Sei sulla pagina 1di 16

Veltroni vara un movimento per stare “dentro e fuori” il Pd.

Ma perché nessuno pensa agli elettori che sono scappati?y(7HC0D7*KSTKKQ( +"!z!;!=!/


www.ilfattoquotidiano.it

Venerdì 17 settembre 2010 – Anno 2 – n° 245 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

PADANIA LADRONA
Il Codice da Feltri
di Marco Travaglio

S
empre più spesso una classe politica con
“standard etici una tacca sotto quelli di chi

Dal Piemonte al Veneto impazza la parentopoli inchiappetta i bambini” (Woody Allen) pretende
d’insegnare ai giudici come fare i giudici: chi

leghista. E poi: mazzette e rapporti con la ‘ndrangheta interrogare, intercettare, arrestare, assolvere,
condannare. Il ministro Sacconi che, essendo stato
craxiano, di manette dovrebbe intendersi un po’,
La celebrata diversità del Carroccio è diventata una favola. spiega ai giudici di Torino che bisogna arrestare
Rubina Affronte, la sciagurata attivista di un centro
Non fanno eccezione i ministri di Bossi che da una parte sociale, figlia di un magistrato fiorentino, che ha
insultano Roma ladrona e poi fanno pagare a tutti noi la truffa colpito Raffaele Bonanni con un fumogeno. Anche
Gasparri, che quando si tratta di dire una
delle quote latte Barbacetto, Milosa, Paolin e Zanca pag. 2 - 3 z
scempiaggine non si tira mai indietro, vuole “capire
dai magistrati di Torino perchè non è stata arrestata la
ragazza” e non vorrebbe “che non fosse stata arrestata
Sui rom l’urlo di Sarkozy gela la Ue perché è figlia di un magistrato”. Stesse idiozie scrive
Paolo Granzotto sul Giornale (e dove se no?). Il Pg di

E l’Italia è pronta a fare peggio Torino, Marcello Maddalena, soddisfa subito la


curiosità di cotali giureconsulti: la ragazza non è stata
arrestata perché non si può, il Codice penale non
prevede la custodia cautelare per il reato di lancio di
Il simbolo oggetti pericolosi (altrimenti sarebbero in galera i
del Sole responsabili di Radio Vaticana e di altre più note
delle Alpi emittenti, indagati per lo stesso reato avendo diffuso
onde elettromagnetiche cancerogene). “Polizia e
ADRO x La scuola marchiata magistratura – scrive Maddalena - si sono limitate ad
applicare scrupolosamente la legge, che non

Ecco la prova contempla nessuna possibilità di misure restrittive


della libertà personale, la cui adozione nei casi non
consentiti comporterebbe addirittura una

questo simbolo responsabilità dello Stato per ingiusta detenzione”. E


toccherebbe pure risarcire la tipa. Ma l’Italia, oltre a 60
milioni di commissari tecnici della Nazionale, conta
pure migliaia di giuristi per caso che inventano codici

è della Lega penali inesistenti a uso e consumo del padrone, il


solito. Particolarmente apprezzati per spessore
giuridico i professori Feltri e Belpietro, i cui pensosi
busti in granito terranno presto compagnia alle statue
Nel 1998 la società editrice dei Grandi del Diritto all’ingresso della Cassazione. Ora
i due vorrebbero tanto che la Procura di Roma
della “Padania” ha registrato Cacciati Bambini rom sgomberati dalla Francia Battistini, Biscotto, interrogasse Fini e, possibilmente, lo arrestasse perché
il Sole delle Alpi Avesani pag. 6 z e in viaggio per la Romania (FOTO OLYCOM) Gramaglia e Marsilli pag. 4 - 5 z il fratello della sua compagna ha affittato il famoso
alloggio a Montecarlo. Quale reato abbia commesso
Fini (ma anche il cognato) non è dato sapere, così
come -avendo la Procura aperto un’indagine contro
MOSTRA DI VENEZIA x Il ministro si scopre critico cinematografico e minaccia interventi punitivi ignoti per truffa - non è ben chiaro chi avrebbe truffato
chi. In ogni caso si procede con interrogatori e

CAMERATA BONDI: I GIURATI LI SCELGO IO


rogatorie in mezzo mondo anche durante la pausa
feriale per smascherare gli autori dell’orrendo delitto.
Ma anziché ringraziare i pm romani che prendono sul
serio storie prive di rilevanza penale regalando loro
qualche altra settimana di prime pagine, Il Giornale e
di Malcom Pagani Il titolare dei Beni Libero li accusano di voler “salvare Fini” e “graziare
all’anno prossimo, vi- Culturali attacca Udi Eduardo Di Blasi Tulliani”. E, si capisce, di perseguitare B. nell’inchiesta
“D sto che la Mostra è fi-
nanziata dallo Stato, voglio
Muller, Tarantino e PD, WALTER sulla P3, dove invece i reati sono piuttosto evidenti e
un indagato conferma ciò che Il Giornale e Libero
il cinema italiano: CONTA LE avevano sempre negato: “Cesare”, il misterioso
mettere becco anche nella
“Dare soldi ai brutti utilizzatore finale dei maneggi pitreisti, è B.. Titoli di
scelta dei membri della giu-
film è puro
SUE TRUPPE Libero: “Fini, Lamorte dell’inchiesta. Insabbiamento. Il
ria”. Sandro Bondi desidera
giallo c’è ma i pm sentono solo l’ex amministratore di
tornare all’antico. pag. 15 z assistenzialismo”
Vun eltroni manda in giro tra i
parlamentari democratici
documento su cui chiede
An e non affondano. Il cognato è graziato”. “Le toghe
vogliono sentire la segretaria di Fini. Perché non il

Lerici legge il mare


di apporre una firma, e frat- cognato?”. “Il patto di Gianfranco con i giudici”. Il
Udi Carlo Tecce Udi Luca Telese tanto sceglie Repubblica Tv Giornale: “Ennesimo attacco delle Procure. I soliti pm
per dire che non è il caso di vogliono sentire Berlusconi sulla P3… Tulliani invece
GARIMBERTI rassegna di letteratura e cultura marinaresca STAINO: stare tutti attorno “a una bar- non sarà sentito”. I sapientoni ignorano che
interrogare un indagato o un teste in fase d’indagine
CENSURA 17/19 settembre BASTA, STO ca che fa acqua”. pag. 9 z
non è un obbligo: si fa solo se serve. Sentire uno di cui
CROZZA OSPITI D’ONORE CON RENZI già si sa o si prevede cosa dirà è tempo sprecato. Il che
ROBIN KNOX-JOHNSTON e ALEX BELLINI non influisce minimamente sul giudizio di innocenza
è ressa in Rai per vincere il
C’ concorso di “miglior censo-
re dell’anno”. Masi ha provato a
35 incontri con scrittori di mare, 2 convegni,
1 maratona di lettura, 2 mostre fotografiche e migliaia
di libri di mare, imbarchi gratuiti su barche d’epoca.
Vperaibandiera
a cercare Sergio Staino, la
della satira politica,
chiedere a lui come vede il
CATTIVERIE
o di colpevolezza. Ma Feltri e Belpietro usano il Codice
Ghedini, un testo elementare di tre soli articoli, anche
per venire incontro alle capacità mentali dei loro
staccare i concorrenti con il de- WWW.LERICILEGGEILMARE.IT grande terremoto della sinistra lettori. Articolo 1: “B. è sempre innocente”. Articolo 2:
La scuola scoppia:
calogo per controllare le trasmis- L’unica rassegna che fa navigare i lettori. che non c’è. Come spiega la scia- anche 35 alunni per “Decide B. chi è innocente o colpevole”. Articolo 3:
sioni. E Garimberti scrive pro- gura delle lotte intestine, delle classe. Si pensa già “Chiunque sta sulle palle a B., anche se non ha fatto
Promossa da Comune di Lerici , Soc. Marittima di Mutuo Soccorso Lerici.
prio al dg per segnalare il turpi- faide antiche fra dirigenti, fra a un’amnistia. niente, è sempre colpevole e va condannato al
In collaborazione con MURSIA
loquio del comico. pag. 8 z vecchio e nuovo. pag. 9 z (www.spinoza.it) massimo della pena”.
pagina 2 Venerdì 17 settembre 2010

A
PADANIA LADRONA PADANIA LADRONA

ldo Brancher è un “ prezzolato” e pure esponenti di altri partiti”, cioè la Lega. Lo scrive nelle Decentramento) da Berlusconi, che gli ha voluto (con tanto di annuncio in tribunale) e a scegliere il “interventi diretti ad influenzare le nomine dei Metà di quei soldi – secondo l’ex banchiere – il
Brancher, le motivazioni un “ ricettatore”, perché i soldi ottenuti motivazioni il giudice Annamaria Gatto del tribunale lanciare il salvagente del legittimo impedimento ad male minore: il rito abbreviato che prevede lo sconto candidati alle elezioni nella circoscrizione lodigiana”. deputato li avrebbe dati all’attuale ministro Roberto
dall’ex banchiere Gianpiero Fiorani erano di Milano, che il 28 luglio scorso ha condannato hoc. La norma, che congela i dibattimenti del premier di un terzo della pena. E così, anche se dovesse essere Effettivamente – ricorda la stessa Gatto - tra marzo e Calderoli. L’esponente leghista ha negato ogni
di provenienza illecita. Soldi che uno dei cosiddetti “ Brancher a 2 anni di carcere e a 4 mila euro di multa. Il e dei ministri fino a 6 mesi di seguito, già ai primi di condannato definitivamente, non andrà mai in carcere aprile 2001, Brancher riceve 200 mila euro e a Lodi, addebito davanti al pm Eugenio Fusco. Brancher
della condanna: furbetti del quartierino” ha dato tra il 2001 e il 2005 processo, nato da un filone dell’inchiesta sulla tentata luglio è stata presentata in Tribunale dal pidiellino che grazie all’indulto. Nelle motivazioni del giudice si legge alle politiche del 13 maggio, viene candidato (ed invece non si è mai fatto interrogare. Il sostituto, di
all’attuale deputato del Pdl in virtù “del suo ruolo scalata ad Antonveneta, è stato caratterizzato da un – nonostante non avesse alcuna delega – accampava che “appare del tutto plausibile” quanto affermato da eletto) Vittorio Falsitta, “gradito all’ad”. Nelle fronte alla sola parola di Fiorani, ha chiesto e ottenuto
significativo all’interno del partito di appartenenza fatto senza precedenti: a giugno Brancher è stato impegni istituzionali fino al 7 ottobre. Ma le forti Fiorani: con Brancher c’era “una sorta di intesa” per motivazioni si parla anche di altri 200 mila euro dal gip l’archiviazione per Calderoli.
“Prezzolato e ricettatore” (Forza Italia, ndr)” e per le sue “ottime relazioni con nominato ministro (per il Federalismo, trasformato in polemiche hanno costretto Brancher a dimettersi incassare “500/600 mila euro a più riprese” per consegnati a Brancher da Fiorani a fine marzo 2005. Antonella Mascali

MAZZETTA VERDE “Tengo famiglia”


Vecchi tempi
Una manifestazione del 2004
davanti alla Camera (FOTO LAPRESSE)

LA TRIONFERÀ la parentopoli è padana


DALLA SEGRETERIA DI COTA ALLO ZOOSAFARI
Soldi, truffe, abusi all’ombra della Lega DI BUSSOLENGO: PIAZZATI AMICI, MOGLI E FIGLI DI
di Gianni Barbacetto “noi della Lega abbiamo il do- se non pagate e di controlli ag- Ferruzzi, causando a Umberto di Paola Zanca gliopoli subalpina”: una clamo-
vere d’essere doppiamente pu- girati: le indagini, in corso, di- Bossi una condanna per finan- rosa infornata di mogli, cugini e
ega ladrona? I casi di mal- liti rispetto agli altri, perché da ranno se anche a suon di maz- o dice un vecchio detto, il cognati che Roberto Cota ha

L L
ziamento illecito. Poi a forag-
costume e corruzione noi i cittadini si aspettano il zette. A Verona, Gianluigi giare il Carroccio arrivò il ban- pesce puzza dalla testa. portato a segno da quando è di-
all’ombra del Carroccio si massimo del rigore”. Soardi, presidente dell’azien- chiere della Popolare di Lodi Dunque nessuno si stupi- ventato presidente. Nella sua
moltiplicano, tanto che Invece proprio dal Veneto arri- da del trasporto pubblico citta- Gianpiero Fiorani, che nel sca se la Lega, il partito che segreteria c'è Michela Carossa,
un dirigente sempre abile ad vano gli ultimi casi di pulizia dino Atv (ma anche sindaco le- 2004 non solo salvò la banchet- doveva marciare su Roma per figlia di Mario, capogruppo del-
annusare l’aria che tira, come il non proprio perfetta. Il sena- ghista di Sommacampagna), si ta della Lega, Credieuronord, distruggere la Casta e i privilegi, la Lega in Regione. Capo di ga-
governatore del Veneto Luca tore della Lega Alberto Filip- è dimesso dopo che la polizia da un fallimento clamoroso, ma si è trasformato nella più clas- binetto del governatore è Giu-
Zaia, ha ammesso l’esistenza di pi, di Vicenza, è accusato dal giudiziaria è piombata nei suoi finanziò generosamente il par- sica delle macchine piazza-pa- seppe Cortese, che ha trovato
una questione morale dentro la faccendiere Andrea Ghiotto di uffici e ha sequestrato docu- tito di Bossi con oltre 10 milioni renti. Bastava dare un'occhiata lavoro pure alla moglie, Isabella
Lega. “Non possiamo permet- avere un ruolo nella maxi eva- menti contabili da cui risulte- di euro, tra fidi e finanziamenti. a quello che ha combinato lui, Arnoldi, diventata portavoce
terci di essere criticati per i no- sione scoperta ad Arzignano, rebbero spese gonfiate e ingiu- Con anche più d’una mazzetta, l'Umberto, per capire come sa- dell'assessore leghista Massimo
stri comportamenti ammini- feudo padano e distretto della stificate. Camillo Gambin, secondo quanto racconta Fio- rebbe andata a finire. Suo fratel- Giordano, fedelissimo di Cota.
strativi”, ha dichiarato Zaia, concia. Una brutta storia di tas- storico esponente del Carroc- rani: una parte dei soldi conse- lo Franco lo piazzò a Bruxelles a Per loro, può darsi che la pac-
cio ad Albaredo d’Adige (Vero- gnati dal banchiere di Lodi ad fare da assistente all'eurodepu- chia finisca al massimo tra cin-
na), è agli arresti domiciliari per Aldo Brancher, parlamentare di tato leghista Matteo Salvini. Ci que anni. C'è invece chi, grazie
una brutta storia di falsi per- Forza Italia e poi del Pdl, erano ministro aveva bisogno di soldi fidato all’amico Giuseppe Ma- se cooperative. Matteo Bri- Questione provò anche con il primogeni- alla Lega, si è costruito un futu-
UN CONSULENTE IN PROVINCIA messi di soggiorno rilasciati per Roberto Calderoli. “Ho per la sua attività politica”. gni; e una condanna della gandì, ex assessore al Bilancio morale to Riccardo, ma tornò a casa ap- ro garantito. È il caso delle cin-
in cambio di denaro. Alessan- consegnato a Brancher una bu- Non ha fatto una gran bella fi- Corte dei Conti a rimborsare della Regione Piemonte, è stato pena il fattaccio finì sui giornali: que vincitrici di un concorso
Musica (e poltrone)
per le loro orecchie
dro Costa, assessore alla sicu-
rezza di Barbarano Vicentino, è
indagato per sfruttamento
della prostituzione: gestiva si-
ti di annunci a luci rosse.
sta con 200 mila euro... Quella
sera Brancher doveva tenere un
comizio a Lodi per le elezioni
amministrative... Mi disse che
doveva dividerla con Calderoli
gura neppure Roberto Ca-
stelli, che da ministro della Giu-
stizia, tra il 2001 e il 2006, è riu-
scito a meritarsi un’indagine
per abuso d’ufficio per il suo
33 mila euro, perché la consu-
lenza era “irrazionale e illegitti-
ma”.
Aldo Fumagalli, ex sindaco di
Varese, è indagato (peculato e
processato per truffa, per falsi
rimborsi alle zone alluvionate.
Francesco Belsito, sottose-
gretario alla Semplificazione,
esibisce una laurea fantasma,
“ Dove è
finito il partito
“È assurdo che mi venga vietata
ogni esperienza solo perché ho
un cognome importante”, si
rammaricò. Erano ancora lonta-
ni i tempi di Renzo, il figlio pre-
per funzionari della Provincia
di Brescia, come racconta Il Ri-
formista. Ci hanno provato in
700 a conquistarsi il posto fisso,
ci sono riusciti in 8, e per più
Raineri, capogruppo della Lega
nel consiglio comunale di Con-
tasca 45 mila euro all'anno in
più. Stefania Villanova lavorava
del cappio in
I l consulente musicale. Impossibile per
una Provincia farne a meno. La giunta le-
ghista di Brescia è corsa subito ai ripari e nel lu-
Nel vicino Friuli-Venezia Giu-
lia, il presidente del consiglio
regionale, Edouard Ballaman,
(poi archiviato, ndr) perché il piano di edilizia carceraria, af- concussione) per un giro di fal- presa forse a Malta. Monica Riz-
zi, assessore allo Sport della Re-
gione Lombardia, si proclama Parlamento e
diletto: oggi comunque anche
la Trota è sistemata, seduto su-
gli scranni del consiglio regio-
della metà c'è puzza di racco-
mandato. Ha vinto Sara Grumi,
figlia di Guido, assessore leghi-
cesio e moglie del vicesindaco
di Brescia Fabio Rolfi. Vittoria
anche per Cristina Vitali e Anna
già in Regione, ma è diventata
tutt'a un tratto dirigente e mes-
sa a capo della segreteria
glio 2009, un mese dopo la vittoria alle elezioni, si è dimesso dopo essere finito Presenza psicologa e psicoterapeuta sen- nale lombardo. Restano senza sta al Comune di Gavardo e can- Ponzoni: tutte e due lavorano dell’assessorato regionale alla
ha colmato il vuoto. Destinatario dell’incarico: nel mirino della Corte dei conti sul territorio za avere la laurea e senza essere di “Roma incarichi gli altri due eredi, Eri- didato alle ultime regionali. C'è già in Provincia, guarda caso en- Sanità.
Ezio Rojatti, già direttore della prestigiosa Or- per una settantina di viaggi in iscritta agli appositi ordini pro- dano Sirio e Roberto Libertà. Katia Peli, nipote dell'assessore trambe per l'assessorato guidato In Friuli, i leghisti le moglie se
chestra sinfonica della Padania. Ricordano le
cronache del 1999: “Bossi, in abito scuro, era in
prima fila insieme con la moglie e i figli per as-
sistere al concerto dell'Orchestra sinfonica del-
la Padania diretta da Rojatti”. Al Pd la nomina è
auto blu fatti più per piacere
che per dovere. In passato, Bal-
laman aveva realizzato uno
scambio di favori incrociati con
l’allora sottosegretario all’In-
“ La mappa
delle indagini
fessionali, tanto che la procura
di Milano sta indagando per
abuso di titolo.
Cattive notizie anche dall’Emi-
lia-Romagna, zona di più re-
ladrona”?

le multe (per un totale di 3 mila
Ma c'è tempo. Forse potranno
trovare un posto alla Bosina, la
scuola privata, di ispirazione
chiaramente padana, fondata
da mamma Manuela Marrone,
provinciale all'Istruzione, le-
ghista pure lui, Aristide Peli. La-
voro assicurato anche per Silvia
dal leghista Giorgio Bontem-
pi.Sempre in Lombardia, que-
sta volta a Varese, nel 2002 di-
venta presidente della Provincia
Marco Reguzzoni, marito di
le sono incrociate. L'ex presi-
dente del consiglio regionale
Ballaman assunse Laura Pace,
moglie dell'allora sottosegreta-
rio agli Interni Maurizio Baloc-
sembrata stonata: “Niente da dire su Rojatti, ma terno (e tesoriere della Lega) sulle cente espansione del Carroc- euro) per eccesso di velocità o che ha ricevuto un contributo “Occupazione” Elena, figlia di Francesco Spero- chi. Lui si prese in carico Tizia-
è un musicista targato Lega. Negli anni scorsi il Maurizio Balocchi: l’uno aveva cio. Il vicesindaco di Guastalla per transito in corsie riservate. di 800mila euro dal governo na- ni, storico capo di gabinetto del na Vivian, ex fidanzata dello
Carroccio, al governo in Friuli, gli aveva già as- assunto la compagna dell’altro, amministrazioni (Reggio Emilia), Marco Luset- Il capogruppo del Carroccio al- zionale. Ecco, con una testa co- militare di posti, Senatur quando era ministro del- stesso Ballaman.
segnato la direzione artistica dell’inutile Or- per aggirare la legge che vieta di ti, a giugno è stato accusato di la Regione Emilia-Romagna, sì, da quel pesce non potevamo le Riforme. Niente paura, Reguz- Poi c'è il capitolo consulenti. A
chestra regionale”. Oggi il maestro dirige assumere parenti nel medesi- del profondo irregolarità nella gestione Mauro Manfredini, e altri candi- che aspettarci di peggio. E basta consulenze, zoni non ha dovuto pagare il pe- Padova, l'ex segretario provin-
l’Orchestra Cantelli di Milano, ma è anche mo ufficio. Aveva anche ottenu- dell’Enci (Ente nazionale per la dati del suo partito (Mirka Coc- mettere insieme le notizie che so delle polemiche. Oggi è il ca- ciale della Lega Maurizio Con-
consulente della provincia di Brescia (66mi- to l’assegnazione pilotata della Nord cinofilia) di cui era commissa- concelli, Marco Mambelli) ri- arrivano dal profondo Nord per
enti locali pogruppo della Lega nienteme- te – oggi diventato assessore
la euro in due anni). La musica, però, deve
essere grata a Rojatti: chi riesce a far ascol-
tare Boccherini, Haydn e Schubert al Trota e
al Senatùr in abito scuro merita di essere no-
minato consulente musicale. (f.sa.)
concessione di una sala Bingo.
In principio fu Alessandro Pa-
telli, “il pirla”, come fu definito
da Umberto Bossi: l’ex teso-
riere della Lega dovette am-

Zaia, ministro & porchetta
L’ex ministro dell’Agricoltura
rio ad acta: aveva ordinato bo-
nifici a se stesso con soldi
dell’ente per 187 mila euro (poi
non incassati). Il padre padrone
della Lega emiliana, il parla-
schiano invece una maximulta
(fino a 103 mila euro a tasta) per
non aver consegnato, come
prevede la legge, un resoconto
preciso delle spese elettorali.
disegnare una mappa della Pa-
rentopoli leghista. Che non do-
vrebbe lasciare indifferenti gli
elettori del Carroccio.
Cominciamo dal Piemonte,
E i più fedeli
finiscono dritti
no che alla Camera dei Deputa-
ti.
Restiamo sempre nel letto ma-
trimoniale ma ci spostiamo più
a est, a Verona, dove alla mo-
nella giunta Zaia – affidò l'in-
carico per progettare e dirigere i
lavori di un nuovo polo scolasti-
co a suo fratello Tiziano. Con re-
golare bando di concorso, giura
mettere nel 1993 di aver incas- ad Ariccia, Roma, per rilanciare mentare Angelo Alessandri, si è Dov’è finito il partito che invei- dove Lo Spiffero, il Dagospia di To- glie del sindaco Flavio Tosi l'e- lui. E se non puoi sceglierli in fa-
sato 200 milioni di lire dalla i consumi di carne di maiale (FOTO ANSA) invece fatto pagare dal partito va contro Roma ladrona? rino, ha raccontato la “Fami- in Parlamento lezione del marito ha messo in miglia, c'è comunque un partito
che ti assiste. Racconta il Pd Pie-
ro Ruzzante al Corriere del Veneto,
COOP LOMBARDE Le produzioni extra e le coperture di Bossi & co. LE INCHIESTE di altre “designazioni” ai vertici
di tre enti regionali: “Corrado

