Sei sulla pagina 1di 25

Raccolta di esercizi

di pallacanestro

<< Ogni esercizio è una “chiave” per una reazione a catena della creatività dell'Allenatore o del
Collega che può portare all'infinito il numero delle combinazioni. >>

dal libro “500 esercizi di pallacanestro”


di Filippo Lelli e Silvia Lolli (1983)
Premessa
Ogni esercizio deve stare in un solo foglio. Per i disegni si è usato il software Basketball Playbook
(www.jes-soft.com/playbook/).
Gli esercizi sono ordinati e numerati secondo quattro cifre:

➔ divisi per argomento:


● 1. palleggio
● 2. passaggio
● 3. tiro
● 4. ...

➔ e per livello di complessità:


● A. base
● B. media
● C. difficile

Ad esempio, la scrittura 2.B.12 indica l'esercizio n.12 con argomento il passaggio (2) e di difficoltà media
(B).
I ritorni o rifornimenti, cioè come i giocatori scalano da una posizione all'altra dopo aver eseguito un
esercizio, non sono stati segnalati, ma di solito sono facili da intuire.
Ogni esercizi va provato sia con mano destra sia con mano sinistra, sia sul lato destro sia sul lato sinistro.

Diritto d'autore e copyright


Se presente in fondo ad ogni esercizio viene indicato la fonte, l'autore, il libro, il sito internet da cui si copia
o si trae ispirazione. In caso di violazioni, il titolare dei diritti è pregato di contattare l'autore del presente
testo e si provvederà immediatamente alla loro rimozione.

Indice per argomento


1. palleggio
2. contropiede
3. preparazione fisica
4. passaggio

Legenda grafica (segni convenzionali)


Attaccante senza palla Attaccante numero 1 senza palla

Attaccante con palla Coach

Difensore Difensore numero 1

Spostamento Cambio di direzione (frontale)

Passaggio Palleggio

Blocco Autoblocco (per prendere posizione


o smarcarsi)
Tiro Birillo o conetto
Giocatori n. minimo giocatori richiesti, terzetti, coppie... N. numero dell'esercizio
Palloni numero minimo di palloni richiesto Nome Nome dell'esercizio
Altro altre attrezzature (birilli, palla medica...) Squadra minibasket, under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi

Figure di metà campo: altezza 235 pixel – larghezza 268 pixel

Figure tutto campo: altezza 356 pixel – larghezza 207 pixel

Fonte dell'esercizio
Giocatori 8 N.
Palloni 1 Nome 4vs4 senza e con palleggio
Altro - Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-passaggio -anticipare il passaggio
-smarcamento -pressione sull'uomo con palla che ha
-visione di gioco chiuso il palleggio

Fase 1: 4vs4 senza palleggio su tutto il campo o a metà campo.


Fase 2: la squadra che segna, può fare un solo palleggio a testa. L'altra è sempre senza palleggio.
Fase 3: la squadra che segna un'altro canestro, può palleggiare liberamente. L'altra è sempre senza palleggio.

Sviluppo 1: solo il giocatore che ha segnato può palleggiare.


Sviluppo 2: si gioca 4vs3 senza palleggiare, con un difensore in recupero per stimolare la velocità di esecuzione dei
passaggi e di scelta.

Fonte dell'esercizio -
Giocatori 10 N.
Palloni 1 Nome 5vs5 cambio ruoli
Altro - Squadra under
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-i piccoli imparano a giocare sotto -i piccoli imparano a difendere vicino a -mostrare le difficoltà di giocare in un
canestro canestro ruolo diverso dal proprio
-i lunghi imparano a giocare lontano -i lunghi imparano a difendere lontano
da canestro da canestro

Si gioca 5vs5 tutto campo. I numeri 4 e 5 portano la palla. I numeri 1, 2 e 3 giocano vicino a canestro e devono
giocare spalle a canestro.

Fonte dell'esercizio -
Giocatori - N.
Palloni da 0 a 5 Nome Cambio velocità e direzione senza palla
Altro - Squadra minibasket, under
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-cambio di velocità -rapidità di piedi
-cambio di direzione -rapidità di riflessi

Un giocatore per volta cammina verso il coach. Appena il coach esegue un passo laterale (o un segnale sonoro o
indicando con una mano) i giocatori scattano per 3-4 metri in quella direzione facendo un cambio di direzione.

