Sei sulla pagina 1di 17

La Consulta denuncia le minacce di Berlusconi, che teme

per la sua impunità. Ora Napolitano interverrà. O no? y(7HC0D7*KSTKKQ( +"!#!?!?!&


www.ilfattoquotidiano.it

Venerdì 24 dicembre 2010 – Anno 2 – n° 329 € 9,90 DVD + € 1,20 – Arretrati: € 2,00
Redazione: via Orazio n° 10 – 00193 Roma Spedizione abb. postale D.L. 353/03 (conv.in L. 27/02/2004 n. 46)
tel. +39 06 32818.1 – fax +39 06 32818.230 Art. 1 comma 1 Roma Aut. 114/2009

BONDI, BRAMBILLA E SCAJOLA Due direttori, tre padroni


di Marco Travaglio

B. LI TRATTA COME MELE MARCE D


oppio regalo di Natale per i lettori
berlusconiani: a Libero, non bastando
Belpietro, arriva pure Feltri; al Giornale, invece,
resta Sallusti. Tutto a causa dell’eterna
transumanza di Littorio, che non riesce mai a stare

Basta una domanda del “Fatto” per mandare in tilt fermo. Nel '90 lascia il Corriere per l’Europeo, dove si
porta il suo dioscuro, Belpietro, conosciuto a Bergamo

il premier. Che poi impiega cinque ore per autosmentirsi Oggi. Poi si rompe le palle e nel '92 rifonda
l’Indipendente con Belpietro. Nel '94 si rompe le palle e
va al Giornale con Belpietro. Nel '97 il dioscuro lo
Ma solo per difendere Michela “la rossa” tradisce e va al Tempo, intanto Feltri si rompe le palle e
lascia il Giornale a Belpietro. Nel 2000, dopo un lungo
Hanno sistemato girovagare, fonda Libero senza Belpietro. Ma nel 2009
L’opposizione parenti e amici? si rompe le palle e torna al Giornale, rimpiazzato da
Belpietro. Ora si rirompe le palle e torna a Libero, ma
“Sono casi
quella vera spiacevoli. Non tutti
con Belpietro. L'altroieri saluta sul Giornale gli
sventurati lettori, rimasti nelle mani di Sallusti: “Non
lascio questa gloriosa testata per motivi polemici, anzi
sono santi”. Nuove sono grato” eccetera. Poche ore dopo, dichiara in
di Paolo Flores d’Arcais
dc
ingiurie alla Consulta conferenza stampa: “Sono andato via da un giorno e
e contro i “pm già il Giornale mi sta sui coglioni”. Libero saluta il
l regime progetta il fascismo per via legale.

I
ricongiungimento familiare con un sobrio articolo di
Questo annunciano la repressione preven- criminali” Telese pag. 2 z Francesco Borgonovo, che descrive i Jalisse del
UNIVERSITÀ x FIAT x
tiva di Gasparri e le minacce “stile mafia” di giornalismo nostrano come fossero Marx ed Engels:
Berlusconi a magistrati e Corte costituzio-
nale. Per impedirlo, le cosiddette opposizioni
progettano una definitiva sconfitta: questo an- CATTIVERIE
Sì alla legge Marchionne “Come nelle migliori telenovele (sic, ndr), la coppia si
rinsalda, l’amore vince sull’invidia e sull’odio. Ed
eccoli qua, trent’anni e varie testate (in tutti i sensi)
nunciano il capo chino del Terzo polo, le di-
spute da capponi della nomenklatura Pd, le rea-
D’Alema: “Quando,
su 10 candidati, quello che
Ora tocca sbaraglia dopo di nuovo insieme, dove meno ce li si aspettava, a
Libero”. In effetti ce li si aspettava come minimo
zioni dei vertici Idv all’esplodere della questio-
ne morale. Con queste “opposizioni”, il percor-
so verso il fascismo legale del Putin di Arcore è
prende il 20% diventa il
candidato di tutti, qualcosa
non funziona”. Già: tu
al Quirinale il sindacato all’Economist. Azionisti (10% ciascuno) e direttori
(l’uno editoriale, l’altro responsabile, si fa per dire),
Littorio e Prettypeter annunciano subito un giornale
(G. Betti www.luttazzi.it) Calapà e Perniconi pag. 4 z Cannavò pag. 11 z “così tanto libero da permettersi di essere
in carrozza.
Per fortuna che un’altra opposizione c’è. Vera. berlusconiano senza essere di Berlusconi”. Infatti è di
Sempre più forte, per radicamento e ampiezza. Antonio Angelucci, senatore di Berlusconi. “Noi –
BASSA VELOCITÀ x Il nostro viaggio sull’Intercity che perde i pezzi aggiunge Feltri – potremo essere berlusconiani senza
L’altroieri è scesa in piazza con un’intelligenza
essere pagati da Berlusconi. E saremo gli unici, visto
che ha stupito anche i più inossidabili corifei di
regime. Manifestando nelle periferie popolari,
dove vivono i cittadini veri – non i simulacri di
TORINO-REGGIO CALABRIA, 21 ORE che in Italia tutti sono pagati da lui: chi scrive per
Mondadori, chi fa film per Medusa...”. E chi scrive su
Panorama, come Feltri. E chi ha un programma su
plastica e paillettes dei minzolini e altri bruno-
vespa – gli studenti hanno realizzato la mossa
del cavallo, quella che negli scacchi spiazza
SUL TRENO DELL’ULTIMA CLASSE Sansa pag. 6 - 7 z
Canale5, come Belpietro. Ma pagati da Pier Silvio e
Marina, mica da Silvio. Poi ci sarebbero i fondi
pubblici a Libero, che sta in piedi grazie ai parecchi
l’avversario e rovescia una partita. Sono sfilati italiani che non lo comprano ma lo pagano lo stesso
tra gli applausi degli automobilisti, imbottigliati (7 milioni l’anno fino al 2008, poi s’è bloccato tutto:
per la manifestazione ma solidali anziché “im- Udi Furio Colombo persino la Presidenza del Consiglio dubita che Libero
bufaliti”. Aprivano il corteo con uno striscione ne abbia diritto). Ma ora Belpietro vi rinuncerà di
che chiedeva lo sciopero generale, la stessa ri- MORTI certo, diffidando il governo dal seguitare a erogarli: nel
chiesta avanzata dalla Fiom di Landini nella gi- 2008, infatti, attaccò Littorio su Panorama per i “ 39
gantesca manifestazione del 16 ottobre.
NEL SILENZIO milioni in 7 anni” percepiti da Libero a spese dei
Non a caso. È con quella manifestazione che DEL DESERTO contribuenti grazie al “furbo espediente” con cui si è
comincia a realizzarsi la nuova opposizione ci- travestito da “supplemento di Opinioni nuove, bollettino
vile. La novità è questa: lotte sociali, perché ra-
dicate in una condizione ben identificabile (gli
Stra tanno morendo nel deserto,
schiavi con le catene, i morti
coloro che sono ancora vivi,
del movimento monarchico”, ergo “paga Pantalone”,
dunque “Feltri si arrampica sugli specchi per
operai contro il tentativo di Marchionne di far giustificare il finanziamento pubblico. È uno stile
donne incinte, bambini. Sappia- libero che non gli si addice”. La rinuncia insomma
regredire verticalmente le condizioni di lavoro, mo tutto di loro. Sappiamo chi so-
gli studenti contro una “riforma” dell’universi- s’impone. Sennò si potrebbe insinuare che i Jalisse
BUONE FESTE no, dove sono. Sappiamo i nomi della penna dirigano un giornale nato da “un furbo
tà che azzera il diritto allo studio), ma capaci di dei mercanti, abbiamo i numeri
farsi catalizzatori per rivendicazioni più ampie, Il giornale torna in edicola martedì 28 espediente” e sono talmente liberi da avere tre
dei telefoni cellulari. pag. 13 z padroni: Angelucci, Berlusconi e Pantalone. Al
di diritti per tutti. Dunque, movimenti civili che
nella radicalità della lotta costruiscono alleanze Giornale, per la dipartita di Feltri ma soprattutto per il
permanere di Sallusti, si teme un calo di copie. Per
programmatiche sempre più larghe. Quello
arginarlo, zio Tibia fa una pagina d’intervista a
che dovrebbero fare i partiti di opposizione, au-
Ostellino, noto trascinatore di folle, e minaccia di
toridottisi invece a larve.
riprendersi pure le mèches di Facci (di cui Feltri ebbe
Solo la lotta di questi movimenti può liberarci
a dire: “Cestinare un suo articolo non è censura, è
dal regime. Purché capaci di sinergia, e di non un’opera buona”). Feltri gli rende pan per focaccia
sfuggire il problema che ha fin qui regalato alla portandogli via il vice, Massimo de’ Manzoni, dal
casta di “opposizione” la rendita monopolistica cognome francamente eccessivo. Intanto, su Libero,
sul terreno elettorale. Ovvio il pericolo che una primo scoop mondiale: “Belpietro intervista Feltri”.
partecipazione elettorale omologhi i movimen- Seguirà: “Feltri intervista Belpietro”. Poi, sulle orme
ti e li trasformi in trampolino per nuove nomen- della Fallaci, “Belpietro intervista Belpietro” e “Feltri
klature. Ma senza una proiezione politica che intervista Feltri”, fino all’intervento degli infermieri. La
renda la società civile protagonista anche nelle rassegna stampa dell’Istituto Treccani saluta il ritorno
urne, la cosa pubblica continuerà a restare per i di fiamma di Gianni e Pinotto con un lapsus freudiano:
partiti “cosa loro”, e le lotte una grande espe- “II ‘nuovo’ Libero di Feltri e Belpietro: più commenti,
rienza esistenziale, ma in un’Italia di macerie. meno pagine e una forte fecalizzazione sul digitale”.
pagina 2 Venerdì 24 dicembre 2010

P “O
BASSO IMPERO BASSO IMPERO

er i più è stato il ministro dei Trasporti ditte di famiglia come la Rocksoil, formalmente di faccendiere Angelo Balducci, un palazzo di proprietà ccupazione militare”, ‘manumilitari’ la prima rete della Rai,
Lunardi, indagato che ha firmato l’ultimo, controverso, proprietà della moglie. Ma, soprattutto, nel 2010 è di Propaganda Fide in pieno centro a Roma per un Il Tg1 si auto-oscura: “occupazione ad stravolgendo il palinsesto e invadendo, senza
codice della strada, ma Pietro Lunardi, è stato indagato per gli appalti del G8 con l’accusa di prezzo nettamente inferiore a quello di mercato. personam”. L’opposizione alcun rispetto della funzione e del ruolo del
un berlusconiano doc che con il Cavaliere condivide corruzione e in seguito inserito nel registro degli Secondo l’accusa, in cambio Lunardi avrebbe fornito attacca la scelta del direttore del Tg1, servizio pubblico, il Tg1”, denuncia Matteo
per corruzione un’accusa molto specifica: il conflitto d’interessi. indagati assieme all’Arcivescovo di Napoli, alla congregazione religiosa un forte finanziamento bisogna dare Augusto Minzolini, di rimandare l’edizione Orfini, del Pd. “Il Tg1 ormai è diventato un
Come ministro dei Lavori pubblici, infatti, è stato Crescenzio Sepe, ex prefetto di Propaganda Fide. per la costruzione, sempre a Roma, di un museo delle 13.30 per dare spazio alla conferenza di telegiornale ad personam in perfetto stile Il “direttorissimo”
accusato di aver pilotato le decisioni governative in Secondo la magistratura perugina titolare dell’istituzione. La Camera per lui ha sempre negato fine anno del presidente del Consiglio, Silvio bulgaro”, incalza il portavoce dell'Italia dei del Tg1,
per gli appalti del G8 merito alla costruzione della Tav a favore di alcune dell’inchiesta, Lunardi avrebbe acquistato dal l’autorizzazione a procedere. s.n. spazio al Caimano Berlusconi. “Il premier ha occupato Valori, Leoluca Orlando. Augusto Minzolini

MILLE BALLE BLU “In Tv ci vado io e tu no”


Una domanda del Fatto manda nel pallone Berlusconi:
“Sì, nel governo c’è qualcuno che sbaglia”. Poi rettifica IL PREFERITO
Lotta dura tra i berluscones
SCHIERATI E PREPARATI PER DIFENDERE IL PREMIER
di Luca Telese de tutti i suoi ministri (come po-
trebbe?), ma la sola Michela
di Berlusconi di ieri, nella tradi-
zionale conferenza di auguri di Lecca Lecca
CHI SBAGLIA RESTA A CASA: LUPI IL PIÙ UTILIZZATO
lla fine è inciampato pro-

A
Brambilla. E dispiace anche fine anno sembrava entrato nel-
prio sula domanda de Il
Fatto, sulla parentopoli di
questo, se non altro per quel te-
nerone di Bondi. Ma Silvio è chi-
l’età della prosa. Niente più mi-
racoli, niente sorrisi sfavillanti,
“Chi” riabilita di Carlo Tecce lotti. Destino oscurato per
chi, a volte, osa dire no al ca-
governo. E dispiace. Se la Polidori ra che la discesa in cam-

O
rurgico: quattro ministri sono niente sorprese, niente promes- po. Non c'è spazio per mis-
non altro perché ci aveva pro- già andati, bisogna tenersi stret- se, niente milione di posti di la- po di Silvio Berlusconi sioni di pace o pasionarie
vocato con tono spavaldo: “Se
non ci fossi io, voi de Il Fatto non
ta l’ultima donna che non gli dà
problemi.
voro: “Abbiamo cercato una so-
luzione alla crisi, anche al verti- IL SETTIMANALE di
s'avvia al ventennio, l'u-
nico motto è: credere,
gentili. Di legalità e ambiente,
per carità. Il ministro Stefania
CHI SALE
esistereste, eh eh...”. Allora glie- ce dei presidenti del Consiglio: famiglia “Chi” ci obbedire. E presidiare la te- Prestigiacomo? Censurata:
lo avevamo chiesto, senza giri di QUALCOSA è successo fra le non c’è” (non c’è!). Ma ieri an- rassicura: Catia levisione. Il deputato Mauri- “Non ho più visibilità . Niente
parole con questa domanda: 14.30 e le 19.00, quando Palazzo che il caimano non c’era più, e Polidori è zio Lupi, cattolico di Comu- più dibattiti in tv. Sempre al-
“Scajola ha sistemato la casa, a Chigi ha dovuto correggersi per nemmeno il grande venditore berlusconiana nione e liberazione, incarna il tre colleghe preferite a me:
sua insaputa. Lunardi ha siste- salvare il salvabile con una retti- che incantava gli italiani. il tono d e n t ro. verbo berlusconiano con in- sono stanca di essere emar-
mato l’azienda, e l’ha pure am- fica riparatrice: “Il Presidente Ber- bonario era quello del vecchio Per questo tercalari familiari ai telespet- ginata”.
messo. La Brambilla ha sistema- lusconi – si leggeva nel comunicato zio che rispolvera i successi di non tatori: “Ma cosa dici?”. Oppu-
to il compagno all’Aci e ha detto toppa-peggio-del buco – ha potuto sempre, del cantante che si esi- votò la sfiducia al re: “Pensa te...”. Sul sito per- Lorenzin
che è bravo. Bertolaso ha siste- verificare l’assoluta e totale inconsi- bisce nel revival di se stesso, un governo, nonostante avesse sonale, aggiornato con fre- la mangia-comunisti
mato la moglie e il cognato, stenza delle infondate accuse mosse simpatico bobbysolo del centro- firmato la mozione contro. quenza quotidiana, il vicepre-
spiegando che non poteva di- al ministro Brambilla”. Quattro ore destra, che da sedici anni strim- Altro che venduta, traditrice sidente della Camera custodi-
scriminarli. Bondi ha sistemato prima aveva detto su di lei, su pella gli stessi accordi: “Magi- di Gianfranco Fini, stampella sce le decine e decine, forse PUÒ la Prestigiacomo egua- Angelino Alfano Francesco Pionati Beatrice Lorenzin
il figliastro e il marito della mo- Bondi, su Scajola, su Lunardi e su strati golpisti”, “Faremo un pia- estemporanea. L'ex finiana è centinaia, di apparizioni in vi- gliare la foga scaccia-comunisti
glie, con le consulenze, ma ci ha Bertolaso: “Sono casi spiacevo- no unico per il fisco” e altre ame- perfetta per il Pdl. Audace: deo. Con tante versioni diver- di Beatrice Lorenzin? L'ex
detto che erano casi umani... li”. Poi la Brambilla ha alzato il te- nità già fritte e rifritte mille vol- “Per questo servizio ha se: Lupi in maglioncino e ca- coordinatore dei giovani di
Cosa pensa del passaggio dal go- lefono, si è imbufalita, ha chiesto te. sfidato la neve e il ghiaccio”. Forza Italia lotta con Debora
verno del fare a quello del siste- di essere separata dagli altri. Per Bella: “Bionda, solare, occhi Serracchiani a Otto e mezzo e ri-
mare?”. Il vecchio Caimano, un
tempo non avrebbe deluso.
lei Silvio ha corretto il tiro , per
gli altri si è tenuto sul generico:
ROMA, Villa Madama. Silvio
Berlusconi inizia la conferenza
azzurri, aria da fatica buona.
Catia in realtà è un
L’angoscia della pete con ossessione, quasi fos-
se un mantra: “Così si compor-
CHI SCENDE
Avrebbe investito il cronista
con fuoco e fiamme fino a ince-
“In relazione alla risposta data dal
Presidente Berlusconi alla domanda
stampa alla sua maniera. Una
breve premessa di 60 minuti
Caterpillar”.
Cosa non fa Alfonso Signorini
Prestigiacomo: ta la sinistra!”. Avanza l'avan-
guardia di B. con le facce ras-
nerirlo. Avrebbe negato tutto,
individuando la responsabilità
del giornalista Luca Telese de Il Fatto
Quotidiano, si deve precisare che le
(Sic!), e alcune brevi risposte di
venti minuti. C’erano trenta do-
per aiutare il datore di lavoro.
Ma le foto del servizio di
“Non ho più sicuranti di Angelino Alfano, il
ministro affaccendato in fac-
di qualche perfido “comuni- indicazioni esposte dal giornalista mande previste, lui se la cava “Chi” raccontano il vero cende di scudi e lodo, ma ar-
sta”. Invece, quello di ieri, co- stesso sono frutto di mere illazioni e con venti, come le squadre della valore politico della Polidori. visibilità, ruolato per difendere il gover-
minciava male, provando con il sue personali supposizioni. E anche zona retrocessione che fanno ca- Eccola con le “mani in pasta” no e la riforma Gelmini. Oc-
trucco della diversione: “Vede, in questo caso dispiace. tenaccio. E dispiace. Non è più il che sta preparando una sempre altre chio languido a Ballarò per
la sinistra...”. Che c’entra la sini- Ma cominciamo dall’inizio. Il Berlusconi scintillante delle “c ro s t a t a ” di antica memoria commuovere gli studenti che
stra?. E lui: “...mi lasci finire! tempo del sogno è finito, il Silvio grandi promesse e delle battute dalemiana e il padre colleghe protestano: “Io non potevo
Questi del governo sono casi di affilate, e fa quasi simpatia per- BERLUSCONI imprenditore, senza il sole in scendere in piazza perché i
puro dilettantismo rispetto a ché ne sembra consapevole, bo- E LUPI tasca visti i 40 centimetri di preferite a me” miei genitori mi pagavano l'u- Daniela Santanchè Daniele Capezzone Anna Maria Bernini
una professionalità assoluta-
mente elevata della sinistra in
L’attacco di B.: nario e crepuscolare. A un certo
punto si aggrappa alla domanda
se avesse mille anni davanti, e sa-
pesse di rischiare di non mangia-
che arriverò alla fine della legi-
slatura”. Berlusconi si dissocia
gare che ci sia nella magistratura
un’associazione tesa all’eversio-
Al centro, il
premier Silvio
neve, concentrato a tagliare il
prosciutto in giacca e cravatta.
niversità a Milano”. Ma il capo-
lavoro di B. è Francesco Piona-
questa materia...”. Come come?
Casi di dilettantismo?
“Sono casi di politica estera e parla per qua-
si mezz’ora: i giornalisti crolla-
re la colomba, con il suo gover-
no. Anche gli effetti speciali era-
da sua figlia (“I figli, si sa, sono
influenzabili dalle madri”)
ne”. E allora cosa propone Ber-
lusconi? “Una Bicamerale che
Berlusconi
(ILLUSTRAZIONE
Eccola che mostra i suoi
riflessi al pianoforte, abile
micia bianca a Speciale Tg1,
Lupi in giacca blu elettrico a
ti, il piazzista di compravendite
e mercati di vacche, il paladino protagonista di Paprika di Tinto v'è finita Daniela Santanchè? Il
Insomma quella parentopoli Sil-
vio Berlusconi, in prima battu-
di dilettantismo no, quando parla dell’Africa
sub-sahariana e del piano casa
no da B-movie, molto teneri: “Ar-
riverò a 325 deputati, senza
adombrava la possibilità di non
correre (“Nel 2013 potrei non
accerti se non ci sia nella magi-
stratura una associazione tesa al-
DI FABIO CORSI)
In alto,
pianista sempre utile a
M o n t e c i t o r i o.
Porta a Porta, Lupi in cravatta
granata a Otto e mezzo, Lupi in
dei “responsabili” con i vari
Domenico Scilipoti e Bruno
Brass, nominata responsabile
nazionale e cultura. Il presi-
sottosegretario per l'Attuazio-
ne del programma temeva il
ta, durante la conferenza stam- (ma quello di Gheddafi) persino l’eversione”. E infine ancora in posa sia con uniforme cerimoniale al tele- Cesario. Una vita nel pastone: dente del Consiglio apprezza: voto del 14: “Se passa la sfidu-
pa, la ammette e la condanna,
rispetto a una il fidato Paolo Bonaiuti – un guer-
coinvolgere nessun partito nella
coalizione!”. E poi: “Nei collo-
candidarmi”). Poi ricorre al vec-
chio successo contro i magistra- Infine il Cavaliere individua un
il deputato
del Pdl, Fini che con Berlusconi. giornale di Enrico Mentana. E prima da giornalista del Tg1, “Che piacere!”. E Pionati assi- cia, devo andare via dall'Italia”.
sia pure minimizzando: “È nella riero highlander – gli fa il gesto di qui mi hanno detto che si sta co- ti: “La loro tesi è che la corruzio- meraviglioso modello riformi- di Comunione Decisionista: “Ho firmato la poi: Ultima Parola, Linea Notte, poi da segretario di se stesso ste impalato sul palchetto del- Per il momento, è andata via
natura umana che ci sia qualcu- professionalità spremitura con la mano: “Strin- stituendo un gruppo di respon- ne si perfeziona non quando c'è sta: “In Kazakhstan si danno i e liberazione, mozione perché era un Unomattina: uno sforzo imma- del partito di se stesso, Allean- l'hotel Melìa. Poi per giorni tie- dalla televisione. Dicono che
no abbastanza lontano dalla san- gi! Stringi!”. Uomo saggio: altri sabilità nazionale” (scelta ono- il passaggio di denaro ma quan- permessi in una settimana”. Dal Maurizio Lupi tattica”. Quella di Signorini, ne che richiede ubiquità (e za di Centro. La folgorazione ne in ansia l'Italia: “Maurizio sia troppo aggressiva e poco ef-
tità...”. Poi in serata è costretto a elevata cinque minuti e si sarebbero ad- mastica infelice. Parla di quello do i soldi vengono spesi. E quan- “nuovo miracolo italiano”. Al invece, è una tecnica. tempo libero). Buono per con una telefonata al congres- Grassano (Gruppo Misto) non ficace per capovolgere la real-
un curioso comunicato di retti- dormentati tutti. di Moffa, in cantiere ma con il no- do anche altri giudici convergo- “nuovo miracolo kazaco”. Meno ogni crisi e stagione, fedele so di Adc: chiama Berlusconi, vota la sfiducia”. Le telecamere tà: meglio il placido Lupi (ap-
fica. Curioso perché non difen- della sinistra” Il Berlusconi di ieri parlava come me di quello di Scilipoti). “Penso no su questa tesi, non si può ne- male che Silvio c’è. senza tentennare: il re dei sa- risponde Deborah Caprioglio, braccano Pionati per conosce- punto) o il rampante Pionati
re le intenzioni di Grassano: “E (che fa convertire i deputati).
che fa? Sta con me”. Pionati Anche Anna Maria Bernini, fi-
BEGHE IN LIBERTÀ Insulti, risse e diaspore avrà convinto l'ex leghista a sal- glia d'arte, ha perso la parola.
MVB Un ministero pieno BONDI Dal cuore SCAJOLA E quel fiuto vare Berlusconi torturandolo Scelta per espugnare l'Emilia

di cari e troppi amici tenero, per la famiglia per il mattone romano Cicchitto, il meno amato (dai suoi) con l'inno psichedelico di Adc:
“Alleanza di centro per l'Italia e
per quelli che hanno voglia di
cambiare, per la storia, per
Romagna dai rossi, per la Ber-
nini la campagna elettorale è
lontana: saltabeccava da un sa-
lottino all'altro con la coda dei
di Sara Nicoli con protervia tra i banchi, e an-
Lcaraaconrossa ministra dalle conturbanti autoreggenti esibite
nonchalance nel salotto bianco di Bruno Vespa è
al Cavaliere non certo per il suo amore intenso per gli
Ila vialFivizzano,
ministro poeta, il “compagno” Sandro Bondi da
nacque comunista, ma fu folgorato sul-
di Arcore dallo scultore Pietro Cascella che lo
Q uanto gli manca “sciaboletta” Scajola al Cavaliere! Fuori
dal giro che conta per raggiunti limiti di affastellamento
di questioni giudiziarie a suo carico, Antonio Claudio Sca- a cosa cazzo vuoi che me ne freghi,
che nei consessi di partito, trova
forse radici nelle molteplici fru-
vere da Tangentopoli dopo che
Craxi ne aveva contrattato
“con i compagni” la riabilita-
questa nostra patria da salvare,
noi vogliamo difendere l'onore
capelli sempre in ordine. L'ha
fregata nonna Annarella, il 26

