Sei sulla pagina 1di 36

news, sport, curiosità sui 33 comuni del Piceno

ANNO 2 • NUMERO 10
OTTOBRE 2010
IL MENSILE GRATUITO DEL TUO TERRITORIO

intervista
DAVIDE
ALIBERTI
Assessore
alla cultura
di Ascoli Piceno

SPECIALE
forte malatesta
pronto al debutto

ESCLUSIVO
BATTISTA
FARAOTTI
Il patron
della Fainplast
si racconta

MONTEMONACO
CALDARROSTE
REGINE DEI MONTI
Fioriscono
intervista
CRISTINA le castagnate
D’AVENA
Da trent’anni
nel Piceno
tutti i giorni
in televisione
Ideazione, studio, Siti web Tesi di laurea Convegni
e realizzazioni Recupero dati Romanzi Conferenze
di campagne Vendita computer Saggi Meeting aziendali
pubblicitarie Assistenza hardware Manuali Animazione
Biglietti da visita Assistenza software Giornali Fiere
Depliant Corsi di informatica Cataloghi Rievocazioni
Gadgets personalizzati Realizzazione software Libri d’arte storiche

graphic@servizifas.it informatica@servizifas.it editore@servizifas.it eventi@servizifas.it


Di Più a Meno!

Più acquisti, Meno spendi:


i conti tornano al DIS
Comunanza - Grottammare - Grottazzolina
Indice delle inserzioni
02 Fas, tutto è possibile 25 Aziende vitivinicole
03 DIS discount 26 Cartolerie | edicole | fumetterie
07 Informatica e grafica 27 Per l’auto
08 Dove mangiare 28 Imprese edili
Mensile di informazione 13 Alimentari 29 Aziende vitivinicole
sulla provincia di Ascoli Piceno 14 Per la casa 30 Salute | benessere
15 Tipografie 32 Palestre | tempo libero
Anno 2 | Numero 10 | Ottobre 2010 16 Impianti fotovoltaici 33 Bar gelaterie
17 Studi fotografici 34 Ago creativo | Eco services
Editore: Fas Editore • editore@servizifas.it 19 Servizi amministrativi 35 Salus Picena
24 Studi fotografici
Amministrazione e redazione:
V. le Marcello Federici, 143 - 63100 (AP)
Tel. 0736.253297 • Fax 0736.396910
www.piceno33.it • piceno33@servizifas.it
Piceno Trentatre Redazione Indice
Direttore responsabile:
Fabiana Pellegrino • direttore@servizifas.it 05 Focus 22 Arte e storia
Caldarroste e vino novello riscaldano la stagione L’arte di Giulio Gabrielli in tutta Europa
Hanno collaborato a questo numero:
Alessia Rossi, Andrea "Nonno" Coccia, Chiara 06 Piceno da bere 24 Astri nascenti
Poli, Claudio Siepi, Enrico Cherri Lepri, Giuseppe Vino bio dall’azienda Agrivitivinicola Cherri Mad Hatters i vincitori del Music Hope
Capasso, Carolina Ciociola, Dott. Fabio Feliciani,
Dott. Gualtiero Zega, Laura Castelli, Lucia


Piceno da mangiare
Hotel Teta: «Da noi mangi come a casa tua» 26 Dimensione fumetto
Cristina D’Avena, Cristina divina
Mancini, Mario Pasqualini, Maurizio Vannicola,
Paolo Sciamanna, Rossana Cherri Lepri, Michele 07 La chiave del successo
27 Music-L
Fainplast: avanguardia di provincia
Baldassarri, Stefania Palma, Tommaso Annibali, M’illumino d’inverno
Veronica Antonucci.
08 News dal piceno 28 TQ Shopping Angels
News, notizie, curiosità dai 33 comuni del Piceno
Copertina: Le castagne Riciclo creativo

Realizzazione grafica: Fas Graphic


16 Comunicando 29 La Vero di Ascoli
Aliberti: «Voglio far parlare di Ascoli»
Ascolanetto al volante
Stampa: Tipografia Da.Sa. • Ascoli Piceno. 17 Vi invitiamo a...
30 Salute & benessere
Castagne in festa a Montemonaco
Pubblicità: commerciale@servizifas.it 10 domande su... I trigliceridi
18 I grandi eventi nel Piceno
Pubblicazione mensile registrata presso Sagre, tradizione e cultura 31 Più sani più belli
Ottobre il mese della prevenzione
il tribunale di Ascoli Piceno n°479 del 9/09/2009.
20 Due passi a...
Il Forte Malatesta riapre i battenti 32 Sport & tempo libero
Fratelli coltelli, la guerra dei Paoletti
Chiuso in redazione il 01/10/2010 Bufagna, trecento gol e non sentirli

Punti di distribuzione
ACQUASANTA TERME Libreria Rinascita - Piazza Roma 7 Elettroidea - Via Aristide Merloni 4 MASSIGNANO ROCCAFLUVIONE ConoCafè – Via dei Laureati 9
Bar B&G – Fraz. Santa Maria 79 Mad Cafè - Largo 437° 5 Falerpan - Via Roma 16 Bar Piz. Pignotti - Via della Rimembranza 1 Bar Grottino - Via Gramsci 1 Gelateria delle Rose - C. C. Porto Grande
Bar Sport - Di Allevi Laura - P. Terme 19 Matrix – Via Cesare Battisti 22 Macelleria Da Matilde - Via Trieste 131 Caffè Storico - Piazza Garibaldi 4 Bar La Loggia – V. le della Resistenza 13 Gelateria Voglia di ... - Via Galilei 24
Bar Terme – Piazza Terme 1 Migliori - Piazza Arringo 2 Vulcan Bar – Contrada Granaro Bar Marilena - Viale della Resistenza 20 Gran Caffè Sciarra – V. le S. Moretti 31/A
Panetteria Fratelli Celani - Via Roma 4 Mondo Pizza - Largo 440° 10 MONSAMPOLO DEL TRONTO Bar Pignoloni - Viale Della Resistenza 1 Papillon - C. C. Porto Grande
Ristorante Castel di Luco Nicolas Caffè - Piazza del Popolo 55 COSSIGNANO Bar Locanda Storica - Via Cavour 115 Bar Tre Fonti - Via della Resistenza 71 Pasticceria Delizia – P. za San F. Neri 6
Ristorante Peperiño - Fraz. S. Maria 109 Pane, Amore e Fantasia – Largo 440° 2 Caffè San Paolo - Via Borgo S. Paolo 46 Bar Tabaccheria Benigni - Via Salaria 57 Tabac. Giacomini - V. le Repubblica 22 Pasticceria Mimosa – Via Mare 46
Papillon - Centro Commerciale Oasi Tabaccheria - Via Borgo San Paolo 52 Magic Bar - Via Colombo 7 Roxy Bar – Via Piave 88
ACQUAVIVA PICENA Pasticceria Angelini - V. le B. Croce 62 Piccola Bottega - Via Borgo 24 Macelleria Travaglini - Via Salaria 104 ROTELLA
Bar Belvedere - V. le G. Leopardi 5 Pastic. Angelo Montic. - L. dei Mandorli 1 Pasticceria Romantica - Via Salaria 102 Bar Europa – Piazza Europa SPINETOLI
Bar Il Crepuscolo - V. le G. Leopardi 180 Pastic. Mauro e Piero - Via E. Luzi 87 CUPRA MARITTIMA Bar Rutilio - Via IV Novembre 9/11 Bar Fantasy - Via De Gasperi 30
Bar La Paesana – V. le G. Leopardi 31 Pizzeria Italia - Corso Mazzini 205 Bar Garden - C. so Vittorio Emanuele 2 MONTALTO DELLE MARCHE Caffè Centrale - Piazza Leopardi 40/41
Bar Ristorante Dive! - C. Abbadetta 20 Piz. Peccato di Gola - C. so V. Emanuele 13 Bar Illy Flammini - Via Nazario Sauro 1 Bar Sisto V° - Piazza V° Sisto 10 SAN BENEDETTO DEL TRONTO Caffè No Limits - Via Salaria 108
Bar Ristorante da Pina - Via L. Da Vinci 6 Prem. Forneria Manfroni – Via Tibaldeschi 4 Bar Lucidi - Via Adriatica Nord 67 Caffè del Torrione - Porchia Ass. Teat. Ribalta Picena - Via Romagna 24 Edicola Colletta – Via V. Emanuele II 36
Forno Vulpiani – Via Paolo Assalti 23 Rist. Peperoncino – Via di Vesta 28 Caffè Seicento - Piazza Libertà 10 Caffè Il Giardino di Fanny - P. za Sisto V° 1 Bar Agraria – Via Val Tiberina 67 Gelat. Charlie Chaplin - Via Salaria 18
Hotel Abbadetta - Via Abbadetta 36 Tabaccheria Bonfini - Via Tevere 12 Mix Appeal Bar - Viale Stazione 3 L’Antico Forno – Contrada Lago 97/E Bar Asiago – Via Asiago 64 Mini Market - Piazza G. Leopardi
Tabac. Guerrieri Enrica - P. za Arringo 44 Pasticceria Dolce Idea - Via Garibaldi 1 Bar Astoria – Via Nicolò Machiavelli 1 Panif. Antiche Bontà - P. za Leopardi 36
APPIGNANO DEL TRONTO Tabaccheria Volponi - Via Napoli 128 Red Cafè - Viale Romita 5 MONTEDINOVE Bar Aurora – Via Mare 35 Panificio Palanca - Via I° Maggio 11/13
Bar del Corso - Via Roma 8 Tigre - Via Tranquilli 37 Bar La Conchiglia – V. le G. Del Duca 8 Bar Capretti – Via Ferrucci 14
Caffé del centro - Via Roma 94 Unicam Polo scienze - Via P. Mazzoni 2 FOLIGNANO Bar Pam Pam - Piazza Cino Del Duca 1 Bar Cortese – Viale A. De Gasperi 15 VENAROTTA
Villa Cicchi – Via Salaria Superiore 137 Bar 2 Erre - Via Cenciarini 16 Ass. La Decima - Via Roma 3 Bar delle Rose – Via Mare 211 Bar Sport Paolini - Via E. Nardi 21
ARQUATA DEL TRONTO Yogurteria Yoghi - Piazza Arringo 39 Bar Simon Bolivar - Viale Aosta 13 Bar Demais – Viale Secondo Moretti 60 Capogiro Caffè - P. za Gaetano Spalvieri
Bar Petrucci - Via Salaria (Trisungo) Gran Caffè del Viale - Viale Venezia 17 MONTEFIORE DELL'ASO Bar Desiree – Viale T. Mamiani 21 Forno De Dominicis - Via E. Nardi 87
Blue Bar - Via Salaria (Trisungo) CARASSAI La Favola - Via Cagliari 2 Bar Barlocci - Via G. Da Montefiore 62 Bar Eternity – Viale C. Colombo 83 Loc. Anno Mille - Fraz. Villa Curti 61
Caffé Museo - Piazza Umberto I 10 Bar Central Cafè - Piazza Matteotti 2 Panificio Voglia di Pane – P. za D. Bosco Bar Belvedere - Belvedere De Carolis 5 Bar Europa - Via Dandolo 12 Pizzeria Arcobaleno - Via E. Nardi 30
Panetteria Cappelli – Via Salaria 2 Route66 - Via Risorgimento 4 Pianeta Salute – Viale Assisi 88 Bar Dorina - Piazza Antognozzi 2 Bar Fina – Via Piave 68
Panificio Carassanese – V. le Adriatico 6 Poker Bar - Viale Genova 1/A Bar Four Roses – V. le A. De Gasperi 44 PROVINCIA DI FERMO
ASCOLI PICENO Caffè XX Settembre - V. le XX Sett. 37 MONTEGALLO Bar Giudici – Viale Alcide De Gasperi 87
Allegròs Bar - Ospedale Mazzoni FORCE L'Antico Bar Leandro - Piazza Taliani 7 Bar Grappolo D' Oro – Via Mare 15 AMANDOLA
Ant. Tabaccheria Maestri - P. Popolo 47 CASTEL DI LAMA Bar dello Sport - Via Roma 13 Tabaccheria Rossi - Via Marcucci 10 Bar La Tazza D'Oro – Via Enrico Toti 33 Ospedale Vittorio Emanuele II
Ant. Forno Gentili – Via dei Bonaparte 4 Bar Caprice - Via Po 26 Coal – Viale 20 Settembre 2 Bar L'Arte del Caffè – Via dei Laureati 68 Bar belli - Piazza Risorgimento 13
ArchiCafè - Chiostro dell'Annunziata Bar del Cinema - Città delle Stelle Euro Bar - Via Roma 2 MONTEMONACO Bar Lelì – Via F. Turati 34
Bar Antonucci - V. le della Repubblica 12 Bar Sport - Via Salaria 124 Il Forno – Corso Pallotta 56 Bar Zocchi - Via Italia 7 Bar Liberi – Via La Spezia 12 MONTEFALCONE APPENNINO
Bar Arizona - Via Napoli 18-20 Bar Trattoria dell’Olmo – Via Olmo 6 Tigre - Via Verdi 19 Bottega della Cuccagna - Via Italia Bar Marzonetti – Via Nazario Sauro 3 Bar Appennino - Via Roma 7
Bar Aurora- Viale Federici 65 Caffè Sonia – Via Scirola 21 La Locanda della Sventola - Viale Stradone Bar Paoletti – Via Risorgimento 25
Bar Centrale - Piazza del Popolo 9 Caffè Italia - Città delle Stelle GROTTAMMARE Bar Paradise – Via Risorgimento 25 MONTEFORTINO
Bar Delfino - Piazza Arringo 41 Free Spirits Bar - Via Villa Chiarini 46 Bar Centrale - Via Guglielmo Marconi 7 MONTEPRANDONE Bar Pink Panther – Via Mare 242 Bar Primavera - Via Tenna 8
Bar Delfino 2 – Via Murri 36 La Vergara – Via Tose 4 Bar Drink - Via Montegrappa 35 Bar Palmarino - Viale A. de Gasperi 301 Bar Rivazzurra – Via Mare 191
Bar Break – Z. I. Basso Marino Sister's Cafè - Via Roma 79 Bar Fantasy - Via Ballestra 69 Bar Daiquiri - Via Benedetto Croce 40 Bar Santa Lucia – Via Liberazione 12 RUBBIANELLO
Bar della Stazione - P. della Stazione 8 Topas Y Tapas - Città delle Stelle Bar Flavia - Via Dante Alighieri 50 Bar London - Via Borgo Da Monte 5 Bar Senza Parole – P. za G. Garibaldi 39 Bar Val Verde - Via Raffaello Sanzio 3
Bar delle Caldaie - Via Tranquilli 51 Tommy's Café - Via Monte Bove 2 Bar Fornace - Via Ischia I 14 Caffè Centrale - Viale A. de Gasperi 221 Bar Solare – Via Volta 44
Bar Fuori Porta - Viale Treviri 149 Bar Galileo – Via Galilei 17 Forno Partemi – Via Giovanni XXIII 37 Bar Stazione – Via Gramsci 20 SANTA VITTORIA IN MATENANO
Bar Ideal - Piazza Arringo 34 CASTIGNANO Bar Roma - Via Giacomo Matteotti 63 Panificio Biagio Guerino – Via Corso 24 Bar Tania – Sopraelevata sbt Bar “ Il Maglio” – Via Delle Macine
Bar L’isola che non c’è – Circ. Ovest 35 Bar Bonifazi - Contrada San Venanzo 1 Bar Silviàs - Via Ischia I 321 Bar Taverna – Via dei Laureati 38 Bar Valforno – Viale Europa 49
Bar Lori - Corso Mazzini 153 Bar di Su - Piazza Umberto I° 14/15 Bar Stazione - Piazza Stazione 2 OFFIDA Bar Trieste – Via Volta 80
Bar Marconi - Viale Marconi 31 Caffè del Borgo - Borgo Garibaldi 15 Blue Rose - Via Guglielmo Marconi 61 Bar Aureo - Corso Serpente Aureo 70 Blu Bar – Corso Mazzini 173 SMERILLO
Bar Michael - Corso Mazzini 225 Panificio Cameli – Via U. Tupini 32 Caffè 29 - Via Manzoni 29 Bar Ciotti – Via P. Togliatti 127 Cafè del Mar – V. le Secondo Moretti 90 Bar San Ruffino – Via Valtenna 1
Bar Mozzano – Via Salaria 5 Caffè Carducci - Piazza Carducci 9 Bar Eiffel - Borgo Giacomo Leopardi 33 Caffè Aigle – Corso Mazzini 13
Bar Musical - Via Giuseppe Verdi 26 CASTORANO Caffè del Mar – Via dei Piceni 54 Blob Caffè - Via Palmiro Togliatti 84 Caffè Big – Via Nazario Sauro 138 VALDASO DI ORTEZZANO
Bar Perugia - Via Perugia 29 Caffè Dolce Vita - P. za G. Leopardi 14 Caffè del Mercato – Via del Mercato 10 Essse Caffè - V. le IV Novembre 35 Caffè Blue Express – Via Gramsci 49 Bar Virgili – Contrada Aso 26 b
Bar Pretoriano - Via Pretoriana 14 Forno Picchi – Via Olimpica 22 Caffè delle Rose - C. Commer. Orologio Caffè Braccetti – Via Montebello 87 Piz. Mamma Rosa – Contrada Aso 64
Bar Tazza d'oro - Corso Mazzini 231 Tiffany Wine Bar - Via Salaria 60 Caffè Ramona - Via Dante Alighieri 3 PALMIANO Caffè Chicco D'Oro – V. le S. Moretti 35
Brecciarol Bar - Via Salaria Inferiore 21 Panificio Albertini - Via Petrarca 6 Comune - Piazza Umberto I° 5 Caffè dello Sport – V. le S. Moretti 3 VALMIR DI PETRITOLI
Caffè Bistrò - Via Vidacilio 12 COLLI DEL TRONTO Pizzeria dentro C. Commer. Orologio Hotel Belvedere – Fraz. Castel S. Pietro 4 Caffè Eiffel – Via Ulpiani 12 Bar Ripà - Contrada Sant'Antonio 137
Caffè Damata - Viale M. Federici 129 Bar Colli – Piazza 25 Aprile 4 Pizzeria Concetti – Via G. Marconi 8 Caffè Florentia – Via Enrico Toti 100
Caffè delle Rose – C. C. Oasi Bar La Plaza - Piazza del Popolo 4 Tabaccheria Loran - Str. Valtesino 57 RIPATRANSONE Caffè Florian – V. le S. Moretti 74 PEDASO
Caffè Kursaal - Corso Mazzini 215 Bar Moderno - Via Salaria 146 Tabaccheria Rocchi - Corso Mazzini 12 Bar Panoramico - L. go G. Speranza 5 Caffè Four Roses – V. le A. De Gasperi 44 Bar Concetti - Piazza Roma 31
Caffè Meletti - Piazza del Popolo 20 Caffè Dolce e Salato - Via Salaria 119 Vale Caffè – Via D. Alighieri 3 Sonny Bar - Piazzale Adolfo Cellini 7 Caffè La Bodequita - Via Abruzzi 12 Bar Gelat. 7° Cielo - Via della Repubb. 17
Caffè Royal - Viale Benedetto Croce 1 Bar Pastic. Centrale - P. za A. Convidi 11 Caffè Massetti – Via Calatafimi 114
Cherry One - Via Erasmo Mari 24 COMUNANZA MALTIGNANO Panificio Alamprese – P. za Matteotti 1 Caffè Max – Via XX Settembre 63 Lista completa www.piceno33.it
Edicola Bruno Angela – Via E. Mari 60c/d Bar Centrale - Via Dante 18/20 Caffè degli Oleandri - Via della Stazione 60 Trattoria Rosati – Corso V. Emanuele II 27 Caffè Mazzini - Corso Mazzini 3
Edicola La Casetta – Via dei Frassini snc Bar Sagi - Via Trieste 114 Coal – Via Certosa 6 Bar Sammagno - P. za XX Settembre 10 Caffè Montebello – Via Montebello 26 Contattaci per diventare
Gelateria Monardi - Largo 440° 5 Colorado Cafè - Piazza Garibaldi 5/8 Bar Tabacchi Celani - Via IV Novembre 33 Caffè Moretti – V. le S. Moretti 77 un punto di distribuzione.
Hostaria del Cavaliere – Via P. Aprutina 37 Dis - Via Pascali Caffè Sambit – Via Montebello 41

