Sei sulla pagina 1di 8

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n.

649004 Copia € 1,00 Copia arretrata € 2,00

L’OSSERVATORE ROMANO GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLVIII n. 9 (47.742) Città del Vaticano sabato 13 gennaio 2018
.

Il presidente Trump boccia la proposta elaborata dalla commissione bipartisan Dopo le proteste per il carovita

Nessun accordo sui dreamers Militari presidiano le strade


in Tunisia
Oltre 700.000 persone rischiano il rimpatrio forzato

WASHINGTON, 12. Salta l’accordo sui tion for childhood arrivals (Daca) muro al confine con il Messico. ha chiarito Sarah Sanders, un altro
dreamers. La doccia fredda arriva di- voluto dall’amministrazione Obama «Siamo molto concentrati per cerca- portavoce della Casa Bianca. Come
rettamente dalla Casa Bianca: le e che ora il presidente Trump inten- re di far sì che ci sia un accordo. Il riferisce la Cnn, il senatore democra-
trattative tra democratici e repubbli- de abolire. Al Congresso si sta cer- presidente è stato chiaro su quali so- tico Dick Durbin e il senatore re-
cani sulla complessa questione dello cando di trovare un’intesa bipartisan no le sue priorità. Continueremo a pubblicano Lindsey Graham hanno
status degli immigrati senza docu- che possa mantenere le tutele, ma i lavorare con i membri di Camera e incontrato ieri il presidente Trump
menti arrivati negli Stati Uniti da repubblicani hanno posto quale con- Senato, repubblicani e democratici, per sottoporgli il piano preliminare.
bambini, detti appunto dreamers dizione cruciale il finanziamento del per provare a raggiungere l’accordo» A quanto pare, però, la bozza non
(sognatori), «non hanno raggiunto ha convinto Trump. «Non so con si-
alcun risultato» ha spiegato la porta- curezza quale sarà il prossimo pas-
voce Sarah Huckabee. Finora queste so» ha detto Durbin. «Il presidente
persone — circa 700.000 — erano tu- ci ha invitato ad avanzare una pro-
telate dal programma Deferred ac- posta e noi lo abbiamo fatto. È una
proposta bipartisan su cui abbiamo
lavorato per quattro mesi al Senato.
Ora non so cosa succederà».
L’obiettivo — hanno chiarito i due
senatori — è quello di evitare il rim-
L’Onu chiede patrio forzato dei dreamers. Membro dell’esercito tunisino spegne un rogo nelle strade di Tebourba (Ansa)
Proprio durante la riunione con i
nuove politiche senatori alla Casa Bianca, in base al-
TUNISI, 12. Le forze dell’ordine tu- centinaia di persone arrestate nelle
per i migranti le ricostruzioni dei media statuniten-
si, Trump ha usato parole particolar- nisine hanno ristabilito la calma su recenti proteste contro l’aumento
mente dure e offensive nei confronti tutto il territorio nazionale dopo le dei prezzi deciso nell’ambito di
degli immigrati provenienti da El proteste contro l’aumento dei prez- una serie di misure di austerità.
NEW YORK, 12. «L’immigrazione Salvador, Haiti e da alcuni paesi zi deciso dal governo nell’ambito Inoltre, il collettivo Fech Nesta-
a livello globale rimane malgesti- africani. Espressioni che hanno im- di una serie di misure di austerità. new (in arabo “Cosa aspettiamo?”),
ta: dovrebbe essere un atto di mediatamente suscitato polemiche e Unica eccezione, la località di Si- che sostiene le proteste antigover-
speranza, non di disperazione». sdegno. La Casa Bianca non ha liana, nel nord ovest del paese afri- native in Tunisia ed è molto attivo
Queste le parole pronunciate ieri smentito le ricostruzioni. L’Onu ha cano, dove sono scoppiati scontri sui social, esorta i tunisini a scen-
dal segretario delle Nazioni Uni- criticato le parole di Trump definen- tra alcuni giovani e reparti della dere oggi in piazza. Sulla loro pa-
te, António Guterres, presentando dole «scioccanti». polizia schierati per contenere le gina Facebook gli attivisti della
all’Assemblea generale un rappor- Negli ultimi giorni a Washington proteste. Unità dell’esercito presi- campagna invitano la popolazione
to sui flussi migratori. «Bisogna la tensione sul tema dell'immigrazio- diano ancora alcune località. a far sentire le «richieste collettive
concentrarsi sugli aspetti positivi, ne è notevolmente salita. Mercoledì A tracciare il quadro della situa- come posti di lavoro e riduzione
utilizzare i fatti e non i pregiudizi scorso un giudice federale aveva zione, questa mattina, è stato il dei prezzi». I militanti chiedono la
come base per affrontare le sue bocciato la sospensione del Daca di- portavoce del ministero dell’interno revisione della legge finanziaria e
sfide» ha aggiunto Guterres. Nel sposta da Trump. Definendo «ver- Khalifa Chibani, parlando di 778 contestano il governo per l’aumen-
dossier si ricorda che i migranti gognosa» la decisione del giudice, il persone — di cui 151 ieri — arrestate to delle tasse.
nel mondo sono in tutto 258 mi- presidente ha quindi alzato il tiro, negli scontri delle ultime notti tra Al momento la Tunisia sta af-
lioni, con un aumento del 49 per legando il mantenimento delle tutele gruppi di giovani manifestanti e frontando un’impennata dei prezzi
cento dal 2000. «Il modo miglio- del Daca al finanziamento del muro forze di polizia. Tra gli arrestati di diversi beni di prima necessità,
re per porre fine alla sequela di il- con il Messico. Successivamente ha anche sedici estremisti. Sono 96 i mentre il bilancio dello stato ha vi-
legalità e abusi nei confronti dei stabilito che quasi 200.000 cittadini poliziotti rimasti feriti e 87 i mezzi sto affrontare una sostanziale
migranti è, per i governi, garanti- salvadoregni — arrivati negli Stati di servizio danneggiati negli scon- diminuzione delle risorse a disposi-
re vie legali per gestire la migra- Uniti nel 2001 con uno speciale visto tri. Il portavoce del ministero zione del governo. La legge di bi-
zione» ha avvertito il segretario umanitario — dovranno rientrare nel dell’interno ha tenuto a sottolinea- lancio per il 2018 ha previsto l’au-
generale. Proteste a New York contro la sospensione del Daca (Afp) loro paese entro un anno e mezzo. re che le proteste violente degli ul- mento dei prezzi del pane e di altri
timi giorni non hanno nulla a che beni di prima necessità per la
vedere con le manifestazioni legitti- prima volta dalla rivoluzione del
me contro l’aumento dei prezzi e il 2011.
carovita, definendole piuttosto co-
me atti vandalici, tentativi di sac-
In centomila sono costretti a vivere nella totale miseria a causa dei tagli agli aiuti umanitari cheggio, devastazioni di beni pub- Nel cuore delle Ande
blici e privati a opera di gruppi di
Il dramma dei profughi burundesi in Rwanda violenti.
Unità dell’esercito hanno affian-
cato in molti casi quelle della poli-
La strada aperta
dai missionari gesuiti
zia a difesa degli edifici pubblici. Il
KIGALI, 12. Più di centomila rifugiati so, sovente taciuto dalla stampa in- zioni forzate, torture e altri maltrat- quanto dichiarato dall’inviato delle portavoce del ministero della dife- GIANPAOLO ROMANATO A PAGINA 5
burundesi in Rwanda sono costretti ternazionale. tamenti, e arresti arbitrari. L’etnia Nazioni Unite in Congo, Maman sa, Belhassen Al Waslati, ha detto
a vivere nella più completa miseria e Quello che si sta consumando in tutsi è presa molto di mira: i loro Sidikou. La protesta era iniziata do- che il governo aveva schierato al-
ad avere razioni alimentari ridotte a Burundi è infatti una vera e propria quartieri sono sempre perlustrati, so- po la decisione di Kinshasa di voler meno duemila truppe in diverse Nella diocesi di Albano
causa di un deficit di finanziamenti. guerra civile. La situazione dramma- prattutto di notte. In più sono stati rimpatriare i profughi. parti del paese con l’obiettivo di-
A denunciarlo sono state, in un rap- tica che il paese sta vivendo dal 2015 imposti controlli e posti di blocco. Nel maggio del 2016 più di 1500 chiarato di proteggere le proprie Una casa
porto, diverse ong e agenzie è stata innescata dalla decisione del I burundesi fuggiti dal loro paese burundesi sono stati espulsi dalle «istituzioni sovrane».
dell’Onu. In particolare il World presidente Pierre Nkurunziza, di et- hanno trovato rifugio non solo in autorità rwandesi perché irregolari. Ieri, un piccolo gruppo di mani- per i padri separati
Food Programme (Wfp) e l’Unicef nia hutu, di ricandidarsi per un ter- Rwanda, ma anche in Tanzania e in Kigali ha detto che la decisione ri- festanti si è riunito a Tunisi per
sostengono di essere stati costretti a zo mandato. Da quel momento sono Uganda. guarda in generale gli irregolari e chiedere alle autorità il rilascio di MARCELLO SEMERARO A PAGINA 7
ridurre le razioni di cibo e gli aiuti
scoppiate numerose proteste da par- Lo scorso ottobre almeno 36 rifu- non in particolare i burundesi. Bu-
ai rifugiati burundesi che vivono nei
te dell’opposizione politica ma an- giati burundesi sono morti e oltre jumbura ha ripetutamente accusato
campi profughi rwandesi.
che della società civile. Molto dura è cento sono rimasti feriti nella pro- Kigali di aver reclutato e formato i
A pesare sono soprattutto i recenti
tagli degli aiuti dell’Onu. «Fino al la repressione operata dalla polizia e vincia del Sud Kivu, nella Repubbli- profughi burundesi per organizzare
novembre del 2017, il Wfp forniva
ogni mese 16,95 chilogrammi di cibo
dalle forze militari: sono ormai ac-
certati gravi casi di violazioni dei di-
ca Democratica del Congo, quando
la polizia locale ha sparato su di lo-
una protesta contro il presidente
Nkurunziza e alimentare l’instabilità NOSTRE INFORMAZIONI
a ogni rifugiato, principalmente ritti umani, uccisioni illegali, spari- ro durante una protesta, secondo nel paese.
mais, fagioli, olio vegetale e sale. Al- Il Santo Padre ha ricevuto que- dei Siro-Malabaresi (India) il
tri profughi ricevevano 7600 franchi
sta mattina in udienza l’Emi- Reverendo Padre James Athika-
rwandesi (9 dollari) per comprare ci-
bo nei mercati locali» si legge in nentissimo Cardinale Fernando lam, MST, al presente Direttore
una dichiarazione delle agenzie. Filoni, Prefetto della Congrega- del Nirmal Jyothi Mental
Intesa con i talebani zione per l’Evangelizzazione
«Tuttavia, la scarsità di finanziamen- Health Programme di Bhopal.
ti ha costretto a tagliare l’assistenza dei Popoli.
del novanta per cento a novembre e Vaccinazioni per decine di migliaia di bambini afghani
dicembre: la situazione finanziaria è Dalle Chiese
così grave che da gennaio sono state Il Santo Padre ha ricevuto
ulteriormente ridotte le razioni del KABUL, 12. L’Onu ha nelle scorse mondiale della sanità (Oms), le au- questa mattina in udienza gli orientali
75 per cento» afferma ancora il co- ore potuto vaccinare decine di mi- torità afghane hanno potuto proce- O norevoli: Il Sinodo dei Vescovi della
municato, che lancia un appello alle gliaia di bambini in tre distretti del- dere alla somministrazione della — Nicola Zingaretti, Presiden- Chiesa Arcivescovile Maggiore
donazioni per sostenere i profughi e la provincia meridionale afghana di prima delle tre dosi di vaccino per te della Regione Lazio; Siro-Malabarese, dopo aver ac-
permettere il rilancio dei programmi Kandahar, grazie a un significativo oltre 43.000 bambini nei distretti di
assistenziali. — Virginia Raggi, Sindaco di cettato la rinuncia al governo
accordo con i talebani, molto pre- Shahwalikot, Miyanshin e Nesh.
Il dramma dei profughi burundesi Roma. pastorale dell’Eparchia di Iduk-
senti nella zona. Lanzer, dopo aver indicato di avere
costretti a vivere in condizioni pieto- La conferma dei contatti con gli incontrato con i suoi collaboratori ki dei Siro-Malabaresi (India)
se nei campi in Rwanda rientra in insorti, e dell’avvenuta vaccinazio- responsabili sanitari dei talebani Il Santo Padre ha accettato la presentata da Sua Eccellenza
un quadro generale molto comples- ne, è stata fornita all’emittente tele- per potere procedere alle vaccina- Monsignor Mathew Anikuzhi-
rinuncia al governo pastorale
y(7HA3J1*QSSKKM( +:!"!=!=!%!

visiva dal coordinatore umanitario zioni, ha ricordato che, lo scorso dell’Eparchia di Sagar dei Siro- kattil e ricevuto il previo assen-
delle Nazioni Unite per l’Afghani- anno, il distretto di Shahwalikot ha Malabaresi (India), presentata so pontificio per i candidati
stan, Toby Lanzer, che ricopre an- registrato cinque nuovi casi di po- da Sua Eccellenza Monsignor all’episcopato, ha eletto Vesco-
Superate le divisioni tra Cdu e Spd che l’incarico di vicecapo della Mis- lio. Si tratta senza dubbio di un de- vo della medesima Eparchia il
Anthony Chirayath.
sione dell’Onu di assistenza all’Af- ciso cambio di rotta da parte dei ta-
Reverendo Sacerdote John Nel-
Accordo di governo ghanistan (Unama). lebani. Spesso, in passato, i milizia-
likunnel, al presente Decano
Con l’ausilio di 503 operatori sa- ni hanno rifiutato le vaccinazioni,
in Germania nitari e con l’appoggio del Fondo convinti che fossero una cospirazio- Provvista di Chiesa della Facoltà di Filosofia al
delle Nazioni Unite per l’infanzia ne dell’occidente per sterilizzare i Il Santo Padre ha nominato Saint Joseph’s Pontifical Semi-
PAGINA 2 (Unicef) e dell’O rganizzazione bambini. Vaccinazioni a Kabul Vescovo dell’Eparchia di Sagar nary, Mangalapuzha.
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 13 gennaio 2018

Il cancelliere Merkel insieme


al leader socialdemocratico Schulz (Reuters)