animali (ha 14 cani, 27 gatti, 4 cavalli, 2 asini, 7 capre, 6


galline e un numero imprecisato di piccioni) ma perché è la
introdusse nella dimora del Caimano mentre lui ne
stava costruendo il mausoleo funebre. Da quel mo-
jola da Imperia, 62 primavere, vanta un carnet “politico” di
prima scelta nel cuore del Sultano. Ministro dell’Interno
“M imparasse a stare al suo posto!”. Ci
sarebbe da chiedersi quale dovrebbe essere,
strazioni che la sua dolorosa,
quanto incoerente, storia poli-
zione, oggi viene mandato
avanti solo perché riesce a dire
di chi non ha più santi da pre-
gare”.
ottobre scorso, durante una di-
retta con i telegiornali, cioè le
telecamere, un microfono e ze-
principale animatrice dei "circoli" delle libertà, la task-for- mento, per Bondi la vita è stata solo un lungo viag- durante il G8 di Genova, poi dimessosi per aver definito secondo Fabrizio Cicchitto, urlatore di que- tica, gli ha pedissequamente ri- cose che anche i più coraggiosi Capezzone: niente ro domande. Striscia la notizia ha
ce della propaganda berlusconiana capace di entrare in gio all’ombra di Berlusconi. Più volte deputato in “un rompicoglioni” Marco Biagi, il giuslavorista ucciso dal- sta frase al telefono dopo l’ultimo match in servato. Trombato più volte tra gli ascari del Cavaliere più prima linea diffuso il video, una delizia per
campo immediatamente in caso di elezioni. O di calo nei Forza Italia e poi nel Pdl (di cui è coordinatore) nel le Br, questo ligure dai modi ruvidi e un po’ autoritari, con aula, il “posto” giusto per Stefania Presti- persino dal Cavaliere (“Fabrizio avrebbero timore anche a pen- la Rete. La Bernini è seria, elo-
sondaggi. Diventata ministra del Turismo, vive all'ombra di 2008 è stato finalmente incoronato ministro dei Be- un aeroporto sul pianerottolo di casa, ad Albenga, oggi sa- giacomo. O per Mara Carfagna. O, ancora, voleva andare allo Sviluppo sare. Tipo: “L’aggressione a gia B.: “Questo è un discorso
Bernabò Bocca, il vero uomo del turismo italiano, presi- ni culturali. E lì sono cominciati i suoi guai. Prima rebbe visto dal Cavaliere come un ottimo coordinatore del per Ignazio La Russa, quando a momenti lo economico al posto di Romani – Belpietro è colpa di Di Pietro”. È PER Daniele Capezzone la importante e significativo che
dente di Federalberghi, che valuta e soppesa tutto. Cresciu- per i contratti al ministero del figlio e all’ex marito nuovo partito nonché insostituibile organizzatore della menava, all’Hotel De Russie, dopo avergli svelava tempo fa una fonte Pdl Oppure: “La politica diventa notizia più triste: Giancarlo dimostra una grande cultura di
ta alla corte della grandeur arcoriana, la Brambilla non si è della sua compagna, Manuela Repetti, poi per lo prossima campagna elettorale. Infatti, ancora oggi, è sem- gridato“tu non hai capito un cazzo, p… (be- – ma gli ha detto ancora no”), Cicchitto è una fogna quando c’è di mezzo uno come Mazzucca è il nuovo portavoce governo”. Interviene Annarel-
limitata all'assunzione di consulenti scandalo legato a un’avvenente attrice amica di Ber- pre a Palazzo Grazioli quando ci sono stemmia), qua non è che abbiamo fatto il Pdl sinceramente detestato all’interno del Pdl, Bersani”. E ancora : “A condurre la cam- del Pdl a Montecitorio. L'ex ra- la: “Ma che sta a dì, che ve com-
per il rilancio dell'immagine dell'Ita- lusconi, Michelle Bonev: su suggerimento del Cai- decisioni importanti da prendere per far comandare solo a te!”. E non si è tranne che dal suo omologo Gasparri e da pagna d’odio contro Berlusconi è un network dicale staziona abbandonato in prate 'a gente!”. La deputata
lia, molti dei quali già a libro paga del mano, Bondi avrebbe costruito per lei un premio “per il futuro del Paese”. Probabil- trattato di un unico, isolato, gesto di incon- Sandro Bondi, che gli ha persino dedicato composto dall’Espresso, da quel mattinale via dei Condotti a Roma, al prova con la diplomazia: “Ri-
partito, e per questo è finita nel mi- “tarocco” al Festival di Venezia. Non solo: proprio mente verrà ricordato per l’inchiesta tinenza verbale; nel suo regno a Monteci- una poesia: “La mia fede è nella tenerezza delle questure che è Il Fatto, da Santoro, da freddo e al diluvio, per i due mi- spetto la sua opinione”. E la
rino della Corte dei Conti. Secondo la mentre imperversava la sua personale parentopoli sugli appalti pubblici della Protezio- torio, Cicchitto alterna la grevità dei toni dei dei tuoi sguardi…”. Per questo – e per molto un terrorista di nome Travaglio e da alcuni nutini con il Tg1. Non c'è posto nonnina: “Ma io non ve rispet-
magistratura contabile, molti dei ministeriale e crescevano le polemiche per i tagli al ne civile e per essersi “fatto compra- suoi interventi da pasdaran, alla ben più con- altro – questo piduista della prima ora (fa- pm che vanno in tv a demonizzare Berlu- per Capezzone in trasmissio- to. Siete dei mascalzoni. Per-
consulenti della Brambilla (che ha Fus, a Pompei sono crollate la casa dei Gladiatori e re” un appartamento, vista Colos- creta minaccia fisica contro chi disobbedisce scicolo 945, tessera 2232, data di inizia- sconi”. I servi servono, diceva Totò. Poi, però, ne, così sfoga il suo berlusco- ché non manda ‘sti zozzi in ga-
fatto causa civile a Luca Telese) quella del Moralista. Un vero e proprio schiaffo per seo, da Diego Anemone. Lui ha ne- ai suoi ordini. Come fece, tempo fa, con il zione 12 dicembre 1980), cacciato con igno- quando rischiano di far cadere un governo nismo nelle agenzie di stampa: lera. Quelli divorziati che van-
avrebbero lavorato con lei in passato i Beni culturali per il quale, tuttavia, Bondi non ha gato ogni addebito, l’inchiesta è an- collega del Pdl, Marcello De Angelis: li se- minia dal Partito socialista, alla lombardiana, solo per dimostrare a una signora chi detiene 900 comunicati nel 2010. Man- no a piglià 'a comunione. In-
nel mondo dello spettacolo. s.n. sentito la necessità di rassegnare le dimissioni. s.n. cora in corso. s.n. pararono i commessi. Con la Prestigiacomo per mano di Nerio Nesi dopo l’ammissione lo scettro virile del comando, allora le cose cano due settimane a Capo- canta la gente, incanta ai ser-
non l’ha fatto perché è una donna, altrimenti pietosa e grondante lacrime di essersi iscritto cambiano. E rischiano – presto – di non danno, può arrivare a mille. La penti”. Annarella leader del-
chissà. Ma questo strapotere, spesso esibito alla loggia “per paura”; rigettato nella pol- servire più. conta dei dispersi è lunga. Do- l'opposizione.
pagina 4 Venerdì 24 dicembre 2010

E
D-ISTRUZIONE

cco le nuove regole del ddl Gelmini. associato sia per chi vuole diventare ordinario. e curriculum. Gli ordinari andranno in pensione a
Il nuovo testo Codice etico: aiuterà ad evitare L’abilitazione sarà attribuita da una commissione 70 anni, gli associati a 68. Ricercatori: non saranno
incompatibilità e conflitti di interessi nazionale i cui membri sono scelti tramite piu' a tempo indeterminato: per i ricercatori ci
legati a parentele. Alle università che assumeranno sorteggio. I posti saranno poi attribuiti a seguito di saranno nuovi contratti a tempo determinato
di legge o gestiranno le risorse in maniera non trasparente procedure pubbliche di selezione bandite dalle (minimo 3, massimo 5 anni) seguiti da contratti
saranno ridotti i finanziamenti del ministero. singole università, cui potranno accedere solo gli triennali, al termine dei quali se il ricercatore sarà
Reclutamento professori: si introduce abilitati. La chiamata attraverso selezioni indette ritenuto valido dall’ateneo sarà confermato a
in pillole l’abilitazione nazionale sia per chi vuole diventare dagli atenei, basate sulla valutazione di pubblicazioni tempo indeterminato come associato.

LA GELMINI
HA LA SUA
“RIFORMA”
Il Senato approva. Urla contro
la capogruppo Pd Finocchiaro La ministro dell’Istruazione Mariastella Gelmini (FOTO LAPRESSE)

di Caterina Perniconi lanciato palline di carta dall’emi- zione di questo provvedimento Adesso la palla passa nelle mani “la controriforma dell’Università re in possesso di comprovata
ciclo destro, dove siedono i se- troppo importante, un servizio del capo dello Stato che merco- non avrà vita facile e continuerà a competenza in campo gestiona-
a riforma dell’Università è natori di maggioranza. A dare un

L
alla democrazia”. Schifani, ha ledì, dopo il corteo pacifico degli essere contrastata con tutte le le”. Il rischio è la deriva privati-
legge. Ieri il Senato ha ap- taglio netto alla deriva è stato il “preso atto delle scuse del presi- studenti a Roma, ha incontrato forme di lotta possibili”. stica ma anche la lottizzazione
provato il provvedimento vicepresidente del Pd, Luigi Zan- dente Gasparri” ricordando che una delegazione di ragazzi. A lui La riforma approvata al Senato, e politica degli atenei. Nello stesso
voluto dal ministro dell’I- da, che senza tanti giri di parole è “pieno diritto di un capogrup- l’onere di decidere se firmare la contestata da studenti e ricerca- articolo si prevede che i rettori re-
struzione, Mariastella Gelmini in ha detto rivolgendosi al presi- po di esprimere compiutamente legge o rimandarla con dei rilievi tori, prevede innanzitutto l’in- stino in carica “per un solo man-
un clima infuocato. L’opposizio- dente del Senato, Renato Schifa- la propria dichiarazione di voto” alle Camere. gresso degli esterni nei Consigli dato della durata di 6 anni”. Quel-
ne aveva deciso di interrompere ni: “Potremmo andare avanti a e ritenendo quindi giusto chiede- di amministrazione. L’articolo 2, li attualmente nominati saranno
l’ostruzionismo, e il via libera de- norma e nel rispetto del regola- re scusa. “QUELLA universitaria è una infatti, cambia le regole della prorogati per un anno accademi-
finitivo era stato programmato mento ancora per un’ora e mez- La Finocchiaro, durante il suo in- situazione rispetto alla quale io composizione dei Cda delle Uni- co. Due se sono al primo manda-
per il pomeriggio. Ma durante le zo. Con questo mio intervento tervento, ha voluto demolire una mi limito a uno sforzo di analisi di versità. Due o tre membri (a se- to.
dichiarazioni di voto, in diretta vorrei chiuderla lì, ma chiedo al delle argomentazioni che la Gel- comprensione e di confronto in conda del numero totale di con-
televisiva, la maggioranza ha cer- governo di scusarsi per le parole mini ripete con più frequenza: termini generali – ha dichiarato siglieri) saranno esterni reclutati UNO DEI CAMBIAMENTI
cato più volte d’interrompere la improprie, irriguardose e non con questa legge viene archiviato Giorgio Napolitano – astenendo- “tra personalità italiane o stranie- più controversi è quello sulla tra-
capogruppo del Partito demo- decenti espresse contro il parti- il ’68. “Lei non sa, ministro -- ha mi dall’esprimere sformazione del ruolo di ricerca-
cratico, Anna Finocchiaro. Il to più grande dell’opposizione e detto la capogruppo Pd - ma ha qualsiasi opinione tore in figura a tempo determina-
prolungarsi dell’intervento del-
la senatrice ha fatto sbottare nu-
la senatrice Finocchiaro”. un debito nei confronti di quel
movimento delle donne che nac-
di merito su scelte
legislative che ap-
Ecco cosa cambia to. Saranno stipulati contratti di 3
anni più 2 di proroga più altri 3.
merosi parlamentari e nell’aula
si sono alzate le urla: “Basta! Ba-
A ZANDA ha replicato il pre-
sidente dei senatori Pdl, Maurizio
que contestualmente al ‘68 e che
oggi le consente di essere una
partengono alle re-
sponsabilità del go-
per ricercatori, Alla fine, se supereranno l’abilita-
zione, potranno diventare pro-
sta!”. La Finocchiaro ha minac- Gasparri: “Non credo ci siano sta- giovane donna ministro di un verno e del Parla- fessori. Ma solo se l’ateneo avrà le
ciato di ripartire con la discussio- ti comportamenti indecorosi, ma grande Paese”. mento”. professori, risorse per assumerli. Viene quin-
ne e di tenere il Senato riunito piuttosto dettati dalla passione Il voto finale si è concluso con Chi promette bat- di cancellata la terza fascia docen-
ancora per due ore. A quel punto politica. Se qualcuno però si è of- 161 si e 98 no. A favore hanno vo- taglia è la Cgil. atenei te e i 25 mila ricercatori a tempo
è andata anche peggio. Le urla si feso, di questo mi scuso senz’al- tato, Pdl, Lega e Fli. Contrari Pd e Mimmo Pantaleo indeterminato presenti oggi nel-
sono fatte più forti, qualcuno ha tro perché considero l’approva- Idv. Astenuti Udc, Api, Mpa e Svp. ha annunciato che e studenti le università saranno mandati ad
esaurimento. Per loro una norma
“toppa” con un fondo (finanziato
DOPO IL VOTO solo parzialmente) per 4500 con-
corsi da professore associato.
L’articolo che ha fatto insorgere
GLI UNIVERSITARI: “NON RESTEREMO ZITTI” gli studenti è invece il 4, quello
che disciplina il diritto allo studio
con delega del governo. Il mini-
di Giampiero Calapà ha sancito la vittoria del mini- del precariato e dell’università, cattoliche di Comunione e libe- to”. Dall’Udu, Alessio Brancia- stro dell’Istruzione, “di concerto
stro Mariastella Gelmini con i in piazza e negli atenei”. Gli fa razione e dai giovani del Pdl. So- more risponde: “Sogaro si è sve- con quello dell’Economia e delle

Lmaaapprovata
“riforma” Gelmini è stata
ieri dal Senato,
la polemica è destinata a
161 sì di Pdl, Lega e futuristi di
Gianfranco Fini che, nonostan-
te le visite sui tetti di Fabio Gra-
eco Claudio Riccio del coordi-
namento universitario Link: “Il
piano della mobilitazione, ora,
garo ha scritto al presidente Na-
politano, rivendicando il suo
ruolo istituzionale. Napolitano
gliato tardi, dovrebbe piuttosto
spiegare perché il ministro Gel-
mini non lo ha consultato, per-
Finanze” stabilirà i “criteri e le
modalità” di attribuzione. Il timo-
re dei ragazzi è quello che venga-
trascinarsi ancora perché il nata, hanno ricompattato la si sposta dal Parlamento verso il ha ringraziato Sogaro, dicendo- ché non ha consultato il Cnsu, no trascurate le condizioni eco-
presidente della Repubblica, maggioranza in onor del “me- governo, con l’attesa dei decre- si pronto ad incontrarlo, riba- come prevede la legge, prima nomiche di provenienza dello
Giorgio Napolitano, è inten- rito” che la riforma promuove- ti attuativi, e verso gli atenei, dendo anche: “Ascolto, ma non dell’inizio dell’iter parlamenta- studente. E l’Università diventi
zionato a parlare degli studenti rebbe, a loro dire. con l’adeguamento degli statu- esprimo opinioni su scelte legi- re che ha portato all’approva- un bene di lusso in mano ai pri-
– della loro mobilitazione e del- ti universitari alla nuova legge: slative di governo e Parlamen- zione di questo obbrobrio”. vati.
le loro aspettative – nel tradi- UNA SCONFITTA per il chiediamo fin da subito a tutti i
zionale discorso di fine anno. Movimento che ha riempito le rettori di disobbedire, e su que-
Dopo aver incontrato, due piazze? Che ha dovuto registra- sto daremo battaglia”. Inoltre,
giorni fa, la delegazione dei re anche le tensioni con le forze Link starebbe pensando ad al- PENSIONI D’ORO di G. Me.
rappresentanti del Movimen- dell’ordine (di nuovo due gior- tre vie per bloccare la legge, dal-
to, questa mossa sarà vista da
destra come un braccio di fer-
ro prolungato; perché Napoli-
ni fa a Palermo e Milano) e le
violenze per le strade di Roma il
14 dicembre scorso? “Sicura-
la Corte costituzionale al refe-
rendum (idea appoggiata dai
Verdi di Angelo Bonelli): “Valu-
QUANDO AMATO AUTOCRITICA GLI ALTRI
iuliano Amato ha una Se n’è accorto il banchiere Guido
tano non ha mai nascosto l’ir-
ritazione per i tagli indiscrimi-
nati a cui si è aggiunta quella
mente non siamo riusciti a bloc-
care l’approvazione della legge
– ammette Alessio Branciamo-
teremo come movimento che
strada prendere. Quello che è
certo è che non ci fermeremo
G specialità: parla con affilata
cattiveria dei mali del mondo come
Roberto Vitale, che ieri proponeva di
tagliare le unghie ai fruitori di
per il dialogo negato dal mini- re dell’Unione degli universita- qui, dopo che siamo riusciti a se non ne facesse parte. Due giorni pensioni multiple. Il provvedimento
stro agli studenti, a cui il pre- ri, nella foto a destra – ma qual- raccogliere il consenso di tutto fa ha spiegato in una pensosa riguarderebbe lo stesso Amato, no?,
sidente stesso ha cercato di cosa abbiamo seminato e sicu- il Paese intorno alla nostra bat- intervista al Corriere della Sera chiede l’intervistatore. “Presumo di
sopperire ricevendoli al Quiri- ramente nei prossimi mesi rac- taglia”, spiega Riccio. perché i giovani sono così nervosi. sì”, sibila Vitale. E si ferma.
nale in via del tutto straordina- coglieremo. Se nel Palazzo si Intanto da destra, appena ap-
Titolo in prima : “Amato: ora sacrifici Andiamo avanti noi. Amato è andato
ria. “Adesso abbiamo un inter- aspettano che non metteremo provata la riforma, è partita la
locutore”, spiegano dall’Unio- più il naso fuori di casa si sba- rincorsa per “tirare la giacchet- degli anziani per i giovani”. A pagina in pensione a 59 anni, appena
ne degli universitari. Ieri al Se- gliano, il Movimento continue- ta” del capo dello Stato; infatti 15 il pensiero si dispiega: “I giovani lasciata la presidenza dell’Antitrust, e
nato, intanto, la maggioranza rà a lottare per il futuro, sui temi nel giro di poco Maurizio Ga- protestano contro la voracità dei incassa dall’Inpdap 12 mila euro
sparri ha seguito il ministro del- vecchi. La percezione è che noi - con netti al mese. Arriva a sfiorare i 20
la Gioventù, Giorgia Meloni, i debiti che abbiamo costruito, con le mila euro netti mensili con il vitalizio
Il presidente nel chiedere che “Napolitano
incontri anche gli studenti che
pensioni che ci siamo dati...”. da ex parlamentare. Poi a fine mese
“Con le pensioni che ci siamo dati? deve anche incassare lo stipendio da
della Repubblica hanno appoggiato l’approva-
zione, quelli democraticamen-
Vecchi esosi che siamo...”, penserà il presidente della Enciclopedia
te eletti”. Il riferimento è al pre- pensionato sociale al minimo Treccani. Ha ragione Amato: i vecchi
accennerà al tema sidente del Cnsu (il Consiglio sbirciando l’Amato-pensiero sul frigo sono avidi e i giovani giustamente li
nazionale degli studenti univer- dei gelati al bar. E invece la pensione odiano. Solo che lui non è vecchio:
nel discorso sitari) Mattia Sogaro, eletto lo da urlo Amato l’ha data a se stesso. ha solo 71 anni.
scorso maggio da una maggio-
di fine anno ranza composta dalle liste ultra-
Venerdì 24 dicembre 2010 pagina 5

“M
OPPOSIZIONE (?)

i sono dimesso dal Pd e Campidoglio”. E non è tutto, garantisce Milana, all’opposizione in Regione e Comune e con la
Il senatore Milana mi sono iscritto all’Api”. che a Roma e provincia conta su una fitta rete di maggioranza in Provincia.
Dopo settimane passate amministratori e simpatizzanti: “Nei prossimi Abbiamo scelto il Polo della Nazione perché per
a smentire, alla fine il senatore Riccardo Milana si giorni ci saranno altre adesioni all’Api e verranno poter fare qualcosa e superare il sistema bipolare
(finalmente) si è deciso: è deciso: ”Come me - dichiara l’ex assessore allo costituiti anche i gruppi municipali”. che non ha dato frutti”. A dare il “bentornato”
sport del Comune di Roma ai tempi di Rutelli - Guai a parlare di voltafaccia: “Questa scelta - con tanto di brindisi al suo ex assessore è stato lo
hanno lasciato il Pd, Mario Mei in Regione Lazio, ancora Milana - ci fa rimanere saldamente stesso Francesco Rutelli: “Con Milana crescono
passerà all’Api Massimo Caprari in Provincia, Salvatore Vigna in ancorati dove gli elettori ci hanno collocato, Api e Terzo polo”.

DIGESTIVO BERSANI
Caso Calderoli e alleanza Udc, il segretario Pd
“A noi ci pagano per far digerire le cose”
di Stefano Caselli

l voto hanno partecipato


Nessun problema dunque.
Non si può tuttavia fare a meno
di notare che sia Bersani che
Tutte le volte
A in 170, pari all’82,9 per
cento del totale. Tutto
sommato la percentuale
dei deputati del Partito demo-
cratico presenti alla Camera
Letta fossero in aula per votare
tutte le nove mozioni prece-
denti a quella di Calderoli. Alla
decima hanno ritenuto di non
dover partecipare. Ma non so-
che non c’erano
Lfino72a maggioranza in questa legislatura è stata battuta per
volte tra Camera e Senato nonostante numeri che
per sfiduciare il ministro leghi- no gli unici: Massimo D’Alema a pochi giorni fa erano decisamente tranquilliz-
sta, Roberto Calderoli (mozio- ha fatto lo stesso, Beppe Fioro- zanti. Resta però che, viste le endemiche assenze del
ne respinta con 293 voti con- ni e Paolo Gentiloni sono addi- centrodestra soprattutto a Montecitorio, le opposizioni
trari, 188 favorevoli e 64 aste- rittura tornati tra i banchi per le avrebbero potuto decisamente fare di più: sono un paio
nuti) è piuttosto elevata. Tut- due mozioni seguenti a quella di centinaia le votazioni che si sono concluse con uno
tavia, a confronto con le altre di sfiducia. Alla fine gli assenti scarto inferiore ai venti deputati, una trentina addirit-
forze politiche (100% Lega e in totale tra le file del Pd sono tura con 5 voti o meno. Questo tipo di “favori” possono
Idv, Pdl al 91,4) è bassina. Solo stati 35. Il ministro della Sem- però discendere da due motivi assai diversi: una spac-
Futuro e libertà (che si è aste- plificazione invece ha potuto catura nella linea politica dei gruppi parlamentari o la
nuta) ha fatto peggio (61,3%) contare sul sostegno di molti cara vecchia sciatteria. Al primo tipo possono essere
colleghi di governo (Alfano, attribuite le decine di assenti del Pd al voto di sfiducia
AL DI LÀ dei numeri, il peso Bossi, Brunetta, Carfagna, Frat- contro Roberto Calderoli di mercoledì, come pure i voti
specifico medio dei presenti è tini, Maroni, Meloni, Prestigia- sempre mancanti contro i vari decreti Milleproroghe o il
abbastanza indicativo di quan- como e Tremonti), tutti in aula “salvataggio” di Nicola Cosentino dalla prima mozione
te (poche) energie il Pd abbia giusto il tempo necessario per di sfiducia presentata dall’allora capogruppo democra-
speso per sfiduciare uno degli votare contro. tico Soro. Era il gennaio 2009 e il risultato fu che due
uomini di punta della Lega Certo, l’esito del voto non sa- I banchi di Montecitorio vuoti (FOTO ANSA) deputati del Pd votarono contro, oltre venti si asten-
Nord al governo. Bastava guar- rebbe cambiato (l’astensione nero, altrettanti erano assenti e ben 47 uscirono dal-
dare il banco della conferenza
stampa di Natale che si è svolta
di Udc, Fli e Api non lo avrebbe
comunque permesso), chissà
Mercoledì anche lui era assente l’Aula prima del voto (all’appello mancarono anche 7
IdV). Un altro caso di disfacimento politico dell’oppo-
ieri a Roma: accanto al segreta-
rio Bersani sedevano Enrico
però quale sarà il giudizio della
base del Pd di fronte all’atteg-
durante il voto di sfiducia a Calderoli: sizione, nell’ottobre scorso, si verificò quando la mag-
gioranza mise in frigo il ddl che sopprimeva le province
Letta e Rosy Bindi. Nessuno dei giamento “morbido” di molti per non far agitare la Lega: la sospensiva passò per 8 voti
tre ha votato la sfiducia. Fatta big del partito, quella stessa ba- “Abbiamo la patente di opposizione” con 22 assenti Pd, 4 dipietristi e un Udc. Famose, e
eccezione per Rosy Bindi, pre- se molto scettica - per usare un inspiegabili, sono invece le 55 assenze dell’opposizione
sidente di turno della Camera eufemismo - sul ventilato dialo- (quasi tutte democratiche) che consentirono allo scudo
non poteva votare, è difficile go con il Terzo polo. Su questo tati lo stesso Calderoli - tra altre di tipo militare per scopo po- fiscale di Tremonti di scampare ad una pregiudiziale di
non chiedere conto dell’assen- Bersani è stato chiaro: “A noi ci inutili centinaia di norme giu- litici”. costituzionalità alla Camera (finì 267 a 215). Poi ci sono
za a Letta e Bersani: “Accolgo le pagano per farle digerire le co- stamente eliminate. Chiamato Tra i parlamentari del Pd inter- i casi di pura disorganizzazione. Sul decreto Abruzzo, ad
obiezioni come uno stimolo se, mica per andare in coda agli a risponderne durante il que- venuti mercoledì in aula c’è Ro- esempio, l’emendamento Lolli-Turco che creava una
per fare meglio l’opposizione – altri”. stion time del 13 ottobre, il mi- berto Giachetti, che ieri abbia- “tassa di scopo” per la ricostruzione fu bocciato per una
risponde il segretario del Pd – nistro della Semplificazione mo catalogato come “france- manciata di voti: la minoranza registrò 54 assenti, tra cui
ma ritengo che noi la patente SFIDUCIA o non sfiducia, ri- (almeno secondo l’Idv che ha schiniano” sostenendo come proprio l’ex ministra della Salute. La legislatura, peral-
ce l’abbiamo. Non mi risulta mane il fatto che nell’ordina- proposto la mozione di sfidu- avrebbe definito Calderoli “un tro, era già iniziata male: il decreto Alitalia passò alla
poi che siamo stati tiepidi sulla mento italiano, al momento, cia) avrebbe mentito al Parla- galantuomo”. Due errori di cui Camera per 23 voti con 24 assenti tra Pd, Idv e Udc. A
sfiducia a Calderoli né sugli al- non esiste più il reato di asso- mento addossando tutta la re- ci scusiamo. Rimane l’inter- febbraio di quest’anno, invece, la legge su Protezione
tri temi che riguardano la cor- ciazione militare a fini politici, sponsabilità sul Comitato vento fortemente critico di civile e rifiuti in Campania fu approvata in Senato con 25
rettezza dell’operato dei mini- eliminato dal decreto legislati- scientifico del ministero della Giachetti, che ha votato secon- voti di maggioranza e una trentina di assenti tra le op-
stri. Abbiamo sostenuto la sfi- vo 15 marzo 2010 n. 66. Una Difesa (che nega). Calderoli si è do le indicazioni del partito no- posizioni, così come – era fine aprile – un emendamento
ducia al governo quando era il non ancora identificata “mani- difeso rivendicando la corret- nostante il suo “totale dissenso che estendeva gli ammortizzatori sociali ai lavoratori
momento sperando che andas- na” ha inserito la cancellazione tezza del suo operato, l’Idv ha con la decisione che stiamo per ex-Eutelia e Phonemedia-Raf fu battuto per 6 voti a Mon-
se a casa. Non è andata così ma di quella fattispecie di reato - rilanciato, addossando al mini- prendere”. Lui almeno lo ha di- tecitorio: dodici furono gli assenti (6 Pd e 6 Idv). Un
quel passaggio ha certificato che, guarda caso, azzera il pro- stro la responsabilità di una chiarato pubblicamente; altri, avvertimento metodologico: da questi conti sono esclu-
una crisi conclamata del cen- cesso di Verona contro le cosid- scelta “in palese contrasto con sembra, hanno abbandonato si i parlamentari in missione, altrimenti la situazione
trodestra, che non può più ti- dette “camicie verdi” che ini- l’articolo 18 della Costituzio- l’emiciclo dicendo le stesse co- sarebbe anche peggiore.
rare avanti”. zialmente vedeva tra gli impu- ne, che vieta le organizzazioni se, in maniera meno elegante. Marco Palombi

Natale in casa Idv: è questione morale?