4|
Focus
news, sport, curiosità sui 33 comuni del Piceno

ANNO 2 • NUMERO 10
OTTOBRE 2010
IL MENSILE GRATUITO DEL TUO TERRITORIO

N
INTERVISTA

asce una nuova stagione di Piceno33. Senza chiudere con DAVIDE


ALIBERTI
Assessore
quella vecchia che ci ha portato fin qui e che ci ha reso or- alla cultura
di Ascoli Piceno

gogliosi di quello che siamo, inauguriamo una nuova epoca,


sperando di piacervi ancora di più. Non vogliamo convincervi, ma
SPECIALE
FORTE MALATESTA
PRONTO AL DEBUTTO
coinvolgervi nelle nostre novità e per questo abbiamo deciso di ri-
partire proprio dal territorio. Piceno33 è pensato per chi vive e ama ESCLUSIVO
BATTISTA
FARAOTTI
queste terre, per chi è disposto a scoprirle, per chi vuole capire il Il patron
della Fainplast

mondo che lo circonda. Ecco allora le nostre proposte. Innanzitut- si racconta

to più spazio a quel Piceno da bere e da mangiare che fa risuona- MONTEMONACO


CALDARROSTE
re il nome di Ascoli Piceno nell’enogastronomia di tutto il mondo. Quindi, nuove inter- REGINE DEI MONTI
Fioriscono
viste a chi contribuisce, giorno per giorno, a far crescere l’economia di questo territo- INTERVISTA
le castagnate
rio nonostante i tempi difficili e a chi, tra sindaci e assessori, si batte, come piace a noi,
CRISTINA
D’AVENA
Da trent’anni
nel Piceno
per passione e non per politica. E poi una rubrica dedicata alle Pro Loco, perché a loro tutti i giorni
in televisione

va il merito di mantenere viva la memoria e la gloria dei nostri piccoli gioielli. Nella no-
stra missione, però, abbiamo bisogno di voi. Scriveteci, diteci che pensate di quello che
scriviamo, fateci sentire che stiamo lavorando per voi. È la nostra sfida.

Fabiana Pellegrino
direttore@servizifas.it

Caldarroste e vino novello


riscaldano la nuova stagione
È una splendida quarantenne di suc- ci dedicati alle specialità del territorio
cesso che odora di buono, ha i colo- acquasantano e quelli degli artigiani
ri di stagione e non passa per nien- locali. Sta per tornare, insomma, la fie-
te inosservata. La “Festa d’autunno” ra del merletto, del tombolo, dei for-
di Acquasanta Terme, quest’anno al- maggi, del vino cotto e della cucina di
la sua quarantesima edizione, torna Acquasanta, con un protagonista in-
in scena, come di consueto, il terzo discusso: il marrone! Il paese delle ter-
weekend di ottobre (sabato 16 e do- me picene è il primo produttore mar-
menica 17). Un appuntamento con la chigiano di questo frutto della passio-
tradizione per dare il benvenuto che ne che si prepara a essere cotto nei
merita alla nuova stagione. ristoranti in tutte le salse, dall’antipa-
La festa d’autunno, organizzata dall’as- sto ai dolci. La Festa d’autunno, però,
sociazione turistica Pro Acquasan- non è solo cucina popolare, ma an-
ta Terme in collaborazione con il Co- che folklore. Per questo ci saranno la
mune, è soprattutto una manifesta- banda Marsia e il saltarello ascolano,
zione popolare con le sue trentami- assieme agli Zanni, la maschera tipica
la presenze ormai consolidate di an- dell’acquasantano.
no in anno. Vietato, insomma, parlare di malinco-
È anche un inno alla creatività e all’in- nia di stagione. Ma dove ve ne andate,
dustriosità della gente di monta- povere foglie gialle come farfalle spen-
gna, come amano definirla i suoi or- sierate? Venite da lontano o da vicino,
ganizzatori, uno spettacolo di pro- da un bosco o da un giardino? Chiede-
fumi genuini e sapori antichi di mar- va Trilussa ispirandosi ai colori e agli
roni, funghi, tartufi, noci e more. An- odori d’autunno. Oggi, di sicuro, se ne
che quest’anno saranno centinaia gli andrebbero alla Festa d’Autunno pro-
espositori, tra gli stand gastronomi- prio come noi.

|5
le specialità locali
Vino bio dall’azienda Agrivitivinicola Cherri
Un pezzo di storia dell’ascolano a base di semplicità
ACQUAVIVA PICENA | Il segreto del suo centocinquantamila bottiglie di vino che,
di Alessia Rossi successo sta nella semplicità e nella ri- a parte i vini invecchiati, riesce a smaltire e
cerca della qualità senza una complicata a mettere sul mercato.
strategia di produzione e marketing. Un marketing orientato sul territorio na-
La pregiata produzione di vini doc dell’A- zionale, nella ristorazione e nelle eno-
zienda Agrivitivinicola Cherri fondata nel teche, che si concentra maggiormente
1923 viene tramandata da tre generazioni nell’entroterra, nella regione e al centro-
fino all’attuale amministratore Paolo Cher- nord della Penisola. “Vini Cherri” partecipa
ri che l’ha ereditata dal padre Pasquale. da anni al Vinitaly di Verona dove nel 2004
Oggi Paolo Cherri gestisce e coordina l’at- ha ottenuto il “Diploma di Gran Menzio-
tività vitivinicola ad Acquaviva Picena, che ne” con il Rosso Piceno Doc Superiore
da una collina domina il paesaggio della 2000, inoltre nella collezione di premi e ti-
valle del Tronto. toli un posto particolare è riservato al “Di-
L’elevazione della cittadina, il microclima ploma di Merito alla selezione Nazionale
e la composizione dei terreni regalano al- di Vini da pesce” ad Ancona con il Falerio
le uve e ai vini quelle caratteristiche su- Doc 2005 e con il Rosato Marche IGT 2005
periori che si ottengono solo nelle zone Cedrone nel 2006.
prettamente votate alla viticoltura tant’è I vitigni dell’azienda sono tutti Vini Doc
che la coltivazione biologica è un presup- che rappresentano per la regione Marche
posto basilare della filosofia aziendale. prodotti di assoluta eccellenza, i vigneti
Nella sua produzione ci sono il Rosso Pice- sono integralmente lavorati a mano dalla
no Superiore, il Falerio, l’Offida Passerina, fase della potatura fino alla fase della ven-
l’Offida Rosso, l’Offida Pecorino e il Mar- demmia e la conduzione è prettamente
che Rosato, lo spumante Pecorino, il Brùt, familiare.
Agrivitivinicola San Francesco le grappe di Pecorino, Passerina, Monte- Di recente all’interno dell’azienda è stata
Acquaviva Picena (AP) • Italia pulciano. realizzata una cantina, rispettando l’im-
tel. 0735.764416 L’Azienda Cherri dispone di venti ettari di patto ambientale architettonico ed artisti-
www.vinicherri.it vigneto di proprietà e quindici in como- co, che volge lo sguardo alle mura della
dato, ha una produzione annua di circa Fortezza di Acquaviva Picena.

Hotel Teta: «Da noi mangi come a casa tua»


Piatti tipici della tradizione preparati con prodotti locali
CASTIGNANO | “Cucina genuina da sem- anni di attività: offrire sempre e solo pro-
pre. Questo è ciò che ci salva”. A parlare co- dotti della filiera a “chilometro zero”, ser-
di Lucia Mancini sì è Ferdinando Ciabattoni, titolare dell’Ho- vendosi delle aziende agricole e vinico-
tel-Ristorante Teta, uno dei simboli della le della zona. Prodotti genuini accostati a
ristorazione nel territorio ascolano. Situa- piatti tipici fatti a mano nella cucina del ri-
to a pochi metri dal centro di Castignano, storante stesso.
il ristorante ha una storia alle spalle che ne “Noi facciamo le olive all’ascolana anche
spiega la passione e la forza di volontà di 3-4 volte a settimana - continua Ferdinan-
chi vi lavora. do Ciabattoni - e le nostre sono davvero
“I miei genitori decisero di aprire questo fresche, non come quelle di certe gastro-
locale nel 1968 – racconta Ciabattoni - mia nomie. È questo che ci salva: data la lonta-
madre, in onore di mia nonna, lo chiamò nanza sia da Ascoli che da San Benedetto,
Teta. Mia nonna cucinava per i matrimo- ciò che ci fa andare avanti è la qualità del
ni dei nobili, mia madre invece offriva una cibo che serviamo. Il cliente che sceglie di
cucina più alla portata di tutti. Dopo qual- venire da noi lo fa perché sa che qui va sul
che anno dall’avvio della nostra attività av- sicuro, sa perfettamente come sono i piat-
venne l’incontro con Costantino Rozzi (pri- ti che offriamo, la nostra cucina è una ga-
ma che divenisse quel ‘Rozzi’ che tutti, poi, ranzia”.
abbiamo conosciuto) e lui riconobbe su- Oggi più che mai ciò che maggiormente
bito in mia madre un buono spirito im- attira per organizzare pranzi e cene del-
prenditoriale. Ricordo la sua fedeltà nel le varie cerimonie sono le ville. Allora il ri-
frequentare spesso e volentieri il nostro ri- storante si è dovuto reinventare, cercando
storante e di servirsene anche per le sue ri- di soddisfare non solo il palato ma anche
unioni importanti”. la vista dei clienti. Oltre a ciò, è scoppiata
L’evoluzione da ristorante a hotel è stata anche la moda degli agriturismi. Un piat-
Teta Hotel - Ristorante “naturale”, come spesso accade nel setto- to particolare? Il pasticcio di macchero-
re: anche se poche e piccole, a Castigna- ni: pasta frolla fuori e maccheroni al ragù
Castignano (AP) • Italia no iniziarono a sorgere delle aziende, e ciò dentro. E chi cucina? “Mia madre passa a
tel. 0736.821412 portò all’ampliamento del locale che si at- controllare. Ci sono ancora le donne che
www.hotelteta.it trezzò di stanze da offrire ai clienti. La po- lavoravano con lei. E poi ai fornelli ora ci
litica del ristorante è rimasta la stessa in 40 sono anch’io”.

6|
la chiave del successo
Avanguardia di provincia
Fainplast, un modello vincente a livello europeo
di Fabiana Pellegrino
È un esempio virtuoso per il territorio pi-
ceno e, assieme, una delle realtà più all’a-
vanguardia nel settore delle materie pla-
stiche. La Fainplast di Battista Faraotti (nel-
la foto), nata nel 1993, batte concorrenza e
crisi a colpi di ricerca e risorse, comprese
quelle umane.
Cominciamo dai numeri. In tempi di cri-
si la Fainplast continua a crescere. Qual
è il segreto? Nessun segreto. L’azienda
va programmata prima, una crisi non ar-
riva mai all’improvviso e questo vale an-
che per le imprese del Piceno. Noi l’ab-
biamo prevenuta più che combattuta. Ci
confrontiamo ogni giorno con un merca-
to concorrenziale che ci costringe a cam-
biare passo continuamente. Fino al 2000 che conseguenze negative sul territorio.
andavamo bene, ma rischiavamo di finire È stata un’opportunità che forse ha dato
stretti in una morsa dai nostri concorrenti, poco impulso alle imprese picene e le re-
che tra l’altro sono i nostri stessi fornitori. altà locali, tuttora, sono pochissime.
Per questo ho puntato su tecnologia e ri- Come affrontate lo scenario internazio-
cerca. Quando è arrivata la crisi noi erava- nale? Esportiamo in 80 Paesi e abbiamo
mo in piena espansione e quest’anno re-
gistriamo una crescita del 41%.
puntato sull’estero non perché facesse
moda, ma perché il mercato italiano pri- LA SINDONE
Quali sono i vostri punti di forza? La ri- ma non era ancora pronto e oggi è for- di Arquata del Tronto.
cerca, la tecnologia e la massima colla- temente concorrenziale. Se in Italia ci so-
borazione con i dipendenti. La nostra è no 70 produttori nel settore delle materie La storia, il mistero,
una politica di reciproca soddisfazione ed plastiche, in Germania ce ne sono 5. All’e- i personaggi.
è per questo che condividiamo i risultati stero, poi, sono fedeli al cliente, anche per ACQUISTA LA TUA COPIA
con i dipendenti. Tutti qui si sentono co- questo abbiamo nostri agenti nei diversi NEI NOSTRI PUNTI VENDITA
me in una grande famiglia, se ci fosse me- Paesi.
no coinvolgimento sarebbe tutto molto Cosa vi rende diversi dalle altre azien- Libreria Cattolica
più difficile. de? Il fatto che abbiamo le idee molto Piazza Arringo, 21 • Ascoli Piceno
Quanto investite nella ricerca? Investia- chiare. Noi abbiamo un programma di
mo sia in termini di uomini che di euro. sviluppo definito per i prossimi 10 anni. Libreria Mondadori
Ogni anno puntiamo diversi milioni di eu- Un imprenditore deve avere molto chiaro Città delle stelle • Castel di Lama
ro in ricerca e controllo. Il nostro persona- quello che deve fare, poi è il come che fa
le è composto da 80 persone, di cui 40 il successo o meno di un’azienda. Bisogna Libreria Prosperi
impiegate nella produzione e una dozzi- mettere i dipendenti nella condizione di Largo Crivelli • Ascoli Piceno
na nella ricerca. Sono loro che studiano i lavorare bene e farli partecipare ai risulta-
Libreria Rinascita
prodotti e li controllano quotidianamen- ti. Qui i conti sono trasparenti, ogni opera- Piazza Roma, 7 • Ascoli Piceno
te. In questo momento, ad esempio, cer- io sa quanto guadagna l’azienda e quan-
chiamo un chimico e andremo a cercarlo to guadagna lui. Nuovi Orizzonti
direttamente dentro l’università. Come vede l’azienda del futuro? La no- Via Calatafimi, 48 • San Benedetto del Tronto
Com’è il vostro rapporto con il territorio stra frenesia di creare sempre prodotti
piceno? Al di là di qualche problema lo- nuovi non è una malattia, ma una voca- Tabaccheria Pusceddu
gistico, qui ci sono prezzi contenuti e una zione e assieme una necessità. Tutto quel- Borgo • Arquata del tronto
realtà serena. Purtroppo devo anche am- lo che guadagno io lo investo di nuovo.
mettere che la cassa del Mezzogiorno a Non ho la mania di crescere per forza, ma Oppure ordina comodamente
suo tempo ha prodotto benefici ma an- quella di stare sempre vicino al cliente. da casa su www.sindonearquata.it
editore@servizifas.it
INFORMATICA | GRAFICA

