Sei sulla pagina 1di 112

MVAGUSTA BRUTALE 910 S

Manuale di officina motore


© 2005
E’ proibita la riproduzione anche parziale di questo documento senza il consenso scritto della MV Agusta S.p.A.

Part. N° 8000A6440 - Edizione N° 1


Stampato nel Dicembre 2005
Manuale di officina motore
MVAGUSTA BRUTALE F4 910 S
Premessa

La presente pubblicazione, ad uso delle Officine MV Agusta, è stata realizzata allo scopo di
coadiuvare il personale autorizzato nelle operazioni di manutenzione e riparazione del moto-
ciclo trattato. La perfetta conoscenza dei dati tecnici qui riportati è determinante al fine della
più completa formazione professionale dell’operatore.
Allo scopo di rendere la lettura di immediata comprensione, i paragrafi sono stati contrad-
distinti da illustrazioni schematiche che evidenziano l’argomento trattato.

Consigli utili

MV Agusta consiglia, onde prevenire inconvenienti, e per il raggiungimento di un ottimo


risultato finale, di attenersi genericamente alle seguenti norme:

- In caso di una eventuale riparazione valutare le impressioni del Cliente, che denuncia
anomalie di funzionamento del motociclo, e formulare le opportune domande di chiari-
mento sui sintomi dell’inconveniente;

- Diagnosticare in modo chiaro le cause dell’anomalia. Dal presente manuale si potranno


assimilare le basi teoriche fondamentali che, peraltro, dovranno essere necessariamen-
te integrate dall’esperienza personale e dalla partecipazione ai corsi di addestramento
organizzati periodicamente da MV Agusta.

- Pianificare razionalmente la riparazione onde evitare tempi morti come ad esempio il


prelievo di parti di ricambio, la preparazione degli attrezzi, ecc;

- Raggiungere il particolare da riparare limitandosi alle operazioni essenziali.


A tale proposito sarà di valido aiuto la consultazione della sequenza di smontaggio
esposta nel presente manuale.

Nota informativa
MV Agusta S.p.A. è impegnata in una politica di continuo miglioramento dei propri prodotti;
per questa ragione potrebbe essere possibile riscontrare leggere differenze tra quanto
riportato nel presente documento ed il veicolo su cui state per effettuare gli interventi di ripa-
razione e/o manutenzione. I modelli MV Agusta vengono esportati in numerosi Paesi, nei
quali valgono norme differenti in relazione al Codice della Strada ed alle procedure di omo-
logazione. Contando sulla Vostra comprensione, MV Agusta S.p.A. ritiene quindi necessario
riservarsi il diritto di apportare modifiche ai propri prodotti ed alla propria documentazione
tecnica in qualsiasi momento e senza fornirne preavviso.

Rispettiamo e difendiamo l’ambiente


Tutto ciò che facciamo ha ripercussioni sull’intero pianeta e sulle sue risorse.
MV Agusta, a tutela degli interessi della comunità, sensibilizza i Clienti e gli operatori del-
l’assistenza tecnica ad adottare modalità d’uso del mezzo e di smaltimento di sue parti, nel
pieno rispetto delle normative vigenti in termini di inquinamento ambientale, smaltimento e
riciclaggio dei rifiuti.

-2-
Freni
Indice generale

GENERALITÀ............................................................................................................ A

MOTORE .................................................................................................................. B

-3-
Generalità

SEZIONE
Revisione 0
A

-1-
Generalità

A SOMMARIO

COME CONSULTARE IL MANUALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .PAG.3


SCOPO DEL MANUALE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .PAG.3
GLOSSARIO E SIMBOLOGIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .PAG.4
CONVENZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .PAG.6
SICUREZZA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .PAG.7
AVVERTENZE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .PAG.9
INDICI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .PAG.9
SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .PAG.10

-2-
Generalità

COME CONSULTARE IL MANUALE A


Disposizione degli argomenti
Questo manuale è diviso in capitoli che trattano i sotto-
gruppi principali della motocicletta.
Per trovare rapidamente il capitolo di interesse, le pagi-
ne di ciascun capitolo sono contrassegnate con un rife-
rimento allineato alla relativa voce nell’indice generale.

Esposizione delle operazioni


Le operazioni di smontaggio, montaggio e controllo sono presentate con l’aiuto di illustrazioni (disegni o fotografie).
Le illustrazioni contengono dei simboli che indicano procedure, attrezzi speciali e altre informazioni. Vedere la simbo-
logia per il loro significato.
Le procedure sono organizzate in modo sequenziale, passo-passo.

ESEMPIO
Serraggio perno di sterzo
10°
Portare a contatto, senza serrare, la ghiera del perno 2
di sterzo.
Tale operazione deve essere fatta manualmente.
Accertarsi che la base di sterzo sia a fine corsa a
destra.
Con l’attrezzo specifico N. 800091645 serrare la ghie-
ra (1) mediante una rotazione di 10°, vedere figura,
calcolabili in circa 1/3 del tratto compreso tra i due fori
della ghiera (2) di serraggio cannotto.

SCOPO DEL MANUALE


Questo manuale è stato scritto principalmente per essere utilizzato dai concessionari MV Agusta e da meccanici qualifi-
cati.
Non è possibile documentare tutta la conoscenza necessaria ad un meccanico in un manuale. Coloro che lo utilizzano
devono possedere una conoscenza di base dei concetti della meccanica e delle procedure inerenti la tecnica di ripara-
zione dei motocicli. Senza tale conoscenza le operazioni di manutenzione e riparazione possono rendere il motociclo
non idoneo all’uso e quindi pericoloso.
Aggiornamenti

MV Agusta S.p.A. è impegnata in una politica di miglioramento continuo dei modelli prodotti. Le modifiche ed i
cambiamenti significativi alle specifiche e alle procedure saranno comunicati ai concessionari ufficiali e compari-
ranno nelle edizioni future di questo manuale.
Tutte le informazioni, istruzioni e dati tecnici inclusi in questo manuale sono basati sulle informazioni sul prodot-
to aggiornate al momento dell’approvazione per la stampa. MV Agusta S.p.A. si riserva il diritto di eseguire cam-
biamenti in qualsiasi momento senza preavviso e senza incorrere in qualsiasi tipo di obbligo.

-3-
Generalità

A GLOSSARIO E SIMBOLOGIA
Durante questo tipo di opera- NOTA Tutte le diciture indicanti destra, sini-
ATTENZIONE
zione si possono sviluppare stra, superiore, inferiore, anteriore e
vapori infiammabili e possono posteriore si riferiscono al motociclo
venire espulse ad alta velocità nella normale direzione di marcia.
parti metalliche. Occorre per-
tanto:
- operare lontano da fiamme
libere e da scintille;
- indossare abbigliamento pro- NOTA La numerazione dei cilindri, dei suppor-
tettivo; ti motore e di componenti annessi è
- indossare occhiali protettivi. crescente spostandosi da sinistra verso
destra rispetto alla direzione di marcia.

Nel caso si renda necessaria


AVVERTENZA
la sostituzione per usura di un
particolare relativo ad un cilin- Tale simbolo indica le “ operazioni da
dro, per un più soddisfacente eseguire con motore rimosso dalla
risultato, si consiglia vivamen- moto ”.
te di verificare e all'occorrenza
sostituire lo stesso particolare
in tutti i cilindri.
In particolare si raccomanda di
sostituire contemporaneamen- Tale simbolo indica le “ operazioni da
te: eseguire con circuito di raffreddamento
- pistoni con relative fasce ela- vuoto ”.
stiche e spinotti;
- valvole con relative molle,
semiconi, piattelli e rasa-
menti;
- guidavalvole con relative val- Utilizzare un attrezzo od un’attrezzatu-
vole, molle, piattelli, semico- ra specifica per il corretto svolgimento
ni e rasamenti; dell’operazione descritta.
- cuscinetti di banco;
- quant’altro sia sottoposto ad
usura uniforme indipenden-
temente dal numero di posi-
zione del relativo cilindro. Serrare alla coppia specificata.

Per consentire al motore di


AVVERTENZA funzionare nelle migliori
condizioni è necessario
che tutti gli accoppiamenti
rientrino nelle tolleranze Limite di usura, tolleranza.
prescritte. Un accoppia-
mento stretto è infatti
causa di grippaggi non
appena gli organi in movi-
mento si scaldano, mentre
un accoppiamento largo
causa vibrazioni che acce-
Usare il tester.
lerano l’usura dei particola-
ri in movimento.

-4-
Generalità

Usare l’olio raccomandato. Usare il sigillante raccomandato.

Usare il grasso raccomandato. Usare l’adesivo raccomandato.

Usare il fluido freni raccomandato. Eseguire un’accurata pulizia.

Usare il fluido per sospensioni racco- Usare componenti di nuova fornitura.


mandato.

Usare il fluido refrigerante raccomanda- Sostituire il componente.


to.

Usare il frenafiletti raccomandato. Non disperdere nell’ambiente

-5-
Generalità

A CONVENZIONE
Allo scopo di chiarire la convenzione destra/sinistra usata che si ritrova all’interno dei capitoli del presente manua-
le, riportiamo di seguito uno schema del veicolo e del motore su cui sono indicati i lati a cui far riferimento.

Cilindro 3 Cilindro 2

Cilindro 4 Cilindro 1
Lato DX

Lato SX

Lato SX Lato DX

-6-
Generalità

SICUREZZA A
Le informazioni contenute nel presente paragrafo sono fondamentali affinchè le operazio-
ATTENZIONE
ni svolte sul motociclo siano condotte riducendo al minimo i rischi per l’operatore.

Monossido di carbonio
• I gas di scarico contengono monossido di carbonio ( CO ) che è un gas velenoso. Il monossido di carbonio può cau-
sare la perdita di conoscenza e condurre alla morte.
• Se è necessario avviare il motore, accertarsi che l’ambiente sia ben ventilato. Non avviare mai il motore in un
ambiente chiuso.
• L’avviamento del motore in un’ambiente chiuso può essere effettuato solo se sono presenti gli appositi dispositivi per
l’evacuazione dei gas di scarico.

Benzina
• La benzina è estremamente infiammabile ed in certe condizioni è esplosiva.
• Tenere lontane fonti di calore, scintille e fiamme dall’area di lavoro.
• Lavorare sempre in un’area ben ventilata.
• Non utilizzare mai la benzina come solvente per la pulizia. In generale, evitare di maneggiarla se non strettamente
necessario.
• Non utilizzare benzina per la pulizia di componenti mediante aria compressa.
• Conservare fuori dalla portata di bambini.

Olio Motore
• L’olio motore può causare malattie alla cute se portato ripetutamente e per tempi prolungati a contatto con la pelle.
• Se si viene a contatto con dell’olio motore, lavare prima possibile le parti con acqua e sapone.
• Nel caso di contatto con occhi sciacquare abbondantemente con acqua e consultare un medico.
• Nel caso di ingestione non provocare il vomito onde evitare aspirazione di prodotto nei polmoni; consultare imme-
diatamente un medico. Se si suppone che si sia verificata aspirazione di prodotto nei polmoni trasportare l’interes-
sato d’urgenza in ospedale.
• L’olio esausto contiene sostanze pericolose e nocive per l’ambiente. Per la sua sostituzione è necessario essere
attrezzati per lo smaltimento degli olii esausti nel rispetto delle norme di legge vigenti.
• Non disperdere gli olii esausti nell’ambiente.
• Conservare fuori dalla portata di bambini.

Liquido di raffreddamento
• In alcune situazioni il glicole etilenico contenuto nel liquido di raffreddamento è infiammabile e la sua fiamma è invi-
sibile. Se il glicole etilenico si accendesse, la sua fiamma, pur non essendo visibile, causerebbe serie ustioni.
• Evitare di portare a contatto il liquido di raffreddamento con parti calde. Tali parti potrebbero essere sufficientemen-
te calde da provocarne l’accensione.
• Il liquido di raffreddamento (glicole etilenico) può essere causa di irritazione della pelle ed è velenoso se ingerito.
• Se il liquido di raffreddamento entrasse in contatto con la pelle togliere immediatamente eventuali abiti o calzature
contaminate e lavare prontamente con acqua e sapone. Se esso venisse a contatto con gli occhi sciacquare abbon-
dantemente con acqua pulita e consultare immediatamente un medico. Nel caso in cui venga ingerito non provoca-
re il vomito onde evitare aspirazione del prodotto nei polmoni. Somministrare acqua pulita e trasportare l’interessa-
to d’urgenza in ospedale mostrando il prodotto al personale sanitario.
• In caso di esposizione ad elevata concentrazione di vapori, trasportare l’interessato in atmosfera non inquinata e se
necessario chiamare un medico.
• Non rimuovere il tappo di chiusura del radiatore quando il motore è ancora caldo. Il liquido di raffreddamento, essen-
do in pressione, può fuoriuscire violentemente e provocare ustioni.
• Il liquido di raffreddamento contiene sostanze pericolose e nocive per l’ambiente. Per la sua sostituzione è neces-
sario essere attrezzati per lo smaltimento degli olii esausti/liquido di raffreddamento nel rispetto delle norme di legge
vigenti.
• Non disperdere il liquido di raffreddamento nell’ambiente.
• Conservare fuori dalla portata di bambini.

