Sei sulla pagina 1di 2

Curriculum vitae di Antonio Lupo

Antonio Lupo nasce a Lizzano (TA) il 28/7/1940. Dopo aver


soggiornato, fino al 1950, a Belmonte Calabro, provincia di Cosenza,
dove il padre, Angelo Lupo, prestava servizio nell’Arma dei Carabinieri,
torna nel suo paese natio, in attesa che il genitore si congedi.
Frequenta, in maniera irregolare, gli studi nelle scuole medie statali di
Taranto, in cui, consegue il diploma di licenza media alla SMS “Dante”.
Si iscrive, successivamente all’Istituto magistrale “Livio Andronico” di
Taranto, dove, ottiene nel 1960, il diploma di maestro elementare,
collocandosi fra i migliori studenti della scuola. Dallo stesso anno fino al
1964, frequenta l’Università agli studi di Bari, laureandosi in lingue e
letterature straniere. Ha come docenti Luigi De Nardis,, professore
emerito di francese, il prof. Vittorio Bodini (ne segue i corsi su Garcia
Lorca), ispanista e poeta, il prof, Ferruccio Ulivi, linguista e scrittore,
grazie ai quali conosce i più grandi scrittori del simbolismo francese: da
Beaudelaire a Mallarmé, da Verlaine a Rimbaud. Nella storia della
letteratura italiana con Ulivi segue i corsi su Dino Campana e sui
romantici minori italiani.
Lasciata l’università, dopo aver prestato servizio militare nel Quartiere
generale delle Forze Alleate del Sud Europa, a Bagnoli (Napoli), si
dedica all’insegnamento della lingua e civiltà francese per circa un
ventennio in varie scuole medie inferiori e superiori di Taranto,
soprattutto, da vincitore di concorso a cattedra, all’ITC “Pitagora” di
Taranto, in cui resta sino al 1988, anno della sua nomina a preside del
liceo classico “Dante Alighieri” di Gorizia, in seguito alla vincita di
concorso ordinario. Nello stesso tempo, dal 1970 ai primi anni del 2000,
viene chiamato dal Provveditorato agli studi di Taranto e dall’IRRSAE
di Puglia ad organizzare e dirigere vari corsi di aggiornamento per
docenti di francese nella provincia jonica Dirige varie scuole medie
inferiori e superiori, soprattutto licei scientifici, fino al termine della sua
carriera, nel 2007, per raggiunti limiti di età.
Comincia a comporre le prime poesie durante gli anni universitari.
Alcuni componimenti furono inviati al prof. Ulivi che non lo scoraggiò,
anzi si mostrò interessato alla produzione dell’autore. Ma, allontanatosi
dall’università, non ha più modo di sentirsi con lui.
Nel 2001 pubblica la silloge “Canti onirici” con la casa editrice Euro
Edizioni Aversa, Oria (Brindisi). Nello stesso anno, dà alle stampe il
primo romanzo “Eleonora”, edito dalla SMS di San Marco in Lamis
(Foggia), a cura del preside Carmine D’Amico, ambientato in Ostuni, di
cui diresse nel 1995/96 il liceo scientifico “Pepe ” . Successivamente,
pubblica con Le Edizioni Pugliesi di Martina Franca “Il piccolo robot con
l’anima” , racconto per ragazzi, adottato in varie scuole della provincia
di Taranto. Con la stessa casa editrice pubblica “Il colore dei fiori di
malva”, nel 2005, anno in cui pubblica con l’editore Fumarola di
Taranto “Il timo e la luna”, racconti del meridione. Nel 2008, con lo
stesso editore pubblica “Omaggio a don Filippo Berzano” sacerdote in
Lizzano dal 1943 al 1957.
Attualmente, Antonio Lupo si dedica alla pittura, che lo appassiona fin
dal 1970, dedicandosi contemporaneamente alla poesia con la silloge
“Ossimori”
Lizzano, 7 marzo 2009