|7
Acquasanta Terme tezze e sogni” del fotografo Ignacio Ma-
“Musica alla Cava”, l’Orchestra Popolare ria Coccia. Attraverso una serie di foto
ha conquistato il pubblico con originalità in bianco e nero, scattate qualche mese
prima dell’indipendenza del Kosovo nel
Grande successo ha riscosso a settem- febbraio 2007, il documentarista ha cer-
bre l’evento “Musica alla Cava”, orga- cato di mettere in risalto le caratteristiche
nizzato dalla Provincia con il patrocinio multiculturali della società kosovara cap-
del Comune di Acquasanta, presso la ca- tando scene di vita quotidiana e aspetti
va di travertino dei F.lli Tancredi in loca- intimi attraverso le tradizioni, il folclore
lità Fornara. Il pubblico ha assistito con e l’integrazione.
entusiasmo a un’originale serata musica-
le durante la quale la rinomata Orchestra Arquata del Tronto
Popolare ha eseguito brani di musica po- La Sindone di Arquata, 4mila presenze
polare europea e mediterranea, accom- alla mostra “Immagini dal passato”
pagnata dai passi di danza della balleri-
na Anastasia Lori. A fare da cornice allo Grande successo per la mostra “Imma-
spettacolo, il suggestivo e insolito sfon- gini dal passato” tra arte sacra, restauro
do, con la cava di travertino che ha con- e decoro che si è tenuta presso la Roc-
tribuito a esaltare una perfetta unione tra ca di Arquata del Tronto dal 10 luglio al
paesaggio, cultura e tradizione. L’orga- 10 settembre (a tagliare il nastro era sta-
nizzazione del concerto è servita anche a to il vescovo Silvano Montevecchi). Ol-
far conoscere al grande pubblico una del- tre 4mila presenze per l’evento organiz-
le più importanti risorse naturali del Pice- zato con il patrocinio di Confartigianato,
no, il travertino. Ecco perché anche que- in collaborazione con Stilarte. L’iniziati-
sta manifestazione rientra in una serie di va è stata inserita nel contesto dell’evento
progetti, che mediante la valorizzazione estivo “La Sindone di Arquata del Tron-
delle peculiarità culturali e paesaggisti- to - Tra storia e leggenda” ideato da Pina
che del territorio, servono a incentivare Traini, direttrice dell’ufficio stampa Vati-
lo sviluppo locale. cano. L’esposizione, attraverso opere pit-
toriche e scultoree, ha voluto ripercorrere
Acquaviva Picena la storia di Gesù Cristo secondo l’icono-
Servizio Civile Volontario 2010, il bando grafia tradizionale, pur non tralasciando
disponibile sul sito internet comunale una lettura in chiave moderna.
Dalla nascita alla crocifissione fino alla
Anche l’amministrazione comunale di deposizione, per concludersi dunque con
Acquaviva ha reso pubblico il bando di la resurrezione rappresentata dal sacro li-
selezione per il Servizio Civile Volonta- no della Sindone. Il successo dell’evento
rio 2010. 19.627 volontari verranno sele- è stato possibile anche grazie al Comune
zionati in tutta Italia per progetti di ser- di Arquata del Tronto e alla collaborazio-
vizio civile nazionale e internazionale. Si ne delle ragazze della Pro Loco.
tratta di una grande possibilità che vie- Tra l’altro la mostra è stata richiesta già
ne offerta ai giovani di età compresa tra in altre città, tra cui Ascoli Piceno, Assi-
i 18 e 28 anni. Per un anno questi volon- si e Torino.
tari potranno mettere al servizio degli al-
tri le proprie forze e capacità, offrendo Ascoli Piceno
così un grande aiuto alla cittadinanza. Il III Raduno Nazionale Club Alpino Italiano
volontariato è un importante strumento Le escursioni per conoscere i Monti Sibillini
di educazione sociale, un esperienza ir-
ripetibile, che beneficia chi lo offre, per- Il 2 e 3 ottobre si è tenuto ad Ascoli Pi-
ché fonte di arricchimento interiore e di ceno il III Raduno Nazionale CAI (Club
crescita personale, ma anche e sopratutto Alpino Italiano) di Cicloescursionismo.
chi lo riceve perché dà un aiuto concre- L’appuntamento è stato presentato nel
to alle classi sociali più bisognose, contri- corso di una conferenza stampa, nel-
buendo così allo sviluppo sociale, econo- la quale sono intervenuti, tra gli altri, il
mico e culturale della nostra società. sindaco Guido Castelli, il presidente del-
la sezione locale del CAI Franco Laganà.
Appignano del Tronto L’evento è stato preceduto da altre im-
Il fotografo Ignacio Maria Coccia portanti iniziative promosse dal CAI e
racconta le incertezze del suo Kosovo dall’Amministrazione Comunale. Infatti,
il 25 settembre la Sala dei Savi del Palaz-
Il 9 settembre si è conclusa la rassegna zo dei Capitani ha ospitato il convegno
C a ra s s a i “E...state in Appignano”. Per l’occasione di apertura dal titolo “La legge regionale
L eila Fer na nd ez eletta Mi s s S a s ch è stato presentato il libro “Kosovo, incer- istitutiva della Rete Escursionistica Mar-
DOVE MANGIARE

8|
chigiana: aspetti paesaggistici, cultura- daco e un’artistica ceramica dall’azienda
li ed economici”, successivamente è stata Fainplast.
inaugurata la mostra “Tra città e monta- Il Sindaco di Ascoli e l’assessore alla Cul-
gna” riguardante il rapporto tra Ascoli ed tura hanno infine sorpreso i responsabi-
il suo territorio circostante. li del festival, consegnando due targhe al
Sei un giornalista
Invece, sabato 2 ottobre, questa volta nel- direttore artistico e al presidente dell’as-
la Sala della Ragione del Palazzo dei Ca- sociazione.
pitani, si è svolto il convegno nazionale
sul tema “Dueruote... Quattroparchi”, se-
guito da quattro cicloescursioni volte alla
Carassai pubblicista?
Miss Sasch Leila Fernandez eletta
conoscenza dei Parchi Nazionali dell’Ita- nella splendida Piazza Leopardi
lia Centrale: i Monti Sibillini, il cosiddetto
“Anello” del torrente Castellano, il Monte Anche Carassai ha partecipato quest’an-
Collabora con noi!
Ascensione ed il Monte Piselli. no alle selezioni del rinomato concor- Inviaci il tuo curriculum.
so di Miss Italia, la cui finale si è svolta
XIV edizione di “Settembre in musica” il 13 settembre a Salsomaggiore Terme. piceno33@servizifas.it
Concerti di fama internazionale La splendida Piazza Leopardi è servita www.piceno33.it
da scenario per l’elezione di Miss Sasch
Dal 14 settembre al 2 ottobre è andata in Modella Domani, titolo conferito a Lei-
scena la XIV edizione del Festival Inter- la Fernandez che è riuscita così ad appro-
nazionale di Musica Classica “Settembre dare alle pre-finali nazionali. Durante la
in musica”, la celebre kermesse dedicata serata, organizzata accuratamente dalla
alla musica di altissima qualità e divenu- Proloco, sono state consegnate anche al-
ta una delle più importanti manifestazio- tre fasce con differenti titoli alle altre ra-
ni nel panorama culturale della regione gazze vincitrici.
Marche. Anche quest’anno Gaetano Ri-
naldi, presidente dell’associazione “Asco- Castel di Lama
li Piceno Festival”, e il direttore artisti- Dalla Fiera dell’Agricoltura la forma
co, il violoncellista statunitense Michael di pecorino da Guinness dei Primati
Flaksman, hanno stupito il numeroso
pubblico presente ai concerti con piace- Anche quest’anno la Fiera dell’Agricoltu-
volissime sorprese, riservando l’opportu- ra e Zootecnica di Castel di Lama, giun-
nità di assistere a esibizioni di spessore. ta alla sedicesima edizione, si è rivelata
La rassegna, a cui hanno partecipato arti- un successo con quasi 400 espositori e 40
sti di fama internazionale provenienti da mila visite in tre giorni. L’evento, inau-
varie parti del mondo, ha inoltre coinvol- gurato venerdì 3 settembre e conclusosi
to l’intero territorio provinciale, con lo domenica 5, ha avuto come protagonisti
scopo dichiarato di valorizzare i borghi e mostre mercato di attrezzature agrico-
le città dell’area picena. le, animali d’allevamento, prodotti eno-
Tra i punti di forza di “Settembre in mu- gastronomici, spettacoli e concorsi che
sica” ci sono state senz’altro la ricchez- hanno costituito occasioni d’affari, ma
za e l’originalità dei programmi pensati anche di divertimento per i partecipan-
da organizzatori e musicisti che hanno ri- ti. Padrini d’eccezione sono stati Tiberio
proposto brani di Mozart, Brahms, Hal- Timperi e Luca Sardella che nella giorna-
vorsen, Moscheles, Beethoven, Schubert, ta di sabato hanno visitato la Fiera. Come
Chopin, Bach, Schumann e molti altri. ogni anno sono stati confermati gli ap-
I concerti si sono svolti per la gran parte puntamenti tradizionali, come la mostra
presso l’elegante Auditorium della Fon- dei falchi da caccia, il concorso degli asi-
dazione Carisap di Ascoli e hanno posto nelli e quello cinofilo.
in risalto l’eccezionale bravura di molti Non sono mancati, infine, i momenti di
artisti: dalla coreana Ju-Hee Oh al giap- confronto con il seminario “La tutela
ponese Teruyoshi Shirata, dalla violon- della biodiversità animale quale strumen-
cellista Jelena Očić al pianista Federico to per la valorizzazione del territorio” e le
Lovato. curiosità, come la forma di pecorino più
La serata clou di tutta la rassegna si è te- grande del mondo, inserita nel Guinness
nuta mercoledì 22 settembre nella Sala dei Primati.
della Vittoria della Pinacoteca Civica con
le esecuzioni del grande pianista di ori- Castignano
gine russa Kostantin Bogino, che ha ri- Festa d’Autunno con degustazioni,
cevuto il riconoscimento “Una vita per artigianato locale e artisti di strada
la Musica 2010”, la medaglia del Presi-
dente della Repubblica donatagli dal Pre- Gran finale con la “Festa d’Autunno” in C astel di L ama
fetto di Ascoli una pergamena dal Sin- programma domenica 31 ottobre. Tipici- Peco ri n o da Gui n n ess alla Fier a
DOVE MANGIARE

|9
tà, mercati e degustazioni di prodotti lo- Rovelli-Fiat 1100 del 1947, Riley 2500 Sa-
cali per la grande fiera di stagione orga- lon del 1952 e una Topolino del 1937. In
nizzata dall’associazione “Il Paese delle omaggio al centenario hanno partecipato
Meraviglie”. Anche a Castignano si po- venticinque Alfa Romeo, a cui si sono af-
tranno gustare castagne arrosto e vino fiancate esemplari della nuova “Giuliet-
novello, passeggiare tra i prodotti artigia- ta”, entrata in commercio recentemente.
nali del territorio e svagarsi con gli spet- La serata a Colli del Tronto si è conclu-
tacoli degli artisti di strada. sa con uno spettacolo degli sbandieratori
Gli stand gastronomici verranno aper- e la mattina seguente i partecipanti sono
ti da sabato 30 ottobre, mentre il giorno partiti alla volta di Termoli.
seguente la serata finirà con una grande
festa in onore di Halloween. Durante la Comunanza
fiera spazio anche al quinto concorso ci- Estate 2010, turisti da tutta Europa
nofilo “Qua la zampa”, aperto a tutti i ca- in visita ai boschi dei Monti Sibillini
ni di tutte le razze e alla quinta edizione
della mostra scambio moto d’epoca “Ma- Nonostante la crisi economica, la zona pi-
rio Amatucci”, ormai tradizionale radu- cena dei Sibillini ha mantenuto un buon
no di auto e moto storiche. Insomma, ca- livello di affluenza turistica, attestandosi
stagne, artigianato e tanto divertimento sui risultati ottenuti lo scorso anno. Lu-
per chiudere il mese in bellezza. glio e agosto, in particolare, si sono rive-
lati mesi fondamentali per il settore, fa-
Castorano cendo dimenticare la scarsa presenza di
Sventata rapina alla farmacia Isacco villeggianti della passata primavera e di
Catturato il malvivente in poche ore giugno, dovuta in gran parte alle cattive
condizioni meteorologiche.
Un marocchino, con precedenti penali e I turisti stranieri, principalmente tede-
problemi mentali, la mattina del 13 set- schi, olandesi e francesi, costituiscono
tembre ha tentato una rapina a volto sco- naturalmente una generosa fetta dei vi-
perto presso la farmacia Isacco di Villa sitatori di questi luoghi, scegliendo co-
San Silvestro. La tensione di una cliente me ricovero i molti agriturismi e count-
e dei medici presenti ha avuto fortunata- ry houses della zona.
mente breve durata, grazie al tempestivo L’attività preferita dei turisti italiani e
intervento di un farmacista che si trova- stranieri è quella dell’escursionismo a
va nel retro del locale e che è riuscito a piedi e in bicicletta, tendenza che prose-
mettere in fuga l’uomo. I carabinieri di gue nei mesi invernali con le passeggia-
Ascoli Piceno, immediatamente allertati, te sulla neve con le ciaspole. Silvio An-
hanno identificato l’uomo, grazie alle te- tognozzi, presidente dell’associazione
lecamere della farmacia, e lo hanno cat- “Cuore dei Sibillini e Colline Picene” au-
turato in poche ore. spica a tal proposito una maggiore atten-
zione della Regione e della Provincia per
Colli del Tronto valorizzare il turismo dei Sibillini.
2° Giro d’Italia in auto d’epoca
Tappa finale alla chiesa di S. Felicita Cossignano
I Laboratori di Comunità favoriscono
Il 2° Giro d’Italia in auto d’Epoca ha de- l’inserimento lavorativo di 17 ragazzi
signato Colli del Tronto come meta del-
la prima giornata del Tour. La chiesa di Il comune di Cossignano insieme a quelli
Santa Felicita, infatti, è stata la tappa fi- di Ripatransone, Montalto delle Marche,
nale dei cento equipaggi che il 22 set- Grottammare e Castel di Lama ha attiva-
tembre sono partiti da Roma, hanno at- to la scorsa estate i Laboratori di Comu-
traversato il Parco Nazionale del Gran nità. Il progetto volto all’inserimento la-
Sasso, per poi giungere all’Aquila e nel- vorativo dei disabili, ha impegnato circa
la zona dei Monti della Laga. 17 ragazzi diversamente abili.
Il Giro, organizzato dall’Asi (Automo- Il tutto si è potuto realizzare con il co-
toclub Storico Italiano) con la collabo- ordinamento della dottoressa Barbara
razione dell’Alfa Romeo, in occasione Marinelli ed è stato realizzato dalla Cro-
del centenario della casa automobilisti- ce Azzurra di Ripatransone-Cossignano,
ca, ha percorso un itinerario di 900 km con contributo significativo della Fonda-
che ha visto impegnate auto quali Che- zione Carisap di Ascoli.
vrolet Universal del 1930, Chevrolet Ro- I ragazzi hanno così potuto realizza-
adster Indipendance del ’31, Bugatti 57 re manufatti e oggetti che sono poi sta-
Col l i d el Tro n to Ventoux del 1934, Bentley Derby del ti esposti in mercatini, musei e manife-
2° G ir o d ’I ta lia in a u to d ’ e p o ca 1935, Alfa Romeo 6C 2300 B del 1937, stazioni estive.
DOVE MANGIARE

10 |
Cupra Marittima Paolo Apostolo di Force, in sostituzio-
Un mese dedicato alla musica classica ne del precedente parroco don Antonio
in onore del compositore Franz Liszt Spinelli.
Il giovane prete già quest’estate si è dato
Un settembre da non dimenticare. Cu- da fare per entrare in contatto con la co-
pra Marittima ha dedicato il mese scor- munità forcese, in particolare con i giova-
so a tutti gli amanti della musica classi- ni che subito lo hanno accolto con entu-
ca. In onore del bicentenario della nascita siasmo durante i loro incontri.
del compositore ungherese Franz Liszt Il mese scorso, poi, ha voluto personal-
che ricorrerà nel 2011, il giovane piani- mente conoscere le famiglie visitando
sta cuprense David Martelli ha ritenuto ogni settimana diverse zone del paese. È
doveroso omaggiare questo grande arti- stata questa anche l’occasione per chiede-
sta, presentando un programma comple- re la collaborazione cittadina ai suoi pro-
tamente dedicato al celebre compositore. getti. Primo fra tutti la realizzazione di
L’appuntamento si è svolto il 22 settem- un presepe vivente nell’affascinante cen-
bre presso il Convivium Marense al Pa- tro storico forcese.
ese Alto. La serata è stata introdotta da Don Claudio si sta dando da fare affinché
i forcesi possano aiutarlo nell’organizza- Montemonaco
Piero Marconi, docente di Didattica del-
la musica presso il Conservatorio “Pergo- zione di questo evento per l’allestimen-
lesi” di Fermo. to delle scene esterne, le comparse e ogni
aspetto. Inoltre ha in serbo altri impor-
Folignano tanti progetti, come ad esempio la crea-
XII edizione del Gran Premio d’auto zione di due confraternite, una maschile
Vince Arredondo Moreno Julian David intitolata al SS. Crocifisso una femminile
in onore della Beata Assunta.
“Non si vince per caso a Folignano”. È
lo slogan della dodicesima edizione del Grottammare
Gran Premio di Folignano che si è svolto Il porta a porta della differenziata
il 5 settembre scorso. si diffonde in tutte le vie della città
Il percorso che prevedeva un circuito da
ripetere due volte si è diramato da via Sa- La raccolta porta a porta conquista Grot-
laria inferiore, passando da Brecciarolo tammare.
fino a Castel di Lama, a via Ancaranese Dopo l’esperienza positiva della bella sta-
fino all’Asse Attrezzato Raccordo Monti- gione, quando gli stabilimenti balneari si
celli, proseguendo poi al termine del se- sono adeguati alla raccolta rifiuti porta a
condo giro per Via del Commercio, Lu porta, è arrivata l’ora dei privati.
Battente, Porta Romana, Monticelli, Lu I dati parlano chiaro: secondo la Pice-
Battente, via Dell’Aspo Sp. 34 Folignano, nambiente, la società che si occupa del-
per un totale di 53.600 km. Questa edi- la raccolta e dello smaltimento dei rifiuti,
zione ha visto vincitore Arredondo Mo- www.hotelmontiazzurri.com
da gennaio ad agosto 2010 i conferimen- Info 338.1071778
reno Julian David, del team S.C.A.P. Pre- ti in discarica sono diminuiti del 7,9%. In
fabbricati Foresi. generale, negli ultimi mesi, la percentua-
Proprio lo slogan della manifestazione le di rifiuti differenziati si aggira attorno
vuole ricordare che  diversi vincitori e al 37%, che fa sperare nel raggiungimen-
partecipanti si sono poi messi in eviden- to della quota del 40% voluta dalle nor-
za in manifestazioni importanti di cate- mative nazionali.
goria o fanno  parlare tuttora di loro fra L’assessore all’ambiente Giuseppe Mar-
i professionisti. Il Gran Premio nasce nel coni è però intenzionato a fare di più, an-
Settembre del 1998, un’edizione, la pri- che sulla via dello sperimentalismo. Ed è
ma, riservata completamente alla catego- per questo che con l’aiuto della Picenam-
ria Allievi. La manifestazione è cresciuta biente si sono visionati diversi comuni
sempre di più di anno in anno, ospitan- marchigiani che hanno ottenuto buoni
do in seguito la categoria Juniores-dilet- risultati in ambito di raccolta differenzia-
tanti e trasformandosi da gara nazionale ta, tutti grazie all’eliminazione dei casso-
a evento internazionale nel 2006. netti a favore del servizio di raccolta ri-
fiuti porta a porta. Perciò, dall’11 ottobre,
Force si inizierà nel quartiere di Bellosguardo –
Don Claudio, arriva il nuovo parroco Sgariglia con questa operazione che pre-
della chiesa San Paolo Apostolo vede il ritiro dell’immondizia per quattro
giorni alla settimana, due per l’indiffe-
Don Claudio Capecci sarà nominato uffi- renziata e due per la differenziata.
cialmente dal Vescovo come il nuovo in- Gli unici cassonetti che rimarranno sa-
caricato pastorale della parrocchia San ranno quello per l’umido e quello per i
DOVE MANGIARE

Gro ttammare: i l ri ci cl o C up ra Mari tti ma


s i d i ffon de p er l e vi e del l a ci ttà Mese dedi cato al l a musica classica

| 11
pannolini (che saranno svuotati sette delle autolinee extraurbane che collegano
giorni su sette). Maltignano al vicino Abruzzo.