Plauso di Washington

Distrutte le armi chimiche


BERLINO, 12. Accordo raggiunto in
Germania per la formazione del di Gheddafi
nuovo governo. Oggi, dopo settima-
ne di infruttuose trattative per uscire
dall’impasse politica seguita alle ele- TRIPOLI, 12. Gli Stati Uniti si sono dell’inviato speciale dell’Onu per
zioni legislative di fine settembre, i congratulati con la Libia per avere la Libia, Ghassan Salamé.
negoziatori dell’Unione cristiano- distrutto le armi chimiche rimaste Al centro delle discussioni, l’at-
democratica (Cdu-Csu) e quelli del dall’era del colonnello Gheddafi e tuazione del piano di azione delle
Partito socialdemocratico (Spd) han- hanno riconosciuto «con gratitudi- Nazioni Unite per il paese, a soste-
no dato parere positivo all’intesa ne» gli importanti contributi di gno al popolo libico.
raggiunta dai dirigenti dei tre partiti Italia, Danimarca, Germania, Ca-
per la formazione di una Große nada, Regno Unito, Finlandia,
Koalition (grande coalizione) di go- Malta, Francia, Spagna, oltre che
verno. Una soluzione che in campa- Superate le divisioni tra Cdu e Spd per formare la Große Koalition dell’Opac, l’Organizzazione per la
gna elettorale nessuno voleva, ma proibizione delle armi chimiche.
che si è resa necessaria dopo il risul-
Accordo di governo in Germania «Così facendo — ha detto il por-
tavoce della Casa Bianca, Sarah
Calano
tato del voto di quattro mesi fa.
L’intesa, ancora non definitiva, è Sanders, in una nota — la nazione
nordafricana ha rispettato gli ob-
le vittime civili
tutta condensata in 28 pagine di do-
cumento, che Cdu-Csu e Spd hanno congiungimenti familiari — d’ora in livello delle pensioni non sarà tocca- fiducia per poter dare al paese un
blighi previsti dalla Convenzione
sulle armi chimiche». Questo risul-
di Boko Haram
messo nero su bianco e continueran-
no a limare nelle prossime ore. Su-
poi possibili solo per motivi umani-
tari — concessi a beneficiari dello
to fino al 2025, mentre saranno au-
mentati i contributi per la crescita
governo stabile. Dobbiamo essere
più veloci nelle decisioni» ha ag-
tato «dimostra i grandi progressi
che la comunità internazionale può
in Niger
perati gli scogli, soprattutto su mi- status di protezione sussidiaria. dei figli (Kindergeld), per il dopo- giunto, scendendo nei dettagli dei fare quando tutte le nazioni lavora-
granti e tasse. Riguardo alle tasse, il contributo scuola e per l’accesso gratuito agli diversi punti dell’accordo. Merkel ha no insieme», recita il documento, NIAMEY, 12. Nel 2017 si è dimez-
In base al documento, sarà intro- di solidarietà per la riunificazione asili nido. poi garantito che il nuovo governo arrivato dal civico 1600 di Pennsyl- zato il numero di vittime civili
dotto un tetto limite all’ingresso dei della Germania, il cosiddetto “soli”, Il cancelliere e leader della Cdu, costituirà una «ripartenza» per l’Eu- vania Avenue di Washington. «C’è causate da Boko Haram nel
migranti, che non dovrà oltrepassare sarà progressivamente ridotto di 10 Angela Merkel, che ieri si era detta ropa. ancora molto lavoro da fare», ha sud-est del Niger. Secondo un
i 220.000 all’anno. Assieme a questo miliardi di euro entro il 2021. ottimista sul raggiungimento di un Il leader socialdemocratico, aggiunto Sanders, tornando a fare
tetto, i partecipanti ai colloqui di Sulla questione dello stato sociale, compromesso, ha dichiarato nel cor- rapporto dell’Ufficio di coordi-
Martin Schulz, ha parlato di «risul- pressioni sulla Siria affinché «eli-
Berlino hanno concordato un limite i partiti dell’Unione e la Spd hanno so di un’affollata conferenza stampa namento degli Affari umanitari
tati eccellenti», mentre il leader della mini tutte le armi chimiche, sman-
massimo mensile di mille casi di ri- raggiunto un accordo per il quale il di avere «lavorato in uno spirito di dell’Onu, il gruppo terroristico
Csu, Horst Seehofer, ha detto ai telli il programma a esse legato e
ha colpito in tutto 141 civili, tra
giornalisti di essere «molto soddi- garantisca che queste armi non
rapiti, feriti e uccisi, per lo più
sfatto per l’esito» dei colloqui. possano più essere usate contro il
nella regione di Diffa, confinan-
Per il 21 gennaio è previsto il con- popolo».
te con il Ciad e la Nigeria.
gresso straordinario della Spd, chia- Da sempre vietate, ma anche da
Nei due anni precedenti, quel
sempre utilizzate, le armi chimiche
Per rafforzare la cooperazione
Repubblica Ceca mato a ratificare l’accordo.
«Sono molto contento di quanto sono ordigni micidiali che provoca-
numero si era attestato tra 214 e
227 vittime.
no una morte atroce e distruggono
Italia e Francia preparano alle urne Cdu-Csu e Spd hanno concordato.
È un testo positivo e costruttivo per
per decenni l’ambiente. Il calo delle vittime civili in
Niger, territorio privo di basi
per scegliere il futuro dell'Europa», ha commen-
tato da Buxelles il presidente della
Intanto, sul piano più stretta-
mente politico, il segretario genera- del gruppo terroristico ma rego-
larmente attaccato da febbraio
un trattato bilaterale il presidente Commissione europea, Jean-Claude
Juncker.
le aggiunto dell’Onu per gli affari
politici, Jeffrey Feltman, ha incon-
trato ieri il presidente del parla-
2015, viene in parte attribuito al-
la politica del governo di Nia-
Dopo, il raggiungimento dell’inte- mento libico, Aqila Saleh. Lo ha mey, che incentiva la resa dei
PRAGA, 12. La Repubblica Ceca sa politica tedesca, l’euro è salito ai reso noto il portavoce dell’assem- combattenti locali.
vota, oggi e domani, per il primo massimi da tre anni. La moneta uni- blea di Tobruk, Abdullah Bliheg. Il rapporto Onu, tuttavia,
turno delle elezioni presidenziali. ca ha infatti superato la soglia di 1,21 L’incontro si è svolto nella resi- non tiene conto delle decine di
I cechi, nelle loro seconde elezio- dollari, spingendosi fino a un massi- denza di Saleh a Gubba, in Cire- morti tra i militari nigerini, spes-
ni dirette, decideranno se confer- mo di seduta di 1,2137 dollari. naica, alla presenza, fra gli altri, so nel mirino dei combattenti di
mare o meno l’attuale capo dello Boko Haram. Dal 2015, il Niger
stato, Miloš Zeman, o sostituirlo si è alleato con il Ciad, la Nige-
con uno dei suoi otto rivali. Se- ria e il Camerun per combattere
il gruppo terroristico a livello re-
condo i sondaggi, Zeman vincerà
gionale. Questa forza è attual-
al primo turno, ma non avendo la Ucciso un agente dei servizi segreti congolesi mente impegnata in una vasta
maggioranza assoluta passerà al offensiva nella Nigeria nord-
ballottaggio dove, tra due setti-
mane, sarà sfidato con molta pro-
babilità da Jiří Drahoš, il sessan-
Ancora orientale.

tanovenne chimico, ex direttore


dell’Accademia delle scienze.
Sempre secondo un sondaggio, il
violenze nel Kasai
44 per cento dei cechi sarebbe
pronto a votare un rivale di Ze-
Approvata
Emmanuel Macron e Paolo Gentiloni ieri a Roma (Ap)
man al secondo turno mentre a
favore dell’attuale capo di stato
la nuova
ROMA, 12. Cinquantacinque anni struire un’Europa più sovrana, uni- sarebbe solo il 39 per cento. costituzione
Da rilevare che a differenza
dopo il Trattato dell’Eliseo firmato
da De Gaulle e Adenauer, con il
ta e democratica».
Durante la conferenza stampa a della prima elezione presidenziale nel Gabon
quale Francia e Germania rafforza- palazzo Chigi, il presidente france- diretta tenutasi nel 2013, i partiti
rono la loro cooperazione, tocca se ha anche sottolineato che il rap- parlamentari non hanno presenta-
ora a Roma e Parigi essere all’avan- porto franco-italiano è «perfetta- to loro candidati ma si sono limi- LIBREVILLE, 12. Verso una nuova
guardia del progetto europeo. È mente complementare» a quello tra tati a esprimere l’appoggio a uno costituzione per il Gabon. De-
ciò che è emerso dall’incontro av- Berlino e Parigi. dei principali rivali. putati e senatori riuniti in plena-
venuto ieri a Roma tra il presidente ria hanno approvato il testo che
del Consiglio italiano, Paolo Genti- comporta, come punto saliente,
loni, e il presidente francese, Em- un netto rafforzamento del capo
manuel Macron, in Italia per il ver- di stato, descritto come il «de-
tice Euromed. tentore supremo del potere ese-
Per rafforzare la cooperazione
tra i due paesi, Roma e Parigi han-
Condannato in appello cutivo». D’ora in poi i massimi
dirigenti civili e militari dovran-
no lanciato l’iniziativa di un Tratta-
to del Quirinale, sul modello di
l’ex sindaco di Roma Ignazio Marino no prestare giuramento dinanzi
al presidente.
quello dell’Eliseo, che possa essere Secondo la nuova costituzio-
matrice della rifondazione dell’Ue. ne, il presidente della Repubbli-
ROMA, 12. L’ex sindaco di Roma, di appello hanno confermato in-
«Credo sia molto importante che ca — attualmente Ali Bongo
Ignazio Marino, è stato condanna- vece l’assoluzione dall’accusa di Un membro delle forze di polizia congolesi a Kinshasa
alle relazioni storiche tra Italia e Ondimba, al potere dal 2009 —
to a due anni di reclusione dalla truffa per le consulenze della
Francia abbiamo deciso di dare gode della piena immunità du-
terza sezione della Corte di appel- Onlus Imagine.
una cornice più stabile e più ambi- KINSHASA, 12. Non si fermano le vio- Si tratta del quarto agente dei ser- rante l’esercizio del proprio
lo di Roma. L’accusa è di pecula- Alla lettura della sentenza, arri- mandato. Ultimo punto di rilie-
ziosa con l’idea, già emersa nel ver- lenze nella Repubblica Democratica vizi segreti congolesi assassinato in
to e falso nel processo sulla rendi- vata dopo oltre due ore di camera vo, non c’è un numero massimo
tice di Lione e che in questo incon- del Congo. Un agente dei potenti quella zona nell’ultimo mese, in un
tro abbiamo messo a fuoco, di met- contazione degli scontrini di alcu- di consiglio, l’ex primo cittadino di candidature per il mandato
ne cene di rappresentanza pagate non ha lasciato trapelare alcun ti- servizi segreti e d’informazione con- contesto di insicurezza diffusa nella
tere al lavoro un gruppo di perso- presidenziale, che dura tuttora
con la carta di credito del Campi- po di reazione. Solo in serata è ar- golesi è stato brutalmente ucciso da vasta regione centrale della Repubbli-
ne per un Trattato bilaterale italo- sette anni.
doglio. In totale, secondo i giudici rivata la replica: «Non posso non un gruppo di miliziani del Kasai in ca Democratica del Congo. La crisi
francese» ha dichiarato il presiden- Il testo è stato molto criticato
la spesa effettuata irregolarmente pensare — ha dichiarato Marino — lotta contro il governo di Kinshasa. in atto da settembre 2016 ha già co- da una parte della società civile
te del Consiglio italiano.
«Dobbiamo prendere decisioni da Marino ammonterebbe a circa che si tratti di una sentenza dal Il fatto di sangue si è verificato stretto alla fuga 4 milioni di civili, e dall’opposizione radicale, che
molto importanti e dare prospettive 13.000 euro. Marino è stato con- sapore politico proprio nel mo- nell’abitazione del funzionario nel mentre 7 milioni di persone sono a denuncia un «eccessivo rafforza-
per il decennio che ci aspetta — ha dannato anche a rifondere le spese mento in cui si avvicinano due im- villaggio di Kalamba, nel territorio di rischio carestia e un milione di donne mento del potere» del presiden-
affermato da parte sua Macron — e processuali. portanti scadenze elettorali per il Mweka, nell’instabile provincia del e bambini non hanno accesso a cure. te Ali Bongo, il cui padre Omar
se l’Europa è stata balbuziente ne- Il procuratore generale Vincen- paese e per la Regione Lazio. So- Kasai occidentale. L’uomo è stato uc- Nel marzo 2017, due esperti per 42 anni è stato alla guida
gli ultimi anni è perché mancava zo Saveriano aveva chiesto per no amareggiato anche se tranquil- ciso, decapitato e il suo corpo è stato dell’Onu, Zaida Catalan e Micheal del Gabon. Per entrare in vigo-
una prospettiva a lungo termine», l’ex sindaco una condanna a due lo con la mia coscienza». L’ex sin- dato alle fiamme, mentre la moglie è Sharp, sono stati assassinati mentre re, la nuova costituzione deve
ha aggiunto il capo di stato, indi- anni e mezzo. In primo grado daco ha già annunciato che farà stata rapita per alcune ore e la loro indagavano su questi crimini e sulle essere promulgata dal capo del-
cando «la volontà comune di co- c’era stata l’assoluzione. I giudici ricorso in Cassazione. abitazione è stata incendiata. fosse comuni nel Kasai centrale. lo stato entro 25 giorni.

