Sei sulla pagina 1di 84

PIAGGIO DESIDERA RINGRAZIARLA

per aver scelto uno dei suoi prodotti. Abbiamo preparato questo manuale per consentirLe di apprezzarne a pieno le qualità. Le raccomandiamo di leggerlo in tutte le sue parti prima di accingersi per la prima volta alla guida. In esso sono contenute informazioni, consigli ed avvertenze diretti all'utilizzo del Suo veicolo; scoprirà altresì caratteristiche, particolari ed accorgimenti che la convinceranno della bontà della Sua scelta. Siamo certi che tenendone conto, Le sarà facile entrare in sintonia con il suo nuovo veicolo, di cui potrà servirsi a lungo con piena soddisfazione. La presente pubblicazione costituisce parte integrante del veicolo ed in caso di vendita dello stesso, deve essere consegnata al nuovo proprietario.

NRG Power Purejet

del veicolo ed in caso di vendita dello stesso, deve essere consegnata al nuovo proprietario. NRG

Le istruzioni di questo manuale sono state preparate per fornire soprattutto una guida semplice e chiara all'uso; sono indicate anche operazioni di piccola manutenzione e controlli periodici ai quali il veicolo deve essere sottoposto presso i Concessionari o Punti di Assistenza autorizzati. Il libretto contiene inoltre le istruzioni per alcune semplici riparazioni. Le operazioni non descritte esplicitamente in questa pubblicazione, richiedono la disponibilità di particolari attrezzature e/o di specifiche conoscenze tecniche; per la loro esecuzione consigliamo quindi di rivolgersi a Concessionari o Punti di Assistenza autorizzati.

2

Il mancato o incompleto rispetto di queste prescrizioni può comportare pericolo grave per l'incolumità delle persone.Sicurezza delle Persone Indica i giusti comportamenti da tenere perchè l'uso del veicolo non rechi

Sicurezza delle Persone

Indica i giusti comportamenti da tenere perchè l'uso del veicolo non rechi alcun danno alla natura.per l'incolumità delle persone. Sicurezza delle Persone Salvaguardia dell'Ambiente Il mancato o incompleto

Salvaguardia dell'Ambiente

Il mancato o incompleto rispetto di queste prescrizioni comporta il pericolo di seri danni al veicolo e talvolta anche il decadimento della garanzia.alcun danno alla natura. Salvaguardia dell'Ambiente Integrità del Veicolo I segnali che vedete in questa pagina

Integrità del Veicolo

I segnali che vedete in questa pagina sono molto importanti. Servono infatti ad eviden- ziare parti del libretto sulle quali è necessario soffermarsi con più attenzione. Come vedete, ogni segnale è costituito da un diverso simbolo grafico per rendere subito facile ed evidente la collocazione degli argomenti nelle diverse aree.

3

INDICE

VEICOLO

7

Livello liquido di raffreddamento

39

Plancia

9

Controllo livello liquido freni

40

Strumentazione

9

Batteria

42

Display digitale

10

Verifica del livello dell'elettrolito

42

Impostazione totalizzatore e parziali

10

Lunga inattività

43

Impostazione funzione ore/minuti

11

Fusibili

44

Commutatore a chiave

12

Gruppo ottico anteriore

46

Inserimento bloccasterzo

12

Regolazione proiettore

47

Disinserimento bloccasterzo

13

Indicatori di direzione anteriori

48

Commutatore lampeggiatori

13

Gruppo ottico posteriore

48

Pulsante clacson

14

Specchi retrovisori

49

Deviatore luci

14

Freno a disco anteriore e posteriore

50

Pulsante avviamento

15

Foratura

51

Apertura sella

15

Inattività del veicolo

51

Chiavi

16

Pulizia veicolo

52

L'identificazione

16

DATI TECNICI

57

Gancio portaborse

17

Attrezzi di corredo

62

L'USO

19

RICAMBI E ACCESSORI

63

Controlli

21

MANUTENZIONE PROGRAMMATA

67

Rifornimenti

21

Tabella manutenzione programmata

69

Pressione pneumatici

23

Rodaggio

24

Avviamento motore

26

Avviamento difficoltoso

27

Arresto motore

29

Marmitta catalitica

29

Trasmissione automatica

30

La guida sicura

31

LA MANUTENZIONE

33

Livello olio mozzo

35

Pneumatici

36

Smontaggio candela

37

Smontaggio filtro aria

38

5

NRG Power Purejet

NRG Power Purejet 7 Cap. 01 Veicolo

7

Cap. 01

Veicolo

8

8

1 Veicolo

01_01

01_01

01_02

01_02

Plancia (01_01)

A

= Comando freno posteriore;

B

= Commutatore indicatori di direzione;

C

= Pulsante clacson;

D

= Deviatore luci ;

E

= Gruppo spie;

F

= Gruppo strumenti analogico;

G

= Quadro strumenti digitale;

H

= Pulsante avviamento;

L

= Comando acceleratore;

M

= Comando freno anteriore;

Strumentazione (01_02)

A = Spia luce abbagliante;

B = Spia insufficiente pressione olio;

C = Spia indicatori di direzione;

D = Spia riserva carburante;

E = Spia warning motore;

F = Contagiri;

G = Tasto " Mode";

H = Tasto " Clock";

9

1 Veicolo

01_03

01_03

L = Tasto " Set ";

M = Total/Trip;

N

= Tachimetro

O

= Orologio;

P

= Indicazione temperatura liquido di raffredamento;

S

= Indicazione livello carburante;

Display digitale (01_03)

A= Indicatore livello carburante;

B= Indicatore temperatura liquido di raffreddamento (per veicoli raffreddati a liquido);

C= Orologio digitale;

D= Tachimetro;

E= Contachilometri/Contamiglia;

F= Contachilometri/Contamiglia parziale;

G= Contachilometri/Contamiglia totale;

Impostazione totalizzatore e parziali

Premendo il tasto "MODE" per un tempo minore di un secondo si ottengono conse- cutivamente le funzioni di:

1. TOTALIZZATORE - appare la scritta "TOTAL" e Km/h o mph. Il valore cor- risponde alla distanza totale percorsa dal veicolo e non è azzerabile.

2. PARZIALE- Appare la scritta "TRIP" e Km/h o mph. Il valore viene azzerato tramite la pressione sul tasto «SET» per più di tre secondi.

10

1 Veicolo

NOTA BENE

E' POSSIBILE PASSARE DALLA VISUALIZZAZIONE IN CHILOMETRI (km/h) AL- LA VISUALIZZAZIONE IN MIGLIA (mph) PREMENDO CONTEMPORANEAMEN- TE I TASTI "MODE" E "CLOCK" PER UN TEMPO MAGGIORE DI 3 SECONDI DOPO AVER COMMUTATO L'INTERRUTTORE A CHIAVE IN POSIZIONE «ON».

SUL DISPLAY VERRÀ VISUALIZZATA PER UN SECONDO LA SCRITTA "SET"

ATTENZIONE

PER UN SECONDO LA SCRITTA "SET" ATTENZIONE L'UTILIZZO DELLE FUNZIONI DEL PANNELLO DIGITALE È

L'UTILIZZO DELLE FUNZIONI DEL PANNELLO DIGITALE È FORTEMENTE SCONSIGLIATO CON IL VEICOLO IN MARCIA.

Impostazione funzione ore/minuti

Per eseguire l'impostazione dell'orologio premere per oltre 3 secondi il tasto «CLOCK». Le cifre rappresentanti l'ora inizieranno a lampeggiare.

Impostare l'ora mediante il tasto «SET».

Premendo nuovamente il tasto «CLOCK» inizieranno a lampeggiare le cifre rappre- sentanti i minuti.

Impostare i minuti mediante il tasto «SET».

Premere nuovamente il tasto «CLOCK» per uscire dalla regolazione.

Durante l'aggiornamento, non premendo alcun tasto per un tempo maggiore di 8 se- condi, si esce automaticamente dal settaggio ed il display visualizzerà l'orario modi- ficato.

NOTA BENE

L'impostazione dell'ora in modalità «P.M.» è riconoscibile per la visualizzazione della cifra "0" dopo la cifra "11". In modalità «A.M.» viene visualizzata la cifra

«12».

11

1 Veicolo

ATTENZIONE

IL TASTO «CLOCK» È ABILITATO UNICAMENTE NELLA CONDIZIONE DI MO- TORE SPENTO E CHIAVE IN «ON».

01_04

01_04

Commutatore a chiave (01_04)

LOCK = Accensione non abilitata, chiave estraibile, bloccasterzo inserito, sella non apribile.

OFF = Accensione non abilitata, chiave estraibile, bloccasterzo disinserito, sella apri- bile.

ON = Posizione di predisposizione all'avviamento, antifurto disinserito, chiave non estraibile, sella apribile.

Per aprire la sella è necessario premere il commutatore a chiave quando si trova in posizione «OFF» oppure «ON».

Inserimento bloccasterzo

Ruotare il manubrio a sinistra (fine corsa), girare la chiave in posizione «LOCK» ed estrarla.

12

1 Veicolo

ATTENZIONE

1 Veicolo ATTENZIONE NON RUOTARE LA CHIAVE IN POSIZIONE «LOCK» OPPURE «OFF» DURANTE LA MARCIA. Disinserimento

NON RUOTARE LA CHIAVE IN POSIZIONE «LOCK» OPPURE «OFF» DURANTE LA MARCIA.

Disinserimento bloccasterzo

Reinserire la chiave e ruotarla in posizione «OFF».

ATTENZIONE

la chiave e ruotarla in posizione « OFF ». ATTENZIONE NON RUOTARE LA CHIAVE IN POSIZIONE

NON RUOTARE LA CHIAVE IN POSIZIONE «LOCK» OPPURE «OFF» DURANTE LA MARCIA.