“Tandem Cycle Tour For The Blind” Massignano


L’Unione Italiana Ciechi su due ruote CortoperScelta, vince “L’arbitro” di Zucca
Via di Vesta, 28 - 63100 Ascoli Piceno
Tel. 0736.256355 - Cell. 320.8183856 Ok per l’Associazione Arancia Meccanica
Una domenica in tandem con l’Unio-
ne Italiana Ciechi. Il 19 settembre si è Dopo il successo di pubblico con le pro-
HOTEL - RISTORANTE svolta la manifestazione Tandem Cycle iezioni del 17 e 18 settembre a Montefio-
Tour For The Blind. L’evento, realizza- re dell’Aso, il festival dei cortometraggi
to su iniziativa della sezione provincia- CortoperScelta si è spostato a Massigna-
le Unione Italiana Ciechi e Ipoveden- no per il 24 e 26 settembre. L’Associazio-
ti (Uic) in collaborazione con il Comune ne Arancia Meccanica ha organizzato per
di Grottammare e la Provincia di Asco- venerdì 24 la visione dei corti in concor-
li Piceno, ha coinvolto non vedenti e ipo- so, venti opere che hanno gareggiato per
vedenti che sono stati guidati dai loro ac- aggiudicarsi il primo premio di 1.000 eu-
Via Ascoli, 10 COMUNANZA (AP) compagnatori attraverso un percorso di ro della sezione CortoItalia 2010. Dome-
Tel. 0736.844242 - 844549 40 chilometri che si è snodato lungo la nica 26 si sono proiettati invece dei corti
Salaria fino al lungomare di Grottamma- che hanno fatto la storia della manifesta-
re. Per tutto il tragitto, il passaggio dei zione, e a fine serata si è proclamato il
tandem è stato assistito e accompagnato vincitore: “L’arbitro” di Paolo Zucca.
dagli agenti della polizia municipale dei
comuni attraversati, dalla polizia strada- Monsampolo del Tronto
le e dalla Croce Azzurra di Montedino- Dolce solidarietà per il Madagascar
ve. Il programma prevedeva il raduno nel Vendita di beneficenza alla gelateria Gulp
piazzale della stazione di Ascoli, una so-
sta a Colli del Tronto presso la sede del- Un “gelato al gusto... Solidarietà” per il
RISTORANTE • PIZZERIA la Protezione Civile, e l’arrivo in piazza Madagascar. L’8 settembre l’associazione
Villa Curti • Venarotta (AP) | Tel. 0736.364003 Kuursal per la consegna degli omaggi. La Superfac di Pagliare del Tronto ha orga-
Tandem Cycle Tour For The Blind è una nizzato a Stella di Monsampolo una ven-
manifestazione sportiva non agonistica dita di beneficenza di gelato. Con l’ap-
ideata dalla grottammarese Silvia Gian- poggio della Gelateria Gulp, il ricavato
ferrari ben 13 anni fa. della giornata è stato devoluto per la co-
Il sindaco Luigi Merli si dichiara ono- struzione di quattro pozzi in Madaga-
rato di ricevere ogni anno la proposta scar. Ma questa non è la prima occasione
dell’Uic: non solo è un’occasione di in- nella quale l’associazione ha mostrato di
tegrazione per queste persone che vivo- lavorare a favore dei meno fortunati: dal
MONTEMONACO (AP) no immerse in una realtà del tutto diver- 2002 si sono susseguite diverse iniziative,
Tuccini Angelo sa dalla nostra, ma offre anche, almeno ogni volta tese a finanziare un progetto
Cell. 338.4292399 - 338.4695073 - Tel.0736.856422 nello sprint finale, uno spettacolo emo- diverso. Tra queste ‘Adotta dei bimbi di
info@rifugio1540.com - www.rifugiosibilla1540.com
zionante. strada’, ‘Adotta uno studente universita-
rio’, ‘Adotta un seminaristà. Per chi fosse
Maltignano interessato a queste iniziative, www.su-
Amministrazione unita per la crescita perfac.org.
Potenziate le linee extraurbane
Montalto delle Marche
Insieme per far crescere il piccolo comu- Associazione Giovanile Montaltese
ne del piceno. Un’amministrazione co- Grande riscontro di pubblico
munale unita quella di Maltignano, dove
la minoranza non vuole criticare il lavo- L’estate è ormai finita, ma a Montal-
ro svolto dall’amministrazione ma an- to si continua a ringraziare l’Associazio-
zi si dice “pronta a collaborare e ad ap- ne Giovanile Montaltese per i piacevoli
prezzare il lavoro altrui”. Il gruppo di momenti organizzati nei mesi scorsi. Tra
minoranza, attualmente guidato da Do- gli eventi estivi è da ricordare quello al
Il Giardino degli Ulivi menico Talamonti, sta studiando un pia- Belvedere di Montalto con il “Concer-
no che non ostacoli ma integri il lavoro to di musica classica per pianoforte a co-
svolto dall’amministrazione di Maltigna- da”, eseguito da Federico Clementi, socio
no. Il programma vuole far si che la re- dell’associazione. Sempre al Belvedere
altà di Maltignano cresca rispetto agli grande successo ha avuto anche il “90
anni passati, soprattutto vuole “rimuo- Aperiparty”, festa con aperitivo a buffet
vere” quell’immobilismo del paese nei che ha richiamato più di 400 persone che
F. ne Piagge, 333 - 63100 Ascoli Piceno confronti delle altre realtà vicine. Da se- hanno ballato sulle note della musica An-
Tel. 0736.252372 | Cell. 3282770718 gnalare peraltro il recente potenziamento ni ’90 fino a notte inoltrata. Nonostante
DOVE MANGIARE

M o n samp o l o del Tro n to


D o l ce so l i dari età p er i l Madag ascar

12 |
i successi, il presidente Gianluca Speca è taccare l’albero in estate. A lungo termine
già al lavoro per preparare la scaletta de- si potrebbe compromettere la produzio-
gli eventi invernali. ne di castagne e si attende un monitorag-
gio e una maggiore attenzione da parte
Montedinove degli enti di competenza, per evitare con-
I catechisti tornano sui banchi di scuola seguenze disastrose in un comune che ha
Corsi organizzati da Don Dino Perri una discreta superficie di castagneti e che
rimane ancora una risorsa produttiva im-
“Oggi devo fermarmi a casa tua!” È lo portante.
slogan del momento di formazione rivol-
to a tutti i catechisti e le catechiste che, Montemonaco
a fine settembre, ha coinvolto, tra le al- Valorizzazione della “grotta della Sibilla”
tre, anche la diocesi di Montedinove. Un Firmato un protocollo d’intesa
corso sui generis che è stato occasione di
condivisione, dialogo e approfondimen- Un protocollo d’intesa per la valorizza-
to tra il direttore dell’ufficio catechistico zione della “grotta della Sibilla” per por-
diocesano, don Dino Pirri, e gli educato- re un’attenzione sia finanziaria che cultu-
ri. L’obiettivo è costituire una squadra al rale e turistica sul binomio monte Sibilla
servizio dell’educazione cristiana dei più e Grotta. La valorizzazione del “Monte
piccoli, dei giovani e degli adulti. e della grotta della Sibilla”, come vola-
Per informazioni consultare il sito www. no per il turismo e la promozione della
ufficiocatechisticosbt.sitoper.it. montagna sono gli obiettivi dell’accordo
stipulato tra il presidente della Provincia
Montefiore dell’Aso Piero Celani, l’assessore regionale ai Pro-
La “Fiera Grande d’Autunno” getti Speciali per il Piceno Antonio Can-
ha aperto la nuova stagione zian, l’assessore provinciale alla cultura
Andrea Maria Antonini, il Presidente del
Le specialità gastronomiche e artigiana- Parco dei Monti Sibillini Massimo Mar-
li locali hanno dato il benvenuto ufficiale caccio, il presidente della comunità mon-
alla nuova stagione con la “Fiera Grande tana dei Sibillini Cesare Milani e il sinda-
d’Autunno”. Domenica 19 Settembre, in- co di Montemonaco Onorato Corbelli. Il
fatti, le vie di Montefiore dell’Aso si sono documento istituisce un tavolo istituzio-
trasformate in un mercato a cielo aperto nale di lavoro ma anche un tavolo scien-
fatto di opere d’arte in ferro, legno, ce- tifico formato da un delegato della So-
ramica e vetro, ma anche formaggi, sa- printendenza dei Beni archeologici delle
lumi, miele, olio e vino, per esaltare le Marche, un rappresentante della facoltà
ricchezze del territorio. Molti sono stati di Geologia dell’università di Camerino
gli appuntamenti, dal classico “laborato- e da un incaricato del Centro studi Tra-
rio del cioccolato” agli spettacoli di arti- dizioni Picene. Mo n temo n aco
sti di strada, animatori, giocolieri e car- I n tesa p er l a Gro tta della Sibilla
tomanti. Monteprandone
L’asilo nido Pollicino riapre le porte
Montegallo Pasti biologici con “Campagna Amica”
Grande paura per il parassita dei castagni
Si rischia di compromettere il raccolto Pollicino diventa “bio”. L’asilo nido in via
dello Sport a Centobuchi di Montepran-
Un parassita sta creando grande allarme done, ha riaperto i battenti sventolando
tra i proprietari dei castagneti. La minac- bandiera - rigorosamente - biologica. Il
cia arriva dal “Cinipide Galligeno Dryo- “Pollicino” è entrato così ufficialmen-
cosmus Kuriphilus Yasumatsu”, di origi- te tra le trenta mense biologiche marchi-
ne asiatica, che sembra sia giunto in Italia, giane, di cui quasi la metà (tredici per la
precisamente in Piemonte, nel 2002, at- precisione) sono dislocate nella sola pro-
traverso un carico di legname provenien- vincia picena. Un polo d’eccellenza che
te dalla Cina. In breve tempo l’insetto è vuole sensibilizzare bambini e genito-
sceso a sud fino a raggiungere le Marche. ri sull’impiego di prodotti biologici e di
Il parassita è in grado di provocare la for- frutta e verdura a chilometro zero gra-
mazione di ingrossamenti tondeggianti e zie al progetto “Campagna Amica” av-
di dimensioni variabili di colore verde e viato con la Coldiretti delle province di
rossastro sulle foglie e i germogli di ca- Ascoli e Fermo. L’accordo prevede la re-
stagni, compromettendo lo sviluppo ve- alizzazione di un progetto di educazione
getativo delle piante e la fruttificazione. alimentare, con interventi in classe e de-
La larva si deposita sulla foglia e resiste gustazioni, per prevenire le malattie in-
per tutto l’inverno per poi tornare ad at- fantili (e non solo) e combattere l’obesità

SALUMI • FORMAGGI
FUNGHI • TARTUFO
Corso Cavour, 158 - FERMO
Tel.338.4292399
ALIMENTARI

Via Italia - MONTEMONACO


Tel. 338.4695073
Mo n te p ran do n e www.bottegadellacuccagna.it
L’ a s i l o n i d o Po l l i ci n o diven ta b i o l o g i co info@bottegadellacuccagna.it

| 13
nei bambini. La struttura a misura dei più sorta di “marchio ombrello” tutti i comu-
piccoli dalla fine di settembre è stata affi- ni e le loro strutture con peculiarità eno-
data alla cooperativa sociale P.A.ge.F.Ha. gastronomiche.
Per far conoscere i servizi e le iniziative
didattico-educative dell’asilo nido è stata Ripatransone
promossa anche una riunione con i geni- Al via il corso per sommelier
tori. L’asilo nido “Pollicino” si propone Iscrizioni fino a metà mese
come una delle migliori strutture didatti-
che (nonostante sia rivolta ai più piccoli) Un corso sull’inebriante mondo del vino.
del territorio. All’educazione e ai servizi Otto lezioni, dal 29 ottobre al 17 dicem-
convenzionali, infatti, abbina laborato- bre, tra teoria e pratica, con nozioni di
ri specifici che fanno la gioia dei picco- viticoltura ed enologia e degustazioni dei
li allievi come il progetto di educazione vini locali. Si tratta di un’originale inizia-
teatrale in collaborazione con persona- tiva del Comune di Ripatransone e delle
le specializzato, ma anche i laboratori di cantine del suo territorio, in collaborazio-
manipolazione, di cucina, del sé-corpo- ne con l’Associazione Italiana Sommelier
reo e le attività didattiche sulla vendem- (Ais) delle Marche e la Comunità di vo-
mia e sulla castagnata. Gli insegnamenti lontari per il Mondo (Cvm) di Porto San
rispecchiano appieno il motto della coo- Giorgio. Il corso, che si terrà ogni vener-
perativa, che è la celebre frase di Michel dì dalle 20.30 alle 23.00, è aperto a un
De Montaigne: “I giochi dei bambini non numero massimo di venticinque parte-
sono giochi, e bisogna considerarli come cipanti al costo di cento euro a persona,
le loro azioni più serie”. Ogni famiglia quota che verrà totalmente devoluta al-
paga una retta proporzionale al proprio la Comunità di volontari per il Mondo
reddito Isee e le richieste, finora, sono ar- per finanziare la costruzione di un pozzo
rivate anche dai comuni di Monsampolo, d’acqua in Etiopia. Chiunque fosse inte-
Acquaviva Picena, Castel di Lama e addi- ressato è invitato a confermare la propria
rittura dal vicino Abruzzo. adesione entro il 15 ottobre. Per informa-
zioni e prenotazioni: 340/4818935 (San-
Offida dra Fioroni) oppure 0734/674832 orario
La prima edizione dell’Opera Festival ufficio (Marta Rogante).
conquista il pubblico a suon di note
Roccafluvione
Dal 4 al 12 settembre, lo splendido bor- L’Associazione Marsia 360° produce
go medievale qual è Offida si è “rivesti- il documentario “Annanzarrette”
to” di note che hanno riecheggiato per
l’aria conquistando tutti, dai più profani “Annanzarrette” è un film documentario
ai più esperti in materia. L’Offida Ope- prodotto dall’associazione Marsia 360° di
ra Festival ha così inaugurato sotto i più Roccafluvione e girato in differenti bor-
buoni auspici la prima, e speriamo non ghi del Fluvione per rievocare e omag-
ultima, delle sue edizioni. I luoghi prota- giare la civiltà contadina locale attraverso
gonisti dell’evento, sotto la direzione ar- le testimonianze degli anziani del po-
tistica di Maurizio Petrolo, sono stati il sto. I loro aneddoti e ricordi, pieni di no-
Teatro Serpente Aureo, la chiesa di Santa stalgia, ricreano un affresco di un mon-
Maria della Rocca e l’Enoteca Regionale. do genuino fatto di illusioni e solidarietà.
Il teatro barocco, l’11 settembre, ha of- “Annanzarrette” vuole così trasmette-
ferto un’opera tra le più note di Verdi, La re un messaggio alle generazioni future
Traviata, per la regia di Giovanna Mul- affinchè sappiano rivalutare queste anti-
ler. Il 4 settembre, invece, per festeggiare che culture paesane, ricche di tradizioni e
i trecento anni dalla nascita di Giovanni valori. Il film rientra nell’ambito della 1°
Pergolesi, Santa Maria della Rocca è di- edizione del “Fluvione corto festival” un
venuta sfondo perfetto per il suo Stabat concorso di cortometraggi, video e docu-
Mater. L’Enoteca Regionale ha ospitato mentari sui luoghi, tradizioni e memorie
il 10 settembre, invece, un recital lirico del Piceno che si è svolto nel mese di set-
con degustazione finale di prodotti tipi- tembre. Ideatrice della rassegna l’associa-
ci. Grande soddisfazione di tutti, in pri- zione Marsia 360° in collaborazione con
mis dell’assessore alla Cultura Giampie- la Provincia di Ascoli ed altri 4 comuni:
ro Casagrande. Venarotta, Montegallo, Acquasanta T. e
Palmiano.
Palmiano
“Circuito delle Cucine Tipiche Locali” Rotella
Alla riscoperta della tradizione Scoperta piantagione di canapa indiana
Giovane finisce agli arresti domiciliari
La riscoperta dei piatti della tradizione
è l’obiettivo del progetto “Circuito delle È stato sorpreso dai carabinieri mentre
Cucine Tipiche Locali” organizzato dalle tagliava quindici piante di canapa india-
Province di Ascoli e Fermo, che coinvol- na, pronte a essere vendute. È successo
gerà 25 Comuni, tra cui quello di Palmia- a un giovane di Rotella, che è finito agli
no. L’accordo punta anche a rafforzare arresti domiciliari per coltivazione e pro-
l’offerta del territorio, intercettando quel duzione illecita di sostanze stupefacenti.
PER LA CASA

movimento sempre più numeroso di visi- Non si tratta dell’unico caso accaduto nel
tatori alla ricerca di un turismo naturale, mese di settembre, poiché altre coltiva-
sostenibile e rispettoso dell’ambiente cir- zioni illecite di marijuana sono state rin-
costante. Il circuito raccoglie come una venute nell’ascolano.

