Sei sulla pagina 1di 45

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press s.r.l.

Via Monte di Dio, 14 80132 Napoli Tel 081.7642652 Fax 081.7642654 www.iisf.it istitutofilosofico@gmail.com CF - Registro Imprese Napoli P.IVA 06869561214

Il tempo della filosofia


Filosofia greca e filosofia medioevale
Un manuale radicalmente nuovo, che intende contrastare la banalizzazione dei contenuti didattici e la tendenza alla scomparsa dai Licei dellinsegnamento della filosofia, con una riproposizione critica degli argomenti dei maggiori filosofi: un intento perseguito nel segno della massima chiarezza allo scopo di trasmettere alle giovani generazioni passione per lo studio e condivisione dei fondamentali valori della cultura. *** MASSIMO BONTEMPELLI (Pisa, 1946) ha insegnato storia e filosofia al Liceo classico Galileo Galilei di Pisa. Tra le sue opere: Lagonia della scuola italiana, 2000; Per conoscere Hegel, 2000. FABIO BENTIVOGLIO (Cremona, 1951) insegna storia e filosofia al Liceo scientifico Ulisse Dini di Pisa. Tra le sue opere: Giustizia, conoscenza e felicit, 1998; Il disagio dellincivilt. Un insegnante nella scuola dellautonomia, 2000.

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press Finito di stampare nel mese di Aprile 2011 Autori: Massimo Bontempelli, Fabio Bentivoglio Collana: Manuali di storia della filosofia ; 2 Dati tecnici: cm 24x17 - p. 166 - illustrato b/n e colori brossura - vol. I ISBN: 978-88-905957-0-7 Prezzo: 28,00 (i.i.)

Indice

PARTE I

PLATONE E I PREPLATONICI
Capitolo 1 La formazione giovanile di Platone nellepoca della trasmissione orale della cultura e il suo incontro con Socrate Capitolo 2 Sapienza e filosofia prima di Platone, attraverso Diogene Laerzio Capitolo 3 Le opere di Platone Capitolo 4 LApologia di Socrate e i dialoghi socratici Capitolo 5 Il tema socratico della cura di s nellAlcibiade Capitolo 6 Il tema socratico della virt come conoscenza nel Protagora Capitolo 7 Il viaggio di Platone in Italia Capitolo 8 Il Gorgia e la felicit Capitolo 9 La congiunzione del tema socratico della virt con quello platonico dellinnatismo nel Menone Capitolo 10 LAccademia

p. 7 18 34 35 38 44 54 60

71 76

572

Indice

Capitolo 11 La teoria delle idee e le cosiddette dottrine non scritte Capitolo 12 La dottrina metafisica dellanima nel Fedone Capitolo 13 La seconda navigazione e le idee nel Fedone Capitolo 14 Il tema della conoscenza nel Teeteto Capitolo 15 La Repubblica e la giustizia nellindividuo e nello Stato Capitolo 16 La Repubblica e lidea del Bene Capitolo 17 LEros nel Simposio Capitolo 18 LEros nel Fedro Capitolo 19 La cosmologia platonica nel Timeo Capitolo 20 Il Parmenide Capitolo 21 Il parricidio nei confronti del padre Parmenide e lultimo Platone

79

84

89

95

101

112

122

132

140

148

157

PARTE II

ARISTOTELE
Aristotele Capitolo 1 La vita e la formazione culturale di Aristotele nellAccademia platonica 171

173

573
Capitolo 2 Aristotele e il Liceo: la nuova concezione delleidos platonico Capitolo 3 Le opere Capitolo 4 Scienza e logica Capitolo 5 Le categorie e Lenunciazione Capitolo 6 Analitici primi Capitolo 7 Analitici secondi Capitolo 8 Topici e Confutazioni sofistiche Capitolo 9 La Fisica nella concezione filosofica di Aristotele Capitolo 10 La matematica e lordine delle scienze teoretiche Capitolo 11 Il cielo e la terra Capitolo 12 Lanima e la conoscenza Capitolo 13 Il passaggio dalla fisica alla metafisica Capitolo 14 La teologia Capitolo 15 La metafisica generale Capitolo 16 La metafisica come scienza degli assiomi 182 184 189 193 197 200 203 206 213 216 221 225 228 231 234

574

Indice

Capitolo 17 La metafisica nelle diverse accezioni aristoteliche e la storia della filosofia Capitolo 18 La ricostruzione aristotelica dellitinerario filosofico di Platone e la critica alla teoria platonica delle idee Capitolo 19 Le scienze pratiche Capitolo 20 Le scienze poietiche

237

244 251 257

PARTE III

IL PLATONISMO PAGANO E CRISTIANO


Capitolo 1 LAntica Accademia Capitolo 2 La critica pirroniana al platonismo Capitolo 3 LEllenismo e la sua cultura platonizzante in matematica e astronomia

263 268 273

Capitolo 4 LEllenismo distanziatosi dal platonismo attraverso la saggezza epicurea 281 Capitolo 5 LEllenismo distanziatosi dal platonismo attraverso la saggezza stoica Capitolo 6 La Media Accademia da Arcesilao a Carneade Capitolo 7 Le scienze ellenistiche allepoca della Media Accademia Capitolo 8 Nuova Accademia e Medioplatonismo 287 292 300 307

575
Capitolo 9 Enesidemo e la critica neopirroniana alle scuole filosofiche ateniesi Capitolo 10 Numenio e la sintesi platonico-pitagorica Capitolo 11 Plotino Capitolo 12 Il platonismo tardo-antico pagano nella sistemazione di Porfirio Capitolo 13 Giamblico Capitolo14 Il platonismo siriaco, alessandrino e ateniese Capitolo 15 Il platonismo latino Capitolo 16 Agostino Capitolo 17 Proclo e la conclusione del platonismo greco Capitolo 18 Il cristianesimo platonico orientale Capitolo 19 Giovanni Scoto Eriugena Capitolo 20 Anselmo. Lultimo esponente del platonismo antico 314 320 325 343 354 366 374 381 416 441 460 480

PARTE IV

LARISTOTELISMO PAGANO E CRISTIANO


Capitolo 1 Il nuovo indirizzo del Liceo aristotelico sotto Teofrasto

495

576

Indice

Capitolo 2 La decadenza del Liceo aristotelico sotto i successori di Teofrasto Capitolo 3 Aristotele diventa uno dei due massimi filosofi greci nella sistemazione e nel commento delle sue opere Capitolo 4 La questione aristotelica dei due intelletti Capitolo 5 Lastronomia aristotelica di Claudio Tolomeo Capitolo 6 Laristotelismo trasmesso al Medioevo attraverso Boezio Capitolo 7 Leclissi dellaristotelismo e la decadenza delle arti liberali Capitolo 8 La prima, parziale riscoperta di Aristotele: dalla logica vetus alla logica nova Capitolo 9 La dialettica e la questione degli universali nellXI e nel XII secolo Capitolo 10 La rinascita della scienza greca e il trionfo dellaristotelismo nel XII e nel XIII secolo Capitolo 11 Il ruolo della filosofia e il commento di Aristotele nellopera di Averro Capitolo 12 Tommaso dAquino

499

503 508 512 520 528

532 537

549 557 560

Proprieta letteraria riservata Istituto Italiano per gli Studi Filosoci Press s.r.l.
________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Stampato nel mese di Aprile MMXI Arti Grache Cecom srl - Bracigliano (Sa)

Massimo Bontempelli Fabio Bentivoglio

IL TEMPO DELLA FILOSOFIA

Razionalismo, empirismo e criticismo I rapporti tra scienza, politica e filosofia nellet moderna

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici PRESS

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press s.r.l.


Via Monte di Dio, 14 80132 Napoli Tel 081.7642652 Fax 081.7642654 www.iisf.it istitutofilosofico@gmail.com CF - Registro Imprese Napoli P.IVA 06869561214

Il tempo della filosofia


Razionalismo, empirismo e criticismo I rapporti tra scienza, politica e filosofia nellet moderna
Un manuale radicalmente nuovo, che intende contrastare la banalizzazione dei contenuti didattici e la tendenza alla scomparsa dai Licei dellinsegnamento della filosofia, con una riproposizione critica degli argomenti dei maggiori filosofi: un intento perseguito nel segno della massima chiarezza allo scopo di trasmettere alle giovani generazioni passione per lo studio e condivisione dei fondamentali valori della cultura.