01_05

01_05

Commutatore lampeggiatori (01_05)

Per inserire i lampeggiatori del lato sinistro spostare la levetta «B» verso sinistra, per inserire i lampeggiatori di destra spostare la levetta verso destra. La levetta torna automaticamente in posizione centrale e i lampeggiatori restano inseriti. Per spegnere i lampeggiatori premere la levetta verso il commutatore.

13

1 Veicolo

01_06

01_06

01_07

01_07

Pulsante clacson (01_06)

Pulsante clacson «E»

Deviatore luci (01_07)

0= Luce anabbagliante e posizione 1= Luce abbagliante e posizione

14

1 Veicolo

01_08

01_08

01_09

01_09

Pulsante avviamento (01_08)

Premere il pulsante «P» per avviare il motore dopo aver tirato una delle due leve freno.

Apertura sella (01_09)

Premere il commutatore a chiave quando si trova nella posizione «ON» oppure «OFF».

15

01_10

01_10

01_11

01_11

01_12 1 Veicolo
01_12
1 Veicolo

Chiavi (01_10)

Il veicolo viene fornito di una chiave e un suo duplicato, serve per l'azionamento del commutatore a chiave e per l'apertura della sella. Assieme alle chiavi viene conse- gnata una targhetta con stampigliato il numero di identificazione da citare in caso di richiesta di duplicati.

AVVERTENZA

CONSIGLIAMO DI CONSERVARE IL DUPLICATO DELLA CHIAVE UNITAMENTE AL SUO CODICE IN UN LUOGO DIVERSO DAL VEICOLO.

L'identificazione (01_11, 01_12)

Le matricole di identificazione sono costituite da un prefisso stampigliato sul telaio e sul motore, seguito da un numero. Esse devono essere sempre indicate nelle richieste di parti di ricambio.Consigliamo di verificare la corrispondenza del prefisso e del nu- mero di telaio stampigliato sul veicolo con quello riportato sui documenti del veicolo stesso.

ATTENZIONE

riportato sui documenti del veicolo stesso. ATTENZIONE SI RICORDA CHE L'ALTERAZIONE DELLE MATRICOLE DI

SI RICORDA CHE L'ALTERAZIONE DELLE MATRICOLE DI IDENTIFICAZIONE PUÒ FAR INCORRERE IN GRAVI SANZIONI PENALI (SEQUESTRO DEL VEICO- LO, ECC.).

16

1 Veicolo

01_13

01_13

Gancio portaborse (01_13)

Per utilizzare il gancio portaborse montato a scomparsa nel controscudo anteriore, è necessario tirarlo verso la parte posteriore del veicolo.

17

1 Veicolo

NRG Power Purejet

NRG Power Purejet 19 Cap. 02 L'uso

19

Cap. 02

L'uso

20

20

2 L'uso

Controlli

Prima di mettere in servizio il veicolo verificare:

1. Che i serbatoi di benzina ed olio siano riforniti.

2. Il livello dell'olio nel mozzo posteriore.

3. Che i pneumatici siano gonfiati correttamente.

4. Il funzionamento delle luci del proiettore, del fanalino posteriore e degli indicatori di

direzione.

5. Il funzionamento dei freni anteriore e posteriore.

6. Il livello liquido nel serbatoio della pompa freno.

7. Il livello liquido di raffreddamento nel serbatoio di espansione.

02_01

02_01

Rifornimenti (02_01, 02_02)

Rifornire il serbatoio carburante «A» con benzina con N° ottano minimo 95 senza piombo.

Il raggiungimento del livello di riserva del carburante è indicato dall'accendersi del- l'apposito segnalatore posto sul cruscotto strumenti. Rifornire il serbatoio olio «B» con olio consigliato. Il livello minimo dell'olio è indicato dall'accendersi dell'apposito se- gnalatore posto sul cruscotto strumenti. In seguito all'accensione del suddetto segna- latore, al primo rifornimento di carburante e comunque non oltre 150 Km di percorrenza, si consiglia di effettuare il rabbocco del serbatoio dell'olio. Il veicolo è dotato di check elettronico per il controllo del funzionamento della spia olio miscela- tore. Al momento della messa in posizione "ON" del commutatore a chiave, la spia riserva olio miscelatore rimane accesa per alcuni secondi per verificarne il corretto funzionamento; nello stesso tempo anche il display digitale esegue un check di veri- fica. Il mancato check degli strumenti indica un possibile guasto al cruscotto stesso. In questo caso consigliamo di rivolgersi ad un Punto Assistenza Autorizzato Piag- gio. In caso di esaurimento dell'olio nel serbatoio, se ciò non ha comportato conse- guenze sul motore, è necessario rivolgersi ad un Punto Assistenza Autorizzato Piaggio per effettuare lo spurgo sulla pompa miscelatore. In tale occasione è neces-

21

2 L'uso

02_02

02_02

sario rifornire il serbatoio benzina con almeno 3 lt. di miscela al 2% di olio. Esaurito tale rifornimento i successivi dovranno essere effettuati con sola benzina.

ATTENZIONE

dovranno essere effettuati con sola benzina. ATTENZIONE PRIMA DI EFFETTUARE IL RIFORNIMENTO BENZINA, SPEGNERE IL

PRIMA DI EFFETTUARE IL RIFORNIMENTO BENZINA, SPEGNERE IL MOTORE.

LA BENZINA È ESTREMAMENTE INFIAMMABILE. EVITARE DI FAR CADERE LA

BENZINA DAL SERBATOIO O DURANTE IL RIFORNIMENTO.

ATTENZIONE

BENZINA DAL SERBATOIO O DURANTE IL RIFORNIMENTO. ATTENZIONE NON AVVICINARSI AL BOCCHETTONE DEL SERBATOIO CON FIAMME

NON AVVICINARSI AL BOCCHETTONE DEL SERBATOIO CON FIAMME LIBERE O SIGARETTE ACCESE: PERICOLO D'INCENDIO. EVITARE ANCHE DI INALARE VAPORI NOCIVI.

ATTENZIONE

EVITARE ANCHE DI INALARE VAPORI NOCIVI. ATTENZIONE L'UTILIZZO DI OLII E CANDELE DIVERSI DA QUANTO

L'UTILIZZO DI OLII E CANDELE DIVERSI DA QUANTO RACCOMANDATO, PUÒ PREGIUDICARE LA DURATA DEL MOTORE.

QUANTO RACCOMANDATO, PUÒ PREGIUDICARE LA DURATA DEL MOTORE. SE L'INDICATORE LIVELLO CARBURANTE PRESENTA SOLO IL

SE L'INDICATORE LIVELLO CARBURANTE PRESENTA SOLO IL PRIMO E L'UL-

TIMO SEGMENTO DELLA SCALA LAMPEGGIANTI, RIVOLGERSI AD UN PUNTO

DI ASSISTENZA AUTORIZZATO PIAGGIO, PER IL CONTROLLO DELLA FUN-

ZIONALITA' DELL'INDICATORE STESSO.

Prodotti consigliati

AGIP CITY TEC 2T

Olio per miscelatore

22

2 L'uso

olio sintetico per motori a 2 tempi JASO FC, ISO-L-EGD

Caratteristiche tecniche

Serbatoio benzina

In plastica, di capacità 6,5 lt. (valore indicativo) compresa la riserva ~ 1,5 lt.

Serbatoio olio miscelatore

In plastica, di capacità ~1,3 lt (compresa riserva ~0,500 lt).

Rabbocco serbatoio dell'olio miscelatore

con almeno 0,5 ÷ 1 lt.

Pressione pneumatici

ATTENZIONE

con almeno 0,5 ÷ 1 lt. Pressione pneumatici ATTENZIONE LA PRESSIONE DEI PNEUMATICI DEVE ESSERE CONTROLLATA

LA PRESSIONE DEI PNEUMATICI DEVE ESSERE CONTROLLATA A FREDDO. UN'ERRATA PRESSIONE PROVOCA UN'USURA ANOMALA DEI PNEUMATICI E RENDE PERICOLOSA LA GUIDA.

IL PNEUMATICO DEVE ESSERE SOSTITUITO QUANDO IL BATTISTRADA RAG- GIUNGE IL LIMITE DI USURA PREVISTO DALLE NORME VIGENTI.

Caratteristiche tecniche

Pressione ruota anteriore

1,2 bar

Pressione ruota posteriore

1,7 bar

23

2 L'uso

Pressione ruota posteriore (pilota e bagaglio)

1,9 bar

Rodaggio (02_03)

AVVERTENZA

(pilota e bagaglio) 1,9 bar Rodaggio (02_03) AVVERTENZA DURANTE I PRIMI 1000 KM NON UTILIZZARE IL

DURANTE I PRIMI 1000 KM NON UTILIZZARE IL VEICOLO OLTRE L'80% DELLA VELOCITÀ MAX CONSENTITA. EVITARE DI APRIRE COMPLETAMENTE L'AC- CELERATORE E DI MANTENERE UNA VELOCITÀ COSTANTE. DOPO I PRIMI 1000 KM AUMENTARE PROGRESSIVAMENTE LA VELOCITÀ FINO AL RAG- GIUNGIMENTO DELLE PRESTAZIONI MASSIME.

24

2 L'uso

02_03

02_03

25

2 L'uso

02_04

02_04

Avviamento motore (02_04)

Il veicolo è dotato di trasmissione automatica con regolatore e frizione centrifuga, pertanto l'avviamento va effettuato con manopola comando gas al minimo; per la par- tenza dare progressivamente gas.

Il veicolo è dotato di rubinetto carburante e dispositivo starter che entrano in funzione automaticamente con la messa in moto del motore.

Per effettuare l'avviamento è necessario, prima di agire sul pulsante di avviamento «A» tirare la leva del freno posteriore «B» o anteriore «C» che danno il consenso all'avviamento.

1: Porre il veicolo sul cavalletto «E»; assicurarsi che la ruota posteriore sia sollevata dal suolo.

