benedettine dell’Adorazione Perpetua
Via Felice Bellotti, 10
20129 Milano (MI)

Scuola Normale Via Pulchritudinis - Cefalù


c/o Rettoria San Domenico
Via Costa, 63
90015 Cefalù (PA)

28
INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI UTILI PER GLI STUDENTI

(English text below)

I fascicoli degli Statuta Pontificii Athenaei Sancti Anselmi de Urbe e gli Or-
dinamenti e Norme del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo sono disponibili
per consultazione in Segreteria Generale.

I. Iscrizioni

A. Categorie di studenti
1. Ordinari: coloro che tendono al conseguimento dei gradi accademici
(baccalaureato, licenza, dottorato).
2. Straordinari: coloro che pur seguendo il curriculum universitario non
hanno i requisiti per accedere ai gradi accademici, o non intendono
conseguirli.
3. Fuori corso: (a) coloro che pur avendo seguito regolarmente tutto il
curricolo universitario di un dato ciclo di studi non hanno ancora
adempiuto tutti i requisiti necessari per conseguire il grado accademi-
co ad esso corrispondente; (b) coloro che pur potendosi iscrivere rego-
larmente all’anno successivo di un dato ciclo di studi non si avvalgono
di questo diritto, nei termini previsti dalla Segreteria Generale, per
tutta la durata dell’interruzione degli studi.
4. Ospiti: coloro che si iscrivono ad uno o più corsi; essi possono soste-
nere i relativi esami e ricevere, al termine, un attestato di frequenza ed
eventuali voti.

B. Condizioni per l’ammissione come studente ordinario


1. Per essere ammessi al I ciclo occorre aver conseguito un diploma di
studi medi-superiori, che ammette all’Università civile nel paese di
origine dello studente; nel caso che la scuola non fosse riconosciuta
dallo Stato, lo studente dovrà presentare un attestato degli studi com-
piuti, al Decano della facoltà nella quale intende iscriversi, il quale
giudicherà sul loro valore e completezza secondo le norme espresse in
tale materia dagli Ordinamenti delle singole facoltà. Ulteriori infor-
mazioni per l’ammissione al I ciclo della facoltà di Teologia si possono
trovare più avanti nell’Ordo, nella sezione specifica.

29
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

2. Per essere ammessi al II ciclo, occorre aver conseguito il baccalaureato


(Ph.B. per la licenza in Filosofia, ST.B. per la licenza in Teologia). Per co-
loro che non sono in possesso dell’ST.B., rilasciato da una facoltà pontifi-
cia, ma hanno completato il curriculum filosofico-teologico in seminario
o in un altro istituto legalmente riconosciuto, c’è l’esame di ammissione.
Il “Tesario” delle materie per l’esame è disponibile in Segreteria.
3. È necessario il voto medio di 8/10 per passare al grado di licenza.
4. È necessaria invece la qualifica magna cum laude per passare al grado
di dottorato.

C. Iscrizioni
1. Il processo d’immatricolazione (prima iscrizione) al nostro Ateneo,
inizia online, nella sezione “Iscrizione/Passi per l’iscrizione” del nostro
sito www.anselmianum.com.
Gli interessati cominciano con l’inserire i loro dati anagrafici (da digi-
tare esattamente come riportati nei documenti d’identità: carta d’iden-
tità o passaporto). In seguito potranno indicare il percorso accademico
che intendono seguire e caricare la copia digitale dei documenti richie-
sti per programma prescelto, come anche una foto digitale (formato
jpeg, 768 x 1024 pixel) che servirà anche per la stampa della tessera in-
dividuale dello studente. La foto dovrebbe corrispondere ai criteri della
foto per documenti d’identità, deve cioè rappresentare il candidato in
ripresa frontale, mezzobusto, su sfondo bianco o grigio neutro.
La procedura si conclude con la stampa del modulo riassuntivo che va
firmata dall’interessato e consegnato in Segreteria, insieme ai docu-
menti originali.
2. La scelta dei corsi / rinnovo dell’iscrizione. Dopo l’immatricolazione, oc-
corre procedere alla scelta dei corsi da inserire sul proprio piano di studio. A
questo scopo sono previsti i moduli scaricabili online dall’apposita sezione
della Segreteria. I piani di studio si compilano nella presenza del proprio
direttore del percorso accademico (Decani, Preside, Coordinatori) e de-
vono riportare la firma degli stessi. Sempre a questo punto vanno definite
anche le eventuali dispense, in base a documenti originali, rilasciati dal-
le autorità competenti.
Nelle prime due settimane di scuola gli studenti possono aggiungere/
togliere eventuali corsi a scelta o seminari. Trascorso tale periodo, il
piano di studio diventa definitivo.

30
INFORMAZIONI GENERALI

3. Non è possibile seguire alcun corso se non si è regolarmente iscritti.


Con il permesso del relativo docente, si può seguire al massimo una
lezione senza iscriversi.

D. Requisiti per l’ immatricolazione


1. Certificazione autentica e particolareggiata degli studi precedentemen-
te svolti, da cui risulti: titolo conseguito, numero di anni frequentati,
materie svolte, crediti e voti. Gli studenti non italiani devono farsi
rilasciare una dichiarazione dall’autorità diplomatica o consolare
italiana presente nella loro nazione che attesti che il titolo di stu-
dio che si possiede da diritto all’iscrizione presso le Università di
Stato di quel paese (“dichiarazione di valore”). (Questi documenti
non sono richiesti per gli studenti ospiti).
2. Autorizzazione del Decano o Preside (questa è necessaria anche nel
passaggio da un ciclo ad un altro).
3. Per gli studenti ecclesiastici, seminaristi e religiosi: lettera di presen-
tazione del superiore; per gli studenti laici: lettera di presentazione da
una persona ecclesiastica.
4. Una (1) foto formato tessera.
5. Studenti dell’Unione Europea (UE): certificato di nascita o carta d’i-
dentità (fotocopia e originale).
6. Gli studenti che non provengono dalla UE devono presentare in Se-
greteria:
a. la fotocopia del Passaporto, che va depositata in Segreteria, mo-
strando l’originale;
b. il visto di studente rilasciato dall’autorità consolare italiana nel pa-
ese di provenienza (il visto turistico non è valido).
Per avere questo visto la Segreteria rilascia, su richiesta dello stu-
dente interessato, un documento di preiscrizione, che verrà conva-
lidato dal rappresentante della Santa Sede nel paese dello studente.
Per gli studenti ecclesiastici, seminaristi e religiosi il certifica-
to di preiscrizione viene rilasciato se la richiesta è accompagnata
da una lettera di presentazione del superiore.
Per gli studenti laici il certificato di preiscrizione viene rilasciato se
la richiesta è accompagnata da:
- lettera di presentazione dell’Ordinario della Diocesi di prove-
nienza dello studente (non valgono copie o fax);

31
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

- dichiarazione di responsabilità da parte di un privato o di un ente,


a riguardo del pagamento di vitto, alloggio e spese mediche dello
studente. Tale dichiarazione dovrà avere il nulla osta dell’Ordinario
della Diocesi italiana di appartenenza del privato o dell’ente che la
redige. Nel caso lo studente presenti una dichiarazione di auto-man-
tenimento, quest’ultima dovrà essere contro firmata dall’Ordinario
della Diocesi da cui lo studente proviene.
7. Per i sacerdoti diocesani che dimorano in Roma fuori dei convitti e
collegi ecclesiastici: certificato annuale di extracollegialità, rilasciato
dal Vicariato di Roma (i dettagli sono disponibili in Segreteria).
8. Pagamento della quota dovuta.

E. Tempo per l’ iscrizione all’anno accademico


1. Per l’iscrizione annuale o semestrale, vedere la sezione Calendario delle
attività accademiche.
2. Nessuno studente può essere ammesso dopo il 15º giorno dall’inizio
dell’anno accademico o del semestre, se non con un permesso speciale
del Decano. Trascorso un mese, lo studente non potrà iscriversi, se non
dopo una richiesta scritta e con l’approvazione del Consiglio del Decano.
I ritardi nelle iscrizioni sono soggetti al pagamento di una tassa speciale
(vedi Tasse e Contributi).

F. Limiti
1. È vietata l’iscrizione contemporanea come studente ordinario a diverse
Università o Atenei e a diverse facoltà ed Istituti della stessa Università, per
il conseguimento di gradi accademici. La duplice iscrizione sarà annullata
e gli esami verranno invalidati. Lo studente che sia iscritto come ordinario
in una facoltà può tuttavia iscriversi come straordinario ad un’altra, pur-
ché i corsi che frequenta come straordinario non superino la terza parte
del programma di studi semestrali o annuali di quella facoltà.
2. L’iscrizione a un dato ciclo di studi come studente fuori corso è li-
mitata a un periodo massimo di cinque anni dopo l’ultima iscrizio-
ne come studente ordinario. Trascorsi questi cinque anni lo studen-
te perde il diritto a conseguire il grado accademico corrispondente e
deve iscriversi nuovamente al ciclo come studente ordinario. Even-
tuali proroghe potranno essere concesse per validi motivi dal relativo
Consiglio di facoltà. Ogni studente deve pagare per tutto il periodo
che rimane fuori corso la prevista tassa semestrale, per conservare il

32
INFORMAZIONI GENERALI

diritto a completare gli studi e ottenere il grado accademico corri-


spondente e, eventualmente, per sostenere gli esami che ancora gli
manchino dei corsi che ha frequentato come studente ordinario. Even-
tuali tasse arretrate andranno in ogni caso pagate prima di inizia-
re la procedura per ottenere un dato grado accademico o per avere
qualunque certificato da parte della Segreteria Generale.
Ad ogni modo, in casi particolarmente gravi (per esempio malattie,
impegni pastorali inderogabili, ecc.), lo studente può chiedere allo
stesso Consiglio del Decano/Preside il permesso d’interruzione tem-
poranea degli studi, indicando – se possibile – la durata dell’inter-
ruzione e allegando i relativi documenti. Se la richiesta è accolta, lo
studente è esonerato dal rinnovo dell’iscrizione e dalle relative tasse
per la durata del permesso (revisione del 29/05/2014).

G. Piano di studio
Nel “piano di studio” dovrà essere riportato il programma previsto dalla fa-
coltà o Istituto o imposto dal Decano/Preside/Coordinatore. Esso vincola lo
studente alla frequenza e agli esami delle discipline e delle esercitazioni di
seminario. Il piano di studio prevede corsi prescritti, corsi opzionali, seminari
e le eventuali dispense. Una volta firmato dal Decano/Preside/Coordinatore
il piano di studio può essere modificato solo con la sua autorizzazione scritta
e, di regola, entro la data di scadenza indicata nell’Ordo.

H. Frequenza ai corsi e ai seminari


La frequenza ai corsi e ai seminari è obbligatoria; pertanto colui che accumula
assenze pari a un terzo delle lezioni di un corso o seminario, perde ogni dirit-
to a sostenere l’esame o ricevere un voto o una frequenza.

II. Esami

A. Ammissione agli esami


Lo studente, anche se straordinario o ospite, perché possa essere validamente
ammesso agli esami, deve aver fatto l’iscrizione al corso o al seminario nel
tempo stabilito, aver frequentato regolarmente le lezioni ed essere in regola
con le tasse accademiche.

33
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

B. Iscrizioni agli esami


L’iscrizione a ogni corso dà il diritto a sostenere l’esame nella relativa
sessione. Tuttavia, ci si deve iscrivere online al relativo appello. In casi
eccezionali, ci si può iscrivere anche direttamente allo sportello della Se-
greteria Generale. Per non sostenere un esame della sessione in corso, lo
studente deve far una richiesta di rinvio sul modulo predisposto in Se-
greteria (vedi sotto, Procedure della Segreteria). Nel I ciclo filosofico non è
consentito rimandare due o più esami, compreso l’esame di baccalaurea-
to, se non con il consenso del Decano.

C. Tipi di esami
Gli esami possono essere orali e/o scritti secondo gli Ordinamenti delle
singole facoltà.

D. Ripetizione di un esame
1. Un docente deve indicare come R (rinviato) uno studente se, presenta-
tosi, dichiara di non essere preparato e di non voler sostenere l’esame.
Coloro che, tuttavia, si accorgono di tale difficoltà prima dell’esame, pos-
sono chiedere in Segreteria e farsi firmare dal docente il modulo di rinvio
dell’esame.
2. Un esame di un corso obbligatorio non superato (voto inferiore a 6)
deve essere ripetuto.
3. Un esame di un corso a scelta può essere sostituito con un altro corso
a scelta.
4. La ripetizione dell’esame è ammessa una sola volta e non può avvenire
nella stessa sessione; per eventuali casi particolari ci si attenga a quan-
to stabilito dagli Ordinamenti delle singole facoltà.

E. Voti e qualifiche
Voto sufficiente, 6; voto massimo, 10:
1-5 (   -5.99) non probatus
6.00 (6.00-7.24) probatus
7.50 (7.25-8.24) bene probatus
8.50 (8.25-8.99) cum laude probatus
9.50 (9.00-9.74) magna cum laude probatus
10.00 (9.75-10.00) summa cum laude probatus

34
INFORMAZIONI GENERALI

III. Conoscenza delle lingue

A. Lingua italiana
Al fine di poter seguire le lezioni è necessaria una buona conoscenza della
lingua italiana.

B. Lingue latina e greca


A tutti gli studenti ordinari è richiesta la conoscenza delle lingue latina e
greca. Se mancasse tale conoscenza, lo studente può essere obbligato alla
frequenza del corso fondamentale.

C. Lingua ebraica
Gli studenti ordinari che studiano per il baccalaureato, normalmente fin
dall’inizio del I ciclo filosofico o teologico devono frequentare per due
semestri il corso di lingua ebraica. L’ebraico non è obbligatorio, però, per
coloro che non intendono proseguire nello studio della teologia, o che si
iscrivono soltanto al terzo anno del triennio teologico, a meno che non
desiderino approfondire in seguito gli studi biblici.

D. Lingue moderne
Per quanto riguarda le lingue moderne, gli studenti ordinari che si sono
iscritti al primo ciclo del triennio teologico, sono tenuti a conoscere oltre alla
lingua italiana un’altra lingua moderna, scelta tra inglese, francese, tedesco.
Gli studenti ordinari che si sono iscritti al II ciclo, sono tenuti a conoscere ol-
tre alla lingua italiana altre due lingue moderne tra inglese, francese, tedesco
(oppure spagnolo per gli studenti della facoltà di Liturgia). Mancando tale
conoscenza lo studente può essere obbligato allo studio di queste lingue. Cf.
l’Ordo dell’Ateneo per le informazioni riguardanti l’esame-verifica.

IV. Gradi accademici

Gli Statuti e gli Ordinamenti delle facoltà stabiliscono i gradi da esse conferi-
ti, la durata del corso, le discipline, le esercitazioni e gli esami.
a. I gradi accademici conferiti sono: il baccalaureato (Ph.B. in Filo-
sofia, ST.B. in Teologia, SL.B. in Liturgia) al termine del I ciclo;
la licenza (Ph.L. in Filosofia, ST.L. in Teologia, SM.L. in Studi
Monastici, SL.L. in Liturgia) al termine del II ciclo; il dottorato

35
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

(Ph.D. in Filosofia, SM.D. in Studi Monastici, ST.D. in Teolo-


gia, SL.D. in Liturgia) al termine del III ciclo e dopo la difesa e
la pubblicazione della tesi. Oltre questi gradi accademici vengono
conferiti anche vari tipi di diplomi di specializzazione (che non
sono gradi accademici).
b. Gli studenti che non intendono conseguire i gradi accademici, ve-
dano gli Ordinamenti delle singole facoltà. Per quanto riguarda
la procedura per il conseguimento dei gradi e in particolare del
dottorato, vedi Procedure della Segreteria.

V. Calendario accademico

Per ogni variazione di un ordinamento già stabilito (p. es., colloqui, gite,
simposi, ecc.), occorre avere l’approvazione dell’autorità accademica com-
petente, in accordo con il Segretario Generale dell’Ateneo.

VI. Aule/orari

Per un cambiamento delle aule, occorre l’autorizzazione della Segreteria.


Per qualsiasi cambiamento dell’orario occorre il beneplacito del Deca-
no o del Preside delle facoltà, previo accordo con il Segretario Generale
dell’Ateneo.

VII. Procedure della Segreteria

1. Norme per la richiesta di diplomi e di certificati


a. Per diplomi e certificati gli studenti devono ritirare in Segreteria il mo-
dulo di richiesta, compilarlo in ogni sua parte, presentarlo in Segreteria
e consegnare copia della ricevuta dell’importo fissato (cf. Tasse speciali).
b. I certificati si possono ritirare dopo 8 giorni (esclusi i festivi) dalla
data di richiesta.
c. I diplomi, verificata la validità della richiesta, possono essere riti-
rati dopo 15 giorni dalla data di richiesta.
d. La richiesta di certificati fatta per lettera dovrà essere unita all’im-
porto della tassa corrispondente. I diplomi di qualsiasi genere ven-
gono invece consegnati all’interessato o a persona espressamente

36
INFORMAZIONI GENERALI

incaricata (che dovrà esibire una delega scritta e un documento


valido d’identità).
2. Norme per le dispense
Il “piano di studio” approvato all’inizio di ogni semestre vincola lo stu-
dente alla frequenza e agli esami dei corsi, seminari, ecc. elencati.
La Segreteria tiene conto di dispense di qualsiasi genere unicamente, sen-
za eccezione, quando la documentazione, firmata dal Decano/Preside/
Coordinatore, viene consegnata per iscritto alla Segreteria e, di regola,
entro la data di scadenza indicata nell’Ordo.

3. Esami
In sede d’esame lo studente deve presentare al professore la tessera rila-
sciata dalla Segreteria. Se lo studente desidera avere soltanto la firma di
frequenza, deve ritirare dalla Segreteria il modulo di frequenza, presen-
tarlo alla fine del corso al professore per la firma, e riconsegnarlo alla
Segreteria. Per sostenere esami al di fuori della data stabilita, lo studente
deve ritirare in Segreteria l’apposito statino dietro versamento della tassa
prescritta. Il professore consegnerà lo statino con il voto alla Segreteria
dopo averlo registrato nell’apposito registro. Un elenco dei corsi con voti
semestrali si dà pro memoria alla fine di ciascun semestre.

4. Regolamenti per la consegna della tesi di dottorato


Al momento di consegnare in Segreteria i quattro esemplari della tesi e la
copia digitale della stessa, il candidato fornirà alla Segreteria ed al Decano/
Preside il suo attuale indirizzo e numero telefonico. La tesi non potrà essere
difesa prima di due mesi dalla consegna, salvo disposizione contraria.
Quindici giorni dopo la consegna della tesi, non contando le vacanze estive,
natalizie, e pasquali, il candidato si informerà presso il Segretario dell’Ateneo
sulla data e ora della difesa. Per il PIL, questa data è provvisoria e sarà con-
fermata (eventualmente) solo in seguito alla riunione degli esaminatori. La
riunione previa, si terrà 20 giorni prima della data della difesa. Appena con-
fermata la data della difesa, il candidato consegnerà alla Segreteria 50 copie
dell’invito alla difesa, e il prospetto generale (non più di 6 pagine) della tesi (le
Procedure della Segreteria sono state aggiornate il 30 maggio 2012).

VIII. Riconoscimento dei titoli di studio in Italia

“I titoli accademici in teologia e nelle altre discipline ecclesiastiche, deter-


minate d’accordo tra le Parti, conferiti dalle facoltà approvate dalla Santa

37
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Sede, sono riconosciuti dallo Stato” (art. 10,2 della Legge 25.3.1985, n.
121, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 28 del 10.4.1985).
“I titoli accademici di baccalaureato e di licenza nelle discipline di cui
all’art. 1 (Teologia e Sacra Scrittura) conferiti dalle facoltà approvate dalla
Santa Sede, sono riconosciuti, a richiesta degli interessati, rispettivamente
come diploma universitario e come laurea con decreto del Ministro per
l’Università e la Ricerca Scientifica e Tecnologica, su conforme parere del
Consiglio Universitario Nazionale.
Il riconoscimento è disposto previo accertamento della parità delle durata
del corso di studio seguito a quella prevista dall’ordinamento universita-
rio italiano per i titoli accademici di equivalente livello; si dovrà anche
accertare che l’interessato abbia sostenuto un numero di esami pari a non
meno di 13 annualità di insegnamento per i titoli da riconoscere come di-
ploma universitario, e pari a non meno di 20 annualità di insegnamento
per i titoli da riconoscere come laurea” (DPR n. 175 del 2.2.1994, pubbli-
cato nella Gazzetta Ufficiale n. 62 del 16.3.1994).

IX. Adeguamento al “Processo di Bologna”

Il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo sta assumendo tutti gli obiettivi, gli


intenti e gli impegni richiesti dal “Processo di Bologna”, sottoscritto dalla
Santa Sede nel 2003. Questo processo ha lo scopo di introdurre un siste-
ma di titoli accademici facilmente riconoscibili e comparabili, promuove-
re la mobilità degli studenti, degli insegnanti e dei ricercatori, assicurare
un insegnamento di elevata qualità e introdurre la dimensione europea
nell’insegnamento superiore. Un ufficio preposto cura le valutazioni e il
processo di qualità.

X. Il Sistema ECTS (European Credit Transfer System)

Il sistema europeo di accumulazione e trasferimento dei crediti è un si-


stema incentrato sullo studente e basato sul carico di lavoro richiesto a
uno studente per raggiungere gli obiettivi di un corso di studio, obiettivi
preferibilmente espressi in termini di risultati dell’apprendimento e di
competenze da acquisire.

1 credito ECTS equivale a 25 ore di lavoro dello studente, di cui (in-


dicativamente):
- 8 ore dedicate alla frequenza delle lezioni «frontali»;
- 15 ore dedicate allo studio;
- 2 ore dedicate alla preparazione e al sostenimento dell’esame.

38
INFORMAZIONI GENERALI

Il criterio di attribuzione dei voti in ambito ECTS segue un criterio di


tipo comparativo: esso propone una votazione in cinque classi (A, B, C,
D ed E) in cui il voto di profitto è attribuito non rispetto alla votazione
riportata all’esame, bensì rispetto alla posizione percentuale che tale vota-
zione occupa nella serie di votazioni di riferimento.

Applicandolo al nostro caso, si avrebbe una distribuzione in cinque classi


così definita:

Classe Qualifica Voti (SA) Descrizione ECTS

corrisponde ai voti ottenuti


A Summa cum Laude 9.75-10.00
dal migliore 10% degli studenti
corrisponde ai voti ottenuti
B Magna cum Laude 9.00-9.74
dal successivo 25% degli studenti
corrisponde ai voti ottenuti
C Cum Laude 8.25-8.99
dal successivo 30% degli studenti
corrisponde ai voti ottenuti
D Bene probatus 7.25-8.24
dal successivo 25% degli studenti
corrisponde ai voti ottenuti
E Probatus 6.00-7.24
dal successivo 10% degli studenti

39
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

STUDENT GUIDE

The official booklets containing the Statutes and Regulations are availa-
ble for consultation in the Segreteria Generale.

I. Registration

A. Academic categories
1. Studenti ordinari: are full-time students studying for an academic
degree (Bachelor’s, License, Doctorate).
2. Straordinari: are full-time students following a given programme
who cannot or do not wish to obtain an academic degree.
3. Fuori corso: a) those who have followed the full university curriculum
of a given cycle of studies, according to the regulations, but who have
not yet fulfilled all the requirements for the awarding of an academic
degree or its equivalent; b) those who though eligible for regular in-
scription for the succeeding year of a given cycle of studies do not avail
themselves of this right, according to the regulations laid down by the
Segreteria Generale, for the full period of the interruption of studies.
4. Ospiti: are auditors who enrol for some course(s). They may take the
examinations or receive a certificate of attendance.

B. Admission requirements for Studenti ordinari


1. To be admitted to the first (undergraduate) cycle, students need cer-
tification which would admit them to university studies in their own
countries. If the school does not have State recognition, official tran-
scripts are to be presented to the department head of the Faculty in
which the student wishes to enrol. More information regarding the
admission to the 1st cycle of the Faculty of Theology is available fur-
ther below, in its introductory section.
2. To be admitted to the second (license) cycle, students must have ob-
tained the bachelor’s degree (Ph.B., ST.B., SL.B.) from the preceding
cycle. There is an admission examination for those who do not have
the ST.B and the content of the material to be examined can be ob-
tained from the Segreteria.
3. An average grade of 8/10 is required in order to be admitted to the
second (license) cycle.

40
INFORMAZIONI GENERALI

4. A verbal rate (qualifica) magna cum laude is required in order to be


admitted to third (doctorate) cycle.

C. Registration
1. Matriculating students (those enrolling for the first time) must begin
their registration online using the section Segreteria on-line / Preis-
crizioni online of our website (www.anselmianum.com). Those regis-
tering must input their personal data as it is shown on their official
documents of identification (ID card or passport). When registering,
the student can then indicate their proposed study plan as well as
upload the necessary documents required for entry to their chosen
course, including a digital photograph (jpeg format, 768 x 1024 pixels)
which will also be used on their tessera (registration card). The pho-
tograph needs to correspond with the criteria set for all photographs
used in documents of identification: it must be a frontal representa-
tion of the candidate with a white or neutral background showing
only the head and neck. The process of registration concludes when a
summary document of the application is printed and signed by the ap-
plicant and submitted to the segretaria together with all the originals
of the documents used in the application.
2. Choice of courses/renewing registration: After registration the student
needs to choose the courses he/she wishes to pursue. In order to do
this forms will be available to download from the Segreteria section of
our website. Each study plan must be completed in the presence of the
director of the student’s academic course (Dean/President/Coordina-
tor) and must carry the signature of this same person. At this point
any exemptions will be made explicit and will require the support
of supplementary documentation. The student may add or remove
courses from their timetable within the first two weeks of term after
which it no longer becomes possible to make amendments.
3. No course may be attended unless the student is registered in accord-
ance with the regulations. With the permission of the relevant profes-
sor, a maximum of one lecture may be attended without registration.

D. Documents, etc. required of students enrolling for the first time


1. Official transcripts of previous studies and certification of degree(s)
obtained. Non-Italian students must present a declaration (a so-called

41
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

“dichiarazione di valore”) by the Italian diplomatic or consular au-


thorities in their countries of residence, testifying that their academic
qualifications give them the right to register at a State university in
the relevant country (these documents are not required from auditors/
Studenti ospiti).
2. Authorisation from the Dean/President as well as a personal study
plan signed by the department head.
3. Ecclesiastical students, seminarians and religious: a letter from their
superior assigning them to studies at Sant’Anselmo. Lay students: a
letter from an ecclesiastic.
4. One passport-size photograph, with name and faculty written on re-
verse side.
5. Students from the European Union (= EU) present a birth certificate
or an identity card, with photocopy.
6. Non-EU students present in the Segreteria:
a. Passport, with photocopy. The copy will be retained in the Segreteria;
b. A student visa issued by the Italian embassy/consulate in the stu-
dent’s own country. Note: the tourist visa is not valid.
To apply for a visa, prior to coming to Rome, the student must re-
quest from the Segreteria a pre-registration document which must
be validated by the official representative of the Holy See in the
student’s own country.
For ecclesiastical students, seminarians and religious, a certifi-
cate of pre-registration will be issued if the request is accompa-
nied by a letter from their superior assigning them to studies at
Sant’Anselmo.
For lay students a certificate of pre-registration will be issued if the
request is accompanied by:
- a letter of presentation from the ordinary of the diocese from
which the student comes (copies or fax are not valid);
- a declaration by a private person or by a juridical person ac-
cepting responsibility for the room, board and medical expens-
es of the student. Such a declaration must have the nihil obstat
of the ordinary of the Italian diocese of such a person. In case
the student presents a statement of self-maintenance (personal
financial responsibility), this must be countersigned by the or-
dinary of the diocese from which he comes.

42
INFORMAZIONI GENERALI

7. Diocesan priests not living in an official ecclesiastical residence listed


in the Annuario Pontificio are asked to inquire in the Segreteria for
regulations mandated by the Vicariate of Rome.
8. Payment of the due fees.

E. Registration schedule
1. First and second semester registration schedules are to be found in the
Ordo, in the section Calendario delle attività accademiche (Calendar of
the academic activities).
2. Late registration. Students may be admitted after the 15th day of the
respective semester only with the permission of the department head.
After one month the student requests permission in writing from the
council of the department head. There is a fine for late enrolment (see
Tasse speciali).

F. Restrictions
1. Students registered at Sant’Anselmo as ordinari are not permitted to
enrol in any other institution or faculty as ordinary and should this
occur all credit for courses taken in the other institution/faculty will
be cancelled. Studenti ordinari may, however, enrol in another faculty
as straordinari, provided that the number of courses taken does not
exceed a third of the annual or semester courses offered in the other
faculty.
2. Registration as a studente fuori corso for a given cycle of studies is lim-
ited to a maximum period of five years following the final registration
as an ordinary student. Once these five years have elapsed the contin-
uing student loses the right to proceed to the relevant academic degree
and must re-register for the cycle as an ordinary student. For valid
reasons exceptions to this regulation may be granted by the relevant
Faculty Council. In order to retain the right to proceed to the relevant
academic degree and, where this is required, to sit any examinations
which are lacking in the courses he/she has attended as an ordinary
student, every continuing student must pay the semester fees for the
full period of continuing registration. In every case, all outstanding
fees must be paid before the procedure for obtaining any given aca-
demic degree can be initiated or before any certificate can be obtained
from the Segreteria Generale. However, in grave cases (illness, pressing

43
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

pastoral commitments, etc) the student may ask the Dean/President’s


Council for permission to temporarily interrupt his/her studies for a
certain period of time and give documentation which supports this
request. If this request is accepted then the student will be exonerated
from the obligation to renew his/her inscription and from the relevant
fees for the given period (revision made on 29/05/2014).

G. Study plan
The student’s study plan must correspond to the programme outlined by
the Faculty or Institute to which he/she belongs, or to one established
by the Dean/President/Coordinator. This plan commits the student to
attend classes and examinations as well as seminars. The study plan pro-
vides for obligatory courses, optional courses, seminars as well as possible
exemptions. Once it has been signed by the Dean/President/Coordinator
the study plan may be modified only with the authorisation of the same,
and, according to the rules, within the deadline indicated in the Ordo.

H. Attendance
Attendance at classes and seminars is obligatory. Those who miss a third
of class or seminar sessions lose the right to take the examination or re-
ceive a grade or certificate of attendance.

II. Examinations

A. Eligibility
In order to sit an examination the student, even if his/her status is that
of straordinario or ospite, must have completed a valid registration in the
courses or seminars in which he/she wishes to be examined and do so
within the set time-frame. The student must also attend class regularly
and must have paid the relevant academic fees in full.

B. Registration
Registration for the course implies the right to sit the examination during
the relative examination session. The registration for the examination it-
self is to be completed online. In exceptional cases the registration for the
examination may also be completed in the Segreteria Generale. Students
who wish to postpone the examination must fill out a form (rinvio) avail-
able from the Segreteria. Students of the 1st cycle in philosophy may not
postpone more than two examinations without the consent of the Dean.
This includes the comprehensive examination.

44
INFORMAZIONI GENERALI

C. Kinds of examinations
Examinations may be written and/or oral, according to the regulations
of each faculty.

D. Repetition of examinations
1. If during an examination a student feels that he/she is not prepared and
cannot complete the examination successfully, the professor may recom-
mend that the student attempt the exam at another time and may grade
the exam with an R (rinviato). Alternatively, if the student acknowledges
such a difficulty before the examination, they may ask for a Rinvio dell’e-
same module in Segreteria and have it signed by the professor.
2. An examination in a required course for which the student receives a
grade less than 6 must be taken again.
3. An examination in an optional course for which the student receives
a grade less than 6 may be taken again or substituted by another op-
tional course.
4. A re-examination in a failed course may not be taken more than once,
and may not be taken in the same examination session (November,
February, June). For details please consult departmental regulations.

E. Grades
Voti and their corresponding grading scale (qualifica): lowest passing
grade is 6, highest is 10:
1-5 (   -5.99) non probatus
6.00 (6.00-7.24) probatus
7.50 (7.25-8.24) bene probatus
8.50 (8.25-8.99) cum laude probatus
9.50 (9.00-9.74) magna cum laude probatus
10.00 (9.75-10.00) summa cum laude probatus

III. Language competence

A. Italian
An adequate understanding of Italian (B2), the language of instruction,
is essential.

45
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

B. Latin and Greek


Latin and Greek are required of all Studenti ordinari. Those who do not
have these languages may be obliged to enrol in one or both courses,
which the Ateneo offers in Italian.
C. Hebrew
Undergraduate Studenti ordinari must also study a course in Hebrew for
two semesters normally from the beginning of their first cycle in philoso-
phy or theology. Hebrew is not required of those who do not intend to go
on to theological studies, or who enrol only for the third year of theology,
provided that they do not intend to pursue biblical studies.

D. Modern languages
Besides Italian, students in the ST.B. programme (triennio teologico) are
required to have an adequate understanding of one of either English,
French or German. Besides Italian, those enrolling for the second (li-
cense) cycle need two other modern languages, chosen from English,
French, German (including Spanish for students in the faculty of litur-
gy). Language courses may be required of students who lack the proper
language preparation. The Ordo lists the dates for the modern language
examinations (esami-verifica).

IV. Academic degrees

The Statutes and the Regulations of the various faculties determine the
degrees conferred by each, the length of the programmes, the courses,
papers and examinations required.
a. Academic degrees conferred
The bachelor’s (Ph.B. in philosophy, ST.B. in theology, SL.B. in
liturgy) at the end of the first cycle.
The license (Ph.L. in Philosophy, ST.L. in Theology, SM.L. in
Monastic Studies, SL.L. in Liturgy) at the end of the second cy-
cle.
The doctorate (Ph.D. in Philosophy, ST.D. in Theology, SM.D.
in Monastic Studies, SL.D. in Liturgy) at the end of the third
cycle and after the defence and publication of the doctoral dis-
sertation.
Besides the above qualifications different kinds of Certificates of
Specialization (that are not academic degrees) are also conferred.

46
INFORMAZIONI GENERALI

b. Non-degree students
Students who are not studying for degrees are asked to consult the
Ordinamenti of the various faculties. Details for obtaining degrees,
particularly that of the doctorate, are found below under Procedure
della Segreteria.

V. Academic calendar

All exceptions involving changes in the published calendar (e.g., collo-


quia, simposia, organized trips, etc.) must have the advance approval of
the competent academic authority, in consultation with the Segretario of
the Athenaeum.

VI. Classrooms/timetable

Changes of classrooms must be arranged through the Segreteria. Changes


in the timetable must be approved by the Dean or President, in consulta-
tion with the Segreteria of the Athenaeum.

VII. Procedures

1. Rules for requests of diplomas and of certificates:


a. for diplomas and certificates students must collect from the Segreteria
the modulo di richiesta form and return it completed to the Segreteria
together with the receipt of the necessary fee paid (see special fees/
Tasse Speciali);
b. certificates may be collected 8 days (excluding holidays) after the re-
quest has been made;
c. Diplomas, if all the requirements are fulfilled, will be ready 15 days
after the request;
d. Written requests for certificates must also include the corresponding
fee. All types of diplomas are consigned to the candidate directly or to
someone whom the candidate has specifically nominated to receive it
on their behalf (in which case he/she must bring a written authorisa-
tion and valid ID).

47
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

2. Rules for possible exemptions


The individual curriculum (Piano di studio individuale) approved by the
Dean (or President) at the beginning of each semester is binding for the
student who is thus obliged to attend courses and seminars listed in it as
well as to take the exams.
The Segreteria can consider exemptions only (and without exception)
when a written document, signed by the Dean/President/Coordinator, is
given to the Segreteria and, according to the norm, presented before the
deadline indicated in the Ordo.

3. Examinations (Exams)
When going to take an exam the student must show to the Professor his/
her student ID issued by the Segreteria. If the student only wants a state-
ment of attendance, he/she must collect from the Segreteria an attendance
form (modulo di frequenza), submit it at the end of the course to the Pro-
fessor for his/her signature and submit it to the Segreteria. To take exams
outside the established date the student must secure from the Segreteria
the appropriate form upon payment of the requested fee. The Professor
will fill in the grade and submit it to the Segreteria after he/she has regis-
tered it in the appropriate register. A list of courses with the grades for the
semester is given as a memorandum at the end of each semester.

4. Rule for the submission of the Doctoral thesis


When presenting the Segreteria with four hard copies of the thesis as well
as a digital copy, the candidate will indicate to the Segreteria and to the
Dean/President his/her present address and telephone number.
The doctoral thesis should be submitted two months in advance of the
foreseen date of defense. Fifteen days after submitting the thesis (not
counting summer, Christmas and Easter holidays) the candidate will en-
quire in the Segreteria about the date and hour of the doctoral defence.
In the Pontifical Institute of Liturgy, this provisional date can be con-
firmed only after the meeting of the panel of professors is held, that is
twenty days before the proposed date of defense.
The Segreteria will remind the candidate of this rule upon the receipt of
the thesis. As soon as the date of defence is confirmed, the candidate shall
give the Segreteria 50 copies of the invitation to the defence and a general
abstract of the thesis, no more than 6 pages in length.
(The procedures were updated on 30th May, 2012)

48
INFORMAZIONI GENERALI

VIII. Recognition by the Italian state of diplomas released by the


Pontificio Ateneo Sant’Anselmo

“Academic diplomas in theology and in the other ecclesiastical disci-


plines (sciences), agreed upon by the two parties, issued by the Facul-
ties approved by the Holy See are recognised by the State (Italy)” (art.
10.2. of Law March 25th 1985, n. 121, published in Gazzetta Ufficiale
della Repubblica Italiana n. 28 of April 10th 1985).

“Academic diplomas of baccalaureate and of license in the disciplines


indicated in article 1 (Theology and Sacred Scriptures) issued by the
Faculties approved by the Holy See, are recognised, upon request of
the individual graduate respectively as diploma universitario and as
laurea, by Decreto of the Italian Minister for Universities (Ministero
per l’Università e la ricerca scientifica e tecnologia) upon the favourable
opinion of the Italian National University Council. Recognition is de-
cided after ascertaining that the length of studies attended is equal to
the length established by Italian laws for academic diplomas of equiv-
alent level; it will also be necessary that the individual student has
passed a number of examinations equaling at least 13 annualità for
diplomas to be recognized as diploma universitario and at least 20 an-
nualità for diplomas to be recognized as laurea” (DPR n.175 of Febru-
ary 2nd 1994, published in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana
n. 62 of March 16th 1994).

IX. Adoption of the “Bologna Process” (“Processo di Bologna”)

The Pontificio Ateneo Sant’Anselmo is in the process of adopting all the


objectives, goals and obligations requested by the “Bologna Process”, sub-
scribed to by the Holy See in 2003. This process is aimed at introducing a
system of academic diplomas that will be easily recognisable and compa-
rable, thus promoting mobility of students, professors and scholars, and
assuring the highest standards of university studies while introducing a
specifically European dimension to higher education.
The Ateneo has an office that is dedicated to quality evaluation.

X. The ECTS System (European Credit Transfer System)

The European system of accumulating and transferring credits is a stu-


dent-centred system based on the workload required from each student in
order to attain the objectives of a course of studies, expressed preferably

49
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

in terms of the learning objectives and competencies which the course


seeks install.
1 ECTS credit represents 25 hours of work on behalf of the student,
of which (approximately):
- 8 hours are dedicated to attending lessons;
- 15 hours are dedicated to independent study;
- 2 hours are dedicated to the preparation for and completion of the
examination.

The criteria by which grades are awarded in the ECTS sphere is com-
parative: there are 5 classes of grade (A, B, C, D and E) in which the
award gained represents not simply the grade given on the basis of the
candidate’s examination performance but also in respect to the percentile
position which this grade occupies when compared to the examination
performance of other candidates.

Applying this criteria to our case the following five classes of grades may
be defined:

Class Scale Grade (SA) ECTS Description

A Summa cum Laude 9.75-10.00 Corresponds to the grade obtained


by the best 10% of students.
Corresponds to the grade obtained
B Magna cum Laude 9.00-9.74 by the next 25% of students.
Corresponds to the grade obtained
C Cum Laude 8.25-8.99 by the next 30% of students.
Corresponds to the grade obtained
D Bene probatus 7.25-8.24 by the next 25% of students.
Corresponds to the grade obtained
E Probatus 6.00-7.24 by the final 10% of students.

50
INFORMAZIONI GENERALI

TASSE E CONTRIBUTI

Gli studenti che si iscrivono all’anno accademico 2019-2020 sono tenuti


a versare una tassa annuale, come meglio indicato nella seguente tabel-
la A, per ogni ciclo e/o corso. La tassa è generata automaticamente alla
conclusione delle procedure d’iscrizione all’anno accademico. Lo studen-
te riceverà dalla banca incaricata il relativo bollettino MAV (pagamento
Mediante AVviso) tramite email. Pertanto, è essenziale che lo studente
fornisca un indirizzo email valido.
In caso di mancato ricevimento entro due settimane dell’email con il MAV
allegato, si prega lo studente di recarsi in Segreteria per la segnalazione.
A pagamento effettuato, lo studente conserverà una copia della ricevuta
di pagamento.

Scadenze
Il pagamento della tassa annuale può essere suddiviso in rate semestrali:

Gli studenti ordinari e straordinari del I e II ciclo possono versare le tasse


accademiche in due rate:
- la prima rata da versare entro e non oltre il 10 novembre 2019;
- la seconda rata da versare entro e non oltre il 28 febbraio 2020.

Gli studenti del III ciclo possono versare le tasse accademiche in due rate
oppure in tre rate per la facoltà di Filosofia:
- la prima rata da versare entro e non oltre il 10 novembre 2019;
- la seconda rata da versare entro e non oltre il 28 febbraio 2020;
- la terza rata da versare entro e non oltre il 10 maggio 2020.

Il pagamento delle tasse speciali si dovrà effettuare nei giorni successivi


alla ricevuta del bollettino MAV.

N.B.:
- Ogni ritardo nei pagamenti delle iscrizioni comporterà una sovrattas-
sa di “mora”, come riportato nella relativa tabella (vedi tabella B. Tasse
speciali, 3° Ritardi pagamenti tasse).
- Le tasse già versate non vengono restituite, salvo altra disposizione in
merito del Rettore Magnifico.

51
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

- Non è permesso iscriversi all’anno successivo e sostenere esami se non si


è in regola con il pagamento delle rate precedenti.
- L’Ateneo non rilascia fatture e/o ricevute, pertanto, anche ai fini fiscali,
ha valore la ricevuta del bonifico effettuato per il pagamento della
tassa annuale e/o della tassa speciale.

A. Tasse scolastiche

I ciclo nelle facoltà di Filosofia e di Teologia


(ciascun anno del biennio/triennio) € 1.140,00
corsi opzionali € 25,00 ogni ECTS

Gli iscritti al I ciclo nelle facoltà di Filosofia e di Teologia possono seguire


corsi del II ciclo (fino a un massimo di 4) come corsi liberi (fuori dal pia-
no di studio). Se lo studente decidesse di proseguire con il II ciclo, questi
corsi potranno essere integrati – con l’approvazione del rispettivo decano
– nel curriculum di licenza. In questo caso è previsto uno sconto di 50%
sul costo intero dei singoli corsi.

Anno Propedeutico (PIL) € 1.850,00

I ciclo per il baccalaureato (PIL)


a) primo anno € 1.850,00
b) secondo o terzo anno € 1.140,00

II ciclo per la licenza nel PIL


a) ciascun anno del biennio € 1.850,00
b) alla consegna della tesi di licenza € 350,00

Diploma in Studiis Liturgicis € 1.850,00

II ciclo per la licenza nelle facoltà di Filosofia e di Teologia


a) ciascun anno del biennio € 1.440,00
b) alla consegna della tesi di licenza € 350,00

52
INFORMAZIONI GENERALI

III ciclo per il dottorato

a) all’iscrizione
Teologia e Liturgia (per 2 anni) € 1.440,00
Filosofia (per ognuno dei 3 anni) € 660,00
b) alla consegna della tesi € 700,00
c) alla difesa della tesi € 700,00
d) anno integrativo (PIL) € 1.160,00
e) Commissio ad Lauream (PIL) € 350,00
f) Lectio Coram (PIL) € 350,00

Gli studenti del III ciclo si iscrivono una sola volta, e l’iscrizione vale 2
anni (3 anni per il dottorato della facoltà di Filosofia). Possono iscriversi
a qualche corso senza ulteriore pagamento.

Corso di greco – PIL € 830,00


Corso di latino – PIL € 1.184,00

Fuori corso* al semestre per il baccalaureato1 e licenza 2 € 212,00


Fuori corso all’anno accademico per il dottorato3 € 274,00

* Rientrano in questa categoria gli studenti ordinari che non hanno com-
pletato i requisiti per il grado accademico entro i tempi previsti dal relati-
vo ciclo di studi (3 anni per il baccalaureato, 2 anni per la licenza, 2 anni
per il dottorato nella facoltà di Teologia e nel PIL, 3 anni per il dottorato
nella facoltà di Filosofia, ecc.).

Non sono tenuti a fare l’iscrizione fuori corso coloro che:


- devono soltanto consegnare (e discutere) l’elaborato finale;
- consegneranno l’elaborato finale nel semestre immediatamente succes-
sivo al ciclo di studi, rispettando le scadenze per la consegna riportate
nell’Ordo, sezione Calendario delle attività accademiche;

1
Chi non termina il I ciclo entro il 15 febbraio o 15 giugno.
2
Chi non ha consegnato la tesi di licenza entro il 15 dicembre o il 6 maggio.
3
Chi non ha consegnato la tesi di dottorato entro il 15 novembre o 15 marzo per chi
si è iscritto dal II semestre.

53
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

- non hanno bisogno di certificato d’iscrizione per l’anno in corso. Il


rilascio di questo certificato comporta l’iscrizione all’anno accademico
corrente e, quindi, il versamento delle relative tasse d’iscrizione menzio-
nate sopra.