Sviluppo: i giocatori possono andare a recuperare uno dei 5 palloni posizionati sulla riga da tre punti nell'altra metà
campo ed effettuare un terzo tempo di destro o di sinistro o un arresto e tiro. Successivamente posizionano il pallone
accanto agli altri in prossimità della riga da tre punti.

Fonte dell'esercizio “500 esercizi di pallacanestro” di Filippo Lelli e Silvia Lolli.


Giocatori a 6 coppie: 1 lavora e 2 sono pronte a partire N.
Palloni 1 Nome Scivolamenti + passaggio con palla medica
Altro palla medica Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-passaggio in avanti con carico -scivolamenti con carico -potenziamento con carichi

Si parte in coppia, uno di fronte all'altro. Uno ha la palla medica. Si fa uno o due scivolamenti e poi si passa al
compagno di fronte. Si scivola da una linea laterale all'altra. Una volta arrivati alla linea laterale destra, si passa ad un
compagno della nuova coppia (2).
Sviluppo: variare il peso della palla medica (aumentando o diminuendo in progressione). Usare alla fine il pallone
normale, per sciogliere i muscoli delle braccia e del petto e aumentare la rapidità degli scivolamenti.

Per aumentare la difficoltà dell'esercizio, si può lavorare con sole 2 coppie.


Situazione facile: una coppia fa andata e ritorno (fig. a sinistra).
Situazione difficile: una coppia lavora e l'altra coppia recupa la posizione per essere pronta a ricevere il passaggio e
partire a lavorare. Chi finisce l'esercizio torna al punto di partenza correndo, prima che la coppia che lavora sia arrivata
sulla linea laterale (fig. al centro).
I tempi di recupero tra una serie e l'altra diminuiscono o si annullano: occorre valutare correttamente i tempi di lavoro.
Ad esempio l'esercizio si esegue per 30''-45'' e segue una pausa completa di riposo.
Fonte dell'esercizio -
Giocatori a coppie N.
Palloni 1 per ogni coppia Nome Passaggi a coppie
Altro palla medica Squadra minibasket, under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-tecnica di passaggio -velocità del passaggio
-precisione nel passaggio -rapidità di esecuzione

Disposti lungo le linee laterali (un passo dentro il campo) a coppie. Passaggi continui curando la tecnica di passaggio:
● due mani dal petto (senza muovere i piedi e rimanendo in posizione fondamentale)
● ad una mano laterale con passo incrociato. Poi stessa mano e stesso piede
● sopra la testa......
● finta di passaggio a destra e poi passaggio a sinistra o finta di passaggio sopra la testa e poi passaggio
schiacciato.
Sviluppo: avvicinandosi, si può usare una palla medica. A turno ogni coppia fa 20 passaggi con la palla medica e poi
torna ad usare il pallone.
Gara: vince la coppia che effettua 20 passaggi (ad esempio due mani dal petto). Ogni coppia deve contare ad alta voce.

Sviluppo: passaggi (due mani dal petto, baseball, 1 palleggio e passaggio...) da fondo campo a fondo campo. Chi
passa, corre in fila dove ha passato.
Fonte dell'esercizio -
Giocatori - N.
Palloni 1 per ogni giocatore Nome Partenza in palleggio con autopassaggio
Altro - Squadra minibasket, under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-partenza in palleggio “cross-over” -terzo tempo
-partenza in palleggio “step & go” -arresto e tiro da palleggio
-primo passo e palleggio lungo per -visione di gioco
superare il difensore ed escludere un -testa alta mentre si palleggia
suo recupero

Autopassaggio in posizione di guardia. Mettere i piedi paralleli a canestro. Partenza in palleggio “cross-over” (incrociata)
o “step & go” (stessa mano e stesso piede) per concludere in terzo tempo o in arresto e tiro. Prima di partire in
palleggio, fare una finta di tiro o una finta di partenza sul lato opposto.
Fase 2: una fila nei due angoli. 1 e 2 partono insieme. Chi è più rapido a occupare una posizione in area, fa terzo
tempo (sul fondo o dal centro area). L'altro giocatore può scegliere:
● se fermarsi per qualche secondo e, quando il compagno ha concluso a canestro, fa un terzo tempo
● andare a canestro subito facendo un arresto e tiro nella zona del campo libera: se il primo va sul fondo, si va
al centro. Se il primo occupa il centro area, lui va sul fondo.