-7-
Generalità

A Liquido per freni


• Il fluido del circuito frenante ha un elevato potere corrosivo.
• Evitare ogni contatto con occhi, pelle e mucose.
• Se il liquido per freni entrasse in contatto con la pelle togliere immediatamente eventuali abiti o calzature contami-
nate e lavare prontamente con acqua e sapone.
• Se il liquido per freni entrasse in contatto con gli occhi sciacquare abbondantemente con acqua e chiamare un medico.
• Nel caso di ingestioni non provocare il vomito onde evitare aspirazione di prodotto nei polmoni e chiamare imme-
diatamente un medico.
• Se si suppone che si sia verificata aspirazione di prodotto nei polmoni trasportare l’interessato d’urgenza in ospedale.
• In caso di esposizione ad elevata concentrazione di vapori, trasportarel’interessato in atmosfera non inquinata e se
necessario chiamare un medico.
• Nel caso di contatti accidentali, lavare abbondantemente con acqua e consultare un medico.
• Conservare fuori dalla portata di bambini.

Liquido frenafiletti
• Pur non essendo classificato come pericoloso il contatto prolungato con la pelle, in particolare con escoriazioni, può
provocare sensibilizzazione o dermatiti. In caso di contatto con la pelle risciacquare con acqua corrente.
• In caso di malessere, dovuto ad inalazioni del prodotto, portare l’interessato all’aria aperta e richiedere l’intervento
di un medico.
• Nel caso di contatto con gli occhi sciaquare abbondantemente per almeno 15 min.
• Nel caso di ingestione bere abbondanti quantità di acqua o latte. Non provocare il vomito onde evitare l’aspirazione
del prodotto nei polmoni. Richiedere l’intervento di un medico.
• Conservare fuori dalla portata di bambini.

Azoto ammortizzatore
• L’ammortizzatore posteriore contiene azoto sotto pressione.
• Prima dello smaltimento degli ammortizzatori usati, scaricare l’azoto attraverso la valvola di gonfiaggio.
• Utilizzare solo azoto per pressurizzare l’ammortizzatore. L’impiego di un gas instabile può originare esplosioni che
possono causare ustioni.
• Non avvicinare l’ammortizzatore a fiamme o fonti di calore in quanto potrebbero causare esplosioni con conseguenti
ustioni.
• Conservare fuori dalla portata di bambini.

Batteria
• La batteria produce gas esplosivi; tenere lontane scintille, fiamme o sigarette. Durante la ricarica ventilare l’ambien-
te in modo adeguato.
• La batteria contiene una soluzione di acido solforico (elettrolito).
• L’acido solforico è corrosivo, attacca molti materiali ed indumenti. A contatto con piccole quantità di acqua genera
una reazione violenta che si manifesta con forte sviluppo di calore e spruzzi di acido caldo. L’acido solforico attac-
ca molti metalli liberando idrogeno: gas infiammabile che forma con l’aria una miscela esplosiva.
• Il contatto con l’acido solforico può causare ustioni. In caso di contatto togliere immediatamente gli indumenti con-
taminati e lavare la pelle con abbondanti quantità di acqua. trasferire all’ospedale l’infortunato se necessario.
• Nel caso di contatto con gli occhi lavare immediatamente con molta acqua chiamare immediatamente un medico e
proseguire con il trattamento sino all’arrivo del medico.
• Se l’elettrolito venisse ingerito, sciacquare la bocca con acqua senza deglutire, trasferire immediatamente l’infortu-
nato in ospedale mostrando il prodotto ai sanitari.
• La batteria contiene sostanze pericolose e nocive per l’ambiente. Per la sua sostituzione è necessario essere attrez-
zati per lo smaltimento nel rispetto delle norme di legge vigenti.
• Non disperdere nell’ambiente le batterie esauste.
• Conservare fuori dalla portata di bambini.

Parti calde
• Il motore e l’impianto di scarico diventano molto caldi e conservano tale temperatura per diverso tempo, anche dopo
lo spegnimento del motore. Attendere il loro raffreddamento prima di maneggiare tali parti o di intervenire in zone ad
esse limitrofe. Utilizzare altresì guanti isolanti.

-8-
Generalità

AVVERTENZE A
Le informazioni contenute nel pre-
AVVERTENZA sente paragrafo sono importanti affin-
chè le operazioni svolte sul motociclo
siano condotte senza arrecare danni al motociclo stesso.

• Prima dello smontaggio, eseguire una approfondita pulizia


del motoveicolo.
• Durante lo smontaggio, pulire tutte le parti e riporle in con-
tenitori rispettando esattamente l’ordine di smontaggio.
• Utilizzare sempre gli utensili speciali dove necessario e
ogni volta venga prescritto.
• Utilizzare sempre i collanti, sigillanti e lubrificanti dove pre-
scritto. Rispettare le indicazioni sulle loro caratteristiche
tecniche.
• Sostituire sempre le parti come guarnizioni, O-Rings,
rosette di sicurezza, con particolari di nuova fornitura.
• Allentando o serrando dadi o viti, iniziare sempre da quel-
le di dimensioni maggiori oppure dal centro. Rispettare
sempre i valori di coppia di serraggio indicata.
• Utilizzare esclusivamente ricambi originali MV Agusta.

INDICI

INDICE GENERALE SOMMARIO DI OGNI CAPITOLO

-9-
Generalità

A SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE


IDENTIFICAZIONE MOTOCICLO

Il numero di identificazione del motociclo è punzonato sul lato destro del canotto di sterzo.

Il numero di matricola del motore è punzonato sul semicarter superiore, in prossimità del forcellone.

1) numero di matricola telaio

3) dati di omologazione

2) numero di matricola motore

Di seguito viene riportato un esempio di designazione del numero di matricola telaio:

ZCG F4 11 ?? ? V ??????

Identificazione del costruttore


Modello veicolo
Versione
MY
Stabilimento
Numero progressivo del telaio

- 10 -
Motore

SEZIONE
Revisione 0
B

-1-
Motore

SOMMARIO

B TABELLA COPPIE DI SERRAGGIO ........................................................................................................PAG. 3


PIANO PER LA MANUTENZIONE PERIODICA ......................................................................................PAG. 5
REGOLAZIONE E TARATURA CORPO FARFALLATO ..........................................................................PAG. 13
TESTATA ....................................................................................................................................................PAG. 20
ORGANI COMANDO DISTRIBUZIONE ....................................................................................................PAG. 24
GRUPPO CILINDRI E PISTONI ................................................................................................................PAG. 44
FRIZIONE ..................................................................................................................................................PAG. 50
CAMBIO E COMANDO CAMBIO ..............................................................................................................PAG. 57
COMPONENTI ELETTRICHE ....................................................................................................................PAG. 64
POMPA OLIO ............................................................................................................................................PAG. 66
POMPA ACQUA ........................................................................................................................................PAG. 68
AVVIAMENTO ............................................................................................................................................PAG. 72
ALBERO MOTORE ....................................................................................................................................PAG. 74
BASAMENTO ............................................................................................................................................PAG. 76
COPERCHI ................................................................................................................................................PAG. 77
COMPONENTI LUBRIFICAZIONE: PIASTRA SUPPORTO TUBAZIONI OLIO ......................................PAG. 86
COMPONENTI LUBRIFICAZIONE: SUPPORTO FILTRO OLIO ..............................................................PAG. 87
SOSTITUZIONE FILTRO OLIO..................................................................................................................PAG. 90
COMPONENTI LUBRIFICAZIONE: RADIATORE OLIO ..........................................................................PAG. 93

-2-
Motore

TABELLA COPPIE DI SERRAGGIO

DESCRIZIONE N·m Frenafiletti B


TESTA
Vite ingranaggio alberi a camme 21 forte
Vite pattino distribuzione 8 medio
Viti cavallotti 12
Viti coperchio valvole 8
Viti tendicatena 8
Tappo tendicatena 12
FRIZIONE
Dado frizione 140 medio
Viti piatto spingidisco 10
CAMBIO
Dado pignone 140 medio
Vite fissaggio tamburo selettore marce 25 medio
Viti M6 comando cambio 8 medio
ACCESSORI BASAMENTO
Viti fissaggio alternatore 25
Viti fissaggio motorino d’avviamento 10
Viti fissaggio pompa acqua 8
Vite interruttore folle 10
RUOTA LIBERA AVVIAMENTO
Vite giunto parastrappi comando generatore 25 medio
Dado giunto parastrappi 55 forte
Viti M6 fissaggio flangia assieme ruota libera 10 medio
COPPA OLIO
Viti fissaggio coppa olio 10

COPPIE DI SERRAGGIO: FATTORI DI CONVERSIONE


Qualora si rendesse necessario convertire un valore di una coppia di serraggio, utilizzare la seguente tabella.

N·m Kg·m ft·lbs

N·m ------ 0,10197 0,7375

Kg·m 9,807 ------ 7,233

ft·lbs 1,3559 0,13826 ------

-3-
Motore

TABELLA COPPIE DI SERRAGGIO

B DESCRIZIONE N·m Frenafiletti


BASAMENTO
Viti M6 coperchio frizione 8
Vite M6 bloccaggio cuscinetti 12 medio
Viti M8 coperchio cambio estraibile 25
Viti serraggio M6 10
Viti serraggio M8 25
Viti piastra raccordi radiatore olio 10
Vite supporto filtro olio 40
Raccordi entrata/uscita olio radiatore 30 medio
BIELLA
Viti cappelli (*)

(*) Vedere note di montaggio

-4-
Motore

PIANO PER LA MANUTENZIONE PERIODICA


Il diagramma che segue indica gli intervalli raccomandati per gli interventi di manutenzione periodica. Essi si ren-
dono necessari per mantenere il veicolo in condizioni di funzionamento e di economia d’uso ottimali. Per como-
dità, gli intervalli sono espressi in chilometri.
Per motociclette utilizzate in condizioni particolarmente severe, devono essere eseguite
B
AVVERTENZA
operazioni di manutenzione più frequenti.
Rispettiamo e difendiamo l’ambiente
Tutto ciò che facciamo ha ripercussioni sull’intero pianeta e sulle sue risorse.
MV Agusta, a tutela degli interessi della comunità, sensibilizza i Clienti e gli operatori dell’assistenza tec-
nica ad adottare modalità d’uso del mezzo e di smaltimento di sue parti, nel pieno rispetto delle normati-
ve vigenti in termini di inquinamento ambientale, smaltimento e riciclaggio dei rifiuti.
Tabelle manutenzione programmata
0 1000 6000 12000 18000 24000 30000 36000
Frequenza Km (mi) (600) (3800) (7500) (11200) (14900) (18600) (22400)

Tagliando Pre-con- A B C D E F G
segna
Descrizione Operazione
● ● ● ● ● ● ●
Olio motore Sostituzione
Comunque ogni anno

Sostituzione ● ● ● ● ● ● ●
Filtro olio motore (Utilizzare esclusivamente fil-
tri olio originali MV Agusta) Comunque ad ogni sostituzione olio motore

Controllo / Ripristino livello ● ● ● ● ● ● ● ●


Liquido di raffreddamento
Sostituzione Ogni due anni

Impianto raffreddamento Controllo perdite ● ● ● ● ● ● ● ●

Elettroventola Controllo funzionamento ● ● ● ● ● ● ● ●

Valvole Controllo / Regolazione ● ● ● ●

Controllo ● ● ●
Catena distribuzione
Sostituzione ●

Controllo / Sostituzione ● ● ●

Pattino mobile distribuzione ●


Sostituzione
Comunque ad ogni sostituzione della catena di distribuzione

Tendicatena distribuzione Controllo / Sostituzione ● ● ●

Controllo / Sostituzione ● ● ● ●
Candele
Sostituzione ● ● ●

Filtro benzina Controllo / Sostituzione ● ● ●

Corpo farfallato Controllo e Regolazione ● ● ● ● ● ● ●

Filtro aria Controllo / Sostituzione ● ● ● ● ● ●

Controllo livello ● ● ● ● ● ● ●

Fluido freni e frizione ●


Sostituzione
Comunque ogni 2 anni

Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●
Freni / Frizione
Controllo circuito ● ● ● ● ● ●
Pulizia zona di contatto ● ● ● ● ● ● ● ●
leva/pistoncino pompa
Pastiglie freni
Controllo / Sostituzione ● ● ● ● ● ● ●
( anteriore + posteriore )

Controllo difetti e perdite ● ● ● ● ● ● ●


Tubi circuito carburante
Sostituzione Comunque ogni 3 anni

Comando acceleratore Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●


Verifica/regolazione gioco ● ● ● ● ● ● ● ●

Comando starter Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●

-5-
Motore

0 1000 6000 12000 18000 24000 30000 36000


Frequenza Km (mi) (600) (3800) (7500) (11200) (14900) (18600) (22400)

Tagliando Pre-con- A B C D E F G
segna
Descrizione Operazione

B Trasmissioni e comandi flessibili Controllo / Regolazione ● ● ● ● ● ● ● ●

Controllo / Regolazione ● ● ● ● ● ● ● ●

Catena di trasmissione Lubrificazione ● ● ● ●

Sostituzione ● ● ●

Controllo ● ● ● ●

Pignone / Rosetta di fermo ● ● ●


Sostituzione
Comunque ad ogni sostituzione della catena di trasmissione

Controllo ● ● ● ●

Corona ● ● ●
Sostituzione
Comunque ad ogni sostituzione della catena di trasmissione

