Sei sulla pagina 1di 5

LA TECNICA DEL PHOTOREADING Il fattore Einstein... ricordare tutto...

Una spiegazione completa della tecnica di Scheele si pu trovare nel suo libro, intitolato PhotoReading (Lettura fotografica). Nelle pagine successive verranno sottolineati solo gli aspetti fondamentali della tecnica.

Prima fase: entra nello stato di PhotoReading


Metti il libro o qualsiasi altro materiale da leggere davanti a te. Chiudi gli occhi e diventa consapevole di ogni parte del tuo corpo. Siediti in posizione eretta. Appoggia entrambi i piedi per terra. Respira in modo profondo e regolare. Rilassati. Ora immagina di essere sospeso in aria, proprio al di sopra e un po' dietro di te. Apri gli occhi e guarda in basso verso le pagine, immaginando di leggere guardando il libro dal di sopra della tua testa. Mentre leggi, noterai le tue mani che tengono stretto il libro dai due lati. La tecnica di affacciarsi al di sopra della tua testa ha lo scopo di allargare la tua prospettiva visiva, permettendoti di assorbire entrambe le pagine allo stesso tempo. A questo punto le tue onde cerebrali dovrebbero aver rallentato il loro andamento fino al ritmo piacevole di 8-10 cicli al secondo: il cosiddetto Stato Alpha (la velocit normale, da svegli, di 12-23 cicli al secondo ed detta Stato Beta). Gli psicologi hanno scoperto che questo stato mentale rilassato, ma allo stesso tempo di allerta, sia quello ideale per apprendere.

Seconda fase: dichiara lo scopo per cui leggi


Prima di iniziare, dichiara in silenzio lo scopo per cui leggi proprio questo materiale. Francis Bacon una volta disse: Alcuni libri vanno assaggiati, altri vanno inghiottiti, e solo pochi vanno masticati e digeriti. Paul Scheele la mette in modo pi diretto: Ci sono cose che vale la pena di leggere molto attentamente. Ce ne sono altre che non vale la pena leggere per niente. La maggior parte di noi non programma mai le proprie letture. Prendiamo libri e riviste a caso e, semplicemente, cominciamo a leggerle. Questo comportamento enormemente inefficace. Per leggere un libro pu essere necessario un giorno intero, per un lungo articolo pi di un ora. Compiti che impegnano cos tanto tempo dovrebbero essere gestiti con la stessa attenzione con cui si gestiscono altri lavori importanti. Se vuoi assaporare i sonetti di Shakespeare, probabilmente faresti bene a leggerli nel modo tradizionale, masticando e digerendo ogni singola parola. Ma se ti abboni ad un servizio on line e vuoi evitare di leggere il manuale di istruzioni di 250 pagine, potresti preferire inghiottirlo tutto in una volta grazie al PhotoReading. Sii realista. Prima di cominciare, chiediti: Cosa mi aspetto di ottenere dalla lettura di questo materiale? Il libro ti insegner ad usare il tuo nuovo computer, ad approfondire il tuo hobby preferito, a parlare una lingua straniera o a farti un'idea su una questione di attualit sociale? Determina con esattezza, in anticipo, in che modo ti aspetti di divenire pi capace, o meglio informato, grazie alla lettura del materiale in questione. Che livello di dettaglio mi occorre? Hai bisogno di imparare e ricordare ogni nozione contenuta nel libro, i punti salienti di ogni capitolo, oppure solo uno o due argomenti

o tecniche fondamentali? Decidilo prima. Quanto tempo sono disposto a dedicare adesso al raggiungimento del mio scopo? Dopo aver risposto alle prime due domande, potresti decidere che il libro non vale il tuo tempo. O forse che vale la pena di dedicargli solo 5 minuti. Sii tu il giudice.