DONADI RISPONDE A DE MAGISTRIS, ALFANO E CAVALLI: “GLI ABBIAMO STESO TAPPETI ROSSI E CI PUGNALANO”
di Eduardo Di Blasi aveva attaccato quella presa di posi- me in piena Donadi: “Certo, siamo un modo di intendere la politica un atto
zione, arrivata a ridosso degli abban- partito ancora ‘giovane’, è chiaro che d’amore per il partito, un segnale di
bbiamo steso i tappeti rossi per doni dal gruppo alla Camera - direzio-
“A candidarli alle Europee, e adesso
prendono a pretesto una questione
ne Silvio Berlusconi - di Domenico
Scilipoti e Antonio Razzi (definiti “le
dei problemi li abbiamo. Una classe di-
rigente non si inventa da un giorno al-
l’altro. Ma vi ricordate i primi anni del-
profondo rispetto per quello che l’IdV
è nelle aspettative dei suoi moltissimi
militanti e elettori”. Spiegano di esser-
morale inesistente per condurre una ultime vergogne”). la Lega Nord? Con la Pivetti che pas- si fatti carico di un disagio che la base
battaglia politica di potere all’interno sava con Dini, e con Petrini che poi finì avverte (i tanti commenti alla nota sul-
del partito”. Massimo Donadi, capo- IL GIORNO DOPO Donadi prova a alla Margherita? Abbiamo 54 mila la “questione morale” sul sito del Fatto
gruppo dell’Italia dei Valori alla Ca- contestualizzare quello che definisce iscritti e una grande responsabilità. Quotidiano testimoniano una certa at-
mera, adopera un tono amareggiato: un “attacco a freddo”. Spiega (ne scri- Questa è invece solo una battaglia po- tenzione al tema) e che affrontarlo, è Massimo Donadi (FOTO ANSA)
“È stata una pugnalata alle spalle”, di- verà anche sul proprio blog), che que- litica di potere, di etico non ha nulla”. un modo per creare un “soggetto po-
ce. sta pubblica denuncia arriva sui media Dall’altro lato, De Magistris, Sonia Al- litico sempre più credibile”. posto il tema. “ Il dibattito - concludo-
Parla dell’appello che gli europarla- senza mai essere stata mossa nelle sedi fano e Cavalli, non vogliono persona- no - è il sale della democrazia e della
mentari Luigi De Magistris e Sonia Al- del partito: “Facciamo un esecutivo lizzare lo scontro. Preparano un nuo- ANCHE NEL PARTITO, afferma- crescita politica da sempre, a meno
fano, assieme al consigliere regionale ogni tre mesi, ci sono gli incontri dei vo documento per ribadire il loro in- no, hanno fatto sentire la propria vo- che qualcuno non voglia alimentare
lombardo Giulio Cavalli, hanno lan- gruppi di Camera, Senato ed Europar- tento di “moralizzazione” dell’Idv. ce: “Le questioni sollevate - spiegano - una visione padronale del partito che
ciato in rete (ripresi da Il Fatto Quoti- lamento: in due anni non ho mai sen- Forse non si aspettavano una risposta sono le stesse che da mesi continuia- riduce i membri e gli eletti a pedine
diano) per denunciare quella che ri- tito fare da loro un solo nome di un così dura da parte del loro gruppo di- mo a analizzare e discutere nelle cen- telecomandate. Non rappresentiamo
tengono essere una deriva morale del signore delle tessere, o di un corrotto. rigente, e la tirata d’orecchi di Antonio tinaia di incontri che abbiamo con i noi stessi ma i tanti militanti che danno
partito di cui fanno parte. Già il gior- Certo, a parole, sui giornali, possono Di Pietro (“voglio credere che tutto nostri iscritti in tutta Italia, nelle sedi l’anima per questo partito e per que-
no prima, con una durissima nota dire di aver difeso la moralità del par- questo lo facciate per il bene del par- istituzionali in cui rappresentiamo sto crediamo che negare una questio-
congiunta, Donadi con il suo omolo- tito, ma nel partito, dentro gli organi tito”) non deve aver fatto piacere. l’Idv e negli organi di partito”. Spiega- ne morale dopo episodi come quelli di
go al Senato Felice Belisario e il por- deputati a questo, la loro voce su que- Ribadiscono però che “la riflessione” no di avere anche incontrato Antonio Razzi, Scilipoti, Porfidia e altri nei ter-
tavoce del partito Leoluca Orlando, ste cose non si è mai sentita”. È un fiu- scritta a tre mani è “secondo il nostro Di Pietro poche settimane fa e di aver ritori sia (questo sì) irresponsabile”.
pagina 6 Venerdì 24 dicembre 2010

VIAGGIO DI NATALE VIAGGIO DI NATALE

Spina. Succede anche questo sul Non ti serve consultare l’orario Confronto
791, ma lo metti in conto. Come per capire che hai superato l’ul-
la fame e la sete: ma quando arrivi timo confine e sei in Calabria. Ma L’Alta velocità
in Basilicata, e dai finestrini ti ve- il paesaggio descritto da Piovene
di correre accanto i prati che sci- negli anni Cinquanta è cambiato. a 130 euro in più
volano in mare, con gli occhi ti E non in meglio.
aggrappi alle insegne di ogni bar.
La richiesta è vana: “A bordo non
c’è nulla”. Ti viene da imprecare
Ovunque paesi cresciuti senza
un centro, strade sghembe, mez-
ze abbandonate e, però, illumi-
P ercorso inverso
sui treni Freccia-
rossa e Frecciargento,
contro le Ferrovie, ma il 791 rac- nate da lampioni nuovi, scheletri sempre in seconda
chiude i difetti e anche i pregi di case mezze abitate. Ma non è classe. Circa 127 chilo-
dell’Italia. “Faccia una corsa al vero che la gente della Calabria metri orari, compresi i
bar della prossima stazione”. Ro- non voglia parlare della propria tempi di sosta e cam-
ba da infarto, tre minuti per man- terra e dei mali che l’aff liggono. bio, la velocità media,
giare e pagare, altrimenti resti Anzi, pronuncia quella parola, contro i 75 chilometri
piantato a Policoro. E invece no, “’ndrangheta”, senza che nem- all’ora del “vecchio”
perché anche un macchinista meno tu glielo chieda. Diverse, 791 Notte (un’ora di
scende per il caffè. Un treno su però, sono le tinte, a seconda del- sosta a Bari). Vagone
misura che ti aspetta. E, miraco- l’età. Attilio Cetti, da quarant’an- ristorante e carrello
lo, l’orario è perfettamente ri- ni nelle Marche, è più amaro: bar sulle Frecce, zero
spettato. Anzi, a Trebisacce sei in “Vengo, perché questa è la mia totale sul 791, il cui ru-
anticipo. Certo, i tempi sono fis- terra. Ma mi ha dato così poco… more interno è misu-
sati su medie da bicicletta: 75 al- la ‘ndrangheta asfissia”. Proprio rato a 94 decibel nei
l’ora. Ma l’importante è arrivare. come Maria Policarpo emigrata a vagoni cuccetta (con-
Esserci stati. Allora avanti, chilo- Sesto San Giovanni negli anni tro le 76 decibel delle
metri, stazioni scalcinate dove la Sessanta: “La mia casa ormai è a Frecce).
ilfattoquotidiano.it sul sito Milano. No, non mi sento tradi-
il video del reportage dal treno 791 trice. È la Calabria che mi ha tra-
Torino-Reggio Calabria: Dalle 21 alle 18 pulita, ma inaccessibile. Ognu- dito”. Ascoltare i giovani è diver- Sul 791 Notte
immagini, testimonianze no cerca un brandello di sonno, so. Enzo Datena, 28 anni, studen-
e disservizi filmati del giorno coltiva sogni di luoghi e volti lon- te di giurisprudenza a Milano, Ventuno ore
nelle 21 ore di viaggio tani migliaia di chilometri. Non torna a casa per Natale. Se gli
Autore Mario Molinari, giornalista successivo c’è, però, la straripante vitalità di chiedi se si senta calabrese o lom- esatte
che ha realizzato servizi televisivi un vagone indiano, ma un senso bardo non ci pensa un attimo:
e inchieste per “Striscia
la notizia”, “le Iene” e “Matrix”
a 75 chilometri di grigia stanchezza. Alla fine il
cronista e Mario Molinari (il regi-
“Sono italiano”.
D alle 21,05 alle
18,05 del giorno
all’ora. Dentro sta che lo accompagna) riescono
a infilarsi in due cuccette vuote.
L’ultimo confine successivo il nostro
viaggio. Treno puntua-
Benvenuti in Calabria

Torino-Reggio, solo andata


le, ma a medie di 75 al-
il convoglio Ecco la notte in treno, una soffe-
renza che assapori goccia a goc- l’ora.
cia: la famiglia bolognese che ti LOCRI, Bovalino, Brancaleone,
la solidarietà accompagna scivola nel sonno. nei campi affacciati sul mare Sulle Frecce
Ognuno con il suo respiro, quel- compare una vegetazione incon-
di chi condivide lo più veloce della ragazzina, tenibile: agrumeti con arance Dieci ore
quello pesante dei genitori. Fuo- che piegano i rami, centinaia di
un’odissea ri ti passa accanto l’Italia. Attra- ulivi contorti, secolari e un’erba e 43 minuti
versi città, paesaggi, climi diver- gialla che pare oro. Il treno è stan-
Tra gabinetti
impossibili
si. Dallo spiffero del finestrino
non entra più l’odore della neve,
co, come i suoi ultimi superstiti:
i bagni ormai sono lerci, senz’ac- N on esistono treni
veloci diretti da

1600 KM SUL “TRENO CHE PERDE I PEZZI” e posti in piedi


ma un profumo che sa di terra,
via via di mare: l’Adriatico. Il tre-
no cigola e si contorce con un
barrito metallico.
qua e sapone, i water turati. Nei
corridoi mucchi di lenzuola usa-
te. Però dopo 1600 chilometri
poteva essere peggio: il 791 ap-
Torino a Reggio Cala-
bria. Bisogna cambiare
due o tre volte. I tempi,
cambi compresi, pos-
proda a Reggio Calabria alle sono scendere a meno
di Ferruccio Sansa nosciamo ancora l’Italia? Che studenti e nuovi immigrati: afri- scritto da nessuna parte. Vince qui non scambierebbe una paro- venti d’estate e gelidi d’inverno, po di immaginare la vita dietro le Lo sbocco 18,05. Puntuale. Dalla stazione di 11 ore.
dal 791 Torino-Reggio C. cosa è diventato il nostro Paese? cani, slavi, arabi. E poi qualche chi adocchia un posto ancora li- la. Ma è il momento dell’euforia, ritardi che si misurano in ere geo- finestre illuminate: ecco un’om- sul mar Adriatico sulla riva ecco le luci dello splen-
Guardi i dieci vagoni in fila e prostituta che si sposta dove la bero, dura quel che dura, magari ti senti ancora addosso lo slancio logiche, viaggiatori che dormo- bra oltre i vetri di una cucina, un dido lungomare; di fronte la Sici- Sul 791
uardi il marciapiedi di polizia fa meno questioni. La una manciata di minuti. Lo scom- salotto con la luce viola della te- lia che sembra avvicinarsi spinta

G
pensi che sarebbe utile a tanti del treno che lascia la stazione e no nei pensili per le valigie.
Porta Nuova e ti sembra di prendere questo treno. Eccoci nuova Italia, quella fuori dagli Eu- partimento pare disegnato da un snocciola i vagoni per la pianura Il treno corre attraverso la pianu- levisione, vetrine con abiti da LE MARCHE passano nella dal vento. Quindici gradi, abbia- Guardando
vederci impronte. Milioni allora sul Torino-Reggio Cala- rostar. È un attimo. Poi ti prende sociologo. Sei compagni di viag- buia. Sei persone, sei accenti di- ra bianca di neve. Appena il tem- sposa. Passi accanto a milioni di notte più fonda. E tu immagini il mo attraversato l’Italia e le stagio-
di impronte. Non è solo la bria. Intercity Notte 791. Forse una preoccupazione pratica, gio, sei storie diverse: accanto ti versi. Di nuovo pensi: ecco l’Ita- persone. Sfiori amici che non ri- paesaggio con le parole del poe- ni. Però, qualcosa di cupo ti ac- l’Adriatico
neve che conserva le orme, la il treno con la percorrenza più quasi una questione di sopravvi- ritrovi Rosario Uliano, camioni- lia di oggi. Sono tutti viaggiatori cordavi più di avere. Mandi sms ta-chirurgo marchigiano Lucia- compagna. Saranno le nuvole
tua insieme con quelle degli al-
tri viaggiatori. No, è che accan-
to a te senti i viaggiatori che per
lunga: oltre 1.600 chilometri. A
sentire l’altoparlante che snoc-
ciola le fermate come un rosa-
venza. Del resto il bigliettaio l’a-
veva detto: “Cuccette occupate,
posti a sedere non garantiti”. In
sta di Napoli, poi ecco Marco Isa-
belli, studente di Cosenza. Davi-
de Bizzarri, di Reggio Emilia, di
abituali sul 791. Ognuno con le
sue storie da reduce. Rosario è
un fiume in piena: “Una volta ho
come messaggi in una bottiglia.
Ecco il controllore, baffoni e mo-
di spicci. Guarda rapido il bigliet-
no Roncalli: “Sempre una stazio-
ne esiste (esisterà)/ovunque
(con poco calore) una sala d’at-
basse che premono dallo Stretto
o forse i titoli neri e pesanti dei
quotidiani locali, sempre con
O ltre mille e seicen-
to chilometri, se-
guendo la costa Adriati-
decenni sono arrivati qui per rio ti prende lo smarrimento: fondo il patto era questo: viaggia- lavoro fa l’ingegnere alla Ferrari. beccato due… appiccicati… fa- to di Davide, l’ingegnere, e Mar- tesa/entro il freddo cuore dell’in- di che barcolli e ti senti le orec- cosa più bella sono i messaggi sui quella parola “’ndrangheta”. ca e passando per la
prendere questo stesso treno: Torino, Asti, Alessandria, Torto- re davvero con la gente del Tori- Accanto a loro due donne ma- cevano dei versi… stavano pro- co, lo studente. Poi punta sulle verno…/dove tu parlavi fitto/fit- chie martellare. Sono passate do- muri: “Se hai bisogno di me, ba- Una cappa. Eccolo il paradosso Puglia. In tutto
“Intercity Torino-Reggio Cala- na, Voghera, Stradella, Piacen- no-Reggio Calabria. Condivide- rocchine: una silenziosa, con il prio... Ma quando sei a caccia di due marocchine e passa dal “lei” to la mano di lei stringendo tene- dici ore, in aereo saresti già a Los cia la pioggia”. della splendida e disperata Cala- 44 stazioni in nove re-
bria delle 21,05 in partenza”, za, Parma, Reggio Emilia, Mode- re tutto. Anche se è un’esperien- velo che lascia vedere i denti un posto sopporti tutto. Basta al “tu”: “Non avete pagato il sup- ramente”. Forse è così, anche in Angeles, e sei in Puglia. Invece “Si attraversano terreni collinari, bria (e dell’Italia): una regione gioni diverse dello Sti-
annuncia l’altoparlante. E tu im- na, Bologna, Rimini, Ancona, za no limits. I più previdenti trasci- bianchissimi. La sua amica è ve- dormire”. Anche se spesso è du- plemento intercity”. Le donne questo momento. Molinari pren- del jet-lag il train-lag. È lo stesso argillosi… sempre più vasti, tra le più povere è nelle mani di vale.
magini uomini, donne, bambini Pescara, Termoli, San Severo, nano le enormi valigie attraverso stita come tante ragazze italiane, ra: “Una volta c’era la neve den- spiegano: “In stazione ci hanno de immagini. Misura. In cuccetta un’avventura: il treno si rimette sempre più desolati, finché la una forza che sta conquistando il
che arrivavano proprio dove sei Foggia, Barletta, Bari, Gioia del il dedalo dei corridoi, fino alla so- la gonna corta, i fuseaux attillati. tro il treno, i ghiaccioli”, giura dato il biglietto per un espresso”. ci sono 94 decibel di rumore, in moto e dimentica i passeggeri. coltura muore in paesaggio luna- Paese, dalla Lombardia, alla Ligu- Sulle Frecce
tu, con la valigia tenuta insieme Colle, Taranto, Metaponto, Po- spirata cuccetta. Gli altri prova- È bella, davvero, con il naso al- Rosario. Marco di “Torino-Reg- Il capotreno è secco: “Era un quasi come su una pista di aero- “Decine di persone si sono mes- re di crete nude, d’un bianco gri- ria fino all’Emilia. Anche questo
dallo spago per farci stare vesti- licoro, Trebisacce, Sibari, Cori- no a procurarsi un cubicolo dove l’insù e gli occhiali eleganti che gio” ne ha fatte tante, potrebbe espresso fino a domenica scorsa, porto. Temperatura: 14 gradi, da se a correre dietro ai vagoni… gio somigliante al colore delle os- filo ha seguito il nostro treno. E La via
ti, regali e pensieri. Quando gli gliano Calabro Rossano, Caria- rintanarsi. I posti a sedere? Sono incorniciano occhi color noc- mettersi le tacche sulla valigia. adesso è un rapido”, sentenzia. battere i denti. Il “cuccettista” si donne, anziani, bambini… una sa secche”, scriveva Guido Pio- non basta ripercorrerlo all’indie-
immigrati eravamo noi, questo ti, Cirò, Crotone, Cutro, Botri- prenotati, pare, anche se non è ciola. Gente diversa che fuori di Ormai ci scherza su: vagoni ro- “Va bene, paghiamo la differen- affaccia allo scompartimento: scena pazzesca”, racconta Rosa vene nel suo “Viaggio in Italia”. tro per liberarsene. è il Tirreno
treno è stato il filo che attraver- cello, Cropani, Catanzaro, So- za”, si offrono le due ragazze. Da “Sono arrivate le coperte”, e ti
sava l’Italia, che in qualche mo- verato, Monasterace, Roccella Torino a Piacenza, fanno 5 euro. porge un pile nuovo di zecca. Ma
O ltre 1.400 chilo-
do la teneva insieme.
Il viaggio di per sé è un simbolo.
Ma qui c’è questo treno che
sembra lo stesso di cinquant’an-
Jonica, Gioiosa Jonica, Siderno,
Locri, Bovalino, Brancaleone,
Melito e infine Reggio Calabria.
Sono 44 fermate, 9 regioni.
Sul Frecciarossa Ma il capotreno non si acconten-
ta: “Dovete pagare la multa”.
Duecento euro di sanzione, per
cento chilometri su un treno
proprio in quel momento il ri-
scaldamento parte: “Tenetele.
Regalo delle Ferrovie”. Quelle
che avanzano finiranno abban-
CCISS viaggiare informati
ma non troppo, anzi molto poco
metri, passando
da Milano, Firenze, Ro-
ma, Napoli. Con l’Euro-
star si attraversano
ni fa. Ti viene quasi da ringrazia-
re le Ferrovie per la loro decre-
pitezza, per le stazioni e i con-
vogli che paiono pezzi da mu-
seo e aiutano memoria e imma-
Gli operai della Fiat
ora sono pensionati Internet è solo un bluff scalcinato. Il tutto condito da
battute sprezzanti: “Ma che credi
che vendo cipolle?”. Stacca il ver-
bale e se ne va. Certo, non dev’es-
sere una gioia passare le notti
donate sul pavimento. L’alba illu-
mina un cielo così diverso da
quello di Torino: adesso l’azzur-
ro è caldo, vicino, appoggiato
sulla pianura dove i contadini
di Corrado Giustiniani
Roma
gner Pasquale D’Anzi, dal ministero delle In-
frastrutture, coordina la complessa macchina
del Cciss, che coinvolge gestori autostradali,
percorsi della costa Tir-
renica, procedendo
dall’altra parte d’Italia
rispetto al “vecchio”
791.
GUARDI le rotaie che si perdo- di Giorgio Meletti Perché? Mistero. Però riprende cercando di governare un treno stanno già lavorando. Trinitapo- e 13,35 di quel venerdì 17 dicembre, ma-
ginazione: è cambiata la voce
degli altoparlanti (oggi c’è quel-
la del sintetizzatore che sembra
no nel vapore della sera di dicem-
bre, davvero ti sembrano un filo
dal Frecciarossa Roma-Milano non appena il treno riparte. E ti
chiede di rimettere la password,
dove succede di tutto, dove cam-
mini barcollando e facendo acro-
li, San Severo e alla fine Bari. Qui
il destino dei viaggiatori si divi-
“L ledetto per gli automobilisti. I primi fioc-
chi di neve attorno al lago di Bracciano sono
Anas, Forze di polizia, Aci e Rai, fornendo 700
mila notizie l’anno: “L’orario dopo le notizie
viene considerato un evento noioso dagli
Sul 791
Il dramma
un cinese con le adenoidi) e ci
sono i tabelloni elettronici. Ma
il resto è lo stesso: la campanella
che attraversa tutta l’Italia e in
fondo quasi vedi lo Stretto. Ma le
ruote cominciano a cigolare, le
Qcosaualcuno ci aveva anche creduto. Gli annunci e le pubblicità
sono state martellanti. E del resto, perché non fidarsi? Che
c’è di più semplice che dotare di una bella copertura wi-fi i
sennò devi ripagare un centesimo.
Terrorizzato da dover ripetere i
cinque passaggi del pagamento (a
bazie tra gente che dorme in ter-
ra. Ma chissà se le due ragazze
fossero state di Milano. Davvero
de: metà convoglio andrà a Lec-
ce, la coda a Reggio Calabria, uni-
ta a un convoglio gemello partito
caduti alle 12,10, la strada Settevene-Palo ades-
so è tutta bianca, sulla vicina Cassia Bis sta per
succedere l’inferno. Sintonizzi l’autoradio sul-
esperti di comunicazione. Quanto al sito, quel-
lo vero è www.cciss.it, ma purtroppo cercan-
do su Google come prima scelta indirizza verso servizi igienici
che annuncia arrivi e partenze, i porte si chiudono e i mondi si se- treni Frecciarossa? Così uno sale, per esempio a Roma, e nelle tre circa 5-6 minuti l’uno) chiedi fi- questo treno è un porto. Si sale, si da Milano. Un’ora di pausa, scen- la Rai per saperne di più, ma Onda Verde ignora quello Rai (www.cciss.rai.it), del quale non sia-
respingenti consumati, le mo-
trici con milioni di chilometri. E
i vagoni con la vernice che si
parano. Fuori i volti pronuncia-
no parole incomprensibili, le
mani si agitano, si protendono.
ore di viaggio fino a Milano, o quattro fino a Torino, apre il
computer, si collega alla rete, riceve e manda mail, naviga su
Internet, saluta gli amici su Facebook, lavora o perde tempo,
ducioso soccorso al numero verde. Il biglietto e il termometro del 791
“Perché non ha memorizzato la
password?”. Quale? “Quella che le
Sopra, una giovane al finestrino
mentre il 791 è a Sant’Andrea
scende. E la carrozza 10 scoppia.
A Bologna – il treno è puntuale al
secondo –sale Vale, una bimba di
Lo stato dei servizi durante il viaggio
la neve e tutto il resto. Chissà quando sarà stato
predisposto quel comunicato: come al solito,
l’orario non viene letto. Le 20,50 di domenica
mo responsabili. Contiamo di risolvere il caso
a breve: la Rai metterà un link verso il sito isti-
tuzionale”. Poi passando attraverso gestori del-
S olo il 40 per cento
delle carrozze (veri-
fica a campione) aveva-
stacca e rivela decenni di servi- Proprio come nel capolavoro di proprio come in ufficio. E invece niente, perché anche per il treno abbiamo mostrato dopo il paga- dello Ionio, uno scompartimento sei settimane, ma non riesce 19 dicembre, due giorni dopo l’inferno. Sul si- le autostrade, Anas, e la validazione della po- no toilette con acqua (a
zio. Tocchi la maniglia della por- Umberto Boccioni: “Gli addii”, con il wi fi bisogna pagare il prezzo di essere in Italia, affidati al mento”. Vabbè, c’era il pulsante e il panorama a Siderno nemmeno a raggiungere lo to della Rai Cciss Viaggiare informati compare lizia, si perde troppo tempo. Non sarebbe me- fine viaggio), il 20 per
ta e immagini quante mani con le diverse sorti di quelli che monopolio Trenitalia che le promesse deve solo farle, e non man- “naviga”, e uno dopo mezz’ora di scompartimento. Piemontesi, come notizia centrale l’allerta della Protezione glio coinvolgere le migliaia di autotrasportato- cento sapone (fine
l’hanno afferrata prima di te. partono, ormai avvolti nel vorti- tenerle . procedura di pagamento si butta, lombardi, calabresi, pugliesi, civile del 14 dicembre, cinque giorni prima, ri che ogni giorno attraversano in lungo e in viaggio).
Ancora un attimo prima di sali- ce del movimento, e quelli che imprudente. Ma adesso che si fa? Semplice, gli racconti un altro marocchini e senegalesi se ne dunque. E nel rullo delle news, che scorre da- largo la penisola? “Nell’arco di sei mesi po-
re. Osservi Torino con le luci restano, piegati nei loro pensieri FUNZIONA COSÌ. Uno prova a collegarsi, si apre una bella pezzo della tua vita (compreso il numero della patente) e il ragazzo stanno accartocciati in ogni an- vanti allo schermo, stavolta ci sono ore e mi- tremmo mettere in piedi il sistema”, garantisce Sulle Frecce
scheggiate dalla neve che cade verso l’uscita della stazione. Allo- videata di Trenitalia che si congratula con se stessa per l’ottimo ti regala una nuova password. Solo che all’ultima lettera cade la golo libero. È la democrazia del nuti, ma la data è quella del 24 novembre, un Piero Luzzati, direttore generale della Confe-
e ti senti come il viaggiatore di ra per la prima volta guardi i tuoi servizio e ti dice che devi pagare. Niente di che: un centesimo per linea. Disperato rifai il numero verde e senti la voce dello stesso treno. Si sta insieme, si condivide mese prima. Una solenne presa in giro, se que- tra, la confederazione a cui aderiscono le as- Il sapone non
Gogol: guardi le valigie e capisci compagni di viaggio. No, non ci 24 ore. Però devi compilare un modulo complicatissimo, raccontare ragazzo. Che fortuna! “Macché fortuna, sono l’unico addetto”, il disagio. Non si litiga, anzi, si so- sto è il “front desk” di un servizio che comples- sociazioni dei trasportatori. “È uno dei proget-
che non appartieni più al luogo sono più, come negli anni Cin- tutta la tua vita, e poi pagare con la carta di credito (un centesimo!), risponde asciutto l’unico addetto. È subito amicizia. Ne scaturisce la lidarizza. Ci si scambia qualche sivamente costa allo Stato 10 milioni di euro ti a cui stiamo lavorando – assicura dal canto manca
dove ti trovi, ma non sei ancora quanta, gli operai della Fiat che con procedura super farraginosa e lentissima. Cominci a chiederti spiegazione della lentezza. Praticamente ogni carrozza è collegata panino, sì, perché sul 791 non l’anno e coinvolge almeno 150 operatori. Che suo l’ingegner D’Anzi – Useremo gli associati
partito e la meta è lontana. Sei
sospeso a mezz’aria. Natale, gli
aerei ci portano alle Maldive. Ed
tornano al Sud. O meglio: ci sono
anche loro, ma oggi sono pensio-
nati. Li riconosci dalle valigie,
chi te l’ha fatto fare, potevi fare come sempre, attivare il col-
legamento attraverso il tuo telefonino. Ma vuoi mettere la curiosità
di navigare con il wi fi di Trenitalia? Avanti dunque, fino a che, dopo
con la rete cellulare con una linea, poi “gira” la banda dentro il
vagone. Quindi quelli che si attaccano al wi-fi si dividono la banda di
una chiavetta; se si collegassero con le proprie chiavette avrebbero
c’è uno straccio di bar, di carrello
per il cibo. Niente. Qualcuno
cerca di sconfinare nell’ultima
ne pensa il responsabile Rai della faccenda, e
cioè Aldo Papa, direttore dei canali di pubblica
utilità? Non si sa: prima si dice disponibile a un
come ‘sensori mobili’. Abbiate un po’ di pa-
zienza”. Intanto Autostrade ha annunciato i
rimborsi del pedaggi a chi è rimasto bloccato
O ltre il 90 per cento
delle carrozze (ve-
rifica a campione) ave-
è giusto, democratico, che per dalle mani consumate. Ma ades- aver scaricato, lentamente, due pagine, la connessione cade. Si tutta la banda per loro. Grossomodo è così. Pare che il numero uno carrozza. Il paradosso: mentre i colloquio con il Fatto, poi si mimetizza. L’inge- tra Valdarno e Firenze a causa della neve. vano toilette con acqua,
tutti (o quasi) il mondo sia a por- so accanto a loro, che appena sa- scoprirà che il collasso è dovuto all’ingresso nella stazione di Fi- di Fs Mauro Moretti sia un po’ nervoso con Telecom Italia. I pas- vagoni letto scoppiano, la car- il 60 era provvisto di
tata di mano. Ma ti chiedi: co- liti riprendono il dialetto, ritrovi renze. Quando il treno entra in stazione il servizio si interrompe. seggeri Trenitalia a loro volta sono nervosi col mondo. rozza più nuova (la 12) è tiepida e sapone a fine viaggio.
Venerdì 24 dicembre 2010 pagina 9

COSE LORO

TUTTI I LAMENTI
INASCOLTATI
DI PRESTIGIACOMO
Bonelli (Verdi): “Al ministro
delle ecomafie zero solidarietà”
di Roberta Zunini articolo, chiaramente contra- Rifiuti a Napoli. Sotto,
rio alla trasparenza in materia il ministro dell’Ambiente,
l caso del ministro del- ambientale, e trova sugli