Parastrappi corona Controllo ● ● ●

Ghiera cannotto di sterzo Controllo / Regolazione ● ● ● ●

Controllo / Regolazione ● ● ● ●
Cuscinetti di sterzo
Lubrificazione ●

Controllo pressione ● ● ● ● ● ● ● ●
Pneumatici
Controllo usura ● ● ● ● ● ● ●

● ● ● ● ● ● ●
Cerchi ruota Controllo visivo
Comunque ad ogni sostituzione dei pneumatici

● ● ● ● ●
Controllo
Cuscinetti ruota anteriore Comunque ad ogni sostituzione dei pneumatici

Sostituzione ●

Cavalletto laterale Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●

Interruttore Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●


cavalletto laterale Pulizia zona di controllo
con cavalletto laterale ● ● ● ● ● ● ● ●
lubrificazione
Controllo / astuccio a rullini ● ●
Mozzo ruota posteriore
Sostituzione / lubrificazione astuc-
cio a rullini ●

Cuscinetti forcellone Controllo / lubrificazione ●

Pattini catena forcellone Controllo / sostituzione ● ● ● ● ● ● ●

Pattini catena piastra telaio Controllo / sostituzione ● ● ● ● ● ● ●

Ammortizzatore posteriore Controllo / regolazione ● ● ● ●

Olio forcella anteriore Sostituzione ●

Collegamenti batteria Controllo e pulizia ● ● ● ● ● ● ●

Impianto elettrico Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●

Strumentazione Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●

Luci / segnali visivi Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●

Avvisatore acustico Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●

Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●
Fanale anteriore
Regolazione Ad ogni variazione di assetto del veicolo

Interruttore accensione Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●

Serrature Controllo funzionalità ● ● ● ● ● ● ● ●

Serraggio viti e dadi Controllo / serraggio ● ● ● ● ● ● ● ●

Fascette stringitubo Controllo / serraggio ● ● ● ● ● ● ● ●

Lubrificazione generale ● ● ● ● ● ● ● ●

Collaudo generale ● ● ● ● ● ● ● ●

-6-
Motore

Tabella lubrificanti e liquidi


Descrizione Prodotto consigliato Specifiche
Olio lubrificazione motore AGIP RACING 4T 10W/60 (*) API SJ SAE 10W/60
Glicole - Etilenico
Liquido di raffreddamento AGIP ECO - PERMANENT diluito con 40%
B
di acqua distillata
Fluido comando frizione e freni AGIP BRAKE FLUID DOT4 DOT4
Olio lubrificazione catena MOTUL CHAIN LUBE ROAD –

* : Per la reperibilità del prodotto consigliato, MV Agusta consiglia di rivolgersi direttamente ai propri concessio-
nari autorizzati. L’olio motore AGIP Racing 4T 10W/60 è stato realizzato appositamente per il
motore del motociclo F4. Qualora il lubrificante descritto non fosse reperibile,
MV Agusta consiglia l’utilizzo di olii completamente sintetici con caratteristiche
conformi o superiori alle seguenti normative:
– Conforme API SJ Olio motore
SAE 10 W-60
– Conforme ACEA A3
– Conforme JASO MA API SJ
ACEA A3
– Gradazione SAE 20 W-50 o 10 W-60 JASO MA

NOTA Le specifiche sopra indicate devono essere riportate, da sole od


insieme ad altre, sul contenitore dell’olio lubrificante.

-7-
Motore

ITEM STANDARD LIMITE USURA

VALVOLE
B Ø ext. superficie di battuta +0,3
Scarico............................... 24,6 0 mm

+0,3
Aspirazione........................ 28,6 0 mm

+0,2
Spessore area di battuta... 1 -0,3 mm

Gioco stelo - guidavalvola


Scarico............................... 0,02 ÷ 0,04 mm......................... Accoppiamento: 0,10 mm

Aspirazione........................ 0,01 ÷ 0.03 mm......................... 0,08 mm


+0
Ø interno guida....................... 4,5 +0,012 mm........................... 4,55 mm

Stelo valvola
Scarico............................... 4,475 ± 0,005 mm..................... 4,445 mm

Aspirazione........................ 4,485 ± 0,005 mm..................... 4,455 mm

Molle valvole
Interna................................ 33,8 mm.................................... 33,3 mm

Esterna.............................. 37,9 mm.................................... 37,4 mm

Gioco valvola - camma


Scarico............................... 0,20 ÷ 0,29

Aspirazione........................ 0,15 ÷ 0,24

-8-
Motore

ITEM STANDARD LIMITE USURA

CILINDRI E PISTONI
Ovalizzazione pistone............ ................................................... 0,015 mm B
Gioco pistone-cilindro............ 0,038 ÷ 0,067 mm 0,10 mm

Gioco pistone-spinotto........... 0,004 ÷ 0,012 mm 0,03 mm

Gioco spinotto-piede di biella... 0,015 ÷ 0,032 mm 0,06 mm

Spessore segmenti
-0,01
1°................................... 0,8 mm........................... 0,75 mm
-0,03
0
2°................................... 0,8 -0,02
mm........................... 0,75 mm
-0,03
Raschiaolio...................... 1,5 mm........................... 1,38 mm
-0,08

Gioco max. segmenti-cilindro

1°................................... 0,2÷ 0,4 mm............................. 0,6 mm

2°................................... 0,2 ÷ 0,4 mm............................. 0,6 mm

Raschiaolio...................... 0,2 ÷ 0,7 mm............................. 1 mm

FRIZIONE

Spessore dischi..................... 3 mm......................................... 2,8 mm

Molle...................................... .................................................. 57,9 mm

-9-
Motore

ITEM STANDARD LIMITE USURA

CAMBIO
B
Gioco perno forcella-scanalatura.. 0,35 ÷ 0,15 mm......................... 0,65 mm

Larghezza cave tamburo........ 7,05 ÷ 7,15 mm....................... 7,35 mm

Ø perno forcella...................... 6,8 ÷ 6,9 mm............................. 6,7 mm

Gioco assiale minimo


ingranaggi folli......................... 0,10 mm

Gioco massimo forcella -


ingranaggio............................. ................................................... 0,7 mm

Limite ingranaggio

Primario.......................... ................................................... 5,6 mm

Secondario...................... ................................................... 4,6 mm

Limite forcelle selezione marce

Primario (5a - 6a).............. ................................................... 4,65 mm

Secondario (1a-2a, 3a-4a). ................................................... 3,65 mm

Gioco cava - forcella............... 0,2 ÷ 0,3 mm 0,7

BASAMENTO-ALBERO MOTORE

Gioco funzionamento
cuscinetti di banco.................. 0,012 ÷ 0,038 mm..................... 0,06 mm

Gioco funzionamento
cuscinetti di biella................... 0,036 ÷ 0,061 mm..................... 0,08 mm

Gioco assiale albero motore... 0,2 mm

- 10 -
Motore

Pulizia dei particolari


Tutti i particolari devono essere puliti con appositi sol-
venti biodegradabili ed asciugati con aria compressa.
Procedere alla pulizia sia dei complessivi prima dello
smontaggio sia dei particolari disassemblati. B
Pulire ogni particolare anche prima del rimontaggio.

Accoppiamenti
Per consentire al motore di operare nelle migliori con-
dizioni è indispensabile che tutti gli accoppiamenti rien-
trino nelle tolleranze prescritte dalla Casa Costruttrice.
Un accoppiamento con tolleranze ridotte può essere
causa di grippaggi, mentre un accoppiamento con tol-
leranze eccessive causa vibrazioni che accelerano l’u-
sura dei componenti.

Norme generali per il montaggio dei particolari


Per il rimontaggio eseguire in senso inverso quanto
descritto per lo smontaggio, facendo comunque atten-
zione alle operazioni richiamate specificatamente.
Guarnizioni, paraolio, fermi metallici, rondelle di tenuta
in materiale deformabile e dadi autobloccanti devono
sempre essere sostituiti.
I cuscinetti sono dimensionati per un determinato
numero di ore di lavoro. Si consiglia quindi la sostitu-
zione anche in considerazione della difficoltà di con-
trollo dell’usura. Quanto sopra viene suggerito in
aggiunta ai controlli dimensionali dei singoli compo-
nenti menzionati nei relativi paragrafi.
È fondamentale pulire accuratamente tutti i compo-
nenti; i cuscinetti e tutti gli altri particolari soggetti ad
usura devono essere lubrificati con olio motore prima
del montaggio. Viti e dadi devono essere serrati alle
coppie prescritte.

Di seguito vengono descritte le operazioni di smontag-


gio, revisione e rimontaggio dei vari gruppi e sotto-
gruppi costituenti il motore nella sequenza finalizzata
al completo smontaggio del motore.

Smontare il motore dal telaio come descritto al relativo


paragrafo;
Scaricare l’olio dalla coppa;
Rimuovere le candele tappandone le sedi con strac-
cetti puliti, per evitare che i piccoli oggetti (rondelle,
ecc.) cadano nel motore.

- 11 -
Motore

Misurazione della compressione nel cilindro


Per eseguire questa operazione sono necessari i
seguenti attrezzi:
Chiave per candela: n° 800089013
B Misuratore di compressione
Adattatore per il misuratore di compressione.
A) Riscaldare il motore fino alla temperatura di
esercizio (di regime);
B) Spegnere il motore, rimuovere il serbatoio,
airbox e le candele;
C) Misurare la compressione dei cilindri.

Trascinare in rotazione il motore mediante il motorino


di avviamento con la farfalla completamente aperta
fino a quando l’indicatore del misuratore di compres-
sione (compressiometro) non sale più; la compressio-
ne rilevata è quella massima.

NOTA Assicurarsi che la batteria sia completa-


mente carica.
Controllo compressione cilindro (280 rpm-min.)
Motore Tipo Press. Min (bar) Press. Max (bar)
910 S 7,5 14

- Ripetere la procedura per gli altri cilindri.

N.B.: Se la compressione nel cilindro è maggiore del


valore massimo del range riportato, controllare i
seguenti punti:
A) depositi carboniosi sulle pareti della camera di
combustione e sul cielo del pistone;
B) la guarnizione della testa non è delle dimensioni
corrette;

N.B.: Se la compressione nel cilindro è minore del


valore minimo del range riportato, controllare i seguen-
ti punti:
A) la sede di una o più valvole è rovinata e le valvo-
le non tengono la pressione di compressione;
B) una o più valvole hanno un gioco di funziona-
mento nullo;
C) il gioco pistone-cilindro è eccessivo;
D) la testa del cilindro è svergolata e/o la guarnizio-
ne della testa è danneggiata;
E) il gioco tra segmenti e cave è eccessivo

NOTA Prima di eseguire la prova di compressio-


ne controllare accuratamente la tensione
di batteria in quanto il valore di compres-
sione letto è molto influenzato dalla velo-
cità di rotazione del motore, e di conse-
guenza dalla tensione di batteria.

- 12 -
Motore

REGOLAZIONE E TARATURA CORPO FARFALLATO


(controllo minimo, sincronizzazione e controllo CO)

Controllo e regolazione ➝ Ai primi 1000 km; in


seguito, ogni 6000 km B
La taratura del corpo farfallato deve essere eseguita
avviando il motore del veicolo, perciò è necessario
l’impiego di un aspiratore di gas di scarico per non
saturare l’ambiente di gas combusti.

Le operazioni di seguito descritte sono fondamentali


sia per il corretto funzionamento che per il raggiungi-
mento delle massime prestazioni del motore.

Per eseguire le operazioni sui corpi farfallati è neces-


sario rimuovere alcune delle parti di sovrastruttura
della moto, quali:
• Sella passeggero
• Sella pilota
• Fianchetti laterali serbatoio
• Coperchio commutatore accensione
• Serbatoio carburante
Attenzione: prima di eseguire la regolazione del corpo
farfallato controllare accuratamente:
- che non ci siano screpolature o danneggiamenti sui
tubetti per il controllo della depressione;
- che non ci siano perdite di gas dalle giunzioni dei tubi
di scarico;
- che i raccordi dei tubi benzina siano integri e che i
tubi non siano piegati o schiacciati.

Occorre attrezzare la moto con il serbatoio posiziona-


to su un supporto ausiliario.
Per fare questo occorre collegare le prolunghe idrauli-
che dei tubi benzina e quella elettrica per l’alimenta-
zione della pompa carburante.

- 13 -
Motore

Procedere alla verifica dei parametri del sistema inie-


zione-accensione mediante il software di diagnosi
MDST.

Collegare il cavo dello strumento di diagnosi MDST


alla presa “Diagnostica” presente sul lato destro della
moto in prossimità del vaso di espansione del liquido di
raffreddamento.

Avviare il software di diagnosi MDST e passare alla


schermata “Visualizza cruscotto”.
Posizionare l’interruttore di accensione su ON.
Scegliere l’opzione “Connetti” dalla barra strumenti.
Il software mostra a questo punto i principali parametri
di funzionamento dell’impianto iniezione-accensione:
verificare che i sensori di temperatura e pressione
abbiano letture coerenti.

- 14 -
Motore

Verificare l’angolo farfalla in condizioni di chiusura tota-


le della farfalla.

Sono ammessi pendolamenti tra 1,9° e 2,1° e tra 2,3° B


e 2,5° con il motore avviato.
Non è ammesso un valore maggiore di 2,5°.

Se necessario correggere l’apertura farfalla agendo


esclusivamente mediante l’apposita vite situata sulla
carrucola di apertura del corpo farfallato.
Si raccomanda di non modificare la posizione del
potenziometro farfalla in quanto questa è stata regola-
ta in fase di produzione al valore ottimale.

