Sei sulla pagina 1di 58

COPIONE 2006­2007

Basato sul libro di Maria Von Trapp “The Trapp Family Singers”

Testo Howard Lindsay e Russel Crouse
Musica Richard Rodgers
Liriche Oscar Hammerstein II

Adattamento  Saverio Marconi
Adattamento canzoni Michele Renzullo
in collaborazione con Federico Bellone

0
PERSONAGGI

1 MARIA RAINER (24 anni)


2 COMANDANTE GEORG VON TRAPP (40-45 anni)
3 BARONESSA ELSA SCHRAEDER (35 anni)
4 ZIO MAX DETWEILER(30 anni)
5 MADRE SUPERIORA (50 anni)
6 LIESL (16 anni)
7 FRIEDRICH (15 anni)
8 LOUISA (14 anni)
9 KURT (13 anni)
10 BRIGITTA (11 anni)
11 MARTA (8 anni)
12 GRETL (6 anni)
13 ROLF GRUBER (postino) (17 anni)
14 FRANZ (maggiordomo)
15 FRAU GRETA SCHMIDT (governante)
16 HERR ZELLER (comandante tedesco)
17 SUOR CLARA
18 SUOR AGATA
19 SUOR BERENICE

SUORE
UOMINI E DONNE DELLA NOBILTÀ AUSTRIACA
CONCORRENTI DEL FESTIVAL CANORO
SOLDATI

COMPARSE

3 uomini + 3 donne

LUOGO E TEMPO

La vicenda si svolge a SALISBURGO alla fine degli anni ’30.

1
SCENE

Primo atto

Scena 1 Abbazia di Nonnberg – Stenditoio

Scena 2 Montagne

Scena 3 Abbazia di Nonnberg – Cortile

Scena 4 Salotto con veranda villa Trapp

Scena 5 Esterno villa

Scena 6 Camera da letto di Maria

Scena 7 Esterno villa

Scena 8 Salotto con veranda villa Trapp

Scena 9 Esterno villa

Scena 10 Salotto con veranda villa Trapp

Scena 11 Abbazia di Nonnberg – Studio Madre Superiora

2
Secondo Atto

Scena 1 Esterno villa

Scena 2 Gazebo

Scena 3 Matrimonio

Scena 4 Salotto con veranda villa Trapp

Scena 5 Palcoscenico del festival

Scena 6 Il cimitero dell’abbazia

Scena 7 Montagne

3
NUMERI MUSICALI

Primo Atto

1. “LA MUSICA SA COSA VUOLE IL CUORE”

1A. CAMBIOSCENA

2. “MARIA”

3. “LE COSE CHE AMI DI PIÙ”

4. “CREDO IN QUELLO CHE FARÒ”

4.A. CAMBIO SCENA

5. “DO RE MI”

5.A CAMBIO SCENA

6. “QUINDIC’ANNI, QUASI SEDICI”

6.A CAMBIOSCENA

7. “DO RE MI” (Ripresa)

7A. CAMBIOSCENA E COMMENTO

8. “LA MUSICA SA COSA VUOLE IL CUORE” (RIPRESA)

8A. CAMBIOSCENA E MUSICA DELLA FESTA

9. LAENDER

10. “GOODBYE”

10A. COMMENTO E CAMBIO SCENA

11. SCALA OGNI CIMA

4
Secondo Atto

1. ENTR’ACT

2. “LA MUSICA SA COSA VUOLE ILCUORE” (RIPRESA)

3. “LE COSE CHE AMO DI PIÙ” (RIPRESA)

4. “TUTTO CIÒ CHE VOGLIO” (È SOLO RESTARE UN PO’ QUI CON TE)

5. MUSICA DEL MATRIMONIO

5A. PASSAGGIO DI TEMPO

6. “QUINDIC’ANNI, QUASI SEDICI” (RIPRESA)

7. “IL PASTORE SOLO”

8. “EDELWEISS” (RIPRESA)

8da A. a E. STACCHI MUSICALI

8F. CAMBIOSCENA

9. FINALE (“SCALA OGNI CIMA”/”LA MUSICA SA COSA VUOLE IL


CUORE”)

9A. RINGRAZIAMENTI

10. “DO RE MI” (FINALE)

5
PRIMO ATTO
SCENA 1 - ABBAZIA di Nonnberg - STENDITOIO

- Su di un suono di campane si alza il sipario, siamo nell'abbazia. Le suore e le novizie


stanno piegando dei grandi lenzuoli stesi ad asciugare. Sul fondo un filo teso con della
biancheria.
- Una suora entra in scena

Nota: Le battute seguenti saranno recitate (non più cantate) e distribuite come
nell’ultima edizione. È possibile tuttavia che subiscano alcune modifiche in fase di
allestimento.

VOCI - Avete visto Maria?


- Non è ancora rientrata dov’é?
- Non è qui con noi.
- Sarà forse in cappella.
- Non c’è.
- La cerco da più di un’ora. Ancora una volta è sparita.
- Maria ci dà preoccupazione
- Chissà dov’è finita. Cercatela!

- Parte l'introduzione musicale de LA MUSICA SA.


- Le suore vanno in varie direzioni chiamando.

SUORE Maria! Maria! Maria! Maria! Maria! Maria!

- La luce cambia e sulle lenzuola viene proiettato qualcosa che assomigli ad un prato.
- I lenzuoli vengono portati via e scoprono…

SCENA 2 - LE MONTAGNE

- Zona di montagna vicino all’abbazia. A distanza si vedono altre montagne.


- Maria, vestita da postulante, è al centro della scena e cantando avanza in proscenio.

MUSICA 1 - LA MUSICA SA COSA VUOLE IL CUORE

MARIA
LA MUSICA SA
6
COSA VUOLE IL CUORE
E SUONA COSÌ
DA UN’ETERNITÀ.
LA MUSICA VA
TRA MONTAGNE E CIELO
E ARRIVA SUL VENTO FIN QUI DA ME.

UN SUONO STUPENDO MI AVVOLGE E MI PORTA VIA


NELLA MIA FANTASIA.
MI CULLA IN UN SOGNO DI LIBERTÀ…
È UNA DOLCE MAGIA;
PER RIDERE COME UN RUSCELLO CHE SCORRE VERSO ME.
IO CANTO PERCHÉ È LA COSA PIÙ BELLA CHE C’È!

IO SALGO QUASSÙ,
SE IL MIO CUORE È SOLO
E TROVO COSÌ
LA FELICITÀ.
LA MUSICA SA
COSA VUOLE IL CUORE.
CANTERÒ CON LEI.

- Finita la canzone si sente il suono della campana del convento. Maria ascolta per un
attimo e scappa.

MUSICA 1A - CAMBIOSCENA

SCENA 3 - ABBAZIA di Nonnberg - CORTILE

- Il cortile del convento, sulla destra una panchina. È mattina.


- Alcune suore stanno lavando il pavimento.
- Entra la MADRE SUPERIORA con altre suore.

Nota: i nomi delle suore sono stati cambiati in BERTA (EX SUOR AGATA) e
SOPHIA (EX SUOR CLARA).
Durante la canzone “MARIA” abbiamo lasciato per convenzione i nomi delle suore
come nella prima versione italiana, poiché non vengono mai citati nel testo.
Pertanto nella canzone “MARIA” nulla è cambiato.

MADRE SUPERIORA Credo proprio che dovremmo essere soddisfatte dei nostri
sforzi. Su 28 postulanti, 16 o 17 sono pronte ad entrare nel
noviziato. Consideriamo ancora una volta le ragazze dubbiose.
C’e’ Irmagard…
BERTA Reverenda Madre, non c’e’ nessuno dubbio su Irmagard, la
vita religiosa non è fatta per i pii.

7
MADRE SUPERIORA Volete dire, per i pii pretenziosi, Sorella Berta. C’e’ poi
Christina… e c’e’ Maria.
BERTA Be’, dopo la scorsa notte non credo ci possa essere alcun
dubbio su Maria.
MADRE SUPERIORA Le ho dato il permesso di allontanarsi dall’abbazia per oggi.
Sorella Sophia, la maestra delle Postulanti e la maestra delle
Novizie non sono molto d’accordo su Maria. Voi cosa ne
pensate?
SOPHIA Voglio profondamente bene a Maria. Ma sembra che abbia
sempre la testa tra e nuvole.
BERTA È quello che dico sempre anch'io!

MUSICA 2 - MARIA

SUOR AGATA
SI ARRAMPICA SUGLI ALBERI,
SI SBUCCIA E CADE GIÙ.
SUOR BERENICE
POI BALLA ANDANDO A MESSA,
FISCHIETTANDO PER DI PIÙ!
SUOR AGATA
NASCONDE SOTTO IL VELO
BIGODINI ROSA E BLU!
SUOR BERENICE
E CORRE DI CONTINUO NEL CONVENTO!
SUOR AGATA
È UN PO’ DISUBBIDIENTE.
SUOR BERENICE
MA SI PENTE POI, PERÒ.
SUOR AGATA
È SEMPRE UN PO’ IN RITARDO,
TRANNE A PRANZO, QUELLO NO.
MI SFORZO DI NON DIRLO,
MA POI CEDO DOPO UN PO’…
SUOR AGATA E SUOR BERENICE
MARIA NON È UN VANTO DEL CONVENTO!
SUOR CLARA
VORREI POTERVI DIRE SOLO CHE

M. SUPERIORA Dite, suor Sophia.

SUOR SOPHIA (EX CLARA)


FELICE… LEI MI… FA!

SUOR BERENICE

8
COME POSSIAMO FARE CON MARIA?
MADRE SUPERIORA
COME AFFERRARE L’ARIA NON SI SA.
SUOR BERENICE
COME SI FA A DESCRIVERE MARIA?
SUOR CLARA
LA PURA ALLEGRIA!
SUOR BERENICE
LA VERA PAZZIA !
SUOR AGATA
UN CLOWN!
MADRE SUPERIORA
MOLTE LE COSE CHE DOVREMMO DIRLE,
MOLTE LE COSE ANCORA CHE NON SA.
SUOR BERENICE
MA LEI NON ASCOLTERÀ.
NEPPURE SI FERMERÀ.
MADRE SUPERIORA
CHI PUÒ CAMBIARLA PROPRIO NON SI SA!
SUOR BERENICE
COME POSSIAMO FARE CON MARIA?
MADRE SUPERIORA
SOLO IL SIGNORE CI RISPONDERÀ.

SUOR BERENICE
QUANDO PARLI INSIEME A LEI,
NON SAI NEANCHE PIÙ CHI SEI;
LEI CONFONDE TUTTE QUANTE LE TUE IDEE.
SUOR AGATA
TI SORPRENDE COME IL TEMPO,
QUANDO CAMBIA OGNI MOMENTO.
SUOR CLARA
È UN TESORO!
SUOR AGATA
È UN DEMONIO!
SUOR CLARA
È COM’È!
SUOR BERENICE
SEMPRE A SPASSO SE NE VA.
CON LA TESTA NON CI STA.
SUOR AGATA
CERTE VOLTE NEANCHE LEI SA DOVE È.
SUOR CLARA
È GENTILE IN VERITÀ.
SUOR BERENICE

9
PIÙ DEL DIAVOLO NE SA!
SUOR CLARA
È UN AGNELLO!
SUOR AGATA
È UN TORMENTO!
MADRE SUPERIORA
È COM’È…!

SUORE
COME POSSIAMO FARE CON MARIA?
COME AFFERRARE L’ARIA NON SI SA.
COME SI FA A DESCRIVERE MARIA?
SOLO IL SIGNORE CI RISPONDERÀ.

- Maria entra dal fondo correndo e supera il gruppetto di suore e poi la Madre Superiora,
senza accorgersene; superatala se ne accorge, si ferma, si volta, fa un gesto di saluto e
poi fa per uscire.

M. SUPERIORA Maria! Vieni qui. (si avvicinano alla panchina).

- Le suore si allontanano.

MARIA Lo so Madre… ho peccato. Stavo cantando stamane e anche


ieri, e senza il vostro permesso.
M. SUPERIORA Maria, solamente qui in convento vige la regola sul canto.
MARIA Ed è la regola più dura per me.
M. SUPERIORA Ieri ero alla finestra e ti sentivo cantare, ma non appena mi hai
visto hai smesso.
MARIA Sì, lo ricordo.
M. SUPERIORA Avrei voluto che tu non smettessi. Anche io cantavo sempre
quella canzone quand’ero bambina, ma non la ricordo tutta –
Per favore. ( fa segno a Maria di cantare)

MUSICA 3 - LE COSE CHE AMO DI PIÙ

MARIA
BIANCHI VESTITI CON FASCE DI RASO
QUANDO TI CADE LA NEVE SUL NASO
QUANDO POI SCENDE DAL CIELO QUAGGIÙ.
SONO LE COSE CHE AMO DI PIÙ.
PONY BIANCHISSIMI, STRUDEL DI MELE.
SLITTE DA NEVE, IL SAPORE DEL MIELE.
PACCHI REGALO CON GRAN FIOCCHI BLU.
SONO LE COSE CHE AMO DI PIÙ.

