Sei sulla pagina 1di 146

CORSO

ISTRUTTORE
GIOVANILE



Senigallia
2 – 15 luglio 2017


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

INDICE

STAFF Pag. 3

CORSISTI Pag. 4

CONTENUTI Pag. 6

Prefazione RESPONSABILE TECNICO CNA Pag. 8

Modulo 1: PALLACANESTRO INTEGRATA Pag. 9

Modulo 2: 1vs1 ATTACCO (U14-U16) Pag. 20

Modulo 3: 1vs1 DIFESA (U14-U16) Pag. 32

Modulo 4: COLLABORAZIONI OFFENSIVE (U14-U16) Pag. 38

Modulo 5: COLLABORAZIONI DIFENSIVE (U14-U16) Pag. 47

Modulo 6: CONTROPIEDE (U14-U16) Pag. 69

Modulo 7: COSTRUZIONE ATTACCO/DIFESA (U14-U16) Pag. 81

Modulo 8: COLLABORAZIONI OFFENSIVE (U18-U20) Pag. 91

Modulo 9: COLLABORAZIONI DIFENSIVE (U18-U20) Pag. 100

Modulo 10: CONTROPIEDE (U18-U20) Pag. 112

Modulo 11: COSTRUZIONE ATTACCO vs UOMO/vs ZONA (U18-U20) Pag. 121

Modulo 12: COSTRUZIONE DIFESA A UOMO/A ZONA (U18-U20) Pag. 139






- SENIGALLIA 2017 - 2
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

STAFF
Presidente CNA: GIOVANNI PICCIN
Responsabile Tecnico CNA: ANDREA CAPOBIANCO
Direttore del corso: ANTONIO POZZATI
Funzionario FIP: GIORGIO BORGHINI (dal 2 al 8 luglio)
SIMONE CASSANO (dal 8 al 15 luglio)
Capo istruttore: GIORGIO SALVEMINI
Assistente: ENRICO CIUFFO
Assistente: MARZIO LONGHIN
Assistente: DANIELE QUILICI
Rilevatore appunti: ALESSANDRO IACOZZA
Medico: CARMELA IGNOZZA
Match Analysis: STEFANO VANONCINI
Regolamento: MARCO PIERANTOZZI
Preparazione fisica: PAOLO GUDERZO
Metodologia: CLAUDIO MANTOVANI

- SENIGALLIA 2017 - 3
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

CORSISTI
COGNOME NOME
1. ALESSANDRINI SIMONE
2. BAFTIRI ARBEN
3. BALBONI GIAMPAOLO
4. BAZZARINI NICHOLAS
5. BERTOLI STEFANO
6. BOCCIOLINI LEONARDO
7. BUGANA MARCO
8. CARBONELL VENUS ELIANA
9. DE PALO DANIELE
10. DEANDREA CHRISTIAN
11. DELL'IMPERIO CIRO
12. DI MATTEO GIANMARCO
13. FERRACUTI ANNA
14. FINETTI CARLO
15. FONTANELLI CARLO
16. GIGLIETTI DAVIDE
17. GORI MATTIA
18. IANNETTI ALFREDO
19. LILLI SIMONE
20. LUPPI TOMMASO
21. MAIORANO MASCHA
22. MARCULISSI ALBERTO
23. MARGIO LUDOVICO
24. MAROVELLI NICOLA
25. MELCHIORRI MATTEO
26. MELZI ANDREA
27. MOCCI FABIANO
28. MOLINARI FEDERICO
29. MOSSO MATTEO
30. MOSTRATISI CARLO
31. NERI FEDERICO
32. NICOLOSI ANDREA
33. NUDO GENNARO
34. PADELLI SAMUEL ALBERTO
35. PAGNANO GIANLUCA
36. PANTANI ANDREA
37. PERUCCHETTI DANIELE
38. PIVA GILLES ANDREA

- SENIGALLIA 2017 - 4
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

39. PORCARELLI RICCARDO


40. RINALDI PATRIZIA
41. RUGGIERI ANDREA
42. SENNI ALESSANDRO
43. SONNATI FILIPPO
44. VALENTINO LUCA
45. VILLANI ROBERTO

- SENIGALLIA 2017 - 5
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

CONTENUTI
MODULO 1: PALLACANESTRO INTEGRATA

• Presentazione corso
• Modello di giocatore
• Pallacanestro integrata
• Programmazione Settore Giovanile
• Fondamentali Tecnici
• Fondamentali Tattici
• Tecnica / Tattica / Strategia
• Pallacanestro, gioco di vantaggi

MODULO 2: 1vs1 ATTACCO UNDER 14 – UNDER 16

MODULO 3: 1vs1 DIFESA UNDER 14 – UNDER 16

MODULO 4: COLLABORAZIONI OFFENSIVE UNDER 14 – UNDER 16
• Spaziature
• Il tempo per 1vs1 con e senza (collaborazioni come multiplo di 1vs1)
• Dai e Vai / Dai e Segui / Dai e Cambia

MODULO 5: COLLABORAZIONI DIFENSIVE UNDER 14 – UNDER 16
• Posizionamento difensivo per 1vs1 su palla, 1vs1 senza palla
• Multiplo di 1vs1

MODULO 6: CONTROPIEDE UNDER 14 – UNDER 16
• Transizione mentale difesa / attacco
• Uso del palleggio e uso del passaggio
• I ondata
• II ondata (tagliare o ricevere per 1vs1 o ribaltare… area piena o area
vuota)

- SENIGALLIA 2017 - 6
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 7: COSTRUZIONE ATTACCO / DIFESA UNDER 14 – UNDER 16


(anche accenno di come attaccare la zona)
• PV da 1vs1 con palla
• PV da 1vs1 senza palla
• MV 1vs1 con palla
• MV 1vs1 senza palla

MODULO 8: COLLABORAZIONI OFFENSIVE UNDER 18 – UNDER 20
• Uso dei blocchi su giocatore senza palla
• Uso dei blocchi su giocatore con palla

MODULO 9: COLLABORAZIONI DIFENSIVE UNDER 18 – UNDER 20
• Uso dei blocchi su giocatore senza palla
• Uso dei blocchi su giocatore con palla

MODULO 10: CONTROPIEDE UNDER 18 – UNDER 20
• Transizione mentale difesa / attacco
• Uso del palleggio e uso del passaggio
• I ondata
• II ondata (tagliare o blocco su giocatore senza palla / su giocatore
con palla… area piena o area vuota)

MODULO 11: COSTRUZIONE ATTACCO vs UOMO e vs ZONA UNDER 18 –
UNDER 20
• PV da blocchi su giocatori senza palla
• MV con blocchi su giocatori senza palla
• PV da blocchi su giocatore con palla
• MV con blocchi su giocatori con palla

MODULO 12: COSTRUZIONE DIFESA A UOMO e A ZONA UNDER 18 – UNDER
20

- SENIGALLIA 2017 - 7
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

PREFAZIONE
RESPONSABILE TECNICO CNA
Andrea Capobianco



Dietro la crescita di un giocatore, dietro il buon rendimento di una squadra, c’è una persona,
l’allenatore, a cui troppe volte non si riconosce il lavoro svolto.

La conoscenza dei principi (il sapere) la capacità di realizzare e contestualizzare le
conoscenze (il saper fare) l’insegnare soluzioni adeguate alle situazioni (il saper far fare),
l’essere capaci di ascolto partecipativo e comunicazione proficua (il sapersi relazionare), sono
requisiti essenziali dell’allenatore.

L’allenatore deve conoscere se stesso, imparare a conoscere gli altri, ed avere il coraggio di
osare, accettandone i rischi.

La formazione continua, è la grande conquista ed insieme, la grande sfida del mondo
contemporaneo. Anche per gli allenatori, mettersi in discussione, confrontarsi con saperi
diversi, con cambiamenti o evoluzioni della tecnica, cercare e trovare conferme è segno di
serietà entusiasmo e intelligenza.

Andrea Capobianco
Resp tecnico CNA

- SENIGALLIA 2017 - 8
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 1

PRESENTAZIONE DEL CORSO


Relatore: Giorgio Salvemini

1. MIGLIORARSI

Ottenere risultati in un settore giovanile significa soprattutto migliorare i giocatori a


disposizione. Quindi l’obiettivo di un istruttore di settore giovanile deve essere quello di
migliorarsi. E questo corso permette di migliorare le proprie conoscenze e competenze.

2. DISPONIBILITA’

“I CORSISTI SONO AL CENTRO DEL CORSO”. Tutto è fatto in funzione dei corsisti. Ai corsisti è
chiesto di non nascondere i propri limiti ma di metterli a nudo, cosi da poter mettere in
discussione e migliorare le proprie competenze.

3. LAVORO

La tessera di Istruttore Giovanile permette di poter allenare l’eccellenza, quindi bisogna


lavorare tanto e duramente, durante e dopo il corso.

La figura dell’istruttore giovanile

• Chi è: un Allenatore

Essere un ALLENATORE vuol dire essere un educatore, un comunicatore, un motivatore e


tante altre caratteristiche ma soprattutto essere una persona che sa prendersi cura dei propri
giocatori. “Un tecnico specializzato preposto nella direzione degli allenamenti di un atleta e/o
squadra con il compito di sviluppare le possibilità e le capacità fisiche/psicologiche e di
insegnare la tecnica e la tattica”.

- SENIGALLIA 2017 - 9
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Chi allena: Giovani dai 12 ai 20 anni

Un allenatore deve sapere che c’è differenza tra allenare ragazzi di 12 anni rispetto ad
allenare ragazzi di 20 anni. Differenze che si possono racchiudere nei diversi contenitori
(tecnico/tattico, fisico e mentale).

• Cosa allena:
o La tecnica (i Fondamentali Tecnici e Tattici);
o La tattica (la scelta);
o La mente (come ad esempio le emozioni);
o Il fisico (come ad esempio la gestione dei contatti)

…ma in maniera integrata

Obiettivo del settore giovanile

MODELLO DI GIOCATORE

“Formare giocatori/uomini o donne autonome capaci di affrontare e risolvere le situazioni


con l’ausilio dei fondamentali (Tecnici e Tattici)“.

“Giocatori che sappiano giocare”

- SENIGALLIA 2017 - 10
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

PALLACANESTRO INTEGRATA

Modello di riferimento

MODELLO INTEGRATO


Tecnica
Fisica

Mentale

Giocatore completo

INTEGRAZIONE

LANCIARE

LANCIARE FISICA
CON UNA
MANO

TIRARE TECNICA MENTALE

Che cosa viene prima e cosa viene dopo? In ogni momento le tre parti integrate

Le parti della programmazione in un Settore Giovanile a lungo termine, devono tener conto
del fatto che il passo successivo parte dai passi precedenti.

STABILIZZAZIONE à CRESCITA à STABILIZZAZIONE à CRESCITA

- SENIGALLIA 2017 - 11
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

I POSTULATI

Che cosa sono?

Quadro teorico di riferimento. Regole iniziali cui gli strumenti tecnici – tattici devono
“obbedire”.

Domande:

• Perché si esegue un giro frontale o dorsale?


• Perché si esegue un cambio di mano avanti o dietro schiena?
• Perché se c’è, un blocco sulle tacche non è possibile lasciare un giocatore in lunetta?

Le risposte?

La conoscenza dei postulati mi danno le risposte.

Quali sono?

Ø EQUILIBRIO

Formula che permette a una totalità di esistere in modo particolare.

Ø AUTONOMIA – COLLABORAZIONE

È la capacità di avere una visione consapevole, secondo cui operare scelte libere e
responsabili nell’interesse della squadra.

E’ la capacità di condividere una visione comune anche quando si è costretti a sacrificare la


propria allo scopo di mantenere unita la squadra.

Ø SPAZIO – TEMPO

Categorie inscindibili che indicano il luogo ed il momento opportuno in cui l’equilibrio si


esprime a livello logico dell’allenatore, del giocatore e della squadra.

Sono consustanziali e non possono essere concepite come categorie separate.

- SENIGALLIA 2017 - 12
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

PALLACANESTRO = GIOCO DI VANTAGGI

Prendere vantaggio

• L’attacco prende vantaggio quando un attaccante costringe due difensori a difendere,


quindi attacco in sotto numero rispetto alla difesa (1vs2).

Le situazioni in cui l’attaccante prende vantaggio sono:

o 1vs1 con palla


o 1vs1 senza palla
o 1vs1 spalle a canestro
o Blocchi lontano dalla palla
o Blocchi sulla palla

• La difesa prende vantaggio quando non permette all’attacco spazi e tempo vantaggiosi
(la difesa rimane accoppiata).

Con spazio e tempo ridotto la difesa può raddoppiare.

