Sei sulla pagina 1di 37

Come Ricordare le Tue Vite Passate

3 Metodi

Metodo 1 di 3: provaci da solo!


Prepara lambiente intorno a te. La temperatura non dovr essere n troppo alta n troppo bassa.
Chiudi le tende e spegni tutti i dispositivi elettronici. Se hai un generatore di rumore, accendilo per
non ascoltare i suoni provenienti dallesterno. Prova una di queste impostazioni:

1.
1
Rumore bianco, come quello emesso da una tv non sintonizzata.
o Rumore rosa. Somiglia a quello di una cascata di montagna.
o Rumore marrone. Ricorda il suono a distanza delle onde delloceano.

2.
2
Rilassa la mente. Siediti o sdraiati, con il corpo e la mente in tranquillit. Sar difficile
concentrarti se hai sonno o sei distratto.

3.

3
Rilassa il corpo per qualche minuto prima di intraprendere il viaggio.

4.
4
Preparati. Chiudi gli occhi e mettiti comodo. Sdraiato sulla schiena, con le braccia lungo i
fianchi, immagina di circondarti di una luce protettiva:
o Lasciati avvolgere completamente dalla luce, che rappresenta lamore e il calore, per
proteggerti dalle influenze negative.
o Visualizzala nella tua mente. Ripeti a te stesso: Sto respirando e mi sto circondando
di unenergia potente e protettiva. Questa energia sta costruendo unaura intorno a
me, uno scudo che mi protegge sempre.
o Ripeti questa frase a te stesso per cinque volte, emettendo cinque inalazioni ed
esalazioni. In seguito, concentrati solo sullenergia, permettendole di diventare
sempre pi luminosa e potente.

5.

5
Inizia il viaggio. Immagina di trovarti in un lungo corridoio con una porta alla fine.
Identifica tutti i dettagli del corridoio, lasciando fluire i tuoi pensieri. Non dovresti
controllare le immagini che appariranno nella tua mente.
o Il corridoio potrebbe essere tutto doro, in stile gotico, costruito con gemme o una
foresta. Sar la tua mente a scegliere.
o Qualsiasi tipo di corridoio sia, usalo ogni volta in cui ti metti alla ricerca di una vita
passata. Il corridoio rappresenta lattesa che precede la scoperta di una delle vite
passate.

6.
6
Cammina lungo il corridoio facendo passi decisi. Visualizza ogni dettaglio mentre ti
avvicini alla porta: suoni, odori, colori
o Arrivato alla fine, afferra la maniglia solo quando ti senti pronto. Visualizza questo
momento, senti la consistenza e il suono della maniglia. Quando lavrai abbassata,
respira e spingi piano la porta.

7.
7
Benvenuto in una tua vita passata. Accetta la prima immagine che apparir al di l della
porta. Se non ti soddisfa, non devi preoccupartene: quello che eri in unaltra vita esisteva
prima ancora della tua nascita.
o Potresti vedere qualcosa di astratto, come un colore, o unimmagine chiara e vivida,
come una persona. Accetta quello che vedi. Sentilo. Conserva limmagine nella tua
mente ed apriti a tutte le possibilit. Censurarti non ti porter da nessuna parte.
o La visione astratta potrebbe diventare concreta. Per esempio, se allinizio hai visto
solo il colore giallo e poi si formato un tappeto, potresti scoprire che il giallo altro
non che la luce che illumina il tappeto. Da l, magari ti renderai conto che il tappeto
si trova in una casa a Londra, e cos via.
o Stai vedendo davvero immagini di una vita passata o tutto frutto della tua
immaginazione? Con la pratica, imparerai a discernere.

8.
8
Sii paziente. Se non vedi niente, prova a pensare a qualcosa che adori, come ad un hobby,
ad una tua abilit o ad una destinazione di viaggio. Potresti chiederti: Perch mi piace
questa determinata cosa? Potrebbe essere relazionata ad una vita passata?.
o Se non succede niente, prova il metodo delle scarpe. Dai unocchiata ai tuoi piedi e
scegli il primo paio di scarpe che ritieni pi adatto a te. Potresti vedere dei sandali ed
associarli ad una tunica o un paio di tacchi abbinati ad un abito da sera.
o Se quello che vedi ti sembra familiare ma non appartiene alla tua vita attuale, potresti
esserti lasciato influenzare da una canzone o da un film!
o Quando avrai ricordato qualcosa, anche solo un paio di scarpe, inizia la tua
meditazione da l. Comincia ogni sessione pensando a qualcosa che hai visto nella
precedente. Procedi sempre dal noto allignoto.

9.
9
Accetta quello che vedi, anche se a volte ti sembrer di inventare immagini. Pure questo
parte del processo.
o Queste visioni hanno sempre un fondo di verit. Imparerai a comprenderle solo dopo
varie meditazioni, perch ti renderai conto che ci sono percorsi e dettagli che si
ripetono.
o Nel frattempo, devi scegliere di credere che quello che vedi reale, o non andrai da
nessuna parte. La tua mente analitica non far che considerare ogni immagine come
un prodotto della tua fantasia.

10.
10
Ritorna al presente. In genere, questo passaggio avviene in maniera naturale, a meno che
non intervenga la tua mente analitica o appaia qualcosa di spiacevole, che ti spinger a
riaprire bruscamente gli occhi.
o Se fila tutto liscio e ti senti pronto per tornare alla tua vita attuale, riapri la porta e
ripercorri il corridoio che avevi visualizzato. Ripeti a te stesso che, quando avrai
raggiunto questo punto di partenza, ricomincerai da zero e ricorderai chiaramente la
vita passata.

Metodo 2 di 3: ipnosi

1.
1
Consulta un ipnoterapeuta. A volte, la regressione ad una vita passata richiede strumenti di
cui non disponiamo. Esistono ipnotizzatori specializzati in questo campo. Ecco come
avviene una seduta:
o Lipnoterapeuta mette su della musica per farti rilassare e permetterti di sentirti al
sicuro e a tuo agio.
o Lascia fluire tutto naturalmente nella tua mente, senza censure.
o Rilassa i muscoli del corpo, specialmente il collo e le spalle, dove si concentra la
tensione.
o Mentre ti rilassi, lipnotizzatore potrebbe parlarti della luce che ti avvolge e che
raggiunge ogni parte del tuo corpo.
o Una volta che sarai pronto, lo specialista aprir le porte sulle vite passate, guidandoti
indietro nel tempo.
2. 2
Ti incoragger ad esplorare le tue memorie in modo dettagliato.
o Lipnoterapeuta potrebbe riportarti nel grembo di tua madre e farti rinascere in una
vita passata.

o Quando avrai scoperto una delle tue vite passate, ti condurr attraverso i suoi
sentieri, incoraggiandoti a sentirla.
o Prima che la sessione si concluda, lipnoterapeuta ti riporter lentamente alla realt.

3.
3
Congratulazioni! Hai appena vissuto una vita passata.

