Sei sulla pagina 1di 6

Controllo tecnico, contabile e amministrativo

Il controllo tecnico, amministrativo e contabile è il momento cruciale di tutto il


procedimento legato agli appalti pubblici.

La realizzazione degli appalti pubblici, il cui iter è descritto nella guida semplificata è


suddivisa in fasi. Il controllo dell’esecuzione degli appalti è parte della fase di esecuzione.

i riferimenti normativi di questa parte sono il codice contratti (D.Lgs. 50/2016)e il decreto
ministeriale 49/2018 relativo al direttore dei lavori (DL) ed il direttore dell’esecuzione del
contratto (DEC).

Tipi di controlli
I controlli sono:

 tecnici: tutti i controlli specifici all’aspetto tecnico svolti in relazione alle prescrizioni


dei capitolati speciali descrittivi e prestazionali e le normative tecniche di settore;
 amministrativi: sono controlli volti ad accertare la conformità degli atti;
 contabili: controlli finalizzati a verificare l’esatta quantificazione economica delle
prestazioni eseguite.

Chi li esegue?
Le figure principali sono (c. 1 art. 101 D.Lgs. 50/2016):

 II Responsabile Unico del Procedimento (RUP);


 il Direttore dell’Esecuzione del contratto (DEC) per servizi e forniture;
 il Direttore dei Lavori (DL) per lavori;
 Direttori operativi (DO);
 Ispettori di cantiere (IC);
 Collaudatore per i lavori;
 Verificatore della conformità per sevizi e forniture.

Il DEC o il DL possono essere individuati con il seguente ordine (c. 1 art. 111 D’.Lgsl.
50/2016):

1. soggetti dell’ente di appartenenza;


2. soggetti di altre amministrazioni pubbliche, previo apposito accordo (art. 15 L.
241/1990);
3. soggetti di altre amministrazioni pubbliche, previa intesa o convenzione  (art. 30
D.Lgsl. 267/2000);
4. al progettista incaricato;
5. ad altri soggetti scelti con le procedure previste dal presente codice per
l’affidamento degli incarichi di progettazione.

Step fondamentali
Al dilà di ogni specifica differenza tra le tipologie di appalto di lavori, servizi o
forniture, gli step fondamentali per effettuare il controllo tecnico, contabile e
amministrativo efficace sono i seguenti:

 accettazione preliminare dei materiali prima della loro collocazione, installazione;


 accettazione definitiva dei materiali una volta installati;
 compilazione dei documenti contabili;
 rilascio degli stati d’avanzamento;
 emissione dei certificati per il pagamento degli acconti;
 controllo dello sviluppo delle attività entro i limiti dei tempi e delle somme
autorizzate.
ciclo dei controlli tecnici, amministrativi e contabili dei lavori, servizi e forniture

Accettazione dei materiali


La gestione di una corretta fase di accettazione dei materiali permette sia alla ditta
esecutrice che alla RUP di avere la certezza che i materiali che saranno acquistati ed
utilizzati sono quelli previsti dal progetto.

Pertanto, in base a quanto previsto dall’art. 6 del DM 49/2018 che è valido per i lavori, ma


sicuramente lo è anche per i servizi e forniture, benchè non esplicitamente richiamato nel
DM, l’attività di accettazione la svolge il DL o il DEC e pertanto esegue tutti i controlli e le
prove previste:

 dalle vigenti norme nazionali ed europee;


 dal Piano d’azione nazionale per la sostenibilità ambientale dei consumi della
pubblica amministrazione (in particolare i Criteri Ambientali Minimi CAM);
 dal capitolato speciale d’appalto.