Terza fase: anteprima


Pi precisa l'idea che ti fai in anticipo del libro o dell'articolo nel suo complesso, pi facile sar per te fotoleggerlo. Prima di tutto, esamina la struttura globale del libro. Leggi l'indice, i titoli e i sottotitoli di ogni capitolo, il glossario, il testo sul fronte e sul retro della copertina, e in seguito tutte le parti scritte in grassetto o in corsivo. Leggi anche tutte le caselle di testo, i diagrammi e gli elenchi. Questo dovrebbe darti una buona idea della struttura e del contenuto del libro. Poi identifica le parole grilletto principali, cio le parole che ti saltano all'occhio mentre scorri il libro. L'autore le usa ripetutamente perch rappresentano aspetti centrali del tema del libro. Ne il fattore Einstein termini come Image Streaming, Repressore e ciclo di feedback ti saranno sicuramente balzati all'occhio. Scopri il preciso significato delle parole grilletto, e capirai il libro. Infine fai una panoramica, cio un mini-inventario. Le tue priorit sono cambiate durante il processo di anteprima? In molti casi, scoprirai che dopo aver portato a termine l0anteprima avrai ottenutto tutto ci che ti occorre dal libro. L'anteprima facoltativa. Alcuni lettori potrebbero scoprire di riuscire a fotoleggere piuttosto bene anche senza fare l'anteprima. Infatti, questo pu portare anche dei vantaggi. Imbottire il cervello in anticipo con troppe informazioni consce riguardo al libro pu bloccare a volte delle intuizioni pi sottili provenienti dal subconscio: per questo motivo, ho lavorato insieme a Paul Scheele per creare metodi di anteprima meno intrusivi. Nello spirito di un vero scienziato, Paul stato particolarmente ricettivo verso i miei suggerimenti e desideroso di verificarli con degli esperimenti. I primi risultati dei test sono stati incoraggianti, e probabilmente nel programma PAAL (al quale Scheele e io stiamo collaborando) useremo un metodo di anteprima rivisitato. Finch non sciogliamo gli ultimi nodi del nuovo metodo, comunque, i lettori dovranno scegliere (con percentuali di successo probabilmente paragonabili fra loro) se usare il metodo originale descritto o escludere del tutto l'anteprima.

Quarta fase: avvicinati allo stato Theta


Prima di fotoleggere,d evi raggiungere un rilassamento profondo che apra il tuo emisfero destro e ti fornisca l'accesso alla memoria inconscia. Questo significa scendere in un profondo Stato Alpha, molto vicino allo stato theta, che va dai 4 agli 8 cicli al secondo. Lo stato Theta ideale per lavorare con le immagini mentali e altre attivit della parte destra del cervello. Chiudi gli occhi e respira profondamente, lasciando che ad ogni respiro l'ansia scorre via da te ed entri la tranquillit. Ogni volta che espiri, pensa alla parola relax. Le primissime volte che fotoleggi, puoi decidere di sdraiarti e di rilassare ogni principale gruppo muscolare del tuo corpo, uno alla volta, mentre ripeti la parola relax ogni volta che espiri. St attento a non addormentarti. Il nostro corpo tende ad associare lo stato Theta con il momento in cui si dorme. Alla fine diventerai abile nell'accedere a questo stato senza una preparazione cos elaborata. Con la pratica, un paio di respiri lenti e profondi serviranno da innesco adeguato. Un'alternativa quella di dedicarsi ad una seduta di Image Streaming di 5-10 minuti prima di fotoleggere. Otterrai lo stesso effetto.

Quinta fase: raggiungi la foto-focalizzazione


Quando ti concentri precisamente sulle singole parole o frasi, il tuo emisfero sinistro si

accende e quello destro si spegne. Addio allo stato Theta! Quando stai fotoleggendo, non concentrarti mai sulle singole parole. Invece, concentra la tua attenzione sullo spazio bianco attorno alle lettere. Immagina di guardare da sopra la tua testa mentre osservi l'intera pagina, concentrandoti solo sullo spazio bianco. Vedrai entrambe le pagine allo stesso tempo, e anche le mani che tengono il libro ai due lati. La pagina assumer un aspetto quasi tridimensionale. Quando ottieni questo senso di profondit hai raggiunto la foto-focalizzazione. Questo modo di vedere molto simile alla visione semisfuocata che si usa quando si guardano le nuove immagini stereottiche del Magic Eye [immagini tridimensionali all'interno di figure apparentemente astratte, stampate senza tecniche tipografiche speciali e visibili senza dover usare lenti particolari, NdT].

