Sei sulla pagina 1di 7

SHCEDA TECHNICA LUCI

Atto I
ROMEO E GIULIETTA, AMA E CAMBIA IL MONDO
RAGAZZI CHE ALLE GRIDA OPPONGONO SOSPIRI /R

(LUCE BIANCA)

Nel cuore di Verona,Teatro della storia,


La ruggine di un odio di cui non si ha memoria Corrode
senza pace Due nobili casati: Montecchi da una
parte,Dall’altra Capuleti.

(luce verde)

Dai due fatali lombi poi sbocciano due fiori,


Ragazzi che alle grida oppongono sospiri.
Segnati dalle stelle andranno fino in fondo
Lasciando scritto in Terra
“Ama e cambia il mondo”

ODIO LA PACE /R

(luce rossa)
Benvolio:Aspettate! Aspettate, fermatevi!
Smettetela di battervi!

(luce arancio)

Tebaldo: Ma come? Ti fai trascinare a duello da..


da umili servi?
Ah, Benvolio, guarda in faccia la tua morte!

(luce bianca)

Ancora? Sguagni e parli di pace? La parola


“pace” io la odio come odio l’Inferno, come odio
te Benvolio! E come odio tutti i Montecchi! Fatti
sotto vigliacco. Dai, dai, DAI! (risata) Dai, dai dai!

(luce rossa sx)

VERONA:Se voi non vi stupite più


Di vizi osceni e di virtù
Se il cuore in petto non vi tuona
Ecco a voi Verona.

(luce bianca dx)

Se voi applaudite a piene mani


Quelli che scrivono canzoni
Sentite questa come suona
Ecco a voi Verona

(luce verde sx)

Lo so che qui è come fuori


Non si è peggiori né migliori
Ehi voi che stasera siete qua
Forse per fatalità

( luce rossa dx)

Verona è qui
Verona bella
Qui regna l’odio e la follia
Dovremmo tutti andare via
Qui non c’è spazio per un re
Qui due famiglie fan da sé
Non puoi schierarti con chi vuoi
È già deciso anche per noi

(Tutto bianco)

Verona è qui
Verona bella
Straziante e magica città
Dentro il suo pianto annegherà
I fiori argentano le vie
Le donne accendono poesie
Ma quel sorriso agli occhi tuoi
Si fa demonio dentro noi

(Tutto bianco)

Oh Verona bella
Qui regna l’odio e la follia
Dovremmo tutti andare via
Qui non c’è spazio per un re
Qui due famiglie fan da sé
Non puoi schierarti con chi vuoi
È già deciso anche per noi

(Tutto bianco)

Verona è qui
Verona bella
Sensuale, tragica città
Nel sangue suo si specchierà
I fiori argentano le vie
Le donne accendono poesie
Ma il Paradiso agli occhi tuoi
È già l’Inferno dentro noi
Verona è qui
(Tutto bianco)

Verona
Verona
Siete a Verona

LA SENTENZA DEL PRINCIPE /R

Dico a voi! Non uomini ma belve


Che volete spegnere il fuoco del vostro cieco
furore Con gli zampilli delle vostre vene.

Ascoltate la sentenza del vostro sdegnato


Principe: Se ancora una volta oserete turbare in
questo modo le nostre Contrade
Vi farò pagare con la vita l’infrazione alla pace.

Via tutti di qua!


Voi Capuleti, venite con me.
E voi Montecchi questa sera vi farete trovare qui,
al Castello di Villafranca.

Solo allora saprete la mia risoluzione in merito.

Via tutti di qua, ripeto.


Pena la morte!
DOV’È ROMEO? /R
(luce bianca sx)

Lady Montecchi: Benvolio!


Chi ha riacceso questa vecchia lite?
Parlate nipote mio, eravate qui quando è
cominciata?

( luce bianca dx)

Benvolio:Prima che io mi fossi avvicinato, i


servitori del vostro avversario si era già
acciuffati con i nostri. Io ho cercato di separarli e
in quell’istante è sopraggiunto Tebaldo, che ha
cominciato ad agitarsi urlandomi parole di sfida.
E mentre ci scambiavamo colpi e affondi è
arrivato il Principe a dividerci e