2: Tenere la manopola comando gas al minimo.

3: Inserire la chiave nel commutatore «D» e ruotarla in posizione «ON».

4: Agire sul pulsante di avviamento «A» dopo aver tirato la leva «del freno poste- riore o quella «C» del freno anteriore.

ATTENZIONE

riore o quella « C » del freno anteriore. ATTENZIONE NON EFFETTUARE QUESTE OPERAZIONI IN LOCALI

NON EFFETTUARE QUESTE OPERAZIONI IN LOCALI CHIUSI PERCHÉ I GAS DI SCARICO SONO TOSSICI.

ATTENZIONE

CHIUSI PERCHÉ I GAS DI SCARICO SONO TOSSICI. ATTENZIONE CAUSA LE ALTE TEMPERATURE CHE SI POSSONO

CAUSA LE ALTE TEMPERATURE CHE SI POSSONO RAGGIUNGERE NEL CA- TALIZZATORE PORRE ATTENZIONE, NEL PARCHEGGIARE IL VEICOLO, CHE LA MARMITTA NON VENGA IN CONTATTO CON MATERIALI INFIAMMABILI AL FINE DI EVITARE GRAVI USTIONI CON PARTI DEL CORPO.

26

2 L'uso

Avviamento difficoltoso

In caso di difficoltà si può provvedere come di seguito indicato:

1. In caso di motore ingolfato. Avendo cura di mantenere il veicolo sul cavalletto

centrale e con la ruota posteriore sollevata dal suolo dare pieno gas e azionare il pulsante di avviamento intervallando 5 secondi circa di rotazione a 5 secondi di sosta. Se dopo alcuni tentativi non si è ottenuto l'avviamento, lasciare a riposo il motore per

alcuni minuti e ripetere l'operazioni precedentemente indicate. In ogni caso non su- perare 20" di rotazione continua del motorino di avviamento nel tentativo di avviare il motore.

2. In caso di esaurimento carburante. Dopo aver rifornito il veicolo, procedere al-

l'avviamento, azionando il pulsante di avviamento «A» e tenendo la manopola co- mando gas al minimo per fornire la massima depressione al rubinetto (a depressione). Se non si riesce ad avviare il veicolo neanche con i provvedimenti sopra indicati ri- volgersi ad in Punto di Assistenza Autorizzato Piaggio.

3. In caso di inefficienza della batteria ed avviamento con batteria ausiliaria

In caso di batteria scarica, è possibile avviare il motore tramite il collegamento con un'altra batteria, con cavi adatti al passaggio di correnti elevate e dotati di morsetti alle estremità.

Se la batteria ausiliaria è installata su di un altro veicolo, fare in modo che i veicoli non si tocchino tra loro e posizionarli sul cavalletto centrale (se il veicolo di soccorso ne è provvisto).

Procedere come di seguito:

1. Lasciare spenti tutti i servizi ed utilizzatori, avviare il veicolo con batteria au- siliaria e portarlo ad un regime di poco superiore al minimo per assicurarsi una buona carica della batteria, quindi spegnere il motore.

2. Spegnere tutti i vari servizi ed utilizzatori e posizionare in "OFF" il commu- tatore a chiave dei veicoli.

3. Collegare il terminale positivo (+) della batteria scarica al terminale positivo (+) della batteria ausiliaria ed il terminale negativo (-) della batteria scarica al terminale negativo (-) della batteria ausiliaria.

4. Tentare l'avviamento del veicolo con batteria scarica intervallando 5 secondi circa di rotazione del motorino di avviamento a 5 secondi di sosta. Se il mo- tore non parte dopo 20" di utilizzo del sistema di avviamento, non insistere

27

2 L'uso

nel tentativo in quanto il veicolo potrebbe non avviarsi a causa di un'ulteriore avaria.

5. Una volta avviato il motore, mantenerlo ad un regime di poco superiore al minimo e procedere al distacco dei cavi (uno per volta e da entrambi i poli delle batterie) in senso inverso al montaggio: prima il terminale negativo (-) e poi quello positivo (+).

Appena possibile, controllare il livello dell'elettrolito (per le batterie con manutenzione) ed eventualmente rabboccare con acqua distillata. Se non si conoscono le cause per le quali la batteria si è scaricata, rivolgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato Piaggio per un controllo dell'impianto elettrico del veicolo.

ATTENZIONE

OSSERVARE LE SEGUENTI ISTRUZIONI PER EVITARE GRAVI LESIONI FISI- CHE E DANNI AL VEICOLO, SEGUIRE INOLTRE LE ISTRUZIONI DEL COSTRUT- TORE DEI CAVI CON MORSETTI.

NON CARICARE UNA BATTERIA CON ELETTROLITO GHIACCIATO. LASCIARE SCONGELARE L'ELETTROLITO DELLA BATTERIA PRIMA DI EFFETTUARE L'AVVIAMENTO A MEZZO BATTERIA AUSILIARIA, ALTRIMENTI I GAS PRO- DOTTI DALLA BATTERIA POSSONO PROVOCARE ESPLOSIONI.

NON AVVIARE IL VEICOLO A MEZZO CAVI CON MORSETTI CON UNA BATTE- RIA CON LIVELLO DEL LIQUIDO BASSO.

UTILIZZARE UNA BATTERIA AUSILIARIA DELLO STESSO VOLTAGGIO ED IN BUONO STATO DI CARICA; EFFETTUARE INOLTRE L'OPERAZIONE IN UN LUOGO BEN VENTILATO.

LA CAPACITÀ (AH) DELLA BATTERIA AUSILIARIA DEVE ESSERE UGUALE O LEGGERMENTE SUPERIORE A QUELLA DELLA BATTERIA SCARICA.

AVVERTENZA

PER PREVENIRE CORTOCIRCUITI:

ASSICURARSI CHE L'ISOLAMENTO DEI CAVI CON MORSETTI SIA IN BUONE CONDIZIONI E PORRE ATTENZIONE A FAR PASSARE GLI STESSI LONTANI DA ORGANI IN MOVIMENTO DEI VEICOLI. NON METTERE IN CONTATTO NIENTE CON I TERMINALI DEI CAVI, EVITARE IL CORTOCIRCUITO DEGLI STESSI ED IL CONTATTO DEL CAVO POSITIVO (+) CON LA MASSA.

28

2 L'uso

AVVERTENZA

2 L'uso AVVERTENZA QUALUNQUE MANOMISSIONE PUÒ PROVOCARE GRAVI MALFUNZIONAMEN- TI DEL MOTORE. 02_05 Arresto motore

QUALUNQUE MANOMISSIONE PUÒ PROVOCARE GRAVI MALFUNZIONAMEN- TI DEL MOTORE.

02_05

02_05

Arresto motore (02_05)

Togliere il gas, quindi ruotare la chiave del commutatore «D» in posizione «OFF» arresto motore (chiave estraibile).

ATTENZIONE

« OFF » arresto motore (chiave estraibile). ATTENZIONE CAUSA LE ALTE TEMPERATURE CHE SI POSSONO RAGGIUNGERE

CAUSA LE ALTE TEMPERATURE CHE SI POSSONO RAGGIUNGERE NEL CA- TALIZZATORE PORRE ATTENZIONE, NEL PARCHEGGIARE IL VEICOLO, CHE LA MARMITTA NON VENGA IN CONTATTO CON MATERIALI INFIAMMABILI AL FINE DI EVITARE GRAVI USTIONI CON PARTI DEL CORPO.

Marmitta catalitica

ATTENZIONE

USTIONI CON PARTI DEL CORPO. Marmitta catalitica ATTENZIONE QUALUNQUE MANOMISSIONE ALLA MARMITTA PUÒ PROVOCARE GRAVI

QUALUNQUE MANOMISSIONE ALLA MARMITTA PUÒ PROVOCARE GRAVI MALFUNZIONAMENTI AL MOTORE.

29

2 L'uso

ATTENZIONE

2 L'uso ATTENZIONE CAUSA LE ALTE TEMPERATURE CHE SI POSSONO RAGGIUNGERE NEL CA- TALIZZATORE, PORRE ATTENZIONE,

CAUSA LE ALTE TEMPERATURE CHE SI POSSONO RAGGIUNGERE NEL CA- TALIZZATORE, PORRE ATTENZIONE, NEL PARCHEGGIARE IL VEICOLO, CHE LA MARMITTA NON VENGA IN CONTATTO CON MATERIALI INFIAMMABILI, PORRE ANCHE PARTICOLARE ATTENZIONE AL FINE DI EVITARE GRAVI USTIONI CON PARTI DEL CORPO.

ATTENZIONE

DI EVITARE GRAVI USTIONI CON PARTI DEL CORPO. ATTENZIONE NON EFFETTUARE OPERAZIONI DI SPEGNIMENTO MOTORE CON

NON EFFETTUARE OPERAZIONI DI SPEGNIMENTO MOTORE CON VEICOLO IN MARCIA. IN TAL CASO LA BENZINA INCOMBUSTA PUÒ PERVENIRE NEL CA- TALIZZATORE E BRUCIARE PROVOCANDONE IL SURRISCALDAMENTO E LA RELATIVA DISTRUZIONE.