I
Stefania Prestigiacomo
l’Ambiente sarà pure ri- scranni, anziché degli alleati, (FOTO ANSA)
solto, ma la questione ri- dei nemici, neanche gentiluo-
fiuti no di certo. Anzi, se è
possibile, rischia di peggiora-
mini. In soccorso alla mini-
stra-deputata, è arrivata però
Dopo l’ennesima ditoriale di adeguarsi alle nuo-
ve complesse procedure e at-
sciuta - dice Tommaso Sodano,
esperto di ambiente - sia stato
re. Nonostante l’ennesima
rassicurazione di Berlusconi,
l’opposizione tutta. Un atteg-
giamento di compattezza da
bocciatura tuare gli interventi sul sistema
informatico e gestionale indi-
messo a punto un sistema di
tracciabilità complicato, un si-
a proposito della fedeltà di
Stefania Prestigiacomo, la
parte di Pd, Idv, Udc, Fli che
tuttavia non evita le polemi-
del Pdl spensabili per operare nel ri-
spetto delle disposizioni di
stema che prevede l’uso di si-
stemi computerizzati, chiavet-
guerra fratricida in corso del che e i distinguo. “La richiesta legge”. La posizione del mini- te usb, che in realtà tracciano i
Pdl sta travolgendo anche le di votare a favore della pro- a una sua stro Prestigiacomo rischia di vettori, i camion e non i rifiuti,
rare iniziative sensate: chiede- roga di una norma che fareb- sembrare coerente: non si ne- che pertanto potrebbero esse-
re la proroga dell’articolo 5 be un regalo alle ecomafie - proposta gozia sulla partecipazione di re scambiati, rimane il fatto
della legge sull’imprenditoria dice Angelo Bonelli, segreta- tutti i soggetti coinvolti nella che nessuno ha potuto sapere
giovanile. Articolo che preve- rio dei Verdi - è stato l’unico è scoppiata raccolta e smaltimento rifiuti, come funzioni perché i test
de l’esonero delle piccole atto corretto da parte del mi- alla sistema di tracciabilità dei non sono stati resi pubblici
aziende di disoccupati e cas- nistro Prestigiacomo, decisio- la bagarre rifiuti ( Sistri) che dovrà diven- per via del segreto di Stato.
sintegrati dall’obbligo di ren- ne che abbiamo condiviso an- tare operativo al più presto.
dere “tracciabile” la loro at- che noi. Ciò che ci lascia stu- Ma l’orizzonte più ci si avvi- ALTRI TEST non sono mai
tività di raccolta dei rifiuti. piti e confusi è la solidarietà ne, sarà interessante vedere sanzionatorio, annunciata dal cina, più si allontana, perchè il partiti. Anche se molte società
Stefania Prestigiacomo,l’altro alla Prestigiacomo, in veste di come se la caverà nel giro di ministro Prestigiacomo, è sta- Sistri non diventerà mai per- di softwere sono state coinvol-
ieri, piangendo lacrime di rab- ministro, da parte di alcuni un mese quando si dovrà ria- ta accolta con soddisfazione fetto. Sarà sempre migliorabi- te e presumibilmente pagate”.
bia, aveva dato le dimissioni esponenti del mondo am- prire la pratica del Sistri. E’ il dalla Confindustria e dalla le. Ma cosa sia realmente non è Sull’operazione Sistri stanno
da deputata del Pdl. I colleghi bientalista, come Ermete Rea- sistema di tracciabilità dei ri- Confagricoltura. “Così - sotto- dato saperlo, perchè sul Sistri indagando alcune procure, tra
di partito avevano votato con- lacci, perché finora la mini- fiuti, che la ministra sembre- linea la seconda - si tiene conto è calato il segreto di Stato. Se- cui la Dia di Napoli. Le mini-
tro la sua proposta. Se fossimo stra ha lavorato malissimo. E’ rebbe volere operativo da un degli oggettivi problemi ri- condo gli ambientalisti è an- stre Prestigiacomo e Carfagna,
giornalisti stranieri, dovrem- il peggior ministro dell’am- anno ma che non è mai pron- scontrati sul territorio, a pochi cora un mistero gaudioso. “A comunque, mangeranno pa-
mo dunque registrare, ancora biente che ricordi”. to, perchè sempre migliorabi- giorni dall’entrata in vigore parte il fatto che è curioso nettone a Natale, anche se non
una volta, che nella patria di le. La proroga di cinque mesi delle sanzioni, prevista per il constatare come, in un paese getteranno l’involucro: sui ri-
B. le cose funzionano al con- I VERDI avrebbero voluto del periodo transitorio di ope- primo gennaio 2011; e si con- dove la raccolta differenziata è fiuti, hanno rischiato di scivo-
trario: il ministro dell’Am- vederla dimettersi da mini- ratività del Sistri e del sistema sente a tutto il sistema impren- quasi ancora del tutto scono- lare.
biente, contemporaneamen- stro, non da parlamentare. Vi-
te deputata del partito di mag- sto che invece questo suo ruo-
gioranza, va in Aula convinta lo non è mai stato messo in DECRETO SULLO STELVIO Giulia Maria Crespi (Fai)
che il proprio partito la so- discussione, neppure da se
sterrà sulla richiesta di votare
a favore della proroga di un
stessa, e nemmeno sembra es-
sere argomento di discussio- “Scempio in cambio di voti”
di Luca De Carolis comuni: una scelta che ha ha fatto subito la pace. E al- mare. Anche perché questo
STATO-MAFIA Al Dap on vuole arrendersi a
provocato autentici disa-
stri. Tanto più che le ammi-
lora mi chiedo: a cosa serve
battersi?
provvedimento rappresen-
ta un precedente molto pe-

i magistrati di Palermo Nbiente,


“uno scempio dell’am-
autorizzato per uno
nistrazioni non possono più
contare sui soldi dell’Ici.
Il Consiglio regionale del-
la Lombardia aveva vota-
ricoloso: presto, anche altre
regioni e province potreb-
scambio di voti”. E si appel- Quanto vale gestire il to contro lo smembra- bero tentare di prendersi i
indagine sulla trattativa Stato-mafia entra nelle la al presidente della Repub- parco? mento. parchi.
L’zione
stanze del Dap, il Dipartimento dell’Amministra-
Penitenziaria del ministero della Giustizia, di
blica Napolitano: “Non fir-
mi quel decreto”. Giulia Ma-
Tanto. Da un parco nazio- Non solo: noi del Fai ave-
vamo lanciato un appello
Qual è la situazione dei
parchi nazionali?
via Silvestri, a Roma. Accompagnati da una squadra ria Crespi, presidente ono- contro il decreto, racco- Drammatica. Tremonti ha
di polizia giudiziaria, mercoledì mattina i pm di Pa- rario del Fondo ambientale gliendo moltissime firme. E dimezzato i macro-contri-
lermo, Antonio Ingroia e Nino Di Matteo, hanno italiano, spera ancora di fer- poi va ricordato che le aree buti, e così i parchi dovran-
notificato ai funzionari del Dap un ordine di esi- mare il decreto legge che naturali protette fanno par- no licenziare molto perso-
bizione di numerosi documenti che sono stati ac- smembra la gestione del te di un sistema sovranazio- nale. Le aree protette non
quisiti agli atti dell’inchiesta. Verbali di riunioni, Parco nazionale dello Stel- nale. L’Italia aderisce alla saranno più presidiate in
corrispondenza tra gli uffici e con le procure, ordini vio, distribuendola tra vari Convenzione per la prote- modo adeguato: non si po-
di servizio e altri provvedimenti a firma, tra gli altri, enti locali di Lombardia e zione delle Alpi, sottoscritta tranno più fermare i brac-
del vicedirettore in carica nel ’93, Francesco Di Trentino Alto Adige e il mi- dai paesi alpini e dall’Unio- conieri, o prevenire e spe-
Maggio; alcune delle carte, ancora top secret, po- nistero dell’Ambiente. Se- ne europea. L’ha anche ra- gnare incendi. In pratica,
trebbero costituire un riscontro alle parole del di- condo molti, una cambiale Il parco fatto tificata con un’apposita leg- non si potranno più gestire i
rettore del Dap in carica nel ’92, Edoardo Fazioli, del governo per la fedeltà a pezzi ge. parchi, che sono tutti in gra-
che ai pm ha rivelato che in quegli uffici, nel se- dei due deputati del Südti- Eppure il Consiglio dei ve pericolo.
condo semestre del ’92, era vivo il dibattito sul-
l’applicazione di una misura di carcere ‘differen-
ziale’ per i mafiosi ‘dissociati’, una delle richieste,
precisamente al punto 5, del ‘papello’ consegnato ai
pm da Massimo Ciancimino. Nel mirino dell’inda-
roler Volkspartei, che il 14
dicembre s’erano astenuti
sul voto di sfiducia. A con-
vincerli, un testo che asse-
gna competenze sul parco
“ Gestione
smembrata,
ministri ha tirato dritto.
Cosa si rischia adesso?
Il rischio è quello di danni
irreparabili per un parco
che è una preziosa fonte di
Il governo risponde sem-
pre che i tagli sono ne-
cessari per la crisi, e che
li fanno anche nel resto
d’Europa...
gine anche le mancate proroghe di 335 misure di anche alla provincia auto- vendono ossigeno, fondamentale an- Guardi, anche la Germania
41-bis decise ‘in solitudine’, come egli stesso ha noma di Bolzano, feudo che per il mantenimento era in difficoltà, eppure la
detto in commissione Antimafia, dall’allora Guar- elettorale dell’Svp. una parte della biodiversità. Non di- Merkel non ha toccato le ri-
dasigilli Giovanni Conso. Una versione diversa da Signora Crespi, che ne mentichiamoci poi le con- sorse per l’ambiente, la cul-
quella offerta al pm di Firenze Gabriele Chelazzi, pensa del decreto? di territorio. seguenze per il turismo. I tura e la ricerca. Questi so-
che lo interrogava sulle stragi, come nota Giovanna Si tratta di una cosa indecen- parchi nazionali attirano no settori fondamentali per
Maggiani Chelli, vicepresidente dell’Associazione te, orrenda. Si vende un pez- Napolitano tantissimi turisti, in gran il futuro di una nazione.
familiari delle vittime dei Georgofili: “Non abbiamo zo di territorio in cambio di parte giovani. Il Fai ha com- Non si può tagliare sulla na-
trovato nulla di quanto così apertamente oggi è as- voti: un momento di grande non firmi missionato delle ricerche, tura e sul paesaggio. L’am-
serito dall’allora ministro della Giustizia davanti alla
commissione Antimafia e non si dica che è una que-
stione di fare le domande giuste, perché non sta né
in cielo né in terra”. A Conso, i pm di Palermo hanno
chiesto di spiegare le ragioni del suo silenzio, e le
degrado della politica, che
provocherà uno scempio
ambientale.
Perché lo smembramen-
to è così dannoso?

nale puoi ricavare molto de-
naro, rendendo alcune aree
edificabili, costruendoci
da cui emerge che i ragazzi
sono interessatissimi al te-
ma dell’ambiente. Ed è in-
nanzitutto per loro che bi-
sogna portare avanti questa
biente è anche bellezza: un
bene che ha un valore ine-
stimabile.
Lei spera ancora in una
soluzione, vero?
risposte sono tuttora coperte dal segreto istruttorio. Quando si frammenta, è strade o dando il permesso battaglia. Noi del Fai non vogliamo
Nuovi documenti su Berlusconi e Gianni De Gen- sempre una cosa negativa, di caccia. Diverse associazioni invi- rassegnarci. Anche perché
naro, infine, sarebbero stati consegnati ai pm di perché si crea confusione Anche il ministro del- tano Napolitano a non c’è un fatto che deve essere
Palermo da Massimo Ciancimino. sulle competenze, non si ca- l’Ambiente Prestigiaco- firmare il decreto. Condi- chiaro: quando un parco va
Giuseppe Lo Bianco pisce più chi deve fare cosa. mo era contrario al de- vide? in rovina, non lo puoi recu-
Lo si è visto anche con le creto... Certo: a nome del Fai, an- perare. È morto, per sem-
prime deleghe sul parco ai Si è battuta, è vero, ma poi ch’io gli chiedo di non fir- pre.
pagina 10 Venerdì 24 dicembre 2010

ECONOMIA

TAGLI ALL’EDITORIA
richiesta, cioè praticamente
tutte tranne il Fatto – e che si
lega quindi ai volumi di tira-
tura. Proprio in questo senso
può essere riletta la dichiara-
zione resa a caldo dal presi-

ULTIMO ASSALTO
dente della Fieg, la federazio-
ne degli editori, Carlo Malin-
conico: “Se le risorse fossero
reperite con l’eliminazione
del credito d'imposta sulla
carta previsto dalla legge di

MA A DECIDERE È B.
stabilità appena pubblicata
nella Gazzetta ufficiale, il dan-
no sarebbe ancora più grave
di quello paventato con la ri-
duzione dei contributi diretti.
Il danno infatti ricadrebbe su
tutte le imprese editrici, di
In dubbio l’entità dei fondi dirottati dal giornali di opinione e non, di
giornali di partito e non, di
periodici, di libri e così via. E
Milleproroghe al 5 x mille sarebbe un danno gravissi-
mo”. “Diciamo che la logica
generale è quella del rispar-
di Chiara Paolin dell’istituto di previdenza; d’obbligo – sottolinea Siddi –, mio nel rispetto della plura-
Bonaiuti terrà i contatti con perché l’impressione è che su Anziché 95 milioni, il premier lità - spiega Giancarlo Mazzu-
tagli all’editoria sono un voi subito dopo Natale per ca, responsabile Pdl per la co-

I
tutta la materia esistano ampi
vero mistero, per ora”. esaminare la legge e impe- margini di manovra. Ho avuto vuole decurtarne da 50 a 30 municazione – senza girarci
Franco Siddi, presidente gnarci in soluzioni nella di- modo di scambiare qualche attorno: soldi a partiti e par-
della Federazione Nazio- rezione che anche voi indi- parola con lo stesso Bonaiuti, e scaricarli sulle grandi testate titini per farsi il giornale in
nale della Stampa (Fnsi), ieri cherete”. e direi che occorre attendere proprio non ce ne sono più.
ha seguito con particolare at- le prossime ore per capire Dobbiamo mantenere gli aiuti
tenzione la conferenza di fi- UN’APERTURA di pro- davvero ciò che accadrà”. infine ridistribuiti ma con lo- essere stata un’uscita a sor- per chi si occupa di informa-
ne anno a Palazzo Chigi, ini- spettiva che ha subito messo Il problema è che, salvo fughe giche diverse da quelle del presa per gli stessi tecnici: zione, non di propaganda po-
ziata con una dichiarazione su una strada diversa la que- di notizie e gossip incontrol- provvedimento che li aveva pur di trovare i soldi per il 5 litica”. In realtà il taglio ai con-
di Silvio Berlusconi assai vaga stione tagli rispetto a come si labili, il testo materiale del generati. Un problema enor- per mille si è andati a toccare tributi indiretti rappresenta
ma interessante. Risponden- era presentata martedì, a de- provvedimento non è ancora me di stabilità: con il taglio di quel che in realtà non si vo- una soluzione politicamente
do a una domanda di Enzo creto appena approvato. Se- noto. cui si parla in questi giorni è leva intaccare. abile: mette nei guai tutti ma –
Iacopino, presidente dell’Or- condo le indicazioni emerse, “Una situazione folle” com- in ballo il lavoro di quattro- da sola – non uccide nessuno,
dine dei Giornalisti, il pre- con il Milleproroghe si vor- menta Roberto Monteforte, mila persone, 92 testate, ma ORA, PER RIPARARE, nemmeno i fogli di partito.
mier ha detto: “Il presidente rebbero dirottare a favore del rappresentante di redazione come si fa a lavorare così, caro l’idea sarebbe di alleggerire il Sul punto concorda Siddi, che
Iacopino potrà venire con i 5 per mille i 95 milioni ap- all’Unità, una delle testate che imprenditore Berlusconi? Ol- taglio al fondo per l’editoria però rilancia: “Invece di pen-
suoi collaboratori a Palazzo pena stanziati dalla legge di soffrirebbero forti ripercus- tretutto metterci in competi- (da 50 a 30 milioni) ma so- sare solo a tagliare, cerchia-
Chigi per parlare con il sot- stabilità per il mondo dell’in- sioni in caso di tagli. Un po’ di zione con le onlus è stata prattutto di imputare la dimi- mo di far funzionare il siste-
tosegretario con delega all’E- formazione: 45 milioni a favo- chiarezza in più sulle reali in- un’operazione di basso profi- nutio a un capitolo di spesa ma. Per esempio quando il go-
ditoria, Paolo Bonaiuti, e af- re di radio e tv locali (ora eli- tenzioni del governo giove- lo, una vera guerra tra pove- che cada più sulle spalle delle verno vende le frequenze te-
frontare i problemi legati al- minati in toto), più altri 50 mi- rebbe: “A noi e pure ai lettori ri”. grandi testate anziché sulle levisive ha l’obbligo di ricava-
l’editoria. Mi sono stati sot- lioni prelevati dal fondo per – conferma Monteforte – ne- Al ministero dell’Economia si piccole. Agendo per esempio re il massimo dall’affare, e
toposti i riflessi dei tagli sulle l’editoria (i famosi 100 milio- gli ultimi mesi ne abbiamo sta lavorando per cercare una sul credito d’imposta per la mettere a disposizione quel
piccole testate e sull’occupa- ni che si ritroverebbero così sentite di tutti colori, fondi soluzione a quella che, con- carta, l’aiuto concesso a tutte denaro per favorire le testate
zione, nonché sulle casse dimezzati). “Il condizionale è prima stanziati, poi decurtati, fessa qualche insider, sembra le testate – che ne facciano piccole ma importanti".

Ora l’Ingegnere balla da solo


UNA NUOVA SOCIETÀ PER CARLO DE BENEDETTI. SENZA I FIGLI COME SOCI
mente ridimensionato con poche operazioni di breve lancerà l'Opa e poi, ha annunciato, pro- rare i remi in barca.
piccolo taglio, di salvare l'industria italiana in cederà a “una complessiva rivisitazione delle “Alla fine di quest'anno compirò 75 anni. Ho
difficoltà a partire dall'Alitalia. Il mese scorso strategie di M&C, tendente all'ampliamento pertanto deciso di lasciare tutte le presidenze
l'ingegnere ha comprato dal socio Tamburi In- delle tipologie di investimento che non riguar- delle società del Gruppo che ho fondato", aveva
vestment Partners il 17 per cento di M&C met- deranno soltanto attività industriali da ristrut- dichiarato De Benedetti nel corso di una con-
tendo sul piatto più di 17 milioni di euro. A cui turare, bensì qualsiasi attività consentita dal- ferenza stampa convocata ad hoc. Una decisio-
L’Ingegner Carlo De Benedetti (FOTO ANSA) andranno aggiunti i 56,6 milioni che sarebbero l'oggetto sociale”. ne che sembrava mettere una pietra sopra alla
il costo dell’Opa che De Benedetti dovrà pro- In altre parole, l'ex fondo salvaimprese affian- diversità di vedute con il figlio Rodolfo, il nu-
di Giovanna Lantini muovere sulla stessa M&C. Questa mossa aveva cherà alle ristrutturazioni di aziende anche gli mero uno della holding Cir, che non ha mai fatto
suscitato più di un interrogativo sul motivo di investimenti in società finanziarie, immobiliari, mistero di pensarla diversamente dal padre ad

Cdarsihiperaveva tirato un sospiro di sollievo dandolo


pensionato, può definitivamente scor-
i sonni tranquilli: Carlo De Benedetti si
tanto interesse per un fondo del quale non si
ricordano tanto gli affari messi a segno quanto
le scintille generate in Borsa nel 2009 per ef-
commerciali, di servizi, nonché in strumenti fi-
nanziari quotati e non. Insomma, M&C potrà
muoversi a tutto campo. E senza abbandonare
esempio in tema di editoria. Ma d’ora in poi, con
la nuova M&C, l’Ingegnere avrà un nuovo gio-
cattolo tutto per lui. Giusto per evitare possibili
prepara a tornare a ruggire in Borsa. Da solo, o fetto delle numerose offerte di acquisto concor- la Borsa dove attualmente De Benedetti è pre- incomprensioni con gli eredi.
comunque con soci di peso notevolmente in- renti tuttora al vaglio della Consob. sente anche con altre società, a
feriore al suo e, quindi, senza dover condividere Qualche risposta agli interrogativi sulle stra- cominciare dalle holding di fa-
strategie e decisioni chiave con chicchessia.
Neppure con i figli. Strumento della seconda
tegie dell’Ingegnere è però iniziata ad arrivare.
Questa settimana la Per spa, società totalmente
miglia Cofide e Cir, nelle quali,
però, condivide il controllo as-
M&C sarà controllata da una nuova
giovinezza finanziaria dell'editore di Repubbli-
ca sarà la contesissima Management & Capitali.
controllata da De Benedetti, della quale l'edi-
tore di Repubblica è anche amministratore uni-
sieme ai figli. Curiosa operazio-
ne per un uomo che quasi due
holding dove comanderà solo
Ovvero l'ex fondo salvaimprese concepito nel co, è diventata proprietaria della maggior parte anni fa, aveva lasciato intendere
2005 con l'ambizioso obiettivo, successiva- delle azioni M&C che furono di Tamburi. Tra a una platea stupita di voler ti- il presidente del gruppo Espresso
Venerdì 24 dicembre 2010 pagina 11

ECONOMIA

MIRAFIORI, FIRMATO L’ACCORDO


STRAVINCE LA LINEA MARCHIONNE
Si azzera il potere dei sindacati, ma a dissociarsi è solo la Fiom
di Salvatore Cannavò nazionale. Per Marcegaglia uno caso il turno del sabato notte
smacco e una sconfessione può essere trasformato in per-
ergio Marchionne è riu- esplicita. messo oppure lavorato in cam-

S scito ad avere a Mirafiori


un nuovo contratto su mi-
sura con il sì di Fim, Uilm,
Ugl e Fismic e il no della Fiom
che si tira fuori dall’intesa e
Ottenuto il punto fondamenta-
le, i dirigenti Fiat al tavolo della
trattativa, guidati dall'inossida-
bile Rebadeungo hanno aperto
con molta timidezza ad alcune
bio di una maggiorazione sala-
riale.
“Abbiamo portato a casa l'ac-
cordo possibile e pensiamo di
aver fatto il massimo”, dice il re-
parla di “firma della vergogna”. delle richieste del sindacato. E sponsabile auto della Fim, Bru-
L’accordo è stato siglato ieri se- così la pausa mensa, che Fiat vo- no Vitali, ponendo l'accento
ra dopo una nuova giornata di leva porre a fine turno, come a sull'importanza dell'investi-
discussioni e limature al testo Pomigliano, rimarrà all'interno mento da un miliardo, mentre
che la Fiat aveva già presentato dell'orario di lavoro ma solo fi- la Fismic parla di “accordo di
lo scorso 3 dicembre. I circa no a che la Joint Venture non an- portata storica”. “Con questo
5500 operai delle Carrozzerie drà a regime. accordo – dice ancora il segre-
di Mirafiori saranno così “li- tario generale della Uil, Ange-
cenziati” dalla Fiat e riassunti PER QUANTO riguarda l'as- letti – l'Italia ha la possibilità di
dalla New.co, frutto della joint senteismo la “mediazione” fina- tornare ad essere un grande
venture tra Fiat e Chrysler, e le prevede che la Fiat si limiterà produttore di auto”. Prende le
che non aderirà a Federmecca- a non pagare “solo” i primi due distanze dall'intesa, invece, il
nica, che si impegna a investire giorni di assenza malattia, inve- Pd con il suo responsabile eco-
un miliardo di euro per dare av- ce dei primi tre, riservandosi nomico, Fassina, che parla di
vio alla produzione del Suv però un'ulteriore sanzione do- “accordo regressivo”.
Chrysler e dei modelli Alfa Ro- In alto a sinistra, Sergio Marchionne. Sopra, Fiat Mirafiori (FOTO LAPRESSE) po sei mesi in seguito al moni- L'accordo passa ora al vaglio
meo. Un passaggio d’epoca, toraggio sull'assenteismo ope- dei lavoratori che saranno
per certi versi, che sancisce la
fuoriuscita del Lingotto dalla
ottiene più risultati.
Innanzitutto, con la fuoriuscita
aziendale, ma ripiego sulle Rsa,
le rappresentanze sindacali
Smacco alla rato da un'apposita commissio-
ne. Le pause, invece, scendono
chiamati a un referendum nel
mese di gennaio. La discussio-
Confindustria e l’avvio di una
stagione nuova per la casa au-
dall'Associazione degli Indu-
striali, non è più costretto a ri-
aziendali che vengono nomina-
te da ciascun sindacato e che
Marcegaglia: a 30 minuti e i dieci minuti ver-
ranno risarciti con 32 euro
ne in fabbrica si potrà tenere
dal 10-12 gennaio, quando fini-
tomobilistica torinese. Gior-
gio Airaudo, segretario pie-
conoscere il contratto naziona-
le siglato da Federmeccanica.
non hanno alcun potere con-
trattuale.
deciderà mensili. Scatta poi la “clausola
di responsabilità” per tutti i di-
rà la cassa integrazione e si po-
tranno svolgere riunioni più o
montese della Fiom e respon- Quel testo è cosa “d'altri”, alla pendenti che si impegnano, al- meno formali. A queste condi-
sabile Auto la sintetizza così: Fiat non interessa più e quel sin- SU QUESTO si concentra la la new.co la firma del contratto, di rispet- zioni e dopo la minaccia di
“One company, one trade dacato che volesse ricorrervi determinazione della Fiom, tare l'accordo, altrimenti saran- Marchionne – “se il 51% vota
unione”, cioè un modello all’a- per contestare le intese azien- che a Mirafiori è il primo sinda- se e quando no soggetti a sanzioni. Per contro non facciamo più l'in-
mericana secondo il quale per dali si troverebbe con le armi cato – e che non sarà rappresen- quanto riguarda i turni vengo- vestimento” – è difficile che il
ogni azienda ci sarà un sinda- spuntate. In secondo luogo tato nella nuova joint-venture – rientrare no introdotti i dieci turni setti- No possa prevalere.
cato specifico. abolisce in fabbrica le relazioni a non firmare l'accordo. “È un manali (due per 5 giorni) che La Fiom non farà una campagna
sindacali stabilite dall'accordo fatto gravissimo, ci dice Airau- in Confindustria saliranno a 12 (due turni di di opposizione e si limiterà, co-
MARCHIONNE è ovvia- tra Confindustria e Cgil, Cisl e do, perché si stabilisce che a straordinario) a seconda del- me ha fatto a Pomigliano, a de-
mente molto contento, parla di Uil del 1993 – quelle con cui rappresentare i lavoratori sono l'andamento del mercato. Le finire “illegittima” la consulta-
“bel momento per i lavoratori” vengono elette le Rappresen- solo quei sindacati che sono Fiat che ha specificato che ore di straordinario obbligato- zione perché lesiva di diritti
e assicura che l'investimento tanze sindacali unitarie. A Mira- d'accordo con l'azienda”. “qualora Confindustria recepi- rie per i dipendenti saranno “superiori” (il contratto nazio-
“partirà in tempi brevi”. La sod- fiori non saranno più valide e i Dal canto loro, Fim e Uilm, se rà i contenuti dell'accordo di ie- 120 l'anno (15 sabati lavorativi) nale, la malattia, lo sciopero).
disfazione dell'amministratore sindacati riconosciuti sono so- hanno scelto di accettare quel- ri allora la Fiat, cioè la new.co, 80 in più rispetto alle 40 previ- “Ma in ogni caso abbiamo già
Fiat è lecita perché la novità più lo quelli che firmano l'intesa. lo che non andava bene il 3 di- rientrerà” nell'associazione de- ste fino ad oggi dal contratto na- deciso al nostro Comitato cen-
rilevante dell'intesa di ieri è tut- Niente più Rsu, cioè delegati cembre, il contratto separato e gli industriali. Un modo per af- zionale. Il numero dei turni può trale una giornata di sciopero
ta di politica sindacale e con un eletti da tutti i lavoratori e tito- l'uscita da Confindustria, è per- fermare la priorità del testo to- crescere fino a 18 (tre turni per del gruppo Fiat e quindi ora la
colpo solo, infatti, Marchionne lari anche della contrattazione ché si sentono rassicurate dalla rinese su tutta la contrattistica 6 giorni la settimana); in quel utilizzeremo”.

