Sei sulla pagina 1di 7

PAROLE CHE FINISCONO IN CIA E GIA.

Le parole che terminano in cia e gia si comportano in maniera speciale


quando diventano plurali. Eccoti degli esempi.

SINGOLARE (uno) PLURALE (tanti)


CAMICIA CAMICIE (con la i)
ACACIA ACACIE
MAGIA MAGIE
VALIGIA VALIGIE
ROCCIA ROCCE (senza la i)
MANCIA MANCE
PIOGGIA PIOGGE
SPIAGGIA SPIAGGE

REGOLA
Se la parola prima di CIA e GIA ha una vocale, al plurale avrà CIE e GIE.
Se la parola prima di CIA e GIA ha una consonante, al plurale avrà CE e GE.

PAROLE SPECIALI
Ci sono delle parole speciali che vanno scritte sempre con CIE o con GIE.
Ricordale nell’ordine con cui ti vengono presentate. Le parole derivate da
cielo perdono la i (esempio celeste, ecc.)

SEMPRE CON CIE SEMPRE CON GIE

SUPERFICIE IGIENE
CIELO IGIENISTA
CIECO FORMAGGIERA
SPECIE RAGGIERA
CAMICIE
PASTICCIERE
BRACIERE
SUFFICIENTE
INSUFFICIENTE
EFFICIENTE
SOCIETÀ
ARCIERE
CROCIERA

1
DIVISIONE IN SILLABE

DOPPIE si dividono
S (quando è da sola) sempre a capo
MP MB si dividono

QUA QUE QUI QUO RESTANO


GNA GNE GNI GNO UNITE
SCI SCE
GLI

CQ si divide

ACCENTO E APOSTROFO
Ricordati:
di solito va scritto l’accento quando il battito forte di
una parola cade sull’ultima lettera.
Esempi: perché – però – già – andrò – farò

Ci sono parole che non vogliono l’accento nonostante


che abbiano un battito forte che cade sull’ultima
lettera (vocale). Sono le parole speciali che trovi nella
scheda riassuntiva che troverai alla pagina seguente.

2
Tabella riassuntiva
QUANDO … QUANDO …
DA VA
DÀ Significa “dare” VA’ Comando (andare)
DA’ Comando (dare) STA
DI STA’ Comando (stare)
DÌ Significa “giorno” CE Suono chiuso
DI’ Comando (dire) C’È Suono aperto
E Suono chiuso CERA Suono chiuso
È Suono aperto C’ERA Suono aperto
LA C’ERANO Suono aperto
LÀ Indica un luogo NOTA BENE
Suono aperto, ma senza accento con STESSO / A
NE Suono chiuso
NÈ Né … nè – di solito ha SE STESSO/A
il suono aperto
SI SEMPRE CON L’ACCENTO
SÌ Dire di “sì” con la testa.
LI GIÀ
LÌ Indica un luogo PIÙ
SE Suono chiuso PUÒ
SÉ Suono aperto CIÒ
TE GIÙ
TÈ È il tè da bere
FA SEMPRE CON L’APOSTROFO
FA’ Comando (fare) PO’
SEMPRE SENZA ACCENTO O APOSTROFO
TRA ME TU FRA TRE RE QUI NO STO QUA SU BLU SA SO FU DO

3
Il cuoco Basilio
Se dopo la cu c’è una vocale, cu diventa qu. Perciò scriverai
quaderno e non cuaderno; squadra e non scuadra; questo e non cuesto. Ci
sono però delle parole speciali che non rispettano la regola (fanno cioè
eccezione). Queste parole le devi ricordare in sequenza (secondo questo
ordine).

Cui – cuoco – scuola – innocuo – cuore – taccuino – cuoio – proficuo -


Circuito – arcuato – cuocere – percuotere – scuotere – riscuotere –
evacuare - evacuazione

NOTA BENE: taccuino e soqquadro


Cui (accento sulla U) e qui (accento fantasma
sulla I – indica sempre un luogo)

IL DIGRAMMA GN
GN seguito dalle vocali a, e, o, u non vuole la i.
Eccezione: la parola compagnia.
Le parole “cosa fa” (verbi) del presente, alla persona NOI (io e …), finiscono
in GNIAMO.
Esempi: sognare – noi sogniamo / accompagnare – noi accompagniamo /
bagnare – noi bagniamo / disegnare – io e Giovanni (= NOI) disegniamo

IL DIGRAMMA SC

Le parole con SCE si scrivono tutte senza la i:


scena, conoscere, ascensore, ecc.

