Sei sulla pagina 1di 32

C’era una volta…

Scugnizzi
Cast

PERSONAGGI E INTERPRETI
(IN ORDINE DI APPARIZIONE)

16. COMMISSARIO:
1. ESAMINATORE:
2. RAFFAELE piccolo: 17. LUISA(fuori
3. SAVERIO piccolo: campo):
4. GEPPINO: 18. TONINO(fuori
5. SALVATORE: campo):
19. GENNARO(fuori
6. DONNA AMALIA: campo):
20. NANNÌ(fuori
7. SAVERIO: campo):

8. CICCILLO:
9. IMMA: 21. IMBIANCHINI:
10. ROSA:
11. SUSETTA: 22. RAFFAELE:
12. CIRO: 23. POLIZIOTTI(compar
13. ANGELO: sa):
14. CARMINE: 24. STRANIERA:
15. MARIA: 25. STRANIERO:

26. BALLERINI:

OPERATORI
SCENOGRAFIE:
1
AUDIO:
LUCI:
TRUCCO:
I ATTO
TRACCIA 1 “OUVERTURE”

SCENA 1
(APERTURA SIPARIO. SULLA SCENA SAVERIO, RAFFAELE, GEPPINO E
SALVATORE CHE PROVANO “MAGNIFICA GENTE”.)

TUTTI “Gente, magnifica gente, vicin e distante dalla nostra realtà.


Gente, magnifica gente, di questa città”
SAVERIO Wuagliù ma nun è tropp bass?
SALVATORE Noo, Savè e chi c’ha fa ca voce…
SAVERIO P Vabbuò ià… allora facimmela nata vot…però sbattimi e
man…3 4
TUTTI “Gente, magnifica gente, vicin e distante dalla nostra realtà.
Gente, magnifica gente, di questa città”
SAVERIO P Uagliù però parit tanta ciucc! Statt arragliann o stat cantann?
RAFFAELE P Savè… ma tu che pretiend! Mic tenimm a vocia toia nui!
SAVERIO P Rafè nun se tratt e voc! E’ passione! T’adda piacè chell ce
staje facenn, nun l’ià fa tant pe fa!
GEPPINO Comm cu na bella femmen!
RAFFAELE P Marò… e piens semp e stessi cos Geppì! Arrepuoset!
SAVERIO P Insomma, vulimm fa na bella figur? Chell che dic io, o carcer
ce sta dann chesta bella opportunità, facimm na cosa divers re
lavorett e de disegnin: “I ragazzi di Nisida presentano…
SCUGNIZZI”
RAFFAELE P Uà tropp bell Savè! Ce pienz quanta gent!
GEPPINO P Quanta femmen!
SAV. + RAFF. Uffà! Azz… ma sì nzist!
SAVERIO P. Brav Rafè… ven tanta gete! E allora forz! Amma fa bella
figur! Iamm che l’esaminatore starrà cca a mument p’assignà
e part!
(ENTRA L’ESAMINATORE)

2
RAFFAELE P Oilloc, è iss!
GEPPINO Uh Mammà!
(APRE LA VALIGETTA E PRENDE DEI FOGLI)
ESAMINATORE Allora…chi abbiamo qui: Improta, Esposito, Capasso e De
Luca… Tu sei?
RAFFAELE P Rafel…
ESAMINATORE (FINGE DI NON AVER SENTITO SPAZIENTITO)
RAFFAELE P …Raffaele!
ESAMINATORE Raffaele come?
RAFFAELE P Capasso!!!
SALVATORE O’russ
ESAMINATORE We we ragazzi! Non cominciamo. Dimmi Raffaele perché ti
trovi qui?
RAFFAELE P (Girandosi verso gli amici) Ma che bo chist?
(All’esaminatore) E quello all’ excelsior non ci stava più
posto!!!
ESAMINATORE Che fai lo spiritoso?
RAFFAELE P Rapina a mano armata e spaccio
ESAMINATORE Capisco! E la tua famiglia?
RAFFAELE P Quale?
ESAMINATORE Ahè Andiamo bene! Come quale?
RAFFAELE Quella di mio padre o quella di mia madre?
ESAMINATORE Quella dove vivi!
RAFFAELE P E allora quella di mia zia!!! (Ridendo con gli altri
compagni)
ESAMINATORE Insomma…passiamo avanti. Cosa ti manca qua dentro…
fammi sentire: la famiglia?...gli amici?
RAFFAELE P E sord…
ESAMINATORE I soldi??E a cosa ti servono i soldi qui dentro?
RAFFAELE P I soldi servono sempre
ESAMINATORE Lasciamo stare, andiamo avanti. Tu?
GEPPINO Geppino…Improta Geppino
SALVATORE O’bazzuc (FA IL GESTO)
ESAMINATORE E tu. Perché sei qui?
GEPPINO Mi hanno preso che rapinavo un appartamento insieme a
mio padre
RAFFAELE P E ch famigli e merd! (Ridendo con gli altri amici)
ESAMINATORE Ragazzi! E a te Geppino…cosa ti manca qua dentro

3
GEPPINO Na bella femmina!!! (facendo il gesto con la mano)
ESAMINATORE E ho detto non esageriamo…Mo Basta! Tu invece…Sei
Esposito se non sbaglio…
SALVATORE Sasà…
ESAMINATORE E dimmi…. tu cosa farai una volta uscito di qua?
SALVATORE (saltello) o’centr attacc…
ESAMINATORE Ah giochi a pallone…
SALVATORE So nu mostr…
ESAMINATORE e per quale squadra fai il tifo?
SALVATORE (IRRITATO) Non me lo ricordo bene (AGLI AMICI), ma
che domand e cazz? (INDICANDO L’ESAMINATORE)
ESAMINATORE Tu invece…Saverio De Lucia…perché sei qui?
SAVERIO P Scippo e qualche furto.
ESAMINATORE Quanti anni hai?
SAVERIO P 17 anni e mezzo
ESAMINATORE E c’è qualcosa che ti manca, che vorresti fare…?
SAVERIO P O’cantante!
GEPP. + RAFF. Se se… (lo deridono)
ESAMINATORE Si si, ma finchè sei qui dentro…ha qualche desiderio
particolare?
SAVERIO P Naturale. (Si gira verso il pubblico a testa bassa) Voglio
‘ascì!!!
(ESCONO GLI ALTRI, SAVERIO DA SOLO IN SCENA)

TRACCIA 2 “CARCERE E MARE”


(LUCI SOFUSE E POI BUIO)

SCENA 2
(SI RIACCENDONO LE LUCI, STRADA, SULLA SCENA SAVERIO E RAFFAELE)

SAVERIO P Stamm for , Rafè…Che bellizz!!! …a libertà!


(ENTRANO RAPIDAMENTE LA GENTE)
E quante è bella la strada…Guard! E’ tutta nost!!!
Possiamo andare addò vulimme nuje…(Correndo per il
palco) accà… (andando in una direzione) allà! (andando
nel verso opposto)
4
RAFFAELE P Si Si! Savè! Ma allà stann’ e bidun rà munnezz… Arò
vaje!!! (Sorridendo)
SAVERIO P Allor iamm accà…
RAFFAELE P Se se…
SAVERIO P Ma tu e vist? E quanti perzon miezz a via…!

