Sei sulla pagina 1di 12

SIMPLE PRESENT

Forma positiva: (Soggetto + Verbo senza “to”) —> Terza persona + “s”
Forma negativa: (do/does + verbo)

SI USA PER INDICARE:

- Affermazioni di carattere generale (fatti sempre veri e leggi della natura)


- Parlare di azioni abituali e routine
- Titoli di giornali e cronache sportive
- Raccontare barzellette e storie con funzione di presente narrativo
- Per dare istruzioni al posto dell’imperativo
- Per descrivere procedure
- Orari e programmi prestabiliti
- Con i verbi di percezione (see; hear; smell), di volontà (like, want, prefer, need) , di sentimento (like, love, hate) e possesso
(have got, belong, own)

PRESENT CONTINUOUS

Forma positiva: (Soggetto + be + Verbo-ing)


Forma negativa: (not + verbo-ing)

SI USA PER INDICARE:

- Generalmente con i verbi d’azione


- Per descrivere azioni che si stanno svolgendo nel momento in cui si parla
- Per descrivere azioni e situazioni temporanee che si svolgono nel periodo in cui si parla, anche se non esattamente nello
stesso momento
- Descrivere situazioni in evoluzione
- Descrivere illustrazioni e fotografie
- Esprimere in maniera enfatica un’azione ripetuta, specialmente se irritante; in questo caso è accompagnato da “always”

PAST SIMPLE

Forma positiva: (Soggetto + Verbo-ed o prima colonna)


Forma negativa: (didn’t + verbo)

SI USA PER INDICARE:

- Per parlare di azioni o eventi avvenuti in tempo passato e definitivamente trascorso


- con espressioni di tempo passato (yesterday, last week, ago) e con le date
PAST CONTINUOUS

Forma positiva: (Soggetto + was/were + verbo-ing)


Forma negativa: (was/were not + verbo-ing)

SI USA PER INDICARE:

- Azioni in corso di svolgimento nel passato; solitamente è accompagnato da un’espressione di tempo


passato che specifica il momento dell’azione
- Due o più azioni che si svolgono contemporaneamente nel passato

PRESENT PERFECT

Forma positiva: (Soggetto + has/have + verbo-ed o terza colonna)


Forma negativa: (has/have not + verbo-ed o terza colonna)

SI USA PER INDICARE:

- Azioni verificatesi in un tempo passato non specificato


- Azioni avvenute in un tempo non ancora concluso (today, this morning/afternoon/evening/week/month/
year) all’inizio o alla fine della frase
- Con avverbi di frequenza (always, often, rarely/seldom, ever, never) posti prima del participio
- Espressioni di frequenza (once, twice, four/many/several times) poste ala fine della frase

PAST PERFECT

Forma positiva: (Soggetto + had + verbo-ed o terza colonna)


Forma negativa: (had not + verbo-ed o terza colonna)

SI USA PER INDICARE:

- Azione o situazione avvenuta prima di un determinato momento o altra azione passata espressa con il
past simple
- Testi narrativi per indicare l’ordine cronologico degli eventi
- Con avverbi di frequenza (already, ever, for, never, since, just, yet, ecc.) posti prima del participio

FUTURE

Present simple con funzione di futuro per indicare orari e programmi prestabiliti
es. The train leaves at 5:00 o’clock

Present continuous con funzione di futuro per parlare di un’azione programmata che avverrà sicuramente e
per la quale sono stati fatti dei preparativi
es. I’m going to play tennis tomorrow
Be going to si costruisce con il presente di be + going to + la forma base del verbo che esprime l’azione
si usa per indicare un’intenzione o realizzare un progetto per il futuro
es. He’s going to study english
esprimere conseguenze inevitabili
es. Luca hasn’t studied for the math test. He is going to fail
esprimere previsioni basate sull’osservazione di fatti (stare per, sul punto di)
es. It’s cloudy. It’s going to rain

