Sei sulla pagina 1di 8

MAPPE MENTALI

Principi

Avendo conto delle istruzioni strutturali date su come creare una mappa mentale, prendiamo
un foglio di carta e disegniamo nel centro del foglio (anche in modo abbozzato e rapido) una
immagine che rappresenta lidea principale che vogliamo sviluppare nella mappa.

Entrando in livello 1 o 2 di rilassamento, ci concentriamo tranquillamente nellimmagine


centrale ed iniziamo ad osservare quanto irradia (ricordi, sensazioni, immagini,
sentimenti). Ogni volta che osserviamo sgorgare qualcosa dal centro tiriamo fuori una
linea curva e alla fine disegniamo brevemente limmagine della cosa sgorgata.

Sulla linea scriviamo una parola che esprime lassociazione uscita.

Esercizio 1: Tempo
Amplifichiamo la sezione temporale, tirando fuori dallargomento tempo
tutte le
associazioni che ti vengono spontaneamente, senza forzature mentali. Usciranno cos i tuoi dati
specifici con gli aspetti caratteristici da trattare nei diversi capitoli della tua vita per amplificare il
tempo. Questi diversi elementi, oltre ad avvicinare i determinati capitoli di vita, potranno essere
approfonditi ancora portandoli ad altre sezioni del diario. Se si vuole amplificare ancora qualche
elemento specialmente interessante o significativo per te, si potr concentrare lattenzione rilassata
su tale elemento e tirar fuori nuove associazioni.
Esercizio 2: Dialogo
La sezione del dialogo
favorisce il rapporto integrale dei nostri piccoli io ed
elementi personali con la totalit della nostra vita. Si sviluppa cos larmonia della nostra famiglia
interiore. Si pu dialogare con qualsiasi esperienza di vita che abbiamo avuto finora (evento,
persona, oggetto, sentimento) e facilitare cos la sua integrazione. In questo esercizio porteremo
alla sezione dialogo del nostro Diario MPA, elementi che ci risultano significativi nella nostra vita.
Saranno sicuramente elementi (persone, eventi, oggetti, parti di te stesso/a) legati al piccolo io
rosso, in senso positivo o negativo. In senso negativo sono specialmente importanti elementi della
tua vita non ancora integrati o digeriti e che causano disagio nella tua casa interiore. Non si tratta
ora di fare un dialogo concreto ma di far sorgere nella mappa mentale questo tipo di elementi (con
chi minteressa dialogare?).
Esercizio 3: Sogni
Amplifichiamo la sezione onirica
con laiuto della mappa mentale. Non si tratta di fare
lesercizio con un determinato e singolo sogno, ma di amplificare creativamente lintera sezione
onirica irradiando dal centro della mappa tutto quanto sorge in associazione con lelemento
sogno.
Esercizio 4 : Spirito
Amplifichiamo la sezione spirituale
con lo strumento della mappa mentale e lasciamo
fluire dal centro tutto ci che si associa alla sezione che raccoglie la tua vita spirituale. Alla fine si
avr una serie di elementi che arricchiranno questa sezione del Diario MPA.

LA STORIA DEI MIEI SOGNI

Primo passo
Entriamo in uno stato di quiete tramite il livello 1 o 2 di rilassamento. Abbiamo davanti a noi la
lista dei capitoli di vita della sezione temporale del Diario MPA (o la rifacciamo).
Con la maggiore neutralit possibile apriti ai sogni che ricordi lungo i diversi capitoli di vita. Potrai
aiutarti concentrandoti in modo rilassato sulle diverse tappe di vita che hai davanti oppure lasciando
che la psiche ti presenti liberamente i sogni che sono pronti ad emergere.
Man mano che emerge il ricordo di un sogno lo annoti in una lista che sar la storia dei tuoi sogni
e sar inserita nella sezione onirica del Diario MPA. E anche sufficiente annotare piccoli frammenti
di sogno se solamente si ricorda questo. La annotazioni devono essere sgombre da tutto ci che non
solo il materiale onirico. Finisce ricordando i tuoi sogni pi recenti, quelli delle ultime settimane e
giorni.

