Sei sulla pagina 1di 1

XI.

LA DISDETTA.
Per sollevare un peso così grave ci vorrebbe il tuo coraggio,
o Sisifo!
Per quanta energia si abbia al lavoro, l'Arte è lunga e
la Vita è breve.
Lontano da le sepolture celebri, verso un cimitero remoto,
il mio cuore, come un tamburo velato, va battendo
funebri marcie.
Molti gioielli dormono sepolti ne le tenebre e ne
l'oblio, assai lontani dai picconi e dalle sonde;
molti fiori spandono a malincuore il loro profumo
dolce come un segreto ne le solitudini profonde.