Trasmissione automatica

Per assicurare la massima semplicità e piacevolezza di guida, il veicolo è dotato di trasmissione automatica con regolatore e frizione centrifuga. Il sistema è progettato

per fornire le migliori prestazioni sia per l'accelerazione sia per il consumo, sia nella marcia in pianura che in salita, grazie ad una regolazione che avviene sia in funzione del regime motore, che della coppia trasmessa. Nel caso di fermata in salita (sema- foro, coda, ecc.) usare solo il freno per mantener fermo il veicolo, lasciando il motore

al minimo. Usare il motore per mantenere fermo il veicolo può infatti causare il surri-

scaldamento della frizione. Tale inconveniente è dovuto all'attrito delle masse della

frizione stessa sulla campana. È opportuno perciò evitare il verificarsi delle condizioni

di slittamento prolungato della frizione con surriscaldamento della stessa (ad esempio,

oltre a quella precedentemente indicata, marcia in salita a pieno carico su pendenze elevate o partenze su pendenze superiori al 25%, ecc.):

30

2 L'uso

1. Non persistere in tale condizione di utilizzo.

2. Lasciare raffreddare la frizione con motore al minimo per alcuni minuti

La guida sicura

AVVERTENZA

al minimo per alcuni minuti La guida sicura AVVERTENZA QUI DI SEGUITO RIPORTIAMO ALCUNI SEMPLICI CONSIGLI,

QUI DI SEGUITO RIPORTIAMO ALCUNI SEMPLICI CONSIGLI, CHE LE PERMET- TERANNO DI UTILIZZARE IL SUO VEICOLO QUOTIDIANAMENTE CON UNA GUIDA PIÙ TRANQUILLA E SICURA.

La Vostra abilità e la Vostra conoscenza del veicolo formano la base di una guida sicura. Quindi provate il veicolo in zone prive di traffico, finchè non avrete acquisito una buona conoscenza del veicolo stesso. GUIDATE SEMPRE ENTRO I LIMITI DELLE VOSTRE CAPACITÀ

1. Prima di mettersi in marcia ricordarsi di indossare il casco e di allacciarlo corretta-

mente.

2. Su strade sconnesse ridurre la velocità e guidare con prudenza.

3. Da ricordare che, dopo aver percorso un lungo tratto su strada bagnata senza aver

azionato i freni, l'effetto frenante è inizialmente minore. In queste condizioni di marcia è opportuno azionare periodicamente i freni.

4. Non frenare a fondo sul bagnato, su sterrato o comunque su fondo stradale scivo-

loso.

5. Dovendo far ricorso ai freni usarli entrambi, in modo da ripartire l'azione frenante

su entrambe le ruote.

31

6.

Evitare che la partenza venga effettuata salendo sul veicolo posizionato sul caval-

2 L'uso

letto. In ogni caso occorre che la ruota posteriore non giri quando prende contatto con il terreno onde evitare brusche partenze.

7. In caso di utilizzo del veicolo su strade sporche di sabbia, fango, neve mista a sale,

ecc. vi raccomandiamo di pulire frequentemente il disco freno con un detergente non aggressivo in modo da evitare la formazione di agglomerati abrasivi all'interno delle asole con conseguente usura precoce delle pastiglie freno.

8. Da ricordare che ogni elaborazione che modifichi le prestazioni del veicolo, come

pure le alterazioni di parti originali della struttura, rende il veicolo non più conforme al tipo omologato e quindi pericoloso per la sicurezza di guida.

ATTENZIONE

e quindi pericoloso per la sicurezza di guida. ATTENZIONE GUIDARE IN STATO DI EBBREZZA, SOTTO L'EFFETTO

GUIDARE IN STATO DI EBBREZZA, SOTTO L'EFFETTO DI STUPEFACENTI O DI DETERMINATI MEDICINALI È PERICOLOSISSIMO PER SÈ E PER GLI ALTRI.

ATTENZIONE

È PERICOLOSISSIMO PER SÈ E PER GLI ALTRI. ATTENZIONE OGNI ELABORAZIONE CHE MODIFICHI LE PRESTAZIONI DEL

OGNI ELABORAZIONE CHE MODIFICHI LE PRESTAZIONI DEL VEICOLO, COME PURE QUALSIASI ALTERAZIONE DI PARTI ORIGINALI DELLA STRUTTURA, OLTRE CHE VIETATE PER LEGGE, RENDONO IL VEICOLO NON PIÙ CONFOR- ME AL TIPO OMOLOGATO E PERICOLOSO PER LA SICUREZZA DI GUIDA.

32

NRG Power Purejet

NRG Power Purejet 33 Cap. 03 La manutenzione

33

Cap. 03 La manutenzione

34

34

3 La manutenzione

03_01

03_01

03_02

03_02

03_03

03_03

Livello olio mozzo (03_01, 03_02, 03_03)

Per la verifica del livello dell'olio mozzo procedere come segue:

1. Portare il veicolo su terreno piano e metterlo sul cavalletto;

2. Svitare l'asta olio «A», asciugarla con un panno pulito e reinserirla, riavvi- tandola completamente;

3. Svitare nuovamente l'asta controllando che il livello dell'olio sfiori la 2° tacca dal basso;

4. Riavvitare l'asta olio verificandone il bloccaggio.

La vite «B» è il tappo di scarico olio mozzo.

ATTENZIONE

vite « B » è il tappo di scarico olio mozzo. ATTENZIONE FAR FUNZIONARE IL MOTORE

FAR FUNZIONARE IL MOTORE CON LUBRIFICAZIONE INSUFFICIENTE O CON LUBRIFICANTI IMPROPRI ACCELERA IL LOGORIO DELLE PARTI IN MOVIMEN- TO E PUÒ DAR LUOGO A GUASTI GRAVI.

ATTENZIONE

IN MOVIMEN- TO E PUÒ DAR LUOGO A GUASTI GRAVI. ATTENZIONE L'OLIO USATO CONTIENE SOSTANZE PERICOLOSE

L'OLIO USATO CONTIENE SOSTANZE PERICOLOSE PER L'AMBIENTE. PER LA SOSTITUZIONE DELL'OLIO CONSIGLIAMO DI RIVOLGERSI AD UN PUNTO DI ASSISTENZA AUTORIZZATO CHE È ATTREZZATO PER SMALTIRE OLII USATI NEL RISPETTO DELLA NATURA E DELLE NORME DI LEGGE.

NOTA BENE

LE

TACCHE RIPORTATE SULL'ASTINA LIVELLO OLIO MOZZO, AD ECCEZIONE

DI

QUELLE INDICANTI IL LIVELLO MAX E MIN, SI RIFERISCONO AD ALTRI MO-

DELLI DELLA CASA E NON HANNO, SU QUESTO VEICOLO, ALCUNA FUNZIO-

NE SPECIFICA.

35

3 La manutenzione

03_04

03_04

Prodotti consigliati

AGIP ROTRA 80W-90

Olio mozzo posteriore Olio SAE 80W/90 che superi specifiche API GL3

Caratteristiche tecniche

Olio mozzo posteriore

Quantità: ~ 85 cc

Pneumatici (03_04)

Controllare periodicamente la pressione di ciascun pneumatico. I pneumatici sono muniti di indicatore di usura per cui la sostituzione deve essere effettuata non appena tali indicatori si rendono visibili sul battistrada. Controllare anche che i pneumatici non presentino tagli sui fianchi o un' irregolare usura del battistrada; in tal caso rivolgersi ad officine autorizzate o comunque attrezzate per lo smontaggio e il rimontaggio.

ATTENZIONE

attrezzate per lo smontaggio e il rimontaggio. ATTENZIONE LA PRESSIONE DEI PNEUMATICI DEVE ESSERE CONTROLLATA A

LA PRESSIONE DEI PNEUMATICI DEVE ESSERE CONTROLLATA A FREDDO. UN'ERRATA PRESSIONE PROVOCA UN'USURA ANOMALA DEI PNEUMATICI E RENDE PERICOLOSA LA GUIDA.

IL PNEUMATICO DEVE ESSERE SOSTITUITO QUANDO IL BATTISTRADA RAG- GIUNGE IL LIMITE DI USURA PREVISTO DALLE NORME VIGENTI.

Caratteristiche tecniche

Pressione ruota anteriore

1,2 bar

36

3 La manutenzione

03_05

03_05

03_06

03_06

Pressione ruota posteriore

1,7 bar

Pressione ruota posteriore (pilota e bagaglio)

1,9 bar

Smontaggio candela (03_05, 03_06)

Alzare la sella. Togliere il portello dopo aver svitato le apposite due viti «A» e «B». Sfilare il cappuccio schermato dalla candela ed agire su di essa con la chiave a tubo in dotazione. Per il rimontaggio avvitare a mano la candela, imboccandola con la do- vuta inclinazione; servirsi della chiave solo per il bloccaggio. Reinserire il cappuccio schermato con cura. Per il rimontaggio del portello eseguire le operazioni inverse, facendo attenzione ad inserire il dentino nella parte superiore della copertura centrale.

ATTENZIONE

nella parte superiore della copertura centrale. ATTENZIONE EFFETTUARE QUESTE OPERAZIONI CON ESTREMA CAUTELA IN QUANTO

EFFETTUARE QUESTE OPERAZIONI CON ESTREMA CAUTELA IN QUANTO L'IMPIANTO DI ACCENSIONE È DI ELEVATA POTENZA QUINDI PUÒ CAUSARE SERI DANNI.

ATTENZIONE

ELEVATA POTENZA QUINDI PUÒ CAUSARE SERI DANNI. ATTENZIONE LA RIMOZIONE DELLA CANDELA DEVE ESSERE EFFETTUATA A

LA RIMOZIONE DELLA CANDELA DEVE ESSERE EFFETTUATA A MOTORE FREDDO.

L'USO DI CENTRALINE ELETTRONICHE DI ACCENSIONE E DI CANDELE DI- VERSE DA QUELLE PRESCRITTE (VEDI SEZIONE «DATI TECNICI») PUÒ DAN- NEGGIARE GRAVEMENTE IL MOTORE.

37

3 La manutenzione

03_07

03_07

Caratteristiche tecniche

Candela

Champion RG6YC

Distanza elettrodi

0,6 ÷ 0,7 mm

Smontaggio filtro aria (03_07)

Togliere il tappo del depuratore svitando le 6 viti di fissaggio ed estrarre l'elemento filtrante. Pulire mediante lavaggio in acqua e shampoo, successivamente asciugare con un panno pulito e piccoli getti di aria compressa ed immergere in una miscela di olio consigliato e benzina in rapporto del 50%. Successivamente spremerlo tra le mani senza strizzarlo, lasciarlo asciugare e rimontarlo.