Il “nipote globale” prepara l’addio all’auto


JOHN ELKANN ACCOMPAGNA LA FIAT ALLA SVOLTA CHE SUO NONNO NON VOLLE ACCETTARE
di Giorgio Meletti mento, il profeta dell’innova- intellettuali del nonno. Il suc- settori più innovativi e pro- Il presidente
zione nella continuità, si è nel co lo ha spiegato Marco Fer- mettenti, per esempio le tele- della Fiat, John
li ammiratori hanno sem- tempo persa per strada. Ri- rante nel suo libro Marchionne - comunicazioni. Sappiamo co-
Gl’indiscutibile
pre visto in John Elkann
reincarnazio-
spetto alla vicenda della Ju-
ventus, marginale nelle pro-
L’uomo che comprò la Chrysler
(Mondadori 2009): “Mentre
m'è finita: la Fiat è riuscita co-
me al solito a prendersi il con-
Elkann visto da
Manolo Fucecchi

ne del nonno, il mitico Avvo- porzioni dell'impero Agnelli Marchionne rimette in sesto trollo di Telecom Italia pagan-
cato Agnelli, non tanto nell’e- ma di straordinaria rilevanza l’azienda, la famiglia risistema do due lire (per l'acquisto del-
suberanza esistenziale, che simbolica, Elkann si è dovuto se stessa. John Elkann dichiara lo 0,6 per cento delle azioni a
nel nipote si ripropone in mi- sostanzialmente arrendere al- la disponibilità a diluire la quo-
sura più decente, quanto nel- l'onda montante della restau- ta di controllo in Fiat Auto per
la capacità di imprimere svol-
te riformiste forti, addirittura
razione condotta da suo cugi-
no Andrea Agnelli.
costruire un gruppo più gran-
de”.
L’erede
spiazzanti.
In fondo l’era Elkann vera e IL POPOLO JUVENTINO
Era proprio la logica sulla qua-
le le visioni del business di
dell’Avvocato sta
propria inizia in quella piovo-
sa domenica di fine maggio
ama il nuovo presidente che
porta il cognome giusto, e sot-
Gianni e Umberto Agnelli si
sono scontrate per tutti gli an-
realizzando
2004, quando, appena dato toscrive con entusiasmo l'an- ni '90. All'Avvocato, che ama-
l’ultimo saluto al cimitero di sia di rivincita impersonata da va lasciar fare a Cesare Romiti, le idee dello zio
Villar Perosa a Umberto un dirigente che non ha nes- piaceva una Fiat legata all'auto
Agnelli, la famiglia decide di suna remora a rilanciare la fi- (perché era il business del Umberto
consegnare la Fiat (data quasi gura di Antonio Giraudo, al nonno, al quale l'Avvocato
per spacciata) al semiscono- quale era legatissimo suo pa- non voleva rinunciare per ra- affidandosi al
sciuto manager italo-canade- dre Umberto, e a dipingere la gioni sentimentali, un lusso
se Sergio Marchionne. Men- Juventus come vittima di Cal- che gli economisti di grido ri- manager canadese
tre Marchionne metteva a ciopoli più che come colpevo- conoscono solo ai loro com-
punto la strategia industriale le vogliosa di fustigarsi (molti mittenti), ma soprattutto lega-
– assieme a quella di comuni- juventini veraci mettono l'au- ta al microcosmo italiano, do- fine '97, quando il colosso te- prendista. Comanda piena- rafiori, da simbolo dell'Italia
cazione simboleggiata dal ma- tocritica di Elkann sullo stesso ve la casa regnante era in grado lefonico fu privatizzato), ma, mente, e pienamente appog- che produce (e che progetta),
glioncino blu – Elkann prepa- piano delle lacrime del po- di esercitare il suo potere e ar- siccome non ci credeva abba- gia la strategia di Marchionne. si trasformerà in uno stabili-
rava un altro strappo trauma- st-comunista Achille Occhet- raffare profitti in tutti i settori stanza, un anno dopo lasciò Il manager di Chieti, come nu- mento delocalizzato per la
tico per l'immaginario popo- to, che chiedeva scusa agli ita- dell'economia, appalti pubbli- Umberto senza munizioni fi- mero uno della Chrysler, co- produzione low cost di
lare. Tra maggio e giugno del liani per tangenti che secondo ci in testa. nanziarie per fronteggiare la struisce un gruppo integrato Chrysler in Europa. Il gruppo
2006 scaricava in modo pub- i suoi avvocati non aveva mai Umberto – emarginato dalla scalata targata Olivetti di Ro- globale dell'auto; come nume- Fiat continuerà a essere forte e
blico e plateale la triade Mog- preso). gestione per volontà di Enrico berto Colaninno. ro uno della Fiat, la sta dolce- indipendente nei settori in cui
gi-Giraudo-Bettega, accusata Il tema calcistico aiuta a capire Cuccia, influente presidente mente portando in dote alla è già oggi sanamente interna-
di aver trascinato la Juventus meglio il discorso dell'auto. onorario di Mediobanca – rite- L'IMPERO AGNELLI ha Chr ysler. zionale. E John Elkann sarà il
nel fango di Calciopoli. Anche in questo caso il presi- neva che nell'auto Torino fos- dunque continuato a declina- Fingendo di avanzare, la fami- simbolo di una famiglia passa-
L'idea che John Elkann fosse il dente della Fiat sembra ispirar- se ormai troppo piccola per re, perdendo pezzi un po' per glia Agnelli sta dunque uscen- ta laicamente e modernamen-
Gorbaciov della Fiat, il figlio si di fatto al ferreo pragmati- competere, e tanto valeva volta, fino alla morte dei due do dall'auto, come voleva Um- te – con molti dolori ma senza
del sistema allevato per per- smo del prozio Umberto più uscire dalle quattro ruote per fratelli. Oggi John Elkann, a 34 berto. A un certo punto rimar- veri traumi – dalla poesia del
petuarlo grazie al cambia- che alle celebrate veroniche giocare le proprie carte su altri anni, non ha più l’età dell’ap- rà azionista di minoranza. Mi- nonno alla prosa del nipote.
pagina 12 Venerdì 24 dicembre 2010

DAL MONDO

TRA LE MACERIE E LE BIDONVILLE


AD HAITI LA VITA CONTINUA
La lotta per la sopravvivenza nell’isola infestata dal colera
I vivi e i morti Giovani nella bidonville
di Wharf Jéremie; sopra una croce
di Federico Mastrogiovanni ni – spiega Joseph, uno dei guida- nel cimitero “delle fosse comuni”
Por t-au-Prince tori di mototaxi che aspettano della valle di Titayenne (FOTO FEDERICO MASTROGIOVANNI)
clienti di fronte al mercato del
harf Jéremie, il “porto Jé- porto – e in questo quartiere non

W remie”, nel quartiere di


Cité Soleil, è la bidonvil-
le più pericolosa di Port
au-Prince, dove si annidano i cri-
minali più ricercati, dove sareb-
c'è stata una vera campagna elet-
torale, perché comunque non
potevamo votare. Da noi ci sono
regole diverse: si decide in un al-
tro modo chi comanda. Il gover-
da altre zone della città. Ma quan-
do si rende conto che la struttura
è pensata per assistere solo gli
abitanti di quel quartiere si può
iniziare a costruire. Ma, in tutto
bero scappati i detenuti del car- no deve solo garantire che questi questo caos, dove vengono por-
cere crollato con il terremoto, equilibri si mantengano. Poi, nei tati i tantissimi morti?
dove si nascondono i trafficanti periodi elettorali arriva qualcu-
di droga più violenti del paese. no, ti dà dei soldi o qualcosa da “Lavoravo la terra dove
Robert è nato qui. Fino a 5 anni mangiare e ti dice che devi par- ora ci sono i cadaveri”
fa faceva parte di una banda del tecipare a una manifestazione, o
quartiere, andava sempre in gi- fare casino, o bruciare un po’ di
ro armato e portava addosso i se- auto. E tu vai e lo fai”. TITAYENNE è un insieme di ba-
gni di una vita fatta di violenza e Poco più di un mese fa, a poche racche in mezzo alla campagna,
privazioni. Dal 2005 lavora co- centinaia di metri dalla baracca di di fronte al mare e a un lato della
me infermiere in un centro vo- Robert, suor Marcella stava per Route Nationale 1. Le baracche
luto con tenacia da una suora inaugurare una piccola clinica sono fatte di pali di legno e pezzi
francescana di Busto Arsizio, pediatrica, ma quel giorno la re- di tende con i simboli dell’Onu o
Marcella Catozza. Come la mag- ligiosa italiana trovò i primi ma- di Usaid. A trenta chilometri a
gior parte delle abitazioni di lati di colera del quartiere davanti nord di Port au-Prince la gente vi-
Wharf Jéremie, la casa di Robert è alla porta della sua nuova clinica, ve di agricoltura, qualche vacca
una baracca fatta di pezzi di la- pensata per i bambini, e iniziò a denutrita e il poco che arriva dal
miera, qualche asse di legno, curarli d'urgenza. Nelle prime bordo della capitale. Lasciando la
cartone pressato e stracci a mo
di tende. Oltre a lui ci abita Sirya,
settimane dell'epidemia arriva-
vano tra i 40 e i 60 malati al gior-
Medici cubani, un torneo di calcetto in un cam-
po nuovo di zecca. Non ci sareb-
re. In questo momento ci sono al-
meno un milione e mezzo di per-
strada e il mare, dietro una delle
colline della zona, si arriva a una
sua sorella, Jean, suo cognato, e
5 bambini tra i 2 e i 9 anni. Vi-
no. Oggi il flusso si è ridotto a una
decina (finora le vittime sono
religiose italiane be nulla di speciale se non fosse il
primo torneo nel primo campo
sone a grave rischio contagio”.
I medici della Brigata medica in-
piccola vallata nascosta. Dall'alto
si intuisce che è un luogo specia-
vono in un solo ambiente con il
pavimento di terra. Sono fortu-
2.500 alle quali aggiungere alme-
no 45 persone linciate con l’ac-
e altri “eroi” di calcio costruito a Wharf Jére-
mie. “È un modo di portare un po’
ternazionalista di Cuba, con i loro
47 centri dove lavorano più di
le e si respira un'aria tetra, di mor-
te. La terra è bruciata e in mezzo
nati perché l'elettricità riescono cusa di diffondere il morbo, ndr), di gioia a questa gente – spiega mille uomini, insieme a Medici alla sterpaglia sorgono decine di
a rubarla attaccandosi abusiva- anche grazie alle accortezze igie- cercano suor Marcella – nessuno qui si di- senza frontiere rispondono a più piccole croci bianche di legno.
mente a un cavo che passa vici- niche che la suora ha imposto agli mentica i morti del terremoto di dell'80% delle necessità sanitarie Nessuna di esse ha un nome. La
no alle loro teste, ma la gran par- abitanti della zona, distribuendo di salvare un anno fa, la miseria e la frustra- dell'isola. Il nuovo centro per il gente della zona conosce questo
te dei 70 mila abitanti di questa sapone, secchi per lavarsi e pasti- zione di vivere emarginati in un colera di Carrefour, periferia sud posto perché nei giorni successi-
bidonville non ha la luce. L'ac- glie di cloro per disinfettare l'ac- le persone dalle paese dimenticato. L'idea di par- di Port au-Prince, viene allestito vi al terremoto arrivavano quoti-
qua invece manca a tutti. Per la- qua. Marcella lavora con l'appog- tecipare a un torneo restituisce in poche ore. Gli operatori sani- dianamente camion, auto, carret-
vare si raccoglie quella di scolo, gio del vescovo e la collaborazio- fosse comuni un po’ di senso, e solleva gli ani- tari cubani si mettono tutti all'o- ti, pieni di corpi da seppellire. “È
dove convivono bambini, maia- ne di alcune ong italiane e brasi- mi”. Per il resto qui c'è solo di che pera per scaricare il materiale dai molto triste ripensare a quei gior-
li, capre, polli, cani e donne che liane e vive ad Haiti da 5 anni. “A preoccuparsi. camion e montare cinque tende ni – racconta Charles, un conta-
lavano i panni. nessuno piace vivere a Wharf Jé- politica, sulla religione, perfino da venti letti ciascuna. A fianco al dino che sta cercando di costruir-
remie; questo posto è terribile e io sul calcio, lo sport di cui tutti so- Ospedali centro si estende un’enorme ba- si una capanna con dei teloni
“Le elezioni? Qui per prima vorrei essere altrove. no fanatici. E che viene preso così e paura del contagio raccopoli sorta all'indomani del nuovi, arrivati da chissà quale
non ci interessano” Ma quando senti tante persone sul serio che il candidato dell'Ini- terremoto. La brigata cubana è missione – io lavoravo qui e ho
che passano per Haiti, più o me- te, Jude Célestin, per avere più ap- molto amata dalla popolazione, dovuto lasciare il mio orto per
no di corsa, e se ne vanno con la peal su un popolo ossessionato IL COLERA non accenna ad ar- che conta sull'appoggio dei suoi aiutare a seppellire i corpi. Erano
NEI GIORNI SCORSI Port convinzione che questo paese dal pallone, ha scelto per la sua restarsi. Anzi, gli operatori sanita- medici dal 1998. Rispetto a molte centinaia di cadaveri”. Nelle ulti-
au-Prince è stata assediata dopo non ha alcuna speranza, io penso campagna elettorale i colori della ri internazionali stanno prepa- delle organizzazioni internazio- me settimane sono sorte delle
la proclamazione di risultati elet- al lavoro che abbiamo fatto in nazionale brasiliana (verde e gial- randosi alla peggiore delle even- nali presenti sul territorio, che piccole montagnole, nella valle
torali provvisori del primo turno questi anni e mi sento un po' me- lo) e per sé il numero 10, che ad tualità, come afferma il dottor Lo- spesso non ottengono grandi ri- di Titayenne: al tempo del colera
delle elezioni presidenziali. Ma glio. È senz'altro un'impresa da Haiti, legato a quei colori, signi- renzo Somarriba, viceministro sultati a fronte di spese miliona- questo luogo è tornato attivo.
qui a Wharf Jéremie sembra che pazzi, e magari i più disillusi han- fica automaticamente “Ronal- della sanità cubano e capo della rie, i cubani vantano la maggior Nella valle arrivano carichi di ca-
la gente non sia preoccupata del- no ragione quelli. Ma in un posto do”. Come racconta un funziona- missione trilaterale Cuba-Vene- “diffusione” sull'isola e ottimi ri- daveri dalla città, i morti di colera
la situazione politica. La maggior così violento, dove nemmeno i rio addetto alla logistica del Wor- zuela-Haiti. “L’emergenza non è sultati (nei loro ospedali c’è il mi- che non trovano posto altrove.
parte degli abitanti della bidon- caschi blu della Minustah (la Mis- ld Food Programme, “durante il conclusa. Le condizioni igienico nor tasso di mortalità infantile), C'è una fossa aperta. Dentro, una
ville non sono nemmeno andati a sione delle Nazioni Unite per la mondiale in Sudafrica, ad Haiti è sanitarie di Haiti sono difficilissi- guadagnando 270 dollari al me- decina di cadaveri sono avvolti
votare perché non hanno un do- Stabilizzazione di Haiti, ndr) en- stata spesso a rischio la sicurezza me e ci aspettiamo un nuovo pic- se. Uno dei leader della baracco- malamente in sacchi di plastica
cumento di identità e questo trano con i loro carri armati, si pubblica per le divergenze di opi- co di contagi, che potrebbe ma- poli di Carrefour discute anima- buttati sul fondo, in attesa che al-
quartiere sembra un'isola di di- può ripartire per migliorare l’in- nioni tra le tifoserie, divise tra bra- nifestarsi anche fra 6 mesi. Per tamente con il dottor Gonzalo tri morti riempiano la fossa e si
sperazione all'interno dell'isola tero paese”. siliani e argentini”. questo continuiamo ad allestire i Estevez Torres, epidemiologo e possa chiuderla con la terra rossa.
di Haiti. “A Wharf Jéremie nessuno L'avversione per la Minustah è Forse per questo motivo nel Vilaj centri di trattamento del colera in responsabile del nuovo centro. Forse, così, almeno questi morti
si preoccupa veramente di quel- uno dei pochi elementi unificanti Italyen, la piccola comunità guida- tutto il territorio, soprattutto nel- La gente non vuole che l’ospeda- (che non saranno gli ultimi di Hai-
lo che succede durante le elezio- di un paese diviso su tutto: sulla ta da suor Marcella, oggi si apre le zone più difficili da raggiunge- le “attragga” malati provenienti ti) troveranno un po’ di pace.
Venerdì 24 dicembre 2010 pagina 13

DAL MONDO

N
IL NATALE ESPLOSIVO COREE
Il Nord: guerra
santa nucleare

DELLA D opo le esercitazioni


militari condotte da
Seul, Pyongyang ha
minacciato una “guerra
santa” nucleare contro il
suo vicino, “basata sul

RETE ANARCHICA deterrente nucleare in


qualsiasi momento
necessario per far fronte
alle azioni dei nemici”, ha
avvertito il ministro delle
Forze armate nordcoreano,
Pacchi-bomba alle ambasciate Kim Young-Chun, secondo
cui le esercitazioni del Sud
indicano che “si sta
di Svizzera e Cile: due feriti a Roma preparando alla guerra”.

di Alessandro Oppes Il primo plico è esploso intorno de della rappresentanza dell’U- L’ambasciata
a mezzogiorno e mezzo nella se- nione Europea è stata evacuata svizzera
ue esplosioni, una stessa de della rappresentanza diplo- per il ritrovamento di un pacco

D
a Roma e una
matrice: quella del terrori- matica elvetica, nel quartiere Pa- sospetto. “Stiamo verificando di protesta
smo anarco-insurreziona- rioli, ferendo il funzionario che cosa si tratti, ma comunque è un al Consolato
lista. I magistrati della pro- lo stava aprendo nella convinzio- fatto grave in sè”, ha detto il mi- elvetico
cura romana per il momento ne che si trattasse di una strenna nistro degli Esteri Franco Frattini, di Milano
non si pronunciano, ma in realtà natalizia. L’uomo, di 53 anni, po- spiegando di aver allertato tutte in favore
sembrano esserci poche incer- trebbe rischiare la parziale am- le sedi diplomatiche italiane all’e- di Marco
tezze sul movente degli attentati putazione della mano sinistra. stero. Ma se il capo della Farne- Camenisch (FOTO ANSA)
sina invita a “non creare allarmi- WIKILEAKS
smi” e sostiene che “è ancora pre-
La protesta in favore di sospetti maturo dire che cosa ci sia all’o- voluzionario antinucleare, finito conteneva il messaggio “Costa, Assange: vorrei
rigine”, il ministro dell’Interno in carcere a più riprese in Italia ne- Silvia e Billy liberi”. asilo in Brasile
eco-terroristi nelle carceri elvetiche Roberto Maroni sembra non ave- gli anni Novanta ed estradato in Stessa matrice anche dietro l’at-

La pista greca e quella di Santiago


re dubbi: “Seguiamo la pista anar-
chica”, conferma dopo aver sen-
tito i carabinieri del Ros che in-
Svizzera nel 2002. In una lettera
scritta due settimane fa dalla sua
cella del penitenziario di Orbe,
tacco alla rappresentanza cile-
na. In questo caso, la protesta dei
gruppi estremistici avrebbe a
I l fondatore di
Wikileaks, Julian
Assange, in libertà
dagano sulle due esplosioni per Camenisch annunciava un breve che fare con l’arresto, il 14 ago- condizionata nel Regno
le quali il procuratore aggiunto sciopero della fame “in solidarietà sto scorso a Santiago, di alcuni Unito, si trasferirebbe
che hanno sconvolto la tranquil- Due ore più tardi, la seconda Pietro Saviotti, capo del pool an- con i nostri compagni prigionieri militanti anarchici da parte delle in Brasile: “Sarebbe
lità pre-natalizia delle ambascia- esplosione, negli uffici della le- titerrorismo, ha aperto un fasci- Costa, Billy e Silvia”. Il riferimento forze speciali della polizia. A ottimo se mi fosse
te di Svizzera e Cile in Italia. An- gazione cilena a via Po. Anche in colo per “attentato con finalità di era a Luca Bernasconi, Costantino confermare il filo che unisce le concesso asilo in
che perché non manca una lun- questo caso, un ferito, l’addetto terrorismo”. Ragusa e Silvia Guerini, arrestati il due azioni, c’è l’ondata di atti di Brasile. Stiamo
ga sfilza di precedenti ad avallare al servizio corrispondenza, le Tra le ipotesi più accreditate c’è 15 aprile in Svizzera con l’accusa sabotaggio compiuti a fine set- pensando
i sospetti che circondano la ga- cui condizioni non sono comun- quella di un’azione concertata da di aver progettato un attentato di- tembre a Madrid. Tre attacchi all’installazione lì di
lassia dell’estremismo ecologi- que preoccupanti. gruppi anarco-insurrezionalisti in namitardo contro una multinazio- nel corso dei quali vennero la- qualche nostra base
sta, ad appena un mese dall’on- Nel clima di psicosi che si è sca- riferimento alla vicenda giudizia- nale. I tre nomi comparvero an- sciate queste scritte: “Libertà operativa. Ha forza
data di missive bomba partita da tenato immediatamente, nel cor- ria di alcuni esponenti dell’e- che il 5 ottobre scorso proprio da- per Silvia, luca e Costantino”, economica e militare
Atene e che aveva fatto scattare so della giornata sono scattati an- co-terrorismo detenuti nelle car- vanti all’ambasciata elvetica, “Restituzione immediata delle per essere
l’allarme in tutta Europa, con che falsi allarmi nelle ambasciate ceri svizzere. Il nome di maggior quando vicino al muro di cinta terre mapuche ai loro abitanti”, indipendente dalla
Merkel, Sarkozy e Berlusconi nel di Ucraina e Slovenia, mentre nel spicco è quello di Marco Cameni- venne trovato un ordigno incen- “Libertà per gli anarchici del Ci- pressione degli Usa. È
mirino. tardo pomeriggio, a Berna, la se- sch, militante del movimento ri- diario, che non esplose ma che le”. non è un paese come
Cina e Russia, non
tanto tolleranti con la
La tragedia degli eritrei libertà di stampa”.
L’ormai prossimo ex

Morte nel silenzio del deserto presidente Lula


espresse solidarietà ad
Assange dopo il suo
arresto.
di Furio Colombo Come mai abbiamo notizie così det- di questa tragedia e di molte altre mas e fortemente remunerato per italiana, si sono trovate, in mano ai
tagliate? Si devono al sacerdote eri- che non sono e forse non saranno questo dai mercanti. Nel racconto di pirati di essere umani, nel deserto, in GRAN BRETAGNA
tanno morendo nel deserto, treo Don Mussie Zerai. Vive a Roma mai conosciute. Ma prima vediamo Don Zerai, in quelli fatti a lui per te- attesa, per molti senza speranza, di
S schiavi con le catene, i morti tra ed è presidente della Agenzia Habe- alcune notizie in più per ricostruire la lefono dai profughi che invocano ri- un riscatto impossibile. Tacciono i go- Guerra aperta
coloro che sono ancora vivi, donne shia e membro dell’Accademia Etio- tremenda vicenda, per capire che ci scatto, risulta con certezza che al- verni, che mandano (anche l’Italia) Tories-LibDem
incinte, bambini. Sappiamo tutto di pica Pontificia. Il 21 dicembre il co- è vicina, che ci riguarda e che – come meno un centinaio di essi sono gli navi da guerra nel Corno d’Africa per
loro. Sappiamo chi sono, dove sono.
Sappiamo i nomi dei mercanti, ab-
biamo i numeri dei telefoni cellula-
mitato per i diritti umani della Com-
missione esteri (Camera dei deputa-
ti) lo ha convocato per ricevere for-
in tutti i momenti più bui della Storia
– ciascuno fa finta di non sapere.
Il container o i containers in cui sono
stessi che sono stati intercettati in
mare mentre – in fuga dalla guerra
eritrea – venivano a chiedere diritto
difendere le merci dalla pirateria di
mare. Ma la marcia nel deserto, la
prigionia, le catene e la fine degli es-
G li esponenti
liberal-democratici
detestano i loro
ri. malmente le notizie di cui dispone. imprigionati i migranti che non han- d’asilo in Italia. Sono gli stessi che so- seri umani non interessa nessuno. colleghi conservatori
Chiamate Abo Kalid, l’organizzato- Sono presidente di quel comitato e – no ancora pagato il riscatto sono nel no stati imprigionati nello spavento- Forse c’è una ragione. La ferrea e del governo Cameron.
re del traffico: 20176662777 op- anche a nome degli altri deputati deserto del Sinai, territorio egiziano, so carcere libico di al Braq. L’indigna- sbandierata alleanza fra l’Italia di È quanto rivela la
pure 20155323121. Chiamate il presenti in quell’“audizione” – la do- vicinissimo al confine della striscia di zione del mondo e lo scandalo per la Berlusconi e la Libia di Gheddafi, che seconda tornata di
capocarovana Meharl, che preferi- manda più urgente era questa: Co- Gaza. Israele, che non può interve- collaborazione dell’Italia a quella procura ai leader contraenti vantag- interviste rubate dal
sce essere conosciuto con il sopran- me fa a sapere? Gli Stati non inter- nire fuori dalla sue frontiere, è un ri- cattura (nessuno ha mai potuto chie- gi ignoti, ma è una strettissima al- Daily Telegraph a 4
nome di Wedi Koneriel. Il suo nu- vengono, l’Europa è silenziosa e as- fugio, come sanno i migranti che rie- dere diritto d’asilo) ha portato a una leanza politica e militare agli occhi sottosegretari lib-dem,
mero è 192229135. Se è occupato, sente, i servizi segreti africani ed eu- scono a raggiungere quel Paese, co- finta liberazione: abbandonati sen- delle diplomazie mondiali, è un po- dopo quella in cui il
provate 175559179. Vi diranno le ropei sembrano privi di tracce. Se le me sanno i profughi che arrivano a za documenti nel Sahara. Una evi- tentissimo alibi. Nulla osta alla mor- ministro delle Attività
condizioni: 10mila dollari per libe- avessero gli Stati, almeno alcuni Sta- quella frontiera sfuggendo ai mer- dente offerta – forse debitamente te senza diritti di profughi che hanno produttive, Vince
rare uno schiavo. Nessun governo ti, in nome di un minimo di civiltà, sa- canti. Anche perché gli Usa di Oba- compensata – ai mercanti. Le stesse commesso l’errore di non sapere co- Cable, aveva rivelato di
europeo ha provato a telefonare a rebbero intervenuti. Don Zerai ha ri- ma hanno già fatto sapere che ac- persone che stavano venendo a chie- me è cambiata l’Italia, ex Paese ci- voler distruggere
quei numeri, a offrire un riscatto o a sposto: “Tutti sanno tutto. Almeno cetteranno 40mila eritrei nel corso dere l’aiuto di una presunta civiltà vile. Rupert Murdoch.
tentare una liberazione. Ciascuna tre servizi segreti conoscono con del 2011. Il governo egiziano ignora i
delle persone incatenate, compresi i esattezza il luogo in cui le 250 per- passaggi e gli insediamenti delle ca-
bambini, ha già pagato 2000 dollari sone tenute in schiavitù in attesa del rovane pirata, forse per ragioni che
per essere ammessa a questo estre- riscatto stanno morendo. I numeri hanno a che fare con rapporti tra Saldi di fine anno
mo viaggio che sembrava della spe- dei telefoni cellulari sono fatti circo- paesi africani, dalla Libia al Sudan,
ranza. Ma a un certo punto, in pieno
deserto, il convoglio s’è fermato e la
lare dai mercanti (compresi molti di
singoli prigionieri) per rendere pos-
alla stessa Eritrea, nel periodo in cui
Gheddafi, il despota della Libia e par-
Una riforma che non piace
tariffa è cambiata: altri 8mila dollari
per ciascuno o il viaggio finisce lì.
sibili i contatti e le offerte. Allo stesso
modo è noto il numero di un conto
tner dell’Italia, è presidente dell’U-
nione Africana e – allo stesso tempo,
l’unico risultato di Mr B&C
Non è indolore. I primi 8 che hanno corrente egiziano su cui si devono fa- e per conto dell’Italia – dedito alla
tentato di fuggire sono stati abbat- re i versamenti. L’uso dei telefoni cel- caccia umana dei profughi. IL 15 DICEMBRE, LE VIOLENZE A ROMA, dopo il dalla Bbc all’Independent, da Le Monde
tuti a bastonate in un’esecuzione lulari, naturalmente, rende possibile voto di fiducia della Camera al governo (‘Berretti rossi e falsi regali contro la riforma
pubblica che servisse da lezione. Sei rintracciare in qualunque momento Ma sappiamo altre cose. Sap- Berlusconi, avevano conquistato le prime dell’Università’) a Nouvel Obs, da El Pais a El
sono morti, due sono feriti gravi ab- predoni e vittime. Ma i servizi segreti piamo che Hamas è una buona base pagine dei giornali di tutto il mondo: i due volti Mundo, da Newsweek al super blog Huffington
bandonati in mezzo agli altri prigio- lo sanno. Gli Stati lo sanno. C’è evi- d’appoggio per i mercanti di esseri dell’Italia peggiore, quello degli scontri fra Black Post, che dedica ai cortei un’antologia
nieri senza soccorsi, neppure ac- dentemente una concordata decisio- umani, così che la strada della morte Block, o chi per loro, e forze dell’ordine e d’immagini. Il Nyt accompagna la cronaca
qua, che viene distribuita in quan- ne di non intervenire”. L’ambascia- ha due capolinea sicuri, la Libia che quello della politica del Mercante in Fiera, fatta (‘Studenti protestano contro la riforma’) con
tità minima (e senza nessuna pos- trice egiziana presso la Santa Sede abbandona i migranti nel Sahara e di comprati e venduti. Ora, la nuova giornata di l’analisi: il quotidiano newyorchese considera il
sibilità di lavarsi) ogni 2 o 3 giorni. ha fatto sapere al sacerdote eritreo: Hamas che da Gaza fa da appoggio proteste studentesche, questa volta senza piano, che ora è passato, il solo risultato
“Se le autorità egiziane intervenisse- al campo del Sinai egiziano. Se è vero (grossi) incidenti, è seguita quasi con simpatia legislativo significativo del governo Berlusconi,
Quanti sono? Circa 250,eritrei in ro, si troverebbero a carico i migranti (ma si tratta dell’unica e atroce parte dalla stampa internazionale. FT scrive che “le da quando s’è insediato. Per essere il governo
fuga dalla guerra senza fine. Etiopi e questo non lo possiamo fare”. non provata della storia) che c’è difficoltà del premier aumentano, mentre le del fare, il bilancio è magro: al confronto,
che credevano di essere scampati al Lo scatto di indignazione che potreb- espianto e commercio clandestino di proteste prendono slancio”, anche se la riforma l’Amministrazione Obama, che tutti dicono non
loro dittatore, somali che non hanno be seguire questa affermazione va organi (reni, soprattutto) i punti me- universitaria contestata diventa legge. Le combina nulla, è una fucina di risultati.
più un Paese ma solo signori della dedicato non all’Egitto, ma all’Italia, dici di appoggio non possono che es- cronache delle manifestazioni sono ovunque: Giampiero Gramaglia
guerra e bande in continuo conflitto. che –come è ormai noto – è la causa sere nel territorio controllato da Ha-
pagina 14 Venerdì 24 dicembre 2010