Metodo 3 di 3: esperienza metafisica

1.
1
Per qualcuno, le vite passate non sono un posto in cui andare, ma parte di quello che
siamo. La reincarnazione , infatti, unidea centrale in molte culture e religioni. Potresti
leggere qualche libro sullInduismo e sul Buddhismo per conoscere il sistema di pensiero di
questi credi.
o Esistono diversi termini per riferirsi alla reincarnazione, che cambiano a seconda
delle varie culture. Per il Buddhismo, ad esempio, si chiama Samsara.

Consigli

Non auto ipnotizzarti per vari giorni consecutivi o troppo spesso. Provarci pi del dovuto
non far che creare memorie poco accurate. Inoltre, se lasci passare un po di tempo tra una
sessione e laltra (settimane o mesi), potresti scoprire di aver ricordato pi di una volta le
stesse cose, il che ti consentir di capire se quello che hai visto reale.

Usa le stesse parole e le stesse immagini prima di ogni seduta.

Preparati a riconoscere la verit in quello che vedi, servendoti dei tuoi sensi. Imparerai a
capire cos reale. Avrai delle epifanie correlate a quella che la tua vita attuale.

Potrebbe non funzionare immediatamente: continua a provarci.

Lautoipnosi ti consentir di concentrarti unicamente su te stesso, senza alcun intervento


esterno.

Per allenare la mente alle memorie di una vita passata, potresti usare linduzione empirica,
che si basa sulla lucidit mentale, sullespansione delle potenzialit del cervello, sulla
consapevolezza e sulla sensibilit.

Durante il periodo di pausa, scrivi i tuoi pensieri e le tue idee e pensa a come relazionare una
vita passata al tuo presente. Potresti avere uninclinazione ad amare o ad odiare una lingua,
un genere musicale o un odore. Scoprirai una parte di te distante ma comunque familiare.

Non esagerare. Il processo dovrebbe essere semplice e naturale, senza tensioni.

La regressione alla vita passata collegata alla memoria e al viaggio dellanima. Riguarda,
cio, la tua vera essenza. Freud, Jung ed altri specialisti del settore sostengono che
linconscio difficile da esplorare, ma non impossibile.

Avvertenze

Durante la regressione e lautoipnosi, potrebbero verificarsi accadimenti strani. Il fenomeno


pi comune simile a quello dellesperienza extracorporea, che ti dar la sensazione di
galleggiare al di sopra di te stesso, come se lo spirito uscisse dal corpo. Sebbene sia rara,
questa esperienza ci avvicina alla nostra spiritualit e ci rende pi propensi a scoprire la
nostra vita passata. Questo accadimento solitamente accompagnato da un polso accelerato
e da un movimento degli occhi simile a quello che avviene durante la fase REM.

Un altro fenomeno comune quello della frammentazione. Le tue memorie diventeranno


pi vivide e il ritmo del polso aumenter. Le immagini che vedrai saranno frammentate,
come se fossero pezzi di una finestra rotta. Questa esperienza potrebbe sconcertarti; ad ogni
modo, accetta tutte le cose strane che accadranno. Non preoccuparti. Concentrati per
ritornare alla realt focalizzandoti sul respiro e sentendo il tuo corpo.

Se vedi qualcosa di negativo in una vita passata, ricorda che puoi tornare subito al presente.
Sebbene la luce protettiva ti avvolga, potresti ritrovarti di fronte ad una scena troppo
dolorosa da sopportare. Apri gli occhi. Se scegli di continuare a vedere questi aspetti poco
piacevoli, non dimenticare che non dovrai riviverli e che la luce ti protegger. come
guardare un film. Ripeti a te stesso che non possono farti del male.

In Occidente c' molto scetticismo rispetto a questo tipo di esperienza perch la


reincarnazione non stata provata scientificamente.

Un antico proverbio cinese dice: Non importa che un gatto sia bianco o nero; ci che conta
che sappia catturare i topi. Da un punto di vista strettamente psicologico, non
importante se le esperienze di vita passata siano reali o parte della nostra immaginazione.
Siccome hanno permesso a molta gente di trovare serenit e sollievo nella vita attuale, le
spiegazioni scientifiche non sono necessarie.

Cos come avviene con le altre forme di esperienza religiosa, dobbiamo mostrarci aperti o,
almeno, tolleranti, rispetto allesplorazione delle memorie di una vita passata. Potrebbero
aiutarci a trovare soluzioni nella vita attuale.

Sono stati registrati numerosi casi di bambini, anche molto piccoli, che ricordavano le
proprie vite passate; eventi, nomi e posti che riaffioravano senza averne mai sentito parlare
prima. Molti di loro, con il passare degli anni, se ne sono dimenticati.

Analizza i tuoi sogni: potrebbero mostrarti dei sentieri da percorrere per scoprire le tue vite
passate.

Non sottovalutare i dej vu, dal momento che potrebbero fornirti indizi sulle tue vite passate.

Segui il tuo istinto. Quando avrai scoperto qualcosa su una vita passata e improvvisamente ti
si aprir un nuovo percorso nel presente relazionato a quello che eri, non lasciarti sfuggire la
possibilit di conoscerlo.

Non confondere la verit con quello che vuoi vedere.

Vite Passate
Il viaggio alla scoperta delle vite precedenti
Le tecniche

Le vie di accesso alle vite passate sono diverse e altrettanto varie sono le tecniche che possono
essere usate per conoscerle.
Ognuno di noi diverso dagli altri e non c una tecnica universale che vada bene per tutte le
persone e per ogni circostanza, anche se ogni tecnica ha le sue caratteristiche e alcune sono pi
adattabili di altre.
E importante distinguere tra:
le vie di accesso indirette
Sono quelle in cui le informazioni sulle nostre vite precedenti ci giungono attraverso unaltra
persona.
Due esempi fra gli altri sono lastrologia karmica e lincontro con un medium.
Le notizie sulle nostre vite precedenti sono in questi caso spesso molto precise e per lo pi (anche se
con i medium c sempre da essere molto accorti) dirette e profonde. Quanto emerge il pi delle
volte un punto vitale per il consultante.
Il limite principale di questi approcci la mancanza di una partecipazione attiva, emotiva e
corporea, di chi ascolta. Spesso le informazioni si fermano a livello mentale; non trattandosi di
ricordi, permane il dubbio sulla loro affidabilit e questo toglie parte del potere di trasformazione
che tali informazioni possono avere per chi alla ricerca di un cambiamento nella sua vita attuale.
Le vie di accesso dirette
Permettono ai ricordi di emergere in modo 'vivo' e di essere integrati nel presente. Sono vie di
accesso adatte a che sta percorrendo un cammino evolutivo, di trasformazione di s e a chi di
fronte ad un cambiamento. Fra queste rientrano tecniche fra loro diverse, molte delle quali sono
usate nelle scuole di meditazione e/o nei percorsi terapeutici. Abbiamo, tra le altre:
il lavoro con le memorie spontanee