14 |
San Benedetto del Tronto nunziata, 36 dal piano di recupero della
Prima edizione di “Piceno d’Autore” zona dell’Albula, cento dal Progetto Casa
Festival dell’editoria nelle terre picene comunale, per il quale la Provincia ha ap-
provato la valutazione ambientale strate-
Nei giorni 15, 16 e 17 ottobre, si svolge- gica. Sono 12 progetti privati di recupe-
rà la prima edizione del festival dedica- ro dell’edilizia degradata e dei capannoni
to all’editoria “Piceno d’Autore”. L’even- abbandonati, distribuiti su tutta la città,
to, che ha lo scopo di coinvolgere grandi che portano al patrimonio comunale una
e piccini nel piacere della lettura e del- grande quantità di risposte all’emergen-
la scrittura, sarà preceduto e affianca- za abitativa”.
to da iniziative che coinvolgeranno tut-
ta la città. Si terranno tavole rotonde sul Spinetoli
tema dell’editoria, interviste agli autori da Torna l’allegria dei colorati carri dell’uva
parte dalle emittenti radiofoniche loca- per la Festa della Madonna delle Grazie
li e sarà particolarmente valorizzata una
sezione dedicata ai migliori libri di sto- Nell’ambito della Festa della Madonna
ria locale. Dalle 15.30 alle 19.30, presso delle Grazie, si è svolta lo scorso 11 set-
la Rotonda di Piazza Giorgini, i gazebo tembre la tradizionale rievocazione sto-
ospiteranno gli scrittori e i loro libri, le rica della Festa dell’Uva, organizzata
associazioni culturali impegnate nell’or- dall’Associazione Spinetoli Eventi. L’al-
ganizzazione di concorsi letterari a pre- legra manifestazione, che ha lo scopo di
mi e i bambini. Questi ultimi avranno la far conoscere alle nuove generazioni il fa-
possibilità di ascoltare favole inedite cre- ticoso lavoro dei contadini nei campi, ha
ate appositamente dagli autori intervenu- animato il centro storico spinetolese con
ti alla kermesse e di votarle: le più gradite la sfilata dei coloratissimi carri allegorici,
saranno poi raccolte in un libro ed edite e i figuranti - rigorosamente in abiti d’e-
a cura dell’associazione culturale “I luo- poca - hanno divertito il numeroso pub-
ghi della scrittura”, il cui ricavato verrà blico fino a tarda notte con stornelli, dan-
utilizzato per un progetto di lettura ani- ze e scenette di vita agreste sul tema della
mata nei reparti pediatrici degli ospedali vendemmia. Una preziosa occasione per
della provincia. Per la mattina del sabato, rituffarsi nel passato, ricordando quanti
nella sala Smeraldo dell’Hotel Calabresi, sacrifici comportava la lavorazione della
è previsto un convegno dal titolo: “Cosa terra senza l’ausilio dei mezzi meccanici
c’è dietro il libro? I mestieri dell’editoria”, e quanto ci si rallegrava al suono dell’or-
al quale parteciperanno professionisti di ganetto sorseggiando del buon vino in
livello nazionale per apportare le loro compagnia.
esperienze, suggerire le modalità per un
buon percorso editoriale ed interloquire Venarotta
con il pubblico. La mattina di domenica, 80° anniversario per la consacrazione
invece, si terrà una “Lectio magistralis” della chiesa dei SS. Cosma e Damiano
dedicata alla figura di un editore storico
che riceverà il Premio “Piceno d’Autore”. In occasione della festa patronale, il 26
settembre si è celebrato anche l’80° anni-
Edilizia sociale, il Comune ha ottenuto versario della consacrazione della Chie-
i finanziamenti regionali per 36 alloggi sa dei SS. Cosma e Damiano. La chiesa
infatti, venne intitolata, a suo tempo, ai
Il Comune di San Benedetto del Tronto Santi Medici come ex-voto perché la po-
ha ottenuto un finanziamento regionale polazione si era liberata da una pestilen-
di un milione e seicentomila euro per un za. Alla celebrazione hanno preso parte
progetto di recupero urbano sull’asse Al- le autorità locali, la cittadinanza e il par-
bula - Paese Alto, con la realizzazione di roco don Umberto Puglia, che ha voluto
36 alloggi che saranno gestiti dall’Erap e in prima persona ricostruire la storia di
destinati all’edilizia popolare e conven- questa pievania. Secondo le testimonian-
zionata. Inoltre, sempre nella stessa zona ze da lui raccolte, emerge la figura di don
della città, cambierà la destinazione urba- Francesco Veramonti (1872-1940), sacer-
nistica della ex scuola Borgo Trevisani, in dote che, in un periodo piuttosto diffi-
futuro destinata a “servizi di quartiere”. cile agli albori della 1a guerra mondia-
Il sindaco Giovanni Gaspari, in merito le, s’impegnò attivamente per amore dei
agli obiettivi a medio termine del Comu- suoi parrocchiani, per far restaurare l’an-
ne riguardo l’edilizia sociale, ha afferma- tico edificio che era in pessime condizio-
to: “Alla fine del mandato lasceremo alla ni. Per questa ragione durante la celebra-
S p i n eto l i
città 172 alloggi di edilizia convenziona- zione è stata anche scoperta una lapide in I car ri del l ’uva co l o ran o la Festa
ta e sociale: 36 nella zona Santissima An- suo onore.
TIPOGRAFIE

| 15
Comunicando
«Voglio far parlare di Ascoli»
piceno33@servizifas.it Dal teatro ai chiostri, tutte le idee dell’assessore Aliberti
di Fabiana Pellegrino
www.piceno33.it

Per niente “politically correct”, per lui la gli allestimenti, è finalizzato a far parla-
cultura è questione di passione, non di re di Ascoli, a far conoscere la città da chi
bandiere. Per questo nell’estate appena la visita per lavoro o per seguire l’evento.
passata ha invitato i ragazzi di “Amici” di Abbiamo delle enormi potenzialità mo-
Maria de Filippi e Antonello Venditti e si è numentali e storiche e dobbiamo farle co-
accaparrato, unico nelle Marche, una da- noscerle e valorizzarle.
ta del “Dalla–De Gregori Tour 2010”. L’as-
sessore alla Cultura del Comune di Ascoli Progetti in cantiere? Innanzitutto il “Pre-
Piceno Davide Aliberti (nella foto con il sin- mio Internazionale” dell’Istituto Superiore
daco Guido Castelli) ha progetti ambiziosi degli Studi Medievali “Cecco d’Ascoli” dal
per la città, a partire dalla nuova stagione 2 al 4 dicembre, poi altre due idee ambi-
di prosa al teatro Ventidio Basso. “Ospite- ziose, una liuteria internazionale con una
remo grandi attori – spiega Aliberti – co- biennale ad Ascoli, visto che in questa cit-
me Alessio Boni, Ornella Muti, Luisa Ranie- tà abbiamo Piero Castelli, uno dei liutai
ri, Leo Gullotta e Alessandro Gassman. Poi più famosi d’Italia.
ci saranno i musical e gli spettacoli dei co- Un altro progetto è “Osti e chiostri” a cui
mici più famosi”. lavoro da un anno. Vorrei allestire delle
osterie a cielo aperto nei chiostri ascola-
L’obiettivo è bissare la scorsa stagio- ni, che sono oltre 500.
ne? Voglio unire l’eccellenza locale e quel-
la nazionale. L’anno scorso abbiamo avu- Tutte idee ambiziose... Sì, anche se c’è
to trentamila spettatori per ogni serata di un’altra cosa a cui tengo moltissimo ed è
prosa. Il nostro teatro è tornato a essere la riapertura del Teatro Filarmonici. Man-
ambito, piace molto e ci sono dei rapporti ca solo il palcoscenico e ho in mente un
consolidati con tanti attori. In più cerchia- azionariato adesivo per riuscire nell’im-
mo sempre di far conoscere anche i talen- presa.
ti nostrani, come è accaduto quest’anno
con il regista Alessandro Marinelli. Di che si tratta? Voglio chiedere l’impe-
gno di tutti i cittadini, che potranno versa-
Per quanto riguarda la lirica invece? re una somma qualsiasi e partecipare così
La lirica deve subire il problema dei pochi al raggiungimento dei 2 milioni e 200 mila
fondi a disposizione più della prosa. Fino a euro che occorrono per costruire e allesti-
oggi abbiamo ricevuto appena cinquan- re il palco. Tutto sarà gestito con una tes-
tamila euro per il settore cultura, tuttavia sera ricaricabile e le quote diventeranno
IMPIANTI FOTOVOLTAICI

una città come Ascoli non può prescinde- abbonamenti o biglietti e se non dovessi-
re dalla lirica. mo riuscire nell’impresa tutti i soldi saran-
no restituiti.
Al di là del teatro, fin dalla sua nomi-
na lei si è impegnato per risveglia- Insomma vuole la partecipazione dei
re artisticamente la città. Qual è il fi- cittadini alla cultura della città? La cul-
lo conduttore? Tutto quello che faccio, tura ha sempre più bisogno dell’impren-
dai convegni agli spettacoli teatrali con ditoria locale, da sola non sopravvive.

16 |
vi invitiamo a...
Castagne in festa a Montemonaco
L’autunno è più caldo con le caldarroste
di Alessia Rossi

Una festa in onore della regina di questa Nel centro storico ai torrioni ci sarà il mer-
stagione. Sabato 30 e domenica 31 ot- cato dei produttori locali per la vendita di-
tobre si svolgerà a Montemonaco la 33ª retta dei prodotti tipici della montagna:
edizione della “Sagra mercato della Ca- marroni, noci, nocciole, mele rosa, miele,
stagna”, una delle manifestazioni più im- funghi, tartufi, patate, salumi e formaggi.
portanti e antiche della zona dei Sibilli- I ristoratori della zona proporranno piatti
ni dedicata al dolce prodotto dei boschi, tipici nati dalle risorse montane, cucinati
le cui piante trovano in questo territorio secondo quelle antiche ricette che appar-
di alta collina il loro habitat più gradevo- tengono alla cultura dei montanari. Tante
le. Diversi, infatti, sono i castagneti seco- le specialità in programma: polenta al for-
lari a un’altezza di 1.000 m dove le varietà no, pasta all’arrabbiata, zuppa “de lu peco-
colturali di castagno trovano, nell’ambien- rà”, fagioli con le cotiche, arista ai funghi,
te puro e incontaminato, un fattore con- spiedini di castrato, braciole di maiale, oli-
geniale al loro sviluppo biologico natura- ve all’ascolana e patatine fritte, bruschet-
le, senza aggiunta di concimi. te ai funghi e tartufo e dolci con crema di
La “Sagra Mercato della Castagna” richia- castagne.
ma ogni anno migliaia di persone, per la Non mancherà la musica a tener viva l’at-
sua organizzazione e gestione sono coin- mosfera, con gli stornellatori accompa-
volti l’amministrazione comunale, la Pro gnati dai caratteristici organetti, che dilet-
Loco, i produttori locali, gli operatori com- teranno il pubblico con musiche e canti
merciali, i giovani e, naturalmente, l’intera della tradizione. Sabato ci sarà il primo ra-
popolazione di Montemonaco. duno folkloristico di gruppi e domenica
Nella piazza del paese verranno allestiti uno spettacolo pirotecnico nella piazza
stand per degustare i deliziosi dolci a ba- centrale con trampolieri guerrieri, man-
se di castagna come il tronchetto, i ravioli giafuoco, streghe, diavoli e fuochi d’artifi-
fritti ripieni di crema di castagne, le crosta- cio con uno spazio dedicato alla notte di
te e gli spiedini da mangiare col ciocco- Halloween. All’interno delle mura castella-
lato liquido, tutto preparato con dovizia ne dei torrioni saranno posizionati stand
ed esperienza dalle donne del posto. Le gastronomici coperti, ci sarà l’animazione
‘rrostitore, cioè padelle enormi, sono qua- per i bambini e musica d’intrattenimento.
si pronte per sfornare caldarroste fumanti Continua così la tradizionale festa autun-
da accompagnare con il “vin brulè” cioè il nale di Montemonaco che negli anni ha
vino caldo aromatizzato con spezie e dol- conquistato una fama diffusa in tutta la
cificato con zucchero durante la bollitura regione. Un trasporto d’allegria e di sapo-
in antiche caldaie di rame. Naturalmente re genuino che mantiene il giusto spirito
non mancherà il vino cotto. della vita.

STUDI FOTOGRAFICI

| 17
i grandi eventi nel Piceno
08/10/2010 Festa del Patrono 16-17/10/2010 19-20/10/2010
___________________ Stand con piatti della tradizione ___________________ ___________________
marinara sambenedettese e comicità
Umanesimo Adriatico con la coppia Lando & Dino Festa D’Autunno Brachetti
h 16.00 Tensostruttura dalle h 10.30 Ciak si gira!
Convegno su Carlo Crivelli in Piazza Caduti del Mare  Stand gastronomici, cultura, Regia di Serge Denoncourt
Comune, tel. 0734.938103  San Benedetto del Tronto musica, folklore, prodotti Con Arturo Brachetti
Polo Museale di San Francesco tipici della montagna Proloco Comune, tel. 0736.244970
Montefiore dell’Aso Il folklore della Vendemmia Acquasanta, Teatro Ventidio Basso
intera giornata tel. 0736.801291  Ascoli Piceno
9/10/2010 E Venarottinfiera Vie del Paese
___________________ Comune, tel. 0736.362132  Acquasanta Terme 21/10/2010
Centro Storico ___________________
28° Rassegna Corale Venarotta 16-17/10/2010
Internazionale ___________________ Elton Junk
h 21.15 11/10/2010 Tel. 347.8672369 www.
Concerto della Corale ___________________ Mostra Mercato myspace.com/brevevita 
“Santo Stefano dell’Antiquariato Brevevita - Viale De Gasperi 231 -
Vos Dra Capriasca” Festa del Patrono dalle h 10 alle 20 Località Centobuchi
di Lugano (Svizzera) Stand con piatti della 180 espositori di collezionismo, Monteprandone
diretta da Paolo Sala. tradizione marinara modernariato e artigianato
Canti folkloristici e polifonici  sambenedettese  artistico La Pégne di Riccardo
Tel. 0735.99329 - 917319  Tensostruttura Tel. 0736.256956  Mandolini
Auditorium S. Agostino in Piazza Caduti del Mare  Centro Storico h 21.00
Ripatransone San Benedetto del Tronto Ascoli Piceno Liberamente tratta da
“Aulularia” di Plauto.
Picenincoro 12/10/2010 16/10/2010 Associazione Ribalta Picena,
h 21.00 ___________________ ___________________ regia di Alfredo Amabili 
Corale Polifonica “Cento Torri” Tel. 0735.794438 
Ascoli Piceno  Gino Paoli L’Ultimo Partigiano Teatro Concordia
Tel. 338.8133848 Tel. 0736.981746 h 21.30 San Benedetto del Tronto
Chiesa di S. Maria a Corte www.picenoeventi.it  Proiezione del cortometraggio
Località Valcinante PalaRiviera Teatro dei Combattenti dal 24/10 al 21/11/2010
Roccafluvione San Benedetto del Tronto Acquasanta Terme ___________________
13/10/2010
Festa del Patrono ___________________ Picenincoro La Gaia Età
Stand con piatti h 21.00 Collettiva di Roberto
della tradizione marinara Festa del Patrono Corale Polifonica D’Alessandro, Marco
sambenedettese e musica Stand con piatti della “A.Clementoni” – Ascoli Incordona, Francesco Insinga,
con l’esibizione del sosia tradizione marinara Piceno; Coro Alpino “La Lidia Tropea, e Fabrizio
di Adriano Celentano  sambenedettese, Piccozza – AVIS” – Ascoli Spucches. 
Tensostruttura Gran Pavese Rossoblù Piceno  Tel. 0735.778703 
in Piazza Caduti del Mare  Tensostruttura Tel. 320.8082846  Galleria Marconi - Corso Vittorio
San Benedetto del Tronto in Piazza Caduti del Mare  Chiesa di S. Maria delle Grazie - Emanuele 70
San Benedetto del Tronto Località Trisungo Cupra Marittima
10/10/2010 Arquata del Tronto
___________________ 14-15/10/2010 24/10/2010
___________________ fino al 17/10/2010 ___________________
Hardcore is not a Crime ___________________
h 20.30 L’innovazione del rapporto Io sono un cane
Taloon Pub - Via Salaria 220 con i cittadini in merito alla Più meno Infinito Tel. 347.8672369
Castel di Lama trasparenza amministrativa, www.myspace.com/brevevita 
alla corretta gestione del Personale di Roberto Brevevita - Viale De Gasperi 231
Dino Fumaretto personale, al bilancio Cicchinè - Dal Lunedì al Località Centobuchi
Tel. 347.8672369 ed ai controlli interni Sabato - Dalle 16 alle 20 Monteprandone
www.myspace.com/brevevita  Programma su Tel. 0735.778703 
Brevevita www.comune.ascolipiceno.it Galleria Marconi - Corso Vittorio 25-26/10/2010
Viale De Gasperi 231 Segreteria Concorso Emanuele 70 ___________________
Località Centobuchi Tel. 0736 298360 Cupra Marittima
Monteprandone cristianag@comune.ascolipiceno.it Le Allegre Comari
Centro Congressi 17/10/2010 di Windsor
28° Rassegna Corale della Camera di Commercio ___________________ di William Shakespeare.
Internazionale Via Cola D’Amatrice 21 Traduzione e adattamento
Ore 11,00 Duomo: Ascoli Piceno Castagnata in Piazza di Fabio Grossi e Simonetta
partecipazione dei cori Stand gastronomici e Traversetti. Con Leo Gullotta,
alla Messa solenne; ore 15/10/2010 intrattenimento regia di Fabio Grossi 
15,45 Chiesa di San Filippo: ___________________ Comune, tel. 0734.938103  Tel. 0736.244970 
esibizione singola dei cori; ore Centro Storico Teatro Ventidio Basso
18,00 Canto collettivo dell’Ave Startoday + Whales’ Island Montefiore dell’Aso Ascoli Piceno
verum corpum” di Mozart + Vibratacore Live
Tel. 0735.99329 - 917319  h 21.00
Ripatransone Taloon Pub - Via Salaria 220
Castel di Lama

18 |
i grandi eventi nel Piceno
28/10/2010 Festa di Halloween
___________________ Giochi per Bambini
Comune, tel. 0734.938103 
Bologna Violenta Centro Storico
Tel. 347.8672369 Montefiore dell’Aso
www.myspace.com/brevevita 
Brevevita Picenincoro
Viale De Gasperi 231 h 21.00
Località Centobuchi Corale Polifonica “D.Stella”
Monteprandone S.Benedetto Tr.
Coro “La Cordata”
29/10/2010 Montalto Marche 
___________________ Tel. 366.6750186 –
349.7256570 - 0736.880508
Picenincoro Chiesa di S. Maria dell’Addolorata
h 21.00 Offida
Corale Polifonica “Beata Assunta”
Force  21° Supercastagnata
Tel. 339.1620736  h 15.00
Chiesa Sacro Cuore Tel. 0735.99329 - 917319 
Ascoli Piceno Centro Storico
Ripatransone
30-31/10/2010
___________________ Fiera del Marrone
intera giornata
33° Sagra della Castagna Esposizione e vendita di
intera giornata marroni e altri prodotti tipici,
Stand gastronomici con menù stand gastronomici, possibilità
a base di castagne e piatti della di passeggiate guidate nei
cucina locale, dolci di castagne, suggestivi sentieri della zona
mostra mercato dei prodotti Tel. 339.1690999 - Sig. Salvi 
tipici locali, giochi popolari Località Meschia
Pro Loco, tel. 0736.856411 Roccafluvione
www.montemonaco.com 
Centro Storico Festa d’Autunno
Montemonaco intera giornata
Tipicità, mercatini,
XXII° Team Match degustazioni e svaghi.
della Danza Apertura stand gastronomici
Danza sportiva: coppie da già da sabato 30 ottobre.
tutta Italia si sfideranno in balli Tel. 0736.822128
coreografici e delle più diverse Comune di Castignano
discipline della danza  Castignano
Tel. 333.7425312 
Palasport Speca
San Benedetto del Tronto