SECONDOTEMPO
SPETTACOLI,SPORT,IDEE
in & out

VALERIA ALLO SPECCHIO

GOLINO Milva
Ho detto ciò
che pensavo
Quadri
Chiarito il
mistero dei
Verdone
Bondi non si
è battuto, la
Buffon
Storari? Io
sono qui,

VIAGGI
e ho pagato segni negli cultura posso
la libertà con occhi della italiana ne giocare fino
l’esilio Gioconda esce a pezzi a 45 anni

E MIRAGGI
di Malcom Pagani le pesa: “Credo che di me rac- attenuata, non sono mai stata ca-
colpo di fortuna. Andai a trovare
il fratello di mio padre a Roma.
Pranzo, baci, saluti. Sono già per
strada quando sento la voce di
mia zia: 'Valeria, sali, anzi corri.
C'è una persona al telefono'.
Chi era?
Lina Wertmüllerche da mesi cer-
cava invano una giovane ragazza
brezza da fuga, ho un incidente.
Però.
Macchina devastata, schiena di
nuovo a pezzi. Il film naturalem-
nte non lo finisco e invece di fre-
quentare il cinema, ricomincio
con la fisioterapia. Mi ricordo an-
cora lo sgomento di Peter Del
Monte, il mio fidanzato di allora.
li, la mia vita riprendeva a scor-
rere, mi pareva che tutto mi fos-
se dovuto.
Delusioni?
Tante. I film che avrei voluto fa-
re, quelli che avrei fatto meglio a
rifiutare, le occasioni perse. Pe-
rò le dico una cosa.
Prego.
conti molto più l'imbarazzo nel pace di conservarlo per costrui- per un film con Tognazzi e Piera Nel momento più alto della pas- Parlare del mio passato mi sem-

C
concedere un'intervista che l'in- re un futuro. Ho sempre speso Degli Esposti. Zia Mimma, una sione, fu costretto a recitare da bra di una noia mortale. Con la
tervista stessa”. Non mente. Del- per migliorare la qualità del mio sfacciata assoluta, le aveva assi- infermiere. memoria ho un rapporto di pura
la sua lunga parabola intrapresa a quotidiano, ma senza saccheg- curato che l'isola non trovata fos- Poi arrivò l’occasione di Ma- cortesia. Non covo il piacere no-
metà degli '80 e imbastardita dal- giare chi non aveva nulla da dar- si io. selli. stalgico del racconto, né l'esi-
l'imprevedibilità, elaborare una mi. Ho iniziato a guadagnare pre- Era vero? Storia d'amore. Un premio a Vene- genza di mettere un ordine cro-
sintesi è complicato. Valeria è un sto i miei soldi e, felicemente, vo- Se quella telefonata l'avessero in- zia. La coppa del Lido fu un vo- nologico al caos.
bacio con Dustin Hoffman in un racemente, li ho dissipati. tercettata i miei genitori, oggi sa- lano per la trasferta americana . Andiamo al presente allora.
ascensore americano, un respi- Voleva fare l'attrice fin da pic- rei un'altra. Erano timidi, riserva- Partecipai a Rain Man, una lunga La Scuola è finita di Jalongo, l'o-
ro in Vespa tra i sassi di Lampe- cola? ti, discreti. Invece a rispondere parentesi a migliaia di chilometri pera in cui interpretavo una pro-
dusa, un lampo di fucile tra le lan- Avrei preferito fare la cardiolo- fu la zia e io andai da Lina. da casa mia. Qualcuno non ca- fessoressa è stata un'esperienza
ghe di Fenoglio. E poi una mu- ga. A sette anni mi sembrava una Come fu il colloquio? pì. importante. Un atto di coraggio
sica, una voce, un arcobaleno di parola altisonante, la ripetevo Mi chiese di peparare l'ultimo Lei era quella che aveva volta- del regista, un lavoro in cui ho
capelli. Porte sbattute, piazze con fierezza. Recitare è il frutto monologo della Bisbetica doma- to le spalle. creduto. Un Paese che dimenti-
del sud, ventagli ed evasioni della casualità e di una violenta ta. Io non sapevo neanche cosa Avvertivo una vaga antipatia nei ca la scuola non ha speranze.
artesianamente, le medicine ste- messicane quando il sogno della scoliosi che stravolse la mia ado- fosse la bisbetica e ignoravo l’e- miei confronti e nonostante fos- Registi, dicevamo.
se sul tavolo di Valeria Golino, fuga stordisce e ci si accorge che lescenza. sistenza di Shakespeare. Per me si tornata per mettermi a dispo- Ne ho incontrati tanti. Quello
antibiotici e palline omeopati- i viaggi più belli sono quelli del Racconti. William era un nome come un al- sizione di Salvatores e Soldini, che mi ha fatto capire che un re-
che in democratica alternanza, tempo immobile. Golino è senza Entrai nel cono d'ombra a nove tro. Comunque studio come una c'era sempre quella sensazione gista è il film che verrà, è stato
abbracciano uno stesso proble- bandiera, età, passaporto. Il se- anni e ne uscii a 14. Un disagio pazza, torno in Grecia e due set- acre di non essere catalogabile. Crialese. Respiro ebbe una lavo-
ma. Padre napoletano, madre greto di un volto insensibile alle emotivo e psichico fortissimo. timane dopo mi ripresento. Pre- Ricordi belli? razione avventurosa, ma Ema-
greca. Fari azzurri che un tragico stagioni, rende l'enigma anagra- Sempre a letto, malata, distante sa. Subito. Sul set di Rain Man non mi divertii nuele diede retta solo a se stesso.
ritorno da Londra via Parigi, af- fico diabolico e l'interrogativo, dalla felicità. Busti, fisioterapisti, Fantastico. ma imparai che tra professioni- Tutti intorno a consigliare, a sug-
frontato nella neve tra aerei, tre- inutile. dottori. Per guarire e operarmi Però esagerai. Avevo 17 anni, un sti, bisognava essere disciplina- gerire, a temere e lui dritto. Di-
ni, notti insonni e soste improv- I biografi raccontano poco mi trasferii persino a Chicago. tutore sul set, la paga razionata e ti. Cruise, Hoffman, Barry Levin- segnò il quadro che volle, dipin-
vise hanno trasformato in feri- sulla sua infanzia. Poi, improvvisamente, quando alla prima pausa utile, invece di son. Capii che avrei dovuto se un affresco magnifico.
toie. Cerca un fazzoletto, agita il Laila e Luigi, i miei genitori, si se- avevo perso la speranza, risalii in andare a letto a un’ora civile, or- smettere di farmi le canne prima Dopo aver ideato e girato un
termometro. E' ancora incredu- pararono presto. Ho viaggiato superficie. ganizzo con gli amici una trasfer- di girare ( fino a quel momento corto ha ancora voglia di gira-
la. “Immagini sempre che avven- tra Napoli e Atene. Tanti di quei E cosa accadde? ta siciliana. Appena arrivata, fe- l'avevo fatto senza danni) e che re?
ture simili tocchino agli altri. In- passaggi ponte sotto le stelle da Mi ritrovai sulle passerelle. Mo- lice, incosciente, non savia, in non sarebbe stato più il caso di Moltissima. Ho acquistato i dirit-
vece, da protagonista involonta- non ricordare più date, parten- della. Andavo ancora a scuola. piena distrarsi. In quel pe- ti di un libro e il tema trattato è
ria, ho assistito a un incubo. A un ze, obblighi e ritorni. Poi, meritato, arrivò anche un eb- riodo le cose mi quello dell'eutanasia. Un argo-
certo punto, dopo ore di attesa, Affascinante. venivano faci- mento delicato a cui nessuno si
quattro ferrovieri con movenze Meno di quanto vuole avvicinare.
da Gestapo ci hanno sbattuto
fuori dal vagone. Le facce torve, i
non appaia. Provi
lei ad attraversare
Rain Man mi Con Monicelli lei divideva il
quartiere,
binari ghiacciati sullo sfondo, i
bambini lacrimanti. Mi dico:
quell’età senza un
ancoraggio. Da
insegnò molto: L'addio di Mario mi ha addolora-
ta. Non diffondo verità, ma sono
'non può essere vero'. Alzo gli bambino, la vali- certa che se avesse potuto mo-
occhi e su un tabellone lumino- gia nell'angolo smisi di farmi rire in maniera diversa, con un
so osservo la temperatura ester- non ti sembra ro- gesto meno aspro, l'avrebbe fat-
na. Meno quattordici”. mantica e 40 anni le canne e mi to. Siamo imbevuti di credenze,
Quarantotto ore di traversate fa, la divisione fa- morale cattolica, tabù. Anche la
omeriche hanno generato feb- miliare era meno comportai morte può essere vitale.
bre e tosse. Lei affronta la con- normale di quan- Cosa pensa del Paese in cui
versazione tra pause, dubbi: “Ho to non sia oggi. come una vive?
parlato per quasi un’ora senza di- Suo padre suo- Che sbanda e annaspa ma non
re nulla di interessante”, linee nava il piano. professionista muore. L'anestesia delle idee e
guida: “Odio generalizzare”, vi- Non era Gould pe- della reazione alle ingiustizie
site inattese: “Prego Mauro, non rò aveva un talen- mi umilia ma al tempo stesso
la aspettavo, deve vedere la can- to naturale. Un siamo di fronte a una grande
tina?” e colpi d’ala a corvèe con- dono brado che gli permetteva occasione di riscatto. C'è una
clusa: “Non ho ancora finito, mi- di trovare la melodia alla prima strana, sbilenca, ancora non
ca avrà fretta?”. Cinquanta film, lettura. codificata voglia di invertire il
decine di registi, esperienze Eravate ricchi? f lusso.
americane e francesi, un'opera Forse. L’età d’oro dell'impero Cosa la disturba davvero?
da dirigere in preparazione pro- Golino (ride ndr) franò alla mor- La retorica populista su tutto,
dotta con la pudìca complicità te di mio nonno paterno, pro- da parte di tutti. Anche io
dal suo compagno, Riccardo prietario di un albergo, il “Bella apro bocca e a volte lascio
Scamarcio. Del loro rapporto, Napoli”. Avevo due anni. Gli agi campo aperto alle sciocchez-
profondo, misterioso e accer- di un'epoca lontana, a mia me- ze. Mi rileggo e penso: “Ma
chiato dai media, Valeria parla moria, erano scomparsi da un che cazzo sto dicendo?”. Poi
malvolentieri: “Durante le pro- pezzo quando ero ancora una mi rassereno. Ho un'impulsi-
mozioni dei film, ti ritrovi per bambina. vità ragionata e sono un’alle-
settimane a discutere di stronza- Che rapporto ha con il dena- gra malinconica. Vivo di con-
te. Nel disperato tentativo di di- ro? traddizioni. Rifletto e poi mi
fendere il tuo recinto personale, (Diciamo, voglio dire. Prende tempo, Lì’attrice abbandono alla compagnia, al
ti arrendi alla curiosità rivelando è imbarazzata ndr). A seconda dei Valeria Golino senso di appartenenza, ai punti
cose che poi rileggendo ti fanno punti di vista può essere consi- vista da di riferimento, agli amici di sem-
arrossire per la vergogna”. derato sano o malato. Anche se la Emanuele pre. Isabella, Iaia, Sergio. Cosa
Riannodare i fili con gli estranei scriteriatezza dei vent'anni si è Fucecchi sarei senza di loro?
Venerdì 24 dicembre 2010 pagina 15

SECONDO TEMPO

CARTELLINO ROSSO

DIVORZIO ALL’ITALIANA
Il presidente Moratti caccia Benitez e chiama Leonardo
L’addio a Rafa costa milioni ma servirà a qualcosa?
di Giancarlo Padovan carta bianca all’allenatore (secca-
to per i dubbi e le polemiche su
afa Benitez se ne va, Mas- quarantacinque infortuni, quasi

R simo Moratti torna. Rie-


mergendo da dietro le
quinte dove lo aveva con-
finato il vincente e sprezzante Jo-
sé Mourinho, il presidente del-
tutti di ordine muscolare).

Differenze tra il
Mancio e gli eredi
l’Inter ribadisce al mondo che
non è cambiato e non cambierà. TUTTAVIA, a differenza di Man-
Forse perché non vuole, forse cini, Rafa se ne voleva andare dav-
perché non può. È sempre lui, vero. E se ne voleva andare per-
nonostante il silenzio cui lo ave- ché non ne poteva più e perché
va costretto il portoghese, l’uni- aveva capito che non avrebbe vin-
co che, oltre a vincere tutto, sia to niente. A parte, ovviamente, la
stato capace di mettergli la sor- Supercoppa italiana e quella che
dina e la mordacchia, amman- fino a cinque anni fa si chiamava
tandone l’esistenza di lunghi si- Intercontinentale. Si chiamava
lenzi e di proficua inattività. Con così perché vi partecipavano i
e grazie a Mourinho, l’Inter delle club campione d’Europa e cam-
ultime due stagioni era sembrata pione del Sudamerica. Quest’an-
diventare una società vera, dura, no per la prima volta in assoluto e,
competitiva, rispettata, credibi- dunque, anche da quando la for-
le. Sette mesi dopo, molto è tor- mula ammette squadre di ogni
nato come si sapeva, come si te- continente, in finale ci è andato il
meva. E Moratti, naturalmente, Mazembe, campione del Congo,
ha ripreso il centro della scena. non esattamente uno dei paesi
Benitez è il tredicesimo allenato- calcisticamente più progrediti. La
re che esonera, dimissiona o vittoria – per nulla trionfale nono-
semplicemente cambia in quasi stante il 3-0 – ha fornito a Benitez
16 anni di presidenza e/o pro- l’occasione che cercava. Anche A sinistra Massimo Moratti, a fianco Rafa Benitez ( FOTO OLYCOM)
prietà: il primo fu Ottavio Bian- perché sapeva di essere stato li-
chi, poi Suarez (pochi mesi da
traghettatore), quindi Hodgson
La risoluzione cenziato ben prima della trasferta
di Abu Dhabi. Non glielo aveva
Tifosi inquieti: si ve spera di tornare ad allenare al
posto di Roy Hodgson (un ex, ov-
nitez è comunque troppo (tre mi-
lioni per sei mesi) e speso assai ma-
e Castellini (due volte ciascuno).
Avanti, anzi indietro, con Simoni
consensuale detto nessuno, non ce n’era biso-
gno. La squadra non lo aveva mai
aspettavano una vio) e dove aveva detto che pas-
serà le vacanze (in realtà stava or-
le (l’Inter è attardata in classifica e
si qualificata solo da seconda al tur-
(il licenziamento più ingiusto e
meno legittimo). Nomi grossi
preferita accettato (e le palesi rimostranze
di Chivu nella sera della prima
gloria nerazzurra ganizzando il trasloco). no di Champions League). Il peg-
gio, a livello di consenso, è quanto
(Lippi) e rampanti (Tardelli), sconfitta, con la Roma all’Olimpi- sta per accadere. Il problema non
l’hombre vertical Cuper, il poliva- a una lunga co, rappresentavano l’indizio più come Zenga e si Vecchi vizi e (poco)
è Leonardo (buon allenatore, otti-
nobili virtù
lente Zaccheroni (si è fatto le clamoroso), il presidente neppu- ma persona, ma comunque ex cal-
due sponde di Milano e di Tori- battaglia legale re. A Moratti era bastata la scon- ritrovano l’ex ciatore, dirigente e tecnico del Mi-
no, gli manca quella giallorossa, fitta, netta e imprevista, con l’A- IL RITORNO del vecchio, irasci- lan fino all’anno scorso), il proble-
dopo quella laziale, ma ormai si di incerta tletico Madrid, nella Supercoppa tecnico dei rivali bile (ancorché freddo), signoril- ma è la soluzione-ponte, già fatal-
sente giapponese), infine il cici- europea per fargli sorgere i più cu- mente snob Massimo Moratti mente adottata dalla Juve l’anno
sbeo Mancini, l’egocentrico definizione pi tra i pensieri. Al resto avevano milanisti coincide con la grottesca piccola scorso. È chiaro che, sempre se ar-
Mourinho (che se ne è andato da contribuito le sconfitte (quattro cronaca di queste ore. In primo riva, Leonardo al massimo lavore-
sé), adesso Benitez: il finto umile in campionato tra cui il derby ca- piano, come sempre, i soldi. Beni- rà sei mesi da tecnico (a meno che
e finto pacioso, un diversamente ultima stagione all’Inter. L’altro salingo, due in Champions, com- avrebbe licenziato Benitez in ogni tez se ne va con tre milioni di euro non vinca lo scudetto o la Cham-
rancoroso ben mimetizzato. (Benitez) ha posto condizioni in- presa quella disastrosa di Brema), caso. Sia che avesse vinto la Cop- più i premi. L’allenatore ne chiede- pions) per poi tornare a fare il di-
compatibili per continuare la sua le lamentele in privato e in socie- pa, come è accaduto; sia che l’a- va sei degli otto pattuiti per le due rigente, il mestiere che ama di più.
Fenomenologia avventura: quattro acquisti entro tà, infine il confronto con l’in- vesse persa; comunque a prescin- stagioni. Con l’età e l’esperienza, Perciò la domanda è logica: per-
di un mecenate il 29 dicembre (ma il mercato gombrante passato, l’ombra di dere da ogni dichiarazione suc- Moratti, non butta più il danaro ché allora non Walter Zenga? La ri-
apre l’1 gennaio e Benitez lo sape- Mourinho, un atteggiamento giu- cessiva. Rafa conosceva il suo de- (due anni fa cedette Ibrahimovic sposta, secondo me, c’è: Leonar-
va), pieno supporto della società dicato inaccettabile. Dopo il stino. Aveva provveduto a iscrive- alleviando il bilancio e rifacendo la do non è solo la scelta di Moratti,
MORATTI divenne padrone del- (voleva dire che non c’era stato), Mondiale per club il presidente re la figlia a scuola a Liverpool, do- squadra), ma quello riservato a Be- ma anche la scelta dei giocatori.
l’Inter il 18 febbraio 1995 e pre-
sidente due mesi dopo, in aprile,
senza mai cedere il timone, tran-
ne che per i due anni e mezzo del-
LIBROINGOCCE
IBROIN
IBROIN
NGOC di Giorgio Dell’Arti
Tra i villaggi e i
la presidenza Facchetti, il fedelis-
simo Cipe (dal soprannome che
gli aveva affibbiato il mago Herre-
ra), così vicino a lui e così diverso
paesi messi a
ferro a fuoco
dai nordisti alla
BRIGANTI ALL’ETÀ DI CAVOUR
conquista del
da lui. Per esempio, nell’estate Sud.«Gli
che portò Mancini alla guida del- oltraggi subiti nel salone delle feste di Palazzo zo è una consuetudine praticata Analfabeti Analfabeti nel Leva Nel maggio 1861 la prima
l’Inter, Facchetti aveva pubblica- Carignano si è rivelato troppo con la connivenza della polizia. Il Regno delle due Sicilie: 87 per leva obbligatoria al Sud. L’arruo-
mente confermato Zaccheroni in piccolo per ospitare il nuovo camorrista “deve riscuotere un cento, in Piemonte e Liguria, lamento forzato spinge migliaia
forza dell’ammissione alla Cham- parlamento. L’aula viene allesti- grano (un decimo di carlino) per 54. di reclute a diventare briganti. In
pions League. E mentre Tronchet- Cannone Vittorio Emanuele ta all’ultimo in un cortile del pa- ogni carlino che riceve il coc- Sicilia, inizialmente immune dal-
ti Provera, socio e sodale di Mo- II, re di Sardegna, Cipro, Geru- lazzo. chiere, un grano per ogni car- Crani Cesare Lombroso, che le insorgenze filoborboniche, i
ratti, spingeva e si sbilanciava per salemme ecc. Il 17 marzo 1861 lino della posta del giocatore, un arruolato dal 1859 nel corpo di giovani si nascondono e talvolta
Capello (che voleva andarsene promulga la legge che lo auto- Cavour, dal 1857 padrone tanto a settimana dai padroni Sanità militare, esaminava i crani resistono con le armi ai soldati
dalla Roma e infatti finì alla Juve), rizza ad assumere, per sé e i suoi della politica piemontese: presi- dei caffè, e così per ogni oste, dei banditi, li misurava, li sezio- che vanno a cercarli. Nell’estate
il patron trovava l’accordo con successori, il titolo di re d’Italia. dente del Consiglio, ministro ogni facchino, ogni impiegato nava e lì ebbe “l’illuminazione 1864 la repressione: a Monrea-
l’ex laziale, spiazzando tutti. Il giorno dopo, a mezzogiorno, degli Esteri, ministro delle Fi- delle ferrovie [...] Il camorrista sul problema della natura del le, Marsala, Licata i famigliari dei
Questa volta no. L’esonero di Be- 101 salve di cannone (che do- nanze e degli Interni. Il parla- di ogni piastra che riceve deve criminale” (Francesco Pappa- renitenti alla leva vengono presi
nitez è un lungo addio, come lo fu vrebbero essere sparate in tutte mento “obbedisce a Cavour co- dare quattro carlini al commis- lardo). in ostaggio finché i ragazzi non si
l’esonero di Mancini. Diverso è il le città della penisola) annuncia- me a un maestro piuttosto che sario di quartiere, il quale divide consegnano.
momento, non le modalità: allora no la proclamazione del Regno seguirlo come un capo. Non c’è con l’ispettore di servizio, con il Briganti Le violenze dei bri-
come oggi a determinarlo furono d’Italia. più in Italia una sola politica, se cancelliere e con il caposqua- ganti e le rappresaglie dell’eser- Letame Pio IX, “quel metro
le parole spese in una conferenza non, direi quasi, una sola religio- dra” (Alexandre Dumas). cito del nuovo regno. In nove cubo di letame” (Garibaldi nel-
stampa post partita. Mancini, do- Abati La seduta inaugurale ne, la volontà di Cavour” (Wil- mesi sono sei i villaggi incendiati le sue Memorie. Lo chiamò così
po l’eliminazione dagli ottavi di del nuovo parlamento si è aper- liam de la Rive). Gaeta L’8 gennaio 87 batterie e 918 le case distrutte, un mi- da quando nel 1852 papa Mastai
Champions League, per mano del ta alle 11 del 18 febbraio. Su 443 di cannoni fanno fuoco su Gae- gliaio i briganti uccisi e 287 i autorizzò la sconsacrazione di
Liverpool (allenato da Benitez, deputati, 350 appartengono alla Sommossa Le grandi strade ta, dove si è rifugiato Francesco morti tra soldati e guardie na- don Enrico Tazzoli, sacerdote
guardacaso). Il pacioso Rafa dopo Destra moderata. Presenti fra torinesi, costruite con lo stesso II. Fino al tramonto si abbattono zionali. patriota, per consentire alle au-
la poco gloriosa conquista del gli altri: 85 fra marchesi, duchi e obiettivo delle avenues parigi- sulla città 8.254 colpi, i napole- Note “7.151 briganti che noi torità austriache di impiccar-
Mondiale per Club. Entrambi i ca- principi, 135 avvocati, 53 fra ne: dare spazio di manovra ai tani rispondono con 2.327. Il 16 abbiamo ucciso o fucilato dal lo).
si passeranno alla storia del calcio dottori, ingegneri e professori, reggimenti in caso di sommos- gennaio l’ex sovrano compie 25 mese di maggio 1861 al mese di Notizie tratte da: C’era una
come tentativi riusciti di autoli- 23 ufficiali, 5 abati. sa. anni. È durato 127 anni il trono febbraio 1863” (da una nota uf- volta in Italia di Antonio Ca-
cenziamento. Uno (Mancini) dis- borbonico delle due Sicilie. ficiale del generale La Marmo- prarica, Sperling & Kupfer -
se, salvo pentirsene mezz’ora do- Piccolo L’emiciclo costruito Camorrista A Napoli il piz- ra). Rai-Eri 2010, 18,50 euro.
po, che quella sarebbe stata la sua
pagina 16 Venerdì 24 dicembre 2010 Venerdì 24 dicembre 2010 pagina 17

SECONDO TEMPO SECONDO TEMPO

IL PEGGIO DELLA DIRETTA

TELE COMANDO
TG PAPI
+ bene) e, perché no, la P3, P4 e,
un domani, la P5 e seguenti. di Luigi Galella
Colpi
di Mitraglia
Mentana è sempre lui, diret- dell'ininterrotta permanen-
MONDO
LA NATIVITÀ “DIGITALE”

La classifica
WEB
di Federico Mello
è PALINSESTO RAI.IT PER LE FESTE
ALBANESE, RINO GAETANO E I PROMESSI SPOSI
A Natale e Capodanno Rai.tv presenta un palinsesto
speciale sui suoi canali tematici. Primo appuntamento
quest’oggi con le migliori gag di Antonio Albanese,
mentre la fine dell’anno sarà accompagnata dalle battute
più riuscite della Littizzetto, di Crozza e dagli sketch più
divertenti tratti dai programmi tv di Mamma Rai. Sul
canale Fiction, invece, le storie che ripercorrono la
carriera di grandi personaggi della musica. Il
24 dicembre la miniserie sulle tre sorelle del
feedback$
Commenti al post
su
ilFattoQuotidiano.it:
“iPad e gioielli a spese
dello Stato. La casta si
fa i regali di Natale” di
Carlo Tecce

è BRAVI, e a noi che cosa

Il partito Naturalmente, il Tg2 non


muove un muscolo e incassa le
parole di Berlusconi come se
fossero normali. Negli Stati
Uniti lo avrebbero coperto di
L’ anchorman è il giornali-
sta televisivo che getta gli
ormeggi sullo sguardo fug-
gevole degli spettatori e li in-
to, senza fronzoli verbali. Un
po' incanutito, ma rapido,
efficace, “televisivo”. E co-
me nel '92, nuovamente in-
cline a privilegiare la crona-
za in video, che dimostra
perlomeno il valore aggiun-
to della sua presenza.
Una delle costanti del Tg di
Mentana, oltre all'ospite po-
di YouTube
è L’ASSEDIO DI SARAJEVO 1992-95
SUL WEB UN RACCONTO PER IMMAGINI
È da pochi giorni online un “museo
virtuale” che racconta con immagini
l’assedio di Sarajevo (durato 44 mesi nella
Trio Lescano; il 25 sarà la volta di Rino
Gaetano interpretato da Claudio Santamaria.
Spazio anche alla cultura: su Bianco e Nero gli
appassionati potranno rivedere gli episodi de
“I promessi sposi” del 1967.
ci regalate? Da voi non
pretendiamo nulla, ci
rivolgiamo a Gesù Bambino
affinché sotto l’albero di
Natale ci faccia trovare la

dell’amore impeachment. Ma anche nella


Russia di Putin sarebbero pa-
recchio preoccupati.

