Sei sulla pagina 1di 19

Il TgUno non dà nei titoli la sentenza di Palermo che coinvolge

pesantemente il premier. Un sasso in bocca all’informazione y(7HC0D7*KSTKKQ( +z!=!#!$!"


www.ilfattoquotidiano.it

UNA LUNGA UNA LUNGA


INCOMPRENSIONE INCOMPRENSIONE
Pasolini fra Destra e Sinistra Pasolini fra Destra e Sinistra

Sabato 20 novembre 2010 – Anno 2 – n° 300 € 1,20 – Arretrati: € 2,00


Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

“B. PAGAVA I BOSS MAFIOSI”


Per i giudici di Palermo Dell’Utri era il mediatore tra Berlusconi Coso nostro
e la mafia. Il senatore “ha apportato un consapevole e valido contributo
di Marco Travaglio
al consolidamento e al rafforzamento del sodalizio mafioso”, e ha consentito
i sarà tempo per valutare nei dettagli la
ai boss di “agganciare” il Cavaliere e il suo impero per vent'anni
di MarcoLillo
e Giuseppe Lo Bianco
C sentenza della Corte d’appello di
Palermo che spiega la condanna di
Marcello Dell’Utri per concorso esterno
in associazione mafiosa a 7 anni di carcere
(contro i 9 del primo grado). Il perché dello
er quasi vent'anni Silvio
Ppagare
Berlusconi ha preferito
la mafia pur di non
sconto era già chiaro dal dispositivo emesso il
29 giugno: i secondi giudici, diversamente dai
primi, hanno ritenuto provata la mafiosità del
denunciare le estorsioni su- senatore imputato fino al 1992 e non dopo,
bite: dall'arrivo di Vittorio quando Dell’Utri inventò Forza Italia e
Mangano ad Arcore al pizzo Berlusconi portò la Fininvest nello Stato. Le
delle antenne palermitane motivazioni del taglio netto al ‘92 aprono ampi
dei primi anni '80. Se fosse spazi per un ricorso in Cassazione: i giudici
iscritto a Confindustria do- fanno i salti mortali per salvare il Berlusconi
vrebbe essere immediata- politico dalle contiguità mafiose, negando
mente espulso. Per garantirsi addirittura l’evidenza delle prove documentali
la tranquillità ha incontrato a (come gli incontri con Mangano nel novembre
pranzo boss del calibro di ’93 registrati nelle agende di Dell’Utri primo e
Bontade e Teresi, e si è per- da lui stesso ammessi) e liquidando
sino vantato con i carabinieri frettolosamente le testimonianze di Spatuzza e
di pagare i criminali per stare Ciancimino. Ma, anche alla luce di questa
Silvio Berlusconi e Marcello Dell’Utri, a destra Totò Riina, capo dei Corleonesi ((FOTO ANSA)) tranquillo. pag. 3 z
sentenza discutibile e minimalista, non si
comprende – se non per scopi di bieca
propaganda – l’esultanza che accompagnò la

LO MOLLA PERFINO LA CARFAGNA


lettura estiva del dispositivo. Semmai c’è da
notare come i giudici più benevoli che
Dell’Utri abbia mai incontrato nella sua lunga
carriera di imputato non abbiano potuto fare a
meno di citare in una sentenza di mafia Silvio

La ministra: pronta a lasciare governo e partito Berlusconi per ben 440 volte, mettendo nero
su bianco che: per vent’anni Dell’Utri è stato “il
mediatore” e lo “specifico canale di
collegamento” tra Cosa Nostra e B. (non è un
L’annuncio dopo omonimo del nostro premier: è proprio lui);
Udi Beatrice Borromeo Udi Furio Colombo le “offese” per che “ha apportato un consapevole e valido
contributo al consolidamento e al
SAVIANO, TRA MARONI, i suoi rapporti rafforzamento del sodalizio mafioso”
UN COMICO E L’INTERVISTA con Bocchino capeggiato prima da Bontate e poi da Riina fino
e la guerra nel Pdl a tutto il 1992, l’anno delle stragi di Capaci e via
UN MINISTRO ANNUNZIATA D’Amelio; che l’assunzione del mafioso
della Campania. Mangano nel 1974 fu suggellata da un incontro
Gnistrolino?attacchi a Roberto Savia- ucia Annunziata, titolare di
Ce li si aspetta dal mi- L uno dei migliori programmi
dell’Interno Roberto giornalistici della Rai, annuncia
Berlusconi un’ora
con lei al telefono
a Milano fra B. (sempre il nostro premier) e
Dell’Utri da una parte, e i boss Bontate, Teresi e
Di Carlo dall’altra; che Mangano non era uno
Maroni – con cui lo scrittore che intervisterà Maroni. Precisa arriva in ritardo stalliere o un fattore, come han sempre
ieri ha fatto pace (invitando- che non si tratta di una “compen-
lo a leggere un elenco nella sazione” per il mancato invito
al vertice Nato raccontato Silvio e Marcello, ma il garante di
puntata di lunedì) – ma non del ministro alla trasmissione di di Lisbona Cosa Nostra a protezione dell’“incolumità” di
da Beppe Grillo. pag. 4 z Fazio e Saviano. pag. 18 z Il ministro delle Pari opportunità, Mara Carfagna (FOTO ANSA) Telese pag. 5 z B. (sempre il nostro premier); e che, per
vent’anni, fino al 1992 mentre esplodevano le
bombe, B. versò sistematicamente a Cosa
A TREVISO IL CANCELLO DELLA VERGOGNA Nostra “ingenti somme di denaro in cambio
nnapoli della protezione alla sua persona e ai suoi
La spazzatura Treviso: il familiari” e della “messa a posto” delle tv
Fininvest in Sicilia. In pratica il nostro premier
presidente della
tra politica Scuola volo ha non denunciò mai alle forze dell’ordine
e camorra installato sul
cancello
attentati e minacce della mafia, ma preferì farsi
proteggere dai mafiosi. Cioè: abbiamo un
Fierro pag. 9z dell’aeroporto la
scritta “Fliegen presidente del Consiglio che per vent’anni ha
macht frei” (il finanziato la mafia degli omicidi eccellenti e
volo rende delle stragi, mentre il suo braccio destro che
CATTIVERIE liberi) che cita
“Arbeit macht
siede in Senato è un mafioso “esterno” infiltrato
La Gelmini alla Brambilla: nelle istituzioni. Noi lo sappiamo da 15 anni.
frei” (il lavoro
“Sei una cagna”. Berlusconi: rende liberi) di Altri, si spera, lo scopriranno ora. Ogni giorno
“Adesso baciatevi” Auschwitz (FOTO che passa con Berlusconi a Palazzo Chigi e
(www.spinoza.it) ANSA) Gerbaz pag. 7 z Dell’Utri in Senato è un giorno di troppo.
pagina 2 Sabato 20 novembre 2010

M
COSE LORO

assimo Ciancimino è figlio di Durante le sue testimonianze ha rivelato palermitani e l’ex sindaco dichiara che
Il figlio dell’ex sindaco Vito Ciancimino, ex sindaco presunti investimenti del padre nel complesso potrebbe essere stato Marcello Dell’Utri.
di Palermo, è un testimone edilizio Milano 2, realizzato da Silvio Il 22 ottobre 2009 aveva già rivelato durante il
di giustizia con un ruolo chiave nelle Berlusconi. Ciancimino avrebbe riferito al processo De Mauro di aver appreso dal padre
testimone chiave indagini avviate dalle Procure di Palermo e figlio che nella realizzazione di Milano 2 che il giornalista sarebbe stato ucciso su
Caltanissetta sulla stagione stragista sarebbero stati investiti soldi anche dagli “input istituzionali” provenienti da Roma, di
condotta da Cosa Nostra tra il 1992 e il imprenditori mafiosi Buscemi e Bonura. A apparati dello Stato. L’unico imputato del
del processo 1993. fare da tramite tra Berlusconi, i costruttori processo è Totò Riina.

DELITTI DI MAFIA
“I MANDANTI
CERCATELI A ROMA”
Ciancimino jr rinnova le accuse
“Riina venne più volte a casa di mio padre”
di GiuseppeLo Bianco quentatore era il futuro mini- una lettura tutta sua su alcuni
e Sandra Rizza stro della Difesa Attilio Ruf- dei più eclatanti delitti a Pa-
Palermo fini, che visitava con assiduità lermo negli anni Settanta e
l’attico di via Sciuti ed era de- Ottanta. Nei dettagli, don Vi-
delitti De Mauro, scritto come una persona to sembra sapere molto po-

“I Scaglione, Mattarella
e Dalla Chiesa hanno
un’unica regia, con
mandanti romani, e Cosa no-
stra per la prima volta si oc-
“mite e gioviale” che don Vito
si divertiva a maltrattare, al
punto che oggi Massimo ri-
corda di quando Ruffini “se
ne andava a piagnucolare con
co. E così Massimo Ciancimi-
no, interpellato sul delitto De
Mauro, si limita a riferire che
il giornalista aveva chiesto al
padre di prendere per lui un
“trascorrevano insieme le va-
canze nella stazione termale
di Montecatini”. E “avevano
Massimo Ciancimino in aula a Palermo (FOTO ANSA)

dere all’amico procuratore di


esaminare un fascicolo che ri-
guardava il boss corleonese,
dei carabinieri’’ e per dimo-
strarlo ha chiesto la citazione
in aula del prefetto Mario Mo-
cupa solo della parte logisti- mia madre per l’atteggiamen- appuntamento con il procu- assistito insieme, con le fami- “per tentare di ottenere una ri, del generale Antonio Su-
ca’’. Nell’aula bunker del- to rude di mio padre”. ratore di Palermo Pietro Sca- glie, davanti alla tv, nell’estate revisione processuale”. Sca- branni e del colonnello Giu-
l’Ucciardone di Palermo, de- Tra ministri, magistrati, 007 e glione (che poi avrebbe in- del ’69, allo sbarco sulla lu- glione rifiutò e il fascicolo di seppe de Donno. Il pm Sergio
ponendo per otto ore nel padrini, il furbo Ciancimino contrato ugualmente pochi na”. Quando Scaglione prese Liggio, dice Massimo, “passò De Montis, dal canto suo, ha
processo per l’uccisione del si ritaglia un ruolo di privi- giorni prima di sparire il 16 in mano l’indagine sulla mor- ad un altro magistrato, Salva- chiamato sul pretorio la ve-
giornalista de L’Ora Mauro De legiato osservatore che gli settembre del ‘70), ma che te di De Mauro, don Vito sentì tore Palazzolo”. Su quel de- dova di don Vito, Epifania Sil-
Mauro, il superteste Massi- permette di offrire al figlio don Vito tergiversava con la necessità di avvertirlo del litto l’ex sindaco andò a chie- via Scardino.
mo Ciancimino rilancia le l’intenzione di ignorare la ri- “vero spessore dell’avvocato dere spiegazioni al boss Pro-
convinzioni del padre sui chiesta, “così come spesso fa- Vito Guarrasi”. Il potente e venzano. E quello, riferisce
corleonesi stragisti telegui-
dati da un terzo livello roma-
“Input dalle ceva con i giornalisti, ed in
particolare quelli de L’Ora“.
misterioso professionista di
Palermo al centro di mille af-
Massimo, lo gelò: “Domanda-
lo ai tuoi amici romani”. An-
Il difensore
no.
Una tesi attuale che ha acce-
istituzioni Sull’uccisione del capo della
Procura, assassinato in via
fari e sospetti, era – secondo
don Vito – il suo “alter ego”,
che il boss Stefano Bontade
poco dopo gli confermò che i
del boss:
so la curiosità dei magistrati
nisseni e palermitani che sul-
per gli omicidi Cappuccini il 5 maggio del
’71, don Vito appare invece
cioè un mediatore tra le isti-
tuzioni e i mafiosi, però “del-
delitti De Mauro e Scaglione
“erano stati commissionati da
“Ricostruzioni
l’argomento hanno interro- piu’ informato. E qui Massi- l’ala antagonista”, quella di Roma’’ e che “avevano dovu-
gato a lungo il figlio di don De Mauro, mo apre uno squarcio scon- Riina. to farli’’. fantasiose,
Vito secretando, come han- certante su una Palermo in Sono tutte ricostruzioni fan-
no detto in aula i suoi legali, i Scaglione, cui il procuratore della re- QUANDO POI Scaglione tasiose, secondo Luca Cianfe- don Vito storico
verbali. pubblica e il politico citato a fu ammazzato, don Vito pian- roni, il difensore di Totò Rii-
Quelle riferite in aula da Mas- Mattarella e lungo negli atti dell’antimafia se e “si sentì in colpa”: era na, unico imputato del pro- informatore
simo Ciancimino sono con- erano amici di famiglia. Anzi, stato lui, infatti, raccogliendo cesso, che considera don Vi-
vinzioni maturate dal padre Dalla Chiesa” come dice il figlio di don Vito, una richiesta di Liggio, a chie- to “uno storico informatore dei Carabinieri”
dopo che nel 1970, a cavallo
della sua elezione a sindaco
di Palermo nel novembre di
quell’anno, venne convoca-
to a Roma dall’allora mini-
stro dell’Interno Franco Re-
Lombardo: “Mai soldi dalla criminalità”
stivo e da Attilio Ruffini, poi IL GOVERNATORE DELLA SICILIA SI ASSOLVE CON LA STAMPA: “I PM NON VOGLIONO INTERROGARMI”
ministro della Difesa, per fa-
re quello che il figlio ha de- di Giuseppe Giustolisi gomentazioni difensive”, ha detto lecca e invece ottenni una barca di voti. del Mpa anche lui arrestato per mafia.
finito “un salto di qualita”. D’Agata. E su queste parole si conden- Avola è un pentito inaffidabile, peral- “Successivamente mi accostò Alfio Sti-
i ritiene vittima di un’aggressione sa il mistero di un’inchiesta che dura ro, che non ho mai conosciuto, e mi
FINO AD ALLORA, tra
don Vito e i suoi “compaesa-
Sti politico-mediatica senza preceden-
il governatore siciliano Raffaele
da più di tre anni, con in mezzo una
richiesta di archiviazione respinta per
tro smentito dai collaboranti Ferone e
Chiavetta”. Ma sorvola sul particolare
della macchina di cui, secondo il pen-
chiese una mano per il genero, che si
presentava alle elezioni per il Comune
ni”, gli uomini del clan di Lu- Lombardo, che ieri, nel corso di una ben due volte dal Gip e le notizie dif- tito, era in possesso il governatore e sul di Gravina di Catania. Risposi che ero
ciano Liggio, c’erano stati sol- conferenza stampa fiume tenuta a Pa- fuse dai media di una richiesta di ar- quale Avola avrebbe offerto ai pm, co- impegnato con altri candidati. Il gene-
tanto “contatti limitati ad in- lazzo d’Orleans, sede della Presidenza resto a carico del Governatore e di una me conferma anche il suo legale, più di ro di Stiro non venne eletto”.
teressi di natura amministra- della Regione, ha ribattuto alle accuse spaccatura tra i pm sulla conduzione un riscontro. “Pago il mio disimpegno Il presunto pestaggio subito dal fratel-
tiva in ambito cittadino e re- mossegli dalla Procura di Catania di dell’indagine, notizie entrambe pun- dal governo Berlusconi”, butta lì Lom- lo Angelo? “Ma, secondo voi, se fosse
gionale”. Ma da quel momen- avere intrattenuto insieme al fratello tualmente smentite dai magistrati. bardo ma non nega però di avere in- stato vittima di un pestaggio si sarebbe
to, secondo il racconto del fi- Angelo “in punto di fatto rapporti sta- contrato qualche volta alcuni dei per- fatto curare in ospedale? Sono tutte in-
glio, don Vito fu incaricato di bili con Cosa Nostra”. Accuse che fi- “HO CHIESTO alla Procura di esse- sonaggi coinvolti nell’inchiesta della venzioni. Mio fratello è stato curato in
“stabilire un contatto priori- nora però non si sono concretizzate in re interrogato ma mi è stato risposto Procura di Catania “Iblis” che ha por- ospedale perché soffre di ipertensio-
tario con i corleonesi per mo- nessun tipo di iniziativa processuale, che non era il momento”, ha esordito tato alcuni giorni fa all’arresto per ma- ne. Pensate che medici e operatori sa-
nitorare alcune situazioni e come del resto ha specificato in una Lombardo in conferenza stampa. Poi fia di 47 persone. “Però non ho mai pre- nitari possano essere tutti complici nel
costruire un rapporto di precedente conferenza stampa il Pro- ha attaccato il pentito Maurizio Avola so soldi dalla mafia per finanziare una coprire un pestaggio?”.
scambio di informazioni”. curatore della Repubblica di Catania (già querelato per calunnia) che è il suo campagna elettorale”, sottolinea Lom- Sui rapporti col boss di Enna Raffaele
Venne incaricato, cioè, di “te- Enzo D’Agata. “Allo stato non ci sono grande accusatore: “Sostiene che nella bardo che a proposito dei suoi rapporti Bevilacqua, suffragati dall’esistenza di
nere a bada i boss Liggio, Rii- elementi che possano resistere alle ar- campagna elettorale del 1991 io feci ci- con alcuni degli inquisiti aggiunge: “Si alcune intercettazioni, è un po’ più va-
na e Provenzano”. Risale a tratta persone con le quali il rapporto go: “L’avrei incontrato nelle ore di mag-
quel periodo l’origine dei nasce in politica”. gior traffico e se mai mi fossi incontrato
suoi contatti con il misterioso
“signor Franco”, che gli viene
Ha ammesso L’INCONTRO COL BOSS catane-
con lui l’unico argomento trattato, co-
me confermato dalle intercettazioni, è
presentato insieme ad altre
persone “che per lui erano gli
di aver avuto se Rosario Di Dio? “E’un consigliere co-
munale di Castel di Judica in provincia
quello di un aiuto al figlio per fargli fare
una domanda all’aeroporto. Può esse-
intermediari con le istituzio-
ni”.
“rapporti politici” di Catania. L’ho incontrato nel suo di-
stributore di benzina sulla Catania-Ge-
re che anche lui sia venuto a casa mia
ma non in un’ora della notte. In ogni
Don Vito, dunque, viene de- la solo per prendere un caffé e non sa- caso se io posso aiutare il figlio di una
scritto dal figlio come una con personaggi pevo che fosse sorvegliato speciale”. persona che ha una grave situazione
sorta di informatore ad altis- Lombardo ammette anche l’incontro giudiziaria io lo aiuto, anche perché
simi livelli, con un piede den- coinvolti con Alfio Stiro, referente del boss ca- non segua le orme del padre. Certo og-
tro Cosa nostra e l’altro nello tanese Salvatore Tuccio, che il fratello gi non lo rifarei piu”. Clientelare sì, ma-
Stato. Suo amico era il pro- nell’inchiesta Angelo avrebbe incontrato durante un fioso mai. “Noi la mafia l’abbiamo com-
curatore di Palermo Pietro pranzo organizzato nella villa del geo- battuta coi provvedimenti del mio go-
Scaglione, suo assiduo fre- di Catania “Iblis” logo Giovanni Barbagallo, esponente verno”.
Sabato 20 novembre 2010 pagina 3

V
IL PREMIER E LA MAFIA

ittorio Mangano, lo “stalliere” di pressioni dei magistrati che volevano accusasse Spatuzza. E insulta chi scrive perché gli chiede
Vittorio Mangano, Arcore, era un boss della famiglia Berlusconi e lo stesso senatore. Era l’8 aprile conto di quell’appellativo: “ Testa di c..., lo
palermitana di Porta Nuova, 2008 quando pronuncia quella parola. ripeto. Mangano è stato e-ro-i-co”. Il 29 giugno
condannato all’ergastolo per duplice omicidio. L’indomani la ripete il Cavaliere. Dell’Utri scorso, nel giorno della sua condanna in
il suo “eroe” Una “testa di ponte dell’organizzazione torna a parlare del suo “ eroe” altre volte. Il 29 appello, Dell’Utri ci ricasca: “Mangano era una
mafiosa nel Nord Italia”, aveva detto novembre 2009 alla trasmissione di Lucia persona in carcere, ammalata, invitata più volte
Borsellino. Ma per Dell’Utri è un “eroe” Annunziata, il 4 dicembre 2009 nell’aula bunker a parlare di Berlusconi e di me si è sempre
che non ha mai parlato perché da detenuto ha resistito, dice lui, alle di Torino, dopo la deposizione di Gaspare rifiutato di farlo. È stato il mio eroe”. a.masc .

IL MEDIATORE CON I BOSS


Le motivazioni della condanna a 7 anni per Dell’Utri
I giudici: “È l’anello di congiunzione tra Cosa Nostra e B.”
di Marco Lillo per la sua assai limitata, se non
e Giuseppe Lo Bianco del tutto insussistente, consi-
stenza oltre che per la manifesta
er quasi vent'anni Silvio

P
genericità”. Secondo la Corte di
Berlusconi ha preferito Appello, Spatuzza ha parlato
pagare la mafia pur di non troppo tardi di quell’incontro e i
denunciare le estorsioni riferimenti a Dell’Utri e Berlu-
subite: dall'arrivo di Vittorio sconi sono poco credibili per-
Mangano ad Arcore al pizzo del- ché giunti in ritardo. In pratica
le antenne palermitane dei pri- la paura di dire tutto subito, che
mi anni '80. Se fosse iscritto a è già costata lo status di collabo-
Confindustria dovrebbe essere ratore di giustizia a Gaspare Spa-
immediatamente espulso. Per tuzza, invece di rappresentare
garantirsi la tranquillità ha in- un riscontro della credibilità
contrato a pranzo boss del ca- delle affermazioni rese (che nes-
libro di Bontade e Teresi, e si è sun vantaggio hanno comporta-
persino vantato con i carabinie- to per il collaboratore) rende
ri di pagare i criminali per stare poco credibili le dichiarazioni
tranquillo: ''via, maresciallo, tardive. Al pentito che ha sem-
per trenta milioni...!''. Lo ha fat- pre affermato di avere atteso un
to grazie alla ''mediazione'' del anno per raccontare quello che
suo braccio destro, Marcello sapeva sui politici per paura del-
Dell'Utri, condannato per ma- le conseguenze negative sulla
fia a sette anni nel giugno scor- Marcello Dell’Utri durante il processo ( FOTO ANSA) sua sorte (poi puntualmente ve-
so. Non sono le parole di una rificatesi) la Corte ribatte a brut-
''toga rossa', ma quelle della LE REAZIONI to muso: “Ne consegue che, se
corte di appello di Palermo che le dichiarazioni differenti rese
ha depositato in 641 pagine le in dibattimento alla Corte devo-
motivazioni della condanna del
senatore Marcello Dell'Utri a
sette anni per concorso in as-
aLa difesa del Pdl, l’imbarazzo di Fli no ritenersi comunque utilizza-
bili, il giudizio sull’attendibilità
intrinseca dello Spatuzza, con
sociazione mafiosa da cui di Giampiero Calapà votare la fiducia a un governo il cui premier viene descritto come vicino riferimento a quanto dallo stes-
emerge un quadro sconcertan- alla mafia da una corte. E Gianfranco Fini smetta di tergiversare se ha so affermato sui fatti ritenuti di
te dei rapporti tra Berlusconi e DAI TITOLI DEL TG1 di Minzolini delle 20, ieri le motivazioni della davvero a cuore le sorti della democrazia”. Se nella maggioranza i finiani rilievo nel presente giudizio,
Cosa Nostra. E l pm che ha so- sentenza Dell’Utri sono sparite, nonostante un’ampia finestra sulla mafia mostrano grande imbarazzo, all’opposizione l’Udc non è da meno. Per non può che essere
stenuto l’accusa in primo gra- (Lombardo si difende; il casalese Sandokan scrisse a Scalfaro nel ‘93 sulla Roberto Rao “si tratta di cose prevedibili, non siamo sorpresi” e il negativo”.
do, Antonio Ingroia, commen- Trattativa; il ministro Alfano firma il 41 bis per Iovine). Dieci minuti portavoce del segretario Lorenzo Cesa chiarisce la posizione del partito
ta: “non posso che esprimere dall’inizio del telegiornale e la conduttrice legge la nota d’agenzia (la prima centrista (che insieme ai finiani e all’Api di Rutelli si propone come terzo SEMPRE sui rapporti con i
soddisfazione perchè è un’ulte- Ansa è delle 19,32). Silenzio dall’ammiraglia informativa della Rai, silenzio polo proprio in questi giorni): “Cesa non interviene, in linea di massima boss Giuseppe e Filippo Gravia-
riore conferma della bontà del- da una parte della politica. I più prudenti sono i “finiani”, Adolfo Urso queste cose non le commentiamo”. Il Partito democratico parla di no, la Corte svaluta l’episodio
l’impianto accusatorio del pro- elude la domanda di Lilli Gruber a Ottoemezzo su La7, mentre tutti gli altri “sentenza choc, i cittadini hanno il diritto di sapere” (Donatella Ferranti), del provino del giovane calcia-
cesso di primo grado". E cioe' da Carmelo Briguglio a Italo Bocchino a Flavia Perina, ieri sera, a caldo di “quadro inquietante: ragione in più per aprire una nuova stagione tore Gaetano D’Agostino. Se-
che quella del suo braccio de- non nascondano l’imbarazzo: “Voglio capire prima bene la cosa”. Dal Pdl, politica” (Andrea Orlando) e Emanuele Fiano chiede un commento al condo il Tribunale era provato
stro, Marcello Dell'Utri, non era invece, Daniele Capezzone parla di “sentenza ingiusta” e invoca una “ministro degli Interni Roberto Maroni, fortemente impegnato nella che il piccolo e promettente
un’innocua amicizia con Vitto- “Cassazione più coraggiosa”, mentre il senatore Carlo Vizzini ritiene che battaglia anti-mafia sul ruolo del senatore Dell’Utri, fondatore di Forza giocatore, figlio di un favoreg-
rio Mangano, il suo ''eroe'', sog- “se Dell’Utri si è macchiato di questo reato, che dire grave è poca cosa, Italia, alleato di governo della Lega e braccio destro del premier giatore dei Graviano (allora ave-
getto dalle parentele “ingom- bisognerà trarne le conseguenze; invece Berlusconi mi risulta che non sia Berlusconi, così come è stato descritto chiaramente dalla sentenza”. va 10 anni) era stato raccoman-
branti”. neppure imputato e non credo che la Procura di Palermo abbia mai Mentre per Claudio Fava (Sel) “siamo ben al di là della soglia di tolleranza dato da Marcello Dell’Utri. Per la
voluto favorirlo”. Dall’Italia dei valori Antonio Di Pietro fa un appello al democratica“. Il Parlamento con un atto di dignità renda giustizia agli Corte di Appello invece non è
NON ERA ''una sporadica fre- Parlamento: “Spero che adesso 316 parlamentari non si presteranno a italiani al più presto”. così.
quentazione con un emergente Ma la Corte smonta anche la pro-
esponente mafioso: no, Marcel- va regina della mediazione di
lo Dell'Utri, scrivono i giudici, rettamente ai vertici della po- Ma, chiariscono subito dopo i cosa nostra e l’imputato Marcel- partito, avrebbe ottenuto con- Dell’Utri nei rapporti tra mafia e
''ricorrendo all’amico Gaetano tente criminalità organizzata si- giudici, si tratto' di una ben sin- lo Dell’Utri”. Così la Corte di Ap- creti vantaggi”. La risposta è ne- Berlusconi nella fase della disce-
Cinà ed alle sue autorevoli cono- ciliana - scrivono i giudici - Del- golare estorsione, perche' con- pello di Palermo concede a Mar- gativa ed è basata su un’inter- sa in campo: gli appunti sugli in-
scenze e parentele, ha svolto la l'Utri ha fornito un indubbio, ri- divisa, e a tratti cercata, dallo cello Dell’Utri un’assoluzione pretazione riduttiva di tutti gli contri con lo stalliere di Arcore,
contestata attività di “mediazio- levante ed insostituibile contri- stesso Berlusconi: ''Si ha confer- per la fase politica del suo impe- elementi raccolti dall’accusa e Vittorio Mangano. Secondo il
ne” operando come specifico buto all’associazione mafiosa ma quindi che almeno in quegli gno in favore di Silvio Berlusco- valorizzati dalla sentenza di pri- Tribunale nel suo interrogato-
canale di collegamento tra l’as- cosa nostra consentendo ad es- anni ’70 e ’80 - e' scritto nella ni sul fronte siciliano. Questa mo grado. A partire dalle dichia- rio era stato lo stesso Dell’Utri
sociazione mafiosa cosa nostra, sa di imporre ed attuare la con- sentenza - il Berlusconi, pur di frase rappresenta però anche razioni di Gaspare Spatuzza sul ad ammettere quegli incontri
in persona di Stefano Bontate, sueta attività estorsiva ai danni stare tranquillo, preferisse tro- un argomento potentissimo da celebre incontro al bar Doney con Mangano a Milano, proprio
all’epoca uno dei suoi più auto- del facoltoso imprenditore mi- vare soluzioni accomodanti su- spendere sul fronte mediatico con il boss Giuseppe Graviano, nella fase in cui i mafiosi cerca-
revoli esponenti, e Silvio Berlu- lanese al quale, secondo le usua- bendo ed accettando richieste che i giudici consegnano a Ber- euforico perché aveva “il paese vano conferme e impegni dalla
sconi, imprenditore milanese in li modalità operative del sodali- estorsive piuttosto che rifiutar- lusconi. Per sanare tutto quello nella mani grazie a Berlusconi e nascente formazione politica.
rapida ascesa economica in zio criminale, furono sistemati- le denunciando i fatti all’Autori- che è stato finora scritto, testi- Dell’Utri”. Per la Corte “il prete- Per la Corte di appello invece
quella ricca regione''. E dunque camente estorte per quasi due tà''. Emblematica, al riguardo, la moniato e intercettato sui rap- so contributo di Spatuzza, pur “emerge dunque con assoluta
Mangano fu assunto ad Arcore decenni ingenti somme di dena- telefonata con Dell'Utri del 29 porti tra Forza Italia e la mafia e preceduto da una rilevante atte- ed incontestabile chiarezza dal-
come "stalliere" non tanto per ro in cambio della “protezione” novembre poche ore dopo l’e- sul ruolo di Dell’Utri i giudici im- sa anche mediatica, si è conno- l’esame del verbale di interroga-
accudire i cavalli ma per garan- alla sua persona ed ai familiari''. spolosione dell’ordigno collo- piegano poco meno di 300 pa- tato invece conclusivamente torio che Marcello Dell’Utri non
tire l'incolumità di Silvio Berlu- cato sulla recinzione della villa gine. ha affatto ammesso di avere avu-
sconi'', "avviando un rapporto di via Rovani a Milano. Berlusco- to con Vittorio Mangano quei
parassitario protrattosi per qua- ni, ridendo, riferiva al suo inter- LA CORTE d’appello non me- due incontri del 2 e del 30 no-
si due decenni". Berlusconi
avrebbe pagato "ingenti somme
Il senatore locutore il contenuto del collo-
quio già avuto con i Carabinieri
te in discussione l’appoggio del-
la mafia a Forza Italia dichiarato
Il procuratore vembre 1993 che invece la sen-
tenza appellata ha ritenuto es-
di denaro in cambio della pro-
tezione alla sua persona e ai fa-
teneva i rapporti di Monza: Ah, si? In teoria, se mi
avesse telefonato, io trenta mi-
in coro da decine di pentiti e te-
stimoniato dalle intercettazio-
Ingroia: sersi verificati sia sulla base di
una interpretazione delle anno-
miliari". La vicenda dei paga-
menti da parte del Cavaliere si
con Bontate lioni glieli davo!" (ride). Scanda-
lizzatissimi: "Come, trenta mi-
ni. Ma si chiedono “se questa fu
adesione spontanea” ovvero se
”È un’ulteriore tazioni sul brogliaccio della se-
gretaria che deve ritenersi del
intreccia, secondo i giudici, con lioni? Come? Lei non glieli deve sussistano “prove dimostrative tutto errata”. Per sostenere que-
altri versamenti per la "messa a e gli altri padrini dare che poi noi lo arrestiamo!". del fatto che l’imputato Marcel- conferma sta tesi, i giudici arrivano a so-
posto" della Fininvest che all'i- dico: "Ma no, su, per trenta mi- lo Dell’Utri, relazionandosi con stenere che in uno dei due ap-
nizio degli anni '80 aveva comin- “Pagate da lioni!" esponenti mafiosi, abbia contri- della bontà punti era indicato solo il cogno-
ciato a gestire alcune emittenti “Non e’ stata acquisita prova buito, con accordi e promesse, me. E dunque poteva trattarsi di
televisive in Sicilia. 'Sfruttando Berlusconi certa, nè concretamente ap- a suscitare o anche rafforzare il dell’impianto un altro Mangano, presente an-
proprio quell’amicizia e quel prezzabile, del preteso accordo convincimento che Cosa no- che lui sulle agende di Dell’Utri:
rapporto che lo collegavano di- ingenti somme” politico-mafioso stipulato tra stra, offrendo sostegno al nuovo accusatorio” Roberto, non Vittorio.
pagina 4 Sabato 20 novembre 2010