Sesta fase: fotoleggi


Ora comincia a voltare le pagine, rimanendo su ognuna di esse per uno o due secondi. Rimani rilassato. Fa in modo che la tua mente rimanga pi vuota possibile. Evita pensieri negativi oppure allontanatene con delicatezza, se ti capita di averne. Evita soprattutto di generare profezie auto-verificantisi come ad esempio: Non funzioner. Un modo per mantenere la mente rilassata e positiva cantare un motivo al ritmo in cui volti le pagine. Potresti cantare Relax... Relax... oppure Mantieni lo stato... Vedi al pagina.... Non provare a leggere le pagine, ma assicurati di guardare ogni coppia di pagine per un secondo o due. Continua a fotoleggere fino alla fine del libro. Quando hai finito, non metterti alla prova cercando di ricordare ci che hai appena fotoletto. Questo servir solo a scoraggiarti. Devi seguire le procedure di attivazione descritte in seguito per richiamare qualsiasi informazione.

Settima fase: dormici sopra


D tempo alle informazioni di incubarsi nella tua mente. Se hai fretta puoi cominciare l'attivazione dopo circa 20 minuti. Tuttavia, la cosa migliore aspettare 24 ore piene: i ricercatori del Weizmann Institute di Rehovot, in Israele, hanno scoperto che le abilit apprese si consolidano nel cervello durante la fase REM del sonno. In determinate attivit la performance, infatti, migliora il giorno successivo all'apprendimento di un'abilit, anche se nel frattempo non stata svolta alcuna pratica. Un effetto simile sembra verificarsi con il PhotoReading.

Ottava fase: attivazione


A volte le informazioni che hai fotoletto si attivano spontaneamente, senza la tua consapevolezza conscia. Una volta un docente in un'universit statale del Minnesota fotolesse due libri per preparare un discorso, poi ci dorm sopra. Durante il sonno, sogn di tenere il suo discorso. Si svegli all'improvviso e butt gi per iscritto tutto ci che riusciva a ricordare del sogno. Al mattino, quando riguard i suoi appunti, il professore si rese conto che il discorso era pronto al 90%. Un altro fotolettore si prepar per un viaggio in Svezia fotoleggendo varie volte un dizionario svedese. Al ristorante, si trov improvvisamente ad ordinare la cena in svedese. Storie simili sono divertenti, ma sono anche, purtroppo rare. La maggior parte delle volte occorre attivare le proprie informazioni in modo manuale.

Prima fase di attivazione: sondare la mente


Comincia a porti delle domande. Puoi chiederti: Cos' importante per me nel libro che ho appena letto? oppure Cosa mi occorre sapere per andare bene al prossimo esame, per scrivere la mia relazione, o per dare un contributo alla prossima riunione?. Non aspettatevi risposte immediate. Questa sorta di sonda mentale serve solo a far pensare al tuo inconscio i modi migliori in cui resuscitare le informazioni immagazzinate. Le cose

importanti sono: rimanere rilassati, essere sicuri di se stessi e continuare ad essere curiosi.

Seconda fase di attivazione: scorrimento del testo e immersione


la tua sonda mentale dovrebbe aver stimolato la tua curiosit riguardo a certe sezioni o parti del libro. Vai a queste sezioni. Ora scorri velocemente queste parti con gli occhi puntati al centro di ogni pagina. Se una parola o una frase ti balzano all'occhio, immergiti nella pagina e leggi una o due righe finch non sei soddisfatto. Poi riprendi il tuo schema di scorrimento. Limita ogni immersione a un paragrafo o due per articolo, o una pagina o due per un libro. Segui il tuo istinto, non la tua logica. Lascia che sia il tuo subconscio a dirigerti al punto in cui immergerti nel testo, anche se il brano non sembra funzionale al tuo scopo. Se non ti fidi delle tue prime intuizioni o vuoi una maggiore completezza, scorri e immergiti in tutto il libro, dalla prima all'ultima pagina. Gli esperti della lettura calcolano che il 90% di ogni testo sia un riempitivo. Lo scorrimento delle pagine e l'immersione ti condurranno direttamente al 10% che ne rappresenta la sostanza.