Truffe e maximulte: il calice amaro delle quote latte IL BORSINO DELLA ‘NDRANGHETA TRA VOTI, CARROCCIO E SANITÀ
Callegari in Veneto Agricoltura,
impiegato di banca mestrino sti-
pendiato con 15mila euro al me-
se; Antonello Contiero in Inter-
di Chiara Paolin perché il danno erariale si ag- fa aggravata. vano sia i legittimi pagamenti de truffa sulle quote latte mai natùr. Eppure solo qualche gior- di Davide Milosa renze per arrivare in Regione. a Ciocca”. E che Del Prete sia bitare che loro romperanno le partamentino di Medigliani”, a mizoo, autista di autobus di Ro-
girava sui 100 milioni di euro. Un brutto colpo per la Lega per il latte che avevano diritto di scoperta tra Lombardia, Pie- no fa il vicepresidente della Una parabola esemplare se non persona vicina alla cosca non vi palle”. E del resto il capo della Pavia. Luogo dove, dopo Neri e vigo, premiato con 5mila euro
ella storia infinita delle quo- Pesanti le accuse per i due rap- Nord visto che si tratta di due
Ngnificativo
te latte, un piccolo ma si-
contributo è stato
presentanti legali arrestati nel
febbraio 2009: Gianluca Paga-
appartenenti ai Cobas del latte,
i piccoli produttori che Bossi se-
mungere (e poi mettere sul
mercato), sia quelli che invece
dovevano essere trattenuti dalle
monte, Veneto ed Emilia Roma-
gna.
Storie antiche ma sempre at-
Commissione Ue Antonio Taja-
ni, intervenuto al Meeting della
Confesercenti di Gubbio, non ha
Pghetaolitica e affari. Ora anche sa-
nità. Il borsino della 'ndran-
in Lombardia cresce. E ai
fosse per i suoi rapporti con
Giuseppe Neri, boss della 'n-
drangheta lombarda, ma anche
è dubbio. Sarà lui, infatti, a in-
contrare Giancarlo Abelli, de-
putato azzurro e fedelissimo di
‘ndrangheta pavese con l'enfant
prodige padano ha interessi co-
muni “avendolo coinvolto –
Ciocca si incontrano di perso-
na. All’appuntamento, però, si
presentano anche i carabinieri
mensili e inserito nel listino di
Zaia; e Fausto Luciani in Avepa,
ristoratore allo zoo-safari di Bus-
scritto ieri dalla quarta sezione nelli per La Latteria e Alessio nior ha sempre difeso a spada due cooperative perché rappre- tuali, che l’Europa guarda con usato eufemismi: "Sulle quote già consolidati legami politici se avvocato, massone e amico di Berlusconi, per proporgli il pia- scrivono i pm – in belle opera- che riprendono tutto. solengo e retribuito con ben
del tribunale civile di Milano. Crippa per La Lombarda devo- tratta decidendo di dilazionare sentavano gli importi dovuti al- disagio crescente. Dopo i 3,5 latte la colpa è soltanto italiana. ne aggiungono di nuovi. Quello Carlo Antonio Chiriaco, presi- no politico del comitato d'affari zioni immobiliari”, tanto da vo- Gli incroci tra Lega e 'ndranghe- 154mila euro annui”.
Due cooperative dai nomi più no rispondere di peculato e truf- all'infinito il pagamento delle l'amministrazione pubblica per miliardi di multe ancora non pa- E’ stato sottovalutato il proble- della Lega nord è tra questi. Un dente dell'Asl di Pavia e ras della messo in piedi dalla mafia cala- lergli dare “a basso prezzo l’ap- ta non riguardano però solo Chiusura in bellezza a Berga-
che padani, La Latteria e La multe, invocando per loro un la superproduzione. gate all’Ue, ci si attende ora una ma pensando che le multe tan- brutto inciampo per Bobo Ma- sanità pubblica. Entrambi sono brese. Ciocca. Due gli obiettivi sotto la mo. Nell'estate del 2009, rac-
Lombarda, dovranno risarcire le ruolo di vittime strapazzate dal- Da segnalare che nel 2008 le nuova mazzata per il cosiddet- to non si sarebbero mai pagate. roni, ministro padano che da finiti in carcere a luglio. Il tutto è Sulle comunali c'è però un pro- lente della procura. Il primo è conta BergamoNews, l'architetto
parti civili che hanno chiesto di
essere ammesse in giudizio co-
Irregolarità per le assurde pretese dei burocrati
europei.
due coop sono state anche con-
dannate dalla Corte dei conti
to emendamento Trota conte-
nuto nell’ultima finanziaria, ov-
Poi invece, come a casa, ti arriva
la cartella con l'importo qua-
mesi declama i successi del go-
verno in fatto di lotta alla mafia.
annotato nella richiesta di cu-
stodia cautelare firmata dai ma-
blema: la Lega non vuole Del
Prete. Neri, dunque, spinge su
La performance l'ospedale S. Paolo di Milano.
Qui da sempre le nomine ven-
Silvia Lanzani, è stata incarica-
ta, per 13.754 euro, di curare il
me parte lesa: il giudice mo-
nocratico Oscar Magi ha infatti
oltre 100 milioni Ma come funzionava il sistemi-
no Latteria&Lombarda? Dopo
della Lombardia a pagare 15,5
milioni di risarcimento all'era-
vero un altro miliardo (almeno)
che i contribuenti si ritroveran-
druplicato. Anche le imprese
capiscano che gli uffici di Bru-
Lui guarda lontano e non si ac-
corge come dentro al suo par-
gistrati del pool antimafia di Mi-
lano. Ciocca, va detto, non risul-
Ciocca perché faccia pressioni
sul partito. La cosa sta molto a
elettorale di gono proposte dai colonnelli le-
ghisti e approvate formalmente
progetto preliminare della nuo-
va centrale di sterilizzazione
deciso che Coldiretti, Confagri-
coltura, Regione Lombardia e
di euro sottratti aver avuto dalla Regione Lom-
bardia l'autorizzazione a ritira-
rio. Le indagini della Guardia di
Finanza di Milano, allora coor-
no sul groppone per aver ri-
mandato a fine 2010 i paga-
xelles sono importanti e non
servono solo a mandarci i fun-
tito qualcuno ha già stretto ami-
cize con i boss che a Milano con-
ta indagato. Qui, però, non è in
gioco la responsabilità penale,
cuore al capobastone. Per que-
sto manda suoi emissari a par-
Angelo Ciocca, da Formigoni. Al S. Paolo, nel lu-
glio scorso, si è suicidato Pa-
dell’ospedale di Treviglio, di-
retto dal leghista Cesare Ercole.
Agenzia per le erogazioni in re il latte e a pagarlo agli al- dinate dal pm Frank Di Maio, tinuano a comandare anche do- ma quella politica. I rapporti squale Libri, calabrese, dirigen- Silvia Lanzani è della Lega e fa
agricoltura (Agea) potranno allo Stato levatori, le due cooperative non scoprirono irregolarità estese a
menti dovuti da una minima - e
assai leghista - quota di alle-
zionari che scocciano”. E se lo
dice un berlusconiano vero co- po il maxi blitz del 13 luglio: 300 con l'uomo delle cosche inizia-
lare con l'uomo del Carroccio.
“Mi ha detto – riferisce l'amico
Mr. 19mila te nel settore appalti, indagato l'assessore alle Infrastrutture in
chiedere un risarcimento alle versavano allo Stato - ovvero al- tutto il Nord per un gruzzolo di vatori protetti stavolta da Bossi me Tajani, anche qualche leghi- arresti tra Calabria e Lombardia. no nel giugno 2009, quando del boss dopo aver incontrato dalla Dda. Il secondo è il Pio Al- Provincia. Come si dice, una
due coop in caso di condanna. E le sanzioni l'Agea - il cosiddetto super pre- oltre 330 milioni di euro sot- jr. sta dovrà cominciare a riflette- La pietra dello scandalo si chia- “Neri – annotano i magistrati – Ciocca -: non ti preoccupare preferenze bergo Trivulzio dove avrebbe la- che lavora con la testa, con il
L'indagine fa riferimento ai pe- lievo, ovvero le multe previste tratti allo Stato. I rappresentan- Un argomento tabù ora per il re. Magari mentre pensa a co- ma Angelo Ciocca, in politica ha assoluta necessità di far eleg- che adesso noi rompiamo le pal- vorato un'impresa legata alle co- cuore, e con il portafoglio.
riodi 2003-2004 e 2008: la europee si dall'Ue per chi produce fuori ti di 18 cooperative, cui face- governo, visto che l’unico rap- me trovare i soldi per pagare dal 1996. Alle ultime regionali gere alle consultazioni elettorali le ancora”. Neri è contento. “Se E gli incontri sche reggine grazie alla media- (Hanno collaborato Stefano Caselli,
Guardia di Finanza l'aveva chia- dalle quote assegnate. In pra- vano capo migliaia di allevatori, porto funzionante nella mag- Coldiretti, Confagricoltura, Re- ha sbancato la sua circoscrizio- di Pavia un proprio uomo, Roc- Angelo Ciocca vi dice in quel zione di un politico del Carroc- Ferruccio Sansa, Ivana Gherbaz,
mata operazione Golden Milk accumulano tica, gli “splafonatori” intasca- furono indagati per la più gran- gioranza è quello Cavaliere-Se- gione Lombardia e Agea. ne pavese. Quasi 19mila prefe- co Del Prete, e a tal fine si rivolge modo io non ho motivo di du- con il boss cio. Erminia della Frattina)
pagina 4 Venerdì 17 settembre 2010

L
RAZZISTI D’EUROPA RAZZISTI D’EUROPA

a direttiva 38 del 2004 del Parlamento invece produrre l’iscrizione anagrafica e avere una di interdizione dal territorio a seguito di un reato
L’ETNIA SENZA PACE La direttiva che regola Europeo regola il diritto dei cittadini residenza. Nessun cittadino membro di un paese Ue commesso può tornare nel paese che lo ha allontanato
dell’Ue e dei loro famigliari a circolare e può essere allontanato se non per gravi motivi di dopo un congruo periodo e, in ogni caso, dopo tre anni

10
400.000 in Francia 7.100 a Roma

100 mila
soggiornare liberamente negli Stati membri. Ogni ordine pubblico, per ragioni legate alla sanità pubblica dall'esecuzione del provvedimento di interdizione. Il
milioni 1.200.000 in Romania
censiti
(10.100 nel Lazio) la libera circolazione cittadino infatti può muoversi all’interno dei paesi o, infine, se lo Stato membro riesce a dimostrare che la cittadino allontanato per altre ragioni può fare ritorno
i rom 3.500 a Milano
dell’Unione e, fino a tre mesi di permanenza, non ha il
dovere di segnalare la propria presenza alle autorità del
presenza della persona costituisce un onere eccessivo
per il suo sistema di assistenza sociale. Il cittadino nei
nel paese da cui è stato espulso. Il principio
fondamentale è che la cittadinanza europea concepita
in Europa 60% cittadini italiani dei cittadini Ue
170.000 c/a in Italia (7.100 in Lombardia) paese ospitante. Dopo i tre mesi, il cittadino deve confronti dei quali sia stato emanato un provvedimento come status garantisce la libertà di circolazione.

“NOI ROM, FORZATI


A TORNARE NOMADI” BOSSI ALLA FRANCESE
La Lega prepara un piano per cacciarli e dice:
Le storie e le vite cancellate dall’Eliseo “Sono ladri”. Gaffe di Bersani sugli “zingari”
di Carlo Biscotto non approfittarne”. Accanto a Marca bina, le parla affettuosamente all’orec- di Elisa Battistini trambi i casi, Bersani consiglia a etnico non è espellibile secon-
suo marito, Elvis, sorride timidamente. chio come per rassicurarla e si avvia. È’ Bossi di occuparsi dei ladri quel- do la normativa che si preoccu-
l primo volo che riportava in Roma- andarli a casa. Del resto, li veri e favoriti dal Parlamento.

I
Indossa un paio di pantaloni troppo contenta di tornare in Romania? “Con- pa moltissimo di evitare ogni di-
nia alcuni Rom residenti in Francia
è partito da Lione il 19 agosto, tra le
polemiche, con 79 persone a bor-
do. Senza incidenti. Da allora le espul-
grandi e una t-shirt scolorita. Elvis ha un
aspetto quasi infantile e sembra sul
punto di scoppiare a piangere. “Quan-
do mi sono sposata con Elvis avevo 14
tenta? Ma contenta di cosa? Anche se
poi quelli come noi sono destinati a sta-
re male dappertutto. Ma qui ci eravamo
abituati. I nostri figli e nipoti per lo più
M secondo la sottile analisi
di Umberto Bossi i rom
“vivono in Italia con mez-
zucci. La maggior parte dei furti
Non resta che dire: poveri rom.
Visto che, comunque, il leader
della Lega nonchè ministro del-
le Riforme appoggia le espulsio-
scriminazione. Mantovano, in-
terpellato dal Fatto, ricorda inol-
tre che può essere allontanato
“un cittadino comunitario col-
sioni hanno conosciuto una accelera- anni e sono ancora innamorata”, dice frequentavano la scuola francese e co- viene fatta da loro”. Insomma, ni di Sarkozy e promette che pevole di un reato o chi non pos-
zione e, sebbene il governo francese Marca che nel gruppo di Rom che at- minciavamo a sperare in un futuro mi- sono dei ladri. Dichiarazione l’Italia farà la stessa cosa. “Mi pa- siede i requisiti minimi per sog-
continui a sostenere che si tratta di “ri- tendono di essere imbarcati alla volta gliore almeno per loro”. Ha gli occhi cui segue la risposta di Bersani, re che Maroni abbia già chiesto giornare nel paese”. Ovvero il
torni volontari” per di più incoraggiati della Romania è la sola che parla per- stanchi. Nemmeno una luce di speran- che registrando la puntata di ieri di attivare la stessa procedura”, reddito sociale, il domicilio,
da “aiuti economici” per chi parte, or- fettamente francese. Elvis aggiunge nel za nello sguardo. “Perché ci fanno que- di Porta a porta avrebbe detto: ha detto il Senatùr. Magari, poi, l’iscrizione al Servizio Sanitario
mai in tutto il mondo si parla di “depor- suo francese un po’ stentato: “non è sto? Perché prendersela con noi?”. “Anche dalle mia parti si diceva: bisognerà anche prevedere Nazionale. Nel primo caso il cit-
tazioni forzate” e di “voli della vergo- giusto, non è giusto. Ci trattano come arrivano gli zingari. Chiudete le por- maggiori restrizioni per il loro tadino può essere espulso se ri-
gna”. bestie”. “Lasciamo tutto, te ma nessuno li ha mai trattati (ancora) legittimo rientro. Che tenuto pericoloso per la pubbli-
L’aeroporto di Marsiglia ha tutta l’aria Disteso sul pavimento con la testa pog- ma torneremo” In queste pagine, foto di male”. Questo, almeno, stando sia questa “l’integrazione” alla ca sicurezza. Nel secondo caso
di un bivacco. Intere famiglie sono ac- giata su una valigia, Victor osserva la rom che attendono al dispaccio dell’Adnkronos. direttiva europa cui ha fatto ri- devono scattare verifiche per
campate nel grande salone in attesa del scena socchiudendo gli occhi e fingen- l’espulsione dalla Francia; Mentre, leggendo quanto diffu- ferimento ieri il ministro dell’In- capire se la persona grava sul
check-in. Molti sono qui da ore, taluni do a volte di dormire. È anziano. Dif- LE CAMMINA ACCANTO Alessio, a destra Umberto Bossi so dall’Ansa, il leader del Pd terno? Dopo aver ribadito che paese. Nulla a che vedere, quin-
da giorni. Distesa su una coperta, Mar- ficile dire quanto. Il suo sguardo sem- suo marito. “Torno in Romania dove si (FOTO LAPRESSE) In basso a avrebbe anche detto: “Risulta sulla questione rom “il governo di, con quel che sta facendo Sar-
ca, che dimostra meno dei 20 anni che bra attraversato da ricordi lontani di lavora 30 giorni al mese, 15 ore al giorno sinistra, Sarkozy e anche a me che i rom sono la- francese ha agito bene”, Maroni kò. Quindi? Il governo italiano
dice di avere, ha un sorriso franco e viaggi, fughe, campi, fatica, dolore. per un salario di 150 euro che non basta Berlusconi (FOTO ANSA) dri”. Frase infelice. Ma, in en- ha infatti affermato che sarebbe- vuole imitarlo? “Quel che acca-
aperto, ma l’espressione del volto tra- Dapprima si rifiuta di parlare. “Non a sfamare la famiglia”. Trascina i piedi ro necessarie sanzioni che at- de in Francia – dice Mantovano
disce la preoccupazione, la rabbia. “Da parlo bene francese”, si schermisce. sotto il peso dei bagagli mentre si avvi- tualmente mancano per quanti – è in linea con le regole euro-
Bucarest la mia famiglia e’ stata caccia- Poi prende coraggio: “Siamo andati via cina al banco del check-in. “Siamo Rom ton, è rumeno. A differenza degli altri “Ci trattano violano la direttiva”. Cosa signi- pee. Noi vogliamo rafforzare le rom espulsi. Mantovano ribadi- Maroni parla
ta. E ora ci rimandano in Romania! Co-
me faremo? Dappertutto ma non lì!”. La
dalla Romania dieci anni fa. Non c’era
lavoro, non avevamo alcuna assistenza
o Sinti. Facciamo parte dell’Unione eu-
ropea. Parlano di libera circolazione del-
hanno l’aria di chi fatica a capire, di chi
continua a credere che possa trattarsi di come bestie” IL COMUNE: A Roma fica? Il Viminale afferma di non
aver ancora steso un documen-
modalità di allontanamento, an-
che per i casi di chi non possie-
sce: “bisogna rendere efficaci
gli allontanamenti” e ricorda di “integrare”
giovane donna si guarda intorno quasi medica e io, andando avanti con gli an- le persone. Vale per tutti tranne che per un errore. “Facevo il portiere in un pic- to organico. Ma il sottosegreta- de i requisiti di reddito e indi- che l’esigenza di correggere in
cercasse l’approvazione di quanti la cir-
condano e condividono il suo destino.
ni, avevo bisogno di curarmi. Perché
vogliono farmi tornare in Romania?
noi? Mi piacerebbe chiederlo al presi-
dente Sarkozy. Ma tanto sono sicuro che
colo albergo”, racconta Anton. “La no-
stra era la vita normale di una qualunque
dice una donna, stranieri per sempre rio all’Interno Alfredo Mantova-
no fornisce elementi utili.
pendentemente dalla sua volon-
tà”. L’Italia propone di condurre
senso restrittivo la direttiva 38
aveva già spinto il governo a
la normativa Ue:
Molti annuiscono stancamente alzan- non saprebbe cosa rispondere”. famiglia francese”. E la moglie aggiunge: di Giancarlo Castelli Per capire bene la questione, bi- produrre un decreto legislativo
do appena lo sguardo. “Sono arrivata in
Non capisco. Qui anche con piccoli la-
voretti guadagnavo quanto bastava... Chiude la fila una coppia sulla trentina “abbiamo sempre rispettato le leggi; i e l’altoparlante sogna però ricordare due cose:
alle frontiere i comunitari pove-
ri? Etnicizzazione e caccia ai “poi bloccato della Commissio- il progetto
Francia a sette anni e qui eravamo fe-
lici”, aggiunge sconsolata. “Abbiamo
costruito la nostra casa raccogliendo i
Non sono francese, ma qui mi sentivo a
casa mia”. L’altoparlante annuncia il vo-
lo “speciale” per Bucarest. Molti si af-
seguita da tre figli. Colpisce il loro aspet-
to dignitoso, lo sguardo fiero. Sono ben
vestiti, quasi curati. Camminano a qual-
nostri figli andavano a scuola con profit-
to. Non è possibile. Non è possibile!”
Fanno qualche altro passo poi Anton si
annuncia Dallaameni,
un capannone a un altro. Un gruppo di circa 80 ru-
sgomberati la scorsa settimana da via Prenestina,
periferia sud di Roma, hanno occupato con bagagli,
Sarkozy ha allontanato dal terri-
torio francese oltre 8mila rom
utilizzando lo stratagemma dei
morti di fame? “La questione et-
nica – dice il sottosegretario –
non c’entra. Il tema non riguar-
ne europea”. Fonti del Viminale
ricordano che al vertice del 6
settembre, a Parigi, i ministri de-
dell’esecutivo
materiali che i francesi buttano via. In frettano, ma c’è chi se la prende como- che metro da chi li precede come a mar- gira e quasi gridando dice: “Ma tornere- il volo speciale anziani e una ventina di bambini al seguito, una struttura cosiddetti “rimpatri volontari”. da i rom, ma tutti coloro che non gli Interni di alcuni paesi hanno per deportare
Francia la gente butta nella spazzatura da. Una signora di mezza età raccoglie care una distanza. La donna si chiama mo, torneremo. La nostra vita e quella analoga nello stesso quartiere. “I nostri bambini vanno a Ovvero: io ti do 300 euro e tu riescono a vivere in condizioni condiviso questa esigenza. L’Ita-
autentici tesori e sarebbe stato sciocco le sue cose, prende per mano una bam- Svedolina. È bulgara, ma suo marito, An- dei nostri figli è qui”. per Bucarest scuola qui vicino – ha spiegato Ghira, 19 anni e un neonato lasci la Francia. Inoltre: Sarkò rispettabili in un paese”. Eppu- lia intende procedere. E non c’è i “senza reddito”
in braccio – sono venuti a sgomberarci proprio a pochi non ha allontanato delle perso- re, oggi, chi viene espulso da un dubbio: i rom, come capro
giorni dalla riapertura delle scuole che i nostri figli hanno ne, ma un gruppo etnico. Da un paese perchè reo di “povertà” espiatorio per “fare pulizia” e

Berluskozy: il giano bifronte


frequentato lo scorso anno”. Avevano già comprato gli zai- paese, infatti, si può espellere può tornare. Tanto che in Fran- cacciare qualche povero di
netti nuovi, i quaderni, le matite. All’alba si sono trovati i una persona. Mentre un gruppo cia sono già rientrati molti dei troppo, sono proprio pefetti.
blindati delle forze dell’ordine. “Ci hanno detto di andar-
cene e basta – ha detto Roxana, giovane madre. Il marito
lavora come autista in una lavanderia della zona – c’era an- IL VERTICE DEI DISSIDI

della politica europea


di Gianni Marsilli lex, l’invito a bordo di uno yacht, che il Comune che ha offerto assistenza soltanto per donne
Parigi l’amicizia con un attore, con una e bambini. Abbiamo rifiutato. Perché dovremmo dividerci

iene da dire: dio li fa e poi li


Vbedue.
accoppia. Napoleonini, am-
rockstar. Piacevano, abbiamo
detto, perché son state debolez-
ze dei primi mesi della sua pre-
dai nostri mariti?”. Non rientrando nel Piano nomadi del
Comune, elaborato insieme al Prefetto l’anno scorso, per
loro, nessuna assistenza o quasi. Nemmeno il trasferimento
BARROSO URLA, MA SARKÒ DI PIÙ E L’UE SI FERMA
Non tanto perché pic- sidenza, poi apparentemente all’interno della megastruttura di via Salaria di proprietà del di Giampiero Gramaglia norme europee”. Parole che la Commissione Josè Manuel kozy: vi era giunto dicendo
coletti e pettoruti, ma soprat- L’ALLEANZA DEI POPULISTI SCUOTE IL CONTINENTE abbandonate. Gli valsero il so- ministero del Tesoro che, da quando ha preso il via il piano stridono, visto che il Parla- Durao Barroso, che tiene an- che la convergenza tra Francia
tutto perché smaniosi di potere
e di popolare affetto. E poi di de-
stra, ambedue. Anche se l’uno,
prannome bonariamente severo
di presidente bling-bling, a signifi-
care l’esibizione di uno stile di vi-
di sgomberi, il Comune utilizza come un parcheggio per i
rom sgomberati. Una vasta area con diversi capannoni
(sgomberata due anni fa, ironia della sorte, da centinaia di
SPetrpalleggiato da Silvio Berlu-
sconi e dal premier ceco
Necas, Nicolas Sarkozy
mento europeo ha censurato
le autorità di Parigi, chieden-
do lo stop ai rimpatri, e che la
ch’egli il punto: Bruxelles de-
ve far osservare a Parigi il di-
ritto europeo. C’è nervosi-
e Italia avrebbe scosso l’Unio-
ne, mentre il ministro dell’in-
terno Roberto Maroni benedi-
Nicolas, di antica destra struttu- cioliva e rimbozzoliva. Beninte- quella invisa a Sarkozy. Gli rie- vaste rassegne stampa. Amano aperture. Ci sono i lepenisti da ta da winner, più simile a un Fabri- senza casa che l’avevano occupata), dove le famiglie am- non si smuove d’un centime- Commissione europea ha smo fra i leader, anche se tutti ceva Parigi che “ha agito bene
rata e l’altro, Silvio, di destra pe- so, al francese non verrebbe in scono meglio certi interventi in- ambedue i segreti altrui. Berlu- sedurre, altroché l’ex socialista zio Corona che a un Silvio Berlu- massate si dividono i cameroni, utilizzando coperte come tro: la Francia – dice ai capi di aperto una procedura d’infra- alla fine ripetono il ritornello applicando le norme Ue senza
ronista in italica salsa. Vanno mente di storpiare la Costituzio- diretti sulle reti televisive, pub- sconi quelli inconfessabili, stile Kouchner. Un calcio ai rom, e sconi. muri divisori. Stato e di governo dei Paesi zione contro la Francia. del rispetto reciproco Sta- deportazioni di massa”. Al ta-
ognuno per conto suo, ma agli ne né di dichiarare guerra alla bliche e private (appartengono Marrazzo, custoditi e riferiti da tac, il consenso per Sarkozy Ci scappava di dire, infine, che li A soffiare sul fuoco ci si è messa anche una dichiarazione dell’Ue, riuniti a Bruxelles – ti-Istituzioni, condito da rim- volo dei leader, Mr B insiste
incroci si ritrovano: come ieri a magistratura. Ma il contradditto- ai suoi amici più cari, come Mar- fedeli gossippari. Sarkozy è più nell’elettorato di estrema destra accomuna il posto che ambedue dell’assessora comunale alla Scuola, Laura Marsilio durante andrà avanti a smantellare “i SARKOZY lascia Bruxelles brotti alla Reding. “Ha sbaglia- perché la Commissione si
Bruxelles, al tavolo del Consi- rio l’infastidisce. Non possiede tin Bouygues padrone di Tf1): classico, vuol sapere da dove passa dal 32 al 54 per cento. riservano al genere femminile. la sua visita alla scuola “Laparelli”, la più frequentata da campi illegali” sul proprio “arruolando” anche il cancel- to, s’è scusata – nota Barroso – consulti sempre con gli Stati –
glio europeo. In effetti si ritro- imperi, ma esercita influenza. A qui ottiene la testa di un presen- spuntano le notizie politiche Uhm, che tentazione per Berlu- Falso: se l’italiano è tristemente bimbi figli di immigrati con il 97% degli iscritti. “E’ sbagliato territorio, quali che siano la liere tedesco Angela Merkel Altri fanno populismo”. Il Ver- cosa che già avviene – prima
vano quando sentono il richia- volte intimidisce, come tentò di tatore impertinente, lì fa rim- che lo infastidiscono, non le abi- sconi, anche se Maroni già l’an- maniacale, il francese è passio- non considerare stranieri i bambini figli di immigrati nati in nazionalità, l’origine e l’etnia nel partito dei rimpatri. tice concorda una dichiara- di contestarne le scelte. E fa
mo della foresta: quella lepeni- fare nel giugno scorso con Eric piazzare un caporedattore dei tudini sessuali. E fa spiare Le ticipa: in Padania c’è bisogno nale e geloso proprio come un Italia – ha detto la Marsilio – non è solo un fatto anagrafico degli occupanti. E il presiden- “Un’ipotesi surreale”, lo gela- zione del presidente stabile sua la linea Van Rompuy.
sta il francese, quella leghista Fottorino, direttore di Le Mon- servizi politici. Come Berlusco- Monde dai suoi 007, non da fo- d’ordine e pulizia, cribbio. Li ac- rom, che son cose diverse. Ceci- ma una questione culturale”. “Parole gravissime, si deve te francese aggiunge: “La no le fonti tedesche: il presi- Herman Van Rompuy: ogni
l’italiano. I muggiti sono simili. de, dicendogli a brutto muso ni, affetta sovrana indifferenza: tografi impudenti. comuna anche il fatto di avere un lia, Carla: storie rocambolesche dimettere”, secondo il Pd che ha chiesto al sindaco chia- Francia ha agito e continuerà dente prende lucciole per lan- Stato ha diritto di fare rispet- IL VERTICE europeo dove-
quale fosse la sua cordata prefe- ambedue sostengono di vivere Li accomuna l’inconcludenza nemico in casa, che come si sa ma vere. Nicolas che irrompe sul rezza sulle politiche di integrazione. Alemanno ha provato ad agire nello spirito delle terne. Per lui, sono giorni tesi: tare la legge sul proprio terri- va in realtà discutere le rifor-
L’elettoralismo rita per il controllo del giornale. meglio senza leggere i giornali, politica e programmatica. Am- sono i peggiori. Il nostro se la ve- set del film di Woody Allen alle ad aggiustare il tiro (“si è i rom, le pensioni, gli scandali, torio; le Istituzioni comuni de- me del Patto di Stabilità e di
combattente Ma trovò una schiena dritta: la anche se tutto fa pensare che fin bedue avevano promesso di ri- de con il fedifrago Fini, l’altro due del mattino fa simpatia per espressa male”) e anche la go- e quell’italiano, Mr B, che gli vono vigilare sul rispetto delle crescita e della governance
cordata che vinse fu esattamente dall’alba si tuffino avidamente in voltare i rispettivi Paesi come con l’odiatissimo Villepin. quanto poco presidenziale sia il vernatrice del Lazio, Renata sta appiccicato addosso come norme Ue da parte degli Stati; economica Ue, ma ha rinviato
calzini. Rivoluzione liberale di gesto, ed è un altro mondo ri- Polverini si è augurata “una una mignatta e che lo scredita la Reding è andata troppo ol- le decisioni a ottobre, limitan-
LI ACCOMUNA l’elettorali- qua, rivoluzione liberale di là. Si Donne, lusso, spetto alla maison close chiamata correzione”. La Marsilio ha agli occhi dei francesi. Merco- tre, ma tra Stati e Istituzioni dosi ad avallare misure già pre-
smo, quel sentirsi al meglio solo
nel pieno della sarabanda, issati
Se a Bruxelles sa, non è accaduto nulla. La Fran-
cia resta confusamente colberti-
potere e libertà Palazzo Grazioli.
Vite parallele? Non proprio, mal-
precisato di essersi “attenuta
alla normativa vigente che
ledì, Sarkozy aveva avuto un
match verbale con la commis-
deve esserci reciproco rispet-
to. E dei Rom che facciamo?
se dai ministri delle finanze,
come il varo di un semestre
su un podio ad arringare folle già
acquisite. Ambedue temono il
B. è una buona sta, l’Italia è diventata bordelli-
sta, il lascito culturalmente più LI ACCOMUNA l’attrazione
grado oggi marcino a braccetto
contro rom e immigrati. La stam-
non conferisce la cittadinan-
za italiana ai figli di immigrati
saria europea Viviane Reding,
che aveva collegato la chiusu-
Ne parliamo la prossima vol-
ta.
europeo per mettere a punto
le finanziarie dei vari Paesi eu-
confronto. La dialettica li spa-
venta, gli mette in crisi l’autosti-
stampella per il evidente dell’era berlusconiana.
Dell’apertura “a sinistra” del pri-
per la ricchezza, anche se sareb-
be far torto a Sarkozy non distin-
pella italiana che Sarkozy trova a
Bruxelles, a Parigi gli è più d’im-
nati in Italia”. Una sponda
all’assessora è giunta inaspet-
ra dei campi a quanto avveni-
va in Europa nella Seconda
Neppure per Berlusconi, tut-
to è filato liscio ieri. L’aereo di
ropei. I 27 hanno discusso
una strategia comune di poli-
ma, che tanto si esalta nel mono- mo Sarkozy (i ministri, le mini- guere i modi per arrivarci. Che si paccio che di aiuto. Dire all’opi- tatamente dalla preside Guerra Mondiale. A quelle pa- Mr B ha compiuto un atterrag-
logo. Di Berlusconi sappiamo le presidente stre, l’effimera commissione At- sappia, il presidente francese nione pubblica francese “Berlu- dell’istituto, Flora Longhi: role, il presidente aveva repli- gio di fortuna a Linate, per via
tica estera verso i maggiori
partner e deciso la linea per il
latitanze parlamentari e il biso- tali) rimane solo l’imbarazzo as- non ha mai comprato giudici o sconi è d’accordo con me” è co- “La Marsilio ha ragione. I figli cato: “Accoglili tu nel tuo Pae- d’un finestrino rotto. E, la se- Vertice dell’Onu sugli obietti-
gno di conforto giornalistico, di francese, in sai penoso di un Kouchner, la sentenze. Però piacevano mol- me darsi una mattonata nelle degli stranieri hanno alle se”, il piccolo Lussemburgo. ra, finiti i lavori, il premier è vi del Millennio per lo svilup-
Sarkozy ricordiamo, solo tre an- cacciata di Rachida Dati, i mal di tissimo, a Sarkozy, gli agi e i sim- gengive. La “convergenza ita- spalle un contesto d’origine Nonostante le scuse della Re- ripartito da Bruxelles senza ri- po: nella lotta contro la pover-
ni fa, il duello televisivo con Sé- patria l’alleanza pancia di Rama Yade. Nel frat- boli del potente. Cose da ragaz- lo-francese”, vantata dal nostro diverso da quello italiano”. ding, il Vertice non fila via li- spondere a domande. Al Ver- tà, l’Ue vuole mobilitazione e
golène Royal, che come trovava tempo la primavera del 2012 si zino, se comparate al Paperon B., non è cosa da esibire oltre le scio. C’è uno scontro verbale tice, Berlusconi è stato fido condivisione delle responsa-
toni da badessa l’altro si rimpic- è un boomerang avvicina, e allora al diavolo le de’ Paperoni de’ noantri: un Ro- Alpi. tra Sarkozy e il presidente del- scudiero del presidente Sar- bilità su scala mondiale.
pagina 6 Venerdì 17 settembre 2010