SPAZIO/TEMPO RIDOTTO SPAZIO/TEMPO AMPIO

- SENIGALLIA 2017 - 13
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Mantenere vantaggio

• L’attacco mantiene vantaggio nella zona offensiva, dove si crea un soprannumero


rispetto alla difesa. Le situazioni principali in cui l’attaccante mantiene vantaggio sono:
o Posizionamento;
o Passaggio.
• In difesa si mantiene vantaggio non perdendo lo spazio o il tempo vantaggioso
conquistato (in maniera tale da costringere l’attacco a cercare una nuova azione per
prendere vantaggio).

Concretizzare vantaggio

• In attacco eseguendo un buon tiro.


• In difesa recuperando il pallone.

La PROGETTAZIONE

Progettare è il biglietto da visita dell’allenatore, la progettazione dà all’allenatore la giusta


dignità del ruolo; per dignità intendo anche l’onestà intellettuale che permette di prenderci
cura dei giovani che ci sono affidati facendoli diventare giorno dopo giorno sempre migliori …
sempre più uomini!

L’allenatore deve saper guardare oltre allargando sempre i propri orizzonti.

Come? Studiando, non criticando.

Quando l’allievo non migliora, non è tutta colpa dell’allievo e quando migliora, non è solo
merito dell’allievo ….

Prendersi MERITI e RESPONSABILITA’.

- SENIGALLIA 2017 - 14
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

“Programmare significa esaltare la creatività organizzandone i prodotti, razionalizzare ogni


attività fisica e mentale indirizzandola a un obiettivo intuito e definito, dare a ciascuno il
proprio spazio e una responsabilità chiara e assegnata con cura; solo gli improvvisatori
incauti o gli sprovveduti possono considerarla un limite”.

La PROGETTAZIONE / PROGRAMMAZIONE

Nella cultura del progetto e della progettazione che è venuta affermandosi in questi ultimi
anni la programmazione conserva una sua collocazione. A un certo determinismo che ad essa
si rimproverava è sostituita la libertà e la plasticità del progetto nell’ambito del quale non si
può fare a meno di programmare finalità, obiettivi, fasi del lavoro , percorsi alternativi o
modificati dall’esigenza. Una corretta programmazione esige una definizione precisa delle
finalità e degli obiettivi a lungo e medio termine, lo studio del contesto e delle opportunità. Il
mancato raggiungimento degli obiettivi a medio termine esige la strutturazione di un
percorso alternativo per conseguire il risultato previsto. I percorsi devono essere definiti con
accuratezza, debbono prevedere l’obiettivo, le attività poste in essere, il mezzo di controllo, i
feedback.

I progetti … per non buttare ciò che è stato fatto il giorno prima per programmare il giorno
dopo sapendo dove si vuole arrivare, tollerando gli incidenti di percorso ed i rallentamenti.

Esempi di programmazione… Ciò che ho fatto ieri resta!!! COSTRUIRE IL PERCORSO.

- SENIGALLIA 2017 - 15
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

•  Su giocatore
Blocchi con palla

•  Su giocatore
Blocchi senza palla

•  Con palla
1vs1 •  Senza palla

Andare avanti migliorando ciò che abbiamo fatto ieri.

mantenere


prendere
1vs1

Mantenere Blocchi: per mantenere, per prendere

Pick and roll: per mantenere, per prendere


Prendere


…….

PROGRAMMAZIONE

RAZIONALIZZAZIONE

- SENIGALLIA 2017 - 16
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Programmare à Coerenza

Analisi della situazione

Definizione degli obiettivi


I
L


P
E Quando si va verso un obiettivo è fondamentale IL PERCORSO
R
C
O
R
S
O

Valutazione raggiungimento obiettivi + ridefinizione degli obiettivi

- SENIGALLIA 2017 - 17
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

I FONDAMENTALI

Fondamentali

Tecnici Tattici

Ø I FONDAMENTALI TECNICI

Attacco Difesa

Su Su
Con Palla Senza palla avversario avversario

senza palla con palla

- SENIGALLIA 2017 - 18
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Attacco Difesa

Senza
Con palla palla Su giocatore Su giocatore
con palla senza palla
Posizione
fondamenta
Palleggio
le/corsa
cestistica Scivolamenti Anticipo

Cambio di
Passaggio
velocità
Scivolamento
– corsa Tagliafuori
Cambio di
Tiro direzione/
senso

Tagliafuori
Giro

Ø I FONDAMENTALI TATTICI


Guardare

Parlare


Ascoltare

Toccare

La Strategia si può utilizzare ad esempio anche con un gruppo under 14, chiaramente non in
partita ma nella costruzione di un esercizio per raggiungere determinati obiettivi.

E’ importante adattare il fondamentale al giocatore

Vestito da modellare sul giocatore

- SENIGALLIA 2017 - 19
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 2

1vs1 Attacco U14-U16


Relatore: Giorgio Salvemini

Che cosa è l’1vs1?

L’1vs1 è una parte della totalità 5vs5.

Nel lavoro tecnico si parte dall’1vs1 per arrivare al 5vs5 (propedeuticità).

E’ una situazione di gioco fondamentale per queste annate (obiettivo principale).

Esaltazione del gioco di… squadra? Oppure dell’egoismo?

Sembrerebbe l’esaltazione delle capacità di autonomia, ma proprio perché riferito al 5vs5, la


capacità di collaborazione è parte predominante all’interno della totalità
autonomia/collaborazione.

A cosa serve?

• Per prendere un vantaggio


• Per mantenere un vantaggio

- SENIGALLIA 2017 - 20
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Possiamo suddividere l’1vs1 in due parti:


1vs1


Con Senza

palla palla

che a loro volta si suddividono in:

1vs1
Con

palla

Fronte Spalle


1vs1

Senza
palla


Fronte Spalle

- SENIGALLIA 2017 - 21
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

All’interno delle due categorie, under 13/14 e under 15/16, l’1vs1 senza palla si differenzierà
per la presenza o no del contatto:


1vs1
Senza
palla

Senza
Con contatto
contatto
under 15/16
under 13/14

Ad esempio in una situazione dove la difesa anticipa un attaccante senza palla che esegue un
taglio in backdoor, con l’under 14 non verrà data nessuna indicazione all’attaccante. Mentre
con l’under 16 l’allenatore inizia a fornire gli strumenti per prendere contatto con il difensore
per dare una linea di passaggio interna.

Come dimostrato nei diagrammi illustrati di seguito:

Under 14 Under 16


Non viene data nessuna indicazione. Prende contatto per dare linea di
passaggio interna.
Ma per entrambe le categorie l’allenatore dovrà focalizzare sempre l’attenzione sul giocatore
senza palla che taglia in backdoor sui FONDAMENTALI che servono per rendere efficace il
movimento come la posizione fondamentale, il cambio di direzione e il cambio di velocità.

- SENIGALLIA 2017 - 22
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

1vs1 SENZA PALLA

• SENZA CONTATTO - Cat. U13/U14

Situazioni di gioco:

• Backdoor / Allontanamento
• Ricezione / Taglio avanti

SMARCAMENTO SENZA CONTATTO

Quando (tatttica) Come (Tecnica)


In presenza di spazio Cambio di velocità
Cambio di direzione
Spazi esterni Spazi interni

• CON CONTATTO - Cat. U15/U16

Situazioni di gioco:

• Autoblocco (viene utilizzato per prendere o mantenere vantaggio ed è una presa di


contatto fisico tra l’attaccante e il difensore per facilitare la ricezione).

SMARCAMENTO CON CONTATTO

Quando (tatttica) Come (Tecnica)


In assenza di spazio Posizione fondamentale
Cambio di velocità
Cambio di direzione
Spazi esterni Spazi interni

- SENIGALLIA 2017 - 23
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Esempio di progressione didattica:

A. Meccanicazione del movimento (1vs0)


B. 1vs1 con difesa guidata
C. 1vs1 con assistente che entra (Fondamentale Tattico: Guardare)
D. 1vs1 agonistico
E. Verifica (ad esempio: 5vs5 senza palleggio, 1vs1 con appoggio o due appoggi se
parliamo di U16)

1vs1 CON PALLA


1vs1 con


Spazi certi Spazi incerti

- SENIGALLIA 2017 - 24
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Spazi certi Spazi incerti


- Che cosa significa? - Che cosa significa?
Quando un difensore è a una distanza Quando il difensore è a una distanza tale
“riconoscibile”. da mettere in difficoltà l’attaccante in
base alle sue capacità individuali.
(capacità di gestire un fondamentale)
Spazi certi

Difensore Difensore
Vicino lontano Spazi incerti
Accorciare per ricreare
la situazione
vicino/lontano

con Stessa
cambio mano
di mano

Spazi certi – Fronte

Quando (tatttica) Come (Tecnica)


Difensore a contatto = partenza Partenza incrociata
Partenza omologa
Partenza spagnola
Partenza reverse
Difensore lontano = tiro In sospensione
In elevazione

- SENIGALLIA 2017 - 25
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Spazi certi – Spalle

Quando (tatttica) Come (Tecnica)


Difensore a contatto = partenza Palleggio a cavallo
Palleggio omologo
Difensore lontano = tiro Fronteggiare + Tiro

Spazi incerti – Fronte

Quando (tatttica) Come (Tecnica)


Difensore ad una distanza non Palleggio protetto / controllato
“definita” Cambio di velocità
= Cambio di mano
Avvicinamento in palleggio + … Tiro
“Partenza”/Tiro

Spazi incerti – Spalle

Quando (tatttica) Come (Tecnica)


Difensore ad una distanza non Palleggio controllato per contatto
“definita” Giro in allontanamento
= +
Avvicinamento in palleggio + … I fondamentali dell’1vs1 spalle spazi
“Partenza”/Tiro certi
Allontanamento + lettura difensore

- SENIGALLIA 2017 - 26
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

I fondamentali senza palla


Fondamentali offensivi senza palla

“Saper giocare senza palla è segno di grande forza caratteriale, di grande tenacia, di notevole
spessore umano. Poche volte viene attribuito il giusto merito al giocatore capace di muoversi
senza palla per il bene della squadra, dando armonia necessaria in uno sport di squadra come
la pallacanestro.”

Andrea Capobianco

A cosa servono?

Per prendere e/o mantenere il vantaggio

ERRORI GENERALI

• Movimento in un tempo sbagliato


• Movimento nello spazio sbagliato
• Gambe non piegate

I fondamentali senza palla sono:

Posizione Cambio di
fondamentale direzione

Tecnica Tattica Tecnica Tattica

- SENIGALLIA 2017 - 27
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Corsa cestistica Cambio di


velocità

Tecnica Tattica
Tecnica Tattica

Giro Cambio di
(frontale/dorsale) senso

Tecnica Tattica
Tecnica Tattica

- SENIGALLIA 2017 - 28
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Altra differenza nell’1vs1 con palla:

• 1vs1 dal palleggio

Esercizio: 1vs0 dal palleggio.


Esecuzione come da diagramma.
Obiettivi:
- Posizione fondamentale
- Cambio di mano
- Hesitation + cambio di velocità
Conclusione

Esercizio: 1vs1 dal palleggio con difesa


in recupero guidata.
Varianti: posizione di partenza del
difensore in recupero (gestione
dell’handicap).
Tattica:
- Difensore vicino, attaccare il canestro
- Difensore distante, tiro

- SENIGALLIA 2017 - 29
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• 1vs1 da ricezione con difensore in recupero (closeout)

Esercizio: 1vs1 da ricezione con difesa


guidata in recupero.
Esecuzione come da diagramma

Esercizio: 1vs1 spalle a canestro con


difesa guidata.
Esecuzione come da diagramma

- SENIGALLIA 2017 - 30
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

I fondamentali con palla: il palleggio


La palla attrae e il suo possesso dà la sensazione di essere padroni del gioco!

Il grande giocatore sa cosa fare con la palla in mano un momento prima del giocatore
normale.

Andrea Capobianco

A cosa serve?

Per prendere e per mantenere un vantaggio. Per stabilire l’equilibrio.

ERRORI GENERALI
TECNICI TATTICI
Posizione della mano sulla palla Abuso del palleggio
Spinta con il palmo della mano Lettura del cambio di mano da fare
…. ….
Tipi di palleggio:

• Protetto
• In velocità
• Cambio di velocità in palleggio
• Cambio di mano avanti
• Cambio di mano dietro schiena
• Cambio di mano tra le gambe
• Giro in palleggio
• Palleggio in arretramento
• Hesitation
• Hockey dribbling
• Finta di cambio di mano

- SENIGALLIA 2017 - 31
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 3

1vs1 DIFENSIVO U14-U16


Relatore: Giorgio Salvemini

A cosa serve (la formula)?

Conquistare gli spazi vantaggiosi prima dell’attacco per non farsi battere.