MassiMo BonteMpelli ha insegnato storia e filosofia al Liceo classico Galileo Galilei di Pisa. Tra le sue opere: Lagonia della scuola italiana, 2000; Per conoscere Hegel, 2000. FaBio Bentivoglio insegna storia e filosofia al Liceo scientifico Ulisse Dini di Pisa. Tra le sue opere: Giustizia, conoscenza e felicit,1998; Il disagio dellincivilt. Un insegnante nella scuola dellautonomia, 2000.

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press s.r.l. Finito di stampare nel mese di Ottobre 2011 Autori: Massimo Bontempelli, Fabio Bentivoglio Collana: Manuali di storia della filosofia ; 3 Dati tecnici: cm 24x17 - p. 667 - illustrato b/n e colori brossura - vol. II Tipologia libro: Scolastica/Universitaria ISBN: 978-88-905957-1-4 Prezzo: 29,00 (i.i.)

663

Indice

PARTE I

IL RAZIONALISMO
Capitolo 1 La nascita della filosofia moderna con Cartesio Capitolo 2 Geulincx e la nascita delloccasionalismo Capitolo 3 Malebranche e loccasionalismo agostiniano Capitolo 4 Il razionalismo panteistico di Spinoza Capitolo 5 Il razionalismo problematico di Leibniz Capitolo 6 Il razionalismo logico di Wolff Capitolo 7 Il razionalismo di Pascal coniugato con la fede Capitolo 8 Il razionalismo illuminista di Pierre Bayle

7 24 32 39 59 93 102 111

664

Indice

PARTE II

LEMPIRISMO
Capitolo 1 La nascita dellempirismo con Locke Capitolo 2 Limmaterialismo empiristico di Berkeley Capitolo 3 Lempirismo compiuto di Hume Capitolo 4 Lilluminismo lockiano di Voltaire Capitolo 5 Lempirismo sensista di Condillac Capitolo 6 Le diverse componenti dellilluminismo filosofico

121 139 145 159 172 176

PARTE III

KANT
Capitolo 1 Il pensiero precritico Capitolo 2 Critica della ragion pura (1781) Capitolo 3 Critica della ragion pratica (1788) Capitolo 4 Critica del Giudizio (1790)

191 196

228 242

Indice

665

PARTE IV

SCIENZA E POLITICA NELLA MODERNIT


Capitolo 1 Guglielmo dOckham Capitolo 2 La scienza occamista Nicola dAutrecourt, Giovanni Buridano, Nicola di Oresme Capitolo 3 La matematica filosofica di Cusano Capitolo 4 Ficino e lapertura di nuovi orizzonti del sapere Capitolo 5 Erasmo da Rotterdam Capitolo 6 Copernico Capitolo 7 Telesio e Tommaso Campanella Capitolo 8 Francesco Bacone Capitolo 9 La magia rinascimentale Capitolo 10 Giordano Bruno Capitolo 11 Keplero Capitolo 12 Galilei Capitolo 13 Il giusnaturalismo Grozio, Hobbes, Pufendorf, Locke, Rousseau

257

279 291 315 328 334 345 355 364 385 441 452

472

666

Indice

Capitolo 14 La fisica cartesiana nella societ e nella cultura europee Capitolo 15 Saperi ermetici, biblici e platonici nella cultura inglese fino a Newton Capitolo 16 La fisica newtoniana nella societ e nella cultura inglesi Capitolo 17 Boyle, la Royal Society e il latitudinarismo Capitolo 18 Montesquieu Capitolo 19 Condorcet Capitolo 20 Sieys Capitolo 21 Ragione e storia nel pensiero di Vico Capitolo 22 Le riflessioni politiche di Kant

528 551 565 595 609 614 620 626 645

MaSSIMo BonteMPellI

FaBIo BentIvoglIo

IL TEMPO DELLA FILOSOFIA


La filosofia contemporanea

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici


PRESS

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press s.r.l.


Via Monte di Dio, 14 80132 Napoli Tel 081.7642652 Fax 081.7642654 www.iisf.it istitutofilosofico@gmail.com CF - Registro Imprese Napoli P.IVA 06869561214

Il tempo della filosofia


La filosofia contemporanea
Un manuale radicalmente nuovo, che intende contrastare la banalizzazione dei contenuti didattici e la tendenza alla scomparsa dai Licei dellinsegnamento della filosofia, con una riproposizione critica degli argomenti dei maggiori filosofi: un intento perseguito nel segno della massima chiarezza allo scopo di trasmettere alle giovani generazioni passione per lo studio e condivisione dei fondamentali valori della cultura.

MassiMo BonteMpelli ha insegnato storia e filosofia al Liceo classico Galileo Galilei di Pisa. Tra le sue opere: Lagonia della scuola italiana, 2000; Per conoscere Hegel, 2000. FaBio Bentivoglio insegna storia e filosofia al Liceo scientifico Ulisse Dini di Pisa. Tra le sue opere: Giustizia, conoscenza e felicit, 1998; Il disagio dellincivilt. Un insegnante nella scuola dellautonomia, 2000.

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press s.r.l. Finito di stampare nel mese di Febbraio 2012 Autori: Massimo Bontempelli, Fabio Bentivoglio Collana: Manuali di storia della filosofia ; 4 Dati tecnici: cm 24x17 - p. 1145 - illustrato b/n e colori brossura - vol. III Tipologia libro: Scolastica/Universitaria ISBN: 978-88-905957-2-1 Prezzo: 38,50 (i.i.)

1117

INDICE

PARTE I DA KANT A NIETZSCHE Capitolo 1 Criticit filosofica e fede religiosa nel pensiero di Jacobi 1. Jacobi (1743-1819), originale protagonista del passaggio dal criticismo kantiano allidealismo 2. La vita e la formazione culturale 3. Le opere 3.a. Carte di Eduard Allwill (1776) 3.b. Woldemar (1779) 3.c. Lettere sulla dottrina di Spinoza (1785) 3.d. Il dibattito sulle Lettere sulla dottrina di Spinoza 3.e. David Hume sulla fede, ovvero idealismo e realismo (1787) 3.f. Lultima fase della vita di Jacobi nel nuovo quadro storico aperto dalla rivoluzione francese e nel nuovo quadro filosofico aperto dallidealismo

7 7 7 10 10 12 14 19 20

27

Capitolo 2 Il passaggio dal criticismo allidealismo Il dibattito sulla filosofia kantiana Reinhold, Maimon, Schulze, Fichte A. Il dibattito sulla filosofia kantiana: Reinhold (1758-1823) 1. Gli anni giovanili della prima formazione culturale 2. La scoperta del criticismo kantiano come forma pi alta di filosofia 3. Reinhold diventa il pi valido diffusore della filosofia kantiana 4. Reinhold si confronta con le difficolt teoriche emerse nella filosofia kantiana, evidenziate da Jacobi 5. Saggio su una nuova teoria della facolt rappresentativa umana (1789) 5.a. La nozione di noumeno di Reinhold 5.b. Il principio di coscienza secondo Reinhold

28 28 28 28 29

31 31 32

1118
5.c. B. 1. 2. C. 1. 2. D.

Indice

La deduzione secondo Reinhold Il dibattito sulla filosofia kantiana: Maimon (1754-1800) La vita e la formazione culturale giovanile Maimon partecipa al dibattito sul problema filosofico delloggettivit della conoscenza scientifica Il dibattito sulla filosofia kantiana: Schulze (1761-1833) Sintesi delle tappe del dibattito sulla nozione kantiana di noumeno. LEnesidemo (1792) La conclusione del dibattito sulla filosofia kantiana: Fichte (1762-1814)

33 34 34 35 36 36 37 39

Capitolo 3 Lidealismo soggettivo ed etico di Fichte e lidealismo oggettivo e romantico di Schelling A. LIdealismo soggettivo ed etico di Fichte (1762-1814) 1. La vita e i primi scritti 2. Lidealismo soggettivo della Dottrina della scienza (1794) 2.a. La Prima introduzione 2.b. Lidealismo come nuova metafisica 2.c. Idealismo e dogmatismo. Il confronto tra nuova e vecchia metafisica 2.d. La Seconda Introduzione 2.e. Dal principio logico di identit al primo principio metafisico: lIo pone se stesso 2.f. Dal principio logico di opposizione al secondo principio metafisico: lIo pone il Non-Io 2.g. Dal principio di ragione al terzo principio metafisico: lIo oppone un Non-io divisibile a un Io divisibile 3. La rottura filosofica con Kant 4. I Discorsi sulla missione del dotto (1794) e la Dottrina del diritto (1796) 5. Lidealismo etico della Dottrina della morale (1798) 6. Sul fondamento della nostra credenza in un reggimento divino del mondo (1798) 7. La polemica sullateismo 8. Lo Stato commerciale chiuso (1800) 9. Il nuovo spirito romantico dellultima filosofia di Fichte 10. I Discorsi alla nazione tedesca (1808) B. Lidealismo oggettivo e romantico di Schelling 1. La fase fichtiana

43 43 43 45 45 46 48 52 54 55 57 59 59 60 62 63 65 65 68 69 72

Indice

1119
72 74 76 80 83 83 85 85 85 88 88 89

1.a. 1.b. 2. 3. 4. 4.a. 4.b. 4.c. 5. 6. 6.a.