I
GIÙ AL NORD

polo scolastico intitolato a Gianfranco imprenditore della zona, aveva deciso di genitori all’amministrazione comunale.
Dalla mensa alla Miglio ha riportato alla ribalta versare la somma necessaria per ripianare le La bufera però si è nuovamente scatenata a
nazionale Adro: paese di 7 mila quote di alcune famiglie morose. Un gesto di causa della massiccia presenza del Sole delle
persone guidato da una giunta monocolore generosità che aveva però provocato reazioni Alpi sul tetto, su tutti i banchi, sugli zerbini e
scuola: la storia del leghista. Il sindaco Oscar Danilo Lancini è noto di mamme contro mamme. Durante l’estate sulla vetrata di ingresso alla mensa della scuola
per la vicenda della menda “non paghi non sono stati completati i lavori del nuovo polo materna sulla quale sono rappresentati bambini
mangi”. Storia che aveva avuto un risalto scolastico. La mensa è stata trasferita così le cui mani sono sostituite dal simbolo politico
sindaco che ama nazionale dopo che Silvano Lancini, come, pure, la gestione: dall’associazione di del Carroccio. E.Reg

LA LEGA CI METTE IL MARCHIO


Il “Sole delle alpi” della scuola di Adro non è un simbolo
locale: è stato registrato nel 1998 dal Carroccio
di Chiara Avesani LA PROTESTA
a Lega non c'entra”

“L ripete Oscar Lanci-


ni, il sindaco di
Adro. “Quello non
è un simbolo leghista, il sole
SUL SINDACO
delle Alpi è sempre stato un
simbolo del paese”. Per que-
sto, spiega, compare in ogni
angolo della scuola pubblica
SI SPACCA
che ha recentemente inaugu-
rato. Dall'ingresso al tetto,
dai banchi ai bagni. Su muri,
porte, posacenere e cartelli.
Campeggia persino sulle fi-
ANCHE IL PDL
nestre, dove una fila di bam- di Elisabetta Reguitti
bini stilizzati si tengono per
mano uniti dal simbolo. Ma Il documento In alto il i terrà domani il presidio spontaneo partito da Face-
per Lancini quel simbolo non
è affatto di parte né tanto me- richiesta di registrazione risa-
contratto; a destra tre immagini
della scuola di Adro al centro
Sterminerà
book: una chiamata rivolta a tutta la società civile che
con l’ esposizione delle bandiere tricolori sulla
no il logo del Carroccio. E in- le al 1996, quando tra i sin- dello scandalo per i simboli cancellata del polo scolastico di Adro.
vece lo è. Dal 1998 Il sole del- daci figura anche il Senatùr e del Carroccio sparsi “Togliere i simboli politici dalla scuola di Adro” lo slogan
le Alpi è un marchio registra- l'editoriale pubblicava “Soldi per tutto l’istituto scelto per caratterizzare la vicenda che comincia a creare
to dalla società editoriale sporchi al Nord”, un libro di imbarazzo anche nello stesso Pdl
Nord Scarl che controlla l'u- denuncia contro imprendito- Ma Oscar Danilo Lancini non sembra sentire ragioni sod-
niverso mediatico del Car- ri diventati miliardari grazie segno distintivo di chi lo re- disfatto per essere riuscito a raffigurare quel grande Sole
roccio, dal quotidiano La Pa- ai rapporti con il crimine or- gistra, protetto dal diritto delle Alpi pure sul tetto del polo scolastico. Così che,
dania alla radio di via Bellerio, ganizzato. Nel testo, ampio perché è un bene privato. anche sorvolando, la zona gli aerei che atterrano negli
ed è presieduta dal quartier spazio era dedicato a Marcel- scali di Bergamo, Milano e Verona possano ammirare la
generale leghista: Federico lo Dell'Utri mentre Silvio Ber- CON LA REGISTRA- prima scuola federalista e visibilmente marchiata Lega. Sul
Bricolo, Roberto Cota, Rosy lusconi si conquistò addirit- ZIONE del marchio hanno piano politico però è da registrare la presa di posizione del
Mauro, Stefano Stefani, Gian- tura l'intero ultimo capitolo, ribadito che quella è roba lo- coordinatore provinciale del Pdl Viviana Beccalossi.
carlo Giorgetti e Marco Re- dall'eloquente titolo “Berlu- ro, mica di un paese perso
guzzoni. Per citare l'attuale sconi è mafioso? Diciassette nella provincia bresciana. “IL SINDACO, AL CONTRARIO di quanto afferma
cda. Nata, ovviamente, sotto buone occasioni”. Sulla co- Ora dalla scuola il marchio va cercando visibilità e notorietà. Peccato davvero perchè
la guida del “capo” Umberto pertina ancora non c'era il so- dovrebbe essere rimosso, in questo caso l’ arrivismo personale sta penalizzando l’
Bossi, che ne è stato sindaco le delle Alpi. Perché ancora considerato che il ministro azione meritoria di essere costruito un complesso nuovo e
dal primo giorno. Insomma dovevano impossessarsene. dell'istruzione, Mariastella funzionale”.
quel simbolo è roba loro. Infatti se l'Alberto da Giussa- Gelmini, ha ribadito che i Nuova edilizia scolastica a basso costo per le istituzioni (ma
no è stato copiato dal simbo- simboli politici devono esse- non pagata solo dai privati come continua a sostenere il
NEL 1998 Editoriale Nord lo delle biciclette Legnano, e re tenuti fuori dagli istituti no.it ha pensato che forse va- sindaco) ma pur sempre pubblica e italiana per Beccalossi
Scarl ottiene la registrazione poi spacciato come liberato- scolastici. O la Lega magari le la pena agire. Sul sito del che rincara sostenendo la necessità di “togliere tutti i ri-
all'Ufficio Italiano Brevetti e re e guida del popolo Padano, potrebbe denunciare la scuo- giornale abbiamo lanciato chiami politici, verificare che la intitolazione sia stata fatta
Marchi della descrizione ver- il sole a sei punte è un antico la. Improbabile, considerato una raccolta firme che ha già seguendo le procedure previste”.
bale del logo: “Sole delle alpi emblema euroasiatico diffu- che è dedicata a Gianfranco raccolto oltre duemila adesio- Beccalossi firmerà l’ appello de Il Fatto Quotidiano con una
costituito da sei (raggi) dispo- so dal VI secolo avanti Cristo, Miglio, da sempre ideologo ne e 12mila condivisioni sui controproposta: quella cioè di inserire lo stemma del paese
sti all'interno di un cerchio il e presente in India come nel del Carroccio. E Umberto socialnetwork. Vogliamo affiancato dalla bandiera italiana. Anche Silvano Lancini, l’
cui raggio fornisce la caden- Nord Europa, oltre che in al- Bossi si è dimenticato di es- cancellare i simboli padani da imprenditore che, a suo tempo, aveva coperto le rate in-
zatura dell'intera costituzio- cune chiese tra Toscana e Pu- sere proprietario del mar- una scuola pubblica. Ancora solute della mensa della scuola ha aderito all’ appello lan-
ne. I vertici dei sei petali in- glia, a Ischia e a Roma. Ma è chio, tanto che ieri con una più rimuovere il marchio del- ciato dal nostro sito. Il Pd ha sua volta ha presentato un’in-
tersecano i vertici di un ipo- piaciuto così tanto in via Bel- dichiarazione pubblica ha da- la Lega. terrogazione al ministro degli Interni Roberto Maroni.
tetico esagono iscritto nel lerio da spingere i leghisti a to ragione al sindaco di Adro: Prosegue invece il silenzio
cerchio”. Nel 2001 viene re- registrarlo come marchio. “E' un simbolo del nord, di delle istituzioni a partire dagli
gistrato, sempre dalla stessa
società, il “marchio figurati-
Difficile dunque sostenere
che non sia un simbolo del
quella gente”, ha detto. Così,
visto che né dal ministero né
Oltre duemila le firme al nostro uffici scolastici regionali e
provinciali ma anche dalla
vo”, cioè il simbolo vero e
proprio, tale e quale quello
carroccio, come fa il sindaco
di Adro. L'Editoriale Nord se
dal quartier generale padano
nessuno muove un dito, no-
appello: hanno aderito anche Prefettura. Ieri, inoltre, il cor-
po docenti della scuola si è
che oggi invade ogni angolo ne è appropriata, registran- nostante le polemiche degli riunito in consiglio straordina-
della scuola di Adro. La prima dolo. E' un marchio, cioè un ultimi giorni, ilfattoquotidia- Farefuturo, Vendola e Deliberto rio durante il quale è stato for-
mulato un documento. Gli in-
segnanti sembrano tutti schie-
Bar cinese torna veneto. L’OLTRAGGIO DI ADRO, rati contro la simbologia ben evidente ovunque dalle ve-
trate ai banchi. Nei giorni scorsi anche il dirigente sco-
lastico aveva chiesto al sindaco la rimozione di ogni segno
Inaugura Zaia APPELLO DE “IL FATTO” che riconducesse al partito in virtù del bene della didat-
tica.
Un commento è uscito anche dalla scuola cattolica “Ma-
A QUINTO di Treviso, il bar “Girasole”, la cui licenza era Ad Adro, in provincia di Brescia, una scuola della Re- donna della neve” (oltre mille iscritti) gestita dall’ordine dei
stata acquistata da esercenti cinesi, tornerà in mano a un'im- pubblica Italiana è stata trasformata in un istituto pa- Carmelitani. Il complesso scolastico parificato confina con
prenditrice di Treviso. Per festeggiare la conquista, all'inau- dano e ricoperta dai simboli leghisti su ordine di un il nuovo polo scolastico intitolato a Miglio. E’ la scuola alla
gurazione di oggi, sarà presente niente poco di meno che il sindaco che ha potuto contare sulla colpevole indul- quale, come aveva anticipato il Fatto Quotidiano, o stesso
governatore Luca Zaia. Un gesto dal retrogusto più che po- genza del ministro dell’Istruzione Gelmini. Un sopruso sindaco Lancini ha iscritto il proprio figlio anzichè man-
litico contro l'invasione "gialla" da tempo denunciata dal e un oltraggio. Davanti all’inerzia delle pubbliche au- darlo alla “sua” scuola marchiata con il Sole delle Alpi.
Carroccio. Il leghista non ha esitato a pubblicizzare l'evento torità che preferiscono girare la
con un comunicato stampa diffuso attraverso il sito della testa dall’altra parte chiediamo DURANTE L’INAUGURAZIONE il primo cittadino
Regione. Nel comunicato di legge: “In un quadro socioe- l’immediata cancellazione di aveva orgogliosamente spiegato di aver fissato i crocefissi
conomico come quello degli ultimi anni, nel trevigiano ma quei simboli tracciati con in- murandoli alle pareti delle aule per evitare che “qualcuno
anche in varie altre aree del Veneto, dove molte altre attività tenti secessionisti e in evidente possa decidere di nasconderli dietro le cartine geografi-
sono passate in mani “straniere”, la notizia è di quelle da spregio al principio costituzionale che”. Su questa scelta, padre Gino Toppan, direttore della
sottolineare”. Ma i dirigenti della Regione tengono a pre- della Repubblica una e indivisibile. scuola, dalle colonne del Giornale di Brescia ha dichiarato:
cisare il carattere non politico della cerimonia: “Il presi- Da questa mattina sarà possibile sot- “Questo segno è nel Dna della nostra cultura. A noi pare
dente Zaia - dicono - sarà presente ad una semplice ce- toscrivere l’appello del Fatto sul sito evidente che il linguaggio che si usa rispetto a questo serio
rimonia di avvio della nuova gestione”. L'appuntamento, in www.ilfattoquotidiano.it argomento non può mancare doverosamente ad un prin-
ogni caso, è al Bar Girasole, a Quinto, in Via Vittorio Ema- cipio. Che è questo: il crocifisso si serve, del crocifisso non
nuele, alle 17.30. Francesco Carbone ci si serve”.
Venerdì 17 settembre 2010 pagina 7

D
POLITICHETTA

alle minacce ai fatti. I tre finiani Italo della Camera,con il preciso intento di arrivare ad appartengo al Fli e sono indifferente a decisioni
L’inquisizione Bocchino, Carmelo Briguglio e una loro espulsione. I tre, a questo punto, di altri organi”, è stata la reazione di Briguglio,
Fabio Granata hanno ricevuto la avranno a disposizione 10 giorni per presentare mentre Fabio Granata l’ha additittura presa sul
lettera di deferimento ai probiviri del Pdl. Dopo una loro memoria difensiva, ma interrogati a ridere: “Un po’ mi lascia indifferente, un po’ mi fa
del premier riparte una lunga riunione, “l’inquisizione” berlusconiana caldo su come intendano comportarsi, hanno sorridere; faccio ormai parte di un progetto
del partito ha stabilito che sì, ci sono le fatto chiaramente capire che la faccenda, almeno politico dove legalità ed etica pubblica
condizioni per aprire una pratica punitiva nei per loro, può considerarsi archiviata. “A me non rappresentano valori fondamentali e
contro i tre finiabi ribelli confronti dei tre nuovi colonnelli del presidente interessa molto”, ha commentato Bocchino, “io imprescindibili”. Come non accade nel Pdl. s.n.

ONOREVOLI-BAZAR: OGGI LA POLITICA


PASSA (SOLO) DALLA “COMPRAVENDITA”
Si tratta su tutto, a partite da Lodo-Alfano e Commissioni
di Sara Nicoli tendibilità del repubblicano tembre in commissione Affari no la presidenza della commis-
Francesco Nucara, a Palazzo Costituzionali e su questo sione Giustizia, a Silvano Mof-
hi compra e chi vende. Madama si è messo in moto il fa quella del Lavoro e a Mario

C
fronte Berlusconi è stato fer-
Da una parte sempre il meccanismo della ricerca di mo: l’accordo politico è d’ob- Baldassarri quella delle Finan-
Cavaliere, dall’altra tutti una maggioranza forte e blin- bligo, “niente passi falsi da par- ze del Senato, così come non
quanti. Le file si allunga- data per consentire l’approva- te di nessuno”. Il Cavaliere, dovrebbero subire “aggressio-
no. Nell’ormai immenso mer- zione, nel più breve tempo prima della partenza di ieri per ni” i due finiani nel governo,
cato di voti, seggiole e poltro- possibile, del Lodo Alfano co- Bruxelles, si è persino detto Andrea Ronchi e Adolfo Urso:
ne che è diventato il Parla- stituzionale. disposto ad accettare di inse- già un risultato. Esclusa, inve-
mento, ieri ha tenuto banco il rire nella legge la facoltà di ri- ce, la possibilità che Berlusco-
palcoscenico del Senato. PER QUESTO, si sono visti fiutare lo scudo (cara al Pd) ni metta sul piatto questioni
Mentre alla Camera, infatti, il al Senato il capogruppo Pdl, pur di arrivare all’approvazio- forti come il via alla modifica
Cavaliere in persona a preso Maurizio Gasparri, il ministro ne di tutte e quattro le letture della legge elettorale o alla
in mano la situazione dell’al- Alfano e Niccolò Ghedini: il te- necessarie (due alla Camera e concessione dello Sviluppo
largamento della sua maggio- sto del provvedimento rico- due al Senato) e allontanare lo Economico per un finiano: la
ranza, dopo aver testato l’inat- mincerà il suo iter il 22 set- spettro del referendum con- partita del Lodo Alfano è fon-
damentale, ma gli affari sono
sempre affari.

TRASFORMISMI di s.n.
Ad Antonio A PICCOLI PASSI, dun-
Razzi dell’Idv que, a patto – ha imposto Sil-
Calearo aspetta è stato proposto
vio – che l’accordo si raggiun-
ga. Anche a costo di tenere in
un cenno da B. persino
conto delle “idee” delle Bon-
giorno sulla questione legata
sia alla sospensione dei pro-
Sopra il Senato; a sinistra Antonio Razzi dell’Idv (FOTO ANSA)

M assimo Calearo, 55 anni, presidente


della “Gruppo Calearo” che dà lavoro
a più di 300 persone producendo impianti per
l’estinzione cessi in relazioni a fatti ante-
cedenti l’assunzione della ca-
rica che all’allargamento ai mi-
autonomia da Fini. Ormai la
compravendita ha raggiunto
livelli da basso mercato riona-
passaggio tra i “responsabili”
restano Giuseppe Drago, Lo-
renzo Ria, Giuseppe Ruvolo,
telecomunicazioni e antenne per automobili, è del mutuo nistri dello scudo che, invece, le. A qualcuno è stata proposta Domenico Zinni e Mario Tas-
uno di quelli che si candida a diventare un “re- non piace all’Udc, ma che sa- persino l’estinzione del mu- sone, ma sono nomi “che usci-
sponsabile” convinto. Annusato il vento che ti- della casa rebbe necessaria per evitare tuo della casa in cambio del ranno allo scoperto all’ultimo
ra, sta pensando davvero, per “il bene del Paese un’altra bocciatura della Con- passaggio nel gruppo dei “re- momento”. Intanto, anche Fi-
e soprattutto delle imprese e dell’economia”, di sulta. Una partita delicata, sponsabili”, come dichiara An- ni ieri ha incontrato i suoi con
non far mancare il suo voto a Berlusconi. In po- fermativo sulla legge. Obietti- dunque, che comporterà più tonio Razzi, dell’Idv. Per ora, lo scopo di rinfoltire le sue
litica, d’altra parte, niente è per sempre, ma Ca- vo raggiungibile solo con il di un compromesso. E, forse, comunque, il drappello che fa schiere. Ad alcuni scontenti
learo, negli utlimi tempi, ha fatto del cambio di placet senza condizioni dei fi- più di una concessione da par- provare più soddisfazione al del Pdl il Presidente della Ca-
casacca quasi il suo sport preferito. La par- niani. Che il Cavaliere potrà ot- te di Berlusconi, anche se Bos- Cavaliere pare proprio quello mera ha inviato una lettera
tenza è una folgorazione sulla via del Par- tenere solo dando in cambio si, ieri, si è detto convinto che dell’Udc, visto che altri hanno personale per convioncerli a
lamento, nel 2008, da parte di Walter Veltro- un congruo “corrispettivo po- “Fini il Lodo lo voterà”: biso- respinto con indignazione le passare con Fli (si parla di
ni che riuscì a lusingarlo più di altri. E dire litico”. E quale? La partita sarà gnerà vedere a che prezzo. I lusinghe. In ambienti Pdl si dà Giancarlo Mazzuca e Antonio
che in una famiglia come la sua, notoria- lunga, e Berlusconi è conscio finiani, però, paiono risoluti: per scontato il passaggio di Sa- Martino, ma non sono i soli)
mente virata a destra, la scelta di candidarsi che la trattativa con i finiani si “Fino al discorso del 28 in au- verio Romano e di Michele Pi- però al momento, ad eccezio-
con il Pd è stata vissuta come uno choc. Poi, snoderà in più momenti e non la, sulla giustizia non si muove sacane, ma anche Calogero ne di Giampietro Catone, ex di
però, ci ha ripensato. Nel novembre scorso: potrà essere chiuso su un uni- nulla”. Prosegue, invece, la Mannino potrebbe, alla fine, Rotondi, che non ha smentito
è passato all’Api di Rutelli e Api. E ora... co argomento. Al momento, si trattativa del Cavaliere con i cambiare idea e pure Dorina il suo prossimo passaggio, gli
parla del via libera di Berlusco- centristi per avere alla Camera Bianchi è considerata possibi- altri preferiscono rimenere
ni a lasciare a Giulia Bongior- quei voti in più che daranno lista. In pole position per il sottotraccia.

Tra camorra e P3: i pm napoletani interrogano Martino


LA CHIAVE SONO LE DICHIARAZIONI RILASCIATE AI MAGISTRATI ROMANI SULLA “CACCIA” AI VOTI NEL 2008 A PALAZZO MADAMA
di Rita Di Giovacchino sore faceva da raccordo tra ai danni di Rosario Caldoro avuto paura di sporcarsi le cleo investigativo che indaga eletto ad Avellino, non aveva
ambienti napoletani e il ver- poco gradito ai vertici della mani. Martino nell'interroga- sulla P3 sembrano condivi- alcun titolo per stare nel
rcangelo Martino, il “pen- tice romano della P3. torio lo ha definito un “ricat- dere quando in un' informa- Ce4. A piazzarlo lì era stato
Arogato
tito” della P3, sarà inter-
questa mattina nel E ORA A NAPOLI voglio-
P3 su cui i pm di Napoli già
indagano. E non si esclude
che possano essere loro ad
tatore”, giudizio affidato a
Berlusconi costretto a rita-
tiva scrivono che in casa Ver-
dini non fu mai presa “in con-
Cosentino? Martino non esi-
ta a definirlo un “intrallazza-
carcere di Poggioreale dai no capire meglio i tentativi aprire un'inchiesta sulla gliargli il posto di assessore siderazione nessuna candi- tore”, ma nell'interrogatorio
pm napoletani Narducci e messi in atto dal falso giudice compravendita di voti al Se- in cambio dell'operazione di datura alternativa a quella di del 27 agosto Lombardi re-
Limita. Dopo aver letto il per bloccare in Cassazione la nato per affondare il governo compravendita al Senato. Tra Cosentino“. E proprio Lom- spinge molte delle sue accu-
verbale dell'interrogatorio, richiesta di arresto di Cosen- Prodi nel 2008. Anche per- Martino e Sica c'era stato un bardi si era particolarmente se. Ammette soltanto i pran-
reso dall'ex assessore il 19 tino o condurre in porto a ché sia il dossier che l'attività incontro : “Mi apparve molto adoperato a superare tutti gli zi settimanali da Tullio che
agosto scorso, i magistrati ogni costo la sua candidatura di corruzione dei senatori agitato, raccontò di essere ostacoli ricorrendo al presi- gli costavano in media
napoletani si sono resi con- a presidente della Regione hanno lo stesso protagoni- stato un assiduo frequentato- dente della Cassazione Car- 300-400 euro: “Ricavo dalla
to che molti fili legano la lo- Campania. Tentativi culmi- sta, ovvero Ernesto Sica, l'as- re di Palazzo Grazioli, un suo bone (anche se poi il ricorso mia attività 50mila euro l'an-
ro vecchia inchiesta sui ri- nati nel dossier diffamatorio sessore campano che non ha amico imprenditore, ben no- fu respinto). no netti, sono spese che so-
fiuti, culminata con la richie- to a Berlusconi, aveva messo Su Lombardi a Napoli si in- stengo perché mi piace ave-
sta di arresto di Nicola Co- a disposizione dei soldi per daga da tempo. Il tributarista re pubbliche relazioni”. Mai
sentino, a quella della pro- Al centro anche convincere alcuni senatori a dal 2003 al 2006 è stato parlato della vicenda Monda-
cura di Roma sulla “società cambiare schieramento. Tra membro del Ce4 (il consor- dori e neppure del Lodo Al-
segreta” che vede indagato
lo stesso coordinatore del
la società di questi il napoletano Scalera e
Andreotti”.
zio incaricato dello smalti-
mento dei rifiuti in 18 comu-
fano, l'unica ammissione ri-
guarda il giudice Marra che
Pdl in Campania. Di carne al
fuoco Martino ne ha messa
raccolta rifiuti CHI È L'IMPRENDITO-
ni della provincia di Caserta)
dietro cui, manovrava la
in effetti si era rivolto a lui
per ottenere la nomina di
tanta, nel corso di un incon-
tro con il pm romano Sabelli
di Nicola RE amico di Sica? Nel chie-
dere l'arresto di Cosentino la
“Eco-4”, società di raccolta
dei rifiuti che Cosentino con-
presidente della Corte d'Ap-
pello: “Mi recai al Csm da
hanno acquisito sia il testo procura di Napoli aveva in- siderava una sua creatura e i Mancino, che conosco da 40
integrale dell'interrogatorio Cosentino, dicato l'ex sottosegretario magistrati una camera di anni, per raccomandarlo. Lui
di Martino (180 pagine) che come il garante di un patto compensazione tra politici, mi rispose che avrebbe de-
alcune intercettazioni inter- invischiata tra politici, imprenditori e imprenditori e clan camorri- ciso autonomamente, ma ho
corse tra Carboni e Lombar- clan della camorra. Un'ipote- sti. Fatto è che Lombardi, al- saputo poi che aveva votato
di. Che a dire dell'ex asses- con i clan si che i carabinieri del Nu- l'epoca sindaco di Cervinara, a suo favore”.
pagina 8 Venerdì 17 settembre 2010

SCHERMO PICCOLO

GARIMBERTI COME MASI Il presidente scrive per chiedere un intervento


sul “turpiloquio” di Crozza a Ballarò
di Carlo Tecce qualcuno s’offende e sta zitto, cestinato la circolare del 24 cari inutilizzati? Come se non Giulietti – che la Corte dei Con-
a volte qualcuno s’infuria. La agosto, non può ripetere che il bastasse stanno perfino pen- ti volesse verificare l’uso del
è ressa in Rai per vin- servizio pubblico ha bisogno

