Sei sulla pagina 1di 7

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n.

649004 Copia € 1,00 Copia arretrata € 2,00

L’OSSERVATORE ROMANO GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLVIII n. 5 (47.738) Città del Vaticano lunedì-martedì 8-9 gennaio 2018
.

Il Papa al corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede

Riaffermare i diritti umani


per costruire la pace
È necessario riaffermare i diritti fon- vanno risolte con il ricorso alle armi
damentali della persona umana per ma attraverso il negoziato e il dialo-
Tra due costruire un nuovo clima di pace e
fiducia tra le nazioni. Lo ha racco-
go. Auspicati dal Pontefice per risol-
vere le contrapposizioni che minano
mandato Papa Francesco ai membri la convivenza nella penisola coreana,
anniversari del corpo diplomatico accreditati in Siria, in Yemen, in Afghanistan,
presso la Santa Sede, ricevuti nella nella Terra santa e in tutto il Medio
mattina di lunedì 8 gennaio, nella oriente, o moltiplicano ingiustizie e
Sono due anniversari la cornice Sala Regia. sofferenze in Venezuela, in Africa, in
del lungo discorso che il Papa ha La tradizionale udienza di inizio Ucraina.
letto al corpo diplomatico accre- anno ha offerto al Pontefice, come Nell’ampio discorso del Papa c’è
ditato presso la Santa Sede all’ini- di consueto, l’occasione per tracciare stato spazio anche per il tema della
zio del 2018: il centenario della un diagramma puntuale e aggiorna- famiglia, per la questione dei mi-
grande guerra, la cui conclusione to dell’attuale scenario internaziona- granti — con l’invito a mettere da
nel 1918 «ridisegnò il volto le. Letto, questa volta, attraverso la parte strumentalizzazioni e «paure
dell’Europa e del mondo intero», lente dei diritti umani fondamentali ancestrali» per aprirsi all’accoglienza
e il mezzo secolo dal Sessantotto sanciti solennemente dalla Dichiara- e all’integrazione — e per l’emergen-
e dai «sommovimenti sociali», zione universale adottata settant’anni za lavoro. Da Francesco, infine, l’ap-
che hanno modificato lo scenario fa dalle Nazioni Unite. Un docu- pello alla libertà di religione: un di-
culturale planetario introducendo mento che Francesco giudica ancora
ritto «sovente disatteso» o strumen-
una «molteplicità» di «nuovi di- oggi «importante» perché attesta e
talizzato «per giustificare ideologica-
ritti». E proprio sui diritti umani, ratifica una serie di principi «enun-
mente nuove forme di estremismo».
adottati nel 1948 dall’assemblea ciati per rimuovere i muri di separa-
generale delle Nazioni unite dopo zione che dividono la famiglia uma-
na e favorire quello che la dottrina PAGINE 4-6
il disastro della seconda guerra
sociale della Chiesa chiama sviluppo
mondiale, Bergoglio ha voluto so-
umano integrale».
prattutto riflettere, richiamando
In questa luce il Papa — non sen-
anche le principali crisi in Asia, in
za aver constatato la distorta inter-
Venezuela, in Africa, in Ucraina. pretazione di alcuni di questi diritti Alla messa dell’Epifania
Nel 1965, vent’anni dopo la imposta attraverso una vera e pro-
conclusione di quel conflitto, un pria «colonizzazione ideologica» — Bisogna
Papa parlò per la prima volta dal- ha denunciato la loro violazione in
la tribuna delle Nazioni unite e lo diversi ambiti: a cominciare da quel- mettersi in gioco
fece a nome «dei morti e dei vi- lo della vita (con un accento partico-
vi» disse allora Montini. Allo lare alla tragedia dei bambini non PAGINA 7
stesso modo oggi il suo successo- nati), della libertà, della inviolabilità
re fa sua la voce di innumerevoli e della salute della persona. Con
vittime di quella che ha definito sguardo preoccupato Francesco ha I battesimi in Sistina
«terza guerra mondiale a pezzi», poi enumerato le drammatiche situa-
svolgendo «un ruolo di ‘richiamo’ zioni di conflitto che infiammano i Nel dialetto
dei principi di umanità e di fra- quattro angoli del pianeta, insisten-
ternità» e ricordando che per la do soprattutto sullo stretto legame dei bambini
Santa Sede «parlare di diritti tra disarmo e sviluppo integrale. E
umani significa anzitutto ripro- ribadendo che le controversie non PAGINA 8
porre la centralità della dignità
della persona, in quanto voluta e
creata da Dio a sua immagine e
somiglianza». Su questa base il
Pontefice ha criticato la confusio- Offensiva dell’esercito nella provincia di Idlib
ne causata dall’introduzione di
«nuovi diritti». Se da una parte
infatti questi nuovi diritti hanno
favorito una «colonizzazione
In Siria
ancora morti e sfollati
ideologica dei più forti e dei più
ricchi a danno dei più poveri e
dei più deboli», dall’altra hanno
fornito pretesti per non rispettare
«i diritti fondamentali» enunciati DAMASCO, 8. In Siria si continua a senza di forze ribelli legate ad Al
nella dichiarazione del 1948. combattere, a morire e a fuggire. Qaeda. L’offensiva è stata in qual-
Così, oggi i diritti umani non Da Idlib, nel nord-ovest del paese, che modo anticipata da Sergej La-
sono lesi solo dalla guerra o dalla è arrivata la notizia di almeno 23 vrov, ministro degli esteri della
violenza perché «nel nostro tem- civili rimasti uccisi durante un’of- Russia, principale alleato di Dama-
po ci sono forme più sottili» di fensiva lanciata ieri dell’esercito si- sco. Lavrov aveva confermato la
violenza ha detto il Papa. Che riano in tutta la provincia. Oggi al- vittoria sull’Is, annunciando tutta-
con chiarezza le ha denunciate tre 25 persone sono rimaste uccise via che le operazioni militari si sa-
per l’ennesima volta: quella eser- nell’esplosione di un’autobomba. rebbero concentrate contro le mili-
citata contro i bambini «scartati Secondo il governo siriano, nella zie collegate ad Al Qaeda.
ancor prima di nascere», poi con- Un ferito soccorso nella cittadina siriana di Arbin (Afp) zona permane una consistente pre- La provincia di Idlib ospita al
tro gli anziani «scartati, soprattut- momento oltre due milioni di per-
to se malati, perché ritenuti un sone. Tra loro ci sono migliaia di
peso», quella contro le donne, sfollati, arrivati da altre parti della
«che subiscono violenze e sopraf- Siria per sfuggire a un conflitto
fazioni anche in seno alle proprie che ormai dura da sei anni. E per
famiglie», e infine la violenza
contro le vittime della tratta, «che
viola la proibizione di ogni forma
Decine di migranti annegati centinaia di famiglie è da ieri rico-
minciata l’odissea della fuga. Si
muovono verso nord, dunque verso
di schiavitù». Tragico naufragio al largo delle coste libiche nel giorno dell’Epifania il confine turco, dove in questi
Riconosciuto nel 1948 è il dirit- giorni si registrano temperature
to di formare una famiglia, «nu- particolarmente rigide.
cleo naturale e fondamentale del- TRIPOLI, 8. Sono almeno 64 i mi- ma di Tripoli, dove è stata prestata Intanto, si sono concluse le ope-
la società», oggi ritenuto, special- granti morti nel naufragio avvenuto loro assistenza medica, per poi esse- razioni iniziate giorni fa nell’area
mente in occidente, «un istituto nel giorno dell’Epifania al largo re consegnati a un centro di acco- di Ghouta orientale per rompere
superato». Ma trascurare la fami- delle coste libiche. È quanto ha glienza. l’assedio della base militare di Ha-
glia e non sostenerla ha la conse- confermato Flavio Di Giacomo, Intanto, nel fine settimana, la Ni- rasta, che ospita 250 soldati. L’eser-
guenza implicita e drammatica di portavoce italiano dell’O rganizza- geria ha iniziato le operazioni di cito ha ripreso il controllo della ba-
un «inverno demografico» sem- zione internazionale per le migra- rimpatrio di massa dei migranti ri- se che, dal 31 dicembre, era circon-
pre più severo, in uno scenario zioni (Oim). Secondo le testimo- masti bloccati proprio in Libia. Og- data da ribelli.
inquietante e imprevedibile dove nianze raccolte dall’Oim a Catania, gi ne sono partiti 180. A sottolinear-
il diritto delle famiglie è calpesta- al momento della partenza il gom- lo è stato il ministro degli esteri ni-
to anche negli innumerevoli nu- mone trasportava 150 persone. La geriano, Geoffrey Onyema, durante
clei spezzati dalla povertà, dalle Guardia costiera ha recuperato una visita a Tripoli. Il ministro gui-
guerre e dalle migrazioni forzate. nell’area del naufragio otto cadaveri da la missione voluta dal governo di
Compreso dalla dichiarazione
delle Nazioni unite e anch’esso
e 86 superstiti, che sono stati trasfe-
riti a Catania.
Abuja per verificare le notizie divul-
gate dai media internazionali sulla
NOSTRE
INFORMAZIONI
y(7HA3J1*QSSKKM( +:!z!=!"!;!

spesso calpestato è «il diritto alla Oggi la Guardia costiera libica ha riduzione in schiavitù dei migranti
libertà di pensiero, di coscienza e reso noto di aver salvato altri 272 nigeriani e per facilitarne le proce-
di religione, che include la libertà migranti, tra cui 53 donne e 56 bam- dure di rimpatrio. «Il nostro presi-
bini, che si trovavano a bordo di dente ha messo a disposizione tutte Il Santo Padre ha nominato
di cambiare religione» ha ricorda-
due gommoni soccorsi al largo di le risorse necessarie per rimpatriare
to infine il Pontefice, che ha de- Ordinario per i cattolici orien-
Gasr Garabulli, a est di Tripoli. tutti i nigeriani che si trovano qui»,
nunciato l’estremismo religioso, tali residenti in Francia e sprov-
Due donne, di cui una incinta, sono ha sottolineato il ministro, aggiun-
l’emarginazione e la persecuzione visti di Gerarca proprio, Sua
morte. I migranti tratti in salvo so- gendo che il governo ha già previsto
di molti credenti. Eccellenza Monsignor Michel
no di varie nazionalità africane e so- il rimpatrio di almeno 5500 persone
g.m.v. no stati trasportati alla base maritti- dalla Libia. Migranti nelle acque a est di Tripoli (Reuters) Aupetit, Arcivescovo di Parigi.
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 8-9 gennaio 2018

Angela Merkel e Martin Schulz ieri alla sede


dell’Spd a Berlino (Ap)