1vs1

difensivo

Su Su

attaccante attaccante
con palla senza palla

1vs1 difensivo – Under 14

1° obiettivo: “Transizione difensiva” – Accoppiarsi nel minor tempo possibile

• NO due difensori su un avversario


• NO attaccante senza difensore
• Concetto di “Equilibrio” difensivo

Posizionamento difensivo

- SENIGALLIA 2017 - 32
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

La conoscenza delle tre linee:


• Linea di penetrazione
• Linea della palla
• Linea di passaggio


1vs1
su
attaccante
con palla


Sulla linea di
penetrazione Distanza
dall’avversario :
(naso su spalla
aggressivi quindi
della mano che
……..
palleggia)

Quando (tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


L’avversario ha la palla in mano Posizione fondamentale… piegare le gambe
Scivolamenti (uso dei piedi)
Scivolare + correre
Guardare
Parlare

Fase istruente dell’1vs1 difensivo su palla.

- SENIGALLIA 2017 - 33
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Esempio di progressione didattica:


o 1vs1 statico (mani sulla palla)
o 1vs1 dinamico (tenere un palleggio, scivolamento)
o 1vs1 dinamico (tenere due palleggi)

1vs1
su
attaccante
senza palla


Primi concetti di
Sulla linea di difesa chiusa
passaggio ma ….
Vicino o lontano dalla
Distanza: aggressivi
quindi …..
palla e dal canestro

Quando (tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


L’avversario non ha la palla in mano Posizione fondamentale… piegare le gambe
Scivolamenti nell’anticipo chiuso
Scivolare + correre
Guardare
Parlare

1vs1 su giocatore con palla e senza palla

Tagliafuori Rimbalzo
• Contatto con avversario • Andare verso la palla = saltare

- SENIGALLIA 2017 - 34
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

1vs1 difensivo – Under 16

1° obiettivo: “Transizione difensiva” – Accoppiarsi nel minor tempo e nel miglior modo
possibile

• NO due difensori su un avversario


• NO attaccante senza difensore
• NO “accoppiamenti sfavorevoli”

“Equilibrio” difensivo = pressione o contenere.

Posizionamento difensivo

La conoscenza delle tre linee:

• Linea di penetrazione
• Linea della palla
• Linea di passaggio


1vs1
su
attaccante
con palla

Sulla linea di
penetrazione Distanza
dall’avversario :
(naso su spalla
aggressiva o di
della mano che
contenimento
palleggia)

- SENIGALLIA 2017 - 35
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Quando (tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


L’avversario ha la palla in mano Posizione fondamentale
Palla alta = minore distanza Scivolamenti (uso dei pedi e delle braccia)
Palla bassa = maggiore distanza Evoluzione: Scivolare + correre
Guardare
Parlare

1vs1
su
attaccante
senza palla


Primi concetti di
difesa chiusa / Palleggio aperto?
Posizionarsi mentre Palleggio chiuso?
la palla è in volo
aperta
Difesa aperta/difesa
Distanza: aggressivi/ chiusa
contenimento

Quando (tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


L’avversario non ha la palla in mano Posizione fondamentale
Anticipo chiuso = quando? Scivolamenti nell’anticipo chiuso
Anticipo aperto = quando? Scivolare + correre
Anticipo chiuso + aprirsi (1/2 giro)
Guardare
Parlare

- SENIGALLIA 2017 - 36
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

1vs1 su giocatore con e senza palla

Tagliafuori Rimbalzo
• Conquistare lo spazio per fare • Andare verso la palla = saltare
tagliafuori • Piede in area per recuperare i
• Contatto con avversario palloni toccati = rimbalzo in
• Tagliafuori su tiratore – su cinque
giocatore vicino alla palla – su
giocatore lontano dalla palla

- SENIGALLIA 2017 - 37
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 4

COLLABORAZIONI OFFENSIVE U14-U16


Relatore: Enrico Ciuffo

Collaborazioni offensive U14

Pallacanestro = gioco di squadra… impossibile non collaborare.

A cosa serve (la formula)?

Per mantenere un vantaggio spazio-temporale.

Nella categoria under 14:

• Prendere vantaggio con 1vs1 con e senza palla;


• Mantenere vantaggio collaborando (l’1vs1 innesca una collaborazione offensiva). NO
BLOCCHI.

- SENIGALLIA 2017 - 38
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

SCHIERAMENTI

Uno degli schieramenti più utilizzati è


il classico “cinque fuori”, dove tutti gli
attaccanti vanno a occupare spazi
perimetrali.
Negli spazi interni si entra in maniera
dinamica (ad esempio con un dai e vai
o con un taglio dal lato debole).

SPAZIATURE

Rispettare “i famosi” 4/5 metri di distanza tra gli attaccanti.

NEL GIOCO

5vs5 visto come un multiplo di cinque 1vs1.

L’obiettivo principale è di mantenere aggressività nel giocare 1vs1 con e senza palla.

Esempi di collaborazione per questa categoria:

Primo esempio:
PV con 1vs1 con palla.
• Giocatore con palla prende
vantaggio innescando un aiuto
difensivo (1vs2).
MV con posizionamento.
• Giocatore in angolo senza palla si
posiziona in maniera tale da
giocare contro il suo difensore per
mantenere il vantaggio.

- SENIGALLIA 2017 - 39
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Secondo esempio:
PV con 1vs1 senza palla.
• Giocatore in punta anticipato
gioca un backdoor (PV).
MV con 1vs1 senza palla (rimpiazzo).
• Giocatore in ala sul lato debole
“rimpiazza” la posizione lasciata
libera.


Sempre con il rispetto degli spazi e dei tempi.

Quali situazioni allenare?

Considerare l’età anagrafica, biologica e di esperienza cestistica dei ragazzi.

A livello U14:

1. Situazioni globali (obiettivo far capire il gioco).

Esempio:

Esercizio: “3vs3 transizioni”.


Disposizione come da diagramma.
Si parte al segnale dell’assistente con
palla e si gioca 3vs3 agonistico fino a
canestro realizzato o palla recuperata.
Quindi chi ha attaccato difende, chi ha
difeso passa la palla all’assistente più
veloce possibile.

- SENIGALLIA 2017 - 40
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

L’obiettivo è quello di costruire situazioni molto diverse tra loro in cui il posizionamento
difensivo non sia facilitato, allo scopo di velocizzare le capacità dell’attacco di riconoscere
spazi e tempi e PV immediatamente.

2. Situazioni analitiche

Lavorare su:

• 1vs1 senza palla;


• Concetto di area piena / area vuota (Fondamentali Tattici);
• Concetto di dilatare lo spazio, usando come riferimento la linea dei tre punti. I giocatori
che non possiedono pericolosità nel tiro da tre aggrediscono la ricezione, quando parte
il passaggio di scarico, con due passi e un arresto ad un tempo, “rubano” spazio e
tempo alla difesa.

Che cosa devono saper fare i giocatori?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Uso delle posizioni • Equilibrio mono podalico • Capacità di
fondamentali (power, split, • Coordinazione anticipazione
drop)
• Partenza
incrociata/omologa/reverse
• Guardare
• Parlare
• Ascoltare

- SENIGALLIA 2017 - 41
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Collaborazioni offensive U16

Evoluzione dell’1vs1

• Le situazioni di 1vs1 con palla… la ricerca migliore dei tempi e degli spazi;
• Le situazioni di 1vs1 senza palla… la ricerca migliore dei tempi e degli spazi.

Uno schieramento iniziale può essere con quattro giocatori esterni e un interno.

I motivi per cui si apre spazio sul perimetro possono essere:

• Di natura fisica perché le dimensioni e le prestazioni fisiche dei ragazzi sono


aumentate.
• Di natura tecnica perché un giocatore interno permette, a livello didattico di attivare
ulteriori forme di collaborazione, non solo nel gioco senza palla, ma anche
relativamente al passaggio sia fuori-dentro, sia dentro-fuori.

La posizione interna non deve essere


occupata staticamente ma anche in
maniera dinamica (come illustrato nel
diagramma a fianco).
Tutti possono giocare negli spazi
esterni e tutti possono andare a giocare
negli spazi interni.

Rispetto alla categoria under 14 con l’under 16, dal punto di vista tecnico, ci sarà una
maggiore cura del dettaglio e un evoluzione dei fondamentali.

- SENIGALLIA 2017 - 42
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Ad esempio su una penetrazione sul fondo:

Disposizione come da diagramma.


Il giocatore con palla parte in palleggio
sulla linea di fondo e in prossimità
dell’area, esegue un arresto rovescio
per:
• Concretizzare il vantaggio;
• Mantenere il vantaggio attraverso:
− passaggio con due mani laterale
al giocatore in angolo;
− eseguendo un giro frontale,
perno sinistro, per passare palla
al giocatore “ombra”.

Collaborazioni offensive

• Penetra e scarica

L’idea principale che si vuol far passare è di non dare regole rigide nelle rotazioni offensive,
ma abituare i giocatori a leggere e a reagire.

Concetto rimanere in visione alla palla.

Esempio di rotazione con penetrazione


sul fondo.

- SENIGALLIA 2017 - 43
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Esempio di rotazione con penetrazione


sul centro.
Nel caso in cui la penetrazione sia più
profonda, il giocatore interno non
potrà muoversi sul fondo e dovrà
quindi aprirsi verso l’angolo.
Questo condizionerà gli spazi
vantaggiosi per i compagni.


Dai e vai Dai e cambia Dai e segui

DI LETTURA!

- SENIGALLIA 2017 - 44
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa devono saper fare i giocatori?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Uso delle posizioni • Equilibrio mono podalico • Capacità di
fondamentali • Coordinazione anticipazione
• Partenza • Gestione contatto • Attenzione
incrociata/omologa/reverse • Forza prolungata
• Giri • Altruismo
• Guardare
• Parlare
• Ascoltare
• Toccare

- SENIGALLIA 2017 - 45
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

I FONDAMENTALI CON PALLA: IL PASSAGGIO


A cosa serve? Per mantenere un vantaggio.

ERRORI GENERALI
TECNICI TATTICI
Mancanza di frustata finale Scelta del passaggio da utilizzare
Mancanza di distensione delle braccia Lettura errata se passare o tirare
nei passaggi lunghi ….
….


PASSAGGIO

Due mani Una mano


PASSAGGIO
DUE MANI UNA MANO
Dal petto Baseball
Sopra la testa Una mano laterale
Due mani laterale Passaggio dal palleggio
Passaggio consegnato

- SENIGALLIA 2017 - 46
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 5

COLLABORAZIONI DIFENSIVE U14-U16


Relatore: Marzio Longhin

“Il miglior risultato si ottiene quando ogni componente del gruppo farà ciò che è meglio per
sé… e per il gruppo”

John Forbes Nash Jr

Che cosa vuol dire collaborare? Offrire il proprio contributo, partecipare insieme ad altri allo
svolgimento di un lavoro, di un’attività.

Collaborazioni difensive U14

La formula: Togliere spazi vantaggiosi e spezzare il timing degli avversari.

La formula vale sempre, in ogni situazione di gioco (i postulati).

Analisi della formula attraverso i postulati:

• Togliere spazi vantaggiosi à Spazio / Tempo


• Spezzare à Autonomia
• Il timing degli avversari à Collaborazione

- SENIGALLIA 2017 - 47
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Ogni collaborazione difensiva deve soddisfare la formula, in ogni situazione di gioco.

Riconoscere e occupare lo spazio vantaggioso prima dell’attacco.

• Occupare l’area.
• Accoppiarsi con un attaccante.
• Mai due difensori su un attaccante.

Multiplo di 1vs1.

Obiettivo: No tiri ad alta percentuale.

• 1vs1 con palla: non farsi battere (non concedere il vantaggio).

Tenere almeno tre palleggi.

• 1vs1 senza palla: non farsi battere (non concedere il vantaggio).

Negare linee di passaggio in spazi vantaggiosi.

- SENIGALLIA 2017 - 48
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Che cosa vuol dire multiplo: Un conto è giocare 1vs1 c/p 1vs1 s/p (+1 che passa la
palla).

• In ogni istante della partita si giocano (4) 1vs1 senza palla e (1) 1vs1 con palla nello
stesso momento ed è impensabile non dover collaborare.

• Diverso giocare 1vs1 insieme agli altri 1vs1 nello stesso S/T, le conseguenze delle
iniziative del singolo influenzano quelle del compagni di squadra e degli avversari.

Come il giocatore deve valutare gli 1vs1

Mantenere SPAZIO INCERTO (per più tempo possibile negli spazi vantaggiosi).

Equilibrio proprio e di squadra

• Vuole dire negare le collaborazioni;


• Mantenere 1vs1 in equilibrio;
• Spezzare il timing con il POSIZIONAMENTO.

Difensore 1vs1 con palla. Che cosa deve saper fare?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio dinamico • Abilità cognitive
• Scivolamento • Coordinazione motoria • Capacità adattive
• Scivolo – corro – scivolo • Coordinazione oculo • Determinazione
• Corro – scivolo – corro manuale • Concentrazione
• Uso corretto delle mani • Capacità dissociativa • Responsabilità
• Tagliafuori • Decelerazioni • Altruismo
• Giro dorsale/frontale • Accelerazioni
• Close-out • Correre all’indietro
• Guardare
• Ascoltare
• Parlare
• Saper riconoscere situazioni
di anticipo o di ritardo

- SENIGALLIA 2017 - 49
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa sono le abilità cognitive?

