Sei sulla pagina 1di 1

La Provincia di Como

Padre Ambrosoli forse beato



Un miracolo sotto esame

4 settembre 2010

RONAGO Una guarigione straordinaria ed inspiegabile in Africa, in seguito all'invocazione di
Padre Giuseppe Ambrosoli, medico e missionario comboniano che, da ricco com'era, lasci tutto,
dedic la vita ai fratelli d'Uganda e mor martire, il 27 marzo 1987. Proclamato Servo di Dio, era
atteso il miracolo per la beatificazione e forse il miracolo avvenuto: la commissione medica di
Roma lo sta vagliando e la causa aperta. L'annuncio stato dato ieri da Padre Egidio Tocalli, il
medico e missionario comboniano che ha continuato l'opera di Padre Giuseppe a Kalongo, ha
ricostruito l'ospedale distrutto dai guerriglieri e un brivido ha percorso la chiesa dove si stava
svolgendo il rito d'addio a Paolo, il signore del miele, il fratello maggiore di tre anni del medico
della carit. Un brivido ed un applauso: le creature fatte spirito, si sa, continuano a parlare al cuore
degli esseri umani e quell'annuncio di Padre Tocalli ha sottolineato il legame spirituale che ha
continuato ad unire i due fratelli, figli di una grande famiglia, un nome che dal 1923 ha il sapore del
lavoro fatto bene e non solo ben fatto. Negli ultimi giorni della sua malattia, Paolo stringeva
costantemente tra le mani il Crocifisso di Padre Giuseppe ha raccontato Padre Tocalli sono
certo, diceva, che se non mi guarisce, di sicuro verr a prendermi per portarmi con lui in Paradiso.
venuto a prenderlo, l'ha portato nell'Eternit e dal loro tempo che non esiste pi, hanno gi
mandato un messaggio a questo tempo. L'ha detto il Vescovo, Diego Coletti, che ha celebrato la
Messa in una chiesa gremita, dove il Signor Paolo, come l'hanno sempre chiamato, entrato in un
legno chiaro, semplici ortensie bianche, lo struggente Eccomi interpretato per lui dalla Cantoria,
tanti missionari e sacerdoti sull'altare, i familiari, i dipendenti, imprenditori e professionisti
comaschi, i sostenitori della Fondazione in memoria di Padre Giuseppe, le autorit, le associazioni
del paese e della zona, la gente.

f.angelini

Potrebbero piacerti anche