Ue e Turchia più lontane


Macron propone un partenariato

PARIGI, 8. Dopo l’ultimo incontro suo avvenire si costruisca guardando


tra il presidente Emmanuel Macron verso l’Europa».
e il presidente Recep Tayyip Er- Con questa iniziativa, il presidente
doğan di venerdì scorso a Parigi, la francese si allinea alla posizione del
prospettiva dell’ingresso della Tur- cancelliere tedesco, Angela Merkel,
chia nell’Ue sembra più lontana che che già nel settembre scorso si era
mai. Durante la visita del capo di dichiarato a favore di un negoziato
stato turco all’Eliseo, Macron ha con Ankara. Un negoziato de facto
proposto, «in mancanza di un’ade- fermo da molti anni, ha però ricor- Cdu-Csu e Spd a colloquio fino a giovedì
sione», un «partenariato» tra la Tur- dato Erdoğan, con 16 punti su 35
chia e l’Ue.
Secondo l’Eliseo, la discussione è
stato molto schietta. Dopo 54 anni,
«aperti a discussione mai conclusa».
Macron ha ammesso che l’Unione
europea non sempre è stata chiara
Si cerca
la Turchia è «stanca» di aspettare
«nell’anticamera dell’Europa», ha di-
chiarato Erdoğan davanti alla stam-
con la Turchia perché ha lasciato
credere che un accordo fosse possi-
bile quando invece non lo era inte-
la Große Koalition
pa, aggiungendo che il suo paese gralmente.
non intende «implorare in perma- Durante la conferenza stampa, BERLINO, 8. Oltre tre mesi dopo le «Penso che possa riuscire», ha
nenza l’adesione all’Ue». Dal canto Macron ed Erdoğan si sono invece elezioni federali in Germania, ieri dichiarato il cancelliere tedesco An-
suo, Macron ha ritenuto evidente rallegrati della cooperazione tra i sono iniziati a Berlino i colloqui gela Merkel, «tuttavia mi è chiaro
che le «recenti evoluzioni» in Tur- due stati in materia di lotta contro il ufficiali tra i cristiano-domocratici che nei prossimi giorni abbiamo
chia in materia di libertà individuali terrorismo, più particolarmente jiha- della Cdu, la loro componente ba- davanti a noi un’enorme quantità
escludono ogni ipotesi di negoziato dista, definita dal leader francese varese della Csu e i socialdemocra- di lavoro da fare». «Tutti abbiamo
di adesione. Ha ribadito invece l’in- «strategica e di qualità». tici della Spd per una possibile rie- la volontà di svolgere questo com-
vito a lasciare la porta aperta a un La breve visita di un giorno del dizione della “Große Koalition”. I pito, e arrivare a un buon risulta-
negoziato di «cooperazione, parte- presidente turco a Parigi è stata la partiti si sono dati cinque giorni di to», ha riassunto la leader della
nariato» con la finalità di «garantire più importante in un paese dell’Ue tempo per capire se possono avvia- Cdu.
l’ancoraggio della Turchia e del po- dopo il tentativo di golpe del 2016 e re consultazioni per formare un Anche Horst Seehofer, capo del-
polo turco all’Europa e far sì che il Emmanuel Macron e Recep Tayyip Erdoğan al Palazzo dell’Eliseo (Afp) la successiva repressione. nuovo governo. la Csu, si è detto ottimista, a mar-
gine dei colloqui a Berlino. «Non
vogliamo cancellare il nostro profi-
lo, ma non porremo subito condi-
zioni», ha dichiarato, sottolineando
di «voler tentare di portare le cose
Duecento persone A causa di nuove violenze nel nordest centrafricano
Nuova squadra a un buon risultato». Il partito ba-
entrano Migliaia di profughi verso il Ciad di governo varese potrebbe tuttavia sollevare
problemi, concentrandosi soprat-
nell’enclave voluta tutto sulla questione dei profughi,
uno dei principali punti di disac-
di Melilla N’DJAMENA, 8. Nuove violenze nel lità, situata nel distretto nordorien- dei diritti umani perpetrate dai mi- da Theresa May cordo tra Csu e Spd.
Dal canto suo, il capo dei social-
nordest della Repubblica Centrafri- tale centrafricano di Ouham-Pendé, liziani dei due gruppi armati che si democratici Martin Schulz non
cana stanno spingendo migliaia di l’Unhcr ha inoltre registrato la pre- contendono il territorio. vuole «tirare linee rosse», ma ha
MADRID, 8. Più di duecento migran- persone verso il confinante Ciad. senza di altri 20.000 sfollati interni. Secondo l’agenzia dell’Onu, si LONDRA, 8. Nel nuovo governo
fatto sapere che «spingerà a sini-
ti sono riusciti ad attraversare sabato Lo ha reso noto l’Unhcr, l’Agenzia Si stima che dalla fine di dicem- tratta della più vasta fuga di rifu- di Theresa May, che uscirà oggi
dal rimpasto annunciato dal pri- stra». E il socialdemocratico mini-
scorso la doppia recinzione che se- dell’Onu per i rifugiati, precisando bre siano arrivati nel sud del Ciad giati dalla Repubblica Centrafrica-
mo ministro britannico, ci sarà stro degli esteri Sigmar Gabriel ha
gna il confine tra il Marocco e l’en- che si tratta soprattutto di donne e più di 5600 profughi. Molti hanno na, che supera quella del 2017. At-
anche una figura ad hoc che si affermato che «l’Europa dovrà sta-
clave spagnola di Melilla. Immagini bambini in fuga dal riacutizzarsi raggiunto i dipartimenti di Nya- tualmente, indicano fonti giornali-
occuperà dell’eventuale mancato re al centro del prossimo accordo
amatoriali diffuse dai media iberici degli scontri tra gruppi armati rivali Pende e Lam Mountains a piedi, stiche locali, il confine tra Ciad e
accordo tra Londra e l’Unione di programma».
hanno mostrato un gruppo di mi- nella città di Paoua. In questa loca- raccontando di diffuse violazioni Repubblica Centrafricana è chiuso.
europea. È quanto scrive il I possibili futuri partner di go-
granti che corre nelle strade della verno intendono avere un orizzonte
città, per essere successivamente por- «Daily Telegraph», spiegando
che si vuole così dimostrare a chiaro già giovedì, evitando di pro-
tati in un centro di detenzione. trarre a lungo un negoziato per poi
Agenti delle forze dell’ordine hanno Bruxelles che la Gran Bretagna
non teme di lasciare l’Unione vederlo fallire, come è successo nei
precisato che alcuni dei migranti e colloqui fra Cdu, Csu, verdi e libe-
un poliziotto hanno riportato ferite. anche ipotizzando che non ci
sia un accordo. rali, fallito dopo un mese con il
La frontiera è protetta da due recin- passo indietro di questi ultimi.
Secondo il quotidiano, l’uomo
zioni di sei metri di filo spinato.
designato per occupare la pol-
In un comunicato ufficiale delle
trona di ministro per il «no
autorità di Melilla si legge di 209 deal» sarà Steve Baker. Affian-
migranti provenienti dall’Africa sub- cherà il ministro per la Brexit
sahariana che hanno tentato di for- David Davis, ma disporrà di un
zare il passaggio nel pomeriggio e di
un poliziotto aggredito da un mi-
«budget significativo». Liberate suore
Il rimpasto del governo May
grante con un gancio utilizzato per
scalare la rete mentre era impegnato
arriva dopo le dimissioni di Da- rapite
mian Green, stretto collaborato-
a ostacolare il loro passaggio. Questi
ganci sono utilizzati insieme con
re del primo ministro britannico,
avvenute a dicembre. Secondo
in Nigeria
scarponi con chiodi per risalire la re- indiscrezioni, dovrebbero essere
cinzione. I quattro migranti hanno confermati i ministri chiave ABUJA, 8. Sei persone, tra cui tre
invece riportato ferite minori, sem- dell’esecutivo conservatore — a suore, sequestrate a novembre dello
pre secondo il comunicato. cominciare da Boris Johnson scorso anno nello stato federato
Le enclave spagnole di Melilla e agli esteri, di Amber Rudd agli meridionale nigeriano di Edo, sono
Ceuta sono spesso utilizzate dai mi- interni, di Philip Hammond al state liberate. Lo ha riferito oggi il
granti africani per entrare in Europa. tesoro e dello stesso David quotidiano «Vanguard». La madre
Sono la testa di ponte tra l’Africa e Davis alla Brexit — e dovrebbero superiora del convento del Cuore
l’Unione europea. Da molti anni, poi essere inclusi diversi quaran-
Eucaristico di Cristo, Agatha O sa-
migliaia di migranti cercano di attra- tenni per ringiovanire il gover-
Civili in fuga dalle violenze in Centrafrica (Afp) rekhoe, ha confermato la liberazio-
versare la linea di confine tra Melilla no.
ne. «Stanno bene, si trovano in
e il Marocco, lunga 12 chilometri o ospedale per una visita», ha dichia-
quella tra Ceuta e il Marocco, lunga rato Osarekhoe al giornale.
8 chilometri, scavalcando il muro, a Le tre suore erano state rapite
nuoto lungo le coste o nasconden-
dal loro convento a Iguoriakhi,
dosi sotto i veicoli in transito. La
Spagna è ora il paese dove arriva il In Senegal Prete aggredito nell’area del governatorato locale
di Ovia, a sud-ovest della Nigeria.
maggior numero di migranti, con un
record di 22.900 persone nel 2017, giovani massacrati nella foresta nella Repubblica Centrafricana I sequestratori avevano chiesto un
riscatto di circa 54.000 dollari per
secondo i dati di Frontex, l’agenzia
di frontiera dell’Unione. il loro rilascio, una somma che pe-
A ottobre, la Corte europea dei DAKAR, 8. In Senegal almeno 13 cui però le autorità hanno rag- BANGUI, 8. Un prete cattolico è Junior, prete a Bangassou, ha con- rò la madre superiora sostiene non
diritti umani aveva condannato la adolescenti sono stati barbaramen- giunto un cessate il fuoco nel stato aggredito con un coltello gio- fermato l’aggressione al confratello sia stata pagata. «Nessun riscatto è
te uccisi da una banda di uomini 2014. vedì scorso a Bangassou, città e ha raccontato che «gli aggressori stato pagato. Sappiamo — ha infat-
Spagna a risarcire due migranti, con
armati che hanno anche decapita- L’esercito del Senegal ritiene all’est della Repubblica Centrafri- hanno portato via i soldi contenuti ti detto — che la polizia ha fatto
cinquemila euro ciascuno, per averli
to alcuni di loro. I giovani si tro- che i fatti potrebbero essere legati cana dal marzo 2017 in preda a ten- nella cassaforte e il computer del del proprio meglio; dovevano fare
respinti in Marocco. I due erano sta- vavano nella foresta per raccoglie- sioni e sotto il controllo dei com- sacerdote».
ti sorpresi a scavalcare le barriere at- alla recente liberazione di due uo- il proprio lavoro. L’importante è
re legname. battenti anti-balaka. Si tratta di pa- Il portavoce della missione Onu che le sorelle sono libere».
torno all’enclave di Melilla. La sen- mini del movimento e che ad agi-
Si tratta dell’episodio più grave dre Alain Blaise Bissialo, presiden- nella Repubblica Centrafricana
tenza ha costituito un precedente re, uccidendo i ragazzini, potreb- Il commissario di polizia, John-
avvenuto in diversi anni nel paese te di un comitato di pace che rag- (Minusca) ha precisato che le con-
importante in tema di procedure che africano, che dal 1982 nella sua bero essere stati i membri di un gruppa cristiani e musulmani, ben dizioni di salute del ferito «si sono son Kokumo, ha affermato che le
vengono seguite da Madrid ai confi- zona meridionale — meno ricca del gruppo rivale. Il rilascio è avvenu- noto nella zona per il suo impegno stabilizzate» dopo il trasporto a sei persone sono state liberate du-
ni della sua enclave. È stata la prima resto del paese — convive con la to in applicazione delle «misure di di mediazione svolto in questi ulti- Bangui con un volo della Minusca rante un’operazione compiuta da
volta che la Corte di Strasburgo si è presenza del Movimento delle for- fiducia reciproca», un testo firma- mi mesi tra i diversi gruppi armati e che le azioni di pattugliamento agenti delle forze di sicurezza, af-
pronunciata su espulsioni collettive ze democratiche della Casamance to nel corso delle trattative di pace sul territorio. Raggiunto al telefono dell’Onu nella città sono state au- fermando che i sequestratori sono
della Spagna a Melilla. (Mfdc), un gruppo separatista con e poi riconfermato a più riprese. dall’agenzia France presse, padre mentate. fuggiti una volta scoperti.

L’OSSERVATORE ROMANO GIOVANNI MARIA VIAN Servizio vaticano: vaticano@ossrom.va Segreteria di redazione Tariffe di abbonamento Concessionaria di pubblicità Aziende promotrici della diffusione
direttore responsabile telefono 06 698 83461, 06 698 84442 Vaticano e Italia: semestrale € 99; annuale € 198
Servizio internazionale: internazionale@ossrom.va fax 06 698 83675 Europa: € 410; $ 605 Il Sole 24 Ore S.p.A.
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Giuseppe Fiorentino segreteria@ossrom.va Africa, Asia, America Latina: € 450; $ 665 System Comunicazione Pubblicitaria
Servizio culturale: cultura@ossrom.va America Nord, Oceania: € 500; $ 740
Unicuique suum Non praevalebunt vicedirettore Intesa San Paolo
Sede legale
Piero Di Domenicantonio Servizio religioso: religione@ossrom.va Tipografia Vaticana Abbonamenti e diffusione (dalle 8 alle 15.30): Via Monte Rosa 91, 20149 Milano
Città del Vaticano Editrice L’Osservatore Romano telefono 06 698 99480, 06 698 99483 Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
caporedattore telefono 02 30221/3003
fax 06 69885164, 06 698 82818, fax 02 30223214 Società Cattolica di Assicurazione
ornet@ossrom.va Gaetano Vallini Servizio fotografico: telefono 06 698 84797, fax 06 698 84998 don Sergio Pellini S.D.B. info@ossrom.va diffusione@ossrom.va
www.osservatoreromano.va segretario di redazione photo@ossrom.va www.photo.va direttore generale Necrologie: telefono 06 698 83461, fax 06 698 83675 segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com Credito Valtellinese
lunedì-martedì 8-9 gennaio 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Il presidente iraniano in riunione


con i membri del governo (Epa)