10
GOCCE DI PIOGGIA SU ROSE SBOCCIATE,
GUANTI DI LANA E NOTTI STELLATE.
ANATRE IN VOLO NEL CIELO LASSÙ.
SONO LE COSE CHE AMO DI PIÙ.

QUANDO PIANGI,
QUANDO SBUFFI,
NON BUTTARTI GIÙ;
RICORDA LE COSE CHE AMI DI PIÙ
E TI SENTIRAI PIÙ SU.

MADRE SUPERIORA
BIANCHI VESTITI CON FASCE DI RASO,
QUANDO TI CADE LA NEVE SUL NASO
QUANDO POI SCENDE DAL CIELO QUAGGIÙ.
SONO LE COSE CHE AMO DI PIÙ.

PONY BIANCHISSIMI, STRUDEL DI MELE.
SLITTE DA NEVE, IL SAPORE DEL MIELE.
PACCHI REGALO CON GRAN FIOCCHI BLU.
SONO LE COSE CHE AMO DI PIÙ.

GOCCE DI PIOGGIA SU ROSE SBOCCIATE,
GUANTI DI LANA E NOTTI STELLATE.
ANATRE IN VOLO NEL CIELO LASSÙ.
SONO LE COSE CHE AMO DI PIÙ.

QUANDO PIANGI,
QUANDO SBUFFI,
NON BUTTARTI GIÙ;
RICORDA LE COSE CHE AMI DI PIÙ
E TI SENTIRAI PIÙ SU.

MARIA
QUANDO PIANGI,

MADRE SUPERIORA
QUANDO SBUFFI,

ENTRAMBE
NON BUTTARTI GIÙ;
RICORDA LE COSE CHE AMI DI PIÙ
E TI SENTIRAI PIÙ SU.

11
MARIA Madre! Stavamo entrambe cantando a squarciagola!
M. SUPERIORA …Maria... Dimmi, qual'è la lezione più importante che hai
imparato qui in convento?
MARIA (Sedutasi) Scoprire qual'è la volontà di Dio e seguirla.
M. SUPERIORA Anche se la volontà di Dio è dura da accettare?
MARIA Anche.
M. SUPERIORA Maria, ora la volontà di Dio è che tu ci lasci.
MARIA Lasciarvi? Andar via da qui? (Si alza) Oh no! Madre, per favore!
M. SUPERIORA Solo per un po’ Maria.
MARIA Non mandatemi via Madre! Questa è la mia vita. È questo ciò
che voglio.
M. SUPERIORA Ma sei pronta per affrontare questa vita? Forse andando fuori, nel
mondo, capirai quello che noi ci aspettiamo da te.
MARIA Ma io so cosa vi aspettate da me, e lo farò, Madre. Lo prometto.
M. SUPERIORA Maria.
MARIA Se questa è la volontà di Dio. Dove andrò? (Si siede).
M. SUPERIORA (Prende un foglio da sotto l’abito) C’e’ una famiglia qui a
Salisburgo che ha bisogno di una istitutrice fino a settembre.
MARIA Fino a settembre?!
M. SUPERIORA Sì. Per affidarle sette bambini.
MARIA Sette bambini?!
M. SUPERIORA Ti piacciono i bambini, no?
MARIA Sì tanto, ma sette!
M. SUPERIORA (Le dà il foglio) Questo è l'indirizzo. Ti aspettano per questo
pomeriggio. Chiedi del comandante Von Trapp…
MARIA Comandante?
M. SUPERIORA Sì. È un ufficiale in congedo dell'ex marina imperiale, un
gentiluomo. Sua moglie morì qualche anno fa lasciandolo solo
con sette figli e io so che gli è molto difficile conservarsi
un'istitutrice.
MARIA Perché difficile, reverenda Madre?
M. SUPERIORA Il Signore te lo rivelerà a suo tempo… (Si alza).
MARIA Quando Dio chiude una porta è sempre per aprirne un'altra. (Si
sentono le campane dell’abbazia. Maria si inginocchia).
M. SUPERIORA (Fa il segno della croce sulla fronte di Maria). Che Dio ti
benedica, Maria.

- Maria si avvia ed esce.

S. BERTA Addio, Maria.


S. CLARA Salutaci quel bell'uomo del comandante!
S. BERENICE Suor Sophia! (Si avvicina alla Madre Superiora) Qualcosa mi
dice che quella ragazzina tornerà molto cambiata…

12
S. BERTA (Alla Madre Superiora) Così Maria ci lascia a pochi mesi dal suo
arrivo al convento…
M. SUPERIORA Non tutte le giovani sono pronte sin da subito alla vita del
convento, Suor Berta! Maria ha bisogno di crescere e maturare.
Credo che l'esperienza a casa Von Trapp le potrà giovare. (Suono
di campana) Ora sorelle, sarà meglio avviarci alla cappella, è
quasi l'ora della preghiera.

MUSICA 4 – CREDO IN QUELLO CHE FARÒ

- Cambio scena. La camera di Maria.


- Maria entra con in mano della biancheria. Durante la canzone Maria indossa un vestito
molto povero e un cappello, prepara la valigia e prende la custodia della chitarra.

MARIA
OGGI COS’ACCADRÀ,
MI CHIEDO.
COSA SUCCEDERÀ,
MI CHIEDO.
FORSE SARÀ ECCITANTE
QUESTO BRIVIDO DI LIBERTÀ!
TUTTO È COSÌ ENTUSIASMANTE…
MA QUALCHE COSA NON VA.

DA SEMPRE SOGNO AVVENTURE,
DI FARE COSE FATTE MAI,
MA ADESSO HO TANTE PAURE.
CHE MI SUCCEDE MAI?

UN UOMO CON SETTE FIGLI,
IL PROBLEMA DOVE STA?
OH, SE NON SMETTO CON QUESTI TIMORI,
AL CONVENTO LO SO TORNERÒ.
TROVERÒ QUELLO CHE STO CERCANDO:
IL CORAGGIO CHE ADESSO NON HO.

IO VOGLIO SERVIRLI CON COSTANZA
E NON CONOSCERE INSOLENZA.
VOGLIO MOSTRARE
A LORO E ANCHE A ME
CHE IO SARÒ…

UNA BRAVA ISTITUTIRCE,
DI PROBLEMI NON NE AVRÒ.
13
SONO CERTA CHE OGNI COSA AGGIUSTERÒ
E QUESTO PERCHÉ
CREDO IN QUELLO CHE FARÒ.

IO LI SAPRÒ INCANTARE…
DOLCE CON LUI SARÒ…
E QUEI RAGAZZI, CON AMORE,
SO CHE CONQUISTERÒ.
ALLORA TUTTO ANDRÀ NEL VERSO GIUSTO.
SEMPRE IL MEGLIO CHE SI PUÒ.
DI SICURO, NON C’È DUBBIO, RIUSCIRÒ
E QUESTO PERCHÉ
CREDO IN QUELLO CHE FARÒ.

CREDO AL SOLE DEL MATTINO.
CREDO A QUELLO CHE VEDRÒ
CREDO A CHI COSTANTEMENTE CREDE IN SÉ
E QUESTO PERCHÉ
CREDO IN QUELLO CHE FARÒ.

- Alla fine della canzone Maria esce da destra.

MUSICA 4A - CAMBIO SCENA

SCENA 4 - SALOTTO CON VERANDA VILLA TRAPP

- Siamo nel salotto della villa Trapp. Sulla destra una porta (la comune), a sinistra la
porta dello studio. C'è un'ampia vetrata che da sul giardino. Davanti alle vetrata un
salotto. A sinistra del salotto una scala che porta alle camere da letto.
- Quando la scena è formata, Maria entra dalla comune seguita dal maggiordomo.

MAGGIORDOMO Volete attendere qui prego? (Esce dalla porta dello studio).

- Maria si guarda attorno, poi si affaccia alla veranda e sente da lontano le campane del
convento. Maria si fa il segno della croce.
- Entra il Comandante Von Trapp.

TRAPP Sono il Comandante Von Trapp. Voi siete la Signorina….


MARIA (Si volta di scatto) Maria. Maria Rainer. (Fissa il capitano).
TRAPP Ora Signorina, riguardo ai vostri doveri qui… (si interrompe di
colpo) Vi dispiace avvicinarvi? Cambiate il vestito prima di
vedere i ragazzi.
MARIA Ma non ne ho un altro! Quando si entra in convento si danno tutti
gli abiti secolari ai poveri.

14
TRAPP E allora quello?
MARIA Questo i poveri non lo hanno voluto. Me ne sarei fatto un altro,
ma non ho avuto tempo! Io me li so fare i vestiti!
TRAPP se è possibile vi farò avere della stoffa oggi stesso. Vi occuperete
dei ragazzi. Ce ne sono sette. Ogni mattina sarà occupata nello
studio e ogni pomeriggio dovranno marciare. Dovrete controllare
che si comportino sempre con decoro e ordine. La prima regola
in questa casa è disciplina.
MARIA sì signore.
TRAPP (Tira fuori dal taschino della giacca un fischietto).

- Trapp soffia nel fischietto come una “sirena”, per chiamare i suoi figli. I ragazzi
entrano da entrambi i lati della veranda, dalla comune, dalle camere superiori e formano
una singola fila sulla scala. Sono vestiti con uniformi bianche da marinaio. Le ragazze,
naturalmente, in gonna bianca. Il comandante cambia il suo segnale trasformandolo in
un segnale che batte il tempo per marciare e i ragazzi, guidati da GRETL, marciano giù
dalle scale. Con un giro a sinistra da militari si allineano ai piedi della scala. Maria li ha
guardati stupefatta. C’è uno spazio vuoto tra Marta e Kurt. Lentamente attraverso la
comune entra BRIGITTA leggendo un libro. Il Comandante la vede, le prende il libro e
le dà un colpetto di ammonimento da dietro, che la fa correre a prendere posto nella
formazione. Il comandante avanza di fronte a loro e i bambini si sistemano al meglio,
chi tira dentro la pancia e mette il petto in fuori, chi aumenta il proprio “sull’attenti”
ecc.

TRAPP Vi presento la nuova istitutrice, fraulein Maria. Al suono dei


vostri rispettivi segnali passo avanti e nome! Fraulein Maria,
voglio che ascoltiate attentamente e impariate i segnali per
poterli chiamare.

- Trapp lancia i diversi segnali e ogni bambino risponde al proprio, avanzando in


maniera militare, pronunciando il proprio nome e tornando poi in linea. Al segnale Gretl
avanza ma tace.

TRAPP …E lei é Gretl. (Porge a Maria un altro fischietto) Ora vediamo


quanto avete imparato.
MARIA A me non servirà il fischietto, reverendo… voglio dire
comandante! Sarò con loro tutto il tempo.
TRAPP Non in tutte le occasioni. Fraulein, la casa è molto grande, il
parco è vastissimo e io non voglio sentire gente che grida. Ora, se
chiamerò voi, sentirete questo fischio.
MARIA (Bloccandolo) No signore, scusatemi signore, non risponderò mai
ad un fischio. Si fischia ai cani non hai ragazzi e certo non a me,
sarebbe troppo umiliante.