Secondo passo
Una volta creata la lista dei sogni, il seguente passo sar entrare in contatto con essi nella loro
continuit, sperimentando il sentimento del loro flusso attraverso le tue tappe di vita. Nei piani
inferiori della nostra casa vitale c un continuo flusso dinamico di immagini, sensazioni ed
emozioni che sono la nostra vita profonda. I sogni entrano a formar parte di questa vita. In questo
secondo passo si tratta di entrare in contatto con questo flusso onirico. Perci, una volta davanti alla
lista dei tuoi sogni, cerca di ripercorrerla in uno stato ben rilassato entrando in contatto con ogni
sogno e avvertendo quali sogni spiccano di pi richiamando la tua attenzione. Pu darsi che sia un
sogno molto antico o molto recente.

Terzo passo
Il terzo passo : una volta che ho contattato lintera storia dei miei sogni, leggerli di nuovo e pormi
queste tre domande:

Colgo il movimento in continuit dei miei sogni?

Colgo un certo loro processo significativo?

Verso dove intuisco che mi stanno portando?

IMMAGINI CREPUSCOLARI

Introduzione
Le immagini crepuscolari sono percepibili nello stato di veglia, ma non di una coscienza vigile
ordinaria. Si tratta di entrare in una stato di coscienza alterata che chiameremo crepuscolare. Il
nostro maggiordomo dovr essere allenato a rimanere in uno stato di semi-veglia o semi-sonno. Se
non cos, le immagini che appariranno saranno richiamate dalla nostra coscienza vigile
ordinaria, ma non ipnagogiche o crepuscolari.
Per potenziare questo stato crepuscolare si dovr rinforzare il livello 1 o 2 di rilassamento
intensificando il preambolo in cui si rivolgono le pupille degli occhi verso il punto fra le
sopraciglia. Rimanete un po pi di tempo cos (solo alcuni secondi in pi) e in questo stato sentite
le palpebre pesanti. Dite a voi stessi: le mie palpebre stanno diventando molto, molto pesanti
poi mettete le pupille in posizione ordinaria procedendo verso il 1 o 2 livello di rilassamento.
Cercate di mantenere soavemente la sensazione delle palpebre pesanti durante il rilassamento. Se
durante lesercizio di rilassamento la sensazione delle palpebre pesanti sindebolisce rovesciate gli
occhi allindietro per alcuni secondi e subito ricupererete lo stato precedente.
Un avvertimento molto importante per lesercizio: si deve imparare a scrivere con gli occhi
socchiusi. Non importa che la scrittura sia bella o diventi quasi illeggibile: dopo lesercizio si
potranno chiarire le parole meno chiare.

Lesercizio
Lesercizio parte dal ricordo del flusso dei sogni precedentemente sperimentato. In uno stato di
rilassamento crepuscolare, con la lista della storia dei miei sogni davanti, apriti al flusso onirico e
aspetta. Inizieranno ad apparire forse alcune scene dei sogni, oppure alcune scene ricordate si
modificheranno, oppure scene appariranno immagini o scene nuove Tu lascia solamente che si
muova con scioltezza e libert il flusso crepuscolare che fuoriesce da te.
Ogni volta che una immagine, una sensazione o un sentimento emerge, prende una breve nota a
occhi socchiusi e continua ad osservare il flusso fuoriuscente. Lasciati coinvolgere nel flusso senza
dirigerlo n guidarlo, non giudicarlo n inserire riflessioni poich allora interromperai la sua
autenticit e libert, solamente segue il flusso e lasciati portare avanti, annotando ogni tanto gli
elementi emersi.
Gli esercizi fatti con le immagini crepuscolari si inseriscono nella sezione onirica del Diario.