Coloro che non riusciranno a rispettare tali scadenze dovranno iscriversi


fuori corso, sia per il primo semestre dopo il ciclo di studio, che per tutti
i successivi, fino al conseguimento del grado accademico.

Ospiti
a) iscritti altrove*: ciascun corso fino a 3 corsi
(salvo i corsi di lingua) € 43,00 ogni ECTS
b) altri: ciascun corso € 48,00 ogni ECTS

Corsi di lingua copta e siriaca al semestre:


a) iscritti all’Ateneo compreso nella tassa
b) altri (al semestre) € 235,00

Corsi di lingue greca e latina al semestre:


a) iscritti all’Ateneo compreso nella tassa
b) altri (al semestre) € 235,00

Corsi di lingua ebraica:


a) iscritti all’Ateneo compreso nella tassa
b) altri (al semestre) € 235,00

Corsi di lingua inglese, francese, spagnolo, tedesco:


a) iscritti all’Ateneo compreso nella tassa
b) altri (al semestre) € 235,00

Corso estivo di lingua latina € 315,00


Corso estivo di lingua greca € 255,00
Corso estivo di lingua ebraica € 255,00
Corso estivo di Architettura e Arti per la Liturgia € 600,00

* Per gli studenti ospiti iscritti altrove è previsto uno sconto di 10% sul costo
intero del corso. Per beneficiare di tale sconto, è necessario dimostrare l’ef-
fettiva iscrizione all’anno in corso tramite tessera studente oppure certificato
d’iscrizione.

54
INFORMAZIONI GENERALI

Collaborazione con il Pontificio Istituto Orientale: gli studenti iscritti al P.I.O.


possono seguire corsi del nostro ateneo con l’approvazione del loro decano sen-
za costi aggiuntivi. Anche in questo caso, lo studente deve esibire una tessera
studente valida per l’anno in corso oppure un certificato d’iscrizione.

Corsi di alta specializzazione post-laurea

Architettura e Arti per la Liturgia:


a) iscritti all’Ateneo e uditori € 850,00
b) altri (all’anno accademico) € 1.500,00
c) per ciascuna parte € 170,00
d) rilascio diploma € 255,00

Musica Liturgica:
a) iscritti all’Ateneo € 780,00
b) altri (all’anno accademico) € 1.312,00
c) per ciascuna parte € 170,00
d) rilascio diploma € 255,00

Corso di alta specializzazione per Guide Turistiche


a) iscritti all’Ateneo e uditori € 850,00
b) altri (all’anno accademico) € 1.500,00
c) per ciascuna parte € 170,00
d) rilascio diploma € 255,00

Corsi integrativi per Architettura e Guide Turistiche

Architettura funeraria
a) iscritti all’Ateneo e uditori € 500,00
b) altri (all’anno accademico) € 850,00

Conservazione e adeguamento della chiesa barocca


a) iscritti all’Ateneo e uditori € 500,00
b) altri (all’anno accademico) € 850,00

Arte per il Culto Cristiano


a) iscritti all’Ateneo € 780,00*
b) altri (all’anno accademico) € 1.312,00*
c) per ciascuna parte € 190,00*
d) rilascio diploma € 255,00

55
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Arte Floreale a Servizio della Liturgia (ogni livello) € 170,00*

* (materiali non inclusi)

Gli studenti possono essere chiamati a sostenere anche le seguenti tas-


se speciali per specifiche necessità o per mora per ritardi nei pagamenti
come da seguente tabella B, con le modalità sopra indicate.

B. Tasse speciali
1º Ripetizione esami:
a) con più esaminatori € 166,00
b) con un solo esaminatore € 88,00

2º Ripetizione esami:
a) con una commissione € 170,00
b) senza commissione € 90,00
Le tasse sopra indicate vengono richieste anche nei seguenti casi: quando
l’esame viene sostenuto fuori delle sessioni ordinarie; quando lo studente
iscritto non si presenta a sostenere l’esame (salvo avviso alla Segreteria
Generale almeno 3 giorni prima dell’esame); quando l’esame viene ri-
mandato di oltre un anno dalla data stabilita.

3º Ritardi pagamenti tasse:


a) all’anno accademico o a ciascun corso o seminario: € 50,00 per chi
pagherà dopo il 10 novembre (primo semestre) e dopo il 1° marzo (se-
condo semestre);
b) tasse speciali (sez. B.1.2.4): non sono previste sanzioni finanziarie per
il ritardo del pagamento di esami, certificati e diplomi, ma è importante
notare che la procedura relativa agli stessi non sarà avviata senza l’avve-
nuto pagamento.

4º Documenti:
a) Diploma e certificato di grado accademico € 82,00
b) Solo certificato di grado accademico € 56,00
c) Certificato di iscrizione e preiscrizione gratuito
d) Altri certificati € 20,00
e) Duplicato tessera € 26,00

Nota: Le eventuali spese di spedizione dei documenti sono a carico del


richiedente.

56
INFORMAZIONI GENERALI

NORME SUL PLAGIO – SANZIONI DISCIPLINARI

In caso di plagio vengono adottate sanzioni disciplinari che saranno opportu-


namente vagliate dalle autorità accademiche.

Lo studente, sotto la propria responsabilità, ai sensi del Decreto del Presidente


della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e s.m.i. e dell’art. 1 della Legge n.
590/94 che prevede la reclusione da sei mesi a tre anni per chiunque esponga
dichiarazioni o fatti non conformi al vero, si impegna:
- a redigere l’elaborato della tesi in modo originale e in maniera respon-
sabile secondo quanto concordato con il moderatore e nel pieno rispetto
delle norme di legge e regolamentari in materia di plagio;
- a effettuare in particolare, in maniera chiara e puntuale, l’indicazione
specifica delle fonti relative a qualsiasi materiale di altri autori eventual-
mente contenuto nella tesi (per esempio parte di un testo, una tabella o
un grafico).

Inoltre dichiarerà:
1. Che sarà l’unico autore dell’intero testo presentato.
2. Che il testo non conterrà elementi plagiati.
3. Che il file di testo consegnato in versione informatica corrisponderà esat-
tamente alla versione stampata in via definitiva su carta.
4. Di essere a conoscenza che, in caso in cui fossero individuati elementi pla-
giati nel proprio lavoro, si applicherà la procedura di cui ai punti (a.) e (f.)
che seguono, che potrà anche portare all’esclusione dall’istituto/facoltà,
senza la possibilità di sostituire il lavoro e senza possibilità di appello.
5. Di essere a conoscenza e di accettare le norme, procedure ed eventuali
sanzioni di seguito riportate:
a. Il docente/moderatore che venisse a conoscenza di un’ipotesi di plagio
nella tesi di baccalaureato, di diploma, di licenza o di dottorato, co-
munica il fatto al Preside/Decano dell’istituto/facoltà, il quale convo-
ca il Consiglio del Preside/Decano per discuterne.
b. Lo studente/candidato, la cui violazione venga accertata dal Consi-
glio del Preside/Decano dell’istituto/facoltà, sarà convocato davanti
al predetto Consiglio per esporre le proprie ragioni rispetto alle con-
testazioni mosse.

57
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

c. I plagi accertati possono comportare (a) uno slittamento di almeno


una sessione per la discussione della tesi (dovuta anche alla necessità
di apportare le dovute modifiche al lavoro), (b) una penalizzazione
di almeno mezzo (1/2) punto su 10 punti assegnabili nel caso in cui
il plagio riguardi le tesi di baccalaureato e licenza o l’elaborato per il
diploma e, di 1 punto su 10 punti assegnabili nel caso in cui il plagio
riguardi le tesi di dottorato. Le decisioni definitive al riguardo sono as-
sunte dal Consiglio del Preside/Decano, valutata la gravità del plagio.
d. Il Consiglio del Rettore esamina i casi più gravi, su segnalazione del
Consiglio del Preside/Decano, e propone eventuali ulteriori sanzioni
disciplinari (come ad esempio, l’annullamento del lavoro di tesi, la
sospensione dal diritto di presentare un altro elaborato per almeno
un semestre o l’espulsione del candidato dall’Ateneo). Nel caso in cui
il riconoscimento del plagio è successivo al conferimento del grado
accademico, il Consiglio del Rettore dovrà avviare le procedure per la
revoca del titolo conseguito dal candidato e darne comunicazione alle
autorità competenti e alla Congregazione per l’Educazione Cattolica.
e. La responsabilità del plagio è sempre del candidato, anche quando
abbia ottenuto un implicito consenso da parte di autori citati nella tesi.
f. Quanto previsto nel presente documento non esclude le responsabilità
civili e/o penali a carico dell’autore del plagio.

Dopo aver preso visione di quanto esposto sopra, lo studente – già in fase di
elaborazione del progetto della tesi – si impegna di rispettare tali norme. Alla
consegna del lavoro definitivo firma la Dichiarazione di originalità del testo,
che riporta i punti salienti delle norme e delle relative sanzioni.

58
INFORMAZIONI GENERALI

PREMIO SANT’ANSELMO

Il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo istituisce il Premio Sant’Anselmo al fine di


stimolare la ricerca scientifica e promuovere la pubblicazione delle migliori
tesi dottorali.

1. Il Premio Sant’Anselmo è pari a un importo, da stabilire di anno in anno,


destinato a coprire integralmente le spese per la pubblicazione di una tesi
di dottorato nella collana Studia anselmiana.
2. Può concorrere all’assegnazione del Premio Sant’Anselmo qualsiasi tesi di
dottorato, discussa nel precedente anno solare, purché la valutazione del
testo scritto abbia ottenuto o superato il voto di 9,8 su 10.
3. Il contributo viene assegnato ogni anno alla migliore tesi del Pontificio
Ateneo Sant’Anselmo fra le tesi presentate nelle tre facoltà del Pontificio
Ateneo Sant’Anselmo.
4. Una giuria composta dal Rettore dell’Ateneo, dai Decani delle tre facoltà,
e dai membri della commissione scientifica per la collana Studia ansel-
miana, esaminerà le opere presentate e attribuirà il premio con giudizio
inappellabile.
5. Le candidature al Premio devono essere presentate al Rettore, accompa-
gnate da una richiesta scritta di partecipazione prima del 10 gennaio di
ogni anno. Il testo della tesi di dottorato deve essere consegnato entro il
25 gennaio.
6. Il Premio viene assegnato in occasione della festa di Sant’Anselmo, patro-
no dell’Ateneo, celebrata ogni anno nel mese di aprile (per la data vedi
Ordo Anni Academici dell’anno in corso).
7. Il testo definitivo della tesi di dottorato, pronto per la pubblicazione, deve
essere consegnato entro il 30 giugno, pena la perdita del contributo finan-
ziario.

59
LINGUE
LINGUE

LA TRADIZIONE

La comprensione e la conoscenza delle lingue classiche e orientali è essenziale


per lavorare con le fonti letterarie della tradizione filosofica, teologica e liturgica.
Chi vuole approfondire lo studio con ricerche nelle tradizioni esegetiche e
dogmatiche deve saper comprendere sia la lingua ebraica sia la lingua greca.
Non basta servirsi soltanto delle traduzioni che, tra l’altro, non sono sempre
così attendibili. Come scrisse il traduttore di Siracide:

Difatti le cose dette in ebraico non hanno la medesima forza quando sono
tradotte in altra lingua. E non solamente questa opera, ma anche la stessa
legge, i profeti e il resto dei libri conservano un vantaggio non piccolo nel
testo originale.

La conoscenza di queste lingue risulta ancora più importante per lo studio


della letteratura delle altre chiese antiche, che ancora oggi, risulta soltanto
parzialmente tradotta.
Sant’Anselmo gode di una lunga tradizione nello studio e nell’insegnamento
di queste lingue.

63
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

CORSI DI LINGUE

(facoltà di Filosofia e di Teologia)

A. Greca e latina;  B. Ebraica;  C. Siriaca;  D. Copta; E. moderna

100001 Esame-verifica della lingua greca


100002 Esame-verifica della lingua latina
100003 Esame-verifica della lingua italiana
100004 Esame-verifica della lingua inglese
100005 Esame-verifica della lingua francese
100006 Esame-verifica della lingua tedesca
100007 Esame-verifica della lingua spagnola

A. Corsi propedeutici di lingua greca e latina

Istituiti dal Pontificio Ateneo Sant’Anselmo per gli studenti delle sue facoltà e
per eventuali altri studenti dei Pontifici Atenei Romani che necessitino della
conoscenza di base delle suddette lingue. Per gli studenti dell’Ateneo si tenga
presente che i rispettivi Decani potranno stabilire, nei singoli casi, l’obbligo
della frequenza ai corsi propedeutici, che valgono 3 ECTS al semestre. Essen-
do corsi obbligatori per coloro che ne avessero bisogno, non sostituiscono cor-
si opzionali. Si tengono il venerdì e hanno la frequenza di due ore settimanali.
Si tengono anche corsi di latino per progrediti: 01138 e 01139.

101120 Lingua greca (I semestre) 3 ECTS


C.U. Cortoni
101121 Lingua greca (II semestre) 3 ECTS
L. Simon
101130 Lingua latina I (I semestre) 3 ECTS
L. Rosa Ramos
101131 Lingua latina II (II semestre) 3 ECTS
L. Rosa Ramos
101138 Lingua latina per progrediti I (I semestre) 3 ECTS
D. Foster

64
LINGUE

101139 Lingua latina per progrediti II (II semestre) 3 ECTS


D. Foster

B. Lingua ebraica

101010 Lingua ebraica Ia (I semestre) 3 ECTS


M. P. Scanu
101011 Lingua ebraica Ib (II semestre) 3 ECTS
M. P. Scanu
101112 Lingua ebraica II
(corso annuale, per progrediti) 3 ECTS
M. P. Scanu

C. Lingua siriaca

101240 Siriaco Ia (I semestre) 3 ECTS


M. P. Scanu
101241 Siriaco Ib (II semestre) 3 ECTS
M. P. Scanu

D. Lingua copta

101250 Copto Ia (I semestre) 3 ECTS


M. P. Scanu
101251 Copto Ib (II semestre) 3 ECTS
M. P. Scanu

E. Lingua moderna

101160 Lingua inglese Ia (I semestre) 3 ECTS


D. Foster
101161 Lingua inglese Ib (II semestre) 3 ECTS
D. Foster
101164 Lingua tedesca I (I semestre) 3 ECTS
C. Burger
101165 Lingua tedesca II (II semestre) 3 ECTS
C. Burger

65
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

101166 Lingua francese Ia (I semestre) 3 ECTS


Ph. Nouzille
101167 Lingua francese Ib (II semestre) 3 ECTS
Ph. Nouzille
101171 Lingua spagnola I (I semestre) 3 ECTS
F. Rivas
101172 Lingua spagnola II (II semestre) 3 ECTS
F. Rivas
101260 Lingua inglese Ia (I semestre) 3 ECTS
P. Okogie
101261 Lingua inglese Ib (II semestre) 3 ECTS
P. Okogie

66
LINGUE

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020

I semestre

giovedì Inglese Ia Francese Ia Spagolo I


101166
11.55 - 13.30 101160 Foster
Nouzille

15.30 - 17.05 101171 Rivas

Latino per progrediti


venerdì Greco I Latino I
I

08.30 - 10.05 101120 Cortoni 101130 Rosa Ramos 101138 Foster

II semestre

giovedì Inglese Ib Francese Ib Spagolo II


101167
11.55 - 13.30 101161 Foster
Nouzille

15.30 - 17.05 101172 Rivas

Latino per progrediti


venerdì Greco II Latino II
II

08.30 - 10.05 101121 Simon 101131 Rosa Ramos 101139 Foster

L’orario dei corsi del professore Okogie (101260 e 101261) verrà stabilito con
gli studenti.

67
FACOLTÀ DI FILOSOFIA
INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI

La facoltà di Filosofia offre tre cicli di studio con un complesso di discipline


formative organizzate in funzione degli obiettivi che si intendono raggiunge-
re e dei titoli finali.

Il I ciclo, istituzionale, con un percorso triennale offre una formazione filoso-


fica di base completa e solida tale da permettere agli studenti che hanno fre-
quentato i corsi e hanno adempiuto tutti gli impegni accademici, di conseguire:
- il baccalaureato in Filosofia (180 ECTS);
- la formazione biennale (120 ECTS) richiesta per accedere al I ciclo di
studi di teologia.
Per essere ammesso al I ciclo in qualità di studente ordinario, occorre aver
conseguito il diploma di studi medio-superiori che dà diritto all’accesso
all’Università nel paese di provenienza dello studente.
Questa configurazione triennale per il baccalaureato si adatta al “Processo di
Bologna” per gli studi universitari in Europa.

Il II ciclo consta di un biennio di specializzazione che permette agli studenti


che hanno frequentato i corsi e hanno adempiuto tutti gli impegni accade-
mici, di conseguire la licenza in Filosofia (120 ECTS) con specializzazione in
Filosofia della Religione.
Per accedere al II ciclo è necessario il baccalaureato in Filosofia.

Il III ciclo offre agli studenti un dottorato di ricerca in Filosofia (180 ECTS)
con l’obiettivo di formare ricercatori e docenti di livello universitario.
Per l’ammissione al III ciclo è richiesto il grado di licenza in Filosofia con la
qualifica minima di magna cum laude.

Gli studenti non italiani devono superare l’esame di lingua italiana che at-
testi la capacità di seguire le lezioni. Chi non supera l’esame è tenuto a seguire
il corso di lingua italiana proposto dall’Ateneo.
Data esame: 4 ottobre 2019 - ore 09.00 Aula I.

71
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Ricerca in Fenomenologia – The Mr. Carl Thomas Bush Fund

La facoltà di Filosofia e The Mr. Carl Thomas Bush Fund vogliono sviluppare
la ricerca in fenomenologia e l’insegnamento di questa scuola filosofica nelle
sue diverse figure.

A partire dall’anno accademico 2013-2014, il programma della licenza ogni


anno integra almeno un corso dedicato a un tema studiato in una prospettiva
fenomenologica o un autore rappresentante della fenomenologia.

Inoltre sono organizzate giornate di studi in fenomenologia con la partecipa-


zione di relatori italiani o internazionali. Fanno parte del comitato organiz-
zativo di questa giornata: la prof.ssa Carla Canullo (Università di Macerata),
il prof. Stefano Bancalari (Università La Sapienza, Roma), il prof. Philippe
Nouzille (Pontificio Ateneo Sant’Anselmo).

Programma 2019-2020
Corso del prof. Philippe Nouzille:
(II ciclo - 1° semestre)
25045 Co-essere

Seminario del prof. Philippe Nouzille:


(II ciclo - 1° semestre)
13402 Introduzione alla fenomenologia

Convegno “Fenomenologia e storia”, 20 marzo 2020.

72
INFORMAZIONI GENERALI

Metaseminario lacaniano – II Seminario


L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi (1954-1955)

Felice Cimatti e Fabrizio Palombi


in collaborazione con il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma

Il secondo seminario di Jacques Lacan, svolto a cavallo tra il 1954 e il 1955, e


pubblicato con il titolo L’io nella teoria di Freud e nella tecnica della psicoanalisi,
è particolarmente prezioso per comprendere le finalità e le modalità di quel “ri-
torno a Freud” che costituisce il fulcro teorico e metodologico da cui prende le
mosse il suo insegnamento. All’interno di questo ciclo egli dedica un ampio spa-
zio al commento psicoanalitico della Lettera rubata di Edgar Allan Poe (1845),
sul quale ci soffermeremo durante le nostre relazioni. Osserveremo come Lacan
dipani, almeno parzialmente, l’intricata struttura narrativa del racconto rico-
struendola a posteriori ovvero partendo dal suo epilogo. Questo metodo retro-
spettivo e integrativo mostra una serie di cornici narrative inserite l’una nell’al-
tra; tali analisi servono allo psicoanalista per sostenere che una qualsiasi lettera
«arriva sempre a destinazione», tesi che risulta più comprensibile se pensiamo che
la missiva non deve essere intesa solo come oggetto materiale ma, soprattutto,
come posizione, come relazione tra soggetti, indipendente dal suo contenuto.
Il metaseminario è aperto a tutti.

Bibliografia
J. Lacan, Il seminario. Libro II. L’ io nella teoria di Freud e nella tecnica della
psicoanalisi (1954-1955), tr. it., Einaudi, Torino 2006.

Testi consigliati:
F. Palombi, Jacques Lacan, Carocci, Roma 2019.

Gli incontri si svolgeranno nei seguenti giorni: 15 novembre e 13 dicembre


2019, 17 gennaio, 28 febbraio, 27 marzo, 24 aprile e 15 maggio 2020, dalle
17.00 alle 19.00.

73
I CICLO BACCALAUREATO
I CICLO BACCALAUREATO

DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

Il I ciclo di filosofia è di 3 anni alla conclusione dei quali lo studente ottiene


il grado di baccalaureato in Filosofia. Poiché solo 2 anni di filosofia sono
richiesti per iniziare gli studi di teologia, il nostro I ciclo è organizzato come
un biennio (con un solo anno attivo per ogni anno accademico) più un terzo
anno (attivo ogni anno).

Per ogni semestre la facoltà di Teologia offre un corso introduttivo alla teo-
logia. Questi corsi sono obbligatori per chi intende proseguire con gli studi
di teologia.

Particolare importanza viene attribuita allo studio delle lingue latina e greca
necessarie per accedere alle fonti della tradizione filosofica e per i successivi
studi di specializzazione del secondo e terzo ciclo. I corsi di lingue sono op-
zionali, ma si raccomanda di seguire almeno un corso ogni semestre.
Si ricorda che prima della fine del I ciclo di teologia lo studente deve raggiun-
gere una formazione di base sia per il latino che per il greco.

Gli studenti del 3° anno seguono i corsi del ciclo di licenza. Se non hanno
studiato i primi due anni nella facoltà, il piano di studi può integrare corsi di
questi primi anni del I ciclo.

Durante il 3° anno gli studenti dovranno raggiungere 50 ECTS tra corsi e


seminari.

Alla fine del 3° anno lo studente deve produrre una tesina di 25-30 pagine (10
ECTS), il cui argomento sarà concordato precedentemente con un professore
della facoltà. Tale progetto verrà indicato nell’apposito modulo, che si ritira
in Segreteria Generale, con la firma del moderatore. La tesina sarà il punto di
partenza di un esame orale comprensivo.

Piano di studi: all’inizio di ogni semestre lo studente è tenuto a compilare


nell’apposito modulo, in triplice copia, il proprio piano di studi, il quale deve
avere l’approvazione del Decano; una copia rimane presso il Decano, una presso
la Segreteria e una rimane allo studente. Il Decano può accettare che tra i corsi
complementari, due al massimo possano essere frequentati presso altre facoltà.

77
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

PROGRAMMA GENERALE

1° anno

11001 Logica
11004 Filosofia della religione
11006 Ermeneutica filosofica
11007 Introduzione alla filosofia (obbligatorio per i nuovi studenti)
11008 Filosofia della natura e della scienza
11009 Filosofia della conoscenza
11010 Storia della filosofia moderna I
11011 Storia della filosofia moderna II
11014 Metodologia filosofica (obbligatorio per i nuovi studenti)
11015 Filosofia politica
11016 Filosofia della comunicazione
11030 Storia della filosofia contemporanea
11060 Sociologia della religione
11070 Introduzione alla Sacra Scrittura – AT
(obbligatorio per chi prosegue con la teologia)
11072 Introduzione alla teologia cristiana
(obbligatorio per chi prosegue con la teologia)
Seminario di filosofia antica

Corsi di Lingua

2° anno

11007 Introduzione alla filosofia (obbligatorio per i nuovi studenti)


11014 Metodologia filosofica (obbligatorio per i nuovi studenti)
12001 Metafisica
12003 Antropologia filosofica
12004 Etica
12005 Filosofia della storia
12007 Teologia naturale
12008 La questione di Dio oggi
12010 Storia della filosofia antica

78
I CICLO BACCALAUREATO

12020 Storia della filosofia medievale


12040 Estetica
12050 Psicologia della religione
Seminario di filosofia contemporanea
12070 Introduzione alla Sacra Scrittura – NT
(obbligatorio per chi prosegue con la teologia)
12071 Introduzione ai Padri
(obbligatorio per chi prosegue con la teologia)

Corsi di Lingua

3° anno

Gli studenti del 3° anno seguono i corsi del ciclo di licenza.


Se non hanno studiato i primi due anni nella facoltà, il piano di studi può
integrare corsi di questi primi anni del I ciclo.

Il programma dei corsi e seminari è organizzato ogni anno secondo le materie


seguenti:

1- Fenomenologia
2- Metafisica
3- Critica della metafisica
4- Filosofia della religione
5- Grandi testi di Filosofia della religione I
6- Grandi testi di Filosofia della religione II
7- Filosofia del linguaggio
8- Politica e società
9- Filosofia antica
10- Filosofia medievale
11- Antropologia
12- La ragione
13- Filosofie e scienze
14- Estetica I
15- Estetica II
16- Seminari vari

79
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

PROGRAMMA DEI CORSI 2019-2020

I semestre

Corsi obbligatori

11001 Logica 5 ECTS


A. Velardi
11010 Storia della filosofia moderna I 5 ECTS
Ph. Nouzille
11011 Storia della filosofia moderna II 5 ECTS
A. De Santis
11015 Filosofia politica 5 ECTS
D. Tonelli
11016 Filosofia della comunicazione 3 ECTS
G. Mazza

Corsi a scelta

11007 Introduzione alla filosofia 3 ECTS


(obbligatorio per i nuovi studenti)
B. Sawicki
11070 Introduzione all’Antico Testamento 3 ECTS
(obbligatorio per chi prosegue con la Teologia)
M.P. Scanu

Seminario di Filosofia antica


11415 Aristotele, Etica Nicomachea 3 ECTS
D. Foster

80
I CICLO BACCALAUREATO

II semestre

Corsi obbligatori

11004 Filosofia della religione 5 ECTS


A. Bellocci
11006 Ermeneutica 3 ECTS
M. Zupi
11008 Filosofia della natura e della scienza 5 ECTS
L. Baccari
11009 Filosofia della conoscenza 5 ECTS
P. Okogie
11030 Storia della filosofia contemporanea 5 ECTS
A. De Santis
11060 Sociologia della religione 3 ECTS
G. Mazza

Corsi a scelta

11014 Metodologia filosofica 3 ECTS


(obbligatorio per i nuovi studenti)
P. De Feo
12071 Introduzione alla teologia cristiana 3 ECTS
(obbligatorio per chi prosegue con la Teologia)
Ph. Nouzille

81
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020 – I semestre

Settimana I: 7 - 11 ottobre

orario 7 ottobre 8 ottobre 9 ottobre 10 ottobre 11 ottobre

08.30 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11001 Velardi 11007 Sawicki 11010 Nouzille Lingue

11011
11.05 11007 Sawicki 11010 Nouzille
De Santis

11011
11.55
De Santis

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

Settimana II: 14 -18 ottobre

orario 14 ottobre 15 ottobre 16 ottobre 17 ottobre 18 ottobre

08.30 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11011 De Santis 11001 Velardi 11007 Sawicki 11010 Nouzille Lingue

11.05 11011 De Santis 11007 Sawicki 11010 Nouzille

11.55

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

82
I CICLO BACCALAUREATO

Settimana III: 21 - 25 ottobre

orario 21 ottobre 22 ottobre 23 ottobre 24 ottobre 25 ottobre

08.30 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11011 De Santis 11001 Velardi 11007 Sawicki 11010 Nouzille Lingue

11.05 11011 De Santis 11007 Sawicki 11010 Nouzille

11.55

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

Settimana IV: 28 ottobre - 1 novembre

orario 28 ottobre 29 ottobre 30 ottobre 31 ottobre 1 novembre

08.30 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11011 De Santis 11001 Velardi 11007 Sawicki 11010 Nouzille

11.05 11011 De Santis 11011 De Santis 11007 Sawicki 11010 Nouzille

11.55 11011 De Santis

15.30

16.20

83
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Settimana V: 4 - 8 novembre

orario 4 novembre 5 novembre 6 novembre 7 novembre 8 novembre

08.30 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11011 De Santis 11001 Velardi 11015 Tonelli 11015 Tonelli Lingue

11.05 11011 De Santis 11007 Sawicki 11015 Tonelli 11015 Tonelli

11.55 11007 Sawicki 11015 Tonelli

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

Settimana VI: 11 - 15 novembre

orario 11 novembre 12 novembre 13 novembre 14 novembre 15 novembre

08.30 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11001 Velardi 11007 Sawicki 11010 Nouzille Lingue

11.05 11011 De Santis 11007 Sawicki 11010 Nouzille

11.55 11011 De Santis

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

84
I CICLO BACCALAUREATO

Settimana VII: 18 - 22 novembre

orario 18 novembre 19 novembre 20 novembre 21 novembre 22 novembre

08.30 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11011 De Santis 11001 Velardi 11015 Tonelli 11015 Tonelli

11.05 11011 De Santis 11015 Tonelli 11015 Tonelli Convegno

11.55 11015 Tonelli

15.30

16.20

Settimana VIII: 25 - 29 novembre

orario 25 novembre 26 novembre 27 novembre 28 novembre 29 novembre

08.30 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11011 De Santis 11001 Velardi 11007 Sawicki 11010 Nouzille Lingue

11.05 11011 De Santis 11011 De Santis 11007 Sawicki 11010 Nouzille

11.55 11011 De Santis

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

85
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Settimana IX: 2 - 6 dicembre

orario 2 dicembre 3 dicembre 4 dicembre 5 dicembre 6 dicembre

08.30 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11011 De Santis 11001 Velardi 11015 Tonelli 11015 Tonelli Lingue

11.05 11011 De Santis 11015 Tonelli 11015 Tonelli

11.55 11015 Tonelli

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

Settimana X: 9 - 13 dicembre

orario 9 dicembre 10 dicembre 11 dicembre 12 dicembre 13 dicembre

08.30 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11011 De Santis 11001 Velardi 11007 Sawicki 11010 Nouzille Lingue

11.05 11011 De Santis 11011 De Santis 11007 Sawicki 11010 Nouzille

11.55 11011 De Santis

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

86
I CICLO BACCALAUREATO

Settimana XI: 16 - 20 dicembre

orario 16 dicembre 17 dicembre 18 dicembre 19 dicembre 20 dicembre

08.30 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11015 Tonelli

09.20 11010 Nouzille 11001 Velardi 11415 Foster 11015 Tonelli

10.15 11011 De Santis 11001 Velardi 11015 Tonelli 11015 Tonelli Lingue

11.05 11011 De Santis 11007 Sawicki 11015 Tonelli

11.55 11007 Sawicki 11015 Tonelli

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

Settimana XII: 6 - 10 gennaio

orario 6 gennaio 7 gennaio 8 gennaio 9 gennaio 10 gennaio

08.30 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

09.20 11001 Velardi 11415 Foster 11070 Scanu

10.15 11001 Velardi 11015 Tonelli 11015 Tonelli


Lingue

11.05 11011 De Santis 11015 Tonelli 11015 Tonelli

11.55 11011 De Santis 11015 Tonelli

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

87
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Settimana XIII: 13 - 17 gennaio

orario 13 gennaio 14 gennaio 15 gennaio 16 gennaio 17 gennaio

08.30 11010 Nouzille 11007 Sawicki 11070 Scanu

09.20 11010 Nouzille 11007 Sawicki 11070 Scanu

10.15 11011 De Santis 11007 Sawicki 11015 Tonelli 11015 Tonelli Lingue

11.05 11011 De Santis 11007 Sawicki 11015 Tonelli 11015 Tonelli

11.55 11015 Tonelli

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

Settimana XIV: 20 - 24 gennaio

orario 20 gennaio 21 gennaio 22 gennaio 23 gennaio 24 gennaio

08.30 11010 Nouzille 11007 Sawicki 11015 Tonelli

09.20 11010 Nouzille 11007 Sawicki 11015 Tonelli

10.15 11011 De Santis 11011 De Santis 11015 Tonelli 11015 Tonelli Lingue

11.05 11011 De Santis 11011 De Santis 11015 Tonelli

11.55

15.30 11016 Mazza

16.20 11016 Mazza

88
I CICLO BACCALAUREATO

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020 – II semestre

orario lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

08.30 11009 Okogie 11008 Baccari 11072 Nouzille

11030
09.20 11009 Okogie 11008 Baccari 11072 Nouzille
De Santis

11030
10.15 11009 Okogie 11004 Bellocci 11014 De Feo Lingue
De Santis

11030 11008 *
11.05 11004 Bellocci 11014 De Feo
De Santis Baccari

11008 *
11.55 11004 Bellocci
Baccari

15.30 11006 Zupi 11060 Mazza

16.20 11006 Zupi 11060 Mazza

*11008 Baccari: il 25/02; 10 e 24/03; 28/04; 12 e 26/05.

89
II CICLO LICENZA
II CICLO LICENZA

DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

Il II ciclo di licenza in Filosofia è indirizzato agli studenti che sono in posses-


so del grado di baccalaureato in Filosofia. Gli studenti che hanno realizzato
studi filosofici o studi affini in una università statale o in altri centri di studi
ecclesiastici e non hanno raggiunto il grado di baccalaureato devono concor-
dare col Decano l’adattamento del piano degli studi.

A. Biennio di Specializzazione
Il biennio di Specializzazione è il secondo ciclo degli studi filosofici e
porta al conseguimento del secondo grado accademico: la licenza in Filosofia
con specializzazione in Filosofia della Religione.

B. Aree di ricerca
Il biennio si articola secondo la specializzazione in Filosofia della Re-
ligione. Attualmente la facoltà comprende le seguenti aree di ricerca: Fenome-
nologia, Antropologia, Storia della Filosofia, Filosofia Contemporanea e Studi
Medievali.

C. Requisiti
Per la licenza si richiede il raggiungimento di 120 ECTS (European
Credit Transfer System), secondo la seguente suddivisione:
1. corsi e seminari (90 ECTS);
2. la tesi di licenza e la sua difesa (20 + 5 ECTS);
3. l’esame orale comprensivo (5 ECTS).

Per raggiungere il numero richiesto di ECTS, lo studente può pro-


durre (oltre all’esame) un elaborato scritto per un corso di 3 ECTS che lo in-
nalzerebbe al valore di 5 ECTS o di 6 ECTS se si tratta di un lavoro sintetico
di più grandi dimensioni. Procedendo in questo modo si può aumentare il
valore anche di più di un corso di 3 ECTS.

Lo studente che desidera aumentare i crediti di un corso con un ela-


borato in più, deve mettersi d’accordo con il rispettivo professore e informare
il Decano.

93
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Requisiti per la prima iscrizione ordinaria: gli studenti non italiani


devono superare l’esame di lingua italiana che attesti la capacità di seguire le
lezioni. Chi non supera l’esame è tenuto a seguire il corso di lingua italiana
proposto dall’Ateneo. Data esame: 4 ottobre 2019 - ore 09.00 Aula I.

D. Piano di studi
All’inizio di ogni semestre lo studente è tenuto a compilare nell’ap-
posito modulo, in triplice copia, il proprio piano di studi, il quale deve avere
l’approvazione del Decano; una copia rimane presso il Decano, una presso la
Segreteria e una rimane allo studente. Il Decano può accettare che tra i corsi
complementari, due al massimo possano essere frequentati presso altre facoltà.

E. Esame orale finale


Lo studente è tenuto a scegliere due opere filosofiche, su cui dovrà
rendere conto nell’esame orale finale. Una delle due opere deve essere presa in
una lista stabilita dalla facoltà.

F. Tesi di licenza
All’inizio del secondo anno accademico lo studente progetta con un
moderatore il tema della dissertazione scritta che dovrà avere circa 80 pagine;
tale progetto verrà indicato nell’apposito modulo, che si ritira in Segreteria
Generale, con la firma del moderatore per l’approvazione nel Consiglio del
Decano. Il progetto deve essere consegnato presso la Segreteria in una copia
cartacea e una copia elettronica.
All’atto della consegna della tesi, il Decano, sentito il moderatore,
nomina il censore; questa scelta viene inserita nello stesso modulo con la fir-
ma del Decano.

G. Organizzazione del programma


Il programma dei corsi e seminari è organizzato ogni anno secondo
le materie seguenti:
1- Fenomenologia
2- Metafisica
3- Critica della metafisica
4- Filosofia della religione
5- Grandi testi di Filosofia della religione I
6- Grandi testi di Filosofia della religione II

94
II CICLO LICENZA

7- Filosofia del linguaggio


8- Politica e società
9- Filosofia antica
10- Filosofia medievale
11- Antropologia
12- La ragione
13- Filosofie e scienze
14- Estetica I
15- Estetica II
16- Seminari vari

La presentazione dettagliata del programma indica per ogni corso o


seminario in quale materia s’inserisce.

95
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

PROGRAMMA DEI CORSI 2019-2020

I semestre

Corsi

[Grandi testi di Filosofia della religione I]


24107 La filosofia della rivelazione di Schelling 3 ECTS
A. Bellocci

[Filosofia del linguaggio]


25019 Filosofia del linguaggio: La Filosofia del linguaggio tedesca
da Herder a Bühler 3 ECTS
M. Maione

[Politica e società]
25040 La democrazia: origini e interpretazioni 3 ECTS
D. Tonelli

[Fenomenologia]
25045 Co-essere 3 ECTS
Ph. Nouzille

[Metafisica]
25049 Il male 3 ECTS
A. De Santis

[Filosofia della religione]


25050 Il simbolo: rilettura filosofica e teologica di
un concetto tradizionale 3 ECTS
A. Grillo

[Filosofia medievale]
25064 Il De consolatione philosophiae di Boezio 3 ECTS
P. De Feo

96
II CICLO LICENZA

Seminario

[Seminari vari]
13402 Introduzione alla fenomenologia 3 ECTS
Ph. Nouzille

II semestre

Corsi

[Ragione]
24019 Dialettica e filosofia 3 ECTS
A. De Santis

[Filosofia antica]
24026 La concezione greca del divino 3 ECTS
A. De Santis

[Antropologia]
25033 Antropologia della religione 3 ECTS
P. Weisser

[Estetica I]
25051 Estetica musicale 3 ECTS
S. Oliva

[Critica della metafisica]


25052 Decostruzione 3 ECTS
Ph. Nouzille

[Filosofia e scienza]
25054 Psicoanalisi e filosofia 3 ECTS
A. Bellocci

97
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

[Estetica II]
25065 Filosofia – Letteratura – Architettura:
I progetti di città di Italo Calvino 3 ECTS
J. Deibl

Seminario

[Grandi testi di Filosofia della religione II]


25412 Il Nuovo Pensiero di Franz Rosenzweig e
Totalità e infinito di E. Levinas 3 ECTS
M. Zupi

98
II CICLO LICENZA

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020 – I semestre

Settimana I: 7 - 11 ottobre

orario 7 ottobre 8 ottobre 9 ottobre 10 ottobre 11 ottobre

15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille

16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille

17.15 25019 Maione 24107 Bellocci

18.05 25019 Maione 24107 Bellocci

Settimana II: 14 - 18 ottobre

orario 14 ottobre 15 ottobre 16 ottobre 17 ottobre 18 ottobre

25049
15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

25049
16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

17.15 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

18.05 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

Settimana III: 21 - 25 ottobre

orario 21 ottobre 22 ottobre 23 ottobre 24 ottobre 25 ottobre

25049
15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

25049
16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

17.15 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

18.05 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

99
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Settimana IV: 28 ottobre - 1 novembre

orario 28 ottobre 29 ottobre 30 ottobre 31 ottobre 1 novembre

25049
15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

25049
16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

17.15 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

18.05 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

Settimana V: 4 - 8 novembre

orario 4 novembre 5 novembre 6 novembre 7 novembre 8 novembre

25049
15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli 13402 Nouzille
De Santis

25049
16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli 13402 Nouzille
De Santis

17.15 25064 De Feo 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

18.05 25064 De Feo 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

Settimana VI: 11 - 15 novembre

orario 11 novembre 12 novembre 13 novembre 14 novembre 15 novembre

15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille

16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille

17.15 25019 Maione 24107 Bellocci

18.05 25019 Maione 24107 Bellocci

100
II CICLO LICENZA

Settimana VII: 18 - 22 novembre

orario 18 novembre 19 novembre 20 novembre 21 novembre 22 novembre

25049
15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli
De Santis

25049
16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli
De Santis

17.15 25064 De Feo 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

18.05 25064 De Feo 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

Settimana VIII: 25 - 29 novembre

orario 25 novembre 26 novembre 27 novembre 28 novembre 29 novembre

25049
15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

25049
16.28 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

17.15 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

18.05 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

Settimana IX: 2 - 6 dicembre

orario 2 dicembre 3 dicembre 4 dicembre 5 dicembre 6 dicembre

25049
15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli 13402 Nouzille
De Santis

25049
16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli 13402 Nouzille
De Santis

17.15 25064 De Feo 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

18.05 25064 De Feo 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

101
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Settimana X: 9 - 13 dicembre

orario 9 dicembre 10 dicembre 11 dicembre 12 dicembre 13 dicembre

25049
15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

25049
16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 13402 Nouzille
De Santis

17.15 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

18.05 25064 De Feo 25019 Maione 24107 Bellocci

Settimana XI: 16 - 20 dicembre

orario 16 dicembre 17 dicembre 18 dicembre 19 dicembre 20 dicembre

25049
15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli 13402 Nouzille
De Santis

25049
16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli 13402 Nouzille
De Santis

17.15 25064 De Feo 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

18.05 25064 De Feo 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

Settimana XII: 6 - 10 gennaio

orario 6 gennaio 7 gennaio 8 gennaio 9 gennaio 10 gennaio

15.30 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli 13402 Nouzille

16.20 25045 Nouzille 25050 Grillo 25040 Tonelli 13402 Nouzille

17.15 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

18.05 25019 Maione 25040 Tonelli 24107 Bellocci

102
II CICLO LICENZA

Settimana XIII: 13 - 17 gennaio

orario 13 gennaio 14 gennaio 15 gennaio 16 gennaio 17 gennaio

25049 25049
15.30 25040 Tonelli 25040 Tonelli
De Santis De Santis

25049 25049
16.20 25040 Tonelli 25040 Tonelli
De Santis De Santis

17.15 25064 De Feo 25064 De Feo 13402 Nouzille

18.05 25064 De Feo 25064 De Feo 13402 Nouzille

Settimana XIV: 20 - 24 gennaio

orario 20 gennaio 21 gennaio 22 gennaio 23 gennaio 24 gennaio

25049
15.30
De Santis

25049
16.20
De Santis

17.15 25064 De Feo

18.05 25064 De Feo

103
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020 – II semestre

Settimana I: 17 - 21 febbraio

orario 17 febbraio 18 febbraio 19 febbraio 20 febbraio 21 febbraio

24026 24019
15.30 25412 Zupi
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi CONVEGNO CONVEGNO
De Santis De Santis
INTER- INTER-
17.15 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille FACOLTÀ FACOLTÀ

18.05 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

Settimana II: 24 - 28 febbraio

orario 24 febbraio 25 febbraio 26 febbraio 27 febbraio 28 febbraio

24026 24019
15.30
De Santis De Santis

24026 24019
16.20
De Santis De Santis
Ceneri
17.15 25051 Oliva 25054 Bellocci

18.05 25051 Oliva 25054 Bellocci

Settimana III: 2 - 6 marzo

orario 2 marzo 3 marzo 4 marzo 5 marzo 6 marzo

24026 24019
15.30 25412 Zupi 25065 Deibl 25065 Deibl
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi 25065 Deibl 25065 Deibl
De Santis De Santis

17.15 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille 25065 Deibl 25065 Deibl

18.05 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

104
II CICLO LICENZA

Settimana IV: 9 - 13 marzo

orario 9 marzo 10 marzo 11 marzo 12 marzo 13 marzo

24026 24019
15.30 25412 Zupi 25065 Deibl 25065 Deibl
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi 25065 Deibl 25065 Deibl
De Santis De Santis

17.15 25051 Oliva 25065 Deibl 25052 Nouzille 25065 Deibl 25065 Deibl

18.05 25051 Oliva 25065 Deibl 25052 Nouzille

Settimana V: 16 - 20 marzo

orario 16 marzo 17 marzo 18 marzo 19 marzo 20 marzo

24026 24019
15.30 25412 Zupi
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi
De Santis De Santis
CONVEGNO
17.15 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

18.05 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

Settimana VI: 23 - 27 marzo

orario 23 marzo 24 marzo 25 marzo 26 marzo 27 marzo

24026 24019
15.30 25412 Zupi 25052 Nouzille
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi 25052 Nouzille
De Santis De Santis

17.15 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

18.05 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

105
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Settimana VII: 30 marzo - 3 aprile

orario 30 marzo 31 marzo 1 aprile 2 aprile 3 aprile

24026 24019
15.30 25412 Zupi 25051 Oliva
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi 25051 Oliva
De Santis De Santis

17.15 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

18.05 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

Settimana VIII: 20 - 24 aprile

orario 20 aprile 21 aprile 22 aprile 23 aprile 24 aprile

24026
15.30 25412 Zupi 25054 Bellocci 25052 Nouzille
De Santis

24026
16.20 25412 Zupi 25054 Bellocci 25052 Nouzille
De Santis
S. ANSELMO
17.15 25033 Weisser 25033 Weisser 25033 Weisser 25033 Weisser

18.05 25033 Weisser 25033 Weisser 25033 Weisser 25033 Weisser

Settimana IX: 27 aprile - 1 maggio

orario 27 aprile 28 aprile 29 aprile 30 aprile 1 maggio

24026 24019
15.30 25412 Zupi 25054 Bellocci
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi 25054 Bellocci
De Santis De Santis

17.15 25033 Weisser 25033 Weisser 25033 Weisser 25033 Weisser

18.05 25033 Weisser 25033 Weisser 25033 Weisser 25033 Weisser

106
II CICLO LICENZA

Settimana X: 4 - 8 maggio

orario 4 maggio 5 maggio 6 maggio 7 maggio 8 maggio

24026 24019
15.30 25412 Zupi 25054 Bellocci 25051 Oliva
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi 25054 Bellocci 25051 Oliva
De Santis De Santis

17.15 25033 Weisser 25033 Weisser 25052 Nouzille 25033 Weisser 25033 Weisser

18.05 25033 Weisser 25033 Weisser 25052 Nouzille 25033 Weisser 25033 Weisser

Settimana XI: 11 - 15 maggio

orario 11 maggio 12 maggio 13 maggio 14 maggio 15 maggio

24026 24019
15.30 25412 Zupi
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi
De Santis De Santis

17.15 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

18.05 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

Settimana XII: 18 - 22 maggio

orario 18 maggio 19 maggio 20 maggio 21 maggio 22 maggio

24026 24019
15.30 25412 Zupi 25065 Deibl 25065 Deibl
De Santis De Santis

24026 24019
16.20 25412 Zupi 25065 Deibl 25065 Deibl
De Santis De Santis

17.15 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille 25065 Deibl 25065 Deibl

18.05 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

107
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

Settimana XIII: 25 - 29 maggio

orario 25 maggio 26 maggio 27 maggio 28 maggio 29 maggio

24019
15.30 25065 Deibl 25412 Zupi 25065 Deibl
De Santis

24019
16.20 25065 Deibl 25412 Zupi 25065 Deibl
De Santis
CONVEGNO
17.15 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

18.05 25051 Oliva 25054 Bellocci 25052 Nouzille

108
III CICLO DOTTORATO
III CICLO DOTTORATO

DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

Il ciclo di dottorato ha una durata triennale e mira al completamento della


formazione scientifica e alla stesura, difesa e pubblicazione di una tesi di dot-
torato che offre un reale contributo al progresso della scienza filosofica.