TAGLIO

15
TRAPP Mmh… ( Fa per uscire).
MARIA (Fischia e Trapp si gira) Scusatemi ma non conosco il segnale
per voi.
TRAPP Potete chiamarmi comandante. (Esce).
MARIA (Ai ragazzi che erano restati sull'attenti) Riposo. (I ragazzi fanno
il riposo militare) Ora che siamo soli volete ripetermi i vostri
nomi e dirmi quanti anni avete?
LIESL Sono Liesl, ho sedici anni e non ho bisogno di balie asciutte!
MARIA Be’, hai fatto bene a dirmelo, saremo soltanto amiche!
FRIEDRICH Sono Friedrich, ho quasi quindici anni e sono un ragazzo!
MARIA Ragazzo? Sei quasi un uomo!
LOUISA Sono Brigitta.
MARIA Non mi hai detto quanti anni hai, Louisa.
BRIGITTA Io sono Brigitta e lei è Louisa e ha 14 anni. Il suo vestito è il più
brutto che abbia visto in vita mia!
KURT Non si dicono queste cose!
BRIGITTA Perché non è brutto?
KURT Anche se lo pensassi non lo direi. Sono Kurt e ho undici anni…
quasi.
MARIA Che bella età undici anni… quasi.
MARTA Io sono Marta e compirò otto anni martedì e vorrei un ombrellino
rosa.
MARIA Rosa! Bene! Il rosa piace tanto anche a me! (Gretl batte i piedi
per terra per attirare l'attenzione) Tu sei Gretl, quanti anni hai?
(Gretl indica sei con le dita) Sei anni! Ormai sei una signorina!
Devo svelarvi un segreto: non ho mai fatto l'istitutrice.
LOUISA Vuol dire che non sapete niente di cosa fa un'istitutrice?
MARIA No! Vorrà dire che avrò bisogno dei vostri consigli.
LOUISA Allora, per cominciare bene dite subito a papà di impicciarsi dei
fatti suoi.
KURT No, Louisa, lei mi piace.
BRIGITTA (Prendendo la custodia della chitarra) Cosa c’è qui dentro?
MARIA La mia chitarra.
BRIGITTA Perché l’hai portata?
MARIA Per quando canteremo tutti assieme.
MARTA Ma noi non sappiamo cantare!
MARIA Ma come?! Tutti sanno cantare! Che canzoni sapete?
KURT Non sappiamo nessuna canzone.
MARIA Allora dovete imparare.
GRETL Ma come?

MUSICA 5 - DO RE MI

MARIA

16
POTREMMO INIZIARE DA CAPO,
SOLTANTO COSÌ SI FA.
Se vuoi leggere impari…
GRETL
L’A B C.
MARIA
PER CANTARE S’IMPARA: DO RE MI.
RAGAZZI
DO RE MI?
MARIA
DO RE MI.
LE PRIME NOTE SONO COSÌ:
DO, RE, MI.
RAGAZZI
DO, RE, MI.

MARIA
DO, RE, MI, FA, SOL, LA, SI…

Venite, rendiamo la cosa più facile. Ascoltate:

DO, SE DO UNA COSA A TE.
RE, OVVERO SUA MAESTÀ.
MI, È COME DIRE “A ME”.
FA, LA NOTA DOPO IL MI.
SOL, È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.
LA, DI CERTO NON È QUA.
SÌ, SE NON VUOI DIRE NO.
E COSÌ SI TORNA AL DO, OH, OH, OH!

GRETL
Do.
MARIA
...SE DO UNA COSA A TE.
RE, OVVERO SUA MAESTÀ.
BRIGITTA
Mi.
MARIA
…È COME DIRE “A ME”.
KURT
Fa.
MARIA

17
…LA NOTA DOPO IL MI.
LOUISA
Sol.
TUTTI
…È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.
LA, DI CERTO NON È QUA.
SÌ, SE NON VUOI DIRE NO.
MARIA
E COSÌ SI TORNA AL DO
RAGAZZI
SOL DO.

MARIA Ora ragazzi "do re mi fa" sono solo i mattoni per costruire una
canzone. Quando avete in testa le sette note potete cantare un
milione di motivi diversi, mescolandole cosi: Mh…

MARIA
SOL, DO, LA, FA, MI, DO, RE.
Ora tocca a voi.
RAGAZZI
SOL, DO, LA, FA, MI, DO, RE.
MARIA
SOL, DO, LA, SI, DO, RE, DO.
RAGAZZI
SOL, DO, LA, SI, DO, RE, DO.

MARIA Ora mettiamo tutto insieme.

RAGAZZI
SOL, DO, LA, FA, MI, DO, RE.
SOL, DO, LA, SI, DO, RE, DO.

BRIGITTA Ma non vuol dire niente.


MARIA Allora mettiamo le parole. Una sillaba per ogni nota.

SE CONOSCI DO RE MI,
TUTTO CANTERAI COSÌ!
Ora tutti insieme!

TUTTI
SE CONOSCI DO RE MI,
TUTTO CANTERAI COSÌ!

GRETL
18
DO.
TUTTI
…SE DO UNA COSA A TE.
MARTA
RE.
TUTTI
…OVVERO SUA MAESTÀ.
BRIGITTA
MI.
TUTTI
…È COME DIRE “A ME”.
KURT
FA.
TUTTI
…LA NOTA DOPO IL MI.
LOUISA
SOL.
TUTTI
…È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.

FRIEDRICH
LA.
TUTTI
…DI CERTO NON È QUA.
LIESL
SI.
TUTTI
…SE NON VUOI DIRE NO.
E COSÌ SI TORNA AL DO.
DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO SI LA SOL FA MI RE DO
SOL DO

RAGAZZI (Ognuno canta la propria nota creando un effetto carillon).


DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO SI LA SOL FA MI RE
DO MI MI
MI SOL SOL
RE FA FA
LA SI SI

19
DO MI MI
MI SOL SOL
RE FA FA
LA SI SI

MARIA
(Sul cantato precedente) SE CONOSCI DO RE MI,
TUTTO CANTERAI COSÌ!

TUTTI
DO, SE DO UNA COSA A TE.
RE, OVVERO SUA MAESTÀ.
MI, È COME DIRE “A ME”.
FA, LA NOTA DOPO IL MI.
SOL, È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.
RAGAZZI
È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.
MARIA
LA, DI CERTO NON È QUA.
RAGAZZI
DI CERTO NON È QUA.
MARIA
SÌ, SE NON VUOI DIRE DI NO.
RAGAZZI
SE NON VUOI DIRE NO.
MARIA
E COSÌ SI TORNA AL DO.
TUTTI
SI TORNA AL…
DO SI TORNA AL…
DO …DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO RE MI FA SOL LA SI DO
TUTTI
SOL DO!

MUSICA 5A - CAMBIO SCENA

SCENA 5 - ESTERNO VILLA

- Appena la scena è girata vediamo Rolf, il postino, aspettare impaziente. Liesl esce di
soppiatto dalla casa.

20
LIESL (Corre verso Rolf e lo abbraccia) Oh, Rolf!
ROLF No, Liesl, non dobbiamo. (La allontana da sé).
LIESL Perché no, sciocco?
ROLF Non lo so, è solo che io… (Si siede su una panca).
LIESL Non è per questo che mi stavi aspettando? (Si siede pure).
ROLF Sì, certo
LIESL Come facevi a sapere due giorni fa che saresti stato qui a
quest’ora con un telegramma per Franz?
ROLF Ogni anno in questo giorno, riceve un telegramma di auguri per il
suo compleanno da sua sorella. …mi sei mancata.
LIESL Sei meraviglioso.
ROLF Posso tornare ancora domani notte?
LIESL Rolf, non puoi esser sicuro di avere un telegramma da consegnare
domani notte.
ROLF Potrei capitare qui per sbaglio, con un telegramma dal Colonello
Schneider. E’ qui da Berlino. Sta dai Gauleiter ma io –
(improvvisamente preoccupato) Nessuno sa che lui è qui. Non lo
dire a tuo padre.
LIESL Perché no?
ROLF Bè, tuo padre è abbastanza austriaco.
LIESL Che c’entra! Tutti siamo austriaci!
ROLF C'è chi pensa che dovremmo essere tedeschi e odia chi è di
parere diverso, e si prepara a… speriamo che tuo padre non passi
dei guai.
LIESL Non preoccuparti per papà, è stato un eroe della nostra marina…
ROLF Non mi preoccupo per lui, ma per sua figlia.
LIESL Per me?! Perché?
ROLF Be’… sei così…
LIESEL Come?
ROLF Quanti anni hai? (Si alza).
LIESL Ho più di sedici anni!

MUSICA 6 – QUNDIC’ANNI, QUASI SEDICI

ROLF
SEI PICCOLA, MA LA TUA VITA PUÒ
CAMBIARE SE CI CREDI.
SEI GIOVANE, MA È IL MOMENTO CHE
TI PARLI DELL’AMORE.

LIESL
L’AMORE.

ROLF

21
QUINDIC’ANNI, QUASI SEDICI,
CHE FAVOLOSA ETÀ…
SONO GIÀ IN TANTI
A FARSI AVANTI,
CHI TI PROTEGGERÀ?

QUINDIC’ANNI, QUASI SEDICI,
È LA PERFETTA ETÀ
PER IMPARARE
COME BACIARE,
QUANDO CAPITERÀ.

IMPREPARATA SEI PERÒ,
CHE FARE NON LO SAI.
SE ASPETTI ANCORA UN ALTRO PO’,
NEI GUAI TI TROVERAI.

HAI BISOGNO DI QUALCUNO
CHE NE SA PIÙ DI TE…
IO HO QUASI DICIOTT’ANNI,
POSSO AVER CURA DI TE.

LIESL
QUINDIC’ANNI, QUASI SEDICI,
CHE FAVOLOSA ETÀ!
SONO GIÀ IN TANTI
A FARSI AVANTI,
CHI MI PROTEGGERÀ?

QUINDIC’ANNI, QUASI SEDICI,
È LA PERFETTA ETÀ
PER IMPARARE
COME BACIARE,
QUANDO CAPITERÀ.

IMPREPARATA IO PERÒ,
CHE FARE NON SO MAI.
SE ASPETTO ANCORA UN ALTRO PO’,
MI CACCERÒ NEI GUAI.

HO BISOGNO DI QUALCUNO
CHE NE SA PIÙ DI ME…
TU HAI QUASI DICIOTT’ANNI,

22
PRENDITI CURA DI ME.

- Lei assume una posizione da bambola. Lui la corregge muovendo le sue braccia.
Schiocca le dita e lei fa un passo spagnolo. Lei comincia a ballare il walzer ed è confusa
poiché non sa come muovere le braccia. Lui la dirige e lei inizia un ballo che termina
con le sue braccia attorno a Rolf. Provano a baciarsi, poi lei mette le mani di lui attorno
alla sua vita e si baciano più ardentemente. Inizia a lampeggiare e tuonare e c'è il
cambio scena.

MUSICA 6A - CAMBIO SCENA

SCENA 6 - CAMERA DA LETTO DI MARIA

- La stanza di Maria. A sinistra la porta che da sul corridoio. Nel centro un guardaroba
con una doppia anta. A destra c’è una finestra con delle grandi tende e il letto di Maria
in ottone con un piumone pesante. La custodia della chitarra è sul pavimento. Sulla
parete di sinistra c'è la porta del bagno. Qualcuno bussa alla porta. Maria è in bagno e va
alla porta. La finestra è aperta.

MARIA Avanti.
GOVERNANTE (Restando sulla porta con delle stoffe in mano) Per i vostri
vestiti, frauline Maria, li ha ordinati il comandante in città.
MARIA (Prendendo le stoffe) È meraviglioso! Saranno gli abiti più belli
che abbia mai avuto! Ma… il comandante ordinerebbe delle altre
stoffe se glielo chiedessi?
GOVERNANTE Di quanti vestiti ha bisogno una governante?
MARIA No, non per me! Per i ragazzi! Voglio che abbiano dei vestiti per
giocare.
GOVERNANTE I ragazzi Von Trapp non giocano, marciano!

Taglio

(Cambiando discorso) Vi piace la vostra camera? Metteranno le


tende nuove alla finestra.
MARIA Ma perché? Sono così belle!
GOVERNANTE Comunque le metteranno nuove a tutte le finestre di questo
piano. Buonanotte.
MARIA Scusate, domani potreste chiedere al comandante per le stoffe?
GOVERNANTE Domani parte per Vienna.
MARIA Ah, certo… e quando tornerà?
GOVERNANTE Non lo so. Naturalmente deve tornare a casa tutte le volte che
assume una nuova istitutrice. A volte penso che i bambini si
liberino delle loro istitutrici solo perché vogliono vedere il padre.
(Vede la chitarra) Potete metterla via. Non la userete.
MARIA Perché no?

23
GOVERNANTE Il comandante non vuole la musica qui.
MARIA Non vuole la musica?
GOVERNANTE Gli piaceva la musica. C’erano delle bellissime serate qui. Sua
moglie cantava e lui suonava la chitarra. Ma ora ha lasciato tutto
ciò fuori dalla sua vita, ma secondo me il comandante potrebbe
sposarsi di nuovo prima della fine dell’estate.
MARIA Oh, sarebbe magnifico! I ragazzi avrebbero un'altra mamma!
GOVERNANTE (Congedandosi) Pioverà. Fareste meglio a chiudere la finestra.
Buonanotte. (Esce ).

- Maria va verso il letto e si inginocchia in preghiera.