Coltiva la foto-sensazione
I primi effetti del PhotoReading non saranno evidenti alla maggior parte della gente. L'effetto si presenta dapprima sotto forma di vaghe sensazioni e intuizioni che si potrebbero facilmente ignorare se non si stessero appositamente cercando. Diventare un fotolettore esperto comporta lo sviluppo di una prontezza e di una sensibilit a questi sottili segnali interni. Uno dei modi migliori per sviluppare questa percezione l'Image Streaming. I tuoi 10 minuti giornalieri di Image Streaming ti allenano a notare e reagire proprio al tipo di segnali interni che costituiscono la foto-sensazione, emergano essi sotto forma di immagini, parole o sottili bisogni. (Paul Scheele ora chiede a tutti i suoi trainer di prepararsi ad insegnare ai corsi di PhotoReading attraverso la pratica dell'Image Streaming). Dopo aver partecipato ad un estenuante riunione tentando di capire il legalese di un avvocato, un uomo d'affari and in libreria e fotolesse tutti i libri che riusc a trovare sull'argomento per cui cercava un consiglio. Stava per uscire dal negozio, quando sent un forte bisogno di ritornare indietro e di ripercorrere con lo sguardo gli scaffali pieni di libri. L'uomo punt verso un libro in particolare e lo apr alla pagina esatta che gli occorreva. Un'ingegnere in servizio presso una centrale elettrica rest sbalordito per come si trov a discutere, durante una riunione, di un argomento di cui aveva pochissima esperienza. Solo in seguito ricord di aver fotoletto una grossa pila di riviste specialistiche nel suo ufficio. Un rapido scorrimento e una veloce immersione nella pila di riviste gli rivelarono poi un articolo di cui si era completamente dimenticato, ma che gli aveva fornito le conoscenze per la sua sorprendente performance alla riunione.

L'esperienza mentale globale


La meta-abilit del PhotoReading ha applicazioni che vanno ben oltre il digerire libri e giornali. I fotolettori esperti hanno usato questa tecnica per accedere a uno stato mentale globale, che ha fornito loro un accesso pi facile, durante le loro attivit quotidiane, all'elaborazione delle informazioni all'interno dell'emisfero destro. Un gioielliere pensava con preoccupazione all'avvicinarsi del giorno in cui si sarebbe scolta una fiera campionaria del suo settore. Ogni anno andava su e gi lungo le corsie, cercando in ogni stand le pietre preziose da comprare. Questa faticosa operazione si protraeva di solito per cinque giorni. Quella volta, invece, prov a fotoleggere tutta l'esposizione. Dapprima, si mise in una posizione un po' lontana per avere una visione grandangolare dell'intera area espositiva. Poi cammin velocemente lungo tutte le corsie, lasciando che il suo sguardo

fotofocalizzasse gli stand. Dopo aver verificato mentalmente quali fossero le pietre che gli occorrevano, il commerciante cammin un'altra volta lungo le corsie, scorrendo e immergendosi durante il tragitto e fermandosi solo a quegli stand che lo chiamavano. Il gioielliere port a termine la sua missione nel tempo record di due ore.

Usalo finch non ti sembra reale


Il pi grande ostacolo alla tua riuscita nel PhotoReading sar la tentazione di rinunciare perch credi che non funzioni. Come ogni altra abilit che si impara, il PhotoReading migliora con la pratica. Man mano che diventerai pi bravo a fotoleggere, otterrai un'idea pi profonda di come funziona il metodo e di come innescare i suoi effetti pi potenti. La verifica migliore dell'efficacia del PhotoReading cominciare a usarlo nelle situazioni pi varie possibili. In breve tempo avrai registrato un numero di episodi di successo personale tale da convincerti.

Il limite della memoria


E' convinzione diffusa che il segno pi evidente della genialit sia la padronanza delle abilit dell'emisfero sinistro come ad esempio la matematica avanzata, la padronanza delle lingue straniere e il possesso di un ricco vocabolario. Eppure, queste abilit si basano su poco pi della mera memorizzazione. Il PhotoReading pu accellerare i tuoi progressi in ciascuna di queste aree. Prova a fotoleggere pi volte un dizionario, nella tua lingua o in una lingua straniera. Questo esercizio amplier enormemente il tuo vocabolario. Associato al tuo studio abituale, il PhotoReading velocizzer molto i tuoi progressi in quasi ogni ambito conoscitivo. Si tratta di una meta-abilit che ha pochi uguali.