TRACCIA 3 “PERZONE PERZONE”

SCENA 3
(GRADUALMENTE ESCONO TUTTI E RESTANO DA SOLI SAVERIO E
RAFFAELE E NELL’ANGOLO DONNA AMALIA CHE SPAZZA A TERRA)

RAFFAELE P E Che Burdell! Savè… E mò? Addò iamme?…


SAVERIO P E… Da mio nonno, quello sta lui solo e il cane!! Iamm
ià…
D. AMALIA Wè Saverio…
RAFFAELE P Wè Donnà Amalia… come state?
D. AMALIA E… comm stong…:Allert! Scusa Savè, non per farmi i
fatti tuoi… ma tu non stavi a Nisida?
SAVERIO P Ailloc, accummenc (rivolto a Raffaele)
Stev!!! E mo sto cà!
D. AMALIA Già… tu staje ccà! E chella povera anema o priatorio e
fratet sta nciel! Crirem, mo port dint o’cor! A murì
accussì piccerillo, aret a nu motorin facenn e scipp! Ma
nun è stata colpa toia, cert… o’motorin o purtav tu… ma
che ne putiv sapè…
SAVERIO P Donna Amà, o’sacc che pensat tutt quant… e comunque
nun so cazz re vuost!
D. AMALIA No, no, figurati. Scusami, io non volevo essere invadente.
SAVERIO P Insomma, diciteme o nonno? addò sta?
D. AMALIA E… Scusa si t’ho dic… ma sono venut e guardie e se lo
son portato… a Poggioreale…
SAVERIO P Nata vot?
D. AMALIA Gesù! Eh! Nata Vot!
SAVERIO P E’ o cane?

5
D. AMALIA E Pure ‘o cane..
SAVERIO P A Poggioreale??
D. AMALIA E… o can a pucerial! Nooooo…al canile!
RAFFAELE P Savè, sai che c’è di nuovo? Andiamo da mia zia…chell se
sta essa sola possiamo salire e dormire fino e diman e
matin…
SAVERIO P No, Rafè, aspiè! Andiamo da Giusy…oh chella ten na
bella casa! Te Scurdat? Ci sta pure il retro…una casa
coperta!
RAFFAELE P O vasc!!!
SAVERIO P Eh! Si o’vasc! Nu vasc grande però!
RAFFAELE P No, Savè! Vacci tu da Giusy, io che ce facc… chella è a
guagliona toja!
SAVERIO P E che ci azzecca! Lo sai! Giusy pe’me facesse qualsiasi
cosa! Iamm… vieni!
D. AMALIA Saverio…eh…scusa…scausalmente ho sentito
qualcosa… ma quella… Giusy… si è fidanzata…
SAVERIO P No, nun è possibile! Zoccl! M’aspettav, dicev ca
m’aspettav! Cu chi sta mò? Cu Chi?
D. AMALIA …con il figlio del banchiere…
RAFFAELE P. Cu tonino o scarrafon?
D. AMALIA E bravo! Esattament!
RAFFAELE P È meglio che andiamo da mia zia!
D. AMALIA Eh…Scusa Raffaele, non per essere indiscreta, ma tua zia
si è trasferita…
RAFFAELE P Eh…ha cambiato casa?
D. AMALIA No no…nazione: è scappata in America!
SAVERIO P Scusate Donna Amalia…ma un poco i cazzi vostri non ve
li sapete fare?!
D. AMALIA Weee, e va a fa bene a sta gente! Arrivederci!
(Continuando a spazzare) Nun ce sta nient a fa: “Più
conosco gli umani, e chiù amo gli animali”…
(ESCE DONNA AMALIA. SAVERIO SI AVVICINA AD UNA PORTA APERTA)
RAFFAELE P Amm capit… nun è serata!
SAVERIO P Oh ma che rè ccà? Nun ce sta nisciune! Trasimm Rafè…
RAFFAELE P No, no. Io me ne vaco…
SAVERIO P Ma ‘a dov’vai?
RAFFAELE P Nun ‘o saccio…
SAVERIO P Iamm… nun fa o scem! Vien ccà!
6
RAFFAELE P No, no! Statte buon Savè!
SAVERIO P E stat buon!... (Tornando indietro. Fermo sull’uscio della
porta) We Rafè, ma mò, quando ci vediamo?
RAFFAELE P Savè, e io che ne sacc! Chissà…domani…dopo domani…
(Girandosi al pubblico e alzando le braccia) Fra
vent’anni!!!
(TUONO. SAVERIO ENTRA NELLA PORTA. BUIO.)

SCENA 4
(INTERNO DEL LOCALE, SULLA SCENA SAVERIO DA GRANDE SENZA
COLLETTO CHE CANTA CON ROSA)

SAVERIO Vedi forse se la facciamo così è meglio


(ENTRANO TUTTI E SALUTANO)
SAVERIO Allora? Ci siamo tutti? Forza, proviamo ancora perché c’è
qualche passaggio che non va…vi ricordate cosa abbiamo
detto ieri? “basta cu sti lacreme…nun me fire chiù e te
guardà”! Non ci dobbiamo più piangere addosso, ragazzi…
questo significa… E poi mi raccomando doce doce quando
dice “chiameme” e poi forte quando dice (URLA) “iamm a dà
mazzate primma e da buscà”
CICCILLO Puozza passa nient, me so cacat sotto
IMMA Se se, stamm nguaiat, Ciccì tu già fiet normal
SAVERIO Ragazzi… Significa che le mazzate le dobbiamo dare, prima
che ce le danno loro a noi, dobbiamo prevenire: uagliù nun
c’amma fa fa!
ROSA Saverio…
SAVERIO Che c’è Rosa? C’re sta faccia?
ROSA …ma sei sicuro che ci riusciamo?
SAVERIO Ma certo… non è difficile dai! Ve le ricordate tutti le parole?
(entrano correndo Angelo e Carmine che si guardano intorno)
SAVERIO Buonasera, ragazzi… che è succiess? È successo qualcosa?

ANGELO Nun è succies nient!


SAVERIO E perché correvate in quel modo? Tenit l’affann!
CARMINE T’agg ditt can un è succies nient!

7
SAVERIO Io sono Saverio
ANGELO (Affannato, con le mani sulle ginocchia) Io sono Angelo
CARMINE (Affannato) I’ so Carmine
SAVERIO Noi qua cantiamo, facciamo la musica… song vent’anni che è
aperto…
IMMA Qui siamo tra di noi
ROSA Tra amici
CARMINE I che strunzat!
SAVERIO (Arrabbiato, prende Carmine per un braccio)
Venite, cantate con noi
ANGELO Nun saccio cantà
SAVERIO (gli lancia una tamburella)
ANGELO E nun sacc manc sunà!
SAVERIO E te mpare!
CARMINE Ma nun sapimmo ‘e parole
SAVERIO E te donghe io (Sbattendo il foglio con le parole in petto a
Carmine)
(SI SISTEMANO AL LATO ESTERNO DEL GRUPPO E
CARMINE CAPITA VICINO A ROSA)
SAVERIO Allora ragazzi… ve le ricordate le parole?
TUTTI Si
SUSETTA Insomm…
SAVERIO Ciro e tu te ricuord e parole?
CIRO (Non risponde)
SAVERIO …uffà, ma quando parli tu? Quand? Dimmell!
CICCILLO Eh… comm nun s’è rricord e parol! S’è rricord, s’è rricord!

SAVERIO Vabbè… E allora a chi stamm aspettann? Vai!