MARIA Signore, ora so perché mi hai mandato qui, per preparare i


ragazzi ad avere una nuova mamma e io ti prego che questa
nuova famiglia sia felice. Benedici il comandante, Liesl,
Friedrich, benedici Louisa, Brigitta, Marta e la piccola Gretl e…
l'altro, aspetta, come si chiama? Be’, benedici "come si chiama"!
(Ci sono lampi e tuoni. Liesl entra attraverso la finestra. Il suo
vestito è imbrattato di fango. In punta di piedi va alla porta
d’ingresso. Maria la vede con la coda dell’occhio, ma continua).
Benedici la Reverenda Madre, Suor Clara e tutte le suore del mio
convento. E ora Signore, riguardo a Liesl, falle capire che io le
sono amica e aiutala a dirmi cosa ha combinato…
LIESL (Sulla porta) Lo direte a mio padre?
MARIA Sshh! Aiutala a essere ragionevole in modo che io possa aiutarla.
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, amen.
LIESL Ero fuori a passeggiare e qualcuno a chiuso tutte le porte prima
del solito e io non volevo svegliare nessuno… ho visto la vostra
finestra aperta… non lo direte a mio padre vero?
MARIA Ma come hai fatto a salire fin qui? (Maria chiude la finestra).
LIESL Come facciamo sempre per fare gli scherzi alle istitutrici. Louisa
è riuscita a salire con in mano un secchio pieno di ragni!
MARIA Di ragni!? Liesl, eri sola a passeggiare? (Liesl annuisce poi fa no
con la testa) Se laviamo quel vestito, domattina nessuno vedrà
niente. (Prende una sua camicia da notte) Potresti mettere
questo, togliti il vestito e mettilo a bagno nella vasca, poi torna
qui e parliamo un po'.
LIESL (Dal bagno) Oggi ho detto che non avevo bisogno di istitutrici,
ma forse ne ho bisogno!

- Tuoni e lampi. Maria salta, poi va verso il letto e controlla sotto il piumone in cerca
di eventuali rospi.
- Altro tuono e Gretl spalanca la porta terrorizzata.

24
MARIA Gretl non avrai paura del temporale, vero? (Gretl fa segno di no
con la testa. Tuono e Gretl va tra le braccia di Maria).
Comunque rimani qui con me. Dove sono gli altri?
GRETL Loro dormono, non hanno paura.

- Si apre la porta e arrivano Brigitta, Louisa e Marta.

MARIA No? Guarda! Avanti bambine, tutte sul mio letto.


BRIGITTA Davvero?
MARIA Solo per questa volta. Ora non ci resta che aspettare i ragazzi…
LOUISA No. Loro non verranno, i maschi sono coraggiosi.

- Entrano Kurt e Friedrich.


-
MARIA Non avrete paura anche voi, spero?
FRIEDRICH Oh, no! Volevamo assicurarci che non ne aveste voi.
MARIA Grazie della tua premura, Friedrich.
FRIEDRICH Non sono stato io a pensarci, è stato Kurt.
MARIA Ecco come si chiama! Benedici Kurt.
MARTA (Tuona sempre più forte e tutti i bambini si nascondono sotto le
coperte) Ma perché fa così?
MARIA Il fulmine dice qualcosa al tuono e il tuono gli risponde.
MARTA Il fulmine deve essere cattivo!
MARIA No, non è vero!
MARTA E allora perché il tuono si arrabbia tanto? Mi fa venire voglia di
piangere.
MARIA Ho un’idea: forse se cantiamo forte forte tutti insieme non
sentiremo i tuoni!

MUSICA 7 – “DO RE MI” RIPRESA

RAGAZZI
DO MI MI
MI SOL SOL
RE FA FA
LA SI SI
DO MI MI
MI SOL SOL
RE FA FA
LA SI SI

MARIA
(Sul cantato precedente) SE CONOSCI DO RE MI,
TUTTO CANTERAI COSÌ!

25
TUTTI
DO, SE DO UNA COSA A TE.
RE, OVVERO SUA MAESTÀ.
MI, È COME DIRE “A ME”.
FA, LA NOTA DOPO IL MI.
SOL, È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.
RAGAZZI
È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.
MARIA
LA, DI CERTO NON È QUA.
RAGAZZI
DI CERTO NON È QUA.
MARIA
SÌ, SE NON VUOI DIRE DI NO.
RAGAZZI
SE NON VUOI DIRE NO.
MARIA
E COSÌ SI TORNA AL DO.
TUTTI
SI TORNA AL…
DO SI TORNA AL…
DO …DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO RE MI FA SOL LA SI DO
TUTTI
SOL DO!

MUSICA 7A - CAMBIO SCENA E COMMENTO

SCENA 7 ­ ESTERNO VILLA

- La terrazza di villa Trapp. Poiché la terrazza è fuori dal salotto, le persone che entrano
in casa passano attraverso le vetrate che abbiamo visto nel salotto stesso. Vicino alle
finestre c'è un tavolo da terrazzo e due sedie. Sul tavolo c’è un vassoio con il servizio da
caffè. Davanti c’è una balaustra. La vista che il pubblico vede oltre la villa sono le Alpi. 
Franz sta preparando il tavolo per il caffè. Elsa Schraeder, una bella donna sulla fine dei
trenta, cosmopolita, sveglia e attraente, entra col Comandante Von Trapp, che ha in
mano uno scacciamosche. Franz.

ELSA (Entrando) È un posto incantevole.


TRAPP Franz, avverti il signor Detweiler che stiamo prendendo il caffè.
Nessun segno dei bambini?
26
FRANZ Non ancora, signore.
ELSA Le montagne sono magnifiche, Georg, veramente stupende.
TRAPP Le ho fatte mettere li apposta per te!
ELSA Oh!
MAX (Entrando) L'altezza di queste montagne è di oltre tremila metri e
Georg vuole sempre essere all'altezza della situazione!
TRAPP Se le tue battute non migliorano, ritirerò l'invito!
MAX Non mi hai invitato tu, sono stato io ad invitarmi!
ELSA Naturalmente!
MAX A te serviva la compagnia e a me una vacanza dove la cucina
fosse superba e il vino insuperabile! …E il tutto a prezzi
amichevoli!
ELSA Max, sei tremendo!
MAX Niente affatto, sono un simpatico scroccone! Posso avere del
caffè? Sai quel magnifico coro che da mesi cercavo di rubare a
Klopmann.
ELSA Ebbene?
MAX Li ha rubati prima Hernest. Dovrò esplorare i paraggi nei
prossimi giorni alla ricerca di un gruppo corale in attesa che io li
tragga dall'oscurità per irradiarli di fama al Festival di
Salisburgo!
TRAPP A loro la fama e a te il denaro.
MAX È ingiusto, lo ammetto. Ma un giorno questo cambierà, io avrò
anche la fama! Dovrò telefonare a Parigi, Roma e Stoccolma.
ELSA Dal telefono di Georg, vero?
MAX Allora perché sarei qui?! (Esce).
ELSA (Dopo una pausa) Georg, è davvero un'emozione essere qui con
te.
TRAPP Ti emoziono?
ELSA Lo ritieni possibile?
TRAPP No, solo fortemente improbabile.
ELSA Sai, Georg, sei molto meno enigmatico ora che ti vedo qui?
TRAPP Nel mio ambiente naturale?
ELSA Precisamente.
TRAPP Più in tono qui che a Vienna nei tuoi scintillanti saloni? È questo
che vuoi dire?
ELSA Più o meno.
TRAPP E che cosa te lo fa pensare?
ELSA È così bello qui, c'è una quiete! Come fai ad allontanarti così
spesso?
TRAPP Forse per convincermi di essere molto attivo.
ELSA Non sarà una fuga dai ricordi?
TRAPP No, soltanto la ricerca di un motivo per restare.
ELSA È per questo che capiti a Vienna o c'è qualche altra distrazione
là?

27
TRAPP Mi sarebbe difficile definirti una distrazione.
ELSA E allora come mi definisci?
TRAPP Bella, intelligente, simpatica, brillante e… forse mi odierai se te
lo dico: la mia salvatrice.
ELSA Molto poco romantico!
TRAPP Sarei un ingrato se non ti dicessi che sei stata tu a ridare un senso
alla mia vita.
ELSA Forse è vero, non sono antipatica, mi vesto nelle migliori sartorie
di Vienna, ho una brillante cerchia di amici e do qualche festa
divertente.
TRAPP Sì.
ELSA Ma togli tutto questo e che cosa rimane? Solo una povera donna
ricca senza affetti in vana ricerca come te.
TRAPP (C'è un attimo di imbarazzo) Chissà dove sono i ragazzi.
ELSA Forse mi hanno sentita arrivare e sono corsi a nascondersi!
TRAPP Speravo di trovarli qui ad accoglierti. Vado a vedere se sono
arrivati. (Si allontana mentre sopraggiunge Max).
MAX Ebbene?
ELSA Ebbene cosa?
MAX Suonano queste campane?
ELSA Suonano a distesa!
MAX Magnifico!
ELSA Ma non è detto che suonino per me.
MAX Che discorso è questo?
ELSA Un discorso che non ti riguarda. Mi preme troppo Georg e non ti
permetto di giocare con lui.
MAX Su, andiamo raccontami ogni sdolcinato, romantico e lacrimevole
particolare.
ELSA Diciamo che ho l'impressione di essere qui per sostenere un
esame.
MAX Per me sei già promossa!
ELSA Tutt'altro che facile!
MAX Ti conosco molto bene cara, troverai un sistema.
ELSA Sua moglie morendo lo ha lasciato col cuore a pezzi.
MAX E tuo marito morendo ti ha lasciato con un mucchio di quattrini!
ELSA Max, come sei volgare!
MAX Tu e Georg siete un po' la mia famiglia, ci tengo tanto che vi
sposiate! Bisogna che tutti quei soldini restino in famiglia. (Elsa
sta per rispondere quando arrivano i bambini) Ecco i ragazzi!

- Dal fondo del palco a sinistra corre avanti Gretl e si abbassa. Poi vediamo Marta che
fa la cavallina su Gretl e si abbassa. È seguita da Brigitta, Kurt, Louisa , Friederich e
Liesl, tutti che fanno il gioco della cavallina. Nel frattempo, richiamato dalle grida dei
ragazzi, Trapp entra in scena. L’ultima, che fa lo yodel è Maria. Il suo fare la cavallina
la porta direttamente ai piedi del capitano. Si alza compiaciuta e sorpresa.

28
MARIA Oh, comandante, siete tornato!

- I ragazzi circondano il comandante, sono felici.

RAGAZZI Papà… papà…


TRAPP Come vi siete conciati?! (Leva a Louisa un fazzoletto che porta
in testa).
KURT Papà ci siamo tanto divertiti…
TRAPP (Suona il fischietto e tutti i ragazzi si mettono in fila) Questa è la
baronessa Schraeder e questi sono i miei figli.
ELSA Molto lieta.
TRAPP Ed ora in casa, lavarsi, cambiarsi e tornare qui, scattare! (I
ragazzi escono seguiti da Max, anche Maria sta per andare)
Frauline, un momento prego.
ELSA Sarà meglio che vada a vedere cosa combina Max. (Esce).
TRAPP Frauline, se è lecito, posso sapere dove i miei ragazzi hanno
preso quegli…
MARIA Abiti da gioco.
TRAPP Abiti da gioco!
MARIA Li ho fatti io con le vecchie tende della mia stanza.
TRAPP Con le tende?!
MARIA Sì, è una stoffa molto resistente, ci sono stati dappertutto.
TRAPP Con questo non mi vorrete dire che i miei ragazzi sono andati in
giro per le strade di Salisburgo abbigliati con stoffa da tendaggi?!
MARIA Sì, e sono stati benissimo.
TRAPP Hanno le loro uniformi.
MARIA Perdonatemi: camice di forza.
TRAPP Questa non ve la perdono.
MARIA I ragazzi non possono giocare tranquilli se sono preoccupati di
sciupare i loro bei vestiti.
TRAPP Non se ne sono mai preoccupati.
MARIA Perché vi amano troppo e vi temono troppo!
TRAPP Non voglio sentire queste cose.
MARIA Sono i vosri figli e non li conoscete.
TRAPP Ho detto che non voglio discutere con voi dei miei figli.
MARIA Lo so che non volete, ma dovete sapere! Liesl…
TRAPP Frauline, non dite una parola su Liesl!
MARIA Non è più una bambina, un giorno scoprirà che è diventata una
donna e voi non la comprenderete più! Friederich è un ragazzo,
ma vorrebbe essere un uomo come voi e nessuno glielo
insegna…
TRAPP Non osate parlare di mio figlio!
MARIA Brigitta dice sempre la verità e nota tutto di tutti e se voi la
teneste meno distante vi potrebbe essere di aiuto, Kurt…

29
TRAPP Frauline!
MARIA …si atteggia a ribelle per non far vedere quanto la vostra
indifferenza lo ferisca…
TRAPP Basta!
MARIA Louisa ancora non la capisco ma qualcuno deve cercare di farlo!
I piccoli vogliono solo tenerezza! Vi prego, date loro tenerezza!
TRAPP È l'ultimo avvertimento, non dite altro dei miei figli!
MARIA Non ho ancora finito, comandante!
TRAPP Ma certo che avete finito, comandante! Frauline, ora farete
immediatamente le vostre valige e tornerete al convento. (Si
sente cantare nel salotto).