La formazione culturale Idee per una filosofia della Natura (1797) La seconda fase: il Sistema dellidealismo trascendentale (1800) La terza fase: lidealismo oggettivo ed estetico La quarta fase: la filosofia dellidentit Esposizione del mio sistema filosofico (1801) Bruno o il principio naturale e divino delle cose (1802) Filosofia dellarte (1802-1803) La quinta fase: la filosofia della caduta La sesta fase: la filosofia della libert Le polemiche e i problemi irrisolti dellultima filosofia schellinghiana 6.b. Ricerche filosofiche sullessenza della libert umana (1809): lapprodo a una visione pessimista dellesistenza umana

Capitolo 4 Lidealismo razionale di Hegel A. Il giovane Hegel 1. Il periodo di Tubinga 2. Gli scritti giovanili e la loro periodizzazione 3. Il periodo di Berna (1793-1796): il problema della libert morale umana 4. Religione nazionale e cristianesimo 5. Il periodo di Francoforte (1796-1799): il nuovo e originale giudizio sulla rivoluzione francese 6. La possibilit di un superamento della scissione mediante lamore 7. Larmonia dellessere e lalienazione religiosa 8. Lo spirito del cristianesimo e il suo destino B. Hegel filosofo alluniversit di Jena 1. La vita e gli scritti nel periodo di Jena 2. La Differenza tra i sistemi filosofici di Fichte e di Schelling (1801) 3. Rapporto dello scetticismo con la filosofia (1802) C. La Fenomenologia dello Spirito 1. Presentazione e storia dellopera 1.a. Lopera 1.b. I presupposti 1.c. La genesi 1.d. La composizione 1.e. La conclusione 1.f. La pubblicazione

92 92 92 93 94 95 98 100 101 102 103 103 105 107 108 108 108 109 109 110 111 112

1120
1.g. 2. 2.a. 2.b. 2.c. 2.d. 2.e. 2.f. 2.g. 2.h. 2. i. 3. 3.a. 3.b. 3.c. 3.d. 3.e. 4. 4.a. 4.b. 4.c. 4.d. 4.5. 4.e. 4.f. 4.g. 4.h. 4.i. 4.l. 5. 5.a. 5.b. 5.c. 5.d. 5.e. 5.f. 5.g. 5.h. 5.i Il significato LIntroduzione Lo scopo dellIntroduzione La confutazione della filosofia come gnoseologia Il necessario esito scettico della filosofia come gnoseologia Scienza e sapere fenomenico Litinerario del sapere fenomenico per farsi sapere assoluto La via del dubbio e della disperazione Figure e Sezioni Le Sezioni della Fenomenologia Il metodo dellesposizione dello sviluppo del sapere fenomenico La prima sezione: la Coscienza La certezza sensibile La confutazione della certezza sensibile attraverso se stessa Il passaggio dalla Certezza sensibile alla Percezione La contraddizione della percezione LIntelletto La seconda sezione: lAutocoscienza Il principio di verit dellAutocoscienza Il principio del riconoscimento Lalienazione dellautocoscienza Il duplice significato dellalienazione originaria dellautocoscienza La contesa delle autocoscienze La figura del servo- padrone La contraddizione dellautocoscienza servile Lo stoicismo Lo scetticismo Il superamento dello scetticismo nellautocoscienza duplicata La coscienza infelice La terza sezione: la Ragione Il superamento della coscienza infelice nella Ragione La ragione osservativa Losservazione della Natura fisica Losservazione dellorganico Losservazione dellautocoscienza pura Losservazione del rapporto tra lautocoscienza e la sua esteriorit immediata Loggettivit dellautocoscienza cercata attraverso la sua attivit Ledonismo La legge del cuore 112 113 113 114 115 115 116 117 118 119 120 122 122 123 124 125 127 128 128 128 129 130 131 132 133 134 136 136 137 138 138 139 140 142 142 144 146 147 148

Indice

1121
149 150 153 153 154 154 155 156 156 156 157 158 158 158 160 161 161 162 163 164 166 166 168 170 171 171 173 174 174 175 177 178 178 179 180 181 182 183 184

5.l. 5.m. 6. 6.a. 6.b. 6.c. 6.d. 7. 7.a. 7.b. 7.c. 8. 8.a. 8.b. 9. D. 1. 2. 3. 4. 5. 5.a. 5.b. 5.c. 6. 6.a. 6.b. 6.c. 6.d. 6.e. 6.f. 6.g. 6.h 6.i. 6.l. 6.m. 6.n. 6.o. 6.p.

Il rigorismo della virt Lindividualit reale e il regno animale dello spirito La quarta sezione: lo Spirito La caratteristica delle figure dello Spirito La figura della vita etica La disgregazione della vita etica La figura dellanima bella La quinta sezione: la Religione e il sapere assoluto Dio appare in mezzo agli uomini Il significato della Religione, come sezione della Fenomenologia Il sapere assoluto La Prefazione alla Fenomenologia Lo scopo della Prefazione La polemica nei confronti lidealismo romantico Hegel a Bamberga e a Norimberga La Scienza della logica La genesi dellopera La struttura dellopera Le difficolt della logica hegeliana La Prefazione: la logica come ontologia e come scienza LIntroduzione Il confronto tra la nuova e la tradizionale concezione della logica Il metodo dialettico Lapprodo della processualit dialettica dei concetti puri Libro primo: la Dottrina dellessere La prima triade dialettica: essere, nulla, divenire Il significato logico, ontologico ed esistenziale della categoria del divenire Dallindeterminatezza alla determinatezza I significati del concetto di superamento dialettico nella nozione di aufheben La qualit e il qualcosa Il qualcosa e laltro Destinazione e costituzione Il limite La finitudine Linfinit negativa ovvero il cattivo infinito Linfinit affermativa ovvero il vero infinito Lessere per s Il compimento della qualit e il suo significato ontologico La quantit

1122
6.q. 6.r. 6.s. 6.t. 6.u. 6.v. 6.z. 7. 7.a. 7.b. 7.c. 7.d. 7.e. 7.f. 7.g. 7.h. 7.i 7.l. 7.m. 7.n. 7.o. 7.p. 7.q. 7.r. 7.s. 7.t. 7.u. 7.v. 7.z. 8. 8.a.

Indice

Uno, molti, attrazione e repulsione La quantit pura e il quanto Il ruolo della matematica nello spirito umano Il rapporto quantitativo La misura come regola Hegel precursore di Einstein La misura come misura reale e il passaggio dallessere allessenza Il secondo libro: la Dottrina dellessenza La verit dellessere lessenza Linessenziale La parvenza La riflessione che pone, che presuppone e che determina Le determinazioni della riflessione La diversit Lopposizione La contraddizione Il fondamento Forma, materia e contenuto La condizione Fenomeno I rapporti essenziali La nozione hegeliana di realt LAssoluto, lattributo e il modo La possibilit Laccidentalit La necessit La sostanza Lo sviluppo della sostanza La manifestazione della libert Il terzo libro : La logica del Concetto La specificit delle categorie della logica dellEssere, della logica dellEssenza e della logica del Concetto 8.b. Realt, esistenza e concetto 8.c. Le tre sezioni della logica del Concetto: Soggettivit, Oggettivit e Idea 8.d. La verit 8.e. Il giudizio 8.f. I giudizi 8.g. Il sillogismo 8.h I sillogismi 8.i. LOggettivit 8.l. La vita

185 185 187 188 189 190 190 191 191 192 192 193 194 195 196 198 199 200 201 202 203 204 206 207 209 209 210 211 212 212 213 214 214 217 217 218 220 222 224 227

Indice

1123
228 229 231 232 235 235 237 237 241 243 243 245 246 247 248 250 251 252 253 253 254 255 256 257 259 261 262 263 266 267 269 269 270 271 273 274 275 276 277 278

8.m. 8.n. 8.o. 8.p. 8.q. 8.r. E. 1. 2. 3. 3.a. 3.b. 3.c. 3.d. 3.e. 3.f. 3.g. 3.h. 3.i. 3.l. 3.m. 3.n. 3.o. 3.p. 3.q. 3.r. 3.s. 3.t. 4. 5. 6. 6.a. 6.b. 6.c. 6.d. 6.e. 6.f. 6.g. 6.h. 6.i.