Prodotti consigliati

AGIP FILTER OIL

Olio per spugna filtro aria Olio minerale con specifica additivazione per aumentarne l'adesività

38

3 La manutenzione

03_08

03_08

03_09

03_09

Livello liquido di raffreddamento (03_08, 03_09)

Il raffreddamento del motore è del tipo a circolazione forzata di liquido, il circuito di

refrigerazione contiene circa 0,70 lt. di liquido refrigerante costituito da miscela al 50%

di acqua demineralizzata e soluzione antigelo a base di glicoletilenico ed inibitori di

corrosione. Il liquido refrigerante raccomandato viene fornito in confezione con liquido già miscelato pronto all'uso.

L' impianto è dotato di un indicatore di temperatura del liquido di raffreddamento.

Per il buon funzionamento del motore, occorre che in condizioni normali, l'indicatore non oltrepassi il 7°/8° segmento acceso sull'indicatore dello strumento digitale.

Con l'accensione del 10° segmento, l'icona e le barre iniziano a lampeggiare; in queste condizioni, arrestare il motore, farlo raffreddare e controllare il livello del liquido. Se risulta regolare, rivolgersi ad un Punto Assistenza Autorizzato Piaggio per ildivi- duare le cause del guasto.

Il controllo del liquido deve essere effettuato a motore freddo la prima volta a 1000 Km e successivamente ogni 5000 Km di percorrenza seguendo le modalità di seguito indicate.

a) Porre il veicolo in posizione verticale sul cavalletto.

b) Togliere il tappo del vaso di espansione «A» ruotandolo in senso antiorario.

Il livello del liquido è visibile tramite una tacca praticata all'interno del vaso di espan- sione. Se si riscontra che il livello del liquido è prossimo al minimo procedere al rabbocco, operazione che deve essere effettuata a motore freddo.

Se è necessario procedere frequentemente al rabbocco del liquido o il vaso di espan- sione appare completamente asciutto, c'è probabilmente una perdita nel circuito. É quindi indispensabile far ispezionare il circuito di raffreddamento ad un Punto di As- sistenza Autorizzato Piaggio.

La sostituzione del liquido refrigerante deve essere effettuata ogni 2 anni. Per questa operazione che richiede l'intervento di personale specializzato, è indispensabile ri- volgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato Piaggio.

39

AVVERTENZA

AVVERTENZA PER EVITARE SCOTTATURE NON SVITARE IL TAPPO DEL VASO DI ESPAN- SIONE QUANDO IL MOTORE

PER EVITARE SCOTTATURE NON SVITARE IL TAPPO DEL VASO DI ESPAN- SIONE QUANDO IL MOTORE È ANCORA CALDO.

ATTENZIONE

DI ESPAN- SIONE QUANDO IL MOTORE È ANCORA CALDO. ATTENZIONE ALLO SCOPO DI EVITARE DANNOSE FUORIUSCITE

ALLO SCOPO DI EVITARE DANNOSE FUORIUSCITE DI LIQUIDO DURANTE LA MARCIA, E' IMPORTANTE ASSICURARSI CHE IL LIVELLO NON SUPERI MAI IL VALORE MASSIMO.

Prodotti consigliati

AGIP PERMANENT SPEZIAL

liquido refrigerante Fluido anticongelante base di glicole monoetilenico, CUNA NC 956-16

03_10 3 La manutenzione
03_10
3 La manutenzione

Controllo livello liquido freni (03_10, 03_11)

Il serbatoio del liquido freni è munito di una spia «A» di materiale trasparente; la quantità di liquido contenuta all'interno di essa indica il livello del liquido contenuta nel serbatoio.

Con spia «A» completamente piena, il livello all'interno del serbatoio è superiore al Min.; quando è parzialmente piena il livello si è abbassato al Min.; quando è comple- tamente vuota il livello è inferiore al Minimo.

Un abbassamento del livello liquido freni può essere causato dalla usura delle pasti- glie. Nel caso che il livello risulti inferiore al minimo consigliamo al Cliente di rivolgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato facendo effettuare un controllo accurato del sistema frenante. In caso di necessità di ripristino livello, operare seguendo le indi-

40

3 La manutenzione

03_11

03_11

cazioni di seguito riportate. Svitare le 2 viti «B» sollevare il coperchio del serbatoio liquido freni «C» ed immettere la quantità di liquido necessaria, (il liquido deve trovarsi sempre al di sopra del livello minimo). La verifica dei suddetti livelli deve essere ef- fettuata con serbatoio in posizione orizzontale mantenendo cioè il manubrio orientato nel senso di marcia e facendo inoltre attenzione a non inclinare il veicolo.

ATTENZIONE

inoltre attenzione a non inclinare il veicolo. ATTENZIONE EVENTUALI RABBOCCHI DEVONO ESSERE ESEGUITI ESCLUSIVAMENTE

EVENTUALI RABBOCCHI DEVONO ESSERE ESEGUITI ESCLUSIVAMENTE CON LIQUIDI PER FRENI CLASSIFICATI DOT4.

AVVERTENZA

CON LIQUIDI PER FRENI CLASSIFICATI DOT4. AVVERTENZA IN NORMALI CONDIZIONI CLIMATICHE È CONSIGLIABILE SOSTITUIRE

IN NORMALI CONDIZIONI CLIMATICHE È CONSIGLIABILE SOSTITUIRE DETTO LIQUIDO OGNI 2 ANNI. NON USARE MAI LIQUIDO PER FRENI CONTENUTO IN CONTENITORI GIÀ APERTI O PARZIALMENTE USATI.

ATTENZIONE

IN CONTENITORI GIÀ APERTI O PARZIALMENTE USATI. ATTENZIONE IL LIQUIDO DEL CIRCUITO FRENANTE HA UN ALTO

IL LIQUIDO DEL CIRCUITO FRENANTE HA UN ALTO POTERE CORROSIVO, QUINDI DURANTE LE EVENTUALI OPERAZIONI DI RIPRISTINO LIVELLO, EVI- TARE CHE VENGA A CONTATTO CON LE PARTI VERNICIATE. IL LIQUIDO DEL CIRCUITO FRENANTE È IGROSCOPICO, ASSORBE CIOÈ UMIDITÀ DALL'ARIA CIRCOSTANTE. SE L'UMIDITÀ CONTENUTA NEL LIQUIDO FRENI SUPERA UN CERTO VALORE NE RISULTERÀ UNA FRENATA INEFFICIENTE.

41

3 La manutenzione

03_12

03_12

Batteria (03_12)

Per accedere alla batteria è necessario ribaltare la sella in avanti, quindi togliere il portello di accesso vano batteria svitando le viti con intaglio a stella illustrata in figura.

La batteria è il dispositivo elettrico che richiede la più assidua sorveglianza e la più diligente manutenzione.

AVVERTENZA

sorveglianza e la più diligente manutenzione. AVVERTENZA LE BATTERIE ESAURITE SONO NOCIVE PER L'AMBIENTE. LA

LE BATTERIE ESAURITE SONO NOCIVE PER L'AMBIENTE. LA RACCOLTA E LO SMALTIMENTO DEVONO ESSERE EFFETTUATE NEL RISPETTO DELLE NORME VIGENTI.

ATTENZIONE

EFFETTUATE NEL RISPETTO DELLE NORME VIGENTI. ATTENZIONE L'ELETTROLITO CONTIENE ACIDO SOLFORICO: EVITARE IL

L'ELETTROLITO CONTIENE ACIDO SOLFORICO: EVITARE IL CONTATTO CON GLI OCCHI, PELLE, VESTIARIO. IN CASO DI CONTATTO ACCIDENTALE SCIAC- QUARE ABBONDANTEMENTE CON ACQUA E CONSULTARE UN MEDICO.

ATTENZIONE

ABBONDANTEMENTE CON ACQUA E CONSULTARE UN MEDICO. ATTENZIONE PER EVITARE DANNI ALL'IMPIANTO ELETTRICO, NON SCOLLEGARE

PER EVITARE DANNI ALL'IMPIANTO ELETTRICO, NON SCOLLEGARE MAI I CAVI CON MOTORE IN MOTO. NON INCLINARE TROPPO IL VEICOLO ONDE EVITARE PERICOLOSE FUORIUSCITE DELL'ELETTROLITO STESSO DALLA BATTERIA.

Verifica del livello dell'elettrolito

Il livello dell'elettrolito, che deve essere controllato con frequenza, deve raggiungere il livello massimo. Per ripristinare detto livello usare esclusivamente acqua distillata.

42

3 La manutenzione

Qualora si rendessero necessarie aggiunte di acqua troppo frequenti controllare l'im- pianto elettrico del veicolo poiché la batteria funziona in sovraccarico e si rovina rapidamente.

ATTENZIONE

funziona in sovraccarico e si rovina rapidamente. ATTENZIONE L'ELETTROLITO CONTIENE ACIDO SOLFORICO: EVITARE IL

L'ELETTROLITO CONTIENE ACIDO SOLFORICO: EVITARE IL CONTATTO CON GLI OCCHI, PELLE, VESTIARIO. IN CASO DI CONTATTO ACCIDENTALE SCIAC- QUARE ABBONDANTEMENTE CON ACQUA E CONSULTARE UN MEDICO.

Lunga inattività

In caso di lunga inattività del veicolo, la batteria è sottoposta ad un decadimento delle

prestazioni. Questo avviene per il naturale fenomeno di autoscarica della batteria stessa e per possibili assorbimenti residui del veicolo, dovuti ai componenti con ali- mentazione costante. Il decadimento delle prestazioni della batteria è inoltre funzione delle condizioni ambientali e della pulizia dei poli. Per evitare possibili difficoltà di av- viamento e/o danneggiamenti irreversibili della batteria, è opportuno procedere se- condo una delle seguenti modalità:

- Almeno una volta al mese avviare il motore e mantenerlo a regimi leggermente

superiori al minimo, per 10-15 minuti. Ciò permette di mantenere efficiente, oltre alla batteria, tutti i componenti del motore.