MUSICA 8 – LA MUSICA SA COSA VUOLE IL CUORE - RIPRESA

TRAPP Cos'è?
MARIA Cantano.
TRAPP Sì, lo sento che cantano, ma chi sta cantando?
MARIA I ragazzi.
TRAPP I ragazzi?

- Trapp seguito da Maria si avvia alla veranda, mentre la scena gira.

SCENA 8 - SALOTTO DELLA VILLA

- I ragazzi stanno cantando, Elsa, che fuma una sigaretta, e Max li ascoltano incantati.
Trapp si affaccia dalla vetrata e, commosso, si aggiunge al canto.

RAGAZZI
LA MUSICA SA
COSA VUOLE IL CUORE
E SUONA COSÌ
DA UN’ETERNITÀ.
LA MUSICA VA
TRA MONTAGNE E CIELO
E ARRIVA SUL VENTO FIN QUI DA ME.

UN SUONO STUPENDO MI AVVOLGE E MI PORTA VIA,
NELLA MIA FANTASIA.
MI CULLA IN UN SOGNO DI LIBERTÀ
È UNA DOLCE MAGIA;

COMANDANTE
IO SALGO LASSÙ,
SE IL MIO CUORE È SOLO,

30
E TROVO COSÌ
LA FELICITÀ
LA MUSICA SA
COSA VUOLE IL CUORE
CANTERÒ CON LEI.

- Quando la canzone finisce c’è un momento di commovente silenzio. Gretl, che ha un


mazzolino di fiori bianchi, guarda verso Maria. Maria fa un cenno col capo. Gretl va
verso Elsa, le tocca la gonna e le porge i fiori.

ELSA (Colpita) Edelweiss. (A Trapp) Non mi avevi detto di avere dei


figli eccezionali. Siete bravissimi.
TRAPP Ragazzi, andate con lo zio Max a far vedere il giardino alla
baronessa.
ELSA (Che non capisce perché viene allontanata) Con molto piacere.

- I ragazzi escono dalla veranda seguiti da Max ed Elsa. Maria si avvia alla comune.

TRAPP Frauline! (Maria si ferma e si volta) Mi sono comportato male, vi


chiedo scusa.
MARIA Sono io che parlo troppo, è il mio peggior difetto.
TRAPP Avete ragione, non conosco i miei figli.
MARIA Ma siete ancora in tempo, non chiedono altro.
TRAPP (Prende il fischietto dal taschino e lo mette in un cassetto) Avete
riportato la musica in questa casa, vi ringrazio. Frauline, voglio
che restiate… io vi chiedo di restare.
MARIA Se posso essere utile.
TRAPP Lo siete già stata, più di quanto crediate (Esce).

Taglio

- Maria fa per salire sulle scale e torna la baronessa.

ELSA Sono tornata indietro per congratularmi con lei.


MARIA Grazie
ELSA Il capitano era veramente commosso.
MARIA Sì, penso che gli sia piaciuto. Mi ha chiesto di rimanere con i
bambini.
ELSA Oh, allora rimane!
MARIA Fino a settembre .
ELSA Settembre?
MARIA Poi tornerò all’abbazia.
ELSA L’abbazia?
MARIA Sto’ per diventare una suora.
ELSA Oh, che bello! Quando tornarà all’abbazia, pensi a noi.

31
MARIA Pregherò per voi.

MUSICA 8A - CAMBIO SCENA

- La musica del cambio scena si trasforma nella musica della festa.


- La scena gira e ritorna l'esterno.

SCENA 9 - ESTERNO VILLA

- È notte e siamo nel pieno della festa. Intravediamo gli invitati che ballano e
chiacchierano. delle luci aggiunte e delle fiaccole decorano la terrazza.
- Alcuni invitati escono in veranda.

TAGLIO

ZELLER Finalmente il Comandante si è ripreso dalla sua depressione.


CONTESSA Qualcosa mi dice che è anche grazie all'arrivo di quella frauline
Maria che l'ambiente è diventato più familiare ed è tornata
l'allegria.
BARONESSA 1 Max Detweiler mi ha detto che i figli del comandante cantano
divinamente.
BARONESSA 2 Non c'è niente che possa esprimere quanto c'è di buono nel
nostro paese, meglio della limpida voce dei giovani austriaci.
ZELLER Baronessa, vuole forse farci credere che solo l'Austria ha il
monopolio delle virtù?
TRAPP (Che era entrato poco prima) Zeller, c'è tra noi chi preferisce
voci austriache che cantano a voci naziste che minacciano!
ZELLER Gli struzzi a volte nascondono la testa nella sabbia e a volte nelle
bandiere! L'annessione è imminente!
TRAPP Se i nazisti occuperanno l'Austria, sono sicuro, Zeller, che lei li
scorterà con la grancassa!
ZELLER Mi lusinga comandante.
TRAPP Oh, che sbadato, volevo denigrarla!
ZELLER Signore, se volete scusarmi… (Rientra).

MUSICA 9 - LAENDER (danza folcloristica austriaca)

CONTESSA Suonano Laender, non possiamo perderla!

- Tutti rientrano. La scena resta vuota per un momento e poi entra Kurt che trascina
Maria per una mano.

MARIA …Non lo ricordo!


KURT Ma sì. Vi prego!
MARIA Non lo ballo più da quando ero piccola!

32
KURT Insegnatemi!
MARIA Ma…
KURT Vi prego!
MARIA E va bene, ora tu l'inchino e io la riverenza.
KURT Cosi?
MARIA Bene, ora una passeggiatina, pronti: un, due, tre, un, due, tre, un
due, tre. Qua le mani, ora saltello, saltello, gira lentamente, ora
saltello, saltello, gira. Siamo un po’ fuori misura!
TRAPP (Che li aveva osservati senza essere visto, si avvicina a Maria)
Kurt, tu permetti, vero?

- Trapp prende le mani di Maria e danza con lei mentre Kurt li guarda. La danza
raggiunge poi un punto in cui Maria e il Comandante, mentre si tengono le mani,
devono eseguire una figura che vede Maria girare sotto il braccio del comandante e
assumere una posizione in cui le braccia di lui sono intorno a lei e la sua faccia vicina a
quella di Maria. Questa vicinanza fisica dà loro una certa consapevolezza. Quando
questa stessa figura viene ripetuta, Maria si ritrova sotto la magia di un’emozione che
non ha mai provato precedentemente e non capisce.
- Mentre Maria e Trapp ballano arriva tutti Elsa.

MARIA (Imbarazzata interrompe il ballo) Poi non mi ricordo più.


BRIGITTA (A Maria) Avete il viso tutto rosso.
MARIA È perché sono fuori esercizio.
ELSA Siete stati bravissimi!!
TRAPP Sarà meglio che i ragazzi vadano a letto.
ELSA Una festa davvero riuscita! (Esce con Trapp)
MARIA E’ molto importante che a voi piaccia la Baronessa Shroder.
BRIGITTA Perché è importante?
MARIA Bè… credo che diventerà la vostra nuova mamma.
BRIGGITA Papà non la sposerà mai.
MARIA Perché?
BRIGITTA Perché lui è innamorato di voi.
MARIA Brigitta, queste son proprio le cose…
BRIGITTA Lo dovreste sapere.
MARIA Brigitta, no!
BRIGITTA Quando parla con voi il suono della sua voce…
MARIA No, Brigitta, no.
BRIGITTA E il modo in cui lo guardate… Siete innamorata di lui.
TRAPP (Entrando con Elsa) Fraulaine Maria, cenerete con noi questa
sera.
MARIA (Maria fa no con la testa)
TRAPP Oh, sì. Andate a cambiarvi.
FRANZ Posso annunciare la cena comandante?
ELSA Oh no, non ancora. Vorrei che i bambini dessero la buona notte
nella stessa maniera di ieri.

33
TRAPP No, Elsa, non qui.
ELSA Per favore Georg.
TRAPP No, non davanti a degli estranei!
ELSA Per favore Georg, fallo per me.
TRAPP (Accondiscende) Forza bambini!

I bambini entrano. Arriva Max

ELSA Max! Sei arrivato appena in tempo! 

SCENA 10 - SALOTTO DELLA VILLA

- I bambini si allineano vicino le scale. Gli ospiti si riuniscono al lato opposto della
stanza.

MUSICA 10 - GOODBYE

RAGAZZI
I RINTOCCHI DEL PENDOLO
ALLE NOVE, SI SA,
FANNO SEMPRE QUEL DIN DON DAN
E POI DALLA NOSTRA STANZA
SENTI CHE GIÀ
UN UCCELLINO FA “CU­CÙ”…

CU­CÙ (ECC.)

…CI INFORMA TRISTEMENTE,
E IMPONE FERMAMENTE
DI DIRE A TUTTI: “CIAO”.

CIAO­CIAO, ADDIO,
AUF WIEDERSEHEN, GOODBYE.
MARTA
MI SPIACE, MA IO DEVO ANDARE ORMAI.
RAGAZZI
CIAO­CIAO, ADDIO,
AUF WIEDERSEHEN, ADIEU.
KURT
ADIEU, ADIEU,
A VOI, A VOI E A VOI.
RAGAZZI
CIAO­CIAO, ADDIO,
AU ‘VOIR, AUF WIEDERSEHEN.
34
LIESL
VORREI RESTARE A BERE LO CHAMPAGNE, (al comandante) NO?

COMANDANTE No.

RAGAZZI
CIAO­CIAO, ADDIO,
AUF WIEDERSEHEN, GOODBYE.
FRIEDRICH
IO VADO VIA DICENDO A VOI BYE­BYE. BYE­BYE.
BRIGITTA
IN VERITÀ SI È FATTO TARDI ORMAI…
LOUISA
IO VOLO VIA, SE NO SARANNO GUAI.
GRETL
DA SOLA QUI CHE COSA FACCIO MAI?
RAGAZZI
CIAO­CIAO, ADDIO,
AUF WIEDERSEHEN, GOODBYE..
GOODBYE. GOODBYE. GOODBYE.
GRETL
GOODBYE.

- Gli ospiti salutano i ragazzi con un cenno della mano.


- I ragazzi escono sull'applauso.

MAX Elsa, sono straordinari!


ELSA E’ stata fraulein Maria ad insegnarglielo.
MAX Ho cercato qualcosa del genere in tutta l’Austria e poi l’ho trovato qui.
ELSA No, Max, no.
MAX Un gruppo di sette bambini che cantano, un coro composto da una sola
famiglia!
ELSA Max, figurati! Georg non voleva nemmeno che cantassero questa sera
davanti agli ospiti! L’ho dovuto persuadere.
MAX Ah, allora sei influente. Devi parlare con lui.
ELSA Max!
MAX Elsa! Questo è importante per l’Austria.
FRANZ (Apparendo dalla comune) Signori, la cena è servita.

- Il salotto rimane vuoto. Vediamo Maria scendere le scale con l’abito con cui è arrivata,
dà un ultimo sguardo ed esce.

SCENA 11 – ABBAZIA – UFFICIO della SUPERIORA

35
- Siamo nell’ufficio della Superiora. La Madre Superiora, Suor Margaretta (In questa
scena ex suor Agata) e un’altra suora.

MARGARETTA Maria chiede di vedervi. So che ha impiegato molto tempo.