Fonte dell'esercizio Clinic dicembre 2006 a Cernusco sul Naviglio – raduno Lombardia nati nel 1993.
Giocatori - N.
Palloni 1 Nome 1vs1 in reattività
Altro - Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-battere il difensore usando pochi -difendere in situazione di recupero e -reattività con scivolamenti e scatto
palleggi e pochi cambi di mano di svantaggio -istinto di catturare una palla vagante
-usare finte per sbilanciare il difensore -tenere i primi due palleggi
in ritardo
-cambiare velocità

Al via del coach, si scivola fino alla linea laterale e si scatta a recuperare palla. Il coach butta la palla verso la linea di
tiro libero (o più in fondo). E' auspicabile che i giocatori si tuffino per recuperare una palla vagante. Si gioca 1vs1 finchè
si segna. Il coach butta la palla in modo diverso: rotolandola per terra, facendola rimbalzare in alto...
Fase 2: limitare il numero di palleggi a due per stimolare l'uso di finte (di partenza e di tiro) e del primo passo lungo.
Fase 3: il coach si sposta in campo come fosse un attaccante. Chi ha la palla non deve andare verso la zona occupata
dal coach, ma giocare 1vs1 nelle zone libere. Ad esempio se il coach è in post basso (fig. a sinistra), l'attaccante gioca
1vs1 verso il centro dell'area.

Sviluppo 1: il coach si sposta in campo come fosse un difensore. Se chi ha la palla si avvicina nella sua zona, può
aiutare il compagno in difesa e fermare la penetrazione.
Sviluppo 2: si aggiunge un appoggio a cui l'attaccante può passare la palla. In questo caso si può togliere l'uso del
palleggio. Fase 6: si usano dei conetti al posto del coach per simulare gli attaccanti o i difensori. Si posizionano prima di
lanciare la palla. Ad ogni 1vs1 si possono cambiare posizione.
Fonte dell'esercizio -
Giocatori 4 giocatori, meglio 6 N.
Palloni 3, meglio 5 Nome Tiro incrociato a tre, in continuità
Altro - Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-arresto e tiro senza palleggio -passaggio preciso per aiutare il
-aresto e tiro in movimento e in compagno ad effettuare un buon tiro
velocità -concentrazione e attenzione: sapere a
-dopo il salto, i piedi toccano terra chi passare, in che zona tagliare e da
nello stesso momento chi ricevere
-equilibrio del corpo: saltare in alto e
non di lato

Divisi in tre zone: angolo, guardia e guardia. Tre giocatori in campo, ognuno con palla. Si inizia con 3 senza palla e
taglia sotto canestro ed esce sul tiro libero per ricevere da 3. 1 passa a 3 e taglia in angolo per ricevere da 2. 2 passa a
1 e taglia verso la guardia opposto per ricevere da 3.
Sviluppo 1: tirare davanti ad un ostacolo (birillo, sagoma...) per evitare di saltare e cadere troppo in avanti.
Sviluppo 2: tirare davanti ad un compagno in posizione di difesa didattica a copertura del tiro (alza la mano in alto
senza saltare.
Sviluppo 3: come “sviluppo 2”, ma il difensore deve fare una scelta precisa: saltare a stoppare o solo ostacolare il tiro
con la mano in alto. L'attaccante nel primo caso interroperà il tiro per fare una partenza incrociata, un palleggio e un
arresto e tiro. Negli “sviluppi 2 e 3” servono avere molti giocatori a disposizione.