C’
critica di Garimberti è durata sando di rimuovere il direttore denaro pubblico di un’azienda
cere il concorso “mi- più di un momento di sfogo, di regole restrittive, di pubblici di Rainews e quello di Raidue che agisce sempre più solo per
glior censore dell’an- più dell’appunto in Consiglio finti, di schede, sinossi e mi- condannandosi a nuove pesan- ragioni politiche, di corrente,
no”. Mauro Masi ha di amministrazione: anzi, pas- nacce di sospensione. Poi af- ti sconfitte in Tribunale. Era faziose e magari persino di log-
provato a staccare i concor- sato un giorno, ieri ha scritto fronteremo la questione Tg1: inevitabile – concludono Vita e gia”.
renti con il decalogo per con- una lettera a Masi. Il presidente editoriali a parte, il direttore
trollare le trasmissioni. E Pao- non ha poteri editoriali, nem- Augusto Minzolini sta assisten-
lo Garimberti scrive proprio al meno il direttore generale, pe- do immobile alla crisi di ascolti
direttore generale per segna-
lare il “turpiloquio” di Mauri-
rò Masi può girare la lettera al
direttore di Raitre, Paolo Ruffi-
che egli stesso ha provocato.
Quali rischi economici per L’AQUILA Indagato
zio Crozza nella copertina di ni. Masi può fare quel che Ga- l’azienda?”. E poi Vita, assieme
Ballarò di martedì scorso. Il
presidente interviene – senza
rimberti gli ha impedito: ridur-
re l’autonomia di autori, con-
a Beppe Giulietti di Articolo
21, avvisato la Rai sul rischio di
Fusi, l’amico di Verdini
intenzioni di censura, dicono i
suoi collaboratori – perché le
parolacce di Crozza possono
duttori e responsabili di rete.
Strano. Perché Garimberti me-
desimo giovedì ha precisato:
sanzioni dalla Corte dei Conti:
“Sono sbagliate le interferenze
nella vita della Rai da chiunque
Dtorinielfamiglia
consorzio Federico II (costituito dall’impresa della
Barattelli, dalle altre 2 aziende aquilane Vit-
Emidio e Marinelli-Equizi) poi sciolto dopo il ter-
svilire l’immagine del servizio Masi voleva più poteri editoria- provengano, partiti o altri po- remoto giudiziario, faceva parte anche la Btp del pre-
pubblico. Il comico genovese Maurizio Crozza (FOTO LAPRESSE) li, io l’ho bloccato. E in venti- teri che siano, e non gioiamo sidente dimissionario Riccardo Fusi, ora indagato dalla
ha riempito la sua finestra d’in- quattr’ore l’ha sbloccato. Ora il certo per il trasferimento delle procura distrettuale antimafia dell’Aquila. Quest’ultimo
troduzione con parodie e risa- lo, finalmente parla. Vai D’Ale- direttore generale può sotter- vicende dell’azienda del servi- è coinvolto nell’inchiesta di Firenze, poi passata a Pe-
te sulla politica. Non ha rispar- ma, falli neri. Per dire cosa? Vo- rare la pratica Crozza nella bu- zio pubblico nei tribunali. Sia- rugia, sui grandi eventi che ha inguaiato il presidente del
miato Umberto Bossi: “Ne ha glio il proporzionale alla tede- rocrazia – comunicazione a mo però tra i primissimi – as- consiglio superiore dei Lavori Pubblici, Angelo Balducci,
fatte di tutti i colori: ha mostra- sca... Che cazzo vuoi? Ma cos’è Ruffini, e basta – oppure può sistiti dall’avvocato Domenico l’imprenditore Diego Anemone, e ha portato al coinvol-
to il dito medio per dire che il proporzionale alla tedesca? insistere sul tema nel Cda di d’Amati – ad aver chiesto alla gimento, come indagato, del capo della Protezione civile
voleva le elezioni e ha fatto Un trauma infantile? A sedici mercoledì prossimo e propor- Corte dei Conti di accendere i nazionale, Guido Bertolaso. Secondo l’accusa, si sarebbe
una pernacchia di dissenso a anni si è trombato una tedesca re ai voti una sospensione. riflettori su quanto accade alla cercato di ottenere appalti nella ricostruzione tramite
Fini (pausa). Se rutta, come al mare e cerca una scusa per Rai. E se ha deciso di attivarsi ci politici influenti. Il consorzio Federico II sarebbe nato
dobbiamo interpretarlo? No ricontattarla?”. POCHE ore prima dell’audi- devono essere ragioni gravi e sotto gli auspici di Verdini per avere appalti all’Aquila. I
ad un governo tecnico?”. Il canovaccio di Ballarò è iden- zione in commissione di Vigi- profonde. Come si può pensa- lavori sono arrivati: si va dalla costruzione del Musp della
tico da anni: con gli eccessi e la lanza, convocata da Sergio Za- re che la Corte dei Conti possa media Carducci (7,3 milioni) al restauro di alloggi alla
HA SPIEGATO la fissazione vivacità della satira, Crozza fa la voli e decisa dall’ufficio di pre- far finta di non vedere le tante caserma “Pasquali-Campomizzi”, poi la messa in sicurez-
di Massimo D’Alema per il si- smorfia a una settimana politi- sidenza. Il senatore Vincenzo rimozioni senza ragioni profes- za e il recupero di opere d’arte e puntellamenti.
stema elettorale tedesco: “In ca, a un fatto di cronaca e stuz- Vita (Pd) prepara le domande: sionali, le cause perse, i doppi
questa estate di grande bordel- zica opinionisti e ospiti: a volte “Il dg non può fare finta di aver e i tripli incarichi, i tanti pre-

PER CHI HA TUTTO UN MONDO DENTRO.

NUOVO DOBLÒ NUOVO QUBO


DA € 13.950 DA € 10.950

PIÙ FINANZIAMENTO ANTICIPO ZERO E INTERESSI ZERO.

TI ASPETTIAMO ANCHE SABATO 18 E DOMENICA 19 .


Iniziative valide in caso di rottamazione fino al 30 settembre 2010.
Nuovo Doblò 1.4 Active bz. prezzo promo € 13.950 (IPT escl.) Es.: Ant. 0, rate 48 da € 350 (compresi Prestito Protetto e Sava DNA Furto/Incendio € 2.511; Spese pratica € 300 + bolli). TAN 0% TAEG 2,00%. La polizza furto/incendio è
calcolata su un cliente residente a Roma. Salvo approvazione . Nuovo Qubo 1.4 Active bz. prezzo promo € 10.950 (IPT escl.) Es.: Ant. 0, rate 48 da € 276 (compresi Prestito Protetto e Sava DNA Furto/Incendio € 1.942; Spese pratica
€ 300 + bolli). TAN 0% TAEG 2,56%. La polizza furto/incendio è calcolata su un cliente residente a Roma. Salvo approvazione . Nuovo Doblò - Valori Massimi (1.4 Active bz.): consumi ciclo combinato 7,2
(l/100km). Emissioni CO 2 166 (g/km). Nuovo Qubo - Valori Massimi (1.4 Active bz.): consumi ciclo combinato 6,6 (l/100km). Emissioni CO 2 152 (g/km).
Venerdì 17 settembre 2010 pagina 9

PSICHIATRIA DEMOCRATICA

VELTRONI
LANCIA LA RETE
SUL PD
Proposta ai parlamentari
Obiettivo: raccoglierne settanta L’ex segretario del Pd Walter Veltroni (FOTO EMBLEMA)

di Eduardo Di Blasi taria” che candida il proprio tivo di contare quanti siano gli un’alternativa credibile, affida- sa il bipolarismo lasciando prate- avere un ruolo unificante. Parla
leader alla guida del paese. E an- ex Ppi ancora non schierati con bile, autorevole, il Paese corre- rie ai trasformisti d’ogni casac- di conflitto d’interesse, legge
alter Veltroni manda in nota: “La cosa meno normale è le parti in lotta dentro il recinto rebbe il rischio di una crisi di si- ca. elettorale e primarie. È un docu-

W giro tra i parlamentari


democratici un docu-
mento su cui chiede di
apporre una firma, e frattanto
sceglie Repubblica Tv per dire
il modo, il tono e il momento
perchè noi dovremmo occu-
parci del Paese e non guardarci
la punta delle scarpe o fare un
pacco dono a Berlusconi. La
democratico (Fioroni è con Vel-
troni, Franceschini no). Insom-
ma, in quello che si va delinean-
do come il tramonto del berlu-
sconismo, ognuno dei convita-
stema”. Questo è lo scenario. Il
Pd resta lo strumento politico,
ma “a condizione che si facciano
risolutamente i conti con le po-
sizioni conservatrici che, anche
Parla di un bipolarismo che fini-
sce per “rappresentare” le divi-
sioni del Paese. E discute di una
politica che invece dovrebbe
mento che avrebbe l’intenzione
dichiarata di “unire”, ma che nel-
la sua sola esposizione rappre-
senta una nuova grana per il Pd.

che non è il caso di stare tutti palla ora sta di là e non è il caso ti alla tavola Pd vuole avere una nel campo del centrosinistra,
attorno “a una barca che fa ac- di tirarla in casa nostra”. voce. E per farlo deve contarsi. pensano che il nostro compito
qua”, che “se siamo al 24,6% do-
vremmo essere tutti preoccu-
E invece la palla rotola di qua e
di là anche nel campo democra- Il pallottoliere
prioritario sia quello di difende-
re le conquiste del passato, piut- L’UNITÀ Due giorni
pati” e che è anche pronto a in- tico. Il prato di gioco è infatti tosto che cambiare in profondi-
coronare “una candidatura da
fuori”, come “il Prodi del ‘96”.
completato dalla presenza de-
gli ex popolari Franco Marini e
veltroniano
tà una realtà che contraddice i
nostri valori, punisce il merito e
di sciopero
Domani sarà a Orvieto, pronto Pierluigi Castagnetti che si con- NELLE FILA dei “veltroniani” condanna i più deboli”. ggi e domani in edicola non ci sarà l’Unità. Lo an-
a lanciare sul mercato della po-
litica democratica la propria
vocano per martedì con l’obiet- l’asticella è fissata al numero di
settanta parlamentari. Se il docu-
Parla di un partito che è riuscito
ad ottenere “quasi il 34 per cen-
Odi area
nuncia l’assemblea dei giornalisti del quotidiano
Pd. L’azienda in mattinata aveva annunciato
“offerta”, che non si discosta mento riceverà meno adesioni to dei voti nel momento di mas- al comitato di redazione la “sospensione” della pub-
poi tanto dalla lunga lettera
pubblicata nei giorni scorsi dal
L’analisi: “Con resterà nell’alveo del “movimen-
to politico”. Se si attesta su quel
sima difficoltà per il centrosini-
stra e il massimo consenso del
blicazione delle edizioni locali in Toscana e in Emi-
lia Romagna dal 15 ottobre, se non fossero inter-
Corriere della Sera e dalle ester-
nazioni rilasciate ieri mattina al
la fine del numero, si valuterà l’ipotesi di
una corrente interna. Se lo supe-
berlusconismo e fatica oggi a sta-
re sopra il 25%”, quando il ber-
venuti nuovi investitori nel giornale acquistato un
paio di anni fa dall’ex presidente della Sardegna e
network di Repubblica. Un docu-
mento ancora da limare, ma suf-
berlusconismo ra si potrebbe realmente tentare
un’opa sul partito, partendo dai
lusconismo appare decotto.
Boccia le due opzioni tattiche
patron di Tiscali Renato Soru. La Fnsi, nell’esprime-
re solidarietà ai colleghi del quotidiano, annota: “Si
ficientemente chiaro nell’in- gruppi parlamentari di Camera e che il Pd si trova oggi davanti: determina così un grave pericolo per l’occupazio-
tenzione. corriamo Senato. Calcoli che sono di là da l’alleanza “ammucchiata” che ne e la stessa sopravvivenza del giornale da sempre
Il segretario del Pd, Pier Luigi farsi. Per adesso, per l’appunto, lui definisce “neo-frontista” e punto di riferimento per i territori nei quali si ipo-
Bersani, reagisce all’attivismo il rischio c’è l’offerta. “Se al fallimento del- l’ancoraggio al centro (“vete- tizza di abbandonare la pubblicazione delle crona-
veltroniano. Afferma dal salot- la destra - scrive Veltroni - doves- ro-centrista”). La prima perchè che locali. In Emilia-Romagna ed in Toscana l’Unità
to di Porta a Porta che l’ex segre- di una crisi se corrispondere una speculare “persevera nell’errore” che fu vende il 40% delle copie”.
tario ha “cambiato idea” sul inadeguatezza delle forze rifor- del centrosinistra di Prodi, la se-
partito a “vocazione maggiori- di sistema” miste, incapaci di proporre conda perchè manderebbe a ca-

L’INTERVISTA Sergio Staino

di Luca Telese
“Gli voglio bene, ma rottamiamoli” tati dai loro quadri.
Per due motivi. Perché il vecchio

Vperaibandiera
a cercare Sergio Staino, la
della satira politica,
chiedere a lui come vede il
Lo sai che l’Unità ha chiuso quan-
do Veltroni era segretario, e ha
squassare tutto quello che di
buono è rimasto.
battibecchi di cui non si capisce
nemmeno più il senso!
Chi ha gestito le cose, e ha sba-
gliato le scelte non deve mica es-
apparato del Pds-Ds-Pd vede in
D’Alema la garanzia del partito
che c’è, e non è un bene. E in Vel-
grande terremoto della sinistra rischiato di chiudere di nuovo Ma non sarà Veltroni il solo Sabrina Ferilli dice: Non si sere processato. Però cambia la- troni la certezza che lavora ad un
che non c’è. Come spiega la scia- quando lo è ridiventato? responsabile. può rottamare i vecchi per un voro, come si fa in tutto il mon- partito che non c’è ed è un’altra
gura delle lotte intestine, delle Cosa ha fatto sparire l’amore E infatti non ce l’ho solo con lui. malinteso desidero di nuovi- do. sciagura.
faide antiche fra dirigenti nemi- di un tempo, in te? Hanno tutti e due alle spalle delle smo. Loro ti potrebbero dire che ci L’errore più grande degli ulti-
ci, fra vecchio e nuovo. Cerchi La retorica. Nessuno lo obbliga- catastrofi. Ma infatti non è nuovismo! Per viene dopo è peggio. mi anni?
lui perché di questi tempi, men- va ad andare in Africa quando Anche D’Alema, intendi. capirci: io credo che una delle Primo. Se lo dicono loro non va- Attingere tutte le risorse dall’im-
tre i dirigenti del Pd si scambiano smetteva di fare il segretario. Ma Mamma mia. Io a D’Alema gli ho persone più belle e serie che ci le. Secondo. Se il nuovo non maginario televisivo, che si dile-
lettere e stilettate sui giornali, gli se lo ha detto per dieci anni, poi voluto e gli voglio bene. Ma non ritroviamo in mezzo a questi fi- emerge con chiarezza, invece, è gua come nebbia al sole. Oppure
intellettuali sono molto più libe- lo deve fare davvero. E poi senti: capisco che cosa sta a fare, an- nimondo è Giorgio Napolitano. proprio perché loro non se ne ai candidati civetta. Ma con chi
ri di dire e giudicare. Provi a chie- la satira ti obbliga a delle sintesi cora su piazza. Si curi della sua Dio ce lo conservi. E l’età non vanno. Ti faccio l’esempio di se la devono prendere quelli che
dere al papà di Bobo che cosa do- spietate. fondazione, parli nei convegni! c’entra nulla. Bersani e della Bindi. sono stati a votare Calearo, se ve-
vrebbe fare l’opposizione in cer- In che senso? Ma non si metta a dettare la linea, E allora quale deve essere la Fallo. dono che lui si dice pronto a dare
ca di identità, e scopri un fiume Veltroni aveva detto che si trasfe- per carità. discriminante? Sono due belle persone. Che si la fiducia a Berlusconi?
in piena. riva in Africa, invece ha compra- Cosa gli rimproveri? potranno esprimere meglio Tu e Bobo siete d’accordo sul
Sergio, metà dei dirigenti del to il loft per la figlia a New York. Faccio solo un esempio: la Pu- quando ci libereremo delle za- segretario?
Pd si stanno candidando per Ahi. Adesso stai entrando nel glia. Dopo gli sfracelli delle pri- vorre che appesantiscono il par- Guarda, io ho votato Bersani per-
le primarie, ritornano a privato della famiglia Veltro- marie, dopo i casini che ha com- tito. ché facesse il segretario del par-
esternare Veltroni e D’Ale- ni. binato laggiù, perdendo tutte le Fammi dei nomi che ti piac- tito e lo rimettesse a posto dopo
ma, che ne pensi? Non è una violazione illecita, pe- scommesse che aveva fatto do- ciono. tanti casini. Non l’ho scelto per-
Non mi far parlare, ti prego. rò. Se i nostri compagni ci met- vrebbe tacere per un secolo. Oltre a Vendola e Renzi? Zinga- ché facesse il presidente del con-
Perché? tono al corrente dei loro affari di Ieri ha rilasciato una intervi- retti, che è serio, Cuperlo, che siglio e il candidato in campagna
Perché dovrei dire cose non bel- famiglia per costruire consenso, sta alla Stampa. ha la cultura che ci vuole. Ma fin- elettorale, perché secondo me
le su persone a cui ho voluto be- noi siamo autorizzati ad usarli Mi era sfuggita, cosa ha detto? chè ci sono i vecchi non gli fanno non è il lavoro suo.
ne, con cui ho lavorato. per fare satira. Non ti pare? Che Vendola è un problema toccare palla! Ma chi deve scegliere?
Tu sei sempre stato antivel- Non ti ho mai visto così ar- per la sinistra italiana. Però si potrebbe dire. Questi Gli unici titolati a farlo. Gli elet-
troniano… rabbiato. Ecco, vedi? Roa da matti. Io pen- dirigenti sono ancora vo- tori: facciamo le primarie subi-
Ma sai che non è vero? Se mi vado È una legittima difesa. Noi, oggi, so esattamente l’opposto. Che to, altrimenti non si riparte più.
a rivedere le vignette che facevo leggiamo nelle piccole guerric- bisogna cambiare i dirigenti. L’ultimo consiglio per il vinci-
su di Walter dieci anni fa, per ciole irresponsabili di tutti que- Che Vendola è uno dei pochi Sergio Staino, tore?
esempio, erano tutte piene di af- sti leader, una violenza che può che sa muovere i cuori, le pas- vignettista Il Pd deve scegliere. Anche se i
fetto. Disegnavo cose stupende sioni, gli ideali, catalizzare in- de l’Unità professorini lo bacchetano. Ad
su di lui! torno a sè le persone belle e ideatore di Bobo esempio, fra la Marchionne e gli
E quelle di oggi, invece?
L’ultima che ho preparato deve
Walter doveva che hanno cose interessanti
da dire.
operai, mi dispiace per Fassino,
deve scegliere gli operai.
ancor uscire. Un militante dice:
‘Veltroni ridiscende in campo’.
andare in Ma Bobo con chi sta og-
gi?
Ma insomma, sei per il vec-
chio o per il nuovo? Ti daran-
L’altro risponde: ‘Sollievo in Afri-
ca’.
Africa e ha Con Renzi.
Anche con le sue ultime
no del veterooperaista.
Senti, sono vneti anni che lo di-
Beh, questa è davvero cattiva. dichiarazioni sulla ne- ciamo, io e Bobo. Se la moder-
No, se permetti è lui che è stato comprato casa cessità di rottamare i di- nità non ha un cuore antico di-
cattivo con noi. È lui che per due rigenti? venta una strada che non porta
volte è scappato, quando c’era- a New York, Ci sta proprio per quello. I da nessuna parte. E se la moder-
no le difficoltà, dimettendosi da militanti del Pd io li cono- nità diventa subalternità al pote-
segretario per andar via, e la- D’Alema è sco bene. Sono delusi e an- re, l’unico approdo è la via degli
sciando il partito nella merda. che un po’ incazzati. Non inginocchiatoi davanti ai padro-
Sei prosaico. finito in Puglia ne possono più di questi ni del vapore.
pagina 10 Venerdì 17 settembre 2010

CRONACHE

COL GIUDICE DI CL N
AGENTI PENITENZIARI
Non ci sono soldi
per le assunzioni

UN FORMIGONI A rischio
l’assunzione di
duemila poliziotti
penitenziari
annunciata dal

È PER SEMPRE ministro Angelino


Alfano. Secondo il
sindacato Osapp i
proventi del contributo
unificato istituito con
la Legge finanziaria
Radicali: “Il magistrato che bocciò 2010, che devono
essere utilizzati per
l’operazione, sono
il ricorso di Grillo vicino al governatore” meno del previsto:
“Non 80 milioni di
euro ma soli 8 milioni,
di Giampiero Calapà vile del Tribunale di Milano di mandato, mentre una utili ad assumere non
aver bocciato il ricorso dei gril- legge nazionale impo- Una manifestazione duemila ma, al
l limite del secondo lini perché “amica” di Formigo- massimo, 250 unità”.

“I
ne un limite di due per del Movimento 5 Stelle
mandato per i governa- ni? “Non è così – precisa Cappa- i presidenti delle Re- contro Formigoni
tori delle Regioni pre- to – per sgomberare qualsiasi gioni. Stesso proble- Sotto, Marco Cappato
viene un conflitto d’in- equivoco partiamo, anzi, dalla ma del governatore
teressi oggettivo, palese nel ca- migliore delle ipotesi, cioé dal dell’Emilia Romagna
so di Roberto Formigoni”, accu- fatto che la decisione sia stata Vasco Errani (Pd), al terzo man-
sa il radicale Marco Cappato, im- presa prescindendo completa- dato, e proprio oggi il Tribunale
pegnato nel ricorso d’appello mente da rapporti così solidi ed di Bologna valuterà il caso in se-
contro l’eleggibilità del presi- evidenti tra il giudice Vanoni, guito al ricorso presentato sem-
dente della Lombardia. “Questo Formigoni e Comunione e libe-
si manifesta chiaramente – affer- razione: diverse le sue parteci-
ma Cappato – nel caso del giu-
dice che ha bocciato il ricorso in
pazioni, ad esempio, al meeting
di Cl di Rimini”. Facciamo un
“Avrebbe come scritto nel sito web, dove si
legge anche che “numerosi sono
primo grado: si tratta di Alda Va- passo indietro. dovuto fare i progetti già realizzati o in corso STRAGE DI VIAREGGIO
noni, in passato organica del d’opera, sostenuti in gran parte
movimento cattolico Comunio- A LUGLIO la doccia fredda: il
un passo indietro dalla Regione Lombardia tramite Regione Toscana
ne e liberazione (di cui Formigo- Tribunale di Milano boccia il ri- la L.r. 23/1999 a favore dell’asso- contro il Governo
ni è un esponente di primo pia- corso dei “grillini” e lascia Rober- ciazionismo familiare e forte-
per ragioni
no), per cui è stata fondatrice e
presidente dell’associazione Fa-
miglie per l’accoglienza”.
to Formigoni (Pdl) seduto como-
do sulla poltrona di governatore
della Lombardia. Il Movimento 5 di opportunità”
mente improntata ad uno spirito
di sussidiarietà orizzontale”. N on sono ancora
disponibili i 10
milioni stanziati dallo
Insomma, i Radicali accusano il Stelle aveva presentato ricorso CAPPATO, quindi, ritiene Stato per vittime e
giudice della prima sezione ci- perché Formigoni è già al quarto “che questa informazione, che feriti della strage di
pre dai “grillini” insieme ai Radi- lora la bocciatura del ricorso da troviamo sul loro sito, aggiunge Viareggio del 29
cali. parte del giudice Vanoni? “La alla vicinanza ideale e culturale, giugno 2009: lo rende
Cappato precisa anche che “le motivazione – spiegano i Radica- una questione di finanziamenti noto la Regione
DOPO IL PESTAGGIO norme sul conflitto d’interesse
dei magistrati non danno possi-
li – non sta in piedi dal punto di
vista giuridico: per non incappa-
regionali, quindi un’espressione
di potere: appare evidente, in
Toscana in risposta alla
notizia diffusa ieri
bilità, secondo noi, di interveni- re nel limite dei due mandanti ba- termini di opportunità, che il dalla Protezione Civile.
Da clandestino a italiano re in alcun modo”. Ma nel caso
Formigoni, “anche questo episo-
sta non modificare la legge elet-
torale, questo l’espediente trova-
giudice Vanoni avrebbe fatto me-
glio a fare un passo indietro tiran-
Da una verifica
effettuata oggi presso
er la prima volta in Italia un clandestino vittima di vio- dio, lasciando perdere quanto to che, secondo il Tribunale, per- la Banca d’Italia è
Pnitari.
lenza razzista diventa cittadino italiano per motivi uma-
Il 2 settembre del 2008 Ngom Ravane, clandestino
emerso dall’inchiesta sulla P3, è
una dimostrazione palese di co-
metterebbe di aggirare la legge
dello Stato”.
dosi fuori da quella decisione.
Ma così non è stato”.
Il giudice Alda Vanoni, lo scorso
arrivata la conferma
del mancato arrivo dei
del Senegal, viene picchiato con una mazza da baseball nel me il governatore sia ormai al Il giudice Alda Vanoni è stata, febbraio, salì già agli onori delle fondi: gli uffici del
centro di Milano. A compiere la violenza è un italiano. An- centro di un sistema di potere quindi, per Cl, fondatrice dell’as- cronache dopo aver bocciato la commissario per la
ziché tacere, Ngom decide di collaborare con la giustizia. Il ampio e diversificato che ha rap- sociazione Famiglie per l’acco- causa – promossa dal gruppo edi- ricostruzione Enrico
processo dura due anni. “Un periodo durante i quali ho porti con tutti i poteri della Lom- glienza, “una rete di famiglie dif- toriale L’espresso di Carlo De Be- Rossi, afferma la
dovuto chiedere ogni tre mesi un permesso temporaneo”, bardia, anche con i giudici evi- fuse sul territorio nazionale e in nedetti – per concorrenza sleale Regione, reputano che
dice Ngome. Il colpevole viene condannato: carcere e ri- dentemente: altra dimostrazio- diversi Paesi del mondo, che si nei confronti del premier Berlu- ci vorranno ancora
sarcimento di 13 mila euro, per aver commesso il fatto con ne di quanto sarebbe positivo li- sostengono nell’esperienza sconi, per la frase “non date pub- circa tre settimane
“finalità di discriminazione razziale”. Per la legge Bossi–Fi- mitare a due i mandati, cosa per dell’accoglienza familiare e la blicità a chi si comporta così”, ri- perchè i soldi arrivino
ni, Ngome, terminato il processo, dovrà essere espulso. altro che la legge nazionale già promuovono come bene per la ferita ai giornali “pessimisti” che e diventino
L’avvocato Alfredo Zampogna decide di scrivere al capo impone”. Però, come si spiega al- persona e per la società intera”, criticano il governo. effettivamente
dello Stato. Giorgio Napolitano risponde premiando il co- spendibili.
raggio. Segnala il caso al Ministero degli Interni. Infine, il 15
settembre scorso, la consegna del permesso di soggiorno
definitivo da parte del questore. Gaetano Pecoraro Norman, l’Ateneo snobba CRAC PARMALAT
“Gestione Tanzi
il presidio degli amici sistema malato”
di Michele de Gennaro
Palermo
trasfigurato dal dolore, tra il silenzio
dei presenti: “Qui ci sono i mafiosi,
partecipa al cordoglio. Non c’è il ma-
gnifico rettore Roberto Lagalla, “che
se l’Italia che abbandona al loro desti-
no le sue menti migliori è oggi un Pae-
U n affondo duro,
sostenuto da una
valanga di documenti
quelli con i colletti bianchi. L’hanno non ci ha spedito nemmeno un tele- se civile”. proiettati in aula di
orman è diventato un simbolo della ucciso loro Norman, quelli che fanno gramma, niente” dice papà Claudio, e Dal mondo della politica siciliana, in fronte ad una platea
Nil sistema
lotta contro i baronati che reggono
universitario italiano. Ieri
andare avanti le loro fidanzate e lascia-
no in disparte i più meritevoli a mar-
non c’è il preside della facoltà di let-
tere e filosofia, Enzo Guarrisi.
cui per anni Claudio Scarzone ha lavo-
rato come ufficio stampa e portavoce
composta quasi
esclusivamente di
pomeriggio, davanti alla facoltà di let- cire”. Anche il padre, la madre Giusi e “Ha ragione chi sostiene che la morte del gruppo di An, c’è una delegazione difensori. La Procura
tere e filosofia dell’università di Paler- il fratello David indossano la maglia di Norman non è un suicidio ma un del Pdl. “Oggi stesso presenteremo di Parma è arrivata alla
mo, si è tenuto un presidio organizza- dell’Inter. Claudio Zarcone non si dà omicidio, che pesa come un macigno un’interrogazione parlamentare fase requisitoria del
to da tutte le sigle studentesche per ri- pace e si rivolge ancora agli studenti sulle coscienze di quella politica arida, all’Ars – dichiara il deputato Pdl Salvi- processo Parmalat
cordare il dottorando di Filosofia che attorno: “Dovete lottare, tutti insieme, attenta solo a se stessa e non al futuro no Caputo – affinché si indaghi appro- anticipando nelle
si è suicidato lunedì scorso lanciando- uniti, per cacciare i mafiosi dall’uni- dei giovani”, dice Flavio Arzarello, fonditamente su quanto avvenuto. premesse quelle che
si dal settimo piano dell’ateneo. Una versità”. coordinatore nazionale dei giovani co- Chiederemo che venga istuita una bor- saranno le conclusioni
decisione estrema dettata dalla dispe- Norman Zarcone non aveva racco- munisti italiani: “La situazione che sta- sa di studio alla memoria di Norman”. della requisitoria
razione di non vedere più un futuro da- mandazioni e sempre più spesso negli va vivendo Norman è quella che attra- stessa: “Chiederemo la
vanti a sé, nonostante i mille sforzi e ultimi mesi, con amici e familiari, la- versa la maggioranza dei dottorandi condanna di tutti gli
due specializzazioni conseguite col mentava che il suo dottorato senza italiani: le punte di eccellenza delle imputati – ha detto la
massimo dei voti. borsa di studio era un incubo. “Era nostre università hanno visto progres- pm Lucia Russo –
A dare l’ultimo saluto a Norman c’era- emarginato, tollerato a fatica – raccon- sivamente cancellato il diritto a un fu- perchè crediamo che
no tanti studenti e tutti i suoi amici, tra ta il padre –, capitava che non lo chia- turo decente. Il ministro Gelmini e il esistano i profili di una
i quali molti indossavano la maglia massero nemmeno più per le riunioni governo Berlusconi, che hanno enor- responsabilità, colposa
dell’Inter, di cui il giovane era grande d’istituto e addirittura alcuni docenti mi responsabilità di questa situazione, o dolosa a seconda dei
tifoso, col nome del dottorando stam- gli avevano detto chiararamente che tra tagli e privatizzazioni, si chiedano casi, per tutti nessuno
pato sulla schiena. Anche Giovanni, per lui non ci sarebbe stato escluso”. “Parmalat
l’amico del cuore di Norman, milani- alcun futuro in università e nella gestione Tanzi è
sta, che continua a parlare e coordina-
re il presidio senza smettere di pian-
di cercarsi un’altra strada”.
Mentre gli amici ricordano
Il suo suicidio stata il marchio di
fabbrica di un sistema
gere. Ai lati dell’ingresso della facoltà
un grande striscione nero a lutto e due
Norman suonando musiche
che lui stesso aveva compo-
diventa simbolo malato e la più grande
fabbrica di debiti del
cartelloni con accuse precise: “Quello sto e leggendo versi di De An- capitalismo europeo”,
di Norman è stato un omicidio di Sta- drè, si sente chiaramente co- contro il sistema ha detto la pm,
to”, e ancora “via i baroni dalle univer- me nell’atmosfera la com- componente del pool
sità”. mozione si mischi alla rabbia delle raccomandazioni di magistrati che
Le stesse parole urlate sulle scale della per le tante assenze. Nessun hanno indagato sul
facoltà dal padre Claudio, con il viso rappresentante dell’ateneo dell’università crac di Calisto Tanzi.
Venerdì 17 settembre 2010 pagina 11