Definiti gli ultimi dettagli per l’atteso summit ad alto livello di martedì

Verso una tregua olimpica


tra Seoul e Pyongyang
SEOUL, 8. Dopo avere ripristinato L’inc0ntro avrà luogo nel villag- dalla linea smilitarizzata che separa
giovedì scorso le linee di comunica- gio di Panmunjom, nella zona smili- le due Coree. Ma non solo.
zione diretta — interrotte dal 2016 — tarizzata al confine tra i due paesi. Oltre a sedersi allo stesso tavolo
Seoul e Pyongyang hanno definito Confermando l’importanza data per riempire di contenuti la tregua
gli ultimi dettagli in vista dell’atteso al vertice, il regime comunista nord- olimpica, l’agenda dei lavori tra Se-
summit di alto livello di domani. coreano ha notificato oggi che Ri oul e Pyongyang prevede colloqui
Son-gwon, presidente del comitato sulle relazioni bilaterali per allentare
per la riunificazione pacifica della le tensioni nella penisola.
Corea, sarà a capo della delegazione
di Pyongyang. Lo riporta l’agenzia
di stampa Yonhap.
Per la Corea del Sud, rimane fon-
damentale l’impegno nordcoreano
verso la denuclearizzazione, come
Nessuna conferma sull’arresto
Scarseggia Si tratta del vertice di più alto li-
vello da oltre due anni, dato che la
ha sottolineato nei giorni scorsi il
presidente, Moon Jae-in. di Ahmadinejad
il cibo parte sudcoreana sarà guidata dal I negoziati arrivano dopo un an-
ministro dell’unificazione, Cho no, il 2017, scandito dai ripetuti lan-
per i profughi Myoung-gyon. Ri e Cho sono le ci di missili balistici, dal sesto espe- TEHERAN, 8. Non ha trovato alcuna conferma la noti- «nessun paese può creare un ambiente sicuro per se
istituzioni di più alto grado che ge- rimento nucleare di Pyongyang e
rohingya stiscono le questioni intercoreane dalle minacce di guerra atomica del
zia, diffusa ieri da diversi media arabi, dell’arresto
dell’ex presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad.
stesso con la creazione di insicurezza tra i suoi vicini».
Secondo l’agenzia di stampa ufficiale Irna, il ministro
nei rispettivi paesi. leader nordcoreano, Kim Jong-un, Secondo fonti televisive e di stampa, Ahmadinejad sa- degli esteri iraniano ha sottolineato che azioni simili si
Dal summit di Panmunjom do- impegnato anche in un’altra escala- rebbe stato fermato e posto agli arresti domiciliari con «ritorceranno contro» chi le compie.
DACCA, 8. È sempre più precaria vrebbe arrivare il via libera alla par- tion, per ora solo verbale, di minac- l’accusa di «incitamento alla rivolta» contro il governo. Sempre secondo l’Irna, il Parlamento si è oggi riunito
la situazione alimentare nei cam- tecipazione degli atleti nordcoreani ce contro il presidente degli Stati Oggi, il ministro degli esteri, Mohammad Javad Zarif, a porte chiuse per esaminare la situazione dopo le pro-
pi profughi allestiti in Banglade- alle Olimpiadi invernali, che si ter- Uniti, Donald Trump, che nei gior- ha accusato alcuni paesi vicini di ingerenza nelle que- teste avvenute in numerose città del paese. Responsabili
sh per la minoranza etnica mu- ranno dal 9 al 25 febbraio prossimo ni scorsi è arrivato a ipotizzare di stioni interne dell’Iran, in relazione alle manifestazioni della sicurezza hanno aggiornato l’assemblea sulle di-
sulmana dei rohingya, in fuga nella località sudcoreana di Pyeon- «distruggere totalmente» la Corea avvenute nei giorni scorsi. Parlando a una conferenza mostrazioni e sulle condizioni di detenzione delle per-
dalle violenze nel Myanmar. Se- gchang, a soli ottanta chilometri del Nord. sulla sicurezza, tenutasi a Teheran, Zarif ha detto che sone arrestate.
condo un nuovo studio, sebbene
oltre il 90 per cento dei rifugiati
abbia ricevuto assistenza d’emer-
genza, rimane forte la preoccupa-
zione per la limitata disponibilità
di un regime alimentare diversifi-
Il velivolo della coalizione araba sarebbe stato abbattuto da ribelli nel nord
Arrestati In salita la strada
cato ed equilibrato.
La verifica degli standard assi- Aereo precipita in Yemen undici principi per il voto
stenziali riservati ai rohingya è
stata effettuata dall’agenzia sauditi in Afghanistan
dell’Onu World food programme
(Wfp) e dai partner del settore SANA’A, 8. Un aereo della coalizione siderata la roccaforte del movimento Secondo le Nazioni Unite, attual-
della sicurezza alimentare. araba guidata dall’Arabia Saudita è dei ribelli Huthi denominato «Ansar mente in Yemen circa 20 milioni di RIAD, 8. Il Procuratore Generale KABUL, 8. Sempre più ardua la
precipitato nella provincia di Saad, Alla». Essi si oppongono dal 2014 persone hanno bisogno di assistenza. dell’Arabia Saudita, Saud Al Mo- strada verso il voto in Afghani-
Con oltre 656.000 persone fug-
nel nord dello Yemen, sotto il con- alle forze governative del presidente Sette milioni di yemeniti sono jeb, ha confermato che undici stan. Per luglio del 2018 sono sta-
gite dal Myanmar dallo scorso 25
trollo dei ribelli huthi. Sembra sia Abd Rabbo Mansour Hadi. Il go- sull’orlo della fame e la piaga del principi sono stati arrestati dopo te fissate le parlamentari, seguite
agosto, e una comunità pre-esi- poi dalle presidenziali.
stato abbattuto. Secondo il canale verno yemenita gode del sostegno colera continua a diffondersi rapida- che nei giorni scorsi si sono riuni-
stente di rifugiati di circa televisivo Al Arabiya, i due piloti so- della coalizione araba guidata mente. Secondo la Croce Rossa, Nel 2014, dopo il caos e nume-
300.000 persone, la situazione ti di fronte al palazzo reale per
no sopravvissuti. dall’Arabia Saudita. Gli anni di entro la fine dell’anno i casi di co- una inusuale protesta riguardo al rose denunce di brogli durante le
nei campi profughi in Banglade- La provincia di Saad, al confine guerra hanno portato a una situazio- lera potrebbero raggiungere il milio- ultime elezioni, intervenne l’allora
sh diventa ogni giorno più diffi- pagamento di alcune bollette. La
con l’Arabia Saudita, è di fatto con- ne umanitaria insostenibile. ne. segretario di Stato americano,
cile. Alla luce dei livelli estrema- notizia viene riportata dall’emit-
John Kerry, che convinse i rivali —
mente alti di malnutrizione, il tente televisiva Al Arabiya. I prin-
il presidente, Ashraf Ghani, e il
Wfp è intervenuto aumentando il cipi sono stati tutti trasferiti nel governatore, Abdullah Abdullah
sostegno nutrizionale ai bambini carcere di Hàir in attesa del pro- — alla difficile formazione di un
al di sotto dei cinque anni, alle cesso. governo di unità, contraddistinto,
donne incinte e a quelle che al- «Giovedì scorso undici principi però, da insuperabili divisioni in-
lattano. si sono riuniti di fronte al palazzo terne.
Lo studio ha anche raccoman- Qasr Al Hukm per chiedere la Le nuove elezioni si avvicinano,
dato il potenziamento dei pro- cancellazione del decreto reale ma la situazione è tuttora confusa.
grammi di sostegno ai mezzi di che prevede la sospensione dei La Commissione elettorale indi-
sussistenza tra le comunità ospi- sussidi per la fornitura di acqua pendente (Iec) ha chiesto ancora
tanti, dando priorità alle donne ed elettricità ai membri della fa- una volta al governo di procedere
senza reddito, spiegando che sa- miglia reale, e hanno richiesto un con la nomina di un capo dell’or-
rebbe auspicabile che i rifugiati risarcimento finanziario», viene ganismo, minacciando — come ri-
riportato in un comunicato uffi- porta la tv afghana Tolo — consul-
nei campi avessero l’opportunità
ciale emesso dall’ufficio di Al tazioni interne dopo che a ottobre
di guadagnare del denaro al fine
Mojeb e ripreso dalle agenzie di è stato silurato l’ex numero uno
di ridurre la loro vulnerabilità dell’Iec, Najibullah Ahmadzai.
economica. stampa internazionali. Prima del
La presidenza ha garantito l’im-
Inoltre, lo studio dell’agenzia decreto reale, i pagamenti erano
pegno del governo a fare in modo
dell’Onu ha incoraggiato il raf- sostenuti dallo stato. che le elezioni si tengano nei tem-
forzamento di servizi essenziali e L’Arabia Saudita, il principale pi previsti, anche se non manca
le distribuzioni di beni non esportatore mondiale di petrolio, chi ammette che la data di luglio
alimentari per rispondere ai biso- ha varato riforme che prevedono potrebbe slittare.
gni di base, inclusi il migliora- tagli alle sovvenzioni, introduzio- Le elezioni parlamentari avreb-
mento dell’accesso alla legna da ne dell’iva e riduzione dei vantag- bero dovuto tenersi due anni fa.
ardere e all’acqua potabile, in gi ai membri della famiglia reale, «Nessuno vuole il ritorno al caos.
modo da poter raggiungere alme- per cercare di fare fronte al deficit Si teme una crisi come quella del
no gli standard qualitativi mi- di bilancio causato dal calo dei 2014, o forse anche peggiore», ha
nimi. Scenari di distruzione in Yemen (Reuters) prezzi del greggio. ammesso Rahmatullah Nabil, ex
capo dell’intelligence. L’esecutivo,
nel mezzo della battaglia contro i
talebani e il sedicente stato islami-
co (Is), continua a dipendere da-
gli aiuti della comunità internazio-
Il piano di Trump Contro la rielezione di Hernández nale. E l’opposizione è più che
mai frammentata.
per il muro con il Messico Nuove manifestazioni in Honduras A sette mesi dalle elezioni, il di-
battito è sempre più infuocato,
anche sulle procedure di voto, per
WASHINGTON, 8. L’amministrazione dollari per la sicurezza del confine, TEGUCIGALPA, 8. Si è riaccesa la tori. Salvador Nasralla, candidato morti, 1600 feriti, vari desapareci- evitare brogli ed errori. Il progetto
Trump intende chiedere al Congres- protesta in Honduras e per la prima della Alianza de oposición contra la iniziale prevedeva l’introduzione
inclusi i finanziamenti per la tecno- dos. È stata inoltre denunciata la
della “carta d’identità biometrica”,
so statunitense quasi 18 miliardi di logia, per aumentare il personale e volta migliaia di manifestanti — gui- dictadura, ha sottolineato il rischio violenza da parte di gruppi parami- ma è rimasto solo sulla carta per
dollari nel prossimo decennio per per nuove strutture tecnologiche dati dal leader dell’opposizione Sal- di guerra civile nel caso in cui l’at- litari. le divisioni in parlamento sull’ipo-
assicurare oltre 1100 chilometri di utili alla realizzazione di strade. Si vador Nasralla — si sono riuniti ieri tuale presidente resti in carica per Per diversi giorni di dicembre la tesi di includere tra i dati persona-
barriere — nuove o sostitutive di tratta, afferma il documento, di a San Pedro Sula, seconda città del altri quattro anni, affermando che situazione nel paese è stata resa li anche l’appartenenza etnica. Poi
quelle esistenti — lungo il confine «elementi di importanza critica». Paese. Come hanno fatto diverse era stato eletto in circostanze non molto difficile anche a causa della è spuntata l’ipotesi del voto elet-
tra gli Stati Uniti e il Messico. Lo La richiesta arriva sullo sfondo volte ma in altre località, dopo le chiare già nel 2013. Secondo Nasral- mancanza di combustibile, scioperi tronico.
scrive il «Washington Post». Se delle trattative per la legge di bilan- elezioni del 26 novembre scorso, i la, l’80 per cento del popolo hondu- nei trasporti, voli sospesi, incendi di Un secondo progetto, sostenuto
verrà accolta — indica sempre il cio con i democratici, che dichiara- dimostranti hanno sfilato pacifica- regno è contrario alla sua rielezione. banche ed esercizi commerciali ed dall’ex presidente, Hamid Karzai,
giornale — la richiesta si tradurrà in mente contro la rielezione del presi- Nasralla ha chiesto inoltre alla co- prevede, invece, la convocazione
no di non volere il muro e chiedo- almeno un centinaio di blocchi stra-
una notevole espansione della bar- dente Juan Orlando Hernández, munità internazionale di sospendere di una Loya Jirga, una grande as-
no la legalizzazione dei cosiddetti dali.
riera attuale, lunga mille chilometri, con un voto che dicono essere stato gli aiuti esterni al governo fino a semblea consultiva che riunisca
dreamer, cioè i milioni di immigrati Il Tribunal supremo electoral
per bloccare l’afflusso di immigrati. fraudolento. che non venga risolto il contenzioso leader tribali, mullah e figure di
Il totale arriverebbe a oltre 2000 entrati negli Stati Uniti quando Il candidato sconfitto ha fatto ap- elettorale. (Tse) dell’Honduras ha dato l’an-
erano bambini, al seguito di genito- nuncio della vittoria di Hernández spicco della società afghana, come
chilometri, che equivarrebbe a circa pello ancora una volta all’O rganiz- La marcia di ieri si è svolta senza quella che nel 2013 discusse il
due terzi dell’intero confine. ri irregolari. zazione degli stati americani (Osa) e incidenti, ma il mese scorso le pro- nonostante la richiesta del Segreta-
«patto sulla sicurezza» con gli
Il piano, il più dettagliato fino Il presidente degli Stati Uniti ai paesi che hanno riconosciuto la teste di piazza in Honduras hanno rio generale dell’Osa (l’O rganizza- Stati Uniti (Bsa, Bilateral Security
ad ora presentato dall’amministra- Donald Trump ha avviato una trat- vittoria di Hernández chiedendo di portato a scontri e a vittime. La zione degli Stati americani) di so- Agreement). Questa volta la Loya
zione, è contenuto in un documen- tativa politica cercando di ottenere ascoltare i manifestanti che si op- Commissione interamericana per i spendere la dichiarazione fino a che Jirga dovrebbe scegliere un nuovo
to preparato dal dipartimento per consensi di voto sul muro e sulla ri- pongono a un governo definito «il- diritti umani e l’ufficio dell’Alto non fosse stato presentato il rappor- leader o indicare un percorso poli-
la sicurezza nazionale. Complessi- forma delle leggi sull’immigrazione, legale». «Non ci fermeremo fino a commissariato delle Nazioni Unite to sullo svolgimento del processo tico, ma per molti analisti questo
vamente, l’amministrazione di Do- per abolire la lotteria dei visti e li- quando Hernández dirà che se ne per i diritti umani in Honduras elettorale emesso dallo stesso orga- sarebbe un salto nel buio dagli ef-
nald Trump vorrebbe 33 miliardi di mitare la catena migratoria. andrà», ha detto Nasralla ai sosteni- hanno raccolto informazioni su 30 nismo. fetti imprevedibili.
pagina 4 lunedì-martedì 8-9 gennaio 2018 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 8-9 gennaio 2018 pagina 5