la meditazione guidata
lipnosi regressiva
lo psicodramma
le vie creative, come il disegno con la mano sinistra
Naturalmente nella scelta delle tecniche verso cui orientarsi, va tenuto conto dell'esistenza di diversi
approcci alla reincarnazione.
Il lavoro con le memorie spontanee
Un ricordo spontaneo, in qualunque forma esso si presenti, come qualcuno che bussa alla nostra
porta: segnala il momento in cui siamo pronti per confrontarci con un passato ancora aperto.
Questo il motivo per cui sempre interessante approfondire per comprendere cosa quel ricordo ci
sta portando.
Un modo lavorare con quelle tecniche, come quelle gestaltiche, che mirano ad amplificare quanto
contenuto nel frammento del ricordo, sia esso unimmagine, una sensazione, un sentore o altro.
Tramite lamplificazione come se il frammento di ricordo si allargasse e alla nostra coscienza
possono ora emergere altri materiali, per comporre il quadro completo. Tali tecniche presuppongono
una persona esperta che guidi il lavoro con chi desidera ricordare.
Un frammento di ricordo pu inoltre essere ulteriormente esplorato in meditazione, con lipnosi, lo
psicodramma e tramite le vie di creativit.
Se il ricordo emerge nei sogni, possono essere usate le tecniche che mirano al dirigere i sogni, sia
tramite specifiche visualizzazioni prima di adddormentarsi che tramite luso di cristalli.
La meditazione guidata
Consiste in un viaggio di immaginazione guidato, secondo un percorso che prevede in primo
luogo un rilassamento corporeo profondo e in seguito la possibilt di accedere a memorie profonde.
La meditazione o immaginazione guidata da millenni stata usata dalle vie di sviluppo spirituale ed
stata pi recentemente esplorata anche nel corso delle ricerche scientifiche sul nostro
funzionamento cerebrale. Essa un metodo estremamente naturale.
Noi sfruttiamo ordinariamente solo una piccola parte delle nostre facolt mentali e solo piccle aree
del nostro cervello si attivano in quello che chiamiamo pensare. La meditazione guidata permette di
risalire alle nostre vite passate sfruttando le risorse che emergono naturalmente quando, tramite
semplici tecniche introspettive, si stimola un utilizzo pi completo delle nostre facolt mentali.
Nata dunque dalla sintesi di tecniche di meditazione orientali con le pi recenti scoperte della
neuro-scienza sulle onde cerbrali, la meditazione guidata si distingue nettamente dai metodi basati
sull'ipnosi regressiva in quanto chi la pratica rimane completamente sveglio, cosciente e
consapevole per tutta la durata della meditazione e non ha bisogno di far filtrare da nessuno il
resoconto di ci che emerge, perch lui stesso a percepire direttamente il contenuto delle sue vite
passate come pure a co-dirigere lo svolgimento della seduta.

Lintera meditazione si svolge solitamente in uno stato di profondo rilassamento o trance leggera,
simile a quella in cui ci troviamo quando siamo completamente presi da un ricordo o da una
sensazione, quando tutto in noi concentrato nellascolto interno e quanto ci circonda si attutisce e
scivola in secondo piano fino a scomparire quasi. Come accade in altri tipi di meditazione, la
regressione alle vite passate un processo per ricevere risposte in una condizione di rilassamento.
E possibile per chi sta ricordando le proprie vite passate memorizzare il percorso della meditazione
guidata e portare avanti il lavoro riprendendolo a casa. In questo modo si approfondisce la propria
capacit di rilassamento rilassarsi qualcosa che si pu apprendere - e si rende pi completo e
profondo il lavoro che viene fatto negli incontri guidati.
E sconsigliabile e pericoloso invece cercare di lavorare completamente da soli memorizzando o
incidendo su cassetta i testi che si trovano in molti libri sulle vite precedenti.
Lipnosi regressiva
E la tecnica comunemente usata dalla pi parte dei terapeuti delle vite passate e si basa
sullinduzione di una trance profonda nella quale la consapevolezza recede fino talvolta a rendere
necessaria la registrazione della sessione perch il paziente non ricorda, una volta emerso dalla
trance ipnotica, quanto successo.
Per quanto lipnosi sia stata usata in larga misura nella prima met del secolo dai terapeuti pionieri
del lavoro con le vite passate, tende ora ad essere progressivamente abbandonata per diverse
ragioni.
E ormai noto che il fatto che ricordi emergano sotto ipnosi non una garanzia della loro veridicit,
tanto vero che lipnosi stata scartata come prova giudiziaria in quanto inaffidabile.
Inoltre, con il passare del tempo, molti operatori si sono resi conto che non necessaria una trance
profonda per aprire il contatto con le vite precedenti e che ci pu acccadere con facilit sia in stati
intermedi di trance che, come in meditazione guidata, in stati di trance leggera.
La stessa ipnosi, come tecnica, notevolmente cambiata nelle moderne forme di terapia ipnotica
derivate dal lavoro di Milton Erikson e sviluppate dalla PNL, forme nelle quali lidea di trance
come opposta allo stato consapevole si trasformata nel concetto di un continuum mobile in cui il
paziente si sposta, entra ed esce continuamente passando dallo stato pienamente sveglio e
consapevole alla trance e viceversa pi volte nellarco di poco tempo.
Lo psicodramma
Lo psicodramma, nato per opera dello psichiatra J.L. Moreno negli anni '20, un metodo
dapproccio psicologico che consente alla persona di esprimere, attraverso la messa in atto sulla
scena, le diverse dimensioni della sua vita e di stabilire dei collegamenti costruttivi fra di esse.
Pu essere diretto da una persona formata con con un cliente o, pi frequentemente, con un gruppo.
Lo psicodramma si adatta allesplorazione dei ricordi di vite precedenti, siano essi spontanei o
frutto di un precedente lavoro in meditazione e ne permette approfondimento, comprensione
profonda e integrazione con il presente.
Esso facilita, grazie alla rappresentazione scenica, lo stabilirsi di un intreccio pi armonico tra le
diverse istanze, presenti e passate, e porta alla riscoperta ed alla valorizzazione della propria
spontaneit e creativit.

Sul palcoscenico chi protagonista attivamente impegnato a conoscersi ed a sviluppare le sue


risorse: ascolta le diverse parti del suo mondo interno e relazionale, i suoi dubbi, le sue domande, i
suoi talenti, i suoi blocchi, i sui desideri, i suoi bisogni Cos facendo avviamo un dialogo interno
che ci conduce a cogliere possibili soluzioni ai conflitti intrapsichici e/o di relazione con gli altri e
col mondo esterno. In questo procedere si trovano stimoli e conferme nella partecipazione e
nellappoggio sia dello psicodrammatista che delleventuale gruppo.
Con lo psicodramma siamo messi in condizione di (ri)sperimentare delle situazioni piuttosto che di
raccontarle. La messa in scena permette di avviare, in un contesto protetto e rassicurante, un dialogo
percepibile, attivo e costruttivo fra i diversi aspetti di noi. Possiamo giungere cos ad un pi alto
livello di coscienza di s e di fiducia, e possiamo accedere a modi maggiormente spontanei e
creativi nel relazionaci a oi stessi e agli altri.
Lo psicodramma pu con estrema naturalezza essere utilizzato nella messa in scena delle nostre vite
passate, cos come della presente vita. Le vite precedenti offrono inoltre una scena gi "teatrale" in
partenza, essendo ambientate in altre epoche e in altri luoghi; il lavoro viene facilitato dalla parziale
disidentificazione dei protagonisti della vita passata, che sentiamo essere noi e contemporaneamente
non i noi attuali.
Il disegno con la mano non-dominante e altre tecniche creative.
E possibile utilizzare gli strumenti creativi, ad esempio il disegno o la modellazione dellargilla, in
modo che lattivit creativa diventi una forma di meditazione e di contatto con le parti di noi
solitamente lontane dalla coscienza. Tale contatto pu essere anche nella direzione di una scoperta
di temi delle nostre vite passate.
Dal punto di vista pratico, si tratta in genere di bypassare la consapevolezza ordinaria operando ad
esempio ad occhi chiusi e con la mano non dominante.
Tali tecniche sono molto adatte quando incontriamo dei blocchi nellesplorazione di una vita
precedente, con le persone che hanno difficolt nel lavoro in meditazione guidata o per aprire nuove
prospettive su un tema.
Potete trovare un esempio di tali tecniche, il disegno con la mano non dominante e il lavoro di
accesso alle informazioni in esso contenute, nel bel testo di Bettye Binder Scopri le tue vite
precedenti (vedi bibliografia).
Tutte le tecniche 'dirette', ad eccezione dell'ipnosi regressiva, vengono da me usate nel lavoro con le
vite passate...