Eccezioni: la parola scienza (e derivate), coscienza (e derivate), usciere.

4
USO DELL’H
L’H va usata sempre quando ha / hai / hanno indicano:
1. POSSEDERE: tu hai una bicicletta rossa; lui ha uno zainetto nuovo; i
miei cugini hanno il Nintendo nuovo.

2. SENTIRE o PROVARE: Giovanni ha mal di pancia; Lucia ha paura dei


cani; tu hai freddo perché sei vestito poco; loro hanno una fame da lupi
perché sono senza colazione.

3. UN’AZIONE AL TEMPO PASSATO: Luciano ieri ha mangiato la torta al


compleanno di Sonia; i miei compagni, in gita scolastica, hanno
imparato come si fa il pane; tu hai già letto tutto il libro della biblioteca?
Hai vissuto un’esperienza emozionante!
______________________________________________________

A / AI NON VOGLIONO MAI L’H QUANDO RISPONDONO A


QUESTE DOMANDE:

DOVE? Sono andato a Trento. Ci vediamo ai giardini.


(a Trento, ai giardini)
QUANDO? La scuola finisce ai primi di giugno. A mezzogiorno si va
(ai primi di giugno, a
mezzogiorno)
in mensa.
COME? Io ho un pigiama a righe. Il quaderno di matematica è
(a righe – a quadretti)
a quadretti.
A CHI? A Pietro piacciono gli spinaci. Ai miei compagni non è
(a Pietro – ai miei
compagni)
piaciuto il film di ieri.
A COSA? Giochiamo a carte con il nonno tutte le domeniche. Chi di
(a carte – a nascondino)
voi gioca a nascondino?
A FARE CHE? All’una si va tutti a mangiare in mensa. Dopo pranzo
(a mangiare – a giocare)
andiamo ancora un po’ a giocare in cortile.

QUANDO IL SUONO O SI LEGGE CON SUONO CHIUSO SI SCRIVE


SENZA H. QUANDO SI LEGGE CON SUONO APERTO VUOLE L’H.

QUANDO A, AI, O SONO ESCLAMAZIONI, L’H VA DOPO : AH! AHI! OH!

ANNO NON VUOLE MAI L’H QUANDO INDICA UN ANNO SOLARE, UN


ANNO SCOLASTICO, QUINDI QUANDO INDICA UN PERIODO DI TEMPO.

5
PREPOSIZIONI SEMPLICI:

DI A DA IN CON SU PER TRA FRA

QUANDO USO A?
Quando risponde a queste domande
A CHI? DOVE?
Es: voglio fare un regalo Es: vado a Trento
a Carla

A A FARE COSA?
QUANDO?
Es: prendo il treno a Es: vado a mangiarmi una pizza
mezzogiorno

COME? A COSA?
Es: Lisa indossa una maglietta a righe Es: gioco a Monopoli

RICORDA: A CUI (= al quale, alla quale) si scrive senza l’H perché è una
preposizione. Es: Giovanni, a cui non piace il calcio, oggi non ha mangiato
niente.

QUANDO USO HA?


QUANDO È QUANDO SIGNIFICA

UN VERBO POSSEDERE
COMPOSTO HA AVERE
Es: Luisa ha mangiato un SENTIRE
piatto di spaghetti. Es: Luisa ha (= possiede, è suo) un
bel cane.
HA MANGIATO Lorena ha (= sente) sonno.

ausiliare verbo MANGIARE QUANDO


NON RISPONDE A
NESSUNA DOMANDA
6
RICORDA:
1. HAI - HANNO si comportano come HA
2. AI si comporta come A (è anch’essa una preposizione, anche se
articolata)
3. ANNO è un nome (= periodo di tempo)

PREPOSIZIONI ARTICOLATE:
preposizioni + articoli

+ IL LO LA I GLI LE
DI DEL DELLO DELLA DEI DEGLI DELLE
A AL ALLO ALLA AI AGLI ALLE
DA DAL DALLO DALLA DAI DAGLI DALLE
IN NEL NELLO NELLA NEI NEGLI NELLE
CON COL / / COI / /
SU SUL SULLO SULLA SUI SUGLI SULLE
PER / / / / / /
TRA / / / / / /
FRA / / / / / /