DAL MONDO

N
NIENTE DOCCIA SCOZZESE CAMBOGIAMATRIMONII
Processo a 4
leader kmer rossi

PER RATZINGER CHE CHIEDE SCUSA Q uattro ex leader dei


Khmer rossi saranno
processati con l’accusa di
genocidio, crimini di
guerra e crimini contro
A Edimburgo il Papa vede la regina e critica la Chiesa l'umanità dal Tribunale
straordinario delle Nazioni
Unite per la Cambogia. Si
tratta di Nuon Chea,
lin!) che abusare di minori? sradicare Dio dalla società e ideologo e numero due del
Arrivando in Scozia, Benedet- negava a molti la nostra comu- regime, Khieu Samphan, il
to XVI ha affermato che “sia- ne umanità, specialmente gli ministro degli Esteri del
mo in un momento di peni- ebrei, che venivano conside- regime, Ieng Sary, e sua
tenza, di umiltà, di sincerità”. rati non degni di vivere”. moglie, l’allora ministro
Si tratta, ha rimarcato, di Ma del passato ha voluto ri- per gli Affri sociali, Ieng
“reimparare l’assoluta sinceri- cordare anche la lunga tradi- Thirith. Le prime udienze
tà”. Un impegno che gli verrà zione cristiana. E quanto al dovrebbero iniziare a metà
ricordato dalle associazioni di presente papa Ratzinger ha del prossimo anno, ma
vittime, che anche ieri preten- ammonito che l’esperienza problemi di budget
devano la riduzione allo stato dell’ “estremismo ateo” del potrebbero allungare i
laicale dei colpevoli. 20° secolo deve spingere a tempi o addirittura
Edimburgo ha accolto ami- non dimenticare che l’esclu- bloccare l’intero iter
chevolmente Benedetto XVI. sione di Dio, della religione e processuale.
Il principe Filippo lo ha rice- della virtù dalla vita pubblica
vuto all’aeroporto , un onore portano a una “visione monca
eccezionale per le tradizioni dell’uomo e della società”. Sa-
britanniche. La regina Elisa- rà questo il motivo condutto-
betta lo ha salutato nel palaz- re del suo difficile viaggio.
zo di Holyrood. Lungo le stra- L’atmosfera continua ad esse-
de decine di migliaia di fedeli re tesa. Gli antipapisti si sfo-
gli hanno fatto ala sventolan- gano nei blog scrivendo “Fac-
do bandierine e gridando ev- ciamola finita presto con que-
Il Duca di Edimburgo, la Regina Elisabetta II e Benedetto XVI (FOTO ANSA) viva. Pochi i drappelli di con- ste ridicolaggini”. Ma emerge
testatori, fra cui il coriaceo re- anche lo spirito britannico di
di Marco Politi 2008. In volo il pontefice ha Inghilterra hanno scoperto verendo Ian Paisley, diventato chi mescola la polemica al fair
confessato anche di più: “La che su 22 preti-predatori, solo Lord Bannside, in prima linea play. “Spero – commenta un IRAN
enedetto XVI confessa grande tristezza perché l’au- già contro papa Wojtyla negli bloggista – che noi laici mo-

B
otto sono stati ridotti allo sta-
il suo “shock e la gran- torità della Chiesa non sia sta- to laicale. Gli altri sono ancora anni Ottanta. striamo quella tolleranza e “Impegno continuo
de tristezza” per le ri- ta sufficientemente vigilante, nelle liste ecclesiastiche, ben- quel rispetto che mancano al per Sakineh”
velazioni sugli abusi veloce e decisa nel prendere ché costretti a vita ritirata. SE LA REGINA Elisabetta, Papa e ai suoi lacchè”.
sessuali dei preti. Per la prima
volta – parlando in aereo con
i giornalisti durante il volo da
le misure necessarie”.

È UN ACCENNO di auto-
Molti si chiedono se in Vati-
cano il rigore sia a corrente
alternata. Chi ha vissuto gli an-
nel suo saluto, è rimasta sulle
generali, auspicando rapporti
più intensi fra Cattolici e An-
Oggi la sfida di Londra.
C ontinuiamo a
seguire con
attenzione il caso di
Roma ad Edimburgo – usa la
parola “perversione” per in-
critica? Nessuno ha potuto
chiederglielo. Molti fedeli in
ni Settanta ricorda le proce-
dure lampo contro l’abate di
glicani e lodando la Chiesa
cattolica per il suo impegno a
Su 22 preti- Sakineh”, la donna
iraniana sulla quale
dicare lo stravolgimento della
missione sacerdotale da parte
Gran Bretagna e altrove atten-
dono rigore nelle punizioni.
San Paolo fuori le Mura, dom
Giovanni Franzoni. Nel 1974
favore dei poveri e dei deboli
nel mondo, Benedetto XVI ha
predatori, solo 8 pende una condanna
per lapidazione. È
dei preti-predatori, che il
giorno dell’ordinazione ave-
In Belgio ci si chiede se il papa
toglierà la tonaca all’ex vesco-
aveva difeso al referendum la
legge sul divorzio e il Vaticano
voluto fissare sin dall’inizio il
tono del suo viaggio. “Mano
sono stati ridotti quanto hanno
sottolineato fonti della
vano giurato di farsi “voce, vo di Bruges, monsignor Ro- lo sospese immediatamente a tesa” alla Gran Bretagna, ha Farnesina dopo la
bocca, mano di Cristo” e di ger Vangheluwe, reo confesso divinis. Annunciò poi il suo esordito, di cui ha lodato l’im- allo stato laicale, lettera aperta dei figli di
dedicargli tutta l’esistenza. di aver abusato per anni di un voto per il Pci. Nel 1976 era pegno per la libertà, contro lo Sakineh che chiede al
È un’escalation nelle espres- ragazzo suo parente? Rispon- già stato cacciato dallo condi- schiavismo, la lotta contro la gli altri sono mondo di continuare a
sioni di vergogna e di dolore, de il portavoce papale Lom- zione di sacerdote. Punizioni “tirannia nazista” – quest’an- esercitare il pressing su
che papa Ratzinger ha comin- bardi: “È una decisione che velocissime. Crea più “scan- no cade il 60. anniversario del- ancora nelle liste Teheran. Intanto la tv di
ciato a rivelare a partire dal prenderà personalmente il Pa- dalo” nella Chiesa votare per il la Battaglia d’Inghilterra – ti- stato iraniana è tornata
suo viaggio negli Usa nel pa e che richiederà tempo”. In Pci di Berlinguer (non di Sta- rannia che “aveva in animo di ecclesiastiche a dare del “servo di
Israele” a Berlusconi che
aveva insistito su le
MEDIORIENTE Figaro sulle sanzioni
contro Teheran per il

LA PACE SI È FERMATA A GERUSALEMME suo programma


nucleare.

NIGER
di Roberta Zunini a una risoluzione duratura del Asharq Al Awsat, si trattereb- bloccare le costruzioni di nuo-
conf litto”. Già, Hamas uffi- be di procrastinare di tre mesi ve colonie israeliane in West Miniere di uranio:
a grande tenda sotto cui da cialmente non compare e non la data di scadenza della mo- Bank - conclude Meir Shalev - rapiti 5 francesi
L due mesi siedono, incupiti potrebbe comparire in questi ratoria. Sempre secondo il sarebbe l’evacuazione
nel loro dolore, i genitori di Gi-
lad Shalit, l’altro ieri è stata
ignorata dalla stampa main
negoziati voluti fortemente
dall’amministrazione ameri-
cana. “Resta il fatto che il mo-
quotidiano anglo-arabo, ripre-
so anche da Haaretz, Abu Ma-
zen avrebbe accettato.
dell’esercito che difende i co-
loni, ne seguirebbe sicura-
mente l’evacuazione della
I l portavoce del
ministro degli Esteri
di Parigi ha confermato
stream. Eppure la nuova “ca- vimento islamico rappresenta Dall’entourage di Netanyahu maggior parte dei coloni”. il rapimento nel nord
sa” della famiglia del soldato circa il 50% della popolazione è arrivato però un niet deciso Shalev, scittore di romanzi, sa del Niger di 5
prigioniero di Hamas, da oltre dei Territori Occupati palesti- all’ipotesi. La destra israeliana bene che questa è fantascien- concittadini tra le 7
4 anni, è difficile da ignorare. nesi e non sarà facile, qualsiasi che ha votato per Bibi non za. Un genere letterario che persone sequestrate
Quando ci si avvicina alla re- saranno i risultati dei negozia- permetterà al premier di bloc- non è mai stato apprezzato da- ieri. I 7 sono dipendenti
sidenza gerosolimitana del ti, occultarne la forza demago- care nuovamente la costruzio- gli uomini forti al governo e di due compagnie
premier israeliano Bibi Neta- gica tra la popolazione palesti- ne degli insediamenti. Pena la dagli estremisti, poichè pre- francesi che si occupano
nyahu, dove ieri l’altro si è nese - prosegue Shalev -. Detto caduta del suo governo. conizza un mondo altro, tal- di energia nucleare,
svolto il secondo round dei questo, è fondamentale che i “L’unico modo risolutivo per volta pacifico. Hillary Clinton (FOTO ANSA) Areva, e di grandi opere,
negoziati di pace diretti, gran- negoziati vadano avanti per- Satom. Il sequestro è
di manifesti con il volto da ra- chè sono convinto che questa avvenuto nella regione
gazzo secchione di Gilat, indi- sia davvero l’ultima occasio- di Arlit, vicina alle
cano che lui dovrebbe essere ne”. I negoziati sicuramente Sintonia criminale miniere di uranio del
lì, e non più là, a Gaza. La tenda andranno avanti fino al 26 set- cui sfruttamento si
è stata infatti allestita di fronte
alla casa di Bibi - nel quartiere
tembre quando scadrà la mo-
ratoria sull’espansione degli
Le bordate europee contro occupa Areva.

chic di Belgravia- non lontana insediamenti israeliani in We- Parigi coinvolgono Mr B. SOMALIA
dal suo ufficio, come monito st Bank. Una data dirimente,
contro lo stallo delle trattative visto che finora i palestinesi Bombardato
per la liberazione del giovane vincolano la prosecuzione dei LA STAMPA FRANCESE si fa partecipe del filo Les Echos, e la stampa americana parlano di il Parlamento
Shalit. “Non conviene a nessu- negoziati alla posticipazione diretto Berlusconi-Sarkozy, con un’intervista “conflitto aperto” tra Bruxelles e Parigi, in un
no, in questo momento - dice
Meir Shalev, editorialista del
quotidiano Yedioth Aronoth,
della sua scadenza. Dopo l’in-
contro a Gerusalemme tra Bi-
bi Netanyahu e Abu Mazen, al-
di le Figaro a Mr B, mentre le polemiche sui
Rom investono soprattutto la Francia, ma
coinvolgono l’Italia, che sta con Parigi.
Vertice “dominato dal problema Rom”.
L’Italia non è però protagonista solo per
l’alleanza con la Francia su una causa sbagliata,
I Giovani Mujahiddin
somali (Shabab)
hanno preso a colpi di
nonchè scrittore tradotto in la presenza di Hillary Clinton, Scatenati i britannici: FT fa un editoriale senza ma anche per gli sviluppi della sparatoria libica mortaio la sede del
tutto il mondo - sottolineare ieri il segretario di Stato si è re- mezze misure, “Le azioni vergognose di contro un peschereccio siciliano. La stampa parlamento somalo a
l’esistenza e l’importanza di cato a Ramallah, la capitale Sarkozy”; il Guardian è ancora più pesante, “Il estera ironizza sull’imbelle risposta italiana: Mogadiscio, mentre era
Hamas. Significherebbe ricor- provvisoria dell’Autorità Na- trattamento dei Rom, la vergogna di un l’Independent vale per tutti, “La marina libica in corso una seduta. Il
dare che Abu Mazen, il presi- zionale Palestinese. Ricevuta continente. La Francia merita di essere mette un insolito post scriptum alla visita a contingente africano
dente dell’Anp, è debole an- da Abu Mazen alla Muqata, la cacciata dall’Ue per le deportazioni”. El Pais Roma del suo leader”. E, intanto, il NYT (Amisom) ha, in
che entro i confini della Ci- Clinton avrebbe portato la nota che “l’Europa è contro Sarkozy”, con osserva l’ascesa in Italia di un nuovo potere: risposta, bombardato le
sgiordaniae e soprattutto non proposta degli Usa per garan- l’eccezione di Berlusconi che “appoggia la “La Lega Nord, il partito più potente d'Italia”. basi degli estremisti
è l’unico interlocutore con tire la durata delle trattative di- Francia contro i Rom”. Le Monde, Libération, Giampiero Gramaglia islamici nel mercato di
cui la dirigenza israeliana do- rette. Secondo il quotidiano Bakara. Il bilancio è di
vrebbe fare i conti per arrivare londinese in lingua araba 11 morti e 43 feriti.
pagina 12 Venerdì 17 settembre 2010

L “D
ECONOMIA ECONOMIA

a Fiat adesso ha un grosso problema: pratica un veto) sull’accordo che, quindi, entrerà monitoreremo con attenzione la messa in opera icono che il governo Peccato che Confindustria sostenga una tesi considerando l’incidenza delle tasse solo su
Corea del Sud-Ue, quanto entrerà in vigore l’accordo di in vigore dal due luglio 2011. Finora il governo dell’intesa soprattutto a tutela del settore tessile Quando Berlusconi abbia diversa, guardando i numeri sulla pressione quelli che le pagano davvero, i numeri
libero scambio tra Unione europea e era stato inflessibile, ma ieri ha dato il via libera. e delle auto”. Ma l’ad di Fiat Sergio Marchionne aumentato la pressione fiscale. Quella ufficiale ha raggiunto il 43,2 per cambiano. E la pressione fiscale diventa il 54
Corea del Sud, ci sarà il forte rischio da Seoul e Il ministro degli Esteri Franco Frattini prova a è comunque un po’ preoccupato, e ieri ha fiscale. Io non l’ho mai incontrata questa cento, un nuovo record, che però dipende per cento nel 2010 (in continuo aumento, la
l’ultimo favore dintorni partano vetture costruite in gran parte rivendicare comunque un successo: “Siamo commentato così la notizia: “E’ una scelta che il ministro Tremonti signora pressione fiscale. So solo che non anche dal fatto che il Pil è diminuito (la stima di tre mesi fa era più bassa di tre punti),
con componenti cinesi che faranno una soddisfatti perchè è stata accolta anche l’ultima non condivido affatto, non riesco a abbiamo mai aumentato una tassa”, diceva pressione si calcola dividendo il peso delle che non è un gran risultato per il
pericolosa concorrenza di prezzo alle utilitarie condizione che avevamo posto, quella sui tempi capire qual è la base industriale, economica e pochi giorni fa il ministro del Tesoro Giulio tasse per la ricchezza prodotta). Ma centrodestra che promette la rivoluzione del
del governo al Lingotto del Lingotto. L’Italia ha tolto ieri la riserva (in di entrata in vigore dell’accordo anche se strategica di questo accordo”. parla di fisco e tasse Tremonti alla convention del Pdl di Gubbio. depurando il calcolo dall’evasione fiscale, cioè fisco dal 1994.

Una doppia Fiat per l’addio CONFINDUSTRIA, CHE SCOPERTA:


all’auto degli Agnelli “L’EVASIONE È SBALORDITIVA”
IL GRUPPO SEPARA I TRATTORI DALLE VETTURE Secondo il centro studi degli industriali vale 125 miliardi
di Stefano Feltri ne introdotte negli anni prece- crescita dell’1,2 per cento nel nello stabilimento della Diesel: blema. Quindi non si tratta di
E L’AZIENDA SARÀ SEMPRE MENO TORINESE denti”. Che in termini politici si- 2010 e dell’1,3 per cento nel “L'Italia vive un momento di po- un’uscita estemporanea, da
asta un aggettivo a tra- gnifica questo: prima c’era Vin- 2001. Il governo ha tarato la sua litica brutta che per mesi ha par-

B
considerare un puro attacco al
sformare un rapporto del cenzo Visco, con il governo Pro- politica economica su ritmi ab- lato solo di amanti, di cognati e governo e ai risultati della lotta
di Stefano Caselli massa critica adeguata per vinciale della Fiom di Torino – “Spero di no – conclude Bel- centro studi di Confindu- di, poi a occuparsi della lotta bastanza diversi: +1,5 e +2 per di appartamenti. Non è questo all’evasione vantati da Tremon-
Torino muoversi in modo autono- ed era ampiamente prevedibi- lono – la produzione di auto è stria in un caso politico: all’evasione è arrivato Giulio cento. Quindi, se il centro studi che ci interessa”. E poi ancora: ti.
mo”. le. La Famiglia è rimasta ag- un settore ancora consolidato quelle dell’evasione fiscale, si Tremonti e gli evasori hanno di Paolazzi ha ragione, mancano “Conflitti personali e un gover-
avvocato da lassù è legge nel documento, sono “ci- stappato lo champagne, con il ri- all’appello almeno 10 miliardi di no che forse non ha più la mag-

“L’
grappata alla parte non-auto, anche nei paesi più evoluti, a Sempre con B.
contento. Grazie MARCHIONNE, accanto che è quella che nei decenni differenza di quello informa- fre sbalorditive”. E le cifre in sultato che l’economia sommer- euro nei prossimi due anni. Di gioranza non aiutano a concen- ma anche no
Marchionne, lei ha al sempre sorridente John El- passati ha più volte evitato il tico. E la Fiat ha ancora un pe- questione, ricalcolate dal pen- sa ha ricominciato a crescere. cui quasi cinque da trovare già trarsi su temi come il lavoro, l'oc-
fatto il miracolo”. kann, presiede l’assemblea fallimento dell’azienda. Il pro- so nazionale che l’Olivetti non satoio confindustriale guidato Difficile quantificare quanto fos- quest’anno, forse nella Finanzia- cupazione e la crescita”. Subito
L’intervento dell’ottantenne con la consueta aria di chi par- blema, ora, è capire cosa suc- aveva più. Ma un punto in co- Il presidente e dall’ex giornalista Luca Paolaz- sero efficaci le misure concrete ria autunnale. dopo una frettolosa smentita, MA LE DIFFICOLTÀ di co-
ex operaio Ignazio Cerasia è tecipa a una cena obbligata cederà all’Auto”. mune c’è, la drammatica as- l’amministratore delegato di zi, sono queste: le risorse sot- di Visco e del governo Prodi – per derubricare il tutto a incom- municazione di Emma Marcega-
un momento lirico, con tanto con noiosi parenti, ma la pla- senza dello Stato”. Fiat, John Elkann e Sergio tratte al fisco sono almeno 125 scrive il centro studi di Confin- Marcegaglia di lotta prensione giornalistica. Il quoti- glia danno il senso di una certa
di poesia dedicata alla “tuta tea degli azionisti è tutta con IL PIANO quinquennale Fiat Marchionne, che annunciano miliardi di euro all’anno, e forse dustria – ma “è possibile che la o di governo? diano confindustriale ribadisce tensione con il governo, perché
blu”, in una stanca e ripetitiva lui. Tolto l’intervento del sin- è assai ambizioso e dall’annun- NUBI SU TORINO, che si lo spin off dell’auto visti da molto di più perché con la crisi loro introduzione avesse accre- che le parole della presidentessa gli imprendiori non hanno di-
liturgia quale solitamente è dacalista-azionista Carlo Paria- cio dell’aprile scorso a oggi gli addensano più fitte dalle parti Marilena Nardi. Qui a destra la la parte di economia non rego- sciuto la percezione di un ina- non vanno caricate di significati menticato il tentato blitz fiscale
l’assemblea degli azionisti ni, in rappresentanza dei Cub, interrogativi sono aumentati. di Mirafiori. Marchionne l’ha presidentessa di Confindustria lare, quella sommersa, conti- sprimento della lotta all’evasio- DUE INDIZI potrebbero sem- polemici, sul Sole 24 Ore la noti- (fallito all’ultimo) di Giulio Tre-
Fiat. Ma più che l’Avvocato, e la performance di Marco Ge- Anche ieri la relazione dell’ad detto in conferenza stampa: Emma Marcegaglia (FOTO ANSA) nua ad espandersi (perché le ne e quindi aumentato la com- brare una prova: la Marcegaglia zia finisce infatti a pagina 19 con monti che ha provato a imporre
ad essere più contento, oggi, remia Carlo Bava, un guasta- è stata un elenco di ottimi pro- non si parlerà di produzione e tasse per molti imprenditori so- pliance spontanea”. Bastava che sta mollando il governo. Ma le un titolo innocuo, “Marcegaglia: il divieto di compensare debiti e
sarebbe il fratello Umberto. tore professionista, il coro di positi, ma sulla fatidica soglia modelli fino a quando non si no un costo non sostenibile). E su quella poltrona ci fosse Visco cose sono più complesse. Prima ora riforme, il governo vada crediti verso lo Stato. Prima pa-
plauso al “salvatore” è prati- delle 6 milioni di vetture pro- troveranno le “condizioni di sarebbe arrivata, stima Confin- e gli evasori si sentivano meno della bastonata a Tremonti e avanti”. E Paolazzi, alla guida del gare, poi ricevere. Nella mano-
IL 16 SETTEMBRE 2010 camente unanime. Pazienza dotte nel 2014 continua a pe- governabilità”. Una nuova sfi- dustria, al 20 per cento del Pil: incentivati a evadere. E perfino all’esecutivo su evasione e cre- centro studi dell’associazione vra la misura è saltata solo nell’ul-
(data di un’assemblea “stori- se lo spin off consegnerà alla sare l’incognita crisi. Secondo da alla Fiom, che però, nella oltre 300 miliardi di euro. Tremonti si è reso conto che l’at- scita, c’erano state le parole pro- industriali, è un esperto di eva- tima versione, con un emenda-
ca”, per usare le parole di Ser- storia la vecchia Fiat: “È l’uni- Marchionne gli ultimi dati sul casa madre, è molto più forte teggiamento di Visco era quello nunciate due giorni fa a Vicenza, sione che da anni studia il pro- mento pare scritto proprio negli
gio Marchionne e John El- ca strada percorribile – dichia- calo delle immatricolazioni e che a Pomigliano. Nostalgia giusto, dice Confindustria, co- uffici di Confindustria. E a no-
kann) segna infatti il probabile ra un giovane azionista, uno sulle ulteriori perdite di quote per Visco me dimostra il “parziale ripristi- vembre, con la Finanziaria au-
tramonto della Fiat targata dei pochi che accettano di di mercato Fiat sono fatti “am- no” di alcune delle misure di lot- tunnale, in molti temono che
Agnelli come l’abbiamo cono-
sciuta per 110 anni. Gli azio-
parlare con i cronisti – la sfida
dell’auto si gioca sul mercato
piamente prevedibili”, ma per
Bellono potrebbe essere l’an-
E’ il primo passo “Boom NUMERI ALTI, ma non sor-
ta all’evasione dell’era Visco, ti-
po l’introduzione di una soglia
possa arrivare qualche altra sor-
presa del genere. Da un lato,
nisti hanno approvato a larga
maggioranza lo spin off del set-
globale e quella “T” di Fiat che
sta per Torino è ormai roba da
ticamera di qualcos’altro: “Il
settore auto – dichiara – non
verso la fusione dell’economia prendenti, in linea con i dati
dell’Istat. Ma c’è quell’aggettivo,
(elevata, 5000 euro) ai paga-
menti in contanti.
quindi, Confindustria trasmette
il messaggio che il suo appoggio
tore auto dal resto delle atti-
vità del Gruppo (un vecchio
nostalgici”. Consenso incon-
dizionato anche per l’offensi-
potrà fare a meno di nuovi in-
vestitori, specie dopo che sarà
definitiva sommersa dopo “sbalorditive”, che mette il rap-
porto in una luce diversa da una
Ma c’è un altro problema. Men-
tre l’economia sommersa si
non è scontato ma dipende da
quello che il governo farà nel
pallino del dottor Umberto) e va contro il modello delle re- semplice diagnosi. Anche per- espande, quella del Paese arran- concreto. Ma dall’altro ribadisce
dal 2011 ci saranno – come lazioni industriali: “Qualcuno
perfezionata l’unificazione
con Chrysler. E poi mi chiedo:
con Chrysler l’abolizione delle ché il centro studi ha una spie- ca. Molto più di quanto previsto a ogni occasione che serve sta-
peraltro già annunciato dovrebbe chiedere ai sindaca- l’accelerazione di Marchionne gazione del boom del sommer- dal governo. Secondo Confindu- bilità, perché ci sono troppi dos-
dall’ad lo scorso aprile – due ti – dichiara, con l’aria di chi sa sul piano delle relazioni indu- e l’ingresso misure volute so: “E’ probabile che la recente stria, la cosiddetta ripresa “per- sier delicati (dal nucleare alle in-
Fiat: Auto e Industries: “Era bene la risposta, un altro gio- striali è una prova di forza o di espansione del sommerso sia de slancio dopo l'accelerazione frastrutture) a rischio in caso di
una soluzione da tempo sol- vane azionista – perché in Ita- debolezza? Forse si stanno di nuovi dal governo stata determinata anche superiore alle attese nella prima elezioni anticipate o governi tec-
lecitata dai mercati finanziari lia il costo del lavoro è più bas- confezionando delle scuse va- dall’abolizione nel 2008 di buo- meta' dell'anno”. Che nel con- nici. Stretta tra queste due esi-
– dichiara Sergio Marchionne so che altrove eppure nessu- lide per abbandonare il nostro investitori Prodi” na parte delle norme antievasio- creto significa una previsione di genze, e indebolita dall’autono-
– ma è stata rinviata perché no investe. Un motivo ci sa- Paese, o addirittura si sta pre- mia crescente della Fiat di Sergio
tutte le nostre energie erano rà”. parando il terreno per un fu- Marchionne, Emma Marcega-
impegnate nel risanamento.
Ora il business dell’auto, gra-
zie alla par tnership con
Chrysler, ha raggiunto una
“Il tramonto del binomio
Fiat-Agnelli è ormai un dato di
fatto – è l’opinione di Fede-
rico Bellono, segretario pro-
turo investitore. Il timore è
che l’ad stia già lavorando per
altri”. La Fiat, dunque, rischia
di fare la fine dell’Olivetti?
Mirafiori pronta a diventare americam
mna, i mercati scommettono sulla data glia cerca di trovare un equili-
brio. Con occasionali incidenti
di percorso.
CALCOLI FRENETICI PER CAPIRE QUANTI DEI DEBITI ANDRANNO ALLAMM
MPARTE “AUTOMOTIVE”: IN QUEL NUMERO C’È IL FUTURO DI MARCHIONNE
di Vittorio Malagutti sione con Chrysler che consentiranno nell’ar- ribadito che a fine 2010 il peso dei debiti (al ambiziosi obiettivi industriali annunciati nei
POTERE DI CARTA anche i giornali finirebbero nel Milano co di alcuni anni alla famiglia Agnelli di svin- netto dei crediti) sarà identico: 2,5 miliardi per mesi scorsi e confermati una volta di più nel- L’ULTIMA RELAZIONE la più grave oggi, c’è tutto il
calderone del nuovo supergruppo colarsi dal business dell’automobile. Questo ciascuna società. Non è però ancora arrivata l'assemblea di ieri? Perché entro il 2014 il grup- comparto del pubblico impiego
MARCHIONNE transatlanico. A meno che, e anche i certo c'è soltanto che l'hanno spezzata in sarebbe il senso politico dell’operazione va- una spiegazione chiara, richiesta in tempi bre- EPIFANI: “IL CONFLITTO dove le retribuzioni sono state
SI TIENE GIORNALI questa è un’ipotesi possibile, gli
Agnelli non decidano prima o poi
Dnoscevamo,
due. E la vecchia Fiat, quella che tutti co-
adesso è diventata un'azienda in
rata ieri. Ma una conferma sul tema difficilmen-
te arriverà nel breve termine. E allora restiamo
vi anche dalla Consob, su come si giungerà a
questa ripartizione. Questione importante,
po Fiat che adesso viaggia sui 50 miliardi di
ricavi al'anno vuole arrivare a quota 94 miliar-
di, di cui circa 64 miliardi verranno dall'auto.
NON BASTA” bloccate per tre anni e dove non si
rinnovano le Rsu. Soprattutto, ha

