Sei sulla pagina 1di 36

news, sport, curiosità sui 33 comuni del Piceno

ANNO 2 • NUMERO 11
NOVEMBRE 2010
IL MENSILE GRATUITO DEL TUO TERRITORIO

INTERVISTA
Anita
Kravos
L’attrice
di Manuale
d’amore 2

Parla il sindaco di Acquaviva


TarcisiO INFRICCIOLI
Chiesa dell’Annunziata
LA “NUOVA” COSSIGNANO
Speciale
Apcamp
web 2.0 Torna la fiera di San Martino
La città cade
nella rete dei
social network
a Grottammare
Cantautori
ascolani
ABETITO
GALEOTTA
Andrea
Castellani
DENTI E
RUGBY

SPORT
GEMINA
CALCIO A 5
A Spinetoli
il pallone
al femminile
Gadgets personalizzati,
calendari, penne, blocchi, portachiavi,
chiavi usb e tanto altro!
La Fas Graphic è un agenzia di comunicazione, cura l’immagine della tua attività.
Dalla realizzazione del logo alla pianificazione di campagne pubblicitarie
su tutti i mezzi di comunicazione: web, radio, quotidiani, tv, manifesti e cartellonistica.
Tra le sue realizzazioni Piceno33.

www.servizifas.it • graphic@servizifas.it • 0736.253297


ASCOLI PICENO • V. le Marcello Federici, 143
Di Più a Meno!

Più acquisti, Meno spendi:


i conti tornano al DIS
Comunanza - Grottammare - Grottazzolina
indice delle inserzioni
02 Fas Graphic 24 Studi fotografici
03 DIS discount 25 Aziende vitivinicole
07 Informatica e grafica 26 Cartolerie | edicole | fumetterie
08 Dove mangiare 27 Per l’auto
Mensile di informazione 13 Alimentari 28 Imprese edili
sulla provincia di Ascoli Piceno 14 Per la casa 29 Aziende vitivinicole
16 Impianti fotovoltaici 30 Salute | benessere
Anno 2 | Numero 11 | Novembre 2010 17 Studi fotografici 32 Tipografie | tempo libero
18 Fas tutto è possibile 33 Bar gelaterie
19 Aziende vitivinicole 34 Eco service | Art Hotel Palazzo Pascali
Editore: Fas Editore • editore@servizifas.it 23 La valle dei piceni 35 Presepe vivente di Force
Amministrazione e redazione:
V. le Marcello Federici, 143 - 63100 (AP)
Tel. 0736.253297 • Fax 0736.396910 in questo numero
www.piceno33.it • piceno33@servizifas.it
Piceno Trentatre Redazione 05 Focus 24 Astri nascenti
Tenera la nostra Ascoli, un viaggio tra storia e gusto Abetito Galeotta

25 Speciale
Direttore responsabile:
Fabiana Pellegrino • direttore@servizifas.it 06 Piceno da bere
La tenuta Cocci Grifoni va a energia verde Ascoli 2.0
Piceno da mangiare
Hanno collaborato a questo numero:
Alessia Rossi, Andrea "Nonno" Coccia, Chiara
“Con la Valle dei Piceni sono tornato giovane” 26 Dimensione fumetto
Satoshi Kon e la differenza fra così e così
Poli, Claudio Siepi, Enrico Cherri Lepri, Giuseppe 07 La chiave del successo
Capasso, Carolina Ciociola, Dott. Fabio Feliciani,
Dott. Gualtiero Zega, Eleonora Palmoni, Laura
L’Art Hotel di Luca Grella risveglia Comunanza 27 Music-L
08 News dal piceno
Marina & the diamonds
Castelli, Lucia Mancini, Marco Corradi, Mario
Pasqualini, Maurizio Vannicola, Paolo Sciamanna, News, notizie, curiosità dai 33 comuni del Piceno 28 TQ Shopping Angels
Pamela Marinucci, Rossana Cherri Lepri, Sergio Tecnico o tricot?
Consorti, Stefania Palma, Tommaso Annibali, 16 Comunicando
Veronica Antonucci. Tarcisio Infriccioli, sindaco di Acquaviva Picena 29 La Vero di Ascoli
Ascolanetto al volante (parte seconda)
17 Vi invitiamo a...
30 Salute & benessere
Copertina: San Martino
Fiera di San Martino per le vie di Grottammare
Realizzazione grafica: Fas Graphic 18 I grandi eventi nel Piceno 10 domande su... La tiroide

Stampa: Tipografia Da.Sa. • Ascoli Piceno.


Sagre, tradizione e cultura
31 Più sani più belli
20 Due passi a... Da nazionale di rugby... A chirurgo odontoiatra
Pubblicità: commerciale@servizifas.it A Cossignano, splendida la chiesa dell’Annunziata
32 Sport & tempo libero
Pubblicazione mensile registrata presso 21 L’intervista al vip

Slalom città di Ascoli, vince Cuomo
Le ragazze ci mettono più passione
il tribunale di Ascoli Piceno n°479 del 9/09/2009. Anita Kravos: “Porterò il cinema in città”

Chiuso in redazione il 28/10/2010 22 Arte e storia


A Montalto il Reliquiario di Sisto V

punti di distribuzione
ACQUASANTA TERME Edicola La Casetta – Via dei Frassini snc COMUNANZA MALTIGNANO RIPATRANSONE Caffè Moretti – V. le S. Moretti 77
Bar B&G – Fraz. Santa Maria 79 Gelateria Monardi - Largo 440° 5 Bar Centrale - Via Dante 18/20 Caffè degli Oleandri - Via della Stazione 60 Bar Panoramico - L. go G. Speranza 5 Caffè Paradiso – Via Val Tiberina 64
Bar Sport - Di Allevi Laura - P. Terme 19 Hostaria del Cavaliere – Via P. Aprutina 37 Bar Sagi - Via Trieste 114 Coal – Via Certosa 6
Bar Tabacchi Celani - Via Bar Sammagno - P. za XX Settembre 10 Caffè Sambit – Via Montebello 41
Bar Terme – Piazza Terme 1 Libreria Rinascita - Piazza Roma 7 Colorado Cafè - Piazza Garibaldi 5/8 IV Novembre 33 Caffè Spinozzi – P.za Marconi 5 ConoCafè – Via dei Laureati 9
Panetteria Fratelli Celani - Via Roma 4 Mad Cafè - Largo 437° 5 Dis - Via Pascali Colli Ripani – C.da Tosciano 28 Edicola – C.C. Porto Grande
Ristorante Castel di Luco Matrix – Via Cesare Battisti 22 Elettroidea - Via Aristide Merloni 4 MASSIGNANO Comune – P.za XX Settembre 1 Gelateria delle Rose - C. C. Porto Grande
Migliori - Piazza Arringo 2 Falerpan - Via Roma 16 Bar Piz. Pignotti - Via della Rimembranza 1 Panificio Alamprese – P. za Matteotti 1 Gelateria Voglia di ... - Via Galilei 24
ACQUAVIVA PICENA Mondo Pizza - Largo 440° 10 Macelleria Da Matilde - Via Trieste 131 Caffè Storico - Piazza Garibaldi 4 Sonny Bar - Piazzale Adolfo Cellini 7 Gran Caffè Sciarra – V. le S. Moretti 31/A
Bar Belvedere - V. le G. Leopardi 5 Nicolas Caffè - Piazza del Popolo 55 Vulcan Bar – Contrada Granaro Comune – Piazza Garibaldi 1 Bar Pastic. Centrale - P. za A. Convidi 11 Jean Louis David – C.C. Porto Grande
Bar Il Crepuscolo - V. le G. Leopardi 180 Pane, Amore e Fantasia – Largo 440° 2 Trattoria Rosati – Corso V. Emanuele II 27 Nuovi Orizzonti – Via Calatafimi 52
Bar La Paesana – V. le G. Leopardi 31 Papillon - Centro Commerciale Oasi COSSIGNANO MONSAMPOLO DEL TRONTO Papillon - C. C. Porto Grande
Bar Ristorante Dive! - C. Abbadetta 20 Papiro Caffè – Via della Repubbblica 29 Caffè San Paolo - Via Borgo S. Paolo 46 Bar Locanda Storica - Via Cavour 115 ROCCAFLUVIONE Pasticceria Delizia – P. za San F. Neri 6
Bar Ristorante da Pina - Via L. Da Vinci 6 Pasticceria Angelini - V. le B. Croce 62 Tabaccheria - Via Borgo San Paolo 52 Bar Tabaccheria Benigni - Via Salaria 57 Bar Grottino - Via Gramsci 1 Pasticceria Mimosa – Via Mare 46
Forno Vulpiani – Via Paolo Assalti 23 Pastic. Angelo Montic. - L. dei Mandorli 1 Piccola Bottega - Via Borgo 24 Caffè Stella – Via Salaria 11 Bar La Loggia – V. le della Resistenza 13 Roxy Bar – Via Piave 88
Hotel Abbadetta - Via Abbadetta 36 Pastic. Mauro e Piero - Via E. Luzi 87 Magic Bar - Via Colombo 7 Bar Marilena - Viale della Resistenza 20 Velvet Underground – L.go Danubio 18
Pizzeria Italia - Corso Mazzini 205 CUPRA MARITTIMA Macelleria Travaglini - Via Salaria 104 Bar Tre Fonti - Via della Resistenza 71
APPIGNANO DEL TRONTO Piz. Peccato di Gola - C. so V. Emanuele 13 Bar Garden - C. so Vittorio Emanuele 2 Panif. Di Girolamo – Via Colombo 22 Tabac. Giacomini - V. le Repubblica 22 SPINETOLI
Bar del Corso - Via Roma 8 Prem. Forneria Manfroni – Via Tibaldeschi 4 Bar Illy Flammini - Via Nazario Sauro 1 Pasticceria Romantica - Via Salaria 102 Bar Fantasy - Via De Gasperi 30
Bar Taverna – Piazza Umberto I° Rist. Peperoncino – Via di Vesta 28 Bar Lucidi - Via Adriatica Nord 67 Pizza Mania – Via Colombo 12 ROTELLA Caffè Centrale - Piazza Leopardi 40/41
Caffé del centro - Via Roma 94 Tabaccheria Bonfini - Via Tevere 12 Caffè Curzi – Via Adriatica Nord 97 Bar Europa – Piazza Europa Caffè No Limits - Via Salaria 108
Tabaccheria Volpi Adamo – Via Roma 45 Tabac. Guerrieri Enrica - P. za Arringo 44 Caffè Seicento - Piazza Libertà 10 MONTALTO DELLE MARCHE Bar Rutilio - Via IV Novembre 9/11 Edicola Colletta – Via V. Emanuele II 36
Tabaccheria Volponi - Via Napoli 128 Mix Appeal Bar - Viale Stazione 3 Bar Sisto V° - Piazza V° Sisto 10 Gelat. Charlie Chaplin - Via Salaria 18
ARQUATA DEL TRONTO Tigre - Via Tranquilli 37 Pasticceria Dolce Idea - Via Garibaldi 1 Caffè del Torrione - Porchia SAN BENEDETTO DEL TRONTO Alimentari Tabacchi - Piazza G. Leopardi 6
Bar Petrucci - Via Salaria (Trisungo) Unicam Polo scienze - Via P. Mazzoni 2 Red Cafè - Viale Romita 5 Caffè Il Giardino di Fanny - P. za Sisto V° 1 Ass. Teat. Ribalta Picena - Via Romagna 24 Panif. Antiche Bontà - P. za Leopardi 36
Blue Bar - Via Salaria (Trisungo) Villa Cicchi – Via Salaria Superiore 137 L’Antico Forno – Contrada Lago 97/E Bar Agraria – Via Val Tiberina 67 Panificio Palanca - Via I° Maggio 11/13
Caffé Museo - Piazza Umberto I 10 YogoPizza – Via Indipendenza 43 FOLIGNANO Bar Asiago – Via Asiago 64 Pizz. La Rosa dei Venti – Piazza Kennedy 10
Panetteria Cappelli – Via Salaria 2 Yogurteria Yoghi - Piazza Arringo 39 Bar 2 Erre - Via Cenciarini 16 MONTEDINOVE Bar Astoria – Via Nicolò Machiavelli 1
Punto Info Comunale – Via Roma Bar Segà – Via Aosta 85 Bar La Conchiglia – V. le G. Del Duca 8 Bar Capretti – Via Ferrucci 14 VENAROTTA
CARASSAI Bar Simon Bolivar - Via Aosta 13 Bar Pam Pam - Piazza Cino Del Duca 1 Bar Cortese – Viale A. De Gasperi 15 Bar Sport Paolini - Via E. Nardi 21
ASCOLI PICENO Bar Central Cafè - Piazza Matteotti 2 Caffè Aprutino – Via P. Aprutina 1 Ass. La Decima - Via Roma 3 Bar delle Rose – Via Mare 211 Capogiro Caffè - P. za Gaetano Spalvieri
Allegròs Bar - Ospedale Mazzoni Caffè XX Settembre - V. le XX Sett. 37 Eurobet – Via Aosta 23 Bar Demais – Viale Secondo Moretti 60 Forno De Dominicis - Via E. Nardi 87
Ant. Tabaccheria Maestri - P. Popolo 47 Comune – P.za Matteotti 4 Gran Caffè del Viale - Viale Venezia 17 MONTEFIORE DELL’ASO Bar Desiree – Viale T. Mamiani 21 Loc. Anno Mille - Fraz. Villa Curti 61
Ant. Forno Gentili – Via dei Bonaparte 4 Il Forno di Ada – V. le Adriatico 6 La Favola - Via Cagliari 2 Bar Barlocci - Via G. Da Montefiore 62 Bar Eternity – Viale C. Colombo 83 Pizzeria Arcobaleno - Via E. Nardi 30
ArchiCafè - Chiostro dell’Annunziata Magia Informatica – Via Ivrea 13 Bar Belvedere - Belvedere De Carolis 5 Bar Europa - Via Dandolo 12
Bar Agip (Villa S. Giuseppe) – Via dei Girasoli 2 CASTEL DI LAMA Panificio Voglia di Pane – P. za D. Bosco Bar Dorina - Piazza Antognozzi 2 Bar Fina – Via Piave 68 PROVINCIA DI FERMO
Bar Antonucci - V. le della Repubblica 12 Bar Caprice - Via Po 26 Pianeta Salute – Viale Assisi 88 La Bottega del Pane – Via Marconi 60 Bar Four Roses – V. le A. De Gasperi 44
Bar Arizona - Via Napoli 18-20 Bar del Cinema - Città delle Stelle Pizz. La Primula – Via P. Aprutina 7 Bar Giudici – Viale Alcide De Gasperi 87 AMANDOLA
Bar Aurora- Viale Federici 65 Bar Sport - Via Salaria 124 Poker Bar - Viale Genova 1/A MONTEGALLO Bar Grappolo D’ Oro – Via Mare 15 Ospedale Vittorio Emanuele II
Bar Centrale - Piazza del Popolo 9 Bar Trattoria dell’Olmo – Via Olmo 6 L’Antico Bar Leandro - Piazza Taliani 7 Bar La Tazza D’Oro – Via Enrico Toti 33 Bar belli - Piazza Risorgimento 13
Bar Del Marino – Via P. Aprutina 152 Caffè Sonia – Via Scirola 21 FORCE Tabaccheria Rossi - Via Marcucci 10 Bar L’Arte del Caffè – Via dei Laureati 68
Bar Delfino - Piazza Arringo 41 Caffè Italia - Città delle Stelle Bar dello Sport - Via Roma 13 Bar Lelì – Via F. Turati 34 MONTEFALCONE APPENNINO
Bar Delfino 2 – Via Murri 36
 Free Spirits Bar - Via Villa Chiarini 46 Coal – Viale 20 Settembre 2 MONTEMONACO Bar Liberi – Via La Spezia 12 Bar Appennino - Via Roma 7
Bar Break – Z. I. Basso Marino La Vergara – Via Tose 4 Euro Bar - Via Roma 2 Bar Zocchi - Via Italia 7 Bar Marzonetti – Via Nazario Sauro 3
Bar della Stazione - P. della Stazione 8 Osteria del Tronto – Città delle Stelle Il Forno – Corso Pallotta 56 Bottega della Cuccagna - Via Italia Bar Paoletti – Via Risorgimento 25 MONTEFORTINO
Bar delle Caldaie - Via Tranquilli 51 Pizzeria Europa – Via Salaria 78 Tigre - Via Verdi 19 La Locanda della Sventola - Viale Stradone Bar Paradise – Via Risorgimento 25 Bar Primavera - Via Tenna 8
Bar Europa – Piazza Matteotti 23 Sister’s Cafè - Via Roma 79 Bar Pink Panther – Via Mare 242
Bar Fuori Porta - Viale Treviri 149 Tabaccheria – Città delle Stelle GROTTAMMARE MONTEPRANDONE Bar Rivazzurra – Via Mare 191 RUBBIANELLO
Bar Ideal - Piazza Arringo 34 Taloon – Via Salaria 220 Bar Centrale - Via Guglielmo Marconi 7 Bar 2 Orsi – Via de Gasperi 207 Bar Santa Lucia – Via Liberazione 12 Bar Val Verde - Via Raffaello Sanzio 3
Bar L’isola che non c’è – Circ. Ovest 35 Topas Y Tapas - Città delle Stelle Bar Drink - Via Montegrappa 35 Bar Il Muraglione – Via Leopardi 4 Bar Senza Parole – P. za G. Garibaldi 39
Bar Lori - Corso Mazzini 153 Tommy’s Café - Via Monte Bove 2 Bar Fantasy - Via Ballestra 69 Bar Palmarino - Viale A. de Gasperi 301 Bar Solare – Via Volta 44 SANTA VITTORIA IN MATENANO
Bar Marconi - Viale Marconi 31 Bar Flavia - Via Dante Alighieri 50 Bar Daiquiri - Via Benedetto Croce 40 Bar Spurio – Via Mare 35 Bar “ Il Maglio” – Via Delle Macine
Bar Mediterraneo – Via Mediterraneo 2 CASTIGNANO Bar Fornace - Via Ischia I 14 Bar London - Via Borgo Da Monte 5 Bar Stazione – Via Gramsci 20 Bar Valforno – Viale Europa 49
Bar Michael - Corso Mazzini 225 Bar Bonifazi - Contrada San Venanzo 1 Bar Galileo – Via Galilei 17 Caffè Centrale - Viale A. de Gasperi 221 Bar Tania – Sopraelevata sbt
Bar Mozzano – Via Salaria 5 Bar di Su - Piazza Umberto I° 14/15 Bar Roma - Via Giacomo Matteotti 63 Caffè Milù – Via De Gasperi 266 Bar Taverna – Via dei Laureati 38 SMERILLO
Bar Musical - Via Giuseppe Verdi 26 Caffè del Borgo - Borgo Garibaldi 15 Bar Silviàs - Via Ischia I 321 Forno Partemi – Via Giovanni XXIII 37 Bar Trieste – Via Volta 80 Bar San Ruffino – Via Valtenna 1
Bar Perugia - Via Perugia 29 Comune – Via Margherita 25 Bar Stazione - Piazza Stazione 2 Morositas Cafè – Via De Gasperi 89 Blu Bar – Corso Mazzini 173
Bar Pretoriano - Via Pretoriana 14 Panificio Cameli – Via U. Tupini 32 Blue Rose - Via Guglielmo Marconi 61 Panificio Biagio Guerino – Via Corso 24 Cafè del Mar – V. le Secondo Moretti 90 VALDASO DI ORTEZZANO
Bar Tazza d’oro - Corso Mazzini 231 Smile Caffè – Contrada Sant’Angelo 44 Caffè 29 - Via Manzoni 29 Pasta all’uovo Travaglini – Via De Gasperi 226 Caffè Aigle – Corso Mazzini 13 Bar Virgili – Contrada Aso 26 b
Barbieria “Marino” – Via Napoli 14 Caffè Carducci - Piazza Carducci 9 Caffè Big – Via Nazario Sauro 138 Piz. Mamma Rosa – Contrada Aso 64
Brecciarol Bar - Via Salaria Inferiore 21 CASTORANO Caffè del Mar – Via dei Piceni 54 OFFIDA Caffè Blue Express – Via Gramsci 49
Caffè Bistrò - Via Vidacilio 12 Caffè Dolce Vita - P. za G. Leopardi 14 Caffè del Mercato – Via del Mercato 10 Bar Aureo - Corso Serpente Aureo 70 Caffè Braccetti – Via Montebello 87 VALMIR DI PETRITOLI
Caffè Damata - Viale M. Federici 129 Forno Picchi – Via Olimpica 22 Caffè delle Rose - C. Commer. Orologio Bar Ciotti – Via P. Togliatti 127 Caffè Chicco D’Oro – V. le S. Moretti 35 Bar Ripà - Contrada Sant’Antonio 137
Caffè degli Oleandri – L.go degli Oleandri 1 Piscina – Via Olimpica Caffè Ramona - Via Dante Alighieri 3 Bar Eiffel - Borgo Giacomo Leopardi 33 Caffè dello Sport – V. le S. Moretti 3
Caffè delle Rose – C. C. Oasi Tiffany Wine Bar - Via Salaria 60 Gel. Fresca Idea – Via Marconi 10 Blob Caffè - Via Palmiro Togliatti 84 Caffè Eiffel – Via Ulpiani 12 PEDASO
Caffè Kursaal - Corso Mazzini 215 Panificio Albertini - Via Petrarca 6 Bar Tufoni Ciabattoni - V. le IV Novembre 35 Caffè Florentia – Via Enrico Toti 100 Bar Concetti - Piazza Roma 31
Caffè Meletti - Piazza del Popolo 20 COLLI DEL TRONTO Pasticc. Capriccio – Via Alighieri 45 Caffè del Corso – C.so Serpente Aureo 77 Caffè Florian – V. le S. Moretti 74 Bar Gelat. 7° Cielo - Via della Repubb. 17
Caffè Paradiso – Via delle Zeppelle 18/A Bar Colli – Piazza 25 Aprile 4 Pizzeria Concetti – Via G. Marconi 8 Comune – C.so Serpente Aureo 66 Caffè Four Roses – V. le A. De Gasperi 44
Caffè Piazza Grande – Via dei Peschi 46 Bar La Plaza - Piazza del Popolo 4 Pizzeria dentro C. Commer. Orologio Caffè La Bodequita - Via Abruzzi 12
Caffè Royal - Viale Benedetto Croce 1 Bar Moderno - Via Salaria 146 Tabaccheria Loran - Str. Valtesino 57 PALMIANO Caffè Massetti – Via Calatafimi 114 Contattaci per diventare un punto di
Cherry One - Via Erasmo Mari 24 Caffè Dolce e Salato - Via Salaria 119 Tabaccheria Rocchi - Corso Mazzini 12 Comune - Piazza Umberto I° 5 Caffè Max – Via XX Settembre 63 distribuzione.
Dolci Sapori – Via Napoli 16 La Bottega – Piazza 25 Aprile 1 Vale Caffè – Via D. Alighieri 3 Hotel Belvedere – Fraz. Castel S. Pietro 4 Caffè Mazzini - Corso Mazzini 3
Edicola Bruno Angela – Via E. Mari 60c/d Tony Frutta – Via Salaria 49 Caffè Montebello – Via Montebello 26