• Con «abilità cognitive» si intende l’insieme dei processi e attività mentali, come il
problem solving, il ragionamento, il pensiero, le capacità deduttive, che coordinano le
nostre conoscenze, ovvero le rappresentazioni mentali di principi, procedure e
teorie di un insieme di saperi, in grado di favorire l’acquisizione di maggiori
capacità adattive. (esperienza)
• Cioè mentre gli insegniamo una cosa nuova dobbiamo anche insegnargli ad imparare ..
(zona di apprendimento prossimale).
• Come? Esempi visivi, dimostrare, correggere, incentivare , rinforzi positivi, negativi … e
la ripetizione del gesto e della situazione di gioco.

Difensore 1vs1 senza palla. Che cosa deve saper fare?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio dinamico • Abilità cognitive
• Uso corretto braccia mani • Coordinazione • Capacità adattive
• Scivolamento • Capacità dissociativa • Capacità di
• Scivolo – corro – scivolo • Decelerazioni anticipazione
• Corro – scivolo – corro • Accelerazioni • Determinazione
• Giro frontale + scivolo • Correre all’indietro • Concentrazione
• Giro dorsale + scivolo • Responsabilità
• Anticipo chiuso / aperto • Altruismo
• Cambio di guardia su
backdoor, tagli e davi e vai
• Guardare/Ascoltare/Parlare
• Saper riconoscere situazioni
di anticipo o di ritardo
• Posizionamento LF-LD 1-2-3
passaggi
• Aiuto difensivo (cenni)
• Finte di aiuto

- SENIGALLIA 2017 - 50
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Nella difesa sull’uomo senza palla cambia il tempo, cioè è necessario sapersi muovere prima
(capacità di anticipazione).

Vuole dire che in difesa non possiamo che muoverci per occupare spazi vantaggiosi prima
dell’attacco.

Il timing difensivo viene prima negando quello offensivo.

La tecnica quando non sono più in aiuto assumo posizione di anticipo:

• Giro Braccio fuori e corro + scivolo spazi grandi.


• Giro Braccio fuori scivolo spazi stretti.

Saper correre con il braccio di anticipo proteso, occupare spazio questo poi sarà parte
dei movimenti del difensore che recupera dopo aver aiutato e del difensore che ruota.

Come si accorge di questo: se la squadra in attacco gioca per mantenere il possesso della palla e
non per attaccare il canestro.

Quali strumenti? (riferimenti concettuali)

#1 #
2

Abilità cognitive? Ovvero le rappresentazioni mentali di principi, procedure e teorie di un


insieme di saperi, in grado di favorire l’acquisizione di maggiori capacità adattive.

- SENIGALLIA 2017 - 51
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Siamo solo all’inizio nello sviluppo di queste abilità : devo conoscere la mia posizione e
sapere qual è il mio compito: responsabilità individuale.

• Noi abbiamo la responsabilità di fornire loro, prima che altro, gli strumenti per potersi
adattare alle situazioni. Insegnare a imparare.

Prima forma di collaborazione è il Posizionamento:

• Il posizionamento non è una posizione statica;


• Mantenere gli spazi incerti con continui adattamenti in base alla posizione: palla, uomo,
canestro.

1. La Posizione del difensore sulla palla

2. La posizione del difensore sull’uomo senza palla

3. La mia posizione rispetto al canestro

Palla centrale Lato forte/debole Guardia chiusa/aperta.

Negare il passaggio Nego il passaggio e aiuto su backdoor


di 2

# #
3 4

- SENIGALLIA 2017 - 52
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

A 1 passaggio: il mio comportamento dipende dalla lettura dell’1vs1 c/p.

Ma il mio 1vs1 è inserito in uno spazio dove ci sono anche altri giocatori.

A due passaggi LF x4 collabora con x1 e x2 LD X5 comincia ad occupare più spazio


posizionandosi in modo da prendere lo spazio vantaggioso per il no-backdoor di x2 e allo
stesso momento vedere l’1vs1 di x1.

Perché vi dico 1vs1 di x1 e non 1vs1 di 1 perché l’attacco valuta in timing x1 per collaborare
con x1 devo sapere prima se x1 verrà battuto e quindi devo occupare lo spazio vantaggioso
prima GUARDARE il mio compagno in difesa.

Faccio riferimento a ciò che conoscono: backdoor (zona di apprendimento prossimale).

Posizionamento a 1,2,3 passaggi.

• Ma questo in partita avviene in movimento dove il riposizionamento dei difensori


parte da situazioni di 1vs1 spazio certo (fuori posizione);

• Possiamo dire che il recupero dello spazio da certo a incerto deve avvenire mentre la
palla è in volo?

• Da certo a incerto.

- SENIGALLIA 2017 - 53
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Mantenere l’1vs1 (in equilibrio/Tempo 24”).


• Muoversi “Mentre” (percezione delle distanze) (Spazio/Tempo).
o In questa situazione si comincia a imparare a mettere in relazione le proprie
abilità alla situazione (Autonomia e collaborazione).

La palla si muove più velocemente quindi… Sviluppo della forza?

Non potrò pensare di essere in posizione da negare il passaggio.

Ecco perché responsabilità più individuale (sto più vicino al mio uomo…) ma non è vietato
aiutare…

Che cosa fare quando c’è una penetrazione?

Finte di aiuto Aiuto


Restare sul proprio Chi aiuta
La linea di penetrazione

Gli altri difensori come adeguano
l’1vs1:
- Linea di passaggio
- Linea di penetrazione
- Linea della palla

- SENIGALLIA 2017 - 54
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

La palla si muove più velocemente quindi… Sviluppo della forza?

Non potrò pensare di essere in posizione da negare il passaggio.

Ecco perché responsabilità individuale (sto più vicino al mio uomo…) ma non è vietato
aiutare…

Lontano dalla palla di aiuto:

• Mantenere l’1vs1 spazio incerto: finta di aiuto.

(X5 e X4 giocano 2vs1 mentre la palla è in volo).

Se non c’è vantaggio sono tre 1vs1


(1vs1 C/P, 1vs1 S/P, 1vs1 S/P).
Se 2 prende vantaggio cambia la
situazione e diventano due 2vs1.
Per enfatizzare la responsabilità
individuale, i difensori devono giocare
finte di aiuto mentre X2 recupera la
posizione.

La situazione è quella del 2vs1 quindi finte di aiuto per prendere tempo.

Le parti sono due situazioni di 2vs1.

Finta di aiuto difensivo (idea di 2vs1)

• Anticipare il movimento per non far subire la penetrazione.


• Piedi attivi muovere braccio e gamba vicino alla palla.
• Non perdere il proprio uomo, ristabilire 1vs1 senza palla incerto.
• Il tempo è quello di una finta.
• Causare un movimento riflesso all’attacco per prendere tempo.

Sempre anticipo: una situazione di 2vs1.

- SENIGALLIA 2017 - 55
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

L’aiuto difensivo

• Valutare distanza e se il compagno può recuperare 1vs1 spazio incerto.


• Muoversi velocemente in equilibrio prima dell’attacco.
• Posizione fondamentale.
• Piedi attivi ultimi passi brevi.
• Braccia larghe a occupare spazio.
• Non perdere il proprio uomo.
• L’aiuto non è un arresto ma devo tornare al mio 1vs1 spazio incerto.
• Parlare: CI SONO!!! – prima di muoversi.

Parlare: Neurotrasmettitori gli stessi deputati al movimento e al linguaggio.

Collaborazioni difensive U16

Che cosa vuol dire collaborare: offrire il proprio contributo, partecipare insieme ad altri allo
svolgimento di un lavoro, di un’attività.

Adesso dobbiamo aggiungere le parti che ci sono dopo l’aiuto in virtù dell’aumento della forza.

I giocatori diventano più veloci quindi dobbiamo coprire più spazio e prima.

Dopo l’aiuto cosa succede: situazioni

• Aiuto e recupero spazi larghi


• Aiuto e cambio spazi stretti due giocatori
• Aiuto e rotazione spazi larghi + due giocatori

- SENIGALLIA 2017 - 56
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa vuol dire collaborare: offrire il proprio contributo, partecipare insieme ad altri allo
svolgimento di un lavoro, di un’attività.

Con l’incremento della forza aumenta la velocità e quindi è necessaria più collaborazione tra i
difensori.

1. Timing;
2. Nel numero di giocatori coinvolti (le scelte dell’attacco aumentano);
3. La velocità nei passaggi della palla aumenta (spazio/tempo).

Aiuto e recupero

Prendere tempo su una penetrazione o su un taglio per ristabilire 1vs1 spazi incerti.

Il difensore in aiuto dal lato debole va a


chiudere la linea di penetrazione
occupando lo spazio vantaggioso e
consentire al compagno in ritardo di
recuperare il suo 1vs1 spazio incerto.

- SENIGALLIA 2017 - 57
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Aiuto e cambio

Prendere tempo su una penetrazione o su un taglio per ristabilire 1vs1 spazi incerti.

In questa situazione di backdoor è più


vantaggioso dopo l’aiuto cambiare. Lo
spazio/tempo per ristabilire
posizionamento corretto 1vs1 spazio
incerto.

Aiuto e rotazione

Prendere tempo su una penetrazione o su un taglio per ristabilire 1vs1 spazi incerti.

Dopo l’aiuto la rotazione.


I giocatori coinvolti sono almeno tre
che ruotando le competenze tra linee
di passaggio e linea di penetrazione
occupano lo spazio / tempo per
ristabilire posizionamento corretto
1vs1 spazio incerto.

- SENIGALLIA 2017 - 58
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Difensore 1vs1 con palla. Che cosa deve saper fare?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio dinamico • Abilità cognitive
• Scivolamento • Coordinazione motoria • Capacità adattive
• Scivolo – corro – scivolo • Coordinazione oculo • Determinazione
• Corro – scivolo – corro manuale • Concentrazione
• Uso corretto delle mani • Capacità dissociativa • Responsabilità
• Tagliafuori • Decelerazioni • Altruismo
• Giro dorsale/frontale • Accelerazioni • Consapevolezza
• Close-out tecnica • Correre all’indietro • Collaborazione
• Sfondamento • Forza
• Tagliafuori
• Guardare
• Ascoltare
• Parlare
• Saper riconoscere situazioni
di anticipo o di ritardo
• Toccare

Prima forma di collaborazione è il posizionamento nei vari schieramenti (chi fa cosa).

Aumenta la forza (+velocità) coprire spazi maggiori.

1. La mia posizione rispetto al canestro.

2. La Posizione del difensore sulla palla.

3. La posizione del difensore sull’uomo senza palla.

4. Leggere le situazioni di 1vs1.

- SENIGALLIA 2017 - 59
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

#
6

A un passaggio: il mio comportamento dipende dalla lettura dell’1vs1 c/p;

Ma il mio 1vs1 è inserito in uno spazio dove ci sono anche altri giocatori.

A due passaggi LF x4 collabora con x1 e x2 posizionandosi in modo da prendere lo spazio


vantaggioso per il no-backdoor di x2 e ello stesso momento vede l’1vs1 di x1.

Perché vi dico 1vs1 di x1 e non 1vs1 di 1 perché l’attacco valuta in timing x1 per collaborare
con x1 devo sapere prima se x1 verrà battuto e quindi devo occupare lo spazio vantaggioso
prima.

Faccio riferimento a ciò che conoscono: backdoor (zona di apprendimento prossimale).

#
7

- SENIGALLIA 2017 - 60
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Collaborazione in post basso.

Prendere tempo su una penetrazione o su un taglio per ristabilire 1vs1 spazi incerti.

Non consentire l’allineamento,


anticipare l’ala per farla ricevere in
posizione con angoli di passaggio non
adeguati.
Aiuti o raddoppi in post basso.

#
8

AIUTA L’ULTIMO
Finta di aiuto
X3 battuto che recupera
X5 finta di aiuto
X2 scende sotto la linea della palla
X1 adegua la sua posizione
X4 aiuta QUANDO? DOVE? COME?
Quando i difensori recuperano l’1vs1

spazio incerto? Quando 3 non ha più
vantaggio.
Due situazioni di 2vs1.

- SENIGALLIA 2017 - 61
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Allenare situazioni reali

Esercizio come da #5 è corretto? NO

Dove sono posizionati gli altri attaccanti?

Analizziamo una situazione reale.

#12

X5 Finta di aiuto + X4 aiuto e recupero.

Due situazioni allenabili assieme o separatamente.