Requisiti per la prima iscrizione ordinaria:


- Il grado di licenza in Filosofia con la qualifica minima di magna cum
laude;
- Gli studenti non italiani devono superare l’esame di lingua italiana che
attesti la capacità di seguire le lezioni. Chi non supera l’esame è tenuto a
seguire il corso di lingua italiana proposto dall’Ateneo.

Data esame: 4 ottobre 2019 - ore 09.00 Aula I.

Per il conseguimento del titolo si richiede:

A. Aver completato il programma di formazione dottorale concordato con il


Decano. Questo programma di 60 ECTS comprende:
- 20 ECTS per il seminario metodologico, il corso e il seminario del III
ciclo. Secondo la formazione precedente dello studente, si può richiedere
l’iscrizione ad altri corsi e seminari.
- 30 ECTS per diverse produzioni e attività dello studente (partecipazione
a convegni, redazione di un articolo, affiancamento di un corso del I o II
ciclo, ecc.).
- 10 ECTS per la presentazione del progetto di tesi al moderatore e al
Consiglio del Decano. Si valuterà la qualità della problematica e della
sua presentazione da parte dello studente. Tale progetto verrà indicato
nell’apposito modulo che si ritira in Segreteria Generale, con la firma del
moderatore per l’approvazione del Consiglio del Decano e la nomina del
primo censore.

B. L’elaborazione di una tesi di almeno 180 pagine. Lo studente progetta con


un moderatore scelto tra i professori della facoltà il tema della dissertazione
scritta; all’atto della consegna della tesi, il Decano sentito il moderatore, no-
mina il secondo censore.

111
FACOLTÀ DI FILOSOFIA

C. La difesa pubblica della tesi davanti ad un Presidente della commissione,


al moderatore e ai censori.
Il voto finale si compone del modo seguente: 75% per la tesi e 25% per la
difesa.

Piano di studi: all’inizio di ogni semestre lo studente è tenuto a compilare


nell’apposito modulo, in triplice copia, il proprio piano di studi, il quale deve
avere l’approvazione del Decano; una copia rimane presso il Decano, una
presso la Segreteria e una rimane allo studente. Il Decano può accettare che
tra i corsi complementari, due al massimo possano essere frequentati presso
altre facoltà.

Durante il primo anno del ciclo, lo studente deve presentare il suo progetto di
tesi e ottenere la sua approvazione dal Consiglio del Decano. Può presentare
tre volte un progetto. Se è ancora rifiutato la terza volta, lo studente non sarà
ammesso a iscriversi al secondo anno.

Prima della fine del secondo anno del ciclo, lo studente deve presentare al mo-
deratore e al primo censore un capitolo della sua tesi che può essere approvato
da loro come definitivo. Il moderatore e il primo censore comunicheranno il
loro giudizio su questo capitolo al Consiglio del Decano. Se lo studente non
ottiene l’approvazione di questo capitolo entro la fine del secondo anno non
sarà ammesso a iscriversi al terzo anno.

Un progetto di tesi approvato è valido durante sette anni, dalla data di appro-
vazione. Se la tesi non è consegnata entro la fine del settimo anno, lo studente
deve chiedere una proroga al Consiglio del Decano.

112
III CICLO DOTTORATO

PROGRAMMA DEI CORSI 2019-2020

26000 Seminario metodologico 6 ECTS


Professori vari
Lezioni: 20 novembre 2019; 15 gennaio 2020; 11 marzo;
13 maggio (10.00-12.00)

I semestre

Corso
26016 La critica di Kant all’ontoteologia 5 ECTS
F.V. Tommasi
Lezioni: 10 e 24/10; 7 e 21/11; 5 e 19/12 (15.30-18.50)

II semestre

Seminario
26408 Nietzsche, Al di là del bene e del male 9 ECTS
Ph. Nouzille
Lezioni: 24/02, 9 e 23/03, 20/04, 4 e 18/05 (15.30-18.50)

113
PUBBLICAZIONI
PUBBLICAZIONI

Espressione del lavoro della facoltà di Filosofia del Pontificio Ateneo Sant’An-
selmo di Roma, la collana “Ragione plurale” si propone di riflettere sulle
forme di razionalità che operano tanto nella filosofia contemporanea quanto
nella storia della filosofia, muovendo dalla convinzione che la struttura plura-
le della realtà sia essa stessa razionale, rappresentando per la ragione filosofica
uno stimolo e un compito nello stesso tempo. Le sfide che scaturiscono dalla
pluralità dei mondi che costituiscono il mondo odierno richiedono questo
sforzo del pensiero nel confronto e nel dialogo con le ragioni degli altri.

1- Fenomenologia e umanesimo, ed. Ph. Nouzille


2- L. Coccia, Trame del Sé. Il sé e la relazione nella filosofia di Nishida Kitarō
3- Il nihil. Studi di filosofia medievale, ed. F. De Feo
4- L’animale, ed. Ph. Nouzille
5- Ermeneutica, cristianesimo, politica. Intorno a Gianni Vattimo, edd. Ph.
Nouzille-S. Rindone

In preparazione:
- Dio, ragione, verità, edd. A. De Santis-Ph. Nouzille
- L’uno e l’altro, edd. A. De Santis-Ph. Nouzille
- Fenomenologia ed ermeneutica, ed. Ph. Nouzille

149
FACOLTÀ DI TEOLOGIA
I CICLO PER IL BACCALAUREATO
I CICLO PER IL BACCALAUREATO

INFORMAZIONI GENERALI

Per essere ammessi al I ciclo per il Baccalaureato in Sacra Teologia (ST.B.)


occorre aver conseguito un diploma di studi medi superiori, che ammette
all’Università civile nel paese di origine dello studente (vedi sopra Informazio-
ni utili per gli studenti parte I sezione B). Inoltre si devono esibire delle attesta-
zioni autentiche dalle quali risulta la frequenza e il superamento dei rispettivi
esami di un biennio di studi propedeutici alla teologia con le caratteristiche e
con le materie indicate dall’Art. 51 1° a) presente nel Decreto di riforma degli
studi ecclesiastici di Filosofia. Se l’attestazione è considerata sufficiente dal
Decano lo studente viene ammesso al primo ciclo di studi teologici (triennio)
come studente ordinario. Se invece l’attestazione viene giudicata insufficien-
te, lo studente deve sostenere quegli esami che, sebbene previsti dal suddetto
Decreto, non sono stati sostenuti.
Il Decano può anche decidere che lo studente debba compiere solo degli studi
propedeutici alla teologia per un semestre o per un anno.

Per ottenere il grado del ST.B. i requisiti sono: tutti i corsi obbligatori; due
corsi a scelta; un Pro Seminario (1° anno); due seminari (2°/3° anno); una
tesina di baccalaureato di circa 30 pagine e l’esame comprensivo orale. In
totale, le attività accademiche dello studente devono raggiungere il valore di
almeno 180 ECTS. L’esame di baccalaureato (tesina + esame comprensivo)
vale 13 ECTS.

Queste informazioni riflettono gli Statuti e gli Ordinamenti (III. B. 1. A)


secondo le ultime revisioni approvate dal Consiglio della facoltà di Teologia il
10 maggio 2012 e dal Senato Accademico il 17 maggio 2012.

123
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

PROGRAMMA GENERALE DEI CORSI OBBLIGATORI

* = Per gli studenti delle Chiese orientali;


sostituisce il corso parallelo per gli studenti della Chiesa latina

1º anno

01010 Lingua ebraica Ia


01011 Lingua ebraica Ib
31002 Sacra Scrittura AT: Pentateuco - Libri storici
31004 Dogmatica: Sacramentaria generale, battesimo e confermazione
31007 Sacra Scrittura NT: I vangeli sinottici
31014 Teologia fondamentale I: La Rivelazione, la fede e la sua
credibilità
31015 Dogmatica: La Trinità
31024 Dogmatica: Ecclesiologia e mariologia
31028 Teologia fondamentale: Cristianesimo e cultura contemporanea
31031 Teologia morale I
31049 Liturgia orientale I*
31051 Storia della Chiesa: Il Medioevo
31061 Diritto canonico latino II
31065 Diritto canonico orientale I*

2º anno

32001 Dogmatica: L’Eucaristia e il Matrimonio


32002 Sacra Scrittura AT: Gli scritti profetici
32006 Sacra Scrittura NT: Le lettere apostoliche
32010 Dogmatica: Creazione ed antropologia teologica
32014 Teologia fondamentale II: La trasmissione della Rivelazione
32028 Teologia fondamentale: Teologia delle religioni
32031 Teologia morale II
32041 Teologia spirituale
32042 Liturgia I: Introduzione e storia della liturgia

124
I CICLO PER IL BACCALAUREATO

32049 Liturgia orientale II*


32053 Storia della Chiesa: Età moderna
32061 Diritto canonico latino III.
32062 Teologia fondamentale: Ecumenismo e teologia ecumenica
32065 Diritto canonico orientale II*

3º anno

25047 Teologia fondamentale: Filosofia, scienza, religione


32047 Liturgia II: La liturgia e il tempo
33002 Sacra Scrittura AT: Libri sapienziali
33006 Grazia e giustificazione
33007 Sacra Scrittura NT: Gli scritti giovannei
33009 Dogmatica: Cristologia
33013 Dogmatica: Grazia e giustificazione
33014 Dogmatica: Escatologia cristiana
33015 Teologia fondamentale: Filosofia, scienza e religione
33016 Patrologia
33022 Dogmatica: I sacramenti di guarigione e il ministero ordinato
33031 Teologia morale III. Teologia Morale Sociale
33043 Teologia pastorale
33049 Liturgia orientale III*
33052 Storia della Chiesa antica
33061 Diritto canonico latino I
33065 Diritto canonico orientale III*
55038 La letteratura spirituale del monachesimo latino antico

* Corso obbligatorio per gli studenti di rito orientale, opzionale per gli altri.

125
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

PROGRAMMA DEI CORSI 2019-2020

I semestre – 1º anno

Corsi obbligatori

101010 Lingua ebraica Ia (per gli studenti che fanno il loro


primo anno) 3 ECTS
M.P. Scanu
I semestre: martedì e venerdì h. 11.55-12.40
31002 Sacra Scrittura AT: Pentateuco - Libri storici 6 ECTS
M.P. Scanu
31004 Teologia dogmatica: Sacramentaria generale,
battesimo e confermazione 5 ECTS
A. Grillo
31014 Teologia fondamentale I 3 ECTS
J.-A. Piqué i Collado
31015 Teologia dogmatica: La Trinità 5 ECTS
E. López-Tello García
31061 Diritto canonico latino II 3 ECTS
L. Eschlböck
31049 Liturgia orientale I* 3 ECTS
T. Pott
31065 Diritto canonico orientale I* 3 ECTS
A. Chouweifaty

* Il corso verrà attivato se almeno tre studenti delle chiese orientali si
iscriveranno.

Corsi a scelta

33132 Didattica generale 3 ECTS


R. Cetera

126
I CICLO PER IL BACCALAUREATO

54143 La vita di san Benedetto, modello per la vita spirituale


contemporanea: testo e interpretazioni 3 ECTS
M. Wilde

Collaborazione con altre specializzazioni e facoltà


Corsi attinenti al programma possono essere scelti tra i corsi offerti in
altri programmi della facoltà di Teologia e tra i corsi offerti nella facoltà di
Filosofia e nel Pontificio Istituto Liturgico. Previo il permesso del Decano,
tali corsi possono essere riconosciuti come Corsi a scelta.

Corsi di lingua a scelta 3 ECTS

101112 Lingua ebraica II (corso annuale, per progrediti)


M.P. Scanu
101240 Siriaco Ia
M.P. Scanu
101250 Copto Ia
M.P. Scanu

Pro Seminario / Seminario

42400 Modernismo e antimodernismo 3 ECTS


S. Visintin

II semestre – 1º anno

Corsi obbligatori

101011 Lingua ebraica Ib


(per gli studenti che fanno il loro primo anno) 3 ECTS
M.P. Scanu
Continuazione del corso Lingua ebraica Ia (01010)

127
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

31007 Sacra Scrittura - NT: I Vangeli Sinottici 6 ECTS


L. Simon
31024 Teologia dogmatica: Ecclesiologia e mariologia 6 ECTS
D. Del Gaudio
31028 Cristianesimo e cultura contemporanea 3 ECTS
Ph. Nouzille
31031 Teologia morale I 5 ECTS

31051 Storia ecclesiastica del Medioevo 6 ECTS
P. Gionta

Corsi a scelta

33133 Didattica dell’IRC 3 ECTS


R. Cetera
42017 Introduzione alla teologia dell’Oriente Cristiano 3 ECTS
L. Bianchi

Collaborazione con altre specializzazioni e facoltà

Corsi attinenti al programma possono essere scelti tra i corsi offerti in


altri programmi della facoltà di Teologia e tra i corsi offerti nella facoltà di
filosofia e nel Pontificio Istituto Liturgico. Previo il permesso del Decano,
tali corsi possono essere riconosciuti come Corsi a scelta.

Corsi di lingua a scelta

101241 Siriaco Ib 3 ECTS


M.P. Scanu
Continuazione del corso Siriaco Ia (101240).

128
I CICLO PER IL BACCALAUREATO

101251 Copto Ib 3 ECTS


M.P. Scanu
Continuazione del corso Copto Ia (101250).

Seminario

31534 L’ora dell’ascolto: la voce dei Padri della Chiesa


nel Lezionario monastico 3 ECTS
M. Monfrinotti

129
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020

I semestre
ore lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì
31004 31004 31014
8.30-9.15 --
Grillo Grillo Piqué
31004 31015 31014
9.20-10.05 --
Grillo López-Tello Piqué
31015 31002 31061 31002 **
10.15-11.00
López-Tello Scanu Eschlböck Scanu
31015 31002 31061 31002 **
11.05-11.50
López-Tello Scanu Eschlböck Scanu
101010 101112 101010
11.55-12.40 -- _
Scanu Scanu Scanu
42400 33132 101240 *
15.30-17.05
Visintin Cetera Scanu
54143 101250 *
17.15-18.50 --
Wilde Scanu

N.B.: 31049 e 31065 (corsi per gli orientali): orario da stabilire insieme agli studenti
* 101250 copto e 101240 siriaco: l’ordine delle lezioni può essere invertito per motivi accademici
** 31002 Scanu - orario da confermare

II semestre
ore lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì
31031 31051 31007 31007
8.30-9.15 --
Gionta L. Simon L. Simon
31031 31051 31007 31007
9.20-10.05 --
Gionta L. Simon L. Simon
31028 31051 31024 31024
10.15-11.00 --
Nouzille Gionta Del Gaudio Del Gaudio
31028 31031 31024 31024
11.05-11.50 --
Nouzille Del Gaudio Del Gaudio
31051 101011 101112 101011
11.55-12.40 _
Gionta Scanu Scanu Scanu
42017 101241 *
15.30-17.05 -- -- --
Bianchi Scanu
101251 *
17.15-18.50 -- -- -- --
Scanu

* 101251 copto e 101241 siriaco: l’ordine delle lezioni può essere invertito per motivi accademici

130
STORIA DELLA TEOLOGIA
STORIA DELLA TEOLOGIA

ISTITUTO DI STORIA DELLA TEOLOGIA «J. MABILLON»

Il ciclo per la licenza – Specializzazione «storia della teologia»

Coordinatore: prof. Matteo Monfrinotti


storiadellateologia@anselmianum.com

Descrizione del programma

1. L a specializzazione «storia della teologia»

1.1 Scopo

Con la Specializzazione in Storia della Teologia (II Ciclo), l’Istituto “J. Mabil-
lon” dell’Ateneo Sant’Anselmo si prefigge di offrire l’approfondimento della
conoscenza teologica e dell’evento “rivelazione” attraverso lo studio della tra-
dizione e del suo sviluppo nel corso dei secoli. Il percorso di studio e il ciclo
delle lezioni è pensato e programmato affinché sia enucleato il divenire della
Teologia nei suoi massimi risultati dottrinali e attraverso il susseguirsi delle
metodologie per rileggere i diversi enunciati alla luce del contesto storico-
culturale dal quale furono provocati e nel quale furono formulati. Il corso
della Specializzazione prevede la durata di 2 anni (4 semestri).

1.2 Configurazione della programmazione didattica

Per raggiungere una conoscenza quanto più approfondita delle Teologia e


della Storia della Teologia, la programmazione didattica viene organizzata in
rispetto di tre esigenze prioritarie: acquisizione dei metodi come fase prelimi-
nare e propedeutica; conoscenza della disciplina come “scienza del divino”;
approfondimento dei temi, dei postulati e dei dogmi fondamentali.

A. Corsi di metodologia
Vengono affrontate le questioni di carattere introduttivo e prope-
deutico indispensabili a orientarsi all’interno dello studio della Teologia: la
fondante distinzione tra Storia della teologia e Teologia della Storia; lo svilup-
po e la classificazione delle discipline teologiche; la inevitabile interazione

133
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

della Teologia con le discipline che pertengono all’ambito storico, filosofico,


esegetico, liturgico, spirituale.

B. Corsi istituzionali
Sono destinati a illustrare la Storia della teologia e dei postulati che
nel corso del tempo sono stati formulati sulla base delle verità rivelate. Nel
loro insieme, i corsi istituzionali mirano a fornire la base indispensabile alla
comprensione dei diversi sistemi teologici. A tal fine sono stati disposte due
aree disciplinari: Storia della teologia e Storia della esegesi, tenuto conto della
stretta convergenza tra la scienza teologica e la scienza biblica.

C. Corsi caratterizzanti
Vengono illustrati e spiegati alcuni argomenti specifici, i quali han-
no costituito dei punti nodali nell’evoluzione del pensiero teologico. Si rende
dunque imprescindibile lo studio di Autori che hanno gettato le fondamen-
ta della scienza teologica (Agostino d’Ippona, Dionigi Areopagita, Anselmo
d’Aosta, Tommaso d’Aquino). Parimenti si rendono necessari corsi su temati-
che portanti per cogliere la indissolubilità che lega la teologia alla rivelazione
(grazia, redenzione, annuncio, tradizione), senza trascurare la diversa realtà
ecclesiale sulla quale si modula la teologia orientale rispetto a quella occi-
dentale e in base alla quale prende avvio l’ecumenismo nella sua multiforme
proiezione.

1.3 Destinatari

I corsi che vengono attivati si configurano come iniziativa utile a coloro che
desiderano conseguire la competenza necessaria ai fini dell’insegnamento
della Teologia dogmatica (e delle diverse specializzazioni) nell’ambito univer-
sitario o negli istituti superiori. Contestualmente fornisce le conoscenze fon-
damentali per tutti coloro che vorranno approfondire la Storia della teologia
e farne oggetto della propria ricerca. I docenti di religione potranno godere
di una formazione a livello universitario che deporrà a vantaggio del loro
compito didattico. Infine, coloro che sono impegnati nel dialogo ecumenico
potranno consolidarne ancor più le ragioni e le finalità.

134
STORIA DELLA TEOLOGIA

2. Condizioni per l’iscrizione

Ai fini dell’iscrizione al Corso di specializzazione si richiede:


- Baccalaureato in Teologia (oppure Attestato di titolo equivalente o
di corsi di studio frequentati in seminario: in questo caso la preparazione sarà
verificata tramite esame di ammissione)
- Conoscenza della lingua italiana (a inizio di anno acc.co, nel calen-
dario generale verrà indicata la data della prova di lingua italiana che dovrà
essere affrontata da coloro che non hanno nazionalità italiana). Per coloro che
non superano la prova, l’Ateneo organizza un corso gratuito di lingua italiana
(durata 2 settimane)

3. Diplomi

Al termine del corso possono essere conseguiti due titoli:


- Licenza in Teologia (ST.L.)
- Dottorato in Teologia (ST.D.)
Ogni titolo corrisponde al proprio programma di studi e al relativo grado

3.1 Il grado di licenza in teologia (ST.L.) (II ciclo: 2 anni)

Requisiti: secondo le norme del Processo di Bologna i nuovi iscritti per il


grado della licenza devono raggiungere un numero totale di 120 ECTS (Eu-
ropean Credit Transfer System).
Nel primo anno della specializzazione lo studente dovrà scegliere un
moderatore sotto la cui guida dare avvio alla stesura della tesi di Licenza.
Dalla tesi (comprensiva dell’esame) saranno lucrati 30 ECTS.
I licenziandi dovranno anche partecipare al seminario di ricerca in-
dispensabile a fornire i criteri metodologici da applicare in fase di stesura della
tesi. Non sono previsti crediti per questo seminario nel caso della preparazione
della tesi di licenza.
Lo schema da presentare per l’approvazione dell’argomento della tesi
deve attenersi alle linee guida stabilite dalla Facoltà. Inoltre, lo studente otterrà
altri 5 ECTS superando due esami-verifica in cui egli dovrà dimostrare di pos-
sedere la conoscenza di due lingue moderne (inglese, francese, tedesco, spagnolo).

135
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

Gli esami di lingua si tengono regolarmente presso il PIL. Per questo


esame è richiesta una specifica iscrizione in segreteria.
Dai corsi obbligatori, dai corsi opzionali e dai due seminari si devono
ottenere 85 ECTS. Per raggiungere questo numero lo studente può seguire più
corsi di 3 ECTS, oppure produrre (oltre all’esame) un elaborato scritto che,
valutato dal professore, potrebbe far guadagnare 5 o 6 ECTS.
Il voto della licenza è calcolato per il 30% sulla media degli esami,
per il 30% sul lavoro scritto, per il 10% sulla difesa del lavoro in sede di di-
scussione e per il 30% sull’esame comprensivo.
I corsi opzionali non sono contemplati nel programma generale
dell’Istituto Mabillon. Lo studente può usufruire dagli altri programmi della
Facoltà di Teologia o delle altre Facoltà dell’Ateneo i corsi necessari per con-
seguire il numero di crediti richiesto.
Possono essere elaborati programmi personalizzati, previa approva-
zione del Decano.

3.2 Il grado di dottorato in teologia (ST.D.) (III ciclo)

Requisiti: a coloro già in possesso della Licenza conseguita nell’Istituto di


Storia della Teologia, si richiedono due corsi e un seminario.
Gli iscritti che avessero conseguito altrove il grado di Licenza posso-
no essere ammessi al ciclo di dottorato alle stesse condizioni solo se la Licenza
ottenuta corrisponda a un piano di studi non in conflitto con quello della
Specializzazione.
Se non si registra la continuità tra i cicli di Licenza e Dottorato,
spetta al Consiglio del Decano, sentito il Coordinatore, determinare il piano
di studi da seguire.
Lo schema dell’elaborato di Tesi da presentare affinché sia approvato
dal Consiglio del Decano deve seguire le linee guida stabilite dalla Facoltà di
Teologia. La elaborazione dello schema avviene sotto la guida del moderatore
e l’aiuto metodologico del Seminario dei dottorandi.

136
STORIA DELLA TEOLOGIA

PROGRAMMA GENERALE DEI CORSI OBBLIGATORI

1° anno

A. Corsi di metodologia

41000 Introduzione alla metodologia storica


41005 Teologia della storia e/o storia della teologia
41006 Teologia e scienza moderna: storia di un rapporto difficile

B. Corsi istituzionali

41001 Storia della teologia I: dall’epoca apostolica fino al Concilio di


Calcedonia
41002 Storia dell’esegesi I: dalle origini fino a secolo di Agostino
41007 Storia della teologia e dell’esegesi II (secoli VII – XII)
41008 Storia della teologia e dell’esegesi II (secoli XIV – XV)

C. Corsi caratterizzanti

41009 Due stili di pensiero speculativo: Anselmo di Canterbury e


Tommaso d’Aquino
41015 I Concili ecumenici: storia e teologia
41016 Platonismo e cristianesimo: Agostino e Pseudo Dionigi
42004 Storia e teologia del movimento ecumenico

Seminario

41403 Ildegarda di Bingen: la teologia di una monaca

137
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

2° anno

A. Corsi di metodologia

41000 Introduzione alla metodologia storica


42005 Sviluppo e divisione delle diverse discipline teologiche

B. Corsi istituzionali

42001 Storia della teologia III: dal Rinascimento al Romanticismo


42002 Storia dell’esegesi III: Rinascimento, Riforma, Contro-riforma
42006 Storia della teologia IV: La teologia contemporanea dal
Vaticano I a oggi
42007 Storia dell’esegesi IV: dal Vaticano I a oggi

C. Corsi caratterizzanti

42010 Il concetto di Tradizione attraverso la storia della teologia


42012 La teologia della grazia lungo la storia: trasformazioni,
controversie, prospettive
42017 Introduzione alla teologia dell’Oriente cristiano
42018 Il pensiero della redenzione nella storia
42020 Temi scelti nella teologia del XX secolo

54120 Teologia monastica contemporanea.

Seminario

42400 Modernismo e anti-modernismo

138
STORIA DELLA TEOLOGIA

PROGRAMMA DEI CORSI 2019-2020

2º anno - I semestre

Corsi

41000 Introduzione alla metodologia storica 3 ECTS


E. López-Tello García
42001 Storia della teologia III:
dal Rinascimento al Romanticismo 3 ECTS
Ph. Nouzille
42002 Storia dell’esegesi III:
Rinascimento, Riforma, Controriforma 3 ECTS
L. Simon
42010 Il concetto di Tradizione attraverso la storia
della teologia 3 ECTS
B. Sawicki
42020 Temi scelti nella teologia del XX secolo 3 ECTS
S. Geiger
54112 Teologia monastica contemporanea 3 ECTS
F. Rivas

Seminario

42400 Modernismo e anti-modernismo 3 ECTS


S. Visintin

Corsi opzionali 3 ECTS

Collaborazione con altre specializzazioni e facoltà

Corsi attinenti alla Specializzazione possono essere scelti tra i corsi offerti
in altri programmi della facoltà di Teologia e tra i corsi offerti nella facoltà
di filosofia e nel Pontificio Istituto Liturgico. Previo il permesso del Coor-
dinatore, tali corsi possono essere riconosciuti come Corsi a scelta.

139
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

2º anno - II semestre

Corsi

42005 Sviluppo e divisione delle diverse discipline teologiche 3 ECTS


S. Visintin
42006 Storia della teologia IV: La teologia contemporanea:
dal Vaticano I a oggi 3 ECTS
A. Grillo
42007 Storia dell’esegesi IV: dal Vaticano I a oggi 3 ECTS
L. Simon
42012 La teologia della grazia lungo la storia:
trasformazioni, controversie, prospettive 3 ECTS
C. Krause
42017 Introduzione alla teologia dell’Oriente cristiano 3 ECTS
L. Bianchi
42018 Il pensiero della redenzione nella storia 3 ECTS
M. Monfrinotti

Corsi opzionali 3 ECTS

Collaborazione con altre specializzazioni e facoltà

Corsi attinenti alla Specializzazione possono essere scelti tra i corsi offerti
in altri programmi della facoltà di Teologia e tra i corsi offerti nella facoltà
di filosofia e nel Pontificio Istituto Liturgico. Previo il permesso del Coor-
dinatore, tali corsi possono essere riconosciuti come Corsi a scelta.

140
STORIA DELLA TEOLOGIA

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020

Anno 2 – I semestre

Ore lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

42400 41000 42020 42002 *


15.30 - 17.05 --
Visintin López-Tello Geiger Simon

43400
42010 42001 54112 Seminario
17.15 - 18.50 --
Sawicki Nouzille Rivas Dottorandi
e Licenziandi

* Le lezioni del corso 42002 si svolgeranno come segue: 28 novembre; 5, 12, 19 dicembre; 9 e 16 gennaio
2020; le rimanenti lezioni si svolgeranno nel 2° semestre come indicato nel Calendario.

43400 Seminario dottorandi e licenziandi (Vedi descrizione al terzo ciclo)

Anno 2 – II semestre

Ore 17 febbraio 18 febbraio 19 febbraio 20 febbraio 21 febbraio

Giornata
15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42006 Grillo 42006 Grillo --
interfacoltà

42018 Giornata
17.15 - 18.50 42007 Simon 42005 Visintin --
Monfrinotti interfacoltà

Ore 24 febbraio 25 febbraio 26 febbraio 27 febbraio 28 febbraio

15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42012 Krause 42012 Krause --

LE CENERI
43400
Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon 42012 Krause --
dottorandi e
licenziandi

141
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

Ore 2 marzo 3 marzo 4 marzo 5 marzo 6 marzo

15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42012 Krause 42012 Krause 42012 Krause --

43400
Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon 42012 Krause 42005 Visintin --
dottorandi e
licenziandi

Ore 9 marzo 10 marzo 11 marzo 12 marzo 13 marzo

42018
15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42012 Krause 42012 Krause --
Monfrinotti

43400
42018 Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon 42005 Visintin --
Monfrinotti dottorandi e
licenziandi

Ore 16 marzo 17 marzo 18 marzo 19 marzo 20 marzo

15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42012 Krause 42012 Krause 42012 Krause --

43400
Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon 42012 Krause 42005 Visintin --
dottorandi e
licenziandi

Ore 23 marzo 24 marzo 25 marzo 26 marzo 27 marzo

43400
42018 Seminario
15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42005 Visintin --
Monfrinotti dottorandi e
licenziandi

42018
17.15 - 18.50 42007 Simon 42002 Simon --
Monfrinotti

142
STORIA DELLA TEOLOGIA

Ore 30 marzo 31 marzo 1 aprile 2 aprile 3 aprile

15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42006 Grillo 42006 Grillo 42002 Simon --

43400
42018 Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon 42005 Visintin --
Monfrinotti dottorandi e
licenziandi

Ore 20 aprile 21 aprile 22 aprile 23 aprile 24 aprile

15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42006 Grillo 42006 Grillo 42002 Simon --

43400
42018 Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon 42005 Visintin --
Monfrinotti dottorandi e
licenziandi

Ore 27 aprile 28 aprile 29 aprile 30 aprile 1 maggio

15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42006 Grillo 42006 Grillo 42002 Simon --

43400
42018 Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon 42005 Visintin --
Monfrinotti dottorandi e
licenziandi

Ore 4 maggio 5 maggio 6 maggio 7 maggio 8 maggio

15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42006 Grillo 42006 Grillo 42002 Simon --

43400
42018 Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon 42005 Visintin --
Monfrinotti dottorandi e
licenziandi

143
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

Ore 11 maggio 12 maggio 13 maggio 14 maggio 15 maggio

42018 42018
15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42002 Simon --
Monfrinotti Monfrinotti

43400
Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon -- 42005 Visintin --
dottorandi e
licenziandi

Ore 18 maggio 19 maggio 20 maggio 21 maggio 22 maggio

15.30 - 17.05 42017 Bianchi 42006 Grillo 42006 Grillo -- --

43400
42018 Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon 42005 Visintin --
Monfrinotti dottorandi e
licenziandi

Ore 25 maggio 26 maggio 27 maggio 28 maggio 29 maggio

15.30 - 17.05 42017 Bianchi -- -- -- --

43400
Seminario
17.15 - 18.50 42007 Simon -- 42005 Visintin --
dottorandi e
licenziandi

144
STORIA DELLA TEOLOGIA

III CICLO: CORSO SEMINARIALE DI DOTTORATO

43400 Seminario per i dottorandi e licenziandi


L. Simon

Il seminario annuale (frequentato anche dagli studenti dell’Istituto Monasti-


co) è obbligatorio per i dottorandi e licenziandi; si prefigge una puntuale e
dettagliata descrizione dei loro progetti di studio e di ricerca e il monitoraggio
della fase iniziale della stesura delle loro tesi.

Il seminario non sostituisce l’attento tutorato del candidato da parte del suo
relatore oppure moderatore.

145
TEOLOGIA SPIRITUALE
MONASTICA
TEOLOGIA SPIRITUALE MONASTICA

ISTITUTO MONASTICO
teologia spirituale monastica

Coordinatore: Fernando Rivas OSB


istitutomonastico@anselmianum.com

L’Istituto Monastico si dedica attraverso la ricerca e l’insegnamento alla “teo-


logia spirituale” con profilo specificamente benedettino e monastico.

L’ Istituto Monastico propone:


• Approfondire nella tradizione spirituale monastica, che implica conosce-
re dagli inizi le fonti patristiche e medievali, come i suoi grandi maestri
e dottori, sia nel mondo maschile come femminile.
• Conoscere la Teologia Spirituale monastica (Sapientia Christiana 51) fon-
data nella Liturgia, nella tradizione e vite dei Padri, come nella lettura
sapienziale della Scrittura e dei testi monastici.
• Una presentazione della Regola di San Benedetto, attraverso uno studio
esegetico e teologico-spirituale, come sintesi di una tradizione e fonte di
ogni rinnovamento.
• Lo studio della Teologia Monastica come viene presentata da J. Leclercq,
e il suo rapporto con la Teologia Scolastica ed altri modelli teologici.
• Lo studio dell’ antropologia monastica e lo sviluppo spirituale, come vie-
ne presentato dai grandi maestri monastici (Evagrio, Cassiano, Agostino,
Benedetto, Gregorio, Bernardo, Elredo, ed altri).
• La conoscenza del mondo bibliografico per continuare a approfondire gli
studi monastici.
• Formare nella capacità di trasmettere e elaborare un piano di studi e di
formazione monastica.
• La conoscenza del cospetto attuale della vita monastica in Occidente e in
Oriente, e il suo ruolo nella Chiesa universale e locale.
• La conoscenza delle attività della Confederazione Benedettina, del Diritto
Canonico Monastico, come il dialogo interreligioso (DIM) e altre iniziative.

Strumenti utilizzati:
• Corsi e Seminari nei quali si cerca di formare una conoscenza critica
della tradizione monastica sulla base degli stessi testi.

149
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

• Contatti con i rappresentanti del mondo intellettuale monastico, siano a


Sant’Anselmo o altri centri di studi monastici e patristici.
• Partecipazione a Simposi e Congressi con l’assistenza e la guida dei pro-
fessori dell’Istituto Monastico.
• Seminari Accademici Itineranti, cioè lo studio in loco nei monasteri del
mondo egiziano, greco e palestinese, con viaggi di studio di circa 5 gior-
ni, nonché in monasteri Italiani (Montecassino, Subiaco, Montevergine,
Fossanova, Cava dei Tirreni, Tre Fontane, ecc.)
• Inviti a partecipare ad attività correlate agli studi e vita monastica in S.
Anselmo (gruppi di lectio biblica, preparazione ai tempi liturgici forti).
• Il rapporto degli studenti con l’Istituto Monastico, dopo gli studi a
Roma, come aiuto alla preparazione e esecuzione di corsi e programmi
di studi monastici.

Corso in «Teologia spirituale monastica»

Il curriculum dei corsi e seminari in “Teologia spirituale monastica” si articola


in 5 moduli:
- Modulo I: La Teologia Monastica e la teologia spirituale
- Modulo II: Il Mistero di Cristo come fonte della mistica monastica
- Modulo III: Modelli storici della configurazione del monaco con il Cri-
sto (ascesi)
- Modulo IV: Il rapporto Monachesimo e mondo
- Modulo V: La “grammatica” di Cristo: monachesimo e letteratura

I corsi (non i seminari) del modulo I sono obbligatori, quelli dei moduli II-V
sono corsi tra i quali gli studenti devono scegliere. In accordo con il coordi-
natore al massimo un corso dei moduli II-V al semestre può essere sostituito
attraverso un corso preso da altre facoltà e specializzazioni e non indicato nel
programma dell’Istituto.

Inoltre l’Istituto Monastico offre almeno una volta all’anno una «giornata
di studi». La partecipazione è obbligatoria per gli studenti che aspirano alla
licenza e al diploma e sostituisce i corsi/seminari regolari del giorno rispettivo.
Una delle giornate di studi deve essere approfondita attraverso un elaborato
di ca. 7-8 pagine.

150
TEOLOGIA SPIRITUALE MONASTICA

Gli studenti che aspirano alla licenza sono tenuti a stendere due recensioni
scritte di due opere diverse di teologia monastica/spirituale, concordate con
un professore e stese sotto la sua direzione (ogni opera di ca. 200 pp.; ogni
recensione di ca. 4-5 pp.).

Il piano di studi prevede per gli stessi studenti (licenza/diploma) due semina-
ri di due moduli diversi. Si presuppone la partecipazione attiva agli incontri
e (normalmente) la stesura di un elaborato.

Al momento l’Istituto Monastico rilascia cinque tipi di titoli:

A) Gradi accademici teologici riconosciuti dalla Chiesa Cattolica,


dall’Unione Europea e da molti altri stati

1. Il grado di licenza in Teologia (ST.L.) con specializzazione in Teologia


spirituale monastica (II ciclo).
a. Condizioni per l’ammissione al corso di licenza:
- il Baccalaureato in Teologia, o una preparazione teologica equiva-
lente da verificare con un esame di ammissione;
- una conoscenza sufficiente del latino e dell’italiano da dimostrare
attraverso il superamento di esami di verifica alla fine di settembre /
inizio di ottobre (vedi Calendario delle attività accademiche);
- oltre alla lingua italiana la conoscenza di altre due lingue moderne
(inglese, francese, tedesco, spagnolo).
b. Requisiti per il grado.
Gli studenti per il grado della licenza devono giungere ad un numero
totale di 120 crediti ECTS (90 ECTS devono essere coperti da corsi,
seminari, recensioni e dall’elaborato della giornata di studi; 30 dalla
tesina di licenza, dalla difesa della tesina di licenza e dall’esame com-
prensivo):
- 4 ECTS per la stesura obbligatoria di 2 recensioni di 2 libri diversi;
- 2 ECTS per un elaborato obbligatorio che approfondisce il tema
di una giornata di studi;
- 6 ECTS per 2 seminari obbligatori (partecipazione attiva e stesura
di un elaborato; qui non contano il Pro Seminario metodologico
obbligatorio per il primo anno e il seminario per i dottorandi e li-
cenziati);

151
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

- 78 ECTS per i 26 corsi (preparazione, partecipazione, lavoro pri-


vato, esami);
- 30 ECTS per l’esame comprensivo, la tesi di licenza e la difesa
della licenza.
Con l’approvazione del Decano possono essere elaborati programmi per-
sonalizzati.
Il voto della licenza è calcolato per il 30% sulla media degli esami, per il
30% sulla tesina di licenza, per il 10% sulla difesa della tesina in sede di
discussione e per il 30% sull’esame comprensivo.
2. Il grado di dottorato in Teologia (ST.D.) con specializzazione in Teologia
spirituale monastica (III ciclo).
Il III ciclo mira al completamento della formazione scientifica con la ste-
sura, la difesa e la pubblicazione di una tesi di dottorato che offra un reale
contributo al progresso della teologia.
a. Condizioni per l’ammissione al III ciclo.
Il grado di licenza in Teologia (ST.L.) con specializzazione in Teologia
spirituale monastica (oppure «specializzazione monastica») dell’Isti-
tuto Monastico con il grado minimo di magna cum laude. Gli stu-
denti che hanno conseguito altrove il grado di licenza possono essere
ammessi al ciclo del dottorato alle stesse condizioni solo se la licenza
ottenuta è coerente con la specializzazione. Se la continuità tra i cicli
viene parzialmente a mancare, spetta al Consiglio del Decano, sentito
il Coordinatore, determinare il piano di studi da seguire.
b. Requisiti per il grado:
- 2 corsi;
- un seminario (annuale) per dottorandi;
- la stesura, difesa e pubblicazione di una tesi di dottorato.

B) Gradi accademici non-teologici riconosciuti dalla Chiesa Cattolica

1. Il grado di licenza in Studi Monastici (SM.L.).


Con il cambiamento degli statuti approvato dalla Congregazione per l’E-
ducazione Cattolica il 14 novembre 2001 la facoltà di Teologia del Ponti-
ficio Ateneo Sant’Anselmo può rilasciare il grado accademico di licenza in
Studi Monastici senza una specifica preparazione teologica.

152
TEOLOGIA SPIRITUALE MONASTICA

a. Condizioni per l’ammissione al corso di licenza:


- una congrua preparazione teologica (si esaminerà caso per
caso tramite un colloquio);
- una laurea dottorale, o un grado accademico civile equivalente
ad una licenza canonica, in storia, lettere, filosofia o in altre discipline
attinenti agli studi monastici;
- una sufficiente conoscenza del latino e dell’italiano da provare
attraverso il superamento di esami di verifica alla fine di settembre /
inizio di ottobre (vedi Calendario delle attività accademiche);
- oltre alla lingua italiana, la conoscenza di altre due lingue
moderne (inglese, francese, tedesco, spagnolo).
b. Requisiti per il grado: vedi licenza in Teologia.

2. Il grado di dottorato in Studi Monastici (SM.D.).


Dopo aver conseguito la licenza in Studi Monastici lo studente può otte-
nere il dottorato in Studi Monastici secondo le stesse modalità del grado
accademico del dottorato in teologia.

C) Grado non-accademico del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo

1. Il diploma di Studi Monastici / diploma di Spiritualità Monastica.


a. Condizioni per l’ammissione al corso:
- occorre aver conseguito un diploma di studi medi superiori,
che ammette all’Università civile nel paese di origine dello studente
(non è necessario essere in possesso del baccalaureato in teologia
[ST.B.]);
- una sufficiente conoscenza dell’italiano da provare attraverso
il superamento dell’esame di verifica alla fine di settembre / inizio di
ottobre (vedi Calendario delle attività accademiche).

b. Requisiti per il grado:


- 63 ECTS (due seminari inclusi);
- lavoro finale.

153
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

PROGRAMMA DEI CORSI 2019-2020

I semestre (1° anno del ciclo)

Modulo I:
La Teologia Monastica e la teologia spirituale

54047 La spiritualità dei padri greci


(Alessandria e Cappadocia) 3 ECTS
M. Monfrinotti

54112 La Teologia Monastica contemporanea e le sue


fonti patristiche e medievali 3 ECTS
F. Rivas

54143 La vita di San Benedetto, modello per la vita spirituale


contemporanea. Testo e interpretazioni 3 ECTS
M. Wilde

Modulo II:
Il Mistero di Cristo come fonte della mistica
monastica

54124 Monachesimo e mistica nelle religioni I:


Le religioni orientali 3 ECTS
P. Trianni

54132 Tradizioni e generazioni in dialogo – Le strutture portanti


dell’esperienza spirituale nella Bibbia 3 ECTS
L. Simon

95036 Spiritualità liturgica 3 ECTS


R. Monteiro

154
TEOLOGIA SPIRITUALE MONASTICA

Modulo III:
Modelli storici della configurazione del monaco
con il Cristo (ascesi)

54044 Storia del monachesimo greco e latino


in epoca patristica 3 ECTS
M. Monfrinotti

54140 Il diritto monastico 3 ECTS


L. Eschlböck

Modulo IV:
Il rapporto Monachesimo e mondo

54135 Spiritualità monastica e comunicazione 3 ECTS


M.F. Carnea

54139 L`estetica nella tradizione monastica 3 ECTS


R. Monteiro

Modulo V:
La “grammatica” di Cristo: monachesimo e letteratura

43400 Seminario per i dottorandi e licenziandi


L. Simon

54500 Nel paesaggio dei testi: proseminario metodologico


della teologia spirituale (obbligatorio per gli studenti
del I anno) 3 ECTS
B. Sawicki

155
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

II semestre (1° anno del ciclo)

Modulo I:
La Teologia Monastica e la teologia spirituale

42017 Introduzione alla teologia dell’Oriente Cristiano 3 ECTS


L. Bianchi

54527 Teologia e spiritualità monastica medievale (Anselmo, Bernardo


Guglielmo, Aelredo, Guerrico d’Igny) 3 ECTS
F. Rivas

Modulo II:
Il Mistero di Cristo come fonte della mistica
monastica

54142 La presenza della realtà liturgica nella vita e nei testi dei Padri
monastici: da Antonio fino a Benedetto 3 ECTS
F. Rivas

Modulo III:
Modelli storici della configurazione del monaco
con il Cristo (ascesi)

54014 Introduzione a Evagrio Pontico 3 ECTS


I. Baán

54033 Regola di S. Benedetto, II:


la sezione «disciplinare» (RB 8-73) 3 ECTS
M. Scheiba

54046 Storia del monachesimo occidentale I: da Benedetto da Norcia


alla vigilia della riforma protestante 3 ECTS
M. Dell´Omo

156
TEOLOGIA SPIRITUALE MONASTICA

Modulo IV:
Il rapporto Monachesimo e mondo

54118 Chiesa, società, monachesimo 3 ECTS


B. Sawicki

54138 La missione nel monachesimo:


inculturazione e spiritualità 3 ECTS
P. Trianni

54141 La Regola di S. Benedetto oggi 3 ECTS


M. Scheiba

Modulo V:
La “grammatica” di Cristo: monachesimo e letteratura

43400 Seminario per i dottorandi e licenziandi 3 ECTS


L. Simon

54133 Monastic Practices of Spirituality: hermeneutical and


interdisciplinary explorations 3 ECTS
Th. Quartier

157
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

ORARIO DELLE LEZIONI 2019/2020

1° anno - I semestre
orario Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì
10.15 - 11.50 95036 54139
Monteiro Monteiro

11.05 - 12.40 54140


Eschlböck

15.30-17.05 54132 * 54047 54132 54135 54500


L. Simon Monfrinotti Simon Carnea Sawicki

17.15-18.50 54044 54143 54112 43400 ** 54124


Monfrinotti Wilde Rivas Simon Trianni

* Il corso 54132 (L. Simon) inizia il 25 Novembre


** Il Seminario Dottorandi e Licenziandi inizia il 28 Novembre

1° anno - II semestre
Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì
8.30 - 9.15 54014 * 54014 54014 54014 54014
Baàn Baàn Baàn Baàn Baàn

11.05 - 11.50 54141


Scheiba

11.55 - 12.40 54141 54133 ** 54133


Scheiba Quartier Quartier

15.30-17.05 42017 55033 54014 54118 54138


Bianchi Scheiba Baàn Sawicki Trianni
54133
Quartier

17.15-18.50 54046 54014 54527 43400 54133


Dell’Omo Baàn Rivas Simon Quartier
54142
Rivas

* I Corsi del Prof. Baán si svolgono dal 22 aprile 2020


** I Corsi del P. Quartier si svolgono la prima settimana di lezione di febbraio 2020

158
TEOLOGIA SPIRITUALE MONASTICA

POST GRADUATE SPECIALISATION COURSE - Summer School


“CDCS - Cultural Dimensions of Christian Spirituality”
Two-year summer course 2019/2020

From the very beginning Christians have traversed two worlds: their spirit-
uality arises at the crossroads between Christian traditions and the contem-
porary cultures. The relationship between Christian traditions and contem-
porary cultures in the context of spirituality can be theologically analysed
from different points of view:
• The Bible and its reception;
• Early Christian theology and literature (and in particular the Rule of
St. Benedict) in which the roots of later spiritualities can be uncovered;
• The particular mental horizons of the 21st century;
• The concrete ritual forms spirituality can assume;
• The comparison between the spirituality of different religions and
denominations.