Togliere i cappucci di chiusura dei tubetti per il control-


lo della depressione.
Sui cappucci in gomma compare il numero del cilindro
al quale sono collegati.
I tubetti per il controllo sono situati sia sul lato sinistro
che sul lato destro del veicolo.

- 15 -
Motore

Collegare il tubi di depressione al vacuometro rispet-


tando la corrispondenza tra il numero del tubo e il cilin-
dro a cui viene collegato.

Per eseguire le seguenti operazioni, occorre dotarsi


del kit attrezzatura specifica per la regolazione del CO.

Attrezzatura specifica:
Part. cod. 8000A4686

Rimuovere i tappi di chiusura delle prese CO presenti


sugli scarichi.
Inserire ed avvitare le 2 sonde di rilevamento CO pre-
senti all’interno del kit attrezzatura specifica cod.
8000A4686.
Assemblare i 2 tubi con il relativo raccordo a Y, forniti
anch’essi con il kit attrezzatura cod. 8000A4686, sulle
sonde di rilevamento CO.
Collegare il raccordo a Y con un tubo in gomma all’a-
nalizzatore dei gas di scarico.

Verificare che il l’interruttore accensione sia in posizio-


ne OFF.
Smontare la centralina iniezione-accensione sistemata
sopra l’airbox svitando i quattro dadi di fissaggio.
Ripristinare la connessione di massa su corpo centra-
lina mediante un dado ed una vite M6 (per il corretto
svolgimento delle operazioni di regolazione è impor-
tante che la centralina sia collegata a massa).

- 16 -
Motore

Rimuovere la targhetta di sigillo e asportare il tappo di


chiusura centralina.

Tutte le viti di by-pass devono essere preventivamente


regolate nelle seguenti posizioni:

1,5 giri dalla posizione di tutto chiuso

Avviare il motore e procedere al suo riscaldamento.


Durante questa fase non si deve accelerare in quanto
l’elevata depressione che si crea nei condotti di aspi-
razione potrebbe risucchiare il mercurio del vacuome-
tro.
Si può sostenere la rotazione del motore aiutandosi
con lo starter.
Il raggiungimento del corretto regime termico è segna-
lato dall’intervento della ventola di raffreddamento.

- 17 -
Motore

Equilibrare le depressioni nei cilindri: le colonnine di


mercurio devono raggiungere la stessa altezza.
Se tutti i parametri del motore sono correttamente
impostati, la posizione delle viti di regolazione dovreb-
B be sistemarsi tra 1 e 3,5 giri dalla posizione di tutto
chiuso.

Il numero di giri al minimo deve rientrare tra i seguenti


valori: 1150 ÷ 1250 giri/min.

Verificare il valore di CO tramite l’analizzatore gas di


scarico.
Questo valore deve risultare compreso tra i seguenti
valori: 3.5% + 0.5% (3.0% - 4%)

Nel caso che il CO non rientri nei valori stabiliti mano-


vrare il trimmer posto all’interno della centralina fino a
che i valori non rientrino nel campo di tolleranza.

- 18 -
Motore

Il raggiungimento del corretto valore di CO potrebbe


comportare una variazione del regime motore al mini-
mo.
In questo caso è necessario operare nuovamente sulle
viti di bypass per riportare il regime al valore desidera- B
to e successivamente ripetere la regolazione del trim-
mer.

Terminate le operazioni di regolazione eseguire nell’or-


dine le seguenti operazioni:
- montare il tappo in gomma sulla parte inferiore cen-
tralina
- applicare una nuova targhetta di sigillo;
- montare la centralina sull’airbox ripristinando la con-
nessione di massa;
- smontare le sonde gas di scarico e serrare le viti di
chiusura;
- ripristinare i cappucci di chiusura dei tubetti di presa
per il controllo della depressione;
- rimontare serbatoio, fianchetti laterali serbatoio,
coperchio commutatore accensione, sella pilota e sella
passeggero.

Eseguire alla fine del montaggio un controllo finale per


assicurarsi che tutto sia in regola.

- 19 -
Motore

TESTATA

Coppia
di A B C* D E F G H I L
serraggio N·m 12 8 45 8 36
Tipo Frenafiletti medio Sigillante
* Vedere testo.

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 20 -
Motore

Rimozione assieme testa


Rimuovere gli 8 dadi di fissaggio (1) e rimuovere il
coperchio valvole (2) operando delicatamente per non
danneggiare la guarnizione (3). 1
B
E’ importante durante la fase di rimontaggio
applicare Sigillante Siliconico come indicato 2
nella figura di inizio capitolo.

Dal lato sinistro del motore, rimuovere il coperchio


della ruota fonica agendo sulle 5 viti, unitamente alla
guarnizione.

- 21 -
Motore

Rimuovere il tubo di adduzione olio alla testa situato


nella parte anteriore del motore, agendo sulle due viti
di fissaggio con chiave a T da 8.
Agendo sul dado della ruota fonica con una chiave da
B 19 mm a bussola, ruotare l’albero motore sino a porta-
re il pistone n°1 al PMS in fase di scoppio.

In questa posizione la tacca “T” riportata sulla ruota


fonica è allineata con la tacca di riferimento riportata
sul basamento.

Le camme relative al cilindro n°1 sono convergenti


verso l’alto come indicato in figura. Inoltre le tacche di
riferimento riportate sulle ruote di comando degli albe-
ri a camme sono in posizione orizzontale e rivolte
verso l’esterno.

- 22 -
Motore

Allentare la vite centrale del tendicatena distribuzione.


Rimuovere il tendicatena agendo sulle due viti di fis-
saggio.

Rimuovere dapprima i 2 cavallotti esterni (4 e 5) degli


alberi a camme agendo sulle 4 viti ad esagono interno
4 6 7 5
di ognuno.
Analogamente rimuovere i 2 cavallotti interni (6 e 7)
facendo attenzione alla spinta imposta dalle molle val-
vole.

- 23 -
Motore

ORGANI COMANDO DISTRIBUZIONE

Coppia
di A B C D E F G H I L
serraggio
N·m 21 8 8 12
Tipo Frenafiletti forte medio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 24 -
Motore

Agevolare eventualmente lo stacco dei cavallotti utiliz-


zando un martello di gomma o delicatamente la punta
di un cacciavite piatto.

Ruotare leggermente e senza sforzi l’albero a camme


lato scarico scostandolo dalla sua sede; in questo
modo si allenta la tensione sulla catena di distribuzio-
ne.
Scarrucolare la catena di distribuzione.
Rimuovere dapprima l’albero a camme lato scarico.
Assicurare la catena di distribuzione con un filo di rame
per poterla recuperare durante le successive operazio-
ni.

Rimuovere l’albero a camme lato aspirazione.

Rimuovere il pattino fisso per catena di distribuzione


agendo sulla vite di fissaggio.

Nel caso fosse necessario sostituire la catena di distri-


buzione al chilometraggio previsto ( vedi Tabella di
manutenzione programmata ), si consiglia di sostituire
anche gli ingranaggi sugli alberi a camme (ASPIRA-
ZIONE n°8000A3032 - SCARICO n° 8000A3033).
Nel rimontaggio pulire accuratamente tutte le superfici.
Posizionare l’ingranaggio della distribuzione in modo
tale che il lato privo di trattamento termico (riconoscibi-
le dalla presenza dei riferimenti di fase) sia a contatto
con le rosette NORDLOCK - TIPO NL655 n°
8000A3486.
Sostituire ad ogni rimontaggio le rosette posizionando-
le nel verso indicato in figura.
Applicare FRENAFILETTI FORTE su viti nuove n°
8C0085071 serrandole a 21 N·m.
Durante il montaggio é fondamentale verificare che la
catena rimanga posizionata correttamente.

- 25 -
Motore

Rimuovere i 12 dadi di fissaggio della testa iniziando


da quelli esterni e procedendo verso quelli interni,
agendo secondo la sequenza indicata in figura.

B
Su ogni prigioniero è inserita una rondella.
Fare attenzione a non lasciarla cadere nel
motore, eventualmente tappare adeguata-
mente i fori con straccetti puliti.

- 26 -
Motore

Sfilare la testa ed appoggiarla con cautela su un piano


pulito.

B
Sfilare la guarnizione che andrà sostituita al rimontag-
gio.
Evitare di appoggiare la testa capovolta.

Ispezione assieme testa


Rimuovere i depositi carboniosi dalle camere di com-
bustione.
Pulire da eventuali incrostazioni le canalizzazioni del
liquido di raffreddamento. Controllare che non vi siano
crepe e che le superfici di tenuta siano prive di solchi,
scalini o danni di qualsiasi genere.
Verificare la planarità delle superfici di battuta.
Verificare il perfetto stato dei filetti candele.

- 27 -
Motore

Montaggio assieme testa


Per eseguire questa operazione sono necessari i
seguenti attrezzi dedicati:
A) attrezzo n° 8000A3406 per misurare la spor-
B genza del pistone

Inserire la guarnizione nuova sul piano cilindri.


La guarnizione deve essere dello stesso spessore
della precedente se nessun particolare del gruppo
cilindri-pistoni-bielle è stato sostituito.

Se invece si è resa necessaria la sostituzione di qual-


che particolare, è necessario misurare innanzitutto la
sporgenza del pistone con l’apposito attrezzo n°
8000A3406, serrando i dadi della testa a 12 N·m. La
scelta della guarnizione va fatta in base alle indicazio-
ni della sottostante tabella:
Distanza pistone Tipo di guarnizione Codice
piano cilindro (X)
-0,100; -0,250 mm 0,70 8B00A2300
-0,260; -0,410 mm 0,55 8A00A2300
-0,420; -0,570 mm 0,40 8000A2300

La guarnizione di base del cilindro ha un unico spes-


sore vedi tabella.

SPESSORE N° PARTICOLARE
0,38 mm 800087771

Non posizionare il tastatore sul risalto


presente sul cielo del pistone

1-Spessore guarnizione LATO SCARICO


2-Codice guarnizione
Nota: montare la guarnizione con le scritte verso l’alto

- 28 -
Motore

La guarnizione va montata con le scritte rivolte verso


l’alto e le sporgenze rivolte verso il senso di marcia.
Inserire le bussole di centraggio tra testa e cilindro.
Posizionare la testa.
Inserire le rondelle sui prigionieri, aiutandosi eventual- B
mente con un cacciavite per guidarle sui prigionieri
interni.
Ungere con grasso antigrippante del tipo MOLIKOTE
HSC solo sui filetti dei dadi.
Non applicare grasso sui filetti dei prigionieri, che
devono essere ben puliti e sgrassati.

35 N•m

Avvitare i bulloni con chiave a brugola e preserrarli ad


una coppia di 35 N·m. 45 N•m
Serrare i bulloni iniziando da quelli interni verso quelli
esterni secondo lo schema indicato in figura ad una
coppia di 45 N·m.

Recuperare la catena di distribuzione.


8 N•m
Inserire il pattino fisso con relativa vite e, dopo averlo
accuratamente sgrassato, serrarla ad una coppia di 8
N·m. con FRENAFILETTI MEDIO.

- 29 -
Motore

Procedere alla messa in fase operando come segue:


assicurarsi che il pistone n°. 1 si trovi al PMS in fase di
scoppio; in questa posizione la tacca “T” riportata sulla
ruota fonica è allineata con la tacca di riferimento ripor-
B tata sul basamento.
Rimuovere il filo di rame dalla catena di distribuzione.
Tenere tesa la catena.

In caso di sostituzione dell’ingranaggio


intermedio o dell’albero motore è necessario
fare la fasatura motore, per questa procedu-
ra fare riferimento a quanto riportato alla
pagina seguente.

- 30 -
Motore

Controllo ed inserimento catena di distribuzione


Ad ogni revisione del motore verificare lo stato di usura
di ogni componente la trasmissione di distribuzione. Se
i denti degli ingranaggi risultano eccessivamente con-
sumati procedere alla sostituzione di ogni organo. B
Sostituire la catena al chilometraggio previsto .

Nel caso si riscontri un’usura oltre il limite


prescritto anche di uno solo dei componen-
ti la distribuzione, verificarli tutti e all'occor-
renza sostituirli.
Ruotare l’albero motore fino a quando il pallino riporta-
to sul dente della ruota fonica coincide con la tacca
ricavata sul basamento, come indicato nel disegno
seguente.
Attenzione: in questa posizione l’albero motore
NON si trova in posizione di PMS.

Calzare la catena di distribuzione sull’ingranaggio


intermedio.
Posizionare l’ingranaggio intermedio avendo cura che
il pallino sull’ingranaggio corrisponda al pallino sul
basamento, e facendo attenzione che l’albero motore
non si sia spostato dalla posizione precedentemente
descritta.
Inserire il perno di rotazione dell’ingranaggio interme-
dio e fissarlo con il relativo seeger.
Senza ruotare l’albero motore controllare ancora una
volta che il pallino sulla ruota fonica corrisponda alla
tacca sul basamento, e che il pallino sull’ingranaggio
intermedio corrisponda al pallino sul basamento.
A questo punto ruotare l’albero motore e verificare il
corretto ingranamento delle dentature.
Attenzione: la posizione relativa dei pallini si ripe-
terà solo dopo alcune decine di giri di albero moto-
re. Non è comunque necessario ritrovare questa
posizione per il corretto montaggio se l’allinea-
mento è già stato effettuato in precedenza.