- SENIGALLIA 2017 - 62
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

X4 finta di aiuto
#13
X3 recupera il posizionamento
X1 anticipando collabora sul
riposizionamento di X2 allungando il
passaggio di ribaltamento dando a X2
più tempo per riposizionarsi e di
conseguenza tutti gli altri difensori.

Stiamo valutando gli 1vs1 spazio certo/incerto attraverso i postulati.

X3 buca l’anticipo.

X3 gioca backdoor e riceve X5 è il difensore più vicino va a chiudere e X3 cambia perché è il


più vicino.

X4 aiuto e recupero di X3 su 5 che riceve lo scarico.

- SENIGALLIA 2017 - 63
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Difensore 1vs1 senza palla che aiuta. Che cosa deve saper fare?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio dinamico • Abilità cognitive
• Uso corretto braccia mani • Coordinazione • Capacità adattive
• Scivolamento • Capacità dissociativa • Capacità di
• Corsa + scivolamento • Decelerazioni anticipazione
• Giro frontale + scivolo • Accelerazioni • Determinazione
• Giro dorsale + scivolo • Concentrazione
• Close-out • Responsabilità
• Guardare • Altruismo
• Ascoltare
• Parlare
• Saper riconoscere situazioni
di anticipo o di ritardo
• Posizionamento LF-LD
1/2/3 passaggi
• Aiuto difensivo (cenni)
• Essere come in 2vs1

Sulla difesa sull’uomo senza palla che aiuta cambia il tempo, cioè è necessario sapersi
muovere prima (capacità di anticipazione).

Il timing difensivo viene prima e annulla quello offensivo.

• Corro + scivolo spazi grandi.


• Scivolo Spazi stretti.

Sul lato di aiuto i difensori sono come il difensore del 2vs1.

- SENIGALLIA 2017 - 64
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Le situazioni da allenare

Esercizi proposti con particolare attenzione al tempo (quando muoversi, quando comunicare).

Obiettivo: Recupero difensivo


1vs1 con palla dal palleggio.
Disposizione come da diagramma.
Difensore deve tenere almeno tre
palleggi.

Obiettivo: Aiuto e recupero o finte di


aiuto
2vs2 LF/LD
Disposizione come da diagramma.

- SENIGALLIA 2017 - 65
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Obiettivo: Recupero sulla linea di


passaggio.
1vs1 senza palla
Disposizione come da diagramma.
Esercizio inizia quando il coach dice
“via”

- SENIGALLIA 2017 - 66
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Variante all’esercizio precedente come


da diagramma.

Obiettivo: Aiuto sulla penetrazione e


recupero sul proprio difensore.
1vs1 + due appoggi per difesa close out
Disposizione come da diagramma.

- SENIGALLIA 2017 - 67
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Obiettivo: Aiuto sulla penetrazione e


rotazione.
1vs1 + due appoggi per difesa close out
Disposizione come da diagramma.

Obiettivo: Aiuto sulla penetrazione e


recupero sul proprio avversario o
aiuto e rotazione.
2vs2 + appoggio
Disposizione come da diagramma.

Obiettivo: anticipo in guardia chiusa


e difesa sul backdoor + eventuale
aiuto dal lato debole (tempo e cosa
guardare).
2vs2 + appoggio
Disposizione come da diagramma.

- SENIGALLIA 2017 - 68
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 6

CONTROPIEDE U14-U16

Relatore: Daniele Quilici

A cosa serve (la formula)?

Conquista degli spazi vantaggiosi nel minor tempo possibile.

La transizione mentale “difesa / attacco” è la parte fondamentale nel lavoro tecnico. E’


l’essenza del gioco. Decisiva è la capacità di anticipazione.

Le fasi del contropiede:

• APERTURA
o U14: soprattutto da palla recuperata o da canestro subito;
o U16: anche da rimbalzo difensivo.
• CONDUZIONE
o La differenza tra le due categorie è nella forza disponibile nel passare la palla
per coprire grosse distanze di campo.
• CONCLUSIONI
o Aspetti importanti su cui lavorare sono:
§ Passaggio in corsa;
§ Tiro con un avversario che contrasta.

- SENIGALLIA 2017 - 69
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Contropiede U14

Transizione mentale difesa/attacco

• Apertura
• Conduzione (passare la palla a chi è avanti ma… anche spingere in palleggio).
• Conclusione
o 1vs0/1
o 2vs1/2
o 3vs2 (gli spazi)

Che cosa deve saper fare il giocatore che prende il rimbalzo?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Saper saltare • Anticipazione
• Presa della palla (arresti, • Saper ricadere in • Coraggio
piede perno, giro) equilibrio • Altruismo
• Passaggio (due mano sopra • Coordinazione
la testa, laterale, dal petto, • Orientamento spaziale
baseball)
• Palleggio

Che cosa devono saper fare i giocatori in apertura?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Dare linee di passaggio • Reattività • Avere coraggio
• Ricevere in corsa • Prontezza • Altruismo
• Palleggiare da ricezione in • Anticipazione
corsa
• Palleggio spinto
• Tiro in corsa
• Guardare
• Parlare

- SENIGALLIA 2017 - 70
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa devono saper fare i giocatori senza palla?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Dare linee di passaggio • Accelerazione / • Reattività
• Ricezione in corsa Decelerazione • Coordinazione
• Palleggio spazio-temporale
• Passaggio (Spacing)
• Tiro in corsa

Le situazioni da allenare

• Esercizi che hanno come obiettivo quello di allenare la mentalità a convertire una
difesa in un attacco (reattività).

Disposizione come da diagramma.


Assistente con pallina da tennis o con
pallone da basket, lancia la palla nel
campo visivo del giocatore che nel
minor tempo possibile prende il
pallone.
Varianti:
- far eseguire scivolamenti o corsa in
avanti e indietro.
- dopo il recupero della palla palleggio
spinto verso altro canestro.

- SENIGALLIA 2017 - 71
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


Due giocatori con le spalle rivolte
all’assistente che eseguono degli
scivolamenti difensivi.
Recupero della palla e 2vs0 sul lato
opposto.

• Esercizi per la conversione da canestro subito.

Disposizione come da diagramma.


Chi riceve passaggio dalla punta,
attacca, l’altro difende.
Dopo canestro subito, il difensore
esegue la rimessa. Chi ha tirato
disturba il passaggio di apertura.
Suggerimento: prendere la palla
appena esce dalla retina per eseguire la
rimessa.

- SENIGALLIA 2017 - 72
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


2vs1 tutto campo.
Partendo da una situazione di
handicap.

• Esercizi sulla conduzione del contropiede.

Disposizione come da diagramma.


Obiettivo: allenare la capacità di
anticipazione di chi non riceve il
passaggio di apertura.
Difensore sceglie chi anticipare.

- SENIGALLIA 2017 - 73
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


Obiettivo: Lettura dello spazio
Rispetto al precedente, il secondo
difensore sceglie se anticipare o no la
seconda apertura.

• Esercizi sulle conclusioni.

Disposizione come da diagramma.


Obiettivo: palleggio spinto, passaggio
in corsa, conclusione con contatto.
2vs1 partendo da metà campo.
Per l’attacco massimo un passaggio a
disposizione.

- SENIGALLIA 2017 - 74
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

3vs2 in continuità.
Le soluzioni possibili per attaccare
l’area sono:
a) In palleggio;
b) Con taglio verso canestro
c) Con passaggio che crea una
situazione di 2vs1.

Un concetto importante nelle situazioni


di soprannumero è che due attaccanti
possono tagliare anche
contemporaneamente nello stesso
spazio (vedi diagramma a fianco).

- 3vs3 ad invertire.

Chi ha attaccato poi difende e chi ha difeso esegue passaggio di apertura.

- SENIGALLIA 2017 - 75
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Contropiede U16

Transizione mentale difesa / attacco… ancora più rapida

Apertura

Conduzione

Palleggio / Passaggio diagonale per mangiar tempo.

Conclusione

1vs0/1

2vs1/2

3vs2 (gli spazi per ricreare situazioni di 2vs1)

Che cosa deve saper fare il giocatore che prende il rimbalzo?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Tagliafuori + CONTATTO • Saper saltare • Anticipazione
• Posizione fondamentale • Saper ricadere in • Coraggio
• Presa della palla (arresti, equilibrio • Altruismo
piede perno, giro) • Coordinazione
• Passaggio (due mano sopra • Orientamento spaziale
la testa, laterale, dal petto, • Contatto (tagliafuori)
baseball)
• Palleggio

- SENIGALLIA 2017 - 76
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa devono saper fare i giocatori in apertura?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Dare linee di passaggio • Reattività • Avere coraggio
• Ricevere in corsa • Prontezza • Altruismo
• Palleggiare da ricezione in • Anticipazione
corsa • Sprint
• Palleggio spinto
• Tiro in corsa
• Guardare
• Parlare
• Triangoli

Che cosa devono saper fare i giocatori con palla 2vs1?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Palleggio • Aumentare la velocità di • Saper leggere le
• Passaggio + lunghi esecuzione situazioni prima
• Tiro + velocità • Giocare guardando i
• Spaziatura compagni e reagire

- SENIGALLIA 2017 - 77
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Le situazioni da allenare

• Esercizi per l’apertura.

Disposizione come da diagramma.


Attaccante lancia palla al tabellone e
recupera rimbalzo. Difensore dietro
disturba occupando uno spazio certo
su uno dei due lati dell’attaccante.
Il secondo attaccante si apre per
ricevere apertura.
Variante: aggiungere un difensore sul
giocatore che riceve l’apertura.

Disposizione come da diagramma.


3vs2 handicap da rimbalzo.

• Esercizi per la conduzione.

- 3vs3 ad invertire.

- SENIGALLIA 2017 - 78
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Esercizi di verifica del lavoro svolto (valida in tutte le categorie):

Disposizione come da diagramma.


3vs3 tutto campo da rimbalzo
difensivo.
L’esercizio inizia con l’assistente che
lancia la palla a canestro.

- SENIGALLIA 2017 - 79
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

I FONDAMENTALI: IL TIRO

A cosa serve?

Per concretizzare il vantaggio.

ERRORI GENERALI
TECNICI TATTICI
• Posizione della mano sulla palla • Tiro forzato
• Mancanza di frustata finale • Rinuncia al tiro
• Mancata distensione dell’arto • Scelta di tiro da eseguire
superiore di tiro. sbagliato (terzo tempo invece
che arresto e tiro)

Tiro
In In Jump-
Piazzato In corsa Uncino
elevazione sospensione hook

- SENIGALLIA 2017 - 80
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 7

COSTRUZIONE ATTACCO U14-U16



Relatore: Giorgio Salvemini

A cosa serve (la formula)?

Prendere e mantenere vantaggio spazio temporale per effettuare un tiro ad alta percentuale
(concretizzare il vantaggio).

Costruzione attacco U14

Prendere vantaggio Mantenere vantaggio


1vs1 con palla 1vs1 con palla
• Da partenza • Palleggio
• Da palleggio • Passaggio
1vs1 senza palla 1vs1 senza palla
• Tagli • Tagli
• Posizionamento
(statico/dinamico per triangoli)

- SENIGALLIA 2017 - 81
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa devono saper fare i giocatori?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Aggressività
• CDD, CDS e CDV • Attenzione
• Corsa cestistica • Prontezza
• Palleggio protetto/spinto • Collaborativo
• Cambio di mano • Responsabilità
frontale/dietro • Consapevolezza
schiena/sotto gambe/virata
• Partenza
incrociata/omologa/reverse
• Arresti/perni
• Tagli smarcamenti
• Passaggio
• Guardare
• Parlare
• Toccare
• Ascoltare

Idea di gioco

Dietro la costruzione di un gioco d’attacco c’è tutto il lavoro fatto sull’1vs1, sulle
collaborazioni offensive e sul contropiede.

- SENIGALLIA 2017 - 82
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Posizioni in campo.
Nella metà campo offensiva ci sono
otto posizioni che si possono occupare
(illustrate nel diagramma a fianco).

Le situazioni da allenare?

- Partire dal globale:

5vs5 metà campo senza palleggio.


Obiettivo: 1vs1 senza palla all’interno
del 5vs5.
Difesa in anticipo sulle linee di
passaggio.
Cambio attacco/difesa quando ci sono
due recuperi palla consecutivi.
Correzioni:
• sulla Tecnica (i Fondamentali)
• sulla Tattica (Letture).

- SENIGALLIA 2017 - 83
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

5vs5 tutto campo con handicap iniziale


per la difesa.
5vs5 inizia quando l’assistente esegue
un passaggio ad uno dei cinque
attaccanti.