TRACCIA 4 “CHIAMMEME”
[ ATTEGGIAMENTI SULLE FRASI ]

SCENA 5

SAVERIO Eh bravi… Vedete ca si vulite, vi impegnate?! Uagliù però

8
qua c’è un problema: ci serve qualche strumento in più,
dobbiamo vedere di procurarci qualcosa...
CICCILLO Eh Savè… ma cu quali sorde?
SAVERIO C’amma arrangià Ciccì… perché qua soldi… nun ce ne
stann!!! (facendo segno con la mano)
IMMA Ce pensamm nui…
SUSETTA E addo e pigliamm?
IMMA Susè nun te ne incaricà vien cu nuie…
SAVERIO Dove andate?
ROSA Ci arrangiammo…no? Ciro vien cu mic!
(ESCONO I RAGAZZI, PER ULTIMA ROSA CHE SULL’USCIO SI GIRA
E SI SCAMBIA UNO SGUARDO DOLCE CON CARMINE )
ANGELO Carmine, e mo? Che facimm? addò iamm?
CARMINE E che ne saccio… me faje certi domande tu!
SAVERIO (li ha sentiti, si avvicina a loro) Se non avete dove andare
potete restare qua…potete dormire qui stanotte , questo
posto è a vostra disposizione e io ne sarei contento.
CARMINE No, stu post nun ce serv. Nun vulimm nient nuje: coccos
truamm!
SAVERIO No, cata truvà? Addò poi?
CARMINE Chist nun so problem re tuoje! (andando verso la porta)
SAVERIO Vuij staser rimmanit cà…(spingendolo indietro)
CARMINE Tu a nui nun ce cumann! Forz nun l’è capit!
ANGELO Ià Carmine, arraggiun! Addò iamm!
CARMINE E va bene, restamm ccà!
(Si affaccia Ciccillo)
CICCILLO Savè ci sta il commissario
SAVERIO E lo so. Lo stavo aspettando, quello mi vuole parlare
CICCILLO E che? Che vò chist?
SAVERIO Non lo so Ciccì…forze e vuie! Avite fatte niente?
CICCILLO Ma staje pazzianne?
SAVERIO Fallo entrare va…
CICCILLO Vabbè…vuaju pecchè nun venit cu nuje?
(SI GUARDANO, ANNUISCONO ED ESCONO. ENTRA il commissario)
COMMISSARIO Permesso…
SAVERIO Prego commissario. Prego, accomodatevi…
COMMISSARIO Buon giorno don Saverio
SAVERIO Buon giorno commissario…Volevate parlarmi. Di cosa si
tratta?

9
COMMISSARIO Di questi ragazzi che voi riunite… abbiamo già ricevuto
numerose segnalazioni, insomma Don Savè, come ve lo
devo dire: la gente si lamenta del chiasso…
SAVERIO Chiasso Commissà? E’ nu poc e musica! Nun facimm del
male a nisciun!
COMMISSARIO …si ma dicono anche è diventato un covo di ladri e di
prostitute. Insomma Don Savè, ma voi dopo una giornata
di lavoro, a sera tenite pure a voglia e fa a musica?
SAVERIO Ma allora non capite? La musica è l’unico modo per
tenerli uniti, con la musica stanno lontani dalla strada e
per un’ora stanno bene, tutti insieme…
COMMISSARIO Cercate di capirmi voi don Saverio… la gente ha
ragione… E va bene... li togliete dalla strada… ma,
cercate di fare poco rumore e ricordatevi don Saverio che
chi entra in carcere prima o poi ci torna…
SAVERIO E’ qui che vi sbagliate…!
COMMISSARIO No, no fidatevi… ci torna!
SAVERIO Si chest’è overo, allora pure io ce avessa turnà?
COMMISSARIO Voi?
SAVERIO Io!
COMMISSARIO E perché? Siete stato in carcere voi?
SAVERIO (annuisce)
COMMISSARIO Cappellano?
SAVERIO No Commissà, detenuto!
COMMISSARIO E… Arrivederci don Savè e mi raccomando… non
costringetemi a venire un’altra volta…
SAVERIO Arrivederci commissario…e ricordatevi che qui sono
tutti bravi ragazzi…
COMMISSARIO Eh…comm se dice a Napoli: so proprio figli e zoccole
SAVERIO Commissà…ma Napoli è chien e zoccl!
(ESCE IL COMMISSARIO)

TRACCIA 5 “ZOCCOLE”
(FUMO, LUCI VIOLA. DURANTE LA CANZONE LA SCENA VIENE CAMBIATA E
DIVIENE LA STRADA)

10
SCENA 6
(ENTRA ROSA DA DESTRA)
ROSA (RIVOLTA A SINISTRA) Luisa… Luisa! Tiene coccose pe
sunà?
LUISA (DALL’ESTERNO) Wuè Rosè teng nu pianefforte…’o vuò?
ROSA E… e si! E comme mo cale? co panar?
(ENTRA CICCILLO DA SINISTRA)
CICCILLO (RIVOLGENDOSI A DESTRA) Tonì, Tonìnooo che strumento
tiene?
TONINO (DALL’ESTERNO) Nu pere e porche
CICCILLO Ma che capito? Pe fa a musica…
(Entra Maria dal centro)
MARIA (RIVOLGENDOSI A DESTRA) On Gennà. tenit cocc
strument?
GENNARO (DALL’ESTERNO) Na grancassa…
MARIA E soret…
GENNARO …we e mammet….
MARIA Ma vir nu poc a chist....
(ENTRA SUSETTA E CIRO DAL CENTRO. RIVOLGENDOSI A SINISTRA .CIRO
BUSSA IL CITOFONO E NON RISPONDE )
NANNÌ Chi è?....
SUSETTA (FA SEGNO A CIRO)
NANNÌ ma chi è?
SUSETTA E vuò risponner?
CIRO (ALZA LE SPALLE)
SUSETTA Marò Cir, e quand parl?...
NANNÌ Wuè ma chi è?
SUSETTA Nannì, Nannì acaleme o’ mandolino!
NANNÌ E’ na mandola
SUSETTA Cir c’ha itt?
CIRO Boh!
SUSETTA Nannì a chi mariola? T’agg itt acaleme o mandulin!!!
NANNÌ E’ na mandola!!!
SUSETTA Eh… e acalammell o stess!
NANNÌ No, me la scordi!
SUSETTA Gesù! E comm m’ha scord???