Le categorie della Vita La conoscenza Le categorie della conoscenza Dalla conoscenza per teoremi alla conoscenza del Bene Dallidea del Bene allIdea assoluta LIdea assoluta come dialettica e personalit La sistemazione complessiva Hegel tra fautori e oppositori di Napoleone Hegel ad Heidelberg e il progetto di una nuova Enciclopedia filosofica Enciclopedia delle scienze filosofiche in compendio Scopo, organizzazione e pluralit di edizioni La nozione di filosofia nellEnciclopedia La tripartizione della filosofia nell Enciclopedia Prima parte: La Logica Seconda parte: la Filosofia della Natura Limpotenza della Natura rispetto al concetto Lo spazio Il tempo Il luogo e il movimento La materia La gravit Il calore e la luce La Natura vivente e i suoi livelli Terza parte: la Filosofia dello Spirito La partizione della filosofia dello Spirito Lo Spirito soggettivo: antropologia, fenomenologia, psicologia Lo Spirito oggettivo: diritto, moralit, eticit Lo Spirito assoluto: arte, religione, filosofia Hegel a Berlino Limportanza di una corretta interpretazione del ruolo svolto da Hegel a Berlino Lineamenti di filosofia del diritto Argomento e struttura dellopera La Prefazione Lidentit di razionale e reale La filosofia come conoscenza del proprio tempo LIntroduzione Larbitrio Parte prima: Il diritto astratto La propriet ed il contratto Lillecito

1124
6.l. 6.m. 6.n. 6.o. 6.p. 6.r. 6.16. 6.s. 6.t. 6.u. 7. 8.

Indice

La volont morale La responsabilit Lintenzione Il Bene e la coscienza morale La volont etica La nozione di societ civile La dialettica della societ civile La funzione etica della societ civile La dimensione etica della societ civile Lo Stato etico Filosofia e storia della filosofia Gli ultimi anni di vita di Hegel

279 280 280 281 283 284 284 285 286 287 290 291

Capitolo 5 Il dibattito sullhegelismo negli anni Venti e Trenta 1. Linstabilit della Prussia 2. Lanticlericalismo delle minoranze borghesi A. La controversia sulla vecchia e nuova metafisica, sullo spiritualismo trascendista e sullidealismo logico 1. Schleiermacher 2. Herbart 2.a. La Pedagogia generale (1806) 2.b. Psicologia come scienza rigorosa (1824) 3. Hermann Fichte 4. Weisse 5. Anno 1829: Hegel attiva i suoi allievi contro gli attacchi degli spiritualisti 6. La proposta di Herbart di una metafisica antidialettica 7. La confutazione hegeliana della metafisica herbartiana per opera di Hinrichs B. La controversia su morte e immortalit dellanima 1. La questione dellimmortalit dellanima prima e dopo la morte di Hegel C. La controversia sulla storicit o miticit delle narrazioni evangeliche, e quindi della figura di Ges. La scissione della scuola hegeliana 1. Strauss e La vita di Ges 2. La scissione della scuola hegeliana 3. Destra, Centro e Sinistra nella scuola hegeliana 4. I principali esponenti dei diversi indirizzi hegeliani e i loro mutamenti di posizione 5. Gli Annali di Halle e i giovani hegeliani

293 293 293 294 294 296 297 297 298 299 300 302 303 305 305

307 307 309 309 311 314

Indice

1125

Capitolo 6 La dissoluzione dellhegelismo tra il 1839 e il 1844 1. Per la critica della filosofia hegeliana di Feuerbach 2. Le critiche di Trendelenburg alla dialettica hegeliana 3. La svolta politica della Germania nel 1840-41 e larrivo di Schelling a Berlino 4. La radicalizzazione antireligiosa della sinistra hegeliana e lorientamento autoriflessivo del centro hegeliano 5. LEssenza del cristianesimo di Feuerbach 5.a. Lessenza delluomo in generale 5.b. Lessenza della religione in generale 5.c. Parte terza: lessenza antropologica dei dogmi della Chiesa 6. Il saggio antihegeliano di Feuerbach: Tesi provvisorie per la riforma della filosofia 7. Verso una nuova epoca della filosofia

316 316 318 320 321 324 324 325 327 329 332

Capitolo 7 Kierkegaard 1. La vita e le opere 2. Aut-Aut (1843) 335 3. Timore e tremore (1843) 4. La rinuncia e il silenzio delluomo senza fede 5. Critica alla dialettica hegeliana 6. Angoscia e disperazione 7. La malattia mortale (1849)

334 334 336 339 340 341 341

Capitolo 8 La concezione materialistica di Marx 1. La formazione giovanile 2. Le due carriere mancate: professore universitario e giornalista 3. Marx filosofo della sinistra hegeliana 4. Per la critica del diritto statuale hegeliano 5. Marx filosofo feuerbachiano 6. Lesilio in Francia e lapprodo al comunismo 6.b. Per la critica della filosofia del diritto di Hegel 7. I Manoscritti economico-filosofici 7.a. I temi filosofici del terzo dei Manoscritti del 1844 8. La sacra famiglia 9. Le undici Tesi su Feuerbach

343 343 344 346 347 348 350 357 359 361 362 364

1126
9.a 10. 10.a. 10.b. 10.c. 10.d. 10.e. 11. 12. 13.

Indice

Il significato filosofico delle undici Tesi su Feuerbach LIdeologia tedesca La critica dellidealismo nellIdeologia tedesca Il materialismo storico nellIdeologia tedesca La nozione di comunismo nellIdeologia tedesca Lantropologia nellIdeologia tedesca La nozione di ideologia nellIdeologia tedesca La polemica con Proudhon: La miseria della filosofia (1847) Il Manifesto del partito comunista (1848) Limpegno politico nel 1848 e la successiva produzione storiografica 14. I Grundrisse (Lineamenti fondamentali di critica delleconomia politica): genesi e storia dellopera 14.a La novit dei cosiddetti Grundrisse 14.b. LIntroduzione del 1857 14.c. Il concetto di produzione nellIntroduzione del 1857 14.d. Il rapporto tra la produzione, la distribuzione, lo scambio e il consumo 14.e. Dialettica e metodo nellIntroduzione del 1857 14.f. Il primo quaderno 14.g. Il secondo quaderno 14.h. Il terzo quaderno 14.i. Il quarto quaderno 14.l. Il quinto quaderno 14.m. Il sesto quaderno 14.n. Il settimo e ultimo quaderno 15. Per la critica delleconomia politica (1859) 16. Il Capitale 16.a. Genesi, significato e realizzazione dellopera 16.b. La dialettica ne Il Capitale 16.c. Capitolo primo: La merce 16.d. Capitolo secondo: Il processo di scambio 16. e. Capitolo terzo: Il denaro 16. f. Capitolo quarto: La trasformazione del denaro in capitale 16.g. Capitolo quinto: Processo lavorativo e processo di valorizzazione 16.h. I capitoli sesto e settimo 16. i. Capitolo ottavo: La giornata lavorativa 16.l. I capitoli dal nono al tredicesimo 16.m. Capitolo quattordicesimo: Plusvalore assoluto e plusvalore relativo 16.n. Capitolo quindicesimo: Variazione di grandezza nei prezzi della forza-lavoro e del plusvalore

365 367 368 369 371 373 374 376 377 379 381 382 384 386 387 389 390 392 393 395 397 398 401 402 404 404 405 407 410 410 411 413 414 415 415 415 416

Indice

1127
417 417 418 418 420 420 421 422

16.o. 16.p. 16.q. 16.r. 17. 17.a. 17.b. 17.c.