L’OSSERVATORE ROMANO GIOVANNI MARIA VIAN Servizio vaticano: vaticano@ossrom.va Segreteria di redazione Tariffe di abbonamento Concessionaria di pubblicità Aziende promotrici della diffusione
direttore responsabile telefono 06 698 83461, 06 698 84442 Vaticano e Italia: semestrale € 99; annuale € 198
Servizio internazionale: internazionale@ossrom.va fax 06 698 83675 Europa: € 410; $ 605 Il Sole 24 Ore S.p.A.
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Giuseppe Fiorentino segreteria@ossrom.va Africa, Asia, America Latina: € 450; $ 665 System Comunicazione Pubblicitaria
Servizio culturale: cultura@ossrom.va America Nord, Oceania: € 500; $ 740
Unicuique suum Non praevalebunt vicedirettore Intesa San Paolo
Sede legale
Piero Di Domenicantonio Servizio religioso: religione@ossrom.va Tipografia Vaticana Abbonamenti e diffusione (dalle 8 alle 15.30): Via Monte Rosa 91, 20149 Milano
Città del Vaticano Editrice L’Osservatore Romano telefono 06 698 99480, 06 698 99483 Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
caporedattore telefono 02 30221/3003
fax 06 69885164, 06 698 82818, fax 02 30223214 Società Cattolica di Assicurazione
ornet@ossrom.va Gaetano Vallini Servizio fotografico: telefono 06 698 84797, fax 06 698 84998 don Sergio Pellini S.D.B. info@ossrom.va diffusione@ossrom.va
www.osservatoreromano.va segretario di redazione photo@ossrom.va www.photo.va direttore generale Necrologie: telefono 06 698 83461, fax 06 698 83675 segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com Credito Valtellinese
sabato 13 gennaio 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Membri del gruppo guerrigliero


colombiano (Afp)

Il Cile pronto ad abbandonare la mediazione se non ci saranno risultati concreti

A rischio
i colloqui per il Venezuela
SANTIAGO DEL CILE, 12. Il ministro della regione. Muñoz ha espresso la Maduro pretende che venga ricono-
degli esteri cileno, Heraldo Muñoz, sua posizione in un messaggio pub- sciuta la legittimità dell’Assemblea
ha avvertito che se non ci saranno blicato su Twitter mentre era «in nazionale costituente, l’organismo
«subito risultati concreti e credibili» cammino verso la Repubblica Do- che ha di fatto esautorato il parla-
nel dialogo fra governo e opposizio- minicana», dove si è aperto un nuo- mento dove l’opposizione aveva la
ne venezuelani «non avrà più nes- vo round negoziale sulla crisi vene- maggioranza. Il presidente chiede
sun senso andare avanti» nella me- zuelana. inoltre la sospensione delle sanzioni
diazione che il suo governo sta pro- Le dichiarazioni del capo della imposte dagli Stati Uniti. L’opposi-
muovendo assieme ad altri paesi diplomazia cilena si aggiungono a zione invoca, da parte sua, il ripri-
quelle del suo omologo messicano, stino dei poteri dell’Assemblea na-
Luis Videgaray Caso, che alcuni zionale, maggiori garanzie per le La denuncia del governo di Bogotá
giorni fa aveva sottolineato di avere presidenziali previste per il 2018 e

Tragico
visto «decisioni del governo vene-
zuelano che non risultano coerenti
con quanto si è discusso finora al
l’apertura di un corridoio umanita-
rio per cibo e medicine.
La situazione è molto tesa soprat-
Attacco dell’Eln in Colombia
tavolo della trattativa». tutto dopo che, nei giorni scorsi, è
naufragio Messico e Cile erano stati indicati stato ucciso un membro dell’Assem- BO GOTÁ, 12. Il ministero della difesa colombiano ha de- dell’Eln mentre partecipava a un’operazione di control-
dall’opposizione venezuelana come blea costituente. Il presidente nunciato ieri che un soldato è stato ucciso da un franco lo territoriale» a Puente Lipa, una località rurale nel co-
al largo «paesi accompagnatori» del nuovo dell’organismo, Delcy Rodríguez, tiratore dell’Esercito di liberazione nazionale (Eln) nel mune di Arauquita, continua la fonte.
tentativo di dialogo lanciato nel di- considerata molto vicina a Maduro, dipartimento di Arauca in un nuovo attacco sferrato do- L’uccisione del soldato si aggiunge a una serie di at-
di Curaçao cembre scorso. Il governo di Nico- ha ventilato la possibilità che si trat- po la fine del cessate il fuoco proclamato dal gruppo tentati contro installazioni petrolifere, messi a segno
lás Maduro aveva scelto invece Ni- ti di un omicidio politico e ha assi- guerrigliero in occasione delle feste di fine anno. Un nella notte fra martedì e mercoledì. Dopo questi atti il
caragua e Bolivia. curato che i responsabili dell’assassi- comunicato diffuso dalla stampa locale riferisce che il presidente Juan Manuel Santos ha sospeso la partecipa-
CARACAS, 12. Almeno quattro La trattativa è complessa: le parti nio, avvenuto nella città di Valera, soldato morto è stato identificato come Luis Guillermo zione della delegazione del governo nelle trattative di
persone sono morte e altre ven- hanno annunciato obiettivi molto nello stato occidentale di Trujillo, Ascencio Alape. Il militare è stato «ucciso in modo vile pace, che dovevano riprendere nei giorni scorsi nella ca-
totto risultano disperse nel nau- lontani e difficilmente conciliabili. «saranno puniti». da un franco tiratore del Frente Domingo Laín Saenz pitale dell’Ecuador.
fragio della barca con la quale
stavano tentando di raggiungere
Curaçao, un’isola caraibica olan-
dese al largo delle coste del Ve-
nezuela. Le vittime tentavano di
lasciare il paese attanagliato da
una pesante crisi economica e
Nuovo taglio del rating conferma le difficoltà del paese
Cuba Ancora incertezze
politica.
La notizia è stata resa nota da Rallenta l’economia del Brasile acquista petrolio in Honduras
media locali che hanno fornito
anche l’identità delle quattro per-
dall’Algeria sulle presidenziali
sone decedute. Si tratta di giova-
ni di età compresa tra i 18 e i 33 L’AVANA, 12. Nel 2017 l’Algeria ha TEGUCIGALPA, 12. Non si placa lo
anni che erano residenti a La Ve- inviato 2,1 milioni di barili di pe- scontro fra l’Organizzazione degli
la de Coro, piccola località situa- trolio a Cuba con l’obiettivo di stati americani (Osa) e l’azienda
ta sulla costa settentrionale dello rimpiazzare i rifornimenti che il incaricata del conteggio elettorale
stato di Falcón, al centro-nord Venezuela non è più in grado di in Honduras riguardo alle denun-
del Venezuela, proprio di fronte assicurare. Lo hanno riferito ce di irregolarità durante le elezio-
all’isola di Curaçao. Secondo in- alcuni media locali, precisando ni presidenziali.
formazioni diffuse dal portale di
che le stesse quantità di greggio Secondo quanto riferito dal
notizie Notifalcon.com, «unità
dovrebbero essere assicurate da quotidiano locale «El Heraldo», il
della Guardia costiera stanno ri-
Algeri all’Avana anche per l’anno presidente della società incaricata
cercando i dispersi nel naufra-
in corso. dello scrutinio dei voti delle ele-
gio». Non è stato ancora possibi-
Le strette relazioni tra Cuba e zioni, Theodore Dale, avrebbe
le stabilire se alcuni di loro ab-
l’Algeria hanno consentito all’isola nuovamente attaccato il segretario
biano raggiunto la riva dell’isola
olandese o se siano morti in ma- di ricevere tra i 200 e i 300 milio- generale dell’Osa, Luis Almagro.
re. Nel caso venissero ritrovati ni di dollari in prodotti petroliferi Negli ultimi giorni la stampa loca-
dovrebbero rispondere penalmen- dal paese africano. «Nel 2017 ab- le ha riportato duri scambi di note
te del loro tentativo di fuga dal biamo fornito un totale di 2,1 mi- tra funzionari e assistenti di Alma-
paese, e per questo è possibile lioni di barili di greggio a Cuba», gro e di Dale, la cui società, la
che nel caso si siano salvati siano ha detto Omar Maaliou, vicepresi- Dale Vukanovich, è stata criticata
attualmente nascosti nella foresta. dente commerciale della compa- dal segretario dell’Osa nel suo
Nel tentativo di rintracciarli, con- gnia di idrocarburi statale algerina rapporto finale sulle elezioni in
tinua la fonte, le autorità di Cu- Sonatrach. «Faremo lo stesso que- Honduras.
raçao stanno controllando i luo- st’anno», ha confermato. Lunedì scorso — stando sempre
ghi dove vivono i venezuelani re- L’Avana è stata finora dipen- a fonti della stampa locale — D ale
sidenti nell’isola, ma per il mo- dente quasi esclusivamente dal Ve- avrebbe inviato una lettera ad Al-
mento non ci sono state notizie nezuela per la fornitura di petro- magro nella quale dichiara che il
Una veduta di Rio de Janeiro
di ritrovamenti. lio greggio. L’approvvigionamento rapporto sulla Missione di osser-
Il governo di Nicolás Maduro era parte di un programma di as- vazione dell’Osa si baserebbe su
ha decretato il blocco di tutti i NEW YORK, 12. L’economia brasilia- tura”. È la più bassa di sempre per con le medesime caratteristiche eco- sistenza che Caracas ora non rie- «falsità» con «conclusioni errate e
collegamenti navali e aerei del na rallenta ancora. A certificarlo è il Brasile. L’agenzia di rating ha nomiche. sce a garantire, in quanto la man- congetture». In risposta Almagro
Venezuela con le isole olandesi di l’agenzia di rating Standard & spiegato che l’ulteriore declassamen- Al paese erano richiesti interventi canza di investimenti e i ritardi ha difeso il lavoro dell’istituzione
Curaçao, Aruba e Bonaire. Il Poor’s, che ha peggiorato ulterior- to della più grande economia tempestivi in questi ambiti che, se- nei pagamenti hanno ridotto la attraverso il funzionario Gerardo
presidente ha sottolineato che il mente in queste ore il giudizio dell’America latina è legato agli in- condo gli economisti che assegnano produzione di petrolio nel paese Icaza, che ha pubblicato una no-
provvedimento non verrà revoca- sull’economia del Brasile. Gli esperti sufficienti progressi rilevati negli ul- il rating, non si sono registrati. Bra- sudamericano. In questa nuova si- ta, nella quale si mette in discus-
to «finché non si porrà fine alle hanno retrocesso il rating sul debito timi mesi. Tra i fattori che hanno sília può però contare sulla stabilità tuazione Cuba ha acquistato il sione l’infrastruttura tecnologica
attività delle mafie di quei posti, pubblico di lungo termine dalla ca- portato al taglio figurano la debo- delle previsioni di sviluppo, ha spie- greggio algerino per la prima vol- utilizzata durante le elezioni, con-
che stanno danneggiando la no- tegoria BB alla BB-, considerata dagli lezza sul piano fiscale e le prospetti- gato l'agenzia, che riconosce al pae- ta nel 2016 per miscelarlo con pe- siderata «non sufficientemente so-
stra economia». addetti ai lavori un “livello spazza- ve di crescita inferiori alle nazioni se una buona politica monetaria. trolio più pesante. lida».

Erdoğan e Putin Ankara in difesa A causa delle sanzioni

a confronto sulla crisi siriana di donne Dimezzato l’interscambio tra Pechino e Pyongyang
e bambini
DAMASCO, 12. Il presidente russo, centrale nucleare ad Akkuyu, in PYONGYANG, 12. Si fanno sentire
Vladimir Putin, e il suo omologo Turchia, e il gasdotto Turkish gli effetti della sanzioni delle Na-
turco, Recep Tayyip Erdoğan, han- Stream. ANKARA, 12. Stretta in Turchia zioni Unite contro la Corea del
no avuto ieri un colloquio sulla cri- Intanto, questa mattina alcuni contro la violenza su donne e Nord. L’interscambio della Cina
si siriana e sullo stato dei negoziati gruppi di ribelli siriani hanno lan- bambini. Il governo di Ankara è con Pyongyang si è infatti dimez-
di pace. ciato una controffensiva contro le pronto a introdurre nuove norme zato a dicembre, con l’import crol-
Fonti della presidenza turca han- forze governative nell’area di Idlib, che vietino sconti di pena per lato dell’81,6 per cento (54,34 mi-
no comunicato che al centro del prendendo il controllo di diversi buona condotta a favore dei con- lioni di dollari), ai minimi da gen-
colloquio tra i due capi di stato ci villaggi e catturando numerosi pri- dannati per abusi domestici. Lo naio 2014, e l’export fermatosi a
sono state in particolare le tensioni gionieri. Secondo quanto annuncia- ha annunciato il ministro per la 260 milioni (meno 23,4 per cento).
registrate negli ultimi giorni nella to da fonti di stampa locali, la nuo- famiglia, Fatma Betül Sayan Ka- Sono i dati forniti oggi da Huang
zona di Idlib, un’area considerata va operazione dei ribelli ha rallen- ya, spiegando che i dettagli tecnici Songping, portavoce dell’ammini-
di “de-escalation” (cioè esclusa dai tato l’offensiva di Damasco nella re- sono stati preparati insieme al mi- strazione generale delle dogane ci-
combattimenti) in base agli accordi gione. I combattimenti si stanno nistero della giustizia e le misure nesi. Nel 2017, sempre per il raffor-
di Astana tra Russia, Turchia e concentrando intorno alla base ae- entreranno in vigore quest’anno. zamento delle sanzioni, l’import è
Iran. I due leader, indicano le fonti, rea di Abu Zuhour, che ora è con- Inoltre, ha garantito il ministro sceso del 33 per cento, a 1,72 mi-
hanno sottolineato l’importanza di trollata dall’esercito del presidente per la famiglia, verranno aumenta- liardi di dollari, al livello più basso
mantenere la tregua in vista della Assad. L’obiettivo dichiarato della te le risorse per le misure di pre- degli ultimi 4 anni.
buona riuscita della conferenza di nuova offensiva dei ribelli è ricon- venzione, accrescendo la disponi- Intanto, il presidente russo,
pace prevista a fine gennaio a So- quistare la base. bilità di braccialetti elettronici, de- Vladimir Putin, ha definito oggi il
chi, sulle coste del Mar Nero. Negli ultimi giorni l’Onu ha lan- stinati a soggetti recidivi e aumen- leader nordcoreano, Kim Jong-un
Erdoğan e Putin hanno inoltre ciato un allarme per le condizioni tando i centri per le donne vittime «un politico assolutamente compe-
discusso dello stato dei progetti delle migliaia di civili costretti alla di abusi e per la riabilitazione de- tente e maturo, che ha raggiunto il
energetici comuni, tra cui la prima fuga a causa degli scontri a Idlib. gli uomini violenti. suo obiettivo strategico». Manifestazione a Pyongyang in onore del leader Kim Jong-un (Ap)
pagina 4 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 13 gennaio 2018

Evelyn De Morgan
«Speranza in un carcere di disperazione»
(1887)

Storia di un’amicizia tra un giudice e un ergastolano

Castigo e riscatto
di ANNAMARIA TAMBURINI ce si rende disponibile ad ascoltare le mi figlio, un figlio fortunato, avvocato e Sì, perché al carcere a vita non si può ve mantiene uno sguardo disincantato
istanze di varia umanità. galantuomo». resistere e viene, prima o poi, il momento sulla realtà della situazione, ha presente
alvatore M. è un affiliato della E contrariamente alle previsioni, anche Ci vuole una certa sensibilità, infatti, del cedimento. Inutile ribadire la fre-