Il Papa al corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede

Riaffermare i diritti umani


È necessario riaffermare i diritti
fondamentali della persona umana
per costruire un nuovo clima
di pace e fiducia tra le nazioni.
Lo ha raccomandato
per costruire la pace
Papa Francesco ai membri
del corpo diplomatico accreditati
presso la Santa Sede, durante così da includere una molteplicità correlati fra loro. D’altra parte, la non può che farci ripetere con il rimpatrio dei rifugiati prove- e che hanno perso i loro cari, non Tra i doveri particolarmente
la tradizionale udienza di “nuovi diritti”, non di rado in ricerca della pace come precondi- forza le parole del mio santo Pre- nienti dalla Siria. È un impegno di rado anziani e bambini. impellenti vi è oggi quello di
di inizio anno svoltasi nella mattina contrapposizione tra loro. Ciò zione per lo sviluppo implica decessore: «Riesce quasi impossi- che essa deve concretamente assu- Proprio alla famiglia vorrei de- prendersi cura della nostra Terra.
di lunedì 8 gennaio, non ha sempre favorito la promo- combattere l’ingiustizia e sradica- bile pensare che nell’era atomica mersi a cominciare dal Libano, af- dicare un pensiero speciale. Il di- Sappiamo che la natura può esse-
nella Sala Regia. zione di rapporti amichevoli tra le re, in modo non violento, le cause la guerra possa essere utilizzata finché quell’amato Paese continui ritto a formare una famiglia, qua- re di per sé cruenta anche quando
Nazioni8, poiché si sono afferma- della discordia che portano alle come strumento di giustizia. [...] ad essere un “messaggio” di ri- le «nucleo naturale e fondamen- ciò non è responsabilità dell’uo-
Eccellenze, Signore e Signori, te nozioni controverse dei diritti guerre. La proliferazione di armi È lecito tuttavia sperare che gli spetto e convivenza e un modello tale della società [che] ha diritto mo. L’abbiamo visto in quest’ulti-
umani che contrastano con la cul- aggrava chiaramente le situazioni uomini, incontrandosi e negozian- da imitare per tutta la Regione e ad essere protetta dalla società e mo anno con i terremoti che han-
è una bella consuetudine questo tura di molti Paesi, i quali non si di conflitto e comporta enormi do, abbiano a scoprire meglio i per il mondo intero. no colpito diverse parti della ter-
incontro che, custodendo ancora dallo Stato»15, è infatti riconosciu-
sentono perciò rispettati nelle costi umani e materiali che mina- vincoli che li legano, provenienti La volontà di dialogo è neces- to dalla stessa Dichiarazione del ra, particolarmente negli ultimi
viva nel cuore la gioia che proma- proprie tradizioni socio-culturali, no lo sviluppo e la ricerca di una dalla loro comune umanità e ab- saria anche nell’amato Iraq, per- mesi in Messico e in Iran mieten-
na dal Natale, mi dà l’occasione 1948. Purtroppo è noto come,
ma piuttosto trascurati di fronte pace duratura. Il risultato storico biano pure a scoprire che una fra ché le varie componenti etniche e do numerose vittime, come pure
di formularvi personalmente gli specialmente in Occidente, la fa-
alle necessità reali che devono af- raggiunto lo scorso anno con le più profonde esigenze della lo- religiose possano ritrovare la stra- con la forza degli uragani che
auguri per l’anno da poco inizia- miglia sia ritenuta un istituto su-
frontare. Vi può essere quindi il l’adozione del Trattato sulla proi- ro comune umanità è che tra essi da della riconciliazione e della hanno interessato diversi Paesi ca-
to e di manifestare la mia vicinan- perato. Alla stabilità di un pro-
rischio — per certi versi parados- bizione delle armi nucleari, al ter- e tra i rispettivi popoli regni non pacifica convivenza e collabora- raibici fino a giungere sulle coste
za e il mio affetto ai popoli che getto definitivo, si preferiscono
sale — che, in nome degli stessi mine della Conferenza delle Na- il timore, ma l’amore: il quale zione, come pure nello Yemen e statunitensi e che, più recente-
rappresentate. Ringrazio il Deca- oggi legami fugaci. Ma non sta in
diritti umani, si vengano ad in- zioni Unite finalizzata a negozia- tende ad esprimersi nella collabo- in altre parti della Regione, non- mente, hanno investito le Filippi-
no del Corpo Diplomatico, Sua re uno strumento giuridicamente piedi una casa costruita sulla sab-
staurare moderne forme di coloniz- razione leale, multiforme, appor- ché in Afghanistan. bia di rapporti fragili e volubili. ne. Tuttavia, non bisogna dimen-
Eccellenza il Signor Armindo Fer- zazione ideologica dei più forti e vincolante per proibire le armi tatrice di molti beni»14. ticare che c’è anche una precipua
nandes do Espírito Santo Vieira, nucleari, mostra come il desiderio Un pensiero particolare rivolgo Occorre piuttosto la roccia, sulla li devono assicurare i giusti diritti ranno a breve, portino risultati zione del bene comune. Rincresce
dei più ricchi a danno dei più po- In tale prospettiva, è di prima- a Israeliani e Palestinesi, in segui- quale ancorare fondamenta solide. e lo sviluppo armonico, per non degni di una comunità mondiale constatare invece come il lavoro responsabilità dell’uomo nell’inte-
Ambasciatore di Angola, per le veri e dei più deboli. In pari tem- di pace sia sempre vivo. La pro- razione con la natura. I cambia-
deferenti parole che mi ha mozione della cultura della pace ria importanza che si possa soste- to alle tensioni delle ultime setti- E la roccia è proprio quella co- essere come il costruttore stolto sempre più interdipendente, fon- sia in molte parti del mondo un
po, è bene tenere presente che le nere ogni tentativo di dialogo mane. La Santa Sede, nell’espri- munione di amore, fedele e indis- che fece male i calcoli e non riu- data sui principi di solidarietà e menti climatici, con l’innalzamen-
poc’anzi indirizzato a nome per uno sviluppo integrale richie- bene scarsamente disponibile. Po-
tradizioni dei singoli popoli non nella penisola coreana, al fine di mere dolore per quanti hanno scì a completare la torre che ave- di mutuo aiuto. Nell’attuale con- to globale delle temperature e gli
dell’intero Corpo Diplomatico ac- de sforzi perseveranti verso il di- solubile, che unisce l’uomo e la che sono talvolta le opportunità,
possono essere invocate come un trovare nuove strade per superare perso la vita nei recenti scontri, effetti devastanti che esse com-
creditato presso la Santa Sede. sarmo e la riduzione del ricorso donna, una comunione che ha va cominciato a edificare (cfr. Lc testo internazionale non mancano specialmente per i giovani, di tro-
pretesto per tralasciare il doveroso le attuali contrapposizioni, accre- rinnova il suo pressante appello a portano, sono anche conseguenza
Un particolare benvenuto rivolgo alla forza armata nella gestione una bellezza austera e semplice, 14, 28-30)»18. le possibilità e i mezzi per assicu- vare lavoro. Spesso è facile per-
rispetto dei diritti fondamentali scere la fiducia reciproca e assicu- ponderare ogni iniziativa affinché dell’azione dell’uomo. Occorre
agli Ambasciatori giunti da fuori degli affari internazionali. Deside- un carattere sacro e inviolabile e Desidero nuovamente ringra- rare ad ogni uomo e ogni donna derlo non solo a causa delle con-
enunciati dalla Dichiarazione Uni- rare un futuro di pace al popolo si eviti di esacerbare le contrap- dunque affrontare, in uno sforzo
Roma per l’occasione, il cui nu- ro pertanto incoraggiare un dibat- una funzione naturale nell’ordine ziare le Autorità di quegli Stati che vive sulla Terra condizioni di seguenze dell’alternarsi dei cicli
versale dei Diritti dell’Uomo. coreano e al mondo intero. posizioni, e invita ad un comune congiunto, la responsabilità di la-
mero si è accresciuto in seguito tito sereno e il più ampio possibi- sociale16. Ritengo pertanto urgen- che si sono prodigati in questi an- vita degne della persona umana. economici, ma anche per il pro-
A settant’anni di distanza, duo- impegno a rispettare, in confor- te che si intraprendano reali poli- sciare alle generazioni che segui-
all’allacciamento delle relazioni le sul tema, che eviti Parimenti è importante che ni per fornire assistenza ai nume- Nel Messaggio per la Giornata gressivo ricorso a tecnologie e
le rilevare come molti diritti fon- mità con le pertinenti Risoluzioni tiche a sostegno delle famiglia, ranno una Terra più bella e vivi-
diplomatiche con la Repubblica polarizzazioni della Comunità in- possano proseguire, in un clima rosi migranti giunti ai loro confi- Mondiale della Pace di quest’an- macchinari sempre più perfetti e
damentali siano ancor oggi viola- delle Nazioni Unite, lo status quo dalla quale peraltro dipende l’av- bile, adoperandosi, alla luce degli
dell’Unione del Myanmar avve- ternazionale su una questione così propositivo di accresciuta fiducia ni. Penso anzitutto all’impegno di no, ho suggerito quattro “pietre precisi in grado di sostituire l’uo-
ti. Primo fra tutti quello alla vita, di Gerusalemme, città sacra a cri- venire e lo sviluppo degli Stati. impegni concordati a Parigi nel
nuto nel maggio scorso. Parimen- delicata. Ogni sforzo in tale dire- tra le parti, le varie iniziative di non pochi Paesi in Asia, in Africa miliari” per l’azione: accogliere, mo. E se da un lato si constata
alla libertà e alla inviolabilità di stiani, ebrei e musulmani. Set- Senza di essa non si possono in- 2015, per ridurre le emissioni di
ti saluto i sempre più numerosi zione, per quanto modesto, rap- pace in corso in favore della Siria, e nelle Americhe, che accolgono e proteggere, promuovere e integra- un’iniqua distribuzione delle op-
ogni persona umana9. Non sono tant’anni di scontri rendono fatti costruire società in grado di gas nocivi all’atmosfera e dannosi
Ambasciatori residenti a Roma, presenta un risultato importante perché si possa finalmente mette- assistono numerose persone. Con- re19. Vorrei soffermarmi in parti- portunità di lavoro, dall’altro si
solo la guerra o la violenza che li quanto mai urgente trovare una affrontare le sfide del futuro. Il per la salute umana.
nel cui novero vi è ora anche per l’umanità. re fine al lungo conflitto che ha servo ancora vivo nel cuore l’in- colare su quest’ultima, sulla quale rileva la tendenza a pretendere da
ledono. Nel nostro tempo ci sono coinvolto il Paese e causato im- soluzione politica che consenta la disinteresse per le famiglie porta Lo spirito che deve animare i
l’Ambasciatore della Repubblica Da parte sua la Santa Sede ha contro che ho avuto a Dacca con si confrontano posizioni diverse chi lavora ritmi sempre più pres-
forme più sottili: penso anzitutto presenza nella Regione di due poi con sé un’altra conseguenza singoli e le Nazioni in quest’ope-
del Sudafrica, mentre un pensiero firmato e ratificato, anche a nome mani sofferenze. Il comune auspi- alcuni appartenenti al popolo alla luce di altrettante valutazioni, santi. Le esigenze del profitto,
ai bambini innocenti, scartati an- Stati indipendenti entro confini drammatica — e particolarmente ra è assimilabile a quello dei co-
particolare vorrei dedicare al com- e per conto dello Stato della Cit- cio è che, dopo tanta distruzione, Rohingya e desidero rinnovare i esperienze, preoccupazioni e con- dettate della globalizzazione, han-
cor prima di nascere; non voluti internazionalmente riconosciuti. attuale in alcune Regioni — che è struttori delle cattedrali medievali
pianto Ambasciatore della Co- tà del Vaticano, il Trattato sulla sia giunto il tempo di ricostruire. sentimenti di gratitudine alle au- vincimenti. L’integrazione è “un no portato ad una progressiva ri-
talvolta solo perché malati o mal- Pur tra le difficoltà, la volontà di il calo della natalità. Si vive un che costellano l’Europa. Tali im-
lombia, Guillermo León Escobar- proibizione delle armi nucleari, Ma più ancora che costruire edifi- torità del Bangladesh per l’assi- processo bidirezionale”, con dirit- duzione dei tempi e dei giorni di
formati o per l’egoismo degli dialogare e di riprendere i nego- vero inverno demografico! Esso è ponenti edifici raccontano l’im-
Herrán, deceduto pochi giorni nella prospettiva formulata da ci, è necessario ricostruire i cuori, stenza che prestano loro sul pro- ti e doveri reciproci. Chi accoglie riposo, con il risultato che si è
adulti. Penso agli anziani, an- ziati rimane la strada maestra per il segno di società che faticano ad portanza della partecipazione di
prima di Natale. Vi ringrazio per San Giovanni XXIII nella Pacem in ritessere la tela della fiducia reci- prio territorio. è infatti chiamato a promuovere persa una dimensione fondamen-
ch’essi tante volte scartati, soprat- giungere finalmente ad una coesi- affrontare le sfide del presente e ciascuno ad un’opera capace di
le proficue e costanti relazioni che terris, secondo la quale «giustizia, proca, premessa imprescindibile Desidero poi esprimere partico- lo sviluppo umano integrale, tale della vita — quella del riposo
tutto se malati, perché ritenuti un stenza pacifica dei due popoli. che divengono dunque sempre travalicare i confini del tempo. Il
intrattenete con la Segreteria di Ron Waddams, «All Human Beings are Born Free and Equal in Dignity and Rights» saggezza ed umanità domandano per il fiorire di qualunque società. lare gratitudine all’Italia che in mentre a chi è accolto si chiede — che serve a rigenerare la perso-
peso. Penso alle donne, che spes- Anche all’interno di contesti più timorose dell’avvenire, finen- costruttore di cattedrali sapeva
Stato e con gli altri Dicasteri del- che venga arrestata la corsa agli Occorre dunque adoperarsi per questi anni ha mostrato un cuore l’indispensabile conformazione al- na non solo fisicamente, ma an-
so subiscono violenze e sopraffa- nazionali, l’apertura e la disponi- do per chiudersi in se stesse. che non avrebbe visto il compi-
la Curia Romana, a testimonianza armamenti, si riducano simulta- favorire le condizioni giuridiche, aperto e generoso e ha saputo of- le norme del Paese che lo ospita, che spiritualmente. Dio stesso si è
zioni anche in seno alle proprie bilità all’incontro sono essenziali. mento del proprio lavoro. Nondi-
dell’interesse della Comunità in- neamente e reciprocamente gli ar- politiche e di sicurezza, per una In pari tempo, non si può di- frire anche dei positivi esempi di nonché il rispetto dei principi riposato il settimo giorno: lo be-
che ridisegnò il volto dell’Europa della dignità inerente a tutti i famiglie. Penso poi a quanti sono Penso specialmente al caro Vene- meno si è adoperato attivamente,
ternazionale per la missione della mamenti già esistenti; si mettano ripresa della vita sociale, dove cia- menticare la situazione di fami- integrazione. Il mio auspicio è identitari dello stesso. Ogni pro- nedisse e lo consacrò, «perché in
e del mondo intero, con l’emerge- membri della famiglia umana e vittime della tratta delle persone zuela, che sta attraversando una comprendendo di essere parte di
Santa Sede e per l’impegno della al bando le armi nucleari»11. In- scun cittadino, indipendentemen- glie spezzate a causa della pover- che le difficoltà che il Paese ha cesso di integrazione deve mante- esso aveva cessato da ogni lavoro
re di nuovi Stati che presero il dei loro diritti, uguali ed inaliena- che viola la proibizione di ogni crisi politica ed umanitaria sem- un progetto, di cui avrebbero go-
Chiesa Cattolica nei vostri rispet- fatti, anche «se è difficile persua- te dall’appartenenza etnica e reli- tà, delle guerre e delle migrazioni. attraversato in questi anni, le cui nere sempre la tutela e la promo- che egli aveva fatto creando»
posto degli antichi Imperi. Dalle bili, costituisce il fondamento del- forma di schiavitù. Quante perso- pre più drammatica e senza pre- duto i suoi figli, i quali — a loro
tivi Paesi. In tale prospettiva si ne, specialmente in fuga dalla po- Abbiamo fin troppo spesso di- conseguenze permangono, non zione delle persone, specialmente (Gen 2, 3). Nell’alternarsi di fatica
ceneri della Grande Guerra si la libertà, della giustizia e della cedenti. La Santa Sede, mentre di coloro che si trovano in situa- volta — lo avrebbero abbellito ed
colloca pure l’attività pattizia del- vertà e dalla guerra, sono fatte nanzi ai nostri occhi il dramma di portino a chiusure e preclusioni, e riposo, l’uomo partecipa alla
possono ricavare due moniti, che pace nel mondo»6, come afferma esorta a rispondere senza indugio zioni di vulnerabilità, al centro ampliato per i loro figli. Ciascun
la Santa Sede, che lo scorso anno oggetto di tale mercimonio perpe- bambini che da soli varcano i ma anzi ad una riscoperta di “santificazione del tempo” opera-
purtroppo l’umanità non seppe la Dichiarazione Universale dei Di- alle necessità primarie della popo- uomo e donna di questo mondo
ha visto la firma, nel mese di feb- trato da soggetti senza scrupoli? confini che separano il sud dal quelle radici e tradizioni che han- delle norme che riguardano i vari ta da Dio e nobilita il proprio la-
comprendere immediatamente, ritti dell’Uomo. lazione, auspica che si creino le — e particolarmente chi ha re-
braio, dell’Accordo Quadro con nord del mondo, sovente vittime no nutrito la ricca storia della Na- aspetti della vita politica e so- voro, sottraendolo alle ripetitive
giungendo nell’arco di un venten- A tale importante documento, Difendere il diritto alla vita e condizioni affinché le elezioni sponsabilità di governo — è chia-
la Repubblica del Congo e, nel del traffico di esseri umani. zione e che costituiscono un ine- ciale. dinamiche di una quotidianità
nio a combattere un nuovo con- a settant’anni dalla sua adozione all’integrità fisica, significa poi tu- previste per l’anno in corso siano mato a coltivare lo stesso spirito
mese di agosto, dell’Accordo tra in grado di avviare a soluzio- Oggi si parla molto di migranti stimabile tesoro da offrire al mon- La Santa Sede non intende in- arida che non conosce sosta.
flitto ancor più devastante del da parte dell’Assemblea Generale telare il diritto alla salute della di servizio e di solidarietà interge-
la Segreteria di Stato e il Gover- ne i conflitti esistenti, e si e migrazioni, talvolta solo per su- do intero. Parimenti, esprimo ap- terferire nelle decisioni che spetta-
precedente. Il primo monito è delle Nazioni Unite, avvenuta il persona e dei suoi familiari. Oggi Sono poi motivo di particolare nerazionale, ed essere così un se-
no della Federazione Russa sui possa guardare con scitare paure ancestrali. Non biso- prezzamento per gli sforzi com- no agli Stati, i quali, alla luce del-
che vincere non significa mai 10 dicembre 1948, vorrei dedicare tale diritto ha assunto implicazio- preoccupazione i dati pubblicati gno di speranza per il nostro tra-
viaggi senza visto dei titolari di ritrovata serenità gna dimenticare che le migrazioni piuti da altri Stati europei, parti- le rispettive situazioni politiche,
umiliare l’avversario sconfitto. La il nostro incontro odierno. Per la ni che superano gli intendimenti recentemente dall’O rganizzazione vagliato mondo.
passaporti diplomatici. al futuro. sono sempre esistite. Nella tradi- colarmente la Grecia e la Germa- sociali ed economiche, nonché
pace non si costruisce come affer- Santa Sede, infatti, parlare di di- originari della Dichiarazione Uni- Mondiale del Lavoro circa l’incre- Con queste considerazioni rin-
Nel rapporto con le Autorità mazione del potere del vincitore versale dei Diritti dell’Uomo, la zione giudeo-cristiana, la storia nia. Non bisogna dimenticare che delle proprie capacità e possibilità mento del numero dei bambini
ritti umani significa anzitutto ri- novo a ciascuno di voi, alle vostre
civili, la Santa Sede non mira ad sul vinto. Non è la legge del ti- quale mirava ad affermare il dirit- della salvezza è essenzialmente numerosi rifugiati e migranti cer- di ricezione e di integrazione, impiegati in attività lavorative e
proporre la centralità della digni- famiglie e ai vostri popoli l’augu-
altro che a favorire il benessere more che dissuade da future ag- to di ciascuno ad avere le cure storia di migrazioni. Né bisogna cano di raggiungere l’Europa per- hanno la prima responsabilità delle vittime delle nuove forme di
tà della persona, in quanto voluta rio di un anno ricco di gioia, di
spirituale e materiale della perso- gressioni, bensì la forza della ra- mediche e i servizi sociali necessa- dimenticare che la libertà di mo- ché sanno di potervi trovare pace dell’accoglienza. Tuttavia, essa ri- schiavitù. La piaga del lavoro mi-
e creata da Dio a sua immagine e speranza e di pace. Grazie.
na umana e la promozione del gionevolezza mite che sprona al somiglianza. Lo stesso Signore ri10. In tale prospettiva, auspico vimento, come quella di lasciare il e sicurezza, che sono peraltro il tiene di dover svolgere un ruolo norile continua a compromettere
bene comune. I viaggi apostolici dialogo e alla reciproca compren- Gesù, guarendo il lebbroso, rido- che, nei fori internazionali com- proprio Paese e di farvi ritorno frutto di un lungo cammino nato di “richiamo” dei principi di uma-
seriamente lo sviluppo psico-fisi-
che ho compiuto nel corso sione per sanare le differenze1. Da nando la vista al cieco, intratte- petenti, ci si adoperi per favorire appartiene ai diritti fondamentali dagli ideali dei Padri fondatori nità e di fraternità, che fondano
co dei fanciulli, privandoli delle 1 Cfr. GIOVANNI XXIII, Lett. enc.
dell’anno passato in Egitto, Por- ciò deriva il secondo monito: la nendosi con il pubblicano, rispar- anzitutto un facile accesso per dell’uomo17. Occorre dunque usci- del progetto europeo dopo la Se- ogni società coesa ed armonica.
gioie dell’infanzia, mietendo vitti- Pacem in terris (11 aprile 1963), 67.
togallo, Colombia, Myanmar e pace si consolida quando le Na- miando la vita dell’adultera e in- tutti alle cure e ai trattamenti sa- re da una diffusa retorica sull’ar- conda Guerra Mondiale. L’Euro- In tale prospettiva, è importante
me innocenti. Non si può pensare 2 Ibid., 47.
Bangladesh sono stati espressione zioni possono confrontarsi in un vitando a curare il viandante feri- nitari. È importante unire gli sfor- gomento e partire dalla considera- pa deve essere fiera di questo suo non dimenticare l’interazione con
di progettare un futuro migliore,
di tale sollecitudine. In Portogal- clima di parità. Lo intuì un seco- to, ha fatto comprendere come zi affinché si possano adottare zione essenziale che davanti a noi patrimonio, basato su certi princi- le comunità religiose, sia istituzio- 3 Ibid., 49.
né auspicare di costruire società
lo mi sono recato pellegrino, nel lo fa — proprio in questa data — ciascun essere umano, indipen- politiche in grado di garantire, a ci sono innanzitutto persone. pi e su una visione dell’uomo che nali che a livello associativo, le 4 Cfr. ibid., 51.
più inclusive, se si continuano a
centenario delle apparizioni della l’allora Presidente statunitense dentemente dalla sua condizione prezzi accessibili, la fornitura di È quanto ho inteso ribadire affonda le basi sulla sua storia quali possono svolgere un ruolo
mantenere modelli economici 5 Cfr. Dichiarazione Universale dei
Madonna a Fatima, per celebrare Thomas Woodrow Wilson, allor- fisica, spirituale o sociale, sia me- medicinali essenziali per la so- con il Messaggio per la Giornata millenaria, ispirata dalla concezio- prezioso di rinforzo nell’assisten-
ne cristiana della persona umana. za e nella protezione, di media- orientati al mero profitto e allo Diritti dell’Uomo (10 dicembre
la canonizzazione dei pastorelli ché propose l’istituzione di una ritevole di rispetto e considerazio- pravvivenza delle persone indi- La Comunità in- Mondiale della Pace, celebratasi il
L’arrivo dei migranti deve spro- zione sociale e culturale, di pacifi- sfruttamento dei più deboli, come 1948).
Giacinta e Francisco Marto. Lì ho associazione generale delle Nazio- ne. Da una prospettiva cristiana genti, senza tralasciare la ricerca e ternazionale non di- 1° gennaio scorso, dedicato a “Mi-
potuto constatare la fede piena di narla a riscoprire il proprio patri- cazione e di integrazione. i bambini. Eliminare le cause 6 Ibid., Preambolo.
ni intesa a promuovere per tutti vi è dunque una significativa rela- lo sviluppo di trattamenti che, mentichi neppure le granti e rifugiati: uomini e donne in strutturali di tale piaga dovrebbe
entusiasmo e di gioia che la Ver- gli Stati, grandi e piccoli indistin- zione fra il messaggio evangelico sebbene non siano economica- sofferenze di tante parti cerca di pace”. Pur riconoscendo monio culturale e religioso, così Tra i diritti umani che vorrei ri- 7 PAOLO VI, Lett. enc. Populorum
gine Maria ha suscitato nei molti che, riprendendo coscienza dei essere una priorità di governi e
tamente, mutue garanzie d’indi- e il riconoscimento dei diritti mente rilevanti per il mercato, so- del Continente africano, spe- che non sempre tutti sono anima- chiamare quest’oggi vi è anche il progressio (26 marzo 1967), 14.
pellegrini convenuti per l’occasio- valori sui quali si è edificata, pos- organizzazioni internazionali,
pendenza e di integrità territoria- umani, nello spirito degli estenso- no determinanti per salvare vite cialmente in Sud Sudan, nella ti dalle migliori intenzioni, non si diritto alla libertà di pensiero, di 8 Cfr. Dichiarazione Universale dei
ne. Anche in Egitto, Myanmar e sa allo stesso tempo mantenere vi- chiamati ad intensificare gli sforzi
le. Si gettarono così idealmente le ri della Dichiarazione Universale umane. Repubblica Democratica del può dimenticare che la maggior coscienza e di religione, che in- Diritti dell’Uomo, Preambolo.
Bangladesh ho potuto incontrare Eleanor Roosevelt presenta la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo (1948) va la propria tradizione e conti- per adottare strategie integrate e
basi di quella diplomazia multila- dei Diritti dell’Uomo. Difendere il diritto alla vita im- Congo, in Somalia, in Nigeria e parte dei migranti preferirebbe clude la libertà di cambiare reli- politiche coordinate finalizzate a 9 Cfr. ibid., art. 3.
le comunità cristiane locali che, terale, che è andata acquisendo plica pure adoperarsi attivamente nella Repubblica Centroafricana, stare nella propria terra, mentre si nuare ad essere un luogo acco- gione20. Purtroppo è noto come il
Tali diritti traggono il loro pre- far cessare il lavoro minorile in 10 Cfr. ibid., art. 25.
sebbene numericamente esigue, nel corso degli anni un ruolo e per la pace, universalmente rico- dove il diritto alla vita è minac- trova costretta a lasciarla «a causa gliente, foriero di pace e di svi- diritto alla libertà di religione sia
supposto dalla natura che oggetti- tutte le sue forme.
sono apprezzate per il contributo un’influenza crescente in seno nosciuta come uno dei valori più ciato dallo sfruttamento indiscri- di discriminazioni, persecuzioni, luppo. sovente disatteso e non di rado la 11 N. 60.
vamente accomuna il genere uma- dersi che vi siano persone capaci giosa, possa partecipare allo svi-
che offrono allo sviluppo e alla all’intera Comunità internazio- alti da ricercare e difendere. Ep- minato delle risorse, dal terrori- Nell’anno passato i governi, le religione divenga o l’occasione Eccellenze, Signore e Signori, 12 Ibid.
no. Essi sono stati enunciati per povertà e degrado ambientale.
convivenza civile dei rispettivi nale. pure gravi conflitti locali conti- di assumersi la responsabilità del- luppo del Paese. In tal senso è vi- smo, dal proliferare di gruppi ar- organizzazioni internazionali e la per giustificare ideologicamente nel richiamare alcuni dei diritti
rimuovere i muri di separazione [...] Accogliere l’altro richiede un 13 Ibid. 67.
Paesi. Non sono mancati gli in- nuano ad infiammare varie Regio- le distruzioni e dei dolori che una tale che siano tutelate le minoran- mati e da perduranti conflitti. società civile si sono interpellati nuove forme di estremismo o un contenuti nella Dichiarazione
Anche i rapporti fra le Nazioni, che dividono la famiglia umana e impegno concreto, una catena di 14 Ibid.
contri con i rappresentanti di al- ni della terra. Gli sforzi collettivi guerra causerebbe, non è escluso ze religiose, tra le quali vi sono i Non basta indignarsi dinanzi a reciprocamente sui principi di ba- pretesto per l’emarginazione so- Universale del 1948, non intendo
come i rapporti umani, «vanno favorire quello che la dottrina so- aiuti e di benevolenza, un’atten-
tre religioni, a testimonianza di ciale della Chiesa chiama sviluppo della Comunità internazionale, che un fatto imprevedibile ed in- cristiani, che da secoli contribui- tanta violenza. Occorre piuttosto se, sulle priorità e sulle modalità ciale, se non addirittura per forme tralasciare un aspetto strettamente
15 Dichiarazione Universale dei Di-
regolati nella verità, nella giusti- zione vigilante e comprensiva, la
come le peculiarità di ciascuna umano integrale, poiché riguarda l’azione umanitaria delle organiz- controllabile possa far scoccare la scono attivamente alla storia della che ciascuno nel proprio ambito più opportune per rispondere ai di persecuzione dei credenti. La connesso ad essa: ogni individuo ritti dell’Uomo, art. 16.
zia, nella solidarietà operante, gestione responsabile di nuove si-
non siano un ostacolo al dialogo, la «promozione di ogni uomo e zazioni internazionali e le inces- scintilla che metta in moto l’appa- Siria. si adoperi attivamente per rimuo- tuazioni complesse che, a volte, si movimenti migratori ed alle situa- costruzione di società inclusive ha pure dei doveri verso la comu- 16 Cfr. PAOLO VI, Discorso in occa-
nella libertà»2. Ciò comporta «il
bensì la linfa che lo alimenta nel di tutto l’uomo [...] fino a santi implorazioni di pace che si rato bellico»12. È altrettanto importante che vere le cause della miseria e co- aggiungono ad altri e numerosi zioni protratte che riguardano i esige come sua condizione una nità, volti a «soddisfare le giuste sione della visita alla Basilica
principio che tutte le comunità
comune desiderio di conoscere la comprendere l’umanità intera»7. innalzano dalle terre insanguinate La Santa Sede ribadisce dun- possano far ritorno in patria i nu- struire ponti di fraternità, premes- problemi già esistenti, nonché rifugiati. Le Nazioni Unite, a se- comprensione integrale della per- esigenze della morale, dell’ordine dell’Annunciazione, Nazareth, 5
politiche sono uguali per dignità
verità e praticare la giustizia. Infi- Una visione riduttiva della perso- dai combattimenti sembrano esse- que la ferma «persuasione che le merosi profughi che hanno trova- sa fondamentale per un autentico delle risorse che sono sempre li- guito della Dichiarazione di New sona umana, che può sentirsi dav- pubblico e del benessere generale gennaio 1964.
di natura»3, come pure il ricono-
ne, in Colombia ho voluto bene- na umana apre invece la strada re sempre meno efficaci di fronte eventuali controversie tra i popoli to accoglienza e rifugio nelle Na- sviluppo umano. mitate. Praticando la virtù della York per i Rifugiati e i Migranti vero accolta quando è riconosciu- in una società democratica»21. Il 17 Cfr. Dichiarazione Universale dei
scimento dei vicendevoli diritti,
dire gli sforzi e il coraggio di alla diffusione dell’ingiustizia, alla logica aberrante della guerra. non debbono essere risolte con il zioni limitrofe, specialmente in prudenza, i governanti sapranno del 2016, hanno avviato importan- ta e accettata in tutte le dimensio- giusto richiamo ai diritti di ogni
unitamente all’adempimento dei Un impegno comune a rico- Diritti dell’Uomo, art. 13.
quell’amato popolo, segnato da dell’ineguaglianza sociale e della Tale scenario non può far dimi- ricorso alle armi; ma invece attra- Giordania, in Libano e in Tur- ti processi di preparazione in vi- ni che costituiscono la sua identi- essere umano, deve tener conto
rispettivi doveri4. Premessa fonda- struire i ponti è urgente pure in accogliere, promuovere, protegge- 18 Messaggio per la LI Giornata
un vivo desiderio di pace dopo corruzione. nuire il nostro desiderio e il no- verso il negoziato»13. D’altra par- chia. L’impegno e lo sforzo com- sta dell’adozione di due Patti tà, compresa quella religiosa. che ciascuno è parte di un corpo
mentale di tale atteggiamento è Ucraina. L’anno appena conclu- re e integrare, stabilendo misure Mondiale della Pace (13 novembre
oltre mezzo secolo di conflitto in- stro impegno per la pace, consa- te, proprio la continua produzio- piuto da questi Paesi in tale diffi- Mondiali (Global Compacts), ri- più grande. Anche le nostre socie-
l’affermazione della dignità di Occorre tuttavia constatare che, sosi ha mietuto nuove vittime nel pratiche, “nei limiti consentiti dal Infine, desidero richiamare 2017), 1.
terno. pevoli che senza di essa lo svilup- ne di armi sempre più avanzate e cile circostanza merita l’apprezza- spettivamente, sui rifugiati e per tà, come ogni corpo umano, go-
ogni persona umana, il cui di- nel corso degli anni, soprattutto conflitto che affligge il Paese, bene comune rettamente inteso, l’importanza del diritto al lavoro. 19 Ibid., 4.
Cari Ambasciatori, sprezzo e disconoscimento porta- in seguito ai sommovimenti socia- po integrale dell’uomo diventa ir- “perfezionate” e il protrarsi di nu- mento e il sostegno di tutta la continuando a recare grandi sof- [per] permettere quell’inserimen- una migrazione sicura, ordinata e Non vi è pace né sviluppo se dono di buona salute se ciascun
raggiungibile. regolare. 20 Cfr. Dichiarazione Universale dei
nel corso di quest’anno ricorre no ad atti di barbarie che offen- li del “Sessantotto”, l’interpreta- merosi focolai di conflitto — di Comunità internazionale, la quale ferenze alla popolazione, in parti- to” (Pacem in terris, 57). Essi han- l’uomo è privato della possibilità membro compie la propria opera,
il centenario della fine della Pri- dono la coscienza dell’umanità5. zione di alcuni diritti è andata Il disarmo integrale e lo svilup- quella che più volte ho chiamato nel contempo è chiamata ad ado- colare alle famiglie che risiedono no una precisa responsabilità ver- La Santa Sede auspica che tali di contribuire personalmente tra- nella consapevolezza che essa è al Diritti dell’Uomo, art. 18.
ma Guerra Mondiale: un conflitto D’altra parte, «il riconoscimento progressivamente modificandosi, po integrale sono strettamente “terza guerra mondiale a pezzi” — perarsi a creare le condizioni per nelle zone interessate dalla guerra so le proprie comunità, delle qua- sforzi, con i negoziati che si apri- mite la propria opera all’edifica- servizio del bene comune. 21 Art. 29.
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 8-9 gennaio 2018