Capitolo sedicesimo: Differenti formule del saggio del plusvalore I capitoli dal diciassettesimo al ventesimo Capitolo ventunesimo: La riproduzione semplice I capitoli ventiduesimo, ventitreesimo e ventiquattresimo Il pensiero politico dellultimo Marx La fondazione dellInternazionale Marx di fronte alla Comune di Parigi Socialismo e comunismo

Capitolo 9 Lultima filosofia romantica Schopenhauer 1. La vita e la formazione culturale Il mondo come volont e rappresentazione (1819) 1. La struttura dellopera 2. Il principio di ragione e la rappresentazione 3. Le forme della conoscenza (Libro primo) 4. Lintelletto e il corpo come rappresentazione dellintelletto (Libro primo) 5. La scienza e la ragione (Libro primo) 6. Il corpo come porta daccesso alla cosa in s 7. La volont (Libro secondo) 8. Conoscenza e volont 9. La metafisica dellarte (Libro terzo) 10. La volont come vita e come morte 11. La volont come dolore e come noia (Libro quarto) 12. Linterno dissidio della volont con se stessa (Libro quarto) 13. La giustizia (Libro quarto) 14. La compassione (Libro quarto) 15. La nolont (Libro quarto) 16. Il suicidio come affermazione della volont (Libro quarto) 17. Le due sfere della nolont: larte e lascesi (Libro quarto) 18. Il nulla (Libro quarto) Capitolo 10 Il positivismo Saint-Simon, Comte, Mill, Spencer 1. Il nuovo quadro culturale: il positivismo 2. I Positivisti prima del positivismo: Saint-Simon e Comte 3. Saint-Simon (1760-1825) 3.a. La vita e il progetto di una scienza generale

427 427 430 430 431 432 433 434 435 436 437 439 440 442 443 444 445 445 446 447 448

449 451 453 453 453

1128

Indice

3.b. Saint-Simon teorico del rinnovamento e del progresso sociale attraverso lindustrializzazione 3.c. Il pessimismo dellultimo Saint-Simon 4. Comte (1798-1857) 4.a. La formazione culturale 4.b. La Legge dei tre stadi 4.c. La classificazione delle scienze 4.d. La sociologia 4.e. Comte sommo pontefice della religione dellumanit 5. Mill (1806-1873) 5.a. La vita e la formazione culturale 5.b. Linduzione come fondamento della conoscenza scientifica 5.c. Lassioma generale dellinduzione 5.d. Le scienze umane e lappello allesperienza 6. Spencer (1820-1903) 6.a. La vita e la formazione culturale 6.b. I Primi princpi (1862): la legge universale dellevoluzione 6.c. L applicazione del principio evolutivo alla biologia, psicologia, sociologia ed etica

454 456 456 456 457 458 459 460 461 461 462 463 464 465 465 466 467

Capitolo 11 Il primo testimone della modernit Nietzsche A. Sulle orme di Schopenhauer 1. La formazione giovanile 2. La scissione tra imperativo di verit e vitalismo individualistico 3. La nascita della tragedia dallo spirito della musica (1872) 4. La filosofia nellet tragica dei Greci (1873) 5. La prima Considerazione Inattuale (1873) 6. La seconda Considerazione Inattuale (1874) 7. La terza Considerazione Inattuale (1874) B. Il ripudio della metafisica 1. Umano, troppo umano (1878) 2. Aurora (1881) 3. La gaia scienza (1882) C. La profezia di un uomo senza Dio Cos parl Zarathustra (1883-1885) 1. Prima parte 2. Seconda parte 3. Terza parte 4. Quarta parte

469 469 469 470 472 474 475 475 476 477 477 480 482 484 484 484 487 489 490

Indice

1129
492 492 493 495 496

D. 1. 2. 3. 4.

La lotta contro la morale e il tentativo di arginare il nichilismo Al di l del bene e del male (1886) Genealogia della morale (1887) La distruzione dei valori: Il crepuscolo degli idoli, Lanticristo, Ecce Homo (1888) La coscienza del nichilismo

PARTE II DA NIETZSCHE A SARTRE

Capitolo 1 Il neo kantismo nellet del positivismo Liebmann 1. Il grido di Liebmann del 1865: Bisogna dunque ritornare a Kant! 2. Il neokantismo e i suoi precursori Zeller 1. Zeller, immediato precursore di Liebmann Lange 1. La formazione culturale e lopera 2. La riflessione di Lange sul materialismo 3. La Storia del materialismo e critica del suo significato nellepoca attuale 3.a. La Storia del materialismo come storia della filosofia 3.b. La Storia del materialismo come giudizio sulle filosofie 3.c. Il punto oscuro della filosofia di Kant nella Storia del materialismo 3.d. I materialismi e i saperi scientifici postkantiani nella Storia del materialismo 4. Lange teorico del neokantismo psicologistico Renouvier 1. La formazione culturale e lopera 2. Renouvier, teorico del neokantismo politico e morale Cohen 1. La formazione culturale: il neokantismo come teoria dellesperienza 2. La teoria kantiana dellesperienza (1871) 3. Cohen e la scuola di Marburgo 4. La seconda edizione de La teoria kantiana dellesperienza (1885)

501 501 501 503 505 505 506 506 506 507 507 509 511 513 514 516 516 517 518 518 519 520 520

1130

Indice

1. 2.

Simmel La formazione culturale e lo sviluppo del suo pensiero Lesito relativistico dello storicismo di Simmel

521 521 522

Capitolo 2 La sopravvivenza dellhegelismo nellet del positivismo A. Lhegelismo italiano Augusto Vera, Bertrando Spaventa, Donato Jaja Augusto Vera 1. La formazione culturale 2. Il confronto con alcuni temi fondamentali della filosofia di Hegel 3. Il grande progetto di traduzione delle opere di Hegel Bertrando Spaventa 1. Gli anni della formazione culturale 2. I primi scritti filosofico-politici 3. La fase matura del pensiero di Spaventa 4. Il tentativo di Spaventa di contrastare legemonia positivista Donato Jaja B. Lhegelismo inglese James Stirling, William Wallace, Thomas Green, John Caird, Edward Caird, Francis Bradley 1. James Stirling 2. Altri esponenti dellhegelismo inglese: William Wallace, Thomas Green, John Caird, Edward Caird, Francis Bradley William Wallace John Caird Francis Bradley

524 524 525 525 527 531 533 533 538 545 568 571

575 575 580 580 581 584

Capitolo 3 Lo storicismo nellet del positivismo Dilthey 1. La formazione neokantiana 2. La formazione storiografica 3. Il progetto filosofico 4. Introduzione alle scienze dello spirito (1883) 4.a La Prefazione 4.b. Scopo e contenuto dellopera Windelband 1. La formazione neokantiana

590 590 590 591 592 593 593 594 596 596

Indice

1131

2. 3. 4. 1. 1. 2.

Il superamento di Kant e la filosofia come scienza critica dei valori universalmente validi Il metodo critico e lerrore dello psicologismo Lo storicismo come metodo Rickert La formazione culturale e lopera Lultimo Dilthey Dalla critica della ragione storica alla critica storica della ragione nellultima fase del suo pensiero Lapprodo relativistico della filosofia di Dilthey

598 599 601 603 603 605 605 607

Capitolo 4 La crisi del positivismo 1. Le critiche epistemologiche al positivismo nel secondo Ottocento Lachelier 1. La formazione culturale 2. La critica allinduzione positivista Boutroux 1. Il ruolo di Boutroux nel quadro dello spiritualismo 2. La formazione culturale e lopera 3. La critica al riduzionismo positivista Mach 1. La formazione culturale e lopera 2. La meccanica esposta nel suo sviluppo storico-critico 3. La filosofia della scienza come empirismo radicale 4. La scienza come economia del pensiero Lempiriocriticismo di Avenarius, Mach, Petzoldt e Bogdanov Avenarius 1. La formazione culturale 2. Le opere Petzoldt 1. La versione scettica dellempiriocriticismo Bogdanov 1. La versione marxista dellempiriocriticismo Poincar 1. La formazione giovanile 2. Le geometrie non euclidee e la crisi del positivismo 3. Poincar: scienza, filosofia dellinstabilit, e crisi del positivismo 4. La scienza e il metodo 5. La crisi culturale di fine secolo

611 611 612 612 613 617 617 618 618 621 621 621 622 623 623 623 623 625 626 626 626 626 627 627 629 636 638 640