11
TRACCIA 6 “ARRANGIAMMECE”

(BUIO CAMBIO DI SCENA, DA STRADA A INTERNO)

SCENA 7
(SULLA SCENA ANGELO E CARMINE. ENTRA DON SAVERIO)
SAVERIO Buongiorno.
CARMINE Buongiorn
ANGELO We, ma c’re te si fatt prevet?
SAVERIO E si, sai comm’è… 10minut fa nun tenev che fa e mi son
detto:”ma mo me facc prevet”
Son vent’anni che sono prete… Allora? Come avete
passato la notte?
CARMINE Rummen.
ANGELO Bene, bene.
SAVERIO E mò… Dove andate?
CARMINE Ma nun te sai fa e cazz tuoi?
SAVERIO Sono un prete… nun me sacc fa! Dove andate?
CARMINE Ad un appuntamento!
ANGELO Si ma… di lavoro
SAVERIO Uhm… e sentimm… di che si tratta?
CARMINE E a te che te ne importa?
ANGELO Un appuntamento…con un amico della zona che ritiene
un’attività
CARMINE E nui facimm e cunsegn…andiamo a consegnare!
SAVERIO Una consegna eh…? Ma lo sapete che quello che
consegnate rovina altri ragazzi come voi? Quello che voi
distribuite è la morte! Fuori le scuole vendete la morte in
piccole dosi… ma nun tenit pietà! Nu verit quanta giuven
ce caren ogni juorne! No?
ANGELO Carmine iammuncenn…
SAVERIO No, vui nun iat a nisciuna part! Mo mi state a sentire…
volete uscire da questo giro? Per che cosa poi? Schiavi al
servizio di una persona ca nun sape manc chi sit, che

12
esistet… can un s’arricord manc e vuje!... Vi prego!
Lasciatevi aiutare! Datemi fiducia!
CARMINE Si, è che ce dai? A musica?(facendo il gesto con la mano)
Comm campamm nuie!
SAVERIO (parlando a se stesso) E che le dong… che le pozz dà io!
ANGELO Carmine è tardi, dobbiamo andare…
CARMINE Si, iammuncenn
SAVERIO (PRENDE CARMINE PER UN BRACCIO) Non è mai tardi per
capire…
CARMINE Num è mai tard pe te mparà a te fa e toie!
ANGELO (AVVICINANDOSI IN TONO MINACCIOSO A SAVERIO E
SPOSTANDO CARMINE) Noi lavoriamo per Raffaele
Capasso, hai capito bene? ‘O Russo! Noi consegnamo per
lui e tu fatt’ i cazz tuoie
(Escono sbattendo la porta)
SAVERIO (AFFACCIANDOSI FUORI) Sta porta nun se chiure, sta
aperta a vint’anne… E mi raccomando, noi siamo qui alle
nove vi aspettiamo, puntuali!
(ENTRANO CANTANDO ARRANGIAMMOCE E FACENDO CHIASSO CN GLI
STRUMENTI)
SAVERIO Guagliù, guagliù! Chiù zitte! Cà ‘a gente se lamenta:
dicene ca se fa troppa ammuina. Chest m’eva dicer
o’commissario!
A Gent e chistu post nun ce sta mai bene nient! Si stamm
miez e a via, damm fastidio! Facimm e musica e se fa
ammuina!
Dai Rosa, lo sai come va la vita di quartiere. Allora, avete
ripetuto le parole delle canzoni?
SUSETTA Savè, ma nui ce stamm mparann tutt’sti canzone, ma ce
iammo rind’a televisione?
SAVERIO La televisione… la televisione! Non è per questo che noi
cantiamo, possibile che per voi si na cos nun pass pe dint
a televisione nun esiste, nun è una cosa importante?
CICCILLO E che cantamm ‘a fa si po’ nisciuno ce sente?
SAVERIO Cantiamo perché la musica ci fa stare uniti… perché ci fa
sentire meglio. Cantiamo perché la musica è amore.
SUSETTA Ma tu ‘a musica comme te l’ì mparate?
IMMA Ha studiato Susè, che domande!
SAVERIO Ma no. Io la musica me l’agg mparat proprio comm a vui,

13
accussì. Io la musica ce l’avevo dentro, e pur vui!
Ascoltate… ero piccolo quando un gruppo di ragazzi evna
fa stu spettacol… e naturalmente ce stev pur io… si
chiammav Scugnizzi…
CICCILLO E po’? l’avit fatt Savè?
SAVERIO E certo…
ROSA E i tuoi amici?
SAVERIO E chi o sape Rosa… ognun ha pigliat na strada divers…
ma i chelli canzone nun me l’agg maje scurdat…
IMMA Savè… ma tu hai mai cantato dint a nu teatro?
SAVERIO E cert… ogni vot ca cant… io chiudo l’uocchie… e
immagino e stà dint a nu teatro…
Sentite qua ( E FISCHIA LA MUSICA DI ‘O RUSSO È N’OMMO
E MERDA)
ROSA Uha Savè , comme è bella…
SAVERIO Bell’ eh Rosa?
ROSA Si, assaje.
SUSETTA Ma Che signiiiiiiiiiiiific?
SAVERIO Le parole ancora ce le devo mettere… devo trovare
l’occasione giusta…
(ENTRANO ANGELO E CARMINE)
SAVERIO We buona sera, entrate….(Angelo chiude la porta) no non
chiudere, questa porta è sempre aperta, è aperta a tutti…
mi fa piacere che siete tornati… dai… cominciamo…
(TUTTI RESTANO IMMOBILI. LUCE SU ROSA E CARMINE)
CARMINE
ROSA
CARMINE Ah… comunque io sono Carmine…
ROSA E io sono Rosa
CARMINE Io sono Carmine
ROSA Si, io sono Rosa…
CARMINE Quindi… ora ci conosciamo…
ROSA Eh già… ci conosciamo…
CARMINE (SI GUARDA INTORNO) Dicevamo… io sono Carmine
ROSA Tu sei Carmine e io sono Rosa…
ANGELO (Tutti si sbloccano) Oh! Carmine! Che staje facenn? Vien
ccà!
CARMINE Oh! Statt zitt! Nun vir ca sto parlann! (si bloccano di

14
nuovo)
CARMINE (Timido) Stai con qualcuno?
ROSA Di Fisso No
CARMINE (sta per parlare)
ROSA (gli prende la mano, gli passa una dito sulla bocca e il
naso per dire “zitto”)

TRACCIA 7 “IO CE CREDO”


(TUTTI RESTANO IMMOBILI. LUCI SU ROSA)

SCENA 8
(TUTTI SI SBLOCCANO, SAVERIO È AL CENTRO, ENTRANO IL COMMISSARIO
E IL POLIZIOTTO ANGELO INFILA NELLA TASCA DELLA GIACCA DI SAVERIO
UNA BUSTINA DI POLVERE BIANCA. SAVERIO SE NE ACCORGE MA STA
ZITTO)

COMMISSARIO Buonasera don Saverio, scusate l’intrusione improvvisa.


Dovremmo fare una perquisizione
SAVERIO Ah… certo… e siete venuti così? Senza divisa…
COMMISSARIO E già… chell po’ m’ev scurdat ca pe venì addu sti
delinquenti… c’evma metter l’alta uniforme…
Comunque… leggete qui (MOSTRANDOGLI IL MANDATO)
SAVERIO Io nun è support e carte. (RESPINGENDO IL FOGLIO)
COMMISSARIO …possiamo?
SAVERIO Come se avessi potere decisionale! Prego commissà, non
abbiamo niente da nascondere..
(VENGONO PERQUISITI TUTTI TRANNE SAVERIO.)
COMMISSARIO E va bene… per questa volta è andata così (si avvia alla
porta) Falso allarme!
SAVERIO Avete visto commissà! Che vi dicevo?
(IL COMMISSARIO STA PER USCIRE)
SAVERIO Aspettate n’attim commissà, (VA A METTERSI TRA
ANGELO E CARMINE E LI ABBRACCIA) ma me? non mi
perquisite? (MENTRE GUARDA I DUE RAGAZZI)
COMMISSARIO Tenit genio e pazzià Don Savè? Iammuncenne ià (ESCE)
SAVERIO Va bene ragazzi, pe staser lassamm stà! Si è fatto tardi…
15
ci vediamo domani!
(SI SALUTANO ED ESCONO.RESTANO CARMINE E ANGELO)
SAVERIO Rosa! Aspiett un attimo! Ho saputo di tuo figlio? Mi
hanno detto che è stato male! Comm sta mo o piccerill?