“N
EX MAGGIORANZA

on capisco come qualcuno si fenomeno calabrese o siciliano – prosegue Fini – mafiose nel mondo delle banche, della politica, delle
Fini: “La mafia al Nord? possa indignare se c'è chi significa non avere letto una riga delle centinaia di istituzioni. Io mi meraviglio di chi si meraviglia”. Poi,
dice che la mafia è anche al migliaia di pagine degli atti giudiziari. La mafia è qualche minuto più tardi ha aggiunto di aver “molto
Nord. Non è una polemica contro un partito o ovunque si muovano dei soldi, le organizzazioni apprezzato Maroni quando ha detto che non
Mi meraviglio contro un territorio nazionale”. Così, il presidente criminali cercano di prosperare in ogni parte d’Italia intende alimentare delle polemiche, che non
della Camera Gianfranco Fini ha detto la sua sulle e d’Europa. La mafia è un fenomeno globale, quindi avrebbero ragione d’essere. E lo stesso Saviano ha
infiltrazioni della malavita al Nord denunciate da evitiamo polemiche inutili”. “Dalle inchieste – detto che Maroni è un ministro fortemente e
di chi si meraviglia” Roberto Saviano. “Pensare che la mafia sia solo un conclude – emergono tentativi di infiltrazioni positivamente impegnato contro la mafia”.

“CI BOMBARDANO
Il deputato Fli Fabio Granata (FOTO ANSA)
Al centro, Saviano e Maroni visti da Emanuele
Fucecchi. In basso, Beppe Grillo ( FOTO ANSA)

Ah sì? Tutti a parlare di noi, e in-


tanto il Pdl perde una di presti-

DI OFFERTE, MA NON
gio come la Carfagna.
Lo avrebbe detto anche se
restava?
Ma certo. Se ne va perché è una
persona perbene, che non poteva
convivere con l’oscurità del siste-

SIAMO IN VENDITA”
ma Cosentino. Per loro è un colpo
micidiale.
Dice?
Certo. Mara non poteva accet-
tare ordini da una persona de-
stinataria di una richiesta di ar-
resto.
Il finiano Granata e il Parlamento Dica la verità, un po’ di paura
ce l’ha.
Guardi, purtroppo i più inquieti,
dei seggi messi all’asta la figura del disperato sono i depu-
tati pidiellini del Nord. È dura
combattere sapendo che, anche
norevole Granata, è quando tutto è finito, ti prendi il La conosco poco. Ma abbastanza Forse il giorno prima. E se dice di Mi faccia degli esempi. se vinci, darai il tuo posto a uno

“O vero che Fini ha


adombrato una paci-
ficazione con Berlu-
sconi perché vi stavano spol-
pando il gruppo?
posto lasciato da Urso.
Bella tentazione, il governo...
Di nuovo: se glielo sto raccontan-
do è perché non ha funzionato.
Le offerte più truci e materiali si
per dire che non si mette all’a-
sta.
Dicono anche che Fini fa qual-
che terzo grado ai deputati,
nel suo ufficio.
non dare la fiducia, lo faranno tut-
ti.
Cosa dovrebbe decidere?
Votare la sfiducia, ovvio.
È diventato antiberlusconia-
Ancora ci raccontano il governo
del fare: e intanto un pezzo di
paese è sotto l’acqua dell’alluvio-
ne in Veneto, un altro pezzo, è
sotto le macerie simboliche di
della Lega.
Lei con la Lega...
Si sbaglia, ho molto rispetto. Mi
è piaciuta la reazione di Maroni,
uno che si sente infangato dalle
Nemmeno per sogno. Primo: Fi- fanno ai peones del gruppo mi- Mi fa ridere. Se non parla è algido. no? Pompei, l’ultimo frammento, il accuse di collusione mafiosa e
ni non ha adombrato niente. Se- sto. Noi veniamo da una storia Se parla lo dipingono come un ka- Il racconto solipsistico e crepu- sud, è sotto i rifiuti. vuole difendere il suo onore.
condo: il nostro gruppo, malgra- politica antica, non ci hanno rac- pò torturatore. Non riescono ad scolare del premier e dei suoi fe- Siete divisi, però. La stupisce?
do tutte le invettive che ci inse- cattato all’ufficio personale di accettare che siamo uomini libe- delissimi, tipo la Santanchè non A Perugia non ricordo un solo È esattamente il contrario del mo-
guono, resta compatto. Mediaset o Publitalia. ri. corrisponde alla realtà del pae- intervento contrario a Fini. dello berlusconiano, che in questi
Che aria c’è a Montecitorio? E la Polidori? Dicono che la Quando deciderà cosa vota- se. È il paese dei balocchi e ha Magari dissentono in silen- anni ha fatto dell’illegalità un van-
Un clima cupo, atteggiamenti da stiano bombardando. re? l’unico difetto di non esistere. zio. to. lu.tel.
basso impero e tentazione di cu-
pio dissolvi, da parte dei pretoriani
berlusconiani. ALLA FACCIA DEL BAVAGLIO
L’onorevole Santanchè dice
che molti di voi le chiedono di LUNEDÌ sera sarà ospite di ampio spazio. L’intervento di
passare dall’altra parte.
Guerra psicologica.
ROBERTO ROBERTO ‘Vieni via con me’: il ministro
Maroni ha ottenuto il diritto
Saviano sulle infiltrazioni tra
malavita e leghisti, lunedì, è
Intanto hanno già festeggiato di replica che chiede da una durato mezz’ora. Per Maroni,
un figliol prodigo.
Se posso parafrasare Leo Longa-
SAVIANO MARONI settimana, da quando Rober-
to Saviano, nel suo monologo
esclusi i servizi sui tg - anche
quelli sull’arresto del boss dei
nesi, devo dire che sono molto in- in tv, ha spiegato i rapporti tra Casalesi Antonio Iovine - ci
teressato a un aspetto dei discor- Lega e ‘ndrangheta al Nord. sono quasi tre ore di video già
si della Santanchè... Tutti soddisfatti: il direttore di occupate. Il ministro è stato
Quale? Raitre Ruffini che lo ha invi- ospite (unico) di ‘Matrix’
Le pause tra il nulla e il nulla, tato - ma solo per leggere un mercoledì (1h15m44s), di
quando parla. elenco, come hanno fatto Fini ‘Porta a Porta’ giovedì (21 mi-
Battuta perfida. e Bersani - il presidente della nuti quelli in diretta dal Vimi-
Ci siamo scocciati di sentirci fare Rai Zavoli e il direttore gene- nale), de ‘L’ultima parola’ ve-
la predica sul tradimento degli rale Mauro Masi, che ha rin- nerdì (36 i minuti previsti in

0.32.09 2.45.44
elettori da parte di una che ha graziato il ministro per aver scaletta). Domani sarà a ‘In
preso un milione di voti contro accettato l’invito. In attesa mezz’ora’. Lunedì leggerà il
Berlusconi e adesso si è ritagliata dell’elenco di lunedì, però, la suo elenco da Fazio e Saviano
questo curioso ruolo di cane da tv pubblica e privata alle re- per godere finalmente del
guardia del padrone. pliche del ministro ha già dato meritato diritto di replica.
Però alcuni tentennano...
Non tentenna nessuno.
Metterebbe la mano sul fuo-
co per Menia?
Lo conosco da una vita, è un sol-
dato politico, un uomo cresciuto
nell’idea della lealtà e dell’onore.
Uno che dice onestamente le sue
Grillo: “Saviano fa godere B. come un riccio”
riserve, ma non tradirebbe mai la E ALLA FINE IL MINISTRO MARONI OTTIENE L’INVITO A ‘VIENI VIA CON ME’: LEGGERÀ UN ELENCO
sua squadra e Fini.
È pronto a giurare anche su di Beatrice Borromeo me lo deve pur fare, altrimenti si fa gna un sacco di soldi. Se aggiungiamo lusconi?”, è il post di Anto. E ancora:
Moffa? solo tirare in mezzo”. Il riferimento è che Saviano non fa i nomi dei politici “Purtroppo me l’aspettavo questo ti-
Io so che Silvano non vorrebbe all’ultima puntata di Vieni via con me,
votare la fiducia. Ma viene da
troppo lontano e ha uno spesso-
Gno liliRoberto
attacchi a Roberto Saviano? Ce
si aspetta dal ministro dell’Inter-
Maroni – con cui lo scrit-
quando il racconto delle commistio-
ni tra la ‘ndrangheta e la Lega in Lom-
collusi, né in Lombardia né in Parla-
mento, è chiaro che poi il nano gode
come un riccio”. Nessun fischio, nes-
po di commento sul blog, e mi viene
voglia di mandare tutti affan...” pro-
voca Pietro. Solo due i post favorevo-
re culturale troppo alto per man- tore ieri ha fatto pace (invitandolo a bardia è rimasto privo di volti e iden- sun applauso. Anche perché il pub- li, di Riccardo e dell’utente “sono sco-
dare all’aria un progetto politico leggere un elenco nella puntata di lu- tità note. Ma, complici gli attacchi e le blico di Grillo e quello di Saviano raggiato”: “Il dio denaro ha conver-
in cui crede per un voto. nedì) – ma non da Beppe Grillo. Ap- minacce di querela del ministro del- spesso coincidono. tito tutti. Non si possono sentire Be-
È vero che c’è un suq, il cal- pena dieci minuti dopo l’inizio della l’Interno Roberto Maroni, il pubblico nigni (Medusa) e Saviano (Mondado-
ciomercato? quarta e ultima tappa romana del suo ha accolto con molta freddezza la po- MA SE IN SALA nessuno ha il co- ri) nella trasmissione (Endemol) par-
Oh sì! Io ho una singolare fortu- spettacolo – Beppe Grillo is back – il lemica. La gente, gran parte erano ra- raggio di protestare, sul sito beppegril- lare di antimafia e antiberlusconi-
na: visto che mi considerano ir- comico genovese fa ammutolire il gazzi, si è guardata con la faccia stu- lo.it quasi la totalità dei commenti al smo” e “Viva la coerenza!”.
recuperabile non mi fanno prof- suo pubblico: “Saviano? Fa godere il pita, ha bisbigliato “boh”, è tornata a post “Il banco Endemol vince sem-
ferte. Gli altri son bombardati. nano come un riccio”. fissare Grillo aspettando una spiega- pre” si schiera con lo scrittore. “Ma NESSUNO S’INTERROGA pe-
È vero che si offrono anche zione. E il rincaro è arrivato subito: neanche Saviano va più bene? – scri- rò sui reali guadagni di Endemol, che
soldi? EPPURE c’erano 3.500 persone, al “Signori! Italiani! Aprite gli occhi: Vie- ve Elisabetta – Grillo, io sono tua fan, certamente ha un ritorno d’immagi-
Vuole che le spieghi come si fa ad Gran Teatro (tutto esaurito) di Roma, ni via con me lo produce Endemol, e seguo il blog, ti sovvenziono, e tu stai ne per aver prodotto un programma
offrire soldi senza lasciare le im- pronte ad applaudire appena si è fat- chi è Endemol? È Berlusconi. Il pro- a guardare quanto guadagna lui? Que- di successo ma che ha stipulato i con-
pronte digitali? to il nome dello scrittore di Gomorra. E gramma fa ste critiche le fanno solo Libero e il tratti prima della messa in onda. Nel
Me lo dica. rimaste invece con le mani a mezz’a- ascolti altissi- Giornale... fate voi”. Scrive Grillo dopo caso venissero confermate nuove
Vanno da uno dei nostri, Di Bia- ria. Grillo ha spiegato: “Saviano, che mi: quindi Ber- la prima puntata di Vieni via con me: puntate di Vieni via con me, visti gli
gio e gli propongono la direzione per carità è bravissimo, qualche no- lusconi guada- “Saviano e Fazio hanno avuto il 25 per ascolti, i nuovi contratti verrebbero
di una prestigiosa fondazione al- cento di share, con più di 7 milioni di certamente rivisti al rialzo. Ma così
l’estero. Non c’è corruzione. Ma spettatori. Ricordiamo che Mediaset, non sarà, perché ai dirigenti di Rai3,
dolo sì.
E Di Biagio?
“Roberto, qualche nome lo devi che è di Berlusconi, ha azioni Ende-
mol, e faccio notare che fra gli azio-
che avevano chiesto di prolungare la
trasmissione di altre quattro puntate,
Rifiuta. Altrimenti non lo direi.
Mi spieghi un altro sistema.
pur fare, altrimenti ti fai solo tirare nisti ci sono anche Telecinco e varie
scatole cinesi”. Ma i naviganti non
la Rai ha detto di no. Intanto i più con-
cilianti invitano alla tregua con un
Vanno da qualcuna delle nostre gradiscono: “Anche Benigni non va sondaggio: “Chi vuol vedere Grillo
colombe e gli dicono: fra 3 mesi, in mezzo”. Ma nessuno applaude più guardato, sennò ingrassiamo Ber- ospite di Saviano firmi qui”.
Sabato 20 novembre 2010 pagina 5

U
MAGGIORANZA?

na lunga telefonata con Mara Carfagna che io ritorni, cerca di capire che questo è un protocollare e con un fortissimo acquazzone che ha
“Pronto, Mara” per convincerla a ritirare la minaccia di momento delicatissimo e complicato. Sistemiamo paralizzato Lisbona. Non è la prima volta che
dimissioni. Sarebbe questa la ragione tutto”, avrebbe detto il premier al ministro per le Berlusconi si fa attendere a un vertice della Nato:
per cui il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è Pari opportunità. La telefonata, effettuata nell’aprile dello scorso anno, in occasione del
E Berlusconi fa di nuovo arrivato con quasi un’ora di ritardo al vertice della dall’aeroporto della città portoghese, sarebbe summit per il 60esimo anniversario
Nato di Lisbona, dove i lavori si sono aperti in sua andata avanti per quasi un’ora. Il cerimoniale di dell’organizzazione a Strasburgo-Kehl, fece aspettare
assenza. “Mara hai ragione. Su tutto. Io non voglio Palazzo Chigi ha invece tentato di giustificare il a lungo la cancelliera tedesca Angela Merkel, mentre
tardi al vertice Nato assolutamente che tu faccia passi indietro. Aspetta ritardo al vertice con questioni di ordine era impegnato in una conversazione al telefonino.

C’È MARETTA NEL PDL


Il ministro Carfagna pronta a lasciare l’esecutivo
“Accuse infamanti dai colleghi di partito”
di Luca Telese me è noto, erano più prosaiche) braccia: “Visto che per me è una ad ogni occasione, chiedendone
Sabina Guzzanti. Sempre nel no- grave rottura anche solo assumere esplicitamente la testa dopo la ri-
on l’addio di Mara, nel bene

C
me di Mara, Paolo Guzzanti postu- un’aspirina, si figuri”. Non era più chiesta di arresto: “Si deve dimet-
o nel male si chiuderebbe lava l’esistenza della “mignotto- l’ex velina che chiedeva ai condut- tere”. Berlusconi trovò un com-
un’era. E c’era qualcosa di crazia” sul filo della querela e della tori dei talk di risparmiarle il re- promesso. Addio al governo, ma
grottesco e insieme di tragi- contesa. Ma Maretta per Berlusco- pertorio di quando faceva la mi- riserva protetta nella poltrona pe-
co, ieri, nell’alto coro che si leva- ni era l’epifania, la rivoluzione crofonica per Mengacci. sante di coordinatore della Cam-
va dal Pdl per scongiurarla di re- possibile, l’idea che una seconda pania. Il resto è cronaca. Tre giorni
stare, elogiarla, appena si è diffu- generazione di pidielline, eugene- CHE LA GRINTA non le man- fa, in Transatlantico a Montecito-
sa la notizia di un possibile addio. ticamente corrette, avrebbe rige- casse si capì alle regionali. Maretta rio, Mara Carfagna, aveva avuto un
Ma anche nel fatto che lo stesso nerato con la forza della loro bel- diventava ambiziosa, e si metteva animato colloquio con il coordina-
coro si levasse per continuare ad a sfidare sul suo stesso terreno Ni- tore del Pdl, Denis Verdini, incaz-
infamarla, perché, come dice l’o- cola Cosentino, concedendosi il zata nera per il pizzino di Cirielli.
norevole Mario Pepe, uno dei La foto della discordia Due lusso di una candidatura. Ma dove Poi era arrivata la stoccata della
suoi acerrimi nemici, “si è sco- giorni fa il ministro Mara Carfagna vuole andare, sorridevano i suoi Mussolini, che la fotografava co-
perto che il rapporto intimo e di viene immortalata dall’onorevole avversari, e Cosentino veniva per- me per smascherare il suo rappor-
amicizia tra lei e Bocchino è con- Mussolini mentre chiacchiera con sino intercettato mentre faceva to con Bocchino, da cui aveva pre-
tinuato, e invece lei avrebbe do- Italo Bocchino. Per lei è la goccia che battute a doppio senso con i suoi, so la distanze in una intervista sen-
vuto troncarlo per rispetto a tut- fa traboccare il vaso FOTO DAGOSPIA scovate dal nostro Marco Lillo: za rompere. Tutti a piangerla ora:
to quello che Berlusconi ha fatto “Nel mio partito ci sono due ten- amici, nemici, coccodrilli. Ma con
per lei”. Ancora una volta siamo a denze. Quella Berlusconi... E quel- Mara, in ogni caso finisce un’era,
metà fra Shakespeare e i romanzi la Bocchinara, nel senso della Car- finisce la fase crepuscolare euge-
d’appendice. Con Mara finisce fagna”. Però la ministra stupiva netica del berlusconismo, e si ca-
un’era, se la ministra alla fine se tutti riuscendo a mettere insieme piva leggendo le parole commos-
ne va, perché sono bastate due 56 mila preferenze, un record. Co- se di Bondi o Frattini. Sì, con le di-
notizie di agenzia per far entrare me aveva fatto? Forte di questi voti missioni di Mara, se arriveranno
in fibrillazione tutto il centrode- iniziò a combattere contro il sot- davvero, si chiuderà un’era. Ma
stra. È, ovviamente un pizzino av- tosegretario di Casal di Principe non la sua. Quella del Cavaliere.
velenato, quello che il collega Ed-
mondo Cirielli - un altro dei de-
putati del sud che la odiano per la
sua guerra a Nicola Cosentino - LECCALECCA
aveva infilato in tutte le caselle
dei parlamentari per darle aper-
tamente della traditrice: “Ha già
Feltri, magister
in tasca un accordo con Futuro e
libertà, in Campania”. lezza e con occhi cerbiatteschi il
ciclo discendente del vecchio pa-
ca. Uno dei pochi ministri di Ber-
lusconi che era riuscita a portare a
Bocchino, e un consulente esper-
to, il sondaggista Gigi Crespi, che
elegantiarum
DIRE MARA Carfagna era co-
me evocare un simbolo. Non per
gli avversari del berlusconismo,
triarca. Collocata a sorpresa al mi-
nistero delle Pari opportunità, in-
vestita da accuse infamanti, la Car-
casa una legge degna di questo no-
me, quella sullo stalking.
la misero in condizione di realiz-
zare un contropiede sorprenden-
te. Quel giorno, davanti ad Alessio
V ile e proditorio attacco a Feltri. Un quoti-
diano milanese dedica due pagine al cor-
rosivo libro-intervista a Feltri curato da Stefano Lo-
ma per i suoi stessi cantori, per il fagna si costruiva la propria imma- IL GIORNO dopo l’invettiva di Vinci, l’inquietudine venne tradi- renzetto, che lo descrive come un uomo dalla “ri-
suo stesso profeta che l’aveva im- gine politica con le unghie e con i Piazza Navona, al contrario della ta dalle chiazze di sudore che le si cercata eleganza”, dalla “cura maniacale del detta-
maginata come un ricostituente denti. Acconciatura da intellet- Gelmini, che destinataria dello formavano sotto le ascelle tingen- glio”, dal proverbiale “stoicismo”, dall’“eloquio
dionisiaco per rinnovare l’imma- tuale della rive gauche, vestiti casti- stesso sospetto indicibile si som- do l’argentina color pastello. Un sempre vivido, sintetico, trasparente”, dal carattere
gine. “Quanto è intelligente Ma- gatissimi, full immersion nella merse in un prudente anonimato, giorno, intervistandola le feci una sempre “più pacato, più sereno. Dovrei dire più
retta, è la più brava di tutte!”, gri- giungla legislativa sotto la guida di la Carfagna scelse un’arena televi- domanda carognesca: “Sa cosa di- buono”. Segue la stroncatura firmata da tal Massi-
dava il leader del Pdl ai margini un alleato di ferro - Italo Bocchino siva, quella di Matrix, e andò a cono?”. E lei: “No”. “Che lei tiene miliano Parente: dopo aver precisato “sono stato io
delle riunioni di gruppo e nelle ce- - e di una precettrice esperta - Isa- combattere e ad esibire la sua in- gli occhi spalancati per eccesso di a chiedere a Feltri il favore di poterne scrivere” (per-
ne con i parlamentari, e giù lodi e bella Rauti, moglie di Gianni Ale- dignazione: “Trovo incredibile botulino o di droghe leggere”. Ma- messo accordato non senza una certa ritrosia),
battute. È arrivata al governo per- manno - che l’aveva seguita al mi- che a sinistra qualcuno possa pen- ra non fece un piega e sorrise: “Se il Parente scortica Feltri per “l’eleganza della
ché ha fatto cose inenarrabili, ac- nistero per lavorare nel suo dipar- sare di lucrare politicamente su permette, del botulino, avendo io semplicità e la naturalezza esistenziale profon-
cusava invece su pubblico palco, timento. Maretta aveva subito una una accusa così indegna e machi- trent’anni, non ho ancora biso- da, disincantata”, per la “vita da irregolare, in-
a Piazza Navona (ma le parole, co- vera e propria mutazione geneti- sta!”. Mara aveva dietro un regista, gno”. E delle droghe? Allargò le sofferente, ribelle, rivoluzionario”. Quale quo-
tidiano ha osato tanto? Ma naturalmente il Gior-
nale. Titolo: “Il vero Feltri raccontato da Feltri”,

Governo tecnico, Bossi alza il tiro recensito e anticipato dal Giornale di Feltri.
Quando si dice la “ricercata eleganza”.

IL SENATUR MINACCIA IL QUIRINALE. FINIANI DELUSI SUL WEB


di Sara Nicoli pre”. In poche parole, il Senatur guenza”. Ecco, però anche i mili- traria”. Messaggi minacciosi che si ge ancora, quota 161 contro 153,
non si ferma. E mentre Maroni si tanti non hanno capito granché di affastellano in uno scenario parla- mentre alla Camera, almeno al mo-

I“Seltimidazione
sapore è quello di una vera in-
al capo dello Stato.
il presidente della Repubblica
augura di avere Tremonti come
presidente del Consiglio, “ma do-
po le elezioni”, Bossi non perde
quel che sta pensando Fini quando
invoca “la responsabilità” di Berlu-
sconi. Ieri il sito di Generazione Ita-
mentare che vede ancora in pieno
svolgimento il “mercato delle vac-
che” di deputati e senatori. L’ope-
mento, quota 316 per il Cavaliere
resta ancora una chimera. Lui, però,
ci crede. E ieri, in viaggio verso Li-
– dice Bossi – facesse un governo l’occasione di sparare pesante con- lia è stato preso d’assalto da voci di razione reclutamento della Santan- sbona, l’ha ripetuto chiaro: “Bossi è
tecnico, provocherebbe una rea- tro Fini. Soprattutto adesso che tra- “delusione”, di “non capisco” e per- chè sta segnando il passo, non co- con me, se mi impediscono di go-
zione del Paese troppo forte”. Poi, spaiono spaccature nella pattuglia sino di “facciamo ridere” per chiu- me a Milano, dove l’unico finiano in vernare chiedo il voto”. Nella men-
un’altra frase sibilante: “Ma Napo- del presidente della Camera: “Fini dere con un sonoro “complimenti giunta Giampaolo Landi di Chiaven- te di Berlusconi, l’idea sarebbe
litano è saggio, non lo farà”. Nella e la sinistra – per Bossi – hanno per l’ambiguità, così Berlusconi ha na, ha pensato bene di prendere le quella di ottenere il voto favorevole
realtà, quella che tratteggia Bossi è paura del voto”. potuto dire che Fini si è arreso”; insegne del Pdl. di entrambe le assemblee, ma se
la strada che sembra aver imboc- “rischiamo di farci ridere dietro”. questo dovesse essere di solo qual-
cato da giorni anche il Cavaliere, VERO NIENTE, dice Fini. Che Non è un momento facile per i fi- L’ELENCO dei “catturandi” vede che voto in più, allora “non resterò
nonostante si prodighi nel far pro- ieri, dal profondo Nord (Torino) si è niani. Le parole criptiche del pre- al primo posto Catia Polidori, se- un minuto di più e salirò al Colle per
seguire il mercato di deputati e se- affrettato a chiarire che le sue pa- sidente della Camera hanno co- guita da Carmine Patarino, da Giam- chiedere il voto; io a Fini non la do
natori. “Secondo me – ecco il pia- role di ieri non dovevano essere af- stretto dei moderati tormentati co- piero Catone e da Saverio Romano, vinta”.
no, dice il Senatur – penso che si fatto prese come una retromarcia me l’avvocato Giuseppe Consolo a ma nessuno di loro ieri ha mollato. Una serie di passaggi dove non è
dovrebbe andare a votare anche se rispetto al proclama di Bastia Um- scendere in prima linea per smen- Al Senato al momento i numeri ten- affatto previsto l’addio a Palazzo
si otterrà la fiducia; una volta Fan- bra. Anzi, niente di cambiato: “Nes- tire “tentazioni di retromarcia”, ma gono, anche se oltre al sardo e pi- Chigi e che metterebbero in forte
fani ebbe la fiducia e poi si dimise, suna retromarcia – ha spiegato il fi- di fatto, ha spiegato Bocchino, “Fini saniano Massidda si fa un gran par- difficoltà il capo dello Stato, ma a
ma Berlusconi è combattivo, pre- niano Fabio Granata – non potremo attende ancora una risposta da Ber- lare degli altoatesini (Thaler e Pin- Berlusconi non importa, tanto è già
vede eventualmente la ritirata, an- che votare la sfiducia; del resto ab- lusconi e se lui vorrà dare una ri- zger) che ancora non avrebbero le pronto a decollare con un nuovo
che se questa non è una parola del biamo ritirato la delegazione dal go- sposta muscolare, allora aprirà la idee chiare; alla fine, comunque, la partito dal nome nostalgico. Forse
suo lessico perché attacca sem- verno, ci comporteremo di conse- strada a una risposta uguale e con- maggioranza a palazzo Madama reg- proprio Forza Italia.
pagina 6 Sabato 20 novembre 2010

U
SACRO E PROFANO

n altro crollo, anche questo più che “Pro-santuario”, che ne sollecitano il restauro molto problematica”, ha commentato
Gela come Pompei: prevedibile. A Gela ieri è venuto da anni, parla di “crollo annunciato” e di “Gela monsignor Michele Pennisi, vescovo della
giù l’antico portale architettonico, come Pompei”, accusando di “omissioni e diocesi di Piazza Armerina, della quale fa parte
risalente al 1450, posto all’entrata della sacrestia insensibilità le varie amministrazioni comunali Gela. “Ci sono diverse chiese nella diocesi
crolla portale del santuario di Maria SS. D’Alemanna, patrona che si sono succedute alla guida della città”. chiuse perché necessitano di lavori e non ci
della città. L’area antistante, da tempo “Con la pioggia e la mancanza di manutenzione sono fondi. La Regione ha poche risorse e anche
pericolante, era stata già transennata dai vigili ordinaria e straordinaria si arriva a questo e poi i ritardi burocratici rendono difficili gli
di un santuario del 1450 del fuoco. Il comitato di cittadini abbiamo visto che la situazione beni culturali è inter venti”, ha concluso il prelato.