Fonte dell'esercizio -
Giocatori terzetti o quartetti o quintetti N.
Palloni 1 per ogni giocatore Nome Palleggiare tutto campo
Altro - Squadra minibasket, under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-tecnica di palleggio in movimento -scatto in palleggio
-partenza in palleggio -allungo/progressione della corsa
-uso della mano debole

Sulla linea di fondo campo. Divisi in terzetti, quartetti o quintetti. Ogni giocatore con un pallone. Al fischio del coach si
parte in palleggio fino a fondo campo solo con mano destra oppure solo con mano sinistra. Importante curare la
partenza in palleggio, non guardare la palla e spingere il pallone in avanti e lateralmente lasciando un “binario” libero
alle gambe (fig. a sinistra). Fase 2: massimo 5 palleggi per arrivare a fondo campo.
Fase 3: allungo in palleggio fino a dopo la linea di tiro libero (nell'altra metà campo). Fase 4: scatto fino a metà campo
e poi rallento gradualmente. Fase 5: scatto, al fischio del coach si cambia senso sempre con la stessa mano, ad un altro
fischio si cambia senso... Si può anche alternare il palleggio in avanti con il palleggio indietro.

Sviluppo 1: il coach dice chi è arrivato prima a metà campo e il giocatore può andare a fare terzo tempo o arresto e
tiro. Sviluppo 2: il primo che arriva in zona area, fa terzo tempo, il secondo fa terzo tempo e gli altri due fanno arresto
e tiro. Sviluppo 3 (fig. a sinistra): divisi in squadre. Una palla per squadra. Si scatta in palleggio verso il compagno e si
effettua un passaggio consegnato. Il compagno parte in palleggio e fa la stessa cosa. I primi che effettuano 10
passaggi consegnati, vincono.
Fonte dell'esercizio -
Giocatori terzetti o quartetti o quintetti N.
Palloni 1 per ogni giocatore Nome Cambio di mano a zig-zag tutto campo
Altro - Squadra minibasket, under
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-palleggio -cambio di velocità in palleggio
-cambio di mano
-non guardare la palla nel palleggio

A gruppi di 3 o 4 giocatori alla volta. Ognuno con un pallone, Cambio di mano a zig-zag fino alla linea di fondo campo.
Ogni due palleggi, un cambio di mano frontale, dietro schiena, sotto le gambe e virata. Importante: cambio di mano e
primo palleggio effettuati forti e rapidamente e protezione della palla sul primo palleggio subito dopo il cambio di mano.
Fase 2: dopo il cambio di mano, si fa uno scatto di 3 palleggi (ogni 3 palleggi un cambio di mano).
Fase 3: tre palleggi in avanti, uno indietro e cambio di mano. Modulare la velocità e il ritmo del palleggio: piano-forte-
piano.

Sviluppo 1: trenino a coppie. Ognuno con un pallone. Il giocatore in avanti guida e decide quando e che cambio di
mano fare e se palleggiare in avanti o all'indietro. Il giocatore dietro deve seguire (ad un braccio di distanza) e copiare
il giocatore in avanti (fig. a sinistra).
Sviluppo 2: tutte le coppie palleggiano in giro per il campo (fig. al centro).

Fonte dell'esercizio -
Giocatori - N.
Palloni 1 per ogni giocatore oppure solo 4 Nome Cambio di mano e lettura degli spazi di gioco
Altro da 4 a 6 birilli Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-cambio di mano in palleggio -protezione della palla sul tiro
-lettura del gioco -segnare con il fallo
-terzo tempo
-arresto e tiro

Si parte uno accanto all'altro e toccando la palla del compagno con la propria: pallone contro pallone. Si parte con la
mano interna e si fa cambio di mano al primo birillo. Chi arriva primo al secondo birillo, ad esempio 1, fa un terzo
tempo sul fondo. L'altro giocatore, in questo caso 2, aspetta 1' e poi fa arresto e tiro sul fondo (fig. a sinistra).
Fase 2: al secondo birillo, si deve fare un altro cambio di mano e si gioca 1vs1 verso il centro: chi arriva primo fa terzo
tempo, l'altro vede cosa succede e si adegua con un tiro da fuori.
Fase 3: ora il giocatore in vantaggio sceglie se giocare 1vs1 in terzo tempo verso il centro o sul fondo. L'altro giocatore
fa l'opposto per un tiro da fuori: va sul fondo o verso il centro dell'area.