- SENIGALLIA 2017 - 84
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Costruzione attacco U16

Prendere vantaggio Mantenere vantaggio


1vs1 con palla 1vs1 con palla
• Da partenza • Palleggio
• Da palleggio • Passaggio

1vs1 senza palla 1vs1 senza palla


• Tagli • Tagli
• Posizionamento
(statico/dinamico per triangoli)
• Dai e segui
• Dai e cambia

Che cosa devono saper fare i giocatori?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Gestione del CONTATTO • Aggressività
• CDD, CDS e CDV • Attenzione
• Corsa cestistica • Prontezza
• Palleggio protetto/spinto • Collaborativo
• Cambio di mano • Responsabilità
frontale/dietro • Consapevolezza
schiena/sotto gambe/virata
• Partenza
incrociata/omologa/reverse
• Arresti/perni
• Tagli smarcamenti
• Passaggio
• Fondamentali Tattici

- SENIGALLIA 2017 - 85
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Costruzione di un attacco attraverso l’1vs1 e le collaborazioni offensive.

PRIMA IDEA:

Disposizione come da diagramma.


PV: 1vs1 senza palla (giocatore che
passa la palla e taglia verso canestro)
MV: Posizionamento.

Disposizione come da diagramma.


MV: Posizionamento + Passaggio +
1vs1 senza palla (TENERE
CONTATTO).

- SENIGALLIA 2017 - 86
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

SECONDA IDEA:

Disposizione come da diagramma.


PV: 1vs1 senza palla (giocatore che
taglia in backdoor)
MV: Posizionamento + Passaggio +
1vs1 senza palla (TENERE
CONTATTO).

Quali situazioni allenare?

• 5vs0 (dimostrazione globale dallo schieramento iniziale);


• 5vs5
• Esercizi analitici per la costruzione dell’attacco utilizzando parti del gioco:
o 3vs3 + appoggio;

Disposizione come da diagramma.


Assistente decide se dare su eventuale
linea di passaggio centrale.



o 4vs4 + appoggio.
• 5vs5 verifica.

- SENIGALLIA 2017 - 87
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

COSTRUZIONE DIFESA U14-U16


A cosa serve (la formula)?

Prendere e mantenere vantaggio spazio temporale recuperare il pallone o per far effettuare
un tiro “forzato” (concretizzare il vantaggio).

Costruzione difesa U14

Prendere vantaggio + Mantenere vantaggio

• 1vs1 con palla à Non farsi battere


• 1vs1 senza palla à Non farsi battere
• Collaborazioni = aiuti

Che cosa devono saper fare i giocatori?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio • Anticipazione
• Braccia e mani pronte • Reattività • Competitività
• Piedi attivi • Coordinazione • Concentrazione
• Linea pass-pen-palla • Dissociazione arti sup/inf • Aggressività
• Scivolamenti • Mobilità articolare • Altruismo
• Scivolamenti e corsa • Generosità
• Guardare
• Toccare
• Ascoltare
• Parlare

- SENIGALLIA 2017 - 88
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Le situazioni da allenare:

Un concetto importante da sviluppare con l’under 14 è di evitare facili soluzioni in area.

Esercizio:

5vs5 “Rugby”
Obiettivo: Negare l’area all’attacco.
Disposizione come da diagramma.
I difensori non devono far entrare la
palla nello smile.

- SENIGALLIA 2017 - 89
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Costruzione difesa U16

Prendere vantaggio Mantenere vantaggio


1vs1 con palla 1vs1 con palla
1vs1 senza palla 1vs1 senza palla
Collaborazioni difensive:
• Aiuto e recupero
• Aiuto e rotazione
• Aiuto e cambio

Che cosa devono saper fare i giocatori?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio • Anticipazione
• Braccia e mani pronte • Reattività • Competitività
• Piedi attivi • Coordinazione • Concentrazione
• Linea pass-pen-palla • Dissociazione arti sup/inf • Aggressività
• Scivolamenti • Mobilità articolare • Altruismo
• Scivolamenti e corsa • Forza • Generosità
• Tagliafuori • Emotività
• Tecnica recupero difensivo • Intuito
• Rompere il timing • Intesa
• Sfondamento • Iniziativa
• Fondamentali Tattici

Le situazioni da allenare

• Esercizi: 3vs3 / 4vs4 (facendo sempre riferimento al 5vs5).


• 5vs5

- SENIGALLIA 2017 - 90
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 8

COLLABORAZIONI OFFENSIVE U18-U20


Relatore: Enrico Ciuffo

Ma prima… evoluzione dell’1vs1.

Quando (tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


Difensore a contatto = partenza Partenza reverse
Partenza spagnola
Difensore lontano = tiro In sospensione
Guardare
Toccare

Continua la maggiore cura dei dettagli nelle situazioni di 1vs1 rispetto alla categoria under 16.
Attenzione sulle partenze in palleggio, sul tiro e sul gioco interno. Per quando riguarda il gioco
interno:

Posizione da occupare in maniera


dinamica (post medio, sulla tacca
neutra.
Aspetti su cui porre l’accento:
• Gestione del contatto;
• Presa della palla e protezione;
• Visione del campo;
• Partenze in palleggio.

- SENIGALLIA 2017 - 91
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Collaborazioni offensive U18

Evoluzione dell’1vs1: Collaborazioni


• Le situazioni di 1vs1 con palla… la • Dai e vai
ricerca migliore dei tempi e degli • Dai e cambia
spazi. • Dai e segui
• Le situazioni di 1vs1 senza palla…
la ricerca migliore dei tempi e degli DI LETTURA!!!
spazi.

Maggiore cura dei dettagli (Spazio/tempo… i fondamentali)

BLOCCHI

A cosa servono (la formula)?

Prendere e mantenere un vantaggio insieme ai compagni.

I blocchi su giocatori senza palla:

Per Prendere Vantaggio Per Mantenere Vantaggio

- SENIGALLIA 2017 - 92
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE


Blocchi su
giocatori
senza palla

semplici composti

• Blocchi su giocatori senza palla semplici:


o Ciechi;
o Singoli (diagonale, verticale, orizzontale, split).

Premessa: come introdurre una situazione di blocco?

Ad esempio quando c’è un errore sulle precedenze (due attaccanti tagliano


contemporaneamente nello stesso spazio) trasformare l’errore in una situazione di blocco.

3 esegue un taglio per prendere


vantaggio.
2 gioca backdoor.
Da un errore la situazione cambia in
una situazione di blocco dinamico (2
blocca per 3).

- SENIGALLIA 2017 - 93
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

2 sprinta per eseguire un blocco


(arresto con petto sulla spalla del
difensore).
3 “cammina sul blocco” per occupare lo
spazio vicino al bloccante, legge la
difesa passando spalla a spalla e
successivamente esegue un cambio di
velocità.

2 dopo il blocco deve dare una seconda
linea di passaggio. Dove? “Girando via
dalla difesa” nello spazio vantaggioso.
1 “non perde di vista” il suo 1vs1 e
mantiene in visione entrambi i
difensori (X2 e X3). Pronto a migliorare
l’angolo di passaggio.

Difensore insegue:
3 esegue ricciolo.
2 esegue un ¼ di giro ad aprire
(dorsale, perno dx) per migliorare
angolo di blocco.
1 in palleggio aumenta la distanza dal
ricciolo.

- SENIGALLIA 2017 - 94
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Difensore taglia il blocco:


3 esegue taglio in allontanamento
verso l’angolo.
2 esegue un ¼ di giro (dorsale, perno
sx) per migliorare angolo di blocco.
1 in palleggio accorcia la distanza
dall’allontanamento.

Indicazioni:

• Passatore quando non ha chiara la scelta giusta di passaggio, usa delle finte di
passaggio per evidenziare le intenzioni della difesa;
• Il bloccato appoggia una mano sul bloccante per dare segnale sulla sua scelta.

Che cosa deve sapere fare il bloccante?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio • Capacità di
• Corsa cestistica • Capacità di orientamento collaborazione
• Cambi di direzione, velocità e • Coordinazione • Altruismo
senso • Reattività • Coraggio
• Arresti • Gestione contatto
• Giri • Forza
• Presa e ricezione
• Tiro
• Guardare
• Toccare

- SENIGALLIA 2017 - 95
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa deve sapere fare il bloccato?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio • Capacità di
• Corsa cestistica • Capacità di orientamento collaborazione
• Cambi di direzione, velocità e • Coordinazione • Altruismo
senso • Reattività • Coraggio
• Arresti • Gestione contatto
• Giri • Forza
• Tiro
• Guardare
• Toccare

Che cosa deve sapere fare il passatore?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio • Capacità di
• Passaggio • Capacità di orientamento collaborazione
• Finte di passaggio • Coordinazione • Altruismo
• Palleggio • Reattività • Coraggio
• Visione periferica • Gestione contatto
• Guardare • Forza
• Toccare

Finte di passaggio per facilitare la lettura dei comportamenti difensivi nelle situazioni poco
definite.

- SENIGALLIA 2017 - 96
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Collaborazioni offensive U20

Prendere o mantenere vantaggio collaborando con:

• Blocchi su giocatori con palla


o Rollare
o “Poppare”
• … Handoff

Aspetti fondamentali:

Blocco sulla palla:


Idea principale è che si giocano due
1vs1:
• 1vs1 con palla (bloccato);
• 1vs1 senza palla (bloccante).

Il pick and roll è una collaborazione a


due ma deve essere contestualizzata in
un contesto 5vs5:
• PV il palleggiatore;
• MV il bloccante che rolla e il
posizionamento degli altri giocatori.

- SENIGALLIA 2017 - 97
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa deve sapere fare il bloccante?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio • Capacità di
• Corsa cestistica • Capacità di orientamento collaborazione
• Cambi di direzione, velocità e • Coordinazione • Altruismo
senso • Reattività • Coraggio
• Arresti • Gestione contatto
• Giri • Forza
• Presa e ricezione
• Tiro
• Guardare
• Toccare

Che cosa deve sapere fare il bloccato?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Posizione fondamentale • Equilibrio • Capacità di
• Corsa cestistica • Capacità di orientamento collaborazione
• Cambi di direzione, velocità e • Coordinazione • Altruismo
senso • Reattività • Coraggio
• Arresti • Gestione contatto
• Giri • Forza
• Tiro
• Palleggio
• Passaggio
• Guardare
• Toccare

- SENIGALLIA 2017 - 98
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Le situazioni

Under 18 Under 20
Blocchi su giocatore senza palla Blocchi su palla
• Per mantenere vantaggio • Per mantenere vantaggio
• Per prendere vantaggio • Per prendere vantaggio


ü Interno / Esterno ü Centrale
ü Esterno / Interno ü Laterale
ü Esterno / Esterno ü Doppio alto
ü Interno / Interno

Under 20

Lavoro di definizione sui limiti del giocatore ed esaltazione dei pregi

Massima cura dei dettagli

Migliore l’intensità del gesto tecnico e della lettura

- SENIGALLIA 2017 - 99
CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 9

COLLABORAZIONI DIFENSIVE U18-U20


Relatore: Marzio Longhin

Pallacanestro = gioco di squadra in attacco e in difesa

A cosa serve?

Prendere e mantenere un vantaggio insieme ai compagni.

Come?

Occupare gli spazi vantaggiosi prima dell’attacco e rompere il timing.

Ma prima… evoluzione delle collaborazioni difensive (no blocchi)

Quando (tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


Aiuto e cambio (spazi stretti) Scivolo + aiuto (per sfondamento)
Aiuto e rotazione (spazi larghi) Scivolo e corro (per recuperare) + …
Aiuto e recupero (…spazi stretti) pronto per scivolare

- SENIGALLIA 2017 - 100


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Collaborazioni difensive U18 / U20

1vs1 + 1vs1 + 1vs1

X2 ha bisogno di una collaborazione per difendere lo spazio vantaggioso.


Nessun blocco Blocco
Distanza tra gli attaccanti Spazio bloccato (attaccanti vicini)

- SENIGALLIA 2017 - 101


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Nessun Blocco
Distanza tra gli attaccanti
Posizionamento prima forma di
collaborazione.

Posizionamento su taglio in
allontanamento.

Spazio vantaggioso nell’1vs1 senza palla bloccato dalla collaborazione Spazio/Tempo di 4 e 2.

- SENIGALLIA 2017 - 102


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Per impedire che 4 e 2 collaborando blocchino lo spazio vantaggioso.

X2 e X4 devono collaborare per impedire che gli attaccanti prendano quello spazio, come?

X4 Nella fase di taglio per bloccare toglie il tempo a 4.

X2 una volta nella zona di blocco prende lo spazio con avambraccio in appoggio e al momento
del blocco si fa sottile e passa.

Forziamo il blocco prendendo spazio uso del corpo e delle braccia………..

Questa situazione la vedremo anche nel pick and roll.

Questa collaborazione è fondamentale


per la riuscita della difesa.
Rompere il timing.
1 ha il vantaggio di vedere il gioco.
X1 non può vedere il timing dell’azione
di 2vs2 senza palla, quindi al segnale
BLOCCO, X1 inizia a pressare la palla.

Per l’attacco però inizia il difficile, passare la palla nel posto giusto e nel momento giusto:
Spazio / Tempo.