DIO E PLATONE
Monsignor Gianfranco Ravasi diventa cardinale
Dall’amore per la filosofia alla Bibbia elettronica
di Maurizio Chierici Verne. Le zie influiscono nelle esprime la poesia della Bibbia
scelte: ginnasio al seminario di “riuscendo a dire Dio in modo
a voce di uno dei cardina- Seveso, ambiente che gli sem- bello con appena 5.750 voca-

L li che il Papa incorona è il


filo che lega Gianfranco
Ravasi a milioni di perso-
ne. Per vent’anni la sua Bibbia
elettronica è entrata in ogni ca-
brava triste. “Quelle relazioni
inamidate coi superiori e devo-
zioni richiamate dal suono dei
campanelli e nuovi compagni
così diversi dagli amici gioiosi
boli. Il greco classico ne ha 40
mila, l'italiano 150 mila, l'ingle-
se 500 mila”. Dedica una parte
importante “all'invito dell'ese-
gesi per andare al di là del ver-
sa: radio e Tv, giornali e con- della scuola di prima. C’erano setto e scoprire quanto insegna
ferenze prenotate con lunghe anche le ragazze...”. Al liceo sco- la tradizione talmudica dove
attese. Senza contare i libri per pre una spiritualità di altro tipo. ogni parola ha 70 volti”.
avvicinare i lettori al cammino Primo amore, Platone. Divora i
dei profeti. “Ho scelto la divul- libri che gli suggerisce il profes- La seconda
gazione attirandomi le criti- sor Cipolla: Gian Franco Conti- e la terza vocazione
che di chi non era d’accordo ni e l’amore per scrittori stranie-
perché la divulgazione è un ri qualche volta proibiti: Ca-
piano inclinato: può finire nel- mus. Ricorda a memoria brani PRIMI passi del giovane prete
le sabbie dell'ovvietà. Ma mi ha di Goethe e sei dialoghi di Pla- col talento delle lingue. Ormai
permesso di realizzarmi come tone in greco. “Bastava sfogliarli ne parla tante: lingue dei nostri
uomo e sacerdote. Se mi fossi una volta e si fissavano nella me- giorni, compreso il fiammingo.
chiuso nei libri, sarei ancora moria. Avevo questa fortuna”. Si immerge nelle scritture di-
molto timido”. Divide il tempo con due com- menticate: siriaco, aramaico,
Tempo fa, il monsignore che pagni di corso: Sandro Magister etiopico, samaritano. Arriva la
presiedeva la Biblioteca Am- e Umberto Galimberti: “Hanno terza vocazione: raccontare alla
brosiana raccontava come la probabilmente sentito la frattu- gente le emozioni del viaggio
vocazione lo avesse raggiunto. ra di un ambiente che non li fa- tra spirito e parole per evitare il
Non un innamoramento im- (FOTO ANSA) voriva e sono usciti”. Magister pericolo “di diventare studioso
provviso. Quando era bambi- continua gli stu- da laboratorio e professore in
no segue il nonno sulla collina
sopra il suo paese della Brian-
quale galleggiano foglie mor-
te. Per me è il contrario: diven-
e imbestialiscono e com’è la vi-
ta quando si nasce diversi. Spie-
Madre insegnante, di teologi alla
Cattolica; sce-
cattedra”. Divide il tempo negli
incontri con tre tipi di persone:
za. Dormono in una baracca
per lavorare appena il cielo ri-
ta l’invito alla permanenza”.
Nessun albero degli zoccoli,
gava come può presentarsi il
potere. Era l'unico a tener testa
padre antifascista glie di fare il
giornalista all’E-
chi lo ascolta per fede, chi di-
scute alla ricerca del piacere let-
schiara. “E al tramonto nella eppure il nonno e il suo campo al signorotto del paese a propo- spresso. Galim- terario, chi contrasta per con-
valle passa un treno. Il fischio riaffiorano in una dimensione sito dell'arroganza sui terreni. A scuola compagno berti è il filosofo vinzione atea con il rigore dram-
del treno mi fa capire il senso fantastica. Si chiamava Gio- Succedeva attorno alla collina allievo di Seve- matico di una religione negata,
lacerante e violentissimo della vanni, non era il padre della chiamata Colle di Brianza; di Sandro Magister rino. Il loro ad- ma che sfugge e deve inseguire.
inconsistenza delle cose. Il tre- madre. Solo lo zio. “Ne perce- Brianza cattolica e tradizionali- dio al seminario Preferisce gli atei (“purtroppo
no sparisce. Resta la striscia di pivo il fascino della sicurez- sta che respirava con distrazio- e Umberto Galimberti diventa l’allar- rimasti in pochi...”) agli indiffe-
fumo. Avevo cinque anni, la za”. ne il flusso di Milano”. me sulla possi- renti: “Incolori, inodori, insa-
sensazione mi segue nel tem- La madre era cresciuta nella ca- bile frattura tra pori. Appagati e non inquieti”.
po; diventa elemento sotterra- Odori d’infanzia sa di uno zio senza figli: “Ideal- ta che la vita a tre, con la madre fede e cultura. “Ma il credere e il Il Papa intellettuale gli affida la
neo e capitale della vocazione. e l’amore per le lettere mente ceduta”. Monsignore e il nonno, venga turbata dalla mio comprendere andavano di presentazione del suo Gesù di
Il bisogno di scoprire nell'in- che sorride: civiltà degli affetti presenza di chi non conosce. pari passo. Non concepisco Nazareth. Lo voleva vescovo ad
consistenza del reale, il senso contadini. Sposa Paolo Ravasi, Comincia la scuola, a Merate, l'integralismo religioso; non Assisi, ma i vescovi di Ruini han-
del fine. Di natura sono pessi- E POI la madre: “Rappresenta- antifascista perseguitato, mai ospite di due zie, maestre alla condivido un cattolicesimo au- no detto no. Lo ha chiamato a
mista, sento lo sfaldarsi della va la genialità. Non dormiva per un posto vero perché rifiuta la Gozzano, zitelle molto pie. tosufficiente”. governare la cultura della Chie-
realtà. Ormai grande ricordo sfogliare libri. Ma la cosa che an- tessera. L’Italia va in guerra, lo Ogni tanto torna a casa; solo Voleva fare il professore, latino sa e con la rapidità di un lombar-
quel fischio e quel treno che se cora mi accompagna è quel mandano in Sicilia a fermare gli ogni tanto. Le distanze avevano e greco. Colombo (insegnante do indaffarato Ravasi apre porte
ne andavano come la vita. camminare con la mano nella americani: prima linea, carne misure diverse. Quindici chilo- che diventerà cardinale a Mila- trascurate. L’incontro con la
Emozione che invitava a capi- mano del nonno. Non raccon- da cannone. Ma il ribelle riem- metri dalla mamma, un’eterni- no) non è dell' idea: lo indirizza modernità, il rapporto con gli
re perchè certe cose siano de- tava fiabe. Spiegava cose e per- pie il fucile di cemento. Non tà. alle scienze bibliche. Comincia artisti, l’elogio della bellezza .
stinate a svanire. Adulto, le ri- sone che incontravamo per vuole sparare. Diserta e torna Comincia la seconda vocazio- l'altra vocazione. Si innamora Chi ha sempre parlato con la
trovo nella Recherche, Proust e strada. Spiegava perché i meno camminando. Quando arriva il ne, sempre col libro in mano: delle lingue morte, l'ebraico lo gente non sopporta l’isolamen-
la memoria del passato sulla fortunati alla domenica bevono bambino lo rifiuta. Non soppor- De Amicis e Cuore e la fantasia di incanta. Lingua povera perché to dei Sacri Palazzi.

INDAGINE PER PECULATO


BIOTESTAMENTO
“Registri illegali” QUELLE SPESE “INOPPORTUNE” DEL SINDACO DI BRESCIA
registri sul biotestamento istituiti da alcuni Comu- Brescia nelle giornate calde del- simo Bianchini. Il danno economi-
Iannuncia
ni sono privi di qualunque efficacia giuridica: così
una circolare congiunta dei ministri della
Acercava
la protesta degli immigrati il Pdl
di gettare acqua sull’incen-
co, contabilizzato dalla Corte dei
Conti, è di 43 mila 657 euro e 86
passati alla notizia di ieri: il sindaco di
Brescia, Adriano Paroli, e nove dei
suoi assessori sono indagati dalla Pro-
Salute Ferruccio Fazio, del Welfare Maurizio Sacconi dio divampato dopo un particolare centesimi, pagati con le carte di cura della Repubblica per peculato,
e degli Interni Roberto Maroni, indirizzata ai Comu- pronunciamento delle Corte dei credito in uso a sindaco e relativi ovvero uso privato di un bene pub-
ni. Immediato, naturalmente, il placet della Chiesa: Conti. La questione riguarda l’uti- assessori. blico. Insomma spese di rappresen-
“Hanno fatto bene i ministri perché i Comuni non lizzo piuttosto allegro delle carte di tanza e costi ritenuti illegittimi, se-
hanno alcuna competenza di accogliere liste di bio- credito da parte della giunta di cen- DENARO pubblico utilizzato per condo il Pd, che a gennaio aveva pre-
testamenti finché non c'è una legge che lo prescriva” trodestra del sindaco Adriano Pa- pasti, cene (non istituzionali) oltre a sentato un esposto.
ha detto il neo-cardinale Elio Sgreccia, presidente del- roli. Sono coinvolti, oltre al primo viaggi e trasferte peraltro non auto-
la Pontificia Accademia per la Vita. In Italia sono oltre cittadino, anche nove suoi assesso- rizzati. Nel documento vengono an- A NULLA poi è valsa la recente de-
70 le amministrazioni che hanno scelto di attivare, in ri ad esclusione del leghista Mas- che richiamati i criteri che definisco- cisione annunciata da Paroli di rim-
mancanza di una legge nazionale, i registri per le di- no le spese di rappresentanza. Come borsare e di tasca propria l’intera ci-
sposizioni di fine vita. A lanciare l'idea erano stati i ad esempio: “Erogazioni per atti di fra. Anzi: la Corte dei conti si è do-
Radicali e l'associazione Luca Coscioni, mobilitati do-
po il caso di Eluana Englaro. E il papà di Eluana non
Coinvolti anche nove ospitalità, omaggi, cerimonie e simi-
lari destinate a proiettare l’ammini-
mandata perché proprio il sindaco
abbia presentato costi di cui il 60% è
tarda a farsi sentire: “Se i registri non hanno valore,
dicano loro cosa lo ha purché la volontà dei cittadini
assessori: avrebbero strazione all’esterno rispetto ai pro-
pri fini istituzionali, con la finalità di
riferito a incontri conviviali che si
sarebbero svolti a Roma insieme ad
sia rispettata anche nel momento in cui non possono accrescere o mantenere il suo pre- altri parlamentari.
più dire esattamente cosa vogliono”. Dura Silvana utilizzato la carta di stigio e richiamare l’attenzione di Quasi che le questioni che riguarda-
Mura dell’Idv: “Un atto intimidatorio”, mentre il Pd soggetti qualificati e dell’opinione no la città di Brescia non possano
chiede che dei registri si discuta in Parlamento. credito per cene e pubblica in generale”. essere discusse in un ufficio comu-
Da questo primo atto formale della nale bensì a pranzo nella capitale.
viaggi non autorizzati magistratura contabile si è però poi (e. reg.)
Sabato 20 novembre 2010 pagina 7

C
GIÙ AL NORD

on qualche rara eccezione (Livorno, una scissione con gli Ultras Granata, maggioritari e sempre di destra, spesso autori di striscioni
Da Torino a Palermo Ancona, Ternana e poche altre) ormai tendenzialmente di sinistra, sono passati alle fortemente razzisti (“Hitler: prima gli ebrei oggi i
gli ultras sono di estrema destra. cronache nel 1997, quando uno di loro annegò nel napoletani”, diceva uno dei primi anni ’90). Curve
Juventus: curva un tempo a sinistra (i vecchi Po il marocchino Abdellah Doumi. Milan: curva storicamente a destra anche quelle di Udinese,
la tifoseria Fighters avevano come simbolo una chiave inglese), tradizionalmente di sinistra (la disciolta Fossa dei Triestina, Verona, Napoli e Palermo. Nella Capitale è
dagli anni ’80 sempre più destra; lo scorso 25 aprile Leoni e le Brigate Rossonere) è oggi territorio di da sempre di destra la curva della Lazio, ma anche la
fu esposto lo striscione “25 aprile, festa degli gruppi come i Rams (il simbolo è un cartello stradale Sud giallorossa (emarginati il vecchio Cucs e i
è di (estrema) destra infami”. Torino: i disciolti Granata Korps, nati da con divieto di svolta a sinistra). Inter : tifosi da Fedayn) è oramai orientata allo stesso modo.

Quei bravi ragazzi “Ultrà Italia”


Razzisti senza leader nè soldi
I CORI CONTRO BALOTELLI SONO L’ULTIMO EPISODIO
DI UN INSULTO COMINCIATO NEL 2004
di Elisabetta Reguitti quanti comprano un bi- gruppi composti al massi- persone avere così tanta vi-
glietto preferendo però il ti- mo 20 -25 persone che si sibilità durante la partita del-
lcuni abitano a un tiro fo “aggregato” tra connazio-

A
uniscono arrivando così a la nazionale italiana? Sempli-
di schioppo dal bre- nali, si possano ritrovare poche centinaia. A parte cemente perché c’erano so-
sciano nero Mario Ba- nel bel mezzo di cori (quan- l’enclave bresciana, molti lo loro. Il cancello dell’Aeroclub di Treviso con la terribile citazione
lotelli. Eppure pro- do va bene) come “non esi- partono dal Nord-Est (Udi-
prio il calciatore per loro è stono neri italiani” oppure ne, Trieste, Padova, Vene- LA QUESTIONE dun- TREVISO CHOC
diventato il bersaglio, il “nell’Italia solo italiani”. zia e Verona), Busto Arsi- que, inevitabilmente, di-
punto di forza (al negativo)
di una confusa ideologia na-
zionalista che l’altra sera in
Quando va male invece so-
no slogan di estrema de-
stra.
zio, altri invece provengo-
no da Latina, Roma, Napo-
li, Casarano, ma anche da
venta anche la scelta, da
parte della Figc, dei luoghi
in cui organizzare promuo- “IL VOLO RENDE LIBERI”
Carinzia si è espressa anche
nello striscione “no alla Na-
zionale multietnica”.
Le pulsioni sono le stesse
che muovono tifoserie co-
me quella serba: quelli che
Catania. Dopo l’esordio in
Portogallo (con il saluto ro-
mano) arrivò il “Duce Du-
vere e disputare le partite
di calcio. Sono in molti in-
fatti, all’indomani della par-
CITAZIONE INFAME
Sono gli “Ultrà Italia”, nuo- si salutano con le tre dita ce” di Sofia (ottobre 2008) tita disputata in Carinzia, a
vo orizzonte della tifoseria (“Solo un serbo aiuta un ser- e i primi incidenti durante domandarsi se non fosse di Ivana Gherbaz dire, la riuscita dell‘iniziati-
italiana che guarda però bo”) simbolo del loro nazio- Bulgaria-Italia. magari meglio scegliere Treviso va. La protesta di Montagner
sempre più all’Europa. So- nalismo, peraltro tanto caro L’altra notte a Klagenfurt, una destinazione (per nasce dopo che l’Enac, l’En-
no quelli dei fischi di Kla-
genfurt tanto per intender-
ci. Possono avere in tasca la
anche all’europarlamenta-
re Borghezio. Quelli, lo ri-
cordiamo, che a Genova (in
dove si sono espressi con
cori razzisti, ne sono stati
identificati 50 (in tutto sa-
esempio la vicina Svizzera)
in cui c’è una massiccia
presenza di italiani che la-
L’c’èorrore a volte sembra
non avere limiti. Eppure
chi ha avuto la pessima
te nazionale aviazione civile,
e la società AerTre control-
lata dalla Save, che gestisce
tessera di un club italiano, occasione di Italia-Serbia) ranno stati 100). Alcuni di vorano e ormai vivono al- idea di riprodurre la scritta l’aeroporto di Treviso, han-
ma anche no; loro sono spe- oltre a creare caos e disor- loro sono diffidati, hanno ri- l’estero. Brava gente, an- che sta sopra al cancello no deciso di recintare la zo-
cializzati nelle trasferte al- dini, hanno tentato di ag- cevuto il divieto di accedere che se non “accreditata” d’entrata del campo di con- na attorno alla scuola di volo
l’estero al seguito degli Az- gredire i propri calciatori. alle manifestazioni sportive come tifosa della Nazionale centramento di Auschwitz, per questioni di sicurezza,
zurri. (Daspo) ma i più sono gio- come hanno invece fatto e adattarla ai tempi nostri. È per evitare l’accesso diretto
Secondo il Viminale pare in- MA TORNIAMO agli vani incensurati. Ma come gli “Ultrà Italia” a Klagen- Francesco Montagner, pre- alle piste. In uno scalo che si
fatti non facciano molti “Ultrà Italia”, che al momen- ha potuto un centinaio di furt. sidente della Scuola volo di sta ingrandendo e punta ad
to sono circa 600 in tutta Ita- Treviso, che qualche giorno arrivare a 2 milioni di pas-
lia. Non hanno un leader e fa ha sistemato sul cancello seggeri, “con voli sensibili
In trasferta neppure chi li sostiene eco-
nomicamente, si organizza-
dell’aeroporto di Treviso la
scritta, per giunta in tede-
verso l’Inghilterra ed il Me-
dio Oriente, la sicurezza non
al seguito della no individualmente con
mezzi propri ritrovandosi al
sco, “Fliegen macht frei” (il vo-
lo rende liberi), che ricalca
può essere trascurata”, ha
spiegato l’amministratore
Nazionale di momento giusto e seguendo
quel richiamo che tanto ha a
la crudele frase “Arbeit macht
frei” (il lavoro rende liberi).
delegato della Save Paolo Si-
moni. “Quella recinzione –
che fare con una visione an- A denunciare fin da subito dice Montagner – richiama i
calcio, partono tirazziale del gioco del cal- la vicenda il quotidiano di campi di concentramento.
cio caratterizzata anche da Treviso La Tribuna. Ma per- Ora non possiamo più entra-
da Brescia, un nazionalismo esaspera- ché arrivare a tanto? re nei nostri locali senza sot-
to. tostare a numerosi controlli,
ma anche da Questi “supporters” non ri- “UN ATTO di protesta – e ho subito un calo delle at-
spondono ad alcuna struttu- spiega – Montagner”, che si tività. Così ho deciso di fare
Catania ra organizzata e nascono un sente un perseguitato come le barricate. La scritta è di
po’ come all’inizio furono i milioni di persone che han- plastica, anche se è fatta be-
gli Hooligans, capaci di at- no perso la vita nei campi di ne, non so quanto reggerà.
adepti tra i tifosi del cam- tirare subculture giovanili, sterminio nazisti, ma soprat- Senza un messaggio forte, in
pionato nostrano, eppure ai quali bastava un semplice tutto è soddisfatto per, a suo questo caso il richiamo al-
accanto a loro, negli Stati “tam-tam” per aggregarsi. l’Olocausto, la mia protesta
esteri, possono sedere an- La prima uscita ufficiale de- non avrebbe avuto la stessa
che famiglie e semplici ap- gli “Ultrà Italia” risale al risonanza. Con il pieno ri-
passionati di calcio.
Tutto perché quelli di “Ul-
2004, in occasione del
campionato europeo che BESTEMMIE e birra in chiesa spetto per i campi di con-
centramento, ma non capi-
trà Italia” si accreditano uf- fu disputato in Portogallo. sco perché la Comunità
ficialmente (nel caso di Ro-
mania-Italia il biglietto non
Iniziarono così le loro pri-
me trasferte. Chi li segue,
Dimissioni di due consiglieri (Lega e Pdl) ebraica si sia scandalizzata,
loro non hanno l’esclusiva di
era neppure nominale) co- dal principio, assicura che abrizio Dalcerri e Antonio Buono, ri- quella scritta, non sono gli
me tifosi della Nazionale.
Accade così che gli italiani
in nessuna occasione, fino
ad oggi, sono riusciti a ri-
Fe capogruppo
spettivamente capogruppo della Lega
Pdl nel Comune di Opera
unici che possono veicolarla
nel mondo. E poi c’è una
che vivono all’estero o trovarsi tutti e 600. Piccoli (Milano) hanno rimesso il proprio man- certa affinità tra quello che è
dato al sindaco Ettore Fusco. Motivo la successo all’epoca e quello
pubblicazione su YouTube di un video che che accade ora in Italia”.
ritrae i due esponenti leghisti mentre be-
vono birra, pronunciano volgarità (si sen- UN MESSAGGIO di pes-
te anche una bestemmia) nella cattedrale simo gusto – ha detto il rab-
«IL RIFIUTO È SEMPRE STATO di Monaco di Baviera. “Dalcerri, in par- bino capo di Venezia Elia Ri-
UN GESTO ESSENZIALE. I san-
ti, gli eremiti, ma anche
ticolare – spiega il sindaco Fusco – non è chetti “che banalizza un
gli intellettuali, i pochi che più da oggi capogruppo della maggioran- messaggio che ricorda l’O-
hanno fatto la storia sono za al Comune. Valuteremo a mente fredda locausto di milioni di perso-
quelli che hanno detto di il da farsi ma mi pare che il fatto che i due ne, per scopi diversi”. An-
no, mica i cortigiani e gli abbiano già rimesso il proprio mandato I consiglieri Fabrizio Dalcerri che per lo storico dell’ebrai-
assistenti dei cardinali. Il sia una ammissione di responsabilità ri- e Antonio Stefano Buono (FOTO MILESTONEMEDIA) smo Riccardo Calimani si
rifiuto PER FUNZIONARE DEVE spetto a un fatto grave che è accaduto tratta di un gesto di insen-
ESSERE GRANDE, non picco- anche se i due consiglieri erano sì nel sono due stupidi di cui è stato subdola- sibilità e ignoranza: “Una
lo, TOTALE, non su questo gruppo da dove è partita una bestemmia, mente rivelato un momento di debolezza. profanazione che non otter-
o quel punto, “ASSURDO”, ma non hanno mai bestemmiato. Si sono I due sono affranti e pentiti, alle repri- rà il fine voluto, bisogna sta-
non di buon senso». scusati pubblicamente, si sono detti di- mende severe del sindaco, hanno solen- re attenti al verificarsi di epi-
Pier Paolo Pasolini
spiaciuti e ora valuteremo cosa fare”. nemente promesso che non lo faranno sodi come questi”. A chie-
“Come sempre in questi casi, quando la mai più. No, così non può andare. Di- derne la rimozione imme-
UNA LUNGA INCOMPRENSIONE frittata è fatta ed è impossibile occultare o ciamo subito che non ci accontenteremo diata l’Enac, mentre il pro-
Pasolini fra Destra e Sinistra cancellare, si sceglie necessariamente la di questi logori piagnistei, che hanno l’u- curatore capo di Treviso, An-
strada della minimizzazione – si legge in nico scopo di prendere tempo e di di- tonio Fojadelli, parla di of-
Presentazione del libro LUNEDÌ 22 NOVEMBRE ORE 18.00, una nota del gruppo Consiliare centro- rottare l’attenzione generale su falsi ber- fesa specifica e si riserva di
LIBRERIA FELTRINELLI, VIALE E. ORLANDO 78/81, ROMA. sinistra Operese – Il copione è già scritto: sagli”. procedere per far togliere ed
eventualmente sequestrare
l’insegna in questione.
pagina 8 Sabato 20 novembre 2010

D-ISTRUZIONE

N
CARA GELMINI, TORINO
Immigrati si
cuciono le labbra

I RAGAZZI SANNO Q uattro immigrati


ospiti del Cie di
Torino si sono cuciti le
labbra con dei punti
per protesta, mentre
una quinta persona ha

QUELLO CHE FANNO ingoiato una pila e un


tagliaunghie. Il primo a
fare il gesto
dimostrativo è stato un
cittadino tunisino di 26
anni in attesa di
Altro che “portatori di vecchi slogan” rimpatrio.

gli studenti sono consapevoli


di Luigi Galella al quale invece dobbiamo strin- comportamento che personal-
gerci come a un bene rifugio. mente prediligo è il primo,
na madre che spiasse il Come se fossimo soli, dimenti- quello di una conoscenza che

