Sei sulla pagina 1di 3

ITENDENZE

TIPOLOGIE, FUNZIONI,

FINITURE NORMATIVE, ESEMPI DI

DI SUPERFICI REALIZZAZIONI AL CENTRO

DI ITO INCONTRO TRA

INOX SPECIALISTI E OPERATORI

DI FAUSTO CAPELLI

•Velia sala convegni della COMPORTAMENTO


sede dell'UNI (Ente nazionale ALLA CORROSIONE
italiano di unificazione) di Milano, Molto interessanti si sono
si è svolto il 25 Novembre 1998, subito dimostrati i risultati delle
un incontro tecnico, organizzato prove sperimentali effettuate con
dal Centro Inox (centro per lo diversi tipi di finiture meccaniche
studio e lo sviluppo delle (per laminazione e per abrasione)
applicazioni degli acciai ed elettrolitiche. Queste sono
inossidabili), dedicato state condotte in nebbia salina
interamente al tema delle finlture per simulare il più possibile
superficiali degli acciai inox. l'ambiente marino, l'esposizione
L'elevato numero dei è stata sia continua che ciclica
partecipanti (circa 140) e la loro su tre tipi di acciai inox tra i più
elevata qualificazione utilizzati (AISI304-AISI316-
professionale hanno dimostrato AISI430), per un totale di 19
come questo tema risulta essere Finltura per abrasione: autobus con fascia
di estrema importanza, non in lamiera inox EN 1.4301 (AISI304),
satinata.
solamente per motivi di carattere
estetico ma anche e soprattutto dimostrato che tutti gli acciai
per ragioni di tipo funzionale. inossidabili testati con le normali
Nella premessa, infatti, sono finiture fornite da acciaieria ben
state ampiamente sottolineate le si sono adattati a resistere alla
strette relazioni esistenti, a parità prima serie di prove continue,
di materiale, tra lo stato tanto che per poter arrivare a
superficiale e la capacità di caratterizzare delle variazioni del
affrontare i fenomeni corrosivi e comportamento sì è dovuto
l'attitudine di questi materiali ad passare a considerare l'ulteriore
estrinsecare le proprietà igieniche serie di prove cicliche.
se impiegati a contatto di
sostanze alimentari o se FINITURE DI PRODOTTI PIANI E
impegnati in ambienti ad alta PRODOTTI LUNGHI
responsabilità. Finltura per laminazione: portale Di qui si è passati a
Il programma della giornata di autostradale con sostegni ricavati da considerare i diversi passaggi,
lamiera di acciaio inossidabile austenitico
studio si è articolata in una parte EN 1.4541 (AISI321), con finltura laminata nelle lavorazioni di acciaieria che
a caldo e parte centrale sabbiata.
introduttiva per acquisire le portano alle varie finiture sia dei
conoscenze specifiche campioni esaminati. Sono state prodotti piani che dei prodotti
fondamentali sui prodotti di scelte di proposito situazioni lunghi, alla luce delle nuove
acciaieria, con una premessa ambientali particolarmente normative europee: 10088-2,
relativa al comportamento alla severe per poter differenziare in relativa ai prodotti piani, 10088-
corrosione ed in una successiva maniera adeguata il 3, relativa ai prodotti lunghi
che ha privilegiato aspetti e comportamento delle diverse (compreso il progetto di norma
problemi di grande rilievo per il finiture superficiali nei confronti prENI0278). Per i prodotti
corretto impiego delle superfici della resistenza alla corrosione. siderurgici si sono considerati
inox. I risultati sperimentali hanno anche quelli di seconda
TENDENZEI