sofferenza. Come ha fatto in-


volontariamente un piccolo di
due anni e mezzo di origine
romena per cui il risveglio dal
Il saluto del decano del corpo diplomatico al Pontefice riposino pomeridiano è stato
un momento magico. France-

D ialogo
sco è entrato nella sua stanza
mentre lui ancora dormiva.
Aprendo gli occhi ha visto
l’uomo vestito di bianco e

speranza e pace sgranandoli per l’incredulità


ha esclamato: «È il Papa!» su-
scitando il sorriso dei presenti.
Scendendo le scale di un al-
tro piano, il Pontefice ha quin-
Dialogo, speranza e pace: sono affrontare le sfide che minaccia- di visitato il Pronto soccorso
le parole chiave utilizzate dal de- no la pace». In tal senso l’amba- con le stanzette per l’osserva-
cano del corpo diplomatico ac- sciatore ha richiamato le attività zione temporanea, la sala gessi
creditato presso la Santa Sede, pianificate dalla Santa Sede per e quella delle emergenze. Infi-
l’ambasciatore angolano Armin- il prossimo futuro: l’incontro ne percorrendo un lungo corri-
do Fernandes do Espírito Santo mondiale delle famiglie in Irlan- doio si è diretto all’ultimo pa-
Vieira nel saluto rivolto al Papa da il prossimo agosto, il Sinodo Il Papa nella sede di Palidoro dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù diglione. Sulle pareti i dipinti
all’inizio dell’udienza di lunedì dei vescovi che a ottobre si riuni- realizzati nella ludoteca inter-