- Effettuare il rimessaggio del veicolo (come indicato nella sezione «Il veicolo rimane inattivo») rimuovendo la batteria. Questa deve essere pulita, caricata completamente

e conservata in un luogo asciutto ed areato. Ripristinare la carica almeno una volta ogni due mesi.

NOTA BENE

LA RICARICA DELLA BATTERIA DEVE ESSERE EFFETTUATA CON UNA COR- RENTE PARI A 1/10 DELLA CAPACITÀ NOMINALE DELLA BATTERIA STESSA E PER NON PIÙ DI 10 ORE. PER QUESTA OPERAZIONE È COMUNQUE PRE- FERIBILE RIVOLGERSI AD UN PUNTO DI ASSISTENZA AUTORIZZATO. AC-

43

CERTARSI, AL RIMONTAGGIO DELLA BATTERIA, DEL CORRETTO COLLEGA- MENTO DEI MORSETTI AI POLI.

AVVERTENZA

DEL CORRETTO COLLEGA- MENTO DEI MORSETTI AI POLI. AVVERTENZA È ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILE EVITARE DI SCOLLEGARE I

È ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILE EVITARE DI SCOLLEGARE I CAVI DEL- LA BATTERIA CON MOTORE IN MOTO; QUESTA OPERAZIONE PUÒ COMPOR- TARE IL DANNEGGIAMENTO IRREPARABILE DELLA CENTRALINA ELETTRO- NICA DEL VEICOLO.

AVVERTENZA

DELLA CENTRALINA ELETTRO- NICA DEL VEICOLO. AVVERTENZA LE BATTERIE ESAURITE SONO NOCIVE PER L'AMBIENTE. LA

LE BATTERIE ESAURITE SONO NOCIVE PER L'AMBIENTE. LA RACCOLTA E LO SMALTIMENTO DEVONO ESSERE EFFETTUATE NEL RISPETTO DELLE NORME VIGENTI.

03_13 3 La manutenzione
03_13
3 La manutenzione

Fusibili (03_13)

L'impianto elettrico è protetto da una valvola fusibile «B» collocata sul lato sinistro del supporto batteria. Non sono protetti da fusibile l'impianto di accensione, il proiettore anteriore e il fanalino posteriore.

Se dopo la sostituzione di un fusibile, lo stesso brucia nuovamente, è necessario por- tare il veicolo in un Centro di Assistenza Autorizzato Piaggio per individuare le cause che hanno provocato l'avaria. Non tentare mai di chiudere il circuito con mate- riale diverso dal fusibile.

44

3 La manutenzione

ATTENZIONE

3 La manutenzione ATTENZIONE PER EVITARE DANNI ALL'IMPIANTO ELETTRICO, NON SCOLLEGARE MAI I CAVI CON MOTORE

PER EVITARE DANNI ALL'IMPIANTO ELETTRICO, NON SCOLLEGARE MAI I CAVI CON MOTORE IN MOTO. NON INCLINARE TROPPO IL VEICOLO ONDE EVITARE PERICOLOSE FUORIUSCITE DELL'ELETTROLITO STESSO DALLA BATTERIA.

Caratteristiche elettriche

Fusibile

Valvola fusibile: 7,5A

LAMPADE

Lampada luce anabbagliante

Tipo: H8

Potenza: 12V - 35W

Quantità: 1

Lampada luce abbagliante

Tipo: H8

Potenza: 12V - 35W

Quantità: 1

Lampada luce posizione anteriore

Tipo: Tuttovetro

Potenza: 12V 3W

Quantità: 2

45

3 La manutenzione

Lampada luci indicatori di direzione anteriori

Tipo: Sferica

Potenza: 12V - 10W

Quantità: 1 DX + 1 SX

Lampada luci indicatori di direzione posteriori

Tipo: Sferica

Potenza: 12V - 10W

Quantità: 1 DX + 1 SX

Lampada luce stop e posizione

Tipo: LED

Quantità: 8

03_14

03_14

Gruppo ottico anteriore (03_14, 03_15, 03_16)

Togliere la vite «A» di fissaggio della griglia anteriore, quindi rimuovere il sottostante convogliatore aria e operare come segue:

lampada anabbagliante/abbagliante:

1. rimuovere il cappuccio posteriore, quindi afferrare il portalampada e ruotarlo verso l'alto;

2. scollegare il connettore dalla lampada e sostituirla.

lampada posizione:

1. sfilare il portalampada in gomma dalla sede, quindi sfilare la lampada stessa e sostituirla.

46

3 La manutenzione

03_15

03_15

03_16

03_16

03_17

03_17

Regolazione proiettore (03_17, 03_18)

Procedere come segue:

1. Porre il veicolo in condizione di utilizzo con pneumatici gonfiati alla pressione pre-

scritta, su terreno piano a 10 m. di distanza da uno schermo bianco situato in penombra assicurandosi che l'asse del veicolo sia perpendicolare allo schermo;

2. Accendere il proiettore e verificare che il confine del fascio luminoso proiettato sullo

schermo non superi i 9/10 dell'altezza del centro del faro da terra e non sia inferiore ai 7/10;

3. In caso contrario regolare il proiettore agendo sulla vite «A», accessibile dopo aver

rimosso la griglia anteriore.

47

3 La manutenzione

03_18

03_18

03_19

03_19

NOTA BENE

LA PROCEDURA DESCRITTA È QUELLA STABILITA DALLA "NORMATIVA EU- ROPEA" PER QUANTO CONCERNE L'ALTEZZA MASSIMA E MINIMA DEL FA- SCIO LUMINOSO. VERIFICARE COMUNQUE LE DISPOSIZIONI DEI SINGOLI PAESI DOVE VIENE UTILIZZATO IL VEICOLO.

Indicatori di direzione anteriori (03_19)

Per sostituire le lampade dei lampeggiatori anteriori, rimuovere il fanalino completo di trasparente, togliendo la vite di fissaggio.

Premere leggermente il portalampada e ruotarlo di 30° per toglierlo dalla sede. Sfilare quindi la lampada e sostituirla.

Per il montaggio procedere in senso inverso.

Gruppo ottico posteriore

NOTA BENE

QUALORA SULLA SUPERFICIE INTERNA DEL FARO VENGA OSSERVATO UN APPANNAMENTO, CIÒ NON INDICA UNA ANOMALIA ED È RICOLLEGABILE AL LIVELLO DI UMIDITÀ E/O ALLA BASSA TEMPERATURA.

IL FENOMENO SPARIRÀ RAPIDAMENTE CON L'ACCENSIONE DEL FARO.

48

3 La manutenzione

LA PRESENZA INVECE DI GOCCE POTREBBE INDICARE UNA INFILTRAZIONE, RIVOLGERSI ALLA RETE DI ASSISTENZA.

AVVERTENZA

IL MALFUNZIONAMENTO DI UN SOLO LED MANTIENE INALTERATI I VALORI OMOLOGATIVI E LE PRESTAZIONI DEL GRUPPO OTTICO POSTERIORE. NEL CASO DI ROTTURA O MALFUNZINAMENTO DI DUE O PIU' LED, IL GRUPPO OTTICO POSTERIORE DEVE ESSERE SOSTITUITO.

Specchi retrovisori (03_20)

Gli specchi si orientano agendo manualmente sulla coppa fino ad ottenere l'inclina- zione desiderata.

03_20

03_20

Gli specchi devono essere regolati in modo che il fusto sia perpendicolare all'asse di marcia del veicolo.

Per regolare l'apertura degli specchi, allentare la vite posta alla base del fusto e serrare una volta ottenuta la posizione corretta.

49

3 La manutenzione

03_21 03_22
03_21
03_22

Freno a disco anteriore e posteriore (03_21, 03_22)

L'usura del disco e delle pastiglie viene automaticamente compensata, quindi non ha effetto sul funzionamento dei freni. Per questa ragione non occorre mai registrare il freno. Se azionando la leva del freno si riscontrasse una eccessiva elasticità ciò è dovuto, con ogni probabilità alla presenza di aria nel circuito o all'irregolare funziona- mento del freno stesso. In questo caso, soprattutto in considerazione del ruolo fondamentale che assumono i freni per la Vostra sicurezza di guida, Vi invitiamo a portare il veicolo presso un Punto di Assistenza Autorizzato per gli opportuni con- trolli.

AVVERTENZA

Autorizzato per gli opportuni con- trolli. AVVERTENZA CONTROLLARE PERIODICAMENTE, (SECONDO QUANTO INDICATO NELLE

CONTROLLARE PERIODICAMENTE, (SECONDO QUANTO INDICATO NELLE TABELLE DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA), LO STATO DI USURA DELLE PASTIGLIE DEI FRENI. SE LO SPESSORE ANCHE DI UNA SOLA PASTIGLIA È RIDOTTO FINO AL VALORE DI 1,5 MM., LE PASTIGLIE DEVONO ESSERE SO- STITUITE ENTRAMBE. OPERAZIONE CHE CONSIGLIAMO DI EFFETTUARE PRESSO UN PUNTO DI ASSISTENZA AUTORIZZATO.

DOPO LA SOSTITUZIONE DELLE PASTIGLIE NON USARE IL VEICOLO PRIMA DI AVER AZIONATO LA LEVA DEL FRENO VARIE VOLTE, ALLO SCOPO DI RI- POSIZIONARE LE PASTIGLIE E DI RIPORTARE LA CORSA DELLA LEVA NELLA CORRETTA POSIZIONE.