Questions of this sort will be addressed in an academic program offered at


the Monastic Institute (Pontifical Benedictine University Sant’ Anselmo,
Rome), in cooperation with members of the following institutions: “Faculty
of Philosophy, Theology & Religious Studies of Radboud University Nijme-
gen” (NL), “Liturgical Institute of the Catholic University Leuven” and “Ti-
tus Brandsma Instituut” (NL).
The program consists of 16 academic modules each worth 3 European Cred-
its (EC). For each module 3 sessions (90 minutes each) are organized. Addi-
tionally, students study literature and write a paper on each module. At the
end of the two-year Program a thesis (30 pages) will be written. The pro-
gramme awards a “specialist certificate” at the fulfilment of all requirements.

The courses will be taught in English.


For further information see: cdcs.anselmianum.com
Additional information is also available through the coordinators:
• Prof. Dr. Matthias Skeb (cdcs@anselmianum.com)
• Prof. Dr. Thomas Quartier (T.Quartier@ftr.ru.nl)

159
INSEGNAMENTO A DISTANZA
INSEGNAMENTO A DISTANZA

Questa iniziativa didattica mira a raggiungere, attraverso i corsi on-line, tutte


le persone che non possono seguire l’offerta curricolare in aula ma sono in-
teressate alla spiritualità monastica. Si pensi ai religiosi che vivono in tutto il
mondo, ma anche ai laici che cercano uno sviluppo spirituale.
Il primo corso, sugli aspetti formativi del canto gregoriano, è stato attivato
a giugno 2015.
Ora sono stati avviati nuovi corsi: sulla meditazione, sulla preghiera del cuo-
re, sulla storia del monachesimo, sulle piante medicinali nella tradizione mo-
nastica; altri corsi sono in fase di progettazione.
I corsi sono interattivi, si seguono interamente a casa o nel proprio domicilio,
con consulenze on-line o telefoniche con i docenti. Anche il questionario
finale per il rilascio dell’attestato viene fatto on-line.
Questi corsi conferiscono dei crediti accademici (ECTS), previo il supera-
mento di un ulteriore esame on-line, che possono essere riconosciuti in altri
programmi universitari.
Il corso può essere fruito nell’arco di tre mesi e grazie al superamento del test
finale si otterrà l’attestato. Per la partecipazione non c’è bisogno di qualifiche
accademiche.
Per l’iscrizione bisogna compilare il modulo on-line al seguente indirizzo:
http://www.anselmianum.com/ateneo/altri-corsi/eanselmo-elearning/eansel-
mo-iscrizioni.

I costi sono:
- 140,00 € a persona per i laici;
- 70,00 € a persona per i religiosi;
- Previsti sconti per gruppi superiori a 5 persone, in questo caso scrivere
a: eanselmo@anselmianum.com.
Una volta ricevuto il pagamento verranno inviate via mail delle credenziali
per accedere ai corsi, valide tre mesi dal primo accesso.
La quota, una volta ricevute le credenziali, non sarà più rimborsabile.

Se nell’arco di tre mesi non si riesce a completare il corso si può chiedere una
proroga, previo pagamento di 20,00 € al mese.
Per maggiori informazioni visitare il sito: http://www.anselmianum.com/ate-
neo/altri-corsi/eanselmo-elearning.
Per richiedere informazioni scrivere a: eanselmo@anselmianum.com.

253
TEOLOGIA
DOGMATICO-SACRAMENTARIA
TEOLOGIA DOGMATICO-SACRAMENTARIA

Il ciclo per la licenza


Specializzazione «Teologia dogmatico-sacramentaria»

Coordinatore: prof. Ruberval Monteiro da Silva OSB


r.monteiro@anselmianum.com

DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

La teologia dogmatico-sacramentaria è l’ambito di riflessione in cui lo stu-


dente può specializzarsi con particolare attenzione al recupero del rapporto
significativo con la tradizione in tre suoi aspetti fondamentali:
1. La tradizione come linguaggio complesso della fede, che può essere
compreso appieno soltanto attraverso un esercizio di competenza multi-
e inter-disciplinare. L’attenzione alla storia e alle scienze umane, alla teo-
logia sistematica e alla teologia liturgica, alla base biblica e alla elaborazio-
ne patristica, costituiscono i punti di forza del programma proposto. Esso
passa in rassegna tutte le dimensioni classiche del de sacramentis (in
genere e in specie) ed offre una completezza di orizzonte formativo sui sa-
cramenti che risulta davvero unica nel panorama romano ed europeo.
2. La tradizione come linguaggio plurale della Chiesa, che può essere
ascoltato fino in fondo solo quando si percorrono le diverse letture che la
prospettiva ecumenica è in grado di rivelare, nell’intreccio tra oriente e
occidente, tra antico e moderno, tra universale e particolare. Sant’Ansel-
mo ha elaborato originariamente le sue specializzazioni liturgiche, mo-
nastiche e dogmatiche in questo spirito di confronto e di dialogo, ancor
prima del Concilio Vaticano II, che poi ha reso questa opzione un tratto
qualificante e irreversibile della forma cattolica della fede.
3. La tradizione come linguaggio autorevole della prassi rituale, che può
essere vissuta, compresa e trasmessa soltanto quando si coglie la dimen-
sione pastorale intrinseca al sapere classico sui sacramenti. Pastorale sia
nel senso “strutturale” della necessaria “traduzione” della forma perché
l’accesso alla sostanza della dottrina sia assicurato; sia nel senso “pra-
tico” di una attenzione al valore non autoreferenziale della prassi sacra-
mentale, affinché essa permetta e realizzi l’incontro tra Dio e uomo, nelle
forme complesse e nei linguaggi articolati che tale esperienza richiede e
promuove.

167
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

Per queste sue caratteristiche la specializzazione in teologia dogmatico-sacra-


mentaria non risolve il rapporto con la tradizione in un semplice “ritorno alle
fonti”, di carattere esclusivamente filologico e storico, ma elabora una “lettura
sistematica dei sacramenti”, intesa come mediazione delle tre linee di rappor-
to con la tradizione che abbiamo indicato sopra.
In questo modo, essa mira alla formazione di futuri docenti, di pastori e di
soggetti ministeriali della “ecclesia”, che approfondiscano culturalmente e
pastoralmente l’aspetto simbolico-rituale della tradizione, con la consapevolezza
delle complesse mediazioni culturali e teologiche che ciò richiede, perché il
sacramento celebrato torni a essere “fonte” di vita cristiana.
L’integrazione di interdisciplinarità, sguardo ecumenico e svolta pastorale
garantiscono un rapporto equilibrato rispetto agli sbocchi accademici e/o
pastorali cui gli studenti saranno destinati o vorranno dedicarsi.

La Specializzazione in Teologia Dogmatico-Sacramentaria rilascia tre tipi di


titoli accademici:

1. Il grado di Diploma «Master of Arts in Theology» (II ciclo: per 1 anno o


due semestri)
Requisiti: gli studenti si iscrivono a tutti i corsi obbligatori di due semestri
e sostengono gli esami fino raggiungere 42 crediti ECTS. Partecipano
inoltre a un seminario e presentano una tesina conclusiva di almeno 30
pagine. Il voto del diploma è calcolato per il 70% sulla media degli esami
e per il 30% sul voto della tesina.

Nota Bene: Questo diploma non è un grado accademico. Gli esami superati,
però, verranno omologati qualora lo studente volesse completare il program-
ma per compiere il curriculum per la licenza.

2. Il grado di licenza (II ciclo: 2 anni)


Requisiti: secondo le norme del “Processo di Bologna” gli studenti nuovi
per il grado della licenza devono giungere a un numero totale di 120
crediti ECTS (European Credit Transfer System). I corsi caratterizzanti, i
corsi base, i corsi a scelta e due seminari devono coprire almeno 90 ECTS.
La tesi di licenza e l’esame comprensivo valgono 30 ECTS. Inoltre, lo
studente deve dimostrare l’abilità di leggere e capire due lingue moderne
(inglese, francese, tedesco, spagnolo) attraverso un esame di verifica. Oltre i

168
TEOLOGIA DOGMATICO-SACRAMENTARIA

corsi del programma, per raggiungere il numero dei crediti (ECTS) neces-
sario lo studente può seguire più corsi o produrre un elaborato scritto per
un corso di 3 ECTS che darebbe il valore di 5 ECTS al corso. Così si può
aumentare anche il valore di un secondo corso di 3 ECTS.
Il voto della licenza è calcolato per il 30% sulla media degli esami, per il
30% sulla tesina di licenza, per il 10% sulla difesa della tesina in sede di
discussione e per il 30% sull’esame comprensivo.

3. Il grado di dottorato (III ciclo: 2 anni)


Nel terzo ciclo gli studenti sono portati alla pienezza della maturità
scientifica mediante la elaborazione della tesi di dottorato. Per favorire
questo lavoro viene organizzato un corso seminariale, cui partecipano
alcuni docenti e tutti i dottorandi della specializzazione (per almeno i
primi due anni di lavoro), allo scopo di elaborare la loro tesi.
Gli studenti che hanno conseguito altrove il grado di licenza possono
essere ammessi al ciclo del dottorato alle stesse condizioni solo se la li-
cenza ottenuta sia coerente con la Specializzazione. Se la continuità tra
i cicli viene parzialmente a mancare, spetta al Consiglio del Decano,
sentito il Coordinatore, determinare il piano di studi da seguire.
Per accedere al terzo ciclo è necessario la qualifica magna cum laude pari
a 9/10.

169
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

PROGRAMMA GENERALE DEI CORSI OBBLIGATORI

Corsi propedeutici

75500 Incontri metodologici per gli studenti del 2o anno


95558 Ricerca scientifica per gli studenti del 1o anno

I sacramenti nella riflessione sistematica

Corsi caratterizzanti

Anno A Battesimo Cresima Eucaristia; Penitenza

74023 Battesimo e confermazione: teologia dell’iniziazione cristiana


74031 Il tema biblico del Memoriale
95009 Anafore occidentali romane (Eucaristia)

Anno B Sacramenti in genere; Ordine; Matrimonio; Unzione

74008 Fondamento antropologico-simbolico della sacramentaria


75023 Il sacramento dell’Ordine
75024 De sacramentis in genere
95008 Eucaristia

Corsi base

Anno A

74011 Sacramenti e competenza morale


74021 NT: Alle origini del battesimo cristiano
74029 Teologia sistematica: Cristianesimo e sacrificio
74046 La teologia dei sacramenti nelle Chiese di tradizione bizantina I

170
TEOLOGIA DOGMATICO-SACRAMENTARIA

74047 Sacramento della riconciliazione


74048 Bibbia ed Eucaristia
74049 Eucaristia ed ecumenismo
74104 Segni e sacramenti nel Vangelo di Giovanni
94001 Lettura liturgica dei Padri

Anno B

74051 La visibilità del sacramento nei primi secoli


75003 I sacramenti nel Diritto canonico
75006 Temi biblici per la teologia del matrimonio cristiano
75008 La riconciliazione penitenziale e l’unzione degli infermi
75009 La teologia dei sacramenti nel medioevo
75018 La teologia dei sacramenti nelle Chiese di tradizione bizantina (II)
75026 Bibbia e sacramenti
75027 Resurrectio capax verbi
75066 Il matrimonio tra battezzati: uno dei 7 sacramenti

Corsi a scelta

74107 Teologia della Consacrazione (Matrimonio - Ordine - Unzione)


75025 Ritualità sacramentale e antropologia

Seminari

Due seminari specializzati

Collaborazione con altre specializzazioni e facoltà

Corsi attinenti al programma possono essere scelti tra i corsi offerti in


altri programmi della facoltà di Teologia e tra i corsi offerti nella facoltà di
Filosofia e nel Pontificio Istituto Liturgico. Previo il permesso del Decano,
tali corsi possono essere riconosciuti come Corsi a scelta.

171
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

PROGRAMMA DEI CORSI 2019-2020


II CICLO - PER LA LICENZA

Anno B – 1° semestre

Corsi propedeutici

75500 Seminario metodologico per gli studenti del 2° anno (senza


crediti)
A. Grillo
95558 Ricerca scientifica (per gli studenti del 1° anno) 3 ECTS
J.A. Goñi
(Si veda il programma del PIL, Anno Propedeutico)

Corsi caratterizzanti

75023 Il sacramento dell’Ordine 3 ECTS


A. García Macías
75024 De sacramentis in genere 3 ECTS
A. Grillo

Corsi base

75018 La teologia dei sacramenti nelle Chiese


di tradizione bizantina (II) 3 ECTS
Th. Pott
74051 Visibilità dei sacramenti nei primi secoli 3 ECTS
R. Monteiro
75026 Bibbia e sacramenti 3 ECTS
M.P. Scanu
75066 Il matrimonio tra battezzati: uno dei 7 sacramenti 3 ECTS
A. Grillo

172
TEOLOGIA DOGMATICO-SACRAMENTARIA

Seminario

75425 Modelli di scrittura teologica sui sacramenti:


Agostino, Tommaso, Rahner, Barth, Balthasar 3 ECTS
A. Grillo

Collaborazione con altre specializzazioni e facoltà

Corsi attinenti al programma possono essere scelti tra i corsi offerti in


altri programmi della facoltà di Teologia e tra i corsi offerti nella facoltà di
Filosofia e nel Pontificio Istituto Liturgico. Previo il permesso del Decano,
tali corsi possono essere riconosciuti come Corsi a scelta.

Anno B – 2° semestre

Corsi caratterizzanti

74008 Fondamento antropologico-simbolico


della sacramentaria 3 ECTS
C. Krause
95008 L’Eucaristia 3 ECTS
N. Valli
(Si veda il programma del PIL)

Corsi base

75003 I sacramenti nel Diritto canonico 3 ECTS


A. Recchia
75006 Temi biblici per la teologia del matrimonio cristiano 3 ECTS
M.P. Scanu
75008 La riconciliazione penitenziale e l’unzione degli infermi 3 ECTS
A. Grillo
75009 La teologia dei sacramenti nel medioevo 3 ECTS
U. Cortoni

173
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

75027 Resurrectio capax verbi: La risurrezione


nella tradizione narrativa del NT 3 ECTS
L. Simon

Corsi a scelta

74107 Ritualità sacramentale e antropologia 3 ECTS


S. Geiger
75025 Teologia della Consacrazione
(Matrimonio - Ordine - Unzione) 3 ECTS

Collaborazione con altre specializzazioni e facoltà

Corsi attinenti al programma possono essere scelti tra i corsi offerti in


altri programmi della facoltà di Teologia e tra i corsi offerti nella facoltà di
Filosofia e nel Pontificio Istituto Liturgico. Previo il permesso del Decano,
tali corsi possono essere riconosciuti come Corsi a scelta.

174
TEOLOGIA DOGMATICO-SACRAMENTARIA

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020

1° semestre - anno B (ordine - matrimonio - unzione)

orario lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

75018 * 75018 *
08.30 - 10.05 75026 Scanu
Pott Pott

75018 * 95558
10.15 - 11.50 75066 Grillo
Pott Pro-seminario

74051 75023
15.30 - 17.05 75024 Grillo
Monteiro García Macías

75425 Grillo ** 75018 *


17.15 - 18.50
75500 Grillo ** Pott

* 75018 Pott - tre settimane (le date precise sono da definire)


** Grillo - settimane alterne

2° semestre - anno B (ordine - matrimonio - unzione)

orario lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

74008 *
08.30 - 10.05 75027 Simon 95008 Valli
Krause

74008 * 75008 **
10.15 - 11.50 75006 Scanu
Krause Grillo

15.30 - 17.05 75009 Cortoni 75003 Recchia

75008 **
17.15 - 18.50 75025 74107 Geiger
Grillo

* 74008 Krause - 24/02 - 23/03


** 75008 Grillo - ogni due settimane

175
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

III CICLO – CORSO SEMINARIALE DI DOTTORATO

76400 Corso seminariale di dottorato

Il III ciclo, cui accedono gli studenti che hanno il titolo di licenza, prevede
la partecipazione degli studenti ad almeno un biennio con quattro incontri
annuali (alle date fissate) di quattro ore ciascuno. In tali incontri:
1. si presenta e si discute il tema della tesi;
2. si elabora lo schema della tesi per l’approvazione del Consiglio del Decano;
3. si producono elaborati scritti e vengono definite le bibliografie relative al
tema;
4. si presentano i primi capitoli, per controllare lo svolgimento del lavoro;
5. si discutono tematiche parallele utili per lo svolgimento della ricerca.

I quattro incontri del seminario di dottorato si terranno dalle ore 8.30 alle
ore 12.30 nei giorni:
- 14 novembre 2019
- 16 gennaio 2020
- 12 marzo 2020
- 14 maggio 2020

176
TEOLOGIA DOGMATICO-SACRAMENTARIA

LECTIONES VAGAGGINIANAE

9 dicembre 2019 Aula Capitolare ore 17.30

Presentazione del volume della VIII Lectiones Vagagginianae: «Metaphorein»


di P. Elmar Salmann OSB.

177
INSEGNAMENTO
DELLA RELIGIONE CATTOLICA
NELLE SCUOLE ITALIANE
INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA NELLE SCUOLE ITALIANE

INFORMAZIONI GENERALI

I corsi sono di 16 ore. 4 ore al mattino o pomeriggio in 4 settimane, in genere


al termine di ogni semestre.

Il 28 giugno 2012 è stata firmata l’intesa tra Stato e Conferenza Episcopale


Italiana a riguardo dei profili di qualificazione professionale degli insegnati
di religione cattolica.
Secondo tale intesa ogni titolo accademico in teologia o in liturgia dà la
possibilità di insegnare la religione cattolica nella scuola italiana di ogni or-
dine e grado.
Per insegnare la religione cattolica nella scuola italiana lo studente inte-
ressato deve però seguire dei corsi che l’Ateneo si è impegnato a fornire
in modo complementare e indicati dal Segretario Generale della CEI, con
lettera del 20 luglio 2012, prot. N. 563/2012, come “importanti discipline
d’indirizzo dell’IRC”.
Tali insegnamenti saranno offerti lungo un ciclo di 3 anni. Tali corsi, con il
permesso del Decano/Preside, possono anche essere inseriti nel numero dei
Corsi a scelta del piano di studi.

Programma

1o anno
33130 Pedagogia e teoria della scuola
33131 Diritto scolastico

2o anno
33132 Didattica generale
33133 Didattica dell’IRC

3o anno
33134 Metodologia dell’insegnamento
33135 Tirocinio dell’IRC

289
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

ANNO ACCADEMICO 2019-2020

2° anno

I semestre

33132 Didattica generale R. Cetera


Orario: martedì, 15.30 - 17.05

II semestre

33133 Didattica dell’IRC R. Cetera


Orario: da concordare

33135 Tirocinio dell’IRC C. Burger


(È necessario aver fatto prima tutti gli altri corsi del programma indicato sopra)

290
MANAGEMENT
DEI BENI MONUMENTALI RELIGIOSI
Corso di alta formazione
MANAGEMENT DEI BENI MONUMENTALI RELIGIOSI

GUIDA GENERALE

Obiettivi del Corso

Illustrare la complessità di una persona giuridica canonica pubblica e for-


nire gli elementi del management dei beni monumentali religiosi per gestirli
con la diligenza di un buon padre di famiglia (can. 1284 CIC), in confor-
mità con le norme del diritto civile e le best practice aziendali ispirate dalla
tradizione benedettina.

Requisiti di ammissione

Per partecipare al Corso sono richiesti - in via alternativa - i seguenti requisiti:


• Laurea triennale, Laurea magistrale oppure Laurea specialistica oppure
Laurea ante DM 509/1999 (vecchio ordinamento) o altro titolo di studio
universitario conseguito all’estero riconosciuto idoneo;
• Accertata esperienza professionale o lavorativa negli enti ecclesiastici;
• Sacerdoti, religiosi, seminaristi.

Profilo professionale

Il corso ha la finalità scientifica di formare esperti, consulenti e specialisti nelle


materie di diritto, economia, finanza, risk management, property e facility
management, utili per rafforzare le competenze professionali necessarie per
gestire i beni monumentali religiosi.

Destinatari

Il corso è rivolto a: operatori degli enti ecclesiastici quali economi e ammi-


nistratori diocesani, economi e amministratori parrocchiali e di enti religiosi;
direttori, amministratori e dipendenti di strutture gestite da enti ecclesiastici.
Il corso inoltre è consigliato per chi svolge, o intende svolgere, attività di
consulenza per gli enti ecclesiastici quali architetti; ingegneri; geometri; dot-
tori commercialisti; revisori contabili; avvocati; agenti immobiliari; consu-
lenti finanziari; consulenti del lavoro; dipendenti vaticani e della Santa Sede.

293
FACOLTÀ DI TEOLOGIA

Titolo rilasciato

Al termine del corso e della prova finale (presentazione del progetto sviluppa-
to), previa regolare frequenza non inferiore all’80% delle lezioni, sarà rilascia-
to un attestato di partecipazione al Corso di Alta Formazione in “Management
dei Beni Monumentali Religiosi” da parte del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo.

Informazioni:

Telefono: 346.211.3852
Email: beniecclesiastici@anselmianum.com

294
ETICA E FINANZA SOSTENIBILE

ETICA E FINANZA SOSTENIBILE

80501 Etica e finanza sostenibile 3 ECTS


Prof. G. Mastromatteo

Il Prof. Giuseppe Mastromatteo è Ordinario di Economia Politica


presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e presso altre presti-
giose università in Italia e all’estero.

Il corso si svolgerà nel II semestre e sarà aperto a tutti.


L’orario verrà indicato.

295
PONTIFICIO
ISTITUTO LITURGICO
INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI

Il Pontificio Istituto Liturgico

L’Istituto è stato canonicamente eretto dalla Sede Apostolica come facoltà


di Sacra liturgia presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo, per promuovere
la scienza liturgica con la ricerca e l’insegnamento. Pertanto è autorizzato
a conferire, per autorità della Santa Sede, i gradi accademici di licenza e di
dottorato (Statuta n. 127), e dal 2018 il baccalaureato (prot. 817/79).

Lo scopo dell’Istituto Liturgico, perciò, è di:


1. Promuovere gli studi superiori della liturgia (specialmente dell’Eucaristia
e degli altri sacramenti, della Liturgia delle Ore e dell’anno liturgico),
negli aspetti teologici, storici, spirituali e pastorali (cf. Sacrosanctum Con-
cilium [= SC] 16 e 23);
2. Promuovere il progresso degli studi liturgici mediante la ricerca scientifica
dei docenti come degli studenti (cf. SC 23);
3. Preparare, attraverso un costante uso della metodologia scientifica, i fu-
turi docenti delle discipline liturgiche nelle università, facoltà, seminari e
case religiose (cf. SC 15);
4. Preparare sia periti che possano far parte delle commissioni liturgiche re-
gionali o diocesane, che animatori in campo liturgico-pastorale, affinché
il popolo di Dio ottenga dalle celebrazioni liturgiche frutti spirituali più
abbondanti (cf. SC 44).

Requisiti per la prima iscrizione

1. Per la prima iscrizione ordinaria tutti gli studenti devono presentare in


Segreteria:
a. Certificato che attesti la frequenza di un corso di lingua latina, con
durata minima di 70 ore.
b. Certificato degli studi compiuti presso uno studio teologico con al-
legato l’attestato del baccalaureato in Teologia (= ST.B.). La media
minima degli esami compiuti deve essere 8/10 o di valore equivalente.
c. Foto (è sufficiente una sola) formato tessera.

299
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

d. Lettera di presentazione da parte dell’autorità ecclesiastica interessata.


Per gli studenti laici: lettera di presentazione dell’Ordinario della Dio-
cesi di provenienza dello studente.
2. Gli studenti che non sono in possesso del ST.B. rilasciato da una facoltà
Pontificia, devono superare l’esame di ammissione per la prima iscrizione,
secondo le prescrizioni della Congregazione per l’Educazione Cattolica. Il
“tesario” delle materie per l’esame è disponibile presso la Segreteria.
3. Tutti gli studenti, per ottenere la prima iscrizione ordinaria devono supera-
re un esame di lingua latina e di lingua greca durante il quale è ammesso
l’uso del dizionario.
4. Gli studenti non italiani devono presentare un certificato che attesti la
frequenza di un corso di lingua italiana (con durata minima di 90 ore)
oppure un attestato in merito firmato da un professore di lingua italiana.
5. Gli studenti non italiani, oltre all’esame verifica della lingua latina, per la
prima iscrizione ordinaria devono superare l’esame di lingua italiana che
attesti la capacità di seguire le future lezioni.
6. Gli studenti dell’Unione Europea (=UE) devono presentare in Segreteria
una fotocopia della carta d’identità, mostrando l’originale.
7. Gli studenti che non provengono dalla UE devono presentare in Segreteria:
a. la fotocopia del passaporto, che va depositata in Segreteria, mostrando
l’originale;
b. il visto studentesco rilasciato dall’autorità italiana del paese dello studente
(si ricorda che il visto turistico non è valido). Per ottenerlo si potrà richie-
dere alla Segreteria dell’Ateneo un documento di preiscrizione, che verrà
convalidato dalla rappresentanza apostolica nel paese dello studente.

Per gli studenti laici il certificato di preiscrizione viene rilasciato se la richiesta


è accompagnata da:
a. lettera di presentazione dell’Ordinario della Diocesi di provenienza
dello studente (non valgono copie o fax);
b. dichiarazione di responsabilità da parte di un privato o di un ente, a
riguardo del pagamento di vitto, alloggio e spese mediche dello stu-
dente. Tale dichiarazione dovrà avere il nulla osta dell’Ordinario della
Diocesi italiana di appartenenza del privato o dell’ente che la redige.
Nel caso lo studente presenti una dichiarazione di auto-mantenimen-
to, quest’ultima dovrà essere controfirmata dall’Ordinario della Dio-
cesi da cui lo studente proviene.

300
INFORMAZIONI GENERALI

8. I sacerdoti non residenti in un collegio ecclesiastico devono richiedere in Se-


greteria copia dei regolamenti in merito.
9. Gli studenti ospiti devono presentare in Segreteria:
a. copia del passaporto o della carta d’identità;
b. una (1) foto formato tessera.

Le iscrizioni si effettuano nell’orario indicato nel Calendario delle attività ac-


cademiche.

Requisiti per i gradi accademici

1. Tutti gli studenti devono avere una conoscenza adeguata, oltre che dell’i-
taliano, del latino e del greco, anche di due fra le seguenti lingue: france-
se, inglese, spagnolo e tedesco. Gli esami-verifica delle lingue moderne si
svolgeranno nei tempi determinati nell’Ordo.
2. Il corso annuale “Lettura di testi liturgici latini” è obbligatorio per gli
studenti del 1º anno.
3. Per la licenza tutti gli studenti devono aver superato gli esami dei seguenti
corsi/seminari:
a. tutti i corsi obbligatori;
b. almeno 4 corsi opzionali;
c. il Pro Seminario e due altri seminari.

Si richiede anche la tesi di licenza (non meno di 80 pagine e non più di 250).
Per poter sostenere l’esame-colloquio prima della fine dell’anno accademico
in corso, si deve consegnare in Segreteria la tesi in triplice copia firmate dal
moderatore entro la data di scadenza (vedi Calendario delle attività accademi-
che) e sottoscrivere il documento di originalità del testo (da firmare in Segre-
teria al momento della consegna della tesi).
4. Per il dottorato tutti gli studenti devono:
a. aver una conoscenza adeguata di tre lingue fra le seguenti: francese, ingle-
se, spagnolo e tedesco. Gli esami-verifica per le lingue moderne si svolge-
ranno nei tempi determinati nell’Ordo;
b. consegnare in Segreteria 4 esemplari della tesi, firmate dal moderatore
(non più breve di 150 pagine e non più lunga di 500);
c. aver sottoscritto il documento di originalità del testo (da firmare in
Segreteria al momento della consegna della tesi);

301
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

d. aver fatto la difesa della tesi;


e. aver fatto la pubblicazione della tesi.
f. Coloro che hanno ottenuto il grado accademico del master in liturgia
da un’altra facoltà e che non hanno scritto una tesi di ricerca sono
tenuti, insieme con l’anno integrativo, a fare la tesi di licenza.

Per ulteriori precisazioni è necessario rivolgersi alla Segreteria.

Nota - Gli studenti che, a dieci anni dalla conclusione del biennio, desiderino
cominciare la tesi di licenza sono tenuti a frequentare un anno integrativo
secondo il programma stabilito dal Preside. Saranno esenti dal frequentare
l’anno integrativo coloro che avessero insegnato liturgia in seminario o in una
casa di studio durante quei dieci anni. Il tema della tesi, sia di licenza che di
dottorato, ha validità per cinque anni dal momento in cui è stato accettato.
Per il dottorato il Preside potrà prorogare la durata di altri cinque anni. Per la
licenza, invece, la validità di cinque anni non viene prorogata, salvo permesso
speciale del Consiglio del Preside, udito sia il moderatore che il candidato.

Diploma in Studiis liturgicis

Oltre ai requisiti per l’ammissione (B, 1-5) gli studenti devono:


a. frequentare tutti i corsi obbligatori e superarne gli esami;
b. frequentare 3 corsi a scelta e superarne gli esami;
c. frequentare il Pro Seminario e altri 2 seminari.

Nota - Questo diploma non è un grado accademico. Gli esami superati


verranno omologati qualora lo studente volesse completare il programma per
compiere il curriculum del II ciclo (corso di licenza).

Valutazione

1-5 ( - 5.99) non probatus


6.00 (6.00 - 7.24) probatus
7.50 (7.25 - 8.24) bene probatus
8.50 (8.25 - 8.99) cum laude probatus
9.50 (9.00 - 9.74) magna cum laude probatus
10.00 (9.75 - 10.00) summa cum laude probatus

302
INFORMAZIONI GENERALI

Il voto di 6/10 è sufficiente per superare gli esami. Per accedere al ciclo della
licenza, si richiede una media minima di 8/10 nel ciclo precedente. Per ac-
cedere al ciclo del dottorato, si richiede una media minima di 9/10 nel ciclo
precedente.

ESAMI DI AMMISSIONE 2019-2020


3 ottobre
ore 9.00, Aula I: esame-verifica di latino (scritto)
ore 16.00, Aula I: esame-verifica di greco (scritto)
4 ottobre
ore 9.00, Aula I: esame scritto e orale di italiano
5 ottobre
esame di ammissione
per coloro che non sono in possesso
del baccalaureato in Teologia
7 ottobre
pubblicazione dei risultati degli esami di greco,
di italiano e di latino e dell’elenco degli studenti
ammessi all’iscrizione accademica

Gli studenti che non avessero superato l’esame di ammissione d’italiano do-
vranno iscriversi al corso che si tiene nell’anno propedeutico.

ORARIO DELLE LEZIONI

Mattino Pomeriggio
08.30-09.15 15.30-17.05
09.20-10.05 17.15-18.50
10.15-11.00
11.05-11.50

303
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

GENERAL INFORMATION

The Pontifical Liturgical Institute

The Institute was canonically established by the Apostolic See as a faculty of


Sacred Liturgy of the Pontifical University of St. Anselm in order to promote
liturgical science through research and teaching. As such it is empowered to
grant, by authority of the Holy See, the academic degrees of license (SL.L.)
and doctorate (SL.D.) in liturgy (Statutes 127) and from 2018 the baccalau-
reate (prot. 817/79).

The objectives of the Institute are therefore:


1. To promote the scientific study of the liturgy, especially the Eucharist
and the other sacraments, the Liturgy of the Hours and the liturgical
year, under their theological, historical, spiritual and pastoral aspects (see
Sacrosanctum Concilium [= SC], 16 and 23).
2. To promote the study of liturgy through the scientific research of teachers
and the formation of students capable of scientific research (see SC 23).
3. Using appropriate scientific methodology, to prepare future teachers to
become instructors of the liturgical disciplines in faculties, seminaries and
religious houses (see SC 15).
4. To prepare qualified graduates to become members of regional or dioce-
san liturgical commissions, and to assist parish communities in realizing
a more effective participation in liturgical celebrations (see SC 44).

Admission Requirements

1. With the exception of auditors, at the time of registration all students


must present in the Segreteria:
a. certification of having attended at least 70 hours of a course in Latin;
b. official transcripts of graduate (and post-graduate if applicable) studies,
showing a minimum average of 8/10 or equivalent, along with certifi-
cation of having obtained the Bachelor’s Degree in Theology (= ST.B.);
c. one passport-size photograph;
d. a letter from one’s ecclesiastical superior assigning the student to stud-
ies at St. Anselm’s. Lay students need a letter from a priest. Lay stu-

304
INFORMAZIONI GENERALI

dents not from the European Union should check the specific details
below, at point 7, b.
2. Students who do not have the ST.B. from a pontifical faculty are required
to take the examination in theology as mandated by the Congregation
for Catholic Education. The “Tesario” containing the subject matter is
available in the Segreteria.
3. All students must pass the Latin and Greek examinations (dictionary per-
mitted).
4. Non-Italian Students must present in the Segreteria certification of at least
90 class hours of instruction in Italian, or a certificate signed by a quali-
fied instructor in Italian attesting to competence in the language.
5. Non-Italian students must also pass the Italian language examination, giv-
ing evidence of being able to follow class lectures in Italian.
6. Students from the European Union (= EU) must present in the Segreteria a
photocopy of the identity card, showing the original.
7. Students from outside the EU must present in the Segreteria:
a. a photocopy of the passport, showing with the original;
b. a student visa issued by an Italian embassy or consulate in one’s own
country. The tourist visa is invalid. When requested by the student the
Segreteria will issue a pre-enrollment document, which must then be con-
validated by the official representative of the Holy See in the student’s
own country.

For lay students a certificate of pre-registration will be issued, if the request


is accompanied by:
a. a letter of presentation from the ordinary of the diocese from which the
student comes (copies or fax are not valid);
b. a declaration by a private person or by a juridical person accepting re-
sponsibility for the room, board and medical expenses of the student.
Such a declaration must have the nihil obstat of the ordinary of the Ital-
ian diocese of such a person. In the case of a student who presents a
statement of self-maintenance (personal financial responsibility), this
must be countersigned by the ordinary of the diocese from which he
comes.
8. Priests not residing in an approved ecclesiastical residence: Please ask in the
Segreteria for the regulations mandated by the Vicariate of Rome.

305
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

9. Auditors must present in the Segreteria:


a. a copy of the passport or identity card, showing the original;
b. One passport-size photograph.
Times for registration are given in the Calendario delle attività accademiche.

Requirements for Academic Degrees

1. All students must have an adequate knowledge of Italian, Latin and Greek,
as well as of two of the following three languages: French, English, Span-
ish or German. Times for the modern language exams are noted in the
Academic Calendar.
2. The license thesis is also required (not less than 80 nor more than 250
pages).
3. For the Degree students must pass the exams of the next courses and
seminars:
a. All compulsory courses;
b. Al least 4 optional courses;
c. The Pro Seminario and other two seminars.

It is also required the degree’s thesis (minimum 80 pages and maximum 250
pages).
To be able to have the esame-colloquio before the end of the academic year,
students must consign the thesis to the Segreteria, in three copies signed by
the moderator, before the deadline given in the Calendario delle attività ac-
cademiche and must sign a document confirming the text’s originality at the
moment of its delivery to the Segreteria.

4. For the Doctorate students must:


a. have an adequate understanding of Italian and of three of the follow-
ing four languages: English, French, German, Spanish. Times for the
modern language examinations are noted in this Ordo;
b. consign to the Segreteria 4 copies of the dissertation signed by the
moderator (a minimum of 150 pages, a maximum of 500). Sign a doc-
ument confirming the thesis’s originality at the moment of its delivery
to the Segreteria;
c. defend and publish the doctoral dissertation.

306
INFORMAZIONI GENERALI

d. those who have the Master’s degree in liturgy from another faculty
and who have not written a research thesis are required, along with the
anno integrativo, to write the license thesis.

Further details concerning all of the above are available in the Segreteria.

Note - Students who after ten years from the completion of the biennio wish
to begin the license thesis, are required to attend a further year of courses
as determined by the Preside. But if they have taught liturgy in a seminary
or house of studies during that period, the above regulation does not apply.

The title of both the doctoral and license thesis is valid for five years from the
time it is accepted. The Preside may grant doctoral candidates a further five
years, but license candidates may receive permission for a further five years
only with the approval of the Council of the Preside. Views of both the mod-
erator and student will be considered.

Requirements for the Diploma in Liturgical Studies

Along with the entrance requirements above (B, 1-5):


a. all the required courses;
b. three electives;
c. methodology seminar (Pro Seminario) and two seminars.

Note - This is not an academic degree program. However, the courses will
be recognized as partial fulfillment of the license degree should the student
eventually wish to fulfill the remaining requirements.

Grading System

1-5 ( - 5.99) non probatus


6.00 (6.00 - 7.24) probatus
7.50 (7.25 - 8.24) bene probatus
8.50 (8.25 - 8.99) cum laude probatus
9.50 (9.00 - 9.74) magna cum laude probatus
10.00 (9.75 - 10.00) summa cum laude probatus

307
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

The grade of 6/10 is required and is sufficient to pass the examinations. To be


promoted to the licence cycle a minimum average of 8/10 is required in the
preceding cycle. To be promoted to the doctorate cycle a minimum average
of 9/10 is required in the preceding cycle.

Students who do not pass the Italian admission examination must enroll in
the course offered in the propaedeutic year.

ENTRANCE EXAMINATIONS 2019-2020

3 October
9.00, Aula I: Latin (written)
16.00, Aula I: Greek (written)

4 October
9.00, Aula I: Italian (written and oral)

5 October
Examination for those who do not have the ST.B. degree

7 October
Publication of the results of the Latin and Greek examination
and of the list of those eligible to enroll

CLASS HOURS
Morning Afternoon
08.30-09.15 15.30-17.05
09.20-10.05 17.15-18.50
10.15-11.00
11.05-11.50

308
INFORMAZIONI GENERALI

ORARIO DELLE LEZIONI

Le lezioni si svolgono nelle ore seguenti:

1ª    08.30 - 09.15
2ª    09.20 - 10.05
3ª    10.15 - 11.00
4ª    11.05 - 11.50
5ª    11.55 - 12.40

6ª     15.30 - 16.15
7ª    16.20 - 17.05
8ª     17.15 - 18.00
9ª    18.05 - 18.50

Le lezioni dei corsi di alta specializzazione post-laurea si svolgono il giovedì


con il seguente orario:
- “Architettura e Arti per la Liturgia” e “Guida Turistica” 10.30-12.45 e
14.45-17.00;
- “Musica Liturgica” dalle ore 15.00 alle ore 18.15.

Le lezioni e i laboratori del corso di alta specializzazione in “Arte per il Culto


Cristiano” si svolgono di venerdì nell’orario 14:30-17:50.

Le lezioni del corso di specializzazione breve in “Arte Floreale a Servizio della


Liturgia” si svolgono il venerdì dalle ore 15.00 alle 18.30.

Nota: Qualora fosse presente una discrepanza tra l’orario presente sull’Ordo
e quello effettivo delle singole facoltà, si consiglia di controllare la bacheca
presente vicino alla Segreteria Generale o consultare il sito internet.

309
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

PROGRAMMA GENERALE DEGLI STUDI

Anno propedeutico

Negli ultimi anni è diventato sempre più evidente il fatto che molti studenti
- non per loro colpa - arrivano a Roma per gli studi universitari senza posse-
dere gli strumenti linguistici adeguati a tale lavoro. Dal momento che molti
seminari e sistemi universitari in ogni parte del mondo non danno rilievo allo
studio delle lingue, sia antiche che moderne, lo studente che proviene da una
tale esperienza si sente spesso sperduto nell’ambiente multilingue di Roma
e non è pronto ad affrontare lo studio dei testi liturgici in lingua originale.
Come è impossibile studiare la Bibbia a livello universitario senza conoscere
l’ebraico e il greco antico, allo stesso modo non è possibile studiare la liturgia
a questo livello senza conoscere il latino (per quanto riguarda le tradizioni
romana e occidentale) e il greco antico (una delle lingue fondamentali - tra le
altre - nell’ambito delle molteplici tradizioni orientali).
Allo scopo di rispondere a questa pressante esigenza, il Pontificio
Istituto Liturgico ha elaborato un programma speciale per coloro che non
hanno mai studiato il greco e il latino, o la cui conoscenza di queste lingue
non è ancora sufficiente all’utilizzo delle fonti biblico-liturgiche. Un esame
di ammissione (3 ottobre 2019) consentirà l’iscrizione dello studente diretta-
mente al programma biennale di licenza, oppure all’anno propedeutico.
Il latino sarà insegnato cinque giorni alla settimana; il greco tre. La
lingua di insegnamento è italiano. Le lezioni durano 90 minuti. Allo stesso
tempo, lo studente deve anche frequentare il pro-seminario e il corso di latino
tra il periodo tardo-antico e alto Medioevo.
Alla fine dell’anno propedeutico, lo studente che ha frequentato e
superato gli esami potrà ricevere un certificato di frequenza con profitto.
Lo studio delle lingue originali ha anche un valore pratico, poiché
alcuni problemi della pratica pastorale hanno origine proprio nel fraintendi-
mento della editio typica latina.

Il Pontificio Istituto Liturgico è orgoglioso di presentare l’anno propedeutico
di studi linguistici come parte del suo servizio alla Chiesa universale.

310
INFORMAZIONI GENERALI

I ciclo

Baccalaureato

Informazioni generali

Il corso per il conseguimento del Baccalaureato in Sacra Liturgia (SL.B.) si


prefigge di contribuire a una qualificata formazione degli studenti nei confronti
della Liturgia, attraverso lo studio delle fonti e della letteratura dei grandi autori
della scienza liturgica, affinché «esprimano nella loro vita e manifestino agli
altri il mistero di Cristo e la genuina natura della vera Chiesa» (SC 2).

Il SL.B. fornisce i requisiti per l’accesso alla Licenza in Sacra Liturgia.

Nota bene
Il SL.B. dà diritto ad accedere alla Licenza in Teologia solo dopo aver ot-
tenuto il riconoscimento dei corsi superati e aver integrato nel curriculum
alcuni corsi previsti dal programma per il Baccalaureato in Sacra Teologia
(ST.B.), compresi gli studi filosofici obbligatori.
Il Baccalaureato in Sacra Teologia (ST.B.) consente invece l’accesso alla
Licenza in Liturgia, previo test di ammissione per la lingua latina e greca
e, per gli studenti stranieri, anche della lingua italiana.

Requisiti per l’ammissione

Possono iscriversi al I ciclo per il Baccalaureato in Sacra Liturgia (SL.B.) tutti


coloro che sono in possesso di un diploma di studi medi superiori necessario
per l’ammissione ad una Università Statale nel paese di origine dello studente.
L’Istituto esige dagli studenti stranieri un test di ingresso per valuta-
re la conoscenza della lingua italiana. Per gli studenti di formazione classica
sarà necessario effettuare un test di livello che attesti il grado di conoscenza
delle lingue classiche (latino e greco).
Gli studenti dell’ISSR che hanno completato gli studi e vogliono
specializzarsi in Liturgia così come gli studenti che hanno compiuto studi
quinquennali filosofico-teologici, ma non sono in possesso del ST.B., posso-
no accedere al corso per il SL.B. concordando un programma di studi con il
Preside.