S
il dato oggettivo della mole dei crimini
mafia catanese, pluriomicida autori di delitti efferati in gran numero non tanto per farsi scalfire dal pudore di quenza del suicidio tra i carcerati. Ma la dei quali la giustizia in ultima analisi re-
condannato all’ergastolo da hanno le loro piccole grandi richieste da questa sorta di omaggio, ma per imme- voce si leva di solito da parte dei carcera- cepisce sempre qualcosa di meno: nel suo
prove schiaccianti. Il maxi-pro- avanzare: Salvatore chiede di potere ve- diatamente riconoscere che il fatalismo ti stessi, oppure dei volontari che lavora- bisogno di liberarsi dalla prigionia inte-
cesso si svolge a Torino, in un dere la madre morente, senza scorta e li- può giungere a illudere di soccorrere la no loro accanto, diverso è il caso di un
riore, più pesante di quella fisica, a un
clima di guerriglia senza esclusione di bero dalle manette. Dopo qualche tempo disperazione. Resta, indipendentemente giudice che ne scriva, nella fattispecie del
dalle interpretazioni, quel fondo di verità giudice che ha emesso la sentenza. certo punto il condannato confessa:
colpi. Il giudice che presiede — autore una confidenza: «Mi chiamo Carmelo»,
che oggettivamente può inchiodare l’uo- Nel caso di Salvatore una vita intera «Presidente, se io ci raccontavo tutto
del libro — si arrovella tra una miriade di come il fratello di poco più grande,
mo all’ambiente della sua formazione. spesa per riabilitarsi non è bastata, avere quello che ho fatto, lei un altro maxi-
protocolli, la montagna dei fogli da leg- «morto sparato. Ho preso il suo nome. A
gere dell’istruttoria, una personale mai noi che siamo maledetti, o la tomba o la Le domande senza risposta non sono con fatica studiato, ottenuto titoli e di- processo solo per me faceva».
allentata tensione a discernere con sa- galera. Che vuole che ci aspetti, a chi na- cassate: giunti a ridosso della sentenza, plomi, caparbiamente essersi conquistato
pienza tra i diversi tipi e casi umani in sce nel Bronx di Catania?». nel mese di forzata detenzione dei giurati permessi e la possibilità di lavorare con
mezzo alle esigenze di spicciola umanità. Con i suoi rituali il processo compie in camera di consiglio, nelle pause tra le le necessarie competenze fuori dal carce-
Dalla gabbia da dove la Corte non riesce forse una sua piccola, nascosta opera di varie discussioni l’inevitabile domanda re, con la stima per altro dell’imprendito- Scrive il magistrato che senza questo gesto
a vederlo alla prima udienza Salvatore, civilizzazione e giunto ormai all’epilogo, sull’utilità della pena slitta da sé — in re che, vincendo esitazioni e timori, per e senza i ventisei anni di scambio
presente, non risponde all’appello. È un con l’ultimo ricevimento il colloquio as- una dimensione di ordine più “religio- la fiducia meritata ha maturato la convin-
soggetto pericolosissimo: chiamato in surge a «una sorta di addio spirituale»: so”?, giacché, diverso dal pietismo, il zione di stabilizzare il rapporto di lavoro. che ne seguiranno
precedenza a un interrogatorio, aveva «Presidente, lei ce l’ha un figlio? (...) senso della pietas che ci fa prossimi allo Capita ogni volta qualcosa per cui ogni «avrei concluso una carriera ineccepibile e arida
estratto di bocca una lametta avventan- Glielo chiedo perché volevo dire che se sventurato ha una sua natura di ordine traguardo ormai vicinissimo improvvisa-
religioso — nel più radicale interrogativo: mente svanisce davanti a sé, ogni volta come quella dei giudici di Spoon River»
suo figlio nasceva do-
ve sono nato io, ades- chi sono io per punire. qualcosa si mette di traverso azzerando
so era lui nella gab- Nella coscienza della fede cristiana ri- ogni conquista e imponendo di ricomin-
Il processo è ormai agli sgoccioli bia; e se io nascevo suonano le parole di Gesù: fino a settan- ciare da capo.
ta volte sette, cioè sempre, si dovrà per- La poesia che l’autore riesce a racco- Scorrevole, scritto in un linguaggio di
«Presidente, lei ce l’ha un figlio? dove è nato suo figlio,
donare, che equivale al contrario di “fine gliere dalla vita nella sua nudità è di una rara perfezione formale, esaltata per altro
magari ora facevo
Glielo chiedo perché volevo dire l’avvocato, ed ero pu- pena: mai”, come è scritto sui fascicoli di trasparenza che commuove: percepisce in dalla inserzione del parlato del corri-
chi è condannato alla reclusione a vita. filigrana, dalle brevi righe del corrispon- spondente, per la fine sensibilità di per-
che se suo figlio nasceva dove sono nato io re bravo».
Di fronte a questa realtà un cristiano non dente, nella povertà delle sue parole e cezione e per la profondità di pensiero il
Altissima poesia at-
adesso era lui nella gabbia traversa i capitoli bre- può non sentirsi pungolato dalle parole della lingua, la fatica della coabitazione libro, è un’opera letteraria a pieno titolo:
E se io nascevo dove è nato suo figlio vi di una narrazione con cui prega — «Padre nostro, rimetti a con gli altri detenuti e la
coerente anche nel noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo determinazione a tenersi
magari ora suo ritmo. ai nostri debitori» — o dalle parole di a distanza dall’alone di
facevo l’avvocato ed ero pure bravo» Poesia in primo Gesù a chi si accinge a lapidare l’adulte- malizia che alligna e che
luogo perché l’autore, ra: «Chi non ha commesso peccato scagli facilmente contagia, per-
non muovendo da in- la prima pietra». cepisce il sapore e il diso-
tenti letterari ma fede- Chi non ha bisogno di perdono? Vera- rientamento al tempo
dosi sul magistrato di turno. Alla secon- le alla realtà, non cessa di interrogarla e mente beata l’anima che, esaminandosi a stesso della libertà alla
da udienza risponde con un gesto, ar- penetrarla, non cessa di interrogarsi la- fondo, sente a sé estranea la cruda consi- prima uscita all’aria aper-
rampicandosi sulle sbarre della sua “posi- sciando aperte le domande ma non senza derazione di Simone Weil, «porto in me ta, al contatto con la ter-
zione”. Il giudice preferisce non chiamar- riconoscere la bellezza che si annida in ogni genere di crimine». Il profeta, si ra, con la luce che abba-
le gabbie, ma immediatamente collega la mezzo alla prosa di questa povera storia, legge nel tempo che precede il Natale, cina.
dimostrazione a quanto aveva trovato an- i tratti della poesia anche in certe pieghe vedendo lontano, annuncia: «Lo Spirito Attanagliato dal suo
notato tra le carte del relativo fascicolo: del Signore mi ha mandato a proclamare terribile codice d’onore,
della mente: «Salvatore, con il fatalismo la libertà degli schiavi, la scarcerazione Salvatore non ha collabo-
nel dialetto dell’imputato uno dei suoi
che soccorre la disperazione, pensa alla dei prigionieri». rato con la giustizia pur
soprannomi suona in italiano “gatto sel-
vatico”. sua “maledizione” atavica che in qualche Ma il giudice deve rispondere alla co- sapendo che così non
Intanto il clima di guerra — si legge modo lo giustifica ai propri occhi, pensa munità civile, commina la pena e poi si avrebbe attenuato la pe-
nel libro di Elvio Fassone, Fine pena: ora, alla nuvola nera che avvolse la sua culla trova a rispondere alla sua coscienza na, ma non è più la per-
(Palermo, Sellerio, 2015) — si stempera quando entrò nel mondo, e mi dedica la umana: accompagnare in qualche modo sona che era quando ha
un poco perché, con la fermezza necessa- strada alternativa che avrebbe potuto Salvatore? Semplicemente scrivendogli? messo piede in carcere la
ria là dove non si può derogare, il giudi- (forse voluto) percorrere: quella di esser- Soppesa i pro e i contro di questa idea, prima volta, il rapporto
rovesciando persino umano l’ha profondamen-
quella suggestione dei te mutato. C’è un mo-
numeri: «Ci sono alme- mento nel corso di questa
no settanta volte sette corrispondenza in cui il
dei buoni motivi» per giudice, per non fossiliz-
non farlo. Eppure vince zare lo scambio in una se-
l’indugio, e scrive la quenza di notizie neutre
prima lettera che ac- che col tempo avrebbero
compagna con il libro inaridito il rapporto, for-
di Hesse, Siddharta, au- za il suo interlocutore e
gurandosi possa il let- gli pone domande dirette
tore arrivare a quel pas- passando dalla sfera della
saggio, alle ultime pagi- vita spicciola e ordinaria
ne, «mai un uomo, o a quella interiore... E Sal-
un atto, è tutto samsara vatore a suo modo ri- Elvio Fassone
o tutto nirvana, mai un sponde.
uomo è interamente Non è più la persona
santo o interamente che era, ha lottato per
peccatore». cambiare e in questo si è anche fortifica- sul piano più squisitamente letterario,
Senza questo gesto, to, ma poi, passando continuamente da per altro, le continue citazioni dei casi
scrive Elvio Fassone, in istituto di pena all’altro, dovendo ogni umani dai grandi della letteratura inter-
«senza i ventisei anni volta tagliare i rapporti che faticosamente pretano persino quegli stessi testi alla lu-
di scambio che ne se- era riuscito a costruire, ogni volta doven- ce dell’esperienza del vivere e di questa
guiranno avrei concluso do ripartire da zero, passa dallo sconfor- vicenda.
una carriera ineccepibi- to alla disperazione, che non altro può Solo in appendice si affrontano le que-
le e arida come quella suggerire se non l’unica alternativa alla stioni sollevate dalle pagine del libro sot-
dei giudici di Spoon pena a vita. Il suicidio può rappresentare
to l’aspetto giuridico e o sociologico,
River, attori di spolia- persino un manifesto: «fine pena: ades-
zioni umane altrui e so», scrive in quello che in ultima analisi soppesando le diverse casistiche e met-
propria, prigionieri del può pensare come suo proprio testamen- tendo in campo ipotesi di proposte prati-
ruolo. Senza quel pac- to. cabili, senza dimenticare con il necessario
chetto Salvatore — me Il libro non intende parlare delle car- disincanto l’opportunità di integrare i
lo confesserà più tardi ceri, semmai in parte, inevitabilmente, punti di vista per cui il monito «nessuno
— avrebbe cercato assai del principio di pena intesa come percor- tocchi Caino» si può ragionevolmente
prima di porre fine alla so possibile di rieducazione, ma non teo- sostenere se non disgiunto da «qualcuno
sua esistenza». rizza, non interviene in astratto. Chi scri- pensi ad Abele».
sabato 13 gennaio 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 5

Il tempio dell’Assunzione a Juli


(Puno, Perú)