1132

Indice

Capitolo 5 Hegelismo, darwinismo e pragmatismo nel pensiero americano tra la seconda met dell800 e linizio del 900 1. I limiti della cultura positivista nella nuova realt socioeconomica degli Stati Uniti 2. Hegelismo e darwinismo sociale in America 3. Peirce 3.a. La vita e lopera 3.b. La credenza umana 3.c. Il metodo scientifico 3.d. La dottrina del significato 4. James (1842-1910) 4.a. La vita, le opere e la fondazione del pragmatismo 4.b. Una nuova concezione della verit 4.c. La volont di credere 4.d. La concezione pragmatistica della religione 4.e. La verit come banconota

643 645 645 647 647 647 648 650 651 651 653 653 654 655

Capitolo 6 Dewey e la concezione strumentalista del sapere Dewey A. La formazione culturale e gli scritti 1. Il periodo giovanile 2. Il periodo di Chicago e limpegno pedagogico 3. Il periodo della Columbia University e limpegno democratico 4. Il periodo del New Deal B. Esperienza e Natura 1. La ragione di un titolo 2. Empirismo vecchio e nuovo 3. Lintegralit dellesperienza 4. Autenticit dellesperienza 5. Il compito della filosofia e la fallacia filosofica per eccellenza C. La logica come teoria dellindagine 1. Lindagine scientifica come modello delle forme logiche 2. La radice biologica delle forme logiche 3. Le categorie logiche del giudizio conoscitivo 4. Le teorie logiche 5. Il metodo scientifico

658 662 662 662 663 665 666 668 668 668 669 670 672 673 673 674 675 676 677

Indice

1133

Capitolo 7 Bergson e la rinascita dellidealismo in Francia 1. La vita e le opere 2. Il Saggio sui dati immediati della coscienza (1889) 3. Materia e memoria (1896) 4. Introduzione alla metafisica (1903) 5. Levoluzione creatrice (1907) 6. Le due fonti della morale e della religione (1932)

679 679 680 683 684 686 688

Capitolo 8 Croce, Gentile e la rinascita dellidealismo in Italia 690 Croce 690 A. La nascita dellidealismo crociano 690 1. La formazione giovanile 690 2. Materialismo storico ed economia marxista (1896-1899, pubblicato nel 1900) 691 3. Linfluenza dello storicismo 693 4. Ci che vivo e ci che morto della filosofia di Hegel (1906) 694 4.a. Ci che vivo nella filosofia di Hegel 694 4.b. Ci che morto nella filosofia di Hegel 695 B. La filosofia dello Spirito 698 1. Il quadro generale della filosofia dello Spirito 698 2. La Filosofia dello Spirito (1909) 699 2.a. LArte 699 2.b. La Logica 700 2.c. La Filosofia della pratica 705 A. Prima parte: lattivit pratica in generale 705 B. Seconda parte: le due forme dello spirito pratico, Economia e Morale 706 C. Il pensiero politico 708 1. La polemica contro il moralismo politico dispirazione illuminista 708 2. Il giudizio sulla Prima guerra mondiale 709 3. Il giudizio sul fascismo 709 4. Etica e politica (1931) 710 5. La concezione del liberalismo, in Etica e politica 711 6. Le opere storiche 712 D. Lultima fase della filosofia crociana 713 1. La storia come pensiero e come azione (1938) 713 1.a. La comprensione del progresso storico 716 1.b. La natura come storia senza storia da noi scritta 717 1.c. La concezione della morale 718

1134

Indice

1. 2. 3. 4. 5. 6.

Gentile La vita e le opere Il contributo al dibattito sul materialismo storico: La filosofia di Marx (1899) La riforma della dialettica hegeliana (1913) La Teoria generale dello Spirito come atto puro (1916) Le opere di pedagogia La dottrina dello Stato

719 719 722 724 725 727 728

Capitolo 9 Freud e la psicoanalisi, Adler, Jung, Reich, Fromm Freud 1. La formazione giovanile e la nascita della psicoanalisi 2. Il concetto psicoanalitico di rimozione 3. Isteria e psicoanalisi 4. Tra psicoanalisi e biologia 5. Tre saggi sulla teoria della sessualit (1905): la concezione della sessualit infantile 6. Lorigine delle nevrosi 7. Linterpretazione dei sogni e Psicopatologia della vita quotidiana 8. Il destino delle pulsioni rimosse 9. Lapprofondimento teorico della tecnica psicoanalitica e la scoperta del transfert 10. Il movimento psicoanalitico e la dissidenza di Adler e di Jung 11. Adler 12. Jung 13. Il concetto di narcisismo e la nuova concezione della rimozione 14. Lultimo Freud 14.a Lio e les (1923)758 14.b. Il disagio della civilt (1929) Reich 1. Litinerario di vita e di pensiero 2. Lelaborazione di una teoria economica della sessualit 3. Tra psicoanalisi e marxismo 4. La critica alla famiglia 5. Psicologia di massa del fascismo Fromm 1. La formazione culturale e le maggiori opere 2. Lelaborazione di un nuovo modello di psicoanalisi 3. Il fascismo come fuga dalla libert

729 730 730 733 734 735 736 739 741 743 744 747 748 749 752 754 759 760 760 761 763 764 764 765 765 766 767

Indice

1135

Capitolo 10 Lontologia di Heidegger e lesistenzialismo di Jaspers Heidegger A. La vita e il significato della sua opera 1. Dalladesione giovanile al neokantismo allaccettazione della fenomenologia husserliana 2. Il rapporto con il nazismo e le opere degli anni Trenta 3. La cosiddetta svolta e lultimo Heidegger 4. Il rapporto con Husserl B. Essere e tempo (1927) 1. Unopera incompiuta 2. Il problema dellessere e lanalitica esistenziale 3. Lessere nel mondo 4. Il mondo 5. Il Chi 6. Lin-essere come essere gettato. 7. La Cura 8. La morte 9. La temporalit 10. Heidegger di fronte all esistenzialismo, alla fenomenologia e allontologia C. La svolta verso una prospettiva direttamente ontologica 1. Introduzione alla metafisica (1935) 2. Nietzsche 3. La dottrina platonica della verit (1942) 4. La Lettera sullumanesimo (1947) D. Sentieri interrotti (1950) 1. Il significato di un titolo e la direzione di una ricerca 2. Lepoca dellimmagine del mondo 3. Lorigine dellopera darte 4. Il detto di Anassimandro E. Gli ultimi scritti 1. La questione della tecnica (1954) 2. L Oltrepassamento della metafisica 3. In cammino verso il linguaggio (1959) 4. La filosofia come ermeneutica 5. Lessere come radura Jaspers 1. La vita e lopera 2. Lorientazione filosofica 3. Il naufragio nella ricerca dellessere e lapertura alla trascendenza

770 772 772 773 776 777 779 779 779 781 782 783 784 785 787 788 790 790 790 792 793 795 797 797 798 801 804 805 804 808 809 812 813 815 815 815 818

1136

Indice

Capitolo 11 Sartre e la filosofia come impegno esistenziale A. La formazione giovanile e lemergere della vocazione filosofica 1. La vita giovanile e la scoperta della filosofia attraverso Bergson 2. Lincontro con la fenomenologia husserliana 3. La trascendenza dellEgo (1936) 4. La nausea (1938) 5. Il muro (1939) 6. Lesistenzialismo B. La filosofia come ontologia della soggettivit individuale 1. Introduzione alla ricerca dellessere 2. Il problema del nulla 3. Lessere per s 4. Lessere per altri e la corporeit dellessere per s 5. Le relazioni concrete con gli altri 6. La contingenza dellessere e la morte 7. La psicoanalisi esistenzialista 8. Luomo e Dio C. Lopera teatrale, la divulgazione filosofica e limpegno politico 1. A porte chiuse (1944) 2. Lesistenzialismo un umanesimo (1946) 3. Limpegno politico di Sartre nellimmediato dopoguerra 4. Le mani sporche (1949) 5. Il diavolo e il buon Dio (1951) 6. Ladesione al comunismo D. La Critica della ragione dialettica (1960) 1. Nuovi orizzonti dimpegno politico e nuove problematiche filosofiche 2. Critica della ragione dialettica 3 Le ragioni del titolo Critica della ragione dialettica 4. La dialettica soggettiva della prassi individuale 5. La materia lavorata come oggettivazione alienata della prassi 6. La penuria e la figura del disumano 7. La dialettica della prassi collettiva e il problema irrisolto della sua oggettivit 8. Dalla serie al gruppo E. Lultimo Sartre 1. Le principali vicende biografiche 2. Limpegno politico-culturale negli anni della contestazione studentesca 3. Lidiota della famiglia (1971-72)