U diario del figlio, potreb-


be riconoscerlo diverso
da ciò che pensava, con
odi e amori insospettabili, an-
che nei confronti della sua
cati in un fortino nel deserto, e
dovessimo razionare il cibo. E
nell’attesa dei rifornimenti uti-
lizzassimo tutte le risorse, spi-
rituali e intellettuali. In assenza
non sfugge alla coscienza, e di
una coscienza che non vela la
conoscenza. Del resto sarebbe
assurdo che da insegnante chie-
dessi ai ragazzi di scioperare, di EVASIONE FISCALE
stessa famiglia; e un insegnan- di un luogo reale, occorre co- scendere in piazza, di occupare
te che, non visto, ascoltasse i struirne uno ideale. Come nella la scuola. Mi comporterei co- Dolce&Gabbana
dialoghi dei suoi alunni, sareb- Firenze appestata del 1348 del me quella madre sciagurata, di Uno studente durante la manifestazione di mercoledì (FOTO ANSA) a processo
be stupito a riconoscere come Boccaccio, quando dieci giova- cui parla Gregory Bateson, che
cambiano quando si esprimo-
no liberamente del più e del
ni si incontrano e anziché la-
sciarsi andare a comportamen-
ordinando al figlio di “trasgredi-
re ai suoi ordini” gli induceva
Vivono parole: non conteneva un solo
errore di ortografia. Un prodi- I l pm di Milano, Laura
Pedio, ha chiesto il
meno e ci appaiono afasici,
lontani talvolta anni luce dal
ti distruttivi, considerata la de-
vastazione che li circonda, de-
possibili comportamenti schi-
zofrenici. Nello stesso tempo,
in trenta gio, considerato che due anni fa
non sapeva una parola della no-
rinvio a giudizio per gli
stilisti Domenico Dolce e
nostro linguaggio, dalla nostra
sensibilità.
cidono di “riedificare” la civiltà
allontanandosi dal male, fisico
tuttavia, non posso impedire
loro di vedere la “peste”.
in una classe, stra lingua. Un collega mi ha
raccontato che a quel tempo,
Stefano Gabbana
accusati, assieme ad altre
Non sono stupito che Ombret- e morale. Ho una nuova studentessa, si non potendo parlare in italia- persone, di truffa ai
ta Colli, senatrice “infiltrata” chiama Kaur, è di nazionalità in- conoscono no, e non avendo altro modo di danni dello Stato e
nei cortei anti-Gelmini degli diana. Piccola di statura, magra, far sapere agli altri il suo valore, infedele dichiarazione
studenti, si avvilisca nell’os-
Impossibile non
silenziosa. Se rivolge una do- i problemi per farsi conoscere, sola, in un dei redditi per
mostrargli la realtà
servare che nessuno di quei ra- manda, sembra che chieda scu- paese straniero e forse ostile, un’evasione fiscale di
gazzi sapesse offrire una “spie- sa con gli occhi. Come se fosse e li provano scriveva alla lavagna formule al- circa 1 miliardo di euro,
gazione plausibile” della loro LA PRESA D’ATTO di una timida, quasi impacciata di gebriche. È questa forza intrin- che sarebbe stata
protesta. Il suo spiarli dal buco realtà difficile è per un ragazzo muoversi fra gli altri. Ma in real- sulla loro pelle seca della cultura, universale e commessa tra il 2004 e il
della serratura le mostra la un’amara consapevolezza. In tà è solo discreta. É in Italia da meravigliosa, che consentiva 2005. E’ stato chiesto il
scandalosa loro ignoranza, ma qualche caso produce un disin- due anni e immagino che non alla piccola Kaur di esserci no- rinvio a giudizio anche
quel gesto di considerarli “dal canto costruttivo, in altri lo sia stato facile per lei integrarsi. mi ha consegnato il suo primo nostante tutto, che mi spinge per un commercialista,
di fuori”, quasi come una fly on conduce a una fuga dalla realtà; Mi chiedo sempre, nell’osser- compito eseguito a casa pensa- oggi a motivare i ragazzi alla “re- Alfonso Dolce, fratello di
the wall – insetto invisibile in altri ancora, alla determina- varla, quale lacerazione, quanta vo che qualcuno l’avesse aiuta- sistenza”, chiusi, asserragliati Domenico e socio di
schiacciato sul muro, che tut- zione plateale e rumorosa a sofferenza abbia prodotto il di- ta, ma poi ho letto ciò che scrive nel fortino abbandonato della minoranza, e per due
to vede senza essere notato – esternare la propria rabbia. Il stacco dal suo paese. Quando in classe e sono rimasto senza scuola. manager del gruppo,
non è meno avvilente, anche mentre è stata stralciata
perché nel momento in cui la la posizione di un’altra
senatrice li scrutava, da anoni-
ma entomologa, quegli stu-
denti non sapevano che una
I professori bravi meritano un premio persona indagata
residente in
Lussemburgo. Contestato
maestrina severa, che aveva
delle precise idee sul loro con-
Ma non quello improvvisato dal governo il reato di truffa, assieme
a quello di dichiarazione
to di cui attendeva conferma, infedele dei redditi.
li stava osservando. Le rispo- di Marina Boscaino mo, rivolto alle scuole medie (per ora (questa la buona notizia). Di tale som-
ste erano già contenute nello delle province di Pisa e Siracusa), pre- ma si parla già dall’inaugurazione della ISOLA DEI CASSINTEGRATI
sguardo che li interrogava, mancanza di rispetto verso i do- vede di valutare gli istituti. Conside-
nell’inappellabile giudizio È centi spacciare la resistenza che rerà i risultati dei test Invalsi e una
“cura da cavallo” per la scuola (i tagli)
che avrebbe da tempo consentito il Pier Luigi Bersani
preventivo. parte della scuola democratica e attiva serie d’indicatori (tassi di abbandono, “premio” ai meritevoli. In questa strana all’Asinara
sta esprimendo nei confronti del pia- rapporto scuola-famiglia, scuola-terri- politica in cui tagli, fannullonismo,
Ventinove
in classe
no-valutazione Gelmini-Brunet-
ta-Aprea come tentativo di sottrarsi al
giudizio.
torio, virtuosità nella gestione delle ri-
sorse). Valutatori: un ispettore mini-
steriale e due esperti indipendenti
inefficienza, semplificazione e raziona-
lizzazione sono artatamente finiti in un
solo calderone, assestando un colpo
I l segretario del Pd,
Pier Luigi Bersani si è
imbarcato alle 11.30 dal
Le molte persone serie, in nome delle (perché, ci sono quelli dipendenti?). definitivo alla credibilità sociale di porto di Stintino per
HO UNA NUOVA classe quali mi sento di poter parlare, non Le relazioni finali definiranno una gra- scuola e docenti; in questo strano Pae- raggiungere l’isola
quest’anno, una terza, di venti- hanno questa intenzione. Ma critica- duatoria. se che non è ancora in grado – a 3 anni dell’Asinara dove ha
nove alunni. Quando sono en- no le soluzioni improvvisate: siamo da un documento di Fioroni in merito – incontrato i lavoratori
trato nell’aula, nel primo gior- docenti e conosciamo il valore di ri- ALLE SCUOLE MIGLIORI premi fi- di certificare seriamente e oggettiva- della Vinyls che
no di scuola, li ho visti stretti cerca e di riflessione. Nella consueta no a 70 mila euro. Un secondo pro- mente le competenze degli alunni, co- occupano l’ex carcere da
uno all’altro, dentro uno spazio medietà dei toni – dopo “la riforma getto – che riguarderà i docenti di Na- me l’Europa chiede di fare e fa da anni più di 260 giorni.
che ne contiene a fatica i corpi. epocale” ecco “un giorno storico per poli e Torino – prevede di individuare – la rincorsa a misurazione che non “Fateci tornare a casa
Ho spiegato loro che essendo la scuola italiana: si iniziano a valutare quelli che si “distinguono per le capa- transiti attraverso una seria cultura del- prima di Natale,
così tanti non sarebbe stato i professori e le scuole su base me- cità e le professionalità dimostrate”. Di- la valutazione (inaugurata nei sistemi scarcerateci da questa
possibile dedicare a ognuno ritocratica” – la meritevolissima Gel- rigente, due docenti eletti dai colleghi scolastici di alcuni Paesi UE più di 30 prigione che non ci
l’attenzione e la cura che avreb- mini (quale cursus honorum le avrà ga- e, come osservatore, il presidente del anni fa attraverso studio e finanziamen- meritiamo” hanno
bero meritato. “Non badate a rantito la poltrona di ministro?) ha an- Consiglio di Istituto (un genitore) va- ti) appare un re-styling frettoloso e pe- chiesto gli operai a
ciò che ascolterete intorno a nunciato la fase 2 della strategia. Dopo luteranno. Il curriculum e un misterio- ricoloso. Bersani.
voi – ho detto – non considera- aver delegittimato i docenti in ogni so “documento di valutazione”, non- “Il primo atto deve
te la crisi del sistema scuola e le modo, amplificato il dramma del pre- ché l’indice di gradimento presso stu- COME TENER CONTO della dif- essere quello di
molte insufficienze anche di cariato, ridotto le scuole in ginocchio denti e genitori, costituiranno gli ele- ferenza abissale che implica l’insegna- riconvocare il tavolo
noi insegnanti; non pensate ai e alienato agli studenti il diritto allo menti di giudizio. re in una zona o nell’altra del Paese? della chimica e
termosifoni malfunzionanti, studio, con una scrematura che ha Quali i finanziamenti? La sperimenta- Come non trasformare le scuole in pretendere attenzione
che si accenderanno come al fruttato allo Stato 8 miliardi di euro e zione sarà pagata con parte del 30% dei meccanici progettifici, per essere più sui temi industriali - ha
solito in ritardo, alla carta igie- alla scuola 140.000 posti di lavoro ta- risparmi ottenuti grazie a “razionaliz- concorrenziali sul mercato della pre- detto il segretario del Pd
nica che manca nei bagni e alle gliati, ecco il premio. zazioni” di spesa, al netto delle risorse mialità? Come ponderare i risultati di - naturalmente con l’Eni.
fotocopie che non possiamo Si tratta di due diversi progetti: il pri- per il recupero degli scatti biennali un test Invalsi a Scampia o ai Parioli a Bisogna accelerare
stampare perché va sostituito il Roma? Come evitare la costituzione di questa situazione”.
toner. Date valore al lavoro e Il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini (FOTO ANSA) cordate di potere nelle scuole, e il dif-
fondatevi esclusivamente su
questo”.
Mancano fondersi di competizione senza com-
petitività? Non ci s’interroga, infine,
Ed era un po’, nel mio piccolo,
come se li incitassi alla maniera
approfondimenti sul fatto che l’“utenza”, talvolta, po-
trebbe non avere ragione? Basta pen-
è CULLA
Giovedì 18 novembre
di Kennedy: “Non chiedete che
cosa il vostro paese può fare per
e finanziamenti sare alle ristrettezze in cui gli istituti
versano e ai salari degli insegnanti per
è nata Rosa, figlia
del nostro collega
voi, ma che cosa voi potete fare intuire che la lotta sarà tra dediti al vo- Eduardo Di Blasi
per il vostro paese”. Con la sola adeguati lontariato o seguaci del neoliberismo. e della sua compagna
differenza che a “paese” sosti- Comunque una guerra tra poveri. La Elena Giacchino.
tuivo “scuola”. Se fosse per me, Non si fanno tanto decantata Finlandia non ha mai Alla famiglia
i ragazzi non dovrebbero prote- riformato la propria scuola, che forni- gli auguri di tutti noi
stare mai. Ogni ora di assenza è riforme tagliando sce performance eccezionali. Ha solo del Fatto
un danno perché sottrae tem- mantenuto alta la considerazione so-
po prezioso allo studio, intorno 8 miliardi ciale dei propri docenti.
Sabato 20 novembre 2010 pagina 9

MALITALIA

I LEADER CAMPANI
DEL PDL IN GUERRA
PER I RIFIUTI
Tra Carfagna e Cosentino
è una questione di potere
di Enrico Fierro ro (Napoli), Cirielli (Saler- stro dell’Ambiente Stefania
no) tutti e tre parlamentari, Prestigiacomo che preten-
ltro che emergenza: altrimenti niente voto. I sol- deva commissari del suo mi-

A sulla monnezza napo-


letana sta andando in
scena una lotta feroce
tra i potenti del Pdl della
Campania. E il decreto ap-
di li hanno ottenuti ma sono
una semplice partita di gi-
ro. 150 milioni che però so-
no un anticipo dei fondi
Fas, e servono solo per ten-
nistero, e quanti puntavano
sul governatore Stefano Cal-
doro. La Prestigiacomo non
ha vinto, ma neppure Cal-
doro, sconfitto dai “niet” Anche ieri a Napoli cumuli e
provato giovedì mattina in tare di sbloccare i 145,4 mi- del cartello che si riunisce cumuli d’immondizia: la città è
tutta fretta dal governo è lioni di euro, che l’Unione attorno a Nicola Cosentino. sommersa e per Natale è previsto nelle altre province, le ton- che bloccavano l’aff lusso
stato solo uno dei terreni di europea tiene fermi da anni Uno scontro durissimo che l’allarme rosso (FOTO ANSA) nellate non raccolte arrive- dei camion, e c’è il rischio di
scontro. Sullo sfondo pote- per le inadempienze italia- ha al centro la realizzazione ranno a 3mila, 9mila in pro- proteste. Forse nuovi scon-
re, appalti, l’ombra della ca- ne. Così il decreto è stato dei tre inceneritori che si il disastro ambientale. Il vincia”. La soglia massima di tri e blocchi stradali come
morra dei rifiuti. Con gli uo- rimaneggiato mille volte e devono realizzare in Cam- big-bang della monnezza è sopportabilità igienica per nelle settimane passate. Na-
mini di Cosentino e Landol- rivisto dopo le pressioni dei pania. Su quello di Salerno la fissato a Natale, quando la le popolazioni è stata calco- poli piena di rifiuti, casso-
fi da una parte, e i seguaci ras del Pdl. tensione è alle stelle. Da una produzione di rifiuti urbani lata in cinquemila tonnella- netti in fiamme, scontri e
del ministro Mara Carfagna parte Mara Carfagna che toccherà picchi altissimi co- te. L’unica valvola di sfogo è proteste. È il 2010 e governa
(data in uscita dal Pdl) dal- Al centro l’ombra spinge perché sia Caldoro a me nei peggiori giorni del la cava Sari tra Terzigno e Bo- Berlusconi, sembra il 2008,
l’altra. Mentre nel resto del della camorra gestire appalti e procedure, 2008. Ma è emergenza già in scoreale. Da ieri notte è sta- quando a Roma governava
Paese i presidenti delle Re- dall’altra Edmondo Cirielli, queste ore. “Non sappiamo ta riaperta, dopo la revoca Prodi e a Napoli Antonio
gioni (Formigoni: “Mi sono sostenuto da Cosentino e dove sversare i rifiuti, lo Stir delle ordinanze dei sindaci Bassolino.
rotto le scatole”) si oppon- NELLA MATTINATA di Landolfi, che non intende di Giugliano (uno degli im-
gono al trasferimento dei ri- giovedì la linea era quella di mollare. Un business che pianti di trattamento, ndr) è
fiuti made in Napoli. Ma la commissariare la gestione supera i 300 milioni di euro fermo, abbiamo 70-80 auto-
ragione vera del no di Lom- dei rifiuti in Campania, ma che è al centro anche di un compattatori bloccati che Caos Sicilia
bardia, Veneto e Piemonte, su questo c’è stato il primo poderoso scontro tra il sin- aspettano di essere svuotati”.
Puglia e Calabria, va ricer- braccio di ferro tra il mini- daco della città, Vincenzo Paolo Giacomelli è l’assesso-
cata nei debiti lasciati dalla
gestione Bertolaso. La To-
scana deve avere ancora i 3 Le regioni
De Luca, Pd, e il presidente
della Provincia. La torta de-
gli inceneritori fa gola, a Na-
re all’Igiene urbana della cit-
tà, si guarda attorno, sfoglia
dati e tabelle e sa che Napoli
PALERMO, INCENDIANO
milioni promessi dopo l’e-
mergenza del 2008, 2 l’Um-
bria, 5 la Puglia, 2,5 la Lom-
italiane
poli se ne deve costruire
uno, un altro a Giugliano,
che sarà utilizzato solo per
si sta avviando verso il punto
di non ritorno. I CUMULI DI BALLE
bardia. Una voragine. Il go-
verno non sa come uscirne,
si rifiutano di bruciare sette milioni di eco
balle ferme da anni. Soldi
A Natale sarà
di nuovo emergenza
perché il decreto è diven- che fanno gola ai “casalesi”,
tato una delle tante merci di smaltire altra padroni della zona. A Saler-
scambio del prossimo voto no è tutto fermo da due an- CI SONO almeno 2800
di fiducia su Berlusconi. Sol- spazzatura: ni, alla faccia dell’emergen- tonnellate di rifiuti a terra,
di e impegni avevano chie- za. Ma adesso, dopo il decre- occupano Piazza Garibaldi,
sto i tre presidenti delle Pro- aspettiamo to, chi si occuperà di sbro- il Rettifilo, le strade del cen-
vince con tessera Pdl in ta- gliare la matassa? Ilo gover- tro e della periferia. Giuglia-
sca, Sibilia (Avellino), Cesa- i soldi arretrati natore Caldoro? Forse, ma no è in tilt, l’impianto di Cai-
non è detto, perché nel di- vano ieri ha preso fuoco e le
spositivo, almeno quello discariche sono sature.
conosciuto e non quello Quella di Chiaiano, che ac-
che stanno riscrivendo, c’è coglie 650 tonnellate al
una frase che la dice lunga giorno di rifiuti di Napoli ,
sui poteri del governatore. ad aprile prossimo sarà
Il decreto ha valore, “fatte esaurita. Da ieri tutto è fer-
salve le procedure già in es- mo , se non si trovano subito
sere”, come la gara di Saler- soluzioni, si accumuleran-
no. Insomma, Caldoro è un no 600 tonnellate di rifiuti al Immondizia e roghi anche a Palermo, dove nelle
“re travicello”, l’appalto lo giorno, 30 ogni ora. “Se da scorse settimane si è guastato il tritovagliatore
gestirà Cirielli. Altrimenti lunedì - riferisce una fonte - i della discarica di Bellolampo. Le situazioni
addio fiducia. rifiuti napoletani non po- peggiori a Falsomiele, Bonagia e Brancaccio.
Intanto Napoli galoppa verso tranno più essere sversati

Bruxelles schiaffeggia Napoli: ridateci


i 720 mila euro della Ue utilizzati per Elton John
di Chiara Paolin Nel concerto golare visto che "per le ma-
nifestazioni culturali i fondi
vogliono relegare Napoli al-
l'immagine dei rifiuti - rivela a
sione intendeva “verificare
scrupolosamente la regolari-
non tirerà fuori un soldo ma
vedrà arrivare solo un milio-
li euroburocrati saranno
Gquando
anche lenti e noiosi, ma
del 2009 per lo sviluppo regionale
possono essere usati solo
Il Velino -. Per la precisione El-
ton John costò 600 mila euro
tà e la rimborsabilità di tali
spese visto il valore aggiunto
ne e mezzo di euro anziché i
2,25 milioni già messi a bilan-
aprono una pratica
la portano fino in fondo. Ieri,
utilizzati fondi quando si tratta di manifesta-
zioni "strutturali" e di lungo
più Iva, pagati con fondi eu-
ropei vincolati alla promo-
dell'iniziativa nonché l'im-
patto effimero e non struttu-
cio.
Nicola Formichella, capo-
per esempio, hanno bussato
alle porte della Regione
della Comunità termine. In questo caso - ha
precisato ancora Van Lierop
zione del territorio. E il ritor-
no economico del concerto
rale sull'attività turistica nella
regione”.
gruppo Pdl alla commissione
Politiche comunitarie, com-
Campania richiedendo in- - si trattava di un evento one è stato notevole". menta laconico: ''A distanza
dietro i famosi 720 mila euro europea spot". Il riferimento ai malvagi pa- LA COMMISSIONE ha di mesi dall'insediamento
scuciti l'11 settembre 2009 dani è azzecato. È stato il de- precisato di aver inviato la co- della nuova Giunta regiona-
per un concerto di Elton stanziati INSOMMA una botta e via, putato della Lega Nord, Ma- municazione tanto alle auto- le, la Campania è costretta
John a Piedigrotta. per dirla all’italiana, una scel- rio Borghezio, ad attivare l'in- rità operative regionali quan- ancora a fare i conti con gli
Tecnicamente quei fondi eu- per lo sviluppo ta d'immagine per mitigare dagine della Commissione to al ministro competente. sprechi della precedente am-
ropei erano destinati allo svi- l’effetto spazzatura che am- europea presentando nei Insomma, Tremonti dovrà ministrazione''. Che, tradu-
luppo regionale: fossero sta- regionale morba il look partenopeo su giorni scorsi un’interrogazio- subire l’ennesima bega sotto cendo in lingua madre, suona
ti investiti in processi virtuo- scala planetaria. Ma Dario ne scritta nella quale richia- il Vesuvio, anche se tutta l’o- più o meno cornuti e mazziati.
si per il sistema dei rifiuti Scalabrini, ex amministrato- mava “l'attenzione sul vergo- perazione risulterà elegante- Sarà per questo che la festa di
nessuno avrebbe avuto nulla del Commissario europeo per re dell'Ente promozione turi- gnoso utilizzo dei fondi eu- mente indolore secondo il Piedigrotta 2010, lo scorso
da dire, ma mettere Sir John le Politiche regionali, ha spie- smo di Napoli e organizzato- ropei per il concerto tenuto più classico stile comunita- settembre, è rimasta molto
sul palcoscenico non rientra gato che il contributo erogato re dell'evento, difende a gran alla Festa di Piedigrotta”. Il 10 rio. I 720 mila euro verranno più sul classico: la processio-
nell'idea che ha Bruxelles di un anno fa dalla Regione Cam- voce la scelta rockettara: "Si novembre l'eurodeputato le- infatti sottratti dal prossimo ne con la Madonna e un Giu-
promozione sociale. pania per sponsorizzare il tratta solo di polemiche po- ghista aveva informato che, stanziamento Ue diretto in seppe Garibaldi a spasso col
Ton Van Lierop, portavoce concerto è stato ritenuto irre- litiche fatte dai leghisti che nella sua risposta, la Commis- Campania, la giunta Caldoro tricolore.
pagina 10 Sabato 20 novembre 2010

ECONOMIA

NEL PD SI PREPARA LO SCONTRO


SULLE NOMINE LOTTIZZATE
Silenzi e veleni dopo la spartizione con il governo
L’on. Pd Federico Testa (FOTO EMBLEMA)

di Giorgio Meletti di un nuovo presidente del- del Pd (e non necessariamente le persone scelte dai vertici Pd, pingendo il caso Testa come Bersani e Letta con il ministro
l’Antitrust. Se infatti la poltrona tutti) per chiudere la partita. ma soprattutto il metodo della questione poco più che perso- dello Sviluppo economico Pao-
a resa dei conti è rinviata lasciata da Antonio Catricalà trattativa con il governo Berlu- nale. lo Romani e con il sottosegreta-

L
Ma è proprio nel Pd che è scop-
di almeno una decina di per andare all’Energia restasse piata la grana, ed esattamente sconi: prestarsi a designare due rio alla Presidenza del Consiglio
giorni. La prossima setti- vacante, si avrebbe una presi- sui nomi. Niente da dire su Ca- dei quattro commissari implica IL DEPUTATO veronese, che Gianni Letta, avesse lasciato un
mana la commissione At- denza di fatto del commissario tricalà, ma è scontro sui quattro un accordo spartitorio che in secondo i colleghi di gruppo è varco su questo punto, era
tività produttive della Camera superberlusconiano Antonio commissari: Luigi Carbone e qualche modo ipoteca il voto fa- apparso nelle ultime 48 ore ve- pronta la nomina dell’ex sotto-
deve votare il parere sui nuovi Pilati. Guido Bortoni, scelti dal gover- vorevole del Pd nelle commis- ramente furibondo, non avreb- segretario berlusconiano Gio-
membri dell’Agenzia per la si- no, Alberto Biancardi e Valeria sioni di Camera e Senato, co- be digerito, secondo i suoi cri- vanni Dell’Elce.
curezza nucleare (presidente L’ITALIA DEI VALORI già Termini, scelti direttamente dal stringendo di fatto deputati e se- tici, di non essere stato proprio Ma in generale quello che si pro-
l’oncologo Umberto Veronesi) promette battaglia: “Il vergo- segretario del Pd Pier Luigi Ber- natori Pd a dare il consenso an- lui tra i prescelti per l’Authority. fila nel Pd è un confronto sull’u-
e non ci sarà tempo di affron- gnoso spettacolo offerto dal go- sani e dal suo vice Enrico Letta. che alle scelte della maggioran- Ipotesi che sarebbe stata sul tap- so del potere che il governo (ob-
tare lo spinoso dossier delle no- verno sulle nomine ai vertici di Le dimissioni del deputato Fe- za. peto prima della scelta netta di bligato dalle maggioranze qua-
mine per l’Authority Energia. Consob, Antitrust e Authority derico Testa dal ruolo di respon- Il tentativo condotto in queste escludere parlamentari o ex po- lificate richieste in Parlamento)
Ed è probabile che sia il gover- per l’energia di questi ultimi sabile per l’energia del partito ore dagli uomini vicini a Bersani litici da sistemare. Se il Pd, nella ha deciso di spartire con l’oppo-
no che il Pd cerchino di pren- giorni è il solito giro di poltrone sono per Bersani un problema è di minimizzare il problema, di- serrata trattativa condotta da sizione. Su questo dai vertici del
dere tempo per far sbollire la berlusconiano”, accusa Massi- complesso. Pd non c’è nessun dubbio: le
polemica. mo Donadi, capogruppo alla Il deputato veronese per ora scelte sono di livello eccellente
E anche per far maturare un co-
rollario all’accordo spartitorio
Camera dell’Idv. Secondo la leg-
ge i nomi designati dal Consiglio
non apre bocca e fa sapere che
vuole parlare nelle sedi del par-
Testa conferma le dimissioni e Bersani è pronto a difenderle
in prima persona. Anche per-
sull’Authority Energia: il Pd
vuole subordinare il suo voto in
dei ministri devono essere ap-
provati da due terzi degli aventi
tito prima che in pubblico. Non
è però un mistero che la sua cri-
dall’energia. In Parlamento già ché c’è una novità rivendicata
come una successo importante:
Parlamento sulle nomine già diritto. In pratica alla maggio- tica, sottolineata dalle dimissio- il Pd porta una donna nell’Au-
concordate alla designazione ranza basta fare conto sui voti ni riguarda non solo il livello del- iniziata la conta in vista del voto thority Energia.

IL REGGENTE DELL’ANTITRUST

ANTONIO PILATI, L’UOMO AMATO DA MEDIASET CHE ISPIRÒ LA LEGGE GASPARRI


di Gianni Barbacetto ventore e animatore dello Iem, le, Pilati tirò fuori dal suo cilindro antitrust, saltato il limite dei canali, no l’ha letto e poi ha fatto una legge,
Milano era tutt’altro che indipendente. un paio di idee. La prima: il pas- Pilati ha inventato un paniere, il Sic io non posso che esserne lusinga-
Aveva un rapporto privilegiato saggio al digitale. appunto, di cui nessun operatore to”.
e c’è un uomo targato, nel con Fininvest e la sua concessio- può avere più del 20 per cento. Ma
Sninvest-Mediaset
mondo dei media e targato Fi-
fin dagli anni Ot-
naria di pubblicità, la Publitalia
retta da Marcello Dell’Utri. Qual-
Come difendere poi ci ha messo dentro di tutto (te-
levisione, editoria, telecomunica-
Quando lo
le reti tv di B. cacciavano tutti
tanta, quest’uomo è Antonio Pi- cuno diceva che addirittura aves- zioni, libri, pubblicità, promozioni,
lati. Eppure oggi è diventato il giu- se anche un ufficio in via Paleo- sponsorizzazioni...). Così Mediaset
dice del sistema, reggente del- capa, dentro la sede del gruppo, PERCHÉ mandare Retequattro non ha dovuto tagliare niente, fa- CARLO ROGNONI, in un suo li-
l’Authority Antitrust. Il presiden- ma questa resta una leggenda in- sul satellite, perché stare a contare cendo posto ad altri operatori, ma bro prezioso (“Inferno tv”), rico-
te Antonio Catricalà, infatti, lascia dimostrabile. Di certo Pilati è l’i- le reti analogiche (cioè le uniche al- anzi ha avuto la possibilità di cre- struisce la genesi della Gasparri e
l’organismo di controllo e Pilati spiratore della legge Gasparri. lora reali), quando presto il digitale scere ancora. Perfino il senatore svela di fatto il “mistero” della legge
gli subentra: “Senza bisogno di at- Quando si trattò di trovare avrebbe permesso di moltiplicare Luigi Grillo, relatore in Senato della Pilati. Precoce, Antonio Pilati negli
ti formali, la reggenza del collegio una soluzione per la- le reti quasi all’infinito? L’attesa legge sulle tv, ha chiamato il Sic, af- anni Settanta faceva parte del grup-
passa a lui”, ha dichiarato Catri- sciare a Berlusconi fu lunga, il digitale in alcune fettuosamente, “il montepremi”: po di “Index, archivio critico del-
calà, “perché è il membro più an- tutte le sue reti, parti d’Italia lo stanno aspet- una torta immensa di almeno 25 mi- l’informazione”, che redigeva una
ziano: l’Antitrust è in buone ma- contro le sen- tando ancora adesso, ma in- liardi di euro, con un 20 per cento rassegna ragionata, “il giornale dei
ni”. tenze della Cor- tanto passò il principio che che dunque è di 5 miliardi di euro. giornali”, sulla mitica rivista “Alfa-
Ottime. Dalla parte di Silvio Ber- te costituziona- fosse sciocco attardarsi a Questa è la concezione dell’antitru- beta”. Fu allontanato dal gruppo,
lusconi fin dagli esordi. Lo Iem, contare i canali tradiziona- st dell’uomo diventato reggente con l’accusa di utilizzare Index per
Istituto di economia dei media, li. Così Berlusconi salvò dell’antitrust. le sue ricerche e i suoi interessi pri-
era negli anni Ottanta un centro Antonio Pilati, Retequattro e soprattutto i Fu Francesco Storace, allora gover- vati. Passò a fare “Scrap”, una più re-
di raccolta dati, di studio e di di- l’uomo budget pubblicitari del natore del Lazio, a dare fiato alle vo- munerativa newsletter su media e
battito che faceva riferimento alla di Berlusconi suo sistema fatto di tre ci che l’inventore della legge Ga- pubblicità, realizzata per l’agenzia
Fondazione Rosselli. Ma tutti gli all’Antitrust visto reti. sparri non fosse l’allora ministro di pubbliche relazioni Scr di Toni
operatori sapevano che Pilati, in- da Manolo Fucecchi La seconda Maurizio Gasparri: “Il disegno di Muzi Falconi. Per un periodo fu an-
idea: il Sic, legge sulle tv”, dichiarò Storace, che direttore di “Pubblicità doma-
sistema in- “sarebbe meglio non attribuirlo a ni”, una rivista specializzata edita
Dalla parte di Berlusconi fin dagli tegrato
delle co-
un nostro ministro, visto che è stato
scritto da un altro”. Da chi? Gad Ler-
da Lillo Perri. Cacciato anche da lì,
perché il vecchio Perri non soppor-
esordi, ha rapporti privilegiati munica-
zioni. Per
ner, sornione, in un’intervista lo
chiese direttamente a Pilati. Che si-
tava che altri lo sopravanzassero
nelle relazioni con gli operatori, ti-
imporre billino rispose: “Ho scritto qualco- po la Fininvest. Ora è all’Antitrust. E
con Fininvest e Publitalia un limite sa sul sistema televisivo, se qualcu- non lo caccerà più nessuno.
Sabato 20 novembre 2010 pagina 11

ECONOMIA

COSÌ LO STATO
SCIPPA
I FONDI NO PROFIT
In Finanziaria tagli per gli enti
benefici, il 5 per mille va a Tremonti
di Chiara Paolin euro contro i 400 degli anni pas- spondenza tra somme raccolte e
sati. “Il problema sta innanzitut- denaro materialmente devoluto.
tu a chi lo dai il tuo 1,25 to nella norma” spiega Marco A luglio il governo aveva cancel-