30/10/2010
___________________

Picenincoro
h 21.00
Corale Polifonica
“G.Tebaldini”
S.Benedetto Tr. Corale
Polifonica
“Riviera delle Palme”
S.Benedetto Tr. 
Tel. 340.4032877 
Chiesa di Sant’Egidio
Ripaberarda
Castignano

31/10/2010
___________________

Marrone che Passione


intera giornata
Mostra mercato dei prodotti Visure ipotecarie e catastali
tipici della tradizione  Formazione e servizi amministrativi
Comune, tel. 0736.809122 
Frazione Trisungo
Via Aldo Moro, 56 • 63044 Comunanza (AP)
Arquata del Tronto Tel. 0736.844599 - 845894 • Fax 0736.843091 - 846191

| 19
Due passi a...
Il Forte Malatesta riapre i battenti
Le antiche sale sono pronte a ospitare mostre ed eventi
di Laura Castelli

Ascoli Piceno | È uno dei monumen- nell’attuale forte proprio in prossimi-


ti più grandiosi della città di Ascoli Pi- tà del Ponte di Cecco, a testimonianza
ceno, eppure è uno dei meno cono- dell’esistenza di fortificazioni realiz-
sciuti persino dagli stessi ascolani, che zate dai Piceni per rafforzare l’ingres-
possono ammirarlo solo dall’esterno, so della città dopo la sconfitta inflitta
essendo chiuso ormai da moltissimi agli ascolani nel 91 a.C. dalle legioni
anni. La curiosità di potervi entrare è romane guidate da Pompeo Strabone.
tale che quest’anno, in occasione del- Un’altra importante struttura doveva
le Giornate di Primavera del FAI, ben sorgere nell’area del Forte Malatesta
cinquemila persone in soli due giorni in epoca romana, secondo diverse tra-
hanno varcato le soglie del cosiddet- dizioni erudite locali attestate già nel
to Forte Malatesta che, dopo lunghi Settecento. Si tratterebbe di un vasto
lavori di restauro giunti ormai qua- edificio termale, consistente in un am-
si al termine, ha riaperto al pubblico pio stanzone, dotato di vasche e fonti,
i suoi battenti, mostrandosi in forma alimentate da un acquedotto, coperto
smagliante, nonostante i suoi numero- in opus reticulatum, che conduceva la fa-
si secoli d’età! Il Forte Malatesta, con mosa acqua salmacina della vicina Ca-
la sua imponente mole, si erge a ridos- stel Trosino.
so dell’ingresso orientale alla città, al I resti di questa struttura, ancora visi-
di sopra della ripa sinistra del torrente bili sul finire dell’Ottocento, non so-
Castellano, sovrastando con le sue alte no ad oggi individuabili ed è ipotiz-
pareti di travertino il Ponte di Cecco. zabile che essi siano stati inglobati o
Questo punto della città ha rappresen- forse completamente distrutti nel cor-
tato da sempre un’importante via d’ac- so dei lavori di adattamento del For-
cesso, favorita proprio dalla presenza te a carcere giudiziario compiuti ne-
del ponte, costruzione romana di epo- gli anni 1836-40. Se la presenza di un
ca repubblicana, sul quale usciva dalla complesso termale non risulta suffra-
città la via consolare Salaria, la cosid- gata da fonti certe, secondo alcuni au-
detta via del sale, importante collega- tori il ricordo delle antiche terme sa-
mento fra il versante medio-adriatico, rebbe rimasto nella denominazione
la Sabina e il versante tirrenico. Perciò della chiesa sorta successivamente in
questo luogo presentò fin da tempi re- quell’area, cioè S. Maria del Lago (da
moti la necessità di possedere un’ope- lacus = vasca o cisterna), e anche nel
ra fortificata con funzioni di difesa e nome della strada di accesso al For-
di controllo. Resti di opere difensive te, indicata ancora oggi come via del-
preromane sono incorporate, infatti, le Terme.

20 |
Due passi a...
La costruzione fortificata a difesa inferta nel 1535, nei pressi di Mozza-
dell’ingresso orientale della città, an- no, dai montanari dello stato ascola-
ticamente chiamata “Rocchetta”, per no all’esercito pontificio. Questo cla-
distinguerla dalla “Rocca”, detta poi moroso episodio spinse il papa Paolo
Fortezza Pia, sul lato ovest della cit- III a prendere provvedimenti contro
tà, venne smantellata nel 578, in se- la ribelle Ascoli, tra i quali il ripristino
guito all’assedio posto ad Ascoli dai del Forte Malatesta alle sue funzioni
Longobardi. Successivamente riedifi- di vigilanza e presidio militare. I lavo-
cata, subì un’ulteriore distruzione do- ri furono affidati all’architetto di fidu-
po il lungo assedio di Federico II del cia del pontefice, Antonio da Sangal-
1242, quando la città fu espugnata e lo il Giovane, esperto in fortificazioni.
saccheggiata. Nel 1349 Galeotto Ma- Il cantiere si aprì il 23 novembre 1540,
latesta, Signore di Rimini, chiama- procedendo a ritmo serrato, ed i lavo-
to dagli ascolani a contrastare la riva- ri furono completati definitivamen-
le Fermo, forte dei propri successi e te nel 1543, come ricorda una lapide
del potere a lui concesso, riadattò l’an- murata alla base delle mura della ex
tica Rocchetta, facendone la propria chiesa. Il Forte fu restaurato nel 1600
dimora. Essa fu però danneggiata nel e poi negli anni 1797-98, quando su-
1356 quando gli ascolani, stanchi del bì diverse modifiche per essere adibito
dominio del Malatesta, si ribellarono, a caserma militare, in base alle dispo-
cacciandolo dalla città e attaccando sizioni dell’allora Governo Pontificio.
quello che era diventato il simbolo del Le trasformazioni più profonde sulla
suo potere. Rovine ben più gravi subì struttura vennero operate però tra il
la costruzione nel 1376, in occasione 1836 ed il 1840 per adattare l’edificio
della sommossa contro il governato- alla nuova destinazione d’uso di Car-
re Blasco Gomez, nipote del cardina- cere Giudiziario, funzione mantenuta
le Albornoz, quando il popolo ascola- fino al 1978, quando al suo posto ven-
no decise di rivoltarsi contro il domi- ne impiegato il moderno Supercarcere
nio papale. di Marino del Tronto.
La fortezza, quasi del tutto distrut- Oggi, dopo anni di restauri, il Forte
ta, rimase in stato di abbandono fi- Malatesta dovrebbe essere restituito
no al 1502 quando l’eremita fra Cola alla comunità entro il mese di ottobre
da Tursi, avviò su quelle rovine la co- e, vista l’estensione dei suoi ambienti,
struzione di una chiesa, a pianta do- l’obiettivo è quello di allestire al suo
decagonale e copertura a cupola, de- interno esposizioni permanenti e se-
dicata a S. Maria del Lago, che fu con- mi-permanenti, tra le quali la più am-
sacrata nel 1511. Nel 1540 l’area do- bita ed attesa è sicuramente la mostra
vette essere riconvertita nuovamente “L’oro dei Longobardi”, occasione per
a scopi difensivi e militari. In quegli esporre in città i preziosi reperti rinve-
anni, infatti, gravi disordini interessa- nuti negli scavi della necropoli di Ca-
rono Ascoli, in particolare la sconfitta stel Trosino.

| 21
Arte e storia
La sua arte regalò ad Ascoli una fama europea

Giulio Gabrielli
di Stefania Palma

«Perdutamente innamorato della città nativa, vero, di scorci suggestivi della cit-
che offriva al suo spirito artistico ed indagatore tà, di riprese en plein air e vedute del
continue rivelazioni d’arte e di civiltà scomparse, territorio circostante.
Giulio Gabrielli di tutto scrisse e disegnò»1. Sicuramente fu l’anno 1861 a se-
gnare l’ingresso di Gabrielli nel-
Tra la seconda metà dell’Ottocento la vita pubblica ascolana. Infatti,
e i primi anni del Novecento, Giu- conseguentemente alla soppressio-
lio Gabrielli (Ascoli Piceno, 23 di- ne delle corporazioni religiose sta-
cembre 1832 - 16 agosto 1910) si è bilita dal decreto Valerio, il patri-
distinto per aver contribuito sensi- monio librario degli ordini cittadi-
bilmente alla salvaguardia e all’ar- ni soppressi rischiava di essere as-
ricchimento del patrimonio cultu- segnato alle città capoluogo per l’i-
rale della propria città. Pittore di stituzione di pubbliche bibliote-
grande versatilità, bibliofilo, arche- che, mentre i monumenti traspor-
ologo, restauratore e cultore di sto- tabili e gli oggetti d’arte sarebbe-
ria locale, Gabrielli è stato l’ordina- ro stati trasferiti ad Urbino; tutta-
tore e il primo direttore della Pina- via, egli riuscì ad ottenere la revo-
coteca Civica, della Biblioteca Co- ca del decreto, ponendo le premes-
munale e del Museo Archeologico se per l’allestimento della Pinaco-
cittadino. teca e della Biblioteca, che arric-
Probabilmente per i soggetti af- chì notevolmente e che diresse dal
frontati in molti suoi dipinti, che 1861 al 1899.
quasi sempre riproducevano la re- Dedicandosi a ricoprire diversi
altà ascolana, la critica ha da sem- ruoli in questi anni di vita ascolana,
pre relegato la sua attività artistica il campo dei suoi interessi crebbe
in un ambito prevalentemente pro- enormemente, diventando anche
vinciale, sebbene fosse entrato in nella disciplina archeologica un va-
contatto con le avanguardie artisti- lente studioso: fondamentali furo-
che nazionali e con diverse perso- no le indagini sul territorio ascola-
nalità della cultura del suo tempo. no, che condusse con serietà e rigo-
Formatosi a Roma presso lo zio, il re scientifico, tanto da renderlo no-
pittore Filippo Agricola, egli en- to alla comunità archeologica euro-
trò in contatto con le accademie pea, come attestano gli elogi tribu-
raffaellesche, dalle quali ben pre- tatigli dal tedesco Mommsen e da
sto si allontanò per interessarsi al- altri studiosi di grande fama.
le istanze dei Macchiaioli toscani e, In occasione del centenario della
successivamente, per esaminare le morte, la città di Ascoli Piceno ri-
opere degli Impressionisti france- corda una figura umile ed eclettica,
si; la sua produzione artistica, oggi che seppe sfruttare ogni confron-
conservata presso la Pinacoteca Ci- to con la cultura coeva per crescere
vica, si costituiva di impressioni dal personalmente ed artisticamente.

1 Riccardo Gabrielli, Il pittore ed archeologo Giulio Gabrielli, Roma, Tip. Diocleziana C.


G. Gabrielli, Bozzetto per Palio, Verdesi e C., 1910, p. 17.
olio su cartoncino, Ascoli Piceno,
Pinacoteca civica.

22 |
Gadgets personalizzati,
calendari, penne, blocchi, portachiavi,
chiavi usb e tanto altro!
La Fas Graphic è un agenzia di comunicazione, cura l’immagine della tua attività.
Dalla realizzazione del logo alla pianificazione di campagne pubblicitarie
su tutti i mezzi di comunicazione: web, radio, quotidiani, tv, manifesti e cartellonistica.
Tra le sue realizzazioni Piceno33.

www.servizifas.it • graphic@servizifas.it • 0736.253297


ASCOLI PICENO • V. le Marcello Federici, 143
Ascolta le nostre interviste su
www.radioincredibile.com
di Michele Baldassarri

Mad Hatters
“Perché nella vita bisogna essere un po’ mazione musicale, i singoli componen-
fuori di testa sennò ci si annoia...” I Mad ti sono riusciti ad aprire i loro orizzon-
Hatters (Cappellai Matti) sono quattro: ti anche a generi come il blues e il funk.
Davide Ferrara (voce e tastiere), Andrea Attualmente i Mad Hatters sono una
Rossi (chitarra), Andrea Gregori (basso) cover band e alcuni dei brani che pro-
e Christian De Angelis (batteria e aspi- pongono sono cover di Steve Ray Vau-
rante violino). ghan, Jonh Mayer e di Prince. Come tut-
Nati nel 2008 e inizialmente in cinque, ti i musicisti ventenni, i Mad Hatters so-
hanno cominciato come tutti i grup- no chiamati a sognare che un giorno la
pi con un repertorio in stile “fritto mi- musica sarà il loro futuro. Rispondono a
sto”. Da quella data a oggi sono cam- dovere (cercando sempre di mantene-
biate diverse cose. Le novità che spic- re i piedi per terra) e una testimonian-
cano maggiormente sono le loro for- za è il loro primo brano inedito “I Want
ti volontà e la pazienza nella ricerca di More” che potete ascoltare in antepri-
un comune denominatore per defini- ma nell’intervista integrale on-line del-
re meglio la propria identità musicale la rubrica Bande Sonore sul sito www.
di band, in modo da capire bene quale radioincredibile.com. Sono reduci da
strada imboccare e da poter presentar- una vittoria al Music Hope di Monticelli
si al pubblico con un repertorio ben de- e da un terzo posto al Musical Battle di
finito, curato e che possa rispecchiare al San Benedetto del Tronto. Forza ragaz-
meglio le loro personalità artistiche. zi, ci aspettiamo tutti un vostro album
Con influenze radicate nel rock classi- inedito che dà la PACCA!!!
co e nel cantautorato italiano degli an-
ni ’70 e ‘80, nel corso degli anni di for- P.S. Christian lascia perdere il violino.
STUDI FOTOGRAFICI

24 |
di Claudio Siepi
piceno33@servizifas.it
www.piceno33.it

Riprende la passeggiata dietro le quinte un obiettivo: vivere del nostro lavoro, e


dei gruppi teatrali del nostro territorio. questo traguardo si sposta ogni stagio-
Questo mese andiamo a Folignano per ne in avanti ed ogni volta il suo raggiun-
conoscere Paolo Clementi ed Eugenia gimento richiede dedizione e impegno.
Brega, fondatori del Teatro delle Foglie. Poi vengono le altre sfide, quelle creati-
ve: inventare o scrivere un nuovo spet-
Come nasce la vostra compagnia? tacolo partendo da una semplice idea,
Il Teatro delle Foglie nasce nel 1981 ad una serie di informazioni biografiche,
Ascoli Piceno dall’incontro tra Paolo, at- un romanzo, un racconto, una poesia,
tore e regista teatrale, e Eugenia, attrice un periodo storico, un testo da rivisitare
e musicista, con il proposito di portare e magari da mettere in musica.
avanti un discorso interdisciplinare fra
teatro, danza, musica e canto, attraverso Cosa state preparando al momento?
una seria ricerca e sperimentazione, se- Durante l’estate siamo stati impegnati in
guendo quelle tecniche che Paolo ave- una tournée estiva, con i nostri spetta-
va praticato negli anni ’70 come attore coli “Che bambola” (Musical dedicato a
al Teatro Tascabile di Bergamo, entran- Fred Buscagliene e agli anni ’50) e “Mi ri-
do in contatto diretto con gruppi e per- torni in mente” (Musical dedicato a Lu-
sonalità a livello internazionale. cio Battisti), che ci ha portato nelle piaz-
ze di diversi comuni dell’Italia centrale
Come mai questo nome? Il nome “Te- ottenendo consensi e favorevoli riscon-
atro delle Foglie” ci è stato ispirato dalla tri. Al momento stiamo elaborando tut-
lettura di un frammento del poeta Gre- ti i progetti, i materiali didattici e i copio-
co Mimnermo, che Salvatore Quasimo- ni necessari per la riapertura dei nostri
do traduce con il titolo “Al modo del- Corsi Teatrali, che da Ottobre coinvol-
le Foglie”. La descrizione della rapida e geranno molti comuni del Piceno . E poi
vivace esistenza delle foglie, ci ha fatto c’è in cantiere anche una nuova produ-
venire in mente l’esperienza della vita zione del Teatro delle Foglie per l’anno
dell’attore, tanto intensa e vibrante. 2011. Vogliamo proseguire il nostro per-
corso creativo attraverso lo studio della
Qual è il vostro rapporto col territorio forma teatrale e dei suoi molteplici lin-
piceno? É uno scambio continuo che ri- guaggi creando sempre nuovi spettaco-
usciamo a portare avanti attraverso lo li e provando ad insegnare “l’arte di fa-
svolgimento della nostra attività artisti- re teatro” alle nuove generazioni perché
ca e pedagogico-teatrale. È un’esperien- possano riscoprire il senso della passio-
za viva e vitale che da anni ci mette in ne, della volontà e dell’impegno.
AZIENDE VITIVINICOLE

contatto diretto con le persone, le istitu-


zioni e gli enti del territorio stesso.