Sviluppo: si divide il campo in tre fasce o corsie. Chi è davanti, ad esempio 1, sul prolungamento della linea dei birilli,
effettua un cambio di mano e va ad occupare un'altra corsia. I due giocatori, in questo caso 2 e 3, si muovono di
conseguenza. Dato che 2 è in vantaggio su 3, decide di proseguire lungo la propria corsia. Successivamente all'ultimo
birillo, in reazione della scelta di 1, 2 sceglie di cambiare corsia. 3 agisce di conseguenza. Chi è in vantaggio tira in terzo
tempo, gli altri due tirano in arresto e tiro (fig. a sinistra).
Fonte dell'esercizio -
Giocatori a coppie N.
Palloni 1 pallone a coppia Nome Tenere due palleggi in difesa su 1vs1
Altro - Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-partenza incrociata e palleggio forte -tenere i primi due palleggi con due
scivolamenti

A coppie. Un pallone per coppia. Autopassaggio in posizione di guardia. Palleggio incrociato sul fondo. Il difensore deve
fare due scivolamenti per tenere i primi due palleggi ed eventualmente chiudere la linea di fondo. L'azione finisce con i
due palleggi. Se il difensore è in ritardo, l'attaccante effettua un arresto e tiro, ma il difensore non salta per stoppare.

Fase 2: l'attaccante effettua due palleggi verso il centro dell'area con partenza “step & go” (stessa mano stesso piede).
Fase 3: due coppie lavorano in contemporanea. Chi parte per prima sceglie se fare i due palleggi verso il centro o sul
fondo. L'altro attaccante fa l'opposto (sul fondo o verso il centro).

Sviluppi 1: 1vs1 con massimo due palleggi. L'attaccante può scegliere se effettuare un arresto e tiro o penetrare.
Sviluppi 2: due coppie lavorano in contemporanea. Chi occupa per primo una posizione costringe l'altro attaccante a
fare una scelta diversa.

Fonte dell'esercizio -
Giocatori da 8 a 12 giocatori N.
Palloni 1 pallone a coppia Nome Passaggi a coppie in corsa
Altro - Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-passaggio in avanti -visione di gioco
-terzo tempo senza palleggio
-palleggio incrociato in corsa

A coppie, un pallone a coppia. A tutto campo. Passaggi senza palleggio e tiro in terzo tempo o in arresto e tiro del
giocatore vicino alla linea laterale o del giocatore centrale.
Fase 2: prima di passare la palla al compagno effettuare un palleggio. Anche nella conclusione effettuare un palleggio:
● arresto e tiro
● terzo tempo.
Fase 3: aumentare la velocità diminuendo il numero di passaggi concessi per andare al tiro. Ad esempio massimo 4
passaggi.

Sviluppo: due coppie partono insieme. Chi arriva primo, effettua un terzo tempo. L'altra coppia effettua un arresto e
tiro. Ci devono essere due coppie pronte a partire sulla linea di fondo.

Fonte dell'esercizio -
Giocatori 6 N.
Palloni da 1 a 4 Nome Quattro angoli tutto campo “dai e vai”
Altro - Squadra minibasket, under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-passaggio di apertura per il
contropiede
-spingere il contropiede
-dai e vai

Diviso nei quattro angoli del campo. Un giocatore (1) con palla spinge in palleggio il contropiede sulla fascia laterale e
in prossimità della metà campo passa la palla all'appoggio (2) in angolo e effettua un “dai e vai” cambiando velocità e
tirando in terzo tempo. L'appoggio (2) che ha passato la palla, va a rimbalzo ed effettua l'apertura del contropiede al
compagno in angolo (3).

Fase 2: aumentare il numero di palloni in campo. Fino a 3 palloni è facile arrivare. Provare anche 4 o 5 palloni.

Sviluppo 1: chi ha tirato a canestro (2) va ad ostacolare il passaggio di apertura dell'appoggio (1) verso il compagno
(3). Oppure si mette un difensore appositamente per ostacolare (senza esasperare) il rimbalzista che effettua il
passaggio di apertura.
Sviluppo 2: il compagno a cui viene effettuato il passaggio di apertura, non corre parallelo alla linea laterale, ma fa un
taglio verso il centro del campo per creare una linea di passaggio, diminuire la linea di passaggio tra il rimbalzista (1) e
3 e conquistare spazio. Palleggia verso il centro, passa la palla all'appoggio (4) e fa “dai e vai” dal centro area.
Fonte dell'esercizio -
Giocatori a terzetti N.
Palloni 1 pallone a terzetto Nome Passaggio a due con difesa didattica-agonistica
Altro - Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-uso dei passaggi -rapidità di mani -velocità di esecuzione
-uso delle finte di passaggio -copertura delle linee di passaggio -precisione nel passaggio
-uso delle linee di passaggio ottimali -ostacolare il passaggio senza -uso del piede perno
-lettura della difesa commettere fallo
-lettura delle intenzioni dell'attacco