- 31 -
Motore

- 32 -
Motore

Inserire l’albero a camme di aspirazione in modo che


la tacca di fasatura sulla ruota condotta sia parallela al
piano testa e rivolta verso l’esterno.
Inserire l’albero a camme di scarico con la tacca posta
tra il 24° ed il 25° perno della catena di distribuzione, B
iniziando a contare dal perno dopo la tacca dell’albero
a camme di aspirazione.
Assicurarsi del corretto posizionamento di tutti gli O-Ring
sotto i cavallotti testa.

NOTA: Nel caso in cui questa operazione venga fatta


col motore montato sulla moto, sollevare la ruota ante-
riore sino a fare in modo che l’asse dei cilindri sia posi-
zionato in verticale.

Posizionare i cavallotti n° 2 e n° 3, facendo riferimento


ai numeri presenti verso il lato di aspirazione;
Posizionare i cavallotti n° 1 e n° 4,
Avvicinare a mano le viti ad esagono incassato.
Montare il tendicatena e serrare le 16 viti.
8 N•m
Tendicatena
Rimuovere il tappo a vite centrale estraendo molla e
perno. Rimuovere le viti di fissaggio del tendicatena
alla testata. Estrarre il tendicatena.
Disassemblare ogni componente del tendicatena e
verificarne l’efficienza.
Il perno interno deve scorrere senza impuntamenti e la
molla interna deve rispondere prontamente.
In caso di malfunzionamento sostituire il gruppo d’as-
sieme. In caso di corretto funzionamento riassemblare
il tendicatena dopo averne lubrificato ogni componen-
te e con il tenditore nella posizione di minima esten-
sione (tutto all'interno del corpo principale).
Montare il corpo tendicatena serrando a 8 N·m con
chiave a T da 8 millimetri le due viti a testa esagonale.
Inserire nell’ordine: il perno nella molla, il distanziale
ed il tappo a vite.
Stringere a mano il tappo a vite fino a sentire esten-
dersi il tenditore. Serrare il tappo a vite a 8 N·m. 8 N•m
In questo modo il tendicatena è regolato.

Prima di serrare le viti dei cavallotti assicu-


rarsi che il tendicatena sia montato.

Accostare progressivamente le viti ad esagono interno.


Serrare le viti ad una coppia di 12 N·m., iniziando sem-
pre dai cavallotti n°2 e n°3.
Assicurarsi del buono stato delle guarnizioni del coper-
chio valvole.
Applicare uno strato di guarnizione siliconica sulle
semilune presenti sulla testa in corrispondenza degli
alberi a camme.

- 33 -
Motore

Non serrare le viti dei cavallotti se le molle


che vi agiscono sono cariche. Ruotare
opportunamente l’albero motore in modo
che le molle relative al cavallotto di cui si
B serrano le viti siano scariche e le camme
siano posizionate sul raggio base.

Posizionare il coperchio valvole.


Posizionare le viti a mano, quindi serrarle a 8 N·m.
Posizionare il tubo di adduzione olio alla testa ingras-
sando gli O-Ring.

Scomposizione organi testata 800095179

Per eseguire questa operazione sono necessari i


seguenti attrezzi dedicati:
attrezzo n° 800094796 per smontaggio valvole
attrezzo n° 800095179 per rimozione semiconi
attrezzo n° 800094798 per l’estrazione delle tenute in
gomma

Ogni particolare relativo ad una stessa val-


vola (bicchierino, molle, semiconi, ecc.) deve
essere rimontato sulla stessa valvola da cui
è stato smontato.

Rimuovere la testata come indicato al paragrafo


“Rimozione assieme testata”.

- 34 -
Motore

Rimozione valvole
A)Estrarre i bicchierini (1) con l’ausilio di una calamita
e numerarli con un pennarello per rimontarli nella
stessa posizione.
B)Estrarre le pastiglie (2) di regolazione del gioco con B
una calamita e disporle all’interno dei relativi bic- 1
chierini per poterle rimontare nella stessa posizione.
Per rimuovere i semiconi (3) utilizzare esclusiva-
mente l’attrezzo n° 95179 onde evitare di piegare le
valvole:
C)Montare la testa sull’attrezzo n° 800094796
D)Battere con un martello di gomma sul piattello supe-
riore per sbloccare i semiconi
E)Comprimere le molle sul piattello superiore
F) Estrarre i semiconi con una calamita
G)Rilasciare lentamente lo spingipiattello.

800094796

Rimuovere poi nell’ordine:


A)Semiconi
B)Le 2 molle coassiali (4 e 5);
C)Estrarre eventualmente le tenute in gomma facendo
uso dell’attrezzo n° 800094798
D)Rimuover piattello inferiore più rasamento (6);
E)Sfilare la valvola dalla camera di combustione.

- 35 -
Motore

800094798

1 2 4 5

3 6

- 36 -
Motore

Manutenzione della sede valvola

Controllare la superficie di battuta [A] fra la valvola [B] e


la sede [C] : non si devono presentare tracce di vaiola-
ture o incrinature. B
Misurare il diametro esterno [D] della superficie di bat-
tuta sulla sede valvola.
Se questo fosse troppo elevato è possibile riparare la
sede.

Diametro esterno della superficie di battuta della


sede valvola
+0,3
Standard : scarico 24,6 0 mm
+0,3
aspirazione 28,6 0
mm

Misurare l’ampiezza della battuta [E] con un calibro


verniciato o con blu di Prussia.
Se dovesse risultare troppo ampia, troppo sottile o irre-
golare sarà necessario procedere alla riparazione

Spessore area di battuta della sede

standard : scarico, aspirazione 1 +0,2 mm [E]


-0,3
La riparazione va eseguita fresando le sedi utilizzando
le apposite frese monotaglienti a 78° (1), 45° (2) e 17°
(3).
Eseguire poi la smerigliatura delle valvole e la verifica
della tenuta.

Togliere la quantità minima possibile di materiale


dalla sede.
aspirazione max 0,5 mm (in verticale)
scarico max 0,5 mm (in verticale)

Verificare che non vi siano perdite riempiendo le


canalizzazioni di aspirazione e scarico di benzi-
na.
Se così fosse controllare con blu di prussia la
qualità della riparazione.

Al rimontaggio non utilizzare mai pastiglie


calibrate di spessore inferiore a 1,6 mm.

- 37 -
Motore

Sostituzione della sede valvola

Questa operazione necessita dei seguenti attrezzi


dedicati :
punzone n° 800095319 per sede aspirazione
punzone n° 800095318 per sede scarico

Operare come segue:


A)Rimuovere le sedi usurate fresandole con cautela
per non danneggiare l’alloggiamento della testa
B)Controllare il diametro degli alloggiamenti sulla testa
e scegliere la sede valvola maggiorata consideran-
do che l’interferenza di montaggio dovrà essere
0,10÷0,15 mm.
C)Sedi valvole sono fornite di ricambio con maggiora-
zione sul diametro esterno di 0,03 mm.
D)Scaldare lentamente e uniformemente la testa ad
una temperatura di 180°C max e raffreddare le sedi
nuove con ghiaccio secco.
E)Piantare le sedi perfettamente in quadro nel proprio 800095319 800095318
alloggiamento, utilizzando gli appositi punzoni n°
800095319 (ASPIRAZIONE) e n° 800095318 (SCA-
RICO)
F) Lasciare raffreddare e procedere alla fresatura delle
sedi e smerigliatura delle valvole facendo riferimen-
to alle seguenti quote:

0
ØA 28,60 +0,3

0
ØS 24,6 +0,3

[E] 1 +0,2
-0,3

- 38 -
Motore

Controllo e manutenzione guidavalvole 800095429

Per eseguire questa operazione sono necessari i


seguenti attrezzi dedicati:
tampone di controllo n° 800095429 B
tampone n° 8000A2385

gioco stelo valvola-guidavalvola: 0,01÷0,03 mm aspirazione


0,02÷0,04 mm scarico
limiti di accoppiamento: 0,08 mm aspirazione
0,1 mm scarico
limite Ø interno guida: 4,55 mm

Procedere ad un accurato controllo visivo del guida- 8000A2385


valvola.
Per determinare l’usura dell’accoppiamento tra guida e
stelo valvola è necessario misurare il gioco utilizzando
tampone di controllo e micrometro.

NOTA Il tampone di controllo 800095429 (Ø 4,55)


non deve passare.

NOTA In caso di sostituzione del guidavalvola è


necessario controllare e all'occorrenza
sostituire anche la valvola.

Rimozione del guidavalvola

Dopo aver rimosso le valvole e le tenute in gomma


come descritto al relativo paragrafo procedere come
segue:
Scaldare lentamente ed uniformemente la testata fino
a 100°C.
Utilizzando il tampone n° 8000A2385 sfilare il guida-
valvola.
Procedere ad un controllo visivo della sede per verifi-
carne lo stato.

- 39 -
Motore

Installazione guidavalvola

Montare un guidavalvola maggiorato operando come


segue:
B
Oliare la superficie esterna del guidavalvola
Scaldare lentamente ed uniformemente la testata fino
a 150°C.
Eventualmente raffreddare i guidavalvole con Azoto
liquido (N2); o ghiaccio secco.
Inserire i guidavalvole utilizzando l'apposito tampone
n° 8000A2385 fino a battuta e lasciare a riposo fino a
stabilizzare la temperatura.
Controllare che la valvola scorra liberamente nel gui-
davalvola altrimenti effettuare una passata con l'alesa-
tore 4,5 H7 o con la broccia N° 8000A2625.

Valvola

I diametri degli steli valvola non devono scendere al di


sotto di:
4,485-3/100 mm aspirazione
4,475-3/100 mm scarico
L’ampiezza delle sedi di battuta deve essere compre-
sa tra 0,7 - 1,2 mm (vedi figura).
Controllare che lo stelo e la superficie di contatto con
la sede valvola siano in buone condizioni. Non devono
apparire vaiolature, incrinature, deformazioni o tracce
di usura. Verificare che lo stelo sia perfettamente retti-
lineo.

- 40 -
Motore

Accoppiamento valvola-guidavalvola

Il gioco di accoppiamento al montaggio deve essere:


0,01 ÷ 0,03 mm aspirazione.
0,02 ÷ 0,04 mm scarico B
Il limite massimo di accoppiamento ammesso è pari a
0,08 mm aspirazione
0,10 mm scarico
Se si riscontra un gioco superiore, sostituire valvola e
guidavalvola.

Molle

Controllare che il valore di lunghezza libera non sia


inferiore al limite consigliato e in tal caso sostituire le
molle:
Molla interna L = 33,8 mm
Limite di servizio: 33,3 mm

Molla esterna L = 37,9 mm


Limite di servizio: 37,4 mm

800095581
Rimontaggio valvole
A)Sgrassare accuratamente la guida
B)Inserire il rasamento e il piattello inferiore (6) ed
assicurarsi che sia in battuta.
C)Montare le tenute in gomma, sempre nuove, sul
guida-valvola mediante l'attrezzo n° 800095581;
D)Cospargere di olio lo stelo valvola.

- 41 -
Motore

Montare la valvola.

800095180
Inserire nell'ordine:
A)Inserire le due molle coassiali
B)Infilare i semiconi nella sede del piattello superiore e
quindi appoggiare il piattello sulle molle
C)Montare la testa sull'attrezzo smontaggio valvole n°
800094796 e comprimere la molla fino all'inserimen-
to dei semiconi con l'attrezzo 800095180
D)Battere con un martello di gomma un leggero colpo
sulla valvola per assestare i semiconi.

NOTA Prima di assestare i semiconi assicurarsi


che la testa non sia appoggiata su un
piano per evitare di piegare la valvola.
Eventualmente appoggiarla su due basi
che consentano alle valvole di muoversi.

E)Inserire la pastiglia dello spessore corretto e lubrifi-


carne la superficie
F) Assicurarsi che giri nella sua sede senza sforzo
G)Inserire il bicchierino dopo opportuna lubrificazione
della sede

Inserire la testata come descritto al paragrafo


“Montaggio assieme testa”.

- 42 -
Motore

Regolazione gioco valvole


Verificare che siano smontate le candele.

B
Se si esegue questa operazione con la testa
montata sul motore, tappare con uno strac-
cio pulito i fori delle candele e montare l'ap-
posita piastra n° 800094797 per evitare cadu-
te accidentali di pezzi all'interno del vano
catena distribuzione.

A)Ruotare l’albero motore sino a scaricare completa-


mente le molle relative alle valvole su cui si sta
intervenendo (PMS in fase di scoppio).

B)Misurare il gioco valvole con uno spessimetro.

gioco valvole aspirazione gioco valvole scarico

0,15 ÷ 0,24 mm 0,20 ÷ 0,29 mm

C)Calcolare la differenza D tra il gioco riscontrato ed il


gioco ottimale riportato in tabella;
D)Leggere sulla pastiglia il valore dello spessore S;
E)Scegliere una pastiglia nuova con spessore S+D.

Al rimontaggio non utilizzare mai pastiglie di


spessore inferiore a 1,6 mm.