311
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Il piano di studi

Il programma degli studi triennale comprende le seguenti aree nelle quali


saranno distribuite una o più materie

• tutti i corsi di base (125 ECTS);

• sei corsi caratterizzanti (30 ECTS) tra le seguenti aree:


- Liturgia
- Patristica
- Sacramenti

• tre corsi integrativi (15 ECTS) tra le seguenti aree:


- Spiritualità liturgica
- Spiritualità e scienze umane
- Cristologia
- Ecclesiologia
- Antropologia

• esame finale (10 ECTS):


- una tesina di Baccalaureato di circa 40 pagine, oppure
- un esame orale comprensivo di fronte a una commissione di tre
professori.

Il numero complessivo di ECTS (European Credit Transfer System) da cu-


mulare attraverso le diverse attività accademiche è di 180.

312
INFORMAZIONI GENERALI

II ciclo

La licenza

Il programma di studi del PIL è organizzato in cinque tipologie di attività


formativa:
1. Insegnamenti obbligatori di base
2. Insegnamenti obbligatori caratterizzanti
3. Insegnamenti obbligatori integrativi
4. Insegnamenti a scelta dello studente (corsi e seminari)
5. Preparazione e difesa della tesi di licenza

1. Insegnamenti obbligatori di base (38 ECTS):


Libri liturgici (3 ECTS)
Critica ed ermeneutica dei testi liturgici (5 ECTS)
Introduzione alle liturgie occidentali non romane (3 ECTS)
Introduzione alle liturgie orientali (3 ECTS)
Storia della liturgia secondo le epoche culturali (3 ECTS)
Bibbia e liturgia (3 ECTS)
Lettura liturgica dei Padri (3 ECTS)
Introduzione alla teologia della liturgia (3 ECTS)
Pastorale liturgica (3 ECTS)
Liturgia e antropologia (3 ECTS)
Teologia dell’inculturazione (3 ECTS)
Spiritualità liturgica (3 ECTS)

2. Insegnamenti obbligatori caratterizzanti (24 ECTS):


Iniziazione cristiana (3 ECTS)
L’Eucaristia (3 ECTS)
Il sacramento della riconciliazione (3 ECTS)
L’unzione degli infermi e la liturgia della morte (3 ECTS)
Il sacramento del matrimonio e la verginità (3 ECTS)
Il sacramento dell’ordine (3 ECTS)
Liturgia delle Ore (3 ECTS)
Teologia dell’anno liturgico (3 ECTS)

313
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

3. Insegnamenti obbligatori integrativi (17 ECTS):


Liturgia sacramentale in oriente (3 ECTS)
Liturgia delle Ore nei riti orientali (3 ECTS)
Teologia delle anafore (3 ECTS)
I sacramentali (3 ECTS)
Lettura liturgica di testi latini (5 ECTS)

4. Insegnamenti a scelta dello studente (21 ECTS):


Quattro corsi a scelta (12 ECTS)
Due seminari a scelta (6 ECTS)
Un Pro Seminario (3 ECTS)

5. Preparazione e difesa della tesi di licenza (20 ECTS)

Totale crediti: 120 ECTS

Nota - Gli studenti che, avendo frequentato e superato gli esami di tutti i
corsi prescritti, desiderino consegnare la tesi di licenza dopo la fine del II
ciclo, sono tenuti ad iscriversi come studenti fuori corso (vedi l’elenco delle
“tasse scolastiche”).

III ciclo

Il dottorato

1. Si iscrivono al III ciclo gli alunni che hanno completato tutti gli esami e
sostenuto l’esame colloquio della tesi di licenza con voto finale comples-
sivo dei corsi e della tesina non inferiore a punti 9/10. Lo scopo del III
ciclo è di fornire al candidato un programma personalizzato e offrendo
l’opportunità di creare solide basi per affrontare la tesi di dottorato.

2. Per questo motivo il candidato, dopo aver discusso e scelto con il mo-
deratore il tema della tesi di dottorato e l’area dove tale tema si colloca,
presenta la proposta scritta per il III ciclo al Preside. La proposta scritta per il
III ciclo deve contenere tre elementi essenziali:
a. la descrizione del tema della tesi,
b. la configurazione dell’area,

314
INFORMAZIONI GENERALI

c. la bibliografia per lo studio dell’area (non meno di 15 titoli).

Il Preside con il suo Consiglio, vista la proposta scritta per il III ciclo, nomina
la Commissio ad Lauream, composta dal moderatore, da un primo censore
e da un terzo professore che potrebbe diventare secondo censore, una volta
concluso il III ciclo del candidato.

3. La Commissio ad Lauream, convocata e presieduta dal Preside o da un suo


delegato, se le caratteristiche culturali della proposta scritta per il III ciclo
sono giudicate soddisfacenti, la approva e stabilisce i corsi che il candidato
dovrà frequentare con esame finale (il corso di liturgia comparata è sem-
pre obbligatorio per tutti) e le lingue che dovrà eventualmente imparare.

Il candidato, perciò, nell’arco dell’anno per il III ciclo, deve:


a. frequentare il seminario di liturgia comparata (con esame finale),
b. frequentare eventuali altri corsi al PIL o in altre facoltà anche di altre
Università (con esame finale),
c. imparare le eventuali lingue assegnate (con testimonianza di appren-
dimento),
d. leggere la bibliografia della proposta,
e. stendere un elaborato scritto, non inferiore alle 50 pp. e non superiore
alle 100 pp., con la supervisione del moderatore e del primo censore.

4. A conclusione dell’anno per il III ciclo il candidato deve aver terminato


con esito positivo i corsi assegnatigli, dimostrare di conoscere le eventuali
lingue straniere indicategli, aver letto la bibliografia e aver completato l’ela-
borato scritto.
Entro due mesi dalla consegna dell’elaborato scritto, la Commissio ad Laure-
am, convocata dal moderatore, stabilisce il punto dell’elaborato quale tema
per la Lectio coram. La data della Lectio è stabilita dal Preside che comuniche-
rà personalmente (o per mezzo di un suo delegato) il punto dell’elaborato 72
ore prima del giorno della Lectio stessa.
La Lectio va fatta davanti alla Commissio ad Lauream, presieduta dal Pre-
side o da un eventuale suo delegato, e non dura più di 45’. Segue la discus-
sione fra i membri della Commissio e il candidato per altri 45’. La durata
complessiva dell’esame è di 90’.

315
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

5. Finita la discussione, la Commissio si ritira, valuta il risultato delle tre pro-


ve (l’elaborato, la lectio e la discussione) ed esprime il giudizio di idoneità
del candidato alla tesi di dottorato. Tale giudizio viene immediatamente
comunicato al candidato dal Preside insieme alla Commissio ad Laure-
am (che chiude così il suo compito).
Da questo momento il candidato può consegnare la proposta di tesi (sche-
ma della tesi, bibliografia, metodologia e scopo della ricerca) al Preside che,
con il suo Consiglio, darà l’eventuale parere favorevole. Moderatore e primo
censore sono gli stessi che componevano la Commissio ad Lauream. Alla
consegna della tesi di dottorato il Preside e il suo consiglio nominano il
secondo censore (che può essere anche il terzo professore della Commissio).

6. Tutti gli studenti che hanno iniziato il corso di licenza dall’anno accade-
mico 1999-2000 appartengono al nuovo sistema del III ciclo.

7. Gli studenti che, avendo frequentato e superato gli esami di tutti i corsi
prescritti, desiderino consegnare la tesi di dottorato dopo la fine del III
ciclo, sono tenuti ad iscriversi come studenti fuori corso (vedi l’elenco
delle “tasse scolastiche”).

(English translation follows below)

Third Cycle

For the Doctorate

1. Students who have completed the license thesis may enroll in the third
(doctoral) cycle provided that they have achieved a final average of at
least 9/10 for second cycle courses as well as for the license thesis. The
purpose of the third cycle is to provide the candidate with a personalized
program and with a solid basis on which to begin the doctoral thesis.

2. The candidate discusses and together with the director chooses the thesis
topic and area of research that pertains to the thesis topic, and then pre-
sents to the Preside the Written Proposal for the Third Cycle. The proposal
must contain three essential elements:
a. the description of the thesis topic;

316
INFORMAZIONI GENERALI

b. the outline of the research area;


c. a bibliography of at least 15 titles referring to the research area.

The Preside with his council reviews the proposal and names the Doctoral
Commission, composed of the moderator, first censor and a third professor,
who may eventually become the second censor at the conclusion of the can-
didate’s doctoral cycle.

3. The Preside or his delegate convokes and presides over the Doctoral
Commission. If the proposal is judged to be satisfactory, the commission
approves it and determines the courses with final examinations which
the candidate must take. Thus, in the course of the doctoral year, the
candidate must:
a. enroll in the obligatory seminar in comparative liturgy;
b. if required, enroll in other courses in the Institute or in other faculties
or universities and take the final examinations;
c. demonstrate competence in the required languages;
d. read the bibliography listed in the proposal;
e. under the supervision of the director and first censor write a paper of
not less than 50 nor more than 100 pages.

4. By the end of the doctoral year the candidate must have passed the as-
signed courses, demonstrated competence in the foreign languages as-
signed, have read the bibliography and completed the paper.
Within two months from the time of the handing in of the pa-
per the moderator convokes the commission, which determines the
point in the paper to be treated in the Lectio coram. The Preside de-
termines the date of the Lectio and personally or through a dele-
gate communicates to the candidate, 72 hours prior to the Lectio,
both the date and the point to be treated in the Lectio.
The Lectio is held before the Commissio ad Lauream, presided by the Dean
or his delegate. It lasts 45 minutes maximum. Follow a discussion among
the members of the commission and the candidate, which lasts 45 min-
utes. The exam has a duration of 90 minutes in total.

5. When the discussion is over the commission retires to evaluate the paper,
the Lectio and the discussion and then forms its conclusion about the

317
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

candidate’s suitability for continuing on to the doctorate. The results are


immediately given to the candidate by the Preside and the members of the
commission. The work of the commission thus comes to an end.
The candidate can immediately present to the Preside the thesis proposal
(outline of the thesis, bibliography, methodology and purpose of the rese-
arch). Approval of the proposal lies with the Preside and his council. The
director and first censor of the thesis are the same professors who were on
the Doctoral Commission. Once the thesis is presented, the Preside and
his council name the second censor; who can be the third professor of the
commission.
6. All students who began the license programme in the academic year
1999-2000 fall under the new system for the third cycle.

7. Students handing in the doctoral thesis outside the third cycle, are re-
quired to enroll as students fuori corso (see the list of “tasse scolastiche”).

318
ANNO PROPEDEUTICO
ANNO PROPEDEUTICO

CORSI ANNO ACCADEMICO 2019-20

I semestre

Corsi

101023 Lingua greca G. Orsola


101031 Lingua latina G. Orsola

Pro Seminario

95558 Ricerca scientifica J. A. Goñi

II semestre

Corsi

91002 Il latino fra tarda antichità e alto Medioevo U. Cortoni


101023 Lingua greca G. Orsola
101031 Lingua latina G. Orsola

213
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020

I semestre

orario lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì


101031 101031 101031 101031 101031
08.30 - 10.05
Latino Latino Latino Latino Latino

101023 01023 01023 95558


10.15 - 11.50
Greco Greco Greco Pro-Seminario

II semestre

orario lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì


101031 101031 101031 101031 101031
08.30 - 10.05
Latino Latino Latino Latino Latino

101023 101023 101023


10.15 - 11.50 91002 *
Greco Greco Greco

* 91002 Professore da determinare

Per gli studenti che non hanno superato il test di italiano devono seguire il corso
secondo l’orario indicato più avanti, nella sezione I Ciclo Baccalaureato.

214
I CICLO BACCALAUREATO
I CICLO BACCALAUREATO

CORSI ANNO ACCADEMICO 2019-20

I semestre

91005 Introduzione alla scienza liturgica J.J. Flores


91011 Temi biblici per la liturgia M.P. Scanu
101023 Lingua greca G. Orsola
101031 Lingua latina G. Orsola
101010 Ebraico Ia * M.P. Scanu
101240 Siriaco Ia * M.P. Scanu
101250 Copto Ia * M.P. Scanu
101038 Italiano G. Orsola - A. Iacoboni

* Lo studente che supera il test di italiano può scegliere una delle seguenti
lingue: ebraico, siriaco, copto.

Pro Seminario
95558 Ricerca scientifica J.A. Goñi

II semestre

91002 Il latino fra tarda antichità e alto Medioevo ...


91003 Introduzione ai libri liturgici F. Bonomo
91007 Lettura teologica della Sacrosanctum Concilium P.A. Muroni
91008 Roma Cristiana R. Monteiro
91009 Introduzione alla lettura delle fonti liturgiche J.-P. Rubio
91010 Introduction to Ritual Studies Th. Quartier
91011 Temi biblici per la liturgia
(prosegue dal primo semestre) M.P. Scanu
101023 Lingua greca G. Orsola
101031 Lingua latina G. Orsola
101011 Ebraico Ib M.P. Scanu
101241 Siriaco Ib M.P. Scanu
101251 Copto Ib M.P. Scanu
101038 Italiano G. Orsola - A. Iacoboni

217
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020

I semestre - Anno B
Baccalaureato in Liturgia

orario lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

08.30 - 10.05 101031 Latino 101031 Latino 101031 Latino 101031 Latino 101031 Latino

95558
10.15 - 11.50 91005 Flores 101023 Greco 101023 Greco 101023 Greco
Pro-Seminario

11.55 - 12.40 91011 Scanu

II semestre - Anno B
Baccalaureato in Liturgia

orario lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

08.30 - 10.05 101031 Latino 101031 Latino 101031 Latino 101031 Latino 101031 Latino

10.15 - 11.50 91002 ... * 101023 Greco 101023 Greco 101023 Greco

91009 **
91009 ** Rubio
11.55 - 12.40
Rubio 91011 ***
Scanu
91008 ****
91003 91007 Muroni
15.30 - 17.05 Monteiro
Bonomo
91010 Quartier°

17.15 - 18.50 91010 Quartier°

* 91002 Professore da determinare


** 91009 Rubio: le prime 4 settimane del II semestre
*** 91011 Scanu: il corso comincerà la quinta settimana del II semestre
**** 91008 Monteiro: il corso comincerà dalla seconda settimana del II semestre
° 91010 Quartier: solo la prima settimana del II semestre

218
I CICLO BACCALAUREATO

ORARIO DELLE LEZIONI 2019-2020

I semestre - Anno B
Corsi di Italiano per stranieri e Lingue antiche per chi ha superato l’esame di latino

orario lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì


Italiano
11.55 - 12.40 Italiano Ebraico Ia Ebraico Ia
corso a scelta Ebraico II corso a scelta
corso a scelta

15.30 - 17.05 Siriaco Ia


corso a scelta

17.15 - 18.50 Copto Ia


corso a scelta

II semestre - Anno B
Corsi di Italiano per stranieri e Lingue antiche per chi ha superato l’esame di latino

orario lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

Italiano
11.55 - 12.40 Italiano Ebraico Ib
Ebraico II corso a scelta
corso a scelta

15.30 - 17.05 Ebraico Ib


corso a scelta

17.15 - 18.50 Copto Ib


corso a scelta

219
II CICLO LICENZA
II CICLO LICENZA

I SEMESTRE - ORDO PIL 2019-2020

Corsi obbligatori per la licenza

1º anno 3 ECTS

94001 Lettura liturgica dei Padri M. Skeb


94002 Bibbia e Liturgia M.P. Scanu
94010 Libri liturgici C. Folsom
94015 Introduzione alle liturgie occidentali non romane N. Valli
94016 Introduzione alle liturgie orientali M. Nin
94017 Storia della liturgia secondo le epoche culturali K. Pecklers

1º anno 5 ECTS

94018 Lettura di testi liturgici latini (I parte) G. Orsola


94021 Critica ed ermeneutica dei testi liturgici (I parte) D. Jurczak

Pro Seminario 3 ECTS

95558 Ricerca scientifica J.A. Goñi

2º anno 3 ECTS

95001 Teologia della liturgia J. J. Flores


95010 L’unzione degli infermi e i riti dei funerali M. Tymister
95026 Il sacramento dell’ordine V. Viola
95033 Pastorale liturgica G. Midili
95034 Liturgia e antropologia S. Geiger
95036 Spiritualità liturgica R. Monteiro

223
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Corsi a scelta 3 ECTS

1° e 2º anno

94103 Paleografia latina (parte I) F. Bonomo


94109 Ermeneutica del Lezionario D. Jurczak
94128 Il Martyrologium Romanum M. Barba
94160 Teologia, Liturgia e Musica J.-A. Piqué
94143 I Sermoni di sant’Agostino F. Bonomo
94195 Il Liber sacramentorum di Ildefonso Schuster J.A. Goñi
94215 Translation of liturgical texts:
norms and principles B. Kottarathil
94216 Vedere l’invisibile: il concetto di sacramento
nella visione liturgica J.J. Flores
94217 Presiedere l’assemblea liturgica:
Verbum ac Spiritus D. McCarthy
94219 Liturgia e sacro I. Žižić
95115 Ecclesiologia e Liturgia D. Del Gaudio
95205 La celebrazione del battesimo e della cresima:
problematiche teologiche e pastorali P.A. Muroni

Seminari 3 ECTS

2º anno

94456 Polifonia e Movimento Ceciliano J.-A.Piqué


94473 Antropologia della festa I. Žižić
94511 Il movimento rituale nella liturgia S. Geiger
94512 Altiora principia di Sacrosanctum Concilium J.A. Goñi
94513 Roman Missal 2010:
new changes and innovations B. Kottarathil
94515 Ritual patterns of celebrating:
A comprehensive model D. McCarthy
95594 Le Preghiere eucaristiche romane e ambrosiane
dopo il Vaticano II N. Valli

224
II CICLO LICENZA

II SEMESTRE

Corsi obbligatori per la licenza

1º anno 5 ECTS

94018 Lettura di testi liturgici latini (II parte) G. Orsola


94021 Critica ed ermeneutica dei testi liturgici (II parte) D. Jurczak

1° e 2º anno 3 ECTS

95004 I sacramentali J.J. Flores


95007 Il sacramento del matrimonio e la verginità G. Midili
95008 L’Eucaristia N. Valli
95029 Teologia dell’anno liturgico J.A. Goñi
95030 Teologia delle anafore orientali M. Nin

Corsi a scelta 3 ECTS

1° e 2º anno

94168 Il culto dei Santi J.A. Goñi


94178 Dalla Liturgia Horarum alle
forme popolari dell’Ufficio Divino O.-M. Sarr
94192 Il paradigma Lectio cum cantico nel Rito Romano J.P. Rubio
94203 Paleografia latina (parte II) F. Bonomo
94209 Domus Dei - Edifici sacri cristiani
nel primo millennio R. Monteiro
94211 Profili di liturgisti: Guéranger e Schuster F. Ryan
94214 L’azione liturgica come personalis relatio S. Geiger
95113 La storia del Messale Romano A. Garcia
95209 Ritual perspectives on Christian worship:
method and reflection Th. Quartier
95213 Sant’Ambrogio e san Leone Magno
due maestri di “grande attualità” J.J. Flores

225
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

95214 Vaticano II: Modelli della ritualità liturgica D. McCarthy


95215 Maria e la liturgia: storia e teologia liturgica C. Maggioni
95216 L’Eucaristia - questioni particolari:
concelebrazione, culto eucaristico M. Tymister
95217 La predicazione e l’omelia D. Jurczak
95219 L’ars celebrandi e i suoi codici J. Pereira

Seminari 3 ECTS

1° e 2º anno

94481 Assemblea domenicale in assenza del presbitero M. Tymister


94496 Interpretare l’Eucaristia dall’Alto Medioevo
alla Controriforma U. Cortoni
94516 The four interpretative keys in liturgical ritual D. McCarthy
94517 Formazione liturgico-pastorale integrale:
corpo, mente e cuore J. Pereira
94518 Liturgia e/o spiritualità J.J. Flores
94520 Tre rituali del XVI° secolo: il Liber sacerdotalis di Castellani (1523); il
Sacerdotale di Samarini (1579) e il Rituale di Santori (1584-1602):
precursori del Rituale Romanum (1614) C. Folsom
94521 The Sacramental Theology of Ambrose of Milan.
Central Themes M. Skeb
94522 Formazione liturgica – formazione all’umano-cristiano S. Geiger
95565 La terza edizione tipica del Messale Romano M. Barba
95591 Organo Liturgico O. Guidotti

226
II CICLO LICENZA

PROGRAMMAZIONE DEI CORSI – I semestre


Settimana I: 7 - 11 ottobre

orario 7 ottobre 8 ottobre 9 ottobre 10 ottobre 11 ottobre

1° 94017 2° 95033 1° 94021


08.30 - 10.05
Pecklers Midili Jurczak
1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu
1° 94010 95558
10.15 - 11.50 2° 95036 2° 95034
Folsom Pro-seminario
Monteiro Geiger
94193 Bonomo 94103 Bonomo 94160 Piqué
15.30 - 17.05 95115 Del 94216 Flores 94217
Gaudio 95205 Muroni McCarthy
94109 Jurczak 94160 Piqué
17.15 - 18.50 94195 Goñi 94215 94217 McCarthy 94219 Žižić
Kottarathil 94219 Žižić
15.30 94512 15.30 94473
Goñi 16.30-18.00 Žižić 15.30 94473
Seminari
94515 94456 Piqué 17.15 94513 Žižić
McCarthy Kottarathil

Settimana II: 14 - 18 ottobre

orario 14 ottobre 15 ottobre 16 ottobre 17 ottobre 18 ottobre

1° 94015 Valli
1° 94016 Nin 1° 94017 1° 94021
08.30 - 10.05 2° 95033 1° 94016 Nin
2° 95001 Flores Pecklers Jurczak
Midili
1° 94018
1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu
Orsola 1° 94010 95558
10.15 - 11.50 2° 95036 2° 95034
2° 95010 Folsom Pro-seminario
Monteiro Geiger
Tymister
94193 Bonomo 94103 Bonomo 94160 Piqué
15.30 - 17.05 94128 Barba 95115 Del 94216 Flores 94217
Gaudio 95205 Muroni McCarthy
1° 94016 Nin 1° 94016 Nin
1° 94016 Nin 94109 Jurczak 94160 Piqué
17.15 - 18.50 1° 94016 Nin 94219 Žižić
94195 Goñi 94215 94219 Žižić
Kottarathil 94217 McCarthy

15.30 94512
15.30 94473
Goñi
16.30-18.00 Žižić 15.30 94473
SEMINARI 94511 Geiger 94515 McCarthy
94456 Piqué 17.15 94513 Žižić
17.15 95594
Kottarathil
Valli

227
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Settimana III: 21 - 25 ottobre

orario 21 ottobre 22 ottobre 23 ottobre 24 ottobre 25 ottobre

1° 94017 1° 94015 Valli 1° 94021


08.30 - 10.05 2° 95001 Flores
Pecklers 2° 95033 Midili Jurczak
1° 94018
1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu
Orsola 1° 94010 95558
10.15 - 11.50 2° 95036 2° 95034
2° 95010 Folsom Pro-seminario
Monteiro Geiger
Tymister
94193 Bonomo 94103 Bonomo 94160 Piqué
15.30 - 17.05 94128 Barba 95115 Del 94216 Flores 94217
Gaudio 95205 Muroni McCarthy
94109 Jurczak 94160 Piqué
17.15 - 18.50 94195 Goñi 94215 94217 McCarthy 94219 Žižić
Kottarathil 95219 Žižić
15.30 94512
15.30 94473
Goñi
16.30-18.00 Žižić 15.30 94473
SEMINARI 94511 Geiger 94515 McCarthy
94456 Piqué 17.15 94513 Žižić
17.15 95594
Kottarathil
Valli

Settimana IV: 28 ottobre - 1 novembre

orario 28 ottobre 29 ottobre 30 ottobre 31 ottobre 1° novembre

1° 94017
1° 94015 Valli
08.30 - 10.05 2° 95001 Flores Pecklers
2° 95033 Midili
2° 95026 Viola
1° 94018
1° 94010 1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu
Orsola
10.15 - 11.50 Folsom 2° 95036 2° 95034
2° 95010
2° 95026 Viola Monteiro Geiger
Tymister
94128 94193 Bonomo 94103 Bonomo 94160 Piqué
15.30 - 17.05 Barba 95115 Del 94216 Flores 94217
2° 95026 Viola Gaudio 95205 Muroni McCarthy
94109 Jurczak 94160 Piqué
17.15 - 18.50 2° 95026 Viola 94195 Goñi 94215 94217 McCarthy
Kottarathil 95219 Žižić

15.30 94512
15.30 94473
Goñi
16.30-18.00 Žižić
SEMINARI 94511 Geiger 94515 McCarthy
94456 Piqué 17.15 94513
17.15 95594
Kottarathil
Valli

228
II CICLO LICENZA

Settimana V: 4 novembre - 8 novembre

orario 4 novembre 5 novembre 6 novembre 7 novembre 8 novembre

1° 94016 Nin 1° 94017 1° 94015 Valli 1° 94021


08.30 - 10.05 1° 94016 Nin
2° 95001 Flores Pecklers 2° 95033 Midili Jurczak
1° 94018
1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu
Orsola 1° 94010 95558
10.15 - 11.50 2° 95036 2° 95034
2° 95010 Folsom Pro-seminario
Monteiro Geiger
Tymister
94193 Bonomo 94103 Bonomo 94160 Piqué
15.30 - 17.05 94128 Barba 95115 Del 94216 Flores 94217
Gaudio 95205 Muroni McCarthy
1° 94016 Nin 1° 94016 Nin
1° 94016 Nin 94109 Jurczak 94160 Piqué
17.15 - 18.50 1° 94016 Nin 94219 Žižić
94195 Goñi 94215 94219 Žižić
Kottarathil 94217 McCarthy

15.30 94512
15.30 94473
Goñi
16.30-18.00 Žižić 15.30 94473
SEMINARI 94511 Geiger 94515 McCarthy
94456 Piqué 17.15 94513 Žižić
17.15 95594
Kottarathil
Valli

Settimana VI: 11 - 15 novembre

orario 11 novembre 12 novembre 13 novembre 14 novembre 15 novembre

1° 94017 1° 94015 Valli 1° 94021


08.30 - 10.05
Pecklers 2° 95033 Midili Jurczak

1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu


1° 94010 95558
10.15 - 11.50 2° 95036 2° 95034
Folsom Pro-seminario
Monteiro Geiger

94193 Bonomo 94103 Bonomo 94160 Piqué


15.30 - 17.05 95115 Del 94216 Flores 94217
Gaudio 95205 Muroni McCarthy
94109 Jurczak 94160 Piqué
17.15 - 18.50 94195 Goñi 94215 94217 McCarthy 94219 Žižić
Kottarathil 95219 Žižić

15.30 94512
15.30 94473
Goñi
16.30-18.00 Žižić 15.30 94473
SEMINARI 94515 McCarthy
94456 Piqué 17.15 94513 Žižić
17.15 95594
Kottarathil
Valli

229
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Settimana VII: 18 - 22 novembre

orario 18 novembre 19 novembre 20 novembre 21 novembre 22 novembre

1° 94017 1° 94015 Valli 1° 94021


08.30 - 10.05 2° 95001 Flores
Pecklers 2° 95033 Midili Jurczak
1° 94018
1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu
Orsola 1° 94010 95558
10.15 - 11.50 2° 95036 2° 95034
2° 95010 Folsom Pro-seminario
Monteiro Geiger
Tymister
94193 Bonomo 94103 Bonomo
15.30 - 17.05 94128 Barba 95115 Del 94216 Flores
Gaudio 95205 Muroni
94109 Jurczak
17.15 - 18.50 94195 Goñi 94215 95219 Žižić
Kottarathil
15.30 94512 15.30 94473
Goñi 16.30-18.00 Žižić
SEMINARI 94511 Geiger
17.15 95594 94456 Piqué 17.15 94513
Valli Kottarathil

Settimana VIII: 25 - 29 novembre

orario 25 novembre 26 novembre 27 novembre 28 novembre 29 novembre

1° 94017
1° 94015 Valli 1° 94021
08.30 - 10.05 2° 95001 Flores Pecklers
2° 95033 Midili Jurczak
2° 95026 Viola

1° 94018
1° 94010 1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu
Orsola 95558
10.15 - 11.50 Folsom 2° 95036 2° 95034
2° 95010 Pro-seminario
2° 95026 Viola Monteiro Geiger
Tymister

94128 94193 Bonomo 94103 Bonomo


15.30 - 17.05 Barba 95115 Del 94216 Flores
2° 95026 Viola Gaudio 95205 Muroni
94109 Jurczak
17.15 - 18.50 2° 95026 Viola 94195 Goñi 94215
Kottarathil

15.30 94512
Goñi 16.30-18.00 17.15 94513
SEMINARI 94511 Geiger
17.15 95594 94456 Piqué Kottarathil
Valli

230
II CICLO LICENZA

Settimana IX: 2 - 6 dicembre

orario 2 dicembre 3 dicembre 4 dicembre 5 dicembre 6 dicembre

1° 94017 1° 94015 Valli 1° 94021


08.30 - 10.05 2° 95001 Flores
Pecklers 2° 95033 Midili Jurczak
1° 94018 56ma giornata
1° 94002 Scanu
Orsola 1° 94010 di studio 95558
10.15 - 11.50 2° 95034
2° 95010 Folsom Sacrosanctum Pro-seminario
Geiger
Tymister Concilium
94193 Bonomo 94103 Bonomo
15.30 - 17.05 94128 Barba 95115 Del 94216 Flores
Gaudio 95205 Muroni
94109 Jurczak
17.15 - 18.50 94195 Goñi 94215
Kottarathil
15.30 94512
Goñi 16.30-18.00 17.15 94513
SEMINARI 94511 Geiger
17.15 95594 94456 Piqué Kottarathil
Valli

Settimana X: 9 - 13 dicembre

orario 9 dicembre 10 dicembre 11 dicembre 12 dicembre 13 dicembre

1° 94017
1° 94015 Valli 1° 94021
08.30 - 10.05 2° 95001 Flores Pecklers
2° 95033 Midili Jurczak
2° 95026 Viola

1° 94018
1° 94010 1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu
Orsola 95558
10.15 - 11.50 Folsom 2° 95036 2° 95034
2° 95010 Pro-seminario
2° 95026 Viola Monteiro Geiger
Tymister

94128 94193 Bonomo 94103 Bonomo


15.30 - 17.05 Barba 95115 Del 94216 Flores
2° 95026 Viola Gaudio 95205 Muroni
94109 Jurczak
17.15 - 18.50 2° 95026 Viola 94195 Goñi 94215
Kottarathil

15.30 94512
Goñi 16.30-18.00 17.15 94513
SEMINARI 94511 Geiger
17.15 95594 94456 Piqué Kottarathil
Valli

231
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Settimana XI: 16-20 dicembre

orario 16 dicembre 17 dicembre 18 dicembre 19 dicembre 20 dicembre

1° 94017 1° 94015 Valli 1° 94021


08.30 - 10.05 2° 95001 Flores
Pecklers 2° 95033 Midili Jurczak
1° 94018
1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu
Orsola 1° 94010 95558
10.15 - 11.50 2° 95036 2° 95034
2° 95010 Folsom Pro-seminario
Monteiro Geiger
Tymister
94193 Bonomo 94103 Bonomo
15.30 - 17.05 94128 Barba 95115 Del 94216 Flores
Gaudio 95205 Muroni
94109 Jurczak
17.15 - 18.50 94195 Goñi 94215
Kottarathil
15.30 94512
Goñi 16.30-18.00 17.15 94513
SEMINARI 94511 Geiger
17.15 95594 94456 Piqué Kottarathil
Valli

Settimana XII: 6 - 10 gennaio

orario 6 gennaio 7 gennaio 8 gennaio 9 gennaio 10 gennaio

1° 94015 Valli 1° 94021


08.30 - 10.05
2° 95033 Midili Jurczak

1° 94001 Skeb 1° 94002 Scanu


95558
10.15 - 11.50 2° 95036 2° 95034
Pro-seminario
Monteiro Geiger
94193 Bonomo 94103 Bonomo
15.30 - 17.05 95115 Del 94216 Flores
Gaudio 95205 Muroni
94109 Jurczak
17.15 - 18.50 94195 Goñi 94215
Kottarathil

15.30 94512
Goñi 16.30-18.00 17.15 94513
SEMINARI
17.15 95594 94456 Piqué Kottarathil
Valli

232
II CICLO LICENZA

Settimana XIII: 13 - 17 gennaio

orario 13 gennaio 14 gennaio 15 gennaio 16 gennaio 17 gennaio

1° 94017 1° 94015 Valli 1° 94021


08.30 - 10.05 2° 95001 Flores
Pecklers 2° 95033 Midili Jurczak

1° 94018
1° 94001 Skeb
Orsola 1° 94010 95558
10.15 - 11.50 2° 95036
2° 95010 Folsom Pro-seminario
Monteiro
Tymister

15.30 - 17.05 94128 Barba

17.15 - 18.50

17.15 95594
SEMINARI 94511 Geiger
Valli

Settimana XIV: 20 - 24 gennaio

orario 20 gennaio 21 gennaio 22 gennaio 23 gennaio 24 gennaio

08.30 - 10.05 2° 95001 Flores

1° 94018
Orsola
10.15 - 11.50
2° 95010
Tymister

15.30 - 17.05 94128 Barba

17.15 - 18.50

SEMINARI 94511 Geiger

233
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

PROGRAMMAZIONE DEI CORSI – II semestre

Settimana I: 17 - 21 febbraio

orario 17 febbraio 18 febbraio 19 febbraio 20 febbraio 21 febbraio

08.30 - 10.05 [95030 Nin] 95004 Flores 95008 Valli GIORNATA


DI INTER-
10.15 - 11.50 [95030 Nin] 95029 Goñi [95030 Nin] FACOLTÀ
94192 Rubio
94192 Rubio GIORNATA
94203 Bonomo
15.30 - 17.05 94192 Rubio 94211 Ryan DI INTER- 95209 Quartier
95215
95216 Tymister FACOLTÀ
Maggioni
94209 95113 García
94168 Goñi
17.15 - 18.50 Monteiro 95209 Quartier 95209 Quartier
95209 Quartier
95209 Quartier 95217 Jurczak
15.30 94496
94481 15.30 94516
Cortoni
Tymister McCarthy
SEMINARI 94521 Skeb
95565 Barba 94518 Flores
17.15 94522
95591 Guidotti 94520 Folsom
Geiger

Settimana II: 24 - 28 febbraio

orario 24 febbraio 25 febbraio 26 febbraio 27 febbraio 28 febbraio

08.30 - 10.05 [95030 Nin] 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94021
10.15 - 11.50 [95030 Nin] 95029 Goñi [95030 Nin] [95030 Nin]
Jurczak

94214 Geiger
94192 Rubio
95213 Flores
15.30 - 17.05 94192 Rubio 94211 Ryan
95214
95216 Tymister
LE CENERI McCarthy
95214
94209
17.15 - 18.50 94168 Goñi McCarthy
Monteiro
95219 Pereira

94481 15.30 94516


Tymister McCarthy
SEMINARI 94517 Pereira
95565 Barba 94518 Flores
95591 Guidotti 94520 Folsom

234
II CICLO LICENZA

Settimana III: 2 - 6 marzo

orario 2 marzo 3 marzo 4 marzo 5 marzo 6 marzo

08.30 - 10.05 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018 1° 94021
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Orsola Jurczak
94192 Rubio 94214 Geiger
94192 Rubio
94203 Bonomo 95213 Flores
15.30 - 17.05 94192 Rubio 94211 Ryan
95215 95214
95216 Tymister
Maggioni McCarthy
95214
94209 95113 García
17.15 - 18.50 94168 Goñi McCarthy
Monteiro 95217 Jurczak
95219 Pereira

15.30 94496
94481 15.30 94516
Cortoni
Tymister McCarthy
SEMINARI 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba 94518 Flores
17.15 94522
95591 Guidotti 94520 Folsom
Geiger

Settimana IV: 9 - 13 marzo

orario 9 marzo 10 marzo 11 marzo 12 marzo 13 marzo

08.30 - 10.05 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018 1° 94021
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Orsola Jurczak
94192 Rubio 94214 Geiger
94192 Rubio
94203 Bonomo 95213 Flores
15.30 - 17.05 94192 Rubio 94211 Ryan
95215 95214
95216 Tymister
Maggioni McCarthy
95214
94209 95113 García
17.15 - 18.50 94168 Goñi McCarthy
Monteiro 95217 Jurczak
95219 Pereira

15.30 94496
94481 15.30 94516
Cortoni
Tymister McCarthy
SEMINARI 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba 94518 Flores
17.15 94522
95591 Guidotti 94520 Folsom
Geiger

235
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Settimana V: 16 - 20 marzo

orario 16 marzo 17 marzo 18 marzo 19 marzo 20 marzo

08.30 - 10.05 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018 1° 94021
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Orsola Jurczak
94214 Geiger
94203 Bonomo
94211 Ryan 95213 Flores
15.30 - 17.05 95215
95216 Tymister 95214
Maggioni
McCarthy
95214
94209 95113 García
17.15 - 18.50 94168 Goñi McCarthy
Monteiro 95217 Jurczak
95219 Pereira
15.30 94496
94481 15.30 94516
Cortoni
Tymister McCarthy
SEMINARI 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba 94518 Flores
17.15 94522
95591 Guidotti 94520 Folsom
Geiger

Settimana VI: 23 - 27 marzo

orario 23 marzo 24 marzo 25 marzo 26 marzo 27 marzo

08.30 - 10.05 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018 1° 94021
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Orsola Jurczak

94214 Geiger
94203 Bonomo
94211 Ryan 95213 Flores
15.30 - 17.05 95215
95216 Tymister 95214
Maggioni
McCarthy
95214
94209 95113 García
17.15 - 18.50 94168 Goñi McCarthy
Monteiro 95217 Jurczak
95219 Pereira

15.30 94496
94481 15.30 94516
Cortoni
Tymister McCarthy
SEMINARI 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba 94518 Flores
17.15 94522
95591 Guidotti 94520 Folsom
Geiger

236
II CICLO LICENZA

Settimana VII: 30 marzo - 3 aprile

orario 30 marzo 31 marzo 1° aprile 2 aprile 3 aprile

08.30 - 10.05 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018 1° 94021
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Orsola Jurczak
94214 Geiger
94203 Bonomo
94211 Ryan 95213 Flores
15.30 - 17.05 95215
95216 Tymister 95214
Maggioni
McCarthy
95214
94209 95113 García
17.15 - 18.50 94168 Goñi McCarthy
Monteiro 95217 Jurczak
95219 Pereira
15.30 94496
94481
15.30 94518 Cortoni
Tymister
SEMINARI Flores 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba
94520 Folsom 17.15 94522
95591 Guidotti
Geiger

Settimana VIII: 20 - 24 aprile

orario 20 aprile 21 aprile 22 aprile 23 aprile 24 aprile

08.30 - 10.05 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018 1° 94021
10.15 - 11.50
Orsola Jurczak

94203 Bonomo
94214 Geiger
15.30 - 17.05 94178 Sarr 95215
95213 Flores
Maggioni

94178 Sarr
17.15 - 18.50 94168 Goñi 95113 García 95219 Pereira
95217 Jurczak

15.30 94496
94481
Cortoni
Tymister
SEMINARI 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba
17.15 94522
95591 Guidotti
Geiger

237
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Settimana IX: 27 aprile - 1 maggio

orario 27 aprile 28 aprile 29 aprile 30 aprile 1° maggio

08.30 - 10.05 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Orsola

94178 Sarr 94203 Bonomo


94214 Geiger
15.30 - 17.05 94178 Sarr 94211 Ryan 95215
95213 Flores
95216 Tymister Maggioni
94178 Sarr
94209
17.15 - 18.50 94168 Goñi 95113 García 95219 Pereira
Monteiro
95217 Jurczak

15.30 94496
94481
15.30 94518 Cortoni
Tymister
SEMINARI Flores 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba
94520 Folsom 17.15 94522
95591 Guidotti
Geiger

Settimana X: 4 - 8 maggio

orario 4 maggio 5 maggio 6 maggio 7 maggio 8 maggio

08.30 - 10.05 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018 1° 94021
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Orsola Jurczak

94178 Sarr 94203 Bonomo


94214 Geiger
15.30 - 17.05 94178 Sarr 94211 Ryan 95215
95213 Flores
95216 Tymister Maggioni
94178 Sarr
94209
17.15 - 18.50 94168 Goñi 95113 García 95219 Pereira
Monteiro
95217 Jurczak

15.30 94496
94481
15.30 94518 Cortoni
Tymister
SEMINARI Flores 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba
94520 Folsom 17.15 94522
95591 Guidotti
Geiger

238
II CICLO LICENZA

Settimana XI: 11 - 15 maggio

orario 11 maggio 12 maggio 13 maggio 14 maggio 15 maggio

08.30 - 10.05 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018 1° 94021
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Orsola Jurczak

94178 Sarr 94203 Bonomo


94214 Geiger
15.30 - 17.05 94178 Sarr 94211 Ryan 95215
95213 Flores
95216 Tymister Maggioni
94178 Sarr
94209
17.15 - 18.50 94168 Goñi 95113 García 95219 Pereira
Monteiro
95217 Jurczak

15.30 94496
94481
15.30 94518 Cortoni
Tymister
SEMINARI Flores 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba
94520 Folsom 17.15 94522
95591 Guidotti
Geiger

Settimana XII: 18 - 22 maggio

orario 18 maggio 19 maggio 20 maggio 21 maggio 22 maggio

08.30 - 10.05 95004 Flores 95008 Valli 95007 Midili

1° 94018 1° 94021
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Orsola Jurczak

94203 Bonomo
94211 Ryan 94214 Geiger
15.30 - 17.05 95215
95216 Tymister 95213 Flores
Maggioni

94209 95113 García


17.15 - 18.50 94168 Goñi 95219 Pereira
Monteiro 95217 Jurczak

15.30 94496
94481
15.30 94518 Cortoni
Tymister
SEMINARI Flores 94521 Skeb 94517 Pereira
95565 Barba
94520 Folsom 17.15 94522
95591 Guidotti
Geiger

239
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Settimana XIII: 25 - 29 maggio

orario 25 maggio 26 maggio 27 maggio 28 maggio 29 maggio

1° 94021
08.30 - 10.05 95004 Flores 95007 Midili
Jurczak

1° 94021
10.15 - 11.50 95029 Goñi
Jurczak

94203
94211 Ryan Bonomo 94214 Geiger
15.30 - 17.05
95216 Tymister 95215 95213 Flores
Maggioni

94209 95113 García


17.15 - 18.50 95219 Pereira
Monteiro 95217 Jurczak

15.30 94496
15.30 94518 Cortoni
SEMINARI Flores 94521 Skeb 94517 Pereira
94520 Folsom 17.15 94522
Geiger

240
III CICLO DOTTORATO
III CICLO DOTTORATO

DOTTORATO

Seminari per l’anno accademico 2019-2020

I semestre

Seminario di dottorato

96000 Liturgia comparata S. Parenti


Il seminario si terrà di lunedì dalle ore 15.30

II semestre

Seminario di dottorato

96000 Liturgia comparata S. Parenti


Il seminario viene ripetuto per gli studenti che si iscrivono al III
ciclo nel II semestre.
Il seminario si terrà di lunedì dalle ore 15.30

243
ARCHITETTURA E ARTI
PER LA LITURGIA
Corso di Alta Specializzazione post-laurea di II livello
ARCHITETTURA E ARTI PER LA LITURGIA

GUIDA GENERALE

Il corso rivolge particolare attenzione all’approfondita comprensione del cos’ è


una chiesa, ovvero come si struttura simbolicamente e funzionalmente un
edificio cultuale, in quanto fondamento imprescindibile per la successiva pro-
gettazione. Si tratta di un “cos’è” esplicitato da una costituzione ecclesiologi-
ca che, a differenza del come si fa (una chiesa), non può essere sottoposto ad
alcuna libera interpretazione personale.
Di conseguenza, il programma biennale considera già acquisita la necessaria
e attinente preparazione universitaria, ponendosi quindi l’obiettivo di fornire
agli specializzandi una puntuale qualificazione in ambito biblico, teologico
e liturgico, al servizio del quale l’architettura e le arti pongono la loro stru-
mentazione, e non viceversa; in tal senso, quel per contenuto nel titolo diventa
quanto mai emblematico.

1. Strutturazione didattica

La Specializzazione in “Architettura e Arti per la Liturgia” è biennale.


In particolare, il programma del biennio prevede:
• un’annualità avente per tematica generale l’interno della chiesa, quindi l’au-
la liturgica e le eminenzialità, termine con cui si indicano i tre monumenti
della celebrazione (altare, ambone e fonte battesimale);
• un’annualità avente per tema generale l’esterno della chiesa, quindi l’edificio
nel suo complesso e il rapporto con la città.
Le due annualità si alternano e non sono propedeutiche. Pertanto, non esistono
un “primo” e un “secondo” anno, ma è possibile iniziare la frequentazione indif-
ferentemente con “Eminenzialità” o con “Edificio chiesa”.
Il programma di ciascuna annualità è strutturato in:
• un primo trimestre composto da otto moduli, impostati sui basilari concet-
ti biblici, teologici e liturgici;
• successivi quattro moduli di argomenti specificatamente architettonici;
• un ulteriore modulo facoltativo svolto fuori sede (ad Assisi).

In totale, l’annualità si compone di 18 (diciotto) giornate di lezione, corrispon-


denti a 108 ore accademiche, oltre alle tre giornate (17 ore accademiche) in cui si
svolge il modulo facoltativo. Un’ora accademica è di 45 minuti.