4|
Focus
“L
a democrazia comincia sulla porta di casa”: scriveva così
un vecchio direttore del Corriere della Sera.
Quello che si è appena concluso è stato un mese, giorna-
listicamente parlando, molto faticoso sulla scena nazionale. Una vi-
cenda terribile si è trasformata in uno spettacolo dell’orrore e, alme-
no a qualcuno di noi, è venuto da chiedersi se ci sia spazio, in tempi
difficili come questi, per chi come Piceno 33 parla di tutt’altro. Ma,
appunto, la democrazia comincia da qui, da casa propria, dal nostro
territorio. E, volutamente, noi continuiamo a offrirvi storie e sapo-
ri di queste terre perché solo se si conoscono le proprie origini si può decidere, libera-
mente, quello che si vuole diventare.
Per questo continuiamo il nostro viaggio, tornando a proporvi uno scorcio di realtà pi-
cena fatto di persone che lavorano, piccole realtà che crescono e tanta, tanta passione.
Speriamo, come sempre, di aver lavorato bene, ma questo dovrete essere voi a dirce-
lo. Così, vi invito a intervenire sempre di più, a seguirci su Facebook e a sfogliare il no-
stro giornale. Vorremmo essere una boccata d’aria fresca che sappia di quello che co-
noscete da sempre.
Fabiana Pellegrino
direttore@servizifas.it

Tenera la nostra Ascoli


Un viaggio tra storia e gusto
È la regina della cucina ascolana. È fa- zie a un percorso originale attraverso
mosa in tutto il mondo e in tanti ce la memoria e i sapori piceni, partendo
la invidiano, provano a imitarla, ten- dall’oliva tenera, ricca di polpa e dol-
tano di rubarcela. Ma rimane il nostro ce, morbida, fragrante e piacevole al
brand più conosciuto, quello vincen- gusto. Ma non solo, con la “Colazione
te. Parliamo, naturalmente, della oli- itinerante” nei luoghi storici della cit-
va tenera, la protagonista indiscus- tà, si potranno gustare anche i piatti –
sa della gastronomia picena, a cui e i vini - della tradizione culinaria loca-
Slow Food-Condotta del Piceno de- le negli angoli più suggestivi di Asco-
dica anche quest’anno un vero e pro- li. Un appuntamento che quindi riba-
prio viaggio del gusto. Un percorso disce il ruolo di questa nostra specia-
dei sensi concentrato in un weekend, lità, che non è solo la regina della ta-
il 27 e il 28 novembre, per valorizza- vola, ma soprattutto un simbolo di
re le caratteristiche dell’oliva e assie- identità marchigiana. Protagonista
me anche il territorio piceno. La setti- del weekend piceno, del Salone In-
ma edizione di “Tenera Ascoli - Viag- ternazionale del gusto di Torino, “vec-
gio tra storia e gusto” si svolge nel ca- chia” ormai di almeno quattro secoli,
poluogo piceno, in stretta simbiosi l’oliva – ripiena o in salamoia che vo-
con il patrimonio storico-architetto- glia essere – è diventata anche l’even-
nico e artistico della città. Due gior- to per eccellenza. L’appuntamento, al-
ni per cedere al vizio e innamorarsi lora, è con Slow Food il 27 novembre,
di nuovo delle nostre olive, ma anche in collaborazione con la Fondazione
per puntare, a beneficio di turisti, ap- Carisap e con il patrocinio e la parteci-
passionati, cultori e anche degli stes- pazione di Regione Marche, Provincia
si ascolani, sul grande fascino e la bel- e Comune di Ascoli, Camera di Com-
lezza di questa città, con il suo traver- mercio, Consorzio di tutela dell’Oli-
tino, la ricchezza della sua tradizione va ascolana del Piceno Dop, Istituto
gastronomica e un antichissimo pa- Agrario Ulpiani e Cooperativa Olivico-
trimonio culturale. Tutto questo gra- la dell’Italia centrale.

|5
le specialità locali
La tenuta Cocci Grifoni va a energia verde
Il Pecorino doc sarà nella guida “Slow Wine 2011”
RIPATRANSONE | Nel cuore di Ripatran- ro importante, quello che Slow Food le
di Susanna Maria Scipi
sone, in località San Savino, si trova la ri- ha attribuito, sono infatti solo 186 i “Vini
nomata Tenuta Cocci Grifoni. Questa Slow” selezionati in tutta Italia dopo oltre
azienda nasce nel 1970, dedita sin da su- 21.000 degustazioni effettuate.
bito alla ricerca, all’amore per la terra e al- Cocci Grifoni si distingue da sempre co-
la voglia di trovare la strada migliore per me un’azienda vitivinicola attenta alla tra-
rendere omaggio alle peculiarità dei viti- dizione, che nonostante possa sembra-
gni autoctoni. re anacronistico, non perde occasione di
Fin dalla metà degli anni Ottanta, il suo cavalcare l’onda delle nuove tecnologie.
fondatore, Guido Cocci Grifoni intuisce le Dalle scelte aziendali e di marketing, in-
potenzialità dei vitigni indigeni e, in un fatti, non vi è nessun timore nel volersi
mercato che preferiva dare spazio ai vi- misurare con realtà sempre più all’avan-
ni internazionali, inizia le sue sperimen- guardia, con un accento rivolto però alla
tazioni sul Pecorino, un vitigno del qua- migliore valorizzazione del passato.
le si aveva testimonianza sin dal 1871 e È questa la sfida di una (relativamente)
che all’epoca rischiava di andare perduto. piccola azienda territoriale, che porta i sa-
Il Pecorino rivela da subito eccezionali ca- pori e gli odori delle nostre colline in giro
ratteristiche enologiche e, grazie al lavo- per lo stivale, sbaragliando i nostri sensi.
ro e alle intuizioni della Tenuta Cocci Gri- Ecco perché, l’annuncio di non prendere
foni, riceve il riconoscimento della Doc parte come di consueto a Cantine Aperte
nel 2001. Il successo, perpetuato negli an- ha portato con sé un’importante novità:
ni, non perde lustro, ed è così che, Col- la Tenuta Cocci Grifoni è la prima azien-
le Vecchio, il Pecorino della Tenuta Cocci da vitivinicola del Piceno a lavorare utiliz-
Tenuta Cocci Grifoni Grifoni, è stato inserito all’interno di “Slow zando energia verde proveniente da un
San Savino di Ripatransone (AP) • Italia Wine 2011 – Storie di vita, vigne, vini in impianto fotovoltaico installato in loco i
tel. 0735.90143 Italia”, la nuova guida di Slow Food Edito- cui lavori di allestimento si sono appena
www.tenutacoccigrifoni.it re. Si tratta di un riconoscimento davve- conclusi.

Con la Valle dei Piceni sono tornato giovane


Ernesto Testa racconta la sua nuova avventura a 78 anni
MONTEDINOVE | Sulla strada Valtesino, mentre lavorava in un bar a piazza Risorgi-
nei pressi di Montedinove, a pochi chilo- mento, a Roma, ha servito un gelato all’ex
di Laura Castelli metri da Rotella e a soli 15 minuti da Asco- presidente degli Stati Uniti, Bill Clinton e a
li, la sosta è d’obbligo a La Valle dei Piceni. sua figlia Chelsea. Da tanta esperienza e
Nato da appena due mesi, questo risto- passione nasce dunque l’idea di prendere
rante ha già tutte le carte in regola per di- in mano la struttura della Valle dei Piceni,
ventare uno dei locali più apprezzati del chiusa ormai da molto tempo, per offrire
nostro territorio. L’ingrediente principale? qualcosa di differente dagli altri ristoran-
In una parola: esperienza. Quella di Erne- ti. Una ristrutturazione completa ha ripor-
sto Testa, direttore della struttura. Il con- tato all’antico splendore una caratteristica
dimento irrinunciabile? L’intraprendenza, villa di campagna del Settecento, circon-
mista a tanta passione. Già, perché il si- data da splendide e verdi colline, tipiche
gnor Testa, a 78 anni, ha deciso di rimet- dell’entroterra piceno. La cucina, affidata a
tersi in gioco, per noia, come racconta lui grandi chef, è capace di offrire piatti della
stesso. tradizione locale e menù ricercati.
Trascorso un breve periodo di riposo, Il servizio poi, gentile e raffinato, è adat-
non ha saputo resistere lontano dal la- to anche a cerimonie e banchetti. Gli spa-
voro svolto da tutta una vita. Originario zi, infatti, non mancano: tre ampie sale so-
di Force, il signor Testa vanta, infatti, una no in grado di ospitare fino a 250 coperti.
lunghissima esperienza nel campo della La villa è immersa in un grande parco, cu-
ristorazione: ben 35 anni trascorsi in Fran- ratissimo, attrezzato con campo da tennis,
cia, dove è stato manager di varie strut- campo da calcetto in erba e un parco gio-
ture, dopo i quali, tornato in Italia, ha la- chi per bambini.
vorato a Roma, dirigendo diversi bar e Completa l’ampia offerta della Valle dei Pi-
La Valle Dei Piceni| Ristorante Pizzeria Camere ristoranti prestigiosi, tra cui il bar del tea- ceni la disponibilità di quattro camere, do-
Montedinove (AP) • Italia tro Brancaccio, diretto da Gigi Proietti. tate di tutti i confort e, cosa che non gua-
Una vita che l’ha portato a conoscere sta mai, di una splendida vista sulla vallata
tel. .0736.829486
ogni genere di persona, anche famosa: circostante.
www.lavalledeipiceni.it

6|
la chiave del successo
“Ho scelto il territorio”
L’Art Hotel di Luca Grella risveglia Comunanza
di Fabiana Pellegrino
Luca Grella Pascali ha scelto il Piceno. Co-
munanzese doc, 44 anni, si sente un privi-
legiato: ha scelto di fare di Comunanza il
centro della sua vita e delle sue moltepli-
ci attività e così “ci ho guadagnato in qua-
lità della vita”.
Discendente della più antica famiglia di
Comunanza, Grella si definisce un self-
made man, oggi è un consulente lega-
le da oltre venti anni, ha presieduto la
Round Table n. 44 di Ascoli Piceno ed è
l’attuale presidente dell’Opera Pia “Erman-
no Pascali”. Luca Grella, però, è soprattut-
to un eclettico: imprenditore agricolo
nell’ambito della tartuficoltura più inno-
vativa e assieme collezionista d’arte e art- Qual è l’anima di Palazzo Pascali Art
dealer per le più note case d’aste italiane. Hotel? Direi senza dubbio la passione e
Proprio usando la sua passione per l’arte la dedizione. Il cliente da noi si sente co-
ha realizzato a Comunanza il “Palazzo Pa- me a casa sua. Le nostre suite e i nostri
scali Art Hotel”. spazi comuni sono tappezzati da opere
d’arte di giovani autori, in ogni stanza il
Come è arrivata l’idea dell’albergo? È nostro cliente ha a sua disposizione con-
arrivata qualche anno fa, mentre passeg- nessione WI-FI, tv satellitare, iPod, iPad
giavo per il centro storico di Comunanza. e bagni da oltre 15 metri quadrati. Tutto
Era completamente abbandonato e ho nel prezzo di una camera standard di un
pensato che era un vero peccato tener- qualunque tre stelle.
lo così.
Ho deciso di acquistare il palazzo più bel- Tutto questo in un solo anno di vita…
lo, che si affaccia sulla piazza della Chiesa E da gennaio ci sarà anche una zona fit-
per realizzare una struttura ricettiva, che ness e una piccola spa. Abbiamo comin-
potesse portare agli antichi fasti il centro ciato a febbraio e speriamo di continuare
storico di Comunanza. a crescere sempre di più.