E
La protesta delle Onlus a Roma
per mille? Con la nuova Granelli, presidente del Coordi- lato in blocco il dispositivo, salvo contro i tagli previsti dalla
legge di stabilità bisogna namento nazionale dei centri di reintegrarlo ora ma con un tetto Finanziaria (FOTO ANSA) lancia l’allarme: “Gli effetti sul- tutti di firmare l’appello (su
aggiornare il lessico socia- servizio per il volontariato. massimo di 100 milioni. Il resto l’occupazione saranno inevitabi- www.csvnet.it) per una modifica
le: il 5 per mille ormai non esiste delle cifre devolute a maggio dai ce Michele Mangano, presidente li, soprattutto sul lungo periodo. immediata del provvedimento.
più, il cittadino italiano può li- Il tetto massimo contribuenti lo gestirà il ministro nazionale Auser, associazione Non vorrei che a fronte di qual- Anche perché al Senato esiste già
beramente disporre – al massi- di 100 milioni dell’Economia Giulio Tremonti, che si occupa di anziani. In que- che risparmio immediato sulle da giugno 2009 una legge per sta-
mo – dell’1,25. Il resto se lo come meglio crede. E non pos- sta manovra non ci sono scelte politiche sociali ci fossero mag- bilizzare il 5 per mille. E’ già pas-
prende il governo. siamo fare nulla, non c’è una nor- anticicliche e risorse da destina- giori spese per la cassa integra- sata in commissione legislativa,
Nella prima bozza della Finan- IL 5 PER MILLE nacque nel ma da impugnare, una legge cui re alla ripresa del lavoro o per i zione. Oltre la beffa il danno”. basterebbe un ok. Sa da che è
ziaria era stata abolita in tronco 2006 come singolo articolo da in- far riferimento. Semplicemente settori produttivi, mentre persi- Il Pdl Maurizio Lupi, storico so- bloccata? Mancanza di copertura
la possibilità per ogni contri- serire in Finanziaria. Non è quin- dobbiamo subire la decisione: ste l’attacco ai diritti universali: stenitore del 5 per mille, ha so- finanziaria. Ma se si paga da sola!
buente di devolvere una picco- di una legge dello Stato, ma un di- noi associazioni così come i con- istruzione pubblica, cultura, assi- lennemente promesso di attivar- La verità è che nessun governo
la parte del gettito fiscale a enti spositivo che ogni anno viene ri- tribuenti”. stenza”. si presso il ministro Tremonti per vuole preventivamente blindare
no profit. Ora l’esecutivo ha de- maneggiato. Fino al 2010, lottan- In pratica saranno le associazioni far rivivere il 5 per mille il pros- una quota fissa dei tributi. Tener-
ciso di reinserire l’opzione ma do e vigilando, le onlus hanno ot- di volontariato, i centri di ricerca Spariscono i fondi simo aprile. “Speriamo – conclu- si la mani libere è molto più co-
con un tetto fisso: 100 milioni di tenuto il rinnovo e una fedele ri- e gli enti no profit (oltre 55 mila per il sociale de Granelli – intanto chiediamo a modo”.
quelli accreditati) a procurare
denaro allo Stato. Perché finora
I TAGLI DELLA FINANZIARIA gli italiani hanno assegnato circa IL GUAIO è che con queste ci-
400 milioni di euro ogni anno tra-
mite il 5 per mille: stavolta invece
fre sarà impossibile mantenere il
livello di servizio garantito fin qui BANCARI “licenziati


55 xx mille
mille i 15 milioni di contribuenti (dato dal mondo no profit. Specie nei
2008) saranno traditi diventando
finanziatori involontari di altre
settori più delicati. Quest’anno,
5 per mille a parte, il taglio dram-
senza paracadute”
Dal 2007 ad oggi 2011
politiche governative. Per chi do- matico è stato fatto all’insieme nche le banche vanno allo scontro sindacale,
400 milioni € 100 milioni € -75% vrà spartirsi il poco rimasto, sarà dei fondi per il sociale: un miliar- Al’Associazione
non senza implicazioni sociali. Ieri a sorpresa
all’anno all’anno guerra tra poveri. Per fare un do e mezzo di euro la cifra stan- Bancaria Italiana (Abi), ha comuni-
esempio, la scelta che si pone è ziata per il 2010, 350 milioni per cato ai sindacati l’intenzione di sciogliere unilate-
questa: o tutti i soldi del 2010 an- il 2011. “Praticamente sono ri- ralmente il Fondo di solidarietà del settore del cre-
Fondi politiche sociali dranno ad Airc, Emergency e Medici maste le briciole” ha detto Rosi dito. Quello, cioè, che dal 2000 a oggi, ha garantito
senza frontiere (che di solito incas- Bindi, mentre c’è chi fa notare co- il prepensionamento a circa 40 mila lavoratori sen-
2010 2011 sano rispettivamente 70, 10 e 9 me la situazione rischi di diven- za alcun costo per i contribuenti. Secondo l’Abi, la
1.472 mln € 349 milioni € milioni ciascuno) oppure tutti gli
enti dovranno ricevere una cifra
tare pesantissima non solo per gli
assistiti ma per gli stessi operato-
gestione del fondo è diventata troppo onerosa e
non più adeguata alle necessità del sistema. Da qui
all'anno all'anno
decurtata del 75 per cento. ri del settore. Giuseppe Guerini, l’apertura di un tavolo per la riforma dell’ammor-
“Provocazione inaccettabile” di- presidente di Federsolidarietà, tizzatore che però nella sua prima seduta ha visto
l’Associazione in una posizione di netta chiusura.
Le estreme conseguenze? Con l’esaurimento del
PUBBLICO IMPIEGO fondo, il carico di eventuali esuberi delle banche
potrebbe passare allo Stato. Giovanna Lantini

IL FLOP DI BRUNETTA BLOCCA LE ELEZIONI SINDACALI


di Salvatore Cannavò tare il responsabile organizzazione nuovo Statuto dei lavori presentato parati ma anche sull’agibilità sinda- comparti per non far partire la pro-
della Funzione pubblica Cgil, Alfre- la scorsa settimana dal ministro del cale, decisiva per esercitare una fun- cedure delle elezioni Rsu”. Con due
entre nella politica si invocano do Garzi: “Rinviare sine die le elezioni Welfare Maurizio Sacconi. E si con- zione efficace. effetti evidenti: “Da un lato non si
M le elezioni come salutare bagno
di democrazia, nel pubblico impie-
Rsu significa anche svuotare la legge
sulla rappresentanza del pubblico
ferma così quell’asse tra Brunetta e
Sacconi, entrambi ex socialisti, for-
Ora, il decreto Brunetta fa dipende-
re l’indizione delle elezioni dall’ac-
fanno esprimere i lavoratori, dall’al-
tro si danneggia la contrattazione
go circa tre milioni di lavoratori non impiego soprattutto dove segna temente impegnati contro i privile- cordo tra Aran (l’agenzia incaricata del posto di lavoro anche perché
sanno se e quando potranno votare “l’indice di rappresentatività” come gi e le preorogative dei fannulloni, della negoziazione e attualmente una volta scadute, a fine novembre,
per il rinnovo delle Rsu, le rappre- media tra iscritti e voti ottenuti. impegno nel quale finiscono per es- commissariata da Antonio Naddeo, le rappresentanze sindacali decado-
sentanze sindacali unitarie, cioè gli Un’indice importante che impone sere presi di mira diritti fondamen- braccio destro del ministro) e i sin- no. Ecco perché vogliamo l’indizio-
organismi di rappresentanza che che i contratti abbiano validità solo tali. dacati sulla ridefinizione dei com- ne entro il 30 novembre anche se la
consentono di negoziare sul posto se approvati da sindacati rappresen- parti in cui suddividere il Pubblico trattativa sui comparti non fosse
di lavoro. tativi del 50 per cento più uno dei MA LA VICENDA ha anche ri- impiego. Oggi sono 12 (tra cui mi- conclusa”.
lavoratori rappresentati”. Se non si svolti più concreti. Si parla infatti di nisteri, Regioni e autonomie locali,
LE ELEZIONI si sarebbero dovute vota più, salta anche l’indice che un’elezione che, nella tornata Sanità, Scuola, Università, Aziende, “IN REALTÀ C’È ANCHE un
svolgere il 18 novembre. Però in se- non a caso il decreto Brunetta in- 2006/2007, ha visto votare circa l’80 Enti pubblici) mentre il decreto sta- ruolo negativo di Cgil, Cisl e Uil – di-
guito all’approvazione del Decreto chioda a quello misurato il 31 dicem- per cento degli aventi diritto. In- bilisce che devono essere ridotti a ce invece Paola Palmieri dell’Usb
Brunetta – quello che ha definito le bre 2007. Nel pubblico impiego, somma, un passaggio chiave, al di là quattro (l’Aran propone il seguente che nel pubblico impiego ha una
regole per premiare la meritocrazia quindi, si gioca una sorta di prova dei reali poteri delle Rsu, con cui mi- accorpamento: Agenzie fiscali, mi- certa forza – che siccome rischiano
– le elezioni sono state rinviate a una generale per rendere sempre più surare la reale forza dei diversi sin- nisteri, enti pubblici, ricerca, uni- di subire scossoni dalla riorganizza-
data “entro il 30 novembre”. Ma il marginale la rappresentanza in osse- dacati e con cui i sindacati accedono versità; autonomie locali; scuola, ac- zione dei comparti frenano. Le ele-
tempo tecnico per convocarle è già quio a quella stessa logica “neo-cor- ai permessi e ai distacchi sindacali cademie e conservatori; Regioni e zioni devono farsi subito ma comun-
ampiamente superato. Alla questio- porativa” che anima il progetto di con ovvie ricadute su risorse e ap- sanità). Solo dopo questa ristruttu- que non prima che i lavoratori, e i
ne e a quella più in generale della razione organizzativa sindacati, sappiano in quale com-
rappresentanza, ha dedicato una si potrà andare al vo- parto saranno collocati”.
giornata di studio, giovedì scorso,
l’Unione sindacale di base che ha
Tre milioni to. Ma la trattativa è
ferma. I sindacati non
Contraddizioni su contraddizioni.
Che non eliminano il problema prin-
chiamato a discutere giuristi, sinda-
calisti ed esponenti politici. Tutti
di lavoratori condividono i quat-
tro comparti dell’A-
cipale. Perché anche se elette le Rsu
rischiano di vedersi private di reali
piuttosto d’accordo sul giudizio di
base, ribadito nelle relazioni intro-
non sanno se ran mentre l’Aran non
fa un passo avanti e
poteri visto che l’orientamento pre-
valente, contenuto nel decreto Bru-
duttive, e cioè che il rinvio dipende Brunetta resta a guar- netta, per quanto riguarda la con-
dal fatto che “le Rsu vengono pro- e quando dare. Quindi, stallo trattazione di secondo livello, è di af-
gressivamente abbandonate in favo- totale. fidare tutto alla legge. Il decreto in
re di forme di rappresentanza sinda- potranno votare “Colpa di Brunetta – questione, ad esempio, decide già
cale non su base elettiva ma di no- dice ancora Alfredo come distribuire gli aumenti di pro-
mina interna all’organizzazione”. Il per il rinnovo Garzi della Fp-Cgil – e duttività e il salario accessorio sulla
riferimento è in particolare all’ac- ovviamente dell’Aran base dei coefficienti di produttività.
cordo sul modello contrattuale del delle Rsu che del governo è il Con regole rigide e prestabilite. Un
2009 che “propone di modificare in rappresentante. En- modello che affascina la Fiat e Con-
via pattizia fondamentali istituti di Brunetta ministro per la trambi continuano a findustria e che oggi rappresenta
legge quali il welfare e lo sciopero”. Pubblica amministrazione nascondersi dietro la l’insidia maggiore per il sindacato
Ma c’è anche di più, come ci fa no- (F E
OTO )
MBLEMA ridefinizione dei italiano.
pagina 12 Sabato 20 novembre 2010

DAL MONDO

NIENTE BALLE
razioni forniscono facilmente
un argomento contro il gover-
no. Ci vuole poco a dire: i con-
servatori sono sempre gli stes-
si anche se fanno finta di es-
sere moderni. Peggio ancora
quando il nome della Lady di

SIAMO INGLESI
ferro non deve essere neppure
evocato con forzate analogie,
quando tali prese di posizione
vengono proprio da un that-
cheriano. Per questo Came-
ron, che vuole accreditare l’i-
dea di una destra moderna,
Cameron costringe alle dimissioni non ha perdonato la gaffe. E
dietro generiche e ufficiali di-

il consigliere che aveva detto: va tutto bene chiarazioni di “stima al lavoro


di Lord Young di Graffham” –
al lavoro, si badi, non in lui -, lo
ha scaricato il prima possibi-
di Andrea Valdambrini un inviato del quotidiano ministro lo ha pregato di la- Il premier britannico le.
Londra “amico” The Daily Telgraph, si è sciare l’incarico, e Lord Young David Cameron. Sotto,
lasciato andare un po’ troppo ha riconosciuto l’errore scu- Aung San Suu Kyi dopo la L’INCIAMPO ARRIVA
a tutto bene, anzi va me- alle sue opinioni personali a poi in un momento delicato

V
sandosi profondamente. Serie- liberazione ( FOTO ANSA)
glio. La recessione? Aiu- proposito di quella che ha tà che contraddistingue gli in- per Cameron, in cui comincia
ta a mantenere bassi i tas- avuto il coraggio di definire la glesi rispetto a noi italiani. ormai a prendere forma la sua
si d’interesse, così le fa- “cosiddetta recessione”. “Non è un membro del gover- strano che il Paese è passato perto diversi incarichi nei go- idea della Big Society. Solo tre
miglie risparmiano sul mu- no, solo un consigliere” ha nelle mani di un’élite senza verni di Margaret Thatcher, tra giorni fa il ministro Francis
tuo. I tagli ai posti di lavoro OVVERO UNA MANNA preso le distanze Downing contatto con la gente e per cui quello di ministro del La- Maude ha annunciato come
nel settore pubblico? E che per l’economia della derelitta Street dopo le dimissioni del questo inaccettabile”. voro nel 1985 e del Commer- verrà dato potere alle coope-
vuoi che siano 100 mila disoc- Gran Bretagna, che avrebbe a consigliere. “Chi ha perso il la- cio e Industria nel 1987. So- rative di cittadini a discapito
cupati in un anno su una forza suo avviso, corroborato i bi- voro è disgustato”, ha com- BRUTTA GAFFE, insom- prannominato “Lord Suit” – che dello Stato, perfino in settori
lavoro complessiva di 30 mi- lanci delle famiglie, mai state mentato la laburista Angela Ea- ma, ma solo una gaffe? Ovve- si potrebbe forse rendere con come quello sanitario. Un pas-
lioni? Giusto qualcosa che ri- meglio di adesso. Peccato che gle. Più pesante ancora ci è an- ro, bastano le dimissioni per “onorevole Vestito” - con rife- saggio controverso che nel-
cade “nel margine di errore”. il Telegraph abbia diffuso le opi- dato Tony Woodley, segretario dire che l’incidente è chiuso? rimento sarcastico all’elegan- l’immediato significa tagli ai
Voce neppure troppo “dal nioni di Lord Young senza re- generale di Unite, il più grande E proprio qui sta il problema. za un po’ demodé, mancava da posti di lavoro. Studenti e sin-
sen fuggita” di Lord David ticenze, mettendo oltretutto sindacato britannico. “Lord Che non è tanto legato a que- tempo dagli onori della crona- dacati scaldano i motori per
Young, consigliere economi- online le registrazioni audio, Young ha gettato la maschera - sto singolo episodio. Young, è ca. un inverno ad alta tensione so-
co del governo Cameron, che tanto per evitare smentite. Nel ha accusato Woodley - le sue vero, non è una figura centrale Il problema è piuttosto che ciale, che molti auspicano in
in un colloquio informale con giro di una giornata, il primo fesserie da thatcheriano dimo- del governo. 78 anni, ha rico- l’insensibilità delle sue dichia- stile francese.

I PROBLEMI DOPO LA LIBERTÀ

AUNG SAN SUU KYI E IL MARKETING DEI GENERALI BIRMANI


to di un atto unilaterale e manipolatorio fine mentre migliaia di cittadini birmani triste risultato della truffa mediatica della In questi giorni Suu Kyi ha presentato ri-
dei generali per accreditare un nuovo sono costretti quotidianamente dall'eser- giunta militare, piuttosto che scontenta- corso presso la Corte Suprema birmana
pseudo-corso democratico dopo le ele- cito ai lavori forzati. re i robusti supporter politici del regime affinché il suo partito, la Lega nazionale
zioni truffa del 7 novembre. Elezioni per Decine di migliaia di bambini rapiti dalle birmano, a cominciare dalla Cina. Invece per la democrazia (Lnd), possa tornare le-
altro proibite dai generali a Suu Kyi e agli famiglie sono stati arruolati nelle Forze ar- di spedire il dittatore Than Shwe e i suoi gale dopo essere stato sciolto dalla giunta
altri esponenti dell’opposizione. mate per soddisfare gli svaghi e incre- generali davanti al Tribunale penale inter- militare al potere e ha ribadito il concetto
La liberazione, ossia il presunto atto mentare le buste paga degli ufficiali su- nazionale, invece di far sequestrare gli in- chiave della sua politica: trattare con l'e-
“umanitario” dei generali, è stato in real- periori, mentre i giovani monaci buddisti genti fondi frutto del traffico della droga sercito per riformarlo in chiave democra-
tà un segno di forza del regime e non di sanno che in caso di una loro nuova ribel- che gli esponenti della giunta militare tica.
di Giancarlo Bocchi * debolezza. Come ha immediatamente lione, come accadde nel 2008, li aspette- hanno depositato nella banche di Singa- Questo sogno ricorrente della “Signora”,
puntualizzato Zoya Phan, giovane di et- rà la prigione o un colpo in testa di un cec- pore, le istituzioni internazionali e le di- che si perde in sentieri più psicanalitici

NAungeihanno
giorni scorsi i generali birmani
sfruttato la liberazione di
San Suu Kyi come un grande spot
nia Karen esponente dell'opposizione
in esilio “La liberazione è stata un’opera
di pubbliche relazioni, non di riforma
chino appostato fuori dai conventi.
Nei campi profughi in Thailandia i rifu-
giati sono oltre 200 mila e i deportati con
plomazie reggono il gioco ai generali,
sperando in un ravvedimento spontaneo
e alquanto improbabile.
che politici, è legato alla figura del padre,
il generale Aung San, che fu ucciso in un
attentato quando Aung San Suu Kyi aveva
planetario al loro buon cuore. Ma pro- democratica”. la forza dall'esercito all'interno del paese solo 2 anni. Personaggio per molti versi
prio ieri il raggiro dei generali è stato ammontano a diverse centinaia di mi- La sua icona ha controverso, nonché alleato fino al 1942
mascherato dalla stessa leader dell'op- Predoni, idealisti, gliaia. In uno dei paesi più ricchi di ma- immobilizzato l’opposizione dell'invasore giapponese, fu proprio
posizione birmana, che ha dichiarato: e la miopia del mondo terie prime la popolazione è poverissi- Aung San il fondatore del Tatmadaw l'eser-
“Non considero il mio recente rilascio ma. Fame e malattie falcidiano milioni di cito nazionale birmano.
come un segnale di moderazione della birmani. I combustibili e l'energia elettri- MA C'È ANCHE un’altra questione. L'opposizione in esilio, soprattutto quel-
giunta militare del Myanmar”. MENTRE IL MONDO intero è stato ca sono razionati. Il paese è un devastato Negli ultimi anni le strategie politiche del- la delle minoranze etniche, pur ricono-
Poche e semplici parole che hanno tranquillizzato dalle immagini dell’“ico- campo di battaglia con movimenti guer- l’opposizione democratica birmana scendo a Suu Kyi un coraggio, una uma-
smontato la strategia manipolatoria, la na” birmana in libertà, della fragile ma te- riglieri di opposizione ma anche di nume- (comprese quelle dei diversi movimenti nità e una forza d'animo sconfinati, dopo
truffa mediatica, ordita dai generali bir- nace Suu Kyi che arringava alla folla riu- rose narco-guerriglie. I generali control- etnici) hanno pagato un tributo alla po- tanti anni di lotta senza aver ottenuto ri-
mani e imbastita da agenzie internazio- nita davanti alla sua casa di University ave- lano attraverso ex-trafficanti internazio- polarità internazionale e al carisma della sultati concreti vorrebbe un cambio di
nali di public relation che lavorano a tem- nue, nessuno dei grandi e gravi problemi nali, amnistiati e assunti al loro servizio, il donna simbolo dell’opposizione birma- strategia. Sono in molti a pensare che la
po pieno per il regime militare. Una truf- birmani ha trovato una soluzione. 20% della produzione e il traffico di oppio na. Segregata nella sua casa sulle rive del leader birmana in futuro non dovrebbe
fa mediatica che è stata per altro caval- A esempio Ko Ko Gyi, il leader degli stu- nel mondo. Questo è il risultato di dieci lago Inya, “la moderna eroina della liber- essere solo una testimone delle sofferen-
cata dai media internazionali e dalle di- denti della rivolta del 1988, è in galera, lustri di un regime militare che di recente tà”, come l'ha chiamata Barack Obama, in ze del suo popolo o nuovamente un
plomazie occidentali. quasi ininterrottamente da 22 anni insie- ha perfino dato segnali di volersi dotare tutti questi anni con cocciutaggine non ostaggio del regime, ma piuttosto la pro-
La liberazione di Suu Kyi non è avvenuta me ad altri 2200 oppositori del regime. I della bomba atomica. ha mutato la strategia buddista ma poco tagonista di una nuova grande battaglia
per le pressioni internazionali sulla militari continuano a uccidere, torturare Cosa fanno nel frattempo le istituzioni in- “politica” di cambiare le cose “trasmet- contro il regime birmano da portare oltre
giunta militare - come qualche com- e stuprare migliaia di poveri indifesi nelle ternazionali e i governi occidentali? Nei tendo amorevolezza” alla giunta milita- i confini nazionali.
mentatore ha sostenuto - ma è stata frut- remote regioni centrali e in quelle di con- giorni scorsi hanno preferito incassare il re. * regista
Sabato 20 novembre 2010 pagina 13

DAL MONDO

N
OBAMA RIMETTE AL CENTRO L’EUROPA SVEZIA
Assange, appello
contro accusa stupro

E LA NATO RIPARTE DI SLANCIO I l fondatore di


Wikileaks, Julian
Assange, ha presentato
appello contro il
mandato di arresto
A Lisbona varata la dottrina del dialogo del presidente Usa internazionale per
stupri e altri reati
spiccato dalla Corte
svedese. “Ho presentato
di Giampiero Gramaglia po è sereno. È l’occasione per per giungere all'obiettivo di un l'appello - ha detto
Bruxelles l’Alleanza di adeguare il proprio disarmo nucleare globale, ma l'avvocato Bjoern
‘concetto strategico’ al nuovo finché esistono al mondo atomi- Hurtig - ed entro un
l segretario generale dell’Al- credo obamiano – più dialogo e paio di giorni ci sarà la

I
che che possono essere usate da
leanza atlantica Anders Fo- meno muscoli, rispetto alla dot- gruppi terroristi e potenziali ne- decisione della Corte”.
gh Rasmussen, ex premier trina post 11/9 bushiana - ed è mici, la Nato deve mantenere la La Corte aveva chiesto al
danese, lo definisce “il ver- l’occasione per il presidente sua capacità di dissuasione nu- giudice Marianne Ny di
tice più importante nella storia americano di tranquillizzare i cleare. E lo scudo anti-missile è emettere un mandato di
della Nato”, che è già lunga oltre ‘vecchi’ alleati, che spesso lo “complementare”, ma non sosti- arresto internazionale
60 anni. Ma - evidentemente - al sentono un po’ distratto dal- tutivo, della deterrenza nuclea- dal momento che il
presidente del Consiglio italia- l’‘amico cinese’, confermando re. 39enne australiano si
no non l’hanno spiegato bene, l’importanza dei rapporti con Il Vertice vuole ridefinire le prio- trova attualmente in
perché i lavori cominciano sen- l’Europa. rità dell'Alleanza nel XXI secolo: Gran Bretagna.
za di lui, che, dopo essere arri- documenti da tempo discussi e
vato a Lisbona, se ne resta den- E NON SOLO: oggi, prima del- preparati. Il presidente Obama e
tro l’aereo al telefono. L’imba- la fine dei lavori del Vertice dalle gli altri 27 leader dedicano la pri-
razzante ritardo di Mr B viene uf- conclusioni già scritte, ci saran- ma sessione plenaria e il pranzo
ficialmente spiegato con impro- no incontri con la Russia – le re- di lavoro proprio al ‘nuovo con-
babili “ingorghi protocollari” e lazioni di Mosca con la Nato so- cetto strategico’ Nato e all'ambi-
poi con il maltempo che batte la no più serene, adesso che equi- zioso progetto di scudo anti-mis-
città, ma il presidente Usa, il voci e diffidenze sullo scudo an- sile per il quale si prevede, ora,
cancelliere tedesco Angela Mer- ti-missile sono superati, e col un coinvolgimento della Russia
kel e molti altri leader arrivano presidente afgano Hamid Kar- “forte”.
al Vertice senza batter ciglio sot- zai, che si sentirà confermare Oggi, i lavori si allargheranno ai Obama tra Sarkozy, Merkel e Cameron al vertice Nato di Lisbona (FOTO ANSA)
to una pioggia dirotta. l’impegno degli Usa e della Nato 48 paesi delle partnership atlan-
Politicamente, al Vertice il tem- nel suo Paese. Evitati, infine, gli tiche e al presidente Karzai, per canti d’armi. gli appuntamenti euro-atlantici. ISRAELE
screzi con la Turchia, che non fare il punto sull'Afghanistan e In vista di Lisbona, Obama rila-
vuole che l’Alleanza metta l’Iran varare ufficialmente la ‘strategia L’INTENSO programma di- scia una raffica di interviste e Triplice raid
Apertura fra i suoi nemici: il riferimento
contestato salta e il premier tur-
della transizione’ che prevede il
graduale passaggio dal 2011 al
plomatico portoghese sarà chiu-
so da un tribolato vertice tra Usa
pubblica suoi articoli, afferman-
do che “non c’è un legame più
a Gaza
strategia alla co Tayyip Erdogan può sbarcare
a Lisbona sorridente e in orario,
’14 della sicurezza del Paese dai
militari della Nato alle forze lo-
e Ue: annullato in primavera, è
stato ora confinato a uno scam-
stretto di quello che noi ameri-
cani abbiamo con voi europei. A lmeno 6 palestinesi
sono rimasti feriti
Russia, ridefinite con la moglie al fianco (viso e ca-
pelli islamicamente avvolti in un
cali.
Sempre oggi ci sarà il Consiglio
polo del tempo di Obama tra la
conclusione degli impegni ‘stra-
Sviluppare i rapporti con altri at-
tori globali, come ho fatto nel
dopo un triplice raid
aereo, scatenato da
velo). Nato-Russia, presente, per la pri- tegici’ e la ripartenza per Wa- mio recente viaggio in Asia, non Israele sulla Striscia di
le priorità A margine dei lavori, Francia e ma volta dal 2008, cioè dal con- shington, dove, nelle ultime due è in contraddizione: lo fate an- Gaza come rappresaglia
Germania ricordano ai partner flitto russo-georgiano, del presi- settimana, dopo la sconfitta nel- che voi, nell'interesse della sta- per gli attacchi con
dell’Alleanza europei il loro rapporto privile- dente Dmitri Medvedev: un altro le elezioni di midterm del 2 no- bilità mondiale”. Negli Usa né razzi e mortai degli
giato, trovando un’intesa bilate- segno dell’avvenuto ‘reset’ delle vembre, il presidente è stato ben l’Ue “possono affrontare il futu- ultimi due giorni
E Kabul non sarà rale sul ruolo dissuasivo degli ar- relazioni Usa-Russia, nonostante poco presente, tra la missione in ro gli uni senza gli altri. Solo il contro il territorio dello
senali nucleari: la Nato deve im- brividi da Guerra fredda provo- Asia, il Vertice del G20 a Seul e commercio transatlantico crea Stato ebraico: lo ha
lasciata sola pegnarsi, come chiede Obama, cati da storie di spie o di traffi- quello dell’Apec a Yokohama e milioni di posti di lavoro”. denunciato un
portavoce dei servizi
sanitari dell'enclave,
Lo Stato dell’Afghanistan Adham Abu Selmiya.