X4 non è in visione dell’1vs1 di 1 e X2 non è in visione dell’1vs1 di X1.

Chi sono i giocatori che non vedono la palla: X2 e 4.

Chi sono i giocatori in visione: 1, 2 e X4.

Pressare la palla per allungare il passaggio attaccando il lato del passaggio tracciando.

Mentre X2 passa sul blocco è coperto e non può vedere X4 collabora fintando un anticipo.
(CUCU….).

- SENIGALLIA 2017 - 103


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Ma il segnale del timing del blocco lo da X4 Quando dare il segnale per la collaborazione di X1.

Multiplo di 1vs1 Multiplo di 1vs1


Obiettivo: No tiri ad alta percentuale. Obiettivo: No tiri ad alta percentuale
• 1vs1 con palla non farsi battere (non • 1vs1 con palla non farsi battere (non
concedere il vantaggio). concedere il vantaggio).
Tenere almeno tre palleggi. Tenere tre palleggi + negare linee di
• 1vs1 senza palla non farsi battere passaggio in spazi vantaggiosi.
(non concedere il vantaggio) • 1vs1 senza palla – bloccante – non
(negare linee di passaggio in spazi farsi battere (non concedere il
vantaggiosi). vantaggio).
Negare linee di passaggio in spazi
vantaggiosi.
• 1vs1 senza palla – bloccato – non
farsi battere (non concedere il
vantaggio).
Negare linee di passaggio in spazi
vantaggiosi.

- SENIGALLIA 2017 - 104


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Collaborazioni difensive U18

Difesa sui blocchi su giocatori senza palla

• Inseguire

Quando (Tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


Vicino alla palla.
Difensore del bloccante
Difensore del bloccato
Difensore del passatore


X4 Blocco il momento della comunicazione è la discriminante per non perdere il vantaggio –
comunicazione.

X1 comincia a pressare la palla, X2 insegue/spinge stando a treno… sulla spalla esterna – X4


aiuta impedendo il passaggio sulla mano interna di 2 - ricciolo Curl stretto – senza perdere
contatto con il corpo con 4, mentre finta anticipo.

X2 superata la line del blocco recupera la posizione, se 2 riceve in contenimento – Ritardo

Tuttie tre i difensori devono negare lo spazio vantaggioso sia di 2 che di 4.

- SENIGALLIA 2017 - 105


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa vogliamo ottenere: POP-OUT non in allineamento.

• Tagliare il blocco

Quando (Tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


In velocità e posto di blocco basso Difensore del bloccante
Difensore del bloccato
Difensore del passatore


2 non può andare in allontanamento. No spazio. X2 fa la strada più corta.

Blocchi distante dalla palla.

- SENIGALLIA 2017 - 106


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Cambiare

Quando (Tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


Mantenere il vantaggio Difensore del bloccante
Recuperare il vantaggio Difensore del bloccato
Difensore del passatore

Cosa ci si cambia: le linee di passaggio.

1vs1 senza palla: negare linee di passaggio in zone vantaggiose del campo.

- SENIGALLIA 2017 - 107


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• 1+X1 1vs1 con palla – X4 BLOCCO – 4 e 2 blocco

• (1+X1 ) 1vs1 con palla – X4 BLOCCO - (2+X2 )+4

• (1+X1 ) 1vs1 con palla - (4+X4 BLOCCO )+2

• X4 BLOCCO – 3vs3

- SENIGALLIA 2017 - 108


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Collaborazioni difensive U20

Difesa sui blocchi su giocatori con palla

• Show

Quando (Tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


Il palleggiatore è forte nel prendere Difensore del bloccante
vantaggio con palleggio Difensore del bloccato
Difensore degli altri attaccanti

• “X1 spinge” sul blocco di 1


• X5 chiude lo spazio vantaggioso di 1
“Prima”
• X2 mantiene chiusa la sponda con 2
• X3 chiude la sponda con 3
• X4 protegge canestro sulla rollata.

Importante il timing della azione:

- X5 “blocco”;

- X4 collabora con X5 coprendo l’area sulla rollata;

- X3 chiude la sponda allungando il passaggio;

- X2 tiene chiusa la linea di reverse x1 passa tra X5 e 5 e recupera la linea di penetrazione.

- SENIGALLIA 2017 - 109


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Contenere

Quando (Tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


Per proteggere X5 e congestionare lo Difensore del bloccante
spazio vantaggioso. Difensore del bloccato
Difensore degli altri attaccanti

• Fondo

Quando (Tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


Fondo è non far giocare il pick and roll. Difensore del bloccante
Il lungo gioca POP solo per mantenere Difensore del bloccato
“passaggio” far giocare in spazi non Difensore degli altri attaccanti
vantaggiosi l’attacco.

- SENIGALLIA 2017 - 110


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Cambio

Quando (Tattica) Come (Fondamentali Tecnici – Tattici)


Scelta tattica Difensore del bloccante
Mancano pochi secondi alla fine azione Difensore del bloccato
Pari ruolo è pick and re-pick Difensore degli altri attaccanti

Under 20

Lavoro di definizione sui limiti del giocatore ed esaltazione dei pregi.

Massima cura dei dettagli.

Migliorare l’intensità del gesto tecnico e della lettura.

- SENIGALLIA 2017 - 111


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 10

CONTROPIEDE U18-U20

Relatore: Daniele Quilici

A cosa serve (la formula)?

Conquista degli spazi vantaggiosi nel minor tempo possibile.

Transizione mentale difesa / attacco

Le fasi del contropiede:

• APERTURA
• CONDUZIONE
• CONCLUSIONI

Contropiede U18

Transizione mentale difesa / attacco… ancora più rapida.

Apertura à Dove? Come?

Conduzione à Palleggio / Passaggio diagonale per mangiar tempo.

Conclusione à 1vs0/1 2vs1/2 3vs2/3

- SENIGALLIA 2017 - 112


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Iniziamo nella categoria under 18 a differenziare i ruoli in base alle caratteristiche dei
giocatori (ad esempio chi prende l’apertura?) cercando di dare dei riferimenti più precisi.

Si cominciano a montare situazioni più precise (apertura e conclusioni sono curate più nei
dettagli rispetto a prima), mentre nella conduzione ci saranno più soluzioni dovute alla
maggiore forza nel coprire le distanze (con o senza passaggio) e a un maggiore raggio di tiro.

Un maggiore raggio di tiro permette


all’attacco di avere uno spazio
vantaggioso anche negli angoli.
Ciò costringe la difesa a essere più
attenta ai tiratori aumentando lo
spazio da coprire contro le
penetrazioni in area.

II Ondata

Gli spazi: Interni / Esterni.

Spazi esterni per ricevere + 1vs1 da recupero.

Spazi esterni per bloccare.

- SENIGALLIA 2017 - 113


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Spazio interno libero.


4 taglia in area per ricevere.

Spazio interno libero.


5 taglia in area per ricevere.

Spazio interno pieno.


4 taglia per creare un triangolo
offensivo (valuta la situazione
vantaggiosa rispetto al difensore).

- SENIGALLIA 2017 - 114


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Spazio interno pieno.


4 riceve la palla per:
• Tirare;
• 1vs1 con palla su close out;
• Ribaltare la palla.
In base alle caratteristiche individuali.

Spazio interno pieno.


5 riceve la palla per:
• Tirare;
• 1vs1 con palla su close out;
• Ribaltare la palla e bloccare sul
lato debole.
In base alle caratteristiche individuali.

- SENIGALLIA 2017 - 115


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa deve saper fare il giocatore che prende il rimbalzo?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Tagliafuori + CONTATTO • Saltare • Anticipazione
• Posizione fondamentale • Forza • Coraggio
• Presa della palla (arresti, • Reattività • Altruismo
piede perno, giro) • Saper ricadere in • Aggressività
• Passaggio (due mano sopra equilibrio
la testa, laterale, dal petto, • Coordinazione
baseball) • Orientamento spaziale
• Palleggio • Contatto (tagliafuori)
• Giro frontale / dorsale
• Visione periferica
• Guardare
• Toccare

Che cosa devono saper fare i giocatori in apertura?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Dare linee di passaggio • Reattività • Coraggio
• Triangoli • Prontezza • Altruismo
• Ricevere in corsa • Anticipazione
• Palleggiare da ricezione in • Sprint
corsa • Forza
• Palleggio spinto • Velocità
• Visione periferica
• Passaggio
• Tiro in corsa
• Guardare
• Parlare

- SENIGALLIA 2017 - 116


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa devono saper fare i giocatori senza palla (rimorchi)?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Occupare spazi liberi • Reattività • Coraggio
(Leggere) • Orientamento • Altruismo
• Visione periferica • Coordinazione • Prontezza
• Palleggio • Forza • Aggressività per
• Tiro in corsa • Velocità attaccare il canestro
• Tiro 3pts • Saltare
• Arresto e tiro • Equilibrio
• Passaggio
• Blocchi
• Giro frontale / Giro dorsale

Le situazioni da allenare

• Apertura
o Situazioni di rimbalzo difensivo e apertura (continuare lavoro iniziato con u16),
dove dopo aver fatto un lavoro di consapevolezza, s’iniziano a strutturare le
situazioni.
• Conduzione
o 4vs3;
o 5vs4.
• Conclusioni
o Area libera: taglio;
o Area piena: blocco lontano dalla palla.

L’idea deve essere quella di mantenere il flusso del gioco, cioè non interrompere l’azione
offensiva per non permettere alla difesa di organizzarsi.

- SENIGALLIA 2017 - 117


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Contropiede U20

II Ondata

Gli spazi: Interni / Esterni

Spazi esterni per bloccare sulla palla

Spazio interno pieno.


5 blocca sulla palla (Drag).

Spazio interno pieno.


5 blocca sul lato debole.

- SENIGALLIA 2017 - 118


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Spazio interno pieno.


5 riceve il passaggio da 1, ribalta il
pallone passando la palla a 2 e corre a
bloccare.

Spazio interno pieno.


1 passa la palla a 5.
1 corre a riprendere il pallone da 5
(Hand off).

- SENIGALLIA 2017 - 119


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Che cosa devono saper fare i giocatori senza palla (rimorchi)?

Tecnicamente/Tatticamente Fisicamente Mentalmente


• Occupare spazi liberi • Reattività • Coraggio
(Leggere) • Orientamento • Altruismo
• Visione periferica • Coordinazione • Prontezza
• Palleggio • Forza • Aggressività per
• Tiro in corsa • Velocità attaccare il canestro
• Tiro 3pts • Saltare
• Arresto e tiro • Equilibrio
• Passaggio
• Blocchi
• Giro frontale / Giro dorsale

Le situazioni da allenare

• 5vs4 + recupero;
• 5vs5 (da rimbalzo).

Under 20

Lavoro di definizione sui limiti del giocatore ed esaltazione dei pregi.

Massima cura dei dettagli

Migliorare l’intensità del gesto tecnico e della lettura.

- SENIGALLIA 2017 - 120


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 11

COSTRUZIONE ATTACCO U18-U20


Relatore: Giorgio Salvemini

A cosa serve (la formula)?

Prendere e mantenere vantaggio spazio temporale per effettuare un tiro ad alta percentuale
(concretizzare il vantaggio).

Costruzione attacco U18

Prendere vantaggio: Mantenere vantaggio:


• 1vs1 con palla • 1vs1 con palla
• 1vs1 senza palla • 1vs1 senza palla
• Blocchi su giocatore senza palla • Blocchi su giocatore senza palla

Le situazioni da allenare.

La prima situazione di gioco si sviluppa da una situazione di attacco a tutto campo.

Il contropiede con la seconda ondata si può chiudere con l’utilizzo di un blocco cieco per
prendere vantaggio e con posizionamento e passaggi per mantenere vantaggio.

Situazione che non richiede l’utilizzo di una chiamata specifica.

- SENIGALLIA 2017 - 121


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


2 libera lo spazio in area andando ad
occupare la posizione di ala.
4 taglia verso canestro per ricevere e
se non riesce continua giocando contro
X4 per dare una linea di passaggio
interna.

Disposizione come da diagramma.


5 riceve in punta per giocare
alto/basso con 4.

- SENIGALLIA 2017 - 122


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


5 ribalta la palla con un passaggio a 2.
4 esegue un blocco cieco per 3 (PV).
3 sfrutta il blocco di 4 per andare in
post medio (spazio vantaggioso).
4 dopo il blocco offre al passatore una
seconda linea di passaggio (MV).
2 passa la palla a 3.

Disposizione come da diagramma.


Mentre X5 è impegnato a coprire area
con palla in post basso a 3.
5 porta un blocco a 1 (MV).
1 sfrutta il blocco andando nello spazio
vantaggioso e 5 taglia in area per dare
una seconda linea di passaggio.
4 rimpiazza.
Triangolo offensivo per 5.

- SENIGALLIA 2017 - 123


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


2 non passa la palla a 3 in post basso.
4 porta un altro blocco cieco stavolta
per 5 (PV).