g3
catena al video. Tenendo e
legando ogni momento del
giornale, con interventi e
commenti personali, anche
estemporanei. Un tecnico
ca, anche se quella di oggi si
è trasformata soprattutto in
cronaca politica. Tuttavia,
mostra di voler essere anche
riflessivo: “Vorrei che con-
litico di rilievo presente
spesso in studio, è il parere
contrapposto di due giorna-
listi della carta stampata.
L'ultimo martedì, sulla rifor- E1) cco i video più visti questa
settimana su YouTube Italia. E cco i video più votati questa
settimana su YouTube Italia.
guerra di Bosnia 1992-1995) nel quale
rimasero uccisi 10 mila civili, fra i quali
1.500 bambini. Il progetto, è sul sito
http://h.etf.unsa.ba/srp e, come ha spiegato
all’agenzia Fena la responsabile Selma
DAGOSPIA
COME TI CONVERTO LA
caduta del governo e quindi
lo scioglimento delle camere
perché questa classe politica
ci ha completamente deluso
e non è idonea a continuare
di Paolo Ojetti rirebbe: “La linea è netta, il
premier ha tagliato corto”. Il
T Il “premier” parlante fini-
sce negli scantinati. Le inquie-
dell'informazione, ma an-
che un uomo tv, che sa come
siderassimo insieme” …
“parliamoci ancora più chia-
ma Gelmini e il movimento
degli studenti, a Marco Tra- vity
The digital story of Nati- 1) Sport
Il vlogger “willwoosh”, sempre
Rizvic, darà la possibilità a chiunque in
tutto il mondo di studiare i dettagli
POLIDORI
Serata all'insegna di Forza Gnocca
a gestire la cosa pubblica.
Mike
g1 Tg1, nella linea della censura tanti scoperte di magistrati manovrare la barca delle no- ramente”... “spieghiamolo vaglio replicava Alessan- È il video del momento: un rac- tra i più graditi dagli utenti ita- dell’assedio della città. Il progetto è stato nella bellissima casa di Roma del
T Quando parla Berlusconi,
tutto il resto va a ramengo, te-
chirurgica, cancella gli insulti
che il partito dell’Amore ha
che congiurano, non sono
neanche nei titoli. Manca an-
tizie nell'angusto porto del
piccolo schermo, sottopo-
con questo servizio”, spez-
zando l'azione della parola
dro Sallusti, direttore del
“Giornale”. Il quale, da
conto (che a qualcuno potrà
sembrare blasfemo) su un’ipo-
liani, si cimenta appunto con lo
sport. 5.110 “mi piace”.
realizzato da un gruppo di studenti di
informatica dell’Università di Sarajevo.
deputato siciliano Nino Germanà,
martedì sera (...). Una trentina di
è ARRIVERÀ prima o poi
un nuovo 25 aprile!
legiornali, programmi, pubbli- lanciato ad Anna Finocchia- che la sua promessa: nel 2013 sto ai venti e i marosi dello sparata a raffica e lasciando quando l'hanno “rimasto so- tetica natività ai tempi di Goo- 2)Talenti Inutili parlamentari del Pdl, da Giancarlo Sergio2
cità. Bersani richiama alla me- ro. non mi ricandido. Potrebbe zapping. Una figura più spazio alla volontà di appro- lo”, se possibile, si è ancor gle. Ricerche online, Maps, L’altro vlogger cliccatissimo, Mazzuca a Dore Misuraca, da Sestino Giacomoni a
moria i dittatori che occupano purtroppo essere una minac- americana che italiana, che fondire e chiarire. Una mi- più intristito e incattivito, e mail, social network e geo-loca- Doesntmatter, si dedica ai “ta- Salvatore Torrisi, da Saverio Romano all'immancabile Ignazio La è SI, probabilmente verso
a piacimento i media, parla di g2 cia: vuoi vedere che vuol com- Enrico Mentana interpreta traglia sincopata, attenta a guarda la telecamera con gli lizzazione. 3.717.750 visualiz- lenti inutili”. 2.557 “mi piace”. Russa. Ma soprattutto quello che ha colpito i commensali (...) era la il 2734.
Kim il Sung e Lukashenko,
ma ci fu anche Fidel Castro che
T Alla pazzesca conferenza
stampa di fine anno c’era Ida
prarsi anche il Quirinale? L’an-
no si chiude con questo incu-
in Italia quasi “en solitaire”.
Iniziata con Berlusconi nel
colpire ma anche a far ca-
pire, che offre i fatti e cerca
occhi fissi come biglie di ve-
tro.
zazioni.
2) Yogi Bear Parody: “Boo-
3) Se Gesù fosse nato ai tem-
pi di Google e Facebook ?
quantità di gnocca presente. "Sembra quasi una festa del
presidente", ha sussurrato un deputato siculo riferendosi al Priapo
Giuseppe

non scherzava e assopiva l’ in- Colucci che, come sempre, ri- bo politico. Comunque, in pri- '92, e ripresa dopo un'inter- di spiegarli, anche perché lo Nell'antitesi Gelmini-stu- boo Kills Yogi” ending È il famoso video sulla natività, di Tor Crescenza. E, chicca della serata (...) il racconto esclusivo (...) è E CHE glie frega ? Mica
tera Cuba con televendite di ferisce. Eppure un sussulto, missimo piano la legge Gel- ruzione di sei anni nell'ago- spettatore dei tg, nell'ora ca- denti, Sallusti salva la prima Una parodia indipendente (e primo anche tra i più visti (in della conversione di Catia Polidori. Lunedì 13 dicembre infatti, sono soldi suoi...
sei ore consecutive. Da noi, uno solo,anche piccolo, un mini, gli insulti ad Anna Finoc- sto 2010, nel Tg de La7. Da nonica della prima serata - e assolve i secondi, pensan- pulp) del film “L’orso Yogi”. questo caso ha un titolo italia- dopo la cena dei deputati con Re Silvio, il deputato verdiniano Antonio
per fortuna, si possono ancora battito di ciglia, un accento di chiaro, le scuse di Gasparri e la quando, alle otto di sera, si per lo zelo dei direttori ver- do bene di attribuire ogni 3.047.526 views. no). 2.298 mi piace. Rocco Girlanda è passato a prendere con Denis Verdini la Polidori,
cancellare Rai e Mediaset, e sorpresa avrebbe pur potuto conduzione sobria di Schifa- misura con le corazzate Tg1 so il premier di cui Minzo- colpa ai professori, catego- 3) Introducing Word Lens 4) Make-up Tutorial Trucco e in gran segreto (...) sono arrivati a Palazzo Grazioli (…) attesi da è IL PUNTO è sempre lo
buttarsi su Sky e La7 e persi- tirarli fuori quando il Boss ha ni. E tornano gli studenti che, e Tg5. Competizione impa- lini è massimo artefice - in ria “che non produce ciò È lo spot di una straordinaria televisivo Berlusconi. Verso mezzanotte inizia un lungo conclave stesso: non si vergognano!!!
no le televisioni estere indi- socchiuso gli occhi, ha assun- assieme al Tg3, seguivano in ri, perché insieme i due Tg molti casi è privato sia del- per cui è pagata per produr- app per iPhone: basta inquadra- La truccatrice professionista di riservatissimo tra i quattro, che si conclude intorno alle 2, con (…) Fiorenzo71
spensabili per sapere come va to l’atteggiamento del poli- diretta il voto finale del Sena- realizzavano più del 60% l'uno che dell'altro. Gli re”. E dunque, quale la sua re con le fotocamera del mela- ClioMakeUp spiega come ha l'impegno del voto della Polidori per il governo (...). Come avrà fatto
il mondo. Ad ascoltare i deliri ziotto furbo e ha “rivelato” che to, giurando che resisteranno dell'ascolto di quella fascia ascolti in questi mesi lo han- originale proposta? Una fonino una scritta, e Word Lens realizzato il “trucco con cui so- Girlanda a convincerla (...) visto che la Polidori si è tirata dietro è DAI ragazzi, spendete
del Cavaliere c’era Sonia Sar- nella magistratura c’è questa un minuto il più del governo. Il oraria. no premiato, con lo share semplice, rapida ed effica- la traduce. Per ora solo italia- no andata su Rai 2”. 1.123 “mi l'astensione del suo amico Silvano Moffa? Girlanda e la Polidori, che poi con le elezioni ad
no. Se Umberto Eco la smettes- specie di loggia massonica che è possibile: i governi pas- Chi si aspettava in questi che oscilla fra l'8 e il 10% e ce: sostituire gli insegnanti. no-spagnolo e spagnolo-italia- piace”. umbri entrambi (...) condividono da anni ogni passo della politica e aprile arriva un altro bel
se di occuparsi di cimiteri mit- eversiva che ce l’ha con lui, so- sano, gli studenti si ricambia- mesi uno sventagliar di mi- un aumento dell'audience E dalla sua cattedra implaca- no. 2.481.921 views. 5) Minority Gasparri - Marco della loro vita imprenditoriale, e persino nella Fondazione Italia Usa, carico di finanziamenti!
teleuropei, potrebbe scriver- lo con lui, sempre con lui. Co- no ma sono sempre lì. Ripas- traglia, la lingua che crivella di circa il 300%, costringen- bile lo dice a labbra strette e 4) Lego Black Ops Travaglio di cui Girlanda è presidente, si trova infilata la Polidori Grazie per allietare ogni
ne una interessante fenome- spiratori che riecheggiano al- sano anche le immagini delle colpi come nessun altra, col dolo tuttavia al tour de force feroci, che nel suggerire l'il- Una rivisitazione Lego del vi- Il Passaparola di Marco Trava- come direttore esecutivo. giorno la mia monotona vita
nologia. Per esempio, se Ber- tri terribili sodalizi, la Mano manifestazioni e si rivede la so- ritmo e la pronuncia incal- luminata soluzione non alte- deogioco che si sta imponendo glio dedicato alle ultime dichia- di lavoro all’estero!
lusconi si presenta in video di- Nera, la Thule, la Triade, i Fra- lidarietà dei cittadini che le ac- zanti che l'hanno reso cele- Enrico Mentana, rano minimamente la pen- come il blockbuster di Natale: razioni di Maurizio Gasparri. Paolo
cendo “adesso vado ad Arcore telli Serbi, Skulls and Bones, la compagna. Bene, è una novità bre, è stato accontentato, milanese, da qualche mese sosa, petrosa mimica del vi- Call of Duty Black Ops. “Piace” a 912 utenti. L’app “Word Lens”;
e mi sparo”, Sonia Sarno rife- P2 (che il “premier” conosce che rende più dolce il Natale. ma solo in parte. Enrico dirige il Tg di La7 so. 2.166.028 views. f.mello@ilfattoquotidiano.it il Lego Black Ops; è SUI determinati
la natività “digitale”; argomenti si raggiunge
l’orso Yogi “pulp” sempre una maggioranza di
dimensioni bulgare... i
LA TV DI OGGI I FILM
SC1= Cinema 1
LO SPORT
SP1=Sport 1 GRILLO DOCET
politici non si smentiscono
mai e sempre stupiscono.
Masaniello
SCF=Cinema Family
SCH=Cinema Hits
SCMa=Cinema Mania
SCM=Cinema Max
SP2=Sport 2
SP3=Sport 3
VIVA LE MAMME
1) Negli anni ‘80, è IO PER NATALE non
19.15 Hannah Montana: 18.30 Calcio, Coppa del Re quando le imprese erano ricevo nulla.. anzi.. la banca
The Movie SCF 2010/2011 Ottavi di finale Valen- pubbliche, privato era bello. Iniziò un riceverà una bella rata del
14.10 DOCUMENTI Pie- 14.00 FILM Nick e l'amne- 15.00 NOTIZIARIO TG3 20.00 RUBRICA Il caffé - 13.40 SOAP Beautiful 13.40 RUBRICA Cotto e 12.55 TELEFILM Un detec- 11.35 TELEFILM Ultime dal 19.15 Cado dalle nubi SC1 cia - Villarreal (Replica) SP3 ciclo di privatizzazioni di beni pubblici, mio mutuo da pagare!!
trelcina come Betlemme - sia di Natale Flash L.I.S. Altre voci (REPLICA) 14.10 REALITY SHOW mangiato - Il menù del tive in corsia cielo "Per una vita norma- 19.25 Top Secret! SCMa 19.00 Wrestling WWE NXT
Il Presepe di Padre Pio 15.35 FILM Conciati per le 15.05 TELEFILM La strada
dalle banche alla Telecom. Beni nostri, Massimo
20.30 ATTUALITÀ Inchiesta Grande Fratello - Pillole giorno 13.50 REAL TV Sessione le" 19.40 Nick & Norah - Tutto Episodio 26 SP2
14.40 FILM Le campane feste per Avonlea 20.57 NOTIZIARIO Agrime- 14.15 FILM Piccole donne 13.50 CARTONI ANIMATI pomeridiana: il tribunale
pagati da generazioni di italiani. In
12.35 TELEFILM J.A.G. - accadde in una notte SCH 20.00 Wrestling WWE Super-
d'argento 17.10 FILM Lanny and 15.50 NOTIZIARIO TG3 GT teo 17.00 ATTUALITÀ Pome- I Simpson di Forum cambio, si pensò, avremmo avuto il è OLTRE alla rata del
Avvocati in divisa "I difen- 21.00 Caro Babbo Natale SCF stars Episodio 26 SP2
16.20 VARIETÀ E' quasi Wayne - Missione Natale Ragazzi 21.00 NOTIZIARIO News riggio Cinque 14.20 TELEFILM My name 15.35 SOAP OPERA Sentieri miglioramento dei servizi. I servizi peggiorarono e i soldi mutuo ci aggiungo anche la
sori" 21.00 Pelham 123: Ostaggi in 21.00 Wrestling, Wrestling
Natale 17.25 CARTONI ANIMATI 16.00 DOCUMENTARIO lunghe da 24 18.50 GIOCO Chi vuol is Earl 16.15 FILM Vento di tem- incassati dallo Stato finirono nel gorgo del debito pubblico. 13ma ben alleggerita dalle
13.30 NOTIZIARIO TG La7 metropolitana SCM WWE Domestic Smackdown
17.00 NOTIZIARIO TG1 - Classici Disney Cose dell'altro Geo 21.27 PREVISIONI DEL TEM- essere milionario TOP 14.50 FILM Il Grinch pesta Negli anni ‘90, quando la gestione di alcune imprese trattenute, assicurazione
13.55 FILM La Bibbia SCMa Episodio 26 SP2
Che tempo fa 17.45 NOTIZIARIO TG2 17.40 DOCUMENTARIO PO Meteo 2010 16.55 FILM Il gatto... e il 18.55 NOTIZIARIO TG4 - 21.00 S.O.S. Fantasmi pubbliche era ancora pubblica, si decise di passarla ai della macchina, bollo della
18.00 TELEFILM MacGyver
17.15 DOCUMENTI DA DA Flash L.I.S. - Meteo 2 Geo & Geo 21.30 ATTUALITÀ Tempi 20.00 NOTIZIARIO TG5 - cappello matto Meteo
"La talpa"
21.00 Hachiko SC1 22.45 Basket, NBA 2010/2011 concessionari. I beni, dall’acqua alle autostrade, rimasero macchina, luce, gas,
DA Immagini sotto l'Albe- 17.50 NOTIZIARIO SPORTI- 19.00 NOTIZIARIO TG3 - dispari supplementari Meteo 5 18.30 NOTIZIARIO Studio 19.35 SOAP OPERA Tempe-
19.00 TELEFILM The
21.15 The International SCH San Antonio Spurs - Denver pubblici, ma la gestione diventò privata. L’affare lo hanno finanziamenti vari... Beh dai
ro VO Rai TG Sport TG Regione - Meteo 22.30 NOTIZIARIO News 20.30 VARIETÀ Striscia la Aperto - Meteo sta d'amore
District "Piramide del cri-
22.40 Avventura nello spazio SCF Nuggets (Replica) SP2 fatto in due: partiti e Confindustria. Un esempio sono per quest’anno almeno c’è la
18.50 GIOCO L'eredità 18.15 NOTIZIARIO TG2 20.00 VARIETÀ Blob lunghe da 24 Notizia - La voce dell'im- 19.00 TELEFILM Mr. Bean 20.30 TELEFILM Walker
mine"
22.40 New Moon SC1 1.00 Calcio, UEFA Champions Autostrade per l’Italia di Benetton dove il pedaggio aumenta tredicesima, ma non si sa se
20.00 NOTIZIARIO TG1 18.45 FILM Polar Express 20.10 TELEFILM Seconde 22.57 PREVISIONI DEL TEM- provvidenza 19.35 CARTONI ANIMATI Texas Ranger 22.45 L'aereo più pazzo del League 2010/2011 Fase a gironi sempre, finanzia le campagne elettorali dei partiti e l’anno prossimo ci sarà...
20.30 GIOCO Soliti ignoti 20.30 NOTIZIARIO TG2 chance PO Meteo 21.10 FILM Una tata magi- I Simpson 21.10 FILM Il piccolo Lord 20.00 NOTIZIARIO TG La7
20.30 DOCUMENTARIO
mondo SCMa sesta giornata Real Madrid - produrre utili miliardari per gli azionisti. A Natale, James
Speciale Natale 21.05 EVENTO Concerto di 20.35 SOAP OPERA Un 23.00 RUBRICA Il punto ca 20.30 GIOCO Trasformat 23.20 RUBRICA I bellissimi 22.50 Money Train SCM Auxerre (Replica) SP3 quando c’è neve, non c’è Benetton.
21.55 EVENTO Santa Mes- Natale - XVIII Edizione posto al sole 23.27 PREVISIONI DEL TEM- 23.15 FILM Natale In 21.10 FILM Una poltrona di R4 Missione natura "Prima
puntata" (NUOVA EDIZIO- 23.20 L'era glaciale SCH 1.15 Poker, Sisal Poker 2) “Penso che una donna mamma contribuisce alla è COSA dovrei provare:
sa di Natale celebrata da 23.20 FILM Snow Dogs - 8 21.05 VARIETÀ 34° Festival PO Meteo Affitto per due 23.25 FILM Papà Gamba-
NE) 0.20 Chéri SCMa ICP. Ep. 5 SP2 crescita del pianeta in maniera determinante, se le rabbia o indignazione?
Sua Santità Benedetto XVI cani sotto zero del Circo di Montecarlo 23.30 NOTIZIARIO News 1.30 NOTIZIARIO TG5 23.35 FILM Babbo bastardo lunga
0.00 RUBRICA RELIGIOSA 0.55 FILM A casa per 23.15 FILM I tuoi, i miei e i brevi Notte - Meteo 5 Notte 1.30 ATTUALITÀ TV 2.10 FILM C'era una volta 21.35 FILM L'era glaciale 0.30 Immagina che SCF 2.00 Basket, Serie A maschile donne domani, tutte le donne, scegliessero di non fare Glennascaul
A sua immagine Speciale Natale nostri 23.33 RUBRICA Scenari 2.00 VARIETÀ Striscia la Moda (REPLICA) un piccolo naviglio 23.45 FILM Stargate SG-1: 0.40 Solo 2 ore SCM 2010/2011 10a giornata Cana- più figli da mettere in questo mattatoio, al mondo, fra
0.10 VARIETÀ 10 Stelle 2.15 PREVISIONI DEL TEM- 0.35 RUBRICA Appunta- 23.57 PREVISIONI DEL TEM- Notizia - La voce dell'im- 2.15 FILM Blues Brothers 3.15 FILM I fanciulli del Continuum 0.50 The Reader SCH dian Solar Bologna - Armani sessant’anni resterebbe solo l’unto dal Signore... Le è SAI COSA ricevo io per
per Madre Teresa PO Meteo 2 mento al cinema PO Meteo provvidenza (REPLICA) - Il mito continua west: Allegri 1.50 FILM Quien sabe? 0.55 Oggi sposi SC1 Jeans Milano (Sintesi) SP2 donne ormai pensano di essere degli uomini, Natale? Niente! È un altro
sottovalutano sé stesse ed il loro ruolo, si caricano di niente che aggiungo alla mia
impegni come se fosse normale togliere il tempo, la cura e i lista.
LA TV DI DOMANI I FILM LO SPORT
sorrisi ai nuovi nati, li affidano ai nidi, per ogni cosa c’è il nido;
non hanno capito il loro valore. Penso che siano la chiave di
svolta della Storia, è DAI che con i regali di
Geck

SC1= Cinema 1 SP1=Sport 1 ovviamente non è PUBBLICITÀ SEMPRE PIÙ ONLINE natale arriviamo a 2000
SCF=Cinema Family
SCH=Cinema Hits SP2=Sport 2
SCM=Cinema Max
SCMa=Cinema Mania SP3=Sport 3 parlo delle mogli NEL 2011 SUPERA LA CARTA STAMPATA? miliardi di euro di debito
19.05 X-Men le Origini: Wol- 17.00 Golf, Ryder Cup 2010 dei ‘culturalmente Dai consigli per gli acquisti agli acquisti pubblico!!!!!! Aiutate chi non
verine SCM 3a giornata (Replica) SP3 mafiosi’, non alle in Internet, la rivoluzione è in un clic. La arriva a fine mese o i
14.10 DOCUMENTI Pie- 14.00 FILM Nick e l'amne- 15.00 NOTIZIARIO TG3 20.00 RUBRICA Ippocrate 13.00 NOTIZIARIO TG5 - 12.25 NOTIZIARIO Studio 11.30 NOTIZIARIO TG4 - 11.00 ATTUALITÀ Effetto 19.10 Immagina che SCF 18.00 Basket Christmas Basket, mamme dei camorristi pubblicità abbandona le riviste materiali senzatetto!!!!
è DIRETTA TWITTER ANTI-B
trelcina come Betlemme - sia di Natale Flash L.I.S. 20.30 RUBRICA Tempi sup- Meteo 5 Aperto - Meteo Meteo - Vie d'Italia noti- Domino - tutto fa econo- 19.25 L'aereo più pazzo del NBA 2010/2011 New York o ndranghetisti. Una per approdare nei lidi selvaggi del www. Vtesty
Il Presepe di Padre Pio 15.35 FILM Conciati per le 15.05 TELEFILM La strada plementari 13.40 REALITY SHOW Rias- 13.00 FILM Giuseppe il re zie sul traffico mia (REPLICA) DURANTE IL VERTICE EUROPEO
mondo SCMa Knicks - Chicago Bulls mamma che ama suo La eMarketer è lapidaria: l’advertising
14.40 FILM Le campane feste per Avonlea 20.57 PREVISIONI DEL TEM- sunto: Grande Fratello dei sogni 12.00 VARIETÀ Ricette in 12.35 TELEFILM J.A.G. - Dalla pianura veneta è riuscito a
21.00 Una notte al museo 2 SCF (Diretta) SP2 figlio non lo manda in corre su web; secondo gli analisti, nel è ORMAI abbiamo perso
d'argento 17.10 FILM Lanny and 15.50 NOTIZIARIO TG3 GT PO Meteo 14.10 FILM Fuga dal Natale 14.25 VARIETÀ Fico + Fico famiglia Avvocati in divisa "I segre- mettere in imbarazzo i funzionari del
21.00 Star Trek - Il futuro ha 19.00 Golf, Ryder Cup 2010 guerra. Saluti”. Rossana 2011 gli investimenti online supereranno le energie anche per
16.20 VARIETÀ E' quasi Wayne - Missione Natale Ragazzi 21.00 NOTIZIARIO News 16.15 FILM L'uomo bicen- Christmas Show 13.00 DOCUMENTARIO ti" Consiglio Ue “esprimendo
inizio SCM Giornata finale (Replica) SP3 Z. per la prima volta quella per la carta incazzarci.
Natale 17.25 CARTONI ANIMATI 16.00 DOCUMENTARIO lunghe da 24 tenario 16.20 EVENTO Ice Chri- Speciale Melaverde 13.30 NOTIZIARIO TG La7 semplicemente la propria protesta”,
21.00 Ladykillers SCMa 20.30 Basket Christmas Basket, stampata negli States. Le previsioni Mattew
17.00 NOTIZIARIO TG1 - Classici Disney Cose dell'altro Geo 21.27 PREVISIONI DEL TEM- 18.50 GIOCO Chi vuol stmas Galà 14.50 FILM Poirot: Il Nata- 13.55 FILM Viaggio al cen- via Twitter, contro il premier Silvio
Che tempo fa 17.45 NOTIZIARIO TG2 17.40 DOCUMENTARIO PO Meteo essere milionario TOP 18.30 NOTIZIARIO Studio le di Poirot tro della Terra 21.00 A Christmas Carol SC1 Serie A maschile 2010/2011 evidenziano un balzo del + 13,9% per
Berlusconi. Uno scherzo serio, quello
17.15 DOCUMENTI DA DA Flash L.I.S. - Meteo 2 Geo & Geo 21.30 RUBRICA Meridiana 2010 Aperto - Meteo 17.00 TELEFILM Detective 16.45 FILM Mollo tutto 21.15 Un'estate ai Caraibi SCH Anticipo 11a giornata Scavolini l’advertising su rete e un decremento è ALLA faccia dei
di “mpietropoli” (questo il suo username sul social network),
DA Immagini sotto l'Albe- 17.50 NOTIZIARIO SPORTI- 19.00 NOTIZIARIO TG3 - - Scienza 1 20.00 NOTIZIARIO TG5 - 19.00 CARTONI ANIMATI Monk 19.00 TELEFILM I Magnifici Siviglia Pesaro - Fabi del 8,2% per gli investimenti tradizionali, poveracci che muoiono
22.45 Scusa ma ti voglio spo- un architetto italiano che – a differenza di altri che hanno
ro VO Rai TG Sport TG Regione - Meteo 21.57 PREVISIONI DEL TEM- Meteo 5 Tom & Jerry 17.55 TELEFILM Psych Sette "Rapina in banca" SC1 SP2 con perdite di 25,7 miliardi di dollari, congelati per le strade, i
sare Montegranaro (Diretta) scritto tweet di pesanti insulti al premier – ha solo “postato”
18.50 GIOCO L'eredità 18.15 NOTIZIARIO TG2 20.00 VARIETÀ Blob PO Meteo 20.30 VARIETÀ Striscia la 19.10 FILM Blizzard - La 18.55 NOTIZIARIO TG4 - 20.00 NOTIZIARIO TG La7 Geoff Ramsey, presidente della soldi per il popolo non ci
22.50 Mostri contro Alieni SCF 21.00 Golf, Ryder Cup 2010 citazioni dello stesso Berlusconi sullo schermo predisposto
20.00 NOTIZIARIO TG1 18.45 FILM Polar Express 20.10 TELEFILM Seconde 22.00 ATTUALITÀ Inchiesta Notizia - La voce dell'im- renna di Babbo Natale Meteo 20.30 DOCUMENTARIO eMarketer: “Gli inserzionisti hanno sono mai.
22.50 L'aereo più pazzo del Closing Ceremony (Replica) SP3 per far esprimere i cittadini via Twitter (senza moderatore)
20.30 GIOCO Soliti ignoti 20.30 NOTIZIARIO TG2 chance 3 (Interni) (REPLICA) provvidenza 21.10 EVENTO Alessandra 19.35 SOAP OPERA Tempe- Missione natura aumentato il budget per i media digitali, Vittorio
Speciale Natale 21.05 EVENTO Concerto di 20.35 SOAP OPERA Un 22.30 NOTIZIARIO News 21.10 FILM Ti amo in tutte Amoroso - Il mondo in un sta d'amore 21.10 ATTUALITÀ Invasioni
mondo... sempre più pazzoSCMa 22.30 Golf, Ryder Cup 2010 durante l’ultimo vertice europeo. L’architetto racconta di
avendo rilevato che i consumatori
21.55 EVENTO Santa Mes- Natale - XVIII Edizione posto al sole lunghe da 24 le lingue del mondo secondo - Il Concerto 20.30 TELEFILM Walker barbariche - Collection 23.15 Nemico pubblico SCM Giornata finale (Replica) SP3 aver saputo la parola chiave per accedere al servizio da un
passano più tempo online. È un punto di è SALVO ovviamente io
sa di Natale celebrata da 23.20 FILM Snow Dogs - 8 21.05 VARIETÀ 34° Festival 22.57 PREVISIONI DEL TEM- 23.30 FILM Sliding doors 23.10 RUBRICA SPORTIVA Texas Ranger 0.15 NOTIZIARIO TG La7 23.15 Giochi di potere SCH 23.00 Basket Christmas suo amico, che gli aveva trasmesso un comunicato stampa dal
svolta. Gli annunci sul web – ha parlo per me, ma sarei
Sua Santità Benedetto XVI cani sotto zero del Circo di Montecarlo PO Meteo 1.30 NOTIZIARIO TG5 - Poker1mania - Speciale 21.10 FILM Maverick 0.25 ATTUALITÀ M.O.D.A 0.20 Toys - Giocattoli SCMa Basket, NBA 2010/2011 Los Belgio. “Era la prima volta, l’occasione era ghiotta, ho voluto
continuato – sono considerati più pronto a scommetterci che
0.00 RUBRICA RELIGIOSA 0.55 FILM A casa per 23.15 FILM I tuoi, i miei e i 23.00 RUBRICA Consumi e Meteo 5 Notte Natale 0.00 ATTUALITÀ Storie di 1.10 FILM La grande stra- 0.40 Segnali dal futuro SC1 Angeles Lakers - Miami Heat protestare in modo lecito” dice all’Ansa.
A sua immagine Speciale Natale nostri consumi 2.00 VARIETÀ Striscia la 1.35 FILM Almost Blue confine da azzurra - Squarciò
affidabili”. Ma è presto per cantare il 99,9% della popolazione al
0.50 Space Chimps SCF (Diretta) SP2
0.10 VARIETÀ 10 Stelle 2.15 PREVISIONI DEL TEM- 0.35 RUBRICA Appunta- 23.27 PREVISIONI DEL TEM- Notizia - La voce dell'im- 3.05 FILM Ripper - Lette- 0.45 FILM Un giorno per- 3.10 TELEFILM Hardcastle
vittoria: i proventi van ripartiti tra la loro posto farebbe allo
1.20 Se mi guardi mi sciolgo SCH 0.30 Golf, Ryder Cup 2010 Clo-
per Madre Teresa PO Meteo 2 mento al cinema PO Meteo provvidenza (REPLICA) ra dall'Inferno fetto and McCormick moltitudine di soggetti del web, dai stesso modo...
1.30 Fuori tempo massimo SCM sing Ceremony (Replica) SP3
portali ai piccoli blog. (Valerio Venturi) Ale
pagina 18 Venerdì 24 dicembre 2010