ROSA Bene bene, grazie! Il dottore che mi avete mandato s’è


mis a disposizione! Grazie millè Don Savè, non finirò
mai di ringraziarvi.
SAVERIO Vai piccerè! O saje co port dint o cor a chillu nennill!
…allora Buonanotte! (Salutando Rosa)
ROSA Buonanotte Don Savè!
(ESCE ROSA. SAVERIO FA PER USCIRE)
SAVERIO Allora Buonanotte ragazzi, a domani!
ANGELO Savè, apiett n’attim!
CARMINE Ma nun crir ca te staje scurdann coccos?
SAVERIO Che me sto scurdann? Fors è tard e so stanc e ho mancato
a qualche mio dovere?
ANGELO No Savè, nun fa o spiritos!
CARMINE A robba!
SAVERIO (Ride) A robba! Cert ca ce vò na bella facc e corn pe fa
sti domande!
CARMINE Savè nun pazzià!
SAVERIO Io nun pazzeo, nun so mai stat accussì serio! A robba ma
teng io, nun ve dong nient!
CARMINE Savè tu nun sai cu chi hai a che fa?
SAVERIO Cu chi? Cu Rafel? O’Russ? Iat, iat! Dicitincell vuie ca a
robb o teng io!
ANGELO Savè, è tirat tropp assaje…
CARMINE …a cord s’è spezzat Savè. Mo pagherai le conseguenze!
(ESCONO)
SAVERIO Che cosa ho sbagliato sta volta? Ho sbagliato parole, ho
sbagliato il modo in cui ho usato le parole! O forz nun
eran giust… e quindi nun so arrivate! Ma cosa posso fare?
Forz nun so capace a purtà a termine sta missione?
Forse nun cia facc? Forz nun è cosa mia! Ma è chiù fort e
me! Nun c’ha facc e resta ferm e guardà comm s’acciren
chianu chianu cu e man llor! Cosa gli posso offrire?
16
Niente! Chest teng… doje note e qualche parole! Nu poc
e musica! E llor comm campan cu a musica? Vall a da
tuort! Comm sa crean na famiglia ca musica! A musica
nun è o pane! A musica è serenità… ma poi? E vuless
verè sistimat a tutt quant… a tutt quant… ma quantu
tiemp ce vo?

TRACCIA 8 “QUANTU TIEMPO CE VÒ”


(LUCI SOFFUSE. QUANDO FINISCE LA CANZONE SI SIEDE E SI
ADDORMENTA)

TRACCIA 9 “SCETATE SCE”


(LUCI BLU, FUMO ENTRANO GLI SCUGNIZZI VESTITI DI BIANCO.
ALLA FINE DELLA CANZONE BUIO ED ESCONO)

SCENA 9
(SAVERIO SI SVEGLIA.ENTRA ‘O RUSSO)

RAFFAELE Savè, tu cca staje?


SAVERIO We Rafè…
RAFFAELE quantu tempo è passato (fa per abbracciarlo)
SAVERIO Vint’anne (gli volta le spalle)
RAFFAELE E già vint anne… so bastat vint anne e te si scurdat de
cumpagn tuoie…
SAVERIO E’ stata questione di scelte… abbiamo preso strade
diverse…
RAFFAELE Pare aiere ca steveme a Nisida…te si scurdat?
SAVERIO Il riformatorio… no nun me so scurdat…
RAFFAELE Saverio il moschillo…Savè t’arricuord? Ncopp o motorin…
e comm o purtav bell at ca ValentinoRossi… quando o
purtav tu nun c’acchiappavan mai…
SAVERIO Altri tempi (girandosi di spalle e allontanandosi)
RAFFAELE cert me dispiacett pe fratet
SAVERIO ( ha uno scatto e si blocca. PAUSA. Si gira.)
17
RAFFAELE noooooo nun si stat tu
SAVERIO Ma abbiamo preso strade diverse
RAFFAELE Tu sì diventato buono e io faccio ‘o cattivo, è overo?
SAVERIO ‘o staie ricenne tu….
RAFFAELE Tu faie a musica… t’è sempe piaciuto e cantà… io penzo a
fa sorde
SAVERIO ncoppe a a pelle re guagliune?
RAFFAELE So e stesse guaglione ca se mettene rind’a sacca e sorde ca
lle ronghe… Savè scitete chille se ne fottene e te e de chelle
che fanno
SAVERIO Io nun me ne pozze fottere Rafè… io faccio o prevete
RAFFAELE E già tu sei un prete! Sai qual è a differenz tra me e te Savè?
… è na questione e palle!
Io song omm pecchè teng e palle… e tu si prevete pecchè
nun e tiene!
SAVERIO Si sicuro ca servene e palle pe fa chelle che faie? Me faie
pena…
RAFFAELE Savè nun pazzià cu me… te può fa male
SAVERIO Già sto tremmanne
RAFFAELE Comunque nun perdimmo tempo, tu tiene coccose ru mio…
iamm Savè… nun se po mai sapè… una soffiata… e te può
truvà miez e guai… ho dic pe tte!
SAVERIO Hai ragione! mo t’ha vaco a piglià
(esce e si sente lo scarico di un water e rientra)
SAVERIO Ecco fatto… mo può sta tranquillo…
RAFFAELE Ma tu sì pazzo…. nun l'aviva fa Save, e nun è pe chilli quatt
sord e robb ch’è ittat… è po sgarr… Chi te crir r'essere? e
stai rignenn e chiacchier a sti guagliu, ma arricuordet Savè:
tien e iuorne cuntat

(RAFFAELE, SULLA PORTA)


SAVERIO Tutti abbiamo i giorni contati,l'importante è capire chi li
conta
(ESCE SAVERIO)
IMMA Angelo? Angelo stai ca?(GUARDA NELLA STANZA)
Angelo…
ROSA (Da fuori) Angelo…Susè e vist a Angelo?
SUSETTA (Da fuori) No, null’ aggio visto proprio…

18
CARMINE Angelo? (Entra) Angelo addò stai?
(Entra Imma)
IMMA We Carmine…
CARMINE Imma e vist ad Angelo?
IMMA Veramente e tutt a matinat co cercamm…ma nun stev cu
te? Nun so riuscit proprio allò truvà!
CARMINE Verament purì o sto cercann…
(Entra Rosa)
ROSA Imma l’è truvat?
IMMA No, Rosa, nun sta nemmen ca…
ROSA Marò, so preoccupata! Si è succiess coccos?
IMMA Rosa calmat! Che po’ esser succies?
CARMINE Chiammam a chillati la ce facimma da na man a lo cercà,
forz! E’ inutile sta a parlà!
ROSA Chiammam a Ciro, Sussett è iut cu Ciccillo a vedè miezz
a piazz
(Entra Ciro)
ROSA Ciro hai visto Angelo?
CIRO (Fa segno “non lo so” con le mani)
IMMA Maronn Cir! Ma sta lengua ogni tant t’agliutt?
ROSA (Scuotendolo) L’è vist?
CIRO (“No” con la testa)
CARMINE (PRENDE ROSA PER MANO) Basta Rosa, che ne sape iss,
lassò stà! Tu vien cu me? me rai na mano a lo truvà?
ROSA Si, iamm, veng cu ttè…
IMMA Si però mo muvimmece…jamm
(ENTRA CICCILLO)
CICCILLO Currit, currit! Presto! Angelo sta male!!!
IMMA Addò sta?
ROSA Che è succies?
CICCILLO Facit ambress venite cummè.. muvitev!
(ESCONO IN FRETTA. BUIO)
(LUCE SOFFUSA. ENTRA ROSA)
ROSA E’ passata, è stata solo una brutta paura… Si, è passata…
nun è succiese nient. Niente.

