Sei sulla pagina 1di 1

XIII.

ZINGARI IN VIAGGIO.
La profetica tribù da le pupille ardenti ieri si è messa
in viaggio, portando i bambini sul dorso, o prodigando
ai loro fieri appetiti il tesoro sempre pronto de le flosce
mammelle.
Gli uomini camminano a piedi sotto le loro armi lucenti,
a lato dei carrozzoni dove stanno rannicchiate le
famiglie loro, girando sul cielo li occhi aggravati dal triste
rimpianto de le assenti chimere.
Dal fondo de la tana sabbiosa il grillo vedendoli passare
raddoppia il suo canto; Cibele, che li ama, accresce
le sue verzure,
fa scaturire l'acqua da la roccia e fiorire il deserto davanti
a questi viaggiatori, per i quali è aperto il regno familiare
de le tenebre future.