Come ricordare le nostre vite precedenti


Ricordare una vita precedente.
E un argomento molto delicato, perch parliamo di trasmigrazione o reincarnazione delle anime,
che rinascono quindi in un altro corpo, dopo aver abbandonato linvolucro con la sua morte fisica.
Sono molti i movimenti religiosi e filosofici che abbracciano tale tesiluniverso costellato da
anime che si reincarnano per portare a termine compiti o per migliorarsi ulteriormente.
La coscienza quindi non sarebbe parte integrante del cervello ma unentit distinta che agisce con
un proprio scopo e procedimento. tutti voi sicuramente ricordate i vari specials televisivi, dedicati
a persone che, grazie allaiuto dellipnosi regressiva, ricordavano le loro vite precedenti!!! Per non
parlare di persone giovanissime, che spiegavano nel dettaglio, case e paesi dove avevano vissuto in
altre vite, ma che non rientravano nelle loro conoscenze di vita odierna.
Come ricordare le vite precedenti e la morte che le accompagnava????
Vi faccio un esempioavete paura di qualche animale in particolare??? Per paura intendo una vera
fobiacome se la sola vicinanza vi mettesse angoscia.ebbene, probabilmente, in unaltra vita
quellanimale stato una delle cause della vostra morte..
Io ad esempio, pur avendo capacit natatorie di gran livello, non tollero lacqua profonda e se non
vedo e tocco il fondo, vado in panico!!!! Presumo che in unaltra vita, io sia morta annegata o
trascinata dalla corrente del mare.
Inoltre ho la fobia dei cavalli.appena ne vedo uno, pur ammirando la sua bellezza, fuggo
via.spaventata dal fatto che possa imbizzarrirsi e farmi del male.forse in unaltra vita, il cavallo
stato lartefice della mia morte??? Sono caduta da cavallo, fino a farmi molto male???
Queste fobie potrebbero aiutarci a ricordare meglio il nostro passato oscuro delle vite precedenti,
ma anche la meditazione ricopre un ruolo importante per tale ricerca.
Voi tutti sapete che sfruttate solo una parte minima delle vostre facolt mentali e solo piccole aree si
attivano nel nostro cervello quando pensiamo con la meditazione guidata andiamo a stimolare
in maniera completa le nostre innumerevoli facolt mentali.
Al contrario dellipnosi regressiva, dove il soggetto perde coscienza e ne attiva unaltra, con la
meditazione guidata si rimane svegli e consapevoli, partecipando attivamente al ricordo delle vite
precedenti.
La meditazione ci spinge al ricordo, facendo tacere gli stimoli esterniin questo stato di profondo
rilassamento, il soggetto riceve e visualizza ricordi
Ho trovato anche un metodo magico per ricordare qualcosa del nostro passato. una sorta di
incantesimo.
Procuratevi solo una candela bianca.

Siete di fronte al vostro specchio, la luce della candela illumina il vostro viso, la candela non deve
essere visibile nello specchio, solo la luce verr riflessa (particolare importante da non trascurare
per la buona riuscita)
Spegnete la luce della camera, il buio deve regnare attorno a voi, la luce della candela illumina i
tratti del vostro viso.ora sedetevi e guardate attentamente il vostro viso, i vostri occhi e quando vi
sentite davvero rilassati, recitate tali parole
Oracolo della luce lunare, mandami la seconda vista
Fissate intensamente i vostri occhi.evitate di battere le palpebre finch potete.a questo punto se
lincantesimo funziona, il vostro viso si dissolver e ne apparir un altrola visione dura poco
poco.guardate attentamente il visoi vestitilambiente.lemozione sar grande ma cercate di
rimanere calmi.
Questo incantesimo non sempre riescearmatevi di pazienza e controllo forse qualcosa verr
fuori.chiss!!!
Riepilogando.per ricordare le vite precedenti, possono essere utili lipnosi regressiva e la
meditazione guidatama anche i sogni possono aiutarcie non poco!!!
Vi mai accaduto di sognare di vivere in unepoca diversa dalla vostra??? Di avere una carnagione
diversa, colore di capelli e occhi completamente allopposto di come siete nella realt???
Ebbene state ricordando la vostra vita precedentequando sognate di morire cadendo dallalto,
probabilmente portate dentro di voi ancora il ricordo sconcertante di tale avvenimentose sognate
di annegare idemcosi pure lincubo degli incidenti stradalimolto probabilmente ricordate
lincidente che fu fatale in altre epoche!!!!
Le persone che non amano mettere la sciarpa dinverno e mal tollerano anche foulardmolto
probabilmente sono morte con laccio alla golasoffocatiimpiccati.ricordo una foto in cui una
amica, dopo aver fatto sviluppare il rullino (tempi arcaici anche quelli), appariva, inspiegabilmente,
con una mano sulla sua golanon so come sia venuta fuori questa mano ma, vi assicuro che stato
sconcertantelei stessa mi disse che sognava spesso di avere mani attorno al collo che la
soffocavanoche sia morta uccisa da qualche maniaco dellepoca????
Gli interrogativi sono davvero tanti e le soluzioni vanno cercate dentro di noi chi ha paura di
uscire la notte, porta con s la fobia di una morte in ora notturna. chi ha paura di affacciarsi su di
balconi molto alti, porta con s la paura di essere precipitato o buttato gi da qualche sporgenza.
Una mia parente, in auto guida con schiena appoggiata e protetta da un asciugamanolei dice di
ricordare che mentre guidava, in unaltra vita, stata raggiunta da un proiettile nella parte centrale
della schiena e cosi ogni tanto si affossa nel sedile auto. Pazzesco !!!!
Ricordo ancora una persona mia amica, che aveva dentro casa i coltelli raccolti in buste e sistemati
in cassetti mi disse che aveva la fobia dei coltelliperch nei suoi sogni ricorreva spesso del
sangue a livello della sua gola e profonde ferite da lame di coltello.anche questo potrebbe essere
un ricordo di vita precedenteo no???
E quando incontrate una persona, che vi sembra di conoscere da tempo e con cui instaurate un
rapporto affettivo o di amore???