“L a Stampa” di Torino e la
quota nel “Corriere della
Sera”? “Seguiranno la sorte delle
di ricomprarsi le attività editoriali
con la oro holding di famiglia,
l’Exor. Si vedrà. Per ora tutto resta
duplex. Da una parte la produzione di auto,
dall'altra tutto il resto. Che non è poco, perché
comprende i camion dell'Iveco e i trattori sot-
ai temi d’attualità.
Tanto per cominciare c'è il problema dei de-
biti. Domanda: come saranno spartiti tra le due
perché l'indebitamento condiziona lo svilup-
po delle due società. Inizialmente gli addetti ai
lavori avevano sottolineato che il minor inde-
La produzione di veicoli con i marchi Fiat, Alfa,
Lancia oltre a Ferrari e Maserati dovrebbe toc-
care i 6 milioni di unità, più che raddoppiando
N on è una resa dei conti. Anzi i
modi del segretario generale
della Cgil Guglielmo Epifani sono
aggiunto, per trovare una via
d'uscita all'attuale situazione “il
conflitto non basta” serve “una
attività automobilistiche”, ha così come viene descritto nella to il cappello di Case New Holland (CNH). aziende? La documentazione ufficiale segnala bitamento destinato al settore auto rifletteva le la quota che uscirà dalle fabbriche italiane: dal- piuttosto garbati. Ma non c'è proposta”. A partire dal
confermato ieri il presidente della documentazione informativa sulla Questa è l'operazione approvata dall'assem- che 741 milioni fanno capo al settore auto maggiori difficoltà di quest'ultimo. Come dire: le attuali 650 mila a 1,4 milioni. E anche i pro- dubbio che nella sua ultima “rinnovamento della funzione del
Fiat John Elkann. Spiegando che le scissione. La quota nella Rcs media blea di ieri. Si sa che la scissione diventerà ef- mentre la quota di Industrial raggiunge i 3,67 le prospettive di trattori e camion sono miglio- fitti, sulla base del piano Marchionne dovreb- relazione tenuta al direttivo contratto nazionale”. In che modo
attività editoriali, a cui va aggiunta a cui fa capo il “Corriere” resterà fettiva dall'inizio dell'anno prossimo. Che le miliardi. Questa però è una fotografia datata ri e quindi possono indebitarsi di più. E invece bero tornare a correre: addirittura 5 miliardi nazionale della Cgil, il segretario e in che direzione Epifani non lo
la concessionaria di pubblicità legata alla società che produce due società, una per l'auto e l'altra battezzata alla fine del 2009, mentre ieri Marchionne ha no, dice Marchionne si farà metà per uno. nel 2014 per l’intero gruppo, cioè auto più uscente del più grande sindacato spiega ma la sua digressione sulle
Publikompass, avrebbero auto. E così pure la holding Itedi Fiat industrial, saranno quotate in Borsa. E che, Quelli che abbiamo appena elencato sono pe- camion e trattori. italiano abbia voluto delineare “deroghe a tempi” che vengono
tradizionalmente maggiori spa che possiede “La Stampa” di infine, in entrambe le holding i rapporti di for- rò i debiti classificati dalla Fiat come industria- Certo per il momento l’amministratore dele- una soluzione diversa allo scontro utilizzate in Germania è bastata
sinergie con il business delle Torino e la Publikompass. Questa za tra i soci resteranno gli stessi, con gli Agnelli li, cioè legati direttamente alla produzione. Per gato è costretto ad affrontare uno scenario ben che vede contrapposte la Fiom, la per far dire a Cremaschi che
quattro ruote. Quali siano decisione però rischia di scaricare primi azionisti e migliaia di investitori grandi e una valutazione complessiva bisogna invece diverso da quello tracciato nel piano di svilup- Fiat e ormai l'intera questa è una delle soluzioni a cui
esattamente queste sinergie non è ulteriori potenziali perdite sulla piccoli a dividersi il resto. considerare l'indebitamento netto complessi- po. A ricordare quali sono i termini della que- Federmeccanica. sta pensando la maggioranza della
stato spiegato. Certo l’auto fa società che produce auto, quella Questa però è solo la cornice. Sui dettagli del vo, cioè quello che comprende per esempio la stione ieri durante l’assemblea le agenzie di Epifani ha definito un programma Cgil. Per nulla convinta la
pubblicità sui giornali. Ma gli spot che di per sè ha i problemi di quadro, invece, l'incertezza è grande tra gli copertura dei finanziamenti e dei leasing alla stampa hanno diffuso i dati sulle immatrico- di iniziative della Cgil che minoranza, in cui la Fiom è
basta comprarli, non c’è bisogno di bilancio maggiori. Itedi nel 2009 analisti. Per non parlare degli scenari futuribili, clientela. E questa voce a metà giugno corri- lazioni di auto nell’Europa occidentale. La Fiat sfoceranno in una manifestazione collocata e che ha deciso di dare il
possedere una società editoriale. ha chiuso i conti in rosso per 1,5 su cui scommette la speculazione di Borsa. E spondeva a circa 13,7 miliardi, in netto aumen- ha perso il 31,4 per cento in luglio rispetto nazionale a Roma il prossimo 27 ruolo di coordinamento
Mentre storicamente è difficile milioni, mentre il gruppo Rcs è cioè la separazione dell’auto e la possibile fu- to rispetto agli 11,5 circa di fine 2009. Alllora è all’anno precedente e un altro 23,9 in agosto. novembre. Ma buona parte della dell'opposizione interna all'ex
negare che i quotidiani controllati andato in perdita per quasi 130 vero, come ha orgogliosamente sottolineato Nella sola Italia il calo è stato del 35,8 per cento sua relazione è stata dedicata allo segretario Fiom Gianni Rinaldini.
in via diretta o indiretta hanno milioni. La quota del 10,1 per cento ieri Marchionne, che “l'auto senza più stam- a luglio e del 26,3 per cento in agosto. Peggio scontro sindacale che ruota Lo scontro con Marchionne che –
fatto comodo agli Agnelli per
promuovere i propri interessi e la
controllata dalla Fiat è iscritta a
bilancio per 131 milioni, un valore
La Consob aspetta una pelle sarà artefice del proprio destino”. Ma
d'altra parte è difficile non notare che il peso
del mercato nel suo complesso, calato in Italia
a luglio del 25,9 per cento e ad agosto del 19,2
attorno alla Fiat e al “caso
Pomigliano”. Epifani ha ribadito
ha rivelato Landini – avrebbe già
scritto la lettera di disdetta da
propria immagine. Comunque superiore di circa 30 milioni ai che “c'è un attacco alla Fiom e Confindustria se non otterrà le
ormai è deciso: “Stampa” e prezzi corrente di Rcs in Borsa. spiegazione sui criteri dei debiti continuerà a condizionare il futuro.
Tra l'altro già da settimane il gruppo è impe-
per cento. Il crollo della domanda sarebbe do-
vuto alla fine degli incentivi che hanno pom- quindi alla Cgil” e la deroghe necessarie per il settore
“Corsera” vanno con l’auto. E così, Come dire che Fiat potrebbe essere gnato in trattative con le banche creditrici per confederazione sarà presente alla auto, deve essere gestito da tutta la
semmai in un futuro prossimo la costretta prima o poi a svalutare la di ripartizione rinnovare e riformulare le linee di credito. In-
pato il mercato. “quando stacchi la spina suc-
cede questo”, ha commentato Marchionne. manifestazione che la Fiom ha Cgil con l'unica arma che davvero
Fiat dovesse fondersi con Chrysler partecipazione. Con nuove fatti tra 2011 e 2012 andranno in scadenza cir- Ma “dopo il primo trimestre - ha detto - ve- convocato per il 16 ottobre. Ma, ha questa possiede, “lo sciopero
diluendo e di molto il pacchetto perdite. dei passivi tra quattro ca 8 miliardi di prestiti, obbligazioni compre- dremo una ripresa”. Ottimismo obbligato, in specificato il segretario Cgil, la generale”.
azionario degli eredi dell’Avvocato, Vit. Mal. se. Da qui l'esigenza di rastrellare nuove risor- caso contrario i suoi piani rischiano di asso- questione metalmeccanica non è Salvatore Cannavò
ruote e “Industrial” se. Come fare, altrimenti, per raggiungere gli migliare a un libro dei sogni.
pagina 14 Venerdì 17 settembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

ROBERTO FAENZA

IL GIORNO Julia Roberts


Presenta
Morgan
Torna a fare
Michael
George in
Tronchetti
Benitez? Non

IN CUI IL DOLORE
il suo film il giudice carcere per si poteva
e nega per il talent droga: prima avere una
di essere show notte copia di Josè
induista di Radio 24 in lacrime Mourinho

SARÀ UTILE Viaggio sul set americano del regista


che sta girando il film tratto
dal romanzo di Cameron: malumori, difficoltà sindacali e inaccessibili tramezzini
di Beatrice Borromeo nino dal ricco catering che per 13 ché, abitando negli Stati Uniti, ha carina del liceo che trascina Ja- simo Harry Potter, si aggira per il per lui, che vorrebbe trasferirsi in
New York ore al giorno e’ disponibile in stu- vissuto gradualmente il progressi- mes in pista anche se ciò che lui fumoso set talmente calato nel campagna, solo un posto caotico,
dio. C’e’ una gentile signora che vo irrigidimento delle regole e dei vorrebbe è solo restarsene sedu- ruolo da diventare quasi traspa- sporco, incomprensibile.

“Q
chiede ininterrottamente a oltre ruoli frutto della politica della to, solo e zitto. “Ascolta la musi- rente, da passare inosservato. E
90 persone (tra cast e addetti ai paura che due amministrazioni ca!”, incita lei, anche se attori e non parla per davvero, neanche Un adolescente
lavori) se hanno fame. E se qual- Bush hanno diffuso, sia perché di comparse si scatenano nel silen- tra un ciak e l’altro. Nel film, che e la nonna
che attore distratto afferra un tra- set americani ne ha girati tanti, e zio piu’assoluto: il sound verrà ag- rispecchia fedelmente il roman-
mezzino, parte la telefonata di “a Hollywood non è meglio’’. A giunto in post produzione. L’in- zo, James è figlio di genitori sepa-
una delle tante ‘’spie’’ che spiffe- salvare il film, spiega Faenza, sono glese Regbo, biondo, efebico, ma- rati e vive a Manhattan, che per È LA STORIA della sua profon-
ra il misfatto alle Union. gli attori: il giovanissimo protago- gro, protagonista anche del pros- milioni di teenager è un sogno e da solitudine, della trappola di
nista Toby Regbo, la star di Avatar una famiglia banale che vuole
Stephen Lang, la vincitrice del Roberto Faenza sul set ‘’normalizzarlo’’ mandandolo dal-
Cineasti
e truccatori Golden Globe Ellen Burstyn e la lo psicanalista, di un diciassetten-
cattiva di Kill Bill Lucy Liu. E ancora ne che viene capito solo da sua
Marcia Gay Harden, che nel film nonna. “È vero cosa? Che sono di-
DUE GIORNI fa i sindacati, av- interpreta la madre di Tobey col- sturbato? – si chiede James – e co-
vertiti della discussione tra il regi- lezionista di mariti, conosciuta al sa vuol dire veramente?”. Stamat-
uella e’ una stronza”, “she’s a bit- sta e una truccatrice, si sono pre- grande pubblico per Into the tina Tobey Regbo e Peter Galla-
ch”! La prima cosa che vedi arri- sentati negli studi e, bloccando wild, e il volto di American Beauty e gher sono a Central Park, nel cuo-
vando sul set del nuovo film di Ro- per due ore le riprese, hanno fatto della serie tv The O.C. Peter Galla- re della citta’, per girare altre sce-
berto Faenza Un giorno questo do- mettere italiani e americani in fila, gher qui nel ruolo del padre che ne. Fa ancora caldo, c’e’ sempre il
lore ti sarà utile, al Royal Regency intimando a Faenza di chiedere ama ragazzine appena maggio- vento e il sole viene e va. Tra i grat-
Hotel di Yonkers, una quarantina scusa , davanti a tutti, alla ragazza, renni. “Un giorno questo dolore ti tacieli, le carrozze e i cavalli rico-
di minuti da New York, è che so- destinataria di un urlo perché si sara’ utile”, tratto dall’omonimo minciano anche i commenti: que-
no tutti di cattivo umore. Come era allontanata dal set durante una bestseller di Peter Cameron, è la sta volta la vittima è Julia Roberts,
in una guerra fredda, gli america- scena cruciale. ‘’Non ho mai lavo- storia di James Sveck (Tobey Reg- che durante la pausa pranzo viene
ni stanno da una parte, gli italiani rato con una squadra così diffici- bo), un adolescente ipersensibi- raccontata come una dispotica e
dall'altra. Si parlano solo per esi- le. Vedi quella ragazzina? Vuole in- le, vulnerabile, che non parla con nevrotica diva con cui nessuno
genze di scena e sottovoce fioc- segnare a Roberto come girare’’, nessuno perché completamente vuole lavorare. Faenza si mette
cano i commenti, reciproci, non indica la Canonero, elegantissima incapace di vivere nel mondo che d’accordo con l’attore Harvey
proprio gentili. “E’ l’ultima volta nella sua camicia bianca e, nono- lo circonda. “You’re a looser, a lo- Keitel per fare colazione domeni-
che giro un film a New York’’: stante gli intoppi, sempre calma, wner”, ovvero “Sei un perdente”, ca, “basta che non porti Robert
Faenza si trattiene a stento, aspet- pacifica. Rispetto agli altri poi, gli dice al ballo della scuola la con- De Niro, quei due non si staccano
tando impaziente di spostarsi a per nulla sconvolta della totale turbante Dree Hamingway, nipo- mai”. Nonostante tutto, neanche
Washington per continuare le ri- mancanza di flessibilita’: sia per- te di Ernest, nel film la ragazza piu’ lui riesce a odiare New York.
prese. Eppure questo è un espe-
rimento entusiasmante: è il no-
di Giorgio Dell’Arti
stro cinema che vola in America,
portando in dote 5 milioni di dol-
LIBROINGOCCE
IBROIN
IBROIN
NGOC
Tra i villaggi e i
lari, per girare un film interamen-
te italiano: a partire dalla produt-
trice Elda Ferri, premio oscar per
La vita e’ bella, e da Milena Cano-
paesi messi a
ferro a fuoco
dai nordisti alla
conquista del
CORRERE, UN’ARTE
nero – per la prima volta nei pan- Sud.«Gli
ni di produttore esecutivo - che di oltraggi subiti Palla «Posso indicare con estre- viduo senza che questi se ne ac- di lavoro, si fanno coraggio e ri- Buca «Mentre si scava con una
oscar ne ha vinti tre, l’ultimo per i ma precisione il momento in cui corga. È una micidiale arma a dop- spondono alla domanda usando a pala una buca ai propri piedi sudan-
costumi di Marie Antoniette e il ho deciso di mettermi a scrivere. pio taglio. Protegge lo spirito, e al poco a poco sempre più energia. do sette camicie, ecco che per ca-
primo per il capolavoro di Sta- Chilometri «Rileggo la tabella Era il 1° aprile 1978, verso l'una e tempo stesso dall'interno conti- Ovviamente ci vuole tempo. Se li si so si scopre una vena d'acqua se-
nley Kubrick, Barry Lyndon. ‘’Fa- dove ho segnato i chilometri fatti mezza del pomeriggio. Quel gior- nua senza sosta a ferirlo». forza non si ottiene nulla. Ma se ci greta che dormiva in profondità.
scisti, squadristi, spie!’’ ripete di corsa. Giugno: 260 chilometri. no, seduto da solo su una gradinata si mette tutto il tempo necessario, Un bel colpo di fortuna davvero!
Faenza tra una ripresa e l’altra. Luglio: 310 chilometri. Agosto: dello stadio di Jingu, guardavo una Malsano «Concordo con l'af- e si avanza gradino per gradino, di- Ma se si è verificato, fondamental-
“Neanche in Russia ci trattavano 350 chilometri. Settembre: 300 partita di baseball bevendo una fermazione che scrivere è un'atti- venteranno più docili, più pazienti mente è perché con l'allenamento
cosi’!”. Ce l’ha con le Union, i sin- chilometri». birra [...] Hilton fece una battuta a vità malsana […]. Per manipolare e non solleveranno obiezioni - an- si era acquisita la forza fisica di sca-
dacati americani, e con le rigidis- terra lungo la linea sinistra del qualcosa di veramente malsano è che se a volte non avranno l'aria vare una buca profonda. Gli scrit-
sime regole che impongono. Breve «In certi casi, metterci del campo - il suono secco della palla necessario condurre una vita più contenta. Bisogna far assimilare ai tori che hanno visto fiorire il loro
Qualche esempio: il regista non tempo è la via più breve». contro la mazza risuonò nello sta- sana possibile». nostri muscoli, a forza di ripeterlo, talento in tarda età non sono forse
può parlare direttamente con le dio - poi a velocità pazzesca girò la il concetto che c'è tot lavoro da fa- passati più o meno tutti attraverso
comparse, deve farlo attraverso il Bar «Quando cedetti il bar per prima base e si fermò sulla secon- Muscoli «Una delle regole fon- re. I muscoli sono onesti. Se li trat- questo processo?».
suo primo aiuto, che si chiama ripartire da zero, la prima cosa che da. Ecco, fu in quel momento che damentali di un allenamento inten- tiamo equamente non protesta-
Scott ed e’ un possente ragazzo di facemmo io e mia moglie fu di ri- mi colpì il pensiero: "Voglio scri- sivo è che si può anche diminuire la no». Banale «Per quanto banale sia
Brooklyn. Se sgarra, le comparse pensare da capo il nostro stile di vere un romanzo"». quantità complessiva di esercizio, un'azione, se ripetuta spesso inge-
possono reclamare il ruolo di at- vita. Decidemmo di alzarci al levar ma non bisogna mai riposare due Concentrarsi «"Anche se non nera una sorta di intuizione este-
tori e pretendere piu’ dei 100 dol- del sole e la sera di andare a dor- Solitudine «La solitudine è un giorni di seguito. I muscoli, come scrivo niente, ogni giorno mi siedo tica».
lari al giorno che spettano loro. mire il prima possibile. Questo si- risultato che in parte ho cercato di gli animali da fatica, hanno buona comunque diverse ore alla scriva-
Nessuno, a parte l’addetto alle se- gnificava per noi fare una vita na- mia spontanea volontà. Soprattut- memoria. Se vengono abituati gra- nia e mi concentro"» (Raymond Barba «"Anche nell'atto di farsi
die, può spostare le sedie. E se turale. Una vita seria». to per chi fa il mio mestiere, è un dualmente, con prudenza, a por- Chandler). la barba c'è una filosofia" (Somer-
sfortunatamente questi deve an- percorso obbligato, anche se in tare il carico, vi si adattano con fa- set Maugham)».
dare in bagno, e chiunque altro Scrittura «Correre per la stra- gradi diversi. Tuttavia il senso di so- cilità. Se li si persuade dando loro Ali «Essere giovani e di talento
ne sfiora una che magari intralcia da ogni mattina mi ha insegnato litudine, come un acido fuoriusci- ogni giorno un compito concreto, equivale ad avere le ali sulla schie- Notizie tratte da: Murakami
la cinepresa, arrivano le Union e molto riguardo alla scrittura». to da una bottiglia, può corrodere chiedendo loro di svolgere gentil- na». Haruki “L’arte di correre”,
minacciano di bloccare il film. E e aumentare lo spirito di un indi- mente per noi una certa quantità Einaudi, 18
ancora: vietato prendere un pa-
Venerdì 17 settembre 2010 pagina 15

SECONDO TEMPO

COSÌ PARLÒ B ONDI

“A VENEZIA PAGO IO
E SCELGO I GIURATI”
di Malcom Pagani Bondi non si smentisce e in
un’immaginario agone con Bru-
all’anno prossimo, netta lo supera all’ultima curva,

“D visto che la Mostra è


finanziata dallo Sta-
to, voglio mettere
becco anche nella scelta dei
membri della giuria”. Sandro
quella dell’incoscienza: “Non mi
sono affatto pentito. Sono anda-
to a vedere personalmente molti
dei film recentemente finanziati
dallo Stato e li ho trovati brut-
Bondi vuole tornare all’antico. ti”.
All’epoca dei telefoni bianchi
in cui il Festival di Venezia era
un tripudio di coppe Mussolini,
Linea dura del ministro: avviso di sfratto a Garrone e Sorrentino?
Monnezza
non c’era giudice che non pas-
sasse la selezione di Pavolini e
l’inaugurazione toccava a
Marco Müller, accuse a Tarantino NON SI SA se si riferisse a Gar-
Goebbels in persona. L’aff lato rone, Sorrentino, Frammartino
artistico non si distanzia da o all’unico premiato in Laguna,
quello professato dal ministro all’italiana è un estratto di comi- l’Amedei del “20 sigarette a Nas-
della propaganda tedesco: cità straordinario, non inferiore syria”. Però bisogna tagliare,
“Quando sento la parola cultu- a quando Piperno gli domandi scorciare comunque perché il fi-
ra metto mano alla pistola” e a con puntualità se non gli abbia nanziamento pubblico è una del-
meno di voler pensare che a dato fastidio che Tarantino afflit- le peggiori forme “di clienteli-
parlare di cinema in un’intervi- to dal conflitto di interessi abbia smo esistenti, ovvero il contrario
sta ad Antonella Piperno di Pa- premiato nell’ordine la sua ex fi- del vero cinema ed è ora di aprire
norama in edicola oggi, sia uno danzata Coppola e il suo antico gli occhi”. Sandro mani di forbi-
dei tanti parodistici fascisti su Mentore, il cinefilo Monte Hel- ce, più che a un eroe triste di Tim
Marte dipinti da Guzzanti e non lman. Burton, somiglia sempre più a
il titolare del dicastero dei Beni quei pretori assaliti dalla prude-
culturali in carica, assente dal Il conflitto di rie degli anni ‘70, quelli che man-
Festival per imprecisate que- interessi? Aria davano la Ps a soffocare ogni im-
stioni “ familiari”, si rimane sen- magine che nell’Italia bigotta di
za parole. Al Panorama di Berlu- allora offendeva il pubblico pu-
sconi, Bondi offre un saggio di L’ARGOMENTO provoca a dore. Però è un Ministro. Conta
liberalità che avrebbe messo in Bondi allergia immediata. Aleg- di più. Incide. Luca Guadagnino,
imbarazzo Berjia. Nessuno, gia il fantasma di Ivan Pavlov: che della giuria presieduta da Ta-
neanche nella più grigia delle “Questo è un aspetto minore e rantino faceva parte insieme a
ere democristiane, era mai tutto sommato trascurabile” mi- Salvatores, sceglie l’ironia: “A vo-
giunto a tanto. La Repubblica nimizza. Ma leggendo meglio, si Sandro Bondi (FOTO ANSA) . In basso, Zlatan Ibrahimovic (FOTO ANSA) ler ragionare così, dovrebbero
italiana finanzia lo spettacolo capisce che l’obbiettivo è più ar- scegliere i giurati anche i mana-
della Mostra per più della metà dito. Primo, cacciare rapida- re in tema, Bondi sceglie la me- rissimo dove brillino, visto che il a meno di intuire che la ragione ger di Lancia e Nastro Azzurro,
dei complessivi 12 milioni di mente Marco Müller, il direttore tafora preferita del capo, quella nostro cinema: “Manca di attori di tanto malspeso livore sia eco- sponsor occulti ma pressanti
euro l’anno. Tra dodici mesi, il della Mostra, all’ultimo anno di calcistica: “ Müller è innamorato e sceneggiature adeguate”. E Sic- nomica. E infatti, quando la gior- della Mostra. Forse una scelta del
sottinteso, saranno denari con- mandato e occupare in omaggio dei propri schemi fino al punto come Elio Germano, premiato nalista gli domanda se non si sia genere abbatterebbe definitiva-
dizionati al gusto e all’inclina- alla Bulimia pidiellina anche una di non privilegiare i talenti e le all’ultimo Cannes per “La nostra pentito di aver annunciato tagli mente l’ipocrisia”. E sembra di
zione del Ministro. delle ultime caselle disponibili. novità che sono sotto gli occhi di vita” ha notoriamente passapor- al Fus che a detta dell’Agis, ridur- capire, anche il complesso da in-
Per prenderlo a pedate e rimane- tutti”. Ma queste luci, non è chia- to neozelandese, non si può fare rebbero il settore in miseria, cubo di una notte di fine estate.
Tracollo del Palmarès?
Sandro ride