Ed è andata a finire così? Direi di sì, il vol- Organizzate anche eventi culturali ne-
Acquista
to del centro storico è cambiato. gli spazi dell’Art Hotel? Sì. Innanzitut- il tuo mazzo
Sono stati creati degli spazi museali, delle to tutte le opere d’arte presenti nell’al-
biblioteche, inglesi e australiani hanno ac- bergo sono in vendita per i nostri clienti,
quistato, i cittadini hanno ristrutturato, è quest’anno abbiamo organizzato mostre
nelle attività commerciali
stato persino costituito un comitato stori- personali temporanee di giovani artisti e di Force
co di quartiere. abbiamo ospitato la presentazione per le
Marche della Guida Slow Food “Locande
Quindi la sua idea ha funzionato? Ho d’Italia” 2011 e la presentazione del libro su www.servizifas.it
dato il là per un recupero coordinato e in- di Antonio Attorre “Schermo piatto: il ci-
novativo del centro storico. nema interpreta il cibo”. telefonando
Anzi, a dire la verità il là è venuto da un
carissimo amico, Adriano Luzi, purtrop- Qualche impegno per il futuro? Per il allo 0736.253297
po scomparso prematuramente, che, ol- periodo di Pasqua 2011 avremo una mo-
tre vent’anni fa, grazie alla sua sensibilità stra antologica dell’artista e fotografo Ma-
artistica, aveva capito la bellezza del cen- rio Giacomelli, con oltre 60 foto vintage,
tro storico di Comunanza. facente parte della mia collezione privata.
INFORMATICA | GRAFICA

|7
Acquasanta Terme Appignano del Tronto
“L’ultimo partigiano” di Claudio Sestili Blitz dei carabinieri in un tomaificio
raccoglie fondi per le tombe dei caduti Scoperti cinque operai in nero

Nell’ambito del progetto “Adotta un par- In tre aziende gestite da cittadini cinesi e
tigiano”, promosso dall’amministrazio- situate tra Villa Pigna e Appignano, era-
ne comunale e dall’associazione turisti- no impiegati degli operai senza un rego-
ca Pro-Acquasanta Terme con lo scopo lare contratto. Nello specifico, in un to-
di raccogliere fondi per il restauro delle maificio, ad Appignano, su nove operai
tombe dei partigiani del cimitero di Umi- che vi lavoravano, ben cinque non ave-
to, lo scorso 15 ottobre è stato proietta- vano un contratto. Questo è emerso da
to presso il Teatro Casa dei Combattenti un’operazione dei carabinieri in collabo-
il cortometraggio “L’ultimo partigiano” razione con il Nucleo Ispettorato del La-
del regista ascolano Claudio Sestili. voro, mirato a frenare il fenomeno del la-
È stata questa anche l’occasione per sen- voro nero e del caporalato nel territorio
sibilizzare l’opinione pubblica su uno de- ascolano. A tal proposito, i titolari del to-
gli eventi tragici che durante la seconda maificio e delle due ditte d’abbigliamen-
guerra mondiale ha visto coinvolto anche to hanno ricevuto sanzioni amministrati-
il nostro territorio. ve pecuniarie con l’obbligo di sospendere
Infatti la trama del film, girato principal- le attività.
mente nella zona di Meschia di Roccaflu-
vione, prende spunto da fatti realmente Arquata del Tronto
accaduti e raccontati al piccolo nipote da “Marrone che passione” trionfa ancora
un anziano superstite, l’ultimo partigia- La sagra di Trisungo sempre di successo
no appunto, interpretato dall’attore asco-
lano Flavio Bucci. Anche quest’anno, l’ultima domenica di
Nella storia sono incluse anche le vicende ottobre, si è svolta, come da tradizione a
dei due partigiani ascolani Serafino Celli- Trisungo, la sagra “Marrone che passio-
ni e Carlo Grifi che vennero uccisi dai te- ne”. I numerosi visitatori hanno potuto
deschi sul Colle San Marco. così assaggiare il pregiato marrone, tipi-
co dei castagneti della zona, ma anche il
Acquaviva Picena gustoso vino cotto che bolliva in grossi
Inaugurata la nuova biblioteca comunale pentoloni.
Al via il progetto “Memorie di carta” Inoltre gli stand dei vari produttori del
comune di Arquata, aperti già a parti-
Sabato 9 ottobre è stata inaugurata la re dalle 8 del mattino fino a tarda not-
nuova biblioteca comunale “Celso Ulpia- te, offrivano una gran varietà di prodot-
ni”. La sede, che si trova in via Marziale ti e specialità locali come salumi, miele,
nel palazzo del dipartimento di Archeo- crostate, polenta e tante altre tipicità del-
logia dell’università di Bologna, sarà un la montagna.
vero e proprio centro culturale dove ver-
ranno organizzati anche corsi di musica, Ascoli Piceno
teatro, pittura, lingue ed altro. Premio internazionale “Cecco d’Ascoli”
Per l’occasione, durante l’evento, è stato Menzione speciale a Benedetto XVI
sottoscritto un Protocollo d’intesa tra la
Provincia di Ascoli e la Sopraintendenza Torna anche quest’anno il prestigioso ap-
Archivistica per le Marche per dare ini- puntamento con il Premio Internazio-
zio a un importante progetto: “Memorie nale Ascoli Piceno, indetto dall’Istitu-
di Carta”. to Superiore di Studi Medievali “Cecco
L’iniziativa nasce per inventariare e rior- d’Ascoli”, con il significativo supporto fi-
dinare i documenti storici dei trentatre nanziario della Fondazione di Ascoli Pi-
paesi della provincia. ceno e del Comune di Ascoli Piceno, enti
Un vero e proprio lavoro di conservazio- promotori, nonché della Provincia e del-
ne dei beni storiografici che servirà a va- la Camera di Commercio Industria Agri-
lorizzare gli archivi comunali marchigia- coltura e Artigianato di Ascoli Piceno.
ni. A questo proposito verrà indetto un L’edizione 2010, la XXII da quando ta-
bando di concorso provinciale mediante le riconoscimento fu istituito nel lontano
il quale giovani laureati verranno selezio- 1987, vedrà come vincitrice la medievista
nati per poter così lavorare a questo pro- francese Christiane Klapisch Zuber per i
getto. suoi studi, passione e dedizione mostra-
Ascoli Piceno
Premio internazionale “Cecco d’Ascoli”
DOVE MANGIARE

8|
ti nella sua storia professionale e intellet- il prestigioso riconoscimento, assegnato
tuale nei confronti dell’universo Medio- al suo attuale presidente Luigi Morgan-
evo, nonché per il volume “Ritorno alla ti, del Federichino d’oro, il Premio Inter-
politica. I magnati fiorentini, 1340-1400” nazionale che la Fondazione Federico II
(Viella, pagg. 464, 40€). La Cerimonia di Hohenstaufen di Jesi consegna annual-
premiazione e lectio magistralis di Chri- mente a illustri personaggi che hanno
stiane Klapisch Zuber avrà luogo saba- fatto onore alle regioni di appartenenza e
to 4 dicembre alle ore 17,30 presso il Pa- che, nello spirito dell’alto messaggio cul-
lazzo dei Capitani di Ascoli Piceno. Nella turale e sociale di Federico II, esaltano il
stessa occasione verranno conferiti altri proprio Paese.
riconoscimenti, tra i quali spicca la Men-
zione Speciale della Giuria, che sarà asse- Carassai
gnata quest’anno niente meno che a Pa- “In viaggio con la paura” per le vie
pa Benedetto XVI ( Joseph Ratzinger) Halloween con menù da brivido
per il volume “Maestri. Padri e scrittori
del Medioevo” (Libreria Editrice Vatica- Bizzarra e suggestiva la festa organizza-
na, Città del Vaticano 2009, euro 18,00), ta dalla Pro Loco di Carassai per la notte
un percorso semplice e chiaro attraver- di Halloween: “In viaggio con la paura!”.
so alcune delle catechesi del Santo Padre I partecipanti hanno potuto così adden-
riguardanti i grandi Maestri della Chiesa trarsi per le vie del paese, trasformate per
d’Oriente e d’Occidente del periodo me- l’occasione in autentici tragitti verso l’ol-
dioevale, le loro vite e i preziosi contri- tretomba, bui, inquietanti e popolati da
buti che questi Padri diedero alla Chiesa. spiriti. Inoltre hanno potuto divertirsi
Come di consueto, al Premio Internazio- con simpatici giochi e soprattutto degu-
nale Ascoli Piceno sarà legato un con- stare un menù “da schifo” che include-
vegno, in programma dal 2 al 4 dicem- va ad esempio risotto ai funghi e salsic-
bre, intitolato quest’anno “Parole e realtà cia del fantasma o spiedini di castagne al
dell’amicizia medievale”. Cosa si intende- cioccolato con capelli di strega.
va, per esempio, per “amicizia” nel Me-
dioevo e che funzioni assumeva questo Castel di Lama
legame nella realtà dei rapporti sociali, La battaglia del “Capitano di lungo corso”
politici (e anche economici) di quell’epo- Un conto corrente per dare un contributo
ca? L’amicizia poteva superare le barrie-
re di ceto, di censo, di religione, di gene- Sebastiano è un malato di Sclerosi Latera-
re? Quanto teologi e letterati scrivevano le Amiotrofica (SLA). Una terribile malat-
dell’amicizia corrispondeva all’esperien- tia che colpisce le cellule nervose cerebrali
za reale che gli uomini facevano dei rap- e del midollo spinale, impedendo qualsia-
porti con “amiche” e “amici”? A tali in- si movimento volontario. Sebastiano è un
terrogativi cercheranno di dare risposta settantenne di origini pugliesi che si è tra-
storici, studiosi della letteratura medie- sferito a Castel di Lama molti anni fa, in-
vale, esperti della filologia e del pensie- sieme alla sua famiglia. Molti conoscono
ro provenienti dai più prestigiosi istituti la sua storia e lo chiamano “Capitano di
di cultura e università italiani e stranieri. lungo corso”, un nome curioso per un uo-
Il Premio Internazionale Ascoli Piceno mo dalle tante potenzialità. Fin da giova-
rappresenta il fiore all’occhiello dell’Isti- ne ha svolto diversi mestieri, dal missilista
tuto Superiore di Studi Medievali “Cecco in Marina all’ufficiale di rotta su petrolie-
d’Ascoli”. Sorto nel 1987, al fine di creare re, dal direttore scolastico all’atleta, dall’ar-
un’intermediazione scientifica tra la vo- bitro al maestro di arti marziali, dall’arcie-
cazione medievale di Ascoli e il coinvol- re all’allenatore olimpico di tiro con l’arco.
gimento “alto” di studiosi che potessero Dimostrando ogni volta di poter scaval-
evidenziare le peculiarità del suo prezioso care i suoi limiti. Sì perché, benché la sua
patrimonio storico-artistico-documenta- malattia lo costringa a letto, Sebastiano
rio, l’istituto è cresciuto negli anni nello non si è mai arreso. Nei suoi occhi è chia-
sforzo costante di promuovere iniziative ro che, anche se il suo corpo è immobile,
e attività culturali aperte al grande pub- la sua anima scalpita scossa da una gran-
blico, anche attraverso una intensa atti- de forza vitale che la governa. Così ogni
vità editoriale, che conta attualmente ben giorno abbatte quei muri che la malattia ha
cinque diverse collane. Un impegno du- eretto intorno a lui, che a noi sembrereb-
raturo nel tempo e soprattutto appassio- bero invalicabili, ma si sbriciolano al suo acquista anche su:
nato, premiato proprio recentemente con solo pensiero: “Io voglio vivere”. Sebastia- www.servizifas.it
editore@servizifas.it
Tel. 0736.253297
DOVE MANGIARE

|9
no ha molti hobby e studia da autodidat- guarigione e può svolgere un ruolo im-
ta, conosce ben 14 lingue. Perché come lui portante nell’affiancamento alle tradizio-
ci insegna, la vita è un bene prezioso e va nali cure mediche dei malati oncologici.
vissuta fino in fondo, fino all’ultimo respi- È quanto emerso dal convegno “L’on-
ro. Totalmente. E con dignità. cologia: tra progressi scientifici e storie
Sebastiano è un uomo forte e caparbio ma straordinarie”, organizzato da Giorgio
ha bisogno dell’aiuto di tutti nella sua lot- De Signoribus, primario di Oncologia
ta, perché un malato di SLA richiede as- dell’ospedale civile di San Benedetto del
sistenza sanitaria costante e la sua pen- Tronto. L’incontro, che si è tenuto a otto-
sione non è sufficiente a far fronte alle bre presso l’hotel Villa Picena di Colli del
tante spese. Per un’iniziativa di solidarie- Tronto, ha mostrato lo stato d’animo dei
tà è stato aperto un conto corrente a nome pazienti nel corso della malattia attraver-
di Marie Rumak (moglie di Sebastiano), so la lettura delle loro poesie e la visione
il cui codice iban è IT 46 S 07601 13500 dei loro disegni.
000005862462, col quale è possibile dona- Erano presenti tutti gli oncologi marchi-
re un contributo. giani e l’attore e regista teatrale Maurizio
Boldrini, che la letto le opere dei mala-
Castignano ti. In particolare si è evidenziato come la
L’anice verde diventa di origine protetta creatività possa rendere consapevoli della
Un prodotto unico delle nostre terre propria preziosità e vulnerabilità.

Il consigliere provinciale Sergio Corra- Comunanza


detti, con la collaborazione del presiden- Le imprese incontrano Confindustria
te Armando Falcioni e del direttore dell’i- per superare la crisi economica
stituto di sperimentazione di orticoltura di
Monsampolo, Valentino Ferrari, ha avvia- Maggiore accesso al credito e semplifica-
to l’iter per il riconoscimento dell’origine zione della burocrazia per superare la cri-
protetta dell’anice verde castignanese. L’i- si economica e assicurare al Piceno una
niziativa ha lo scopo di sensibilizzare i col- maggiore sicurezza produttiva.
tivatori verso questo prodotto di nicchia, Questo è ciò che si augurano gli impren-
unico per intensità di profumo e utiliz- ditori, aderenti all’Associazione Impren-
zato, per esempio, nella produzione di li- ditoriale, che il 13 ottobre hanno in-
quori. La storia di Castignano vanta due contrato, presso la Sala Consiliare del
personaggi, Emidio Corradetti e Pasquale Comune di Comunanza, il Presidente di
Virgili, che incrementarono la produzione Confindustria di Ascoli Piceno Bruno
di anice verde fino agli otto quintali. Ci si Bucciarelli.
augura, quindi, che grazie alla certificazio- I presenti, infatti, sono stati concordi
ne Dop si possa, se non eguagliare, quan- nell’affermare quanto i tempi burocrati-
tomeno avvicinarsi a tali livelli. ci ostacolino la risposta dei progetti im-
prenditoriali alle richieste di mercato,
Castorano così come hanno auspicato un maggio-
Un nuovo “mattino” per le famiglie re sostegno nelle banche nella semplifi-
Un luogo per incontrarsi e ascoltarsi cazione delle procedure e dei costi delle
pratiche creditizie.
In una conferenza tenutasi il 2 ottobre Molti suggerimenti sono stati rivolti al
scorso a Castorano, nella casa famiglia settore del turismo, al fine di costruire
Nain, è stato presentato il nuovo progetto una rete di collegamento tra le diverse lo-
“Il Mattino”, centro per la persona, la vita calità del Piceno, mettendo in relazione le
e la famiglia. L’iniziativa, che ha sede a San strutture ricettive con il patrimonio na-
Benedetto del Tronto sulla strada statale turale, artistico ed enogastronomico del
S. Pellico 73/A, nasce dall’esperienza della territorio.
cooperativa castoranese Nain. Il centro ha
lo scopo di creare un luogo di incontro, di Cossignano
ascolto, rispetto a circostanze o problema- Cineforum per spettatori inquieti
tiche inerenti alla vita nascente, la famiglia Fino a maggio un film ogni venerdì
e la genitorialità.
Un gruppo di giovani di Cossignano con
Colli del Tronto il sostegno di “Blow up”, associazione ci-
Un convegno sulle cure oncologiche nefila di San benedetto del Tronto, han-
La creatività aiuta a sentirsi meglio no dato il via all’iniziativa “Naufragi e
approdi per spettatori inquieti e curio-
Colli del Tronto L’espressione della creatività insita in si”. Si tratta di un cineforum che si ter-
La creatività aiuta a sentirsi meglio ognuno di noi ha un notevole potere di rà ogni venerdi da ottobre a maggio nel-
DOVE MANGIARE