- 43 -
Motore

GRUPPO CILINDRI E PISTONI

Coppia
di A B C D E F G H I L
serraggio
N·m 8
Tipo Frenafiletti medio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 44 -
Motore

Rimozione cilindri e pistoni

Rimuovere la testata ed il raccordo di collegamento in


gomma tra cilindro e pompa acqua come descritto ai
relativi paragrafi.
B
Sfilare delicatamente il gruppo cilindri facendo atten-
zione a non danneggiare le fasce elastiche.
Operare su un pistone per volta per procedere alla
rimozione.
Rimuovere dapprima i 2 pistoni che si trovano al PMS
indi ruotare l’albero motore di 180° e smontare i 2
pistoni rimanenti.
Rimuovere l’anello elastico che fissa lo spinotto al
pistone.
Sfilare lo spinotto.
Sfilare il pistone solo dopo averlo contrassegnato sul
cielo con un pennarello per rispettare la posizione al
rimontaggio.
Sfilare la guarnizione tra cilindro e basamento.

- 45 -
Motore

Revisione cilindri

Controllare che le pareti non presentino segni di grip-


paggio con i pistoni.
B Verificare l’ovalizzazione dei cilindri nel seguente
modo:
A)Misurare il diametro nominale di ogni cilindro ad
una distanza di 20 mm dal bordo superiore come
indicato in figura.
B)Ripetere due misurazioni come indicato nella figura
a fianco
C)Verificare che l’ovalizzazione sia inferiore a 0,015
mm (Limite di usura)
Qualora anche un solo cilindro non superasse tali veri-
fiche, procedere alla sostituzione dell’intero blocco.
In caso di sostituzione del blocco cilindri sostituire se
necessario anche i pistoni e le fasce elastiche. Il cilin-
dro è contraddistinto da una lettera che ne indica la
classe di appartenenza: esistono i cilindri A e B ed i
pistoni A e B che vanno accoppiati quindi con la stes-
sa lettera; l’accoppiamento cilindro-pistone deve esse-
re effettuato tra classi di appartenenza uguali (cilindro
A-pistone A; cilindro B-pistone B).

Revisione pistoni
Pulire accuratamente il cielo del pistone dai residui
carboniosi. Procedere ad un accurato esame visivo del
pistone; non devono apparire tracce di rigature, o altri
danni.
Misurare il diametro del pistone alla quota indicata in
direzione perpendicolare all’asse dello spinotto.
In caso di eccessiva usura di un pistone, sostituirlo.
Il pistone deve appartenere alla stessa classe di sele-
zione del cilindro.

- 46 -
Motore

Accoppiamento pistone-cilindro
I gruppi cilindro-pistone sono forniti già accoppiati; se
venissero scambiati tra loro cilindri e pistoni sarebbe
necessario procedere al rilevamento dei giochi di
accoppiamento. B
Effettuare la misurazione del diametro della canna
(DN) a 20 mm dal piano superiore, come indicato
nello schema.
Il diametro del pistone va misurato a 8 mm dalla
base del mantello, in direzione perpendicolare all’as-
se dello spinotto.
Queste misure vanno eseguite a temperatura stabiliz-
zata di 20°C.
Il gioco tra pistone e cilindro deve essere compreso
tra 0,038 e 0,067 mm.
Limite di usura massimo ammesso 0,10 mm.

Revisione spinotti
Verificare che gli spinotti siano senza rigature o colo-
razioni bluastre indicanti surriscaldamenti.

Accoppiamento spinotto-pistone
Il gioco (S) tra spinotto e pistone deve essere di
0,004÷0,012 mm In caso di superamento del limite è
necessario sostituire lo spinotto e il pistone.
Limite di usura massimo ammesso 0,03 mm.

- 47 -
Motore

Accoppiamento spinotto-piede di biella


Il gioco tra spinotto e piede di biella deve essere di
0,015÷0,032 mm.
Limite di usura massimo ammesso 0,04 mm.
B

Segmenti
Verificare l’assenza di rigature e di tracce di forzamen-
ti su ogni segmento.
Verificare che lo spigolo della sezione sia ben definito
e che siano liberi negli alloggiamenti.
I pistoni di ricambio vengono forniti completi di seg-
menti e di spinotto.
Qualora si riscontri usura dei segmenti si raccomanda
di sostituire anche i pistoni.

SEGMENTO Standard Limite usura

-0,01
1° SP 0,8 -0,03 0,75
0
2° SP 0,8 -0,02 0,75

Raschiaolio SP 1,5 -0,03


-0,08
1,38

Accoppiamento segmenti-cilindro
Introdurre il segmento 5 mm sotto il piano testa aven-
do cura di posizionare bene in “squadra” e misurare la
distanza tra le due estremità del segmento.
Il gioco massimo ammesso tra le estremità dell’anello
è il seguente per ogni segmento:

SEGMENTO N°1: 0,2 ÷ 0,4 mm;


Limite di usura massimo ammesso 0,6 mm

SEGMENTO INTERMEDIO: 0,2 ÷ 0,4 mm


Limite di usura massimo ammesso 0,6 mm

RASCHIAOLIO: 0,2 ÷ 0,7 mm


Limite di usura massimo ammesso 1,0 mm

- 48 -
Motore

Montaggio pistoni e cilindri


I segmenti vanno montati sui pistoni con le scritte Ne
Top rivolte verso l’alto e seguendo lo schema in figura.
Oliare il piede di biella e lo spinotto.
Montare l'anellino interno sul pistone B
Inserire i pistoni completi di segmenti sulle bielle con la
freccia rivolta verso lo scarico
Inserire gli spinotti nei pistoni fino a battuta.
Montare gli anellini esterni

3° Inferiore 3° Superiore
Prima di assicurare gli spinotti con gli anelli
di fermo coprire l’apertura del basamento
con uno straccio pulito per evitarne la cadu-
ta nella coppa olio. Usare sempre anellini di 3° Molla

fermo nuovi

Montare una guarnizione nuova tra cilindro e basa-


mento.
Posizionare le fasce sui pistoni orientate come illustra-
to nel disegno.
Oliare cilindri e fasce.
Posizionare i due pistoni 1 e 4 al PMS ruotando l’albe-
ro motore.
Inserire dapprima i due pistoni al PMS, quindi ruotare
l’albero motore di 180° per invertire la posizione dei
pistoni ed inserire i due rimanenti.
Inserire i pistoni schiacciando con le mani i segmenti.
Operare con la massima cautela in quanto si tratta di
un’operazione estremamente delicata data la fragilità
dei segmenti.
Fare alcuni giri di albero motore a vuoto ed accertarsi
che i pistoni scorrano liberamente senza forzamenti.

- 49 -
Motore

FRIZIONE

B 1 cod. 8000A2561 q.ty 7


2 cod. 8000A2562 q.ty 8
3 cod. 8000A2560 q.ty 2
4 cod. 8000A3379 q.ty 1
5 cod. 8000A3380 q.ty 1

Coppia
di A B C D E F G H I L
serraggio
N·m 8 140 10
Tipo Frenafiletti medio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 50 -
Motore

Il disinnesto della frizione è realizzato utilizzando un


gruppo di rinvio composto da un pistoncino di spinta
posto sul lato sinistro del motore e comandato da un
sistema idraulico.
Tale pistoncino spinge un’asta di comando che aziona B
il piatto spingidischi.

Smontaggio frizione

Per eseguire questa operazione è necessario il


seguente attrezzo dedicato:

utensile n° 800079015

Rimuovere le 11 viti che fissano il coperchio frizione al


basamento.
Rimuovere il coperchio frizione unitamente alla guarni-
zione che andrà sostituita al rimontaggio.

800079015

Rimuovere le 4 viti (1) di fissaggio del piatto spingidi-


sco (2) insieme alle relative molle. 1

- 51 -
Motore

Rimuovere il piatto spingidisco.

Attenzione nel caso in cui si sfilasse l’astina 3


frizione, è fondamentale rimontarla dal lato
B cilindro comando frizione (lato SX motore),
onde evitare il danneggiamento del paraolio
(1) vedi illustrazione di pagina seguente, con
la cava per la lubrificazione rivolta dal lato
frizione.

Estrarre con le mani tutti i dischi di attrito (3) che si rie-


scono a prendere.
Raddrizzare successivamente la rosetta di sicurezza
del dado.

Svitare il dado utilizzando l’attrezzo n° 800079015 per


tenere fermo il mozzo frizione e rimuoverlo.

Rimuovere la rosetta (6) e la campana frizione (7).


7 6

- 52 -
Motore

Rimuovere il distanziale (8) e la rosetta di rasamento


8 9
(9).

Scomporre il blocco frizione rispettando la sequenza


indicata in figura.

- 53 -
Motore

Revisione frizione
Verificare la rettilineità e lo stato di usura dell’asta.

Verificare l’usura dei dischi guarniti. I dischi hanno


B spessore a nuovo pari a 3 mm.
Limite di usura massimo ammesso 2,8 mm.
I dischi non devono presentare tracce di bruciature o
solchi o altri danneggiamenti.
Nel caso fosse usurato anche solo un disco sostituirli
tutti.

Appoggiare ogni disco su un piano e controllare con


uno spessimetro la deformazione.
Limite massimo di deformazione 0,1 mm.

Misurare la lunghezza “L” di ogni molla con un calibro.


Limite di servizio è di 57,9 mm.
Sostituire ogni molla che superi tale limite.

- 54 -
Motore

Rimontaggio frizione
8 9
Riposizionare la rosetta di rasamento (9) col diametro
più piccolo rivolto verso il motore, posizionare distan-
ziale (8), la gabbia a rulli, posizionare il tamburo frizio-
ne e la rosetta, è necessario fare attenzione alla roset- B
ta posizionata davanti al tamburo frizione, essendo
ricavata da Tranciatura ha uno spigolo “vivo” e uno
arrotondato, posizionare lo spigolo arrotondato lato
motore.

Assemblare il mozzo portadischi, montando


prima il particolare “5” (vedi fig FRIZIONE),
quindi la molla “4” con il diametro più pic-
colo rivolto verso il motore, montare i dischi
alternando i 9 guarniti agli 8 lisci iniziando
da un disco guarnito a pista ribassata.

Attenzione, il primo e l’ultimo disco guarni-


to, hanno un diametro interno maggiorato.

- 55 -
Motore

Si raccomanda di usare sempre una rosetta


di sicurezza e un dado nuovi al rimontaggio. 140 N•m

B Serrare il dado a 140 N·m utilizzando un frenafiletti


medio e piegare la rosetta di sicurezza.
Montare il piatto spingidisco serrando le viti con molle
a 10 N·m.
Sostituire la guarnizione del coperchio.
Allineare le spine di centraggio.
Posizionare il coperchio ed avvicinare le viti a mano.
Serrare le viti a 8 N·m.

10 N•m

8 N•m

- 56 -
Motore

CAMBIO E COMANDO CAMBIO

Coppia
di A B C D E F G H I L
serraggio
N·m 140 8 8 6 25 (M8) 25
Tipo Frenafiletti medio medio medio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 57 -
Motore

Smontaggio gruppo cambio


Rimuovere la frizione seguendo le istruzioni riportate al
relativo paragrafo.
Rimuovere l’astina frizione.
B Rimuovere le 6 viti di fissaggio del coperchio cambio.
Battere delicatamente con un martello di gomma sul-
l’albero primario dal lato frizione tenendo una mano sul
coperchio cambio fino a scostarlo dal basamento.

Sfilare il gruppo cambio.

È fondamentale rimontare l’astina frizione,


dal lato cilindro comando frizione (lato SX
motore), onde evitare il danneggiamento del
paraolio (1) vedi illustrazione di pag.53, con
la cava per la lubrificazione rivolta dal lato
frizione.

- 58 -
Motore

Comando cambio
Disassemblare il gruppo comando cam-
bio seguendo l’ordine riportato in figura.
Disporre i vari componenti in modo ordi-
nato per agevolare la ricomposizione. B
Esaminare ogni componente per rileva-
re usure o irregolarità sulle superfici.
Esaminare in particolare i componenti di
seguito richiamati.

Tamburo selettore marce


Esaminare il tamburo selettore
(“desmo”) le cui scanalature devono 1
essere prive di smussi dovuti ad usura.
Il gioco tra perno forcella e scanala-
tura con componenti nuovi è pari a
0,15÷0,35 mm.
Limite di usura massimo ammesso:
0,65 mm.
La larghezza delle cave di un tamburo
nuovo è pari a 7,05÷7,15 mm
Limite di usura massimo ammesso:
7,35 mm.
Il diametro del perno della forcella
nuova è pari a 6,8 ÷ 6,9 mm
Limite di usura massimo ammesso:
6,7 mm.
Determinare il gioco esistente tra il
perno di azionamento della forcella e la
cava sul tamburo selettore rilevando le
due quote con un calibro. Se il limite di 8 N•m
servizio viene superato, stabilire quale
dei due particolari deve essere sostitui-
to, confrontandoli con i valori dei com- 25 N•m
ponenti nuovi.
Verificare inoltre che il salterello fissa
marce si muova senza impedimenti.
Riassemblare ogni componente
seguendo l’ordine inverso rispetto allo
smontaggio.
Prima di riassemblare, sgrassare
accuratamente e applicare FRE-
NAFILETTI MEDIO su tutte le viti.
Serrare tutte le viti a 8 N·m tran-
ne la vite 1 che va serrata a 25
N•m.

- 59 -
Motore

Alberi primario e secondario

Revisionare i due alberi sepa-


ratamente per evitare di
confondere componenti simili.