Disposizione come da diagramma.


2 passa la palla a 3.
4 blocca 1 (MV).

- SENIGALLIA 2017 - 124


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

La seconda situazione di gioco presentata è più complessa rispetto alla precedente ed è


sviluppata sempre contro una difesa a uomo ma stavolta già schierata nella metà campo.

Disposizione come da diagramma.


1 passa la palla a 4.
5 taglia per ricevere passaggio da 4
(PV).
2 rimpiazza per liberare area e
ricevere passaggio da 4 e giocare
triangolo per 5 (MV).

Disposizione come da diagramma.


1 corre a prendere un passaggio
consegnato di 4.
Appena X3 corre ad anticipare, 3
esegue un taglio in backdoor per
ricevere da 1 (PV).

- SENIGALLIA 2017 - 125


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


Se 3 non riceve continua la sua corsa
per andare a bloccare 5 (PV).
1 adegua con il palleggio la linea di
passaggio (MV).
5 sfrutta il blocco per ricevere palla da
1.
3 mostra una seconda linea di
passaggio (MV).

Disposizione come da diagramma.


Bloccare il bloccante.
Nel caso in cui X3 esegue un bump su 5
(PV perché su 5 andranno X3 e X5).
3 corre sul blocco di 4 (MV).
Lettura del blocco verticale (insegue,
taglia il blocco, cambio difensivo).

Obiettivo di queste due situazioni presentate è quello di rimanere all’interno dei concetti di
1vs1 con e senza palla e delle collaborazioni offensive e mantenere il flusso (continuità) nel
gioco.

- SENIGALLIA 2017 - 126


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Costruzione attacco U20

Prendere vantaggio Mantenere vantaggio


1vs1 con palla 1vs1 con palla
1vs1 senza palla 1vs1 senza palla
Blocchi su giocatore senza palla Blocchi su giocatore senza palla
Blocchi su giocatore con palla Blocchi su giocatore con palla

Le situazioni da allenare

Alla prima situazione di gioco esaminata con l’under 18, viene inserito un blocco sulla palla
per prendere vantaggio.

Disposizione come da diagramma.


5 ribalta il pallone e sprinta a bloccare
2 (PV).
MV in base al posizionamento della
difesa (PV preso dal posizionamento).

- SENIGALLIA 2017 - 127


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

La seconda situazione presentata prevede un blocco lontano dalla palla per prendere
vantaggio e un blocco sulla palla per mantenere vantaggio.

Disposizione come da diagramma.


1 palleggia verso la posizione di ala.
2 taglia per ricevere da 1 (PV).

Disposizione come da diagramma.


4 porta un blocco a 2 (PV).
4 mostra la seconda linea di passaggio
per ricevere palla da 1 (MV).
2 corre in alto.

- SENIGALLIA 2017 - 128


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


1 passa la palla a 2.
5 corre a portare un blocco sulla palla
(MV).
X5 in ritardo contiene.
La squadra mantiene vantaggio con un
blocco sulla palla.

Disposizione come da diagramma.


5 corre a portare un blocco sulla palla
(PV).
X5 esegue show.
4 si apre in mezzo angolo.
La squadra prende vantaggio con un
blocco sulla palla.

- SENIGALLIA 2017 - 129


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Esercizi:

• 5vs0 presentazione del gioco in maniera globale.

• 5vs0 con due palloni.

Disposizione come da diagramma.


Esecuzione del gioco.
5 dopo il blocco sulla palla rolla verso
canestro per ricevere palla
dall’appoggio sotto canestro.
La squadra mantiene vantaggio
attraverso posizionamento e passaggi.

• 5vs0 con tre palloni.

Disposizione come da diagramma.


Esecuzione del gioco.
4 dopo il blocco su 2, riceve palla dal
secondo appoggio. 1vs1 con palla
spalle a canestro.
5 dopo il blocco sulla palla esegue uno
short roll (area piena) per ricevere
palla dall’appoggio sotto canestro.
La squadra mantiene vantaggio
attraverso posizionamento e passaggi.

- SENIGALLIA 2017 - 130


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• 5vs0 con quattro palloni.

Disposizione come da diagramma.


Esecuzione del gioco.
4 dopo il blocco su 2, riceve palla dal
secondo appoggio. 1vs1 con palla
spalle a canestro.
5 dopo il blocco sulla palla esegue uno
short roll (area piena) per ricevere
palla dall’appoggio sotto canestro.
2 dopo arretramento contro show
difensivo, conclude con arresto e tiro.
Terzo appoggio passa la palla ad una
delle due sponde.
Posizionamento + passaggi à MV.


• 3vs3+ due appoggi.

Disposizione come da diagramma.


Si gioca su una parte del gioco.
In questa fase, la difesa viene guidata
all’inizio nella scelta difensiva da
adottare (show, contenimento) per poi
essere libera di decidere.

- SENIGALLIA 2017 - 131


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


2 non riesce a ricevere la palla.
5 riceve il passaggio e gioca un hand off
con 2.

• 5vs5 senza palleggio (il blocco sulla palla diventa un hand off).
• 5vs5 con palleggio.

Under 20

Lavoro di definizione sui limiti del giocatore ed esaltazione dei pregi.

• Massima cura dei dettagli.


• Migliorare l’intensità del gesto tecnico e della lettura.

Disposizione come da diagramma.


Per chiarire meglio i concetti viene
presentata una situazione di gioco
molto diffusa.
Il blocco verticale di 2 per 5 (Prendere
vantaggio).
Il blocco sulla palla di 5 per 1
(Mantenere vantaggio).
Non basta copiare un gioco efficace per
avere successo. Bisogna curare il
dettaglio.

- SENIGALLIA 2017 - 132


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

…e per costruire un attacco contro la zona?

Spazi e tempi per attaccare la zona.

• Posizionamento
o Spazi
o Tempi

• Uso del palleggio

Per attaccare Per distorcere


Da situazione statica

Da situazione dinamica

- SENIGALLIA 2017 - 133


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Uso dei tagli


o Come
o Quando
o Dove

• Uso dei blocchi su giocatori senza palla


o Per prendere vantaggio
o Per mantenere vantaggio

• Uso dei blocchi su giocatori con palla


o Per prendere vantaggio
o Per mantenere vantaggio

Letture condivise

Attacco alla
difesa a zona
(quali
situazioni
allenare?)

- SENIGALLIA 2017 - 134


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Situazione di gioco contro la difesa a zona 2-1-2.

Disposizione come da diagramma.


Obiettivo dello schieramento iniziale è
di posizionare gli attaccanti nelle zone
di conflitto della difesa.

Disposizione come da diagramma.


1 passa la palla a 2 e taglia verso il
canestro per creare soprannumero sul
lato della palla.
Prima idea: passare la palla in post a 5
direttamente o attraverso una sponda
(sponda di 4 in post alto o di 1 in
angolo).

- SENIGALLIA 2017 - 135


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


4 si apre e riceve da 2.
2 taglia verso canestro per andare
nell’angolo opposto.

Disposizione come da diagramma.


4 ribalta il pallone e taglia verso il
canestro.
5 rimpiazza la posizione in post alto.
Come prima, triangoli offensivi per
dare palla in post basso a 4.

- SENIGALLIA 2017 - 136


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


5 si apre in punta, riceve la palla da 3.
Ribaltamento di palla e blocco sulla
palla.
Blocco sulla palla à PV.

Disposizione come da diagramma.


X2 aiuta su 1.
1 passa la palla a 3.
Passaggi e Posizionamento à MV.

- SENIGALLIA 2017 - 137


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


X2 non aiuta su 1.
4 esegue un blocco di contenimento
per 2 posizionato in angolo.
Blocco di contenimento à MV.

- SENIGALLIA 2017 - 138


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

MODULO 12

COSTRUZIONE DIFESA U18-U20


Relatore: Giorgio Salvemini

La formula:

Togliere individualmente e collaborando lo spazio / tempo vantaggioso all’attacco.

Costruzione difesa U18 / U20

• Difesa 1vs1.
• Difesa sui blocchi su giocatore senza palla.
• Difesa sul blocco su giocatore con palla.

EQUILIBRIO DIFENSIVO.

Il primo principio fondamentale per la costruzione di una qualsiasi difesa è avere equilibrio
attraverso attacchi bilanciati. Ciò permette di avere un corretto posizionamento difensivo.

Che cosa vuol dire avere un attacco bilanciato? Vuol dire che l’attacco deve costruire tiri ad
alta percentuale, evitando palle perse, e soprattutto avere chiaro i giocatori che andranno a
rimbalzo offensivo e i giocatori che andranno in difesa.

La difesa deve essere allenata curando diversi aspetti come la tecnica e la tattica, la mentalità,
la condizione fisica e deve anche avere cuore.

- SENIGALLIA 2017 - 139


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Costruzione di una difesa a uomo.

Progressione che si utilizza quando si costruisce un qualsiasi tipo di difesa.

• 5vs5 posizionamento

Per presentare la difesa viene utilizzato uno schieramento classico di blocco sulla palla
laterale.

Diverse sono le scelte difensive che si possono fare sul blocco sulla palla (show, contenimento,
fondo o cambio).

Questa costruzione utilizzerà la difesa contenimento.

Disposizione come da diagramma.


X1 in difesa sulla palla.
X2 guardia aperta per avere
collegamento con altri giocatori.
X3 e X4 sul lato debole in guardia
aperta.
X5 comunica “blocco” al compagno.

Disposizione come da diagramma.


X1 al segnale “blocco” accorcia lo
spazio rispetto a 1 perché deve
indirizzare l’avversario verso il blocco.
Cioè deve evitare che 1 vada opposto al
blocco.
X5 contiene posizionandosi sulla linea
di penetrazione di 1.

- SENIGALLIA 2017 - 140


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


X4 e X3 devono restringere lo spazio di
penetrazione di 1 attraverso le finte di
aiuto.

Disposizione come da diagramma.


X5 aiuta con braccio sx alto per aiutare
sul palleggio, arresto e tiro di 1 e con
braccio dx per evitare un passaggio
battuto a terra verso 5. Inoltre avrà il
piede sinistro avanti per evitare a 1 di
dilatare lo spazio dove la difesa è più
forte.
X1 rallenta passaggio di uscita a 2 con
le braccia alzate.
X2 deve andare incontro al roll di 5 ed
eseguire un bump per rallentare e
recuperare su 2.

- SENIGALLIA 2017 - 141


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Disposizione come da diagramma.


1 passa la palla a 2.
Close out di X2 su 2.
X5 recupera sulla linea di passaggio.
Una buona esecuzione tecnica annulla
il vantaggio acquisito dall’attacco.

• 5vs5 agonistico

In questa fase la squadra prova a fare le cose viste prima.

Vengono proposti esercizi che smontano la difesa per analizzare le regole difensive nel
dettaglio.

• 1vs2 + due appoggi su un quarto di campo.

Disposizione come da diagramma.


- SENIGALLIA 2017 - 142


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• 2vs3 + appoggio su un quarto di campo.

Disposizione come da diagramma.


• 3vs3 agonistico su un quarto di campo.

Disposizione come da diagramma.


• 5vs5 agonisitico (Verifica).

- SENIGALLIA 2017 - 143


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Costruzione di una difesa a zona.

La differenza tra la difesa a uomo e la difesa a zona è che nella difesa a uomo i difensori
seguono l’uomo, nella difesa a zona, i difensori seguono la palla.

• Zone di competenza

Disposizione come da diagramma.


Zona 2-1-2
Prima linea (X1 e X2) hanno
responsabilità sopra linea del tiro
libero.
Seconda linea (X3, X5 e X5) hanno
responsabilità sotto la linea del tiro
libero.

• Adeguamento rispetto allo schieramento dell’attacco.

Disposizione come da diagramma.


La difesa a zona si adegua allo
schieramento dell’attacco.

- SENIGALLIA 2017 - 144


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

• Responsabilità

Disposizione come da diagramma.


• Aiuto e recupero della seconda
linea nelle zone di conflitto.
• Seguire tagli e consegnare con
comunicazione.
• X5 responsabile del post alto con
palla centrale, della linea di
penetrazione con palla laterale.
• Responsabilità della prima linea il
post alto, posizionandosi non
davanti per non subire blocco di
contenimento.

• Difesa sul blocco sulla palla.

Disposizione come da diagramma.


Stessa regola della difesa a uomo:
contenimento.

- SENIGALLIA 2017 - 145


CORSO ISTRUTTORE GIOVANILE

Perché si decide di difendere a zona?

• Cambiare il ritmo della partita;


• Proteggere qualche giocatore con problemi di falli;
• Cambiare gli spazi all’attacco;
• Costringere l’attacco a collaborare.

Quali sono i principali svantaggi di difendere a zoan?

• Accoppiamenti con possibili mismatch;


• Rimbalzi offensivi concessi.

- SENIGALLIA 2017 - 146