10 |
le sedi della Sala Kursaal e anche i locali degenza con 15 posti letto, un piano terra
della mediateca comunale di Palazzo Ri- per attività sociali e un seminterrato per i
vosecchi. Il cineforum è iniziato venerdì laboratori. I lavori, il cui importo si aggi-
15 ottobre con il bellissimo film di Her- ra attorno ai 650.000 euro, si sono potuti
zog “Dove sognano le formiche verdi”. svolgere grazie ai fondi regionali e comu-
L’obiettivo, spiega l’assessore alla Cultura nali e grazie al contributo della Fondazio-
Enrico Piergallini, è “unire seri percorsi ne Carisap che ha finanziato gli ambula-
di formazione alla proposta cinematogra- tori medici.
fica” ma anche “invadere tutti gli spazi
culturali della cittadina, dalla biblioteca Grottammare
al DepArt, fino al vecchio Incasato”. Concorso “Il bello dell’accoglienza”
La fratellanza raccontata con le foto
Cupra Marittima
“Il rifugio dell’aria, poeti delle Marche” “Il bello dell’accoglienza”: è questo il no-
Un libro per preservare la poesia me del concorso fotografico organizzato
dalla Consulta per la Fratellanza tra i Po-
È un’iniziativa davvero notevole quella poli del comune di Grottammare. Un no-
della scrittrice cuprense Francesca Inno- me, un programma. Il concorso prevede Montemonaco
cenzi, l’idea è quella di conservare il pa- infatti la partecipazione di tutti i cittadini
trimonio culturale della poesia marchi- di ogni regione del mondo che possano te-
giana e di raccoglierlo in un unico libro. stimoniare, attraverso i loro scatti, episo-
Il libro dal titolo “Il rifugio dell’aria, poe- di di integrazione e rispetto di cui troppo
ti delle Marche” è’ stato presentato, pres- poco ormai si parla. Attraverso la mostra
so la sala consiliare del comune di Cu- di tali fotografie si spera di far recepire
pra Marittima, sabato 9 ottobre. Un libro un messaggio che non solo porti speran-
davvero interessante che raccoglie i mag- za, ma che spinga a comportarsi in modo
giori poeti marchigiani dal dopoguer- analogo. I soggetti delle foto devono es-
ra ma anche coloro che hanno goduto di sere persone appartenenti a razze, culture
meno visibilità. L’evento è stato patroci- ed etnie diverse, colte in situazioni che di-
nato dal comune di Cupra Marittima e mostrino come queste differenze non co-
dalle associazione culturale “L’Arca dei stituiscano affatto barriere invalicabili. L’i-
Folli” e “Alchimie d’Arte”. niziativa si colloca all’interno del progetto
“Sconfiniamo” che si è svolto nel mese
Folignano di giugno, proponendo una serie di even-
Un bando comunale per pagare l’affitto ti che invitassero alla riflessione sui diritti
Tutte le informazioni sul sito internet umani e sull’effettivo rispetto che si ha per
essi. Ritroveremo gli stessi appuntamen-
Un aiuto dal Comune per gli affitti. È ti a giugno 2011, soprattutto con la mo-
stato indetto, infatti, dal comune di Fo- stra delle fotografie raccolte con il concor-
lignano un bando per la concessione di so. Le foto ammesse al concorso saranno www.hotelmontiazzurri.com
Info 338.1071778
contributi per il pagamento del canone scelte da una commissione mista di esper-
di locazione. Per poterne usufruire è ne- ti e cittadini. Le iscrizioni sono aperte fino
cessario allegare alla domanda la docu- al 31 gennaio. Per maggiori informazioni
mentazione del modello ISEE del 2010, visitare il sito del comune www.comune.
il contratto di affitto registrato, una co- grottammare.ap.it.
pia del documento di identità del richie-
dente, una fotocopia del permesso o, per Al paese alto corsi su pietre antiche
gli extracomunitari, una fotocopia della e decorazioni floreali per la casa
carta di soggiorno del nucleo familiare.
Inoltre è necessario allegare un’autocerti- Al via al paese alto di Grottammare due
ficazione della residenza da almeno  dieci corsi interessanti per tutti gli appassionati
anni. Per informazioni è possibile inviare di lavori manuali, artistici e di decorazio-
un’email al Comune di Folignano all’in- ne. Il romano Alessandro Papa si occupe-
dirizzo info@comune.folignano.ap.it o rà del corso di Antiche pietre, vecchi me-
contattare il comune attraverso il nume- talli e materie preziose, teso ad insegnare
ro 0736/39971. tecniche decorative che consentono di
trasformare oggetti e materiali attraverso
Force l’uso di vari tipi di colori e materie. Ales-
Centro socio-sanitario e riabilitativo sandro Papa ha lavorato nel campo della
per ospitare quindici persone disagiate moda come stilista di importanti griffe;
oggi, da interior decorator, propone que-
Il 17 ottobre è stato inaugurato il nuovo ste lezioni adatte a tutti, specialmente a
centro socio-sanitario “comunità socio- chi è appassionato di decoupage. La sam-
educativa e riabilitativa”. All’inaugura- benedettese Laura Acciarri, flower e wed-
zione hanno partecipato le autorità po- ding designer, si occuperà invece del cor-
litiche locali, provinciali e della regione, so di decorazione floreale per la casa, la
nonché primari di ospedali e cliniche pri- tavola, le feste. Rivolto a persone che de-
vate e un’ampia cittadinanza. La comuni- siderano imparare a realizzare personal-
DOVE MANGIARE

tà stessa si è sentita soddisfatta per la rea- mente i decori per la propria casa, il cor-
lizzazione di questo progetto che ha reso so si articolerà in 4 lezioni (più quella di
possibile la ristrutturazione dell’ex ospe- prova del 30 e 31 ottobre). I partecipan-
dale Fratelli Lepri, reso così di nuovo ti si cimenteranno nella creazione di cen-
agibile per accogliere una più moderna trotavola con vetro e candele, decorazio- Grottammare
struttura sanitaria composta da un piano ne per un buffet campestre con ortaggi e La fratellanza raccontata con le foto

| 11
fiori, lavori con le foglie e alberello di fio- so 9 ottobre, un convegno riguardante il
ri. Oltre a ciò si può aggiungere un corso concittadino Nicola Gaetani Tamburi-
flash per le decorazioni natalizie che ini- ni (1820-1870). Tamburini è stato patrio-
zierà il 4 dicembre, con l’intento di crea- ta e letterato ed ebbe un ruolo cruciale
piceno33@servizifas.it re una ghirlanda dell’avvento con cande- negli eventi risorgimentali ascolani, di-
www.piceno33.it le, un festone vittoriano, una decorazione stinguendosi per l’attività letteraria e in-
per candeliere, un centrotavola natalizio sieme politica, documentata anche dalla
e un decoro intarsiato per il portone. Per corrispondenza con Francesco De San-
informazioni bisogna recarsi nello studio ctis, Vincenzo Gioberti, Nicolò Tomma-
dei due artisti al paese alto di Grottam- seo, Alessandro Manzoni e Cesare Cantù.
mare in vicolo Torrione.
Montalto delle Marche
Maltignano Galà benefico per raccogliere fondi
Sperimentazione della rete WiMax a favore dei bambini in difficoltà
La copertura in vari comuni locali
Una serata di grandissimo spessore socia-
Via di Vesta, 28 - 63100 Ascoli Piceno Buone notizie per i cybernauti nostrani. le quella che si è svolta sabato 16 otto-
Tel. 0736.256355 - Cell. 320.8183856
Le Marche, infatti, sono pronte alla svol- bre presso l’Hotel Relax di S. Benedetto
ta digitale grazie alla nuovissima rete Wi- del Tronto. L’associazione Coccinella Di-
HOTEL - RISTORANTE Max che a breve coprirà buona parte del na Sergiacomi Onlus ha organizzato un
loro territorio, aprendo nuove frontiere di Galà benefico con lo scopo di raccoglie-
sviluppo. La rete è stata realizzata in col- re fondi a favore dei bambini in difficoltà.
laborazione con alcune aziende IT loca- La struttura che ospita e si occupa di que-
li tra cui Servili, Milliway, Picchio in Re- sti bambini è la casa d’accoglienza “Dina
te, Tecnogeneral e Wavemax. La rete che Sergiacomi” di Montalto, la quale ha po-
verrà aperta sia all’utenza consumer che a tuto beneficiare anche del ricavato della
quella professionale è attualmente in fa- vendite delle opere dell’artista Gianluca
Via Ascoli, 10 COMUNANZA (AP)
se di sperimentazione. Maltignano è fra i Iuliitti, generosamente offerte dall’artista
Tel. 0736.844242 - 844549 comuni della provincia di Ascoli a esse- stesso all’associazione.
re coinvolti nel progetto, assieme ad Ac-
quasanta Terme, Roccafluvione e Vena- Montedinove
rotta. Le infrastrutture in test, a cui poi La Mela rosa dei Monti Sibillini
se ne aggiungeranno altre, sono già attive gioiello del patrimonio alimentare
a Monte San Martino, Serrapetrona, San
Ginesio e Camporotondo per la provin- Rilanciare quell’antico e prezioso gioiello
cia di Macerata, ad Acqualagna, Apec- del patrimonio alimentare piceno e ferma-
chio, Cantiano, Frontone per la provin- no, che era ed è tornato ad essere la “Me-
cia di Pesaro e Urbino, a Monterubbiano, la Rosa dei Monti Sibillini”. È l’obiettivo
RISTORANTE • PIZZERIA Ortezzano, Campofilone, Monte Rinaldo dell’associazione dei Produttori, guida-
Villa Curti • Venarotta (AP) | Tel. 0736.364003 per quella di Fermo e a Monte Roberto, ta da Graziella Traini, coltivatrice, cuo-
San Paolo di Jesi, Maiolati Spuntini, Ca- ca e proprietaria dell’agriturismo “Il fieni-
stelbellino per la provincia di Ancona. I le”. Per questo il 21 novembre, il Comune
dettagli sulla copertura e sulle future of- di Montedinove e Slow Food, con il soste-
ferte saranno disponibili sul sito di Wa- gno di Regione Marche, Province di Asco-
vemax, il provider licenziatario delle au- li e Fermo, Fondazione Carisap, BCC cre-
torizzazioni per l’uso del WiMax nella dito Cooperativo, entrambe le Camere di
Regione Marche. Commercio e la Comunità Montana dei
Sibillini, hanno promosso un convegno
Massignano nazionale sul tema “Le mele rosa dei Mon-
MONTEMONACO (AP)
Tuccini Angelo Le colline massignanesi vanno in tv ti Sibillini da frutto abbandonato a gran-
Cell. 338.4292399 - 338.4695073 - Tel.0736.856422 Sereno Variabile nelle nostre terre de opportunità di reddito per il territorio
info@rifugio1540.com - www.rifugiosibilla1540.com
montano.” Parteciperanno esperti e ope-
Le colline di Massignano finiscono in te- ratori da tutta Italia, facendo dell’incontro
levisione. La troupe di Sereno Variabile il cuore di una grande manifestazione di
è tornata infatti nel piceno per uno spe- valorizzazione della mela, unica speciali-
ciale sui vitigni marchigiani e non solo. tà che può vantarsi di essere un presidio
Massignano torna così protagonista co- Slow Food nell’ascolano.
me questa estate quando migliaia di tu-
risti hanno visitato la zona grazie a “Per- Montefiore dell’Aso
corsi, sorsi e morsi”, i tour culturali tra i Cambia l’orario del Polo museale
tesori del Piceno, promossi dall’assesso- per godere dell’arte e della storia
rato al Turismo. Un’iniziativa vincente
grazie alla collaborazione con le proloco Con l’inizio dell’autunno è cambiato anche
di 25 Comuni dell’ascolano. Una sinergia l’orario di apertura del Polo Museale di San
che punta al bis per il prossimo anno. Francesco a Montefiore dell’Aso. Chiun-
que fosse interessato a trascorrere un fine
Monsampolo del Tronto settimana all’insegna dell’arte, della storia
Un convegno su Nicola Tamburini
DOVE MANGIARE

e del cinema, ora può farlo grazie all’aper-


patriota e letterato del Risorgimento tura straordinaria nei giorni di sabato e do-
menica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.00
All’interno delle celebrazioni naziona- alle 19.00 nonché nei giorni festivi. Il Polo
li per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’I- Museale, ex convento francescano del XIII
talia, si è tenuto a Monsampolo, lo scor- secolo, accoglie al suo interno la sala Carlo

12 |
Crivelli, il Centro di Documentazione Sce- Monteprandone
nografica Giancarlo Basili, il Museo Adol- Festa di San Giacomo della Marca
fo de Carolis, il Museo della Civiltà Con- Fervono i preparativi per il patrono
tadina, la collezione Domenico Cantatore.
Inoltre associazioni e altre attività cultura- Grandi preparativi a Monteprandone per
li come la corale cittadina nella sala deno-
minata “La Musica a Montefiore dell’Aso”,
l’organizzazione della festa di San Gia-
como della Marca. Le giornate di spic- Sei un giornalista
la scuola di pittura e incisione nel “Labora-
torio delle Arti e dei Mestieri”, l’artigianato
co delle celebrazioni saranno sabato 27 e
domenica 28 novembre. Si prosegue sulla pubblicista?
artistico nella “Bottega delle Arti”, conclu- falsa riga degli anni precedenti, ci spiega
dono un percorso all’insegna di una real- Ferdinando Ciarrocchi dell’assessorato
tà da vivere. alla cultura, ma ci sono anche grandi no- Collabora con noi!
vità. Monteprandone infatti non ha mai
Montegallo nascosto negli anni di riservare una parti- Inviaci il tuo curriculum.
Turisti provenienti da tutte le Marche colare attenzione nel voler rendere omag-
rallegrati dalle domeniche autunnali gio al proprio patrono. Anche quest’anno piceno33@servizifas.it
Le varie strutture ricettive nel mese di ot-
nella giornata di domenica, circa 80 espo-
sitori della tradizionale fiera inonderanno
www.piceno33.it
tobre, nonostante il tempo a volte nemi- i vicoli dentro e fuori le mura del paese
co, hanno registrato il pienone di afflus- proponendo varie categorie merceologi-
so turistico. Varie comitive provenienti che, dall’artigianato ai prodotti tipici, con
da Ancona, Roma, San Benedetto han- particolare risalto alle specificità del luo-
no riempito i weekend per godere delle go e dei comuni che vi parteciperanno.
magnifiche e colorate domeniche autun- In seguito, alle ore 15, presso la sala con-
nali fra castagneti, saltarelli, tipicità e vin siliare del Comune si riuniranno tutti i
brulè. Le varie strutture, dal Camping sindaci dei circa 30 Comuni che hanno
Vettore, Albergo Vettore, rifugio di Col- sottoscritto il protocollo d’intesa del pro-
le, si sono rimboccate le maniche e hanno getto “Città di San Giacomo della Mar-
organizzato feste a base di folklore, natu- ca”, riguardante appunto tutte le città in
ra, musica e sapori tipici per richiamare il cui storicamente è stata accertata la pre-
turista. Un paese che vuole reagire al las- senza del Santo. Seguirà la messa e una
sismo diffuso, a una progettualità turisti- solenne processione che accompagnata
ca che pecca e vuole guardare avanti con dalle confraternite e dai sindaci presen-
ottimismo e dinamismo con le iniziative ti giungerà sino al Santuario del Santo.
dei singoli che daranno motivo di allegria Nel giorno precedente occasione da non
e di quella tipicità che tanto piace e tanto perdere sarà il convegno di studi sulla ca-
riscontra successo. nonizzazione del santo, curato da Fulvia
Serpico e denominato “Gemma Lucens”.
Montemonaco Da non perdere anche la presentazio- Offida
Riunione del Gal per lo sviluppo rurale ne della ristampa del prezioso lavoro di XV edizione di “Picenincoro”
Idee nuove per rilanciare il territorio catalogazione dei codici curato e scritto
da Saturnino Loggi. Nel tempo, questa
Riunione interessante del Gal Piceno, vo- dedizione e accuratezza hanno definito
luta fortemente dall’associazione “Cuore Monteprandone come realtà accademica
dei Sibillini” per spiegare le opportunità riconosciuta. La giornata di sabato sarà
di finanziamento in virtù del programma inoltre ricca di intrattenimenti, dalla pre-
di Sviluppo Rurale della regione Marche senza dei musici del Sestiere di S. Emi-
2007- 2013, Asse IV – Leader, che preve- dio di Ascoli Piceno, alla conclusione
de ben 4.806.043,72 di euro, già disponi- della serata con il concerto lirico presso
bili, per i quali uscirà a breve un bando la parrocchia Regina Pacis di Centobu-
apposito per Enti Locali, associazione no- chi. Assolute novità di quest’anno sono
profit, cooperative sociali e soggetto di di- la presentazione del progetto di digitaliz-
ritto privato operanti nel settore turistico zazione dei codici della libreria civica di
e agrituristico. San Giacomo curata dall’istituto Sismel
Sono state indicate quelle che saranno le di Firenze, centro europeo di studi sul
linee guida, i criteri di ripartizione e i pro- Medioevo, nonché l’inaugurazione della
getti finanziabili nelle varie sotto catego- mostra fotografica “com’eravamo” curata
rie. Finanziamenti che il Gal Piceno, che dall’assessore alla Cultura Sergio Loggi.
offre servizi per valorizzare i territori delle Interessante quest’ultima soprattutto per
Marche, i suoi comuni e i suoi paesi la sua l’attenzione rivolta ai veri e, veraci, abi-
storia il suo paesaggio, non vuole rispedire tanti storici di Monteprandone. Insomma
a Bruxelles come è successo qualche anno anche quest’anno è stato grande l’impe-
fa e vuole quindi spronare i vari soggetti gno dell’amministrazione comunale, gra-
operanti nel territorio montano a non far- zie anche al patrocinio della Bcc Picena
si “scappare” quest’occasione. Truentina e della Regione Marche.
Il turismo rurale diffusissimo nell’entro- SALUMI • FORMAGGI
terra marchigiano ha bisogno di idee nuo- Offida FUNGHI • TARTUFO
ve, strutture informative e servizi di tour XV edizione di “Picenincoro” Corso Cavour, 158 - FERMO
operator per l’offerta di pacchetti ad hoc, Coristi e corali da diversi comuni Tel.338.4292399
che porti le potenzialità oltre confine.
ALIMENTARI