MADRE SUPERIORA Ho aspettato fino a quando fosse stata lei a voler tornare da
me.
MARGARETTA E’ strano. Lei è felice di essere qui, ma allo stesso tempo
infelice.
MADRE SUPERIORA Perché l’hanno rimandata qui, lo sai?
MARGARETTA Non parla. Non ha parlato se non per pregare.
MADRE SUPERIORA La vedrò.
MARGARETTA (avanza verso la porta) Maria.
M. SUPERIORA (Maria entra e si inginocchia davanti alla reverenda Madre)
Maria, so che sei depressa, mi dispiace.
MARIA Oh, reverenda Madre…
M. SUPERIORA Perché ti hanno rimandato qui?
MARIA Sono stata io, di mia volontà.
M. SUPERIORA Siedi Maria, e dimmi cosa è successo.
MARIA (Si siede). Ho avuto paura Madre.
M. SUPERIORA Erano cattivi con te?
MARIA No, no! Ero confusa, mi sentivo… non volevo restare lì…
sapevo che in convento sarei stata al sicuro.
M. SUPERIORA Un convento non può essere usato come rifugio. Cosa hai
paura di affrontare?
MARIA Non posso affrontare lui.
M. SUPERIORA (Dopo una pausa) Grazie sorelle. (Le suore escono). Maria, sei
innamorata del comandante Von Trapp?
MARIA (Alzandosi) Non lo so, non lo so, non lo so, io…la baronessa
ha detto di sì e ha detto anche che lui mi amava, ma io non
l’ho creduta… Certe volte quando lui mi guardava io…
M. SUPERIORA Tu gli hai fatto capire qualcosa?
MARIA Se l’ho fatto non me ne sono accorta. Io ero lì per conto del
Signore e quello che mi accadeva era male, non potevo restare,
non potevo! Sono pronta a prendere i voti, vi prego aiutatemi.
M. SUPERIORA Maria, anche l’amore tra due persone può essere sacro. Anche
se quando morirono i tuoi genitori eri molto piccola mi hai
detto di ricordarli felici.
MARIA Oh, sì, Madre. Erano molto felici.
M. SUPERIORA Maria, tu sei nata dalla loro felicità e dal loro amore. Figlia 
mia, tu hai una grande capacità d’amare. Quello che devi 
scoprire è come Dio vuole che tu trasmetta il tuo amore.
MARIA Ma io ho promesso il mio amore a Dio e voglio dedicare la
mia vita a Lui.

36
M. SUPERIORA Figlia mia, se tu ami quest’uomo, non vuol dire che amerai
meno Dio. Devi scoprirlo. Devi tornare indietro.
MARIA Madre, vi prego, non chiedetemelo, vi scongiuro, fatemi
rimanere qui!
M. SUPERIORA Nascondersi in convento non risolve i tuoi problemi. Devi
trovare la vera vocazione.
MARIA E come la trovo?
M. SUPERIORA Basta cercarla.

MUSICA 11 – SCALA OGNI CIMA

MADRE SUPERIORA
SCALA OGNI CIMA,
QUALUNQUE SIA,
SEGUI OGNI SENTIERO,
TROVA LA TUA VIA.

SCALA OGNI CIMA,
DOVUNQUE ANDRAI,
CERCA IN OGNI LUOGO,
FIN CHE TROVERAI...

…UN SOGNO D’AMORE E DI FELICITÀ
CHE PER SEMPRE OGNI GIORNO TI ACCOMPAGNERÀ.

SCALA OGNI CIMA,
QUALUNQUE SIA,
SEGUI OGNI SENTIERO,
TROVA LA TUA VIA. FINE PRIMO ATTO

37
SECONDO ATTO
MUSICA 1 – ENTR’ACT

SCENA 1 – ESTERNO VILLA

- I ragazzi giocano a mosca cieca con Max.

MAX Adesso basta. Sapete a che cosa giochiamo adesso? Alla prova
generale! Dai, su, facciamo finta di essere sul palcoscenico del
Festival! Liesl prendi la chitarra. (Liesl va e torna con la
chitarra) Vieni Marta, e ora tutti in gruppo, ognuno al proprio
posto. Liesl, dacci il “la”. (Liesl esegue). E ora stupitemi!

MUSICA 2 – “LA MUSICA SA COSA VUOLE IL CUORE” (RIPRESA)

RAGAZZI (tranne Gretl)


LA MUSICA SA
COSA VUOLE IL CUORE
E SUONA COSÌ
DA UN’ETERNITÀ…

MAX Gretl, perché non canti?


GRETL Mi fa male questo ditino. (Mostra un dito fasciato).
MAX Ma se hai cantato così bene la sera della festa! (Le bacia il
dito) Su, forza! Proviamo ancora. Vai Liesl!

RAGAZZI
LA MUSICA SA
COSA VUOLE IL CUORE
E SUONA COSÌ
DA UN’ETERNITÀ…

- Dal giardino arrivano Trapp e Elsa e i ragazzi smettono di cantare.

MAX I ragazzi hanno voluto cantare per me, cari, ma non cantano così
bene come sempre.
LOUISA Abbiamo bisogno di fraulein Maria.
TRAPP (Prendendo la chitarra da Liesl) No. Non ne abbiamo
bisogno della Sig.na Maria. Potete cantare altrettanto bene
con me.
MAX No con me. Io ho esperienza con cori, quartetti , club.
ELSA (Cambiando discordo) Dai Max, mi sento pronta per una
camminata veloce e corroborante.
MAX Questo è ciò di cui ho bisogno. (Esce con Elsa)
38
TRAPP Forza Cantate

LIESL (A cappella)
LA MUSICA SA
RAGAZZI
COSA VUOLE IL CUORE
E SUONA COSÌ
DA UN’ETERNITÀ…

TRAPP No, non quella. (spostando Louisa a parte) Louisa, hai


combinato uno dei tuoi scherzetti a fraulein Maria?
LOUISA Solo quelli che le piacevano e la facevano ridere.
TRAPP Non hai messo rospi nel suo letto?
LOUISA No, papà.
TRAPP Be’, qualcosa deve essere successo per far sì che ci lasciasse
senza nemmeno salutarci.
GRETL Fraulein Maria non tornerà?
TRAPP No, cara. Non penso.
MARTA Ma era la migliore istitutrice che avessimo mai avuto.
TRAPP Non avrete più nessuna istitutrice.
LOUISA Oh, bene!
KURT Non sono così sicuro sia un bene.
TRAPP State per avere una nuova mamma.
LIESL Una nuova mamma?
FRIEDRICH La baronessa Schroder?
TRAPP Sì. Lo abbiamo deciso ieri notte. Sono molto felice. Bene, è
ora della vostra passeggiata pomeridiana. (Esce).
GRETL Io mi sento a terra!
BRIGITTA Quando frauline Maria si sentiva giù, cantava quella canzone…
ricordate?
LIESL Dai, proviamo.

MUSICA 3 – LE COSE CHE AMO DI PIÙ - RIPRESA

RAGAZZI
PONY BIANCHISSIMI, STRUDEL DI MELE.
SLITTE DA NEVE, IL SAPORE DEL MIELE.
PACCHI REGALO CON GRAN FIOCCHI BLU.

GRETL Perché ancora non mi sento meglio?

RAGAZZI
GOCCE DI PIOGGIA SU ROSE SBOCCIATE,
GUANTI DI LANA E NOTTI STELLATE.

39
MARIA (Da fuori)
ANATRE IN VOLO NEL CIELO LASSÙ.
SONO LE COSE CHE AMO DI PIÙ.

- Entra Maria e i ragazzi le corrono incontro.

TUTTI
QUANDO PIANGI,
QUANDO SBUFFI,
NON BUTTARTI GIÙ;
RICORDA LE COSE CHE AMI DI PIÙ
E TI SENTIRAI PIÙ SU.

MARIA Cari, che gioia rivedervi! Devo parlare subito con vostro
padre.
MARTA Lo vado a cercare io! (Esce).
KURT Vengo con te!
MARIA Liesl, tu stai bene?
LIESL Così…
MARIA Hai ricevuto tanti telegrammi?
LIESL Neanche uno, ma attendo fiduciosa… tra poco comincerà la
scuola e allora…
MARIA Oh, non usare la scuola per sfuggire dai tuoi problemi, devi
affrontarli. Ho tante di quelle cose da dirvi…
LOUISA Anche noi, moltissime.
MARIA Oh, ne sono certa…
BRIGITTA La cosa più importante è che papà riprende moglie.
MARIA Davvero?
LOUISA Sì, sposa la baronessa. Ce lo ha appena detto lui stesso.
MARIA (Triste) Oh, bene.
KURT Lo abbiamo trovato!
TRAPP Liesl.
LIESL Andiamo ragazzi. Andiamo al gazebo a giocare.

- I ragazzi escono.

TRAPP Ci avete lasciati senza un saluto. Nemmeno i ragazzi avete


salutato.
MARIA Ho fatto male, perdonatemi.
TRAPP Ma perché?
MARIA Non domandatemelo, quel motivo ormai non esiste più.
TRAPP Siete tornata per restare?
MARIA Soltanto finché non avrete trovato un’altra istitutrice.

40
TRAPP Oh no! Sei mancata ai miei figli, sei mancata a me­
sei   mancata   a   tutti.   Niente   era   più   la   stessa   cosa
quando non c’eri. Tutto era sbagliato.
MARIA Ma io...
TRAPP Ne parleremo dopo. Vai dai bambini ora.

- Maria esce ed entrano Max ed Elsa.

ELSA Georg, rispondici a questa domanda, dicci dove


arrivano le tue proprietà.
TRAPP Arrivano fino al muro di pietra.
ELSA (girandosi verso Max) Vedi. Ho vinto.
FRANZ (Franz entra dalla casa) Sig. Detweiler, mentre
eravate fuori avete ricevuto una chiamata da Berlino.
MAX: (innocentemente) Chi mai può chiamarmi da Berlino?
FRANZ Hanno detto che avrebbe saputo chi stava chiamando.
MAX Grazie Franz (Franz rientra in casa) Georg, di cosa
stavamo parlando?
TRAPP Questa non è la prima telefonata che ricevi da
Berlino.
MAX Georg, lo sai che non ho nessuna idea politica, cosa
posso farci se altri ne hanno?
ELSA I tedeschi hanno promesso di non invadere l’Austria.
Max lo sa.
TRAPP E allora perché rispondi a tutte queste chiamate da
Berlino?
MAX C’era un uomo che stava morendo. Gli stavano dando
l’estrema unzione e gli hanno chiesto:”rinuci al
diavolo e alle sue tentazioni?” e lui ha risposto “In
questo momento preferirei non farmi nessun nemico”.
ELSA Georg, se dovessero invaderci, eseguiresti i loro
ordini?
TRAPP No.
MAX Ma ti rendi conto di cosa potrebbe accadere alla tua
proprietà?
ELSA Ai tuoi bambini?
TRAPP E voi cosa fareste se arrivassero?
MAX Una cosa è sicura, niente di ciò che potresti fare,
farebbe la differenza.
FRANZ (Esce dalla casa, rivolgendosi a Max) La sua
chiamata da Berlino, Signore.
TRAPP (Puntando Franz) Nella bocca del leone.
MAX Li richiamerò.
ELSA Puoi anche parlarci ora Max.

41
- Max entra in casa seguito da Franz

ELSA Georg, sento di sapere cosa accadrà qui. Puoi vedere


le cose come le vedo io?
TRAPP No, non se vedi le cose come loro.
ELSA C’è una cosa che fate meglio qui che a Vienna… i
tramonti. Mi mancheranno.
MARIA (uscendo dalla casa) Comandante… oh, scusate!
ELSA Maria! Georg, non mi avevi detto che fraulain Maria
era tornata.
MARIA Sono così contenta e permettetemi di augurarvi tanta
felicità, baronessa. I bambini mi hanno detto che state
per sposarvi.
ELSA Oh, mi dispiace. I bambini si sono sbagliati. Georg
,devo andare a preparare la mia valigia, devo tornare a
Vienna.
TRAPP Se senti di dover andare... Dirò a Franz di preparare
la macchina.
ELSA Posso farlo da sola (Quando lui le bacia la mano lei
fa scivolare l’anello di fidanzamento nella sua mano)
Auf Wiedersehen, Gerog. Arrivederci Maria (entra in
casa)
MARIA Mi dispiace se ho detto qualcosa che non a rei dovuto
dire.
TRAPP Hai detto la cosa sbagliata, ma l’hai detta al momento
giusto.
MARIA I bambini mi hanno detto che stava per sposare la
baronessa Schaeder.
TRAPP Abbiamo scoperto che non potevamo andare nella
stessa direzione. Quella porta è chiusa.
MARIA La Reverenda Madre dice sempre che quando si chiude una
porta è perché se ne apre un’altra.
TRAPP E che cos’altro dice la reverenda Madre?
MARIA Di scoprire per quale vita si è nati.
TRAPP Ed è per questo che sei tornata?
MARIA Sì.
TRAPP E l’hai scoperto?
MARIA Credo di sì… sono certa di sì.
TRAPP Ti amo.
MARIA Ma questo sta accadendo proprio a me?!

La villa esce ed entra il gazebo.

MUSICA 4 – TUTTO CÌÒ CHE VOGLIO

42
SCENA 2 - GAZEBO

MARIA
IO QUASI NON CI CREDO ANCORA,
NON SO DESIDERARE DI PIÙ;
NEANCHE NEI MIEI SOGNI SPERAVO CHE TU

MI ABBRACCIASSI FORTE COSÌ.

ADESSO CHE QUESTA È LA REALTÀ:
TRA NOI QUALCOSA C’È,
TUTTO CIÒ CHE VOGLIO
È SOLO
RESTARE UN PO’ QUI CON TE.