Simboli Tipo di finltura Stato superficiale Osservazioni

Laminato 1U Laminato a caldo, non Coperto dalla scaglia Idoneo per prodotti che devono essere sottoposti
a caldo trattato termicamente di laminazione ad ulteriore lavorazione, per esempio nastri
non decalaminato per rii ami nazione.
1C Laminato a caldo, Coperto dalla scaglia Idoneo per pezzi che vengono successivamente
trattato termicamente, di laminazione decalaminati o sottoposti ad ulteriore lavorazione,
non decalaminato oppure per determinati impieghi che
richiedono resistenza a! calore.
1E Laminato a caldo, Esente da scaglia II tipo de deca lami natura meccanica, per esempio
trattato termicamente, rettifica di sgrosso o sabbiatura, dipende
decalaminato dalla forma di prodotto ed è lasciato a discrezione
meccanicamente del fabbricante se non aitrimenti concordato.
1D Laminato a caldo, Esente da scaglia Condizione tipo per la maggior parte degli acciai,
trattato onde assicurare una buona resistenza alla
termicamente, corrosione; finltura consueta anche in vista
decapato di ulteriori lavorazioni. Possono essere
presenti delle tracce di molatura. Non altrettanto
liscio che quello relativo alle finiture 2D o 2B.
Laminato 2H Inerudito a freddo Brillante Deformato a freddo per raggiungere un
a freddo livello di resistenza più elevato.
2C Laminato a freddo, Uscio, con scaglia Idoneo per pezzi che vengono successivamente
trattato dovuta 1 decalaminati e sottoposti ad ulteriore lavorazione,
termicamente, a trattamento oppure per determinati impieghi
non decalaminato termico che richiedono resistenza al calore.
Finltura elettrolitica: interno di un
2E Laminato a freddo, Rugoso e opaco Di norma utilizzato per acciai con scaglia molto
serbatoio piccolo in acciaio inossidabile
termicamente, resistente al decapaggio.
elettrolucidato, per industria farmaceutica.
decalaminato Può essere seguito da decapaggio.
meccanicamente
lavorazione come, ad esempio, i 2D Laminato a freddo, Liscio ' Finitura per una buona deformabilità, ma non
trattato termicamente, altrettanto liscia che quella descritta in 2B o 2R.
tubi saldati, per i quali è stata decapato
messa in evidenza l'importanza 2B Laminato a freddo, Più liscio che Finitura più comune per la maggior parte dei tipi
trattato termicamente, per la finltura 2D di acciai, onde assicurare una buona resistenza
di una stretta connessione, ai fini decapato, sottoposto a alla corrosione ed una superficie liscia e piana.
di un'adeguata finltura successiva leggera Finitura consueta anche in vista di ulteriori
laminazione (skìn-pass) lavorazioni. La successiva ieggera laminazione
superficiale finale, tra il fornitore (skin-pass) può aver luogo mediante spianatura.
2R Laminato a freddo, Liscio, brillante, Più liscio e più brillante di quello relativo alla
del nastro di partenza ed il
ricotto in bianco3> riflettente finitura 2B. Finitura consueta anche in vista
profilatore che deve realizzare il di ulteriori lavorazioni.
2Q laminato a freddo, Esente da scaglia Temprato e rinvenuto in atmosfera protettiva
tubo. temprato e rinvenuto, oppure decalaminato dopo il trattamento termico.
Nell'ambito delle finiture esente da scaglia
Finlture 1G/2G Rettificato'') Vedere nota 5 Possono essere specificate la polvere abrasiva
standard per laminazione dei speciali oppure la rugosità superficiale. Struttura
superficiale unidirezionale, non molto riflettente.
prodotti piani di acciaieria,
1J/2J Spazzolato4! Più ìiscio che per Possono essere specificati il tipo di spazzolatura
particolare interesse ha suscitato o levigato opaco lo stato rettificato o il grado di levigatura oppure la rugosità
Vedere nota 5 superficiale. Struttura superficiale
tra il pubblico tecnico presente un unidirezionale non molto riflettente.
tipo di finltura destinato 1K/2K Levigato satinato4) Vedere nota 5 Prescrizioni specifiche aggiuntive per una finitura
T onde ottenere una adeguata resistenza
essenzialmente all'industria alla corrosione in vista di impieghi architettonici
enologica. Questa finltura marini ed esterni. Ra < 0.5 um trasversalmente,
con finitura rettificata pulita (clean cut).
consente, grazie alla morfologìa 1P/2P Levigato brillante4! Vedere nota 5 Levigatura meccanica. Possono essere specificati
i metodi oppure la rugosità superficiale. Finitura
superficiale appositamente
non direzionale, riflettente con elevato grado
studiata, la rimozione del tartaro di chiarezza dì immagine.
2F Laminato a freddo, Superficie opaca Trattamento termico mediante ricottura
(durante le normali operazioni di trattato uniforme, in bianco oppure mediante ricottura
lavaggio delle attrezzature) molto termicamente, non riflettente e decapaggio.
sottoposto a successiva
più agevole rispetto alle finiture leggera laminazione
(skin-pass)
superficiali convenzionali e
su rulli irruviditi
tradizionalmente utilizzate nel 1M Su modello Motivo da Lamiere bugnate, lamiere striate per pavimenti.
2M concordare: seconda Finltura tesorizzata, principalmente per impieghi
settore alimentare.
superficie liscia architettonici.
Per poter assicurare 2W Ondulato Motivo Utilizzato per aumentare la resistenza e/o
da concordare per ottenere effetti estetici.
all'utilizzatore finale un prodotto 2L Colorato4! Colore da concordare
1S/2S Con rivestimento Rivestito per esempio con stagno, alluminio,
siderurgico con adeguato tipo di
superficiale4' titanio.
finltura superficiale che
1) Non tutti i tipi di finltura sono disponibili per tutti gli acciai. 2) Prima cifra: 1 - laminato a caldo, 2 - laminato a
corrisponda alle reali esigenze freddo. 3) Pud essere sottoposto a successiva leggera laminazione (skin-pass). 4) Solo una superficie, qualora
non sia stato espressamente concordato in altro modo all'atto dell'ordine. 5) Nell'ambito di ciascuna descrizione
applicative è necessario, oltre a
della finltura superficiale le caratteristiche della superficie possono variare, e può risultare necessario concordare
garantire la rispondenza alle tra il fabbricante e l'utilizzatore prescrizioni più dettagliate (per esempio la polvere abrasiva oppure la rugosità
superficiale).
norme da parte del fornitore ed