Una discussione animata che ha lasciato Sabato 9 ottobre ha preso l’avvio la XV Via Italia - MONTEMONACO
spunti di riflessione per una collaborazio- edizione di Picenincoro, manifestazione Tel. 338.4695073
ne reciproca. canora che ha coinvolto oltre 150 coristi e www.bottegadellacuccagna.it
info@bottegadellacuccagna.it

| 13
ben 15 corali di diversi comuni piceni, tra Roccafluvione
cui Offida. Alla presentazione della ras- A Vallicella una notte da brivido
segna, avvenuta l’8 ottobre, sono inter- per festeggiare Halloween
venuti l’assessore provinciale alla Cultu-
ra Andrea Maria Antonini, il sindaco di Il 31 ottobre per festeggiare una notte da
Castignano Domenico Corradetti, il sin- paura su iniziativa di alcuni giovani del
daco di Comunanza Domenico Anniba- posto che vogliono mantenere vivo più
li, l’assessore alla Cultura di Maltignano che mai il rapporto stretto tra origini, tra-
Monica Mancini Silla e il vice presidente dizioni e divertimento si è deciso di “uti-
Arcom Aldo Concetti. La rassegna cora- lizzare” una location del tutto particola-
le, promossa dalla Provincia e dall’Arcom re: la frazione di Vallicella che dista da
(Associazione Regionale Cori delle Mar- Roccafluvione circa un chilometro e con-
che) in collaborazione con la diocesi di ta poco più di una decina di abitanti. La
Ascoli Piceno, la Confraternita della Ma- festa celtica, di origine irlandese che ca-
donna dell’Addolorata di Offida e i co- de la vigilia di tutti i Santi celebrava l’ar-
muni di Arquata del Tronto, Castignano, rivo dell’inverno e ancora oggi in ricordo
Comunanza, Force, Maltignano, Rocca- si sceglie questa data e si riprendono i tra-
fluvione e Rotella, si è svolta nel mese di vestimenti e le usanze.
ottobre e prevede appuntamenti, sempre Si sono accesi dei fuochi attorno ai qua-
gratuiti, anche a novembre. Offida è stata li si è danzato indossando maschere per
protagonista, con la sua chiesa di S. Ma- spaventare le streghe, i bambini masche-
ria dell’Addolorata, domenica 31 ottobre. rati hanno bussato alle porte dei po-
A novembre sarà invece la volta di Force chi abitanti spesso dimenticati dicendo
(domenica 7 novembre ore 17,30) Chiesa “trick or treat” (cioè dolcetto o scherzet-
S. Francesco, Maltignano (domenica 21 to) con biscotti e caramelle; tutte le vie
novembre, ore 17) S. Maria delle Grazie e della frazione sono state addobbate da
Comunanza (domenica 28 novembre, ore zucche con dentro le candele e la loro lu-
17,30) Chiesa S. Caterina. ce ha tenuto lontano lo spirito della notte
e del tempo che scorre.
Palmiano
Lavoro, “Voucher di conciliazione” Rotella
a favore delle donne precarie La Sagra delle castagne conquista ancora
Grande pubblico per la 39a edizione
Il comune di Ascoli Piceno ha disposto l’e-
rogazione dei “Voucher di conciliazione” Anche quest’anno con l’arrivo dell’autun-
a favore delle donne con particolari re- no si è rinnovato a Capradosso di Rotel-
quisiti: inoccupate, disoccupate in forma- la il tradizionale appuntamento con la
zione, occupate con contratti a tempo de- Sagra delle castagne, giunta ormai alla
terminato, co.co.co od occupate a tempo 39esima edizione.
indeterminato. Un progetto che si integra La frazione all’ombra dell’Ascensione, sa-
perfettamente con quello della Provincia bato 16 e domenica 17 ottobre ha ospi-
e che interesserà i 9 comuni dell’Ambi- tato stand enogastronomici e intratteni-
to Territoriale Sociale 22 tra cui quello di mento per tutti i gusti. Tra le specialità
Palmiano. Questi assegni sono un ausilio culinarie gli ospiti hanno degustato cal-
utile per valicare gli ostacoli della gestio- darroste a volontà, mezze maniche all’a-
ne familiare e favorire l’inserimento delle matriciana, lasagne di castagna, carne al-
donne nel lavoro o alla formazione profes- la brace, formaggio fritto e dolci a base
sionale garantendo loro un effettivo soste- del frutto locale. Non è mancato l’intrat-
gno e rimborso economico. tenimento musicale con il cantante Vale-
rio Zanchè e il popolare gruppo folk “A
Ripatransone Randerchitte”, che ha allietato la dome-
Francesco Lupidi firma l’atto notarile nica pomeriggio con saltarello e musica
e cede il suo terreno al Comune locale dialettale.

Una giornata storica per Ripatransone. San Benedetto del Tronto


Lunedì 18 ottobre, dopo anni di iter bu- “Il corpo virtuale” diventa reale
rocratici, si è potuto finalmente firma- Luogo di incontro e di libertà
re l’atto notarile mediante il quale Fran-
cesco Lupidi ha concesso in donazione In una società sempre più informatizzata,
al Comune un appezzamento di terra di dove il virtuale è diventato reale, il pro-
11.511 mq che verrà utilizzato per gli in- getto “Il corpo virtuale” mira a essere un
teressi della collettività ripana. luogo d’incontro e di contatto per poter-
La cittadinanza ha accolto con grande si esprimere liberamente attraverso il lin-
entusiasmo e riconoscenza questo gesto guaggio corporeo e teatrale.
e il sindaco d’Erasmo ha voluto sottoli- Partendo da una riconquista della di-
neare l’importanza di questa donazio- mensione sensoriale e percettiva del cor-
ne perché così il paese potrà usufruire di po, si vuole giungere, attraverso la tecnica
quest’area per valorizzare il proprio pa- dell’improvvisazione, all’espressione libe-
trimonio artistico e culturale. ra e alla sperimentazione personale delle
Infatti il terreno, sito nelle vicinanze possibili connessioni tra il reale e il virtua-
PER LA CASA

dell’anfiteatro delle Fonti, è in una po- le. Questo laboratorio mira alla sperimen-
sizione strategica perché si trova sia vi- tazione dei possibili rapporti tra le due di-
cino al centro storico che alle Mura Ca- mensioni apparentemente inconciliabili,
stellane. ovvero la realtà e la virtualità. Dopo l’in-

14 |
credibile successo dello scorso anno, la to, zootecnia, piante e fiori e persino in
teatroterapista Antonella Crivellaro e la quello delle fonti energetiche rinnova-
danzaterapeuta Erica Amatucci ripropon- bili. Lo scorso 10 ottobre sono stati 240
gono il Laboratorio di Teatroterapia ogni gli espositori invitati alla manifestazione,
mercoledì dalle ore 21 alle 23, da novem- che dalle 8 alle 20 si è sviluppata lungo le
bre a maggio, presso il Teatro dell’Olmo strade principali del paese, dalla rotato-
di San Benedetto del Tronto. Per la parte- ria in via Salaria a quella della zona arti-
cipazione al laboratorio è necessario aver gianale, occupando anche le vie limitrofe
compiuto il 16° anno di età. Per maggio- di Piazza Kennedy. Non è mancato l’in-
ri informazioni contattare: a_crivellaro@ trattenimento musicale: il gruppo loca-
libero.it oppure erica.amatucci@alice.it . le dei “Caricosimmetrico” si è esibito al-
le 17 davanti alla chiesa di Sant’Antonio
Rinsaldata l’amicizia con Mar del Plata con un concerto funky-blues.
Il sindaco in visita in Argentina
Venarotta
Per confermare il gemellaggio sottoscritto Tipicità e folklore per la vendemmia
il 9 giugno del 1998 e rinsaldare i rapporti Una festa a base di vin brulé e castagne
di amicizia tra le due città, lo scorso otto-
bre il sindaco di San Benedetto Giovanni Ormai giunta all’ottava edizione, an-
Gaspari si è recato a Mar del Plata, località che quest’anno la “Festa della vendem-
argentina che conta oggi 540.000 abitanti mia” ha riscosso un grande successo per
e nella quale vive una comunità di marchi- la sua tipicità e il folklore che la rappre-
giani, soprattutto sanbenedettesi. La so- senta. Come nella precedente edizione, si
lenne cerimonia di conferma del gemel- è svolta lo scorso 10 ottobre nel centro
laggio tra San Benedetto del Tronto e Mar del paese presso l’antica cantina Mariani.
del Plata si è svolta nel palazzo comunale I partecipanti hanno potuto così assistere
e, dopo la firma del protocollo, il presiden- alla tradizionale pigiatura dell’uva e alla
te del consiglio comunale argentino Mar- preparazione del vin brulé facendo bolli-
celo Artime ha consegnato al sindaco Ga- re il vino a fuoco lento. La bevanda cal-
spari l’onorificenza di “Visitatore illustre da e dal gustoso aroma è stata così offer-
del Partido de General Pueyrredòn”. Du- ta e degustata insieme a un ricco buffet
rante la sua permanenza Gaspari ha visita- di prelibatezze locali preparate rigorosa-
to la città e incontrato una rappresentativa mente in modo casereccio dalle massaie
delle comunità sanbenedettese e marchi- della zona e da alcune attività commer-
giana sul territorio sudamericano; inoltre, ciali del paese. Per l’occasione è stato an-
ha partecipato alle celebrazioni in ono- che indetto un concorso fotografico con
re di San Benedetto martire nella omoni- relativa mostra sulle precedenti edizio-
ma parrocchia di Mar del Plata, inaugura- ni dell’evento. Durante la manifestazio-
ta il 10 dicembre 1997. Significativa è stata ne particolare interesse ha suscitato l’esi-
anche la cerimonia di pre-inaugurazione bizione della corale polifonica locale “Il
dell’edificio “Le Marche”, un’opera impo- Cupanile”.
nente situata nel pressi del porto della città
e dedicata alla regione delle mille colline.

Spinetoli
“Fiera d’autunno”, tradizione dal 1842
per aiutare agricoltura e commercio

Affonda le sue radici nel lontano 1842,


quando venne istituita per il giorno 13
ottobre al fine di “incoraggiare l’agricol-
tura e il commercio” e, dopo essere cadu-
ta in disuso, fu ripresa verso la metà de-
gli anni Ottanta fissando la sua data per
la seconda domenica di ottobre. Da al-
lora la Fiera d’autunno di Pagliare è di-
venuta una tradizione nella Vallata, come
testimoniano le migliaia di presenze regi-
strate ogni anno. Oltre a essere un note-
vole punto d’incontro cittadino, la fiera
rappresenta una vetrina per quanti ope-
rano nei diversi settori: artigianato, ga- Venarotta
stronomia, prodotti tipici, abbigliamen- Una festa a base di vin brulé e castagne
PER LA CASA

| 15
Comunicando
Un buon padre di famiglia
piceno33@servizifas.it Tarcisio Infriccioli, sindaco di Acquaviva Picena
di Marco Corradi
www.piceno33.it

Si definisce un buon padre di famiglia per Sono stati riconoscimenti utili per il
la cura che ha del suo Comune. Tarcisio rilancio del turismo? Avere riconosci-
Infriccioli, sindaco di Acquaviva Picena, a menti di questo livello è importante per
un anno dalla scadenza del suo secondo chi crede nelle opportunità che il turismo
mandato, fa il punto sui risultati ottenu- può dare ai piccoli centri, grazie all’inseri-
ti per valorizzare e rilanciare un territorio mento nei circuiti “Touring Club”, Acqua-
ricco di opportunità. viva sta ottenendo ottimi risultati non so-
Sindaco è all’ultimo anno della secon- lo nella bella stagione, ma anche nel pe-
da legislatura, un bilancio della sua riodo invernale.
amministrazione? Un bilancio positivo, La cultura la storia e la tradizione so-
ho cercato di amministrare con la stessa no altri aspetti di questo territorio…
oculatezza che userebbe un buon padre La nostra amministrazione ha cercato di
di famiglia, esaminando i problemi del sostenere tutte le iniziative volte allo svi-
paese e cercando di dare risposte effica- luppo culturale.
ci, sempre però facendo i conti con le dif- Il fiore all’occhiello delle iniziative inverna-
ficoltà dei bilanci. li sono gli incontri con l’autore fortemen-
Facendo largo ai giovani… Infatti, ho te voluti dall’assessore alla Cultura Teodo-
voluto organizzare una squadra di giova- rico Compagnoni. E poi abbiamo moltis-
ni amministratori che ho formato nel cor- sime iniziative e associazioni che rendo-
so degli anni per poter dare una continui- no vivace il nostro territorio, non da ul-
tà al nostro modo di amministrare. tima la rievocazione storica di “Sponsalia
Oltre che di bilanci, parliamo di risul- banchetto in costume” in cui si rievoca il
tati cominciando dal territorio. Avete matrimonio tra Forasteria, figlia di Rainal-
conquistato ormai da anni la Bandie- do degli Acquaviva e Rainaldo dei Brun-
ra Arancione e ora vi siete aggiudica- forte, Signore di Sarnano e Vicario di Fe-
ti anche la Bandiera Verde, un bel tra- derico II.
guardo… La “Bandiera Verde Agricoltu- Ad Acquaviva sono presenti anche in-
ra” è un riconoscimento attraverso il qua- dustrie importanti, la crisi si è fatta
le si  premiano aziende agricole,    regio- sentire? Purtroppo anche noi non siamo
ni, province, comuni, comunità montane stati immuni e le attività produttive pre-
e parchi  che si sono distinti nelle politi- senti nel nostro territorio sono ricorse an-
che di tutela dell’ambiente e del paesag- che alla cassa integrazione.
gio anche a fini turistici, nell’uso raziona- Qualche segnale di ripresa? Per fortu-
le del suolo, nella valorizzazione dei pro- na c’è. Solo un esempio: la Roland, l’a-
IMPIANTI FOTOVOLTAICI

dotti tipici legati al territorio, nell’azione zienda più importante del nostro comu-
finalizzata a migliorare le condizioni di vi- ne che realizza strumenti musicali, ha lan-
ta ed economiche degli operatori agrico- ciato un nuovo prodotto che sta andan-
li e più in generale dei cittadini. È stato un do bene sul mercato, la fisarmonica elet-
altro traguardo raggiunto che ci ha mol- tronica che viene prodotta ad Acquaviva.
to gratificato. Anche questo è un bel traguardo.

16 |
vi invitiamo a...
La grande Fiera di San Martino
Il tradizionale evento per le vie di Grottammare
di Lucia Mancini

Anche quest’anno la tradizione si ripe- Saranno inoltre presenti all’incirca una


te: mercoledì 10 e giovedì 11 novembre ventina di banchetti destinati all’uso di as-
Grottammare riproporrà ai numerosi vi- sociazioni no profit.
sitatori la Fiera di San Martino. L’origine Come sempre, anche quest’anno il Co-
dell’evento si perde nella memoria stori- mune ha ricevuto molte richieste dai
ca del comune piceno e richiama moltis- commercianti che intendono partecipa-
sime persone anche dalle zone limitrofe. re all’evento, e ciò non deve sorprende-
Su una superficie espositiva di oltre 9.000 re, dato il successo che la fiera ha riscosso
metri quadrati si succederanno più di 450 in ogni passata edizione. Originariamen-
spazi espositivi e di vendita. te, la fiera era di carattere prettamente ru-
Nello specifico ci saranno i prodotti ali- rale, utilizzata per lo scambio di prodotti
mentari (frutta, formaggi, dolci da forno agricoli con manufatti semilavorati o finiti.
ecc.), nella zona centrale, nei pressi del Oggi sulle bancarelle si può invece trova-
mercato ortofrutticolo, casalinghi e ferra- re di tutto, ma non mancano quegli spazi
menta in via Matteotti (adiacente la ss.16) espositivi che offrono al visitatore la possi-
e parte di via Capriotti, cibo e bevande bilità di degustare piatti tipici e tradiziona-
(porchetta, pesce fritto, tacchino alla can- li della nostra zona. Oltretutto, va sempre
zanese) da gustare passeggiando in viale ricordato che a San Martino si festeggia il
Crucioli e via Laureati (presso la Pineta Ric- vino nuovo, che non potrà certo manca-
ciotti), artigianato e abbigliamento in tut- re tra i prodotti in vendita, accompagnato
ta l’area della fiera da via Verdi a via Batti- ovviamente dalle caldarroste.
sti, animali e fiori nella zona antistante la Altri elementi della tradizione legati al-
scuola elementare di viale Garibaldi, i pro- la fiera sono la “Corsa dei Cornuti” (le cui
duttori diretti vicino al mercato ortofrutti- origini non sono ancora molto chiare) e il
colo, parte di Piazza Fazzini, Largo Raffael- banchetto di San Martino, dove il piatto
lo Sanzio (con vari stand sparsi anche per più atteso è lu sonnere alla cazzimberie,
l’intera area) e gli espositori di camini in sedano condito con molto pepe che si di-
viale Garibaldi e via Marconi. ce abbia proprietà afrodisiache.