Ebbene s, vi siete gi amati in unaltra vitaprobabilmente le cose non sono andate per il verso
giustoe state riprovando a farle funzionare in questaltra epoca!!!
Forse fallirete anche questa volta nel vostro intentoma perch non tentare??? Avrete comunque
vissuto di nuovo un grande amore e tante emozioni forti.
Buona vita a tutti.

SCOPRI CHI ERI NELLA VITA PRECEDENTE


Dopo le teorie e le esposizioni colte sul tema della reincarnazione passiamo alla pratica, che vi
proponiamo sotto forma di gioco. Quello che vi presentiamo anonimo e senza data, circolava agli
inizi degli anni Settanta fra gli adepti di un gruppo yoga minore, l'Adhyatma Yoga, in una piccola
regione dell'India. Come gioco fu comunicato e come tale lo offriamo ai nostri lettori (ma soltanto
tale?). Esso ci dir se nella vita precedente si era un uomo o una donna, che tipo di personalit si
aveva, che lavoro si faceva, in quale luogo della terra si viveva e il charma, che la missione
essenziale che si deve compiere nella vita attuale. Il gioco non difficile da farsi. L'importante
munirsi di carta e penna, giacch i vari passaggi indicati dalle istruzioni sono concatenati tra loro, e
seguire le regole come un filo d'Arianna. Dopo un paio di volte che lo avrete fatto, ve ne sarete
disinvoltamente impadroniti e potrete farlo in pochi secondi ai vostri amici. Sarti divertente scoprire
che la timidona della vostra compagnia nella sua precedente esperienza di vita magari era un aitante
soldato di ventura! Buon divertimento, dunque, e buona meditazione sulle scoperte che farete.

Come procedere
Considerate la vostra data di nascita completa per individuare con l'aiuto, della tabella n. 1 la vostra
lettera guida. Facciamo l'esempio, di una persona nata il 22 luglio 1939. Scomponete le cifre
dell'anno e considerate le prime tre partendo da sinistra, c' 193, e l'ultima a destra, che il 9 (se
siete nati nel 1951 considerate 195 e 1 e cos! via).
TABELLA 1 LA LETTERA-GUIDA
Cercate ora nella tabella n. 1 le prime tre cifre dell'anno che vi riguarda, poste nella colonna
verticale di sinistra, e fate scivolare orizzontalmente il dito lungo le caselle delle lettere fino a
incrociare la cifra finale del vostro anno, che si trova nella colonna orizzontale in alto. La lettera
posta all'incrocio fra i due gruppi di cifre la vostra lettera guida. Scrivetela sul foglio di carta.
Rifacendoci all'esempio della persona nata nel 1939, osservate che il 193 incrocia il numero 9 alla
lettera T questa sar dunque la sua lettera guida. Essa servir per scoprire se nella vita precedente
eravate uomo o donna, il tipo di lavoro e di personalit che vi contraddistingueva, il luogo e l'epoca
in cui siete vissuti e lo scopo della vostra attuale reincarnazione. Procedete cos.

Di che sesso eri


Consultate la tabella n. 2 e cercate il vostro mese di nascita nella casella posta sotto la colonna
mese di nascita. Come potete osservare, la tabella divisa in due parti, una che porta all'estrema
sinistra il simbolo del sole (Sole, maschile), una a destra con il simbolo della luna (Luna,

femminile). Se l'incontro tra mese di nascita e la lettera guida precedentemente trovata avviene nella
parte a sinistra, posta sotto il simbolo del sole la persona era nella vita precedente un uomo; se
l'incrocio avviene nella parte a destra, era una donna.
TABELLA 2 ERI UOMO, ERI DONNA
Scrivete, dunque, il simbolo sul vostro foglio.
Nei caso del nostro, esempio (22 luglio 1939) luglio e la T (lettera guida) si incrociano alla sinistra
della tabella posta sotto il simbolo del sole questo significa che la persona nata il 22 luglio 1939 era
nella vita precedente un uomo. Come verifica, potete osservare infatti che nella parte destra della
tabella, posta sotto la Luna, all'altezza di luglio, la T non compare nelle caselle delle lettere.
La tua attivit
Fate sempre riferimento alla tabella n. 2 e cercate ancora, nella colonna verticale di sinistra, la
casella con il vostro mese di nascita. Fate scivolare il dito orizzontalmente fino a incrociare la
lettera guida, ora salite verticalmente fino a incontrare il numero posto nella colonna in alto (numeri
del lavoro). Quello, che incontrate il vostro numero del lavoro. Noterete poi che accanto al mese
di nascita c' una lettera: quella del vostro lavoro. Il simbolo del lavoro sar dato dunque dalla
combinazione del numero e della lettera del lavoro.
Annotatela sul foglio.
TABELLA 2 CHE LAVORO FACEVI
Esempio - la persona nata il 22 luglio 1939 porter il dito sulla casella di luglio ; lo far scivolare
orizzontalmente fino a trovare la sua lettera guida (che, come sappiamo, la T); a questo punto
facendo scivolare ancora il dito verticalmente verso l'alto si incrocia il numero 7 (numero del
lavoro), che si accoppia alla lettera del lavoro posta nella colonna accanto al mese di nascita, nel
nostro esempio A - 7A dunque la sua sigla del lavoro.
La persona del nostro esempio, dunque, dovr andare a leggere nella Tabella n.5 Lavoro e alla
voce 7A, le indicazioni relative a questo responso.
L'indole che ti caratterizzava
Nella tabella n. 2 potete osservare che in alto c' anche una colonna orizzontale con alcuni simboli
geometrici sono quelli corrispondenti al tipo di personalit che avevate nella vita precedente.
Ricavare il proprio e semplicissimo: quello che sovrasta il personale numero del lavoro.
Disegnatelo sul vostro foglio.
Per trovare quello del nostro esempio, e cio della persona nata il 22 luglio 1939, baster dunque
osservare qual il simbolo sovrastante il suo numero del lavoro. Vediamo che il simbolo della sua
personalit il quadrato con all'interno un cerchio.
Ma per leggere il responso della personalit occorre anche identificare il numero corrispondente al
luogo di nascita in cui siete vissuti nella vita precedente. Per saperlo, necessario consultare la
tabella n. 3 e procedere nel modo seguente:

o Individuate il vostro simbolo geometrico della personalit nella colonna verticale di