Disporre i componenti in modo da age-


volare il corretto posizionamento al
rimontaggio.

- 60 -
Motore

Revisione gruppo cambio


Per eseguire questa operazione è necessario il
seguente attrezzo dedicato:

utensile di simulazione motore n° 8A0094792 B


Smontare il gruppo cambio dal motore e rimontarlo sul-
l’apposito utensile n° 8A0094792. di simulazione moto-
re avendo cura di stringere i dadi di fissaggio pignone
e il dado con il distanziale che simula il mozzo frizione.
Controllare le condizioni dei denti di innesto frontale
degli ingranaggi che devono essere in perfetto stato e
a spigoli vivi. Gli ingranaggi folli devono ruotare libera-
mente sui propri alberi.
Tutti gli ingranaggi folli devono presentare un gioco
minimo assiale di 0,10 mm.
Verificare l’usura dei cuscinetti presenti all’interno della
scatola cambio. Verificare le quote di controllo indicate
nello schema in figura.

Forcelle selezione marce


Ispezionare visivamente le forcelle di selezione marce
per rilevare piegature o altri danneggiamenti.
Ogni forcella che risulti piegata deve essere sostituita
in quanto può causare difficoltà di inserimento delle
marce e permette il disinnesto improvviso sotto carico.
Controllare con uno spessimetro il gioco di ogni forcel-
la nella scanalatura del proprio ingranaggio. Se il gioco
risulta superiore a 0,7 mm sostituire l’ingranaggio o la
forcella in relazione ai limiti di servizio delle singole
parti.

Limite gola ingranaggio 5,6 mm Primario


4,6 mm Secondario
Limite forcelle 4,65 mm Primario 5-6 marcia
3,65 mm Secondario 1-2, 3-4 marcia

Le forcelle devono poter scorrere senza sforzo.


Gli ingranaggi delle marce devono scorrere senza
impedimenti e senza eccessivi attriti.
8A0094792

- 61 -
Motore

Rimontaggio
Per eseguire questa operazione è
necessario il seguente attrezzo dedica-
to:
B
utensile di simulazione motore
n° 8A0094792

Rimontare i componenti sull’albero


seguendo l’ordine inverso rispetto allo
smontaggio. Montare i due gruppi sul-
l’apposito attrezzo simulatore del moto-
re n° 8A0094792.
Montare una leva comando cambio e
verificare il corretto funzionamento del
gruppo.
Inserire sempre una rondella
nuova sotto il pignone dopo
ogni rimontaggio. Sgrassare
accuratamente i filetti prima
del rimontaggio.
Serrare il dado pignone a 140 N·m uti-
lizzando un FRENAFILETTI MEDIO.
Risvoltare la rosetta di sicurezza onde
evitare lo svitamente accidentale del
dado pignone.

- 62 -
Motore

Tutte le marce devono inserirsi e disin-


serirsi senza impuntamenti.
In caso di impuntamenti, verificare che
sia stato ripristinato correttamente il
gioco assiale. B
Verificare con uno spessimetro che ogni
ingranaggio, quando inserito, presenti
un gioco cava-forcella pari a 0,2÷0,3
mm addossandolo da ambo i lati dell’in-
nesto.
La forcella deve essere libera.
Montare la guarnizione sul lato interno.

Prima di inserire il gruppo cambio nel basamento veri-


ficare che sia inserita una qualunque marcia per non
danneggiare l’interruttore della spia folle.

Non inserire il gruppo cambio in folle nel


basamento.
Inserire l’astina frizione.

- 63 -
Motore

COMPONENTI ELETTRICHE

Coppia
di A B C D E F G H I L
serraggio
N·m 10 25 10 22 12 6 8
Tipo Frenafiletti medio medio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 64 -
Motore

Rimuovere il pick-up della ruota fonica.


25 N•m
Alternatore
- Rimozione:
Agendo dal lato sinistro del motore, rimuovere i tre B
bulloni di fissaggio dell’alternatore e della staffa di
irrigidimento.
Sfilare l’alternatore facendo attenzione a non lasciar
cadere i parastrappi in gomma.
- Montaggio:
Cospargere di grasso i parastrappi e gli O-Ring.
Inserire le palette nell’assieme parastrappi.
Avvicinare le viti a mano, quindi serrarle a 25 N·m.

Motorino d’avviamento

- Rimozione:
Rimuovere le due viti di fissaggio (1).
Sfilare il motorino d’avviamento facendo attenzione
a non danneggiare l'O-Ring presente sull’albero.
- Montaggio:
Rimontare il motorino sul basamento.
Avvicinare a mano le due viti (1), quindi serrarle alla
coppia prescritta.
1

- 65 -
Motore

POMPA OLIO

Coppia
di A B C D E F G H I L
serraggio
N·m 8
Tipo Frenafiletti medio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 66 -
Motore

Rimuovere la frizione ed il cambio come indicato ai


relativi paragrafi.
Togliere il seeger e l’ingranaggio pompa olio.
Rimuovere le 3 viti di fissaggio.
Spingere l’albero pompa olio dal lato cambio e sfilare il B
corpo pompa olio dal lato frizione.
Per scomporre la pompa olio rimuovere le viti esterne.
Separare i vari componenti come indicato in figura.

Esaminare visivamente tutti i compo-


nenti per accertarsi che non ci siano
rigature o deformazioni.
In caso di danneggiamenti ad un parti-
colare, sostituirlo con uno nuovo.
Riassemblare la pompa olio in ordine
inverso rispetto allo smontaggio.
Rimontare il corpo pompa sul motore.
Serrare le 3 viti a 8 N·m con FRENAFI-
LETTI MEDIO avendo cura di sgrassar-
le accuratamente prima del montaggio.

- 67 -
Motore

POMPA ACQUA

Coppia
di A B C D E F G H I L
serraggio
N·m 8
Tipo Frenafiletti medio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 68 -
Motore

Rimozione pompa acqua

Operare a motore freddo.


B
Scaricare il liquido.

A)Allentare la fascetta e rimuovere con attenzione il


manicotto dal gruppo cilindri, onde evitarne il suo
danneggiamento.

B)Rimuovere le viti (1) che fissano il corpo pompa al


basamento

C)Sfilare la pompa dal basamento

Scomposizione organi pompa acqua


Dopo aver estratto la pompa dal basa-
mento scomporre la pompa nel seguen-
te modo:
A)Rimuovere le viti di serraggio del
corpo pompa (1) e separare quest’ul-
timo dal coperchio.

Fare attenzione a non lasciare


cadere le due bussole di cen-
traggio (9).

B)Rimuovere i due anelli O-Ring (2)


C)Rimuovere i due anelli seeger (3)
D)Estrarre la girante (4) completa di
albero (5)
E)Separare la girante (4) dal proprio
albero (5) svitandola

Durante le seguenti operazioni


usare opportune precauzioni al
fine di evitare ustioni.

- 69 -
Motore

A)Scaldare il corpo pompa (1) a 120° C


B)Estrarre i due cuscinetti (6) con il relativo distanzia-
le (7)

C)Estrarre l’anello di tenuta.

Revisione organi pompa acqua


Verificare che ogni componente non presenti traccia di
usura.
In particolare verificare la scorrevolezza dei cuscinetti
e lo stato degli anelli O-Ring
Verificare che la girante non presenti segni di cedi-
mento o fessurazioni .
Verificare l’assenza di un gioco eccessivo tra albero
della girante e cuscinetti.
Nel caso si riscontri usura di un componente, sostituir-
lo

Riassemblaggio organi pompa acqua

Durante le seguenti operazioni usare oppor-


tune precauzioni al fine di evitare ustioni

A)Inserire il paraolio (8). Usare sempre un paraolio


nuovo inserendolo con apposito punzone, applicare
mastice per guarnizioni.

- 70 -
Motore

B)Inserire i due cuscinetti (6) con il relativo distanziale.

C)Dopo aver atteso il raffreddamento del corpo pompa


inserire la tenuta e la controfaccia sgrassate in
alcool poi inserire l’albero con la girante e con la B
tenuta rotante senza toccare il carboncino con le
mani unte.
D)Inserire i due anelli seeger (3)
E)Inserire i due anelli O-Ring (2)

Fare attenzione a non lasciare cadere le due


bussole di centraggio (9).

F) Inserire le due viti di serraggio del corpo pompa (1)


e unire quest’ultimo al coperchio

Rimontaggio pompa acqua


A)Inserire la pompa sul basamento facendo molta
attenzione a non danneggiare l'O-Ring sul corpo
pompa
B)Inserire le viti (1) che fissano il corpo pompa al basa-
mento
C)Installare il manicotto con la propria fascetta sul
gruppo cilindri, facendo attenzione a non danneg-
giarlo.

- 71 -
Motore

AVVIAMENTO

Coppia
di A B C D E F G H I L
serraggio N·m 10 55 25
Tipo Frenafiletti medio forte medio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 72 -
Motore

Ruota libera avviamento


Rimuovere la frizione ed il cambio come indicato ai relati-
vi paragrafi.
Sfilare il perno dell’ingranaggio intermedio avviamento,
smontando prima la piastrina ferma-perno. B
Sfilare l’ingranaggio intermedio.
Sfilare la flangia dell’alternatore e l’albero del generatore.
Smontare se necessario il parastrappi maschio dal gene-
ratore utilizzando l'apposito attrezzo 800094794 per svita-
re il dado.
Disassemblare l'albero di comando generatore utilizzan-
do l'apposito attrezzo di bloccaggio 800094795 per svita-
re la vite.
Smontare e verificare le condizioni della ruota libera.
Rimontare la ruota libera con il seeger rivolto verso l'inter-
no; per agevolare l'operazione inserire per ultima la parte
dove il seeger è aperto. Verificare che la ruota libera giri
solo in senso orario.
Montare il gruppo sull'attrezzo 800094795 e bloccare la
vite con chiave dinamometrica a 25 N·m e FRENAFILET- 800094794
TI MEDIO.
Rimontare il giunto parastrappi maschio sul generatore
serrando il dado con FRENAFILETTI FORTE a 55 N·m.
Orientare verso il basso il foro drenaggio olio presente
sulla flangia ma solo dopo averla completamente inserita
nel motore, pena il danneggiamento dell’anello OR.
Serrare le viti con FRENAFILETTI MEDIO a 10 N·m.
Inserire l’ingranaggio avviamento con la dentatura più pic-
cola rivolta verso l’interno dal lato cambio.
Inserire il perno dal lato frizione.
Montare la piastrina ferma-perno assicurando la vite con
FRENAFILETTI MEDIO.

Interruttore folle
Questo componente non richiede manutenzione.
In caso di malfunzionamento sostituire l’interruttore.
Al rimontaggio inserire l’interruttore con l’ausilio di una
chiave a tubo e serrare a 10 N·m.

800094795

- 73 -
Motore

ALBERO MOTORE

Coppia
di A* B C D E F G H I J K
serraggio
N·m 25
Tipo frenafiletti medio
* Vedi note serraggio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 74 -
Motore

Smontaggio biella
Rimuovere l’albero motore seguendo la procedura pre-
scritta.
Posizionare l’albero con le bielle rivolte verso il basso.
Operare su ogni biella separatamente. B
Allentare le due viti che serrano il piede di biella e la
testa di biella.
Rimuovere le due viti sostenendo lo stelo della biella.
Allontanare i due pezzi dall’albero motore.

NOTA Riassemblare ogni biella prima di operare


sulla successiva.

Rimozione semicuscinetti
Disassemblare la biella in accordo con la procedura
prescritta.
Svitare le viti e rimuovere i semicuscinetti dal piede e
dalla testa di biella.
Superifici lavorate
Accoppiamento semicuscinetti - perno di biella
per la misura
Se non ci sono state sostituzioni basta verificare la
misura della biella e del suo perno e fare riferimento
alla tabella allegata, scegliendo i semicuscinetti in
base al colore.
La misura va effettuata sull’asse principale del fusto,
dopo aver serrato a 35 N·m.
Se è necessaria la sostituzione di uno o più particola-
ri, è sufficiente seguire l’indicazione della lettera indi-
cante la classe di appartenenza della biella e della
bronzina, riportate sulle stesse.

Montaggio semicuscinetti
Inserire i semicuscinetti al piede di biella e alla testa di
biella.
• Sgrassare viti e biella
• Inserire olio solo sulla madrevite
• Serrare verificando l’allungamento della vite compre-
so tra 0,20 mm e 0,22 mm con coppia minima di 50
N·m
• Utilizzare solo viti lavorate con zona di misura dispo-
nibili a ricambio.
Usare sempre viti nuove, anche con le bielle usate.
Assicursarsi che i tastatori del comparatore siano
a contatto solo ed esclusivamente con le superfici
lavorate.
TABELLA SELEZIONI CUSCINETTI DI BIELLA F4

DIAMETRO TESTA DI BIELLA


A 38,114 B 38,123
38,122 38,130
A 34,981 1,540/1,545 1,544/1,549
DIAMETRO 34,988 BLU GIALLO
PERNO DI B 34,989 1,536/1,541 1,540/1,545
BIELLA 34,997 ROSSO BLU

GIOCO DI FUNZIONAMENTO 0,036/0,061

- 75 -
Motore

BASAMENTO

Coppia
di A B C D E F* G H I J K
serraggio
N·m 10 25 10 10+60° 22 8 14 25 30
Tipo frenafiletti medio medio medio medio
* Vedere testo.