STUDI FOTOGRAFICI

| 17
i grandi eventi nel Piceno
04 novembre
___________________ 07 novembre
___________________ Proiezione Film 20 novembre
___________________
h 21.30
Micromouse Picenincoro “L’uomo fiammifero” “Camminar tra Arte e Musica”
Tel. 347.8672369 www. h 17.30 di Marco Chiarini, dalle ore 20.00 alle ore 2.00
myspace.com/brevevita  Gruppo Corale “Montefiore” Costo biglietto: Arie musicali interpretate
Brevevita, Viale dei Gasperi 231 Montefiore Dell’Aso Ragazzi 2 €, Adulti 3 € dal “Trio Melody”
Monteprandone Dir. Barbara Bucci  Teatro dei Combattenti (M. Baiocchi, A Albanesi,
Chiesa S. Francesco Acquasanta Terme E. Tancredi)
5___________________
e 6 novembre Force Che accompagneranno le visite
Corso di formazione guidate illustrate dalla Dott.
Il viaggio di Finnicella “Conoscere l’autismo” M. Cameli presso il Museo
Due scapoli e una bionda Informazioni su
di N. Simon h 16.00 Archeologico Statale.
www.bookingshow.com www.comune.ascolipiceno.it Tel. 0736-253562
con Patrizia Pellegrino, Tel./fax:  0736.255392,
Roberto Stocchi, Pietro Teatro San Filippo Neri Apertura straordinaria serale
San Benedetto del Tronto Cell.: 340.9910333 Con ingresso gratuito
Genuardi. Regia di E. Coltorti 347.8179455
Tel. 0736.244970  Ascoli Piceno
09 novembre Sala Docens, Piazza Roma
Teatro Ventidio Basso ___________________ Ascoli Piceno
Ascoli Piceno 39° Concerto Polifonico
Mistero Buffo h 17.45
13 novembre
___________________ In onore di Santa Cecilia,
06 novembre
___________________ (PS: nell’umile versione Pop)
h 21.00 eseguito dalla Corale ripana
di Dario Fo, Corte Ospitale Une Passante “Madonna di San Giovanni”,
Tra musica e poesie + Christian Cuff direttore Nazzareno Fanesi,
h 16.30 Compagnia del Teatro
Popolare in collaborazione Tel. 0735.780818  all’organo/pianoforte Laura
presentazione del libro Pao osteria & arte, Michelangeli, voci soliste
“Con te nel silenzio” con Fondazione G. Gaber
Tel. 0735 739 240 Lungomare Trieste  Loredana Chiappini, Alessio
di Ovidio Palombi San Benedetto del Tronto Rubicini
Auditorium A. Luzi Teatro delle Energie
Grottammare Duomo Basilica
Comunanza Nomadi Ripatransone
10 e 11 novembre Raccontiraccolti
Marco Parente ___________________ h 21.00 Nicodemo
con Mattia Coletti e Muffin Teatro Ventidio Basso Tel. 0735.780818 
Tel. 0735.780818  Fiera di S. Martino Ascoli Piceno Pao osteria & arte,
Pao osteria & arte, Grottammare Lungomare Trieste 
Lungomare Trieste  14 novembre San Benedetto del Tronto
San Benedetto del Tronto 11 novembre ___________________
___________________
L’uomo nero Convegno medico
6 e 7 novembre
___________________ Andrea Cola dalle ore 8 alle 18
h 16.00
Tel. 347.8672369 www.bookingshow.com con il Dott.Enrico Alfonsi
Sapori e colori delle arti www.myspace.com/brevevita  Teatro San Filippo Neri Polo Museale S. Francesco
e dei mestieri Brevevita, Viale dei Gasperi 231 San Benedetto del Tronto Montefiore dell’Aso
dalle ore 8 alle 20 Monteprandone
mercatino dell’artigianato 18 novembre Fino al 21 novembre
___________________
e dei prodotti tipici 12 e 13 novembre ___________________
___________________
Tel. 347.8342959  La Gaia Età
Piazza Arringo Baby Blue
Black-Out Tel. 347.8672369 collettiva
Ascoli Piceno h 21.00 di Roberto D’Alessandro,
www.myspace.com/brevevita 
di Stefano Artissunch Brevevita, Viale dei Gasperi 231 Marco Incordona,
Fino al 07 novembre
___________________ Tel. 0735 794438 - 460 Francesco Insinga,
Monteprandone
Teatro Concordia Lidia Tropea,
Tra le pieghe della natura San Benedetto del Tronto 20 e 21 novembre e Fabrizio Spucches. 
Personale di Piero Gilardi, ___________________ Tel. 0735.778703 
Orario: 10-12,30 e 17-20. 12 novembre
___________________ Galleria Marconi,
Chiuso domenica mattina Mostra mercato C.so Vittorio Emanuele, 70 
e lunedì mattina dell’antiquariato Cupra Marittima
Chansons puor vous dalle ore 10 alle 20
Tel. 0735.500521  h 21.45
Galleria d’arte Genus 180 espositori di 21 novembre
con G. Giuliani, A. Onori collezionismo, modernariato ___________________
San Benedetto del Tronto (pianoforte)  e artigianato artistico
www.cottonjazzclub.it  Tel. 0736.256956  Picenincoro
Cotton Jazz Club, Palafolli Centro Storico h 17.00
Ascoli Piceno Ascoli Piceno Coro “La Corolla”

Ideazione, studio,
e realizzazioni
di campagne
pubblicitarie
Biglietti da visita
Depliant
Gadgets personalizzati

graphic@servizifas.it

18 |
i grandi eventi nel Piceno
Ascoli Piceno, Dir. Mario Cotton Jazz Club, Palafolli
Giorgi Corale “Sisto V” Ascoli Piceno
Grottammare,
Dir. Luigi Petrucci  27 novembre
___________________
Chiesa S. Maria delle Grazie
Maltignano Scala Mercalli
Tel. 0736.348914 
Cappuccetto Rosso C-Lounge, Via dell’Aspo
dà i numeri Ascoli Piceno
h 17.00
Tib Teatro (Belluno). Andrea Chimenti
Rassegna Tel. 0735.780818 
“Che Domeniche Ragazzi!!!”  Pao osteria & arte,
Tel. 0734.902107 Lungomare Trieste 
www.eventiculturali.org  San Benedetto del Tronto
Teatro Concordia
San Benedetto del Tronto 28 novembre
___________________
Vuoti a Rendere
h 16.00 Picenincoro
www.bookingshow.com h 17.30
Teatro San Filippo Neri Corale “Laudate Dominum”
San Benedetto del Tronto San Benedetto del Tronto,
Dir. Secondo Marconi
Convegno Mele Rosa Sciarroni Corale Polifonica
dei Monti Sibillini “P.Giovanni dello S.S.”
Montedinove San Benedetto del Tronto,
Dir. Massimo Malavolta 
24 e 25 novembre Chiesa S. Caterina
___________________ Comunanza
L’ebreo Antica fiera di S. Caterina
h 20.30 intera giornata
di Gianni Clementi Tel. 0736.84381 - 84834 
con Ornella Muti, Emilio Comunanza
Bonucci, Pino Quartarullo
regia di Enrico Lamanna Unorsominore
Tel. 347.8672369
Teatro Ventidio Basso www.myspace.com/brevevita 
Ascoli Piceno Brevevita, Viale dei Gasperi 231
Monteprandone
26 e 27 novembre
___________________
Brezzolina regina del bosco
Corso di formazione h 16.00
“Conoscere l’autismo” www.bookingshow.com
Informazioni su Teatro San Filippo Neri
www.comune.ascolipiceno.it San Benedetto del Tronto
Tel./fax:  0736.255392,
Cell.: 340.9910333
347.8179455
Sala Docens, Piazza Roma
Ascoli Piceno

26 novembre
___________________

Travel Notes Tour


h 21.45
R. Bonaccorso (contrabbasso),
F. Bosso (tromba),
A. Pozza (piano),
N. Angelucci (batteria)
www.cottonjazzclub.it 
AZIENDE VITIVINICOLE

Siti web Tesi di laurea Convegni


Recupero dati Romanzi Conferenze
Vendita computer Saggi Meeting aziendali
Assistenza hardware Manuali Animazione
Assistenza software Giornali Fiere
Corsi di informatica Cataloghi Rievocazioni
Realizzazione software Libri d’arte storiche

informatica@servizifas.it editore@servizifas.it eventi@servizifas.it

| 19
Due passi a...
Splendida la chiesa dell’Annunziata
Restituita al piccolo borgo di Cossignano dopo i restauri
di Carolina Ciociola

COSSIGNANO | Sulla dorsale colli- al 1652. L’anno seguente la chiesa


nare posta tra le sorgenti del torren- fu affidata al clero secolare e furono
te Menocchia e del fiume Tesino sorge istituite tre cappellanie, divenute
il piccolo borgo di Cossignano, le cui quattro nel 1785.
origini risalgono alla civiltà picena, co- Le decorazioni murali più antiche
me dimostrano i manufatti bronzei del dell’edificio, a navata unica senza
VI sec. a.C. rinvenuti nelle contrade abside, possono collocarsi tra la fine
Colle e Peschiera. Il paese, con i suoi del XV sec. e l’inizio del successivo
400 metri sul livello del mare, vanta un e sono influenzate dalla scuola di
incantevole panorama sui colli e sui ca- Carlo e Vittore Crivelli e di Pietro
lanchi del territorio circostante. Il cen- Alemanno. Sulle immagini, alcune
tro storico, posto in posizione elevata, delle quali realizzate come ex voto,
è racchiuso da una cinta muraria, la cui sono ancora visibili i graffiti e le
parte più antica risale alla fine del XIII invocazioni lasciate nei secoli dai
sec., quando il papa ascolano Nicco- fedeli. I due altari della parete sinistra
lò IV concesse al paese l’autonomia di sono dedicati il primo, elevato nel
eleggere il proprio podestà. Se ci si ad- 1753 dalla famiglia Travaglini, alla
dentra nell’abitato antico, non si pos- Madonna del Soccorso, il secondo
sono non ammirare le costruzioni in a S. Antonio Abate raffigurato tra S.
laterizio che si snodano negli stretti vi- Antonio da Padova e Giobbe nella
coli, la Porta di Levante o di S. Gior- tela di Vincenzo Pagani, databile agli
gio, resto meglio conservato dell’anti- anni ’40 del ‘500. Le due nicchie che
ca cinta muraria, la piazza centrale e la si aprono nella parete presbiterale
chiesa parrocchiale di S. Maria Assun- contengono una tela settecentesca
ta che conserva una preziosa reliquia e un affresco raffigurante una
della S. Croce e pregevoli dipinti del Deposizione. Sulla parete destra della
pittore ascolano Nicola Monti. chiesa vi sono gli altari di S. Francesco
Un altro monumento di notevole di Paola e della Madonna Addolorata.
interesse è la chiesa dell’Annunziata, L’altare maggiore, infine, di fattura
restituita all’antico splendore e al cinquecentesca, ma rimaneggiato nel
culto dal restauro terminato nell’aprile ‘700, ospita una tela settecentesca
del 2009. Il primo nucleo risale al raffigurante l’Annunciazione e i
1265, quando il cappellano della santi Giovanni Nepomuceno, Luigi
chiesa di S. Paolo, sita fuori le mura, Gonzaga e un santo vescovo.
ottenne dal vescovo di Ascoli di Tra le opere d’arte custodite nella
trasferire la parrocchia all’interno chiesa dell’Annunziata, va ricordato,
della cinta. Nel 1448 la chiesa accolse inoltre, il prezioso organo eseguito
i frati francescani, i quali mutarono tra il 1855 e il 1856 dal M° ascolano
il titolo dell’edificio, dedicandolo Vincenzo Paci e oggetto di un accurato
all’Annunziata, e vi restarono fino restauro terminato nell’aprile 2010.

20 |
l’intervista al vip
Ascoli come Venezia
Anita Kravos: “Porterò il cinema in città”
di Carolina Ciociola
Anita Kravos, dopo aver frequentato l’Ac-
cademia Teatrale Russa Gitis, ha avuto pic-
coli ruoli in diversi film quali Saimir di F.
Munzi, Manuale d’amore 2 e Italians di G.
Veronesi. Il primo ruolo da protagonista
in Come l’Ombra di Martina Spada le vale
sette riconoscimenti. Per la televisione re-
cita in Il generale Dalla Chiesa, Ho sposato
uno sbirro e Papa Luciani.
Per la difficile parte del trans Sonia in Alza
la Testa di Alessandro Angelini, dove reci-
ta con Sergio Castellitto, ottiene il premio
L.A.R.A e la candidatura come miglior at-
trice al David di Donatello 2010. L’attrice è
venuta ad Ascoli in qualità di madrina del

Settembre in Musica organizzato dall’Asso- Alza la testa? Ho cercato di concentrar-


ciazione Ascoli Piceno Festival. mi non sul percorso di transizione nel di-
ventare donna, ma sul momento che mi
Hai iniziato con il teatro da giovanissi- ha colpito di più quando ho letto la sce-
ma. Quali sono stati i tuoi primi passi neggiatura, cioè quando il mio personag-
nel mondo del cinema? Assolutamente gio incontra per la prima volta Sergio Ca-
casuali. Dopo aver fatto la più importan- stellitto e le emozioni fanno corto circuito.
te scuola di teatro al mondo, la Gitis La costumista, la truccatrice e l’acconciato-
di Mosca, mi sono trasfe- re hanno fatto il resto, lavorando in manie-
rita a Roma per la- ra eccelsa, oltre al regista che mi ha guida-
vorare e mi sono to e a uno straordinario compagno di sce-
ritrovata a vendere na che è Castellitto.
gelati a Campo de’
Fiori. Avevo mes- Quali sono i tuoi programmi futuri? Re-
so da parte qualsi- citerò in Lamor cortese di Claudio Camar-
asi aspirazione ar- ca che dovrebbe uscire entro l’anno e in
tistica, ma un mio A casa tutto bene, prima regia di Daniele
collega faceva l’as- Maggioni.
sistente a France-
sco Munzi che sta- Di Ascoli hai visto pochissimo: qual è la
va girando il film tua prima impressione? Sono appena ar-
Saimir e, sic- rivata e ho fatto un giro velocissimo diret-
come io par- ta sulle olive ascolane. Ho visto solo le due
lo lo slove- piazze principali e sono rimasta molto im-
no e il rus- pressionata: è bellissima. Sono contenta di
so e il regi- aver avuto l’occasione di visitare Ascoli e
sta cercava ringrazio l’Associazione Ascoli Piceno Fe-
delle piccole stival perché altrimenti non l’avrei scoper-
comparse tra ta. Soprattutto sarei contenta se si realiz-
i kosovari e gli zasse il desiderio di Gaetano Rinaldi, presi-
albanesi, mi dente del Piceno Festival, di creare qui ad
ha chiesto di Ascoli un festival di film che abbiano co-
aiutarlo a fare me tema portante la musica. Se l’immagi-
il casting. E co- ne è l’aspetto più immediato del cinema,
me nelle miglio- è anche vero che l’aspetto sonoro è quel-
ri favole mi ha scel- lo che trasmette le emozioni. Se un festival
to per un piccolo ruolo. mettesse in risalto questo mondo compo-
sitori come Ennio Morricone non dovreb-
Come ti sei immedesimata nel bero aspettare trent’anni per vincere il pri-
difficile ruolo del trans nel film mo David di Donatello.

| 21
Arte e storia
Conservato nel museo vescovile di Montalto

Il Reliquiario di Sisto V
di Eleonora Palmoni

Nel Museo Sistino Vescovile di Montalto Angelo dalle ali spiegate, sorregge il cor-
delle Marche, è conservato uno splendido po senza vita di Cristo dinanzi a una gran-
reliquiario donato da Papa Sisto V alla cit- de croce gemmata. Nei due tondi lungo
tadina, un oggetto molto particolare, dal- la cornice esterna, si trovano le scene del-
la forma complessa, ricco di pietre prezio- la Crocifissione e della Flagellazione con
se, che nel corso dei secoli ha subito mol- angeli che recano simboli della Passione
te modifiche. di Gesù. Nella parte alta della composi-
Capolavoro di arte orafa francese del XIV zione, si trova la figura del Padre Eterno
secolo, è stato attribuito alla bottega di Je- in una “spirale” fiorita e fra le perle mon-
an o “Hennequin” Du Vivier ed esegui- tate a trifoglio e altre pietre preziose fan-
to forse per Carlo V entro il 1380. Dal- no capolino, fra le nuvole azzurre stilizza-
la corte francese, confluisce nella colle- te, i busti di quattro angioletti. In basso,
zione di Federico IV del Tirolo e nel 1450 quasi in corrispondenza del piede di ap-
viene acquistato da Lionello d’Este. Alla poggio si trova la scena con la Deposizio-
morte di quest’ultimo, si perdono le tracce ne da quattro piccoli riquadri con reliquie
dell’oggetto che ricompare nel 1457 nella dell’epoca sistina. Due angeli in argen-
collezione del cardinale Pietro Barbo, fu- to dorato con cartigli riportano frasi del
turo Papa Paolo II e da qui nel Tesoro Va- Credo e sulla sommità, entro un timpa-
ticano. no classicheggiate, un cammeo con l’effige
Durante il secondo anno di pontificato, di Gesù circondato da una cornice di per-
nel 1587, Papa Sisto V dona il reliquiario le e pietre preziose. Secondo le fonti stori-
alla sua “patria carissima”, sottolineando che, sul retro, doveva esserci un’Orazione
il legame tra il pontefice e la cittadina mar- nell’orto sostituita con un motivo di girali
chigiana. vegetali. L’attuale montatura fu realizzata
Nel corso dei secoli, numerose sono state dal Cardinale Pietro Barbo mentre la base
le modifiche apportate rendendolo diver- a forma mistilinea, è decorata con motivi
so dalla forma originale. Si tratta di un’o- vegetali e floreali. L’orafo Diomede Van-
pera in oro, argento dorato, smalti en-ron- ni, su incarico di Sisto V, ebbe il compito
de-boss (tecnica orafa sviluppata in Fran- di “ripulitura e riassettatura” del reliquia-
cia nel Trecento), perle pietre e un grande rio, modificando le scritte fatte apporre
cammeo. Entrambe le facce sono diversa- da Pietro Barbo e incidendo lo stemma e
mente lavorate. La parte anteriore del re- gli emblemi del pontefice, la stella e i tre
liquiario, la più importante, ha come te- monti.
ma principale quello della Passione di Ge- Quest’opera di alta oreficeria dimostra
sù Cristo, vissuta attraverso simboli, co- quale fosse il legame tra Sisto V e le Mar-
lori e forme. Al centro di una lastra di ar- che e contemporaneamente il raffinato
gento dorato, rettangolare e allungata, un gusto artistico del pontefice.