Due ore e mezza


mattina, 8 gennaio. rà per riflettere sui giovani, la fe- na “Il castello dei sogni”: sono
Dialogo, innanzitutto, perché de e il discernimento, la giornata tutti ispirati da fiabe o da sto-
esso è «il mezzo principale per mondiale della gioventù che si rie della Disney.
svolgerà all’inizio del 2019 a Pa- Particolarmente toccante la

con i piccoli malati


namá, e quindi la successiva as- sosta nel reparto di rianimazio-
semblea speciale del Sinodo dei ne, aperto 24 ore su 24. «I ge-
vescovi per la regione panamaz- nitori possono restare quanto
zonica. Tutte occasioni, ha detto vogliono, ma per i casi cronici
Relazioni il decano, in cui si richiede «uno noi li invitiamo a riposare, a
uscire» ha spiegato il primario
sguardo integrale sull’essere to. Ai genitori o direttamente e gli altri due figli che sono
con 183 stati umano» e «si evidenzia la com-
plessità delle relazioni, senza tra-
di GIANLUCA BICCINI
ai piccoli degenti ha chiesto con lei.
accennando a quella umaniz-
zazione della sofferenza che
«I bambini si esprimono me- informazioni sullo stato di sa- Tra i ragazzini ricoverati
scurare il contesto più ampio, caratterizza lo stile di assisten-
glio con i gesti che con le pa- lute. «Come stai?» la doman- qualcuno è particolarmente vi-
Sono 183 gli stati che attualmente l’ambiente, dove si verificano za dell’ospedale Bambino Ge-
role. I disegni che fanno sono da più ricorrente, seguita da vace e loquace, qualcun altro
intrattengono relazioni diplomatiche con eventi in grado di cambiare il sù. Del resto, in nome della
gesti che vengono dal loro un gesto affettuoso: una carez- dorme ancora: del resto qui c’è
la Santa Sede; il 4 maggio 2017 si sono corso della storia». continuità terapeutica, alcuni
cuore... e tante volte ci carez- za sul capo, una benedizione anche chi è stato in coma per
allacciate relazioni diplomatiche con la Vi è poi la speranza, con la percorsi di riabilitazione si
zano l’anima». In poche righe col segno di croce, ma anche oltre un anno. Le femminucce
Repubblica dell’Unione di Myanmar, a quale, come insegnava sant’Ago- prolungano ben oltre la mag-
autografe, Papa Francesco ha un bacio, un abbraccio — alcu- comunque si mostrano più in-
livello di nunziatura apostolica e di stino, occorre nutrire il futuro. Il giore età del paziente. Come
sintetizzato le emozioni prova- ni molto prolungati — e persi- traprendenti e curiose; rispon-
ambasciata. Ai summenzionati stati vanno diplomatico ha sottolineato l’im- nel caso di una ventiduenne
te durante la visita a sorpresa no un pollice alzato, un “batti dono facendo a loro volta do-
aggiunti l’Unione europea e il Sovrano pegno del Papa nel «portare a che da quando è nata fa avanti
di ben due ore e mezza, com- il cinque”, con il suo stile sem- mande. «Ti voglio bene» è il
Militare Ordine di Malta. chi è nel bisogno la consolazione e indietro con casa. «Spesso
piuta alla vigilia dell’Epifania plice e diretto. E per quelle disegno regalato al Papa da
Le cancellerie di ambasciata con sede a e l’incoraggiamento, con una nelle terapie domiciliari le
nella sede decentrata di Pali- mamme e quei papà coraggiosi Eleni, mentre Ludovica ha co-
Roma, incluse quelle speranza incrollabile». mamme e i papà diventano i
doro dell’ospedale pediatrico incontrati, sempre una parola lorato di rosso un grande cuo-
dell’Unione europea e del Tra l’altro, ha richia- nostri primi collaboratori» ha
Bambino Gesù. di conforto per infondere loro re. «Questo è il tuo cuore?» le
Sovrano Militare Ordine mato i viaggi pontifici: aggiunto il medico. E per i
La data apposta in calce dal forza nella prova. «Quanto chiede Francesco. «Sei brava», fuori sede c’è la possibilità di
di Malta, sono 89, «Una opportunità per Pontefice dopo la propria fir- dolore!» il suo commento ri- la incoraggia. dormire presso una delle 33 ca-
essendosi aggiunta nel ribadire il bisogno di ma, resterà indelebile nella sua corrente nei momenti di mag-
corso dell’anno cura nei confronti del e nella memoria di molte per-
l’ambasciata del Sud momento delicato che giore commozione.
sone, perché quello del pome- In dono il Papa ha lasciato
Africa. Hanno sede a il mondo attraversa». riggio del 5 gennaio 2018 è
Roma anche gli uffici Così «a Fátima pregò coroncine del rosario, ma so-
stato uno dei più lunghi e in- prattutto tanti giocattoli: la
della Lega degli Stati Maria affinché tutti di- tensi “venerdì della misericor-
Arabi, ventassero pellegrini, fattoria degli animali, bambo-
dia” vissuti da quando li ha lotti e bambole di pezza, pelu-
dell’O rganizzazione abbattendo muri e su- istituiti nel giubileo straordina-
internazionale per le perando confini», e in che, mattoncini per costruzio-
rio di due anni fa. ni, album con le figurine dei
migrazioni e dell’Alto Colombia ha invocato In automobile Francesco è
commissariato delle «la riconciliazione con calciatori, videogiochi e pu-
giunto nel nosocomio, a trenta pazzetti dei supereroi. Ma qui
Nazioni Unite per i parole che, in sostanza, chilometri a nord di Roma,
rifugiati. si applicano a processi i veri eroi del quotidiano non
cinque minuti prima delle indossano maschere né mantel-
Nel corso del 2017 si sono di pace necessari e at- quindici. Accompagnato dal-
firmati i seguenti accordi: tesi in diverse nazio- li; al massimo le mascherine di
l’aiutante di camera Zanetti, è
il 3 febbraio, l’Accordo ni». Non è mancato carta sulla bocca e i camici
stato accolto dalla presidente
quadro tra la Santa Sede un cenno al più recen- con i copriscarpe sterili mo-
Mariella Enoc e da monsignor
e la Repubblica del te viaggio in Myanmar nouso, di solito verdi, per non
Sapienza, reggente della Pre-
Congo sulle relazioni tra e in Bangladesh, dove, portare infezioni dall’esterno.
fettura della Casa pontificia. E
la Chiesa cattolica e lo ha detto il decano, Sono medici, infermieri, por-
subito ha iniziato a stringere le
stato; e il 22 agosto, Francesco «ha ricorda- tantini, volontari, gli stessi fa-
mani dei presenti, già all’in-
l’Accordo tra la Segreteria to il valore della sag- gresso del padiglione principa- migliari dei bambini, che si
di Stato e il Governo gezza per applicare la le intitolato a Paolo VI, il Papa dedicano con amore e pazien-
della Federazione Russa giustizia». E l’amba- che quarant’anni fa, nel 1978, za infiniti ad alleviarne le sof-
sui viaggi senza visto dei sciatore ha citato an- donò all’ospedale la gestione ferenze. E così alla vista del
titolari di passaporti che alcune parole pro- della cessata attività della Pon- Papa, che non si stancava di
diplomatici. Inoltre, il 22 nunciate dal Pontefice tificia opera di assistenza, spe- ripetere parole di gratitudine,
maggio 2017 la Santa durante la visita in cializzata nella cura della po- c’è chi è scoppiato in lacrime,
Sede ha aderito alla Dichiarazione sulle Egitto: «Oggi c’è bisogno di co- liomielite. chi ha pianto di gioia, chi è ri-
immunità giurisdizionali dei beni culturali struttori di pace, non di armi; Tutto nella struttura sanita- masto fermo, immobile, quasi Lungo i corridoi, da cui si mere della struttura di acco-
appartenenti a uno stato, un’iniziativa del oggi c’è bisogno di costruttori di ria richiama il mondo dell’in- paralizzato per l’incontro ina- vede il vicino mare, il Pontefi- glienza che si trova all’interno
Comitato dei consiglieri giuridici sul pace, non di provocatori di con- fanzia: dai lettini colorati ai spettato. ce si è fermato anche per qual- del complesso di Palidoro.
diritto internazionale pubblico (Cahdi) del flitti; di pompieri e non di in- disegni e ai quadri affissi lun- Salito in ascensore al secon- che selfie con gli operatori del Nella parte conclusiva del
Consiglio d’Europa a sostegno del cendiari; di predicatori di ricon- go le pareti, dai televisori che do piano, Francesco si è recato 118, gli operai, i manutentori, tragitto il Pontefice è anche
riconoscimento della natura ciliazione e non di banditori di trasmettono solo cartoni ani- anzitutto nel reparto di chirur- la vigilanza, il personale delle passato nei locali della mostra
consuetudinaria delle disposizioni della distruzione». mati alle siepi che nel giardino gia, dove ha trovato piccoli re- pulizie: tutti quegli uomini e «Caro Papa Francesco ti rega-
Convenzione delle Nazioni Unite sulle Il diplomatico ha ricordato duci da interventi operatori: quelle donne che contribuisco- lo un disegno», dove ha lascia-
esterno hanno la forma di ani-
immunità giurisdizionali degli stati e dei che in questo 2018 sarà celebrato alcuni sono neonati e il più no alla vita quotidiana nelle to il suo messaggio autografo
mali come gli elefantini. E in
loro beni, del 2 dicembre 2004, relative piccolo ha appena una ventina corsie dell’ospedale. Per tutti sul registro dei visitatori, con-
il primo centenario della fine questi giorni di festa non pote-
alla protezione dei beni appartenenti al di giorni. Giovanna invece ha un «grazie per quello che fa- cludendolo con il consueto:
della prima guerra mondiale, ma vano mancare nei vari ambien-
patrimonio storico o artistico di uno stato 15 anni ed è affetta da una gra- te». «Con la mia benedizione e,
anche come il conflitto che seguì ti i presepi con il Bambinello
in prestito temporaneo a un altro stato. ve patologia da quando è nata. A piedi Francesco è poi sce- per favore, pregate per me».
fu ancora più nefasto. Da certe adorato dai magi e gli alberi Ultima tappa il reparto di
Infine, il 20 settembre 2017, la Santa Sede, esperienze nacquero «l’Onu e le di Natale addobbati con sfere «E la sua mamma combatte so al primo piano, dove c’è la
anche a nome e per conto dello Stato riabilitazione neurologica e
altre organizzazioni che rappre- e nastri. con lei» gli dice una caposala pediatria multispecialistica. A
della Città del Vaticano, ha firmato il neuroriabilitazione multispe-
sentano e lavorano a nome della Percorrendo i lunghi corri- ancora capace di stupirsi no- dargli il benvenuto, tra gli al-
Trattato sulla proibizione delle armi cialistica, dove un giovane “fe-
comunità internazionale per il doi, i cui muri trasudano dolo- nostante la pluriennale espe- tri, un’infermiera nata il suo steggiava” un compleanno
nucleari, adottato il 7 luglio 2017 al bene dei popoli». re e speranza, Francesco è en- rienza di servizio. Un giovane stesso giorno. «Ma non nello davvero speciale: il secondo
termine della Conferenza delle Nazioni La pace, quindi: un dono mes- trato quasi in punta di piedi in papà accanto al primogenito stesso anno» ha puntualizzato anniversario del suo trapianto
Unite finalizzata a negoziare uno so continuamente in discussione ognuna delle stanze dei tre pa- ammalato, presenta al Pontefi- il Papa con una battuta, quasi di cuore. Nella stanza accanto
strumento giuridicamente vincolante per in un anno «contrassegnato da diglioni con circa 160 posti let- ce in videochiamata la moglie a voler stemperare il clima di il tenero abbraccio a una bam-
proibire le armi nucleari; contestualmente bina indiana e a due coetanei
minacce e tensioni non indiffe-
è stato consegnato il relativo strumento di nordafricani: uno libico e uno
renti», con la tragica realtà delle
ratifica. libanese. Si chiamano entram-
migrazioni forzate (richiamata,
per esempio, dal Papa nella visi- bi Mohamed e il secondo fa
ta alla Fao) e il problema della da “mediatore culturale” con i
«gestione dei rifugiati» che va genitori che non parlano italia-
affrontato da vari punti di vista: no.
«sociale, economico, culturale ed Verso le 17.30, prima del
congedo, il Papa ha ricevuto
† etico». O ancora le «tensioni e le
dalle mani di Mariella Enoc
difficoltà in Africa, Asia e Medio
L’Amministrazione del Patrimonio della Sede una statuina in legno che rap-
oriente» descritte anche nel re-
Apostolica partecipa al dolore dei familiari per presenta san Giuseppe: «ma
la scomparsa del cente messaggio del Papa per la
questo è in piedi, sveglio» ha
giornata mondiale della pace. fatto notare la presidente, rife-
D ottor Ferite aperte che trovano, pur- rendosi alla devozione del
troppo, nel 2018, continuità in Pontefice per il santo che dor-
PETER SUTHERLAND «conflitti che non sono ancora me. Lo ha realizzato un giova-
Consultore dell’Ufficio cessati» e in decine di paesi che ne artigiano di Bangui, dove
ancora sono sotto il mirino degli proprio per volere di France-
affidandolo con memoria grata alla misericordia «attacchi terroristici». Ma, nono-
del Signore.
sco, il nosocomio romano por-
stante certi dati negativi, ha con- ta avanti un progetto di for-
Città del Vaticano, 8 gennaio 2018 cluso l’ambasciatore, «è impera- mazione di medici per il locale
tivo reagire con speranza». centro pediatrico.
lunedì-martedì 8-9 gennaio 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