di GIANPAOLO ROMANATO La strada aperta


uli è nel cuore delle Ande, a

J quasi 4000 metri. Conviene sa-


lirci per gradi, abituandosi a
poco a poco alla rarefazione
dai missionari gesuiti
dell’aria. Eppure questo paese di
neppure diecimila abitanti, sulla riva Nel cuore delle Ande
meridionale del Lago Titicaca, tal-
mente ricco di chiese da meritarsi il
titolo di pequeña Roma de América, è
all’origine di tutto il sistema missio- raneamente bisognava capire il loro Ma a Juli impararono altre cose, nizzazione urbanistica e abitativa,
nario creato dai gesuiti nel Nuovo
mondo, a partire dalla maniera di vi- che replicheranno poi dovunque. Le che poi divenne comune: la piazza
mondo.
vere, dagli oggetti quotidiani, dai ca- missioni dovevano essere economica- al centro, la chiesa e gli edifici co-
Gli storici si sono concentrati so-
pi di abbigliamento, dalla gestualità, mente autosufficienti, con coltivazio- muni su un lato, le abitazioni sugli
prattutto sulle Riduzioni guaraniti-
dalla vita comunitaria, dal modo di ni e allevamenti di bestiame adegua- altri tre.
che, oggi distribuite fra Paraguay,
ridere e di piangere, dalla tipologia ti, senza dipendere da altri, senza es- Insomma, fu in questo villaggio
Argentina e Rio Grande do Sul bra-
delle abitazioni. Insomma, era neces- sere legate al mercato esterno. andino remoto, alto quasi come il
siliano. Queste missioni sono diven-
sario calarsi in qualche modo nella La cosa sarà facile in Paraguay e Monte Bianco, sulle rive di un lago
tate quasi un modello esemplare del-
testa degli interlocutori, senza pre- Bolivia, dove il bestiame e i campi quasi irraggiungibile, ma di rara
la strategia gesuitica in America me-
ridionale e su di esse esiste un’impo- tendere una cosa impossibile: che da coltivare sovrabbondavano, lo fu bellezza, dove la gente d’oggi non è
nente bibliografia, non soltanto in fossero loro a entrare nella testa dei un po’ meno sulle Ande, a causa molto diversa da quella di allora,
spagnolo e portoghese e non solo gesuiti. Questo era il punto basilare, dell’altitudine e del clima. L’autosuf- che si pose per la prima volta, in
specialistica. Studiando però la geo- senza il quale tutta l’operazione fra- ficienza aveva lo scopo di tenerle se- concreto, il gigantesco problema
grafia e l’organizzazione della Com- le sue chiese mostravano l’usura del za stabile, dalla quale, scrive José de nava. E infatti dovunque sarà così. parate dall’ambiente spagnolo, che dell’inculturazione del cristianesimo.
pagnia di Gesù, ci si è accorti che tempo, ma conservavano il fascino e Acosta, il più celebre scrittore igna- Se oggi in Paraguay, unico caso in corrompeva l’indigeno e lo sottomet- Sicuramente Papa Francesco, che al
essa operava attraverso un sistema di l’imponenza di una storia antica e ziano del tempo, impararono un me- tutta l’America meridionale, si parla teva. Dovevano essere politicamente tema dell’inculturazione è molto
insediamenti missionari molto più gloriosa. Oggi mi risulta che tutto si todo che poi adattarono dovunque. il guaraní al pari dello spagnolo (nel autonome, cioè indipendenti dal si- sensibile, quando sarà in Perú ripen-
largo e complesso, che andava (con stia evolvendo in meglio. In che cosa consisteva questo me- 2007 e nel 2012 Benedetto XVI lo in- stema amministrativo coloniale, per serà a quei suoi lontani confratelli
riferimento ai confini statuali odier- Qui arrivarono per primi i dome- todo? Possiamo riassumerlo in alcu- serì nel rosario linguistico con cui non esserne riassorbite. Solo la po- che cinquecento anni fa si arrampi-
ni) dalla Bolivia alla Colombia e al nicani, sostituiti a partire dal 1576 ni punti. Per catechizzare gli indiani augurava buon Natale urbi et orbi) lo tenza della Compagnia poté garanti- carono fin qui, vissero e morirono
Venezuela, dal Perú al Cile e al Bra- dai gesuiti. Questi erano in America d’America bisognava imparare la lo- si deve al fatto che nelle Riduzioni re tutto questo. Dovevano anche fra queste montagne e da qui ebbero
sile, e comprendeva una grande va- da poco più di vent’anni e avevano ro lingua, parlare come loro, comu- erano i gesuiti che dovevano espri- mantenere l’equilibrio demografico, la forza di aprire una strada che ridi-
rietà di popolazioni, dai Moxos ai sempre operato con missioni itine- nicare direttamente, senza interme- mersi nella lingua dei guaraní, e non né troppo né troppo poco popolate. scese e percorse tutta l’America me-
Maynas, dagli Aymara ai Quechua, ranti. Juli fu la loro prima esperien- diari e senza interpreti. E contempo- i guaraní in quella dei gesuiti. A Juli, infine, si studiò anche l’orga- ridionale.
dai Guaraní ai Chiquitos, per citarne
solo alcune.
Alcune di queste missioni sono
ancora operative (quelle boliviane
della Chiquitania), altre sono cumuli
di imponenti rovine (quelle paragua- Tra i colori delle chiese di legno nell’arcipelago di Chiloé
yane), altre ancora sono sparite del
tutto, travolte dall’espulsione dei ge-
suiti dai territori portoghesi (1759) e
spagnoli (1767), dalla fine del siste- di GIULIA GALEOTTI paesaggistici, mentre tutti gli interni sono asso- presenza di gesuiti di nazionalità diversa da
ma coloniale, dalle innumerevoli lutamente inconsueti se comparati con quelli quella della madrepatria. Accordato il permes-
guerre che hanno accompagnato la La cosa che maggiormente colpisce delle mera- delle chiese occidentali. so, arrivarono religiosi da varie parti d’Europa, L’Iglesia
nascita delle attuali repubbliche lati- vigliose chiese in legno disseminate per l’arcipe- Dicevamo dei colori, accesi e brillanti, che specie da Baviera, Ungheria e Transilvania. Fu- de Nuestra Señora
noamericane. Neppure oggi sono in lago di Chiloé (che si trova dinnanzi alla costa caratterizzano chiese e cappelle di Chiloé. La rono questi, nel XVIII secolo, a dare notevole del Patrocinio a Tenaún
pace. Il dipartimento di Casanare, in meridionale del Cile) sono i colori. tonalità più diffusa è quella del blu, azzurro, impulso alla costruzione di chiese dalla struttu-
Colombia, che è finito al centro del- Gli spagnoli presero possesso di Chiloé nel celeste e indaco in tutte le sfumature e grada- ra duratura. Importante fu anche il contributo
la guerriglia e del narcotraffico, era 1567, cinque anni dopo che un’epidemia di zioni, ma non mancano altri colori sgargianti: si dei carpentieri locali che si avvalse-
stato sede di un florido insediamen- vaiolo ne aveva decimato la popolazione. Co- va dal giallo luminoso della chiesa di San Fran- ro di materiali e tecniche specifi-
to di missioni. struite tra il Settecento e il primo Novecento (la cisco a Castro, al rosso di quelle di Caguach che, molte delle quali legate alla
Il patrocinio dell’Unesco ha rico- gran parte, dunque, quando il Cile apparteneva (raggiungibile solo dopo un lungo percorso in costruzione delle navi. A seguito
nosciuto patrimonio dell’umanità alla Spagna) le chiese sono un incredibile esem- barca) e di San Juan Bautista. E ancora, il ver- dell’espulsione dei gesuiti nel
quelle boliviane e paraguayane, dan- pio di produzione meticcia: rappresentano, in- de smeraldo di Colo, l’oro di Aldachildo,
1776, l’opera missionaria passò
do loro enorme visibilità, certamente fatti, la fusione della cultura religiosa europea l’arancione, il lilla, il color salmone intenso o il
ai francescani.
meritata. Ma in questo modo è ri- con abilità e tradizioni delle popolazioni native. verde pisello della miriade di cappelline disse-
Delle oltre quattrocento
masto in ombra il modello da cui Al di là delle sedici elette dall’Unesco, iglesias e minate nell’arcipelago.
chiese costruite in questi
nacquero. Oggi infatti solo gli stu- capillas arricchiscono, rendendolo assolutamente Fin dal XVII secolo furono i gesuiti a farsi ca-
diosi ricordano che tutta l’organizza- unico, il panorama dell’arcipelago. Alcune sono rico dell’evangelizzazione delle comunità che secoli molte non hanno
zione delle missioni gesuitiche fra gli presenti lungo le strade (per lo più non asfalta- abitavano queste isole: il sistema era quello del- resistito al passare del
indigeni d’America ebbe origine pro- te), altre sorgono in mezzo ai campi, altre anco- la missione circolare. Durava dai tre ai sei mesi, tempo, crollate, bruciate
prio a Juli, che si raggiunge da Pu- ra al centro o ai margini dei centri abitati. e consisteva, di fatto, nel percorrere un totale di o demolite, mentre altre
no, il capoluogo della regione, per- Quelle più suggestive, però, spuntano a picco o quattromila chilometri su piroga o a piedi. Poi- si sono mantenute per
correndo una settantina di chilome- in riva al mare, tra rocce sferzate dal vento, ac- ché i religiosi dovevano visitare un territorio quasi trecento anni. Con
tri in un’atmosfera incredibilmente que minacciose e percorsi sterrati: come abbia- non solo ampio ma anche difficilmente accessi- fondi locali, tante sono
limpida e tersa, lungo le rive del La- no fatto, secoli fa, i gesuiti ad arrivare in questi bile (per la conformazione naturale del territo- state da poco restaurate,
go Titicaca, le cui acque sono blu inospitali lembi di terra resta davvero un miste- rio e il clima avverso), la permanenza dei mis- o sono attualmente in re-
scuro come il cielo di questi stermi- ro. Quasi tutte costruite nello stesso stile, alcu- sionari in ogni cappella durava solo un paio di stauro. Su barca e fuori-
nati altipiani andini. Quando ci an- ne sono straordinarie già da fuori, altre si carat- giorni. Per poter contare su più sacerdoti fu ri- strada, meritano una vi-
dai, una ventina d’anni fa, il paese e terizzano perché inserite in splendidi contesti chiesto allora al re di Spagna di concedere la sita.

di FRANCESCA ROMANA DE’ ANGELIS Il tema del ritorno nella letteratura Rocco affronta tre temi complementari:
tempo, identità e memoria. Perché chi
ritorna deve fare i conti con un passato

M
antiene quanto promette Rac-
contare il ritorno (Bologna, il
Mulino, 2017, pagine 260, euro
Da Ulisse a Mosè perduto e con un sé stesso reso diverso
dall’esperienza dell’altrove. Se, come di-
25), il più recente saggio di Emilia Di ceva Cesare Pavese, un «paese ci vuole,
Rocco che affronta Temi e trame della non fosse che per il gusto di andarsene
via» è anche vero che «ogni viaggio è
letteratura, come recita il sottotitolo, scontinuità, riprese e distanze. Ed è pro- possibilità del ritorno, si lega alla no- del gruppo delle tre dette della miseri- un ritorno» (Claudio Magris) così che
esplorando uno dei più suggestivi ar- prio con uno sguardo ampio e insieme stalgia della patria e del tempo di pace cordia: la pecorella smarrita, la dracma l’idea di partenza si accompagna sempre
chetipi della storia letteraria. Quando si profondo che l’autrice, docente di lette- e al conforto che tenta di trovare nella perduta e appunto quella che va sotto il all’idea del rimettersi in strada verso il
parla di archetipi è necessario un ap- rature comparate all’università La Sa- promessa di gloria eterna. nome di figliuol prodigo, ma che po- luogo dal quale ci si era allontanati.
proccio sovranazionale e comparatistico, pienza di Roma, racconta le storie degli Altrettanto centrale nella cultura e trebbe chiamarsi in tanti altri modi se- Dopo la geniale svolta dantesca, che al
perché solo percorrendo le tante strade eroi del ritorno portando alla luce lo nella letteratura occidentali l’altra espe- condo la prospettiva dalla quale si leg- nóstos omerico contrappone il desiderio
che i temi di lunga durata attraversano spessore, la complessità, la bellezza di rienza dell’erranza, l’esodo verso la Ter- ge, del padre misericordioso, dell’acco- di conoscere, il viaggio da esperienza di
si possono individuare continuità e di- questo affascinante tema letterario. ra promessa. A Ulisse si contrappone glienza festosa, dell’abbraccio benedi- perdita e sofferenza diventa un’occasio-
Il libro prende le mosse da quello che Mosè, ai pericoli del mare il deserto, la cente oltre naturalmente del ritorno a ne di scoperta e la rappresentazione let-
Piero Boitani definisce «il primo roman- terra più inospitale che c’è, ma anche il casa. Un racconto di coinvolgente forza teraria del ritorno si trasforma in testi-
zo della letteratura occidentale. Forse il «simbolo dell’attesa», il «luogo di con- — da qui la sua capacità di germinazio-
migliore». L’Odissea è infatti il racconto fine tra la schiavitù e il ritorno» e so- ne in letteratura, nelle arti figurative e
del ritorno con il mito fondativo di prattutto la prova più importante che nella musica — articolato come una vera
Ulisse che riesce, dopo infinite peripe- gli ebrei devono sostenere per la realiz- e propria storia dove si succedono gli Sia pure a distanza i due archetipi
zie, a giungere a Itaca e a riprendersi la zazione del viaggio. eventi, i personaggi, gli stati d’animo e dell’Odissea e dell’Esodo
vita che era stata la sua prima della par- Sia pure a distanza i due archetipi, gli interrogativi, quelli che si pone il fi-
tenza. Il tema era già affiorato nell’Ilia- l’Odissea e l’Esodo, hanno continuato a glio maggiore. Colui che è sempre rima- dialogano nel tempo e nello spazio
de. È Agamennone, capo supremo degli dialogare nel tempo e nello spazio forse sto accanto al padre, che non ha abban- Perché condividono
Achei, a stabilire la vicinanza tra due perché condividono un presupposto co- donato la casa né dissipato le sostanze
codici all’apparenza tanto distanti, quel- mune: la memoria. L’oblio che minac- di famiglia, non capisce il senso della il presupposto comune della memoria
lo epico della guerra e quello intimo e ciava il ritorno a Itaca di Ulisse minac- gioia che accompagna il ritorno del fi-
domestico degli affetti familiari. Solo la cia anche gli ebrei che devono farsi po- glio minore, i ricchi doni con cui il pa-
conquista di Troia — dice ai suoi soldati polo della memoria, perché dimenticare dre lo accoglie né il banchetto che offre monianza. Del viaggiatore, del vaga-
— permetterà ai Greci di tornare a casa, l’esodo vuol dire dimenticare l’alleanza in suo onore, anzi reagisce mostrandosi bondo, dell’esule, del reduce fino al so-
un’armonizzazione funzionale a spinge- con Dio e andare di nuovo incontro amareggiato fino all’indignazione. Co- pravvissuto che, come Primo Levi, è
re l’esercito a combattere. Belle le pagi- all’esilio. me nota Di Rocco, nella sua raffinata e chiamato a «raccontare l’indicibile».
ne che Di Rocco dedica ai personaggi Se l’Esodo rappresenta il paradigma intensa lettura del testo lucano, a lui, il Muovendosi con pari naturalezza tra
di Ettore e di Achille. Due eroi umanis- del ritorno nel vecchio testamento, è un figlio che non ha scelto l’assenza, il pa- antichità e modernità, con uno stile di
simi, attraversati come sono dalla perce- incontro tra padre e figlio a rappresen- dre ribadisce il suo affetto e rivolge pa- grande eleganza e chiarezza Di Rocco
zione e dal sentimento della fine. L’ad- tarlo nel nuovo testamento. Si tratta role rassicuranti che mettono in scena il non si limita a tracciare un rigo di mati-
dio di Ettore, simbolo della resistenza, è della celebre parabola del figliuol prodi- miracolo della grazia divina dove ta su una mappa, ma disegna un itine-
nel commiato struggente da Androma- go che ripropone, ma con significative «l’amore non conosce abbandoni» rario emozionante, offrendo al lettore
ca, nell’apprensione per il futuro della variazioni, un tema già affiorato nel ro- (sant’Agostino). un bagaglio ricchissimo con cui affron-
moglie e del figlio quando non sarà lì a manzo antico greco da Caritone di Per completare questo affascinante iti- tare le diverse tappe di questa umana
proteggerli. Quanto ad Achille la consa- Afrodisia a Longo Sofista. Raccontata nerario tra le tante varianti che si sono avventura che ha dato vita ad alcune tra
«Ulisse e le sirene» (particolare, III secolo, Tunisi) pevolezza del proprio destino, cioè l’im- nel vangelo di Luca la parabola fa parte imposte all’invenzione originaria, Di le pagine più belle della letteratura.
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 13 gennaio 2018

A Buenos Aires un forum voluto dal patriarcato ecumenico

Contro
le moderne schiavitù
ISTANBUL, 12. Sotto l’egida questioni come la salute pub-
dell’arcivescovo di Costantino- blica, la tecnologia, le comunità
poli, Bartolomeo, il patriarcato vulnerabili. Il precedente in-
ecumenico ospiterà, a Buenos contro, dal titolo «Peccati da-
Aires dal 5 all’8 maggio, un fo- vanti ai nostri occhi», si è svol-
rum sulla moderna schiavitù in- to a Istanbul il 6 e 7 febbraio
titolato «Vecchi problemi nel 2017 grazie alla collaborazione
nuovo mondo». Sarà co-patro- fra il patriarca ecumenico Bar-
cinato dall’arcidiocesi di Bue- tolomeo e l’arcivescovo di Can-
nos Aires e dal Patriarch Athe- terbury, Justin Welby, primate
Al via a Gerusalemme l’incontro dei vescovi dell’Holy Land Coordination nagoras Orthodox Institute di della Comunione anglicana. Al
Berkeley (California). Lo scopo termine del forum, concentrato-
è di riunire professionisti, poli- si sulla piaga della tratta di es-