anche agli adeguati standard tramite le corrette sigle COMPORTAMENTO MECCANICO Tabella 1
Le finiture dei prodotti
qualitativi (rispondenza alle ISO corrispondenti alle rispettive Un altro aspetto al quale piani secondo le
9000), conoscere, se possibile, norme, ma anche all'utilizzo spesso non si da molta norme EN 10088-2.

l'esatto uso finale. È emerso finale effettivo. Vale a dire che importanza parlando di finiture
infatti che sarebbe opportuno che bisognerebbe educare, là dove superficiali, è quello legato al
l'utìlizzatore sia il più possibile possibile, sempre di più il cliente comportamento meccanico. È

I
educato a ordinare il materiale di a ordinare in funzione di "ciò che importante, infatti, per
cui necessita, non solamente realmente vuole". componenti altamente sollecitati
ITENDENZE

Forma di prodotto

Simboli Tipo di finltura Stato superficiale Vergella Prodotti Semilavorati Note


In barre,
profilati

Formato 1U Formato a caldo, Coperto dalia scaglia X X X Idoneo per prodotti destinati
a caldo non trattato (localmente rettificato ove
termicamente necessario)ad ulteriore lavorazione
non decalaminato a caldo. Per i semilavorati può
essere specificata la rettifica
su tutti i lati.
1C Formato a caldo, Coperto dalla scaglia X X X Idoneo per prodotti destinati
trattato (localmente rettificato ad ulteriore lavorazione. Per i
termicamente^), ove necessario) semilavorati può essere
non decalaminato specificata la rettificasu tutti i lati.
1E Formato a caldo, Esente da scaglia X X X Il tipo di decalaminatura
trattato pressoché totalmente meccanica, per esempio rettifica,
termicamente3!. (ma sporadiche pelatura o sabbiatura, è lasciato
decaìaminato macchie nere possono a discrezione del fabbricante se
meccanicamente essere presenti) non altrimenti concordato, idoneo
per prodotti destinati a ulteriore
lavorazione.
IO Formato a caldo, Esente da scaglia X X Tolleranza > !T145!6)
trattato
termicamente3). Coloritura: vetrina di una gelateria con
decapato serramenti inox EN 1.4301 (AISI304)
IX Formato a caldo, Metallicamente pulito - X Tolleranza > IT 12s> si colorati per interferenza,
trattato
termicamente3!, pulizia estremamente spinta ma
sbozzato (pelato
o sgrossato anche valori di rugosità e
al tornio) morfologie del profilo superficiale
Sottoposto 2H Trattato Liscio e brillante, X Per i prodotti formati mediante
a termicamente3), sostanzialmente trafilatura a freddo senza tali da garantire resistenze alla
lavorazione meccanicamente più liscio di quanto successivo trattamento termico corrosione molto elevate.
a freddo o chimicamente, risulta dalle finiture la resistenza a trazione viene
sottoposto 1E, 1D o IX sostanzialmente aumentata a Componenti per i quali si ricorre a
a lavorazione seconda del grado di
tale tipo di finitura sono ad
a freddo4' deformazione, in modo particolare
per le strutture austenitiche. esempio quelli destinati
Tolleranza da IT 9 a IT 115) 6}
Più liscio di quanto all'osteosintesi, all'industria
2D Sottoposto a - X - Finitura per una buona duttilità
ulteriore risulta dalle finiture (ricalcatura a freddo). farmaceutica, alimentare o
lavorazione a lEolD
freddo*!, trattato componenti per l'industria
termicamente3!, elettronica.
decapato
(sottoposto a Quando invece si parla di
passaggio di • •-.
aspetto estetico, viene subito alla