I Taliban dettano ancora legge EGITTO


Retate contro
l’opposizione
conseguito. Va anche detto sembrò l’alba di una nuova era subito dopo il rovesciamento tentare di capire per quale ra-
che i Taliban, come già aveva-
no fatto i mujahidin con l’eser-
cito sovietico, combattono
di libertà e di uguaglianza per
le donne afgane che avrebbero
potuto liberarsi del burqa e tor-
del governo Taliban? Forse
perché allora sembrò priorita-
rio a Bush affrettarsi a rovescia-
gione gli afgani vanno a infol-
tire i ranghi dei Taliban e in che
misura li sostengono. Solo il
A meno di 10 giorni
dalle elezioni
legislative del 28
con mezzi “non convenziona- nare sui banchi di scuola. Se ci re anche Saddam. Di conse- 5% degli intervistati ha dichia- novembre, le forze di
li”: intimidiscono i funzionari si affida soltanto ai dati relativi guenza ci s’è mossi solamente rato di appoggiare il governo. sicurezza egiziane
pubblici con gli attentati e li alla frequenza scolastica delle nell’estate del 2008 e ci voglio- Gli altri hanno accusato il go- hanno effettuato
scoraggiano dal collaborare ragazze, i progressi sembrano no anni prima che un program- verno di essere “corrotto”. La massicci arresti nelle
con gli “stranieri”. In queste innegabili. Ma che ne è di que- ma di aiuti faccia sentire i suoi maggior parte degli afgani si file dell’opposizione, in
condizioni trasformare gli ste ragazze una volta terminati benefici. È relativamente sem- sono detti favorevoli a quelli particolare tra I
aiuti in programmi di svilup- gli studi? Cosa stanno facendo plice e rapido costruire scuole che definiscono i “Taliban sostenitori dei Fratelli
Il presidente afgano Hamid Karzai (FOTO ANSA) po e convincere la popolazio- gli occidentali per promuove- e ospedali, ma ci vuole molto buoni” che, secondo il comu- Musulmani. Lo
ne locale a collaborare non è re l’occupazione femminile? E più tempo per garantire ai cit- ne sentire, sarebbero diversi denuncia la potente
di Carlo Antonio Biscotto semplice. cosa stanno facendo per af- tadini un sistema giudiziario af- dai “Taliban pachistani” e da confraternita, messa al
frontare i temi più spinosi della fidabile, una polizia onesta e quelli legati alla droga. Inoltre bando ma tollerata in
a presenza militare Nato in condizione delle donne, vale a una burocrazia non corrotta – la maggioranza degli intervi- Egitto, sul suo sito
Lscopo
Afghanistan è nata con lo
di “stabilizzare e rico-
Fallimento totale
della giustizia dire la violenza domestica, i de-
litti d’onore e la pratica arcaica
tutti temi sui quali battono con
successo i Taliban.
stati ha auspicato l’abolizione
delle sanzioni, l’apertura di un
internet.

struire” il Paese. Si è sempre che va sotto il nome di bad e tavolo negoziale con i Taliban e IRAN
parlato di “missione di pace” UNO DEGLI OBIETTIVI che consente alle famiglie di Aiuti costosi e sprecati, il ritiro delle truppe straniere.
e insieme ai militari sono ar- principali della ricostruzione pagare un debito offrendo una donne dimenticate Un ritiro graduale – hanno det- “Salveremo
rivati in Afghanistan fiumi di del tessuto sociale del Paese ri- figlia alla famiglia creditrice? to alcuni – per evitare la guerra la vita di Sakineh”
aiuti che dovevano servire a guardava il sistema della giudi- L’unico lavoro accessibile alle civile che scoppiò dopo il riti-
rafforzare il governo di Kar-
zai, a rimettere in piedi l’eco-
nomia afgana e a conquistare
ziario. E in questo caso il falli-
mento è stato totale. Stando a
quanto emerge da un sondag-
donne è l’insegnamento, ov-
viamente solo nelle scuole
femminili. In sostanza le don-
INOLTRE DISTRIBUIRE e
utilizzare gli aiuti in zone di
guerra è quanto mai costoso e
ro dell’esercito sovietico.
Quale è stata la risposta delle
capitali occidentali a questo
M ohammad Javad
Larijani, il capo
del Consiglio dei diritti
“i cuori e le menti” della po- gio commissionato dalle forze ne si dividono tra quelle che in- non pochi sono del parere che stato di cose? Quella di Wa- umani della Repubblica
polazione. Nato, gli afgani in caso di con- segnano, quelle che imparano meglio sarebbe attendere che shington, come comunicato islamica iraniana, ha
La strategia messa a punto dal- troversia si rivolgono al consi- sui banchi di scuola e quelle il Paese sia in pace e poi inviare ieri, consiste nell’invio in Af- detto al Wall Street
le forze di occupazione pre- glio degli anziani del villaggio che stanno a casa. Giovani gli aiuti. C’è anche da conside- ghanistan di una compagnia Journal che sta
vedeva - come ricorda un re- oppure al governatore del di- donne intelligenti e ambiziose rare che un eccessivo attivi- (14) di carri armati M1 lavorando assieme al
portage-inchiesta del quoti- stretto o ai comandanti Tali- studiano materie come l’infor- smo delle truppe sul versante Abrams. sistema giudiziario per
diano britannico Guardian - ban. Oltre la metà dei cittadini matica, la fisica e la chimica al umanitario mette in pericolo il salvare la vita di
che quasi contemporanea- di sesso maschile “si fida total- solo scopo di insegnarle alla lavoro e la vita degli operatori Sakineh Ashtiani.
mente all’avanzata delle trup-
pe sul terreno, i militari dove-
mente” dei Taliban perché
non sono corrotti. Meno entu-
successiva generazione di ra-
gazze.
delle Ong indipendenti che
non vogliono essere confuse
Gli occidentali Larijani, che si trova a
New York per opporsi a
vano essere in grado di inse-
diare un governatore affian-
siaste sono le donne. Invece,
del sistema giudiziario statale
Il classico sistema che si autoa-
limenta ma che non produce
con le forze di occupazione.
Ed infine: lo sforzo umanitario
sono intervenuti una risoluzione Onu
che condanna l’Iran sui
cato da un gruppo di funzio-
nari, finanziare programmi
si fidano solo il 7% degli afgani.
Secondo il rapporto i cittadini
né progresso né sviluppo. La
realtà è che gli occidentali so-
riduce veramente l’inf luenza
dei Taliban? Sembrerebbe pro-
sull’economia, diritti umani, ha
tuttavia difeso la pena
per rilanciare l’occupazione, dell’Afghanistan ritengono la no felici di intervenire sull’eco- prio di no anche perché di re- inizialmente inflitta a
costruire e poi far funzionare giustizia “corrotta, inefficien- nomia, ma sembrano più restii cente i Taliban hanno smesso ma sembrano Sakineh e ha
ospedali e scuole e organizza- te, dipendente dagli stranieri e a cambiare radicalmente la cul- di attaccare scuole ed ospeda- sottolineato di
re le forze di polizia e la ma- sempre disposta a favorire i tura del Paese in materia di di- li. Forse perché potrebbero restii a cambiare considerare “la
gistratura per far fronte alla privilegiati”. ritti delle donne. servire anche a loro o alle loro lapidazione necessaria
criminalità comune. Ma la nota forse più dolente ri- Ma per quale ragione non fu va- famiglie. radicalmente la come importante
Non si può negare che qual- guarda le donne. Il rovescia- rato un incisivo programma di L’anno scorso la Nato ha com- deterrente contro i
che risultato positivo sia stato mento del governo Taliban aiuti nella primavera del 2002 missionato un sondaggio per cultura del Paese crimini”.
pagina 14 Sabato 20 novembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out
MITI A STRISCE

PENTOTHAL Lady Gaga Zamparini Ronaldinho Sandrelli

E nacque Smentita
la sua
apparizione
al prossimo
Il patron
del Palermo
conferma:
trattative
Beccato
in giro alle
2 di notte.
Allegri: non
Veri e propri
diktat contro
il cinema
italiano:

il primo Paz
Sanremo per vendere è da atleti è assurdo

Pazienza ma tutti quelli che av- 1819 quando scopre che il pa- cile spiegare alla politica di qua-
vertono il sopruso, l’orrore del- dre, che voleva dormire i suoi le vittoria stia parlando qui Leo-
l’ingiustizia, sulle strade di Ro- sonni tranquilli, gli aveva inter- pardi, così poco conveniente la
sarno come nel terremoto di cettato il passaporto. Se mi op- sua strategia e il resto della sua
Haiti, a prescindere dalle re- porranno la forza, io vincerò, vita.
sponsabilità storiche e politi- perché chi è risoluto di ritrovare A chi passerà la vita a negoziare,
che, a urlare, urlare, urlare. E so- o la morte o una vita migliore, ha raggranellare due lire o cercare
gnare. Come Pentothal. Non a fa- la vittoria nelle sue mani. Diffi- di farsi spazio magari con qual-
re, quello sarà compito dell’a- che concorso truccato o una
dulto che imparerà a fare com- raccomandazione non ci sono
promessi, nel migliore dei casi
per salvare un nocciolo ideale
L’ordinario letture da consigliare. Semmai,
si può consigliare di non leggere
della propria generazione. Già
in Pentothal c’è un Andrea che
disastro nulla, non vivere e non amare e
contentarsi delle lusinghe dei
vende a Linus e negozia con il
mondo adulto. Ma nella sua qua-
della vita deboli, non dell’amicizia dei mi-
gliori. Difficile mostrargli anche
lità più radicale, la giovinezza le tavole di Pentothal. Bisogna,
non può accettare compromes- universitaria per capire questo mondo, vede-
si. Piuttosto sceglie l’autodistru- re un mondo abitato da Dei, la
zione. Questo fanno i poeti, gli bolognese morte a fianco alla vita e non co-
scrittori, gli artisti, i musicisti me qualcosa di inguardabile, e
rock. Questo è quello che dice negli anni ricordare per Andrea Pazienza i
anche Giacomo Leopardi a Save- versi di Menandro: muore giova-
rio Broglio d’Ajano il 13 agosto Settanta ne chi agli Dei è caro.

È in libreria per Fandango “Le tutto, e lasciare che per una de- dalla sua morte, vivendo a volte
straordinarie avventure di cina di giorni i manifestanti de- lo stesso senso di alienazione
Pentothal”, l’opera prima di vastino i negozi, diano fuoco al- dalla politica, non conoscono
Andrea Pazienza, uno dei più le macchine e mettano a ferro e spesso neppure il contesto dei
grandi disegnatori italiani che nel fuoco le città. Dopo di che? Do- deliri di Pentothal. Basti dire che
1977, a soli 21 anni, ne po di che, forti del consenso po- quello che in queste tavole ap-
consacrò indiscutibilmente il polare, il suono delle sirene del- pare oggi onirico e persecuto-
talento. Qui di seguito le ambulanze dovrà sovrastare rio era negli anni della giovinez-
pubblichiamo parte quello delle auto di polizia e ca- za di Pazienza, al contrario, mol-
dell’introduzione dello scrittore rabinieri. to reale, tanto che i sogni di An-
Enrico Palandri. drea sono quasi descrizioni del-
NEL SENSO che? Nel senso la vita quotidiana che aveva in-
di Enrico Palandri che le forze dell'ordine non do- torno. Quello che resta molto vi-
vrebbero avere pietà e mandarli vace e ha ancora un rilievo che

Q
tutti in ospedale. Non arrestarli, ha superato l’orizzonte degli
tanto che poi i magistrati li ri- eventi di quegli anni, è il prota-
metterebbero subito in libertà, gonismo di Pentothal, che parla
ma picchiarli e picchiare anche di giovani che erano già allora
quei docenti che li fomentano". piuttosto diffusi in tutte le città
Certo non è solo Cossiga ad ali- dell’Europa occidentale ma che
mentare il senso di persecuzio- in Italia erano scandalosi. Ragaz-
ne di Pentothal, è se mai la lunga zi che hanno avuto esperienze
storia del nostro dopoguerra. di droghe, di isolamento, aliena-
Una Dc colma di corruzione, in- ti dal mondo adulto. [...]
filtrata di mafia e piccola crimi-
nalità, la collusione con un Pci PERCHÉ il vero nemico di
granitico, ancora sostanzial- giornali e politici è proprio il
mente filo sovietico, insomma il mondo giovanile, non tanto le
lungo declino della prima Re- sue abitudini. Nella scuola e nei
uando si entra nelle straordina- pubblica. [...] A questo mondo programmi televisivi ci si sforza
rie avventure di Pentothal trovia- adulto era profondamente estra- di domare il sogno di Andrea Pa-
mo Andrea Pazienza che sogna. nea la parte più vivace dei gio- zienza, ma la vera natura di quei
Con una frequenza che ne è an- vani di quegli anni, da Tondelli, sogni ha una radicalità irriduci-
che la caratteristica principale, Piersanti, Freak Antoni e la bile, pronta all’autodistruzione
le vicende cascano dalla cima Traumfabrik, il nucleo di dissi- pur di non conformarsi. Che è
delle sue tavole sul suo corpo denti da cui sarebbe nato in mo- del resto il senso delle parole di
sdraiato, piene di momenti do drammatico quel filo piutto- San Paolo (Romani 12): non vo-
drammatici, allucinati, che ap- sto esile di discorso per cui si gliate conformarvi a questo se-
paiono per il tratto così imma- può parlare di letteratura, cine- colo, ma rinnovatevi
ginoso del disegno fantastici e ma, società negli anni successi- con la vostra intelligen-
fuori dal mondo ed erano al vi. Anche per la politica pur- za per mostrare che Dio
contrario l’ordinario disastro troppo a volte si ha la sensazione è buono e vuole il bene.
della vita universitaria bologne- che tanto sia cambiato ma nulla [...] L’invito a scegliere
se negli anni 70. Agguati fasci- sia cambiato e schieramenti non l’intelligenza e non la
sti, spacciatori, camionette del- molto diversi competono oggi convenienza, oppone
la polizia. Viene in mente l’in- come allora per voti e egemonia non solo gli artisti come
tervista di Cossiga al Quotidiano ma restano, sostanzialmente
Nazionale del 23 ottobre 2008. ostili, a destra come a sinistra, a
"Gli universitari, invece? La- tutto quello che è fuori dal coro. Le straordinarie avventure
sciarli fare. Ritirare le forze di Non voglio però ridurre Pazien- di Penthotal
polizia dalle strade e dalle uni- za a un’appendice di quella sto- di Andrea Pazienza
versità, infiltrare il movimento ria. I suoi lettori, che continua- FANDANGO LIBRI, PAG. 136; EURO 20
con agenti provocatori pronti a no a crescere a oltre vent’anni In pagina due tavole tratte dal libro
Sabato 20 novembre 2010 pagina 15

SECONDO TEMPO

GIOCHI TRUCCATI Il patron MILANO


rossoblù All’Elfo

BARATRO
di Luca De Carolis duto il 15 novembre. Ieri

uomo che gira scorta-


mattina il patron è arrivato al
centro tecnico di Castelde- in scena
L’ to sotto le Due Torri
ha una discoteca, lo
“Tsunami”. Un nome
che suona come una profe-
zia per Sergio Porcedda, pa-
bole assieme a due auto della
Digos, accolto dagli insulti
degli ultras e da uno striscio-
ne: “Squadra e tifosi uniti in
questa battaglia”.
in procura:
mi hanno
i non attori
dell’opera

BOLOGNA
tron sardo del Bologna che
fiuta il baratro, tra ordini di
sfratto, punti di penalizza-
LA RABBIA dei gruppi
della curva bolognese, l’An- truffato Rom
zione e il rischio concreto drea Costa, è finita in una no-
del fallimento. Un rosario di
guai che gli ha messo contro
una città e una tifoseria, in-
ta: “Esigiamo che il signor
Porcedda non si presenti più I tifosi: di Mattia Carzaniga

furiate con un presidente


che in cinque mesi di gestio-
a Bologna e al Dall’Ara, chi
tradisce la nostra fiducia con
noi chiude per sem- fuori dal Lperaricordo
legge Bossi-Fini è un
lontano (specie
quanto riguarda il se-
ne ha pagato solo gli arre- pre”. Non si fa Il patron potrebbe svincolare tutta la condo che ci aveva appo-
trati di maggio e giugno. Le più credito al squadra, gratis, e il club ver- sto la firma), ma non a tea-
mensilità successive e i con-
tributi per maggio e giugno
patron, che
uscendo da
del Bologna, Sergio
Porcedda (FOTO ANSA) rebbe messo in mora. La por-
ta per l’amministrazione
Dall’Ara tro. Arrivano da Smedere-
vo, Serbia profonda, i ven-
non sono mai stati versati. Castelde- controllata o il fallimento, a ti non-attori di Brat (Fratel-
Tutto fermo, come le fi- bole ha giu- campionato in corso. Ipotesi lo), storia di integrazione
deiussioni per 10 milioni dei rato di vo- parti offese. mai verificatasi in Serie A. cedda, che possiede centri rom che dal prossimo 30
precedenti proprietari, i co- lere “il be- Non una novi- benessere, uno stabilimento novembre arriva a Milano
struttori Menarini, deposita- ne del Bo- tà per il pa- LA SQUADRA dovrebbe balneare a Cagliari e lo Tsu- (al Tieffe Teatro Menotti,
te in Lega Calcio. logna”. Po- tron, che due comunque concludere il tor- nami, la più grande discote- ex Teatro dell’Elfo), terra
co dopo è mesi fa aveva neo, mandando in campo la ca della Sardegna. di melting pot ancora im-
PORCEDDA si era impe- entrato in Pro- denunciato una Primavera. Ma gli attuali ti- possibile, di sgomberi al-
gnato a rilevarle e a versare cura, convocato truffa analoga. Ma tolari vogliono evitare il ba- DOVEVA RIDARE stabi- l’ordine del giorno. Uno
un conguaglio. Ma i Menari- dal procuratore ag- gli accertamenti non ratro. “Lancio un appello a lità al Bologna, dove in due spettacolo contro gli
ni hanno ricevuto solo una giunto Valter Giovannini. sono un antidoto alla crisi. Il tutti gli imprenditori della anni ne avevano viste di tutti “egoismi e privilegi che la
cambiale da tre milioni. Convocazione obbligata, Tribunale ha disposto lo città servono risorse” invoca i colori. Due aspiranti acqui- difesa nazionalistica impo-
Niente soldi da Porcedda, perché giovedì Porcedda sfratto del club da Castelde- l’ex candidato alle primarie renti, l’italo-americano Joe ne ad ogni latitudine”, di-
ma tante rassicurazioni: inu- aveva denunciato ai carabi- bole per morosità, mentre i Pd per il Comune, il tifosis- Tacopina e il petroliere alba- ce Franco Ungaro, che cu-
tili, di fronte a numeri e nor- nieri una truffa ai suoi danni. giocatori prendono tempo. simo Maurizio Cevenini. nese Rezart Taci, erano spa- ra il progetto (la regia è in-
me. Mercoledì scorso il club, Un broker di 46 anni, già Mentre il senatore Filippo riti al momento della firma, vece affidata a Salvatore
il presidente e l’ad Marras so- condannato per truffa e ri- “SIAMO in attesa delle Berselli (Pdl) sibila: “Porced- mentre la proprietà era stata Tramacere). Uno spettaco-
no stati deferiti alla Commis- cettazione, gli avrebbe pro- mosse di Porcedda, dobbia- da ha truffato Bologna, i bo- molto criticata per i ripetuti lo che arriva da lontano,
sione Disciplinare della Fe- curato una falsa fideiussione mo aspettare” sostiene Mar- lognesi e i Menarini”. Sem- contatti con l’ex dg della Ju- da un workshop nato sui
dercalcio. Il mancato paga- da oltre dieci milioni, scritta co Di Vaio, capitano dei ros- bra passato un secolo da giu- ventus Luciano Moggi, inibi- Balcani che mette insieme
mento delle tasse potrebbe su carta intestata della Bnl, in soblù. Ma l’agente di Emilia- gno, quando il 50enne im- to dalla Figc. Contatti che
costare al Bologna almeno cambio di alcune decine di no Viviano, portiere della prenditore rilevò l’80% del Francesca e Renzo Menarini
un punto di penalizzazione. migliaia di euro e del 3% sul- Nazionale, ammette che “il club dai Menarini, ansiosi di avevano scontato con tre
Ma si rischiano altri punti di l’operazione. Il pm ha aperto giocatore potrebbe andarse- vendere per non pesare più mesi di inibizione dalla Di-
penalità, perché il termine un fascicolo in cui Porcedda ne a gennaio”. In mancanza sull’azienda di famiglia, la sciplinare. Bazzecole, visto
per versare gli stipendi è sca- e il Bologna figurano come degli stipendi, tra due mesi si Cogei. Confidarono in Por- lo scenario attuale.

di Riccardo Chiaberge ma Repubblica affondava sotto i colpi del pool di Mi- nunciato come intollerabile l’eccesso di illegalità e
on frequenta locali notturni, non è fo- lano e i lanzichenecchi della Seconda si scaldavano i amoralità intorno alle stanze del potere. Tradotto dal

N
tografabile né ricattabile, messer Fran- muscoli a bordo campo. cardinalese: il credente non può fare da solo, sen-
cesco Guicciardini, avendo fatto perde- z’altro appoggio se non quello della propria coscien-
re le sue tracce ad Arcetri un giorno di DA QUEL MOMENTO , anche a sinistra, indi- za. Per testimoniare bisogna stare nella Chiesa, “san-
maggio del 1540. Ma il diabolico Fabri- gnarsi non è più elegante, è un sentimento da repri- ta al di là dei peccati, talora terribili, del suo perso-
zio Corona è riuscito comunque a sco- mere. E molti ci riescono benissimo. Sguazzano con nale”. Dentro quel perimetro, e solo dentro di esso, si
varlo e inserirlo nel suo catalogo. La pro- letizia nel liquame, deridendo chiunque osi manife- possono “contestualizzare” le bestemmie del Cav. o
va? Quando il re dei reality afferma, con stare ripugnanza: quelli che Ferrara bolla come “mo- somministrargli l’ostia consacrata poiché dopo la se-
quella faccia da schiaffi, “prendo al popolo per dare a ralisti a vita bassa”, sepolcri imbiancati e “mozzorec- parazione da Veronica è tornato allo “status quo an-
me stesso”, non fa che parafrasare, senza citarlo, il mo- chi” che si scandalizzano per i festini del premier ma te” e non vive più nel peccato. il laboratorio sull’espres-
ralista fiorentino: “Volta il mondo a benefizio tuo”. E il pretendono la pillola abortiva e la fecondazione ete- sione del corpo (il corpo
motto “Basta apparire” che fa da sottotitolo al film Vi- rologa. Pensiero stupendo: per fermare i mozzorec- QUESTO MODO di ragionare, secondo la filosofa di un’intera comunità) e
deocracy di cui Corona è tra i protagonisti, ricalca la mas- chi, largo agli arrampicaspecchi, ai maestrini del cyni- del San Raffaele, ha un solo nome: “Nichilismo”, ed è un classico del palcosceni-
sima guicciardiniana ”Fate ogni cosa per parere buoni, cal chic che teorizzano l'estetica della cialtroneria. Ma perfettamente speculare al “relativismo” che la Chie- co come la settecentesca
ché serve a infinite cose…”. È evidente, insomma, che i perché moralista sarebbe un insulto? – si domanda sa dichiara di combattere. Se i relativisti negano l’e- Opera del mendicante di
due sono in combutta tra loro. A smascherarli è una va- De Monticelli. “Perché la sola accezio- sistenza di una verità, di valori John Gay, poi diventata nel
lorosa filosofa, Roberta De Monticelli, in un libello fre- ne comune di questa parola in Italia è,
La questione universali che tutti possano rico- “secolo breve” l’Opera da
sco di stampa da Cortina (La questione morale, pagg. 186, grosso modo, uno che predica bene e
morale noscere, gli Scola e i Ratzinger tre soldi di Bertolt Brecht e
euro 14): “Con tutta l’abissale differenza che c’è tra lo razzola male. E naturalmente il presup-
di Roberta
negano la competenza morale Kurt Weill. Si parte da lì e si
splendore della lingua toscana di un classico e il gergo posto di quest’uso è la convinzione che
De Monticelli
del non credente, anzi del non arriva chissà dove, di certo
patibolare di quei personaggi nostri, all’orecchio del tutti razzolano male”. Così il precetto cattolico, e contrappongono al
RAFFAELLO CORTINA
a una cosa che molto so-
filosofo... gran differenza non ce n’è. Ed è venuto il tem-
EDITORE, PAG. 186.
miglia al mondo di oggi.
po di dirlo proprio senza ambagi, che in entrambi i casi
EURO 14
Ladri, mendicanti, putta-
si tratta, moralmente parlando, della stessa turpitudine. SULLO SCAFFALE ne, poliziotti, potenti cor-
O no?”. Eh no, cara Roberta: ti confesso che faccio un rotti, minoranze vessate,
po’ fatica a mettere sullo stesso piano un fotografo pa- sicurezza minacciata e di-
lestrato e un grande moralista del Rinascimento, e più
ancora a scaricare sulle spalle di un gentiluomo, per
quanto cinico, di cinque secoli fa le turpitudini dell’I-
talia di adesso.
Mora e Corona, ritti negati: eppure, in sce-
na, sono tutti fratelli, e non
è un caso se il testo ha vin-
to il Premio per il teatro

MA VEDIAMO come prosegue il tuo ragionamen-


to: l’indifferenza al crimine, tipica dei “ruffiani vi-
deocratici”, potrebbe rientrare in quella che Guic-
ciardini considerava una difesa del suddito dall’ar-
eredi di Guicciardini dell’inclusione istituito a
Milano l’anno scorso e
sponsorizzato da nomi co-
me Livia Pomodoro e Pe-
ter Stein. Opera anti-segre-
bitrio del potere: “Insegna molto bene Cornelio Ta-
cito a chi vive sotto a’ tiranni el modo di vivere e
Il libro di Roberta De Monticelli gazione e anti-crisi: per-
ché, se il teatro italiano è
governarsi prudentemente”. È la “dissimulazione
onesta”, che raccomandava nel Seicento Torquato
e le turpiduni morali. Dal “moralismo” individualista l’autorità
del Magistero. La Chiesa rappresenta
vittima dei tagli, “Brat rap-
presenta un’esperienza
Accetto, e non va confusa con la menzogna. Ma per i Dio, anche se Dio non c’è. E deve go- che restituisce una grande
Mora e i Corona il confine sparisce, di onesto non c’è Rinascimento ai nostri cupi giorni vernare le coscienze e le decisioni in- fiducia nelle capacità
più niente. In un paese di cittadini non più sudditi, le dividuali attraverso le leggi dello Sta- esclusive del teatro, di co-
arti della servitù “non si mettono in opera per difen- to. Ma il Concilio non aveva ricono- struire con i corpi delle
dersi dal potere, ma per parteciparvi”. E lo scambio evangelico “chi è senza peccato scagli la prima pie- sciuto la libertà di coscienza dei fedeli? E poi, cosa persone un pensiero e una
di favori, che un tempo si faceva in modo occulto, tra” diventa una chiamata di correo, “e la chiamata di intendiamo per relativismo? Se interpreto bene il visione del mondo”, con-
oggi passa per la televisibilità, l’esibizione in prima correo una giustificazione del reo”. Le antivirtù guic- pensiero di Roberta, non bisogna confondere il re- tinua Ungaro. Basta un
serata di corpi, sentimenti, perfino delitti. ciardiniane assurgono a norma, a cominciare dall’an- lativismo estremo, postmoderno, di chi vede in qual- fondo nero su cui lasciare
Tutta colpa della videocrazia berlusconiana? Non teporre il proprio “particulare” al dovere e alla giu- siasi verità una forma di violenza, col “pluralismo va- traccia delle storie che ar-
soltanto. Questo cupio dissolvi collettivo ha avuto i stizia (non come quell’Ambrosoli che “se l’andava lutativo” per cui anche in un mondo plurale esistono rivano dall’altra sponda
suoi precursori nei Guglielmi, Ghezzi e Giusti della cercando”). Il guaio è che a incoraggiare questo an- principi assoluti validi per tutti gli esseri umani, sia- dell’Adriatico. Sul palco
rossa Raitre fine anni Ottanta. La cosiddetta “televi- dazzo sono gli stessi uomini di chiesa. La cristiana De no atei, cattolici o islamici. La vita di Sakineh, per passano matrimoni e fune-
sione della realtà”, come ammette lo stesso Gugliel- Monticelli non perdona al Patriarca di Venezia la sua esempio, o la libertà di Liu Xiaobo (lo spiega bene rali, tanghi sensuali e ne-
mi nella prefazione alla nuova edizione di Senza rete lectio al Meeting di Rimini di Cl, laddove esortava a Filippo Magni nel suo Il relativismo etico, il Mulino). nie balcaniche: è la lingua
(Bompiani, pagg. 178, euro 9) “aveva accompagnato “liberare la categoria della testimonianza dalla pe- Come ha scritto Isaiah Berlin, nelle nostre società c’è che parlano tutti, fratelli
e in qualche modo affrettato la destrutturazione in sante ipoteca moralista che la opprime, riducendola, una grande pluralità di valori, ma “la loro varietà non che guardano il mondo,
corso nel nostro paese... con allegria cinica e acca- per lo più, alla coerenza di un soggetto ultimamente può essere illimitata, dato che la natura degli uomi- come cantava Fossati. E il
nimento derisorio”. Era la stagione di Blob e di Avanzi: autoreferenziale”. Scola alludeva al direttore di Fa- ni… deve possedere un qualche carattere intrinseco mondo, stavolta, un po’ li
si sghignazzava sulla tolda del Titanic, mentre la Pri- miglia Cristiana, don Antonio Sciortino, che aveva de- generale se deve essere chiamata umana”. guarda.
pagina 16 Sabato 20 novembre 2010 Sabato 20 novembre 2010 pagina 17

SECONDO TEMPO SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ successi, del cuore padano,
forse di sax, ma siamo pronti. di Nanni Delbecchi
Concorrenza
criminale
Questa seconda stagione manzo criminale” ha anche il
MONDO
UNA BLOGGER E AVVOCATO CINESE

In carcere
WEB
di Federico Mello
è “QUEI FINIANI PER IL NOBEL A B...”
IL BLOG DI CENTRODESTRA: HA FIRMATO ANCHE RAISI
Guerra senza quartiere a destra. Non solo le
critiche online alla recente video-lettera di Fini
(per molti, una marcia indietro); non solo le
tensioni nella maggioranza, ci si mettono anche
i blog. Nei giorni scorsi “ilfazioso.com” vicino
al centrodestra, ha svelato come Enzo Raisi,
deputato e finiano di ferro, abbia firmato
tempo addietro per la candidatura di
Silvio Berlusconi al “premio Nobel
feedback$
Commenti al post
su ilFattoQuotidiano.it:
“Mara Carfagna
potrebbe lasciare.
Insistenti le voci di
dimissioni”