Pellegrinaggio per la pace tici, teologi, studiosi, prove-


nienti dall’America latina e da
altre regioni, per continuare la
seri umani, Bartolomeo e Wel-
by firmarono una dichiarazione
congiunta, esprimendo il comu-
conversazione avviata nel pri- ne impegno per sradicare tutte
mo forum, includendo altre le forme moderne di schiavitù.
GERUSALEMME, 12. Si svolgerà scuole a Beit Jala e Beit Sahour e altro luogo, i vescovi — spiegano che affonda le radici nei millenari
dal 13 al 18 gennaio l’edizione incontreranno alcuni gruppi di i promotori dell’incontro — non legami che ci uniscono ai luoghi
2018 dell’incontro-pellegrinaggio studenti universitari cristiani, cercano privilegi per i cristiani, santi di Gesù». Circa il tema dei
dell’Holy Land Coordination ebrei e musulmani. In program- ma la dignità e la giustizia per lo- giovani scelto dall’Hlc per il
(Hlc), il Coordinamento di Terra ma anche riunioni con alcuni di- ro e per gli altri che vivono simili 2018, monsignor Fontana sostie-
santa, costituito da vescovi prove- plomatici occidentali e un’uscita situazioni di conflitto». ne, in una dichiarazione al Sir,
nienti da Europa, Nord America al villaggio palestinese di Qubei- Per monsignor Riccardo Fonta-
che «le nuove generazioni sono
e dal Sud Africa, istituito con lo beh che si trova in una specie di na, arcivescovo di Arezzo-Corto-
invitate a riscoprire le ragioni del-
scopo di visitare e sostenere le enclave, circondato da insedia- na-Sansepolcro e delegato per la
menti e da strade riservate agli Chiesa italiana all’incontro dei la fede e con loro anche ognuno
comunità cristiane. Quest’anno i
israeliani. L’edizione di quest’an- vescovi dell’Hlc, «occorre rico- di noi. Volesse Dio che cristiani,
15 vescovi partecipanti all’iniziati-
no prevede anche la possibilità di struire e motivare le ragioni del ebrei e musulmani ritrovassero
va si ritroveranno nella serata del
13 gennaio a Gerusalemme, sede condividere, dalla sera di venerdì ritorno a pellegrinare in Terra tutti insieme la fede di Abramo.
dei lavori, per partire subito il 12 gennaio, lo shabbat con la co- santa. Come Chiesa italiana sia- In questo cammino i giovani so-
giorno dopo per la Striscia di munità ebraica della sinagoga mo chiamati a questa missione no un futuro da educare».
Gaza dove incontreranno la pic- Kol Haneshama a Gerusalemme.
cola comunità cristiana locale. Il Coordinamento dei vescovi
Tema dei lavori sarà, in parti- per la Terra santa trova il suo
colare, il mondo giovanile con fondamento di azione nelle cosid-
tutte le sue attese, difficoltà e dette “3 P”: preghiera, pellegri-
naggio, persuasione. La preghie- Scambio di auguri con i frati della Custodia
speranze vissute in una realtà di
tensione come quella mediorien- ra, infatti, fa da sfondo a ogni in-
tale. I vescovi e gli altri parteci-
panti tra i quali una delegazione
contro annuale con la celebrazio-
ne quotidiana dell’Eucaristia,
spesso in diversi riti e con le co-
Solidarietà
del Consiglio delle Conferenze
episcopali europee, guidata dal
segretario generale, monsignor
munità cattoliche locali. Il pelle-
grinaggio è poi uno dei momenti
più importanti della riunione an-
tra Chiese sorelle
Nuno Queiroz de Barros Duarte
nuale. I vescovi, infatti, si recano
da Cunha, visiteranno alcune
singolarmente o in gruppi a visi- GERUSALEMME, 12. Il suono coinvolto il patriarca Teofilo III
tare le comunità cattoliche, in- battente dei bastoni dei kawas è durante il suo ingresso a Be-
contrando i loro membri e a volte risuonato più volte ad annun- tlemme per le celebrazioni del
anche personalità politiche locali. ciare l’arrivo della delegazione Natale. «Voglio esprimere la Jacob Lawrence, «The capture» (1987)
D all’Hlc giunge sempre l’esorta- francescana. Le guardie d’onore mia vicinanza e solidarietà a sua
zione e l’incoraggiamento alle della Custodia di Terra santa, beatitudine il patriarca Teofilo.
chiese nel mondo a favorire i pel- infatti, precedono il corteo dei Noi rigettiamo, condanniamo e
legrinaggi in Terra santa. «Per- frati ogni volta che si spostano non possiamo accettare alcun ti-
suasione si riferisce al lavoro da per visite ufficiali. È accaduto po di violenza contro la sua
svolgere dopo l’incontro annuale. anche quest’anno per il tradizio- persona», ha detto Patton. Le Rapporto sui cristiani perseguitati nel mondo
Una volta rientrati nei rispettivi nale scambio di auguri, a Geru- difficili condizioni dei cristiani
paesi i vescovi sono chiamati a
parlare con i propri governi, par-
salemme, tra i frati francescani
della Custodia e i capi delle
in Egitto hanno costituito uno
dei principali argomenti al cen-
Oltre tremila
lamentari, ambasciatori israeliani
e palestinesi e ai media su que-
Chiese ortodosse che, secondo il
calendario giuliano, hanno cele-
tro dello scambio di auguri con
la comunità copta. È stato lo
uccisi per la fede
stioni che interessano la vita dei brato il Natale il 7 gennaio scor- stesso patriarca copto ortodosso
cristiani. In linea con l’approccio so. La delegazione francescana, di Gerusalemme, Anba Anto-
che la Santa Sede adotta in ogni AMSTERDAM, 12. Cresce la per- curatori del dossier — «va ben
secuzione contro i cristiani nel oltre» questi numeri: si conta-
mondo: sui 2,4 miliardi di bat- no infatti anche 1922 cristiani
tezzati ben 215 milioni subisco- detenuti senza un processo,
no forme spesso assai pesanti 1252 rapiti, oltre mille stupri,
di intolleranza. Nell’ultimo an- così come 1240 matrimoni for-
no oltre 3000 sono stati uccisi a zati e 33.255 cristiani «fisica-
causa della loro fede in Cristo e mente o mentalmente abusati».
a più di 15000 assommano gli Sono tutte «vite devastate a
edifici cristiani attaccati. È stata causa di una scelta di fede»,
l’Africa negli ultimi mesi a pa- sottolinea Nani che ribadisce:
gare il prezzo più caro, regi- si tratta di «cifre che purtroppo
strando la maggior parte degli sono da considerare punti di
omicidi di cristiani, in Nigeria, partenza poiché potenzialmente
Repubblica Centrafricana e enorme è la realtà sommersa
Repubblica Democratica del dei crimini non denunciati o
Congo. Sono alcuni dei princi- non registrati contro i cristiani
pali dati del World Watch List in molti paesi».
2018, l’annuale rapporto sulla Secondo il rapporto i cristia-
libertà religiosa dei cristiani nel ni perseguitati in Africa sono
mondo redatto da Open Doors 81,14 milioni (38 per cento), in
l’organizzazione internazionale Asia e Medio oriente 113,31 mi-
con sede nei Paesi Bassi che lioni (53), in America latina
aiuta e supporta i cristiani per- 20,05 milioni (9 per cento). Per
seguitati a causa della loro quanto riguarda il fondamenta-
fede. lismo si segnala l’aumento della
Non è solo il fondamentali- «radicalizzazione» in Africa e
guidata dal padre custode, nius, a riferire delle persecuzioni smo di matrice islamica a de- nel mondo musulmano non
Francesco Patton — con lui an- dei cristiani. Il patriarca si è an- stare preoccupazione. Nell’ulti- arabo asiatico, così pure «il di-
che il vicario, padre Dobromir che soffermato sul significato mo periodo si è infatti eviden- vario sunniti-sciiti» che si scon-
Jasztal — si è recata per prima del Natale e riferendosi al nuo- ziato soprattutto anche l’avan- trano soprattutto in Medio
cosa presso il patriarcato greco- vo anno appena aperto si è au- zare del nazionalismo religioso oriente. Preoccupazione inoltre
ortodosso per lo scambio di au- gurato che sia «un anno di bene come prorompente fonte di per i cristiani nei paesi a regi-
guri avvenuto, riferisce il sito in e di pace per l’umanità». persecuzione anticristiana e di me dittatoriale. In alcuni paesi
rete della Custodia, «in un cli- Durante la visita alla comuni- altre minoranze. «L’intolleran- dell’America latina i cristiani
ma cordiale e fraterno». Nel tà siriaca, il vicario custodiale za sociale e lo sfruttamento po- sono invece spesso vittime di
corso dell’incontro padre Patton padre Jasztal ha ricordato anco- litico di tale intolleranza sono «corruzione e crimine organiz-
ha espresso «sentimenti di grati- ra una volta le situazioni di ten- il veleno di questo periodo sto- zato uniti ad antagonismo etni-
tudine per la cooperazione reci- sione del Medio oriente e ha rico», commenta Cristian Nani, co». Buone notizie nel Rappor-
proca che permette loro di col- espresso vicinanza alla numero- direttore di Open Doors Italia. to derivano dal leggero miglio-
laborare nei più importanti san- sa comunità dei siriaci che sof- Nell’ultimo anno sono stati ramento della situazione in Ke-
tuari, come il Santo Sepolcro e frono ancora oggi in Siria. 3066 i cristiani uccisi a causa nya e in Etiopia, e dal «calo
la chiesa della Natività a Be- Infine l’incontro con i rappre- della loro fede, 15.540 gli edifici notevole della violenza mirata
tlemme». Il custode si è anche sentanti della Chiesa etiope or- attaccati (chiese, case private e contro i cristiani» in Siria, in
soffermato sulle contestazioni todossa guidati da Aba Emba- negozi). Ma la persecuzione primo luogo per l’arretramento
che ai primi di gennaio hanno kob. anticristiana — sottolineano i del cosiddetto stato islamico.
sabato 13 gennaio 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

Henri Matisse
«Gerusalemme celeste» (1948)