247
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

2. Ammissioni

Ad “Architettura e Arti per la Liturgia” possono iscriversi:


a. laureati triennali in Architettura, Ingegneria ad indirizzo edile o ar-
chitettonico, Storia dell’Arte, BB.CC.;
b. laureandi e laureati magistrali (vecchio e nuovo ordinamento) in
Architettura, Ingegneria ad indirizzo edile o architettonico, Storia
dell’Arte, BB.CC.;
c. diplomati in Accademia BB.AA.
d. laureati magistrali presso altre Facoltà attinenti, previa valutazione e
autorizzazione del Responsabile della Specializzazione;
e. Liturgisti, Teologici, Biblisti, diocesani e religiosi che ricoprono (o in-
tendono ricoprire) incarichi istituzionali e di consulenza per la proget-
tazione di chiese;
f. Guide Turistiche abilitate;
g. uditori, iscritti come “straordinari”, di cui al seguente punto 3.

3. Uditori – Iscritti straordinari

L’iscrizione in qualità di “uditore” è riservata a:

1. coloro che hanno già regolarmente completato il biennio di “Architettura


e Arti per la Liturgia”, ma desiderano frequentare uno o più anni sup-
plementari poiché aderenti alla “formazione continua”, o a puro titolo di
approfondimento;
2. coloro che desiderano frequentare l’annualità pur non possedendo i re-
quisiti richiesti, previa valutazione e autorizzazione del Responsabile del-
la Specializzazione;

Gli “uditori” di cui al punto 3.1 usufruiscono dei seguenti benefici:


• conseguono i Crediti universitari previsti per l’intera annualità (vedi
punto 17);
• l’annualità supplementare costituisce titolo di merito in sede di Tesi fina-
le e di eventuale accesso al Corso di Dottorato (vedi punto 18);
• hanno regolare accesso alle apposite cartelle di Dropbox (vedi punto 9);
• sono esonerati dall’eventuale recupero assenze (vedi punto 11);
• posticipano il termine ultimo per presentare la Tesi finale.

248
ARCHITETTURA E ARTI PER LA LITURGIA

Gli “uditori” di cui al punto 3.2 sottostanno alle seguenti limitazioni:


• conseguono il solo Attestato di Frequenza;
• sono esclusi dal conseguimento del Diploma.

4. Iscrizioni

Non è prevista l’iscrizione unitaria all’intero biennio. È pertanto possibile


iscriversi:
1. alla singola annualità;
2. ad un solo semestre;
3. ad un singolo modulo del programma annuale.
Per l’iscrizione ad un singolo modulo, vedi Calendario delle Lezioni allegato
alla presente guida generale.

Le preiscrizioni vanno inoltrate on-line a partire dal 1 luglio 2019 collegan-


dosi al link: www.anselmianum.com. In proposito, va sempre tenuto presente
che “Architettura e Arti per la Liturgia” è una Specializzazione appartenente
alla facoltà di Sacra Liturgia dell’Ateneo S. Anselmo, ovvero al Pontificio
Istituto Liturgico (PIL).
In alternativa, l’iscrizione può essere effettuata direttamente in Segreteria
Generale a partire dal 2 settembre 2019, dal lunedì al venerdì (per l’orario di
apertura al pubblico, si veda www.anselmianum.com),

Non è previsto alcun limite minimo e massimo di iscrizioni, né un termine


ultimo di scadenza. Pertanto, è possibile iscriversi anche il giorno della prima
lezione. Se invece l’iscrizione avviene ad anno accademico già avviato, si han-
no a disposizione le seguenti due opzioni:
• iscriversi ugualmente all’intera annualità, e le lezioni perdute saranno
conteggiate come assenze;
• iscriversi solo ai rimanenti moduli dell’anno accademico in corso, per poi
recuperare quelli perduti con apposita iscrizione nell’anno accademico
successivo al biennio frequentato.
Previa autorizzazione del Responsabile della Specializzazione, è ammesso fre-
quentare una sola lezione senza essere ancora iscritti.

Qualsiasi tipo di certificazione va richiesta in Segreteria Generale solo se si è


in regola con il pagamento delle quote d’iscrizione.

249
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

5. Fuori corso

Ad “Architettura e Arti per la Liturgia” entrano nella posizione di “fuori cor-


so” coloro che non rispondono alla scadenza di cui al suddetto punto 4, cioè
che non completano il biennio nell’arco di tre anni consecutivi. Di conse-
guenza, i “fuori corso”:
• conseguono comunque l’Attestato di Frequenza per ciascuna annualità;
• non possono inoltrare Richiesta di Tesi, secondo quanto previsto dall’Ap-
pendice della presente guida generale.
Per rientrare in posizione regolare, e poter quindi inoltrare Richiesta di Tesi, i
“fuori corso” possono iscriversi e frequentare regolarmente un’annualità sup-
plementare in qualità di “uditore” (vedi punto 3), conseguendo così regolare
l’Attestato di Frequenza e relativi Crediti universitari.

6. Costi

L’Alta Specializzazione in “Architettura e Arti per la Liturgia” ha i seguenti costi:

Quota “finita” riguardante l’intera


iscrizione
1 € 1.500,00 annualità (tutti i moduli). Non sono
annuale
dovute quote aggiuntive.
Quota ridotta riservata a chi è già iscritto
già iscritti
2 € 850,00 ad una facoltà o ad un altro Corso di Alta
all’Ateneo
Specializzazione dell’Ateneo.
iscritti Quota ridotta riservata a coloro che si
3 “straordinari” € 850,00 iscrivono in qualità di “uditore”, di cui al
(uditori) punto 3.
Quota dovuta da coloro che si iscrivono
iscrizione ad un
4 € 170,00 solo ad uno o più singoli moduli
singolo modulo
dell’annualità.
Quota dovuta solo al momento di
il rilascio del
5 € 255,00 consegnare in Segreteria la tesi finale e
diploma
relativa documentazione.

Il versamento delle suddette quote può avvenire:


• con bollettino MAV che la Banca invia all’iscritto tramite e-mail;
• oppure presso la cassa dell’Ateneo.

Non è consentito il pagamento tramite assegno.

250
ARCHITETTURA E ARTI PER LA LITURGIA

È prevista la rateizzazione per le sole quote di cui ai punti 6.1, 6.2 e 6.3 se-
condo le seguenti modalità:
• il 50% all’atto dell’iscrizione;
• il restante 50% all’inizio del secondo semestre (febbraio).

È comunque possibile inoltrare apposita richiesta al Magnifico Rettore per


ottenere una maggiore rateizzazione, ovvero tre o quattro rate invece delle
due previste, o una proroga della scadenza indicata nel MAV. In mancanza
di tale richiesta, ogni rata versata con un ritardo da 1 a 60 giorni è soggetta
ad una mora di 50 euro. Dal 61° giorno in poi il ritardo è sanzionato con una
mora di 100 euro.

RICEVUTA - Una volta effettuato il pagamento di ogni singola rata, è


necessario consegnare in Segreteria Generale la copia della ricevuta, in man-
canza della quale l’iscritto risulta “scoperto”, e quindi in posizione irregolare
per i successivi 60 giorni, esponendosi così al sollecito dell’Amministrazione.

7. Ritiro

In caso di ritiro dal corso, è obbligatorio darne comunicazione scritta alla


Segreteria Generale.
In mancanza di detta comunicazione, l’iscritto risulterà “assente” e in “posi-
zione amministrativa irregolare”, esponendosi così alle conseguenti penalità
previste.
Con la stessa comunicazione è possibile chiedere il rimborso della tassa d’i-
scrizione già versata, che sarà esaudita secondo le seguenti modalità:
a. si rimborsa la prima rata decurtata del corrispondente valore per le
lezioni già effettuate alla data della richiesta, indipendentemente dalle
eventuali assenze fatte dal richiedente;
b. la prima rata non è più rimborsabile dopo i primi quattro moduli in
calendario, cioè dalla tredicesima lezione in poi;
c. si rimborsa la seconda rata decurtata del corrispondente valore per le
lezioni già effettuate dal 1° febbraio alla data della richiesta, indipen-
dentemente dalle eventuali assenze fatte dal richiedente;
d. la seconda rata non è più rimborsabile dopo l’ottavo modulo in calen-
dario, cioè dalla venticinquesima lezione in poi.

251
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Sono escluse dal rimborso:


- le iscrizioni ai singoli moduli;
- le iscrizioni avvenute ad anno accademico in corso.

8. Borse di studio

Possono inoltrare richiesta per una “mini Borsa di studio” solo coloro che:
- si iscrivono all’intera annualità;
- risiedono ad una distanza non inferiore ai 150 km dalla sede del Corso;
- hanno un reddito non superiore ai 18.000 euro annui.
La domanda va inoltrata utilizzando l’apposito modulo, entro e non oltre il 5
ottobre dell’anno accademico in corso.
Il Pontificio Ateneo S. Anselmo provvede a stilare una graduatoria entro la
fine del mese di ottobre, attraverso la quale verranno assegnate le quote che,
di anno in anno, dipendono dalle disponibilità e dal numero di richieste.
A seguito di accertamenti, il Pontificio Ateneo S. Anselmo si riserva di opera-
re esclusioni dalla graduatoria, e conseguente ritiro dell’assegnazione.

9. Lezioni

Il programma di ciascuna annualità ordinaria ha inizio il primo giovedì di


ottobre e termina con le vacanze di Pasqua, dopo le quali hanno inizio i Corsi
Integrativi facoltativi (vedi programmi a parte).
Le lezioni si svolgono al giovedì con il seguente orario:
• 10,30 – 12,45 per il modulo mattutino;
• 14,45 – 17,00 per il modulo pomeridiano.
Si richiede il massimo rispetto del suddetto orario. È bene pertanto essere pre-
senti in aula con almeno un quarto d’ora di anticipo, onde evitare di incidere
negativamente sulla qualità e durata delle lezioni stesse.
Inoltre, durante le lezioni è obbligatoria la modalità “silenzioso” per i cellulari.
Eventuali variazioni, di quanto disposto dal calendario ufficiale, possono verifi-
carsi solo in caso di estrema necessità e per eventi imprevedibili. In particolare:
1. cambio di data e/o di orario, ma solo previo accordo con tutti gli iscritti,
e con almeno una settimana di anticipo;
2. sostituzione del docente, causa sua improvvisa indisponibilità, che verrà
comunque comunicata in tempo reale;
3. in nessun caso è previsto l’annullamento della lezione.

252
ARCHITETTURA E ARTI PER LA LITURGIA

Materiale didattico:

Il materiale di supporto a ciascuna lezione (audio, immagini, scansioni, di-


spense, eccetera) sarà distribuito tramite Dropbox. Si consiglia quindi di do-
tarsi per tempo di tale supporto informatico.

Tutti coloro che accettano l’invito a condividere le cartelle di Dropbox fir-


mano automaticamente l’impegno a non diffondere in alcun modo, e per
nessuna ragione, detto materiale. I trasgressori si espongono a conseguenze
penali da parte dei professori e dell’Ateneo, in quanto proprietari intellettuali
di detto materiale.

L’accesso a Dropbox è riservato solo a coloro che sono in regola con l’iscrizione.

10. Frequenza

La frequenza delle lezioni è obbligatoria.


Per ciascuna delle lezioni in calendario è quindi necessario firmare il foglio
delle presenze sia all’entrata che all’uscita, avendo cura di indicare nelle ap-
posite colonne i rispettivi orari, soprattutto nel caso di entrata in ritardo o di
uscita anticipata. In mancanza di una delle due firme, la presenza sarà annul-
lata, di conseguenza saranno conteggiate le relative ore di assenza.

11. Assenze

a. Sono ammesse assenze per un totale massimo di 18 (diciotto) ore ac-


cademiche in ciascuna annualità. Eventuali ore eccedenti le 18 ore
di assenza devono essere giustificate e certificate da motivazioni di
estrema importanza.
b. Indipendentemente da quanto prescritto in 11.a, sono ammesse 3 (tre)
ore di assenza per ogni singolo modulo. Superato detto limite, il mo-
dulo viene invalidato.
c. Il superamento dei limiti stabiliti in 11.a e in 11.b comporta la sospen-
sione dell’Attestato di Frequenza e un “recupero” tramite moduli sup-
plementari da concordare con il Responsabile della Specializzazione.
Tale “recupero” non richiede iscrizione supplementare.

253
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

12. Titoli

Il Pontificio Istituto Liturgico rilascia i seguenti Titoli:


1. Attestato di Frequenza per uno o più singoli moduli;
2. Attestato di Frequenza per la singola annualità;
3. Diploma in Studiis de Architectura Artibusque ad Liturgiam spectantibus.

Il rilascio dei titoli è strettamente subordinato alla posizione regolare dell’i-


scritto, ovvero al rispetto di quanto predisposto ai punti 6 e 11.

13. Attestato di frequenza per singoli moduli

L’iscritto a un solo modulo consegue il relativo Attestato di Frequenza se non


c’è stata alcuna ora d’assenza. In caso contrario, è chiamato a ripetere il modulo.
Per l’iscritto a due o più singoli moduli (anche non consecutivi) sono ammes-
se solo 3 (tre) ore di assenze per ciascun modulo.

14. Attestato di frequenza per l’annualità

Al termine di ciascun anno accademico, l’iscritto alla singola annualità del


biennio consegue il relativo Attestato di Frequenza solo se:
a. è in regola con quanto predisposto dal punto 6 (regolarità ammini-
strativa);
b. è in regola con quanto predisposto dal punto 11 (limite di assenze).

Tutti coloro che non si trovano nelle suddette posizioni avranno l’attestato di
frequenza “sospeso”, in attesa della necessaria regolarizzazione.

15. Diploma in “Studiis de Architectura Artibusque ad


Liturgiam spectantibus”

Il conseguimento del diploma:


- è facoltativo;
- è riservato ai soli possessori di Laurea magistrale o titolo equivalente;
- richiede la preparazione e discussione con esito positivo di un elabo-
rato di Tesi finale (vedi appendice).

254
ARCHITETTURA E ARTI PER LA LITURGIA

Per inoltrare Richiesta di Tesi finale al Preside del PIL occorre:


a. essere in possesso di entrambi gli Attestati di Frequenza del biennio;
b. aver superato le prove di verifica (vedi successivo punto 16) per ciascu-
no dei 12 (dodici) moduli ordinari annuali in programma nel biennio.

16. Prova scritta

La prova di cui al punto 15.b è obbligatoria solo per coloro che intendono
conseguire il Diploma.
Ciascun professore del biennio, a fine modulo stabilisce le modalità di verifi-
ca, che possono essere:
1. una tesina scritta, di cui assegna l’argomento o gli argomenti;
2. un colloquio orale, di cui verrà comunicata la data o le date;
3. entrambe le possibilità, fra cui scegliere.
La tesina, di cui al punto 16.1 va inviata per via mail (pdf) al professore, il
quale provvederà a valutarla con uno dei voti-giudizi adottati dal Pontificio
Ateneo S. Anselmo.
Potranno essere ripetute sia le prove valutate insufficienti (“non probatus”),
sia quelle di cui si desidera migliorare il voto-giudizio.
La media dei 24 voti-giudizi (biennio) costituisce la base per il voto-giudizio
della Tesi finale.
E’ facoltà dell’iscritto richiedere (con almeno 30 giorni di anticipo) l’Attestato
di Frequenza riportante i voti-giudizi delle prove superate.

17. Crediti formativi

L’iscritto che risulta in posizione regolare, ovvero consegue gli Attestati di cui
ai punti 13 e 14, al termine di ogni annualità può richiedere i seguenti crediti:
• ECTS (European Credit Transfer System), cioè crediti formativi univer-
sitari, nella misura di 2,5 (due e mezzo) per ciascun modulo;
• CFP (Crediti Formativi Professionali) richiesti dagli Ordini provinciali
nella misura di 20 (venti) CFP per l’intera annualità. Non si rilasciano
CFP per i singoli moduli, né per la Tesi finale.

Sia gli ECTS che i CFP sono certificati sui relativi Attestati di Frequenza.

255
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

18. Riconoscimenti

Ogni Diplomato in “Studiis de Architectura Artibusque ad Liturgiam spec-


tantibus” sarà:
1. segnalato alla Diocesi di appartenenza, tramite lettera ufficiale del Pon-
tificio Ateneo S. Anselmo a firma del Rettore Magnifico e del Preside
del P.I.L.
2. iscritto ad un apposito Elenco professionale che il Pontificio Ateneo S.
Anselmo provvederà ad inoltrare ai competenti uffici della CEI.
Inoltre, sarà proposta la pubblicazione per ogni elaborato di Tesi finale che:
• tratta un argomento inedito;
• ha uno sviluppo non inferiore alle 150 pagine per il solo testo;
• viene valutato con il giudizio di “Summa cum Laude”.

19. Modifiche e integrazioni

Qualsiasi eventuale modifica o integrazione alla presente normativa, che do-


vesse essere predisposta ed approvata durante l’anno in corso, diverrà ufficiale
e applicabile solo nel successivo anno accademico, cioè a decorrere dal 1 lu-
glio di ogni anno solare, e interesserà solo i nuovi iscritti al biennio.
Pertanto, sono comunque esonerati da modifiche e integrazioni tutti coloro
che sono già iscritti, ovvero in corso per completare il biennio. Essi sono
chiamati a rispondere solo alle norme vigenti al momento dell’iscrizione alla
prima annualità.

20. Informazioni

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi al Responsabile della Specializzazione:

Arch. Gabriele Orlando


architettura@anselmianum.com

256
ARCHITETTURA E ARTI PER LA LITURGIA

PROGRAMMA 2019-2020

Corsi del mattino Corsi del pomeriggio


ore 10:30 – 12:45 ore 14:45 – 17:00

modulo 1 modulo 2
Le eminenzialità nella Bibbia L’altare nelle origini cristiane
Prof.ssa sr. G. Papola 3 e 10 ottobre 2019 - Prof. G. Pelizzari
3 – 10 – 17 ottobre 2019 17 ottobre 2019 - Prof. mons. R. De Zan

modulo 3 modulo 4
Teologia delle eminenzialità Iconografia delle eminenzialità
Prof. F. Bonomo Prof. R. Monteiro, osb
24 e 31 ottobre – 7 novembre 2019 24 e 31 ottobre – 7 novembre 2019

modulo 5 modulo 6
I sensi dell’aula liturgica 1 I sensi dell’aula liturgica 2
Prof. G. Bonaccorso, osb Prof. G. Bonaccorso, osb
14 novembre 2019 14 novembre 2019

L’aula liturgica paleocristiana 1 L’aula liturgica paleocristiana 2


Prof. S. de Blaauw Prof. S. de Blaauw
21 novembre 2019 21 novembre 2019

Gli spazi liturgici tra XIV – XVI sec. 1 Gli spazi liturgici tra XIV – XVI sec. 2
Prof. arch. G. Guidarelli Prof. arch. G. Guidarelli
28 novembre 2019 28 novembre 2019

modulo 7 modulo 8
Dalla soglia all’abside 1 Dalla soglia all’abside 2
Prof. E. Salmann, osb Prof. E. Salmann, osb
5 dicembre 2019 5 dicembre 2019

L’Architettura che evangelizza 1 L’Architettura che evangelizza 2


Prof. mons. M. Frisina Prof. mons. M. Frisina
12 dicembre 2019 12 dicembre 2019

257
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Spazio, Liturgia e Musica 1 Spazio, Liturgia e Musica 2


Prof. J.A. Piquè, osb Prof. J.A. Piquè, osb
19 dicembre 2019 19 dicembre 2019

modulo 9 modulo 10
Sacramenti e aula liturgica Architettura ed eminenzialità
Prof. J. Pereira, osb Prof. arch. A. Longhi
30 gennaio – 6 e 13 febbraio 2020 30 gennaio – 6 e 13 febbraio 2020

modulo facoltativo modulo facoltativo


(si svolge ad Assisi) (si svolge ad Assisi)
Architettura e arti del Francescanesimo 1 Architettura e arti del Francescanesimo 2
17 – 18 – 19 febbraio 2020 17 – 18 febbraio 2020

modulo 11 modulo 12
Penitenzieria, sede e tabernacolo L’aula liturgica monastica
Prof. fr. G. Boselli 19 e 26 marzo 2020 – Prof. E. Lopez, osb
19 e 26 marzo – 2 aprile 2020 2 aprile 2020 – fr. E. Bianchi

258
ARCHITETTURA E ARTI PER LA LITURGIA

APPENDICE

21. Elaborato di tesi finali

21.1 Argomento
Il candidato sceglie una materia di Tesi e un Docente che avrà funzione di
Moderatore (relatore), tenendo presente quanto segue:
a. La materia di Tesi e il Moderatore devono appartenere al programma
del biennio frequentato.
b. In caso di impossibilità, o di scelta diversa, si può scegliere altra ma-
teria e/o altro Moderatore solo previa approvazione del Responsabile
della Specializzazione e dopo aver frequentato (con iscrizione supple-
mentare) perlomeno un modulo tenuto dal Moderatore prescelto.
c. È possibile scegliere un Moderatore esterno al Pontificio Ateneo S.
Anselmo, ma solo previa approvazione del Preside.
d. Il candidato propone al Moderatore tre argomenti, tutti inediti nella
loro specificità, ovvero portatori di un vero contributo all’Architettura
e/o alle Arti per la Liturgia. Attraverso la loro discussione con il Mode-
ratore e con il Responsabile della Specializzazione si giunge alla scelta
dell’argomento definitivo.
e. Nel caso di un tema particolarmente articolato, è possibile scegliere un
secondo Docente che affianchi il Moderatore nel ruolo di “correlato-
re”. Il correlatore deve comunque rispondere ai suddetti punti a, b, c.

21.2 Richiesta
L’argomento definitivo e il nome del Moderatore sono sottoposti all’approva-
zione del Consiglio del Preside. Pertanto, occorre inoltrare apposita richiesta
consegnando in segreteria del Preside la seguente documentazione:
1. scheda “Richiesta di Tesi” compilata in tutte le sue parti;
2. dichiarazione antiplagio;
3. copie dei due Attestati di Frequenza;
4. breve relazione (massimo tre cartelle) con cui presentare sintetica-
mente l’elaborato, esponendone lo “status quæstionis”, lo “scopo”, il
“metodo”, i “limiti” e il “contributo”. In particolare:
• “Status quæstionis” – Attenta analisi dello stato di fatto riguardante
sia l’oggetto in sé della Tesi sia gli studi (di ogni tipo) eventualmente
svolti finora su di esso.

259
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

• “Scopo” – Motivazioni per le quali si sceglie e si sviluppa il tema in


oggetto, ovvero quale obiettivo si intende raggiungere (es: presenza di
un problema e sua risoluzione).
• “Metodo” – Quali mezzi di studio vengono utilizzati per raggiun-
gere il suddetto obiettivo: metodo di analisi, ambito di ricerca, neces-
sità o meno di un una dimostrazione progettuale.
• “Limiti” – Un’analisi è potenzialmente infinita, per cui occorre li-
mitarla nel campo d’indagine: soggetto (ad esempio, monachesimo
benedettino, e non monachesimo in generale), tempo (periodo stori-
co ben definito), spazio (area geografica), oggetto del tema, cioè am-
bito progettuale. I limiti sono necessari per evitare che in sede di Tesi
la commissione ponga osservazioni di qualsiasi tipo. Ad esempio: se
l’analisi è “delimitata” al Gotico in Lombardia, nessuno potrà chie-
dere chiarimenti sul Gotico francese, tantomeno sul Barocco leccese.
• “Contributo” – Dato lo status quæstionis, quale contributo reale
porta la Tesi al tema specifico. Dimostrare cioè che non si tratta di
un’inutile “rielaborazione” o “riciclo” di studi esistenti.
La suddetta relazione dovrà essere completata da.
• una bibliografia di base non inferiore a dieci testi attinenti il tema
prescelto, e concordata con il Moderatore;
• un indice dell’elaborato (anche provvisorio) che ne faccia comprende-
re chiaramente il contenuto e lo svolgimento.
Tutto quanto sopra dovrà poi essere prodotto anche in versione pdf, da
consegnare insieme al cartaceo.

21.3 Scadenze
Il candidato che intende sostenere la Tesi finale, è chiamato a rispettare le se-
guenti scadenze:
1. presentare al Preside del PIL la Richiesta di Tesi entro un anno dall’ultima
lezione frequentata;
2. completare e consegnare l’elaborato di Tesi entro i due anni successivi
all’approvazione della Richiesta di Tesi.
In caso di Tesi “respinta”, ovvero di elaborato non ammesso poiché valutato
negativamente dal Consiglio del Preside, il candidato dispone di altri tre anni
per ripetere l’intero iter, con decorrenza la data di bocciatura.

260
ARCHITETTURA E ARTI PER LA LITURGIA

Scaduti i previsti tre anni, il candidato può richiedere al Responsabile della


Specializzazione e al Preside un anno di proroga per completare e consegnare
la Tesi, ma solo se:
1. entro i tre anni prestabiliti si è comunque presentata la “Richiesta di Tesi”;
2. la “Richiesta di Tesi” è stata approvata dal Consiglio del Preside;
3. il tema dell’elaborato è particolarmente articolato e/o difficoltoso nella fase
di ricerca;
4. l’elaborazione della Tesi ha subito un’interruzione forzata a causa di gravi
motivi, che vanno comunque documentati.
Per quanto sopra, il Responsabile della Specializzazione e il Preside si riservano
di accogliere o respingere la richiesta di proroga, e di darne comunicazione
scritta alla Segreteria Generale.

21.4 Stesura
a. La Tesi finale può essere svolta liberamente dal punto di vista grafico,
ma deve comunque essere poi riprodotta in un elaborato di formato A4
e rispondente alle norme stabilite nell’apposita Metodologia adottata
dall’Ateneo. Non è ammessa alcuna deroga, qualunque sia il tema svolto.
b. Il tema di Tesi quantitativamente complesso può essere sviluppato e dife-
so in gruppo, per il quale è ammesso il limite massimo di 3 componenti.
Ciascun componente dovrà in ogni caso dimostrare fattivamente il pro-
prio contributo all’elaborato.
c. Coloro che sono impegnati sia in “Architettura e Arti per la Liturgia”
sia nella “Alta Specializzazione per Guida Turistica” possono sostenere
entrambe le Tesi con lo stesso elaborato, che però deve differenziarsi nella
sua terza parte, con una “Conclusione” adeguata e attinente a ciascuna
delle due Specializzazioni.

21.5 Consegna
Una volta che il Moderatore dichiara concluso il lavoro di Tesi, occorre con-
segnarne:
a. tre copie cartacee in Segreteria Generale; debitamente firmate dall’autore
e dal Moderatore; in caso contrario l’elaborato sarà ritenuto nullo;
b. una copia al Responsabile della Specializzazione;
c. una copia in versione pdf in segreteria del Preside (tramite pen-drive),
oppure inviato a mezzo e-mail all’indirizzo del Preside: presidepil@an-
selmianum.com

261
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

d. tre copie dell’abstract di estensione pari almeno al 3% dell’intero testo netto;


e. ricevuta dell’avvenuto bonifico per la quota “rilascio del Diploma” (punto 6.6);
f. dichiarazione firmata di “Originalità e non plagio” della Tesi, il cui mo-
dulo va richiesto in Segreteria.
Tutte le copie cartacee si intendono in formato A4.

21.6 Commissione e sessione di tesi


La Commissione di Tesi è nominata dal Preside e ha tre componenti:
1. Presidente, nella persona del Responsabile della Specializzazione (o
suo delegato);
2. Moderatore;
3. Censore (nominato dal Consiglio del Preside).
Non sono previste sessioni di Tesi con date prestabilite. Pertanto, saran-
no Moderatore e Censore a proporre la data d’esame al Preside. Previa
approvazione, la data d’esame verrà comunicata al candidato con alme-
no 30 (trenta) giorni d’anticipo.

21.7 Proclamazione
Al termine della seduta di Tesi, la commissione si riunisce per attribuire
e verbalizzare il voto-giudizio finale, che discende dalla seguente
ripartizione:
• per il 50% sarà considerata la media di tutti gli esami sostenuti
durante il biennio (vedi punto 16);
• per il 40% sarà considerata la valutazione dell’elaborato di Tesi;
• per il 10% sarà considerata la valutazione della difesa orale, in sede
di Tesi.
Trascorsi 10 (dieci) giorni lavorativi dalla data di Tesi, il candidato può
richiedere in Segreteria Generale:
• il Diploma originale in “Studiis de Architectura Artibusque ad Liturgiam
spectantibus” (sul quale non compare il voto-giudizio finale);
• l’Attestato di Valutazione Finale, ovvero del voto di Tesi e del
corrispondente giudizio.
Il ritiro del Diploma e dell’Attestato di Valutazione Finale può avvenire
anche per mezzo di altra persona, dietro delega scritta accompagnata da
copia di un documento d’identità valido.
È esclusa qualsiasi forma di spedizione postale.

262
GUIDA TURISTICA
Corso di Alta Specializzazione post-laurea di II livello
GUIDA TURISTICA

GUIDA GENERALE

Il Pontificio Istituto Liturgico (PIL) organizza l’Alta Specializzazione bien-


nale di II livello espressamente indirizzato alle Guide Turistiche già abilitate,
affinché possano approfondire e puntualizzare la comprensione del cos’è una
chiesa, in quanto edificio che da sempre genera il maggior interesse architet-
tonico e artistico anche a livello turistico.
Si tratta di un cos’ è esplicitato da una costituzione ecclesiologica, pertanto
l’indissolubile sinergia fra architettura e arti deve rispondere a due impre-
scindibili fondamenti che, infatti, la tradizione ha sempre posto all’origine di
ogni progetto e successiva realizzazione:
• struttura simbolica, cioè la traduzione in materia della Parola di Dio;
• struttura funzionale, cioè la totale aderenza ai dettami dei Libri Liturgici.
In assenza di quanto sopra, l’edificio in oggetto potrà anche essere un’eccel-
lenza architettonica e artistica, ma non sarà una chiesa, e la guida turistica
professionale ha il dovere di evidenziare tale enorme differenza.

1. Strutturazione didattica

La Specializzazione per “Guida Turistica” è biennale.


In particolare, il programma del biennio prevede:
• un’annualità avente per tematica generale l’interno della chiesa, quindi l’au-
la liturgica e le eminenzialità, termine con cui si indicano i tre monumenti
della celebrazione (altare, ambone e fonte battesimale);
• un’annualità avente per tema generale l’esterno della chiesa, quindi l’edificio
nel suo complesso e il rapporto con la città.
Le due annualità si alternano e non sono propedeutiche. Pertanto, non esistono
un “primo” e un “secondo” anno, ma è possibile iniziare la frequentazione indif-
ferentemente con “Eminenzialità” o con “Edificio chiesa”.
Il programma di ciascuna annualità è strutturato in:
• un primo trimestre composto da otto moduli, impostati sui basilari concet-
ti biblici, teologici e liturgici;
• successivi quattro moduli di argomenti specificatamente architettonici;
• un ulteriore modulo facoltativo svolto fuori sede (ad Assisi).
In totale, l’annualità si compone di 18 (diciotto) giornate di lezione, corrispon-
denti a 108 ore accademiche, oltre alle tre giornate (17 ore accademiche) in cui si
svolge il modulo facoltativo. Un’ora accademica è di 45 minuti.

265
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

2. Ammissioni

Ad Specializzazione possono iscriversi:


a. Guide turistiche già abilitate;
b. laureandi e laureati magistrali (vecchio e nuovo ordinamento) in
Architettura, Ingegneria ad indirizzo edile o architettonico, Storia
dell’Arte, BB.CC. (e indirizzi storico-artistici attinenti);
c. diplomati in Accademia BB.AA.
d. laureati magistrali presso altre Facoltà attinenti, previa valutazione e
autorizzazione del Responsabile della Specializzazione;
e. Liturgisti, Teologici, Biblisti, diocesani e religiosi che ricoprono (o intendono
ricoprire) incarichi istituzionali e di consulenza per la progettazione di chiese;
f. uditori, iscritti come “straordinari”, di cui al seguente punto 3.

3. Uditori – Iscritti straordinari

L’iscrizione in qualità di “uditore” è riservata a:

1. coloro che hanno già regolarmente completato il biennio della Specializ-


zazione per Guida Turistica, ma desiderano frequentare uno o più anni
supplementari poiché aderenti alla “formazione continua”, o a puro titolo
di approfondimento;
2. coloro che desiderano frequentare l’annualità pur non possedendo i re-
quisiti richiesti, previa valutazione e autorizzazione del Responsabile del-
la Specializzazione;

Gli “uditori” di cui al punto 3.1 usufruiscono dei seguenti benefici:


• conseguono i Crediti universitari previsti per l’intera annualità (vedi
punto 17);
• l’annualità supplementare costituisce titolo di merito in sede di Tesi finale
e di eventuale accesso al Corso di Licenza in Liturgia (vedi punto 18.3);
• hanno regolare accesso alle apposite cartelle di Dropbox (vedi punto 9);
• sono esonerati dall’eventuale recupero assenze (vedi punto 11);
• posticipano il termine ultimo per presentare la Tesi finale.
Gli “uditori” di cui al punto 3.2 sottostanno alle seguenti limitazioni:
• conseguono il solo Attestato di Frequenza;
• sono esclusi dal conseguimento del Diploma.

266
GUIDA TURISTICA

4. Iscrizioni

Non è prevista l’iscrizione unitaria all’intero biennio. È pertanto possibile


iscriversi:
1. alla singola annualità;
2. ad un solo semestre;
3. ad un singolo modulo del programma annuale.
Per l’iscrizione ad un singolo modulo, vedi Calendario delle Lezioni allegato
alla presente guida generale.

Le preiscrizioni vanno inoltrate on-line a partire dal 1 luglio 2019 collegan-


dosi al link: www.anselmianum.com. In proposito, va sempre tenuto presen-
te che “Guida Turistica” è una Specializzazione appartenente alla facoltà di
Sacra Liturgia dell’Ateneo S. Anselmo, ovvero al Pontificio Istituto Liturgico
(PIL).
In alternativa, l’iscrizione può essere effettuata direttamente in Segreteria
Generale a partire dal 2 settembre 2019, dal lunedì al venerdì (per l’orario di
apertura al pubblico, si veda www.anselmianum.com),

Non è previsto alcun limite minimo e massimo di iscrizioni, né un termine


ultimo di scadenza. Pertanto, è possibile iscriversi anche il giorno della prima
lezione. Se invece l’iscrizione avviene ad anno accademico già avviato, si han-
no a disposizione le seguenti due opzioni:
• iscriversi ugualmente all’intera annualità, e le lezioni perdute saranno
conteggiate come assenze;
• iscriversi solo ai rimanenti moduli dell’anno accademico in corso, per poi
recuperare quelli perduti con apposita iscrizione nell’anno accademico
successivo al biennio frequentato.
È inoltre consentito frequentare l’intero biennio anche iscrivendosi a due an-
nualità non consecutive, fermo restando quanto segue:
a. i moduli del biennio devono essere tutti differenti. Non è possibile
iscriversi per due volte allo stesso modulo;
b. l’iscrizione alla seconda annualità (o ai moduli residui) deve avvenire
entro e non oltre i 3 (tre) anni dalla data della prima iscrizione.
Previa autorizzazione del Responsabile della Specializzazione, è ammesso fre-
quentare una sola lezione senza essere ancora iscritti.

267
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Qualsiasi tipo di certificazione va richiesta in Segreteria Generale solo se si è


in regola con il pagamento delle quote d’iscrizione.

5. Fuori corso

Entrano nella posizione di “fuori corso” coloro che non rispondono alla
scadenza di cui al suddetto punto 4.b, cioè che non completano il biennio
nell’arco di tre anni consecutivi. Di conseguenza, i “fuori corso”:
• conseguono comunque l’Attestato di Frequenza per ciascuna annualità;
• non possono inoltrare Richiesta di Tesi, secondo quanto previsto dall’Ap-
pendice della presente guida generale.
Per rientrare in posizione regolare, e poter quindi inoltrare Richiesta di Tesi, i
“fuori corso” possono iscriversi e frequentare regolarmente un’annualità sup-
plementare in qualità di “uditore” (vedi punto 3), conseguendo così regolare
l’Attestato di Frequenza e relativi Crediti universitari.

6. Costi

L’Alta Specializzazione per “Guida Turistica” ha i seguenti costi:

Quota “finita” riguardante l’intera


iscrizione
1 € 1.500,00 annualità (tutti i moduli). Non sono
annuale
dovute quote aggiuntive.
Quota ridotta riservata a chi è già iscritto
già iscritti
2 € 850,00 ad una facoltà o ad un altro Corso di Alta
all’Ateneo
Specializzazione dell’Ateneo.
iscritti Quota ridotta riservata a coloro che si
3 “straordinari” € 850,00 iscrivono in qualità di “uditore”, di cui al
(uditori) punto 3.
Quota dovuta da coloro che si iscrivono
iscrizione ad un
4 € 170,00 solo ad uno o più singoli moduli
singolo modulo
dell’annualità.
Quota dovuta solo al momento di
il rilascio del
5 € 255,00 consegnare in Segreteria la tesi finale e
diploma
relativa documentazione.

Il versamento delle suddette quote può avvenire:


• con bollettino MAV che la Banca invia all’iscritto tramite e-mail;
• oppure presso la cassa dell’Ateneo.

268
GUIDA TURISTICA

Non è consentito il pagamento tramite assegno.

È prevista la rateizzazione per le sole quote di cui ai punti 6.1, 6.2 e 6.3 se-
condo le seguenti modalità:
• il 50% all’atto dell’iscrizione;
• il restante 50% all’inizio del secondo semestre (febbraio).
E’ comunque possibile inoltrare apposita richiesta al Magnifico Rettore per
ottenere una maggiore rateizzazione, ovvero tre o quattro rate invece delle
due previste, o una proroga della scadenza indicata nel MAV. In mancanza
di tale richiesta, ogni rata versata con un ritardo da 1 a 60 giorni è soggetta
ad una mora di 50 euro. Dal 61° giorno in poi il ritardo è sanzionato con una
mora di 100 euro.

RICEVUTA - Una volta effettuato il pagamento di ogni singola rata, è


necessario consegnare in Segreteria Generale la copia della ricevuta, in man-
canza della quale l’iscritto risulta “scoperto”, e quindi in posizione irregolare
per i successivi 60 giorni, esponendosi così al sollecito dell’Amministrazione.

7. Ritiro

In caso di ritiro dal corso, è obbligatorio darne comunicazione scritta alla


Segreteria Generale.
In mancanza di detta comunicazione, l’iscritto risulterà “assente” e in “posi-
zione amministrativa irregolare”, esponendosi così alle conseguenti penalità
previste.
Con la stessa comunicazione è possibile chiedere il rimborso della tassa d’i-
scrizione già versata, che sarà esaudita secondo le seguenti modalità:
a. si rimborsa la prima rata decurtata del corrispondente valore per le
lezioni già effettuate alla data della richiesta, indipendentemente dalle
eventuali assenze fatte dal richiedente;
b. la prima rata non è più rimborsabile dopo i primi quattro moduli in
calendario, cioè dalla tredicesima lezione in poi;
c. si rimborsa la seconda rata decurtata del corrispondente valore per le
lezioni già effettuate dal 1° febbraio alla data della richiesta, indipen-
dentemente dalle eventuali assenze fatte dal richiedente;
d. la seconda rata non è più rimborsabile dopo l’ottavo modulo in calen-
dario, cioè dalla venticinquesima lezione in poi.

269
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Sono escluse dal rimborso:


- le iscrizioni ai singoli moduli;
- le iscrizioni avvenute ad anno accademico in corso.

8. Borse di studio

Possono inoltrare richiesta per una “mini Borsa di studio” solo coloro che:
- si iscrivono all’intera annualità;
- risiedono ad una distanza non inferiore ai 150 km dalla sede del Corso;
- hanno un reddito non superiore ai 18.000 euro annui.
La domanda va inoltrata utilizzando l’apposito modulo, entro e non oltre il 5
ottobre dell’anno accademico in corso.
Il Pontificio Ateneo S. Anselmo provvede a stilare una graduatoria entro la
fine del mese di ottobre, attraverso la quale verranno assegnate le quote che,
di anno in anno, dipendono dalle disponibilità e dal numero di richieste.
A seguito di accertamenti, il Pontificio Ateneo S. Anselmo si riserva di opera-
re esclusioni dalla graduatoria, e conseguente ritiro dell’assegnazione.

9. Lezioni

Il programma di ciascuna annualità ordinaria ha inizio il primo giovedì di


ottobre e termina con le vacanze di Pasqua, dopo le quali hanno inizio i Corsi
Integrativi facoltativi (vedi programmi a parte).
Le lezioni si svolgono al giovedì con il seguente orario:
• 10,30 – 12,45 per il modulo mattutino;
• 14,45 – 17,00 per il modulo pomeridiano.
Si richiede il massimo rispetto del suddetto orario. È bene pertanto essere pre-
senti in aula con almeno un quarto d’ora di anticipo, onde evitare di incidere
negativamente sulla qualità e durata delle lezioni stesse.
Inoltre, durante le lezioni è obbligatoria la modalità “silenzioso” per i cellulari.
Eventuali variazioni, di quanto disposto dal calendario ufficiale, possono verifi-
carsi solo in caso di estrema necessità e per eventi imprevedibili. In particolare:
1. cambio di data e/o di orario, ma solo previo accordo con tutti gli iscritti,
e con almeno una settimana di anticipo;
2. sostituzione del docente, causa sua improvvisa indisponibilità, che verrà
comunque comunicata in tempo reale;
3. in nessun caso è previsto l’annullamento della lezione.

270
GUIDA TURISTICA

Materiale didattico:

Il materiale di supporto a ciascuna lezione (audio, immagini, scansioni, di-


spense, eccetera) sarà distribuito tramite Dropbox. Si consiglia quindi di do-
tarsi per tempo di tale supporto informatico.

Tutti coloro che accettano l’invito a condividere le cartelle di Dropbox fir-


mano automaticamente l’impegno a non diffondere in alcun modo, e per
nessuna ragione, detto materiale. I trasgressori si espongono a conseguenze
penali da parte dei professori e dell’Ateneo, in quanto proprietari intellettuali
di detto materiale.

L’accesso a Dropbox è riservato solo a coloro che sono in regola con l’iscrizione.

10. Frequenza

La frequenza delle lezioni è obbligatoria.


Per ciascuna delle lezioni in calendario è quindi necessario firmare il foglio
delle presenze sia all’entrata che all’uscita, avendo cura di indicare nelle ap-
posite colonne i rispettivi orari, soprattutto nel caso di entrata in ritardo o di
uscita anticipata. In mancanza di una delle due firme, la presenza sarà annul-
lata, di conseguenza saranno conteggiate le relative ore di assenza.

11. Assenze

a. Sono ammesse assenze per un totale massimo di 18 (diciotto) ore ac-


cademiche in ciascuna annualità. Eventuali ore eccedenti le 18 ore
di assenza devono essere giustificate e certificate da motivazioni di
estrema importanza.
b. Indipendentemente da quanto prescritto in 11.a, sono ammesse 3 (tre)
ore di assenza per ogni singolo modulo. Superato detto limite, il mo-
dulo viene invalidato.
c. Il superamento dei limiti stabiliti in 11.a e in 11.b comporta la sospen-
sione dell’Attestato di Frequenza e un “recupero” tramite moduli sup-
plementari da concordare con il Responsabile della Specializzazione.
Tale “recupero” non richiede iscrizione supplementare.

271
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

12. Titoli

Il Pontificio Istituto Liturgico rilascia i seguenti Titoli:


1. Attestato di Frequenza per uno o più singoli moduli;
2. Attestato di Frequenza per la singola annualità;
3. Diploma in Alta educatio ad viarum atque itinerum ducem formandam.

Il rilascio dei titoli è strettamente subordinato alla posizione regolare dell’i-


scritto, ovvero al rispetto di quanto predisposto ai punti 6 e 11.

13. Attestato di frequenza per singoli moduli

L’iscritto a un solo modulo consegue il relativo Attestato di Frequenza se non


c’è stata alcuna ora d’assenza. In caso contrario, è chiamato a ripetere il modulo.
Per l’iscritto a due o più singoli moduli (anche non consecutivi) sono ammes-
se solo 3 (tre) ore di assenze per ciascun modulo.

14. Attestato di frequenza per l’annualità

Al termine di ciascun anno accademico, l’iscritto alla singola annualità del


biennio consegue il relativo Attestato di Frequenza solo se:
a. è in regola con quanto predisposto dal punto 6 (regolarità ammini-
strativa);
b. è in regola con quanto predisposto dal punto 11 (limite di assenze).

Tutti coloro che non si trovano nelle suddette posizioni avranno l’attestato di
frequenza “sospeso”, in attesa della necessaria regolarizzazione.

15. Diploma in “Alta educatio ad viarum atque itinerum ducem


formandam”

Il conseguimento del diploma è facoltativo.


Possono accedere alla Tesi finale (vedi appendice):
- i possessori di Laurea magistrale o titolo equivalente;
- Guide Turistiche abilitate che, in mancanza della Laurea magistrale,
alla data della Tesi abbiano svolto perlomeno cinque anni di profes-
sione documentata.

272
GUIDA TURISTICA

Per inoltrare Richiesta di Tesi finale al Preside del PIL occorre:


a. essere in possesso di entrambi gli Attestati di Frequenza del biennio;
b. aver superato le prove di verifica (vedi successivo punto 16) per ciascu-
no dei 12 (dodici) moduli ordinari annuali in programma nel biennio.

16. Prova scritta

La prova di cui al punto 15.b è obbligatoria solo per coloro che intendono
conseguire il Diploma.

Ciascun professore del biennio, a fine modulo stabilisce le modalità di verifi-


ca, che possono essere:
1. una tesina scritta, di cui assegna l’argomento o gli argomenti;
2. un colloquio orale, di cui verrà comunicata la data o le date;
3. entrambe le possibilità, fra cui scegliere.

La tesina, di cui al punto 16.1 va inviata per via mail (pdf) al professore, il
quale provvederà a valutarla con uno dei voti-giudizi adottati dal Pontificio
Ateneo S. Anselmo.

Potranno essere ripetute sia le prove valutate insufficienti (“non probatus”),


sia quelle di cui si desidera migliorare il voto-giudizio.

La media dei 24 voti-giudizi (biennio) costituisce la base per il voto-giudizio


della Tesi finale.