821 821 821 822 823 824 826 827 828 828 828 830 831 832 836 837 838 839 839 840 843 843 844 849 850 850 852 853 855 857 857 858 860 864 864 864 965

Indice

1137

PARTE III LA FILOSOFIA CONTEMPORANEA Capitolo 1 Weber e la nuova sociologia Weber 1. La vita e gli scritti 2. Il senso complessivo della sua opera 3. Metodo, oggetto e criteri di indagine delle scienze dello spirito 4. La critica al materialismo storico e la nuova concezione dellorigine del capitalismo 5. Il disincanto del mondo e la razionalizzazione e burocratizzazione della vita moderna

871 872 875 873 873 876 877

Capitolo 2 Husserl e la nuova fenomenologia 1. La vita e la formazione culturale 2. La Filosofia dellaritmetica e la critica di Frege 3. Le Ricerche logiche (1900-1901) 4. Un nuovo metodo per la conoscenza delle essenze logiche 5. Lidea della fenomenologia (Archivio Husserl: inedito fino al 1950) 5.a. Origine e argomento dellopera: la problematicit del sapere scientifico 5.b. La riduzione fenomenologica 5.c. La riduzione eidetica 6. Idee per una fenomenologia pura e per una filosofia fenomenologica (1913) 6.a. La prima sezione 6.b. La seconda sezione 6.c. La terza sezione 6.d. La quarta sezione 7. Le Meditazioni cartesiane (1930) 8. La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale (pubblicata postuma, 1954) 8.a La crisi dellidea di verit 8.b. La scienza come comprensione delluomo e la scienza come tecnica

881 881 883 884 886 887 887 888 889 891 892 892 895 896 897 900 900 903

1138

Indice

Capitolo 3 La scuola di Francoforte 1. Lorigine 2. Il programma teorico 3. Uomini e vicende della Scuola 4. La valutazione del fascismo secondo la Scuola di Francoforte 5. Leclisse della ragione (Horkheimer 1946) 6. Dialettica dellIlluminismo (Adorno-Horkheimer, 1947) 7. La sociologia critica 8. Dialettica negativa (Adorno, 1966) 9. Herbert Marcuse: luomo del Grande Rifiuto 9.a. Eros e civilt (1955) 9.b. Luomo a una dimensione (1964)

906 906 907 908 911 911 916 917 918 920 922 924

Capitolo 4 Foucault e il pensiero archeologico 1. La vita, le opere e la figura intellettuale 2. Storia della follia nellet classica (1961) 3. Le parole e le cose. Unarcheologia delle scienze umane (1966) 3.a. Lepisteme classica e la sua rappresentazione senza soggetto 3.b. La morte delluomo 4. Larcheologia del sapere (1969) 5. Nietzsche, la genealogia e la storia (1971) 6. Storia della sessualit (1978)

929 929 929 932 933 935 938 941 943

Capitolo 5 Habermas e la teoria dellagire comunicativo 1. Lesordio nel mondo della grande filosofia 2. Storia e critica dellopinione pubblica (1962) 3. Epistemologia analitica e dialettica (1963) 4. Conoscenza e interesse (1968) 5. Tecnica e scienza come ideologia (1968) 5.a. Lallontanamento dal marxismo tradizionale 6. Per la ricostruzione del materialismo storico (1976) 7. Teoria dellagire comunicativo (1981) 7.a Razionalit strumentale e razionalit comunicativa 8. Etica del discorso (1985)

945 945 945 946 947 948 949 950 952 954

Indice

1139

Capitolo 5 Severino e lontologia neoparmenidea 1. La vocazione filosofica 2. La struttura originaria (1958) 3. Studi di filosofia della prassi (1962) 4. Lessenza del nichilismo (1972) 5. Gli abitatori del tempo (1978) 6. Destino della necessit (1980) 7. Il parricidio mancato (1985) 8. La filosofia futura (1989)

956 956 956 960 962 965 969 972 974

Capitolo 6 Postmodernit e pensiero debole 1. La nozione di modernit 2. Touraine e la societ postindustriale 3. Lyotard e la condizione postmoderna 4. Il sapere narrativo 5. Il sapere scientifico 6. Il sapere filosofico 7. Le grandi narrazioni metanarrative come carattere tipico della modernit 8. La postmodernit come incredulit nei confronti delle grandi narrazioni 9 Sapere postmoderno e indebolimento del legame sociale 10. Vattimo e il pensiero debole come nuova ontologia 11. Il pensiero debole come oltrepassamento delle filosofie del soggetto e delle filosofie della struttura 12. Letica del pensiero debole 13. Eco e la debolezza del linguaggio 14. Kundera e la leggerezza dellessere 15. Lasch e la postmodernit come illusione infantile di onnipotenza 16. I diversi orientamenti di giudizio in merito alla condizione postmoderna delluomo occidentale 17 Sennett e la condizione postmoderna come corrosione della costituzione personale dellindividuo 18. Leconomia postmoderna: neoliberismo e teoria dei giochi 19. Krugman e leconomia debole

979 979 979 980 981 981 982 983 984 985 985 986 987 988 989 990 992 995 997 1000

1140

Indice APPROFONDIMENTI DI FILOSOFIA CONTEMPORANEA

Capitolo 1 Il marxismo come movimento storico-politico Capitolo 2 Lelaborazione del marxismo come filosofia Capitolo 3 Einstein e le teorie della relativit Capitolo 4 La filosofia della scienza del 900 Capitolo 5 Strutturalismo e linguistica Capitolo 6 Lo strutturalismo nella psicologia e nellantropologia culturale Piaget, Lvi-Strauss, Jacques Lacan

1003 1003 1004 1005 1006

1006

Appendice DA KANT A NIETZSCHE CONCETTI E DEFINIZIONI ESSENZIALI Per la preparazione allEsame di Stato

Capitolo I Criticit filosofica e fede religiosa nel pensiero di Jacobi

1009

Capitolo 2 Il passaggio dal criticismo allidealismo Il dibattito sulla filosofia kantiana Reinhold, Maimon, Schulze, Fichte 1. Reinhold (1758-1823) interprete di Kant 2. Il noumeno secondo Maimon (1754-1800) 3. La critica di Schulze (1761-1833) a Kant 4. La critica di Fichte a Schulze

1012 1012 1013 1013 1014

Indice

1141

Capitolo 3 Lidealismo soggettivo ed etico di Fichte Lidealismo oggettivo e romantico di Schelling A. Lidealismo soggettivo ed etico di Fichte 1. La formazione culturale 2. La Dottrina della scienza 3. La polemica sullateismo 4. I Discorsi alla nazione tedesca (1808) B. Lidealismo oggettivo e romantico di Schelling 1. La formazione culturale 2. Il Sistema dellidealismo trascendentale (1800) 3. La filosofia dellidentit 4. Le ultime opere

1016 1016 1016 1020 1020 1021 1021 1022 1024 1024

Capitolo 4 Lidealismo razionale di Hegel A. Il giovane Hegel B. Hegel filosofo alluniversit di Jena C. La Fenomenologia dello Spirito 1. Scopo e significato dellopera 2. Le critiche di Hegel alla concezione moderna della filosofia come teoria della conoscenza 3. Le critiche di Hegel alla concezione romantica della conoscenza fondata sullintuizione 4. La struttura della Fenomenologia e il metodo dellesposizione 5. La prima sezione: la Coscienza 5.a. La prima figura: la certezza sensibile 5.b. Il passaggio dalla figura della Certezza sensibile alla figura della Percezione 5.c La figura dellIntelletto 6. La seconda sezione: lAutocoscienza 6.a Il principio del riconoscimento 6.b. La figura del servo- padrone 6.c. La figura della Coscienza infelice 7. Lultima Sezione: Religione e sapere assoluto D. La Scienza della logica 1. La genesi dellopera 2. La struttura dellopera 3. Il metodo dialettico di esposizione 4. Libro primo: Dottrina dellessere 5. Libro secondo: Dottrina dellessenza

1026 1026 1028 1029 1029 1030 1031 1032 1033 1033 1035 1035 1035 1036 1037 1040 1041 1042 1042 1043 1044 1046 1049

1142
6. E. 1. 2. 3. F. 1. 2. 3. 4. 5. G.