Nella diocesi di Albano

Una casa per i padri separati


di MARCELLO SEMERARO riammesso. Insieme siamo una cheggiato la propria auto in di coppia, si perde pure l’acces-
comunità di persone che, sia piazza Vescovile, con una borsa so al figlio, che diventa contin-
È da tempo che la diocesi di pure in vario modo, con per- in mano entravano nel centro gentato, quasi a orologeria. E
Albano mostra un’attenzione corsi diversi e tempi differen- di ascolto diocesano situato al troppe volte ha come freddo
molto concreta verso i fedeli ziati, cammina verso il Dio che piano terra della curia. A un scenario proprio i non-luoghi
che vivono in situazione di se- è misericordia e salvezza. primo sguardo non sembravano del consumismo, tra paninote-
parazione, divorzio e nuova In occasione dell’Anno della persone particolarmente biso- che, centri commerciali e cine-
unione. Per noi sono state di fede, nel contesto di questo gnose. Ma quando ho chiesto ma, anziché una casa, che di-
grande incoraggiamento le pa- percorso che prevede anche informazioni ai nostri volontari, venta spesso rifugio di fortuna.
role scritte dal Papa in Amoris l’incontro col vescovo, ho volu- la risposta mi ha impressionato: Nonostante ciò, il progetto
laetitia, specialmente nel capito- to indirizzare a questi sposi cri- si tratta di uomini separati o della diocesi è ora una realtà. Il
lo VIII, con l’invito ad accoglie- stiani una lettera pastorale dal divorziati che dormono in auto
21 novembre scorso, infatti, è
re, accompagnare e integrare. titolo Attraversare la porta della e poi si recano qui da noi per
Anche per questo le abbiamo stata firmata l’autorizzazione
fede col cuore ferito, ricordando, provvedere alla pulizia e alle
accolte con gioia. della casa e di questa iniziativa
come ho scritto, che nessuna necessità igieniche. Ciò che sa-
Fin dal 1997 il nostro Ufficio famiglia è perfetta e ogni fami- pevo non l’avevo ancora medi- ho scritto anche nella lettera
diocesano per la pastorale della glia, prima o poi, ha un calva- tato nel cuore. pastorale Toccare la carne di
famiglia realizza ogni anno con
cadenza regolare percorsi di vi-
ta e di fede con gli sposi in si-
rio da affrontare.
Ciascuna comunità familiare,
Ne ho parlato, perciò, con i
miei più stretti collaboratori.
Cristo appena pubblicata. Nella
data del 21 novembre ricorre la
presentazione della beata Vergi-
Identità
infatti, soffre ferite. Il dramma Con loro abbiamo riflettuto
tuazione di separazione, divor-
zio e nuova unione. L’iniziativa
fa parte della pastorale ordina-
della separazione è motivo di
sofferenza per l’intero universo
sulla possibilità di scegliere, fra
i segni concreti dell’Anno della
ne Maria: circostanza nella
quale riconosco l’intercessione
e un segno di benevolenza del-
e accoglienza
dei coniugi o dei genitori sepa- misericordia, una casa di acco-
ria della nostra Chiesa, che da rati o divorziati. Possiamo par- glienza per padri soli o separati la Madre di Dio, poiché questo
vent’anni si avvicina e incontra lare, a ragione, di un’autentica in situazione di difficoltà. La momento importante è avvenu- dell’Apocalisse: è la Gerusalem-
di BRUNO FORTE
quei figli e fratelli che ha gene- “nuova povertà”, alla quale an- conferma di avere colto nel se- to proprio in un giorno che la me celeste, che coniuga l’iden-
rato come sposi nel sacramento che la Caritas italiana pochi gno mi è venuta dall’applauso liturgia le ha dedicato. Quali processi di partecipazio- tità irradiante all’apertura e
delle nozze e che ora vivono il anni or sono ha indirizzato la spontaneo con il quale il mio Sento il bisogno di ringrazia- ne potranno favorire la rivolu- all’accoglienza dell’altro. Essa è
dolore di un amore ferito, falli- sua attenzione specifica. La sua annuncio è stato accolto re il Signore e anche tante per- zione che porti da sistemi urba- come un’“errante radice”
to, finito. indagine ha permesso di inter- dall’assemblea di migliaia di fe- sone, a cominciare dalle suore ni identitari rigidi e chiusi a (Franz Rosenzweig), una città
Non è un incontro per loro cettare alcune esigenze — come deli riuniti per il secondo pelle- città “nuove e sconfinate”, reci- attraversata dai flussi della co-
di Gesù Buon Pastore (Pasto-
ma con loro. Un incontro con- la necessità di avere un tetto grinaggio diocesano giubilare procamente compenetrate e in- municazione più ampia e tutta-
relle) che per la realizzazione
diviso da ogni fedele e da tutte dove riparare e un luogo digni- nel santuario della Madonna sieme fedeli alla propria identi-
del progetto hanno messo a di- via capace di essere compatta e
le famiglie: un modo per scri- toso dove incontrare i figli — e del Divino Amore il 22 ottobre tà? Vorrei rispondere a questa
sposizione la loro struttura sul ricca della luce che splende dal
vere insieme l’unico Vangelo di individuare particolari aree 2016, dopo aver partecipato domanda muovendo da una ri-
del matrimonio e della fami- litorale pontino che inauguro il suo centro e cuore: «La città
di bisogno, come il disagio psi- all’incontro con il Papa in piaz- 13 gennaio a Tor San Lorenzo, flessione sulla nascita e il carat- non ha bisogno della luce del
glia. Del resto, nessun battez- cologico e nelle relazioni speri- za San Pietro. tere originario delle città secon-
zato nella Chiesa è escluso o nei pressi di Ardea. E poi ci so- sole, né della luce della luna: la
mentato durante la crisi, la ge- Certo, la realizzazione non è do la Bibbia: nel libro della gloria di Dio la illumina e la
no tutti coloro che hanno preso
stione del conflitto, il sostegno stata facile. Difficoltà di vario Genesi (4, 16-17) viene presen- sua lampada è l’Agnello. Le
a cuore l’iniziativa prestandovi
alla genitorialità. genere hanno rallentato il cam- tato il primo fondatore di una
nazioni cammineranno alla sua
la loro opera, offrendo collabo-
Proprio nell’ambito di queste mino nei mesi successivi, pro- città, Caino, nomade in fuga
razione, aiutando nelle forme luce, e i re della terra a lei por-
problematiche è emersa la que- prio mentre la situazione ha dall’Eden dopo l’omicidio del
stione di come offrire almeno continuato a rivelarsi sempre loro permesse: e tra questi, fratello. Divenuto padre, egli
un sostegno abitativo tempora- più grave. Tra mutui, doppio anche istituzioni come l’Asl decide di fermarsi e costruire
Nomine episcopali neo ai padri separati. Un pro- affitto, alimenti e costi giudi- Roma H. una città, cui dà il nome del fi-
Da ultimo, ho voluto che la
in India verbio malgascio dice che ciò
che l’occhio ha visto, il cuore
ziari, per un padre i soldi sono
quasi sempre un problema. casa si intitolasse al mio prede-
glio, Enoch (dalla stessa radice
di Hanukka, la festa dell’inau- In città
non lo dimentica. L’ho speri- Quanto poi all’aspetto della cessore, monsignor Dante Ber- gurazione, delle luci, del nuovo
mentato anch’io. Sempre più vulnerabilità, in storie come nini, vescovo buono e sapiente, inizio), perché sia per lui e la nuove e sconfinate
Le nomine di oggi riguardano la spesso, infatti, mi accadeva di queste l’equilibrio del padre se- che con il suo ministero ha la- sua discendenza di protezione e
Chiesa siro-malabarese. vedere uomini, soprattutto di parato è messo alla prova su sciato nella Chiesa di Albano il difesa. La città si profila, dun- «Città nuove e sconfinate: le ragioni di
mezz’età, che dopo avere par- troppi fronti. Perduta l’alleanza segno della paternità di Dio. que, come il luogo in cui custo- una rivoluzione necessaria» s’intitola il
dire l’identità, che i figli perpe- convegno che si tiene il 12 gennaio a
James Athikalam tueranno nel tempo: essa nasce Pescara con interventi, tra gli altri, di
vescovo di Sagar da un movimento centripeto, Luciano D’Alfonso, Giuseppe De Rita e
dei siro-malabaresi da un’esigenza di stabilità, do- Matteo Del Fante. Della relazione
ve la rassicurazione rispetto dell’arcivescovo di Chieti-Vasto
Nato il 5 luglio 1958 a Pulinkun- agli altri si coniuga all’afferma-
anticipiamo l’introduzione e la
nu, nell’allora eparchia di Changana- Intervento del presidente della Cei alla Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale zione di sé e della propria di-
scendenza. Il culmine di questo conclusione.
cherry, dopo il corso istituzionale nei
seminari del Sacro cuore a Poonama- movimento appare nella pretesa
lee e di San Giuseppe a Bangalore, è
stato ordinato sacerdote della missio-
Il lavoro è una missione degli abitanti di Babele (Genesi,
11) di edificare una tower city
nary society of Saint Thomas the ritta fra terra e cielo, che enfa- teranno il loro splendore. Le
Apostle (Mst) il 22 marzo 1984. Ha
conseguito la licenza in Sacra scrittu-
che Dio ha affidato all’uomo tizzi la loro identità contro l’al-
tro, divino o umano che sia.
sue porte non si chiuderanno
mai durante il giorno, perché
ra all’Istituto biblico francescano di È a questo punto che la città non vi sarà più notte. E porte-
Gerusalemme, il master in lettere si disgrega: la confusione delle ranno a lei la gloria e l’onore
Serve un’etica del lavoro che aiu- lingue è il segno di un movi- delle nazioni» (Apocalisse, 21,
all’università di Mysore e il dottorato
ti allo sviluppo integrale dell’uo- mento centrifugo, di una plura- 23-26). Verso questa città felice-
in teologia patristica all’Istituto Au-
mo e non ne annienti la persona- lità di tensioni che esplode. Ba- mente “porosa” dovrà muovere
gustinianum di Roma. Ha svolto gli
lità, i talenti e le possibilità». Il bele diventa la metafora della l’impegno di tutti, non in forza
incarichi di professore e procuratore
secondo è la precarietà del lavo- crisi della città, che culmina di progetti ideologici, che im-
del seminario minore a Ujjain, do-
ro, «una condizione sociale estre- proprio nel nostro tempo post- pongano alla realtà presunzioni
cente al seminario minore Mst, diret-
mamente diffusa e che va assolu- moderno: «Nata come antitesi ideali, ma attraverso un conti-
tore del corso di orientamento mis-
tamente superata», secondo il al nomadismo — scrive Stefano nuo passaggio dalle idee possi-
sionario al Jeevan Jyothi di Mandya,
cardinale, perché «è una delle Levi Della Torre — ora la città bili alle migliori pratiche, ispi-
professore di patrologia al seminario
più drammatiche questioni sociali è essa stessa attraversata da rate ai principi etici descritti e
maggiore di Ruhalaya a Ujjain, ret-
della nostra società, del nostro ogni sorta di mobilità, fisica, messe in opera col concorso di
tore del seminario di Ruhalaya e di-
paese, e colpisce soprattutto i sociale, telematica. La transu- tutti, a cominciare da quello
rettore generale della Mst dal 2008-
giovani. È necessario riscrivere manza stilistica del “post-mo- dei cittadini più deboli, che so-
2013. Attualmente era direttore del
un nuovo patto sociale, un’al- derno” ne è un’espressione for- no i più cari agli occhi di Dio,
Nirmal Jyothi Mental Health Pro-
leanza generazionale che guardi male, balbettio del nomadismo perché — anche se spesso di-
gramme di Bhopal.
al bene comune e non faccia più urbano e della sua memoria menticati nel libro dei conti
cadere sulle spalle dei giovani i frantumata». La città si presen- della terra — sono scritti nel li-
costi della crisi e dei mutamenti ta sempre più “porosa”, nel bro della vita dell’Agnello.
John Nellikunnel socioeconomici». Il terzo punto è senso in cui Walter Benjamin I poveri hanno diritto alla
vescovo di Idukki l’idolatria del lavoro, «uno dei descrisse la Napoli che aveva bellezza e alla felicità: e
dei siro-malabaresi cancri della società opulenta. È conosciuto: «L’architettura è sull’impegno per tutelare e sod-
MILANO, 12. «Il lavoro è una nunciabili per il futuro del nostro frutto dell’illusione di una falsa porosa quanto questa pietra. disfare un tale diritto vanno
Nato il 22 marzo 1973 a Kadapla- missione che Dio ha affidato paese. La Chiesa oggi come in libertà che fa vivere gli uomini Edifici e azioni si trasformano misurate le scelte e le azioni dei
mattom, nell’eparchia di Palai, dopo all’uomo, non è solo un argo- passato, non si occupa del lavoro solo per se stessi; ed è il prodotto gli uni nelle altre in cortili, ar- responsabili della cosa pubbli-
aver frequentato il seminario minore mento di riflessione intellettuale come una qualsiasi agenzia socia- di un benessere nichilista che — cate, scalinate. Dappertutto si ca. Una politica dove il “parti-
San Giuseppe a Kothamangalam, ha ma è, prima di tutto, una que- le». Non si tratta, in altre parole, aggiunge il porporato — produce conserva lo spazio vitale capace culare”, proprio o della propria
seguito i corsi istituzionali di filoso- stione di stringente attualità»: è di «proporre rivendicazioni so- carrierismo, affermazione indivi- di ospitare nuove, impreviste parte, è anteposto alla ricerca
fia e teologia al seminario San Tom- quanto ha affermato il cardinale ciali», ma di vedere «nel lavoro dualista e desiderio avido di ave- costellazioni. Si evita ciò che è del bene comune, va considera-
maso apostolo di Vadavathoor. Ordi- Gualtiero Bassetti, arcivescovo di una missione altissima che Dio re sempre maggiori ricchezze». Il definitivo, formato. Nessuna si- ta come una degenerazione da-
nato sacerdote il 30 dicembre 1998, Perugia - Città della Pieve e pre- ha affidato all’uomo. Il lavoro è quarto punto è il tempo della fe- tuazione appare come essa è, gli effetti devastanti. Perché la
ha poi esercitato il ministero in varie sidente della Conferenza episco- sacro» e occorre difenderlo «dal- sta e del riposo, da valorizzare. pensata per sempre, nessuna “città porosa” sia anche una
parrocchie. Inviato a Roma per gli pale italiana (Cei), nella relazione la sua disumanizzazione». «Per un credente la domenica è il forma dichiara il suo “così e città felice occorreranno uomini
studi superiori, ha conseguito la li- tenuta giovedì, a Milano, alla Fa- Per un’economia dell’inclusio- giorno del Signore, è la Pasqua non diversamente”». L’intuizio- e donne, nella politica e nelle
cenza e il dottorato in filosofia alla coltà teologica dell’Italia Setten- ne, l’arcivescovo di Perugia - Cit- che ci attende e ci dona speran- ne di Benjamin è adatta a de- istituzioni, che siano capaci di
Pontificia università San Tommaso trionale. tà della Pieve propone la formula za, ed è, infine, la celebrazione scrivere la città che assorbe tut- ispirarsi in ogni orientamento,
d’Aquino. Rientrato in patria, ha Durante il suo intervento, il «lavorare meglio, lavorare tutti». eucaristica che rende cristiana to e tutto trasforma, che unisce come in tutti i comportamenti
svolto gli incarichi di cancelliere porporato ha fatto notare che Una proposta che si basa su questa giornata. Il riposo e la fe- i diversi e li traspone l’uno concreti, ai tre principi indicati
eparchiale, segretario del vescovo, di- «ormai da molti mesi anche la quattro punti «che meritano di sta — conclude il cardinale — so- nell’altro, “porosa” perché me- della solidarietà, della respon-
rettore della catechesi e dell’apostola- Chiesa italiana sta insistendo su essere sviluppati dai pastori, dai no due momenti decisivi per la scola i mondi vitali e ne tra- sabilità e della sussidiarietà:
to biblico, professore e poi decano questo tema che considera, come fedeli e dai teologi». Il primo è il vita di ogni persona, anche se sgredisce i confini. quei tre principi, la cui comune
della facoltà di filosofia al pontificio ho avuto occasione di dire nel rapporto tra il lavoro e la tecnica, non credente. Perché permettono Di una tale città felicemente ispirazione può essere espressa
seminario san Giuseppe di Mangala- consiglio permanente della Cei di che per Bassetti «non va negato di creare relazioni umane al di là “porosa”, verso cui tendere, dà nel rispetto e nell’accoglienza
puzha. settembre, una delle priorità irri- ma va assolutamente umanizzato. delle attività produttive». un’immagine icastica il libro dell’altro.
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO sabato 13 gennaio 2018

Il coraggio
Per pregare davvero, al cristiano
serve «coraggio» perché, forte del-
la propria fede, deve arrivare persi-
della preghiera dobbiamo «incominciare la pre-
ghiera così e con quella fede sfida-
re il Signore».
no a sfidare il Signore trovando Ma «tante volte — ha ricono-
sempre il modo di superare le ine- Messa a Santa Marta sciuto Francesco — ci sono difficol-
vitabili «difficoltà» senza dubitare. tà, non è come il caso del lebbro- Ecco che ci vuole «coraggio per
È una vera e propria verifica sullo so: “Lo voglio, sii guarito”». Inve- sfidare il Signore e coraggio per
stile di preghiera di ciascuno gli disse: “se vuoi, puoi purificar- questo ne aveva poca», secondo il ce «come nel passo del Vangelo di mettersi in gioco». Si potrebbe di-
quella che Papa Francesco ha sug- mi”». Insomma «lo sfida: se tu racconto del Vangelo. Invece il oggi, arrivano col paralitico, con la re: e «se non sono guarito, se la
gerito nella messa celebrata vener- vuoi, tu puoi». E «la risposta di «lebbroso era sicuro, ha sfidato» barella e c’era la folla, lì, dentro grazia non viene?». Forse sarebbe
dì 12 gennaio a Santa Marta. Lo Gesù è subito: “lo voglio, sii puri- Gesù. E così facendo ci insegna, casa, fuori, non potevano avvici- «meglio non giocare tanto forte».
spunto dell’omelia è stato l’atteg- ficato”». ha suggerito il Papa, che «sempre, narsi». Certo «se fosse stata una Graham Dean, «The Prayer» No, ha replicato chiaramente il Pa-
giamento del lebbroso e del parali- Dunque, ha rilanciato France- quando ci avviciniamo al Signore persona può infilarsi e andare, ma pa: «Nella preghiera si gioca forte
tico che chiedono a Gesù di essere sco, «quest’uomo ci fa vedere che per chiedere qualcosa, si deve par- c’erano quattro con la barella: im- e se ci sono delle difficoltà si supe-
guariti, come racconta il vangelo per chiedere qualcosa al Signore ci tire dalla fede e farlo nella fede: io possibile». Però «questi volevano fede forte, si è infilata fra la gente: rano le difficoltà, come hanno fat-
di Marco. vuole la fede». E il lebbroso da- ho fede che tu puoi guarirmi, io che il loro amico fosse guarito». va, va, va e toccò». E «Gesù se ne to questi».
«La liturgia di oggi fa ascoltare vanti a Gesù «aveva fede, era co- credo che tu puoi fare questo». Bi- E «anche quel paralitico voleva accorse e lei è guarita». Ecco che «La preghiera cristiana — ha
questo passo del Vangelo che è raggioso, lo sfida: se tu vuoi, tu sogna «avere il coraggio di sfidar- essere guarito — ha proseguito il ci vuole «coraggio per lottare per riaffermato Francesco — nasce dal-
una guarigione: Gesù guarisce» ha puoi; se tu non mi guarisci è per- lo, come questo lebbroso di ieri, Papa — e sono andati dietro la ca- arrivare al Signore, coraggio per
la fede in Gesù e va sempre con la
subito fatto presente Francesco, ri- ché tu non vuoi». Dice «le cose questo paralitico di oggi». sa, sono saliti sul tetto, hanno fat- avere fede all’inizio: “Se tu vuoi
fede oltre le difficoltà». E «una
ferendosi al passo (2, 1-12) dove si chiare, ma la fede l’aveva e la vera «La preghiera nella fede» dun- to un buco e hanno fatto scendere puoi guarirmi, se tu vuoi, io cre-
frase per portarla oggi nel nostro
narra, appunto, la guarigione del preghiera nasce da questa fede». que. E a questo proposito il Pon- la barella col paralitico davanti a do”». E anche «coraggio per avvi-
cinarmi al Signore, quando ci sono cuore ci aiuterà, dal nostro padre
paralitico. Ma anche la liturgia di «Ma c’era un altro uomo — ha tefice ha invitato a domandarsi: Gesù: bel regalo!». E Gesù mentre
delle difficoltà». Ci vuole proprio Abramo, al quale è stata promessa
del giorno prima, ha ricordato, affermato il Papa riferendosi sem- «Come prego io? Quando ho bi- «predicava vede scendere questo lì,
pre ai racconti evangelici — che sogno di qualcosa, come la chie- «quel coraggio: tante volte ci vuo- l’eredità, cioè di avere un figlio a
aveva proposto «un’altra guarigio- ma questi avevano voglia che il lo-
ne»: quella del lebbroso, riferita chiese a Gesù di guarire il figlio do? La chiedo dalla fede o la chie- ro amico fosse guarito, volevano le pazienza e saper aspettare i tem- cento anni». Infatti «dice l’aposto-
sempre da Marco (1, 40-45). Sono posseduto dal demonio e gli dice: do un po’ come un pappagallo?». questo: c’era una difficoltà e han- pi ma non mollare, andare sempre lo Paolo: “credette” e con questo
due guarigioni, ha aggiunto, «a ri- “se tu puoi, fai qualcosa”». Gesù, Si ripete semplicemente: «Signore, no saputo andare oltre le difficol- avanti». Non avrebbe senso avvici- fu giustificato». Ebbe «la fede» e
chiesta della persona malata: tutti di fronte a quelle parole, risponde: ho bisogno di questo!» oppure, ha tà, cercare il modo di avvicinarsi a narsi «con fede al Signore» e dire: «“si mise in cammino”: fede e fare
e due hanno pregato il Signore di «Se voi aveste fede quanto un se- ripreso il Papa, «ho vero interesse Gesù con la fede che può guari- «se tu vuoi, puoi darmi questa di tutto per arrivare a quella grazia
guarirli». me di senape». Davanti a quell’uo- di avere quello che sto chiedendo? re». E «hanno avuto il coraggio di grazia», e «poi, siccome la grazia che sto chiedendo».
«Questo ci fa pensare — ha spie- mo che dubitava Gesù replica, O se viene viene, sennò brutta sor- cercare il modo». dopo tre giorni non è arrivata», In conclusione, il Papa ha ricor-
gato il Pontefice — come è la pre- dunque, che «tutto è possibile a te: no, non va la cosa così». «Nel Vangelo c’è tanta gente co- chiedere «un’altra cosa e mi di- dato che «il Signore ci ha detto:
ghiera per chiedere qualcosa al Si- quello che crede». Ma ecco che, di Infatti, ha insistito Francesco, sì» ha ricordato il Pontefice. «Pen- mentico». Ci vuole «coraggio». “chiedete e vi sarà dato”. Prendia-
gnore nel Vangelo, come prega rimando, «quel povero uomo pie- «la preghiera, se io chiedo qualco- siamo — ha detto — quella vec- Su questa linea, ha affermato il mo anche questa parola e abbiamo
questa gente che è riuscita ad ave- no di angoscia» ribatte: «Credo, sa, parte dalla fede; e se non ho chietta che da diciotto anni soffri- Papa, ci sono anche «tanti santi: fiducia, ma sempre con fede e met-
re quello che chiede». Nel passo Signore, ma aiuta la mia debole tanta fede» si può «dire come va di emorragie e lì: Gesù era lon- pensiamo a santa Monica che ha tendoci in gioco». Proprio «questo
proposto giovedì 11 dalla liturgia fede!». quell’uomo, il papà del bambino: tano, ma c’era tanta folla, e dice: pregato, ha pianto tanto per la è il coraggio che ha la preghiera
«è stato molto semplice: un leb- Ci vuole «sempre la fede all’ini- “Credo, Signore, ma aiuta la mia “se io riuscirò a toccare il lembo conversione del suo figlio Agosti- cristiana: se una preghiera non è
broso venne da Gesù, lo guarda e zio — ha spiegato Francesco — e poca fede”». Perciò, ha suggerito, del mantello, sarò salva”». È «la no» ed «è riuscita a ottenerla». coraggiosa non è cristiana».