sinistra.
o Cercate fra tutti i numeri delle caselle orizzontali poste accanto al simbolo e dopo i
numeri del luogo quello del vostro giorno di nascita. Fate scorrere il dito verso l'alto
fino a incrociare la colonna dei giorni della settimana e scoprirete anche (o
verificherete se gi lo conoscete) qual il vostro in questa vita.
o Fate poi scorrere il dito orizzontalmente verso sinistra fino a incrociare la casella con i
numeri corrispondenti alle colonne Luogo, tenendo presente che se nella vita
precedente eravate un uomo considererete il numero posto sotto la casella Luogo con il
simbolo del sole, se eravate donna Luogo con il simbolo della luna.
Annotate il numero.
Verificate se tale numero pari o dispari. Andate quindi a leggere nell'tabella n.6 della personalit il
responso della vostra personalit in base al vostro simbolo geometrico e alla voce pari o dispari, a
seconda del numero trovato.
Esempio: il nativo, del 22 luglio 1939 ha come simbolo della personalit il quadrato con all'interno
un cerchio. Cercate nella tabella n. 3 tale simbolo e il giorno 4 nascita 22 (che corrisponde come
potete osservare al sabato). Puntate il dito, fatelo scivolare orizzontalmente verso sinistra e
fermatelo quando avr incrociato il numero posto sotto la colonna Luogo con il simbolo del sole (il
nativo, abbiamo visto, era un uomo) troviamo il numero, 54, pari. Il responso sulla sua personalit
si trover dunque alla voce con il simbolo del quadrato con all'interno un cerchio: pari.
Il luogo in cui sei vissuto
Il numero del luogo trovato consultando la tabella n. 3 vi servir ovviamente per conoscere il Paese
o il continente in cui siete vissuti. Alla tabella n. 7 "Il luogo della vita precedente" troverete accanto
al vostro numero il Paese.
TABELLA 3 QUI SAPRAI DOVE SEI VISSUTO
Esempio: al 54, numero del luogo del nativo del 22 luglio 1939, corrisponde come nazione, le
Filippine.
L'anno in cui sei vissuto
Consultate la tabella n. 4. Cercate nella colonna di sinistra, in cui sono indicati i mesi, il vostro
mese di nascita. Fate scorrere il dito orizzontalmente fino a incrociare la vostra lettera guida
(colonna orizzontale in alto): il numero che troverete quello dell'anno nel quale siete nati.
Esempio: il nativo del 22 luglio che ha come lettera guida T scoprir di essere vissuto nel 1850.
TABELLA 4 LA TUA EPOCA ERA...
IL LUOGO DELLA VITA PRECEDENTE
QUESTO E' LO SCOPO DELLA TUA VITA ATTUALE

Dopo aver scoperto chi eravate nella vita precedente vi diciamo ora qual l'azione che dovete
compiere in questa vita per evolvere. Quale meta dovete raggiungere e perch vi siete reincarnati.
Potete leggerlo in queste pagine dopo aver seguito le regole qui sotto descritte.
Consultate la tabella n. 3 e cercate il vostro simbolo della personalit e il vostro giorno di nascita
(secondo lo stesso procedimento utilizzato per la ricerca del luogo), fate scorrere il dito verso l'alto
fino a incrociare la colonna dei giorni della settimana (dom., lun., mar., ecc.). Sopra quello in cui
siete nati troverete anche un simbolo con una o due frecce: quello che vi riguarda e di cui
leggerete il responso nella tabella n. 8.
Esempio: il nativo del 22 luglio 1939, che ha come simbolo della personalit il quadrato con
all'interno un cerchio, e che nato di sabato, ha come dharma le due frecce (una rivolta in alto e
l'altra in basso.
TABELLA 8 LO SCOPO DELLA VITA ATTUALE

Tabella 1

Tabella 2

Tabella 3

Tabella 5
LAVORO
1A. Tu lavoravi a contatto con la terra.
2A. Esploravi lo sconosciuto.
3A. Inventavi e talvolta facevi pi lavori insieme, e le persone non sapevano dire cosa tu facessi.
4A. Tuo il veleno per la freccia e l'alchimia, e i profumi.
5A. II tuo talento era nelle tue mani, e sapevi maneggiare la vela, e costruire, e cuocere il cibo; e
vivevi nomade.
6A. Tua era Parte dell'orafo, e dei gioielli.
7A. Tu eri uno stregone, un erborista, tu curavi le persone e gli animali dai loro mali.
1B. Tu eri un artigiano, e vivevi in una casa di alberi, e pescavi.
2B. Tu conoscevi le arti della topografia, e della misurazione e comprensione dei segni del cielo.
3B. Tu facevi strade, e ponti, e porti, ma anche conoscevi i segreti delle citt dentro il petto
dell'uomo.
4B. Guerriero e cacciatore, macellaio e pescatore e, un tempo, prete sacrificale.
5B. Tu vivevi solitario, ed eri mago e artista.
6B. Tu sapevi fabbricare le navi, e condurle, e conoscevi come trovare l'acqua nei pozzi.
7B. Tu eri esperto nell'arte della costruzione della casa, e facevi le statue degli dei.
1C. Tu lavoravi vicino agli animali e alla natura.
2C. Tu eri un capitano, un condottiero, un capo.
3C. Custodivi il tempio, e i libri sacri.
4C. Tua era la musica e la poesia, e le invocazioni magiche, e le feste nel tempio.
5C. Eri un commerciante.
6C. Vivevi solitario, monaco o recluso.
7C. Tu scrivevi e conoscevi le cerimonie rituali e della trib.
1D. Tu curavi i piccoli animali, ed eri insegnante.
2D. Tu eri il prete, lo stregone.
3D. Tu guardavi ai cibi e agli abiti, alle cose solide, all'ossequio delle norme antiche.
4D. Tu scrivevi musiche e commedie.
5D. Eri un personaggio importante, che maneggiava molto denaro, e le vite altrui, e scriveva la
storia.
6D. Eri vicino al ghiaccio, e ti occupavi di vetri, e della terra, e insegnavi.
7D. Tua era la danza, e il canto.

Tabella 6

La personalit
Pari
Dispari
Eri attivo e pieno di ambizione, e molto lavoravi Sotto un volto tranquillo celavi la ribellione e
e ti industriavi, ed eri dominante nella tua cercavi il cambiamento, ed eri un capo nelle
famiglia; ed eri spesso fortunato.
ombre.
E tu amavi la bellezza, e tutto trasformi in
bellezza e in colori.

E grande disciplina avevi ricevuto, e


celi in te pi cose di quanto mostravi, e
non conoscevano i segreti del tuo

petto.
Tu eri un ricercatore della verit e della saggezza, E tu eri sempre in movimento, e cercavi terre
e sapevi che saresti rinato, ed eri luce
nuove, e talora eri solo.
agli altri.
Eri quello delle mani e delle cose, e non amavi Eri ostinato, capace della passione dell'odio, e di
ci che sconosciuto, e aiutavi i pi entusiasmo, ed eri sicuro di te, e conoscevi le
deboli di te.
cose terrene.

Tu eri il sadhu (saggio) errante, il mistico dalle Tu avevi il dono del distacco, e della calma, e
siddhi (capacit) occulte.
sapevi come guarire senza avere
studiato come.

Tu cercavi e trovavi, e studiavi, perch il tuo Tu eri l'assetato di cose nuove, di mondi nuovi, e
sapere ti innalzasse agli occhi delle il tuo animo cambiava come le onde del mare e
persone.
come le nuvole del cielo.

La tua mente conosceva come calcolare e contare E non avevi piet verso il tuo compagno e i tuoi
le cose, tu sapevi le leggi del cielo e della terra, e schiavi, e sapevi valutare le cose, e comandare, e
le persone non ti capivano perch eri diverso da dominare, e non sempre ti amavano. Pur se
loro, ma assai ti rispettavano.
ammiravano la tua forza.