Alla messa dell’Epifania il Pontefice esorta ad abbandonare comodità e paure

Per trovare Gesù


bisogna mettersi in gioco
«Per trovare Gesù bisogna lasciare la paura di mettersi in gioco, di fede, come di qualcosa che si sa
l’appagamento di sentirsi arrivati, la pigrizia di non chiedere più nulla alla già, ma non ci si mette in gioco
vita»: è questa la lezione sempre attuale offerta dai Magi all’umanità e personalmente per il Signore. Si
rilanciata da Papa Francesco durante la messa della solennità dell’Epifania, parla, ma non si prega; ci si la-
sabato mattina, 6 gennaio, nella basilica vaticana. menta, ma non si fa il bene. I Ma-
gi, invece, parlano poco e cammi-
nano molto. Pur ignari delle verità
Tre gesti dei Magi orientano il no- sce. Sono stelle cadenti, che depi- di fede, sono desiderosi e in cam- della vita giunge al dono. Donare coli. Chi sono? Sono proprio quel- che ci amano, facciamo come i pa-
stro percorso incontro al Signore, stano anziché orientare. La stella mino, come evidenziano i verbi del gratuitamente, per il Signore, senza li che non hanno da ricambiare, gani (cfr. Mt 5, 46-47). Guardiamo
che oggi si manifesta come luce e del Signore, invece, non è sempre aspettarsi qualcosa in cambio: que- come il bisognoso, l’affamato, il le nostre mani, spesso vuote di
Vangelo: «venuti ad adorarlo» (v.
salvezza per tutte le genti. I Magi folgorante, ma sempre presente; è sto è segno certo di aver trovato forestiero, il carcerato, il povero amore, e proviamo oggi a pensare
2), «partirono; entrati, si prostraro-
mite; ti prende per mano nella vi- Gesù, che dice: «Gratuitamente (cfr. Mt 25, 31-46). Offrire un do- a un dono gratuito, senza contrac-
vedono la stella, camminano e offrono no; fecero ritorno» (vv. 9. 11. 12):
ta, ti accompagna. Non promette avete ricevuto, gratuitamente date» no gradito a Gesù è accudire un cambio, che possiamo offrire. Sarà
doni. sempre in movimento. (Mt 10, 8). Fare il bene senza cal- malato, dedicare tempo a una per-
ricompense materiali, ma garanti- gradito al Signore. E chiediamo a
Vedere la stella. È il punto di sce la pace e dona, come ai Magi, Offrire. Arrivati da Gesù, dopo il coli, anche se nessuno ce lo chie- sona difficile, aiutare qualcuno che
lungo viaggio, i Magi fanno come Lui: “Signore, fammi riscoprire la
partenza. Ma perché, potremmo «una gioia grandissima» (Mt 2, de, anche se non ci fa guadagnare non ci suscita interesse, offrire il
Lui: donano. Gesù è lì per offrire nulla, anche se non ci fa piacere. perdono a chi ci ha offeso. Sono gioia di donare”.
10). Chiede, però, di camminare.
la vita, essi offrono i loro beni pre- Dio questo desidera. Egli, fattosi doni gratuiti, non possono manca- Cari fratelli e sorelle, facciamo
Camminare, la seconda azione
ziosi: oro, incenso e mirra. Il Van- piccolo per noi, ci chiede di offrire re nella vita cristiana. Altrimenti, come i Magi: guardare in alto,
dei Magi, è essenziale per trovare
Gesù. La sua stella, infatti, do- gelo si realizza quando il cammino qualcosa per i suoi fratelli più pic- ci ricorda Gesù, se amiamo quelli camminare, e offrire doni gratuiti.
manda la decisione del cammino,
la fatica quotidiana della marcia;
Nella basilica chiede di liberarsi da pesi inutili e
da fastosità ingombranti, che in-
vaticana tralciano, e di accettare gli impre- All’Angelus in piazza San Pietro
visti che non compaiono sulla
mappa del quieto vivere. Gesù si
Vedere la stella, camminare, offrire.
Ricordando i gesti dei magi, Papa
lascia trovare da chi lo cerca, ma
per cercarlo bisogna muoversi,
In cammino con i magi
Francesco, durante la messa nella solennità uscire. Non aspettare; rischiare.
dell’Epifania, dall’altare della Confessione Non stare fermi; avanzare. È esi-
della basilica di San Pietro ha rinnovato gente Gesù: a chi lo cerca propone I magi «non esitano a mettersi renza dei sommi sacerdoti e me Gesù non dice nulla... sto copti e inviando un saluto
l’invito ad andare incontro al Signore che di lasciare le poltrone delle como- in cammino» e «con grande degli scribi. Erano molto co- tranquillo...”. Oppure ho paura al patriarca Tawadros II.
dità mondane e i tepori rassicuran- premura cercano di individuare modi questi. Essi conoscono le di Gesù e nel mio cuore vorrei
interpella ogni cristiano. Con il Pontefice
ti dei propri caminetti. Seguire dove si possa trovare il re Scritture e sono in grado di farlo fuori? Cari fratelli e sorelle,
hanno concelebrato ventitré cardinali, tra i
Gesù non è un educato protocollo neonato». È questo dare la risposta giusta sul luo-
quali Sodano, decano del Collegio, l’atteggiamento che il Pontefice L’egoismo può indurre a alcune Chiese orientali, cattoli-
da rispettare, ma un esodo da vi- go della nascita: «A Betlemme
ventidue presuli, e oltre duecento fra ha suggerito a ogni cristiano di Giudea, perché così è scritto considerare la venuta di Gesù che e ortodosse, celebrano in
prelati della Curia romana e sacerdoti. Al vere. Dio, che liberò il suo popolo
attraverso il tragitto dell’esodo e riflettendo sul significato per mezzo del profeta» (v. 5); nella propria vita come una mi- questi giorni il Natale del Si-
momento della consacrazione sono saliti dell’Epifania durante l’Angelus sanno, ma non si scomodano
chiamò nuovi popoli a seguire la
all’altare i porporati Sodano, Re, Tomko e recitato il 6 gennaio in piazza per andare a trovare il Messia.
sua stella, dona la libertà e distri-
Saraiva Martins. Il servizio liturgico è stato San Pietro. E Betlemme è a pochi chilome-
buisce la gioia sempre e solo in
svolto dai ministranti del collegio Urbano cammino. In altre parole, per tro- tri, ma loro non si muovono.
di Propaganda fide, mentre i canti sono vare Gesù bisogna lasciare la pau- Cari fratelli e sorelle, buona Ancora più negativo è il ter-
stati eseguiti dalla Cappella sistina, dal ra di mettersi in gioco, l’appaga- festa! zo atteggiamento, quello di
coro guida Mater Ecclesiae e dal coro della mento di sentirsi arrivati, la pigri- Oggi, festa dell’Epifania del Erode: la paura. Lui ha paura
cattedrale di New York. Alla messa hanno zia di non chiedere più nulla alla Signore, il Vangelo (cfr. Mt 2, che quel Bambino gli tolga il
partecipato, tra gli altri, l’arcivescovo vita. Occorre rischiare, semplice- 1-12) ci presenta tre atteggia- potere. Chiama i Magi e si fa
Gänswein, prefetto della Casa pontificia, e mente per incontrare un Bambino. menti con i quali è stata accol- dire quando era apparsa loro la
monsignor Sapienza, reggente della Ma ne vale immensamente la pe- ta la venuta di Cristo Gesù e la stella, e li invia a Betlemme di-
Prefettura. Alle intenzioni dei fedeli si è na, perché trovando quel Bambi- sua manifestazione al mondo. cendo: «Andate e informatevi
pregato in filippino per il Papa e tutti i no, scoprendo la sua tenerezza e il Il primo atteggiamento: ricerca, [...] sul bambino e, quando
vescovi, in ungherese per i giudici, in suo amore, ritroviamo noi stessi. ricerca premurosa; il secondo: l’avrete trovato, fatemelo sape-
aramaico per gli anziani e le persone sole, Mettersi in cammino non è faci- indifferenza; il terzo: paura. re, perché anch’io venga ad
in birmano per i cristiani perseguitati, in le. Il Vangelo ce lo mostra attra- Ricerca premurosa: I Magi adorarlo» (vv. 7-8). In realtà,
cinese per gli scienziati e gli uomini di verso i vari personaggi. C’è Erode, non esitano a mettersi in cam- Erode non voleva andare ad
cultura. Durante il rito è stato dato il turbato dal timore che la nascita di mino per cercare il Messia. adorare Gesù; Erode vuole sa-
tradizionale annuncio del giorno di Pasqua un re minacci il suo potere. Perciò Giunti a Gerusalemme chiedo- pere dove si trova il bambino
(1° aprile) e delle altre ricorrenze dell’anno organizza riunioni e manda altri a no: «Dov’è colui che è nato, il non per adorarlo, ma per eli-
naccia. Allora si cerca di sop- gnore. Ad esse rivolgo il mio
liturgico: la Quaresima inizierà il 14 raccogliere informazioni; ma lui re dei Giudei? Abbiamo visto minarlo, perché lo considera
primere o di far tacere il mes- augurio più cordiale: questa
febbraio, mercoledì delle Ceneri; il 10 non si muove, sta chiuso nel suo spuntare la sua stella e siamo un rivale. E guardate bene: la
saggio di Gesù. Quando si se- gioiosa celebrazione sia fonte
palazzo. Anche «tutta Gerusalem- venuti ad adorarlo» (v. 2). paura porta sempre all’ipocri-
maggio sarà l’Ascensione del Signore, il 20 guono le ambizioni umane, le di nuovo vigore spirituale e di
me» (v. 3) ha paura: paura delle Hanno fatto un lungo viaggio sia. Gli ipocriti sono così per-
maggio la Pentecoste e il 31 maggio il prospettive più comode, le in- comunione tra tutti noi cristia-
novità di Dio. Preferisce che tutto e adesso con grande premura ché hanno paura nel cuore.
Corpus Domini; il 2 dicembre, la prima clinazioni del male, Gesù viene ni, che lo riconosciamo come
resti come prima — “si è sempre cercano di individuare dove si Questi sono i tre atteggia- avvertito come un ostacolo.
domenica di Avvento. Signore e Salvatore. E vorrei
fatto così” — e nessuno ha il corag- possa trovare il Re neonato. A menti che troviamo nel Vange- D’altra parte, è sempre pre- esprimere, in modo speciale, la
gio di andare. Più sottile è la ten- Gerusalemme si rivolgono al re lo: ricerca premurosa dei Magi, sente anche la tentazione del- mia vicinanza ai cristiani orto-
tazione dei sacerdoti e degli scribi. Erode, il quale chiede ai som- indifferenza dei sommi sacerdoti, l’indifferenza. Pur sapendo che dossi copti, e salutare cordial-
Essi conoscono il luogo esatto e lo mi sacerdoti e agli scribi di in- degli scribi, di quelli che conosce-
formarsi sul luogo in cui dove- Gesù è il Salvatore — nostro, di mente il mio fratello Tawadros
segnalano a Erode, citando anche vano la teologia; e paura, di noi tutti —, si preferisce vivere II nella gioiosa occasione della
chiederci, solo i Magi hanno visto la profezia antica. Sanno, ma non va nascere il Messia. Erode. E anche noi possiamo
la stella? Forse perché in pochi come se non lo fosse: invece di consacrazione della nuova Cat-
fanno un passo verso Betlemme. A questa ricerca premurosa pensare e scegliere: quale dei comportarsi in coerenza alla tedrale al Cairo.
avevano alzato lo sguardo al cielo. Può essere la tentazione di chi è dei Magi, si contrappone il se- tre assumere? Io voglio andare
Spesso, infatti, nella vita ci si ac- propria fede cristiana, si seguo- L’Epifania è anche la Gior-
credente da tempo: si disquisisce condo atteggiamento: l’indiffe- con premura da Gesù? “Ma a no i principi del mondo, che
contenta di guardare per terra: ba- nata Missionaria dei Ragazzi,
stano la salute, qualche soldo e un inducono a soddisfare le incli- che quest’anno invita i ragazzi
po’ di divertimento. E mi doman- nazioni alla prepotenza, alla se- missionari a fare proprio lo
do: noi, sappiamo ancora alzare lo te di potere, alle ricchezze. sguardo di Gesù, perché diven-
sguardo al cielo? Sappiamo sogna- Siamo invece chiamati a se- ti la guida preziosa del loro
re, desiderare Dio, attendere la sua Ufficio delle celebrazioni liturgiche del Sommo Pontefice guire l’esempio dei Magi: esse- impegno di preghiera, di fra-
novità, o ci lasciamo trasportare re premurosi nella ricerca, pronti ternità e di condivisione con i
dalla vita come un ramo secco dal
vento? I Magi non si sono accon-
Calendario a scomodarci per incontrare
Gesù nella nostra vita. Ricer-
coetanei più bisognosi.
Rivolgo il mio cordiale salu-
tentati di vivacchiare, di galleggia-
re. Hanno intuito che, per vivere
delle celebrazioni presiedute dal Papa carlo per adorarlo, per ricono-
scere che Lui è il nostro Signo-
to a tutti voi, singoli pellegrini,
famiglie, gruppi parrocchiali e
davvero, serve una meta alta e per- re, Colui che indica la vera via
associazioni, provenienti dal-
ciò bisogna tenere alto lo sguardo. da seguire. Se abbiamo questo
l’Italia e da diversi Paesi. In
Ma, potremmo chiederci ancora, Gennaio 2018 Febbraio zione e imposizione delle Ce-
neri.
atteggiamento, Gesù realmente
particolare saluto i fedeli di La-
perché, tra quanti alzavano lo ci salva, e noi possiamo vivere
25 GIOVEDÌ 2 VENERDÌ una vita bella, possiamo cresce- vello e quelli di San Martino
sguardo al cielo, tanti altri non in Rio, le Suore di San Giu-
SOLENNITÀ FESTA DELLA PRESENTAZIONE 18 ID OMENICA re nella fede, nella speranza,
hanno seguito quella stella, «la sua seppe dell’apparizione, i cresi-
DELLA CONVERSIONE DEL SIGNORE DI QUARESIMA nella carità verso Dio e verso i
stella» (Mt 2, 2)? Forse perché mandi di Bonate Sotto e Ro-
non era una stella appariscente, DI SAN PAOLO nostri fratelli.
Basilica Vaticana, ore 17.30, Ariccia, inizio degli esercizi mano di Lombardia.
che splendeva più di altre. Era una Santa Messa con i Membri Invochiamo l’intercessione di
Basilica di San Paolo fuori spirituali per la Curia Roma- Maria Santissima, stella del- Un saluto speciale al corteo
stella — dice il Vangelo — che i degli Istituti di Vita Consacra-
le Mura, ore 17.30, Celebrazio- na. l’umanità pellegrina nel tempo. storico-folcloristico che pro-
Magi videro appena «spuntare» ta e delle Società di Vita Apo-
ne dei Secondi Vespri, Con il suo aiuto materno, pos- muove i valori dell’Epifania e
(vv. 2. 9). La stella di Gesù non stolica, XXII Giornata Mondia-
acceca, non stordisce, ma invita LI Settimana di preghiera per 23 VENERDÌ sa ogni uomo giungere a Cri- che quest’anno è dedicato al
l’unità dei cristiani le della Vita Consacrata. territorio dei Monti Prenestini.
gentilmente. Possiamo chiederci sto, Luce di verità, e il mondo
Conclusione degli esercizi progredire sulla via della giu- Desidero ricordare anche il cor-
quale stella scegliamo nella vita.
28 D OMENICA 14 MERCOLEDÌ spirituali per la Curia Roma- stizia e della pace. teo dei Magi che si svolge in
Ci sono stelle abbaglianti, che su-
DELLE CENERI na. numerose città della Polonia
scitano emozioni forti, ma che non IV DEL TEMPO ORDINARIO
orientano il cammino. Così è per il Al termine della preghiera con larga partecipazione di fa-
Chiesa di Sant’Anselmo, ore Città del Vaticano, 4 gen- miglie e associazioni.
successo, il denaro, la carriera, gli Basilica di Santa Maria mariana il Papa ha rivolto un
16.30, Statio e processione pe- naio 2018
onori, i piaceri ricercati come sco- Maggiore, ore 9, Santa Messa augurio ai fedeli delle Chiese A tutti voi auguro una buo-
nitenziale.
po dell’esistenza. Sono meteore: in occasione della Festa della Monsignor Guido Marini orientali che celebrano il Natale, na festa. Per favore, non di-
brillano per un po’, ma si schian- traslazione dell’icona della Sa- Basilica di Santa Sabina, Maestro delle Celebrazioni esprimendo in particolare la sua menticatevi di pregare per me.
tano presto e il loro bagliore svani- lus Populi Romani. ore 17, Santa Messa, benedi- Liturgiche Pontificie vicinanza ai cristiani ortodossi Buon pranzo e arrivederci!
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 8-9 gennaio 2018

Trentaquattro
neonati
Diciassette neonate, tra cui due
coppie di gemelline, e diciassette
Messa a Santa Marta neonati hanno ricevuto il
battesimo da Papa Francesco

Se si offendono
domenica mattina, 7 gennaio,
nella Cappella Sistina. I piccoli —
figli di dipendenti vaticani — Elisa
Anna Claudia Alpigiani, Federico

i deboli
Alviti, Elisabetta Maria Dorotea
Barbagallo La Rosa, Davide
Brandimarte, Elena Rosa
Giovanna Cantore, Andrea Maria
Capussotto, Gianluca Caputo,
Celeste Cara, Francesco Ciampitti,
Aggredire e disprezzare la persona deboli? Cosa c’è dentro che ci por- Ilaria Cristina Aurora Citani,
più debole, perché straniera o disa- ta a comportarci così?». Si tratta di Il Papa spiega ai genitori come trasmettere la fede ai figli Andrea Alfio Aurelio Cristaldi,
bile, è una «traccia del peccato ori- «una cosa che è abituale, come se Benedetta De Rossi, Gaia Di