AMPLIFICARE UN SOGNO
1. AMPLIFICAZIONE

Entra nel 1 o 2 livello di rilassamento. Metti davanti a te un foglio e disegna nel suo centro
una immagine che rappresenti il simbolo o largomento centrale del tuo sogno, quello che
puoi esprimere con un titolo.

Osserva questa immagine ben rilassato e aspetta tranquillamente che diffonda a poco a poco
tutte le associazioni di qualsiasi tipo che contiene: forse immagini dello stesso sogno, altre
nuove immagini, sensazioni, ricordi vicini o lontani, sentimenti, sensazioni Tutto quello
che fuoriesce importante, sia che appartenga al sogno stesso sia una associazione che
appare liberamente.

Ogni volta che fuoriesce qualcosa dal centro tira fuori una linea curva e disegna alla fine una
piccola immagine sul contenuto fuoriuscito e scrivi sulla linea una parola che lo rappresenti.

Se vuoi, ancora potrai ampliare il contenuto alla fine di ogni linea concentrandoti su di esso
e tirando fuori nuove associazioni e parole.

Quando il flusso diminuir i contenuti o li rallenter abbastanza, passa alla seconda parte di
questo esercizio.

2. SCRITTURA CREPUSCOLARE

Mettiti di fronte al foglio contenente lamplificazione del sogno precedente. Entra nel 1 o
2 livello di rilassamento e prende matita e carta per la tua scrittura crepuscolare.
Quando sarai entrato a poco a poco nel livello di rilassamento scelto, scrivi con calma le
frasi e parole che sgorgano spontaneamente dal sogno precedente e dalle immagini
fuoriuscite nellesercizio amplificatore. Non pensare prima di scrivere. Semplicemente
rimane osservando tranquillamente quello che spontaneamente fluisce da te in forma di frasi
o parole.

3. RIFLESSIONE

Una volta fatti i due esercizi precedenti, cerca di capire complessivamente la tua esperienza
a livello mentale ponendoti le seguenti domande:

Quali sensazioni e sentimenti sono fuoriusciti pi frequentemente?

Come definirei latmosfera entro la quale sono sgorgati questi contenuti?

Posso intravedere alcune coincidenze, ripetizioni o similitudini nei contenuti fuoriusciti?

Vedo elementi significativi nei contenuti fuoriusciti?

Tutto questo materiale mi porta verso qualche direzione, mi invita a camminare o ad agire
in qualche modo?

STRADE TRALASCIATE
Esplosione del seme interiore
- In primo luogo prendi lelenco dei tuoi bivi e scegli un bivio contenente una strada tralasciata che
ti avrebbe piaciuto percorrere. Cerca di fare questa scelta per libera e spontanea attrazione.
- Disegna nel centro di un foglio limmagine che manifesti la strada non imboccata
nel 1 o 2 livello di rilassamento.

ed entra

- Tranquillamente concentrati nellimmagine centrale e osserva il flusso che inizier a fuoriuscire


dal centro: il seme che sta aprendosi ed esplodendo per te.
- Ogni volta che fuoriesce qualcosa tira fuori dal centro una linea curva e disegna allestremit della
linea una immagine che rappresenti lelemento fuoriuscito. Precisalo con una o due parole scritte
sopra la linea.
- Quando il flusso che sgorga dal centro rallenti o si fermi (non aver fretta e impara a rispettare
spazi di pause normali!), allora puoi passare a concentrarti sulle immagini fuoriuscite dal centro,
iniziando da quelle che attirano di pi la tua attenzione o curiosit e tirandone fuori nuove
irradiazioni.
Percorrere la nuova strada
Avendo presente lesercizio precedente potrai: sia approfondire un singolo elemento fuoriuscito
dalla mappa (un sogno, una persona, un oggetto), sia prendere lintera strada tralasciata e
cercare di percorrerla esplorandola nel suo insieme.
Per approfondire un singolo elemento sono possibili tre modalit:
Portare lelemento scelto alla sezione del Dialogo del tuo Diario MPA e parlare con
lelemento scelto. Si consiglia questa modalit perch pi facile. Ovviamente anche la
modalit pi consigliata se dal materiale fuoriuscito si scelta una persona.
Portare al sogno lelemento scelto, seminando una domanda su cosa desideri circa questo
elemento: Come posso sfruttarlo? Come inserirlo e integrarlo nella mia vita attuale? Quale
messaggio mi porta?... Poi trascrivere i risultati nella sezione Onirica del tuo Diario MPA.
Ben rilassato, applicare lesercizio delle immagini crepuscolari allelemento scelto.
Per percorrere linsieme della strada tralasciata oltre alle tre modalit precedenti si potr usare una
quarta:
Entrare nellintera discesa a 0 e, partendo dal bivio, visualizzare la nostra camminata
attraverso la strada non percorsa. Questo esercizio non dovr durare pi di mezzora ma in
futuro si potranno percorrere pi tratti della strada in ulteriori spazi di mezzora.