Tabella 7

Tabella 4

Tabella 8
SCOPO DELLA VITA ATTUALE
Per i nati dall'1 all'11 del mese
Comprenderai e proteggerai la natura e i suoi
doni.

Per tutta la vita ti sentirai diverso dagli altri uomini,


perci di loro dovrai essere guida.

Metterai la tua mano sulla spalla di chi soffre, Tu innalzerai lo stendardo dell'amore, della felicit
e porgerai loro il tuo aiuto.
e dell'entusiasmo, e lo mostrerai a tutti gli altri
uomini.
Aumenterai la tua fiducia in Brahma, e
studierai e sarai saggio.

Darai a coloro che sono meno fortunati, ai malati e


ai solitari la tua lampada di saggezza.

Tu studierai le antiche arti delle siddhi (poteri


paranormali ottenuti attraverso la pratica della
dottrina religiosa e della
respirazione).
Per i nati dal 12 al 21 del mese
Come fecero molti mahatma (grandi
Tu toccherai i luoghi e le persone tristi, e
personaggi) del passato, ebbene tu imparerai a
diverranno, pi belli; e sorriderai a tutti.
essere umile, e a obbedire al dharma (legge
spirituale).

Cercherai e troverai un maestro, che ti


spiegher ci che devi conoscere.

Abbandonerai l'ambizione, che come un cocchio


chiuso che rende prigioniero, e darai amore e bhakti
(devozione), e accenderai nel cuore della gente
speranza e pace.

Apprenderai a divenire perseverante e


Tu cercherai, troverai e userai l'unita di tutte le cose
determinato come il guerriero, e ad affrontare
nella vita.
le prove con spirito di vincitore.

Tu come valente capo ridurrai la violenza e la


discordia, e almeno, ne capirai le
cause.
Per i nati dal 22 al 31 del mese

Apprenderai la pazienza, la comprensione, la Aumenterai la generosit e diverrai meno attaccato


serenit e aiuterai con la calma le persone a te
ai tuoi beni.
vicine.

Porgerai la tua mano ai vecchi e ai molto


piccoli.

Vincerai la gelosia e il pregiudizio, e insegnerai agli


altri a farlo.

Sei qui per insegnare come avere cura degli


Deporrai il tuo egoismo come un mantello vecchio,
altri, la tua vita sar pi felice quando aiuterai
e di quelli intorno a te avrai cura.
gli altri.

Vi magia in ogni cosa intorno no a te, in ogni


oggetto ed evento. Tuo il compito di vedere
la magia, e di aiutare gli altri a vederla. Tu sei
il mago.
PER SCOPRIRE CHI ERAVATE IN UNA VITA PASSATA
Chiudere la porta della stanza, mettere uno specchio davanti a s. La stanza deve essere buia.
Accendere una candela davanti allo specchio, non deve essere riflessa direttamente.
Lo specchio deve riflettere solo il volto.
Poi si devono fissare i propri occhi, senza togliere lo sguardo dallo specchio. E' una meditazione di
20-30 minuti le prime volte.
Nel giro di due o tre giorni ci si dovrebbe accorgere di un fenomeno singolare, il volto assumer
nuove fisionomie, comincer a cambiare, un volto diverso che non riconoscerai neppure come il
tuo.
Cominceranno ad apparire volti di vite passate.
Dopo una settimana, il volto diventer come una pellicola di tante immagini.
Dopo la terza settimana, accadr la cosa pi strana: tutto ad un tratto lo specchio non rifletter pi
nessun volto.
Chiudere gli occhi e guardare l'inconscio.
Solo allora si comincer a vedere chi siamo veramente stati nella vita passata.
E' una meditazione molto forte e richiede tanta forza ma anche una certa serenit interiore.
Questo singolare tipo di rituale, lo usavo gi dallet di 10 anni, ma dentro non ci ho mai visto il
mio volto reale, tuttaltro ci vedevo gli spiriti.
Se si cerca bene nellesoterismo lo specchio si usa per svariate cose, come detto vedere gli spiriti
(demoni), richiamare visioni ed aprire porte dimensionali, per non tralasciare la mitica ipnosi auto
suggestiva.
CITAZIONE (Franlook @ 23/1/2009, 06:47)
Scusate la domanda idiota ma nelle vite passate si era sempre esseri umani o si pu essere anche
altro?

Come ha detto gi RD nelle culture induista buddista e taoista, si crede che ci sia una scala
evolutiva per lanima, che in prima e una forza naturale poi animale poi umana.
(fondamentalmente induista):
ma uno dei fattori che indica che si pu essere anche un dio, che ha violato le leggi karmiche ed e
disceso di grado.
o pure un demone che si e evoluto.

Tecnica per ricordare la vita precedente


1. Sedetevi o sdraiatevi in una zona tranquilla, al buio un momento in cui siete attenti e non
assonnati, affamati, o distratti.
2. Sdraiatevi sul letto, o dove avete scelto di condurre la vostra auto-ipnosi, e rilassatevi per
qualche minuto. Chiudete gli occhi. Assicurandovi che siete comodi. Sdraiati sulla schiena di
solito, funziona meglio. Tenete le mani lungo i fianchi semplicemente per non creare
confusione e perdere la concentrazione. Prestate attenzione alla temperatura dellambiente, che
sia abbastanza caldo o freddo durante la prossimo mezz'ora.
3. Proteggersi dal male. Mentre siete l nella vostra comoda posizione, immaginate una luce
bianca che avvolge tutto intorno a voi. Immaginate che essa splenda nei piedi, le gambe, le
ginocchia, le cosce, il busto e le braccia, il collo, il viso, la testa. Questa luce bianca vi protegge
da tutte le influenze negative. Essa rappresenta l'amore e il calore e l'illuminazione in
unabbagliante nebulosit intorno a voi, nella sua brillantezza, protegge dal male. Per tutto il
tempo, che immaginate queste cose, dite a voi stesso pi e pi volte, "La luce bianca la mia
protezione, mi tiene sicuro ... luce bianca di protezione, tienimi al sicuro ..."
4. Immaginatevi in un lungo corridoio, con una grande porta alla fine. Vedete questo corridoio in
dettaglio per quanto possibile, qualunque cosa vi venga in mente. Il vostro corridoio pu
essere tutto d'oro e filigrana, o come una cattedrale gotica, o interamente costruito con pietre
preziose. Non importa. Fate qualcosa, e utilizzate la visualizzazione stessa ogni volta che si
tenta di ricordare una vita passata. Immaginate questo corridoio con l'attesa che quando si
arriva alla fine, quando si raggiungerete la grande porta e girate la manopola, si vedr qualcosa
di una vita passata.
5. Accettate la prima cosa che si vedrete al di l di quella porta come qualcosa da una vita passata.
Potrebbe essere qualcosa di astratto, come il colore giallo, o il pi chiaro e vivido come un
amatissimo caro. Il vostro compito quello di prendere qualsiasi cosa vedrete e spiegare su di
essa Il colore giallo? Se tenete le immagini nella vostra mente, accettando tutto ci che
ricordate, potreste scoprire che il giallo diventa un tappeto. Con concentrazione maggiore
potreste rendervi conto che se rovesciate quel tappeto.
6. Se non vedete nulla, provate a pensare a qualcosa che sempre piaciuto, un hobby preferito, la
destinazione di viaggio. Chiedetevi: "Perch mi piace questo? Questo pu essere vita correlato
a una vita precedente?" Se ancora non vedete niente, provate con questo metodo: Guardate i
vostri piedi, e pensate al primo paio di scarpe che indossereste. Potreste vedere dei sandali, e
poi rendervi conto che state indossando una tunica. Potreste vedere scarpe a punta, e rendervi
conto che state indossando un abito di seta da Gran Gal.
7. Una volta che avete in mente una cosa - anche se solo un paio di scarpe - e se siete abbastanza
certi c' che ci sia un pizzico di verit in esso, possibile avviare la prossima meditazione da l.
Sempre iniziate ogni sessione con qualcosa che avete gi visto. Lavorate sempre dal noto
all'ignoto.
8. Accettate ci che vedrete. Sembrer che stiate inventando queste immagini. Ma queste visioni
hanno quasi sempre un briciolo di verit. Dovrete solo scoprire con certezza. La vostra mente
analitica dovr abbattere ogni immagine, prodotto della vostra immaginazione.