TRACCIA 10 “NIENTE NIENTE”


19
(LUCI SOFFUSE. FUMO)
SCENA 10
(ENTRANO TUTTI I RAGAZZI IN UN'UNICA FILA CANTANDO IN CORO,
SAVERIO SPALLE AL PUBBLICO DIRIGE IL CORO)

CORO Lalalalalalalalalalalalalla… làlà.. làlà… làlaaaaaaaaaaa


(CICCILLO STONA)
SAVERIO (spazientito) Aèèèè… vabbuò ià… Dunque abbiamo
detto che l’accordo maggiore (lo suona) è tuost! Mentre
l’accordo minore (lo suona) è musc! A sentit a differenz?
(rivolto a ciro)
CIRO (lo fissa inespressivo)
SAVERIO E quand parl chist…
IMMA E si capisce c’ha sentimm a differenz…
SAVERIO Ma infatti non è difficile… Iamm… all’inizio ce vo nu
poc e pacienz… ma po’ un s’appassion! Mo facciamo un
esperimento… io vi suono un accordo appresso all’altro e
vuje me ricit c’accord è… se è maggiore o se è minore…
A vol a vol… iamm forz!
(suona maggiore)
TUTTI Tuost
SAVERIO Infatti… e questo? (suona minore)
TUTTI Musc
SAVERIO Bravi (suona maggiore e minore)
TUTTI Tuos e musc!
SAVERIO (suona minore e maggiore)
TUTTI Musc e tuost!
(ENTRA ANGELO CON GLI STRANIERI)
ANGELO Saverio! Savè! (girandosi dietro agli stranieri)
Entrate entrate! Ecco qui!
Savè… so duje cumpagn re mi, l’agg ncuntrat vicin a
stazion… ma nun so italian però…
CARMINE E arò venen?
CICCILLO Da_do-ve_ve-ni-te?
ANGELO E_al-lo-ra_che_par-lo_a_fa-re?
Ti ho detto ca nun so italian! Comm fann a te risponner?
(Rivolto agli stranieri. Gridando e imitando con le mani)
Quello… Ciccillo… vi ha chiesto! Da Qua-le P-a-e-s-e
siete venuti?
20
STRANIERA àlbània
IMMA Albania vuoi dire!
CARMINE Ma quello mo t’ha detto che non sanno parlare l’italiano!
E po’ vuò sapè megl e llor comm se chiamm o paes llor?
IMMA Ma che c’azzecc! Albania s’è semp ritt Albania!
ANGELO O dic tu!
SUSETTA Uà tenen proprio e facc e l’albanes!
ANGELO Ma pecchè comm so e facc e l’albanes?
CARMINE Chist venen arrubbà a casa nost! So tutt puttan e mariuol!
ROSA E tu invece?
IMMA Eh nuje già simm assaje… Ce mancan sul llor! Secondo
me ognun s’avess stà a casa soia!
CICCILLO E se uno la casa non la tiene?
IMMA We… ma che c’entra? Chist so clandestin! Anna tenè o
permess (facendo il gesto)
CICCILLO E tu o tien o permess? (imitandola)
IMMA O ciccì… ma a vuò fernì o no!?!?
ANGELO Ma che figur e merd stamm facenn che stranier! E si a
nuje in Albania ce trattassen accussì?
IMMA E chi ce va in Albania?
CICCILLO Nun se po’ mai sapè!
SAVERIO Guagliù bast ià… adesso finiamola… loro questa notte
restano a dormire qua… e domani gli facciamo conoscere
Napoli!
ANGELO Domani? E pecchè nun c’a facimm cunoscer mo?
TUTTI E vai!

TRACCIA 11 “A CITTÀ E PULLECENELLA”

FINE PRIMO ATTO!

21
II ATTO
SCENA 11
(GLI STRANIERI STANNO RIMETTENDO A POSTO GLI ZAINI, ENTRANO GLI
IMBIANCHINI)

IMBIANC. 1 Non ci siamo! Questo locale non è un albergo!


Iammuncenn ià… ca tenimm che fa! (canticchia
guardando intorno, poi di nuovo agli stranieri)
Non avete capito, noi qua dobbiamo lavorare, ve ne
dovete andare… maronn… ve n’ata i… forz forz… E che
giornata che è schiarata stamattina! Allora…
accumminciammoce a mover… cominciamoci a muovere
che è tardi… (rivolto al collega) Quant’è chella parete?
IMBIANC. 2 8 metri…
IMBIANC. 1 E chest?
IMBIANC. 2 E nu mument… (la misura) 12 metri…
IMBIANC. 1 Dunque abbiamo detto… 8 metri per 12… è ver? (fa i
conti sulle mani, poi mette le mani in vita) Otto per
dodiciiiiii… si foss pe diec facess uttant! Ma è per dodici!
IMBIANC. 2 E chill è o guai!
IMBIANC. 1 Dunque Ottanta e Otto, ottantotto… ottantotto e otto… (si
guardano indecisi) Facimm cient metr e paviment và!
IMBIANC. 2 E si Signore!
IMBIANC. 1 Portate il materiale dentro… fate piano piano… diamoci
da fare!
(entra Carmine)
CARMINE Ma che state facenn?
IMBIANC. 1 Guagliò lievet a miez e facci lavorare…
(Carmine sposta uno scaletto)
IMBIANC. 1 E non toccare niente?
CARMINE E chi tocca niente!
IMBIANC. 1 E chell a scala che facev, cammenav essa sola?
CARMINE E… cammenav essa sola!
IMBIANC. 1 Vatten và… cammenav essa sola!
(esce Carmine)
(entra Ciccillo)
CICCILLO Marò
22
IMBIANC. 1 Nata vot mò… ti ho detto che te ne devi andare! Te n’ià i!
CICCILLO We io mo sto arrivann!
IMBIANC. 1 Eh.. mo sta arrivann!
CICCILLO Né ma che state facendo?
IMBIANC. 1 Nata vot mo… allora dobbiamo restorà il locale…
CICCILLO C’avita fa?
IMBIANC. 1 Dobbiamo re-sto-rà il locale… qua, deve venire una
granda sala corz… (nel frattempo entrano gli altri, lui non
li vede xkè di spalle)
CICCILLO E nuje?
IMBIANC. 1 Chi nuje! (girandosi)
TUTTI Nuje nuje!
IMBIANC. 1 E voi chi siete? Gli inquilini?
IMMA Una specie! Stiamo sempre qua!
IMBIANC. 1 Eh… e mò ve ne dovete andare?
TUTTI (grida generali)
IMBIANC. 1 Baaaasta! Bast! E tu statt zitt (rivolto a Ciro)
CICCILLO Comm’è statt zitt! Lui parla quando gli pare!
(rivolto a Ciro) Vuò parlà? No!
(all’imbianchino) Non vuole parlare!
IMBIANC. 2 (un imbianchino alla porta con delle aste) E’ permesso?
TUTTI Prego!