SEMPRE C’È UN MOTIVO,
SEMPRE C’È UN PERCHÉ
E ADESSO CIÒ CHE VOGLIO
È SOLO
RESTARE UN PO’ QUI CON TE.

TRAPP Lo sai quando è stato che ho iniziato ad amarti? Dal primo


giorno, quando i ragazzi ti fecero quello scherzo.
MARIA Io da quando ti ho visto adoperare il fischietto.
TRAPP Amore mio.

COMANDANTE
ADESSO CHE QUESTA È LA REALTÀ:
TRA NOI QUALCOSA C’È,

MARIA
TUTTO CIÒ CHE VOGLIO,
È SOLO
RESTARE UN PO’ QUI CON TE.

ENTRAMBI
SEMPRE C’È UN MOTIVO,
SEMPRE C’È UN PERCHÉ
MARIA
E ADESSO CIÒ CHE VOGLIO
COMANDANTE
È SOLO

43
MARIA
RESTARE UN PO’…
ENTRAMBI
QUI CON TE.

TRAPP Maria, non c’è qualcuno a cui devo chiedere il permesso per
sposarti?
MARIA Perché non lo chiedi ai ragazzi?

- Si baciano.

MUSICA 5 - MATRIMONIO

SCENA 3 - MATRIMONIO

- Il gazebo gira e nascondendo Maria e Georg, scopre l’esterno di una chiesetta. Dalla
porta appaiono Georg e Maria vestiti da sposi;
- Da destra e sinistra entrano i ragazzi in abiti da cerimonia.
- Georg infila l’anello al dito di Maria e Maria fa lo stesso con Georg, poi Georg le alza
il velo e i due si baciano.
- La musica arrivata ad un “maestoso con impeto” si trasforma violentemente in una
serie di note dissonanti e sgradevoli mentre un’enorme bandiera con la svastica copre la
scena.

SCENA 4 – SALOTTO DELLA VILLA

- Quando lentamente sale la bandiera, scopriamo l’interno della villa.

MAX (Venendo giù dalle scale) Ragazzi! Ragazzi! Guardate! Il


Festival di Salisburgo del 1938. (Liesl, Brigitta e Gretl con la
bambola, entrano dalla terrazza. Max tiene alzati i
programmi) Guardate qui! I cantanti della famiglia Von Trapp!
E qui ci sono tutti i vostri nomi: Liesl, Friederich, Louisa,
Kurt, Brigitta Marta e Gretl.
GRETL Ma perché sono sempre l’ultima?
MAX Perché sei la più importante!
BRIGITTA Zio Max, sei sicuro che papà approverà che cantiamo in
pubblico?
MAX Ne sarà orgogliosissimo!
BRIGITTA Liesl, tu ci credi?
MAX Non ti fidi di me?
BRIGITTA No.
MAX Sei un'intelligenza superiore!
GOVERNANTE (Entrando) Il Sig. Gauleiter è qui. Vuole sapere come mai qui
da noi non sventola la nuova bandiera.
44
- Il sig. Zeller entra dalla comune. È in abiti civili.

ZELLER (Salutando Max) Heil!


GOVERNANTE Ho provato a spiegarlo…
ZELLER Silenzio. (A Max) Quando rientrerà il comandante Von Trapp?
MAX (Va verso Zeller) È in viaggio di nozze e non ci ha fatto sapere
niente.
ZELLER Volete farmi credere che il comandante non fa avere notizie di
sé ai figli da più di un mese?
MAX Zeller, quanti uomini conoscete che comunicano con i figli in
viaggio di nozze?
ZELLER Non è il momento di scherzare! Sono già passati quattro giorni
dall’annessione e questa è l’unica casa che non espone la
bandiera del Terzo Reich. (Gli dà una bandiera che aveva in
mano) Esponga la bandiera!
GOVERNANTE Il comandante Von Trapp non vorrebbe… voglio dire, posso
eseguire solo gli ordini del comandante Von Trapp.
ZELLER Voi prenderete gli ordini da noi, e così farà il comandante Von
Trapp! (Rivolgendosi a Max, salutando) Heil! (Esce dalla
comune seguito dalla governante).
GRETL Perché era così nero?
MAX Sono tutti neri in questi giorni.
MARTA Sarà la bandiera col ragno nero in mezzo che innervosisce la
gente. (I ragazzi escono).
LIESL (Va verso il centro da Max) Papà avrà dei problemi?
MAX No, non li avrà. La cosa da fare oggi giorno è andare d’accordo
con tutti. (Esce dalle scale).

- Liesl sta uscendo dalla comune quando si sente chiamare.

ROLF Liesl! Liesl! (Entra dalla veranda).


LIESL Rolf! Rolf, che gioia rivederti! È passato tanto tempo…
ROLF Buonasera. Per favore, prendi questo e consegnalo a tuo padre
appena torna a casa.
LIESL È ancora in viaggio di nozze.
ROLF Sì, lo so.
LIESL Lo sapevi?
ROLF Noi sappiamo tutto di tutti.
LIESL Voi chi?
ROLF Dai a tuo padre questo telegramma, viene da Berlino. (Vede il
maggiordomo) Oh, Franz! Questo telegramma deve essere
consegnato nelle mani del comandante Von Trapp.
MAGGIORDOMO Heil! (Fa il saluto).

45
ROLF Heil! (Rolf restituisce il saluto e gli consegna il telegramma
davanti agli occhi di Liesl. Franz esce dallo studio).
LIESL (Scioccata) Rolf! E persino Franz.
ROLF Sì, persino Franz. Anche io! Anche tutti gli altri a Salisburgo,
eccetto il grande comandante Von Trapp. Se sapesse cos’è
meglio per lui, verrebbe dalla parte giusta.
LIESL Non parlare in questo modo.
ROLF Tuo padre farebbe meglio a lasciare la nazione. Oggi ci sono
cose molto spiacevoli che possono succedere ad un uomo del
genere di tuo padre! Farebbe bene ad andarsene velocemente.
LIESL Come hai potuto voltare le spalle a mio padre in quel modo?
(Liesl piange).
ROLF Piangi quanto vuoi, ma ricorda quello che ti ho detto prima che
sia troppo tardi. (Esce dalla veranda).
LIESL Rolf! (Si butta sul divano piangendo mentre il maggiordomo
attraversa la scena uscendo dalla comune).

MUSICA 5A - PASSAGGIO DI TEMPO

- Fuori diventa notte. Liesl si alza dal divano accende le luci e sale verso le scale.

RAGAZZI (Da fuori) Sono tornati! Sono tornati!

- Il Comandante e Maria entrano dalla comune, circondati dai bambini. Liesl si unisce a
loro nei saluti mentre Max scende dalle scale. Il maggiordomo e la governante passano
con i bagagli.

MARIA Max!
MAX (Scendendo) Georg, non vi aspettavamo prima della settimana
prossima.
TRAPP (Al centro) Max, è un bene che tu sia qui. Ci sono tante cose
che vorrei sapere.
MARIA (Alla sinistra del comandante) Ci siete mancati tantissimo.
GRETL Che cosa vi è mancato di più?
MARIA Ci è mancato il vostro baccano!
TRAPP Tutto il baccano che fate dicendo di fare silenzio.
MARIA Ci è mancato sentirvi cantare.
BRIGITTA Siete tornati giusto in tempo per sentirci cantare. Guarda
frauline Maria, anzi mamma! Cantiamo al Festival di
Salisburgo! (Gli mostra un programma e Trapp lo prende).
MAX Sorpresa, sorpresa!
TRAPP All'ingresso ci sono dei regali per voi, andate. (I ragazzi
escono). Max, sei tu il responsabile di questo?

46
MAX (Andando verso di lui) Georg, pensa che fortuna, li hanno
ammessi tutti! L'avvenimento del Festival! Sette ragazzi e tutti
della stessa famiglia.
TRAPP Non la mia famiglia!
MAX La giuria è rimasta incantata!
MARIA (Va verso Max) Max, cosa hanno detto?
MAX Non ho mai visto tanto entusiasmo!
MARIA Georg, hai sentito!
TRAPP (Calmo, ma risoluto) La famiglia Von Trapp non canta in
pubblico. (Mette nel taschino di Max il programma del
festival).
MARIA Ma se possono rendere la gente felice…
TRAPP (Va verso lo studio) È fuori discussione!
MAX Georg, è per l’Austria.
TRAPP L’ Austria non esiste.
MAX Ma l’annessione è avvenuta pacificamente. Cerchiamo almeno
di essere grati per questo.
TRAPP Grati?! (Poi, con calma) A quei maiali? (Esce).
MAX Maria, Georg deve almeno fingere di collaborare con questa
gente, devi convincerlo!
MARIA (Davanti al sofà) No, Max, no.
MAX Maria, tu devi.
MARIA Non gli chiederò di rinnegare le sue idee.
MAX E allora glielo chiederò io. (Esce e segue Trapp).
LIESL (Entrando con una collana di perle) Mamma, è bellissima! Mi
piace chiamarti mamma.
MARIA E a me piace sentirlo!
LIESL Tu sei molto innamorata di papà, vero? (Si siede con Maria sul
sofà).
MARIA Sì, molto.
LIESL Che fa una quando crede di amare qualcuno anzi, quando
smette di amare qualcuno? O lui smette di amare te?
MARIA Piange un po’ e poi aspetta che torni il sereno, e torna sempre!
LIESL A volte mi sembra che mi crolli tutto addosso.
MARIA E poi vedi tutto rosa…
LIESL Sì!
MARIA Succedeva anche a me, ma un giorno sarai felice come me, te
lo giuro.
LIESL Ne sei veramente convinta?

MUSICA 6 – QUINDIC’ANNI QUASI SEDICI - RIPRESA

MARIA
QUINDIC’ANNI, QUASI SEDICI,
È UNA STUPENDA ETÀ

47
PER ASPETTARE
IL VERO AMORE
CHE TI CONQUISTERÀ.

LIESL
QUINDIC’ANNI, QUASI SEDICI,
CHE FAVOLOSA ETÀ!
POSSO SOGNARE
CON TUTTO IL CUORE
CHE PRESTO ARRIVERÀ.

MARIA
CREDIMI SE TI DICO CHE
L’AMORE TROVERAI,
TUTTA LA VITA ACCANTO A TE,
CON LUI TI SPOSERAI!

FORSE ANCORA NON CI CREDI,
MA LO VEDRAI DA TE.
DEVI ANCORA AVER PAZIENZA
SOLO DUE ANNI O TRE.
LIESL
SOLO DUE ANNI…
INSIEME
O TRE!

- Finita la canzone entra Trapp con un telegramma in mano, seguito da Max

MARIA Cos’é Georg?


TRAPP Viene da Berlino, mi danno un incarico importante nella loro
marina, mi ordinano di accettare immediatamente e di
presentarmi al porto di Brema domani! Sarebbe un sollievo
sapere che tu e i bambini foste al sicuro. Ma… vorrebbe anche
dire… per favore Maria, aiutami.
MARIA Georg, qualsiasi cosa tu decida, sarà anche la mia decisione.
TRAPP Grazie. Ora so che non posso farlo.
MARIA Tu devi partire stanotte, ora!
TRAPP Sì, ma non senza la mia famiglia! Dobbiamo lasciare l’Austria
immediatamente.
MARIA Ho bisogno dei bambini. Liesl, veloce, trova i bambini, veloce.
TRAPP Non pensavo di dover fronteggiare una decisione simile così
presto.
MAX Mi spezza il cuore pensare che un così bel complesso di
cantori non partecipi al Festival stasera!
48
TRAPP (Entrano i ragazzi) Su, forza, svelti!
MARIA (Sulle scale) Venite con me! (I ragazzi escono con Maria dalle
scale).
TRAPP (A Max) Quando se ne accorgeranno saremo già al confine.
MAX Io spero che apprezzi il sacrificio che faccio!
TRAPP Dobbiamo pianificare la partenza. Ci staranno certamente
controllando!

- Dalla vetrata appare Zeller con degli uomini in nero.

ZELLER Ben tornato, comandante!