Un pallone a terzetto (si lavora anche in 4). Vedere in figura a sinistra le quattro fasi (dal basso verso l'alto): 2 difende,
1 ha la palla e passa a 3. Chi ha passato (1), diventa difensore e va a disturbare su 3. Intanto 2 esce e si mette in fila
pronto a ricevere il passaggio di 3. Incentivo: chi non sporca o tocca la palla rimane in difesa. Fasi dell'esercizio:
● difesa didattica: la difesa compie una scelta precisa (ad esempio due mani a coprire il passaggio in alto oppure
una mano a coprire il passaggio alto e l'altra a coprire un passaggio basso)
● difesa didattica: la difesa compie una scelta precisa, ma può modificare la posizione delle braccia una sola
volta (può spostare una sola volta le braccia) e poi rimane ferma
● difesa agonistica: senza commettere fallo, si interessa di coprire le linee di passaggio e sporcare il passaggio
● difesa pressante: cercare la palla e può commettere fallo. L'attaccante può usare un palleggio.
Limitazioni al passaggio: solo “cross-over” oppure non si può usare il passaggio due mani sopra la testa...

Importante: 1) capire quali siano le linee ottimali da sfruttare nel passaggio


2) superare con il primo passo il difensore.
Fonte dell'esercizio -
Giocatori a quintetti N.
Palloni 1 pallone a quintetto Nome Passaggio a tre con difesa didattica-agonistica
Altro - Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-uso dei passaggi -rapidità di mani -velocità di esecuzione
-uso delle finte di passaggio -copertura delle linee di passaggio -precisione nel passaggio
-uso delle linee di passaggio ottimali -ostacolare il passaggio senza -uso del piede perno
-lettura della difesa commettere fallo
-lettura delle intenzioni dell'attacco
-anticipo sul passaggio

Un pallone a quintetto. Si veda la figura a sinstra: 2 difende, 1 ha la palla e può passare a 3 o a 4. La scelta va fatta a
seconda di come si posiziona il difensore 5: se anticipa 4, 1 passerà al compagno libero 3.
Fasi dell'esercizio:
● difesa didattica: la difesa compie una scelta precisa (2 copre una o due linee di passaggio e 5 anticipa 4)
● difesa didattica: la difesa compie una scelta precisa, ma può modificare la sua scelta una sola volta (2 può
spostare le braccia e 5 può spostarsi da 4 a 3)
● difesa agonistica: senza commettere fallo, si interessa di coprire le linee di passaggio e sporcare il passaggio
● difesa pressante: cercare la palla e può commettere fallo. L'attaccante può usare un palleggio.
Limitazioni al passaggio: solo “cross-over” oppure non si può usare il passaggio due mani sopra la testa...

Importante: 1) capire quali siano le linee ottimali da sfruttare nel passaggio


2) superare con il primo passo il difensore.
Fonte dell'esercizio -
Giocatori 10 N.
Palloni 1 Nome Tagliafuori sulla difesa a zona
Altro - Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-rimbalzo in attacco -tagliafuori e rimbalzo difensivo -intuire dove andrà a cadere il
-apertura per il contropiede rimbalzo
-contropiede

5vs5. Difesa a zona. L'attacco si passa la palla usande anche delle finte di tiro, al segnale del coach c'è un tiro da fuori,
ma nessun attaccante va a rimbalzo. Tagliafuori della difesa che cerca di accoppiarsi, rimbalzo e apertura per il
contropiede 5vs0. Importante: il coach si posiziona dietro la difesa e fa un cenno con le mani, la difesa non sa quando
ci sarà un tiro. Fasi dell'esercizio (il coach segnala con un gesto o sussurrando all'orecchio chi tira e chi va a rimbalzo):
● solo 2 giocatori dell'attacco vanno a rimbalzo d'attacco + contropiede 5vs2
● solo 3 giocatori a rimbalzo d'attacco + contropiede 5vs3
● solo 4 giocatore a rimbalzo d'attacco + contropiede 5vs4
● tutti e 5 i giocatori a rimbalzo d'attacco + contropiede 5vs5.