22 |
Strada prov.le Valtesino di
Montedinove (AP)
San Martino
MENù
Antipasto
in festa
Fesa di tacchino ai frutti esotici
Farro e lenticchie con crostini e castagne 11 novembre
Primi
Risotto ai funghi porcini
ore 20.30
Polenta al ragù di salsiccia

Secondo
Bocconcini di manzo al profumo di bosco
e fantasia di contorni

Dessert
Mont Blanc
Caldarroste e vino novello

Durante la serata...
Musica dal vivo
ed esibizione
di tango argentino
“Tango Rodolfo”
danche school di Offida

25 €
info e prenotazioni
0736.829486
334.3598528
Ascolta le nostre interviste su
www.radioincredibile.com
di Sergio Consorti

Nelle precedenti edizioni di questa ru- lo della vita che ha un inizio e una fi-
brica si sono susseguiti gruppi musi- ne, un’alba e un tramonto. “Era nostra
cali più o meno giovani, cover band e intenzione – afferma Marco – creare
cantautori ma tutti dal genere musica- qualcosa di nuovo e di poco usuale da
le abbastanza simile, dal rock al pop, queste parti, sia per quanto riguarda i
dal funky al blues. Questa volta, inve- testi, scritti da Manlio, che per gli arran-
ce, presentiamo un gruppo un po’ fuo- giamenti, curati da me, ma anche per
ri dalle righe ma non per questo me- la veste grafica dell’album impreziosito
no meritevole di applausi e di successo. da alcuni disegni fatti a mano dall’arti-
Abetito Galeotta, costituito da Manlio sta ascolano Marco Zaini e dal grafico
Agostini e Giorgio Scattolini (voce e Tonino Ticchiarelli. È una soddisfazione
chitarra acustica), Marco Pietrzela (flau- averlo realizzato e siamo sereni per tut-
to traverso), Emanuele Maoloni (per- to quello che il futuro ci riserverà!”.
cussioni) è un gruppo cantautoriale L’audio intervista integrale con alcu-
acustico ascolano, nato nel settembre ni dei brani estratti dal cd appena usci-
2007 durante un soggiorno mistico-ri- to, sarà disponibile nella rubrica “Ban-
flessivo ad Abetito di Montegallo (AP). de Sonore” di RadioIncredibile.
Amanti della canzone italiana, nascono
come cover di cantautori quali De An- www.myspace.com/abetitogaleotta
dré, Vecchioni, De Gregori, Capossela, abetitogaleottaband@tiscali.it
Dalla ma anche stranieri come Jarabe
de Palo, Neil Young, Cat Stevens rivisi-
tando i loro migliori pezzi con un arran-
giamento fuori dai soliti schemi utiliz-
zando soltanto strumenti melodici.
Chitarre acustiche, percussioni, con-
trabbasso e pianoforte sostituiscono ri-
spettivamente chitarre elettriche, bat-
teria, basso e tastiera, ma possiamo an-
noverare anche il flauto traverso, il vio-
lino, il sax, l’armonica tra gli strumenti
utilizzati nel loro primo disco dal tito-
lo “Bagaglio a mano”, uscito a fine ot-
tobre. Un concept album in cui gli Abe-
tito Galeotta, coadiuvati da altri artisti,
vogliono raccontare un viaggio, quel-
STUDI FOTOGRAFICI

24 |
di Claudio Siepi

Nella giornata di  Sabato 9 Ottobre il Enrico chiede a Lindo: Cosa imparia-
Polo Culturale S. Agostino ha ospitato mo da questa esperienza da portare
la seconda edizione dell’Apcamp, il Bar- alla prossima edizione? Sicuramente
camp del nostro territorio. Ma cos’è un abbiamo visto che il nostro territorio ha
Barcamp? Il web lo descrive come una re- grandi potenzialità e vanta eccellenze nel
te internazionale di non conferenze aper- campo industriale e turistico, che con il
te i cui contenuti sono proposti dai par- Web2.0 possono essere valorizzate ulte-
tecipanti stessi, i temi sono legati alle in- riormente e fatte conoscere ad un baci-
novazioni sull’uso del  World Wide Web, no più ampio di utenti. A quanto detto
del software libero e delle reti sociali. prima da Enrico aggiungo che questa ini-
Questa edizione ascolana ha rispettato in ziativa è un’ottima occasione per dimo-
pieno le aspettative, presentando tema- strare che, sfruttando bene la comunica-
tiche come il  social networking, i blog zione on-line, si può realizzare un evento
tematici, social media marketing,  non- di alto livello come questo in grado di va-
ché un’ampia panoramica sulle esperien- lorizzare il territorio e portare innovazio-
ze di promozione del territorio e delle tra- ne, con benefici per tutti. A questo punto
dizioni locali attraverso blog e social net- l’obiettivo per la prossima edizione è ov-
work. A poche ore dalla fine della mani- viamente quello di realizzare un evento
festazione siamo stati in compagnia de- ancor più in grande; abbiamo già contat-
gli organizzatori, a cui, in linea con la filo- ti con nomi importanti del mondo della
sofia del Barcamp, abbiamo chiesto di in- comunicazione a livello nazionale... Non
tervistarsi l’uno con l’altro. aggiungiamo altro per ora!

Enrico, cosa vi ha spinto a organizzare Lindo chiede a Giulio: Raccontaci un


l’Apcamp? La mia intenzione era far ca- episodio curioso accaduto durante la
pire il valore delle attività online, perché manifestazione? Beh, messo da Enrico
le vivo e perché ci lavoro. Purtroppo trop- a fare il “cerbero” nell’aula del geek-stre-
po spesso sento parlare di internet come am, ho chiesto il ticket di partecipazione
una pratica da ragazzini annoiati o privi dell’evento a uno dei relatori… é stato un
di iniziativa, quando invece, in altri paesi episodio curioso e sicuramente imbaraz-
questo mestiere è ricercato e vivo. Il mio zante!
sogno sarebbe che la cultura del web (e
in particolare del fenomeno Social) po- Su http://apcamp.essereweb.net/ pote-
tesse aprire le porte ad iniziative forti sul te rivedere tutte le slides presentate du-
territorio e, perché no, anche a nuova im- rante l’Apcamp e riascoltare le interviste
prenditorialità. ai relatori.
AZIENDE VITIVINICOLE

| 25
Dimensione Fumetto
di Mario Pasqualini

Satoshi Kon
e la differenza fra così e così
Dieci anni fa trovai esattamente il contrario di quanto si crede-
in un videonoleggio va. Ecco quindi pellicole come Millennium
una Vhs con in coper- Actress, la vita di un’attrice in cui il ricordo si
tina uno splendido di- confonde con la realtà e soprattutto le due
segno virato in blu raf- eccellenze Tokyo Godfather e Paprika do-
figurante una ragazza ve Kon dimostra in maniera inoppugnabi-
distesa fra fiori, peluche, le che il cartone animato non è un genere
telefoni, microfoni, foglie, e non ha limiti espressivi.
bottiglie, nastri e roba elet- Nel primo film ci troviamo nel remake del
tronica che mi conquistò western In nome di Dio di John Ford con la
all’istante. vicenda di tre senzatetto che tentano di ri-
Il film era ancor più bello del- portare alla madre una neonata, mentre nel
la copertina e il suo titolo è Per- secondo assistiamo alle avventure di una
fect Blue, opera prima del regi- psicologa che si trova a contrastare dei cri-
sta giapponese Satoshi Kon: la minali in possesso di una tecnologia per il
storia della idol Mima, del suo fan controllo delle persone per via onirica.
stalker e dei misteriosi omicidi che In entrambi i casi si sarebbe benissimo po-
accadono intorno a lei. Ma più an- tuto realizzare i film dal vivo, ma la fantasia
cora della trama di Perfect Blue, è in- visiva di Kon ci ha invece consegnato dei
teressante sapere che questo thril- gioielli d’inventiva grafica in cui s’esprime
ler è stato realizzato a cartoni ani- al meglio la potenza straordinaria del car-
mati per puro caso, visto che in ori- tone animato, l’ultima frontiera dell’espres-
gine doveva essere girato “live ac- sionismo perché niente potrà esprime-
tion”, con attori in carne e ossa, e poi re cosa esattamente vuole un regista me-
per problemi pratici si è scelta l’anima- glio di un suo disegno diretto. Il miglior at-
zione. tore del mondo non è in grado di raggiun-
Questa informazione è assolutamente gere l’esatta idea del regista, mentre inve-
rivelatrice del livello di considerazione di ce il disegno sì. Paprika, in particolare, con i
cui gode l’animazione in estremo Orien- suoi mondi surreali e le tematiche preludio
te e che difficilmente sarebbe concepibi- per quelle di Inception, trasporta lo spetta-
le altrove: la differenza fra azione dal vivo e tore all’interno della più sconvolgente fre-
animazione è che l’azione dal vivo ha cer- nesia coloristica per accumulazione vista
te caratteristiche tecniche e l’animazione sul grande schermo dai tempi di Fantasia
altre, ma questo non prescinde il genere, il 2000. Kon è considerato fra i maestri assolu-
soggetto, il ritmo o altro. ti dell’animazione mondiali e la sua prema-
Satoshi Kon ha capito perfettamente que- tura scomparsa lo scorso agosto, subito do-
sto concetto e la sua esigua produzione po la conclusione della sua ultima fatica, ci
ne è la dimostrazione lampante: cinque ha privati di chissà quanti altri fiori, peluche,
film che sono indagini sul comportamento telefoni, microfoni, foglie, bottiglie, nastri e
umano messo di fronte a un evento che è roba elettronica.

VIA CESARE BATTISTI, 18 - ASCOLI PICENO (DIETRO PIAZZA DEL POPOLO)


matrixmg@libero.it - TEL. 0736.254849

26 |
di Paolo Sciamanna

L’album non si lascia ascoltare


con grande semplicità: parec-
chi dei miei amici hanno stor-
to il naso dopo un paio di can-
zoni. Sì, l’impatto è, come dire,
strano, difficilmente troveremo
qualcosa di simile in giro. “Fa-
mily Jewels” è come il sushi: o
ti piace o ti fa schifo. La voce di
Marina è la punta di diamante
dell’intero operato, riuscendo a
riprodurre acuti limpidi ma soprattutto
Il nome può essere fuorvian- potenti note basse. Il paragone a Björk
te: Marina and the Diamonds non é ci può stare, se aiuta a farvi un’idea, ma
un gruppo. È una ragazza nata in Galles non è nemmeno così vero. A mio pare-
e “Family Jewels” é il suo album d’esor- re, l’impatto sonoro del disco ha qualco-
dio. Un cd con la C, composto da tredi- sa di bucolico, di fresco intriso di una leg-
ci tracce, nessuna di queste fuori luogo, gera pazzia senza però stravolgere trop-
anonima o semplicemente brutta. Sono po la consuetudine pop, se così si può
venuto a conoscenza di Marina vedendo definire. Il bello è che è un nuovo pop.
su YouTube il suo video forse più com- Ovviamente tutto ciò, ha avuto successo,
merciale: “Shampain”. Non male. Poi, co- ma non quanto ne avrebbe dovuto ave-
me sempre, ho spulciato il suo canale e re. Ovviamente. Ad esempio, “Mowgli’s
mi sono accorto che “Shampain” è in re- Road” campiona, a inizio canzone, il ru-
altà il suo ultimo singolo, il quinto. Sono more e il verso di una scimmietta mec-
diventato Marina-dipendente dopo aver canica e tutto il ritmo e la melodia del-
ascoltato “Satisfied”, primo brano del cd. la canzone prendono le sembianze quasi
Se avete letto i miei precedenti articoli, di una marcetta. So che è difficile da ca-
sarete a conoscenza della mia sconfinata pire solo leggendo una mera spiegazio-
delusione riguardo le non-novità che ci ne, ma non è facile fare di più. Quello che
vengono propinate dai discografici (il so- posso dire è che finalmente c’è qualco-
lito more of the same insomma). Qualcu- sa che va ascoltato, nonostante non siate
no pare avermi ascoltato dopotutto: “Fa- appassionati del genere.
mily Jewels” è la mia arca di Noè. So che
è una goccia in mezzo al mare, ma sono
felicissimo.
Sarà anche prematuro, sarà anche nostalgico ma è venuta l’ora di fare il cambio di sta-
gione. Più o meno due volte l’anno ci tocca rivedere e aggiornare il nostro guardaro-
ba. Addio feste in spiaggia e infradito, è arrivata l’ora delle castagnate e del raffred-
dore. Quindi ecco le ultime novità per coccolarsi e sentirsi al calduccio e affrontare
il rigido inverno. Due sono le soluzioni: una più moderna e high-tech per gli aman-
ti dell’innovazione e della tecnologia, l’altra più ricercata e romantica per uno stile re-
tro e chic. Due stili completamente diversi, il primo, notevolmente maschio, il secondo
più dolce e femminile, ma allo stesso tempo entrambi comodi e molto cool. I materia-
li tecnici sono sempre e comunque molto caldi e contro le intemperie, l’uncinetto e il
cucito a maglia già solo a guardarli ti fanno sentire un caldo e soffice abbraccio. Par-
ticolari che dal guardaroba si fondono al design e trasformano materie e materiali da
capi d’abbigliamento ad oggetti trendissimi come i pouf!

Mr. TQ – One Year Old | 11/2009 – 11/2010.


1 - Pouf Zanotta + Stone Island
2 - Piumino Duvetica
3 - Stivaletto Superga + K-way
1

6
Urkchin Pouf - 4
Cappotto Paul Smith - 5
Stivale Voile Blanche - 6

UBALDI
PIERPAOLO
INSTALLAZIONE
IMPRESE EDILI

E RIPARAZIONE RISTRUTTURAZIONE APPARTAMENTI | POSA IN OPERA PAVIMENTI


IMPIANTI IDRAULICI RIVESTIMENTI DI CUCINE E BAGNI IN MURATURA
E SANITARI
OPERE MURARIE IN GENERE
C. da Montetorre, 17 - 63045 FORCE (AP) Via Alessandria, 29 - 63040 Folignano (AP)
Tel. 0736.373417 | Cell. 339.8187375 Tel. e Fax 0736.493054 | Cell. 337.814863

28 |
La Vero di Ascoli
è una stronza
(quello che gli altri
non dicono)

Ascolanetto al volante...
(parte seconda)

Come se non bastasse il pericolo rappre- Beh cari ciclisti voi siete una piaga. Sie-
sentato dalle automobili. Gli ascolanet- te una piaga quando imboccate le stra-
ti (e limitrofi) si danno da fare parecchio de (strette) contromano credendo di aver
per essere molesti anche su due ruote. È ragione. Siete una piaga quando passate
così AMICI! col rosso, siete una piaga quando scam-
Se da un lato siamo contenti che sempre panellate ai pedoni perché VOI VOLETE
meno ragazzini vadano in giro armati di PASSARE perché siete ciclisti e siete eco-
cinquantino, è pur vero che c’è un ritor- logisti. Vi dico un segreto. Il codice del-
no del vespino e dello scooter da parte di la strada esiste anche per voi, e ogni vol-
cinquantenni attempati e sinceramente ta che non lo rispettate, potrebbe esse-
ultimamente mi fanno più paura loro che re l’ultima, perché se l’automobilista cat-
i ragazzini. Questi signori, infatti, creden- tivo vi investe, lui si riga la carrozzeria, voi
dosi oramai in un’età in cui si può fare tut- la colonna vertebrale.
to vanno in motorino con il CASCO SLAC- Per quanto riguarda il concetto di rispar-
CIATO per sentirsi fighi. Insomma abbia- miatore beh, voi risparmiate, ma non cre-
mo speso miliardi in campagne di sensi- dete di avere più diritti o essere miglio-
bilizzazione e appelli a UNO MATTINA di- ri degli automobilisti. Noi che, pagando
cendo “se andate con il casco slacciato è la benzina, paghiamo le tasse per quel
come se guidaste senza”, ma questi non poco di istruzione e sanità che ci sono ri-
lo capiscono! Lo hanno capito i dodicen- maste, paghiamo l’assicurazione perché
ni e non i cinquantenni... Che sia DEMEN- quando voi ci venite addosso e poi pian-
ZA SENILE? Può darsi! In questo caso, beh, gete come delle bambine, NOI VI DOB-
alla prima buca o al primo dosso preso di BIAMO PAGARE, ma se voi travolgete un
fretta, che Dio li abbia in gloria e per noi pedone, nessuno può dirvi niente... GUI-
un posto di lavoro in più. DAVATE LA BICICLETTA! È FORSE UN
I ragazzini invece (quelli che sono moto- MEZZO DI LOCOMOZIONE?
muniti) perseverano con lo stesso com- Siete silenziosi? Ma avete presente il ca-
portamento da anni: marmitta trapa- sino che create e il rumore che genera-
nata col Black&Decker fregato a nonno, te quando vi mettete a fare zig zag per
per fare più rumore e far credere di ave- la strada? Quando parlate al cellulare con
re un 500 sotto il sellino, sorpassi al limi- la bici? Quando (visto con i miei occhi)
te del suicidio IN CURVA mentre si porta mentre siete in bici, con una mano tene-
la fidanzata dietro, che è senza casco, co- te il guinzaglio del cane e con l’altra chia-
sì per far vedere quanto siamo fighi. In- mate col cellulare? No? Beh è il caso che
dubbiamente sono fighi. E saranno an- come noi automobilisti puzzoni rispettia-
che molto più fighi quando vedranno il mo il codice della strada, anche voi co-
camion della spazzatura murato in mez- minciate a farlo e alla svelta.
zo alla strada dopo una curva o il pullman
extraurbano che sbuca da una curva. E ora momento di autocelebrazione!
Ultimamente ad Ascoli e zone limitro- Vorrei dire un ulteriore grazie agli orga-
fe si sta diffondendo la moda delle BICI- nizzatori dell’ASCOLI 2.0 e Apcamp per
CLETTA. Ecco io lo devo dire. Ciclisti non avermi permesso di parlare in pubblico...
vi sopporto. E davanti a quale pubblico! Grazie ai ra-
Il ciclista medio è prepotente e imperti- gazzi dell’istituto d’arte, delle commer-
nente. Prepotente perché crede di esse- ciali e dell’Ipsia che hanno sopportato le
re il migliore sventolando ai quattro ven- mie chiacchiere per più di mezz’ora, e ai
ti i suoi pregi: prof che li hanno accompagnati!
1. Ecologista: perché non inquina e Poi vorrei dire ancora grazie allo Shoto-
non usa benzina, Store di Pedaso per avermi invitata a pre-
2. Risparmiatore: perché non consu- senziare alla presentazione di un nuo-
AZIENDE VITIVINICOLE

ma benzina, né olio né gomma. Va a vo blog Sanbenedettese a cui faccio “in


maccheroni lui, bocca al lupo”.
3. Silenzioso: perché il suo mezzo non Anche se a quanto ho capito non ne avrà
fa rumore. bisogno.