9. Salvo che abbiate dovuto rimuovere un ricordo spiacevole, di solito quello che accadr che
una volta finito il ricordo semplicemente le immagini avranno smesso di venire a voi. Non
avete scelta se non quella di aprire gli occhi. Se ci non accade, semplicemente tornate a
immaginare la porta con la quale avete cominciato. Aprite la porta. Ritornate alla lunghezza del
corridoio, visualizzatelo come in precedenza - e dire a te a voi stessi di raggiunge il punto di
partenza.

Scopriamo le vite passate con i Tarocchi : il metodo della


Vita Passata
E possibile che siamo esistiti in una vita diversa, dove eravamo qualche altra cosa, o qualcun altro?
Esiste una vita passata?
E convinzione di molti che su questa terra, o da qualche altra parte dellinfinito universo, abbiamo
vissuto unaltra vita , in una dimensione cosmica , senza soluzione di continuit , che ci ha condotto
in questa dimensione immersi in questa realt che viviamo al presente.
Ora se con i Tarocchi diviniamo, o cerchiamo di farlo, il futuro, perch non potremmo utilizzarli per
scoprire chi eravamo e cosa eravamo?
Anzi, se vero, come vero, che le lame dei misteriosi Tarocchi, racchiudono in loro il significato
derivato direttamente dalle antichissime tradizioni divinatorie, e quindi quella storia, quella parte
della storia , che riguarda anche noi e le nostre vite passate, sicuramente , e a maggior ragione,
potranno svelarci la parte di storia diretta che ci riguarda.
I Tarocchi dunque come tesoro universale del nostro passato, come scrigno imperscrutabile di
filosofia dellessere.
Un metodo per scoprire le nostre vite passate
Esistono nella realt vari metodi che si propongono di condurci per mano alla scoperta di chi
eravamo in unaltra vita e come questo influenza quello che siamo oggi.
Ne abbiamo scelto uno, detto anche Karmico, che, vuoi per semplicit, vuoi per praticit, si rivela
essere sicuramente quello pi universale.
Lo abbiamo reso disponibile nella nostra sezione dedicata alla cartomanzia gratuita
immediatamente pronto per le Baraja Spagnole, per i Tarocchi Italiani, per i Tarocchi Egiziani e per
i
Tarocchi
dellAmore.
E un metodo facilmente comprensibile, disponibile anche per coloro che poi volessero
approfondire.
E un metodo a sette carte, con due poste alla base , e un quadrato sovrapposto formato da quattro
lame con la quinta posta al centro: una sorte di specchio su una base, uno specchio che riflette
quello che eravamo.

Spiegazione del metodo della altre vite.


Intanto va chiarito che tutte le carte sono ugualmente importanti, compresa quella del futuro: chi
andasse subito al sodo per scrutare il futuro senza percorrere il naturale svolgimento del consulto
e quindi del responso, oltra a fare un grosso torto al metodo stesso, ne svilirebbe il grandissimo
tesoro che custodisce.
Provvediamo a mescolare e carte come di consueto: ne estraiamo poi sette a dorso coperto, e
sempre nel medesimo verso, le disponiamo come in figura seguendo la numerazione associata.

Iniziamo subito con la carta in posizione 1, detta anche predicatore: la carta che ci informa
sullattuale problema, posto alla base della nostra domanda.
In effetti gi una prima proiezione nel futuro prossimo che ci attende: non solo ci che stiamo
affrontando, ma anche ci che affronteremo a brevissimo.
La carta segnalata in posizione 2 quella che ci parla della nostra, ultima, vita passata: qui
bisogna fare molta attenzione per le carte negative. Una carta negativa in questa posizione non
significa che nella vita passata siamo stati cattivi, quindi persone prive di onest e lealt , ma
quasi sempre (il quasi dobbligo) significa che le carte non ci vogliono dettagliare esattamente chi
eravamo.
Questa negazione spiegata grazie proprio al fatto che le nostre vite passate influenzano quella
attuale, quindi, spesso, le carte velano il passato per non farci scoprire quella parte di futuro che
potrebbe cambiare le nostre scelte di base e quindi il futuro stesso.

La carta numero 3 ci chiarisce quali problemi, o quali eventi, abbiamo avuto che sono diventati
proiezione, in questa vita, degli attuali problemi: una cosa certa, quello che sono i problemi attuali
hanno un origine lontana e remota.
E a chiarirci meglio questo aspetto giunge la carta in posizione 4: questa preannuncia i legami,
profondi e inscindibili, che legano la nostra vita passata a quella attuale, in tutte le sue forme,
compresa quella psicologica, e in tutte le sue espressioni.
Ma questo metodo da anche dei suggerimenti: la carta posizionata in 5 ci fornisce i suggerimenti
utili per risolvere il nostro problema in base allesperienza sulla nostra vita passata.
E qui che si manifesta tutto il tesoro universale racchiuso nei tarocchi: quando dalla segreta storia
racchiusa in loro riescono a liberare quella personale di ognuno di noi fornendoci risposte,
qualche volta criptiche, ma sempre esatte.
Ed la carta 6 che ci svela davvero linsegnamento che dobbiamo trarre e attualizzare, dalla nostra
precedente vita, per affrontare loggi, il presente.
Infine la settima carta ci svela il futuro in base alle scelte che faremo: attenzione non ci svela il
percorso, ovvero le scelte stesse, ma quello che deriver direttamente da queste.
Il perch non fornisca chiarimenti in merito alle scelte stesse ovvio e scontato: il nostro libero
arbitrio fondamentale e universalmente intoccabile, quindi le scelte non vengono rivelate prima
proprio per non influenzarci e quindi determinare un mutamento del destino.
Questo metodo consigliato a chi, non solo vuole scoprire il proprio futuro, ma, sfruttando
lincredibile tesoro racchiuso nei tarocchi, vuole ripercorrere le tappe del proprio essere scoprendo
da dove veniamo e dove siamo diretti.

Potrebbero piacerti anche