BIBLIOGRAFIA
Sul Diario di Autoconoscenza (DMPA)

Ira Progoff, Curarsi con il diario, Pratiche Editrice.

A questo testo si ispira la struttura essenziale del DMPA, con alcune varianti riguardanti il
contenuto di ogni sezione. Non si legge con facilit poich estremamente complesso e un tanto
ripetitivo. Ha molte pi sezioni e sottosezioni del DMPA. Chi volesse approfondire le quattro
divisioni del DMPA potr leggere con frutto questo libro.

Demetrio Duccio, Raccontarsi. L'autobiografia come cura di s, Cortina Raffaello


Scritture erranti. Dall'autobiografia all'autoanalisi, EdUP.

Eun accademico e scrittore italiano, Professore ordinario dell'Universit La Bicocca Milano,


insegna Filosofia delleducazione. Le sue ricerche promuovono la scrittura di se stessi, sia per lo
sviluppo del pensiero interiore e autoanalitico, sia come pratica filosofica e terapeutica. Ha fondato
e dirige la rivista Adultit e la Libera Universit dellautobiografia di Anghiari.

Allison Price, Writing from the Source, Thorson.

Allison Price psicoterapeuta che svolge il suo lavoro in Inghilterra e Stati Uniti. Questo suo primo
libro cerca di dare spunti per riscrivere la propria vita. In modo diverso di Progoff ma con un
notevole senso pratico usato nella sua lunga esperienza professionale, tratta temi che sono anche
attinenti alle sezioni del DMPA: dialoghi, sogni, ecc. Il libro contiene una buona quantit di esercizi
e consigli pratici.

Sulle Mappe Mentali

Tony Buzan, Barry Buzan, Mappe Mentali, Alessio Roberti.


Come realizzare le mappe mentali, Frassinelli.
Il potere dell'intelligenza creativa, Armenia.
Il potere dell'intelligenza spirituale, Armenia.

Tony Buzan uno psicologo cognitivista inglese. E relatore e consulente leader nel mondo per
governi, aziende, professioni, universit e scuole per quanto riguarda il cervello e la capacit di
apprendimento e di pensiero. Ha scritto numerosissimi libri sull'apprendimento, il cervello e la
memoria, e si occupato in particolare delle mappe mentali, Mind Maps, marchio registrato, che
indica il metodo ideato da lui negli anni 60 come una tecnica creativa di rappresentazione grafica
della conoscenza. Tra i suoi 82 libri pi venduti milioni di copie pubblicate in pi di cento paesi e
tradotte a pi di 30 lingue- si trova anche in italiano Usiamo la testa (Frassinelli), che lo ha
posizionato tra i primi autori internazionali della BBC pi venduti. La tecnica delle Mappe Mentali,
usata nel DMPA pu essere usata anche in numerosi altri campi della nostra quotidianit.

IL DIARIO DI MPA (SEMINARIO)

ORARIO

7.30

Alzarsi Meditazione

8.30

Colazione

9.30

Incontro Esercizi

13.00

Pranzo

15.45

Incontro Esercizi

20.00

Cena

21.00

Incontro Riposo