Intervista a Michael Czerny alla vigilia della giornata mondiale del migrante e del rifugiato
di NICOLA GORI A cosa si riferisce?

«Alla fine degli anni Quaranta dello scor-


so secolo, anch’io, insieme ai miei genitori
Nessuna paura della diversità Noi “esigiamo” metalli rari che i bambi-
ni estraggono dalle miniere per i nostri te-
lefoni cellulari, prostitute per i nostri insa-
e a mio fratello più piccolo, sono stato un ziabili appetiti, domestici a basso costo
rifugiato, senza patria e sfollato, in fuga perché non vogliamo pagare il salario mi-
dalla mancanza di speranza post-bellica e che liberamente concedono loro accoglien- umani. Queste si traducono in venti punti traffico di esseri umani?
za, residenza e infine cittadinanza, i nuovi di azione pastorale, ma anche in venti nimo o offrire le condizioni di lavoro di
verso la libertà». A raccontarlo è il gesuita Il 3 aprile 2017 ho avuto l’onore di par- base, pesce a basso costo pescato da pe-
di origini cecoslovacche Michael Czerny, arrivati danno contributi importanti, es- punti dei Global compacts internazionali lare a una conferenza dell’Osce e il mio
senziali e perfino indispensabili alla loro che sono in fase di elaborazione per essere scatori schiavi, frutta e verdura a poco
sotto-segretario della sezione migranti e ri- intervento è iniziato con un’affermazione prezzo raccolta da braccianti che vivono
fugiati del Dicastero per il servizio dello nuova patria. E molti di loro contribuisco- adottati dalle Nazioni Unite verso la fine di Papa Francesco che è molto importante
no anche in modo significativo allo svi- del 2018: un patto globale sui rifugiati e in miseria, e così via. Pur riconoscendo gli
sviluppo umano integrale, che in questa per contrastare la tratta di esseri umani: sforzi lodevoli compiuti da alcuni paesi
intervista all’Osservatore Romano rilancia luppo del proprio paese di origine. C’è un patto globale per migrazioni sicure, or-
«La maggior parte dei credenti di qualsia- per arrestare, perseguire, processare e pu-
i temi al centro della giornata mondiale poi una minoranza importante di migran- dinate e regolari. Siamo lieti che i punti
si fede e delle persone di tutte le convin- nire i responsabili dei reati della tratta di
del migrante e del rifugiato, che culmina ti, che è difficile distinguere dai rifugiati d’azione dei Global compacts siano stati
zioni rimane scioccata, addirittura scanda- esseri umani, purtroppo dobbiamo osser-
nella messa presieduta in San Pietro da in termini di vulnerabilità e di ragioni che inseriti tra i documenti delle Nazioni Uni-
lizzata, quando scopre che il traffico di es- vare che sono ancora troppo rari i casi in
Papa Francesco domenica 14 gennaio. li costringono ad abbandonare la propria te al link www.undocs.org/A/72/528 in sei
seri umani avviene in ogni paese e che cui sono finiti in carcere i “consumatori”.
casa per cercare altrove la sopravvivenza, lingue.
rappresenta uno dei business più proficui Anche se forse non sono loro a orchestrare
Nel messaggio per la giornata il Pontefice ri- del pianeta». Quindi, il primo passo, per queste cose, i consumatori sono però deci-
badisce che la diversità è occasione di arric- quanto a molti possa apparire spiacevole, samente i veri autori responsabili di questi
chimento e non di impoverimento, come alcuni è ammettere il problema. Come fa Papa odiosi crimini.
temono. In che modo può avvenire questo? Francesco, che non ha paura di chiamare
Esiste una parola semplice, che però è per nome il mostro attuale della tratta di Dal dicembre 2016 lei è sottosegretario del
una straordinaria parabola visiva della ric- esseri umani: decine di milioni di persone dicastero. Come valuta questo primo anno di
chezza della diversità: «mosaico». Qui in vittime del lavoro forzato, dello sfrutta- esperienza?
Italia, e in tutto il mondo mediterraneo, mento sessuale, perfino di assassinio per
Prima della nomina, avevo già avuto il
c’è un’abbondanza di splendidi esempi. raccogliere organi umani, coinvolgendo
privilegio di lavorare a stretto contatto
Ma in Canada, dove non ci sono mosaici donne, bambini e uomini che svolgono la-
con Papa Francesco. Dunque immaginavo
antichi da ammirare, la stessa parola viene voro più o meno schiavo.
e sapevo quanto sarebbe stato bello servi-
usata per affermare i risultati costanti e i re da vicino una persona che lavora sodo
perduranti lavori in corso del multicultu- E l’altra possibilità?
e con tanta serietà, così calorosa, umana e
ralismo, ossia dell’interculturalità. Proprio Il secondo passo, forse ancor più spia- santa. In più ho scoperto come mio colle-
come per i mosaici — descritti a parole cevole, è di applicare una delle leggi più ga sottosegretario un uomo scelto dal
possono suscitare confusione o perfino de- fondamentali dell’economia di mercato Pontefice che non avevo mai incontrato
lusione mentre a vederli sono convincenti contemporanea a questo rivoltante feno- prima: padre Fabio Baggio, degli scalabri-
e ispiranti — anche la ricchezza della di- niani. Vorrei ricordare che alla fine degli
meno, ovvero la regola della domanda e
versità si aspetta sempre di più dalle per- anni Quaranta dello scorso secolo, an-
dell’offerta. Perché c’è una crescente offer-
sone nel mondo. Sebbene ci sia chi non ch’io, insieme ai miei genitori e a mio fra-
ta di donne, bambini e uomini per queste
riesce a immaginare che la sua cultura tra- tello più piccolo, sono stato un rifugiato,
cose ripugnanti? Una serie di ragioni la si
dizionale possa cambiare, direi che di fat- senza patria e sfollato, in fuga dalla man-
può trovare nei conflitti e nelle guerre,
to il processo di diversificazione è già ben canza di speranza post-bellica e verso la
nella privazione economica e nelle cata-
avviato — prima la radio, poi la televisio- libertà, così come la vedevano i miei geni-
strofi naturali; vista l’esperienza di estrema
ne, poi internet, adesso gli smartphone e i tori. Tuttavia, per buona parte della mia
povertà, sottosviluppo, esclusione, disoc-
social media e infine l’intelligenza artifi- la sicurezza e un futuro. Spinti a migrare, Esiste un diritto a rimanere nella propria vita adulta e sacerdotale, la questione dei
cupazione e mancanza d’accesso all’educa-
ciale — e quindi le società faranno bene a ma incapaci di trovare un modo accessibi- terra. Cosa può fare la comunità internazio- migranti e dei rifugiati non ha fatto parte
zione delle vittime. Sono questi i fattori
guardare alla diversità portata dal cambia- le, affidabile o tempestivo per raggiungere nale perché sia rispettato? della mia agenda. Ho lavorato su altri
che favoriscono l’offerta. Ma purtroppo le
mento non come a un qualcosa di cui la destinazione desiderata, scelgono i ca- aspetti dell’apostolato sociale o del mini-
La migrazione sarà «ordinata, sicura, re- ragioni più importanti stanno nella forza
preoccuparsi e da contrastare, bensì come nali irregolari, ricorrendo di frequente ai stero della giustizia nella Chiesa. Pur
golare e responsabile» — è questo l’impe- della domanda, nelle scelte banali e in ap-
a delle opportunità di arricchimento, ar- servizi di contrabbandieri di persone, fi- mancando delle basi e dell’esperienza nel
ricchimento reciproco, incontro di culture gno della dichiarazione di New York del parenza innocue che milioni di noi fanno
nendo fin troppo spesso nelle mani di settembre 2016 — solo quando le persone come consumatori. campo della mobilità umana, mi sono fi-
e, infine, a lungo andare, evoluzione della trafficanti di esseri umani e ritrovandosi dato dell’intuito del Santo Padre: se lui ri-
civiltà. saranno davvero libere di restare. Rendere
nei diversi orrori della schiavitù. Anche la migrazione attuale una scelta e non una teneva che io potevo essere utile, allora sa-
questi sfortunati migranti esigono la com- necessità è una sfida immensa. Per motiva- peva che il Signore mi chiamava ad assu-
Che lettura dà la Chiesa del fenomeno delle passione, l’accoglienza e il sostegno degli mere quella missione. E quindi mi sento
migrazioni? re e orientare uno sforzo globale coordina-
abitanti più fortunati dei paesi più svilup- to così grande servirà senz’altro una bus- grato, sollecitato e fiducioso nel servire il
La migrazione umana è del tutto nor- pati o delle regioni più sicure nei paesi la- sola affidabile, un senso di direzione co- dicastero.
male, storica, praticamente genetica. La cerati dalle guerre. La Chiesa non si stan- mune. È questo che intende la Santa Sede
Chiesa può riflettere su questo e dire la ca mai di insistere sull’uguale e irrinuncia- con «assicurare il diritto di tutti a restare
verità su ciò che vede in tutto il mondo. bile dignità di ogni e ciascun figlio o fi- nel proprio paese di origine in dignità, pa-
Dobbiamo identificare i mali che costrin- glia di Dio, e di volere che questa dignità, ce e sicurezza». Elaborare e promuovere il
gono le persone a fuggire: violenza e per- e i diritti che ne scaturiscono, siano rispet- diritto di restare è profondamente radicato
secuzione, rischi climatici e così via. I pae- tati e promossi nella vita quotidiana, qui e nella fede della Chiesa e nella sua dottrina Il 28 gennaio nella basilica di Santa Sofia
si e gli interessi che le costringono a fug- adesso. sociale. Invece di porre l’accento sul con-
gire devono accettare le proprie colpe e
responsabilità. Ciò include il numero rela- Nel concreto che cosa significa?
trollo dei flussi migratori, un modo più
profondo e concreto per affrontare le cau-
Il Papa con i greco-cattolici
tivamente esiguo di quanti, ovunque nel
mondo, sono di fatto sovra-sviluppati in
Qui e adesso, per esempio, la Sezione
se fondamentali consiste nel promuovere il
diritto di restare. È dunque questa la no-
ucraini a Roma
migranti e rifugiati del dicastero offre alla stra convinzione: al fine di prevenire la
termini di consumo, sfruttamento, influen- Chiesa in ogni parte del mondo incorag-
za e ricchezza. migrazione forzata, involontaria e disordi-
giamento e guida per intraprendere le nata — vale a dire una migrazione ingesti- Papa Francesco incontrerà la comunità greco-catto-
azioni più basilari, dinamicamente inter- bile o ingovernabile — c’è la necessità di lica ucraina nella basilica di Santa Sofia a Roma.
Qual è l’identikit del migrante che bussa alle Ne dà notizia la Sala stampa della Santa Sede spe-
connesse, identificate da Papa Francesco riaffermare il diritto di rimanere nella pro-
nostre porte? cificando che la visita, in risposta all’invito dell’ar-
nei quattro verbi contenuti nel messaggio: pria patria e di vivere in dignità, pace e si-
La stragrande maggioranza dei migranti «accogliere, proteggere, promuovere e in- curezza. civescovo maggiore di Kyiv-Halyč degli Ucraini,
si sposta in modo ordinato e regolare. tegrare» migranti, rifugiati, richiedenti asi- Sviatoslav Shevchuk, si svolgerà domenica pome-
Lungi dal minacciare il benessere dei paesi lo, sfollati e vittime della tratta di esseri Quali strumenti utilizzare per stroncare il Cyndy Cmyth, «River of Floating Dreams» riggio, 28 gennaio, a partire dalle 16.