Nel dialetto dei bambini


ginale» e dell’«opera di Satana». io avessi bisogno di disprezzare Giacinto, Sofia Di Lecce,
Ed è impressionante constatare che l’altro per sentirmi sicuro. Come Christian Di Marco, Alessandro
oggi gravi episodi di bullismo av- una necessità». Giustini, Giordano Ianni, Désirée
vengono anche nelle scuole, e ve- A questo proposito Francesco ha Martinelli, Michele Nocchi, Marta
dono protagonisti bambini e ragaz- voluto condividere un episodio del- Palumbo, Marco Pascucci, Marta
zi. Papa Francesco — nella messa la sua vita. «Io ricordo — questo Ricci, Beatrice Maria e Lucrezia
La trasmissione della fede va fatta anzitutto «nel sono, ma è la lingua che piace tanto a Gesù. E
celebrata lunedì 8 gennaio a Santa succede anche tra i bambini — da Maria Santoro, Romeo Saracino
dialetto della famiglia», ossia nella «lingua dei nelle vostre preghiere siate semplici come loro,
Marta — ha chiesto di non cedere bambino, avrò avuto sette anni: nel Castro, Camilla Schiappa, Gabriel
bambini». Lo ha ricordato il Papa ai genitori dei dite a Gesù quello che viene nel vostro cuore
quartiere c’era una donna, sola, un Francesco Scott, Fabiola Stella,
alla crudeltà e alla malvagità di bambini battezzati domenica mattina, 7 gennaio, come lo dicono loro. Oggi lo diranno col pian-
po’ mattocca. E lei tutta la giorna- Paolo Tagnani, Matteo Federico
prendersela con i più deboli, ai nella Cappella Sistina. to, sì, come fanno i bambini. Il dialetto dei ge-
ta camminava per il quartiere, salu- Riccardo Temperini, Luca
quali invece bisogna stare vicini nitori che è l’amore per trasmettere la fede, e il Terzano, Caterina e Matilde
con la compassione autentica. E ha tava, diceva stupidaggini e nessuno Cari genitori, dialetto dei bambini che va accolto dai genitori Tommassini, e Giuliana Carla
capiva cosa dicesse, non faceva del
anche voluto condividere un toc- voi portate al Battesimo i vostri figli, e questo è per crescere nella fede. Maria Zamponi erano
male a nessuno. Le donne del
cante ricordo personale di quando il primo passo per quel compito che voi avete, Continueremo adesso la cerimonia; e se loro accompagnati da genitori,
quartiere le davano da mangiare,
era bambino a Buenos Aires. il compito della trasmissione della fede. incominciano a fare il concerto è perché non madrine e padrini, e da alcuni
qualcuna anche qualche vestito. Vi-
Nella «prima lettura incomincia Ma noi abbiamo bisogno dello Spirito Santo sono comodi, o hanno troppo caldo, o non si parenti. Il Papa ha presieduto la
veva da sola. Girava tutta la gior-
la storia di Samuele — ha fatto su- per trasmettere la fede, da soli non possiamo. sentono a loro agio, o hanno fame... Se hanno messa, concelebrata dagli
nata e poi andava nella sua stanza, arcivescovi Gänswein, prefetto
bito notare Francesco nell’omelia, viveva in una stanzina povera, lì». Poter trasmettere la fede è una grazia dello Spi- fame, allattateli, senza paura, date loro da man-
riferendosi al passo biblico tratto rito Santo, la possibilità di trasmetterla; ed è della Casa Pontificia, Krajewski,
Quella donna, ha ricordato an- giare, perché anche questo è un linguaggio di
proprio dal primo libro di Samuele per questo che voi portate qui i vostri figli, per- elemosiniere, Gloder, presidente
cora il Pontefice, «si chiamava An- amore.
(1, 1-8) — e c’è una cosa che attira ché ricevano lo Spirito Santo, ricevano la Trini- della Pontificia accademia
giolina, e noi bambini la prendeva- ecclesiastica, e dal vescovo Vérgez
l’attenzione: quest’uomo, che sarà tà — il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo — che
mo in giro. Uno dei giochi che noi Alzaga, segretario generale del
il papà di Samuele, è un uomo — si abiterà nei loro cuori.
avevamo era: “andiamo a cercare la Governatorato dello Stato della
chiamava Elkanà — e aveva due Angiolina per divertirci un po’”. Vorrei dirvi una cosa soltanto, che riguarda Città del Vaticano. Alla preghiera
mogli. Una aveva dei figli, l’altra, Ancora, quando penso a questo, voi: la trasmissione della fede si può fare soltan- dei fedeli, il diacono ha elevato
no. E questa che aveva dei figli, penso: “Ma quanta malvagità an- to “in dialetto”, nel dialetto della famiglia, nel anche un’intenzione «per i
Peninnà si chiamava; l’altra si chia- che nei bambini! Prendersela con il dialetto di papà e mamma, di nonno e nonna. bambini che soffrono per i
mava Anna, che sarebbe la mamma più debole!”. E oggi lo vediamo Poi verranno i catechisti a sviluppare questa maltrattamenti, per la fame e per
di Samuele, non ne aveva, era steri- prima trasmissione, con idee, con spiegazioni... le malattie», invocando dal
continuamente, nelle scuole, con il
le». Ma Peninnà, ha spiegato il Pa- Ma non dimenticatevi questo: si fa “in dialet- Signore «uomini e donne capaci
fenomeno del bullying: aggredire il
to”, e se manca il dialetto, se a casa non si parla di chinarsi su di loro con carità
pa, «invece di aiutarla o consolarla, debole, perché tu sei grasso o per-
fra i genitori quella lingua dell’amore, la tra- instancabile». Il rito, diretto da
l’affliggeva con durezza. La mal- ché tu sei così o tu sei straniero o smissione non è tanto facile, non si potrà fare.
perché tu sei nero, monsignor Marini, maestro delle
Non dimenticatevi. Il vostro compito è trasmet- Celebrazioni liturgiche pontificie,
per questo aggredire, tere la fede ma farlo col dialetto dell’amore del-
aggredire. I bambini, è stato animato dai canti della
la vostra casa, della famiglia. Cappella Sistina, diretta dal
i ragazzi». Dunque,
non se la sono presa Anche loro [i bambini] hanno il proprio “dia- maestro Palombella. Al termine
con i più deboli «so- letto”, che ci fa bene sentire! Adesso tutti stan- della messa i genitori hanno
lo Peninnà o Agar o no zitti, ma è sufficiente che uno dia il tono e ricevuto in dono dal Papa un
poi l’orchestra segue! Il dialetto dei bambini! E piccolo bassorilievo ovale dorato
le mogli di Tobia e di
Gesù ci consiglia di essere come loro, di parlare raffigurante la Vergine e il
Giobbe»; lo fanno
come loro. Noi non dobbiamo dimenticare que- Bambino, con lo stemma
«anche i bambini».
sta lingua dei bambini, che parlano come pos- pontificio inciso sul retro.
«Questo significa
che c’è qualcosa den-
tro di noi che ci por-
ta a questo, all’ag-
gressione del debole»
ha affermato il Pon- All’Angelus il Pontefice parla del battesimo
tefice. E «credo che

Ricordare
sia una delle tracce
del peccato originale,
perché questo — ag-
L’esortazione a non dimenticare di loro, e su tutti i bambini
gredire il debole — è
stato l’ufficio di Sata-
na dall’inizio: lo ha
il giorno del battesimo, perché
è «la data del grande perdono», quella data che sono stati battezzati recen-
temente, invoco la materna
fatto con Gesù e lo è stata rivolta dal Papa ai fedeli protezione della Madre di Dio,
che hanno seguito l’Angelus sorte dell’essere umano, e Gesù quale giorno siete stati battez- perché, aiutati dall’esempio dei
fa con noi, con le no-
in piazza San Pietro o attraverso ne è il Segno tangibile e defi- zati? Ognuno ci pensi. E se loro genitori, dei padrini e del-
stre debolezze». Ma
i mezzi di comunicazione nitivo. Lui si è fatto carico di non conoscete la data o l’avete le madrine, crescano come di-
«noi lo facciamo con
a mezzogiorno di domenica tutti noi, si fa carico di tutti dimenticata, tornando a casa,
gli altri. Non c’è scepoli del Signore.
7 gennaio, festa del battesimo noi, nella vita, nei giorni. chiedete alla mamma, alla non-
compassione in Sata- A tutti auguro una buona
del Signore. Il Vangelo di oggi sottolinea na, allo zio, alla zia, al nonno,
na: non c’è posto per al padrino, alla madrina: quale domenica e un buon cammino
la compassione. E che Gesù, «uscendo dall’ac-
Cari fratelli e sorelle, qua, vide squarciarsi i cieli e lo data? E quella data dobbiamo nell’anno da poco iniziato,
quando si aggredisce sempre averla nella memoria,
buongiorno! Spirito discendere verso di lui
Jazmin Negro, «Soffrire in silenzio. Bullismo» il debole, manca perché è una data di festa, è la
compassione. Sempre L’odierna festa del battesimo come una colomba» (Mc 1,
10). Lo Spirito Santo, che ave- data della nostra santificazione
c’è bisogno di spor- del Signore conclude il tempo iniziale, è la data nel quale il
trattava e umiliava: “Tu sei sterile”. care l’altro, di aggredire l’altro, co- del Natale e ci invita a pensare va operato fin dall’inizio della
creazione e aveva guidato Mo- Padre ci ha dato lo Spirito
Si faceva beffa». me faceva questa donna» nel brano al nostro battesimo. Gesù ha Santo che ci spinge a cammi-
«Lo stesso accade — ha osservato biblico proposto dalla liturgia. voluto ricevere il battesimo sè e il popolo nel deserto, ora
nare, è la data del grande per-
il Pontefice — con Agar e Sara, le «Si tratta di un’aggressione che predicato e amministrato da scende in pienezza su Gesù
dono. Non dimenticatevi: qua-
mogli di Abramo, la schiava e la viene da dentro e vorrebbe annien- Giovanni Battista nel Giorda- per dargli la forza di compiere
le è la mia data del battesimo?
moglie. Agar aveva un figlio, Sara tare l’altro perché è debole» ha ri- no. Si trattava di un battesimo la sua missione nel mondo. È
lo Spirito l’artefice del battesi- Invochiamo la materna pro-
era sterile e Agar la insultava, la lanciato il Papa. «Gli psicologi da- di penitenza: quanti vi si acco-
mo di Gesù e anche del nostro tezione di Maria Santissima,
maltrattava, la prendeva in giro. ranno spiegazioni buone, profonde stavano esprimevano il deside-
battesimo. Lui ci apre gli occhi perché tutti i cristiani possano
Perché non avevano una ricchezza, — ha aggiunto — ma io soltanto di- rio di essere purificati dai pec-
del cuore alla verità, a tutta la comprendere sempre più il do-
che è un figlio». E ancora: «Pos- co» che lo fanno «anche i bambi- cati e, con l’aiuto di Dio, si
verità. Spinge la nostra vita sul no del Battesimo e si impegni-
siamo pensare anche, per non pen- ni»; e «questa è una delle tracce impegnavano a iniziare una
sentiero della carità. Lui è il no a viverlo con coerenza, te-
sare soltanto ai peccati delle don- del peccato originale, questa è ope- nuova vita.
dono che il Padre ha fatto a stimoniando l’amore del Padre
ne, come Golia, quel soldato gran- ra di Satana». Così «come quando Comprendiamo allora la e del Figlio e dello Spirito
de che aveva tutto, tutte le possibi- abbiamo un buon desiderio di fare grande umiltà di Gesù, Colui ciascuno di noi nel giorno del
nostro battesimo. Lui, lo Spiri- Santo.
lità di vincere, era il più forte, un’opera buona, un’opera di carità, che non aveva peccato, nel
quando vide Davide lo disprezzò». diciamo: “È lo Spirito Santo che mettersi in fila con i penitenti, to, ci trasmette la tenerezza del
perdono divino. Ed è ancora Al termine della recita
In pratica Golia «si faceva beffa mi ispira a fare questo”. Quando mescolato fra loro per essere
Lui, lo Spirito Santo, che fa ri- della preghiera mariana
del debole». Inoltre, ha proseguito noi ci accorgiamo che abbiamo battezzato nelle acque del fiu-
suonare la Parola rivelatrice del il Pontefice, come di consueto,
Francesco, «possiamo anche pensa- dentro di noi questo desiderio di me. Quanta umiltà ha Gesù! E
Padre: «Tu sei il mio Figlio» ha salutato i vari gruppi
re alla moglie di Giobbe», a «come aggredire quello perché è debole, Così facendo, Egli ha manife- Gloria Ssali, «Battesimo di Gesù»
(v. 11). di pellegrini presenti.
vedendolo ammalato, umiliato, lo non dubitiamo: c’è il diavolo, lì. stato ciò che abbiamo celebra-
disprezzò, lo maltrattò». Lo stesso Perché questa è opera del diavolo, to nel Natale: la disponibilità La festa del battesimo di Cari fratelli e sorelle,
«anche la moglie di Tobia». aggredire il debole». di Gesù a immergersi nel fiu- Gesù invita ogni cristiano a grazie alla luce che ci ha dona-
Davanti a queste realtà, ha detto In conclusione il Papa ha sugge- me dell’umanità, a prendere su fare memoria del proprio battesi- saluto tutti voi, fedeli di Ro- to Gesù nel suo Natale.
il Papa, «io mi domando: cosa c’è rito di chiedere «al Signore che ci di sé le mancanze e le debolez- mo. Io non posso farvi la do- ma e pellegrini dall’Italia e da
diversi Paesi. Saluto in parti- Non dimenticatevi il compi-
dentro queste persone? Cosa c’è aiuti a vincere questa crudeltà», ze degli uomini, a condividere manda se voi ricordare il gior-
colare i fedeli provenienti dal- to a casa: qual è la data del
dentro di noi, che ci porta a di- consapevoli «che tutti noi abbiamo il loro desiderio di liberazione no del vostro battesimo, per-
la Corea del Sud e quelli di mio battesimo? In quale gior-
sprezzare, a maltrattare, a farci bef- la possibilità di farla: tutti noi!». E e di superamento di tutto ciò ché la maggioranza di voi era-
Biella. no sono stato battezzato o bat-
fa dei più deboli?». In effetti «si ha auspicato anche che il Signore che allontana da Dio e rende vate bambini, come me; da
tezzata? Capito?
capisce, al limite, che uno se la «ci dia la grazia della compassione, estranei ai fratelli. Come a Be- bambini siamo stati battezzati. Anche quest’anno, nel-
prenda con uno che è più forte: quella è di Dio: Dio che ha com- tlemme, anche lungo le rive Ma vi faccio un’altra doman- l’odierna festa del Battesimo di E Per favore, non dimentica-
può essere l’invidia che ti porta». passione di noi, patisce con noi e del Giordano Dio mantiene la da: voi sapete la data del vo- Gesù, ho avuto la gioia di bat- tevi di pregare per me. Buon
Ma perché prendersela con «i più ci aiuta a camminare». promessa di farsi carico della stro battesimo? Conoscete in tezzare alcuni bambini, 34. Su pranzo e arrivederci!