Indice

Libro terzo: Dottrina del Concetto Enciclopedia delle scienze filosofiche in compendio Scopo dellopera Struttura dellopera La partizione della Filosofia dello Spirito Lineamenti di filosofia del diritto Struttura dellopera La Prefazione LIntroduzione Parte prima e Parte seconda: diritto astratto e moralit Parte terza: leticit Lezioni sulla storia della filosofia

1049 1050 1050 1051 1052 1054 1054 1054 1056 1057 1057 1059

Capitolo 5 Il dibattito sullhegelismo negli anni Venti e Trenta 1. Le tensioni politiche e culturali della Prussia degli anni Trenta 2. Herbart (1776-1814) 3. La controversia sulla storicit o miticit delle narrazioni evangeliche allorigine della scissione della scuola hegeliana 4. David Strauss (1808-1874): la Vita di Ges 5. La scissione della scuola hegeliana: Destra, Centro, Sinistra

1061 1061 1062 1063 1064 1064

Capitolo 6 La dissoluzione dellhegelismo tra il 1839 e il 1844 Feuerbach (1804-1872) 1. La formazione culturale 2. Per la critica della filosofia hegeliana (1839) 3. Essenza del cristianesimo (1841) 4. Trendelenburg (1802-1872): le critiche alla dialettica hegeliana 5. La svolta politica reazionaria della Prussia (1840-41) e il declino dellinfluenza della filosofia hegeliana

1067 1067 1067 1067 1068 1069 1070

Capitolo 7 Kierkegaard 1. La formazione culturale 2. Aut-Aut (1843) 3. Timore e tremore (1843)

1072 1072 1072 1073

Indice

1143

Capitolo 8 La concezione materialistica di Marx 1. La formazione giovanile e lapprodo al comunismo 2. I primi due scritti di Marx nella nuova prospettiva del comunismo 2.a. Sulla questione ebraica (1844) 2.b. Per la critica della filosofia del diritto di Hegel (1844) 3. Manoscritti economico-filosofici (1844) 4. Le undici Tesi su Feuerbach (1845) 5 Le undici Tesi su Feuerbach (1845) 6. Il Manifesto del partito comunista (1848) 7. Grundrisse o Lineamenti fondamentali di critica delleconomia politica (1857-1858) 8. Per la critica delleconomia politica (1859) 9. Il Capitale 10. Il pensiero politico dellultimo Marx 10.a La fondazione dellInternazionale 10.b. Per la critica del programma di Gotha (1875)

1075 1075 1076 1077 1078 1079 1080 1082 1085 1087 1088 1089 1092 1092 1093

Capitolo 9 Lultima filosofia romantica Schopenhauer 1. La formazione culturale 2. Il mondo come volont e rappresentazione (1819)

1095 1095 1096

Capitolo 10 Il positivismo Saint-Simon, Comte, Mill, Spencer 1. Lo sviluppo dellindustrializzazione capitalistica nella seconda met dellOttocento 3. Saint-Simon (1760-1825) 4. Comte (1798-1857) 5. Mill (1806-1873) 6. Spencer (1820-1903)

1102 1102 1103 1104 1106 1108

Capitolo 11 Il primo testimone della modernit Nietzsche A. Giovent e primi interessi

1110 1110

1144
B. C. 1. 2. D. E.

Indice

Sulle orme di Schopenhauer Il ripudio della metafisica Umano, troppo umano (1878) La gaia scienza (1882) Cos parl Zarathustra: la profezia di un uomo senza Dio La lotta contro la morale e il tentativo di arginare il nichilismo

1111 1112 1112 1113 1113 1115

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici Press s.r.l.


Via Monte di Dio, 14 80132 Napoli Tel 081.7642652 Fax 081.7642654 www.iisfpress.it info@iisfpress.it CF - Registro Imprese Napoli P.IVA 06869561214

Presentazione dellOpera
Il tempo della filosofia unopera letteraria composta di tre volumi e dedicata alleducazione della storia della filosofia nei corsi scolastici della scuola media superiore italiana. Nata dallesperienza didattica pluridecennale dei suoi Autori, Massimo Bontempelli e Fabio Bentivoglio, lopera costruita in modo da tenere costantemente presente le necessit tanto dei discepoli quanto degli insegnanti e costituisce una novit nel panorama editoriale scolastico italiano di assoluto rilievo. Il percorso narrativo, infatti, non procede con uno sviluppo a giustapposizioni successive dei capitoli e dei filosofi che ivi sono trattati, avendo invece preferito gli Autori dare allillustrazione dei contenuti della storia della filosofia un movimento secondo nessi logici che pongono ogni Filosofo in diretta comunicazione con quello che lo ha preceduto e con quello che lo seguir. > Questo ha il vantaggio di stimolare lattivit creativa e intellettuale del discepolo, che si trover, infatti, avvantaggiato sulla strada dellapprendimento critico di ci che studia, primo passo perch la filosofia diventi maestra di vita e non resti invece nella mente del ragazzo solo come arida disciplina scolastica; e di alleviare le fatiche dellinsegnante di costruire allinterno dellanno scolastico un discorso continuo con lo studente e con la classe di discepoli, piuttosto che un discorso frammentato. Obiettivo ulteriore nella costruzione dellopera, inoltre, stato quello di dare non solo una visione dinsieme della storia della filosofia al suo interno, ossia nel rapporto tra i filosofi e le loro reciproche filosofie, ma di fornire allo studente le chiavi di comprensione dei nessi che legano la storia della filosofia al pi generale movimento della civilt, che si compone anche degli avvenimenti che il ragazzo portato a studiare e affrontare nelle altre discipline scolastiche. Ed stato proprio con questo intento di creare ulteriori raccordi tra gli insegnamenti scolastici che gli Autori hanno elaborato accurate e al tempo stesso sintetiche Schede di approfondimento che evidenziano alloccorrenza i fattori storici, scientifici, artistici di elevato interesse o perch testimonianze degli effetti di una data filosofia sulle altre forme della vita dei popoli (quella scientifica, artistica o storica per lappunto) o perch quegli stessi fattori esercitarono uninfluenza notevole nel formarsi di un determinato ramo della filosofia. > Questo ha il vantaggio per lo studente di far s che la storia della filosofia sia una disciplina di raccordo di tutte le altre piuttosto che un pigro impegno scolastico vissuto con langustia di chi ha limpressione di stare trattando o camminando in vicolo cieco (emozione che nei ragazzi produce massimamente leffetto di disamorarli per lo studio della filosofia e in generale di tutte le discipline di base); per il docente, invece, ha il vantaggio di costituire costantemente uno strumento di raccordo con i colleghi docenti, in modo da condurre il proprio programma disciplinare in armonia con le materie ricevendo, inoltre, il beneficio supplementare che da ci deriva, ossia che in tal modo il discente portato a studiare indirettamente un approfondimento della propria materia durante le ore di studio degli altri corsi scolastici. A partire dal secondo volume, dedicato al secondo anno di storia della filosofia, questo obiettivo ha dato vita allo sviluppo della Parte II del volume, interamente dedicata a ripercorrere la storia della filosofia dal Medioevo allet di Kant individuando nei vari Autori i nessi della filosofia con la storia delle scienze naturali e con la politica del loro tempo storico. > Questo ha il vantaggio per lo studente di prendere sin da subito labito a comparare e a mettere insieme ambiti disciplinari che allapparenza possono sembrare invece distanti e incomunicanti, pur vivendo essi nella realt di osmosi reciproca. Un apprendimento che sar di grande aiuto a discenti e a docenti al momento della prova di esame di Stato al termine del terzo anno di formazione, dove la capacit principale del ragazzo che viene messa sotto osservazione appunto quella di elaborare un pensiero critico sul portato appreso durante gli anni di formazione superiore. Per il docente, inoltre, questo pu essere uno strumento di grande agilit per introdurre i discenti ad un rapporto diretto con le fonti: infatti, gli Autori dellopera, invece di confinare i passi antologici in una sezione del volume distaccata dal periodare narrativo, hanno preferito inserire le citazioni alla fonte allinterno dei capitoli, favorendo uno scambio continuo con la voce vera del Filosofo e delle sue opere. Lattenzione per lesame di Stato, inoltre, viene mantenuto alto anche nel terzo volume, la cui chiusura affidata ad unAppendice elaborata specificamente per gli studenti in vista dellesame conclusivo.