Quali sono state le sfide per voi più Info Teatro delle Foglie:
stimolanti? Quali i momenti più diffi- tel. 335.8119319
cili? La più grande sfida per noi è sem- teatrodellefoglie@alice.it
pre stata quella di poter raggiungere www.teatrodellefoglie.it.

| 25
Dimensione Fumetto

di Mario Pasqualini

La televisione italiana ha compiuto nel stasera cantavano Angel’s Friends, per


2004 il cinquantesimo compleanno: 50 esempio, conoscono quella, mentre le al-
anni di varietà, informazione, sport, mu- tre fanno parte di un’altra epoca.
sica, film, sceneggiati e... Cartoni anima-
ti. Questa categoria di spettacolo è sen- Prima la sigla veniva trasmessa intera
za dubbio la più anomala per produzio- sia prima sia dopo il cartone (che dura
ne (le reti comprano il prodotto, non lo 20 minuti), mentre adesso invece ne
realizzano), target (limitato a una fascia viene trasmesso solo un pezzetto di
d’età) e fidelizzazione: forse nessun tipo 30 secondi affiancata a episodi ridot-
di show riuscirà mai a eguagliare l’enor- ti a spezzoni di 5 o 10 minuti e som-
me effetto che l’animazione riesce ad im- mersi dalla pubblicità. Questo modo
primere nell’immaginazione di un bam- di trasmissione attuale non diminui-
bino e insieme al cartone resta per sem- sce la notorietà delle sigle, mentre in-
pre nella memoria degli spettatori anche vece quelle vecchie, cantate da tut-
uno dei personaggi più amati del piccolo to il pubblico in concerto, sono state
schermo, la mitica (sì, mitica) Cristina D’A- mitizzate molto di più? Non sono state
vena. L’abbiamo incontrata a San Bene- mitizzate: sono state ascoltate perché ve-
detto del Tronto dopo uno dei suoi trion- nivano trasmesse di più. Adesso le can-
fali concerti. zoni sono ridotte, nel senso che le met-
tono in onda, ma a tagli sigla molto brevi.
Ma a te piacciono i cartoni animati?
Qual è il tuo preferito? A me piaccio- Ma non è sufficiente per ricordar-
no molto i cartoni animati, non solo per- le... Purtroppo è cambiato un po’ que-
ché canto le sigle, ma perché comunque sto mondo e io non sono molto d’accor-
mi sono sempre piaciuti. Io amo i cartoni do. Ci possono essere cartoni animati di-
animati molto romantici, le storie: cartoni versi, ma ognuno ti dà una lezioni di vi-
animati che purtroppo oggi non ci sono ta, c’è una morale, insomma ci sono sem-
più. Quindi io ho guardato Candy Candy, pre dei messaggi. Quindi alla fine secon-
ho guardato Georgie, ed ho guardato Kiss do me guardare un cartone animato non
Me Licia perché quando mi proposero di fa male. Ecco perché sono contenta che
continuarne la storia e di farne la prota- la mia casa discografica e la rete mi ab-
gonista in carne ed ossa, quindi di met- biano chiamata proprio pochi giorni fa
tere in tv Licia in carne ed ossa, io impaz- dicendomi che ritrasmetteranno le cin-
zii dalla gioia perché io questo cartone lo que serie di Sailor Moon su Italia 1, che
amavo proprio! per i bimbi di oggi è molto importante,
e altrettanto farà La5 che trasmetterà alle
Quindi non sei solamente un’esecutri- 20:25, in access prime time, i cartoni Kiss
ce, sei anche una spettatrice? Mi piac- Me Licia e Lady Oscar.
ciono molti i cartoni animati anche per-
Leggi l’intervista completa su ché, come ho detto prima durante il con- Negli Usa e in Giappone se c’è una
www.piceno33.it certo, ti aiutano veramente a sognare... brava cantante di sigle solitamente le
Non era soltanto così, una frase detta e viene dato spazio anche per una car-
Ascolta l’audio intervista su basta: è proprio vero! Quando raggiungi riera al di fuori del mondo dei cartoni,
www.radioincredibile.com una certa età e magari ti sembra di non in quello del pop: le cosiddette idol.
riuscire più a tornare bambino perché ci Cantare solo le sigle è stata una mia scel-
sono delle situazioni, i problemi, la vita ta perché in realtà potrei tranquillamen-
CARTOLERIE | EDICOLE | FUMETTERIE

che va avanti, poi ascolti una canzone dei te cantare altro, ma non mi hanno mai of-
cartoni animati e immediatamente hai ferto delle canzoni che mi piacessero. Se
dei flash di vita e torni indietro. mi avessero fatto ascoltare pezzi partico-
lari allora ci avrei anche provato, ma sic-
È una questione anche di ricordi... I ri- come i pezzi erano un po’ così...
cordi, ma forse proprio la voglia nel no-
stro cuore di riprendere tante cose del Sei l’unica persona in Italia presente
passato che fanno parte di noi, della no- ogni singolo giorno in tv come voce.
stra vita, della nostra infanzia, della no- Sì, ogni giorno come voce, è vero! Pazze-
stra adolescenza. I cartoni tutto somma- sco... [risata] Beh, è fantastico, fantastico!
to poi scandiscono un po’ il tempo. Ci so-
no le canzoni anni ‘80, poi degli anni ‘90,
poi 2000 e poi quelle di oggi: i bimbi che Ma a essere fantastica per davvero è lei.
VIA CESARE BATTISTI, 18 - ASCOLI PICENO (DIETRO PIAZZA DEL POPOLO)
matrixmg@libero.it - TEL. 0736.254849

26 |
di Paolo Sciamanna

M’illumino d’inverno
Questo è il periodo dell’anno che più smo (permettetemi il neologismo e la
preferisco. Un autunno ancora indeciso rima) riescono a rendere noiosa anche
che si trascina dietro un’estate che per la nostra stessa amata morte. Per que-
molti versi tutti vogliono ricordare. Ci si sto amo l’autunno. Perché mi rende re-
sta liberando dai vari Waka Waka et simi- cettivo, aperto e lontanamente origina-
lia, tutti pronti a ripescare dall’armadio i le. Cosa ne sarebbe stato di “Imagine” di
primi maglioncini e dal pc vecchie can- John Lennon se lui non fosse morto? A
zoni cariche di ricordi. dicembre tra l’altro? Un’altra cosa che mi
Per me questi giorni sono un’orgia emo- fa letteralmente impazzire è l’odore dei
zionale, è come se spalancassi il mio ter- quaderni e matite, ma solo in questo pe-
zo occhio, dove si cela uno dei sette riodo. Mi arriva una vagonata di sensa-
chakra principali. L’Ajna. Sarà per questo... zioni e ricordi (neanche lontanamente
Sta di fatto che, come sempre, la musica paragonabile all’odore dell’erba bagna-
(come sopracitato) gioca un ruolo incisi- ta, ma qui andiamo a finire sulla regres-
vo e retorico, basta un accordo ascolta- sione infantile).
to sbadatamente per farsi un bel bagno È un periodo in cui tutto ciò che vivo e
nel passato. Avrei potuto scrivere sulla sento mi si tatua addosso, come un ta-
predominanza che Katy Perry sta avendo tuaggio reale; tale è la mia ecumenicità
sulle charts internazionali; su come La- (fedele solo al dio Anima). Spero che que-
dy Gaga conquisterà il mondo oppure su sto delirio che avete appena letto abbia,
come ci siamo veramente rotti le p***e non dico scosso, ma almeno... Fatto riflet-
di tutto ciò, ma sarebbe un insulto (pa- tere (sarebbe per me un enorme succes-
radossalmente) a questo stesso articolo so, davvero).
che per una volta cerca di parlare di qual- Non ho scritto di musica nello specifico,
cosa che va oltre il mero ritornello pop ma di musica-emozione; e probabilmen-
corredato da abiti asburgici. Voglio par- te avrò anche fallito (non è MAI facile). Il
lare di morte. Morte dell’intrattenimento. tutto non sarebbe minimamente possibi-
Morte del nuovo. le se la musica non fosse mia compagna
Nonostante la morte sia spesso un argo- leale. E spesso pu**ana.
mento interessante (i necrologi vanno
fortissimo), quest’amarezza generale,
questo vuoti-
Il riciclo dei materiali da anni è al pun-
to numero uno dell’educazione civi-
ca. Riciclare significa ridare vita ai
materiali di difficile smaltimen-
to; nati sotto una dimensio-
ne e forma rinascono, appun-
to, nelle maniere più strane e
impensabili, grazie alla creatività del-
la mente umana. Artisti, stilisti e art de-
sign hanno sposato a pieno la causa dedi-
candosi alla ri-creazione di opere, capi d’abbigliamento e oggetti eco-cool! Uno
di questi è senza dubbio l’emergente Malph, che nella collezione estiva presenta-
va felpe con materiali derivanti dai gommoni da mare e che rilancia, per l’inverno
010/011, materiali e patch alternativi come: zerbini, sughero, pezzi di PC e altro ancora.
Carmina Campus invece, adepto di Freitag, reinventa le borse fatte con tele da sdraio
a maxi-righe colorate, con ombreggianti da giardino, tessuti da costruzione e altri ma-
teriali. Genio dei geni, l’artista concettuale Alyce Santoro che ha realizzato una edizio-
ne limitata di cravatte dal tessuto chiamato Sonic, derivante lo dice il nome stesso, per
il 50% dai nastri di vecchie audio cassette. Infine, mettete le vostre firme con una bot-
tiglia di plastica in miniatura (www.pilot-b2p.com).

5
4 1. Penna B2p PILOT
2. Borsa CARMINA CAMPUS
3. Felpa MALPH
4. Borsa FREITAG
5. Cravatte SANTORO

UBALDI
PIERPAOLO
INSTALLAZIONE
IMPRESE EDILI

E RIPARAZIONE RISTRUTTURAZIONE APPARTAMENTI | POSA IN OPERA PAVIMENTI


IMPIANTI IDRAULICI RIVESTIMENTI DI CUCINE E BAGNI IN MURATURA
E SANITARI
OPERE MURARIE IN GENERE
C. da Montetorre, 17 - 63045 FORCE (AP) Via Alessandria, 29 - 63040 Folignano (AP)
Tel. 0736.373417 | Cell. 339.8187375 Tel. e Fax 0736.493054 | Cell. 337.814863

28 |
La Vero di Ascoli
è una stronza
(quello che gli altri
non dicono)

Ascolanetto al volante...
(parte prima)

Ciao a tutti, miei sconsiderati lettori! è ot- nice dell’auto davanti a te si scappa e
tobre, siamo tutti tornati da jo la marina, basta! (Se becco chi mi ha fatto il lavo-
i costumini sono rintanati in un angolo ro alla mia macchina lo meno).
buio del cassetto e noi tutti infreddoliti ac- 3. Telefono. Ad Ap ci sono sempre me-
cendiamo l’aria calda in macchina speran- no cabine telefoniche. SBAGLIATO. Le
do di scaldarci prima che il freddo ci con- cabine telefoniche sono diventate se-
geli le estremità. Siamo tornati in città. moventi, su quattro ruote gommate!
Ma se pensate che siamo tristi di questo ri- Infatti non so come mai tutti quando
torno vi sbagliate di grosso! Perché le no- sono in macchina hanno bisogno im-
stre città sono piene zeppe di divagazio- pellente di chiamare la zia che sta in
ni interessanti quando si è alla guida, dossi, Australia che è anni che non al sento-
rotonde buche... Insomma più che essere no. MA COME è POSSIBILE? Ma che
in città pare di essere sulle montagne rus- avranno tutti da dirsi? E da chiamarsi?
se a Gardaland! La città pare un parco gio- Ma poi... Come mai tra tutti sono solo
chi! E non riguarda solo Ascoli o no! Ave- io l’unica cretina a cui nessuno chia-
te mai fatto il lungomare di San Benedet- ma mai o manda mai messaggi?
to (Porto d’Ascoli)? UNA MERAVIGLIA! Si va 4. Motorini. Che ok, sì, sono una catego-
sui dossi su e giù che è una bellezza, chi va ria a parte, ma qua ci sta bene. Avete
sul lungomare in macchina da passeggero presenti i ragazzi sui motorini? Quelli
si piglia un travelgum che pare di stare sul che sorpassano tutte le auto e si met-
Titanic dopo l’impatto con l’iceberg! Se ci tono davanti a tutti per far vedere che
capita una donna incinta, dopo due dossi sono primi. Ecco di solito gli scooteri-
spannocchia il bamboccino! sti si appaiano davanti le auto a chiac-
Ma va bè non ce la prendiamo con gli ad- chierare e fare i ganzi con i loro sco-
detti all’urbanistica! Non facciamo facile oter, sgasano un pochetto, fanno ve-
retorica. In fondo in fondo anche noi sia- dere che sono furbi e che sono bra-
mo dei maleducati al volante! Ebbene si. vi. Tanto bravi che quando scatta il
Questo è un mea (anzi no VOSTRA) culpa. verde rimangono come dei baccalà
Sì perché l’ascolanetto al volante è un po’ a chiacchierare del niente. Poi, dopo
un fighetto che crede di essere SCIUMA- che hanno fatto scattare il rosso due
KER ma che in realtà fuori dalla città del- volte, si decidono a passare (sempre
le cento torri, è uno che guida col naso at- col rosso) guardando di qua e di là
taccato al parabrezza e la fobia di sbaglia- per non farsi beccare dalla polizia.
re strada. Diciamocelo. Il punto è che l’a-
scolanetto al volante segue regole di stra- Ok. Lo ammetto candidamente. Sono an-
da sue. Tipo: che io una vile lestofante, una che oltrag-
gia le regole, una per cui rubare i segna-
1. La precedenza. La precedenza non li stradali di notte è una sfida, un dovere...
la si dà. La precedenza si piglia. Pun- Una figata! Che bello rubare i birilli sulla
to. All’arrivo di una qualsiasi rotonda, strada, il segnale di lavori in corso, oppu-
il pilota ascolano rallenta, guarda con re quello con su scritto 30.
occhio malvagio l’altro automobilista, Ho sempre pensato che se avessi rubato
sgassa, da un’occhiata di sfida e poi si il segnale con scritto 30 avrei preso 30 a
butta nella mischia. Senza dare la pre- ogni esame dell’anno accademico. Non
cedenza. La legge della rotonda pre- era vero.
dilige il più svelto. Ho però un nuovo progetto criminale. Ru-
2. Il parcheggio. Non c’è regola. Né sul- bare la rotonda di Porta Cartara, spostarla
la striscia blu né sulla bianca. Nel par- blocco per blocco e usarla come mezzo di
cheggio ci si deve entrare per forza. E smistamento per le casse del supermerca-
AZIENDE VITIVINICOLE

uscire per forza con una sola mano- to il sabato.


vra e alla svelta. Se poi scrasti la ver- Chi mi aiuta??

| 29
Salute & benessere
del Dott. Gualtiero Zega

10 domande su... I TRIGLICERIDI


Cosa sono i trigliceridi? I trigliceridi so- re peso. Non di rado si sono viste ipertri-
no grassi il cui compito nell’organismo gliceridemie anche importanti comple-
è prevalentemente di accumulo e riser- tamente controllate, dopo un adeguato
va di energia. calo di peso, da una dieta adeguata, spe-
Qual è il valore normale dei trigliceridi? I cie se accompagnata da attività fisica ae-
livelli di trigliceridi non devono mai supe- robica (corsa, nuoto, ciclismo).
rare la soglia dei 150mg/dl; si parla di tri- Quali alimenti bisogna evitare? Bisogna
gliceridi borderline se compresi tra 150 e ridurre il consumo di zuccheri semplici
200 mg/dl e di trigliceridi alti se compresi (dolci, frutta disidrata e frutta zuccherina,
tra 200 e 500 mg/dl. Se il valore delle tri- come fichi, banane, uva e cachi). Consu-
gliceridemia è >500 mg/dl il problema è mare pesce almeno 2-3 volte a settima-
importante. na; in altrettante occasioni sostituire la
In che percentuali il problema colpisce in carne con i legumi. Limitare il consumo
Italia? In letteratura viene riportato che di cibi ricchi di grassi saturi (contenuti so-
l’ipertrigliceridemia familiare pura ha una prattutto nei latticini e nella carne gras-
prevalenza nella popolazione generale sa), sostituendoli con quelli ricchi di acidi
di circa 1 su 1000, ci sono poi forme di grassi monoinsaturi ed in particolare di
dislipidemia miste in cui sono aumentati acido oleico (olio di oliva ed oli vegetali
sia i trigliceridi che il colesterolo che sono in genere). Ridurre, meglio evitare, i grassi
molto più frequenti: 1 su 100. idrogenati (contenuti nella margarina ed
Cosa sono le ipertrigliceridemie secon- in molte pastine, snack e prodotti da for-
darie? L’aumento dei trigliceridi secon- no confezionati).
dario ad altre patologie: il diabete melli- Esistono farmaci per abbassare i trigli-
to di tipo 2 e la sindrome metabolica so- ceridi? Quando gli accorgimenti di tipo
prattutto. Questa ultima patologia appa- non farmacologico non bastano, si ini-
re legata in maniera molto importante zia una terapia che può basarsi su aci-
alla quantità di tessuto adiposo viscera- di grassi della serie omega - 3 (deri-
le (quello che determina la nostra circon- vati dell’olio di pesce) o, in casi più re-
ferenza addominale). Data la vera e pro- sistenti, con l’uso di farmaci (fibrati).
pria epidemia di obesità che si sta verifi- Ci sono dei sintomi associati alla ipertri-
cando, anche l’ipertrigliceridemia da sin- gliceridemia? Soggettivamente non si
drome metabolica è in aumento. ha alcun sintomo. In alcuni casi posso-
Perché è importante tenere sotto con- no comparire segni clinicamente rileva-
trollo i trigliceridi? Sebbene non esista- bili che consistono nel deposito di trigli-
no degli studi con enormi casistiche, co- ceridi nel tessuto sottocutaneo o nei ten-
me quelli che hanno dimostrato la pe- dini. Tipici della ipertrigliceridemia sono
ricolosità di alti livelli di colesterolo, tut- gli xantomi eruttivi che appaiono come
ti gli esperti concordano che i trigliceri- grosse papule rosso-giallastre in genere
di, quando troppo elevati, sono un fat- localizzati sugli arti e sui glutei.
tore di rischio cardiovascolare. Non è an- Se invece il valore dei trigliceridi è molto
cora chiaro se direttamente o indiretta- elevato cosa può succedere? Se i valori
mente. L’ipertrigliceridemia si dimostra di trigliceridi sono particolarmente alti (>
in grado di “disturbare” l’equilibrio meta- 1000 mg/dl) vi è un rischio elevato di cri-
bolico in diversi aspetti, per esempio chi si dolorose addominali e pancreatiti acu-
ha i trigliceridi alti tende ad avere le HDL te. Tra le cause di origine, in questi casi, ri-
basse. Le HDL, il cosiddetto “colesterolo entrano necessariamente fattori genetici
buono” hanno un potentissimo effetto di (ipertrigliceridemia familiare, iperlipide-
prevenzione delle malattie cardiovasco- mia combinata familiare, disbetalipopro-
lari. Riportando alla norma i trigliceridi c’è teinemia familiare o ipertrigliceridemia
PREMIAMO normalmente anche una tendenza al ri- familiare). Se i trigliceridi sono alti può es-
LA TUA FEDELTÀ alzo delle HDL. sere anche colpa di un’errata preparazio-
Come è possibile controllare i trigliceridi? ne all’esame da parte del paziente.
Facendo il colore ogni 30 giorni I trigliceridi sono estremamente sensibi-
al 5° colore avrai un taglio moda li alla dieta. Il primo intervento è sempre Ricordiamo infatti che è necessario esse-
IN OMAGGIO! quello di dare una adeguata istruzione re a digiuno, al momento del prelievo, da
alimentare al paziente. Se il paziente è in almeno 12 ore, ed aver consumato, la se-
Al 10° colore sovrappeso occorre anche fargli perde- ra precedente, un pasto leggero.
avrai il TUO colore
IN OMAGGIO!
SALUTE | BENESSERE

