Sei sulla pagina 1di 5

DOLCI

Crostata alla frutta


Difficoltà: Preparazione: Cottura: Dosi per: Costo:
Media 40 min 40 min 8 persone Medio

NOTA: più il tempo di raffreddamento della crema pasticcera e il tempo di riposo della pasta frolla

PER LA PASTA FROLLA ( PER


UNO STAMPO DA 24 CM)

Tuorli 2
Farina 00 250 g
Baccello di vaniglia 1
Zucchero a velo 100 g
Burro freddo 150 g

PER LA CREMA PASTICCERA

Scorza di limone 0,5


Zucchero 120 g
Tuorli 4
Latte intero 500 g
Amido di mais (maizena) 40 g
Farina 00 20 g

PER LA RICOPERTURA

La crostata alla frutta è un dolce classico ma intramontabile Fragole 50 g

composto da uno scrigno di pasta frolla che raccoglie uno Kiwi 1


strato di crema pasticcera e tanta frutta. Una torta colorata, Arance 1
fresca e profumata, ideale da gustare per una merenda Mirtilli 20 g
pomeridiana o al termine di una cena, perfetta da proporre Carambola 2
per un compleanno estivo. Scegliete la frutta di stagione
per decorare e arricchire il vostro dolce, realizzando ogni PER LUCIDARE
volta una crostata personalizzata in base al periodo e alle
vostre esigenze! Giocate con la frutta e divertitevi a creare Confettura di albicocche 50 g
nuove composizioni, alternando gusti e colori sempre Acqua 10 g
differenti… esprimete la vostra fantasia per dar vita alla
vostra crostata alla frutta.

PREPARAZIONE
Per preparare la crostata alla frutta iniziate a realizzare la pasta frolla mettendo nella tazza di un mixer
munito di lame: la farina, lo zucchero a velo, i semini interni di una bacca di vaniglia (che avrete inciso con un
coltellino raschiandone via il contenuto) (1) e il burro freddo di frigorifero tagliato a dadini (2). Frullate fino a
rendere il burro fine come la sabbia, poi unite i tuorli d’uovo (3)

e frullate nuovamente fino a che si formeranno delle grosse briciole (4). Se non avete il mixer potete usare
una planetaria munita di foglia oppure potete impastare semplicemente a mano, avendo cura di lavorare
velocemente l'impasto per non scaldarlo troppo. Trasferite il tutto su di un piano di lavoro e impastate
velocemente (5) fino ad ottenere un composto omogeneo a cui darete la forma di un panetto (6).
Avvolgetelo con la pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera versando in un pentolino il latte e la scorza di mezzo limone,
per ricavarla utilizzate un pelaverdure (7). Portate il latte a sfiorare il bollore e nel frattempo versate i tuorli in
una ciotola, aggiungete lo zucchero e mescolate rapidamente con una spatola (8) o con una frusta.
Aggiungete anche l'amido di mais e la farina, setacciati insieme (9) e mescolate nuovamente.

Quando il latte sfiorerà il bollore eliminate la scorza di limone e versatene un pò nel composto di tuorli,
mescolando rapidamente per stemperarlo (10). A questo punto versate nuovamente nel pentolino con il
latte (11), mescolate e riportate sul fuoco. Lasciate addensare la vostra crema pasticcera, mescolando di
continuo; la crema sarà pronta quando affioreranno le bolle in superficie (12).

Versate la crema in un contenitore basso e largo, copritela con della pellicola trasparente (13) e lasciatela
raffreddare completamente a temperatura ambiente; poi mettetela in frigorifero a rassodare. Nel frattempo
prendete la pasta frolla, stendetela su una spianatoia leggermente infarinata e ricavatene un cerchio dello
spessore di 4 mm circa (14); con l’aiuto del matterello sollevate la frolla già stesa, e ponetela sulla tortiera
circolare del diametro di 24 cm (15).

Fate aderire bene la frolla allo stampo e tagliate con un coltellino la pasta in eccesso che fuoriesce dai bordi
(16). Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta (17) così che durante la cottura non si creino delle bolle
e la pasta non si gonfierà. Procedete con la cottura alla cieca, ovvero coprite la frolla con un disco di carta
forno e poi rovesciateci dentro delle sfere di ceramica (18) (o dei ceci secchi) che terranno la pasta schiacciata
e in forma durante la cottura.

Cuocete in forno statico preriscaldato a 170° per circa 15 minuti (se utlizzate il forno ventilato cuocete a 160°
per circa 12 minuti) durante i quali la pasta deve cuocersi senza colorarsi eccessivamente. Sfornate la base di
frolla (19), eliminate le sfere e la carta e infornatela di nuovo per 15 minuti, in modo che si colorisca e si
asciughi anche il fondo, dopodiché estraetela definitivamente (20) e lasciatela raffreddare su di una gratella.
Prendete la crema pasticcera, ormai fredda, e rendetela di nuovo vellutata sbattendola con uno sbattitore
per qualche minuto (21).
Ponetela dentro ad una tasca da pasticcere usa e getta (22) (o di tela) e utilizzatela per ricoprire il fondo della
crostata (23), quindi livellate la crema (24), con una spatola.

Dedicatevi al taglio della frutta, dopo averla lavata accuratamente. Tagliate le arance a fettine (25), sbucciate i
kiwi e tagliate anche questi a fette (26). In ultimo tagliate a fettine anche le fragole (27)

e la carambola (28). Disponete la frutta a raggera, iniziando a posizionare prima le fette di arance (29) e poi
quelle di kiwi (30).

Completate la crostata con i mirtilli, le fragole (31) e le carambole (32) posizionandoli secondo il vostro gusto.
Stemperate la confettura di albicocca con l'acqua e con un pennello da cucina, spennellate la superficie della
vostra crostata con il composto ottenuto (33), ponete la crostata di frutta in frigorifero per almeno 2 ore
prima di servirla.

CONSERVAZIONE
Conservate la vostra crostata alla frutta per 1-2 giorni al massimo in frigorifero, coperta da una campana di
vetro. La sola pasta frolla può essere congelata da cruda, mentre si sconsiglia la congelazione della crostata
finita.

CONSIGLIO
Per aromatizzare la crema al posto della scorza del limone potete utilizzare la scorza di arancia, o una bacca
di vaniglia. Utilizzate la frutta che preferite alternando i diversi colori.

Per realizzare la crema pasticcera potete utilizzare, al posto dell'amido di mais, l'amido di riso nelle stesse
quantità!