E’ facoltà dell’iscritto richiedere (con almeno 30 giorni di anticipo) l’Attestato


di Frequenza riportante i voti-giudizi delle prove superate.

17. Crediti formativi

L’iscritto che risulta in posizione regolare, ovvero consegue gli Attestati di cui
ai punti 13 e 14, al termine di ogni annualità consegue i previsti ECTS (Euro-
pean Credit Transfer System), cioè crediti formativi universitari, nella misura
di 2,5 (due e mezzo) per ciascun modulo, certificati sull’Attestato di Frequenza.

273
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

18. Riconoscimenti

Ogni Diplomato in “Alta educatio ad viarum atque itinerum ducem forman-


dam” sarà:
1. segnalato alla Diocesi di appartenenza, tramite lettera ufficiale del Pon-
tificio Ateneo S. Anselmo a firma del Rettore Magnifico e del Preside
del P.I.L.
2. iscritto ad un apposito Elenco professionale che il Pontificio Ateneo S.
Anselmo provvederà ad inoltrare ai competenti uffici della CEI.
Inoltre, sarà proposta la pubblicazione per ogni elaborato di Tesi finale che:
• tratta un argomento inedito;
• ha uno sviluppo non inferiore alle 150 pagine per il solo testo;
• viene valutato con il giudizio di “Summa cum Laude”.

19. Modifiche e integrazioni

Qualsiasi eventuale modifica o integrazione alla presente normativa, che do-


vesse essere predisposta ed approvata durante l’anno in corso, diverrà ufficiale
e applicabile solo nel successivo anno accademico, cioè a decorrere dal 1 lu-
glio di ogni anno solare, e interesserà solo i nuovi iscritti al biennio.
Pertanto, sono comunque esonerati da modifiche e integrazioni tutti coloro
che sono già iscritti, ovvero in corso per completare il biennio. Essi sono
chiamati a rispondere solo alle norme vigenti al momento dell’iscrizione alla
prima annualità.

20. Informazioni

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi al Responsabile della Specializzazione:

Arch. Gabriele Orlando


architettura@anselmianum.com

274
GUIDA TURISTICA

PROGRAMMA 2019-2020

Corsi del mattino Corsi del pomeriggio


ore 10:30 – 12:45 ore 14:45 – 17:00

modulo 1 modulo 2
Le eminenzialità nella Bibbia L’altare nelle origini cristiane
Prof.ssa sr. G. Papola 3 e 10 ottobre 2019 - Prof. G. Pelizzari
3 – 10 – 17 ottobre 2019 17 ottobre 2019 - Prof. mons. R. De Zan

modulo 3 modulo 4
Teologia delle eminenzialità Iconografia delle eminenzialità
Prof. F. Bonomo Prof. R. Monteiro, osb
24 e 31 ottobre – 7 novembre 2019 24 e 31 ottobre – 7 novembre 2019

modulo 5 modulo 6
I sensi dell’aula liturgica 1 I sensi dell’aula liturgica 2
Prof. G. Bonaccorso, osb Prof. G. Bonaccorso, osb
14 novembre 2019 14 novembre 2019

L’aula liturgica paleocristiana 1 L’aula liturgica paleocristiana 2


Prof. S. de Blaauw Prof. S. de Blaauw
21 novembre 2019 21 novembre 2019

Gli spazi liturgici tra XIV – XVI sec. 1 Gli spazi liturgici tra XIV – XVI sec. 2
Prof. arch. G. Guidarelli Prof. arch. G. Guidarelli
28 novembre 2019 28 novembre 2019

modulo 7 modulo 8
Dalla soglia all’abside 1 Dalla soglia all’abside 2
Prof. E. Salmann, osb Prof. E. Salmann, osb
5 dicembre 2019 5 dicembre 2019

L’Architettura che evangelizza 1 L’Architettura che evangelizza 2


Prof. mons. M. Frisina Prof. mons. M. Frisina
12 dicembre 2019 12 dicembre 2019

275
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Spazio, Liturgia e Musica 1 Spazio, Liturgia e Musica 2


Prof. J.A. Piquè, osb Prof. J.A. Piquè, osb
19 dicembre 2019 19 dicembre 2019

modulo 9 modulo 10
Pastorale dell’arte cristiana Forma e colore della teologia
Prof. don A. Scattolini Proff. S. Zorzi – E. Brunet – p. C. Maggioni
9 – 16 – 23 gennaio 2020 9 – 16 – 23 gennaio 2020

modulo facoltativo modulo facoltativo


(si svolge ad Assisi) (si svolge ad Assisi)
Architettura e arti del Francescanesimo 1 Architettura e arti del Francescanesimo 2
17 – 18 – 19 febbraio 2020 17 – 18 febbraio 2020

modulo 11 modulo 12
Turismo & Management La basilica teodoriana di Aquileia
Prof. A. Paletta 27 feb. e 5 mar. 2020 – Prof. G. Pelizzari
27 febbraio – 5 e 12 marzo 2020 12 marzo 2020 – Prof. A. Dall’asta, sj

276
GUIDA TURISTICA

APPENDICE

21. Elaborato di tesi finali

21.1 Argomento
Il candidato sceglie una materia di Tesi e un Docente che avrà funzione di
Moderatore (relatore), tenendo presente quanto segue:
a. La materia di Tesi e il Moderatore devono appartenere al programma
del biennio frequentato.
b. In caso di impossibilità, o di scelta diversa, si può scegliere altra ma-
teria e/o altro Moderatore solo previa approvazione del Responsabile
della Specializzazione e dopo aver frequentato (con iscrizione supple-
mentare) perlomeno un modulo tenuto dal Moderatore prescelto.
c. È possibile scegliere un Moderatore esterno al Pontificio Ateneo S.
Anselmo, ma solo previa approvazione del Preside.
d. Il candidato propone al Moderatore tre argomenti, tutti inediti nella
loro specificità, ovvero portatori di un vero contributo all’Architettura
e/o alle Arti per la Liturgia. Attraverso la loro discussione con il Mode-
ratore e con il Responsabile della Specializzazione si giunge alla scelta
dell’argomento definitivo.
e. Nel caso di un tema particolarmente articolato, è possibile scegliere un
secondo Docente che affianchi il Moderatore nel ruolo di “correlato-
re”. Il correlatore deve comunque rispondere ai suddetti punti a, b, c.

21.2 Richiesta
L’argomento definitivo e il nome del Moderatore sono sottoposti all’approva-
zione del Consiglio del Preside. Pertanto, occorre inoltrare apposita richiesta
consegnando in segreteria del Preside la seguente documentazione:
1. scheda “Richiesta di Tesi” compilata in tutte le sue parti;
2. dichiarazione antiplagio;
3. copie dei due Attestati di Frequenza;
4. breve relazione (massimo tre cartelle) con cui presentare sintetica-
mente l’elaborato, esponendone lo “status quæstionis”, lo “scopo”, il
“metodo”, i “limiti” e il “contributo”. In particolare:
• “Status quæstionis” – Attenta analisi dello stato di fatto riguardante
sia l’oggetto in sé della Tesi sia gli studi (di ogni tipo) eventualmente
svolti finora su di esso.

277
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

• “Scopo” – Motivazioni per le quali si sceglie e si sviluppa il tema in


oggetto, ovvero quale obiettivo si intende raggiungere (es: presenza di
un problema e sua risoluzione).
• “Metodo” – Quali mezzi di studio vengono utilizzati per raggiun-
gere il suddetto obiettivo: metodo di analisi, ambito di ricerca, neces-
sità o meno di un una dimostrazione progettuale.
• “Limiti” – Un’analisi è potenzialmente infinita, per cui occorre li-
mitarla nel campo d’indagine: soggetto (ad esempio, monachesimo
benedettino, e non monachesimo in generale), tempo (periodo stori-
co ben definito), spazio (area geografica), oggetto del tema, cioè am-
bito progettuale. I limiti sono necessari per evitare che in sede di Tesi
la commissione ponga osservazioni di qualsiasi tipo. Ad esempio: se
l’analisi è “delimitata” al Gotico in Lombardia, nessuno potrà chie-
dere chiarimenti sul Gotico francese, tantomeno sul Barocco leccese.
• “Contributo” – Dato lo status quæstionis, quale contributo reale
porta la Tesi al tema specifico. Dimostrare cioè che non si tratta di
un’inutile “rielaborazione” o “riciclo” di studi esistenti.
La suddetta relazione dovrà essere completata da.
• una bibliografia di base non inferiore a dieci testi attinenti il tema
prescelto, e concordata con il Moderatore;
• un indice dell’elaborato (anche provvisorio) che ne faccia comprende-
re chiaramente il contenuto e lo svolgimento.
Tutto quanto sopra dovrà poi essere prodotto anche in versione pdf, da
consegnare insieme al cartaceo.

21.3 Scadenze
Il candidato che intende sostenere la Tesi finale, è chiamato a rispettare le se-
guenti scadenze:
1. presentare al Preside del PIL la Richiesta di Tesi entro un anno dall’ultima
lezione frequentata;
2. completare e consegnare l’elaborato di Tesi entro i due anni successivi
all’approvazione della Richiesta di Tesi.
In caso di Tesi “respinta”, ovvero di elaborato non ammesso poiché valutato
negativamente dal Consiglio del Preside, il candidato dispone di altri tre anni
per ripetere l’intero iter, con decorrenza la data di bocciatura.

278
GUIDA TURISTICA

Scaduti i previsti tre anni, il candidato può richiedere al Responsabile della


Specializzazione e al Preside un anno di proroga per completare e consegnare
la Tesi, ma solo se:
1. entro i tre anni prestabiliti si è comunque presentata la “Richiesta di Tesi”;
2. la “Richiesta di Tesi” è stata approvata dal Consiglio del Preside;
3. il tema dell’elaborato è particolarmente articolato e/o difficoltoso nella fase
di ricerca;
4. l’elaborazione della Tesi ha subito un’interruzione forzata a causa di gravi
motivi, che vanno comunque documentati.
Per quanto sopra, il Responsabile della Specializzazione e il Preside si riservano
di accogliere o respingere la richiesta di proroga, e di darne comunicazione
scritta alla Segreteria Generale.

21.4 Stesura
a. La Tesi finale può essere svolta liberamente dal punto di vista grafico,
ma deve comunque essere poi riprodotta in un elaborato di formato A4
e rispondente alle norme stabilite nell’apposita Metodologia adottata
dall’Ateneo. Non è ammessa alcuna deroga, qualunque sia il tema svolto.
b. Il tema di Tesi quantitativamente complesso può essere sviluppato e dife-
so in gruppo, per il quale è ammesso il limite massimo di 3 componenti.
Ciascun componente dovrà in ogni caso dimostrare fattivamente il pro-
prio contributo all’elaborato.
c. Coloro che sono impegnati sia in “Architettura e Arti per la Liturgia”
sia nella “Alta Specializzazione per Guida Turistica” possono sostenere
entrambe le Tesi con lo stesso elaborato, che però deve differenziarsi nella
sua terza parte, con una “Conclusione” adeguata e attinente a ciascuna
delle due Specializzazioni.

21.5 Consegna
Una volta che il Moderatore dichiara concluso il lavoro di Tesi, occorre con-
segnarne:
a. tre copie cartacee in Segreteria Generale; debitamente firmate dall’autore
e dal Moderatore; in caso contrario l’elaborato sarà ritenuto nullo;
b. una copia al Responsabile della Specializzazione;
c. una copia in versione pdf in segreteria del Preside (tramite pen-drive),
oppure inviato a mezzo e-mail all’indirizzo del Preside: presidepil@an-
selmianum.com

279
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

d. tre copie dell’abstract di estensione pari almeno al 3% dell’intero testo netto;


e. ricevuta dell’avvenuto bonifico per la quota “rilascio del Diploma” (punto 6.6);
f. dichiarazione firmata di “Originalità e non plagio” della Tesi, il cui mo-
dulo va richiesto in Segreteria.
Tutte le copie cartacee si intendono in formato A4.

21.6 Commissione e sessione di tesi


La Commissione di Tesi è nominata dal Preside e ha tre componenti:
1. Presidente, nella persona del Responsabile della Specializzazione (o
suo delegato);
2. Moderatore;
3. Censore (nominato dal Consiglio del Preside).
Non sono previste sessioni di Tesi con date prestabilite. Pertanto, saran-
no Moderatore e Censore a proporre la data d’esame al Preside. Previa
approvazione, la data d’esame verrà comunicata al candidato con alme-
no 30 (trenta) giorni d’anticipo.

21.7 Proclamazione
Al termine della seduta di Tesi, la commissione si riunisce per attribuire
e verbalizzare il voto-giudizio finale, che discende dalla seguente
ripartizione:
• per il 50% sarà considerata la media di tutti gli esami sostenuti
durante il biennio (vedi punto 16);
• per il 40% sarà considerata la valutazione dell’elaborato di Tesi;
• per il 10% sarà considerata la valutazione della difesa orale, in sede
di Tesi.
Trascorsi 10 (dieci) giorni lavorativi dalla data di Tesi, il candidato può
richiedere in Segreteria Generale:
• il Diploma originale in “Alta educatio ad viarum atque itinerum ducem
formandam” (sul quale non compare il voto-giudizio finale);
• l’Attestato di Valutazione Finale, ovvero del voto di Tesi e del
corrispondente giudizio.
Il ritiro del Diploma e dell’Attestato di Valutazione Finale può avvenire
anche per mezzo di altra persona, dietro delega scritta accompagnata da
copia di un documento d’identità valido.
È esclusa qualsiasi forma di spedizione postale.

280
CORSI INTEGRATIVI
Architettura e Arti per la Liturgia - Guida Turistica
CORSI INTEGRATIVI (AAL - GT)

GUIDA GENERALE

I Corsi di Alta Specializzazione in “Architettura e Arti per la Liturgia” e per


“Guida Turistica” completano il loro programma annuale con Corsi Integra-
tivi che consento l’approfondimento sulla tematica del cos’ è una chiesa e/o di
Architettura Cristiana.
Come già i programmi ordinari delle due Specializzazioni, anche ciascun
Corso Integrativo si fonda su una puntuale qualificazione in ambito biblico,
teologico e liturgico, al servizio del quale l’architettura e le arti pongono la
loro strumentazione, e non viceversa.

1. Strutturazione didattica

Ciascun Corso Integrativo è annuale, con una possibile estensione a biennale di


comune accordo con i partecipanti.
In totale, l’annualità si compone di 8 (otto) giornate di lezione, corrispondenti a
16 lezioni per 48 ore accademiche. Un’ora accademica è di 45 minuti.

2. Ammissioni

Al Corso Integrativo possono iscriversi:


a. Laureati triennali e magistrali di qualsiasi Facoltà.
b. Diplomati di Scuola Media Superiore previa autorizzazione del Re-
sponsabile di Specializzazione;
c. Liturgisti, Teologi, Biblisti, diocesani e religiosi;
d. Guide Turistiche abilitate;

3. Iscrizioni

Le preiscrizioni vanno inoltrate on-line a partire dal 1 luglio 2019 collegan-


dosi al link: www.anselmianum.com. In proposito, va sempre tenuto presente
che il Corso Integrativo appartiene alla facoltà di Sacra Liturgia dell’Ateneo
S. Anselmo, ovvero al Pontificio Istituto Liturgico (PIL).

In alternativa, l’iscrizione può essere effettuata direttamente in Segreteria


Generale a partire dal 2 settembre 2019, dal lunedì al venerdì (per l’orario di
apertura al pubblico, si veda www.anselmianum.com),

283
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Non è previsto alcun limite minimo e massimo di iscrizioni, né un termine


ultimo di scadenza. Pertanto, è possibile iscriversi anche il giorno della prima
lezione.

Sono ammesse anche iscrizioni a Corso già avviato. In tal caso, le lezioni
perdute saranno conteggiate come assenze.

Previa autorizzazione del Responsabile della Specializzazione, è ammesso fre-


quentare una sola lezione senza essere ancora iscritti.

Qualsiasi tipo di certificazione va richiesta in Segreteria Generale solo se si è


in regola con il pagamento delle quote d’iscrizione.

4. Costi

Ciascun Corso Integrativo ha i seguenti costi:

Quota “finita” riguardante l’intera


iscrizione
1 € 850,00 annualità (tutti i moduli). Non sono
annuale
dovute quote aggiuntive.
Quota ridotta riservata a chi è già iscritto
già iscritti
2 € 500,00 ad una facoltà o ad un altro Corso di Alta
all’Ateneo
Specializzazione dell’Ateneo.
Quota dovuta da coloro che si iscrivono
iscrizione ad un
3 € 170,00 solo ad uno o più singoli moduli
singolo modulo
dell’annualità.

Il versamento delle suddette quote può avvenire:


• con bollettino MAV che la Banca invia all’iscritto tramite e-mail;
• oppure presso la cassa dell’Ateneo.

Non è consentito il pagamento tramite assegno.

RICEVUTA - Una volta effettuato il pagamento di ogni singola rata, è


necessario consegnare in Segreteria Generale la copia della ricevuta, in man-
canza della quale l’iscritto risulta “scoperto”, e quindi in posizione irregolare
per i successivi 60 giorni, esponendosi così al sollecito dell’Amministrazione.

284
CORSI INTEGRATIVI (AAL - GT)

5. Lezioni

Il programma di ciascun Corso Integrativo segue il programma Ordinario


della Specializzazione, ovvero ha inizio subito dopo le vacanze pasquali e
termina entro la prima metà di giugno.
Le lezioni si svolgono al mercoledì o al giovedì (vedi calendario) con il se-
guente orario:
• 10,30 – 12,45 per il modulo mattutino;
• 14,45 – 17,00 per il modulo pomeridiano.
Si richiede il massimo rispetto del suddetto orario. È bene pertanto essere pre-
senti in aula con almeno un quarto d’ora di anticipo, onde evitare di incidere
negativamente sulla qualità e durata delle lezioni stesse.
Inoltre, durante le lezioni è obbligatoria la modalità “silenzioso” per i cellulari.
Eventuali variazioni, di quanto disposto dal calendario ufficiale, possono verifi-
carsi solo in caso di estrema necessità e per eventi imprevedibili. In particolare:
1. cambio di data e/o di orario, ma solo previo accordo con tutti gli iscritti,
e con almeno una settimana di anticipo;
2. sostituzione del docente, causa sua improvvisa indisponibilità, che verrà
comunque comunicata in tempo reale;
3. in nessun caso è previsto l’annullamento della lezione.

Materiale didattico:

Il materiale di supporto a ciascuna lezione (audio, immagini, scansioni, di-


spense, eccetera) sarà distribuito tramite Dropbox. Si consiglia quindi di do-
tarsi per tempo di tale supporto informatico.
Tutti coloro che accettano l’invito a condividere le cartelle di Dropbox fir-
mano automaticamente l’impegno a non diffondere in alcun modo, e per
nessuna ragione, detto materiale. I trasgressori si espongono a conseguenze
penali da parte dei professori e dell’Ateneo, in quanto proprietari intellettuali
di detto materiale.
L’accesso a Dropbox è riservato solo a coloro che sono in regola con l’iscrizione.

6. Frequenza

La frequenza delle lezioni è obbligatoria.

285
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Per ciascuna delle lezioni in calendario è quindi necessario firmare il foglio


delle presenze sia all’entrata che all’uscita, avendo cura di indicare nelle ap-
posite colonne i rispettivi orari, soprattutto nel caso di entrata in ritardo o di
uscita anticipata. In mancanza di una delle due firme, la presenza sarà annul-
lata, di conseguenza saranno conteggiate le relative ore di assenza.

7. Assenze

Sono ammesse assenze per un totale massimo di 8 (otto) ore accademiche


nell’arco dell’intero Corso annuale.
Indipendentemente dal suddetto limite di 8 ore, sono ammesse 3 (tre) ore di
assenza per ogni singolo modulo.
Superati detti limiti, e in mancanza di giustificazione approvata, occorre con-
cordare con il Responsabile il possibile “recupero” delle assenze, al fine di
evitare l’invalidazione del Corso.

8. Titoli

Il Pontificio Istituto Liturgico rilascia il seguente Titolo:


• Attestato di Frequenza.
Il rilascio dei titoli è strettamente subordinato alla posizione regolare dell’i-
scritto, ovvero al rispetto di quanto predisposto ai punti 4 e 7.

9. Crediti formativi

L’iscritto al Corso Integrativo che consegue regolare Attestato di Frequenza,


otterrà anche i previsti ECTS (European Credit Transfer System) nella mi-
sura di:
• 10 (dieci) ECTS per l’intero Corso;
• 1,5 (uno e mezzo) ECTS per un singolo modulo.
Gli ECTS sono certificati sull’Attestato di Frequenza.

10. Informazioni

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi al Responsabile della Specializzazione:


Arch. Gabriele Orlando
architettura@anselmianum.com

286
CORSI INTEGRATIVI (AAL - GT)

Corso Integrativo 1
in
Architettura funeraria
2019 - 2020

Corsi del mattino Corsi del pomeriggio


ore 10:30 – 12:45 ore 14:45 – 17:00

modulo 1 modulo 2
Vita e morte nella Bibbia Teologia della morte
Prof.ssa sr. M.P. Scanu Prof. C. Zuccaro
22 – 29 aprile 2020 22 – 29 aprile 2020

modulo 3 modulo 4
Antropologia della morte cristiana Liturgia delle esequie
Prof. S. Geiger, osb Prof. F. Bonomo
6 – 13 maggio 2020 6 – 13 maggio 2020

modulo 5 modulo 6
Psicologia del lutto La morte nell’arte
Prof. A. Pou, osb Prof. A. Scattolini
20 – 27 maggio 2020 20 – 27 maggio 2020

modulo 7 modulo 8
Iconografia funeraria Architettura cimiteriale
Prof. R. Monteiro, osb Prof. L. Bartolomei
3 – 10 giugno 2020 3 – 10 giugno 2020

287
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

Corso Integrativo 2
in
Conservazione e adeguamento della chiesa barocca
2019 - 2020

Corsi del mattino Corsi del pomeriggio


ore 10:30 – 12:45 ore 14:45 – 17:00

modulo 1 modulo 2
Tipologie del Rinascimento Liturgia del XVI-XVII secolo
Prof. C. Varagnoli Prof. D. Jurczak, op
23 – 30 aprile 2020 23 – 30 aprile 2020

modulo 3 modulo 4
Il Barocco Il Concilio Vaticano II
Prof. C. Varagnoli Prof. P. Muroni
7 – 14 maggio 2020 7 - 14 maggio 2020

modulo 5 modulo 6
Il “moderno” dell’Ottocento Psicologia e aula liturgica
Prof. C. Varagnoli Prof. A. Pou, osb
21 – 28 maggio 2020 21 – 28 maggio 2020

modulo 7 modulo 8
Conservazione e adeguamento Adeguamento delle cattedrali
Prof. C. Varagnoli Prof. V. Pennasso
4 – 11 giugno 2020 4 – 11 giugno 2020

288
MUSICA LITURGICA
Corso di Alta Specializzazione post-laurea

con il patrocinio in collaborazione

pontificio istituto
di musica sacra
MUSICA LITURGICA

GUIDA GENERALE

Il corso ha come obiettivo la formazione di musicisti professionisti, di curato-


ri della musica liturgica e di studenti di musica, mirando alla qualificazione
in ambito liturgico e riguardo all’arte musicale (storico-musicologico-anali-
tico-teologica).
Uno studio approfondito della specifica competenza dei musicisti (cantori, stru-
mentisti, direttori di coro, organisti, cerimonieri, programmatori di concerti,
studiosi della musicologia, docenti di arte) comprenderà e analizzarà il “mi-
nistero liturgico” della musica con una conoscenza che permetta di eseguire
professionalmente, con competenza e dignità i tesori della musica sacra.

1. Strutturazione didattica

Il Corso di Alta Specializzazione post-laurea in “Musica Liturgica” è struttu-


rato in un biennio, le cui due annualità non sono propedeutiche. Ciascuna
annualità si compone di 8 moduli, una conferenza e una giornata di studio,
per un totale di 116 ore accademiche.
Le lezioni si svolgono di giovedì, con orario 15.00-18.15 (corrispondente a 4
ore accademiche), nella sede del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo.

2. Iscrizioni

Possono iscriversi:
- diplomati/laureati in musica;
- organisti, maestri di cappella, direttori, strumentisti, coristi;
- diplomati in storia, musicologia, arte;
- laureati in Sacra liturgia;
- laureati in Musica sacra;
- responsabili delle sezioni di musica sacra delle diocesi;
- docenti di musica;
- curatori di musica;
- chiunque altro si trovi in posizione diversa potrà comunque iscriversi
in qualità di “uditore”.

È possibile iscriversi:
- alle due annualità del biennio, anche non consecutivamente;

291
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

- a una sola annualità;


- a uno o più singoli moduli.

Le iscrizioni si ricevono presso la Segreteria Generale dell’Ateneo a partire dal


23 settembre 2019, presentando la seguente documentazione:
a. apposita scheda d’iscrizione, debitamente compilata in ogni sua parte,
pena la sua invalidazione;
b. una foto formato tessera;
c. fotocopia di un documento di riconoscimento con validità in corso;
d. copia autenticata del titolo di studio.

Per l’iscrizione al secondo anno del biennio è richiesta la sola scheda, di cui
al punto a.
Non è previsto alcun limite minimo e massimo di iscrizioni, né un termine
ultimo.
Pertanto, è possibile iscriversi anche a corso già avviato.

Il corso ha i seguenti costi:

ogni annualità (8 moduli) euro 1.312,00

un singolo modulo euro 170,00

iscritti alle facoltà dell’Ateneo euro 780,00

il rilascio del diploma euro 255,00

La tassa accademica è generata automaticamente alla conclusione delle pro-


cedure d’iscrizione all’anno accademico e il relativo bollettino MAV (paga-
mento Mediante AVviso) è inviato per email allo studente. A tal proposito è
essenziale che lo studente fornisca un indirizzo email. A pagamento effettua-
to, lo studente conserverà una copia della ricevuta di pagamento.

3. Borse di studio

Per l’anno accademico 2019-2020 sono previste le assegnazioni di borse di stu-


dio destinate al pagamento delle tasse e all’incentivazione e alla razionalizza-
zione della frequenza universitaria degli studenti del corso, capaci e meritevoli.

292
MUSICA LITURGICA

Le borse saranno conferite sulla base del merito e della necessità, a studenti
e studentesse che ritireranno i documenti per la richiesta dettagliata presso
l’Ufficio del Rettorato.

4. Frequenza

La frequenza delle lezioni è obbligatoria. Sono ammesse assenze per un mas-


simo di 16 ore accademiche in ciascuna delle due annualità.
Nel caso tale limite dovesse essere superato, le ore in eccedenza devono essere
recuperate nell’anno accademico successivo al biennio frequentato. Tale recu-
pero va concordato con il Preside del Pontificio Istituto Liturgico (PIL) e non
comporta alcuna iscrizione supplementare. In ciascuna lezione è obbligatorio
firmare il foglio delle presenze sia all’entrata che all’uscita, avendo cura di
indicare nelle apposite colonne i rispettivi orari, soprattutto nel caso di en-
trata in ritardo o di uscita anticipata. In mancanza di una delle due firme, la
presenza sarà annullata, di conseguenza saranno conteggiate 4 ore di assenza.

5. Titoli

Il PIL rilascia agli iscritti uno dei seguenti titoli:


- attestato di frequenza per uno o più moduli;
- attestato di frequenza per ogni annualità;
- diploma di alta specializzazione in Studiis de Musica ad Liturgiam
spectante titolo di musica liturgica.

6. Attestato di frequenza per uno o più moduli

L’iscritto a un singolo modulo consegue il relativo attestato di frequenza solo


se non c’è stata alcuna ora di assenza. L’iscritto a più moduli consegue il re-
lativo attestato di frequenza solo se non ha superato il numero complessivo
di ore d’assenza già concordato con il Preside del PIL. In ogni caso, non è
possibile superare 4 ore di assenza per ogni modulo.

7. Attestato di frequenza per l’intera annualità

Al termine di ciascun anno accademico, l’iscritto al biennio o alla singola an-


nualità consegue il relativo attestato di frequenza solo se le ore di assenza non

293
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

hanno superato il limite massimo di 16, ad eccezione di eventuali giustifica-


zioni concesse dal Preside del PIL, e solo in presenza di cause straordinarie.
Tutti coloro che avranno superato detto limite, e mancano di giustificazione,
avranno l’attestato di frequenza sospeso, in attesa del necessario recupero di
cui al punto 4.

8. Diploma di alta specializzazione

Al conseguimento del diploma non sono ammessi gli uditori. Di conseguen-


za, essi possono conseguire dal PIL solo l’attestato di frequenza, di cui ai
punti 5 e 6.
Tutti gli altri iscritti che intendono conseguire il diploma, di cui al punto 6.3,
devono rispondere alle seguenti condizioni:
a. essere in possesso di entrambi gli attestati di frequenza del biennio;
b. aver superato tutti gli esami in programma al biennio;
c. presentare e discutere un elaborato di tesi finale, con esito positivo.

9. Rinuncia agli studi

Chi, dopo aver consegnato e superato gli elaborati e dopo aver sostenuto gli
esami, dovesse trovarsi nelle condizioni di rinunciare alla tesi finale, e quindi
al conseguimento del diploma, può comunque richiedere l’attestato di fre-
quenza con i relativi voti. Da questa opzione sono esclusi gli uditori.

10. Tesi finale

Si accede alla tesi finale presentando il modulo per l’argomento della tesi da ri-
tirare presso la Segreteria Generale, corredato dalla seguente documentazione:
- apposito modulo di “richiesta tesi”, firmata dal moderatore;
- i due attestati di frequenza (di cui al punto 8.1);
- tre copie cartacee dell’elaborato di tesi, firmate dal moderatore;
- una copia dell’elaborato di tesi in versione pdf, da consegnare alla
Segreteria del Preside e alla Segreteria Generale.

L’elaborato finale segue il medesimo iter di una qualsiasi altra tesi universitaria,
sia nella preparazione che nello svolgimento, e va discussa davanti a una commis-
sione che si riunisce appositamente, ovvero senza alcun calendario prestabilito.

294
MUSICA LITURGICA

Al termine della seduta di tesi, la stessa commissione attribuisce un voto che


avrà come base la media dei voti acquisiti durante gli esami o elaborati del
biennio.
In caso di esito negativo, la tesi dovrà essere ripetuta.
In caso di esito positivo, il certificato con i voti va richiesto presso gli uffici
della Segreteria Generale.

11. Crediti formativi

Gli iscritti aventi posizione regolare, rispetto ai suddetti dieci punti, conse-
guono ECTS (European Credit Transfer System), cioè crediti formativi, secon-
do la seguente tabella:
- 3 ECTS per ciascun modulo;
- 1 ECTS per il seminario, o simposio, o convegno, inserito nel pro-
gramma di ciascuna annualità;
- 20 ECTS per la tesi finale.
Pertanto, il conseguimento del diploma comporta l’assegnazione di 70 ECTS.

12. Riconoscimenti

Ogni diplomato del Corso di Alta Specializzazione in Studiis de Musica ad


Liturgiam spectante sarà:
a. segnalato alla diocesi di appartenenza, tramite lettera ufficiale del
Pontificio Ateneo Sant’Anselmo a firma del Rettore Magnifico e del
Preside del PIL;
b. iscritto al Premio Sant’Anselmo, che annualmente assegna un impor-
to con cui coprire le spese per la pubblicazione della migliore tesi tra
tutte quelle discusse nel precedente anno solare nel Pontificio Ateneo
Sant’Anselmo.
Al premio di cui al punto 12.b sono ammessi solo i diplomati del corso che
superano l’esame di tesi finale con il voto-giudizio summa cum laude.

13. Informazioni

Per ogni ulteriore informazione sul corso in “Musica Liturgica”, rivolgersi a:


Pontificio Istituto Liturgico, Piazza dei Cavalieri di Malta, 5 – 00153 Roma
T. +39 06 57 91410 – mail: presidepil@anselmianum.com

295
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

PROGRAMMA

94160 Teologia, Liturgia e Musica


M° Jordi-Agustí Piqué i Collado OSB
10-17-24-31 ottobre / 7-14 novembre 2019

97313 Dal movimento ceciliano alla modernità.


Un’analisi teologico-musicale
M° Diego Léon Fioravanti
21-28 novembre; 5 dicembre 2019

97311 56ma giornata di studio - Sacrosanctum Concilium


4 dicembre 2019 10.15 - 12.00

97314 Musica Liturgica e Archivistica


Dr. Luciano Rossi
12-19 dicembre 2019; 9 gennaio 2020

97301 Musicologia applicata II


M° Gennaro Becchimanzi OFM Conv
16-23-30 gennaio 2020

97303 Canto Gregoriano: storia, forme, modalità


M° Juan Pablo Rubio OSB
13-20-27 febbraio 2020

97308 Canto corale


M° O. Guidotti
5-12-19 marzo 2020

97315 I canti dei ministri sacri


Prof. Fergus Ryan OP
26 marzo; 2-23 aprile 2020

97302 Organo e improvvisazione I


M° Juan De La Rubia
30 aprile; 7-28 maggio 2020

296
MUSICA LITURGICA

97309 Conferenza
M° Andrea Coen
21 maggio 2020

297
ARTE PER IL CULTO CRISTIANO
Corso di Alta Specializzazione
ARTE PER IL CULTO CRISTIANO

GUIDA GENERALE

Il corso è strutturato in un biennio, le cui due annualità (A e B) non sono


propedeutiche. Ciascuna si compone di 7 moduli, una conferenza e una vi-
sita, per un totale di 84 ore accademiche. Le lezioni si svolgono di venerdì,
con orario 14:30-17:50 (corrispondente a 4 ore accademiche), nella sede del
Pontificio Ateneo Sant’Anselmo.

1. Strutturazione didattica

Il programma dell’anno A è dedicato allo studio del senso di forme architet-


toniche e arredi interni degli edifici di culto cristiani, come pure alla relati-
va espressione figurativa monumentale, cercando di rispondere a due grandi
domande: in che modo i cristiani sono giunti molto presto a configurare i
principali modelli di spazi celebrativi, attingendo al linguaggio architettonico
e figurativo esistente ciò che era consono al messaggio cristiano? In che modo,
adattando le forme e la materia al contenuto originale e irripetibile del cristia-
nesimo, hanno creato qualcosa di specifico e di unico, ma allo stesso tempo
in sintonia con il linguaggio del Sacro, comune alle grandi tradizioni religiose
dell’umanità? Comprendere come è avvenuto questo formidabile processo di
inculturazione aiuta l’artista cristiano di oggi a evitare due pericoli opposti
ma analoghi: voler ripetere i modelli del passato o volerli rinnegare in toto.
Sapendo riconoscere quali aspetti furono scelti o tralasciati e perché, egli vie-
ne infatti messo in grado di cogliere nel linguaggio della cultura odierna
quegli elementi che permettono di creare spazi e opere figurative in sintonia
con il nostro tempo e al tempo stesso con il mistero sempre attuale di Cristo
celebrato nella liturgia. L’approfondimento del senso mistagogico dell’edificio
ecclesiale globalmente inteso aiuterà a sua volta l’architetto e l’artista a rico-
noscere il nucleo inalienabile, perché legato alla dimensione atemporale del
culto cristiano, presente nella Tradizione.

Le esercitazioni pratiche svolte nel laboratorio, che prevedono l’analisi di im-


magini, esercizi visuali, creazione di bozzetti, disegni, cartoni, progetti di
programmi iconografici, serviranno ad acquistare una comprensione fattuale
di ciò che si è imparato. Esse consisteranno nell’osservare opere relative all’e-
dificio di culto cristiano appartenenti alla tradizione millenaria della Chiesa,
per imparare a individuare i criteri che hanno guidato artigiani-artisti nella

301
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

realizzazione di capolavori senza tempo per Dio e per l’umanità. Attraverso


esercizi di ideazione gli studenti concretizzeranno in modo personale, in pic-
coli progetti legati a spazi determinati, i contenuti teorici appresi e compresi.

Il programma dell’anno B è dedicato all’acquisizione delle conoscenze neces-


sarie per l’ideazione di programmi figurativi destinati all’edificio di culto cri-
stiano e agli arredi liturgici (altare, ambone, cattedra).
Per conseguire questo scopo, questo è strutturato secondo tre linee.
1. Conoscere la tradizione: verrà approfondita la comprensione dei program-
mi iconografici monumentali della Chiesa indivisa, i quali, essendo inti-
mamente legati al senso mistagogico, cioè al mistero della fede celebrato
dalla ecclesia, possiedono un valore immutabile.
2. Imparare a trovare le migliori soluzioni espressive tenendo conto da una
parte della permanenza degli aspetti contenutistici costitutivi degli spazi
ecclesiali, dall’altra della diversità delle esigenze di un edificio di culto
attuale rispetto al passato. In questo senso si tratta di esprimerli, come
nella Chiesa si è sempre cercato di fare, secondo modalità adatte alle
esigenze del nostro tempo.
3. Il Laboratorio sarà dedicato ad attività diverse, finalizzate ad acquistare
un miglior discernimento nella capacità di ideare e progettare: esercizi
pratici di disegno o di progettazione; discussione di bozzetti/progetti di
programmi iconografici e arredi liturgici realizzati dai partecipanti; in-
contri con artisti cristiani contemporanei; visionamento e apprezzamen-
to di programmi iconografici e arredi del XX e XXI secolo.

2. Ammissioni

Al corso di “Arte per il Culto Cristiano” ci si può iscrivere previa intervista


con il responsabile del corso, prenotandola all’indirizzo email: r.monteiro@
anselmianum.com

Il corso è dedicato preferenzialmente ad artisti che desiderano lavorare per il


culto cristiano, così come alle persone interessate a conoscere meglio il rap-
porto tra le immagini, forme e colori nell’edificio di culto, secondo i criteri
oggettivi della Tradizione e della liturgia celebrata.

302
ARTE PER IL CULTO CRISTIANO

3. Iscrizioni

Il corso ha la durata di un anno accademico, ma è possibile iscriversi a uno o


più singoli moduli/laboratori.
Le iscrizioni possono essere inoltrate on-line a partire dal 1° luglio 2019, colle-
gandosi al sito www.anselmianum.com (seguire il percorso: intervista perso-
nale con l’incaricato del corso – Segreteria – passi per l’iscrizione – studente
ordinario – ecc.), oppure, un volta fatta l’intervista con il responsabile del
corso, recandosi personalmente in Segreteria Generale a partire dal 23 set-
tembre 2019, dal lunedì al venerdì con orario 9.00-12-00 e il pomeriggio di
martedì e giovedì (15.00-17.00).
Entrambe le soluzioni richiedono la seguente documentazione:
a. scheda d’iscrizione;
b. una foto-tessera in formato jpeg;
c. fotocopia di un documento di riconoscimento con validità in corso;
d. copia autenticata del titolo di studio, o certificato sostitutivo.

Il corso ha i seguenti costi:


- 7 moduli euro 1.312,00;
- un singolo modulo euro 190,00;
- iscritti alle facoltà dell’Ateneo euro 780,00;
- il rilascio del diploma euro 255,00.
Una volta completate le procedure di iscrizione, l’iscritto riceverà tramite e-
mail la richiesta di pagamento tramite bollettino MAV (pagamento Median-
te AVviso). A pagamento effettuato, è necessario conservare una copia della
ricevuta di pagamento.

Il MAV prevede automaticamente l’emissione di due bollettini corrisponden-


ti alla rateizzazione della quota annuale.

4. Ritiro

In caso di ritiro dal corso, è obbligatorio darne comunicazione scritta alla


Segreteria Generale e all’indirizzo email: r.monteiro@anselmianum.com.

303
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

5. Frequenza

La frequenza delle lezioni è obbligatoria. In particolare, sono ammesse assen-


ze per un massimo di 4 ore accademiche. È possibile comunicare al responsa-
bile del corso eventuali assenze e recuperi.

6. Tesi finale

Si accede alla tesi finale presentando il modulo per l’argomento della tesi da
ritirare presso la Segreteria Generale, corredato dalla seguente documenta-
zione:
• apposito modulo di “richiesta tesi”, firmata dal moderatore;
• l’attestato di frequenza;
• tre copie cartacee dell’elaborato di tesi, firmate dal moderatore;
• una copia dell’elaborato di tesi in versione pdf, da consegnare alla Segre-
teria del Preside e alla Segreteria Generale.
L’elaborato finale segue il medesimo iter di una qualsiasi altra tesi universita-
ria, sia nella preparazione che nello svolgimento, e va discussa davanti a una
commissione che si riunisce appositamente, ovvero senza alcun calendario
prestabilito.
Al termine della seduta di tesi, la stessa commissione attribuisce un voto che
avrà come base la media dei voti acquisiti durante gli esami o elaborati del
biennio.
In caso di esito negativo, la tesi dovrà essere ripetuta.
In caso di esito positivo, il certificato con i voti va richiesto presso gli uffici
della Segreteria Generale.

6. Titoli

Il Pontificio Istituto Liturgico rilascia agli iscritti i seguenti titoli:


1. attestato di frequenza per uno o più singoli moduli;
2. attestato di frequenza per l’annualità del corso ordinario;
3. diploma del corso di alta formazione in Ars Cristiano cultui.
Il rilascio dei titoli è strettamente subordinato alla posizione regolare dell’i-
scritto; in caso contrario, saranno sospesi in attesa di regolarizzazione.

304
ARTE PER IL CULTO CRISTIANO

8. Diploma di alta formazione

Il conseguimento del diploma di alta formazione è facoltativo, ed è riservato


ai soli laureati. Le altre figure possono conseguire solo l’attestato di frequenza.

9. Crediti formativi

L’iscritto che risulta in posizione regolare, può richiedere i crediti formativi


universitari ECTS (European Credit Transfer System), nella misura di:
• 3 ECTS per ciascun modulo;
• 12 (dodici) per la tesi finale.
Previa specifica richiesta, i crediti sono certificati sui relativi attestati di fre-
quenza oppure in apposito allegato.

10. Informazioni

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi al responsabile del corso:


P. Ruberval Monteiro da Silva, OSB
cel. +39.333.538.2649
mail: r.monteiro@anselmianum.com

305
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

PROGRAMMA DEI MODULI PER L’ANNO B (2019-2020)

Ogni modulo ha dodici ore lezioni, essendo 8 teoriche con professori diversi
e 4 laboratoriali con il coordinatore del corso.

1. Il contemporaneo e l’essenzialità della Tradizione


11, 18 ottobre 2019
Lucia Valdarnini
2. Il Cristo Signore presente alla sua Chiesa: teofanie storiche e metasto-
riche con valenza liturgica
8, 15 novembre 2019
Maria Giovanna Muzj
3. Il mistero del Cristo Signore nelle iconografie delle Feste: teofanie dei
Natalizi/Epifania e della Passione/Glorificazione
6, 13 dicembre 2019
Maurizio Marchini
4. Ruolo teologico della Vergine Madre nell’iconografia monumentale
10, 17 gennaio 2020
Sidney Damasio Machado
5. Il sentimento della presenza nelle chiese dell’Oriente cristiano
21, 28 febbraio 2020
Siyana Nikolova Martcheva
6. I personaggi biblici emblematici nella liturgia e nell’edificio ecclesiale
20, 27 marzo 2020
Ruberval Monteiro
7. Lectio-Meditatio-Imaginatio
24 aprile, 8 maggio 2020
Michael Davide Semeraro
8. Laboratori pratici
25 ottobre, 22 novembre, 14 dicembre, 24 gennaio, 6 marzo, 3 aprile,
15 maggio
Ruberval Monteiro

306
L’ARTE FLOREALE
PER LA LITURGIA
Corso di specializzazione breve
ARTE FLOREALE PER LA LITURGIA

GUIDA GENERALE

97001-2 Perché e come i fiori nella liturgia I-II

Come la musica, il canto, la luce, la parola, il gesto, il profumo, la danza, la


bellezza del lino e della seta, l’architettura e la pittura, i fiori sono un linguag-
gio capace di introdurre all’esperienza di Dio e di proclamare il Mistero. Essi
sono presenti nella liturgia per un umile servizio: preparare l’ambiente dove Dio
incontra il suo popolo, la sua sposa, un incontro “nuziale”, di “alleanza”, che
deve essere segnato dalla bellezza sobria ed elegante, dalla festa e dalla gratuità.
Il corso è rivolto a sacristi, custodi di chiese e cappelle e a tutti coloro, uomini
e donne, che, con generosità, desiderano iniziare a porsi al servizio della litur-
gia attraverso l’arte floreale, ma anche a chi, essendo già impegnato in questa
attività, vuole approfondirne le conoscenze tecniche e liturgiche.

1. Strutturazione didattica

Il corso è strutturato in due livelli di quattro incontri ciascuno.


Le lezioni si terranno il venerdì dalle ore 15.00 alle 18.00.
Per l’anno accademico 2019-2020 il corso di primo livello si svolgerà i vener-
dì 22 novembre; 29 novembre; 6 dicembre e 13 dicembre 2019.
Il corso di secondo livello si svolgerà i venerdì 6 marzo; 13 marzo; 20 marzo
e 27 marzo 2020.

2. Tassa di iscrizione

Il costo del corso di primo livello è di € 170,00 (materiali non inclusi).


Le iscrizioni si ricevono, a partire dal 23 settembre 2019, presso la Segreteria
Generale dell’Ateneo.
Completate le procedure di iscrizione, lo studente riceverà, tramite e-mail, la
richiesta di pagamento MAV (Pagamento Mediante AVviso).
Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.