Preferiamo suddividere l’attività di accettazione dei materiali in due sotto attività per
evitare contestazioni tra ditta esecutrice e direzione dei lavori o direzione dell’esecuzione
del contratto:

 Accettazione preliminare:
o prima dell’acquisto: la Ditta trasmette al DL/DEC l’elenco, il DL/DEC da
assenso o rigetta per le modifiche;
o prima della installazione: una volta arrivati in sito i materiali, il DL/DEC da
assenso o rigetta i materiali;
 Accettazione definitiva:
o dopo la loro installazione il DL/DEC verifica la corretta installazione.
Accettazione dei materiali

Compilazione dei documenti contabili


Come per quanto riguarda l’accettazione dei materiali, è necessario avere la stessa cura
nella compilazione dei documenti contabili sia che si tratti di lavori, di servizi e di
forniture. Pertanto per ogni tipologia di appalto avrà le sue modalità d’ contabilità, ma
l’attenzione sarà sempre quella. Avremo quindi documenti contabili per i lavori e
documenti contabili per servizi e forniture.

Il DL/DEC effettua il controllo della spesa legata all’esecuzione delle prestazioni,


attraverso la compilazione con precisione e tempestività dei documenti contabili, che sono
atti pubblici a tutti gli effetti di legge, con i quali si realizza l’accertamento e la
registrazione dei fatti producenti spesa.

A tal fine provvede a classificare e misurare le lavorazioni eseguite, nonché a trasferire i


rilievi effettuati sul registro di contabilità e per le conseguenti operazioni di calcolo che
consentono di individuare il progredire della spesa. Secondo il principio di costante
progressione della contabilità, le predette attività di accertamento dei fatti producenti
spesa devono essere eseguite contemporaneamente al loro accadere e, quindi, devono
procedere di pari passo con l’esecuzione.

Rilascio degli stati d’avanzamento


Lo Stato di Avanzamento è l’atto contabile nel quale sono riassunte tutte le prestazioni
eseguite che è funzionale al pagamento delle rate di acconto previste dal contratto e per
l’emissione del successivo certificato di pagamento (art. 13 DM 49/2018)
esempio di suddivisione di un appalto in stati di avanzamento

Se il corrispettivo per il pagamento di un appalto è stato suddiviso in base al contratto in


“N” stati di avanzamento, il DL/DEC dovrà redigere uno stato di avanzamento dopo che il
suo importo avrà raggiunto la somma pari al rapporto dell’importo contrattuale diviso “N”
(SA=ImportoContratto : N). Un secondo metodo di definizione dell’acconto, molto più
diffuso, lo stato di vvanzamento viene definito economicamente nel contratto. Ma il
risultato non cambia.

Lo stato di avanzamento è una rata di acconto dell’importo contrattuale.

Tempi di emissione dei certificati per il pagamento degli acconti


Una volta che il DL/DEC ha emesso lo stato di avanzamento, lo trasmette al RUP il quale
emana il Certificato di Pagamento.

I tempi che intercorrono tra l’adozione dello Stato di Avanzamento e l’emissione del
Certificato di Pagamento sono minimi e vincolanti per legge.

I certificati di pagamento relativi agli acconti del corrispettivo di appalto sono emessi:

 contestualmente all’adozione di ogni stato di avanzamento dei lavori;


 comunque entro un termine non superiore a 7 giorni dall’adozione degli stessi.

I pagamenti relativi agli stati di avanzamento dell’appalto sono effettuati (comma 1


articolo 113-bis codice contratti) :

 nel termine di 30 giorni decorrenti dall’adozione;


 salvo che sia espressamente concordato nel contratto un diverso termine,
comunque non superiore a 60 giorni e purché ciò sia oggettivamente giustificato
dalla natura particolare del contratto o da talune sue caratteristiche.
tempi di pagamento delle rate di acconto

Controllo dello sviluppo delle attività entro i limiti dei tempi e


delle somme autorizzate
Il controllo tecnico contabile e amministrativo del contratto richiede il costante controllo
da parte di tutti i soggetti che seguono il procedimento. In caso il RUP, DL/DEC reputino
necessario modificare le somme autorizzate è necessario intervenire con le modifiche
contrattuali che sono state riportate in un post apposito.