BONDI aveva sostenuto in lu-


glio l’inesportabilità del sistema
Italia sullo schermo: “I nostri
La maleducazione dei numeri 9
film non riescono più a superare
i confini nazionali perché le sto- a maleducazione dei numeri nove è elettorale a grandezza naturale di Ber- logie. Ma il tempo passa, le cose cam- smo come Sacchi) è un salto indietro nel
rie raccontate sono asfittiche”.
L’insuccesso veneziano (zero
Ll’adrenalina
un lampo fuori dalla nebbia, con
in circolo, il rancore ma-
lusconi. Clima allegro, battute tra gen-
te che si intende al volo: “Arrigo Sacchi
biano e quelli come Ibrahimovic non di-
menticano. Qualche appunto sull’indi-
tempo in cui i salotti televisivi erano me-
no ingessati. Vengono in mente le im-
premi zero nel concorso ufficia- lato e la sensazione di onnipotenza che sostiene che se non avessi avuto 47 di vidualismo di Zlatan all’epoca del Bar- magini di Gaucci all’inseguimento di
le) invece di turbarlo lo esalta. rende i collegamenti tra sinapsi com- piede, forse non avresti segnato”, gen- cellona, un’antenna parabolica et voilà, Matarrese : “Sei un ladro, un figlio di put-
Conferma le sue convinzioni. Lo plicati come un ferragosto sulla Saler- tilezze assortite. L’ospite inatteso, os- la vendetta in diretta. L’amico personale tana, te e tuo fratello” con tentativo di
spinge a superare i confini. Gli no-Reggio. Così accade che nella cor- simoro ambulante tra natali croato-bo- di B. con il quale condivide un ecume- aggressione in un lontano Perugia-Bari
chiedono se si senta una Cassan- nice ultracasalinga di Media- sniaci, sobborghi di Malmoe, tatuaggi nismo pubblico inversamente propor- del 1999 o un frammento di archeologia
dra e lui gode, come un bambino set, Zlatan Ibrahimovic non e inurbanità assortiti accenna a un zionale al comportamento privato e il mediatica, risalente al 1983. Ascoli-La-
davanti alla dispensa. “I risultati rispetti il copione, devasti il paio di smorfie di disgusto e poi calciatore, per un istante, colorano di zio del 30 dicembre non passò alla storia
del Festival costringono tutti ad galateo e di fronte a un com- nell’imbarazzo generale, offre un per- tinte western uno scenario da sbadigli. del calcio. Zero a zero senza danni, emo-
aprire gli occhi e fare autocriti- plimento, ripaghi con sonale tratto sulla corretta dialettica. Il conduttore Foroni si precipita a soli- zioni, lampi. Solo un dolore sordo, nel
ca”. E quando dice tutti, Bondi un insulto. La gara di “Sacchi deve imparare a stare zitto. An- darizzare con Sacchi. L’ex tecnico silla- cerchio di centrocampo, per un inter-
intende l’universo ostile che evi- Champions con che lui sembra geloso perché sta par- ba due concetti di buon senso: “La cri- vento dell’ascolano Bogoni su Bruno
ta di partecipare alle sue inizia- l’Auxerre è fini- lando troppo; deve parlare di meno in tica è legittima, Ibrahimovic dovrebbe Giordano. Nel vuoto dello stadio allora
tive, lo critica aspramente, ta da pochi mi- tv e anche sui giornali. Se non ti piace imparare l’educazione” e l’altro per po- dominato dai calzini rossi di Costantino
non gli lesina fischi e ‘dimen- nuti e in studio, come gioco non guardarmi”. Tutto co, non lo invita al corpo a corpo, lo mi- Rozzi, il crack si udì distintamente. La
tica’ quanto lui abbia fatto per si discute dei d’un fiato, nello sgomento dello stu- naccia: “Se hai qualcosa da dirmi vieni- domenica sportiva tentò il colpo.
la cultura: “Molto più di quanto due gol del dio. mi a cercare”. Nella galleria di attaccanti
non abbia prodotto la sinistra” manifesto in rosso e nero dell’ultimo trentennio, a Vittima e carnefici sotto le
come dichiarato con le lacrime Primi piani eterni contatto con la memoria le figure sbia- stesse luci in tv
agli occhi al Corsera a Mostra an- e imbarazzi concentrici discono.
cora aperta, mentre cenava ad
Arcore. Quando gli amici o i po- Nessuno come Zlatan, da FARE INCONTRARE vittima e car-
tenziali sodali si defilano, il IL REGISTA indugia sull’ex allenatore Calloni a Van Basten nefice a poche ore dal dramma spor-
numero dei nemici au- volato via sedici anni fa, insieme al rigo- tivo. Bogoni sembrava un bambino
menta esponenzialmente. re di Baggio a Pasadena. Smaschera il beccato a mangiare l’ostia senza batte-
Il tirassegno di Bondi è pie- volto pallido di chi smessa la tuta e in- simo. Spaventato, colpevole, intimori-
no di frecce. Curaro transna- dossati i panni inamidati del commen- Anche chi si arrabbiava, sapeva come to. Aveva ragione. Giordano, dall’altra
zionale. In cima alla lista, il tatore al soldo di chi già lo aveva stipen- farlo. C’era Egidio Calloni, lo sciagurato parte dello schermo, stordito dagli an-
Presidente della giuria, l’ame- diato per una stagione infinita, per la che davanti alla porta, smarriva lucidità tidolorifici e con una coperta scozzese
ricano Quentin Tarantino. prima volta, si trova in fuorigioco. Sac- e coordinate e poi finiva a litigare con pietosamente appoggiata sul gesso,
“Tarantino è espressione di chi ha fatto sempre in modo di trovarsi Brera (che a sua volta, con i colleghi si Metistofele. Alfredo Pigna, il condutto-
una cultura èlitaria, relativista lontanissimo da qualsiasi scontro. Con i piacchiava) per i soprannomi manzo- re, scelse parole sobrie per introdurre
e snobistica. E la sua visione giornalisti che non lo incensavano, evi- niani. Poi Mark Hateley, che segnava di la finestra, anche irrituale, agli spetta-
influenza anche i suoi giudizi tava di colloquiare. Dagli altri, solo apo- testa, a suo agio stava solo in cielo e le tori affamati di gol e risultati. Giorda-
critici, pure quelli verso i film conversazioni preferiva intavolarle con no, biografia frastagliata tra scommes-
stranieri”. Il relativismo bon- i giornalisti inglesi. E ancora il timido se, arresti e relazioni pericolose non si
diano è materia per il filosofo
greco Gorgia, di cui l’ex comu-
Ibrahimovic minaccia Van Basten, Gullit lo spaccafamiglie,
Massaro, Weah, Inzaghi e tanti altri epi-
trattenne e disse: “Sono incazzato nero
e non ho voglia di perdonarlo. L’ha fat-
nista di Fivizzano dev’ essere
appassionato. Il suo “tutto e il
fisicamente Sacchi: goni di Ibra che indipendentemente dal
valore tecnico e al netto di incazzature
to apposta”. Anche in quella notte di
27 anni fa, lo studio si ibernò. Cos’ nel
contrario di tutto” è l’architra- anche mermorabili, difficilmente confronto con l’oggi, osservando il
ve della conversazione con Pano- a Mediaset in onda avrebbero scelto il registro dell’ex cal- volto di Ibra, la sua protervia da pallo-
rama. Definire elitario un inna- ciatore di Guardiola. Il salto di Zlatan naro a gettone (Ieri lì, oggi qui, domani
morato cultore del cinema di Li- un teatro dell’assurdo (massima presunzione, humor sotto le chi lo sa) si coglie sconfortati lo iato.
no Banfi, delle “Giovannona co- scarpe e forse ignaro di aver sfiorato Panorami inconciliabili con il medesi-
scialunga” e dei poliziotteschi in diretta tv un’icona anche politica del belusconi- mo paesaggio sullo sfondo. (Ma. Pa.)
pagina 16 Venerdì 17 settembre 2010 Venerdì 17 settembre 2010 pagina 17

SECONDO TEMPO SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ piccoli gruppi e solo di notte?
Riflettori sulla Fiat. Marchion- di Luigi Galella
Senatore
“patriottardo”
Sole delle Alpi, presenti sui manifestazione di folclore
MONDO
E SPUNTA LA “PROVOCAZIONE” PD

Internet contro
WEB
di Federico Mello
è IL BLOGGER: “GRAZIE A TUTTI”
A FEBBRAIO DIEDERO FUCO ALLA SUA AUTO
Lo scorso febbraio un attentato incendiario distrusse
l’auto del giovane giornalista Antonino Monteleone che
spesso sul suo blog aveva seguito vicende di ‘ndrangheta
in Calabria. Dalla rete, e non solo, subito partì un’ondata
di solidarietà, e un gruppo di amici si attivò online per
raccogliere fondi sufficienti a ricomprare la vettura. Ora,
dopo che in sette mesi sono stati raccolti oltre settemila
euro, il blogger scrive: “Grazie a tutti, il
messaggio che una fetta importante di
feedback$
Commenti al post su
ilFattoQuotidiano.it:
“Seppelliamo di firme”

è FA SORRIDERE la
dichiarazione della Ministra
Gelmini riguardo al simbolo
leghista: Vorrei che ci fosse
uguale indignazione per

Il ritorno ne ha separato l’auto da tutto il


resto: “L’auto è finalmente li-
bera, senza camion, senza
trattori e scavatrici”. Sembra-
va addirittura commosso: un
L a cinghia si stringe, ma
non per tutti. Di sicuro
soffoca la scuola, che ha su-
bito un taglio di 8 miliardi di
muri, sulle finestre, sulle
porte, sui contenitori delle
immondizie. Il simbolo è an-
tico, sostiene il sindaco, e
“casualmente” è anche il
locale.
E se la crisi economica si ac-
compagna a una crisi siste-
mica di ogni idealità, è utile
andare a verificare come
la scuola leghista
è PD STAR-TREK E IL PREDELLINO
LE SEGNALAZIONI DI MANTEBLOG
Massimo Mantellini, decano dei blogger
italiani, ha sempre spunti e segnalazioni
interessanti per il suoi lettori. Oggi lo citiamo
cittadini ha rivolto alla ‘ndrangheta è stato
bello. Forte e chiaro. Voi avete fatto un danno.
Noi lo ripariamo perché siamo di più. Il
messaggio più anti-mafioso che si potesse
rivolgere alle cosche”.
quanto riguarda la
collocazione di altri simboli
nelle scuole.Io ho 62 anni e
non ho mai visto simboli
impressi nelle scuole tipo

di Veltroni duro dal cuore tenero.

T g3Non si abbandona
Il peschereccio mitraglia-
euro e il congelamento di
contratti e scatti di anzianità
per i suoi dipendenti. E ben-
ché il presidente della Re-
simbolo della Lega.
Senza rendersi conto che un
simile argomento è lo stesso
venga vissuta, ad esempio, a
Porto Cervo. Come in Costa
Smeralda si stringa la cin-
a scuola pubblica “Miglio” briele Sola che ha aperto una
per due post in particolare: il primo dà conto
di una discussione avvenuta sul social
network FriendFeed sulla nuova campagna di
comunicazione del Pd (da cui è scaturita una DAGOSPIA
falce e martello o altro.
Datevi una ridimensionata
padani.

L
che si può applicare al fa- ghia (“Le Iene”, Italia 1, mer- Luigi Caponera
to al suo destino e non si molla pubblica, Giorgio Napolita- scio littorio, di origine ro- coledì, 21.10). Ed ecco ap- di Adro dove “il sole delle pagina Fb dal titolo “Padania versione Star-trek di Bersani realizzata da ROMA: CANOTTIER
di Paolo Ojetti oni, prima che sia troppo tardi la presa. Ieri sera, un ottimo no, abbia ricordato la neces- mana e anzi etrusca, utiliz- prodare Enrico Lucci fra i Alpi” è stato riprodotto ol- come Topolinia: non esiste, de- “Isola virtuale”). L’altro è un messaggio sul I O ABU DHABI? è E’ EVIDENTE che la
e se ne accorga qualche umo- servizio ha dimostrato che il sità di reperire maggiori ri- zato dal fascismo, e alla cro- protagonisti delle serate nei tre 700 volte – banchi e padanizziamo il Nord”, compa- Predellino dopo un attacco informatico: Il disastroso risultato della deriva ideologica della Lega,
g1 rista sveglio) sta varando un governo conosceva la verità sorse per l’istruzione, per ce uncinata, ancor più an- locali alla moda, dove in una posacenere compresi – è un ar- re anche un fotomontaggio di “diamo fastidio, ma torneremo”, scrive il partita della Roma in sta tentando la sterzata
T Papa Ratzinger dapper-
tutto, in diretta, in differita,
qualcosa più pesante di una
delicata nicchia di idee diver-
(60 fori di proiettile senza ra-
gione) fin dal primo momen-
Maurizio Gasparri (“8 ½”,
La 7, mercoledì, 20.30) il go-
tica, che in sanscrito signi-
fica “portafortuna”, univer-
sola notte è possibile spen-
dere 36000 euro per 40 bot-
gomento caldissimo sul web.
Oltre alla raccolta di firme lan-
Umberto Bossi in camicia ver-
de con in testa un copricapo
direttore Giorgio Stracquadanio. Ambedue le
immagini sono qua sotto. Bravo Mante.
Champions League ha rovinato
il sonno di Giovannino Malagò, il
secessionista. Non
sottovalutiamo questi
nei collegamenti e nei com- se. to. Dunque, Elio Vito è stato verno ha operato ottima- salmente riconosciuto per tiglie di Cristal. E intervista- ciato dal nostro giornale – ne con le orecchie alla Topolino. presidente di Canottieri Aniene tentativi seppur provinciali e
menti. Meno male che l’ac- spedito in Parlamento a rac- mente e la scuola, grazie alla altri motivi, meno fortunati. re i protagonisti, che stazio- diamo conto a pagina sei –: su Il blogger Daniele Sensi, inol- che non ha mai nascosto la sua lontani dai centri del potere.
coppiata Aldo Maria Valli e g2 contare bugie. In un altro pae- riforma Gelmini, ha miglio- Questioni che il primo cit- nano angosciati su barchet- Internet il dibattito impazza e i tre, che sul suo blog tiene il fia- passione per la squadra capitolina. L'imprenditore romano non Adro è solo un test su scala
Antonio Caprarica (tornato
a Londra più british che mai)
T La bruttina che spopolò
all’ora del dilettante e poi su
se, meno rimbecillito del no-
stro, questo basterebbe a chie-
rato complessivamente la
sua qualità. Se ne deduce,
tadino ritiene di poter igno-
rare. Peccato che la Gruber
te da quaranta metri, chie-
dendo a che cosa durante
cittadini si mobilitano. Epicen-
tro della discussione è diventa-
to sul collo alla Lega denuncian-
do gli eccessi del Carroccio, ha
ha mai nascosto il suo amore per la Magica, un amore che gli è
stato ricambiato da Francesco Totti. All’inizio di agosto, quando
ridotta di quello che la Lega
e Berlusconi potrebbero
non scivola nel buonismo par- You Tube, Susan Boyle, cat- dere le immediate dimissioni per essere consequenziali non abbia chiesto a Gasparri quest’anno hanno dovuto ri- ta la nuova pagina Facebook: dato spazio ad una notizia sin- la magistratura ha messo i sigilli all’Acquaniene, il Pupone ha decidere di mettere in atto.
rocchiale, ma racconta que- tolicissima ed emotiva, quan- almeno di Frattini e Maroni con la logica ferrea del se- di commentare la vicenda: nunciare. “A che cosa?” Ci “Via i simboli di partito dalla golare. Il Partito democratico di gridato a squarciagola: “Giovannino sto con te!”. Adesso il bel Solo un grande sussulto
sto viaggio anche con simpa- do ha saputo che avrebbe can- (Vito può restare, conta nien- natore Pdl, che converrà come sia possibile che una pensano su, la domanda li Scuola pubblica” che conta Bergamo, in risposta al leghista Megalò teme fortemente che salti per aria un progetto coltivato democratico e popolare può
tica disinvoltura. Viaggio diffi- tato davanti a Benedetto XVI, te). Ma anche il Tg3 commette metter subito mano a nuovi scuola pubblica venga “ca- coglie di sorpresa, sembra- (quasi) cinquemila iscritti. Gli presidente della Provincia, Et- insieme all’amico Montezemolo. Da tempo Giovannino coltiva fermarli, intanto anch’io dalla
cile in terra anglicana e, a è svenuta. Potere della fede o un errore micidiale: mette la tagli, per migliorarla ulte- sualmente” invasa dai sim- no quasi smarrirsi e perdere amministratori ci tengono a fa- tore Pirovano (solidale alla mar- l’idea di mettere le mani sulla squadra romana, e il 22 luglio Francia firmo la petizione.…
Edimburgo, in terra presbite- caduta degli zuccheri? La no- notizia verso la coda, avrebbe riormente. boli di un partito politico l’allegria, forse per “la noia re sapere che “la pagina è nata chiatura padana della scuola di scorso ha dichiarato con il cuore in mano: “Per la Roma farei Rocco Femia
riana. Anche Berlusconi è an- tizia fa parte della grande pa- dovuto rivoluzionare l’edizio- Ma la stretta non è solo eco- senza che nessuno interven- di tornare a tanta pieta”. Un ad Adro, in provincia di Brescia, Adro), ha avanzato un richiesta tutto, anche il presidente”. Più di tanto non ha voluto dire e si è
dato a nord, a Bruxelles, unico gina papista del Tg2, ma non si ne della sera e andare giù a nomica. Ce n’è un’altra, ga. dolore lacerante che rende in quanto ritiene inaccettabile formale: “che la Provincia ap- chiuso nel riserbo: “Non posso parlare, mi dispiace, faccio parte è INVECE di usare i nostri
ad aver appoggiato i pogrom va oltre: cosa è andato a fare mazzate. Invece ha preferito ideale, che ha un valore sim- Il senatore patriottardo, un le loro risposte frammenta- che siano stampati simboli po- ponga in fregio a tutte le pro- del consiglio di amministrazione di Unicredit. Sono al corrente di soldi per pagarsi stipendi
di Sarkozy. L’aereo del “pre- papa Ratzinger in Scozia e nel la politica (una lezione di Ca- bolico violentissimo. Nella tempo almeno lo era, avreb- rie, lacunose. Dall’italiano litici sugli arredi delle aule in prie opere pubbliche, al termi- alcune cose ma per un discorso di Consob non posso aggiungere parlamentari di migliaia di
mier” ha avuto un guasto al pa- Regno Unito? Ma il Tg2 ha sal- sini, in collegamento diretto, puntata dell’ “Infedele” di be sicuramente trovato va- precario, incerto nel conte- una Scuola Statale!”. Sulla ba- ne della loro realizzazione, il altro”. Quell’altro lo può aggiungere Dagospia che ha anticipato euro sarebbe ora che se ne
rabrezza, qualcuno ha chia- tato il papa, per aprire con Sar- impartita a Berlusconi e i suoi Gad Lerner di lunedì (La 7, lidi argomenti per giustifi- nuto e nella forma. checa si susseguono i messag- simbolo del Sole delle Alpi”. due settimane fa l’interesse del Fondo sovrano Mubadala che ha andassero dalla nostra Italia
mato in causa antichi riti tzi- kozy e la rissa con il commis- “conti” per racimolare 316 de- 21.15) si è discusso, alla pre- carlo, forse declassando il Biascicante, ubriaco, rozzo. gi: “Con la stessa logica l’Italia “La nostra è evidentemente come suo principale esponente Khalifa bin Zayd Al Nahyan, il (dato che è così
gani, la maledizione dei Rom. sario Barroso sui rom. Sarko- putati) e i mal di pancia del Pd senza del sindaco della città, tutto, anche lui come il mi- Un imbarazzante, illuminan- intera dovrebbe essere piene di una provocazione” hanno poi braccio operativo del sultano di Abu Dhabi, tifoso disprezzata).
Niente di serio. Più serio lo zy si è trincerato dietro il “con- dove tutti si affannano a dire di quell’edificio scolastico nistro dell’Istruzione, a una te deserto di parole, che scudi crociati: hanno governa- spiegato i piddini locali. “Qual- scatenato del pallone. Per completare l’opera
stretto passaggio del Pd. Vel- senso di Berlusconi”. I due vo- che le critiche veltroniane e le appena inaugurato ad Adro qualcosa racconta della cul- to per cinquant’anni” ragiona cuno me la spiega?” si chiede potrebbero stamparsi
troni, con Fioroni e Gentiloni gliono “una strategia di lungo tensioni mai sopite con i da- in provincia di Brescia, i cui Maurizio Gasparri; tura e dell’opulenza. Sulla Biagio. Si è rivolto al social net- Sensi. In effetti se ci si mette an- e usare soldi padani.
(per carità, si associ qualcuno periodo”. Vuol dire che cacce- lemiani sono solo “franchi di- bambini verranno irreggi- ospiti mercoledì prima piovono tagli; sulla work anche il consigliere lom- che il Pd... La pagina Facebook; Balaus
che non abbia il cognome in remo i gipsy piano piano, a battiti”. mentati sotto le insegne del a “Otto e mezzo” seconda, champagne. bardo dell’Italia dei valori Ga- f.mello@ilfattoquotidiano.it il blog di Monteleone;
Bersani Star-Trek; è IN UN PAESETTO
il messaggio sul Predellino appena appena normale,
il resto del popolo si
sarebbe indignato, si
sarebbe alzato, si
GRILLO DOCET sarebbe recato con
NON È UN PAESE calma in questa
PER GIOVANI cosiddetta padania e
Un ragazzo si è suicidato. poi con estrema
È stato ucciso da un Paese gentilezza e
incapace di intendere e di volere, disinvoltura avrebbe
non in possesso delle sue facoltà. iniziato a criticare
Quindi non imputabile per le sue questi padani.
azioni, non condannabile. Pino A.
Il padre di Norman Zarcone ha detto che si tratta di
“omicidio di Stato”. Ma chi è lo Stato? Se chiedete è VIA I SIMBOLI dei
in giro nessuno vi dirà: “Sono io lo Stato!”, magari partiti dalla scuola pubblica
con fierezza oppure vergognandosi, ma almeno con italiana. Specialmente di
un’assunzione di responsabilità. Lo Stato è sempre quelli che parlano
qualcun altro e chi si fa i cazzi suoi campa cent’anni. apertamente di secessione.
Norman è stato ucciso da decine di milioni di Rosario Massimo Blasco
italiani, è stato un omicidio di massa, di indifferenti
che muovono il culo solo se sono toccati è OCCORRE difendere la
direttamente. Un corpaccione amorfo che ha scuola che è stata attaccata
come stella cometa l’istinto di sopravvivenza e da tutte le parti, occorre
come orizzonte il prossimo fine settimana. I mettere al ministero una
giovani migliori se ne vanno dall’Italia, emigrano, persona competente,
qualche volta si suicidano come Norman o intelligente, preparata,che
rinunciano a un progetto per il futuro. abbia un livello intellettivo
Un Paese di vecchi che divora i propri figli come normale. Non dico
Saturno, di raccomandati, di prostituti e di eccellente, non dico
prostitute, del proprio corpo o della propria eccezionale, dico normale!
coscienza. Un Paese che vive sul calcolo delle Michelangelo
probabilità, sul fatto che la morte sul lavoro, il pizzo,
la malasanità, la disoccupazione riguardino sempre gli è MI RICORDANO quei
altri. L’Italia è poveretti (che soffrono ma
spaccata in due, è IL MOTORE DI RICERCA È SOCIAL non ne hanno colpa) delle
non tra Nord e GOOGLE SFIDA FACEBOOK E SKYHOOK valli chiuse che per
Sud, tra Sinistra e Sarà una battaglia a suon di utenti. La sfida mancanza di contatti con il
Destra, ma tra di Google a Facebok partirà dal prossimo mondo stanno malissimo.
giovani e vecchi. autunno, quando il motore di ricerca Poverini, mi fanno un pò
è TWITT ERMETICI BY RIOTTA
I giovani non hanno comincerà a introdurre alcune funzionalità pena.
COMPILATION REALIZZATA DAL “POST”
nulla perché i vecchi tipiche dei social network nei suoi servizi, Federico
Il direttore del Sole24Ore Gianni
hanno tutto. in primis le ricerche e la posta elettronica.
Riotta ha con Internet un rapporto
Le voci su un rivale di Fb targato Google è CARA REDAZIONE ,
tormentato: si definisce “un
hanno preso corpo il mese scorso, quando ne approfitto ancora
appassionato” ma è anche molto
la compagnia ha acquistato alcune aziende per ricordare che
infastidito dei commenti che i lettori
attive nel settore delle reti sociali. sabato 18 settembre
gli lasciano online. Twitter, però, è una passione. Allora
Intanto il gigante di Mountain View dovrà gia’ a partire dalle 9 ci
IlPost, sito diretto da Luca Sofri, ha realizzato una classifica
difendersi anche da Skyhook, un fornitore sara’ la manifestazione
dei sui migliori “Twitt”. Ci sono spunti culinari: “Barbecue:
di servizi di localizzazione che ha deciso di ad Adro contro questa
dalla barba (delle capre) alla coda tutto l’animale allo
fargli causa alla corte statale del “violenza”.Grazie
spiedo. Non c’è cucina migliore gnam”; sportivi: “I geni di
Massachusetts. Google avrebbe interferito mille.
Neanderthal nel nostro Dna spiegano i falli durante Roma
nei contratti che la società di Boston aveva Luana
Inter? Domani su Science”; evoluzionisti: “Esco incantato
raggiunto con alcuni produttori di
giornale fredda rigida piovosa grigia ma io come un Homo
telefonini, tra cui Motorola, e violato è MI PIACEREBBE
Sapiens davanti al falò pronto a cacciare tigri e mammuth”.
quattro brevetti relativi ai sistemi in grado vedere le foto o dei simboli
Con questi aforismi ermetici, Riotta si è conquistato la
di stabilire la posizione geografica esatta di comunisti nelle scuole!
bellezza di 17mila follower.
un cellulare. La richiesta di danni è di Ormai qualunque balla è
decine di milioni di dollari con il divieto a buona per coprire le loro
Google di usare le invenzioni dell´azienda fissazioni.
sui propri prodotti. (Francesco Carbone) Matteo Maccaferri
pagina 18 Venerdì 17 settembre 2010

SECONDO TEMPO

giustamente
PIAZZA GRANDE É di Bruno Tinti

I PREMI
DI MARCHIONNE
Elefanti e baldacchini P er un po’ ho diretto una piccola Procura. Fra l‘altro ho
distribuito le somme destinate a pagare il lavoro straordinario
del personale. L’ufficio era piccolo, le somme modeste. D’abitudine
si distribuivano “a pioggia”: 20 dipendenti, 2 milioni di lire, 100.000
di Ugo Arrigo*

na vecchia canzone dello


Il pachiderma
dell’economia e
referenzialità della classe politica:
i politici italiani nascono, cresco-
no, vivono e muoiono sul baldac- LA STECCA di INDRO l lire a testa. La cosa mi sembrò ingiusta; la mia segretaria arrivava in
ufficio alle 8,30, mangiava un panino insieme con me e, quando io