ATTENZIONE

LA CORSA DELLA LEVA NELLA CORRETTA POSIZIONE. ATTENZIONE L'AZIONE FRENANTE DEVE INIZIARE DOPO CIRCA 1/3 DI

L'AZIONE FRENANTE DEVE INIZIARE DOPO CIRCA 1/3 DI CORSA DELLA LEVA FRENO.

50

3 La manutenzione

03_23

03_23

Foratura (03_23)

Il veicolo monta pneumatici Tubeless. In caso di foratura, contrariamente a quanto avviene per un pneumatico con camera d'aria, lo sgonfiamento è molto lento. Il che

si traduce in una maggiore sicurezza di guida. Uno sgonfiamento lento dà inoltre la

possibilità di intervenire, in caso di emergenza, ricorrendo a bombolette "Gonfia e Ripara". È necessaria comunque una riparazione definitiva o una sostituzione presso

un Punto di Assistenza.

Inattività del veicolo

Si consiglia di effettuare le seguenti operazioni:

1) Pulizia generale del veicolo.

2) A motore fermo e con pistone al punto morto inferiore, smontare la candela, im- mettere dal foro di essa 1÷2 cc. di olio consigliato. Azionare quindi 3÷4 volte, per 2-3 secondi, il motorino di avviamento.

3) Togliere il carburante dal veicolo; spalmare di grasso antiruggine le parti metalliche

non verniciate; tenere sollevate le ruote da terra appoggiando il telaio su due tacchetti

di legno.

4) Per la batteria seguire le norme riportate nella sezione «Batteria».

Prodotti consigliati

AGIP CITY TEC 2T

Olio per miscelatore olio sintetico per motori a 2 tempi JASO FC, ISO-L-EGD

51

3 La manutenzione

Pulizia veicolo

Per ammorbidire lo sporco e il fango depositato sulle superfici verniciate usare un getto di acqua a bassa pressione. Una volta ammorbiditi, fango e sporcizia devono essere tolti con una spugna soffice per carrozzeria imbevuta di molta acqua e "sham- poo" (2-4% di shampoo in acqua). Successivamente sciacquare abbondantemente con acqua, ed asciugare con pelle scamosciata. Per l'esterno del motore servirsi di petrolio, pennello e stracci puliti. Il petrolio è dannoso per la vernice. Si ricorda che l'eventuale lucidatura con cere siliconiche deve essere sempre preceduta dal lavag- gio.

ATTENZIONE

deve essere sempre preceduta dal lavag- gio. ATTENZIONE I DETERSIVI INQUINANO LE ACQUE. PERTANTO IL LAVAGGIO

I DETERSIVI INQUINANO LE ACQUE. PERTANTO IL LAVAGGIO DEL VEICOLO VA EFFETTUATO IN ZONE ATTREZZATE PER LA RACCOLTA E LA DEPURA- ZIONE DEI LIQUIDI IMPIEGATI PER IL LAVAGGIO STESSO.

AVVERTENZA

DEI LIQUIDI IMPIEGATI PER IL LAVAGGIO STESSO. AVVERTENZA IL LAVAGGIO NON DEVE MAI ESSERE ESEGUITO AL

IL LAVAGGIO NON DEVE MAI ESSERE ESEGUITO AL SOLE SPECIALMENTE D'ESTATE QUANDO LA CARROZZERIA È ANCORA CALDA IN QUANTO LO SHAMPOO ASCIUGANDOSI PRIMA DEL RISCIACQUO, PUÒ CAUSARE DANNI ALLA VERNICE. NON USARE MAI STRACCI IMBEVUTI DI BENZINA O NAFTA PER IL LAVAGGIO DELLE SUPERFICI VERNICIATE O IN MATERIA PLASTICA, PER EVITARE LA PERDITA DELLA LORO BRILLANTEZZA E DELLE CARATTE- RISTICHE MECCANICHE DEI MATERIALI.

AVVERTENZA

DELLE CARATTE- RISTICHE MECCANICHE DEI MATERIALI. AVVERTENZA DURANTE IL LAVAGGIO DEL MOTORE CON IDROPULITRICE OCCORRE:

DURANTE IL LAVAGGIO DEL MOTORE CON IDROPULITRICE OCCORRE:

• USARE SOLAMENTE IL GETTO A VENTAGLIO.

52

3 La manutenzione

• NON AVVICINARE LA LANCIA A MENO DI 60 CM.

• NON USARE ACQUA A TEMPERATURE SUPERIORI A 40° C.

• NON INDIRIZZARE IL GETTO DIRETTAMENTE VERSO IL CARBURATORE, I

CABLAGGI ELETTRICI, LE FERITOIE DI RAFFREDDAMENTO DEL COPERCHIO TRASMISSIONE E DEL COPERCHIO CHIOCCIOLA.

AVVERTENZA

SI RACCOMANDA DI UTILIZZARE UN PANNO ANTISTATICO PER LA PULIZIA DELLA ZONA DISPLAY DEL CRUSCOTTO. IN CASO CONTRARIO, POSSONO COMPARIRE ALCUNE LINEE NERE SUL DISPLAY CHE PERÒ SCOMPAIONO RAPIDAMENTE DOPO QUALCHE ACCENSIONE E SPEGNIMENTO DEL VEICO- LO DOPO NORMALE UTILIZZO.

DIFFICOLTÀ DI AVVIAMENTO

Mancanza carburante nel serbatoio

Fare rifornimento

Sistema di iniezione in avaria. Pompa carburante inefficiente. Filtri sporchi.

Rivolgersi ad un Punto di Assistenza Piaggio.

Batteria scarica

Caricare la batteria.

IRREGOLARITÀ DÌ ACCENSIONE

Candela difettosa. Centralina di accensione/iniezione difettosa. Causa la presenza di alta tensione

Verificare che gli elettrodi siano regolati correttamente (0,6÷0,7 mm). Controllare lo stato di pulizia

53

3 La manutenzione

la verifica deve essere fatta da persone esperte.

degli elettrodi (pulire con benzina pura e spazzolino metallico o con tela smerigliata). Controllare l'isolante della candela: se si notano crepe o rotture sostituire la candela. Se la candela é in buone condizioni rivolgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato Piaggio-Gilera.

SCARSA COMPRESSIONE

Sede candela sfilettata, fissaggio testa lento.

Rivolgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato Piaggio

CONSUMO ELEVATO E SCARSO RENDIMENTO

Filtro aria otturato o sporco

Lavare con acqua e shampoo ed impregnare con benzina e olio specifico (sezione «Smontaggio filtro aria»)

FRENATA INSUFFICIENTE

Untosità disco. Pastiglie usurate

Rivolgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato Piaggio

3 La manutenzione

Presenza di aria nei circuiti freno anteriore e posteiore

Rivolgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato Piaggio

SOSPENSIONI INEFFICENTI

Perdite olio; usura tamponi fine corsa; usura attacchi ammortizzatore

Rivolgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato

IRREGOLARITÀ TRASMISSIONE AUTOMATICA

Contenitore rulli o cinghia deteriorata

Rivolgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato.

CAVALLETTO NON RITORNA

Presenza di sporco

Pulire ed ingrassare

55

3 La manutenzione

NRG Power Purejet

NRG Power Purejet 57 Cap. 04 Dati tecnici

57

Cap. 04

Dati tecnici

58

58

4 Dati tecnici 04_01
4 Dati tecnici
04_01

59

4 Dati tecnici

DATI

Motore

Monocilindrico a due tempi raffreddato a liquido.

Alesaggio per corsa

40 X 39,3 mm

Cilindrata

49 cm³

Rapporto di compressione

11,3 ÷ 12,8 : 1

Corpo farfallato

20 BING 71/20/104

Anticipo accensione (prima del P.M.S )

20°±1 a 4000 g/min

Candela

Champion RG6YC

Velocità max

secondo le prescrizioni vigenti

DATI TECNICI

Accensione elettronica

Costituita da un dispositivo a microprocessore a scarica capacitiva, con bobina A.T. incorporata.

Alimentazione

Con miscela benzina super senza piombo 95 N.O.R. - olio mediante carburatore, miscelatore automatico (con portata variabile secondo il regime motore e l'apertura della valvola gas) pompa benzina.

4 Dati tecnici

Aspirazione

Mediante valvola a lamelle sul carter

Lubrificazione

Lubrificazione del motore (pistone, cilindro, albero motore, cuscinetti

di banco) eseguita dall'olio della

miscela.

Trasmissione

Con variatore automatico a pulegge espansibili con asservitore di coppia, cinghia trapezoidale, frizione centrifuga, riduttore a ingranaggi e vano trasmissione con raffreddamento a circolazione forzata d'aria (solo per versione raffreddata a liquido).

Serbatoio olio miscelatore

In plastica, di capacità ~1,3 lt (compresa riserva ~0,500 lt).

Olio mozzo posteriore

~ 85 cc

Rabbocco serbatoio dell'olio miscelatore

con almeno 0,5 ÷ 1 lt.

Serbatoio benzina

In plastica, di capacità 6,5 lt. (valore indicativo) compresa la riserva ~ 1,5 lt.

Ruote

Aventi cerchi da 3,50 x 13" in lega leggera.

Pneumatico posteriore

Tubeless 140/60 x 13''

Pneumatico anteriore

Tubeless 120/70-13"

Telaio

In tubi d'acciaio saldati con rinforzi

in

lamiera stampata.

Freno anteriore

A disco con comando idraulico azionato a mano (leva

61

4 Dati tecnici

sull'estremità destra del manubrio).

Freno posteriore

A disco (diametro di 175 mm) con comando idraulico (leva sull'estremità sinistra del manubrio).

Sospensione anteriore

forcella telescopica idraulica a steli rovesciati.

Sospensione posteriore

Con molla e ammortizzatore idraulico coassiali. Attacco motore telaio con braccetto oscillante.

Marmitta di scarico

Di tipo ad espansione ed assorbimento con doppio catalizzatore.

Altezza sella

795 mm.

Passo

1280 mm.