Importante:
● prima fare tagliafuori (accoppiandosi 1 solo difensore su 1 attaccante, soprattutto sul lato debole) e poi andare
a rimbalzo
● intuire dove andrà a cadere il pallone dopo aver toccato il ferro (vedi le probabilità a seconda delle zone del
campo dove viene effettuato il tiro).
Fonte dell'esercizio -
Giocatori coppie N.
Palloni 4, meglio se ogni giocatore con palla Nome Passa e penetra/tira
Altro - Squadra under
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-partenza incrociata
-rapidità di esecuzione
-arresto di potenza

A coppie, un pallone a giocatore. 1 passa la palla a 2 due mani al petto e 2 passa la palla a 1 schiacciata (figura a
sinistra). Al fischio del coach si effettua uno tra i seguenti fondamentali:
● terzo tempo in palleggio (figura a destra)
● arresto di potenza in palleggio
● tiro (figura in basso a sinistra)
● ...

Sviluppo: a metà campo. Passaggio tra i due giocatori. Al fischio del coach:
● terzo temo in palleggio (figura a destra)
● arresto di potenza in palleggio
● tiro (figura in basso a sinistra)
si usa la mano destra verso il proprio canestro.
Fonte dell'esercizio -
Giocatori 8 N.
Palloni 1 Nome “N” vs “n - 1” in continuità
Altro - Squadra under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-sfruttare il sovrannumero -difesa in sottonumero -saper scegliere quando passare, tirare
-lettura della difesa o palleggiare
-trovare una buona soluzione di tiro
nel più breve tempo possibile

Le situazioni possono essere 2vs1, 3vs2, 4vs3 e 5vs4. In fig. a sinistra si ha 3vs2. Dopo che la palla è stata recuperata
dai difensori oppure c'è un canestro, un terzo giocatore entra per prendere l'apertura e attaccare nell'altra metà campo
assieme a x1 e x2 contro altri due difensori.
Fase 1: senza palleggio.
Fase 2: da quando c'è l'apertura si hanno 7'' per effettuare un tiro. Il coach conta ad alta voce i secondi: “7, 6, 5...”. Se
non c'è stato un tiro, la palla è persa.
Fase 3: con palleggio libero, ma con 5'' per effettuare un tiro.

Sviluppo: per aumentare la rapidità di ricerca di un tiro e simulare il recupero difensivo, quando la palla supera metà
campo, il difensore fuori dal campo x3 corre a toccare la lunetta di metà campo e va a difendere assieme ai suoi
compagni x1 e x2. Intanto sono pronti nell'altra metà campo i due difensori x4 e x5 e il difensore x6 che dovrà
recuperare la posizione appena la palla supera metà campo.

Fonte dell'esercizio -
Giocatori - N.
Palloni 1 per ogni giocatore Nome Palleggio a zig-zag
Altro Squadra minibasket, under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi
-non guardare la palla mentre si -riscaldamento
palleggia
-uso della mano forte e della mano
debole in palleggio

Tutti con un pallone. Si palleggia a zig-zag su tutto il campo, toccando almeno 3 volte le righe laterali prima di
effettuare un tiro a canestro. Un solo tiro per canestro. Dopo il tiro si prendere la palla e si va verso il canestro opposto.
Occorre prestare attenzione a cosa succede con la testa alta perchè tutti i giocatori sono in campo a palleggiare.
Si palleggia con la mano esterna: il giocatore che si sposta verso la destra del campo, palleggia con la destra e
viceversa.

Fonte dell'esercizio -
Giocatori n. minimo giocatori richiesti, terzetti, coppie... N. numero dell'esercizio
Palloni numero minimo di palloni richiesto Nome Nome dell'esercizio
Altro altre attrezzature (birilli, palla medica...) Squadra minibasket, under, senior
Obiettivi offensivi Obiettivi difensivi Altri obiettivi

Figure di metà campo: altezza 235 pixel – larghezza 268 pixel

Figure tutto campo: altezza 356 pixel – larghezza 207 pixel

Fonte dell'esercizio