U
andavo via, verso le 7, era ancora lì. Anche un’altra segretaria si
Zecchino d’Oro suggeri- chino, inteso come sistema poli-
sce una metafora per spie- il suo carico, cioè tico, e di esso sono espertissimi;
Crediamo che gl’italiani comportava così. Inutile dire che lavoravano in maniera
siano d’accordo, tanto è eccezionale. Il resto del personale alle 14 era in fila avanti alla
gare l’impasse in cui si tro- la spesa pubblica, dell’elefante sanno invece poco o solarmente evidente: che fin bollatrice, tornava in ufficio due volte alla settimana per due ore
va l’Italia di oggi, compressa tra nulla e quando sono chiamati a go- quando non si sblocca il caso (erano i cosiddetti rientri obbligatori) e non sempre le loro
uno stato inefficiente, un merca- dovrebbero restare vernarlo la loro inadeguatezza si Berlusconi (...), non ci potrà prestazioni professionali erano accettabili. Sicché la distribuzione
to insufficiente e una politica in- nota subito. Come si uscirà dall’at- essere dibattito politico, cioè
concludente. L’ “elefante india- in equilibrio tuale crisi non è possibile preve- non ci potrà essere politica.
“a pioggia” mi parve ingiusta: 2 milioni di lire erano una somma
no con tutto il baldacchino” che dere ma giova ricordare come si ridicola rispetto alle ore extra; ma che almeno venissero distribuite
la bimba che voleva un gatto ne- Invece l’animale uscì negli anni novanta dalla pre-
Per cui, fallite le ricette tenendo conto della quantità e della qualità del lavoro. Così feci un
D’Alema (Bicamerale e conto delle ore complessive e del compenso orario consentito da
ro era disponibile a scambiare è è schiacciato e forse cedente. Chiamando per la prima
una buona rappresentazione del volta alla guida dell’elefante degli Commissione parlamentare quei pochi soldi e li divisi per le ore di lavoro di ognuno: il che
d’inchiesta su
nostro affaticato paese: al livello ora servirebbe esperti di elefanti: dapprima attra-
Tangentopoli ),
significò poche lire a quasi tutti, la restante somma alle due
inferiore il sistema produttivo, verso i governi tecnici di Ciampi e segretarie. Successe il finimondo, partì un ricorso ai sindacati e io
l’elefante stanco, sfiancato dal un domatore, Dini, quindi attraverso la candida- bisognerà cercare
mi trovai a partecipare a una riunione di sindacalisti e personale
peso crescente e insostenibile tura alle elezioni del 1996, in qua- qualche altro
inferocito. Cercai di spiegare ma era come parlare al vento; allora
del sovrastante settore pubbli- come fu Ciampi lità di guida della coalizione rimedio. E
decisi di tenere un verbale della riunione: in fondo era il mio
co, un baldacchino sovraffollato dell’Ulivo, dell’economista Prodi. secondo me (...)
ne rimane solo
mestiere. Scrissi accuratamente tutto quello che dicevano i
all’inverosimile da distributori Ma si trattò di un’esperienza effi- sindacalisti (un riassunto di cose notissime sui diritti dei lavoratori e
di rendite (la classe politica) e esautorati, sono rapidamente ri- mera: già nel 1998, messo in salvo uno: il referendum.
i principi di uguaglianza) e, quando toccò a me, mi limitai a fare
cercatori di rendite (i suoi clien- caduti negli stessi errori di prima. l’elefante nel recinto protetto Corriere della sera, 20 luglio 1998
tes) ma anche da caste e cric- Il risultato è che ora il baldacchi- dell’eurozona, si fece rapido ritor- nomi e cognomi: scrissi che Silvana ed Enrica avevano lavorato per
che. no, il settore pubblico e la politica no alla politica del baldacchino. qualche centinaio di ore senza alcuna prospettiva di essere pagate
che lo amministra, scricchiola co- Gli anni 2000, infine, rappresen- Sergio Marchionne, e che erano sempre state disponibili; e invece Pinca e Pallino, pur
me nel 1993 ma per effetto della tano il decennio di Berlusconi, fi- amministratore diligenti, alle 14 se ne erano sempre andati, in qualche caso
Chi esagera delegato di Fiat
grave recessione internazionale il gura associata da molti all’elefan- rifiutando di far fronte a qualche emergenza (in una
con il carico (FOTO ANSA) Procura le emergenze sono la norma); quanto a
sistema produttivo, l’elefante sot- te, in quanto imprenditore di suc-
tostante, scricchiola più di allo- cesso, trascurando tuttavia che Scansafatiche, Pigrona e Isterica, non solo di restare
SE OSSERVIAMO i paesi eco- ra. molti imprenditori, operanti in dopo le 14 manco se ne parlava, ma spesso avevano
nomicamente sviluppati in veste mercati concessi o benevolmente mandato certificati medici improbabili e avevano
di ‘elefanti’ siamo in grado di evi- Gli errori regolati o aiutati dalla politica era- commesso errori e omissioni che erano costati la fine
denziare l’unicità dell’esemplare si ripetono no e sono ospiti abituali del bal- prematura di qualche processo. Vedere tutto scritto nero
Italia. Vi sono, infatti, quattro tipo- dacchino, contribuendo non po- su bianco spaventò sindacalisti e personale protestario;
logie comportamentali, di cui solo co al suo appesantimento. Pur- così, pur di evitare la lista dei buoni e dei cattivi in un
tre ricorrenti: 1) elefanti grandi e LO STESSO errore, commesso troppo in ambito economico il bi- documento ufficiale, abbandonarono la lotta e
robusti che amano caricarsi bal- nella prima quanto nella seconda polarismo fa sì che gli italiani pos-
accettarono la distribuzione secondo i miei criteri. Tanto
dacchini di grosse dimensioni (sta- repubblica, fa tuttavia cadere la sano scegliere solo tra lo Stato,
ti ‘pesanti’ che poggiano su mer- spiegazione che se ne dava nella molto amato dalla sinistra anche per non far cantare vittoria ai lettori (chissà quanti) che
cati sviluppati, come nell’area prima. Allora si diceva che la bre- se inefficiente, e il mercato, molto condividono la mia decisione di allora, dico subito che,
scandinava e franco-tedesca); 2) vità dell’orizzonte politico, deri- amato dalla destra a condizione l’anno successivo, intervenne la Procura Generale che si
esemplari grandi e robusti che vante dalla debolezza e instabilità che non sia di concorrenza. La si- fece mandare i soldi destinati al mio ufficio e li distribuì
hanno fatto sinora l’opposto (Stati dei governi di coalizione, induces- nistra desidera un baldacchino personalmente. Con quale criterio? Naturalmente “a
Uniti, Gran Bretagna e altri paesi se i governi a scelte finalizzate a ampio perché è nella sua tradizio- pioggia”; quell’anno e gli anni successivi. Della serie,
anglofoni tradizionalmente carat- estrarre benefici di breve periodo ne volervi ospitare i più deboli, la evitiamo grane. Perché racconto tutto questo? Ecco, mi è
terizzati da stati snelli su mercati e le cui conseguenze negative si destra non esita a invece a usarlo venuto in mente seguendo le vicende di Marchionne,
robusti); 3) esemplari di taglia più sarebbero invece manifestate du- per ospitarvi i portatori di interes- della Fiat, di Pomigliano, di Melfi. Mi sono chiesto cosa
ridotta (come nell’area est euro- rante il mandato di governi suc- si amici, cosa che fa anche la sini- c’è di sbagliato nel non voler pagare premi di produttività
pea) i quali hanno tutti preferito cessivi. Questa lettura non vale stra quando si converte al ‘merca- agli assenteisti, nel voler agganciare la produttività dei
stati leggeri, baldacchini piccoli, più, dato che nel sistema maggio- to’. Il risultato garantito è un set- lavoratori alla partecipazione ai profitti dell’azienda, nel
per non ostacolare il processo di ritario bipolare l’orizzonte diven- tore pubblico ipertrofico gravan- richiedere regole certe sulla flessibilità degli orari, sullo
crescita; 4) l’Italia, infine, unico ca- ta ragionevolmente almeno quel- te su un sistema economico non sciopero, il salario e i contratti. Poi mi sono detto di farmi
so di settore pubblico con peso ri- lo dell’intera legislatura. Una spie- più in grado di sorreggerlo.
gli affari miei, chi diavolo mi credevo di essere? Però
levante e crescente che grava su gazione valida per entrambe le re- *professore di Scienza delle Finanze
un sistema economico alquanto pubbliche è invece data dall’auto- all’Università Bicocca di Milano questa cosa della distribuzione dei 2 milioni ha
indebolito. Il settore pubblico ita- continuato a girarmi in testa …
liano e il sistema politico che lo go-
verna rappresentano l’unico caso

Come siamo diventati amici di Gheddafi


tra i paesi maggiori di baldacchino
grande su elefante piccolo.
La metafora dell’elefante e del bal-
dacchino è utile anche per i con-
fronti temporali. Nell’Italia post
bellica, gli anni della ricostruzio- di Marco Perduca* mocratici”. Berlusconi, più di tutti i suoi predeces- eletta alla Presidenza della Commissione dei Diritti
ne e del boom economico, l’ele- sori, ha perseguito il contrario e col peggiore degli umani dell’Onu. In agosto Tripoli versa 2,7 miliardi
fante si è accresciuto più rapida- el discorso d'addio alla nazione del 17 gen- alleati: Muhammar Gheddafi. Eppure, all'inizio del di dollari alle vittime dell’attentato al volo Pan Am
mente del baldacchino. Dopo,
tuttavia, il nostro paese non ha
adottato né il modello ‘mercati-
sta’ (stato snello su economia di
mercato sviluppata) né quello so-
N naio 1961, il Presidente USA Dwight Isenho-
wer lanciò un monito che ancora oggi
echeggia, disse infatti che “nei concili di go-
verno, dobbiamo guardarci contro l'acquisizione
di influenze che non danno garanzie, sia palesi che
2003, quando le piazze gridavano pace e Marco Pan-
nella aveva individuato nell'esilio di Saddam Hus-
sein l'univa vera alternativa all'imminente attacco
all'Iraq, Berlusconi, durante un dibattito alla Came-
ra aveva affermato che il suo governo stava “ope-
103; alcuni giorni dopo, in una lettera al Consiglio di
Sicurezza, si assume la responsabilità dell’attacco.
Il 15 maggio 2006, dopo un quarto di secolo sulla
lista USA degli Stati sostenitori del terrorismo, Tri-
poli rientra nelle grazie di Washington. Condoleeza
cialdemocratico (stato ampio su occulte, esercitate dal complesso militare-indu- rando per cercare il modo di poter offrire, a chi do- Rice annuncia infatti di volerla rimuovere dalla lista.
economia di mercato robusta) ed striale. Il potenziale per l'ascesa disastrosa di po- vesse accettare la via dell'esilio, opportune garan- A un anno dalla cancellazione, il 24 luglio 2007, per
è l’unico ad aver creduto, erro- teri che scavalcano la loro sede e le loro preroga- zie, con l'autorevolezza di enti internazionali che le intercessione della Francia, e dopo otto anni e mez-
neamente, che un settore pubbli- tive esiste ora e persisterà in futuro”. possano poi mantenere. […] abbiamo operato, e zo di prigionia in Libia, otto infermieri bulgari e un
co di dimensioni tendenzialmen- stiamo operando, per convincere il dittatore a dare medico palestinese accusati di aver infettato bam-
te crescenti fosse praticabile indi- A QUASI 50 ANNI da quell’appello nei giorni garanzie precise alla comunità internazionale […] bini col virus dell'AIDS vengono liberati dalle car-
pendentemente dalle caratteristi- scorsi abbiamo assistito a una parata degli eredi di Tutto questo lo stiamo facendo in un ambito di ri- ceri libiche. Il 16 ottobre dello stesso anno la Libia
che e dalle performance della sot- quel “complesso” in servatezza - che è d'obbligo - non soltanto con un viene eletta a maggioranza schiacciante al Consiglio
tostante economia di mercato. occasione della visita paese arabo, che si è offerto per la mediazione, ma di sicurezza per due anni dal 2008.
A causa di questo errore, che si Berlusconi di Gheddafi a Roma con diversi paesi, tenendo costantemente informa-
manifesta attraverso una pressio- per firmare contratti ti al riguardo l'Amministrazione americana ed il Pre- IL 30 AGOSTO 2008 , Berlusconi e Gheddafi
ne fiscale crescente e tassi di cre- più di tutti i suoi per oltre 40 miliardi sidente di turno del Consiglio dell'Unione europea firmano l’”Accordo di amicizia e collaborazione Ita-
scita dell’economia ridotti, si è di euro. Soldi che raf- Simitis”. Quella opzione fu distrutta il 1 marzo del lia- Libia”, che prevede investimenti per 5 miliardi di
pervenuti in due occasioni a predecessori forzeranno tanto l'in- 2003 al vertice della Lega araba di Sharm el Sheik, dollari in 20 anni. All'inizio di febbraio del 2009,
preoccupanti scricchiolii del si- ha lavorato contestata posizione quando Gheddafi approfittando della diretta dei la- Gheddafi diviene Presidente dell’Unione Africana,
stema. Nei primi anni Novanta gli dominante di gruppi vori, prese improvvisamente la parola e attaccò i mentre il 3 marzo 2009, il diplomatico libico Ali Tre-
ammaestratori di elefanti per lo italiani para-pubblici reali sauditi dando loro dei venduti perché avevano ki viene eletto presidente dell’Assemblea Generale
dell’epoca, di origine politica e in quei settori, quan- messo a disposizione dell’esercito Usa la terra della dell'Onu.“Soltanto un popolo di cittadini allerta e
che erano all’origine del guaio, fu- sdoganamento to l' anti-democratico Mecca. Lo scambio che ne seguì fece interrompere consapevole” concludeva Isenhower “può eserci-
rono esautorati e temporanea- i lavori che avevano in agenda, tra le altre cose, l’ado- tare un adeguato compromesso tra l'enorme mac-
mente sostituiti da ammaestratori del dittatore libico: Colonnello. Il gene-
rale Repubblicano, zione di una mozione che invitasse Saddam ad ac- china industriale e militare di difesa e i nostri metodi
professionali, i cosiddetti ‘gover- oggi viene ricevuto riteneva che non si cettare l’esilio. Il 20 marzo le truppe USA invade- pacifici ed obiettivi a lungo termine in modo che sia
ni tecnici’. Rimesse le cose un po’ dovesse “mai per- vano l'Iraq. Dall'inizio del 2003 la Libia è rientrata a la sicurezza che la libertà possano prosperare assie-
a posto, riparati i danni maggiori, con tutti gli onori mettere che il peso di pieno titolo all'interno della “comunità internazio- me.” Alla sicurezza e libertà Berlusconi e i soci han-
gli ammaestratori professionali questa combinazio- nale” con uno sdoganamento impressionante che no opposto stabilità e affari. Occorre continuare a
hanno riceduto il posto ad altri e firma contratti ne di poteri metta in da qualche parte ha avuto una regia. Il 20 gennaio, far emergere alcune verità evidenti.
scelti dal popolo i quali, pur diver- pericolo le nostre li- con 33 si, 3 no e 17 astenuti (compresi almeno 6 dei *Senatore, co-Vicepresidente del senato del Partito
si da quelli precedentemente milionari bertà o processi de- 7 membri dell’Ue in Commissione) la Libia viene Radicale Nonviolento
Venerdì 17 settembre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

MAIL BOX A DOMANDA RISPONDO


Furio Colombo

7 TALK SHOW
LA FINESTRA MURATA
Decenza a sinistra più triste degli esempi.
Precisazione aro Colombo, ordine è assolutamente esorbitante e
Prodi unico vero leader
Decenza vorrebbe che chi ha già La vignetta di Mannelli
Antonio Domenico Bonaccorso

In disaccordo con Fagioli


C tornano i "cosiddetti"
programmi di approfondimento, in
inaccettabile. Come vedete, come in certi
giochi ( questo è molto squallido) siamo di
usufruito della sua occasione pubblicata ieri sul "Fatto" cui non ho mai visto approfondire nuovo alla casella uno. Intanto l´economia è
come leader del centrosinistra non si riferisce a nessuna Gesù primo comunista nulla, e io provo un terribile senso di devastata, la politica estera la fanno Gheddafi
e l´ha sprecata, non si ripropo- persona reale ma vuole Ho letto oggi nel "Diritto di re- angoscia. Quindici anni con e Putin, e l´intero paese si divide non in partiti
nesse. Solo Prodi si è meritato solo rappresentare in plica" la lettera del Dott. Fagioli. Berlusconi sono tanti, ma dobbiamo e coalizioni ma secondo il lavoro perduto e il
più occasioni. Non è che la termini caustici (così co- Mi permetto di dissentire sul anche ripeterli uguali? lavoro mai avuto. Però l´estate, nonostante
sconfitta sia indolore, altri cin- me nello stile dell'auto- fatto che comunismo e catto- Maurizio l´esplosione avvenuta dentro il Pdl, è passato
que anni di Berlusconi-Bossi e re) lo standard della fa- licesimo sono inconciliabili. Se- relativamente sereno perché non c´erano i
l´Italia non ci sarà più o sarà ter- miglia italiana tipo, come condo me Gesù Cristo è stato il È VERO La condanna è doppia. circhi di politici che celebrano se stessi e
ra di miseria e fame. Indovinate spiega anche la didasca- più grande comunista della sto- Quando hai finito di parlare delle offese alla insultano gli altri, "moderati" da giornalisti che
di chi parlo. lia. Ogni altra interpre- ria. Purtroppo la sua dottrina Costituzione ( ricordare la "costituzione a tutto pensano meno che a perdere il posto,
Giovan Sergio Benedetti Capannori tazione quindi è fuori non è quella che seguono i Suoi materiale" con cui giudiziosi esperti ci hanno e dunque niente, mai , viene chiarito o
luogo e se il disegno ha "rappresentati". Saluti fatto passare l´estate, quella che stabiliva che approfondito. Come fanno La Russa o
La “costosa” legge 626 generato spiacevoli equi- Iris De Nardi il capo dello Stato è soltanto il portiere del Gasparri ad "approfondire" dal livello in cui
voci ce ne dispiace. Quirinale e può tenere in ordine le Camere sono? Ma anche Rosy Bindi, maestra per
l’indignazione di Napolitano Il silenzio imbarazzato ma non scioglierle?) devi ricominciare a bene, come fa a non ripetere cose che non
Il presidente Napolitano si in- difendere la Costituzione. Quando pensi di avvengono a nome di un partito zitto e
digna per i tre operai morti nella del ministro La Russa avere finito di indignarti per i giudici definiti immobile come un ostaggio? Il senso
cisterna, non altrettanta indi- che si arriva, come scrive Fer- Mi ha molto sorpreso il silenzio prima "dementi" e poi "un cancro", ecco che il d´angoscia, di fronte alla finestra murata del
gnazione c'è stata per le parola ruccio Sansa, a "20 mila dipen- del nostro ministro della Difesa, Premier, fresco di vacanza, ci avverte: primo, "trompe l´oeil" detto "approfondimento" è
del ministro Tremonti quando denti e 12 mila pensionati, un Ignazio La Russa, sull'episodio che il potere giudiziario non è un potere, è un inevitabile, è la presa brutale della
dice che le aziende non possono record mondiale". Una macchi- dell'aggressione della motove- ordine. In tal modo l´Italia, secondo lui, resta claustrofobia. Che dire? Era meglio l´estate.
permettersi di applicare la legge na elefantiaca. Gente destinata a detta libica. Mi aveva fatto una una democrazia amputata, due poteri invece
626. In Italia ci si indigna sempre fare fotocopie, spedire fax e, buona impressione, e lo ritene- di tre come in tutto il mondo, con l´esecutivo Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano
per gli effetti e mai per le cause perchè no, buona ad alimentare, vo una persona coraggiosa, for- che detta tempi e temi al Parlamento; 00193 Roma, via Orazio n. 10
che li provocano. Saluti. con ogni probabilità, le percen- se a volte impulsiva. Ma nel mo- secondo: che il potere di questo minimo lettere@ilfattoquotidiano.it
Aldo Bombardi tuali alle urne. Cari "figli" di que- mento del bisogno è pratica-
st'Isola non spendete il vostro mente sparito. Far rispettare il
Norman Zarconi è morto tempo sulle pagine dei libri se la diritto internazionale nelle ac-
vostra intenzione è di restare in que che circondano la nostra
ma le ingiustizie restano questa Terra perchè il momen- Patria è un dovere delle Forze dovrebbe spiegargli che l' on- Padania e dintorni
Anche con le "pezze al culo" la to del rinnovamento è ancora Armate. Se quest'ultime svani- L’abbonato nipotenza di cui si fregia lui non
sempre la stessa storia
Sicilia si tiene stretti i suoi vi- lontano e per un giovane lau- scono proprio nei punti dove puo' averla e che la liberta' di
zietti. Che cosa se ne farà la Re- reato c'è bisogno, allora nasce il so- del giorno andarsene riguarda tutti, anche Non solo Adro, ma tutto il
gione di tutti quei lavoratori alla il posto di lavoro resta un mi- spetto e il timore. Troppo facile lui. Qualcuno gli deve pur spie- Lombardo Veneto è ormai per-
sua corte? Pronta la stabilizza- raggio. Il gesto estremo del dot- è usare la forza bruta contro i gare che siamo tutti figli del vaso da una ventata di seces-
zione per 4500 precari. Ed ecco torando Norman Zarconi ne è il rom indifesi per gli sgomberi, DIEGO DA SIONIS mondo e che chi non mangia il sionismo. Tempo addietro ho
tuttavia questa forza dovrebbe maiale può mangiare qual- avuto la necessità di un inter-
essere impiegata anche contro i Questa che sto cos’altro. vento chirurgico in una strut-
prepotenti e i dittatori militari consumando è una Angelo Lunetti tura ospedaliera pubblica del
LA VIGNETTA come il colonnello Gheddafi. colazione da campioni. Veneto. Gli infermieri avendo
Chiediamo quindi al ministro La È a base di latte, biscotti Il folclore della Lega notato la mia origine meridio-
Russa un maggiore impegno e e libertà d'informazione. nale, intonarono in coro nella
coraggio nella difesa dei citta- Mamma Rita e papà il Fascismo iniziò così stessa sala operatoria il "Và pen-
dini italiani. Andrea la ritengono Pochi giorni fa un articolo in siero su l' ali dorate!" L' evidente
Cristiano Martorella essere prima pagina del direttore Pa- provocazione spinse il medico
una dellaro citava il nuovo plesso che aveva operato ad avvicinarsi
La scuola deve essere libera alimento della scuola Pubblica costruito al mio viso e, col tono della voce
base dal comune leghista di basso e tremolante tra la ver-
da ideologie e simboli della Adro.L'articolo termina con gogna e la paura, mi chiese scusa
Sono un'insegnante elementare vita che una domanda posta al Presi- ed aggiunse: rassegnato: "Bèh,
con trentasette anni di servizio, grazie a dente della Repubblica. Come ormai qui è così e nessuno può
una laurea e l'abilitazione all'in- voi ho! cittadina italiana io mi sento farci più niente!". Ecco dove ci
segnamento dell'Inglese. Trovo Non mollate "ribollire il sangue" per ciò che ha portato l'assenza di uno Sta-
aberrante che lo spazio pubbli- mai. sta succedendo; anche i fascisti to Italiano che si presenta solo
co più sacro, base della nazione, iniziarono la loro "carriera" per riscuotere dai poveracci e
deputato alla formazione di li- Raccontati e manda una foto a: con atti definiti folcloristici e per punire i "ladri di polli". Que-
bere cittadine e liberi cittadini, abbonatodelgiorno@ poi sappiamo tutti come è an- sto è un Paese finito! La crisi è
sia ridotto a vetrina dei deliri ilfattoquotidiano.it data a finire. Quanto ancora non solo economica, ma mora-
separatisti di una comunità dobbiamo aspettare perchè i le, sociale, istituzionale, cultu-
chiusa in se stessa, provinciale, capi della Lega siano messi in rale,
soffocata dalla paura. Ed è ver- condizioni di non nuocere? Ri- Karl
gognoso che si usino soldi pub- in provincia di Brescia, è stato sponde al vero che nello sta-
blici per questo: forse ha dimen- fatto alle persone intelligenti tuto della Lega si parla di se-
ticato che gli stipendi del per- italiane e all'infanzia del paese cessione? Perchè ancora non si
IL FATTO di ieri 17 Settembre 1941 sonale scolastico (come il suo,
del resto) li paghiamo noi con-
lasciata in balia di questa Lega,
politicamente sempre più mio-
è provveduto a smantellare i
simboli della Lega nella scuola IL FATTO QUOTIDIANO
“Riepilogando”. Cominciò così, con quella rivista targata Eiar, tribuenti dell'Italia tutta, non so- pe, senza anima e senza cuore, pubblica di Adro? via Orazio n. 10 - 00193 Roma
del 17 settembre ‘41, l’avventura del quartetto più popolare lo quelli che votano Lega Nord chiusa nella propria individua- Rombaldi Sabina lettere@ilfattoquotidiano.it
dello spettacolo leggero di casa nostra. I Cetra, un pezzo di nella sedicente "Padania", falso lità ed egoismo. Ma come fanno
storia del costume italiano, eleganti, ironici, sempre in bilico geografico e storico fatto entra- a votarli questi rappresentanti
tra avanspettacolo e cultura, divertissement e cabaret. re nell'uso comune. Mi auguro politici? Ma come facciamo a
Capaci, coi loro estrosi arrangiamenti in chiave blues, dixie,
che il rispetto dell'istituzione fermare questo disastro cultu-
Direttore responsabile
scolastica venga al più presto ri- rale, sociale ed educativo? So-
swing, di attraversare in punta di piedi mezzo secolo di Antonio Padellaro
pristinato, nell'interesse dei no allibita di tale squallore.
musica italiana. Partendo dalla gavetta nelle caserme, fra le
bambini che hanno diritto ad Vittoria
truppe, sul filo delle suggestioni canore dei Mills Brothers una scuola libera dalle ideologie Caporedattore Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
americani, e approdando sui grandi palcoscenici del teatro,
del cinema, della tv. Trasgressivi e abili nell’italianizzare,
e dai loro simboli, che li sappia Qualcuno insegni a Lancini Progetto grafico Paolo Residori
Redazione
educare a leggere la realtà, a svi-
durante il regime, certi sound jazzistici, considerati luppare il loro senso critico e ad come fare il sindaco 00193 Roma , Via Orazio n°10
“porcherie in auge tra la filibusteria anglosassone” e essere, sulla base della cono- Qualcuno dovrebbe spiegare al tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
virtuosisti, nel tempo, nell’arte della parodia, pezzo forte del e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
scenza, liberi nelle loro scelte. sindaco, con la s minuscola, che sito: www.ilfattoquotidiano.it
loro repertorio, irriverente con grazia. Un modo antiretorico di Loretta Baldassarri Dio e' unico e che e' di tutti.
concepire musica e varietà facendo il verso a sdolcinature e Editoriale il Fatto S.p.A.
Qualcuno gli dovrebbe far ca-
Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
vizi della canzone italiana, rivisitando e sceneggiando, in un
mix di sketch e variazioni d’autore, favole canore e vecchi
L’oltraggio di Adro pire che Crocefisso o altri sim-
Presidente e Amministratore delegato
boli sono tutti votati allo stesso
motivi folk. I Cetra. Mai realmente andati fuori moda perché, è un disastro culturale Dio, visto da occhi e punti di Giorgio Poidomani
come è stato scritto “ mai seguaci di alcuna moda”. Sottoscrivo l'appello del "Fat- vista diversi ma comunque e Consiglio di Amministrazione
Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Giovanna Gabrielli to" per l'oltraggio che ad Adro, sempre lo stesso. Qualcuno
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
• Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
Queste sono le forme di abbonamento Prezzo170,00 € telefono e tipo di abbonamento scelto. Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
previste per il Fatto Quotidiano. • Modalità Coupon * • Bonifico bancario intestato a: • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 320,00 € - annuale Editoriale Il Fatto S.p.A.,
Per qualsiasi altra informazione in merito Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
alla settimana (da martedì alla domenica). Prezzo 180,00 € - semestrale BCC Banca di Credito Cooperativo
può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Ag. 105 Via Sardegna Roma
• Abbonamento PDF annuale +39 02 66506795 - +39 02 66505026 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
• Abbonamento postale base (Italia) Iban IT 94J0832703239000000001739
Prezzo 290,00 € - annuale Prezzo130,00 € o all'indirizzo mail
• Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 20.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, 2ª rata compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
ph.: Hyperactive Studio
Grazie per la concessione di questo spazio

SE LA NATURA GLI AVESSE DATO UNA CASA, NON AVREMMO BISOGNO DI VOI.

Dal 15 settembre al 10 ottobre 2010, puoi aiutarci a costruire una cuccia per gli animali ospiti
3 ottobre
dei nostri centri. Inviando un sms al 45595 da cellulari TIM, Vodafone, Wind e 3, donerai 2e
1 euro. Per ogni chiamata allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, ne donerai 2.
Scopri tutte le piazze della Giornata degli Animali su www.enpa.it Puoi aiutarci anche
tramite conto corrente postale n. 43321611 · Enpa Onlus · P.za Carlo Alberto, 30 · 12042 Bra
ENTE NAZIONALE
PROTEZIONE ANIMALI
P