TRACCIA 12 “GLI IMBIANCHINI”

SCENA 12

IMBIANC. 1 E adesso la vogliamo finire? Io forse non mi sono


spiegato bene… Noi qua stiamo lavorando per Raffaele
Capasso… ho detto per Raffaele Capasso…
IMBIANC. 2 O’russ
ANGELO Ah… o’russ
CICCILLO O’Russ
IMMA O’Russ
TUTTI O’russ… o’russ… e chi èèèèèèèè? (risate generali)
(CACCIANO GLI IMBIANCHINI. CICCILLO FA UNA S SULLA
PORTA… ENTRA SAVERIO )

23
SAVERIO Wè…ma che sta succedendo? E voi che ci fate qua a
quest’ora?
ROSA Ma dicono che il nostro locale sta diventando una sala
corse…
IMMA …e che noi, ce ne dobbiamo andare…
CICCILLO …però si so cacati sotto Don Savè…
ANGELO …hanno capito che con noi, non si scherza…
SUSETTA …nun se pazzea…
SAVERIO E che significa questa S?
CICCILLO E questa è la “s” di Saverio… però pure strada comincia
con la “s” e noi stiamo sempre in mezzo alla strada…
SAVERIO E pure Speranz… pur Scugnizzi… e pure Stateve
Accorte!!!

TRACCIA 13 “STATEVE ACCORTE”

SCENA 13

ANGELO E capit Savè? A noi non ci devono sfottere… perché si


c’avoten e cervell… nun sai chell ca ce firamm e fà!
CICCILLO Non sai che siamo capaci di fare!
(confusione)
SUSETTA Facciamo una rissa!
TUTTI Eeeeee…
CARMINE Rivoltiamo una città… o saje o no? Tu forse non ci
conosci bene?
SAVERIO E come nun ve cunosc!!! Io vi conosco, vi conosco…
arrevutà, fa burdell… aèèèèèèèè… sai che novità? Tutti
quanti da voi questo si aspettano! Si sentirci gridare… fa
burdell! I napoletani fanno colore… questo senti! Comme
si fosser tutt pagliacc e casinist… si cose l’ann fatt tanta
vot che non facciamo neanche più notizia! Vui o sapite
c’avita fa? Avita scanner, dovreste scendere tutti quanti
per la strada e camminare a testa alta… senza dicer nient,
senza parlà… tant vuje e parole e tenit scritt nfacc…

24
TRACCIA 14 “AJERE”
(ESCONO A COPPIE GUARDANDO SAVERIO FINO A METÀ CANZONE
POI SAVERIO DA SOLO IN SCENA)

SCENA 14
(ENTRANO I RAGAZZI IN FILA E IN SILENZIO SI METTONO DI FRONTE AL
PUBBLICO)

POLIZ. 1(DA FUORI) Niente… non dicono niente…


POLIZ. 2(DA FUORI) Ma allora che cosa vogliono?
POLIZ. 1 E non si sà…
POLIZ. 2 E cosa urlano?
POLIZ. 1 Non urlano…
POLIZ. 2 E che fanno?
POLIZ. 1 Ci guardano!
POLIZ. 2 Gesù… ma fossero turisti?
POLIZ. 1 Veramente sembra gente di qua!
POLIZ. 2 E non urlano?
POLIZ. 1 No.
POLIZ. 2 E allora non sono di qua.
POLIZ. 1 Comunque la soluzione è sotto controllo!
POLIZ. 2 Va bene… fatemi sapere sviluppi.
(PAUSA… VANNO VIA)
POLIZ. 2 Ci sono novità?
POLIZ. 1 La situazione è tornata alla normalità.
POLIZ. 2 E dove sono andati?
POLIZ. 1 Boh… se ne sono andati!
POLIZ. 2 E dove?
POLIZ. 1 E non si sa!
POLIZ. 2 Chi sono non si sa! Che vogliono non si sa! Dove
vanno non si sa! Nun sapit proprio nient! A che
servit! Rientrate!
POLIZ. 1 Agli ordini!
(ENTRANO SAVERIO E ANGELO)
SAVERIO E tu mo ti stai chiedendo che abbiamo fatto eh? E a che
cosa è servito il nostro silenzio! E invece abbiamo fatto
tanto… si sono accorti di noi e non hanno potuto
dire:”eccoli qua, i soliti rompipalle”. E te pare nient?

25
(pausa)
SAVERIO Angelo…hai mai ucciso qualcuno?
ANGELO No
SAVERIO E quindi se uno te dicess di uccidere una persona can un
t’ha fatt nient… tu lo faresti, è giusto?
ANGELO Si
SAVERIO Si sicur?
ANGELO Comm no!
SAVERIO E’ che ci sono vari modi di ammazzare… con un colpo
solo, nu poc a vot, per un motivo, senza motivo… ma
sempre assassini si è… no nu killer comm dicen a
television! (pausa – gridando all’orecchio di Angelo) Un
assassino!
ANGELO Ma tu che vuò a me Savè?
SAVERIO Tu hai capito perfettamente quello che sto dicendo…
quella che vai consegnando a destra e a sinistra è morte…
Quand tu pass… a gent te guard e te gir e spalle! Perché
tu porti la rovina e il dolore!
ANGELO (tossisce e si accascia)
SAVERIO C’re angelo? Che c’è… non ti senti bene?
ANGELO Nun tant, ma mo passa!
SAVERIO Angelo tu non puoi andare avanti così… tu devi uscire da
questo inferno… a mort che man toje… (voce disperata)
lo capisci o no? Fidet e me. Ti trovo un posto dentro a un
cantiere… certamente nun guadagn e stessi sord… ma chi
se ne fott! No? Dai…
(annuisce)
(ESCONO. BUIO)
RAFFAELE Savè…mo si cuntent? Chest succer a chi nun se fa e cazz
suoie!

26
SCENA 15
(INTERNO. SULLA SCENA I RAGAZZI. ENTRA CARMINE CORRENDO CON UN
GIORNALE)

CARMINE Angelo è morto, è caduto dall’impalcatura. (Imma prende


il giornale)
ROSA Ma che stai dicenno?
IMMA È overo, guardate sta n’coppe o giurnale
SUSETTA Madonna mia, povero guaglione
CARMINE Si Saverio se faceva i fatte suoi chesta nun succedeva
IMMA Ma… forze hai ragione
(Entra Saverio, tutti lo fissano in silenzio ma nessuno parla)
SAVERIO Io ancora nun o sacce si agg sbagliat o no… ma che posso
fare? Ci dovevo provare! Voi non potete immaginare
chell ca sto pruvann! Dovevo vederlo uccidersi con le
mani sue…? Dovevo stare a guardare? Dateme na rispost!
Voi non volete parlare più con me… e io nun sacc chiu
chell’ c’aggia fa… questo significa che abbiamo perso
tutti quanti… E allor avit ragion vuje… agg sbagliat!
(gridando disperato) Agg sbagliat tutt cos! Però me lo
dovete dire… me lo dovete dire voi… Dicitammell
(PIANGE, CON LE MANI SUL VISO)
(SCAPPA VIA)
IMMA Angelo o vulev bene a Saverio
ROSA E pure Saverio…
CARMINE O’vulev bene e l’ha fatt murì… si doveva fare i cazzi suoi
e nun s’eva metter miez!
CICCILLO Ma chill è nu prevet e i cazzi suoi nun se fa!
ROSA Ma non l’avete capito ancora che Saverio è uno di noi?
ROSA Nun simm stat capace e ce ricer manc na parol!
IMMA E che potevamo dire?
CIRO Qualunque cosa, era meglio del silenzio