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 76 -
Motore

COPERCHI

Coppia
di A B C D E F G H I L
serraggio
N·m 10 25 10 8 35
Tipo Frenafiletti medio medio

OIL Applicare olio motore SS Applicare sigillante siliconico


NO OIL Non applicare olio né altri tipi di sostanza HSC Applicare Molikote HSC
GR Applicare grasso M Applicare mastice per guarnizioni

- 77 -
Motore

Coppa olio

Smontaggio e rimontaggio
Rimuovere la coppa olio agendo sulle viti di fissaggio
B da 6 mm.
Sostituire sempre la guarnizione al rimontaggio.
Controllare che il filtro aspirazione olio sia integro in
ogni sua parte ed esente da cricche o fessure; pulirlo
con aria compressa a bassa pressione soffiata dall’in-
terno verso l’esterno.

Rimuovere il supporto filtro olio svitando la vite di sup-


porto filtro olio.

Controllare che la valvola (A) e la valvola (B) di rego-


lazione pressione olio siano anch’esse prive di cricche B A
o fessure e che siano in perfetto stato, eventualmente
rimuoverle.
Pulirle con aria compressa a pressione soffiata dall’in-
terno verso l’esterno.
Eseguita l’operazione di controllo rimontarle sul basa-
mento come mostrato in figura.

- 78 -
Motore

Posizionare la guarnizione ed avvicinare a mano le viti.


Serrare le viti della coppa a 10 Nm.

10 N•m

- 79 -
Motore

Smontaggio
Rimuovere il filtro olio con il relativo supporto.
Rimuovere quanto segue come indicato ai relativi
paragrafi:
A) La testa
B) Il gruppo cilindri
C) I pistoni
D) La frizione
E) Il cambio.

Rimuovere:
F) Le viti da 6 compresa quella del coperchio blow-by
.
NOTA Attenzione a non dimenticare di svitare la
vite all’interno del carter indicata col
numero 17 in figura. Allo stesso modo pre-
stare attenzione ricordando di svitare la
vite posta nella parte superiore del basa-
mento sotto il coperchio del blow-by.

G) Le viti da 8.

NOTA Tutte le viti hanno lunghezza uguale


oppure visibilmente diversa; è pertanto
impossibile confonderle al rimontaggio.

- 80 -
Motore

H)Separare i due carter (1 e 2) facendo leva sugli


appositi rilievi. 1

I) Rimuovere eventualmente i cuscinetti (3).

L) Sfilare l’albero motore.


In caso di rimozione temporanea delle bronzine (4) si
consiglia di identificare con un pennarello il numero del
supporto ed il carter di appartenenza. Ad esempio la
bronzina tolta dal supporto n°1 del carter (partendo da
sinistra) superiore sarà identificata dalla sigla S1.
Per gli accoppiamenti riferirsi alle classi di appartenen-
za riportate in figura.
TABELLA SELEZIONI CUSCINETTI DI BANCO F4

DIAMETRO SEDE BASAMENTO


A 38,103 B 38,112
38,111 38,119
A 34,981 1.546/1,551 1,550/1,555
DIAMETRO 34,988 BLU GIALLO
PERNO DI B 34,989 1,542/1,547 1,546/1,551
BANCO 34,997 ROSSO BLU

GIOCO DI FUNZIONAMENTO 0,012/0,038

- 81 -
Motore

Revisione
Una volta scomposto l’albero motore sostituire le bron-
zine di banco e quelle di biella in caso di dubbio sulla
loro perfetta efficienza.
B Verificare le tolleranze di usura dell’albero motore.
Il gioco di funzionamento dei cuscinetti di banco
deve essere compreso tra 0,012÷0,038 mm.
Limite di servizio è 0,06 mm.
Il gioco di funzionamento dei cuscinetti di biella deve
essere compreso tra 0,036÷0,061 mm.
Con limite di servizio 0,08 mm.

Rimontaggio
Sgrassare e pulire accuratamente dai residui di pasta
Posizionare le bronzine nel carter senza lubrificarle.

Dopo il posizionamento mettere l’olio su ogni bronzina.

- 82 -
Motore

Lubrificare lateralmente il supporto n°5 in quanto svol-


ge funzione di centraggio dell’albero motore.

Mettere il tappo nuovo sul lato destro dopo aver messo


la pasta di tipo siliconico sulla superficie del tappo, fra
tappo e carter di tenuta

Montare l’albero motore.

- 83 -
Motore

Verificare con l'ausilio di uno spessimetro che l'albero


motore abbia un gioco assiale di 0,2 mm rispetto ai
supporti di banco. In caso di valore diverso contattare
la casa costruttrice.
B

Rimontare i cuscinetti sul semicarter inferiore con i


fermi affacciati tra loro e rivolti verso l'interno del basa-
mento.

Assicurarsi che siano installate le bussole di centrag-


gio sul semicarter inferiore. Stendere uno strato di
guarnizione tipo THREEBOND 1215 sui punti di battu-
ta dei due semicarter.
Accoppiare i due semicarter battendo delicatamente
con un martello di plastica fino a completa chiusura

- 84 -
Motore

Inserire le 12 viti da 8 (contrassegnate dal numero 1 al


numero 12) serrandole a 10 N·m + 60° mentre le
restanti M8 vanno serrate a 25 N·m.
Le viti M6 vanno serrate a 10 N·m.

Serrare tutte le viti in ordine opposto rispet-


to allo smontaggio.

- 85 -
Motore

COMPONENTI LUBRIFICAZIONE:
PIASTRA SUPPORTO TUBAZIONI OLIO

Smontaggio e rimontaggio
B Per rimuovere la piastra supporto tubazioni olio occor-
re preventivamente rimuovere il supporto filtro olio
come descritto nel paragrafo “Coppa olio”.

Rimuovere successivamente il condotto mandata olio


alla testa rimuovendo le rispettive viti di fissaggio infe-
riore e superiore.

Svitare e rimuovere le tre viti (2) e successivamente la


vite speciale (1) posta in alto a sinistra. 1

2
2

- 86 -
Motore

COMPONENTI LUBRIFICAZIONE:
SUPPORTO FILTRO OLIO

Rimontaggio
Pulire accuratamente tutte le superfici e verificare lo B
stato di usura degli anelli di tenuta presenti sulla vite di
supporto filtro olio e dell’OR eventualmente sostituirli.

Ingrassare sia gli anelli di tenuta che l’OR e posizio-


narli nelle rispettive sedi come mostrato in figura.

Posizionare il supporto filtro sul basamento facendo


riferimento per quanto riguarda la guida e il centraggio
dello stesso alla vite speciale (1) di fissaggio piastra
raccordi radiatore olio posizionata in alto a sinistra. 1

Una volta posizionato il supporto serrare la vite sup-


porto filtro olio alla coppia di serraggio di 40 Nm.

Montare l’estremità corta del raccordo filtro olio appli-


cando frenafiletti medio (Loctite 243) e serrando alla
coppia di serraggio di 30 Nm.

40 N•m

- 87 -
Motore

Nel rimontaggio pulire acciratamente le superfici e


qualora fossero stati rimossi i nippli dalla piastra di 30 N•m
supporto tubazioni olio rimontarli inserendo sempre
rosette in rame nuove tra nipplo e piastra di supporto.
B
Avvitare l’estremità cilindrica dei raccordi
verificando di lasciare libero il lato conico di
ogni raccordo.

Applicare frenafiletti medio (Loctite 243) e serrare i nip-


pli alla coppia di serraggio di 30 Nm.

Verificare lo stato di usura dei tre OR posti nella parte


posteriore della piastra supporto tubazioni olio, even-
tualmente sostituirli.

Nel rimontaggio ingrassare preventivamente gli OR


prima del rimontaggio della piastra.

Posizionare la piastra sul basamento e fissarla con le


tre viti (2) e la vite speciale (1) serrandole alla coppia 10 N•m
di serraggio di 10 Nm. 2
1
Fare attenzione al posizionamento della vite
speciale (1) che deve essere quello rappre-
sentato in figura.

- 88 -
Motore

Verificare lo stato di usura degli OR posti sulla condot-


to mandata olio alla testa ed eventualmente sostituirli.

Nel rimontaggio ingrassare entrambi gli OR e posizio-


nare il condotto nella parte superiore nella sede rica- B
vata sulla testa e nella parte inferiore nella sede rica-
vata nella piastra supporto tubazioni olio.

Serrare la vite di fissaggio superiore condotto manda-


ta olio alla testa alla coppia di serraggio di 10 Nm. 10 N•m

Eseguire la medesima operazione per la vite di fissag-


gio inferiore serrando la vite alla coppia di serraggio di
10 N•m
10 Nm.

- 89 -
Motore

SOSTITUZIONE FILTRO OLIO

Prelevare il filtro olio dal kit filtro olio motore di nuova


fornitura.
B
- Kit filtro olio Toyo Roki: Part. Cod. 8000A3702

Utilizzare esclusivamente componenti origi-


nali MV Agusta.

Prelevare la fascetta in gomma dal kit filtro olio motore


di nuova fornitura ed inserirla sul filtro come mostrato
nella figura a sinistra.

Utilizzare esclusivamente un particolare di


nuova fornitura.

Fare scorrere la fascetta in gomma fino a portarla a


contatto con l’anello posteriore del filtro olio (vedi figu-
ra a destra).

Lubrificare la guarnizione sul filtro con olio motore.

- 90 -
Motore

Inserire il filtro nella sua sede.

Ruotare manualmente il filtro sino a portare la guarni-


zione a leggero contatto con la superficie lavorata.
B

Eseguire il serraggio del filtro utilizzando l’apposito


attrezzo ed una chiave dinamometrica.

- Filtro olio TOYO ROKI:


Attrezzo FACOM D.139
Part. cod. N° 8000A4317
Coppia di serraggio filtro olio:
24 N·m

24 N•m

Una volta completato il serraggio del filtro,prelevare la


fascetta per filtro olio motore e la relativa vite dal kit fil-
tro olio di nuova fornitura.

Utilizzare esclusivamente una fascetta di


nuova fornitura.

Inserire la fascetta e farla scorrere fino a portarla a


contatto con l’anello posteriore del filtro olio.

- 91 -
Motore

Posizionare il fermo della fascetta ad una distanza di 2


mm dalla testa della vite posta sulla piastra supporto
tubi radiatore olio.

2 mm

Avvitare la vite della fascetta fino a raggiungere il con-


tatto di quest’ultima col filtro, senza serrare.

Contrassegnare la posizione della vite tracciando una


linea con un pennarello sia sulla vite che sulla fascet-
ta.

Eseguire il serraggio finale della vite facendole com-


piere 2 giri e 1/4 oltre la posizione precedentemente
contrassegnata.

Ad operazione di montaggio conclusa, assicurarsi che


il fermo della fascetta del filtro olio motore si trovi ad
una distanza compresa tra 1 e 1,5 mm dalla testa della
vite posta sulla piastra supporto tubi radiatore olio.
Verificare l’assenza di perdite dal filtro olio.

Contrassegnare la posizione di serraggio definitiva tra- -1÷1,5 mm


mite un pennarello sia sul filtro che sulla fascetta.
Tracciare un contrassegno di riferimento anche sulla
fascetta e sulla relativa vite, allo scopo di potere poi
rilevare un suo eventuale allentamento.

Non utilizzare il filtro olio come punto di


presa o di appoggio.

- 92 -
Motore

COMPONENTI LUBRIFICAZIONE:
RADIATORE OLIO

Smontaggio
Rimuovere la vite di fissaggio staffa motore - radiatore B
posizionata sul lato sinistro.

NOTA Questa immagine e quelle successive


mostrano un blocco motore al quale è
stato rimosso il radiatore acqua; le opera-
zioni descritte sono comunque possibili
anche con il radiatore montato.

Scollegare la bielletta (1) di ancoraggio radiatore –


motore posta sul lato sinistro.

Sfilare il radiatore olio spostandolo da destra verso


sinistra in modo da disimpegnare il piolo di sostegno
inserito nella staffa con gommino (1) posta sul lato
destro.
1

- 93 -
Motore

Rimontaggio
Inserire il piolo di sostegno nella staffa (1) posta sul
lato destro facendo compiere al radiatore olio un movi-
mento da sinistra a destra.
B

Collegare la bielletta (1) di ancoraggio radiatore –


motore posta sul lato sinistro.

Riposizionare la staffa motore – radiatore sul lato sini-


stro e fissarla serrando la vite.

- 94 -
Motore

Qualora le tubazioni e i raccordi fossero stati


rimossi dal radiatore, eseguirne il rimontag-
gio con particolare attenzione mettendo una
chiave sul radiatore per non strappare i rac-
cordi del radiatore stesso. Lubrificare con olio B
motore le filettature del raccordo. Serrare le
tubazioni e i raccordi alla coppia prescritta.

Ricollegare le tubazioni di mandata e ritorno olio ai nippli


della flangia supporto tubazioni olio lubrificando preventiva-
mente con olio motore le filettature dei nippli posti su di esso.

Lubrificare con olio motore

Serrare i dadi di fissaggio delle tubazioni al radiatore


alla coppia di serraggio prescritta.

Coppia di serraggio: 18 ÷ 20 N•m

18 ÷ 20 N•m 18 ÷ 20 N•m

- 95 -
Servizio di assistenza tecnica

Part. N. 8000A6440 Edizione n° 1