finltura skin-pass)
2B Trattato Più liscio e più X - Prefinitura per tolleranze mente, parlando di acciaio
termicamente3), brillante di quanto ISO ristrette.
risulta dalle finiture Tolleranza da IT 9 a IT 1151 e) inossidabile, qualcosa di freddo
lavorato di
macchina (pelato) 1E, 1D, IX ed assolutamente impersonale,
levigato
meccanicamente un materiale molto "tecnologico",
Lavorazioni 1G Sottoposto Finitura uniforme. X - Può essere specificata la ma poco utilizzabile per
finali oppure a rettifica Tipo e grado di rugosità superficiale. Finitura per
speciali 2G senza centri rettifica da concordare tolleranze ISO ristrette. l'architettura, l'arredo o le
Normalmente ottenuta a partire decorazioni in genere. Nella
da prodotti con i tipi di finitura 1E,
1DL 2H o2B. Tolleranza sIT 8 si 6) giornata di studio sono state
1P Levigato Più liscio e più X Può essere specificata la rugosità
presentate due relazioni che
oppure brillante di quanto superficiale. Finltura per tolleranze
2P risulta dalle finiture ISO ristrette. Normalmente hanno avuto per tema proprio
1G oppure 2G. Tipo ottenuta a partire da prodotti con
e grado di levigatura tipi di finitura 1E, 1D, 28, 1G, 2G, questo aspetto. Si sono infatti
da concordare 2H. Tolleranza * IT 115)6) presentati gli acciai inossidabili

1) Non tutti i tipi di finltura e gli stati superficiali sono disponibili per tutti gli acciai. 2) Prima cifra 1 - formato a goffrati, rigidizzati e colorati con
caldo; 2 =sottoposto a lavorazione a freddo. 3) Per gli acciai ferrìtici, austenitici ed austeno-ferritici il trattamento sistema di colorazione per
termico può essere omesso se le condizioni inerenti alla formatura a caldo e successivo raffreddamento sono tali
che risultano rispettate le prescrizioni riguardanti le caratteristiche meccaniche del prodotto e la resistenza alla interferenza. Le tecnologie attuali
corrosione intergranulare. 4) II tipo di lavorazione a freddo, per esempio trafilatura a freddo, lavorazione al tornio o
rettifica senza centri, è lasciato a discrezione del fabbricante, a condizione che vengano rispettate le prescrizioni infatti, consentono una varietà dì
riguardanti le tolleranze dimensionali e la rugosità superficiale. 5) A titolo informativo. 6) Tolleranze specifiche aspetti estetici tali da poter
entro le gamme devono essere concordate all'atto della richiesta d'offerta e dell'ordine.
rispondere ad un elevatissimo

Tabella 2 a fatica sia di tipo flessìonale che opera creino inneschi per rotture numero di richieste di architetti,
Le finiture dei prodotti . ,r. , ,. . progettisti o produttori di
meccaniche tanto subdole quanto
lunghi secondo le torsionale verzicare che la finltura
indesiderate. componenti industriali: dai
norme EN10088-3. s j aa d e guata p e rp o t e r rispondere
casalinghi, agii oggetti per
in maniera ottimale in esercizio.
arredamento, ad elementi per
ALTRI ASPETTI FUNZIONALI
Qui sarà particolarmente
decorazioni varie.
Parlando di componenti ad
importante garantire un elevato
alte responsabilità funzionali,
standard qualitativo, per evitare Fausto Capelli, direttore Contro
notevole importanza riveste la Inox, Milano
che difettosità superficiali dovute
lucidatura elettrolitica, che
a lavorazioni meccaniche oppure
consente non solamente una RIHO
a scorretti sistemi di messa in