Lunghezza massima

1790 mm.

Larghezza massima

850 mm.

Peso a secco

99 kg.

Portata

Solo pilota.

Attrezzi di corredo

Chiavi: una chiave a tubo (mm. 16); chiave piatta da 13mm; un cacciavite doppio. Gli attrezzi sono sistemati sotto la sella in un apposito contenitore.

62

NRG Power Purejet

NRG Power Purejet 63 Cap. 05 Ricambi e accessori

63

Cap. 05 Ricambi e accessori

64

64

5 Ricambi e accessori

5 Ricambi e accessori

NRG Power Purejet

NRG Power Purejet 67 Cap. 06 Manutenzione programmata

67

Cap. 06 Manutenzione programmata

68

68

6 Manutenzione programmata

Tabella manutenzione programmata

Una adeguata manutenzione costituisce fattore determinante per una maggiore du- rata del veicolo in condizioni di funzionamento e rendimento ottimali.

A tale scopo sono stati predisposti una serie di controlli e di interventi di manutenzione

a pagamento, raccolti nel quadro riepilogativo riportato nella pagina seguente. È buo-

na norma che eventuali piccole anomalie di funzionamento siano subito segnalate ad un Concessionario o un Punto di Assistenza Autorizzato senza attendere, per

portarvi rimedio, l'esecuzione del prossimo tagliando.

È' indispensabile effettuare i Tagliandi agli intervalli di tempo prescritti anche se non

è stato raggiunto il chilometraggio previsto. La puntuale esecuzione dei tagliandi è

necessaria per il corretto utilizzo della garanzia. Per tutte le altre informazioni riguar-

danti le modalità di applicazione della Garanzia e l'esecuzione della "Manutenzione Programmata" si rimanda al "Libretto di Garanzia".

OGNI 2 ANNI

Olio freni - sostituzione

A 1000 KM. O 4 MESI

Olio mozzo - sostituzione

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Sterzo - registrazione

Leve comando freni - ingrassaggio

Livello olio freni - verifica

69

6 Manutenzione programmata

Bloccaggi di sicurezza - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

A 5000 KM. O 12 MESI

Livello olio mozzo - controllo

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

A 10000 KM. O 24 MESI E 50000 KM

Olio mozzo - sostituzione

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

6 Manutenzione programmata

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Livello liquido di raffreddamento - verifica

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Rulli variatore - sostituzione

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Sterzo - registrazione

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

Trasmissioni - lubrificazione

Bloccaggi di sicurezza - verifica

Sospensioni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Proiettore - regolazione

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

Filtro benzina - sostituzione

A 15000 KM E 45000 KM

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

71

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

6 Manutenzione programmata

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Pressione e usura pneumatici - verifica

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Livello olio mozzo - controllo

cinghia trapezioidale - sostituzione

A 20000 KM E 40000 KM

Olio mozzo - sostituzione

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Livello liquido di raffreddamento - verifica

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Rulli variatore - sostituzione

Cinghia miscelatore - sostituzione

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Sterzo - registrazione

6 Manutenzione programmata

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

Trasmissioni - lubrificazione

Bloccaggi di sicurezza - verifica

Sospensioni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Proiettore - regolazione

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

Filtro benzina - sostituzione

A 25000 KM, 35000 KM E 55000 KM

Livello olio mozzo - controllo

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

73

Impianto elettrico e batteria - verifica

6 Manutenzione programmata

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

A 30000 KM.

Olio mozzo - sostituzione

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Livello liquido di raffreddamento - verifica

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Rulli variatore - sostituzione

cinghia trapezioidale - sostituzione

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Sterzo - registrazione

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Tubazione freni flessibili di pressione - sostituzione

Livello olio freni - verifica

Trasmissioni - lubrificazione

Bloccaggi di sicurezza - verifica

Sospensioni - verifica

6 Manutenzione programmata

Impianto elettrico e batteria - verifica

Proiettore - regolazione

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

Filtro benzina - sostituzione

A 35000 KM.

Livello olio mozzo - controllo

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

75

A 40000 KM.

Olio mozzo - sostituzione

6 Manutenzione programmata

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Livello liquido di raffreddamento - verifica

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Rulli variatore - sostituzione

Cinghia miscelatore - sostituzione

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Sterzo - registrazione

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

Trasmissioni - lubrificazione

Bloccaggi di sicurezza - verifica

Sospensioni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Proiettore - regolazione

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

Filtro benzina - sostituzione

6 Manutenzione programmata

A 45000 KM.

Livello olio mozzo - controllo

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

cinghia trapezioidale - sostituzione

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

A 50000 KM.

Olio mozzo - sostituzione

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Livello liquido di raffreddamento - verifica

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Rulli variatore - sostituzione

77

Rinvio conta Km - ingrassaggio

6 Manutenzione programmata

Sterzo - registrazione

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

Trasmissioni - lubrificazione

Bloccaggi di sicurezza - verifica

Sospensioni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Proiettore - regolazione

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

Filtro benzina - sostituzione

A 55000 KM.

Livello olio mozzo - controllo

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Leve comando freni - ingrassaggio

6 Manutenzione programmata

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Livello olio freni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

A 60000 KM.

Olio mozzo - sostituzione

Candela / distanza elettrodi - controllo / sostituzione

Filtro aria aspirazione - Pulizia

Livello liquido di raffreddamento - verifica

Miscelatore/trasmissione gas - registrazione

Rulli variatore - sostituzione

cinghia trapezioidale - sostituzione

Cinghia miscelatore - sostituzione

Rinvio conta Km - ingrassaggio

Sterzo - registrazione

Leve comando freni - ingrassaggio

Pastiglie freno - controllo condizione e usura

Tubazione freni flessibili di pressione - sostituzione

Livello olio freni - verifica

79

6 Manutenzione programmata

Trasmissioni - lubrificazione

Bloccaggi di sicurezza - verifica

Sospensioni - verifica

Impianto elettrico e batteria - verifica

Proiettore - regolazione

Prova veicolo e impianto freni - prova su strada

Pressione e usura pneumatici - verifica

Filtro benzina - sostituzione

TABELLA PRODOTTI CONSIGLIATI

Prodotto

Descrizione

Caratteristiche

AGIP ROTRA 80W-90

Olio per mozzo posteriore

Olio SAE 80W/90 che superi specifiche API

 

GL3

AGIP CITY HI TEC 4T

Olio per lubrificazione trasmissioni flessibili (freno, comando gas e miscelatore, contakm.)

Olio per motori 2 tempi SAE 5W-40, API SL, ACEA A3, JASO MA

AGIP FILTER OIL

Olio per spugna filtro aria

Olio minerale con specifica additivazione per aumentarne l'adesività

AGIP CITY TEC 2T

Olio per miscelatore

olio sintetico per motori a 2 tempi JASO FC, ISO-L-EGD

AGIP GP 330

Grasso per leve comando freni, gas, cavalletto

Grasso bianco spray a base di sapone complesso di calcio NLGI 2; ISO-L-XBCIB2

AGIP GREASE SM 2

Grasso per anello girevole della ruota fonica

Grasso al bisolfuro di molibdeno e sapone di litio NLGI 2; ISO-L-XBCHB2, DIN KF2K-20

AGIP BRAKE 4

Liquido freni

Fluido sintetico FMVSS DOT 4

80

6 Manutenzione programmata

Prodotto

Descrizione

Caratteristiche

MONTBLANC MOLYBDENUM GREASE

Grasso per anello compensatore albero puleggia condotta e sede di scorrimento puleggia condotta mobile

Grasso al bisolfuro di molibdeno

AGIP GREASE PV2

Grasso per cuscinetti sterzo, sedi dei perni e braccio oscillante

Grasso al calcio anidro bianco protettivo per cuscinetti volventi; campo di temperatura tra -20 C e +120 C NLGI 2; ISO-L-XBCIB2.

81

6 Manutenzione programmata

A

Arresto motore: 29 Attrezzi di corredo: 62 Avviamento: 15, 26, 27

B

Batteria: 42 Bloccasterzo: 12, 13

C

Candela: 37 Chiavi: 16 Clacson: 14 Commutatore a chiave: 12

Commutatore lampeggiatori:

13

D

Dati tecnici: 57 Deviatore luci: 14

Display: 10

F

Filtro aria: 38 Freno: 50

Freno a disco: 50 Fusibili: 44

G

Gruppo ottico: 46, 48

I

Identificazione: 16 Indicatori di direzione: 48

L

Liquido freni: 40

83

INDICE ANALITICO

M

Manutenzione: 33, 67, 69 Manutenzione programmata:

67, 69

O

Olio mozzo: 35

P

Plancia: 9 Pneumatici: 23, 36 Pressione pneumatici: 23 Proiettore: 47

S

Sella: 15

Specchi: 49

T

Trasmissione: 30

Le descrizioni ed illustrazioni fornite nella presente pubblicazione s'intendono non impegnative; PIAGGIO-GILERA

Le descrizioni ed illustrazioni fornite nella presente pubblicazione s'intendono non impegnative; PIAGGIO-GILERA perciò si riserva il diritto, ferme restando le caratteristiche essenziali del tipo qui descritto ed illustrato, di apportare in qualunque momento, senza impegnarsi ad aggiornare tempe- stivamente questa pubblicazione, le eventuali modifiche di organi, particolari o forniture di accessori, che essa ritenga conveniente per scopo di miglioramento o per qualsiasi esigenza di carattere costruttivo o commerciale.

Non tutte le versioni riportate nella presente pubblicazione sono disponibili in ogni Paese. La disponibilità delle singole versioni deve essere verificata con la rete ufficiale di vendita Piaggio.

"© Copyright 2007 - PIAGGIO & C. S.p.A. Pontedera. Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale"

PIAGGIO & C. S.p.A. - Post vendita

V.le Rinaldo Piaggio, 23 - 56025 PONTEDERA (Pi)