è L’ITALIA è al 74° posto


(134 paesi) dietro alla

Leghisti E speriamo vivamente che lu-


nedì non catturino Denaro e
Zagaria: una coincidenza,
quella di Iovine, è ammessa,
due sono troppe.
È stato un piccolo elettro-
choc per il video l’arrivo
della Banda della Magliana, la
serie “Romanzo Criminale”; e
prende maggiori distanze dal
romanzo di Massimo De Ca-
taldo (rimasto tuttavia super-
visore della sceneggiatura) e
si apre con ritmi meno ser-
merito politico di fare piazza
pulita su tanti assurdi dibattiti
sull’opportunità delle fiction
incentrate sul crimine. Il pri-
vatissimo servizio di Sky ci ri-
per 140 caratteri
è DI PIETRO SCEGLIE ROBIN HOOD
SU FACEBOOK. TRAVAGLIO, WILLY IL COYOTE
Lamù, Pollon, Lupin, Capitan Harlock,
Chuck Castoro e il piccolo Remì. Ormai è
una mania su Facebook: tutti cambiano la
per la Pace”. L’adesione del deputato
bolognese alla campagna è ancora sul
sito del comitato. “Sono proprio loro
– aggiunge il blogger parlando dei
finiani – quelli che ‘Berlusconi è da
Tanzania e Malawi, ma davanti
il Giappone per quanto
riguarda le pari opportunità
fra uomini e donne (dati
Wef). Cosa aspettava Maretta

a zonzo T g3
Chi l’ha detto che le belle
donne stanno tutte con Berlu-
sconi? Ce n’è una, Mara Car-
ora che con un cast quasi im-
mutato arrivano i 12 episodi
della seconda stagione (Sky
Cinema 1, giovedì in prima
serata), tutto fa pensare che il
rati, con i bravi ragazzi della
Magliana impegnati a fronteg-
giare la morte del capo, il Li-
banese, che a forza di prece-
derli è arrivato prima anche
corda quello che il servizio
pubblico ha rimosso, che la
fiction televisiva dovrebbe
aprire delle finestre sulla real-
tà, non abbassare le serrande M entre è concreto il rischio
che quest’anno nessuno ri-
amico aggiungendo: “Forza
giovani arrabbiati!”. Il fermo di
foto del profilo con un personaggio dei
cartoni animati per celebrare la “giornata
mondiale dell’infanzia” che cade oggi. Se
Marco Travaglio ha scelto Willy il Coyote,
Antonio Di Pietro ha modificato la propria
abbattere’, quelli che meglio ‘Vendola
che il Cavaliere’, quelli che pur di
vedere Berlusconi sconfitto si
venderebbero la madre”. Parole sue.
per andarsene?
Daniela

è LE BEGHE interne al Pdl


e in tutta la destra oramai
di Paolo Ojetti pretendiamo? Maroni-Savia- fagna, che se ne va, o meglio successo si ripeterà. Succes- all’inferno. C’è da giurare e dipingerne le pareti a fio- tiri il premio Nobel per la Pace polizia è scattato immediata- immagine di profilo con quella di Robin sono sotto gli occhi di tutti e
no e poi ancora Iovine, il tro- “è sul punto di lasciare” sia il so tanto meritato quanto vendetta ma anche da gestire rellini. Il male lo si combatte 2010 (il vincitore, il dissidente mente, ma mentre l’uomo è sta- Hood (“contro il governo che ruba ai poveri non fanno meraviglia.
g1 feo settimanale. Sui leghisti e governo sia il partito. Tutta l’a- spiegabile a occhio nudo, la guerra di successione. Il proprio rappresentandolo cinese Liu Xiaobo, è in carcere, to liberato dopo cinque giorni, per dare ai ricchi ). Ma l’idea è piaciuta Assomigliano
T Quelle sulla Carfagna so-
no solo “voci”. E poi, dove po-
Berluscones di Opera, stra-
vaccati nella cattedrale di Mo-
pertura del Tg3, firmata da
Pierluca Terzulli, è per lei,
perfino ovvio visto che nello
sceneggiato torvo e adrenali-
Freddo, il Dandi e il Bufalo
si studiano mentre noi venia-
(tanto è vero che lo si aiuta
solo tacendone), e mostran-
a sua moglie Liu Xia viene im-
pedito di di lasciare il paese),
Chen è stata condannata a un
anno di detenzione nei campi
anche ad altri: Luigi De Magistris ha scelto
Zorro, Sonia Alfano, Trilli di Peter Pan.
semplicemente, a mio avviso,
alla lotta tra i topi per chi
trebbe andare quando – ci as- naco di Baviera, nemmeno un occhi sgranati in immagini di nico diretto da Stefano Sol- mo a conoscenza del loro pas- dolo fino in fondo per quello un’altra brutta storia arriva in di lavoro. In Cina sono vietati fugge prima che la nave
sicura il Tg ufficiale di regime fotogramma. repertorio (supponiamo, per lima si rappresenta con sen- sato, e mentre il commissario che è. I risultati sono garantiti Occidente dallo sterminato YouTube, Facebook, Twitter e affondi. Ciò che più fa male in
– il “governo fa quadrato” at- via del vestitino leggero), ac- so dello spettacolo (e nessun Scialoja continua a scoprire perché, come ci ha appena paese del turbocapitalismo oltre 45 mila funzionari comu- questa situazione è vedere
torno a lei? Purtroppo, non g2 cusata di essere la “spia” dei senso di colpa) tutto quello quanto è complicato fare il fatto notare Roberto Savia- senza libertà. Una blogger di 46 nisti vigilano sulla sconfinata come la sinistra o il
c’è governo che faccia mai
“tondo” attorno a qualcuno,
T Vogliamo ringraziare sen-
titamente il Tg2 che ci ha ri-
finiani per una ferrea amicizia
con Italo Bocchino. Se la Pre-
che non c’è nelle altre fiction
di prima serata, quelle casette
poliziotto in Italia. Sullo sfon-
do, una rappresentazione de-
no, questo paese almeno in
un ramo ha sempre fatto
anni, Cheng Jianping, è stata
condannata a un anno di lavori
websfera. Ma cittadini e dissi-
denti bucano il muro della cen-
centrosinistra che dir si voglia
non è in grado di sfruttare
ma questa è un’altra storia. sparmiato l’alluvione dell’in- stigiacomo giura che Mara ci di marzapane dove il perso- gli anni Ottanta mai così poco scuola a tutto il mondo, nel forzati per aver diffuso un suo sura usando dei “proxy server” questa situazione favorevole
Laura Chimenti spara a raf- cidente probatorio fra zio Mi- ripenserà, la Mussolini la sta naggio più trasgressivo di so- favolosi, tra chiodi, borselli e ramo criminalità organizzata. pensiero su Twitter, il social che rendono anonime le loro che forse non si ripeterà mai
fica le meraviglie della legge di chele e Sabrina. Fino a nuovo pelando viva al grido: “Vergo- lito è un prete e dove i ladri e cotonature, habitat perfetto Fateci caso, la sola concor- network da 140 caratteri. navigazioni. Le reazioni alla no- più. Infatti invece di trovare
“stabilità” (la vecchia Finan- ordine, si stanno sgonfiando. gna, vergogna!”. Mentre il perfino i mafiosi, sotto sotto, per questi duri de noantri. Se renza che “Romanzo crimina- Chen, come spiega Renee Xia, tizia dell’arresto sono numero- un accordo sembra che lo si
ziaria) che distribuisce soldi a Il Tg2, come gli altri, ha pre- fuoco amico sta demolendo la svelano un cuore d’oro. Qui il commissario Scialoja sogna le” può temere arriva dai te- direttore dell’organizzazione se e tutte sdegnate. La vicenda, faccia apposta di dividersi e
tutti, soddisfa tutti, è una man- ferito la politica, con il mi- ministra, il Tg3 va giù duro: “È invece tra un omicidio, una invano di diventare un eroe legiornali (o da quel che ne “Chinese Human Right Defen- secondo il direttore regionale non sono capaci di proporre
na generale. La conduttrice nuetto di Bossi che vuole le in corso la campagna acqui- rapina, una collusione e un come il Cattani della “Piovra”, resta). Una scena come quella ders” è una “Weiguan”, uno de- di Amnesty International, mo- una alternativa credibile di
sorvola sui tagli, non ne men- elezioni, Cicchitto che è sicu- sti” dei deputati. La vera chic- regolamento di conti l’aria si questi bravi ragazzi, rispetto a della cattura di Antonio Io- gli avvocati free lance che in stra “il livello della repressione governo. Gli italiani
ziona neanche uno, nemme- ro di ottenere la fiducia (ma ca è alla fine: consiglieri co- fa sempre più irrespirabile; quelli di uno Scorsese, sono vine detto o’ Ninno, il boss tutta la Cina seguono i processi contro la libertà di espressione osservano e sono sempre più
no quelli del 5 per mille per la chi gliela darà questa sicurez- munali di Opera, leghisti e del qui c’è una squadra alla ro- infinitamente più ingenui, bambino che se la ride sot- in cui sono implicati dissidenti. su Internet esercitato in Cina”. disorientati. La percentuale
solidarietà, ricordarli al popo- za?), Di Pietro che attacca Fi- Pdl, filmati mentre sbevazza- vescia (non di polizia, ma di strafottenti, piacioni, provin- tobraccio agli agenti che lo Il fidanzato della donna, Hu Dick Costolo, amministratore altissima di probabili
lo potrebbe turbarlo. Una no- ni. Il Pd non è pervenuto. C’e- no birra, ruttano, bestemmia- malaffare) legata da un patto ciali. Più italiani. hanno appena catturato, for- Chunhui, ha spiegato di aver se- delegato del social network, ha astensioni o di persone che
tizia dell’ultima ora però non ra anche il caso Saviano, di- no e, cappellino leghista in te- di piombo, e c’è soprattutto Al di là dei suoi pregi spet- se nemmeno Sollima se la sa- gnalato a Chen un “tweet” nel invece scritto una lettera aper- non saprebbero chi votare ne
può evitarla: le motivazioni feso da Fini, che sta scivolan- sta, canticchiano oscenità nel- la biografia di un pezzo della tacolari, una serie come “Ro- rebbe sentita di girarla. Trop- quale si prendeva gioco dei na- ta: “Caro governo cinese, lun- Liu Xiaobo; una maglietta sono una prova.
della sentenza di condanna di do verso una soluzione civile. la cattedrale di Monaco. Il fil- nostra storia recente per cui po estrema anche per la più zionalisti cinesi che avevano or- ghe detenzioni per un tweet “Silvio per il Nobel”; Mario Pietro
Dell’Utri che “mediò fra Cosa Maroni andrà a “Vieni via con metto di questo pattume uma- si faticherebbe a trovare un Marco Bocci estrema delle fiction. Non ganizzato delle manifestazioni non possono essere il futuro la pagina Fb di Antonio Di Pietro;
Nostra e Berlusconi”. Nien- me” e, stando al gioco, leggerà no sta facendo, per nostra di- titolo migliore che, appunto è il commissario Nicola Scialoja per la nostra cronaca quoti- contro il Giappone. Chen ha del vostro grande popolo”. il post di Grillo è SE LA Ministra Carfagna
te servizio, ma insomma, cosa il suo “elenco”. Dirà dei suoi sgrazia, il giro del mondo. “Romanzo criminale”. in Romanzo Criminale diana. inoltrato il messaggio a un terzo f.mello@ilfattoquotidiano.it si dimettesse veramente dal
governo del "Berlusca”
dimostrerebbe autorevolezza
e autonomia. Valori che,
LA TV DI OGGI I FILM
SC1= Cinema 1
LO SPORT
SP1=Sport 1 GRILLO DOCET
invece, la “popolana”
A.Mussolini non può vantare
di possedere.
SCF=Cinema Family
SCH=Cinema Hits SP2=Sport 2
SCMa=Cinema Mania
SCM=Cinema Max
SP3=Sport 3
IL CROLLO Morris
DELL’EDILIZIA
17.05 Una notte con Beth 18.20 Rugby, Test Match 2010
L’Italia del cemento che ogni è LA CARFAGNA si
Cooper SC1 Irlanda - Nuova Zelanda
settimana fa scomparire ettari di dimette????? Sono pure
11.00 RUBRICA Appunta- 14.00 VARIETÀ Top of the 14.00 NOTIZIARIO TG 20.57 PREVISIONI DEL TEM- 10.40 FILM Il club degli 11.05 ATTUALITÀ TV 11.00 VARIETÀ Anteprima 10.00 RUBRICA Bookstore 17.15 Lezioni d’amore SCMa (Diretta) SP2
terra è in crisi. Dalla bolla del illazioni!!! Non ci crederò
mento al cinema Pops 2010 Regione - TG3 - TG3 Pixel PO Meteo imperatori Moda - Ricette in famiglia 11.00 FILM Due notti con 17.15 Ballistic SCH 18.25 Calcio, Premier League
11.10 RUBRICA Tuttobe- 15.30 FILM Sorelle a metà - Meteo 3 21.00 NOTIZIARIO News 13.00 NOTIZIARIO TG5 - 11.55 TELEFILM Samantha 11.30 NOTIZIARIO TG4 - Cleopatra
2008 l’edilizia ha perso 210.000 mai!!!! Se non dopo che si
17.15 Holes SCF 2010/2011 14a giornata occupati che arriveranno a 290.000 sarà dimessa. Mara sarà
nessere 17.00 RUBRICA Sereno 14.50 RUBRICA Tv talk lunghe da 24 Meteo 5 chi? Meteo 12.30 ATTUALITÀ Life 18.50 Twilight SCH Liverpool - West Ham United
12.00 VARIETÀ La prova variabile 16.25 RUBRICA Art News 21.27 PREVISIONI DEL TEM- 13.40 REALITY SHOW Rias- 12.25 NOTIZIARIO Studio 12.00 VARIETÀ Ricette in 13.30 NOTIZIARIO TG La7 nel 2011 considerando i settori collegati. eternamente grata
18.50 Julie & Julia SC1 (Diretta) SP3 Spiace per i posti lavoro perduti e che si all’imperatore per il ruolo
del cuoco 18.00 NOTIZIARIO TG2 16.55 NOTIZIARIO TG3 PO Meteo sunto: Grande Fratello Aperto - Meteo famiglia 13.55 RUBRICA SPORTIVA
19.00 Traitor SCM 20.30 Golf, PGA European Tour perderanno, ma è una buona notizia per l’Italia che le ha concesso di
13.30 NOTIZIARIO TG1 Flash L.I.S. - Meteo 2 Flash L.I.S. 21.30 RUBRICA Meridiana 14.10 REALITY SHOW Ami- 13.00 NOTIZIARIO SPORTI- 12.55 DOCUMENTI Piane- Test Matches - prepartita
14.00 RUBRICA Easy Dri- 18.05 REALITY SHOW 17.00 TELEFILM La 25a ora - Scienza 1 ci 10 VO Studio Sport ta mare 14.50 EVENTO SPORTIVO 19.10 Get Shorty SCMa 2010 UBS Hong Kong Open: 3a cementificata. Negli ultimi dieci anni l’Italia si è ricoprire. Avete notato lo
ver Extra Factor 17.45 RUBRICA SPORTIVA 21.57 PREVISIONI DEL TEM- 15.30 ATTUALITÀ Verissi- 13.40 NOTIZIARIO TGCom 13.25 REAL TV Forum Bau Rugby, Test Match 2010 19.15 Racconti Incantati SCF giornata (Replica) SP3 deindustrializzata, con la chiusura di centinaia di sguardo adorante con cui lo
14.30 RUBRICA Lineablu 19.30 TELEFILM Squadra Magazine Champions League PO Meteo mo - Tutti i colori della 13.45 FILM L’Impero colpi- 13.50 REAL TV Forum: ses- Italia - Australia (DIRET- 21.00 L’urlo di Chen terroriz- 20.35 Rugby, Test Match 2010 aziende, per la loro contrazione, come è avvenuto inebria mentre lo ascolta???
15.50 DOCUMENTARIO Speciale Cobra 11 18.10 RUBRICA SPORTIVA 22.00 ATTUALITÀ Inchiesta cronaca sce ancora sione pomeridiana del TA) za anche l’Occidente SCMa Francia - Argentina (Diretta) SP2 per Telecom (con 50.000 dipendenti in meno), Lei e la Gelmini non
Dreams Road 2010 20.25 Estrazioni del Lotto 90° Minuto - Serie B 3 (Interni) (REPLICA) 18.50 GIOCO Chi vuol 16.35 FILM Camp Rock 2: Sabato 17.05 FILM Casa mia casa 21.00 L’arte della guerra 2 SCM 20.40 Calcio, Serie A 2010/2011 Olivetti, Alitalia, Italtel, e per lo spostamento esisterebbero politicamente
16.25 RUBRICA RELIGIOSA 20.30 NOTIZIARIO TG2 - 19.00 NOTIZIARIO TG3 - 22.30 NOTIZIARIO News essere milionario The Final Jam 15.15 TELEFILM Perry mia... 21.00 Il Grande Joe SCF Anticipo 13a giornata Milan - all’estero di società storiche come Omsa e senza l’imperatore! Non lo
A sua immagine 20.30 TG Regione - Meteo lunghe da 24 20.00 NOTIZIARIO TG5 - 18.30 NOTIZIARIO Studio Mason 19.00 REAL TV Chef per un 21.00 Fame SC1 Fiorentina (Diretta) SP1 Gabetti (che continuano però a usare il abbandoneranno!!!!! MAI!
17.00 NOTIZIARIO TG1 21.05 TELEFILM Cold Case 20.00 ATTUALITÀ Blob 22.57 PREVISIONI DEL TEM- Meteo 5 Aperto - Meteo 17.00 TELEFILM Detective giorno (REPLICA) 21.15 Traffic SCH 21.55 Calcio, Liga 2010/2011 marchio made in Italy). Nello stesso Rosa C.
17.10 EVENTO 53° Zecchi- "Il buon soldato" presenta Vota Antonio PO Meteo 20.30 VARIETÀ Striscia la 19.00 CARTONI ANIMATI Monk 20.00 NOTIZIARIO TG La7
no d’oro 21.50 TELEFILM The Good 20.10 ATTUALITÀ Che
22.45 Scary Movie 3 SCMa 12a giornata Real Madrid - periodo i terreni coltivabili si sono
23.00 RUBRICA Consumi e Notizia - La voce dell’im- Picchiarello 17.55 TELEFILM Psych 20.30 ATTUALITÀ In Onda
20.00 NOTIZIARIO TG1 Wife "Poco ortodosso" tempo che fa consumi provvidenza 19.15 FILM Elf 18.55 NOTIZIARIO TG4 - 21.30 TELEFILM L’ispettore
22.50 L’arte della guerra 3 SCM Athletic Bilbao (Diretta) SP3 trasformati in palazzi, strade, capannoni è E BRAVA Mara! Si vede
20.30 NOTIZIARIO SPORTI- 22.40 RUBRICA SPORTIVA 21.30 ATTUALITÀ E se 23.27 PREVISIONI DEL TEM- 21.10 VARIETÀ C’è posta 21.10 FILM Nanny McPhee Meteo Barnaby "Il taccuino 22.55 Trappola in fondo al 23.00 Rugby, Test Match 2010 industriali, ipermercati. L’agricoltura ha che il grande Magalli ti ha
VO Rai TG Sport Rai Sport Sabato Sprint domani PO Meteo per te (ULTIMA PUNTATA) - Tata Matilda 19.35 SOAP OPERA Tempe- nero" mare 2 SC1 Italia - Australia (Replica) SP2 perso quote di mercato e occupazione. Nel lasciato dei valori!!
20.35 GIOCO Soliti ignoti 23.25 NOTIZIARIO TG2 23.20 NOTIZIARIO TG3 23.30 RUBRICA Tempi sup- 0.30 ATTUALITÀ Nonso- 23.05 EVENTO SPORTIVO, sta d’amore 23.30 NOTIZIARIO TG La7 23.00 L’uomo che sussurrava 0.30 Calcio, Bundesliga frattempo, in controtendenza, l’edilizia ha Marco Bottai
21.30 TELEFILM Don Mat- 23.35 RUBRICA TG2 Dos- 23.35 NOTIZIARIO TG plementari lomoda - 25 e oltre World Series of Boxing 20.30 TELEFILM Walker 23.40 VARIETÀ Victor Vic- ai cavalli SCF 2010/2011 13a giornata avuto un orgasmo cosmico con una curva di
teo 7 "Una questione sier Regione 23.57 PREVISIONI DEL TEM- 1.00 NOTIZIARIO TG5 - Dolce & Gabbana Milano Texas Ranger toria - Senza filtro 23.45 Saw V SCH Friburgo - Borussia Dortmund crescita portentosa. Dai 90 miliardi di euro del è PER ME Veronica Lario si
d'onore" "Mai dire trenta" 0.20 RUBRICA TG2 Storie 23.40 TEATRO Riflessioni e PO Meteo Meteo 5 Notte Thunder - Paris United 21.10 FILM 24 Ore 0.40 ATTUALITÀ M.O.D.A 0.15 The Reader SCMa (Replica) SP3 1998 si è arrivati al picco di 120 miliardi di euro è ripresa la sua dignità quando
23.40 ATTUALITÀ Memorie - I racconti della settima- piegamenti bis 0.00 NOTIZIARIO News 1.30 VARIETÀ Striscia la 0.45 RUBRICA SPORTIVA 23.25 MINISERIE Covert 1.25 ATTUALITÀ La 25a 0.25 Turistas SCM 1.00 Calcio, Serie A 2010/2011 del 2007. Il grafico dell’Associazione Nazionale ha scaricato Berlusconi e non
dal Bianco e Nero na 0.50 NOTIZIARIO TG3 lunghe da 24 Notizia (REPLICA) Studio Sport XXL One: Virus mortale ora - Il cinema espanso Costruttori Edili (ANCE) sembra un'erezione è rimasta in silenzio per amor
0.50 School of Life SC1 Anticipo 13a giornata Roma -
0.25 RUBRICA Cinemato- 1.00 NOTIZIARIO TG2 1.00 RUBRICA TG3 Agen- 0.27 PREVISIONI DEL TEM- 2.10 FILM Una mamma 2.00 RUBRICA SPORTIVA 1.20 NOTIZIARIO TG4 3.25 TELEFILM Star Trek fallica con un’improvviso coitus interruptus nel di soldi o potere a guardarlo
1.50 The hot chick SCF Udinese (Replica) SP1
grafo Mizar da del mondo PO Meteo single Poker1mania Night News Classic 2008 quando fare i festini con le minorenni.
il mercato è è FACEBOOK PROVOCA L’ANSIA? Per quanto riguarda la
crollato in IL (DISCUTIBILE) CASO DI UN DICIOTTENNE Carfagna io non ne potrei più
TRAME DEI FILM PROGRAMMIDA NON PERDERE RADIO verticale Mentre Facebook annuncia un accordo
ritornando indietro quadro con Myspace – si potranno
di un decennio in connettere i due account – e mentre il
di vedere sempre accostato il
mio nome a “Bocchino” e
affini. Berlusconi le ha dato
è L’APP DELL’ECONOMIST
/ 24 Ore  Italia - Australia  World Series of Boxing A “Il trucco e l’anima” si apre ANCHE AUDIO. PER IPHONE E IPAD
soli tre anni. (il
post continua su
fondatore del social network, Mark
Zuckerberg, è in predicato di diventare
soldi e potere ma non so
come sia messo il suo amor
Joe Hickley è certo di aver architettato Dopo la bruciante sconfitta nel primo Italia 1 offre al pubblico la grande
il piano perfetto: rapire la figlia di una dei tre Test Match in programma per boxe, con un torneo, che vede impegna- con il critico Oscar Cosulich The Economist, settimanale
anglosassone letto
BeppeGrillo.it). uomo dell’anno per la storica rivista Time, proprio. Non mi piace come
coppia abbiente, nasconderla in un luo- questo novembre con l’Argentina, l’Ita- te dodici squadre in rappresentanza di un caso, di cui si è occupata la rivista ministro, ma ho visto che ha
Torna il settimanale di cultura e di spettacolo “Il truc- dall’intellighenzia di tutto il mondo
go sicuro per sole 24 ore e tenere sotto lia si sposta ora allo Stadio Artemio varie città.Tre gironi, quattro squadre scientifica “Lancet”, dimostrerebbe che preso tantissimi voti in
co e l’anima”.Antonio D’Olivo, in conduzione, avrà – vende un milione e mezzo di copie
stretto controllo la madre, mentre la Franchi di Firenze per una sfida ancora a testa: per l’Europa Milano, Parigi, Facebook provoca l’asma. Un diciottenne Campania, e a differenza della
più difficoltosa.Avversario questa volta Mosca e Istanbul, con un sistema di come ospite il critico cinematografico Oscar Cosulich a settimana –, sbarca su iPhone e
sua complice va a incassare il riscatto campano, lasciato dalla ragazza, si è Gelmini ispira simpatia. Forse
è l’Australia, una delle formazioni più incontri che prevede quattro confronti per commentare il nuovo episodio della saga di Harry iPad con due nuove apps. Le applicazioni possono essere
dal padre, al momento fuori città per costruito una falsa identità su Facebook, ha a volte arriva un momento
un viaggio. Dopo qualche appostamen- forti al mondo, essendo stata due volte tra tutte le squadre. Milano sarà rap- Potter, uscita nelle sale cinematografiche proprio in set- scaricate gratuitamente e prevedono la ricezione
/ L’Impero colpisce ancora / Nanny McPhee  E se domani ottenuto l’amicizia della ex e ha sbirciato il nella vita in cui si può provare
to, Joe sceglie le sue galline dalle uova Campione del Mondo. Un ottimo banco presentata dai Dolce&Gabbana Thun- settimanale di alcuni articoli, selezionati dal direttore.
Non c’è tempo per esultare dopo la Il signor Cedric Brown ha appena perso Nel corso della puntata il professor timana. Nel corso della puntata si parlerà anche del suo profilo. La vista delle foto di lei sembra a riconquistare la propria
d’oro: si tratta dei Jennings. Ignora di di prova in vista del Sei Nazioni del der e disputerà gli incontri casalinghi al L’edizione completa del settimanale è disponibile ogni
distruzione della Morte Nera. Gli incro- la moglie e ora si ritrova a badare, da Giulio Cossu, la professoressa Assuntina film “La donna della mia vita”, interpretato da Alessan- provocargli difficoltà a respirare e fiato dignità, per me sarebbe vitale,
aver fatto la scelta sbagliata... prossimo anno. PalaSharp. settimana dalle ore 22 del giovedì a 4,99 euro. Ogni
ciatori imperiali setacciano la galassia solo, ai suoi scatenati sette figli. Nessu- Morresi e Maria Antonietta Farina, dro Gassman e Luca Argentero. Quindi, un ritratto del corto. Quando smette di usare Facebook, ma ognuno...
Rete 4 21,10 La7 14,50 Italia 1 23,05 numero comprende anche l’edizione audio completa,
in cerca dei ribelli. L’alleanza è riuscita, no sembra riuscire a domarli e le povere vedova di Luca Coscioni, si confronte- coreografo Alain Platel in Italia con il suo ultimo lavoro i problemi scompaiono. Secondo i medici Lia
con tutti gli articoli letti da cronisti professionisti. John
fino ad ora, a nascondersi sul remoto governanti che ci hanno provato sono ranno sul tema della clonazione tera- “Out of context - for Pina”. Uno sguardo anche al Mes- dell’ospedale Cardarelli di Napoli:
pianeta Hoth. Ma due sentinelle nemi- peutica, affrontando l’argomento in
Micklethwait, direttore di The Economist, spiega:
fuggite a gambe levate. Ma, un giorno, sico, che celebra i 200 anni dall’indipendenza, mentre “Facebook e i social network in generale è CHE scontro politico...
che mettono i nostri in allarme: il luogo sorta di moderna Mary Poppins, fa la tutte le sue sfaccettature, scientifiche “Abbiamo riformattato la rivista per sfruttare al
al Palaexpo di Roma una mostra è dedicata a Teotihua- potrebbero essere una nuova fonte di Mussolini-Carfagna!!! I
non è più sicuro... Secondo (o sarebbe sua comparsa la misteriosa signorina ed etiche.A seguire, con il professor massimo iPad, iPhone e iPod touch pur conservando
stress psicologico, in grado di peggiorare i fondatori della Repubblica si
meglio dire quinto) capitolo della saga McPhee, una donna piccola e brutta Maurizio Ferraris e con l’esperto di can, città degli dei aztechi in Messico. Infine, con Fran- l’aspetto familiare di The Economist”.
sintomi in persone depresse e asmatiche”. rivoltano nella tomba, povera
creata da George Lucas. Un Oscar per il con un naso bulboso, una sola e repel- comunicazione Peppino Ortoleva si cesco Renga, che presenta “Un giorno bellissimo”, il suo
Il caso ha fatto il giro della rete, ma, non italia, in che condizioni sei
sonoro. lente sopraciglia ed un dente orribile... parlerà del “futuro del passato”. ultimo lavoro discografico.
convince: suona un po’ come: “Abitare di ridotta.
Italia 1 13,45 Italia 1 21,10 Rai 3 21,30 Radiouno 12,30 fronte alla propria ex provoca l’asma”. Michele
pagina 18 Sabato 20 novembre 2010

SECONDO TEMPO

battibecco
PIAZZA GRANDE É di Massimo Fini

RATZINGER
E CALEARO
Brescia, giustizia impossibile S foglio una copia del “Corriere”, quella di lunedì 15
novembre le cui pagine, oltretutto, dovrebbero essere
compresse da quelle dedicate tradizionalmente allo sport. Le
prime undici sono occupate interamente dalla politica, se
di Bruno Tinti La sentenza tro”. Lui deve emettere una sen- così la si può chiamare: “Il ribaltone per favore no”; “Al voto
tenza; e, quando gli elementi a solo per la Camera”; “Milano, le primarie a Pisapia”; “La
trage di Brescia: sentenza è il tentativo