3. Docente

Sig.ra Carla Lauri


Pontificio Istituto Liturgico Roma

309
PONTIFICIO ISTITUTO LITURGICO

PROGRAMMA

I modulo: Avvento-Natale

Venerdì 22 novembre 2019 – 15.00-18.00


15.00 Preghiera – liturgia: l’arte floreale e l’anno liturgico
15.30 Dimostrazione di una composizione floreale
16.00 Laboratorio
17.00 Correzione dei lavori
18.00 Termine dell’incontro

Venerdì 29 novembre 2019 – 15.00-18.00


15.00 Preghiera – liturgia: il tempo di Avvento
15.30 Dimostrazione di una composizione floreale
16.00 Laboratorio
17.00 Correzione dei lavori
18.00 Termine dell’incontro

Venerdì 6 dicembre 2019 – 15.00-18.00


15.00 Preghiera – liturgia: l’Immacolata concezione
15.30 Dimostrazione di una composizione floreale
16.00 Laboratorio
17.00 Correzione dei lavori
18.00 Termine dell’incontro

Venerdì 13 dicembre 2019 – 15.00-18.00


15.00 Preghiera – liturgia: il tempo di Natale
15.30 Dimostrazione di una composizione floreale
16.00 Laboratorio
17.00 Correzione dei lavori
18.00 Termine dell’incontro

310
ARTE FLOREALE PER LA LITURGIA

II modulo: Quaresima-Pasqua

Venerdì 6 marzo 2020 – 15.00-18.00


15.00 Preghiera – liturgia: il tempo della Quaresima
15.30 Dimostrazione di una composizione floreale
16.00 Laboratorio
17.00 Correzione dei lavori
18.00 Termine dell’incontro

Venerdì 13 marzo 2020 – 15.00-18.00


15.00 Preghiera – liturgia: spazi liturgici e arte floreale
15.30 Dimostrazione di una composizione floreale
16.00 Laboratorio
17.00 Correzione dei lavori
18.00 Termine dell’incontro

Venerdì 20 marzo 2020 – 15.00-18.00


15.00 Preghiera – liturgia: la Settimana Santa
15.30 Dimostrazione di una composizione floreale
16.00 Laboratorio
17.00 Correzione dei lavori
18.00 Termine dell’incontro

Venerdì 27 marzo 2020 – 15.00-18.00


15.00 Preghiera – liturgia: il tempo di Pasqua
15.30 Dimostrazione di una composizione floreale
16.00 Laboratorio
17.00 Correzione dei lavori
18.00 Termine dell’incontro

311
PUBBLICAZIONI
PUBBLICAZIONI

Rerum ecclesiasticarum documenta (Red)


1. Series Maior: Fontes (14 volumi)
2. Series Minor: Subsidia Studiorum (8 volumi)

Analecta liturgica (Studia Anselmiana)


Collana di Studi liturgici (36 volumi)

Anàmnesis
Manuale di Liturgia (7 volumi)

Ecclesia orans
Bimestrale di scienza liturgica
www.ecclesiaorans.com

Ecclesia orans. Studi e Ricerche


Fonti e studi per la scienza liturgica

Scientia liturgica
Introduzione alla liturgia
Liturgia fondamentale
L’eucaristia
Sacramenti e sacramentali
Tempo e spazio liturgico

Handbook for Liturgical Studies


Introduction to the Liturgy
Fundamental Liturgy
The Eucharist
Sacraments and Sacramentals
Liturgical Time and Space

Tesi di laurea e di licenza 1962-1998


Tesi di licenza e tesi di dottorato, Pontificio Istituto Liturgico 1961-2015

315
CALENDARIO DELLE
ATTIVITÀ ACCADEMICHE
CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ ACCADEMICHE

Settembre 2019

2 Lun. Apertura della Segreteria Generale


3 Mar.
4 Mer.
5 Gio.
6 Ven.
7 Sab.
8 Dom.
9 Lun.
10 Mar.
11 Mer.
12 Gio.
13 Ven.
14 Sab.
15 Dom.
16 Lun. Apertura della Biblioteca
17 Mar.
18 Mer.
19 Gio.
20 Ven.
21 Sab.
22 Dom.
23 Lun. Iscrizioni: 10.00-12.00 (FF)
24 Mar. Iscrizioni: 10.00-12.00 (FF)
10.00-11.00 e 12.00-13.00 e 15.30-17.30 (PIL)
25 Mer. Iscrizioni: 10.00-12.00 (FF, FT)
10.00-11.00 e 12.00-13.00 e 15.30-17.30 (PIL)
26 Gio. Iscrizioni: 10.00-12.00 (FF, FT, Sacramentaria)
10.00-11.00 e 12.00-13.00 e 15.30-17.30 (PIL)
27 Ven. Iscrizioni: 10.00-12.00 (FF, FT, Sacramentaria)
10.00-11.00 e 12.00-13.00 e 15.30-17.30 (PIL)
28 Sab.
29 Dom.
30 Lun. Iscrizioni: 9.00-12.00; 15.30-17.30 (FF, FT)
Orientamento per i nuovi studenti dell’Ateneo (Segreteria Generale)
sala riunioni: ore 10.00-12.00

319
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Ottobre 2019

1 Mar. Iscrizioni: 10.00-11.00 e 12.00-13.00 e 15.30-17.30


(PIL e Sacramentaria)
Iscrizione: 16.00 – 17.30 (FT, Teologia spirituale monastica)
2 Mer. Iscrizioni: 10.00-12.00 (FT, Storia della Teologia e
Teologia spirituale monastica)
10.00-11.00, 12.00-13.00 e 15.30-17.30 (PIL e Sacramentaria)
3 Gio. Iscrizioni: 10.00–12.00 e 15.30–17.30 (FT, Storia della
Teologia e Teologia spirituale monastica)
PIL: 9.00: esame verifica di latino - Aula I
PIL: 16.00: esame verifica di greco - Aula I
4 Ven. Iscrizioni: 10.00 – 12.00 (Storia della Teologia)
9.00 esame scritto e orale di italiano (PIL, F e T II Ciclo) – Aula I
5 Sab PIL Esame di ammissione per coloro che non sono in possesso del STB
6 Dom.
7 Lun. Inaugurazione dell’anno accademico 2019-2020
17.00 Vespri solenni nella Chiesa di S. Anselmo;
17.45 Atto accademico.
8 Mar. Lezione
9 Mer. Lezione – PIL (incontro con il Preside) ore 10.00 anno prop.
PIL (incontro con il Preside) ore 10.15 1° anno - ore 10.30 2° anno
Teologia spirituale monastica: 10.15 esame scritto di verifica di latino
10 Gio. Lezione
11 Ven. Lezione
12 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
13 Dom.
14 Lun. Lezione
15 Mar. Lezione
16 Mer. Lezione
17 Gio. Lezione
18 Ven. Lezione – Giornata di studio IM (al pomeriggio)
Scadenza cambiamento dei corsi/seminari del I semestre
19 Sab.
20 Dom.
21 Lun. Lezione
22 Mar. Lezione

320
CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ ACCADEMICHE

23 Mer. Lezione
24 Gio. Lezione
25 Ven. Lezione
26 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
27 Dom.
28 Lun. Lezione
29 Mar. Lezione
30 Mer. Lezione - PIL Elezione consiglio A.S.P.I.L.- ore 10.00 anno prop.
PIL Elezione consiglio A.S.P.I.L.- ore 10.30 1° anno
PIL Elezione consiglio A.S.P.I.L. – ore 10.15 2° anno
31 Gio. Lezione

Novembre 2019

1 Ven. Solennità di tutti i santi – vacanza


2 Sab. Commemorazione dei defunti
3 Dom.
4 Lun. Lezione
FT - PIL: Iscrizioni esame verifica di lingue moderne
5 Mar. Lezione
6 Mer. Lezione
7 Gio. Lezione
8 Ven. Lezione
9 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
10 Dom.
11 Lun. Dedicazione della Chiesa di S. Anselmo– vacanza
12 Mar. Lezione – 12 – 13 – 14 novembre - esami sessione autunnale
13 Mer. Lezione
14 Gio. Lezione
15 Ven. Lezione
16 Sab. FT - PIL: Esame verifica di lingue moderne
17 Dom.
18 Lun. Lezione – Scadenza termine di presentazione della tesi di dottorato
19 Mar. Lezione - Consiglio della Facoltà di Filosofia (ore 17.15)
20 Mer. Lezione - Consiglio del PIL (ore 16.00)
21 Gio. Lezione - Consiglio della Facoltà di Teologia
22 Ven. Lezione

321
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

23 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale


24 Dom.
25 Lun. Lezione
26 Mar. Lezione
27 Mer. Lezione - Senato Accademico (ore 16.00)
28 Gio. Lezione
29 Ven. Lezione
30 Sab.

Dicembre 2019

1 Dom. Prima di Avvento


2 Lun. Lezione
3 Mar. Lezione
4 Mer. Lezione
Simposio di Liturgia (PIL, APL, CAL, Vicariato) ore 10.15-12.00
5 Gio. Lezione – Presentazione volume Sacramentaria (pomeriggio)
6 Ven. Lezione
7 Sab.
8 Dom. Immacolata Concezione della B.V.M. e Seconda di Avvento
9 Lun. Lezione
10 Mar. Lezione
11 Mer. Lezione
12 Gio. Lezione
13 Ven. Lezione - FT e PIL Scade il termine per la presentazione
della tesi di Licenza (sessione invernale)
14 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
15 Dom. Terza di Avvento
16 Lun. Lezione
17 Mar. Lezione
18 Mer. Lezione - Ateneo S. Messa (ore 12.00)
19 Gio. Lezione
20 Ven. Lezione
21 Sab. 21 dicembre - 7 gennaio: vacanze natalizie
22 Dom. Quarta di Avvento
23 Lun.
24 Mar.

322
CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ ACCADEMICHE

25 Mer. Natale del Signore


26 Gio.
27 Ven.
28 Sab.
29 Dom.
30 Lun.
31 Mar.

Gennaio 2020

1 Mer. Santa M adre di Dio


2 Gio.
3 Ven.
4 Sab.
5 Dom.
6 Lun. Epifania del Signore
7 Mar. Lezione
8 Mer. Lezione
9 Gio. Lezione
10 Ven. Lezione
11 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
12 Dom.
13 Lun. Lezione. 13 – 17: Iscrizioni ai corsi/seminari del II semestre
14 Mar. Lezione
15 Mer. Lezione
16 Gio. Lezione
17 Ven. Lezione
18 Sab.
19 Dom.
20 Lun. Lezione
21 Mar. Lezione
22 Mer. Lezione
23 Gio. Lezione
24 Ven. Lezione
25 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
Fine delle lezioni del I semestre
26 Dom.

323
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

27 Lun. 27 gennaio – 7 febbraio: esami della sessione invernale


28 Mar.
29 Mer.
30 Gio.
31 Ven.

Febbraio 2020

1 Sab.
2 Dom.
3 Lun.
4 Mar.
5 Mer.
6 Gio.
7 Ven.
8 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
9 Dom.
10 Lun. 10 – 14 febbraio: vacanze invernali
11 Mar.
12 Mer.
13 Gio.
14 Ven.
15 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
16 Dom.
17 Lun. Lezione. Inizio del II semestre
18 Mar. Lezione
19 Mer. Lezione
20 Gio. Giornata interfacoltà
21 Ven. Giornata interfacoltà solo la mattina
(il pomeriggio si tengono le lezioni)
22 Sab. PIL Esame di ammissione per coloro che non sono in possesso del STB
23 Dom.
24 Lun. Lezione
FT – PIL: Iscrizione all’esame verifica di lingue moderne
25 Mar. Lezione
26 Mer. Lezione - Le ceneri
Non si tengono le lezioni pomeridiane. Viaggio monastico

324
CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ ACCADEMICHE

27 Gio. Lezione
28 Ven. Lezione
29 Sab.

Marzo 2020

1 Dom. Quaresima I
2 Lun. Lezione
3 Mar. Lezione
4 Mer. Lezione
5 Gio. Lezione
6 Ven. Lezione - scadenza cambiamento dei corsi/seminari del II semestre
7 Sab. FF - FT – PIL: esame verifica di lingue moderne
PIL/Laboratorio liturgico-musicale
8 Dom. Quaresima II
9 Lun. Lezione
10 Mar. Lezione
11 Mer. Lezione
12 Gio. Lezione
13 Ven. Lezione
14 Sab.
15 Dom. Quaresima III
16 Lun. Lezione
17 Mar. Lezione
18 Mer. Lezione
19 Gio. Lezione
20 Ven. Lezione – Convegno di Filosofia
21 Sab. Solennità del N.S.P. Benedetto
PIL/Laboratorio liturgico-musicale
22 Dom. Quaresima IV
23 Lun. Lezione
24 Mar. Lezione
25 Mer. Lezione
26 Gio. Lezione
27 Ven. Lezione
28 Sab.
29 Dom. Quaresima V

325
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

30 Lun. Lezione
31 Mar. Lezione

Aprile 2020

1 Mer. Lezione
2 Gio. Lezione
3 Ven. Lezione – scadenza termine presentazione tesi di dottorato
4 Sab.
5 Dom. Le palme
6 Lun. 6 aprile – 18 aprile: vacanze pasquali
7 Mar.
8 Mer.
9 Gio.
10 Ven.
11 Sab.
12 Dom. Pasqua di R esurrezione
13 Lun.
14 Mar.
15 Mer.
16 Gio.
17 Ven.
18 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
19 Dom.
20 Lun. Lezione
21 Mar. Solennità di S. A nselmo
Festa del Gran cancelliere e ateneo – vacanza
22 Mer. Lezione
23 Gio. Lezione
24 Ven. Lezione
25 Sab. A nniversario della Liberazione
26 Dom.
27 Lun. Lezione
28 Mar. Lezione
29 Mer. Lezione
30 Gio. Lezione

326
CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ ACCADEMICHE

Maggio 2020

1 Ven. Festa del L avoro – vacanza


2 Sab.
3 Dom.
4 Lun. Lezione
FT - PIL Iscrizione all’esame verifica di lingue moderne
5 Mar. Lezione
6 Mer. Lezione
7 Gio. Lezione
8 Ven. Lezione
9 Sab. PIL/Laboratorio liturgico-musicale
10 Dom.
11 Lun. Lezione - Scade il termine per la presentazione della tesi di
Licenza/Dottorato FF - FT - PIL (sessione estiva)
12 Mar. Lezione - Consiglio della Facoltà di Filosofia (ore 17.15)
13 Mer. Lezione - Consiglio del PIL (ore 16.00)
14 Gio. Lezione - Consiglio della Facoltà di Teologia
15 Ven. Lezione
16 Sab. FT – PIL Esame verifica di lingue moderne
17 Dom.
18 Lun. Lezione
19 Mar Lezione
20 Mer. Lezione - Senato Accademico (ore 16.00)
21 Gio. Lezione
22 Ven. Lezione
23 Sab.
24 Dom. A scensione del Signore
25 Lun. Lezione
26 Mar. Lezione
27 Mer. Lezione
28 Gio. Lezione
29 Ven. Lezione - Convegno di Filosofia
30 Sab. Fine delle lezioni del II semestre
Gita dei professori e collaboratori dell’Ateneo
31 Dom. Pentecoste

327
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Giugno 2020

1 Lun. 1 - 19 giugno: esami della sessione estiva


2 Mar. Festa della R epubblica
3 Mer.
4 Gio.
5 Ven.
6 Sab.
7 Dom. Santissima Trinità
8 Lun.
9 Mar. Congresso Monastico
10 Mer. Congresso Monastico
11 Gio. Congresso Monastico
12 Ven. Congresso Monastico
13 Sab.
14 Dom. Corpus Domini
15 Lun. Pre-iscrizioni all’anno accademico 2020-2021
fino al 26 giugno 2020:
Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00
PIL e Sacramentaria: 11.00 – 13.00
16 Mar. Storia della Teologia: 16.00 – 18.00;
Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00
PIL e Sacramentaria: 11.00 – 13.00
17 Mer. Storia della Teologia: 16.00 – 18.00;
Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00
PIL e Sacramentaria: 11.00 – 13.00
18 Gio. Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00
PIL: 11.00 – 13.00
19 Ven. Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00
Teologia spirituale monastica: esami finali
dalle 08.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00
PIL: 11.00 – 13.00.
20 Sab.
21 Dom.
22 Lun. Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00
23 Mar. Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00
24 Mer. Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00

328
CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ ACCADEMICHE

25 Gio. Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00


26 Ven. Triennio e Teologia spirituale monastica: 10.00 – 12.00
27 Sab.
28 Dom.
29 Lun. Ss. Pietro e Paolo
30 Mar.

Luglio 2020

15 Mer. Chiusura della Biblioteca e della Segreteria Generale

Settembre 2020

1 Mar. Apertura della Segreteria Generale


...
15 Mar. Apertura della Biblioteca
16 Mer.
17 Gio.
18 Ven.
19 Sab.
20 Dom.
21 Lun. 21/9 - 2/10. Iscrizioni all’anno accademico 2020-2021
ai corsi e ai seminari del I semestre
22 Mar.
23 Mer.
24 Gio.
25 Ven.
26 Sab.
27 Dom.
28 Lun. Orientamento per i nuovi studenti dell’Ateneo (Segreteria Generale)
Sala riunioni – 10.00 – 12.00
29 Mar.
30 Mer.

329
Ottobre 2020

1 Gio. 9.00 esame di verifica di latino(PIL),


16.00 esame di verifica di greco (PIL)
2 Ven. 9.00 esame scritto e orale di italiano (PIL, FF e FT II Ciclo)
3 Sab.
4 Dom.
5 Lun. Inaugurazione dell’anno accademico
ore 17.00: Vespri solenni nella Chiesa di S. Anselmo
ore 17.45: Atto accademico
6 Mar. Lezione
7 Mer. Lezione
RUBRICA
RUBRICA

Si indicano le qualifiche dei professori con: Ass. (Associato), Emr. (Emerito),


Inv. (Invitato), Let. (Lettore), Onr. (Onorario), Ord. (Ordinario), Str.
(Straordinario).

Alloggia, Benoit OSB


President of St. Benedict Education Foundation
St Vincent Archabbey 300 Fraser Purchase Rd, Latrobe, PA 15650, USA
benoitalloggia@yahoo.com

Baán, Izsák Zsolt OSB, ST.D. - Inv. T


Monachesimo palestinese
Szent Mauriciusz Monostor - H-8427 Bakonybèl - Szent Gellèrt Tèr 1
isacco@freemail.hu

Barba, Maurizio Mons., SL.D. - Ass. L


Martyrologium Romanum
mauriziobrb@gmail.com

Bartolomei, Luigi, Ph.D. - Inv. L


Architettura sacra
luigi.bartolomei@gmail.com

Becchimanzi, Gennaro OFMConv, Mag. MS. - Inv. L


Organo liturgico e canto gregoriano
fragennaro@libero.it

Bellocci, Andrea, Ph.D. - Let. F


Filosofia teoretica / Filosofia della religione
andreabellocci@yahoo.it

Bianchi, Luca OFMCap, Sc.Eccl. Orientale D. - Inv. T


Teologia dell’oriente cristiano
lucabianchi61@libero.it

Bonomo, Francesco, SL.D. - Inv. L


Paleografia latina; Vice-Direttore Ecclesia Orans
betafi.roma@gmail.com

333
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Boselli, Goffredo Fr., Ph.D. - Inv. L


Liturgia
Monastero di Bose - 13887 Magnano (BI)
goffredo.boselli@monasterodibose.it

Carnea, Maria Francesca, Laurea Fil. - Inv. T


Comunicazione
mafracarnea@virgilio.it

Castaldini, Alberto, Ph.D. - Inv. T


Storia dell’ebraismo
acastaldini@libero.it

Cetera, Roberto Obl OCist, SE.L, SR.L, ST.L. - Inv. T


Pedagogia e teoria della scuola
robertocetera@gmail.com

Chouweifaty, Antonios MLM, Ph.D. - Inv. T


Diritto canonico orientale
antonio_chouweifaty@hotmail.com

Coen, Andrea, Dott. in Lett. – Inv. L


Organo, clavicembalo e fortepiano
andreacoen60@gmail.com

Cortoni, Ubaldo OSB Cam., ST.D. - Ass. T


Storia della Teologia
Monastero - 52010 Camaldoli (AR)
ubaldocortoni@virgilio.it

Dall’A sta Andrea SJ, Ph.D. Laurea Arch. - Inv. L


Arte, Architettura e Liturgia
dallasta.a@sanfedele.net

De Blaauw, Sible Lambertus, Ph.D. Lettere – Inv. L


Archeologia cristiana / Architettura sacra
s.deblaauw@let.ru.nl

334
RUBRICA

De Feo, Pierfrancesco OSB, ST.L., Ph.D. - Ass. F


Filosofia medievale, Vice-Direttore Studia Anselmiana
Badia greca, Corso del popolo 128 - 00046 Grottaferrata (RM)
pdefeo@inwind.it

De L a Rubia Romero, Juan, Konzert-Diplom - Inv. L


Organo - Improvvisazione
juandelarubia@gmail.com

De M arco, Gionatan, ST.L. - Inv. L


Catechetica
g.demarco@chiesacattolica.it

De Santis, Andrea, Ph.D. - Ord. F


Storia della Filosofia
adscm@tiscali.it

Deibl, Jakob OSB, ST.D. - Inv. F


Filosofia contemporanea
Benediktinerstift, Abt-Berthold-Dietmayr-Straße 1- 3390 Melk, Austria
jakob@stiftmelk.at - www.helmut-jakob-deibl.at

Del Gaudio, Daniela SFI, ST.D. - Inv. T


Teologia dogmatica
suordanieladelgaudio@gmail.com

Dell’Omo, Mariano OSB, HE.D., Ju.D. - Ass. T


Storia monastica
Abbazia di Montecassino - 03043 Cassino (FR)
marianodellomo@tiscali.it

Driscoll, Jeremy OSB, ST.D. - Str. T


Studi monastici
Mount Angel Abbey, St. Benedict - OR 97373, USA
jeremy.driscoll@mtangel.edu

335
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Erzberger, Johanna Franziska, Ph.D. - Let. T


Decano Studienjahr
Hagia Maria Sion Abbey, P.O. Box 22 - 91000 Jerusalem - Israele
studienjahr.dekan@dormitio.net

Eschlböck, Laurentius OSB, Dr. iur.can. - Inv. T


Diritto canonico
laurentius.eschlboeck@schottenstift.at

Flores A rcas, Juan Javier OSB, PH.L., SL.D. - Ord. L


Liturgia sacramentaria
Abadía de Santo Domingo - 09610 Santo Domingo de Silos, Spagna
juanjavierflores@gmail.com

Folsom, Cassian OSB, SL.D. - Ass. L


Libri liturgici
Monastero di San Benedetto, loc. Case Sparse 164 - 06046 Norcia (PG)
T. 0743.817.125 - cassian@osbnorcia.org

Foster, David OSB, M.A., ST.L. - Inv. F


Filosofia e Patristica
Downside Abbey, Stratton-on-the-Fosse, Bath BA3 4RH, England
father.david.foster@gmail.com

García M acías, Aurelio R.D., PH.L, SL.D. - Inv. L


Liturgia
augama@gmail.com

Geiger, Stefan OSB, Dr. theol., M.A. phil. - Inv. L


​Liturgia, Responsabile Ufficio Relazione Studenti CSA
Benediktinerabtei 82067 Kloster Schäftlarn, Germania
s.geiger@anselmianum.com

Gionta, Paolo Maria OSB, ST.D - Inv. T


Teologia Sistematica e Spirituale
Santuario Madonna dei Miracoli, Piazza Giovanni Paolo I, 66021 Casal Bordino (CH)
adraldus@libero.it

336
RUBRICA

Goñi Beasoain de Paulorena, José Antonio, R.D., SL.D. - Inv. L


​Anno Liturgico e Calendario
paulorena@gmail.com

Grillo, Andrea, ST.D., Ju.L., Ph.L. - Ord. T


Teologia sacramentaria
grilloreba@gmail.com - andreagrillo.altervista.org - grilloroma.blogspot.com

Guidarelli, Gianmario, Ph.D. Arch - Inv. L


Storia dell´Architettura
gianmarioguidarelli@gmail.com

Guidotti, Osvaldo, Dipl. Musica - Inv. L


Organo – Musica sacra
osvaldo.guidotti@fastwebnet.it

Gunter, Paul OSB, SL.D. - Ass. L


Anno liturgico
Douai Abbey, Upper Woolhampton, Reading, Berks RG7 5TQ, England
pcfgunter@gmail.com

Jurczak, Dominik Wojciech OP, SL.D. - Let. L


Critica ed ermeneutica dei testi liturgici, Vice-Direttore Ecclesia Orans
Convento Ss. Domenico e Sisto, Largo Angelicum 1 - 00184 Roma
dominik.jurczak@gmail.com

K rause, Cyprian OSB, ST.D. - Ass. T


Teologia sacramentaria
Benediktinerabtei - 56653 Maria Laach, Germania
cyprian_krause@hotmail.com

Kottarathil, Benny Antoney OSB, SL.D. - Inv. L


Liturgia
St. Joseph´s Monastery, Makkiyad PO – 670731 Kerala, India
bennyosb@gmail.com

337
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

León Fioravanti, Diego, R.D., ST.D., Dipl. Musica - Inv. L


Teologia e Musica
diegoleonfioravanti@gmail.com

Longhi, Andrea, Dott. Arch. - Inv. L


​Storia dell’Architettura
a.longhi@archiworld.it

López-Tello García, Eduardo OSB, ST.D., Ph.L. - Str. T


Storia ecclesiastica
Decano facoltà di Teologia - Coordinatore storia della teologia
Erzabtei - 86941 St. Ottilien, Germania
decanoteologia@anselmianum.com

Lovison, Filippo B, Hist. Eccl. D., Laurea Storia - Inv. T


Storia della Chiesa
filovis@tin.it

M achado, Sidney Damasio OFMCap, ST.D. - Inv. L


Teologia spirituale e beni culturali della Chiesa
freisid@hotmail.com

M aggioni, Corrado SMM, SL.D. - Inv. L


Mariologia
cormag@iol.it

M aione, Maurizio, Ph.D. - Let. F


Filosofia del linguaggio
maurizio.maione63@gmail.com

M anzocchi, Bernardino, Psicol.D. - Inv. T


Psicologia - Responsabile corsi on-line
bmanzocchi@gmail.com

M archini, Maurizio, Dott. in Lettere, Lic. Beni culturali - Inv. L


Iconografia paleocristiana
maumarc@alice.it

338
RUBRICA

M astromatteo, Giuseppe, Inv. T


Economia e Finanza
giuseppe.mastromatteo@unicatt.it

M azza, Giuseppe, ST.D. - Let. F


Sociologia
mail@giuseppemazza.net

McCarthy, Daniel OSB, SL.D. - Let. L


Latino liturgico - Fonti dei libri liturgici
St. Benedict’s Abbey, 1020 North 2nd Street, Atchison (Kansas) USA
danielmccarthyosb@mac.com

Meiattini, Giulio OSB, ST.D. - Ass. T


Teologia fondamentale
Monastero Madonna della Scala - 70015 Noci (BA)
giulio-osb@libero.it

Midili, Giuseppe O Carm, SL.D. - Ord. L


Pastorale liturgica / Matrimonio
giuseppemidili@icloud.com

Monfrinotti, Matteo R.D., ST.D. - Ass. T


Patristica - Coordinatore Storia della Teologia
matteomonfrinotti@gmail.com

Monteiro Da Silva, Ruberval OSB, ST.D. - Let. L


​Patrologia e arte liturgica
Coordinatore Teologia dogmatico-sacramentaria
Mosteiro da Ressurreição
Caixa postal 16 BR-84.001-970 Ponta Grossa, Brasile
r.monteiro@anselmianum.com

Muroni, Pietro Angelo R.D., SL.D. - Let. L


Liturgia delle Ore
pierangelo.muroni@gmail.com

339
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Muzj, Maria Giovanna, ST.D. - Inv. T


Liturgia-iconografia
muzj@unigre.it

Nardin, Roberto OSB, ST.D. - Inv. T


Teologia dogmatica
Abbazia di S. Maria Nuova
Piazza di Santa Francesca Romana, 4 - 00186 Roma
nardin@pul.it

Nin, Manel OSB S.E.R., ST.D. (spec. patr.) - Str. L


Liturgie orientali
manuelninguell@gmail.com

Nouzille, Philippe OSB, Ph.L., ST.D. - Str. F


Filosofia contemporanea - Decano della facoltà di Filosofia
Abbaye Saint-Martin - 86240 Ligugé, Francia
decanofilosofia@anselmianum.com - philippen35@gmail.com

Okogie, Pachomius OSB, Ph.D., DHCE - Ass. F


Metafisica, Filosofia della conoscenza - Responsabile della Cappellania per gli
studenti e dipendenti del Pontificio Ateneo S. Anselmo
St. Benedict Monastery, Ewu-Ishan - Edo State, Nigeria
ahuijesu@gmail.com

Oliva, Stefano, Ph.D. - Inv. F


Estetica
oliva.fil@gmail.com

Orlando, Gabriele, Dott. in Arch.


Responsabile dei corsi di alta specializzazione in “Architettura e Arti per la
Liturgia” e per “Guida Turistica”
architettura@anselmianum.com

Orsola, Gianluca, Lett.D. - Inv. L


Lingua latina e greca
gianluca.orsola@gmail.com

340
RUBRICA

Paletta, Angelo, Dott. in Economia, Master II livello Dir.Amm. - Inv. T


Management, Finanza aziendale
info@angelopaletta.it

Parenti, Stefano, SEO.D. - Ord. L


Liturgie orientali
parenti.stef@gmail.com

Pecklers, Keith SJ, SL.D. - Ass. L


Storia della liturgia
kfpecklers@gmail.com

Pelizzari, Gabriele, Ph.D., - Inv. L


Letteratura cristiana antica / iconografia paleocristiana
gbrl.pelizzari@gmail.com

Pennasso, Valerio R.D., - Inv. L


Beni culturali - edilizia di culto
pennasso@chiesacattolica.it

Pereira Silva, Jeronimo OSB, SL.D. - Inv. L


Antropologia
Mosteiro de São Bento, rua de São Bento s/n, Varadouro, Olinda - PE - Brasile
jeronimo.osb@gmail.com

Piqué i Collado, Jordi-A. OSB, Tit.Sup.[Mus. e Org.], ST.D. - Str. L


Teologia, Liturgia e musica - Preside Pontificio Istituto Liturgico
Monestir - 08199 Montserrat (Barcelona, Spagna)
presidepil@anselmianum.com

Polan, Gregory J. OSB, ST.D.


Abate Primate e Gran Cancelliere
Conception Abbey, 37174 State Highway VV, P.O.Box 501
Conception, MO 64433-0501, USA
abate@anselmianum.com

341
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Pott, Thomas OSB, SO.D. - Let. T


Liturgia orientale
Monastère Bénédictin B-5590 Chevetogne (B)
pott@monasterechevetogne.com

Pou Muntaner, Antoni OSB, ST.D. - Inv. F


Psicologia della Religione
Monestir - E-08199-Montserrat (Barcelona, Spagna)
tonipou@yahoo.com

Quartier, Thomas OSBobl, MA.Phil., MA.Theol., Ph.D. - Inv. T


Ritual Studies
t.quartier@ftr.ru.nl - http://thomasquartier.nl

R ecchia, Alessandro Mons, JC.D. - Let. T


Diritto Canonico
donalexrecchia@gmail.com

R ivas, Fernando Luis, ST.D. - Let. T.


Teologia monastica - Coordinatore Istituto Monastico
Abadía de San Benito, Luján (Argentina)
istitutomonastico@anselmianum.com

Rosa R amos, Leonardo, Let.D. - Inv. F


Lingua latina
leorgradim@hotmail.com

Rossi, Luciano, Ph.D.- Inv. L


Musica liturgica e Archivistica
luciano.rossi@mac.com

Rossi, Teresa Francesca, Inv. T


Teologia ecumenica
teresafrancesca@prounione.it

342
RUBRICA

Rubio, Juan Pablo OSB, ST.D., Tit. Sup. Musica - Let. L


Fonti liturgiche e musica liturgica
Abadía Santa Cruz, 28209 Valle de los Caidos (Madrid)
jprsadia@gmail.com

Ryan, Fergus OP, SL.D. - Inv. L


Riforma Liturgica
Collegio S. Clemente, Via Labicana 95 - 00184 - Roma
fergusryanop@gmail.com

Sanromà, Josep Ma. OSB


Segretario Generale
Monestir - 08199 Montserrat, Barcelona, Spagna
asecretis@anselmianum.com

Sarr, Olivier-Marie OSB, SL.D. - Let. L


Liturgia delle Ore e Inculturazione liturgica
Abbaye de Keur-Moussa - Dakar, Senegal
frolimarie@gmail.com

Sawicki, Bernard OSB, ST.D. - Let. T


Teologia, filosofia e musica
Direttore dell’area di ricerca e didattica della Facoltà di Teologia
Opactwo Benedyktynów - Tyniec, Polonia
organizational@anselmianum.com

Scanu, Maria Pina, SS.L., SS.D. - Let. T


Lingua ebraica, Sacra Scrittura / Antico Testamento
mpiscanu@gmail.com

Scattolini, Antonio R.D., ST.D. - Inv. L


Iconografia
scattoliniantonio@gmail.com

343
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Scheiba, Manuela OSB, ST.D. - Inv. T


Teologia monastica
Abtei St. Gertrud, Alexanderdorf - 15838 Am Mellensee, Germania
monurman@gmail.com

Schneeweis, Joseph OSB


Direttore della Biblioteca
Saint John’s Abbey, 2900 Abbey Plaza, Collegeville, MN 56321-2015, USA
direttore.biblioteca@anselmianum.com

Semeraro, Michele OSB, ST.D. – Inv. L


Teologia Spirituale
seme.raro@email.it

Simon, László OSB, ST.D., MA. Lett. - Ord. T - Sacra Scrittura


Direttore Studia Anselmiana - Delegato per le affiliazioni e aggregazioni
Pannonhalmi Föapátság - 9090 Pannonhalma, Ungheria
l.simon@anselmianum.com

Skeb, Matthias OSB, ST.D. - Inv. T


Patrologia
Benediktinerabtei Königsmünster - 59851 Meschede, Germania
skeb.osb@web.de - skeb.r56@web.de (studenti)

Tommasi, Francesco Valerio, Ph.D. - Inv. F


Storia della filosofia
fv.tommasi@gmail.com

Tonelli, Debora, ST.D., Ph.D. - Let. F


Filosofia politica
tonelli@fbk.eu

Trianni, Paolo, ST.D., Ph.D. - Let. T


Monachesimo e mistica delle religioni
p.trianni@mondodomani.org

344
RUBRICA

Tymister, Markus R.D., SL.D. - Str. L


Riconciliazione e unzione - Direttore Ecclesia Orans
m.tymister@anselmianum.com

Valdarnini, Lucia, Dott.in Arch. - Inv. L


Architettura - restauro
luciavaldarnini65@gmail.com

Valli, Norberto R.D., Lett.D., SL.D. - Let. L


Liturgie occidentali non romane
Seminario Arc. di Milano, Via Pio XI, 32 Venegono Inferiore 21040
T. 0331867216 (ufficio) - norbertovalli@seminario.milano.it

Varagnoli, Claudio, Dott. in Arch. Ph.D. - Inv. L


Restauro architettonico
varagnoli@gmail.com

Velardi, Andrea, Ph.D. - Inv. F


Logica
andrea.velardi@uniroma3.it

Viola, Vittorio Francesco S.E.R. Mons., SL.D. - Let. L


Liturgia sacramentaria
Piazza Duomo, 12 - 15057 Tortona (AL)
vittorioviola@libero.it

Visintin, Stefano OSB, ST.D., Dr. in Fisica - Str. T


Teologia fondamentale
Abbazia di Praglia - 35037 Bresseo di Teolo (PD)

Weisser, Patrick OSB, Ph.D. - Ass. F


Epistemologia
Benediktinerabtei - CH-8840 Einsiedeln, Svizzera
p.patrick@kloster-einsiedeln.ch

345
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Wilde, Mauritius OSB, ST.D., Inv. T


Priore Collegio Sant’Anselmo
Benediktinerabtei, 97359 Münsterschwarzach - Germania
priore@anselmianum.com

Žižić, Ivica, SL.D - PH. D. - Inv. L


Antropologia liturgica
T. 0038521320888 - pil@ivicazizic.com

Zuccaro, Cataldo R.D., ST.D - Inv. L


Teologia morale
c.zuccaro@urbaniana.edu

Zupi, Massimiliano, Ph.D. - Let. F


Antropologia
lapiccolabarca@virgilio.it

Emeriti e onorari

Augé, Matias CMF, ST.D. - Onr. L


augem@libero.it

Baccari, Luciano OSA, Fisica Ph.D. - Onr. F


luciano.baccari@tin.it

Böckmann, Aquinata OSB, ST.D. - Emr. T


aboeckmannosb@gmail.com

Bucher, Gregor OSB, Ph.D. - Emr. F


Abtei - 6390 Engelberg, Svizzera

Carr, Ephrem OSB, ST.D., SO.L. - Emr. L


St. Meinrad Archabbey - 200 Hill Drive - St. Meinrad, IN 47577-1010 USA
e.carr@iol.it

346
RUBRICA

Castellazzi, Vittorio Luigi, R.D., PE.D. - Onr. F


vl.castellazzi@tin.it

Cescon, Bruno R.D., Ped.D., SL.D. - Onr. L.


brunocescon@libero.it

De Z an, Renato Mons., SL.D., SS.D. - Emr. L


dott.dezan@gmail.com

Engelbert, Pius OSB, ST.D., Pal. Arch. Dipl. - Emr. T


Benediktinerabtei Gerleve - 48727 Billerbeck, Germania
abt.pius@abtei-gerleve.de

Francis, Mark CSV, SL.D. - Onr. L.


mfrancis@viatorians.com

L afont, Ghislain OSB, ST.D. - Emr. T


Abbaye de La-Pierre-qui-Vire - 89830 Saint-Léger-Vauban, Francia
f.ghislain@apqv.fr

Leachman, James OSB, SL.D. - Emr. L


Ealing Abbey, Charlbury Grove, London W5 2DY, U.K.

M aggiani, Silvano OSM, ST.D. - Onr. L


smag@marianum.it

M arini, Piero S.E.R. Mons., ST.D. (spec. lit.). - Onr. L


Presidente Pontificio Comitato Congressi Eucaristici Internazionali
00120 Città del Vaticano
eucharistcongress1@org.va

M azza, Enrico Mons., SL.D. - Emr. L


enrico.mazza1@gmail.com

Militello, Cettina, Ph.D., ST.D. - Emr. L


cmilitello@virgilio.it

347
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Perroni, Marinella, Ph.D., ST.D. - Emr. T


marinellaperroni@gmail.com

Pfeifer, Michaela O.Cist, ST.D. - Onr. T


Abtei Marienkron, Klostergasse 3 - 7123 Mönchhof - Austria
m.pfeifer13041943@gmail.com

Puglisi, James SA, ST.D. - Emr. T


giacomo@prounione.it

R amis, Gabriel, SL.D. - Emr. L


gabriel.ramis@sd-a.com

Rouillard, Philippe OSB, ST.D. - Emr. T


Abbaye Sainte-Marie 3 rue de la Source - 75016 Paris, France
rouphil@yahoo.fr

Salmann, Elmar OSB, ST.D. - Emr. F


Benediktinerabtei Gerleve - 48727 Billerbeck, Germania
p.elmar@abtei-gerleve.de

Scicolone, Ildebrando OSB, SL.D. - Emr. L


Monastero Dusmet - Nicolosi (CT)
scicilde@gmail.com

Sheridan, Mark OSB, Ph.D., ST.L., SS.L. - Emr. T


jsheridany@gmail.com

Tragan, Pius-R. OSB, ST.D., Ph.L., Elève tit. de l’École Biblique - Emr. T
Monestir - E-08699 Montserrat

Valenziano, Crispino Mons., Ph.D. SL.D. - Emr. L

348
INDICE GENERALE
INDICE GENERALE

INDICE GENERALE

informazioni generali. .......................................................................... 3


Cenni storici............................................................................................5
Autorità accademiche...............................................................................7
Uffici e numeri utili.................................................................................8
Orari...................................................................................................... 10
Orario delle lezioni................................................................................12
Docenti facoltà di Filosofia....................................................................13
Docenti facoltà di Teologia.................................................................... 15
Docenti Pontificio Istituto Liturgico...................................................... 17
Istituto incorporato................................................................................20
Istituto aggregato................................................................................... 21
Istituti affiliati........................................................................................ 21
Sezione della facoltà di Teologia.............................................................26
Istituti annessi.......................................................................................27
Programmi patrocinati...........................................................................28
Informazioni utili per gli studenti..........................................................29
Student Guide.......................................................................................40
Tasse e contributi................................................................................... 51
Norme sul plagio – sanzioni disciplinari................................................57
Premio Sant’Anselmo.............................................................................59

Lingue.................................................................................................. 61
La tradizione..........................................................................................63
Corsi di lingue.......................................................................................64
Orario delle lezioni 2019-2020...............................................................67

Facoltà di filosofia.............................................................................. 69
Informazioni generali.............................................................................71
I ciclo baccalaureato........................................................................... 75
Descrizione del programma...................................................................77
Programma generale..............................................................................78
Programma dei corsi 2019-2020............................................................80

351
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Orario delle lezioni 2019-2020 – I semestre...........................................82


Orario delle lezioni 2019-2020 – II semestre..........................................89
II ciclo licenza.................................................................................... 91
Descrizione del programma...................................................................93
Programma dei corsi 2019-2020............................................................96
Orario delle lezioni 2019-2020 – I semestre...........................................99
Orario delle lezioni 2019-2020 – II semestre........................................104
III ciclo dottorato............................................................................. 109
Descrizione del programma................................................................. 111
Programma dei corsi 2019-2020.......................................................... 113
Pubblicazioni....................................................................................115

facoltà di teologia. ............................................................................119


I ciclo per il baccalaureato............................................................... 121
Informazioni generali...........................................................................123
Programma generale dei corsi obbligatori.............................................124
Programma dei corsi 2019-2020..........................................................126
Orario delle lezioni 2019-2020.............................................................130
Storia della teologia.......................................................................... 131
Istituto di storia della Teologia «J. Mabillon»....................................... 133
Programma generale dei corsi obbligatori............................................. 137
Programma dei corsi 2019-2020.......................................................... 139
Orario delle lezioni 2019-2020............................................................. 141
III ciclo: corso seminariale di dottorato................................................ 145
Teologia spirituale monastica............................................................147
Istituto Monastico teologia spirituale monastica.................................. 149
Programma dei corsi 2019-2020.......................................................... 154
Orario delle lezioni 2019/2020............................................................. 158
Post graduate specialisation course - Summer School........................... 159
Insegnamento a distanza...................................................................161
Teologia dogmatico-sacramentaria.................................................. 165
Descrizione del programma................................................................. 167
Programma generale dei corsi obbligatori............................................. 170
Programma dei corsi 2019-2020.......................................................... 172
II ciclo - per la licenza.......................................................................... 172
Orario delle lezioni 2019-2020............................................................. 175

352
INDICE GENERALE

III ciclo – corso seminariale di dottorato.............................................. 176


Lectiones Vagagginianae...................................................................... 177
Insegnamento della religione cattolica nelle scuole italiane............. 179
Informazioni generali........................................................................... 181
Anno accademico 2019-2020............................................................... 182
Management dei beni monumentali religiosi................................... 183
Guida generale..................................................................................... 185
Etica e finanza sostenibile................................................................ 187

Pontificio Istituto Liturgico........................................................... 189


Informazioni generali........................................................................... 191
General Information............................................................................ 196
Orario delle lezioni.............................................................................. 201
Programma generale degli studi...........................................................202
Anno propedeutico............................................................................211
Corsi anno accademico 2019-20.......................................................... 213
Orario delle lezioni 2019-2020............................................................. 214
I ciclo baccalaureato..........................................................................215
Corsi anno accademico 2019-20.......................................................... 217
Orario delle lezioni 2019-2020............................................................. 218
Orario delle lezioni 2019-2020............................................................. 219
II ciclo licenza.................................................................................. 221
I semestre - 2019-2020.........................................................................223
II semestre - 2019-2020.......................................................................225
Programmazione dei corsi – I semestre................................................227
Programmazione dei corsi – II semestre...............................................234
III ciclo dottorato............................................................................. 241
Architettura e Arti per la Liturgia.................................................... 245
Guida generale..................................................................................... 247
Programma 2019-2020........................................................................ 257
Appendice 1......................................................................................... 259
Guida Turistica................................................................................ 263
Guida generale..................................................................................... 265
Programma 2019-2020........................................................................275
Appendice 1.........................................................................................277

353
PONTIFICIO ATENEO SANT’ANSELMO

Corsi integrativi............................................................................... 281


Guida generale.....................................................................................283
Musica Liturgica.............................................................................. 289
Guida generale..................................................................................... 291
Programma..........................................................................................296
Arte per il Culto Cristiano............................................................... 299
Guida generale..................................................................................... 301
Programma dei moduli per l’anno B (2019-2020)................................306
L’Arte Floreale per la Liturgia.......................................................... 307
Guida generale.....................................................................................309
Programma.......................................................................................... 310
Pubblicazioni................................................................................... 313

Calendario delle attività accademiche.............................................317


Rubrica. ..............................................................................................331
Indice generale.................................................................................. 349

354
Ecclesia orans. Studi e Ricerche (di prossima pubblicazione)
LITURGIA E CULTURA
Atti dell’XI Congresso Internazionale di Liturgia
Editori
Francesco Bonomo, Stefan Geiger,
Dominik Jurczak, Fergus Ryan
Prefazione Markus Tymister
Fascicolo EO 2019/1

È uscito il primo fascicolo del 2019. In questo numero


sono stati pubblicati contributi di S. Parenti, N.P. Chase,
D.P. McCarthy e M. Metzger, preceduti dall’editoriale di
M. Tymister.
Studia Anselmiana 179
Monasticism and Economy: Rediscovering an Approach to
Work and Poverty. Acts of the Fourth International Sympo-
sium, Rome, June 7-10, 2016
Editori: Paolo Trianni – Bernard Sawicki OSB
Thomas Quartier OSB – Isabelle Jonveaux
2019
Finito di stampare nel mese di luglio 2019
dalla Tipografia Giammarioli
Via E. Fermi, 10 – 00044 Frascati (Roma)
www.tipografiagiammarioli.com