MAX Cosa sta succedendo?! Truppe d'assalto!
ZELLER Comandante Von Trapp, vi è stato spedito un telegramma.
TRAPP L’ho appena ricevuto. Come saprà sono stato in viaggio di
nozze.
ZELLER Congratulazioni, comandante.
TRAPP Sono rientrato da solo mezz’ora.
ZELLER Io ho l'ordine di condurvi immediatamente al porto di Brema,
dove assumerete il vostro incarico.
MARIA (Scendendo le scale, con finta innocenza) Immediatamente?
Oh, mi dispiace Georg, è impossibile per te!
TRAPP Permettetemi di presentarvi mia moglie, la baronessa Von
Trapp.
ZELLER Signora.
MARIA Quello che volevo dire, signore, è che siamo tutti impegnati a
cantare al festival di Salisburgo questa sera. (I bambini
iniziano ad arrivare).
MAX Vedete, i cantanti della famiglia Von Trapp… qui sul
programma. (Mostra il programma).
ZELLER È difficile da credere, il comandante Von Trapp che canta ad
un concerto.
MAX Sarà una serata eccezionale, oltre ogni più ottimistica
previsione.
TRAPP Come vedete Zeller, sono un uomo dalle virtù nascoste.
ZELLER (Indica il programma) Qui ci sono solo i nomi dei bambini.
TRAPP C'è scritto i cantori della famiglia Von Trapp, e io sono il capo
della famiglia Von Trapp. Perdonatemi, siamo in ritardo e devo
ancora cambiarmi.
ZELLER Tarderò solo di un po’ l'esecuzione degli ordini. Canterete tutti
al festival, ma solo perché io voglio che sia così. (Trapp si
avvia alle scale). Sarà un'altra dimostrazione che in Austria
niente è cambiato. E alla fine del concerto, il comandante sarà
condotto a Brema. Ora noi scorteremo questa bella famiglia
canterina al festival.
MAX Non saranno necessarie scorte, Zeller.

49
ZELLER Non è una necessità, è un piacere! E poi noi non vorremmo
che il comandante si perdesse nella folla, vi pare?!
MAX Nooo!

MUSICA 7 - IL PASTORE SOLO

SCENA 5 – IL PALCOSCENICO DEL FESTIVAL

- Mentre cambia la scena si sente il canto dell'ultimo gruppo in concorso.


- Sul palco ci sono bandiere naziste e diversi soldati presidiano il palco.

CONCORRENTI DEL FESTIVAL


CANTA SUI MONTI UN PASTORE SOLO.
LAYEE ODL, LAYEE LAYEE ODL LAYEE LAYEE ODL O.
PROPRIO LA VOCE DI UN USIGNOLO:
LAYEE ODL, LAYEE LAYEE ODL LAYEE O.
GIÙ PER LA VALLE SI UDÌ L’ASSOLO:
LAYEE ODL, LAYEE LAYEE ODL LAYEE LAYEE ODL O,
CHE CANTICCHIAVA IL PASTORE SOLO:
LAYEE ODL, LAYEE LAYEE ODL LAYEE O.

ODL LAYEE… ODL LAYEE… (Ecc.)
LAYEE LAYEE ODL LAYEE… (Ecc.)

UNA FANCIULLA SENTÌ L’ASSOLO:
LAYEE ODL, LAYEE LAYEE ODL LAYEE LAYEE ODL O.
CHE CANTICCHIAVA IL PASTORE SOLO:
LAYEE ODL, LAYEE LAYEE ODL LAYEE O.

ODL LAYEE… ODL LAYEE… (Ecc.)
LAYEE LAYEE ODL LAYEE… (Ecc.)

FORTE RISPOSE A QUELL’”USIGNOLO”:
LAYEE ODL, LAYEE LAYEE ODL LAYEE LAYEE ODL O.
ED IL PASTORE MAI PIÙ FU PIÙ SOLO!
LAYEE ODL, LAYEE LAYEE ODL LAYEE O.

ODL LAYEE… ODL LAYEE… (ECC.)

- L'ultimo gruppo in concorso finisce di cantare.


- Max entra e presenta.

MAX Ed ora l'ultimo gruppo in concorso! Un gruppo formato da una


sola famiglia… I cantori della famiglia Von Trapp!
50
TRAPP (Al microfono con una chitarra) Amici, austriaci, starò senza
vedervi probabilmente per molto tempo e vorrei dedicare a
tutti voi un canto d'amore. Dio voglia che questo canto
d'amore non finisca mai!

MUSICA 8 - EDELWEISS

COMANDANTE e RAGAZZI
EDELWEISS, EDELWEISS,
BIANCA STELLA DI NEVE.
TU NON SAI COME FAI,
SPUNTI SOFFICE E LIEVE.
TI SCHIUDERAI 
E POI CRESCERAI,
CRESCERAI PER SEMPRE.
EDELWEISS, EDELWEISS,
FIORE DELLA MIA GENTE.

MARIA
EDELWEISS, EDELWEISS
TUTTI,
BIANCA STELLA DI NEVE.
TU NON SAI COME FAI,
SPUNTI SOFFICE E LIEVE.
TI SCHIUDERAI 
E POI CRESCERAI,
CRESCERAI PER SEMPRE.
EDELWEISS, EDELWEISS,
FIORE DELLA MIA GENTE.

- Max si unisce all'applauso del pubblico e guarda i Von Trapp uscire.

MAX Signore e signori, ho qui la decisione dei nostri distinti giudici.


(Guarda il foglio, poi guarda fuori in direzione dei Von Trapp.
Si ferma.) Cominceremo dal terzo classificato. Per questa
posizione, i giudici hanno scelto il trio dei cantanti di
Herwegen.

MUSICA 8A – STACCO MUSICALE.

MAX (Fa un segno e il trio entra, Max porge ai vincitori dei fiori
portati da una maschera, il trio si inchina ed esce) Il secondo

51
premio è stato assegnato alla signorina Schweiger, la prima
solista del coro della chiesa di Sant'Agata a Murbach.

MUSICA 8B – STACCO MUSICALE.

MAX (Fa un segno e la sig.na Schweiger entra, Max sempre regala


i fiori, la signorina si inchina ed esce. Max procede
lentamente con la premiazione) E il primo premio, il più alto
riconoscimento del Festival, va alla famiglia Von Trapp. (La
maschera entra ancora coi fiori).

MUSICA 8C – STACCO MUSICALE.

MAX (Fa un segno verso il fondo ma non compaiono) La famiglia


Von Trapp.

MUSICA 8D – STACCO MUSICALE.

MAX (E ancora fa un gesto ma nessuno compare).

MUSICA 8E – STACCO MUSICALE.

- C'è un attimo di agitazione e dal fondo compare Rolf.

ROLF Sono fuggiti!

- Si sentono fischietti e comandi. Tutti i soldati escono dal fondo mentre cambia la
scena.

MUSICA 8F - CAMBIO SCENA

SCENA 6 - IL CIMITERO DELL'ABBAZIA

- Un alto muro chiude la parete di fondo, davanti diverse tombe. L'accesso al cimitero è
sulla destra.
- La Madre Superiora entra con una suora seguita dalla famiglia Von Trapp.
- Solo un raggio di luna illumina la scena.
- Fuori si sentono le voci dei nazisti.

M. SUPERIORA Presto, entrate… fate piano…


MARIA Mi spiace Madre, non pensavo di esporvi a tanto pericolo!
M. SUPERIORA Ormai ci sono abituata… questa è la terza volta che vengono a
perquisire…
TRAPP È oltraggioso!

52
M. SUPERIORA Non per questa gente! Tutte le volte hanno sempre ispezionato
l'interno, mai qui. Qui starete al sicuro.
TRAPP Pensavamo di chiedervi l'auto del convento.
M. SUPERIORA Credo che vi servirebbe a poco, avranno già dato l'allarme e
avranno sbarrato il confine. Restate qui in silenzio. (Esce).
TRAPP (Dirigendosi alle tombe) Andiamo, nascondiamoci qui dietro.
KURT Ho paura!
MARTA Anch'io.
GRETL Mamma.
MARIA Sì, Gretl?
GRETL Per non avere paura, ci farebbe bene cantare la nostra
canzoncina?
MARIA No, Gretl, non ci farebbe bene! Devi stare zitta-zitta, qui stretta
a me.

- Liesl è l'ultima a nascondersi.

TRAPP Svelta Liesl!

- Liesl va a nascondersi quando dalla porta esce Rolf che con una torcia illumina Trapp.
C'è un attimo di silenzio. Rolf punta la pistola.

ROLF (Chiama) Tenente!


LIESL (Uscendo dal nascondiglio) Rolf! Ti prego!
TRAPP No, aspetta!

- Tutti escono dal nascondiglio.

ROLF (Dopo aver illuminato tutti uno per uno) Vogliono voi, non
loro.
TRAPP Mettila giù.
ROLF Non un'altra mossa o sparo!
TRAPP Sei solo un ragazzo, tu non sei uno di loro.
ROLF Fermo dove siete!
TRAPP Vieni via con noi, prima che sia tardi.
ROLF Non un altro passo… vi uccido!
TRAPP Dammi quella pistola Rolf!
ROLF (Ha un attimo di incertezza e poi urla) Qui non c'è nessuno!
(Esce).
VOCI (Fuori scena) Presto andiamo!

- Si sente il rumore di una macchina che si allontana.


- Entrano in scena due suore con una scala a pioli seguite dalla superiora.

53
M. SUPERIORA Se ne sono andati. Presto, è bene che partiate subito! Hanno
lasciato un soldato all’ingresso. Dovrete passare dalle
montagne!
MARIA Certo, io conosco quelle montagne come le mie tasche!
TRAPP Arrivati lassù saremo in Svizzera. Ma i bambini?
MARIA Possiamo aiutarli.
KURT Papà, ce la faremo senza aiuto!
M. SUPERIORA Adesso andate, scavalcate il muro e dritti verso la montagna!

- I ragazzi incominciano a scavalcare il muro salendo la scala a pioli tenuta dalle suore.

Taglio

- Maria, prima di andarsene, va dalla Madre Superiora.

MARIA Grazie. Grazie e ricordateci nelle vostre preghiere.


M. SUPERIORA Vai con gioia e in pace. Le montagne e le colline si apriranno
davanti a voi nel canto.

MUSICA 9 - FINALE

- La Madre Superiora intona una canzone mentre Maria e i ragazzi finiscono di


scavalcare il muro.

MADRE SUPERIORA
SCALA OGNI CIMA,
QUALUNQUE SIA,
SEGUI OGNI SENTIERO,
TROVA LA TUA VIA.

SUORE
SCALA OGNI CIMA,
DOVUNQUE ANDRAI,
CERCA IN OGNI LUOGO,
FINCHÈ TROVERAI...

…UN SOGNO D’AMORE E DI FELICITÀ
CHE PER SEMPRE OGNI GIORNO TI ACCOMPAGNERÀ.

SCALA OGNI CIMA,
QUALUNQUE SIA,
SEGUI OGNI SENTIERO,

MADRE SUPERIORA

54
TROVA LA TUA VIA.

FAMIGLIA TRAPP
IO SALGO QUASSÙ,
SE IL MIO CUORE È SOLO,
E TROVO COSÌ
LA FELICITÀ.
LA MUSICA SA
COSA DICE IL CUORE
CANTERÒ CON LEI.

FINE
MUSICA 9A. - RINGRAZIAMENTI

MUSICA 10 - DO RE MI (FINALE)

GRETL
DO.
TUTTI
…SE DO UNA COSA A TE.
MARTA
RE.
TUTTI
…OVVERO SUA MAESTÀ.
BRIGITTA
MI.
TUTTI
…È COME DIRE “A ME”.
KURT
FA.
TUTTI
…LA NOTA DOPO IL MI.
LOUISA
SOL.
TUTTI
…È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.

FRIEDRICH
LA.
TUTTI
…DI CERTO NON È QUA.

55
LIESL
SI.
TUTTI
…SE NON VUOI DIRE NO.
E COSÌ SI TORNA AL DO.
DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO SI LA SOL FA MI RE DO
SOL DO

RAGAZZI (Ognuno canta la propria nota creando un effetto carillon).


DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO SI LA SOL FA MI RE
DO MI MI
MI SOL SOL
RE FA FA
LA SI SI
DO MI MI
MI SOL SOL
RE FA FA
LA SI SI

MARIA
(Sul cantato precedente) SE CONOSCI DO RE MI,
TUTTO CANTERAI COSÌ!

TUTTI
DO, SE DO UNA COSA A TE.
RE, OVVERO SUA MAESTÀ.
MI, È COME DIRE “A ME”.
FA, LA NOTA DOPO IL MI.
SOL, È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.
RAGAZZI
È IL SOLE IN MEZZO AL BLU.
MARIA
LA, DI CERTO NON È QUA.
RAGAZZI
DI CERTO NON È QUA.
MARIA
SÌ, SE NON VUOI DIRE DI NO.
RAGAZZI
SE NON VUOI DIRE NO.
MARIA

56
E COSÌ SI TORNA AL DO.
TUTTI
SI TORNA AL…
DO SI TORNA AL…
DO …DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO RE MI FA SOL LA SI DO
DO RE MI FA SOL LA SI DO
TUTTI
SOL DO!

57