| 29
Salute & benessere
del Dott. Gualtiero Zega

10 domande su... LA TIROIDE


Che cos’è la tiroide? È una ghiandola Che si intende per gozzo? Il termine
endocrina (endocrina significa che pro- gozzo, o struma, indica l’aumento di vo-
duce ormoni che versa direttamente nel lume e peso della tiroide.
sangue), del peso di circa 20gr, situata Come può essere un gozzo? Si mani-
nella regione anteriore del collo. È for- festa con un rigonfiamento più o meno
mata da due lobi, destro e sinistro, riuniti evidente e simmetrico del collo, e può
da una parte trasversale, detto istmo. Nel riconoscere diverse cause. L’aumento di
suo complesso la forma della ghiandola volume della tiroide può essere uniforme
ricorda quella di una farfalla e ciò è ben e coinvolgere tutta la ghiandola (gozzo
evidente nell’immagine ecografica. diffuso, con aspetto simmetrico e liscio
A cosa serve? Essa svolge un ruolo fon- come il gozzo colloide degli adolescenti),
damentale nel controllo delle cellule e oppure asimmetrico (gozzo uninodulare
dei vari tessuti dell’organismo con una o multinodulare con aspetto bozzoluto).
forte influenza su molteplici funzioni E per gozzo endemico? In passato, il
corporee (peso corporeo, colesterolo, gozzo era molto diffuso nelle aree sog-
battito cardiaco, massa muscolare, ciclo gette a carenza di iodio nell’acqua e ne-
mestruale, stato mentale, cute e capelli). gli alimenti; si parlava quindi di gozzo en-
Come influenza le funzioni dell’orga- demico per sottolineare l’entità modesta
nismo? Attraverso la produzione di due e circoscritta dell’epidemia. In assenza di
ormoni: la tiroxina (T4) e la triiodotiro- un’adeguata quantità di tale minerale,
nina (T3). Per la sintesi di questi ormoni infatti, la tiroide non riesce a sintetizzare
è indispensabile lo iodio. La T4 e la T3 e rilasciare la tiroxina (T4) e la triiodotiro-
circolano nel sangue legati a proteine di nina (T3). Se la sintesi ormonale è insuf-
trasporto e solo la piccola parte di esse ficiente si assiste ad un aumento dell’or-
che rimane libera (definite FT3 e FT4) mone TSH o tireostimolante, secreto
è in grado di svolgere la propria attività dall’ipofisi per stimolare la produzione di
ormonale. ormoni tiroidei; l’eccessiva secrezione di
E il TSH cos’è? Il TSH, è un ormone TSH a scopo compensatorio determina
prodotto dalla ipofisi (una piccola ma un aumento di volume della ghiandola
importante ghiandola posta alla base tiroide, da cui il gozzo.
del cranio) che stimola la funzione del- È vero che ci sono alimenti che fanno
la tiroide e l’accrescimento della tiroide.  venire il gozzo? Sono considerati goz-
Quando la tiroide funziona meno del zigeni tutti quegli alimenti che apporta-
necessario (ipotiroidismo) il TSH è ele- no sostanze in grado di interferire con il
vato, mentre quando la funzione tiroidea metabolismo dello iodio. Ritroviamo tali
è eccessiva (ipertiroidismo) i livelli del elementi soprattutto nella famiglia delle
TSH si abbassano fino a divenire indosa- crucifere (cavoli, rape, rucola, ravanello).
bili. Pertanto, l’eccesso di ormoni tiroidei Allora non bisogna mangiarli? La pre-
è caratterizzato negli esami di laborato- senza di alimenti gozzigeni nella dieta
rio da livelli di TSH inferiori alla norma e assume importanza clinica solamente
da FT4 e FT3 elevati, mentre la carenza quando l’apporto alimentare di iodio è
di ormoni tiroidei viene dimostrata dalla particolarmente basso (eventualità scon-
presenza di alti valori di TSH unita a bassi giurata dal semplice consumo di sale io-
livelli di FT3 e FT4. dato). Vale poi la pena ricordare che molti
PREMIAMO La tiroide produce anche altri ormo- degli alimenti citati in questo articolo for-
ni? Sì, la calcitonina, che ha una azione niscono all’organismo un prezioso carico
LA TUA FEDELTÀ ipocalcemizzante, in quanto viene pro- di antiossidanti e di altre sostanze che
Facendo il colore ogni 30 giorni dotta e secreta con lo scopo di abbassare possono contribuire al mantenimento
al 5° colore avrai un taglio moda il calcio in circolo, ostacolandone l’assor- dello stato di salute dell’uomo e quindi
IN OMAGGIO! bimento a livello intestinale, favorendo la non vale la pena rinunciare a questi ali-
sua deposizione nelle ossa e l’escrezione menti soltanto per il timore del loro ef-
Al 10° colore a livello renale. fetto gozzigeno. (Continua)
avrai il TUO colore
IN OMAGGIO!
SALUTE | BENESSERE

30 |
Più sani, più belli del Dott. Fabio Massimo Feliciani

Da nazionale di rugby... A chirurgo odontoiatra


Due chiacchiere con Andrea Castellani
Questa volta parliamo di chirurgia odontoia- parodontale. Indica la patologia che interes-
trica. Qualche anno fa, in seguito a gravi pro- sa tutto ciò che circonda il dente.
blemi dentali e paradontali l’unico rimedio La malattia parodontale può essere genera-
era l’estrazione dei denti e la dentiera. Ma ci lizzata a tutte e due le arcate o soltanto ad al-
si ammala più di piorrea? Quali sono le nuove cuni siti.
frontiere della implantologia? Cosa è cambia- La parodontopatia è legata al ristagno di
to negli ultimi 30 anni? Le novità per il prossi- placca, a fattori ereditari e ad una ridotta ca-
mo futuro? Questa volta chiediamo delucida- pacità del nostro sistema immunitario di di-
zioni in materia ad Andrea Castellani, laure- fenderci a livello locale (parodontale).
ato in odontoiatria e protesi dentaria presso
l’Università dell’Aquila, già co.co.co. per 9 an- Rispetto a 30 anni fa, cosa è cambiato nel-
ni presso l’ospedale San Filippo Neri di Roma, la cura di questa malattia? Oggi c’è una fi-
consulente in Chirurgia Odontoiatrica presso gura all’interno dello studio, l’igienista denta-
i miei studi dentistici. le, che è preposta alla cura (igiene orale) del
paziente, lei è responsabile insieme al medi-
Innanzitutto vorrei presentarla ai letto- co della motivazione e istruzione del paziente,
ri: ci parli di Rugby, dei suoi scudetti vin- del mantenimento di una corretta igiene ora-
ti, del suo curriculum sportivo... Nel Rugby le. Per ottenere il risultato contro questa pato-
ho iniziato all’età di 15 anni e ho giocato nel- logia è fondamentale la presa di coscienza del
la massima divisione nelle squadre di L’Aqui- paziente perché senza la sua compliance non
la, Treviso e Roma. Ho vinto tre scudetti, uno si può raggiungere nessun risultato stabile nel Il D ott . Fabio Massimo Felic ia n i
all’Aquila, uno a Treviso ed uno a Roma. In na- tempo. Prima i denti che presentavano la pa-
zionale ho collezionato 20 presenze e due rodontopatia venivano estratti, oggi si fa tera-
coppe del mondo. pia di mantenimento per diversi anni.

Quale è la caratteristica che contraddi- Invece l’implantologia è veramente di- 1


stingue questo sport dagli altri? é il vero ventata così affidabile? Ormai i materiali
sport di squadra, fatto di valori e principi sa- implantari delle case più famose sono molto
ni. Si guarda sempre in faccia l’avversario e si affidabili, si può raggiungere un ottima per-
va sempre avanti. Si ha il massimo rispetto di centuale di successo se si selezionano i casi
tutti, si aiutano i compagni in difficoltà e si va e i pazienti.
dritti verso la meta e dopo la battaglia di 80”
minuti si festeggia con l’avversario il famoso Quali sono le novità più ultime della chi-
terzo tempo. rurgia odontoiatrica? La chirurgia non subi-
sce grossi stravolgimenti, ma sicuramente mi-
E quale è stato per lei il fatto sportivo o la gliorano la qualità dei materiali e si cerca di ri-
partita che più ricorda con più emozione? durre il disagio post-intervento per il pazien-
La più emozionante è stata la finale scudet- te. Ad oggi ci sono delle sistematiche implan- 2
to contro il Milan di Berlusconi nel ‘94 dove tari che permettono di ridurre il tempo di in-
ci davano per spacciati e invece vincemmo lo tervento, l’invasività e ottenere, appena finito
scudetto. Con la nazionale invece non potrò l’intervento, una riabilitazione provvisoria fis-
mai dimenticare la partita contro gli All Blacks sa. Si parla poi di un posizionamento di im-
dove riuscii a segnare una meta. pianti computer-guidata su una T.C. del pa-
ziente. Attraverso questo sistema si riesce a
Da nazionale di Rugby all’Odontoiatria visualizzare il risultato protesico finale.
Chirurgica: ma cosa è la Chirurgia Odon-
toiatrica, di cosa si occupa? È quella branca Due casi clinici di pazienti parodontopati-
dell’odontoiatria che si occupa di alcune pa- ci dei dottori Feliciani e Castellani. A volte ba-
tologie che interessano osso e tessuti molli, stano delle ottime sedute di igiene orale pro- 3
si occupa dell’estrazione complessa dei den- fessionale per stabilizzare la malattia.
ti del giudizio, sostituzione di denti mancan- A volte nonostante le ottime sedute d’igiene
ti con impianti in titanio, di interventi pre-im- orale, esiste una tale grave compromissione
plantari per la ricostruzione di osso ed anche del parodonto (vedere le rx 1 e 2), per cui si
di rigenerazione ossea nei difetti dovuti a ma- sconsiglia l’intervento chirurgico.
lattia parodontale. Nelle foto 3 e 4 un caso che invece si è decisi
di trattare chirurgicamente: è fondamentale,
Cosa sono e quali differenze esistono tra nella malattia parodontale, una corretta ed
la piorrea e le malattie parodontali? Con attenta diagnosi per decidere se intervenire o
piorrea si definisce volgarmente la malattia meno chirurgicamente.

4
SALUTE | BENESSERE

| 31
Sport & tempo libero
Automobilismo
Slalom città di Ascoli, vince Cuomo
La tradizionale corsa di 4 chilometri da Lisciano a Piagge
di Fabiana Pellegrino

Il ruggito dei motori è tornato ad Ascoli.


Una sfida al cardiopalma tra quaranta pi-
loti per un solo vincitore, Giovanni Cuo-
mo, ventitreenne di Agerola (Napoli), che
si è aggiudicato la decima edizione dello
Cercasi “Slalom Città di Ascoli Piceno-Trofeo Silva-
no Pennacchietti”. La manifestazione, co-

Agente
me sempre, è stata organizzata dal Grup-
po Sportivo AC Ascoli Piceno e dall’Auto-
mobile Club Ascoli Piceno-Fermo.
Di commercio Dopo il rinvio dello scorso luglio, l’ultimo
slalom della stagione marchigiana è torna- che ancora dominata da Giovanni Cuomo
Inviaci il tuo curriculum. to in grande spolvero. Quaranta iscritti per che sui quattro chilometri del percorso ha
questa decima edizione che si è disputata limato più di un secondo (scendendo a
domenica 24 ottobre. La sfida ha riporta- 2’54”81) sul suo tempo precedente, men-
to sulla provinciale SP76 i protagonisti del- tre l’ascolano Peroni affondava ancora di
info@servizifas.it la specialità sul percorso dall’immediata più il inseguimento riducendo il distacco a
periferia cittadina fino alla frazione Piagge 2”8. Arturo Alessandrini, che guidava un’O-
www.servizifas.it dopo quattro chilometri e quindici posta- sella-Alfa Romeo, si è piazzato saldamen-
zioni di rallentamento. te al terzo posto, alle sue spalle si è ferma-
Il vincitore Giovanni Cuomo è riuscito ad to Andrea Vellei, dopo esser dovuto sali-
avere la meglio sui due super favoriti: l’a- re con attenzione per aver rovinato con le
scolano Fabrizio Peroni – che quindi gio- penalità di due birilli la prima manche.
SEDI OPERATIVE:
Offida (AP) - Monte S. Giusto (MC) - Giulianova (TE) cava in casa sul prototipo Lucchini-Honda Lo slalom cittadino intitolato alla memo-
Ristorante La Vida Loca, località Curti - Venarotta (AP) e vincitore assoluto di ben cinque edizio- ria del fermano Silvano Pennacchietti, im-
Tel. 339.4868987 Roxana - 338.8254270 Adan
rodolfo@tangorodolfo.com - info@melodiemanialatina.com ni - e il forlivese Arturo Alessandrini, altro portante propulsore del recente automo-
Ass. Sportiva Dilettantisca Melodie Mania Latina Offida (AP) grande esperto di questa manifestazione. bilismo marchigiano, è tornato quindi ad
La prova di ricognizione ha subito escluso appassionare gli ascolani. Il Gruppo Spor-
dai giochi Emidio Vellei, al volante di una tivo ascolano e l’Automobile Club han-
Fiat 600-Kawasaki, premiando Giovanni no voluto assicurare la continuità alla ma-
Cuomo in pole davanti a Peroni. Una ga- nifestazione che si è disputata per il de-
ra senza esclusione di colpi: la prima man- cimo anno consecutivo, dopo il rinvio di
che è stata dominata dalla lotta all’ultimo luglio. Il percorso come al solito è partito
respiro tra Cuomo e Peroni. Subito è arriva- poco dopo il bivio di Lisciano, snodandosi
to il forfait di Piero Satulli sul Predator’s-Su- per quattro chilometri lungo il tratto della
zuki, dopo aver danneggiato l’avantreno SP76 fino alla frazione di Piagge con quin-
con un’uscita di strada, un vero peccato vi- dici barriere di rallentamento. La gara è già
sto il promettente quarto tempo nella sa- stata inserita nel calendario Csai anche per
lita di prova. A seguire una seconda man- la stagione 2011.
TIPOGRAFIE | TEMPO LIBERO

32 |
Sport & tempo libero
Calcio
Le ragazze ci mettono più passione
L’allenatore del Gemina racconta il pallone al femminile
di Chiara Poli

In una disciplina in cui è evidente il pre-


dominio maschile, il calcio al femminile
emerge con un’idea dello sport diversa,
invece che in termini consumistici il cal-
cio è visto come un ambito in cui è pos-
sibile sviluppare un valore come l’amici-
zia. Il Gemina calcio a 5 nasce diversi an-
ni fa ad Ascoli Piceno sotto la presidenza
di Ercole Velenosi, a tutt’oggi, però la se-
de ufficiale e il campo di gioco sono a Pa-
gliare. Il presidente ha fortemente voluto,
oltre alla prima squadra, anche una squa-
dra di bambine che vanta con grande or- Com’è nata invece l’idea di fare una
goglio di essere l’unica di tutta la provin- squadra composta esclusivamente da
cia. Per parlare meglio di questa realtà ab- bambine? Il progetto è nato l’anno scor-
biamo incontrato Tiziano Virgulti che con so insieme alla Federazione e al prof. Al-
Luca Virgulti allena la squadra. fonsi, responsabile federale del settore
giovanile e scolastico. La Federazione ha
Prima di tutto quante ragazze alle- voluto far nascere questo progetto per-
ni e a quale campionato partecipate? ché le bambine dopo i 13 anni non pos-
La nostra rosa è composta da 24 ragazze. sono più giocare con squadre di calcio
Partecipiamo al campionato F.I.G.C. di cal- maschile; questo progetto nasce quindi
cio a 5 femminile di serie B, quest’anno, per farle continuare con la loro passione.
però, considerando l’ampiezza della ro- Quest’anno abbiamo in squadra 16 bam-
sa abbiamo deciso di partecipare anche bine dagli 8 ai 13 anni suddivise tra pulci-
al campionato di calcio a 5 del C.S.I. Da ni ed esordienti e giocano il campiona-
quest’anno ci siamo rinforzati con nuovi to contro i maschietti. Ad allenare queste
elementi quasi tutte provenienti dal cal- bambine oltre a me ci sono due ragazze
cio a 11 (una realtà ormai scomparsa pur- della prima squadra Romina Vitangeli ed
troppo nel piceno per i costi estrema- Eleonora De Angelis, in maniera tale che
mente elevati), siamo una squadra gio- si riescano a seguire di più.
vane che vuole crescere, però puntiamo
certamente ai play-off, per cercare di es- Che difficoltà si incontrano? La difficol-
sere promossi in serie A. tà maggiore è di carattere fisico, ovvia-
mente perché si gioca contro i maschiet-
Com’è allenare delle ragazze e che ti però a livello tecnico non c’è differen-
difficoltà si incontrano? Sicuramente za, le bambine sono molto brave. Ricor-

Bar Centrale
è più stimolante che allenare dei ragazzi, do con piacere che l’anno scorso abbia-
perché ti ascoltano di più, hanno voglia mo fatto un paio di tornei, tra cui il Pice-
di imparare e sono più attente. Le ragaz- no Football Cup a Monterocco dove era-
ze ci mettono più passione e impegno, no presenti squadre provenienti da tut- di Fabio Testa & C.
d’altronde per una donna è un sacrificio ta Italia e abbiamo vinto anche qualche
maggiore che per un uomo. La difficol- partita! Per chiunque fosse interessato a Gelateria artigianale
tà maggiore è tenere il gruppo unito ma iniziare a giocare con noi può contattar-
Tel. 0736.844387
la nostra realtà è molto bella, c’è un bel- ci sulla nostra pagina di Facebook, Gemi-
lissimo gruppo che è la nostra vera forza. na calcio a 5. Via Dante, 18/20 COMUNANZA (AP)
BAR | GELATERIE

| 33
LLEGIAT
CO

A
NE

S. P
CCHIA INSIG

AOLO APOSTOL
RRO
G. d. S.

PA

O
-F -
O RCE
Restauro di una villa ottocentesca