TRACCIA 15 “PARLANNO PARLANNO”


(SU “VIEN CCA E PARLAMM SI AVIMMA PARLÀ, VIEN CCA PERCHÉ È VOT O
SILENZIO NUN SE PO SUPPURTÀ” FINALE ENTRA SAVERIO PRESO PER MANO
DA CICCILLO)

27
SCENA 16

CICCILLO Mannaggia la miseria! Non si può andare neanche più a


lavorare!
SAVERIO E ora andate… è stata una giornata difficile!
ROSA Cià Savè
IMMA Cià.
TUTTI (SALUTANO ED ESCONO)
CARMINE Se non ci vediamo per un po’ di tempo… dà una mano a
Rosa… e pure al figlio…
SAVERIO Ma tu addo vai?
CARMINE Nun t’preoccupà, mo vec!
(ESCONO TUTTI. BUIO CAMBIO SCENA)

SCENA 17
(STRADA)

ROSA Ti sto aspettando da un ora Carmine… si può sapere cos’è


successo? (preoccupata)
CARMINE Niente
ROSA Ma vattenne… che me pigliat pe scem! Io te cunosc a te!
CARMINE Nun me piacen tanti cos!
ROSA Pur a me nun me piacen tanti cos… ma certe volte te le
devi far piacere…
CARMINE Ho sempre deciso io quello che dovevo fare e quello che
non dovevo fare… a me nisciun m’ha mai itt nient!
ROSA Ma di chi stai parlando?... di Raffaele?
CARMINE E’ uscito pazzo… si è messo in testa che è diventato il
padrone del mondo e di tutti quanti… vo tenè a tutt quant
sott! Ma io me so stancat… io nun vogl esser mis sott a
iss… nun vogl essere chell ca vonn l’ate… io vogl essere
io… io me so mis cu iss pe campà megl e no p’accirer a
gent…
ROSA E’ la prima volta Carmine, che sento un discorso così…
da te!
CARMINE Rosa aggia scappà… mi devo nascondere per un po’!

28
Quello farà succedere nu burdell per tutto il quartiere e io
nun ce vogl stà! Tu vattene a cas… io sacc chell c’aggia
ROSA fa… (andando via)
(correndogli incontro) E pur io sacc chell’c’aggia fa! Ma
CARMINE io forz… teng bisogn e te…
Pure io è la prima volta che sento un discorso così… da
ROSA te…
CARMINE Vieni, ti faccio nascondere io!
No Rosa, stanne fuori… è meglio per te! Stanne fuori…
ROSA ha perso la testa!
Vieni!
(ESCONO.SI SENTONO SPARI E URLA. PANICO. FUMO.
ENTRA RAFFAELE)
------------------------morte Carmine----------------------
RAFFAELE

E capit Savè? Io quello che ho sempre odiato è il


disordine… quand callen troppi gall. Qua ultimamente nel
quartiere girava troppa brutta gente… non si stava più
tranquilli. Il popolo voleva vedere chi comanda… e io
l’ho accontentato…. Mo so sicur ca l’è capit pur tu eh
Savè? T’è passat a fantasia e cantà! Glielo puoi spiegare
pure a quei quattro cacasotto che stanno sempre appriess a
te… e se non lo capiscono… tu glielo spieghi cu na bella
canzon… accussì s’ha mparen a memoria e nun sa
scorden chiù! A proposito… si vir a Carmine… dille ca
Raffaele Capasso… o’Russ… o sta aspettan ancor… e
dincell pur a Rosa, va… chell capisce! Ve piace e fa a
musica? E cantate! Cantate! Ca vuje chell putit fa… a
musica… e basta!!!
TRACCIA 16 “CUMANNÀ”

29
SCENA 18
(SIRENE DELLA POLIZIA)

SAVERIO E mo che fate commissà?


COMMISSARIO E che posso fare? Faremo delle indagini, apriremo un
inchiesta… e ogni volta e così… un altro regolamento di
conti per il controllo della zona… una carneficina! E nun
ce sta mai na prov, mai nu testimone…
SAVERIO Eccomi qua…
COMMISSARIO Avete visto qualcosa? Avete dei sospetti?
SAVERIO No, delle certezze… le stesse che avete voi…
COMMISSARIO La giustizia non vuole certezze Don Savè… vuole delle
prove e voi lo sapete…
SAVERIO E lo sa pure Raffaele…
COMMISSARIO Che potete fare… è meglio che andate… lasciate stare…
SAVERIO …ma io non voglio lasciar stare…

SCENA 19
(INTERNO… MARIA SPAZZA A TERRA CANTANDO ARRANGIAMMOCE. CIRO
E CICCILLO SUL TAVOLO, SUSETTA SULLA SEDIA SCOCCIATI)

30
MARIA “Arrangiamm c’arragiammm…”
Mamma mia com’è tardi…
(ENTRANO LE RAGAZZE)
IMMA Ciao Maria
MARIA Ciao.. meno male che siete venuti… io me ne devo
andare… devo andare a prendere il figlio di Rosa
all’asilo…
IMMA E vai và… nun te preoccupà…qua vediamo noi!
Come è attaccata Rosa al figlio!
CICCILLO Quella teneva quindici anni quando l’ha avuto! Potrebbe
essere la sorella!
SUSETTA E invece è la mamma!
CICCILLO E a sape pur fa!
IMMA Vi ricordate quando l’assistenza glielo voleva togliere
perché dicevano che lei era troppo piccola…
CICCILLO E comm no… e che se facett afferrà…
SUSETTA Lassaaaaaaaatem… lassateeeeeem… ata passà pe copp
all’osse mei… nun esist!!!
CICCILLO Puozz ittà o belen Susè, comm te ven brutt!
IMMA Ah… ma poi le chiesero scusa eh! E mo fa i salti mortali
essa sola… pecchè a famiglia nun vò sapè nient…
CICCILLO E o pate do piccerill chi è?
IMMA E chi lo sa… Rosa non ha mai parlato di questo…
(ENTRA MARIA)
MARIA O figl e rosa all’asilo nun ce sta… hanno detto che sono
venuti due uomini e uno di questi diceva di essere lo
zio…
IMMA Ma quale zio?
MARIA E non lo so… e poi nun capisc… dice che a scuola non
l’hanno visto proprio… maronn! Che è succiess?
(ENTRA ROSA)
ROSA Buongiorno!
MARIA Rosa… o criatur all’asil nun ce stev…
ROSA Uh scusami Maria… me so scurdat e t’avvertì… quello
stamattina scottava un poco… sembra che aveva qualche
linea di febbre… scusa
MARIA Ma nun è chest… dice che si sono presentati due uomini
che volevano prenderlo…e uno di questi diceva di essere
lo zio…
ROSA
31
TRACCIA 17 “O’RUSSO…”
(SAVERIO ESCE. SI SENTE UNO SPARO. CARMINE CORRE FUORI ED ENTRA
COL COLLETTO DEL PRETE SPORCO DI SANGUE)

CARMINE (gridando) O’russ è n’omm e merd!

TRACCIA 18 “O’RUSSO… (FINALE)”

TRACCIA 20 “MEDLEY”
(SALUTI)

TRACCIA 19 “MAGINIFICA GENTE”


(CORO SCUGNIZZI)

FINE

32