Will si costruisce con will + forma base del verbo


si usa per indicare eventi futuri certi perché avverranno indipendentemente dalla nostra volontà
es. Samuele will be 16 next month
esprimere decisioni immediate
es. There is someone at the door: I’ll open it!
esprimere previsioni basate su opinioni personali o ipotesi (supposizioni)
es. I’ll go to Nepal one day or the other
promettere di fare qualcosa
es. If you behave, I’ll take you to the cinema

VERBI MODALI

Can si usa per indicare:

abilità
es. She can play the guitar

possibilità
es. We can go to the cinema tonight

richiesta informale
es. Can you slice the bread?

permesso informale
es. You can watch TV now

offerta
es. Can I get you something to drink?

proibizione/mancanza di permesso
es. You can’t go to the disco tomorrow

Could si usa per:

come passato di can

per esprimere in generale l’abilità


es. I could speak at 2 years old
permesso/richiesta formale
es. could I dance with your wife?

per parlare di situazioni non realistiche


es. I’m so tired, I could sleep for a week

possibilità dubbia
es. She could be on holiday

Have to si usa per:

obbligo
es. He had to give up smoking

al posto di must per parlare di eventi passati o futuri


es. I will have to tell your father

ALLA FORMA NEGATIVA E INTERROGATIVA CI VUOLE L’AUSILIARE SO/DOES/DID/ETC.

Must si usa per:

esprimere un’opinione, cioè per dire che è necessario/consigliato che qualcuno faccia qualcosa - è usato per le regole scritte e
le istruzioni; non si può usare must al passato (si usa have to)
es. It’s very late. I must go home

Mustn’t si usa per:

esprimere proibizioni e divieti assoluti


es. Students mustn’t run in the school hall

Don’t have to si usa per:

esprimere mancanza di obbligo/necessità


es. You don’t have to walk to school, you can take the bus

May/Might si usa per:

esprimere possibilità
es. It may/might be true

parlare di possibili situazioni future


es. I may/might be late this evening

al passato si usa la forma may/might + have + verbo-ed o terza colonna

QUANDO SI PARLA DI SITUAZIONI NON REALI SI PUÒ USARE SOLO MIGHT


IMPERATIVO

Forma positiva: (verbo senza to)


Forma negativa: (don’t + verbo senza to)

Ha solo la seconda persona singolare e plurale e prima persona plurale


Per formare la prima persona plurale si usa l’espressione let’s/let’s not davanti al verbo senza to

Si usa per:

ordini
es. Be quiet!

richieste e offerte
es. Give me the keys

istruzioni
es. Fill in the sentences with the correct verb

divieti
es. Don’t lean out of the window

indicazioni stradali
es. Turn right, then go straight on

avvertimenti/raccomandazioni
es. Watch out!

esprimere un augurio
es. Have a safe flight

proposte informali
es. Let’s go!
VERBI IRREGOLARI
SOSTANTIVI NUMERABILI

- possono avere il singolare e il plurale


- al singolare possono essere preceduti da a o an
- possono essere preceduti da numero
- al plurale possono preceduti da some/any/no

SOSTANTIVI NON NUMERABILI

solitamente sostanze solide, liquide o gassose

- non hanno il plurale


- non possono essere preceduti a o an
- non possono essere preceduti da un numero
- possono essere preceduti da some/any

AVVERBI DI FREQUENZA (dopo il verbo to be e prima del verbo principale)

- 0% never (il verbo è alla forma affermativa


- 10% harly ever
- 20% seldom rarely
- 40% sometimes (può trovarsi anche all’inizio o alla fine della frase)
- 60% often
- 80% usually/generally
- 100% always

ever si usa in frasi interrogative e affermative

ESPRESSIONI DI FREQUENZA (al termine della frase)

- Once seguito da:


a day/a week/a month/ a year

- Twice seguito da:


a day/a week/a month/ a year

- Three/four…..times:
a day/a week/a month/ a year

- Every day/every two……days


- Many times/several times
PREPOSIZIONI DI TEMPO
AGGETTIVI COMPARATIVI
CONNETTIVI
FONETICA