S
sua disposizione non sono suffi- mossa di Berlusconi ‘Il voto, solo per la Camera’ ”; “L'ultima
di assoluzione per insuffi- cienti per decidere, non gli resta
cienza di prove. “La sen- degli uomini che dirlo: insufficienza di prove.
mediazione, crisi pilotata e nuovi ministri’; “Quirinale in
trincea sui poteri”; “I costituzionalisti: improbabile”; “No dai
tenza mortifica i parenti di garantire una Non c’è da stupirsene. La Corte
finiani”; “Battaglia al Senato, ma vincono i sì”; “Bossi, un ‘bis’
delle vittime”; “Niente giustizia Suprema degli Stati Uniti giudi-
è possibile”; “Alfano è incredulo. La Carfagna? Tormentata”;
per mio padre, oggi mi manca civile convivenza, cò irragionevole la tesi in base al-
“Il terzo polo incalza il premier”; “Vieni via con me: Bersani e
ancora di più”; “Me l’aspettavo. la quale l’assassino di John Ken-
Come si fa a fidarsi delle istitu- la soluzione nedy era Lee Oswald, poi am- Fini ci saranno”; “I partiti non bastano”; “Da Milano
zioni?”; “La vergogna di Roy Ha- sabilità dell’imputato in altri casi mazzato da Jack Ruby in un im- ‘schiaffo’ al Pd”; “La sfida è al centro”; “Torna l'effetto
gen” (Delfo Zorzi, uno degli im- analoghi. Facciamo un esempio: dei rapporti tra peto d’ira e di vendetta. Ma non Vendola”; “Moratti, arriva l'investitura del premier”. Ma
putati); “La nuova ferita”. Que- la moglie sorprende il marito a fu possibile trovare le prove su davvero c'è qualcuno che ancora crede che agli italiani, a
sti alcuni dei titoli di giornale. cena con un’avvenente signora;
i cittadini; ma chi fosse il mandante del primo e meno che non si tratti di "addetti ai lavori" o valvassini in
Capisco il dolore dei parenti: la li affronta, contesta il tradimen- non può essere del secondo omicidio. Supposi- attesa di favori e prebende da questo o quel partito,
condanna dei colpevoli non re- to; i due sono imbarazzati; “ma zioni, convincimenti, pregiudi- interessino queste cose? Il 40% degli astenuti (contando
stituirebbe la vita ma realizze- no, che dici, non è come pensi”; considerata zi: la Cia, i terroristi, gruppi di bianche e nulle) dell'ultima tornata amministrativa non ci
rebbe una specie di equilibrio; poi tacciono, confusi; magari, potere di varia natura. Ma a chi hanno detto nulla? La prima notizia è a pagina dodici ed è,
resterebbe il dolore, non la fru- più tardi, a casa, il marito confes- un oracolo fare il processo? Chi mandare ironia della sorte, una dichiarazione di Benedetto XVI
strazione, l’ira, l’impotenza. Ma sa. Due anni dopo, udienza di se- sulla sedia elettrica? intitolata pudicamente, tanto per mascherar le cose, “La
è possibile – pensano – che, do- parazione. La moglie ricorda l’e- E qui, nel nostro Paese, a Brescia: lezione ecologista del Papa”.
po 36 anni, questo equilibrio pisodio, il marito lo minimizza: essere considerata un oracolo, il sì, strage nata negli ambienti
Ma Benedetto XVI parla di tutt'altro. Dice: “Mi pare il
non sia stato realizzato? Si, è “Un incontro di lavoro, un ape- giudizio divino, la Verità. neofascisti, così hanno detto al-
possibile, soprattutto dopo 36 ritivo; non le avevo detto niente cune sentenze; ma chi piazzò momento per un richiamo a rivalutare l'agricoltura, come
anni. Provo a spiegare perché. perché è sempre gelosa, mi fa È NORMALE che non si arrivi l’ordigno, chi dette gli ordini, risorsa indispensabile per il futuro... il processo di
scenate continue”. La confessio- a una decisione certa dopo 36 chi progettò? Non si è accertato; industrializzazione ha talvolta messo in ombra il settore
IL PROCESSO non si fa solo ai ne? Mai avvenuta. Il giudice pre- anni; è quasi impossibile. Si sco- in 36 anni decine di giudici, cen- agricolo... rieducarsi tutti a un consumo più saggio, a stili di
colpevoli, non serve per ratifica- sumibilmente non riterrà prova- pre un documento dopo 15 an- tinaia di poliziotti, hanno fatto vita più sobri”. Si tratta di un attacco radicale all'attuale
re una sentenza di condanna già to il tradimento: a chi credere? ni; a quando risale, chi lo ha con- quello che potevano per accer- modello di sviluppo economico globale” e non tanto per
emessa. Se così fosse, sarebbe Ma, se gli fosse stato mostrato un servato, perché non è stato tro- tare la verità; certamente altri, salvare la ghirba dell'inquinamento ma i valori più profondi
inutile: c’è un delitto, la polizia video di quella cena, se avesse vi- vato prima? E se è falso, come di- molto potenti, hanno fatto an- dell'essere umano totalmente marginalizzato nel regno
scopre il colpevole, il pm lo con- sto, sentito, la sua decisione sa- ce Tizio, smentito da Caio ma che loro quello che potevano dell'economia, dello sviluppo, della crescita, del Pil. Del
danna all’ergastolo. Il processo rebbe stata diversa. Solo che il vi- confermato da Sempronio? Arri- per impedire le indagini. Ci sono resto quando era ancora cardinale, Ratzinger lo aveva
si fa nei confronti di persone che deo non esiste, deve decidere va un testimone, dopo 10 anni, riusciti; in Italia, come negli Usa, scritto paro paro in un documento: “Il Progresso non ha
non si sa se sono colpevoli o no; con le prove che ha. Ecco per- rivela alcune cose, ne smentisce come in qualsiasi altro Paese, partorito l'uomo migliore, una società migliore, e comincia
serve per accertarne la colpevo- ché non c’è necessaria coinci- altre, poi ritratta. Quando ha det- quando il Potere decide di sot- a essere una minaccia per il genere umano”.
lezza; e, ma è la stessa cosa, per denza tra la decisione del giudi- to la verità, prima, dopo? E per- trarsi al controllo di legalità. È la Ma nessuno se lo era filato, come non ce lo si fila oggi
accertarne l’innocenza. La rab- ce e la verità storica. Può non ché si è fatto vivo dopo 10 anni? constatazione di una verità che,
preferendo chiedersi con chi è andato a cena Calearo. Eh sì,
bia della vittima per una senten- piacere, può deludere, ma è co- Chi lo ha mandato? Il problema è presto o tardi, tutti debbono ca-
za di assoluzione è l’altra faccia sì. La sentenza è il tentativo degli che il giudice non può dire, co- pire: la storia non si fa con le sen- care suorine progressiste del Fatto, se si vuole restituire una
della medaglia della rabbia del- uomini per garantire una civile me chiunque, “boh, non ci capi- tenze, si fa con le elezioni; e, dimensione umana, comunitaria, ecologica, alla nostra vita,
l’imputato per una sentenza di convivenza, la soluzione dei rap- sco niente, non ho elementi per qualche volta, con le rivoluzio- se si vuole restituire una dimensione umana, comunitaria,
condanna: ognuno dei due ha porti tra i cittadini; ma non può decidere, chiedete a qualcun al- ni. ecologica, non tanto in senso ambientale quanto
già deciso, prima ancora che il psicologico ed esistenziale, alla nostra vita, se si vuole
processo finisca, che la sentenza sfuggire a quello che ho chiamato “il modello paranoico”
“giusta” è quella che corrispon-
de alla sua aspirazione. Ma que-
sta convinzione è dissennata. La IL FATTO di ENZO l che ci costringe a consumare per produrre, a ritmi sempre
più insostenibili, a competizioni sempre più stressanti e ci
priva del vero valore dell'esistenza, il tempo, non c'è “bio”,
sentenza “giusta” è solo quella Penso che la violenta “ecocompatibile”, “We”, “sviluppo sostenibile” che tengano
emessa dal giudice nel rispetto campagna elettorale di , il solo modo è tornare a un’“economia di sussistenza”, vale
delle regole. Solo se si prova che a dire, sia pur in modo graduale, limitato e ragionato, a
il giudice è stato corrotto o ha Silvio Berlusconi che non
perdona nessuno, forme di autoproduzione e autoconsumo che passano
trascurato prove decisive in un necessariamente per un recupero della terra e un
senso o nell’altro, solo in questo neanche l’alleato Casini,
abbia un’unica strategia, ridimensionamento drastico dell'apparato industriale,
caso la sentenza può essere de-
finita “ingiusta”. E allora si farà quella di impedire al finanziario e virtuale. Son cose che vado scrivendo da
un altro processo e ci sarà una almeno un quarto di secolo (“La Ragione aveva Torto?”,
Paese di affrontare i
nuova sentenza. Insomma nes- 1985) e classificate, quando si vuol essere gentili, come
problemi reali: si parla di
suno è “colpevole” se una sen- “provocazioni intelligenti”, ma che peraltro costituiscono il
bambini bolliti, magistrati
tenza non lo qualifica tale. nocciolo di alcune correnti filosofiche americane, il
fiancheggiatori della bioregionalismo e il neocomunitarismo, minoritarie certo
Una sentenza è cosa diversa dal
giudizio del privato cittadino. sinistra, coop criminali e ma a cui nessuno, negli Stati Uniti, nega dignità di pensiero
Una sentenza deve essere moti- politici ex (e lo stesso in Francia con Baudrillard, con Virilio, con De
vata solo sulla base delle prove mangiapreti. Benoist) come invece avviene da noi dove questa questione
acquisite nel processo, non può Cioè si parla di cruciale viene accolta con sorrisetti di compatimento. Si
fondarsi su convincimenti per- niente. preferisce parlare di Calearo. Potrei dire fatti vostri. Se non
sonali, sensazioni, intuizioni, Strettamente per- steste segando il ramo dell'albero su cui anch'io sono seduto.
nemmeno sull’accertata respon- sonale 2006

Roberto Maroni
L’intervista domani sarà ospite
di “In ½ ora”:
lo ripetono continuamente i de-
putati della Lega alla Camera e al
Senato) che nessuno mai, prima
di Maroni, ha arrestato tanti
no. È la vicenda dei sei disperati
della gru di Brescia. Che fine
hanno fatto quei giovani immi-
grati sfruttati e truffati da citta-

Annunziata Saviano ha detto


che la criminalità
esponenti di 'ndrangheta e ma-
fia e camorra. Come è noto – sal-
vo che nelle dittature – il mini-
stro degli Interni non arresta
dini italiani? Lucia Annunziata si
lascerà sfuggire lo scoop?

ORA VENGO A SAPERE


nessuno. Roberto Maroni, con che Maroni, oltre che parlare in
cerca di interloquire ogni italiano, dovrebbe unirsi al ogni telegiornale, oltre che im-
di Furio Colombo fatti Annunziata ci dice: “Mi con la Lega nistro dell'Interno conosce in plauso di tutti per il lavoro infa- possessarsi ogni giorno dei me-
mancherà, come a tutti, di non anticipo fatti rilevanti e riservati ticabile e rischioso di giudici e riti di inchieste durate anni di
ucia Annunziata, titolare avere ascoltato due delle più ri- Quindi il dibattito magistrati e forze dell'ordine, ol-

L
sulla criminalità che non può di- polizia giudiziaria. Quarto. Sa-
di uno dei migliori pro- levanti voci del Paese discutere scutere in pubblico, e certo non viano, nella trasmissione di Fa- tre a far credere per ovvie ragio-
grammi giornalistici della e approfondire... delineare in- si deve fare prima di avere informato il Par- zio, ha parlato di Lega. Ha detto ni elettorali di occuparsi a tem-
Rai, annuncia che intervi- sieme a noi le nuove frontiere lamento. In Parlamento il mini- che, nel Nord infiltrato dalla 'n- po pieno di mafie invece che del
sterà Roberto Maroni. Precisa della legalità del nostro Paese”. con Bossi e non stro Maroni è venuto martedì 16 drangheta, la criminalità cerca suo vero obiettivo, gli immigrati
che non si tratta di una “com- Sono parole che si leggono con con il Viminale novembre, subito dopo l'arresto di interloquire con la Lega. Il di- e zingari, oltre che dire la sua
pensazione” per il mancato in- sorpresa. Cerco di chiarire. del boss di Casal di Principe fatto battito – ammesso che sia neces- con Lucia Annunziata in quanto
vito del predetto Maroni alla tra- conoscere al mondo anni prima sario – si fa con la Lega, dunque “voce tra le più significative”
smissione di Fazio e Saviano. Ma PRIMO . Roberto Saviano e Ro- un'opinione è una notizia sensa- da Saviano, affinché tutto il Par- con Bossi o Calderoli, non con il leggerà un suo elenco nella tra-
aggiunge che sarebbe stato di berto Maroni sono due delle vo- zionale), e per giunta ministro. lamento in piedi (non tutto, per ministro dell'Interno, la cui smissione di Fazio e Saviano.
grande importanza e rilievo ci più rilevanti del Paese? Ne Secondo. Solo oppositori estre- fortuna) gli tributasse una lunga competenza sono polizia e cara- Speriamo si tratti di ciò che fino-
giornalistico un invito alla tra- prendano atto coloro che, nel misti come me (minoranza infi- ovazione. Terzo. “Darò la parola binieri. Quinto. C'è un argomen- ra non ha mai detto né alla Ca-
smissione di Saviano. La breve mondo, leggono e citano Rober- ma) sostengono che – nella sua al ministro Maroni”, annuncia to su cui nessuno ha intervistato mera né al Senato. Per esempio
lettera dal tono risoluto indiriz- to Saviano e non sospettano l'e- veste di ministro dell'Interno – con orgoglio Lucia Annunziata. il ministro dell'Interno, un even- che fine fanno gli immigrati re-
zata al Fatto mette alcuni di noi – sistenza della controparte Ro- Maroni serve la Lega e non la Re- Ma il ministro Maroni parla ogni to grave in cui la fede leghista di spinti in mare: è una voce che
di “scuola americana” come berto Maroni, uno “del tutto al- pubblica italiana. Tutti gli altri lo giorno da tutti i telegiornali, con Maroni si sovrappone alla sua nel suo elenco figurerebbe be-
l'Annunziata – in imbarazzo. In- l'altezza di Saviano” (più che prendono sul serio. Ora un mi- spot preelettorali che dicono (e missione di ministro dell'Inter- ne.
Sabato 20 novembre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

proprio perchè partito di po-

MAIL BOX
tere, può, purtoppo venire in L’abbonato
contatto con la malavita an-
che contro la volontà dei capi del giorno
leghisti. Il ministro Maroni ha
certamente il diritto di repli-
ca, cosa già concessagli da Sa- MICHELE, NATO
viano, ma consiglierei a lui e a IL 23 SETTEMBRE
tutti i superficiali o interes-
Lucia Annunziata sati critici di Saviano, la let- Ciao! Sono Michele e
su Maroni sbaglia
Caro Direttore, l’articolo
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO tura attenta dei capitoli 13 e


14 di “Le avventure di Pinoc-
chio” che trattano del grillo
come voi sono nato il 23
settembre e spero di
festeggiare tanti futuri
“Perché do la parola a Maro-
ni” di Lucia Annunziata mi MA SIAMO DAVVERO parlante. Caro ministro, i
grilli parlanti possono essere
compleanni insieme.
Vorrei mandare un
sconcerta, nel 2010, dal mio
punto di vista è un concetto
catto-comunista da Prima Re-
UNO STATO DI DIRITTO? fastidiosi, ma senza i loro in-
terventi il successo dei fur-
fanti è più facilitato. Ritengo
abbraccio al papà che è in
Canada per lavoro e un
bacione alla mia
pubblica. Siano in un paese aro Colombo, ci sono almeno un liberamente di funzionari e di regole. A conferma piuttosto che Saviano do-
democratico e laico? La gente
sì che ha fame di informazioni
C milione di persone nelle condizioni
dei quattro sulla gru di Brescia e dei 5
dell’incredibile evento, e con una efficace sintesi
della situazione, Bossi ha detto il giorno dopo
vrebbe essere ringraziato
per la documentata messa in
bellissima mamma.
Grazie e continuate a
scrivere, datemi però il
e per questo che c’è bisogno sulla torre della ex Carlo Erba di Milano. “Bastava che Berlusconi telefonasse a me o a guardia. tempo
chiaro di formazione cultura- Pensiamo seriamente che debbano tutti Maroni” (ovvero al ministro dell’Interno). È una Angelo Piccinin di
le, regole certe e codici etico salire su una gru o sui tetti di qualche frase che avrebbe fatto saltare qualunque governo imparare
e civico dei depositari e re- palazzo? Per di più da giornalista lo sai europeo senza aspettare l’iniziativa di Fini. Ma Primarie di Milano, a
sponsabili dell’Amministra- che una volta che ci fossero 10, 100, l’arbitrio in materia è più grande e più indecente. leggere.
zione Pubblica. Per quanto mi 1000 gru ci sarebbe assuefazione, a Il giorno 9 novembre, il ministro degli Esteri obiettivo mancato Papà
riguarda il ministro Maroni meno che qualcuno non si buttasse giù Frattini, rispondendo alla Camera e rigettando Ho letto molte cose sulle re- torna
non ha bisogno di alcun con- ovvero si organizzassero scontri con la una mozione del deputato Mecacci – su tutta la centi primarie del Pd a Milano presto,
traddittorio. Un ministro del- polizia, con effetti di ricompattamento parte del vergognoso trattato con la Libia che e devo dire che non sono ti aspettiamo!!
la Repubblica lo dimostra con “law and order” di un’opinione pubblica autorizza arbitrio totale sui migranti catturati da d’accordo su quanto ho letto,
i fatti con la sostanza e gli ita- intossicata. Esiste un’altra strada che è italiani o da libici – ha tradotto in modo né da una parte (chi ha plau- Raccontati e manda una foto a:
liani colgono tutti gli elementi quella di denunce di auto-emersione e deliberatamente falso un documento dell’Unione dito alle dimissioni di Penati) abbonatodelgiorno@
per le due opinioni. È suffi- di richiesta di un rilascio di un permesso Europea firmato con la Libia. Il documento era un né dall’altra. Credo, infatti, ilfattoquotidiano.it
ciente vedere la “stazza” del di lavoro tutelando il clandestino, che elenco di urgenti iniziative umanitarie da adottare che siano giuste e forse per-
programma “Vieni via con non possa essere espulso prima che la subito in quel Paese. Perciò nel testo vero tutti i fino doverose le dimissioni di
me” a differenza, con tutto sua domanda sia esaminata ed verbi erano al futuro (“Il governo libico “farà “, chi ha scelto di sostenere un
l’apparato messo in campo, impugnata se negata. L’ultima “provvederà”, “impedirà”, “garantirà” d’ora in candidato rivelatosi “perden- scere il risultato delle prima-
del kitsch e stereotipi della emersione scadeva il 30 settembre poi). Nella traduzione falsa di un ministro della te” alle primarie. La politica rie, respingere le dimissioni
politicapubblicità. 2009, ma consentiva l’emersione Repubblica Italiana i verbi risultavano al presente, dovrebbe essere l’arte di in- del direttivo locale (magari
Biagio Montanaro soltanto ad iniziativa del datore di cioè descrivevano un fatto compiuto. Perciò il terpretare i bisogni e i desi- con un commento sul tono di
lavoro. Questo fatto costituisce ministro ha battuto i fogli contro il palmo della deri degli elettori: scegliere il “se i candidati scelti da noi
Il Veneto che conosco violazione dell’art. 3 della Costituzione. mano per dire all’On. Mecacci: “La sua mozione è candidato sbagliato (o, perlo- vincessero sempre le prima-
Felice inutile. Abbiamo già provveduto”. Mi dica ora di meno, non aver saputo “mo- rie, a che cosa servirebbero le
è veramente leghista chi dovrebbero fidarsi gli operai senza lavoro (e bilitare la base” a sostenere il primarie?”) e annunciare, in-
Molti italiani considerano il LA LETTERA è molto più lunga, dunque senza permesso di restare) della gru di candidato “giusto”) significa sieme con il riconfermato di-
Veneto lontano dal principio rigorosamente corretta e contiene istruzioni sul Brescia? L’Italia li sta ingannando, li sta sfruttando aver di fatto mancato l’obiet- rettivo, un’entusiasta campa-
dell’unità nazionale e in fase che fare “tecnico-giuridico” per non essere (quando lavorano), gli sta mentendo. tivo. L’errore sta, invece, nel gna elettorale a sostegno del
di deriva dalla struttura ingiustamente espulsi. In questa limpida comportamento del direttivo candidato che gli elettori han-
geo/politica italiana. Dato rappresentazione dei fatti e offerta competente di Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano nazionale. La dirigenza di un no scelto. Mi pare che non sia
che conosco molto bene il istruzioni per l’uso, c’è una sola difficoltà. Questo, 00193 Roma, via Orazio n. 10 partito veramente democra- stata fatta nessuna di queste
Veneto, debbo constatare governato dalla Lega, che manovra o tiene in lettere@ilfattoquotidiano.it tico avrebbe dovuto ricono- tre cose e anche questo odo-
che la gran parte dei cittadini ostaggio (per ora) l’intero governo Berlusconi, non ra in modo preoccupante di
di questa regione, si conside- è uno Stato di diritto. Una dimostrazione obiettivo mancato.
rano veneti, “padani” e poco clamorosa è stata data con l’abbandono di 205 Gino Favero
italiani; in altre parole mol- eritrei “liberati” dalla polizia libica, per poi essere LA VIGNETTA
tissimi di questi cittadini, han- abbandonati, senza lavoro, senza documenti (e Diritto di Replica
no a cuore e votano la Lega senza ulteriori interventi italiani) ai margini del
ed approvano il progetto deserto. Una dimostrazione altrettanto clamorosa Caro Direttore, nell’inter vi-
scissionista; programma che è stata la disinvolta telefonata del presidente del sta pubblicata ieri dal suo
solo chi non ha occhi, non lo Consiglio per rimettere in circolazione la giornale e correttamente in-
vede e lo considera piano fe- minorenne “nipote” di Mubarak, disponendo terpretata dal giornalista
deralista: che la concezione Giampiero Calapà, che rin-
federalista della Lega Nord è grazio, vi è un riferimento a
un falso, lo so con certezza, Cirino Pomicino che potreb-
dato che ho vissuto l’azione be ingenerare equivoci. Vor-
politica della Lega dal ‘90 al smo non è quello proposto solidarietà e facendo cresce- rei precisare che il mio giu-
‘94, e quando mi accorsi che dalla Lega, che tende a divi- re la mutua assistenza in am- dizio riguardava esclusiva-
l’unico loro fine era quello dere; quello vero: unisce i cit- bito democratico. La Lega mente il suo metodo politico,
scissionista, ne uscii disgusta- tadini delle varie entità ter- Nord è un soggetto politico a da me non condiviso. Essendo
to e disilluso ed ad oggi, nella ritoriali, culturali e religiose, cui non interessa minima- lungi da me qualsiasi altra va-
sua proposta politica non è rendendoli più partecipi alla mente il federalismo in quan- lutazione per la quale non
cambiato niente. Il federali- cosa pubblica, ampliando la to tale, ma ad essa interessa avrei il diritto di impancarmi a
la conquista del potere e dei giudice.
privilegi che discendono dal- Onorevole Gerardo Bianco

IL FATTO di ieri 20 novembre 1986 l’attuale politica. In pratica ha


fatto credere ai veneti e agli
“Cow 133”. Non una sigla astrusa ma solo nome in codice pseudo padani che il federa-
della prima “mucca pazza”, vittima numero 1 della famosa lismo sia un principio di di- IL FATTO QUOTIDIANO
Bse, accertata il 20 novembre 1986 nel Laboratorio visione del Nord dal Sud, via Orazio n. 10 - 00193 Roma
Veterinario Centrale del governo britannico. La povera mentre in realtà è un prin- lettere@ilfattoquotidiano.it
bestia, consunta e scossa da orribili tremori muscolari, era cipio di unione contrattuale.
morta, digrignando i denti, qualche mese prima, e da quel La gente del nord non si è
primo caso, scoperto in una fattoria dell’Hampshire, iniziò
resa conto che la Lega Nord viano nel mettere in guardia i Direttore responsabile
usa il potere non per il bene partiti detentori del potere
la grande paura della pandemia del secolo. Sotto accusa, Antonio Padellaro
dei cittadini, ma per il partito nelle regioni del Nord perché
da subito, le farine animali, usate per ingrassare vacche da
e per i suoi mercenari. è risaputo da tutti che le ma- Vicedirettore Marco Travaglio
macello, ingozzate in allevamenti trasformati in industrie Antonino Lo Presti fie tendono ad infiltrarsi nei
senza pascolo. “Se diamo da mangiare carne a un animale partiti di governo. Mi risulta Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
erbivoro, ben presto impazzirà”, aveva detto già nel 1923
Rudolph Steiner, padre dell’agricoltura biologica,
Ministro dell’Interno: incomprensibile l’affermazio- Progetto grafico Paolo Residori
ne del ministro: “Come mi- Redazione
anticipando la storia di un fenomeno trasformatosi poi in reazione inconsulta nistro e ancora di più come 00193 Roma , Via Orazio n°10
psicosi di massa. Sbattuta in prima pagina, con immagini di Sono veramente costernato leghista mi sento offeso e in- tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
mucche tramortite e pile di bovini abbattuti, la carne dalla reazione del ministro dignato dalle parole infamanti e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
incriminata, tra embargo e crollo economico del settore, sito: www.ilfattoquotidiano.it
Maroni nei confronti di Sa- di Saviano, animate da un evi-
tornerà all’alba del 2000 sui banconi delle macellerie e sulle viano per la messa in guardia dente pregiudizio contro la Editoriale il Fatto S.p.A.
tavole. Dati alla mano, la Bse sarà in realtà un’epidemia sulla mafia infiltrata al Nord. Lega”. Saviano, a mio avviso, Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
mancata. Responsabile però dello sterminio preventivo di Ho seguito con attenzione la non ha offeso nessuna per- Presidente e Amministratore delegato
milioni di animali, nutriti contro natura, in nome del dio trasmissione “Vieni via con sona perbene, ma ha infor- Giorgio Poidomani
profitto. me” di lunedì scorso ed ho mato dieci milioni di tele- Consiglio di Amministrazione
Giovanna Gabrielli apprezzato il coraggio di Sa- spettatori che anche la Lega, Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
IN LIBRERIA

Massimo Cassani
un po’ più lontano

Puoi nascondere la tua


vera vita agli altri.
Non a te stesso.
Non per sempre.

romanzo

Veronica Tomassini
sangue di cane

Lei è una ragazza


qualsiasi.
Lui è un abisso.

romanzo

nte,
Quando nessuno è innoce Marco Bosonetto

ibile. nel grande show della


fare giustizia non è poss democrazia

L’Italia di domani
la governa chi
prende più televoti.

romanzo

I cani di via Lincoln


verrà presentato oggi alle 18
al Kursaal Kalhesa di Palermo
Foro Umberto I, 21

insieme all'autore:
Cosa nostra è un immenso impero economico. Adriana Falsone
È per questo che a Palermo fa affari con i cinesi. Gery Palazzotto
letture di:
Non sempre, però, gli affari vanno a buon fine. Stefania Blandeburgo

Boss palermitani, anziani massoni, politici collusi, mafia cinese.


Un'indagine impossibile. Un romanzo grandioso. I cani di via Lincoln.

            ǡ 


    
  ǫ   
   
       ǫ

ƒ —ǯ‹†‡ƒ †‹
‹—Ž‹‘ ‘œœ‹ ’‡” ƒ—”ƒƒ †‹–‘”‡ǡ ƒ•…‡ ƒ
‹Žƒ‘Žƒ‘––‡‰ƒ†‹ƒ””ƒœ‹‘‡ǣ —•ƒ„ƒ–‘‡—ƒ†‘‡‹…ƒ
ƒŽ‡•‡ǡ’‡”—ƒ‘ǡŽƒ˜‘”‡”ƒ‹ƒŽ–—‘’”‘‰‡––‘…‘‹Ž•—’’‘”Ǧ
–‘ †‹ ‰”ƒ†‹ •…”‹––‘”‹ …‘‡ –‘‹‘ ”ƒ…Š‹‹ǡ ‹Ž˜‹ƒ
un anno di lavoro ƒŽŽ‡•–”ƒǡƒ—”‘‘˜ƒ…‹…Šǡ–‘‹‘…—”ƒ–‹ǡ‹…Š‡Ž‡ƒ”‹ǡ
per venti apprendisti
‹—•‡’’‡
‡ƒǡ
‹‘”‰‹‘ ƒ•–ƒǡ
‹ƒ‹ ‹‘†‹ŽŽ‘ ‡ ƒŽ–”‹
scrittori ƒ…‘”ƒǤ
‡”‹ˆ‘”ƒœ‹‘‹ –‡Ž‡ˆ‘ƒƒŽŽ‘ͲʹǤʹ͵ͲͲʹͶͲͷ ‘’’—”‡‹˜‹ƒ—ƒƒ‹Žƒ „‘––‡‰ƒ̷Žƒ—”ƒƒǤ‹–

Seguici su www.laurana.it