30 |
Più sani, più belli
Parliamone con il Dott. Fabio Massimo Feliciani

OTTOBRE, MESE DELLA PREVENZIONE DENTALE


«Ma è ancora attuale la visita fatta a occhio?»
La prevenzione in odontoiatria si occupa vedono cose che il mio pur attento occhio o
dell’intercettazione sul nascere dei proble- che i miei occhiali ad ingrandimento non ve-
mi di salute dentale ed orale. Quest’anno sia- drebbero mai: per chiarire a cosa mi riferisco
mo arrivati alla 30° edizione del “Mese del- vi presento alcune mie foto di un caso clini-
la Prevenzione Dentale”, iniziativa organizza- co dimostrante che una carie, invisibile ad oc-
ta dall’Associazione Nazionale Dentisti Italiani chio, viene invece scovata precocissimamen-
(ANDI) che vede come sponsor la Mentadent te tramite una specifica radiografia endorale».
e che ha lo scopo di sensibilizzare i pazienti sul Ma le carie non vanno controllate con le ra-
problema delle carie, gengive ed igiene orale. diografie panoramiche (OPT)? «No! La radio-
A parte la prevenzione per il controllo della grafia panoramica (OPT) è un esame troppo
carie, cos’altro andrà a controllare il dentista grossolano per poter evidenziare carie di così
nella visita del mese della prevenzione denta- piccole dimensioni tipo quella documentata
le? Lo abbiamo chiesto al dott. Feliciani Fabio in queste mie foto. É un’indagine radiografica
Massimo, medico chirurgo-odontoiatra, per- sovradimensionata che lascia dubbi e quindi
fezionato in varie specializzazioni odontoia- inutile per il problema carie, è un esame ra-
triche presso l’Università degli Studi di Chieti. diografico indicato per altri tipi di informazio-
«Andrà a controllare e ad individuare oltre la ni (posizione dei denti del giudizio, conta to-
carie, lo stato di salute delle gengive e la quali- tale dei denti, esame preortodontico, esame
tà di igiene orale eseguita dal paziente a casa. prechirurgico etc). La vera prevenzione delle
Questa volta l’organizzazione oltre alla visita carie và quindi fatta assolutamente anche tra-
di prevenzione, che consiste in una semplice mite l’ausilio di 2 specifiche Rx endorali che Il D ott . Fabio Massimo Felic ia n i
“visita fatta ad occhio...” (Tipica di questo con- si chiamano Bite-Wings (piccole rx che per-
trollo gratuito), porrà all’attenzione dei gentili mettono di visualizzare 3-4 denti al massimo):
pazienti un nuovo elemento mai trattato pri- le piccole carie sono spesso invisibili dalle ra-
ma: si parlerà infatti di estetica dei denti e cioè diografie panoramiche e, a differenza del-
di sbiancamento dei denti. Lo slogan di que- le Bite-Wings, le stesse panoramiche sotto- 1
sta 30° edizione del Mese della Prevenzione pongono i pazienti ad inutili ed elevate do-
Dentale sarà quindi: “Il sorriso ed i denti, vei- si di Raggi-X! Nel mio studio per scelta non
coli di aspettative e speranze per il futuro”». ho l’apparecchio per fare OPT perché ritengo
Dottore, ma è ancora attuale la visita fatta ad non motivata la sempre più diffusa procedu-
occhio come quella offerta gratuitamente nel ra di fare in prima visita una OPT a tutti i pa-
30° Mese della Prevenzione Dentale? «No, ma zienti senza prima essersi chiesti di cosa essi
meglio di niente è! Non è più attuale e suffi- hanno realmente bisogno. Raramente trovo
ciente oggi una visita di prevenzione fatta ad l’indicazione di richiedere una rx panorami-
occhio per controllare la carie. Si deve capi- ca ad i miei pazienti e certamente non ci so-
re però, che il Mese della Prevenzione Denta- no motivi di richiederla per diagnosticare le
le, è frutto di una brillante iniziativa (portata carie: sarebbe disonesto per me fare OPT-pa-
avanti 30 anni fa da una associazione di den- noramiche con la scusa della prevenzione». 2
tisti chiamata ANDI) il cui scopo principale era Cos’altro dire e consigliare ai nostri letto-
quello di scovare la carie con una visita gra- ri? «Prevenire costa molto meno che curare,
tuita fatta ad occhio. Dobbiamo capire però quindi consiglio ai lettori di cogliere l’occasio-
che 30 anni fa, si andava dal dentista quan- ne per rivolgersi al proprio dentista per far-
do il dente faceva male..., erano altri tempi e si controllare le carie, le gengive e la qualità
la prevenzione non si sapeva neanche cosa di igiene orale (se non si è già concordati con
fosse! Non può essere ancora attuale un qual- il dentista un programma di controllo perio-
cosa progettato nel lontano 1980! Sono cam- dico). Ricordate signori lettori che in caso di
biate molte e troppe cose, cambiati i mate- problemi: “prima si interviene, meno si so-
riali, tecniche e strumenti di diagnosi. Però ri- stituisce, più si conserva”» Ripeto quindi che
badisco che è meglio una visita fatta ad oc- prevenire costa molto meno che curare: e si-
chio che niente ed è questo il motivo per cui no a 25 volte meno che curare troppo tardi! 3
nel mese di Ottobre partecipo con i miei stu-
di di Ascoli Piceno e Pagliare del Tronto a que-
sta iniziativa targata ANDI-MENTADENT. É ov- Nelle foto, un caso clinico di precocissima
vio che oggi quando si parla di prevenzione diagnosi di carie fotografata dal dott. Felicia-
si parla di molto più rispetto a quanto offer- ni. Foto 1: diagnosi precoce di carie tramite rx
to gratuitamente nel Mese della Prevenzione endorale (guardare a sinistra della foto il pun-
Dentale (per la fortuna dei nostri denti). An- tino nero tra l’ultimo ed il penultimo dente).
che con l’occhio del più attento dentista dif- Foto 2: pur avendo fatto la foto con diga già
ficilmente si vedranno piccole carie, forse al applicata e con l’ausilio di uno specchio en-
limite si vedranno medie e grandi carie che dorale (che permette di vedere il dente an-
oramai rischiano di far arrivare il dente del pa- che dalla superficie masticante), non si ve-
ziente ad una devitalizzazione. Sarebbe non de ad occhio nessuna carie. Foto 3: dopo po-
4
SALUTE | BENESSERE

corretto precisare alla sua domanda che og- chi colpi di trapano si inizia a vedere la carie
gi si possa fare molto di più che una visita fat- sull’ultimo dente a sinistra della foto. Foto 4: il
ta ad occhio. Per quanto mi riguarda, nei miei caso finito con otturazione in composito del-
studi la prevenzione non l’ho mai fatta solo lo stesso colore del dente. Per altre spiega-
ad occhio (ed è così già dal 1992), ma sem- zioni e foto del caso presentato visitate il sito:
pre con l’ausilio di strumenti diagnostici che www.feliciani.it.

| 31
Sport & tempo libero
Calcio
Fratelli coltelli, la guerra dei Paoletti
Da compagni di squadra ad avversari a bordo campo
di Giuseppe Capasso

“La storia siamo noi”. Potrebbe essere que-


sto il titolo da attribuire al servizio che ci
accingiamo a scrivere, consapevoli della
notorietà dei due personaggi che hanno
fatto cronaca da giocatori e ora continua-
Cercasi no a farla da allenatori. Stiamo parlando di
Alfonso e Francesco Paoletti, due fratelli

Agente
entrambi mister: del Castignano, il primo,
del Roccafluvione, il secondo. Due forma-
zioni, di Seconda categoria, che militano
Di commercio nel raggruppamento I. Sabato 18 settem-
bre c’è stato lo scontro diretto in famiglia.
Inviaci il tuo curriculum. La critica lo ha definito, a giusta ragione, il
derby dei fratelli Paoletti. Anni fa compa-
gni di squadra, oltre che fratelli. Quel sa- glio delle nostre potenzialità per proble-
bato, da avversari, in panchina. Ha vinto il mi di formazione nel senso che mancava-
info@servizifas.it Roccafluvione (3-2) che giocava in trasfer- no alcuni titolari. Pensiamo di recuperare
www.servizifas.it ta, diventando quel weekend, la nuova le- tutti gli effettivi in occasione della trasferta
ader della classifica. Doppia soddisfazione di sabato con il Piano di Morro. La sconfit-
per Francesco che nei novanta minuti di ta non ha lasciato remore, ma prendiamo
gioco ha inflitto, alla formazione del fratel- per buono quanto fatto e nel comtempo
lo Alfonso, la prima sconfitta della stagio- facciamo tesoro degli errori commessi.
SEDI OPERATIVE:
Offida (AP) - Monte S. Giusto (MC) - Giulianova (TE) ne e è diventato, come ricordato, la capoli-
Palestra Phisiko, Via Dell’artigianato - (AP)
Tel. 339.4868987 Roxana - 338.8254270 Adan sta. È il mister Alfonso a rispondere alle do- La parola passa a te Francesco, com’è
rodolfo@tangorodolfo.com - info@melodiemanialatina.com
Ass. Sportiva Dilettantisca Melodie Mania Latina Offida (AP) mande di Piceno33. stata la gara? A prescindere da ogni al-
tra considerazione è stata una gara avvin-
Cosa vi siete detti, negli spogliatoi pri- cente. Su questi campi capita di raro veder
ma della gara? Non ci siamo detti nulla; giocare a certi livelli. Segno evidente che
ci siamo scambiati i saluti. Né potevamo le nostre sono due buone squadre e che
dilungarci anche perché in questi casi si daranno grosse soddisfazioni ai nostri tifo-
pensa a preparare la partita. si e dirigenti.

E nel dopo gara, invece? Mi sono com- A fine partita, cosa hai detto a tuo fra-
plimentato con loro, per la vittoria e ci sia- tello maggiore? Quello che ha detto lui:
mo dati appuntamento alla gara di ritorno. da avversari, ci vediamo in occasione della
Certo - non abbiamo potuto dare il me- gara di ritorno e ho ricambiato gli auguri.
PALESTRE | TEMPO LIBERO

32 |
Sport & tempo libero
Calcio
Bufagna, trecento gol e non sentirli Campionato
89-90
Squadra
Roccafluvione
Categoria
3° cat.
Gol
11
Il bomber batte tutti i record dalla promozione alla 3a categoria
90-91 Roccafluvione 3° cat. 9
di Enrico Cherri Lepri
91-92 Roccafluvione 3° cat. 12
Il 18 Settembre scorso nella gara Venarot- 92-93 Roccafluvione 2° cat. 15
ta – Valle Castellana, finita 1 a 1 , il bom- 93-94 Roccafluvione 2° cat. 17
berissimo Antonio Bufagna, per tutti “il
94-95 Roccafluvione 2° cat. 13
lupo”, ha regalato alla squadra ospite un
95-96 Roccafluvione 2° cat. 13
inaspettato pareggio raggiungendo così
il suo sogno dei 300 gol in carriera, tan- 96-97 Roccafluvione 2° cat. 14
ti per un giocatore che a quasi 38 anni si 97-98 Roccafluvione 2° cat. 21
batte ancora come un ragazzino. 98-99 Centobuchi Promozione 1
nov.98-99 Castignano 2° cat. 2
Hai iniziato la tua carriera nel 1989, sei
99-00 Roccafluvione 2° cat. 4
un giocatore che ha militato in molte
nov.99-00 Comunanza 2° cat. 13
squadre, diciamo uno “zingaro del
gol”, quante società hai cambiato? Se 00-01 Comunanza 2° cat. 25
ben ricordo 10, ma nel Roccafluvione ho in serie A e in altre categorie molto alte, 01-02 Comunanza 1° cat. 11
giocato in tre periodi diversi e nel Vena- io invece sono andato in gol al massimo 02-03 Venarotta 2° cat. 17
rotta in due. fino alla promozione perciò non posso 03-04 Venarotta 2° cat. 20
essere paragonato a lui. Alesi per me è
04-05 Arquata 2° cat. 16
Chi ti senti di ringraziare in questi ma- stato il più grande giocatore della vallata,
05-06 Real Folignano 2° cat. 13
gnifici anni di carriera? Tutti quelli che un “fenomeno”.
hanno giocato con me e di conseguenza dic.05-06 Ama 2° cat. 6
hanno condiviso lo spogliatoio col sotto- Adesso giochi nel Valle Castellana. 06-07 Roccafluvione 2° cat. 15
scritto e in particolare mia moglie Raffael- Come mai questa decisione di andare 07-08 Roccafluvione 2° cat. 2
la che ancora mi sopporta. a giocare così lontano visto che abiti 08-09 Force 3° cat. 17
a Roccafluvione? Stavo per andare al
09-10 Venarotta 2° cat. 12
Qual è stato l’allenatore che ti ha dato Ponte d’Arli in 3ª Categoria dove cono-
10-11 Valle Castellana 2° cat. 1
più fiducia e che ricordi con maggiore sco il presidente De Carolis, una persona
affetto? Mi sono trovato molto bene con squisita. Ma poi per vari motivi non sono
mister Costantini, ora alla Casp Calcio, e andato più. Ho scelto Valle Castellana
con Alfredo Sirocchi che mi ha allenato in perché conosco molto bene il mister e mi
tre squadre diverse, con lui si è instaurato dovevo far perdonare che qualche anno
un rapporto che va oltre il calcio e poi il fa gli feci tre gol e lui era il mio marcatore.
cosiddetto “Mago di Comunanza” è un
po’ matto come me quindi ci capiamo al Chi è stato il miglior giocatore con cui
volo. hai giocato? Adriano Cannellini quando
militavo nel Centobuchi. Una persona
Qual è stato il gol più bello che hai fat- unica e un grande giocatore.
to? Sinceramente di gol belli ne ho fatti
pochi, di solito faccio gol “di rapina”. Di- Quando appenderai gli scarpini al

Bar Centrale
cono che assomiglio a Pippo Inzaghi e in chiodo e che farai dopo? Fino a quando
effetti mi ci rivedo anch’io. il fisico me lo consente e finché mi diver-
to. Poi mi dedicherò a mio figlio Andrea
Si possono contare sulle dita di una di 3 anni e mezzo, vi assicuro che a diffe- di Fabio Testa & C.
mano i calciatori che hanno segna- renza del padre ha già un bel tiro ma non Gelateria artigianale
to 300 gol tra cui Valerio Alesi, che mi sembra un bomber come il padre, lo
si prova a essere accostato a questi vedo meglio come centrocampista alla Tel. 0736.844387
nomi? Valerio Alesi ha segnato perfino Gattuso. Vedremo. Via Dante, 18/20 COMUNANZA (AP)
BAR | GELATERIE

| 33
via Bellini, 8
CUCITO Porta Cappuccina
CREATIVO Ascoli Piceno
tel 347.1942927

si eseguono
LANA
APPLIQUE RICAMI a
UNCINETTO
QUILTS PUNTO
e RICAMO
CROCE

MERCERIA

knit cafè
di BASE

un nuovo punto di incontro


dove riunirsi per sferruzzare,
si eseguono scambiare idee, consigli e...
ORLI e due chiacchiere.
CAMBIO Sorseggiando un buon thè
CERNIERE o un caffè.
Da metà ottobre mini
corsi di creatività
NFEJDJOBMJTPQFPUDrPNFPQBUJBrñTJPUFSBQJBrFSCPSJTUFSJBrEFSNPDPTNFTJ
QSPEPUUJQFSMJOGBO[JBrBSUJDPMJTBOJUBSJrJOUFHSBUPSJQFSTQPSUJWJ

PROMOZIONE AUTUNNO/INVERNO 2010


CONTROLLA PESO E SALUTE NON SOLO D’ESTATE, Misuratori di pressione
AUTOMATICI
PRENDITI CURA DI TE ANCHE IN INVERNO: Modello one check
€ 66,00 anziché € 99,00
FITOMAGRA NOVITAS FORMA Promozione valida
Kit fitomagra Il cosmeceutico per il dal 10/10/2010 al 31/01/2011
(sciroppo drenante trattamento della cellulite e
+ opercoli) delle adiposità localizzate Modello mycheck
€ 18,90 anziché € 23,00 SCONTO 40% € 89,00 anziché € 125,00
Promozione valida Promozione valida
dal 10/10/2010 al 31/01/2011 dal 10/10/2010 al 31/01/2011

MYDREN
Sciroppo drenante Aerosol family
BIONIKE € 45,00 anziché € 59,00
SCONTO 40% Promozione defence body
Promozione valida Promozione valida
1 + 1 IN OMAGGIO dal 10/10/2010 al 31/01/2011
dal 10/10/2010 al 31/01/2011 Con l’acquisto di un prodotto
della linea corpo (rimodellante
corpo, anticellulite...) subito in
omaggio un altro prodotto della
stessa linea
Promozione valida
SON FORMULA dal 10/10/2010 al 31/01/2011
Aminoacidi essenziali
150 Compresse
€ 69,90 anziché € 83,00 ENERZONA
Promozione valida Su tutti i prodotti della linea
dal 01/11/2010 al 31/12/2010 SCONTO DEL 15%
Promozione valida
... E PER I VOSTRI PICCOLI
HERPESUN dal 10/10/2010 al 10/11/2010
Stick per labbra BIOCLIN
€ 5,50 anziché € 6,90 Detergente delicato
Dr. SCHOLL da 300 ml
Sulla nuova collezione € 7,95 anziché € 9,80
autunno-inverno 2010
SCONTO DEL 20%
Promozione valida
DEODORANTI DERMAFRESH dal 25/10/2010 al 20/11/2010
Sport, dry e classico
€ 6,90 anziché € 12,20 PAMPERS
Pannolini sole & luna € 4,50
ANNEMARIE BORLIND Pannolini baby dry € 5,50
Su tutta la linea di dermocosmesi Pannolini progressi € 7,95
completamente naturale
SCONTO DEL 30%
Promozione valida
dal 10/10/2010 AL 31/01/2011 MELLIN
Omogeneizzati carne
4x80 gr € 2,95
Omogeneizzati frutta
Biomineral PROPOSPIRINA 6x100 gr € 2,69
Confezione doppia Per il benessere delle vie Pastine € 1,39
€ 36,90 anziché € 51,00 respiratorie e per stimolare le Creme € 2,85
difese immunitarie Liofilizzati € 3,95
SCONTO 25 %
PLASMON
Omogeneizzati
carne-pesce € 2,15
Omogeneizzati
frutta € 1,25
Pastine € 1,67
ASCOLI PICENO Creme € 3,09
Via Tranquilli , 8 (zona caldaie)
Tel. 0736.43355

COMUNANZA (AP)
Via Pascali, 42
Tel. 0736.845488 • saluspicena@libero.it
Restauro di una villa ottocentesca