SECONDO TEMPO

Giustamente
PIAZZA GRANDE É di Bruno Tinti

EFFETTO ORTICA
uando si racconta che il Pd (non il Pdl) da tempo propone
Q la modifica dell’art. 330 del codice di procedura penale la

Io e Bearzot, amici veri gente, in genere, se ne frega. Un po’ non sa cosa c’è scritto; e un
po’ pensa che il fatto che il pm non possa prendere di propria
iniziativa notizia dei reati non è poi così grave. Invece è una
cosa gravissima, la trave portante di tutto il progetto di B&C
di Gianni Minà zot, che a quel Mondiale avrebbe to pubblicamente sostenere trionfo si associarono Rossi e Tar- (ma vedete quanti C ci sono nella cosiddetta opposizione?) per
lanciato Cabrini, Rossi e Scirea, e Bearzot che, qualche mese pri- delli. L'indomani arrivarono tutti assoggettare e controllare la magistratura.
veva una faccia da boxeur, avrebbe fatto giocare alla nostra ma, dopo essere stato privato per con l'aereo di Pertini. Alle sette

A
Questo articolo 330 dice dunque che il pm prende di propria
ma come i vecchi eroi del Nazionale il più bel calcio del tor- il “caso scommesse” tanto di Pao- del pomeriggio andai all'albergo iniziativa notizia dei reati; il che vuol dire che, se da qualche
ring era un romantico. En- neo, mi aveva tenuto due intere lo Rossi quanto di Giordano, non per prendere i miei ospiti. Rossi e parte si commette un reato e lui lo viene a sapere perché ne
zo Bearzot, il Commissario sere prima della partenza per far- era riuscito ad aggiudicarsi gli Tardelli erano pronti, ma Bearzot parlano i giornali o la tv oppure perché glielo racconta
tecnico della Nazionale di calcio mi raccontare l'Argentina ferita Europei che si svolgevano in Ita- non appariva. Salimmo e l'inser- direttamente qualche cittadino, magari con una lettera
che vinse il Mondiale quasi mez- di quella tremenda stagione e lia, ed era stato aspramente attac- viente, poiché non rispondeva al anonima, può decidere di indagare. Attenzione: può, non
zo secolo dopo i trionfi degli an- perfino i significati di una cultura cato da una critica più prona ai telefono, ci aprì la sua stanza. deve, indagare. La notizia di reato deve essere seria,
ni '30, quelli di Vittorio Pozzo, che abbracciava anche il tango. grandi club che alla Nazionale. La Enzo era supino sul letto con le
circostanziata, attendibile; né l’articolo di giornale né la
era un uomo per nulla vicino al- Enzo, infatti, era un uomo mania- vittoria con la Danimarca, che se- braccia aperte, completamente
l'immagine che, secondo la re- calmente attento a tutte le evo- guiva quella con il Lussemburgo, snervato. lettera anonima costituiscono prova del reato; sono solo uno
torica, ha l'italiano vincente in luzioni non solo tecniche ma an- ci rimetteva in marcia verso il Tardelli mi spiegò che non dor- spunto per fare indagini. Se poi si troveranno le prove ci sarà
un contesto internazionale. Era che sociali del calcio, e memore Mondiale spagnolo che avrem- miva da tre giorni e mi chiese di il rinvio a giudizio; se non si troveranno ci sarà l’archiviazione .
rigoroso, schivo, intransigente, dei suoi interessi culturali colti- mo vinto nell'82. A quel succes- lasciarlo tranquillo: “Tanto quelli B&C lo vogliono abrogare: il pm potrà cominciare le indagini
schietto (come tutti i tifosi del vati nel suo liceo in Friuli, amava so pochi credevano, tanto che che hanno vinto ci saranno tutti solo se la polizia gli fa pervenire una denuncia; se no il reato
Torino) duro, generoso nella vit- talvolta citare Ovidio e Calvino. Giovanni Minoli, in un sondag- nel tuo studio...” mi borbottò iro- può essere sotto gli occhi di tutti ma, senza denuncia, non si
toria e per nulla vittimista nella Ricordo intere serate negli hotel gio di Mixer, aveva trovato solo nico. La trasmissione, con uno può fare niente.
sconfitta. Un tipo come Enzo della Nazionale a parlare di lette- me propenso a controbattere studio pieno di protagonisti del- E che importanza ha?, pensa il comune cittadino; tanto la
Ferrari, che proprio come il dra- ratura con Riccardo Corato, so- Enrico Ameri, mitica voce della lo spettacolo e di vip di tutte le polizia farà le denuncie. Bisogna vedere. Denuncie per
ke non aveva tenerezza con i mo- ciologo prima ancora che inven- radio e portavoce della sfiducia provenienze, la facemmo con rapine, furti e omicidi quante ne volete. Ma per corruzione,
di del giornalismo moderno, tore del marketing della ditta di che la stampa sportiva italiana Rossi e Tardelli collegati in diret- interessi privati in atti d’ufficio e in genere per i reati dei
spesso incline a partigianerie e abbigliamento sportivo che aveva. Io, che ormai ero il con- ta con Torino dove, presentati da politici e dei loro amici la denuncia non è frequente. Non
che molte volte esige l'ossequio, Claudio Gentile, c'erano i Rol- perché la polizia partecipi del malaffare diffuso nella
ritenendosi assurdamente l'ar- ling Stones. politica. Ma perché il ministro dell’Interno (o della Difesa se
tefice del successo di alcuni pro- Enzo era onesto, si tratta dei carabinieri, o delle Finanze se si tratta della
tagonisti del nostro tempo. Ho SOLO DODICI anni dopo quel-
avuto la fortuna di lavorare, nel colto, riflessivo. la notte, per il Mondiale di Usa guardia di finanza) telefona al prefetto o al generale che
mio ruolo di giornalista televisi- '94, Bearzot, che con i potentati telefonano al questore o al colonnello che telefonano … fino
vo, in sintonia con questi due gi- Dopo la vittoria del calcio non aveva mai avuto a qualcuno che spiega al commissario o al maresciallo che
ganti di un mondo sportivo che un gran feeling, era a New York quel rapporto, si hai capito bene, proprio quello, non si fa,
non c'è più e per questo sono
Mundial mi promise come collaboratore di una pro- mettilo nel cassetto e scordatelo.
convinto che l'accostamento che avrebbe duzione di Rai Corporation che Sicché pensiamo a quello che sarebbe successo se la Procura
non è azzardato. Bearzot come io presentavo. di Milano non fosse stata (ancora) libera di “prendere di
Ferrari era diffidente verso il partecipato a una Le due volte che era andato a ve- propria iniziativa notizia dei reati”. Capita che Maroni va
mezzo televisivo, che conside- sponsorizzava gli azzurri. Cora- dere l'Italia allo stadio nel New Milano, viene informato che Comune ha assegnato alloggi
rava impudico, sguaiato. Ma con to, sapendolo cattolico anche se trasmissione, ma Jersey, era entrato con il lascia- popolari a 25 famiglie rom e si incazza: non se ne parla
il tempo lo convinsi. tendente al laicismo, lo affascina- era così stanco che passare del regista Ruggero Miti. nemmeno, gli alloggi agli italiani. Disponibile, anzi prono, il
va con i suoi racconti sulla teo- La Federcalcio di allora non lo Comune esegue e revoca l’assegnazione. Il Procuratore
LA NOSTRA amicizia nacque logia della liberazione, allora spe- poco prima della aveva accreditato. Ma Enzo non Spataro (che legge i giornali) si chiede: “ma come, prima si,
praticamente alla vigilia del Mon- ranza dei credenti latinoamerica- si era dispiaciuto più di tanto. La poi arriva Maroni che si incazza perché ai rom le case
diale argentino del '78, quello di- ni: “Cristo e San Francesco erano messa in onda volta dopo si era consolato an- popolari non si debbono dare, e adesso no? Ma sarà che c’è
sputato sotto la cappa della fero- comunisti” provocava il sociolo- dando ad ascoltare il gospel nella
ce dittatura militare. L'anno pri- go ed Enzo, dopo ore di confron- rinunciai all’idea chiesa etiope di Harlem. un tantino di discriminazione razziale? Perché, se c’è (se,
ma, inviato in Argentina per gi- to, tagliava corto come avrebbe andiamo a vedere le delibere
rare un documentario sul folklo- fatto il suo amico Nereo Rocco, (FOTO OLYCOM) del Comune, quelle prima di
re del paese, da vecchio cronista “Taci mona”. duttore di Blitz, la maratona spet- Maroni e quelle dopo), allora
di sport, non avevo resistito alla Il problema era che, specie alla tacolo domenicale di Raidue, an- c’è l’art. 1 comma 1 lett. a della
tentazione di andare alla confe- vigilia degli incontri, Bearzot era che in quella occasione il Mon- L. 25.6.93 n. 205 che punisce
renza stampa dell'ammiraglio La- insonne come Conti e Tardelli e diale lo vissi a casa, a Roma. Spes- (da 6 mesi a 3 anni, mica poco)
coste, “patron” della manifesta- come lo stesso Corato e, alla fine, so parlavo al telefono con Enzo chi commette atti di
zione. Avevo posto anche una per sedarli il dott. Vecchiet ricor- che, dopo l'inizio stentato dell'I- discriminazione razziale”.
domanda che era risultata, però, reva al roipnol che finalmente re- talia con tre pareggi contro Po- Ecco, che i civich denuncino
azzardata: avevo chiesto, infatti, galava loro qualche ora di riposo. lonia, Perù e Camerun, era l'uni- alla Procura il sindaco Moratti
se era vero che nel paese erano Anche la mia prima intervista co, ormai, a credere nel riscatto lo vedo poco probabile; senza
cominciati a sparire dei cittadini, con Pertini la devo a Bearzot, do- dei suoi ragazzi, anche se non na- l’articolo 330 la
in particolare sindacalisti, stu- po un'Italia-Danimarca finita 2-0 scondeva la preoccupazione. In discriminazione razziale ai
denti, artisti. La risposta era stata all'Olimpico di Roma nel novem- quel momento di dubbio gli danni delle famiglie rom (se c’è
gelida ed io avevo dovuto lascia- bre dell'80, quando il compagno strappai la promessa che il gior-
stata, si vedrà) resterebbe
re rapidamente il paese. Così la presidente scese sul terreno di no dopo l'eventuale vittoria
Rai, per cautela, non mi aveva gioco per confrontarsi con Enzo, avrebbe festeggiato in uno stu- impunita. Capito perché alla
iscritto successivamente fra gli più che sulla partita sulla qualità dio televisivo con noi di Blitz. A politica il 330 fa l’effetto
inviati ad Argentina '78 ma Bear- di certe pipe. Pertini aveva volu- questo progetto la notte del dell’or tica?

È vero che il
Le omissioni parlamentare del
Pdl si è offerto al
uno studente ha di ricevere una
buona istruzione e al dodicesi-
mo posto nel mondo in termini
di qualità complessiva del siste-
in Europa per numero di pubbli-
cazioni; è al settimo posto nel
mondo per numero di citazioni;
le eccellenze sono nei campi del-
“L’Inghilterra era uscita da qual-
siasi classifica di merito e grazie a
quei tagli [epoca Thatcher, nda]
ha ripreso a scalare le classifiche

di Quagliariello confronto, ma sia lui


sia Gelmini evitano
ma. Il professore ignora, o vuol
ignorare, questo dato prove-
niente da una delle fonti che cita
per screditare l’università. Ma
mica finisce qui. Il nostro acca-
la medicina, matematica, fisica,
biologia molecolare e genetica,
scienze spaziali, neuroscienze e
scienze del comportamento; i
giovani ricercatori italiani si
mondiali”. A parte il fatto che le
“classifiche di merito” esistono
dal 2003 e che al tempo dei tagli
non ve ne era traccia, quello che
il professore non sa è che negli
di raccontare la demico-senatore non sa, o non piazzano al secondo posto in ter- anni ’90 la politica universitaria
di Massimiliano Vaira(*) vuol sapere, che è appena uscito mini di successo nell’ottenimen- britannica si accorge del disastro
verità: l’Università un rapporto UNESCO, secondo to dei finanziamenti del Consi- prodotto da quei tagli in termini
isogna dare atto al profes-

B
italiana è tra le cui il sistema americano, per glio Europeo della Ricerca; delle di qualità della didattica e della
sore-senatore Quagliariel- quanto riguarda la didattica, è 45.000 pubblicazioni prodotte ricerca. A partire dalla metà de-
lo (e ringraziare Il Fatto per migliori del mondo uno dei peggiori al mondo, seb- nel 2007 il 40% sono frutto di col- gli anni ’90 il sistema viene for-
aver promosso l’iniziati- bene le sue istituzioni di vertice laborazioni internazionali. Va temente finanziato e questa po-
va) di aver fatto ciò che il mini- e i numeri sono lì a egemonizzino i ranking interna- sottolineato che i Paesi che ci litica è continuata fino a que-
stro Gelmini non ha fatto per zionali. Perché? Perché ha ottimi precedono sono quelli in cui il st’anno (governo Cameron).
due anni: confrontarsi con gli dimostrarlo e ben finanziati centri di ricerca, finanziamento dell’università e Giusto per dare l’idea, tra il 2000
studenti e i ricercatori. Per il re- ma per il resto e nel complesso della ricerca è nettamente più al- e il 2007 la spesa pubblica in
sto, però, non è andato oltre una non è che se la sfanghi bene. C’è to del nostro. E a proposito di fi- istruzione superiore britannica
serie di luoghi comuni e slogan le parole d’ordine politiche che zionali: nessuna università italia- un’altra mistificazione presente nanziamento, il professore-sena- è cresciuta del 50% contro il no-
governativi sull’università. In- poco hanno a che fare con un di- na è tra le prime 200. Questo ba- nel Quagliariello-pensiero e nel tore non dice che l’Italia si trova stro 12% dello stesso periodo
somma come accademico, ha di- scorso serio e fondato sull’uni- sta e avanza per giustificare la ri- non-pensiero gelminiano: la ri- al trentaseiesimo posto dei paesi (dati OCSE). Se la Gran Bretagna
mostrato ciò che vent’anni fa di- versità. Insomma, il professo- forma “epocale”. Tutto chiaro al- cerca italiana se non è pessima OCSE relativamente alla spesa oggi è in alto nelle classifiche è
ceva Sabino Cassese: “Molti pro- re-senatore non sa o non dice lora? Per niente, siamo in piena poco ci manca, gli accademici per l’istruzione universitaria sul perché il suo sistema è stato ben
fessori non scriverebbero una ri- una serie di cose che dovrebbe mistificazione. Nel 2008 il Times italiani passano il tempo a scri- PIL, al ventiseiesimo posto per finanziato, non de-finanziato. E
ga nelle loro discipline senza invece sapere e dire. Higher Education Supplement, ac- vere di cose eccentriche e irrile- quanto riguarda il rapporto do- lo stesso si deve dire della Ger-
aver fatto mille ricerche di archi- Uno degli argomenti principali canto ai ranking per singola isti- vanti, si produce poco e con centi-studenti e tra gli ultimi re- mania e la Francia che hanno im-
vio, ma, per il solo fatto di essere cavalcati tanto dalla Gelmini tuzione, ha fatto anche quelli dei scarsissima rilevanza internazio- lativamente al numero di studen- messo miliardi extra per finan-
all’università, ritengono di espri- quanto da Quagliariello è quello sistemi di istruzione superiore. nale. Una recente ricerca del ti che beneficiano di sussidi e ziare le rispettive politiche per
mersi da esperti sull’università secondo cui l’università italiana Sorpresa! L’Italia si piazza all’ot- CNRS francese ci dice tutt’altro. borse di studio. Infine, ma ci sa- l’eccellenza dell’istruzione su-
stessa”. Questo limite si aggrava versa in un pessimo stato e ciò è tavo posto nel mondo e primo in La ricerca italiana si piazza all’ot- rebbe ancora molto altro da dire, periore.
combinandosi con la retorica e certificato dai ranking interna- Europa per la probabilità che tavo posto nel mondo e al quarto il professore-senatore dice che (*) Università di Pavia
Venerdì 24 dicembre 2010 pagina 19

SECONDO TEMPO

IL FATTO di ieri24 dicembre 1970

Tommaso Padoa-Schioppa
MAIL BOX “Prendono, meditano i nobili atteggiamenti delle grandi
sfingi allungate in fondo a solitudini…”. Sono i gatti,
secondo Baudelaire, ma certo la frase ben si adatta agli
eleganti “Aristogatti”, tenera saga felina della Disney
Productions, uscita al cinema il 24 dicembre 1970, a
quattro anni dalla morte del fondatore della factory. Un
vero cadeau natalizio per i fan dei cartoon, entrato da
subito nella top ten dei “classici Disney”. Sono passati 40
e le tasse bellissime
Quella dello scomparso mini-
Furio Colombo

7 A DOMANDA RISPONDO anni da quel debutto e la favola di mamma Duchessa e dei


suoi tre cuccioli Minou, Bizet e Matisse, mici aristocratici
stro Tommaso Padoa-Schioppa
dell'autunno 2007 (che conte- COPPIE che dipingono, suonano il piano e studiano canto nella
lussuosa casa di Madame Bonfamille, mantiene tutto il suo
humour naïf. Sarà per il contrasto giocoso tra la raffinata
neva le celebri parole “le tasse
sono bellissime”) è stata pro-
prio un'affermazione infelice e
DI FATTO famiglia di gatti snob, sullo sfondo di una Parigi
deliziosamente “belle époque”, e il mondo plebeo della
anche poco furba politicamen- aro Colombo, Barbara volte, lealmente, che lei è una privilegiata. banda dei gatti da strada, sfrenati nei loro buffi balli a ritmo
te. Poco furba, vista la posizione
che Berlusconi ha da anni sul te-
C Berlusconi si sente a suo agio
con Matteo Renzi, sindaco Pd di
Ma, a giudicare dalla dura realtà (la fanno
cominciare, lei, allieva di Cacciari, dal Milan,
di jazz. Sarà per i romantici intermezzi sentimentali tra
mici, per le irresistibili performance degli strampalati
ma, e considerato il fatto che Firenze. Quando lo trova al tavolo non da Mediaset o da Mondadori) si rende personaggi che circondano l’allegra tribù felina e la
quest'ultimo (allo scopo di in- con suo padre a Macherio, dice a conto che, anche se privilegiata, la vita da guidano alla gioiosa riscossa contro il cattivo di turno, ma è
fluenzare l'elettorato) “stron- Vanity Fair: “Credo che ad giovani non è mai una passeggiata. E si certo che i gatti aristocratici di Disney sono ancor oggi una
ca” gli avversari politici attri- avvicinarci non siano le idee immedesima in Matteo Renzi che, scelto dal delizia.
buendo arbitrariamente a loro politiche, ma la stessa cultura suo partito per diventare presidente della Giovanna Gabrielli
l'intenzione di “aumentare le generazionale”. Di che cosa parla Provincia a 28 anni, deve poi lottare contro il
tasse”, comunque. A parte il fat- Barbara Berlusconi? Cos’è la cultura suo partito per diventare sindaco prima della
to che si dovrebbe parlare di generazionale? ghigliottina dei quarant’anni. Dunque dal 1998 prestigiosi incarichi
“imposte” (poiché per il diritto Mariangela guardiamoli insieme, a destra e a sinistra di L’abbonato ministeriali (prima consigliere
tributario “la tassa” è il corri- Berlusconi “il buono”. Lei non avrà avuto il giuridico alle Finanze e poi capo
spettivo di un servizio), in Italia LA SIMPATIA istintiva e naturale cielo ma ha avuto il Milan, da papà. Lui non del giorno di gabinetto agli Affari regionali
c'è da parte di questo governo la fra due persone giovani è un fatto del tutto avrà avuto il Milan ma ha avuto Firenze, con Fitto e infine all'Ambiente con
stessa paranoia che si ritrova, comprensibile. E poi Barbara Berlusconi aveva come si è capito quando il buon padrone gli Prestigiacomo), con particolare
moltiplicata, negli Usa. Là è stata ben altra ostilità da sfogare in quell’inter vista ha candidato contro un malinconico ex VALENTINO TRIOLO slancio dell'attività dal 2001,
recentemente rinnovata l'esen- (comandata proprio ad uso della odiata Mara calciatore negato non tanto per la politica quando ebbe l'onore di entrare al
zione fiscale di Bush ai miliar- Carfagna). È già abbastanza abituata alla quanto per la parola. Insieme ci ricordano Orgoglioso di essere un Consiglio di Stato. Insomma,
dari, e comunque ai ricchi. Così conversazione mondana da sapere che se l’indimenticabile scena di “Annie e io” di abbonato della prima ora. diamo serenamente atto che il
pagheranno i poveri, anche in dirai cose atroci contro qualcuno (Carfagna, Woody Allen. L’attore-regista, che sta Attualmente mi trovo a magistrato Montedoro non è
termini di distruzione del già mi- appunto) devi avere il contrappeso, devi rompendo il suo rapporto con Annie, nota in Londra, ma non mi faccio fuori ruolo, ma che ha un doppio
sero “welfare state” americano; mostrare stima e apprezzamento (meglio se strada una giovane coppia che sembra mai mancare la dose lavoro e stipendio pubblico (triplo
così si sarà costretti a cercare i sorprendente) per qualcun altro. Però Matteo affiatata e felice e chiede con sincera quotidiana di fatti e realtà se aggiungiamo la docenza
soldi del debito pubblico in Ci- Renzi non era seduto a quella tavola per curiosità “Ma che cosa vi tiene insieme?”. italiche grazie ai Pdf. Il sito privata, cui certo avrà giovato
na. caso. Era venuto a rendere omaggio, vistoso e Risponde subito il giovane con un bel sorriso: è sempre aggiornato e l'esperienza maturata
Salvatore Lattarulo formale, a Berlusconi. Era venuto in un modo “Siamo così superficiali...”. Lei approva, offre sempre nuovi spunti nell'amministrare la giustizia):
che non poteva e non doveva passare radiosa. di riflessione per una buon per lui, male per chi
Io invece penso che quella di inosservato. Fresca di laurea breve in Filosofia, lettura della realtà italiana. cerca occupazione e si sente dire
Padoa-Schioppa sia stata la frase Barbara avrà sorriso di quell’inchino a suo Furio Colombo - Il Fatto Quotidiano Spero che presto decidano che non ce n'è. Quanto alle ac-
più giusta e coraggiosa padre che ha avuto l’occasione di 00193 Roma, via Orazio n. 10 di spedire qualche copia cuse di involontario e vago 'anti-
pronunciata da un ministro testimoniare. Nell’intervista ricorda varie lettere@ilfattoquotidiano.it anche qua a Londra e in semitismo' davvero non c'è biso-
italiano da almeno 17 anni. giro per l'Europa a noi gno di alcun commento, le trovo
(m.trav.) italiani sinceramente incomprensibili, ol-
all'estero. tre che inaccettabili. (C.P.)
Anche i Con riferimento all’articolo
viste dal Consiglio di Stato. Inu- plicemente attribuito in relazio- "cervelli “Manganelli in TV a Silvio pia-
LA VIGNETTA tile aggiungere che tanto è do- ne alla posizione rivestita, è sta- in fuga" cendo” del 23 dicembre l’Asso-
cumentalmente dimostrabile to debitamente e con traspa- hanno ciazione dei dirigenti RAI pre-
attraverso la semplice consulta- renza dichiarato all’Organo di fame di cisa che l’assicurazione stipulata
zione (che è generalmente pub- Autogoverno. La citata condot- notizie. dai dirigenti per la responsabi-
blica) della stesura dei pareri a ta denigratoria è in tesi fonte lità’ da eventuali danni erariali è
sua firma. Importante sottoli- inequivoca di responsabilità e Raccontati e manda una foto a: stata richiesta dai dirigenti stes-
neare che la partecipazione alle pertanto con la presente, al fine abbonatodelgiorno@ si già da alcuni anni, è contratta
adunanze comporta lo studio di scongiurare spiacevoli inizia- ilfattoquotidiano.it su base volontaria, e, soprattut-
dei fascicoli assegnati, la predi- tive giudiziarie, La invitiamo a ri- to, è pagata interamente dal di-
sposizione della relazione al storare con immediatezza il senza discutere il quantum, rigente con bonifico diretto alla
Collegio, la discussione collegia- danno lamentato dal nostro pa- anche se va ricordato che il compagnia di Assicurazione.
le e la conseguente stesura dei trocinato, tramite la pubblica- consigliere potrebbe rinunciare Oltre alle assicurazioni di legge
pareri. Orbene, tralasciando zione immediata della presente quando vuole al doppio stipendio e contrattuali non sussistono
qualsivoglia considerazione cir- replica sul vostro quotidiano visto che il datore di lavoro è lo ulteriori tutele legali o forme as-
ca l’adeguata intrinseca offensi- con il dovuto risalto. Distinti sa- stesso, lo Stato, e la materia sicurative in favore dei dirigenti
vità dell’epiteto nomen omen luti. assai affine. Ma apprendo dal Rai.
attribuito al dott. Giancarlo avv. Marco Montedoro e avv. Ma- sito dell'università privata Luiss, Associazione dirigenti Rai
Montedoro (che ci piace ascri- rio Simone dove Montedoro è docente di ben
vere ad un non riuscito eser- due corsi con doppia lezione Grazie per la precisazione. (L.M.)
cizio di satira giornalistica, in- Nell'articolo citato si parlava di settimanale ciascuno (che devono
volontariamente intriso di vago magistrati fuori ruolo e di impegnarlo parecchio insieme ai
antisemitismo atteso che Mon- magistrati con doppio – lauto – seminari stagionali e alle
tedoro, Goldberg in tedesco, è compenso a fronte dei recenti numerose sessioni d'esame), che
cognome di origine ebraica, sul tagli agli stipendi per chi invece è il consigliere – pur esercitando IL FATTO QUOTIDIANO
quale evidentemente ancora si a inizio carriera e vorrebbe fare costantemente le funzioni di via Orazio n. 10 - 00193 Roma
scherza come facevano una vol- semplicemente il suo lavoro. magistrato – ha collezionato sin lettere@ilfattoquotidiano.it
ta i gentili con gli “immondi” Tant'è che la conclusione del
Diritto di Replica che vi sono magistrati che “la- prestatori ad interesse ), ci pre- pezzo, per bocca della presidente
sciano da parte la toga per ap- me con forza ribadire che le di sezione del Tar di Roma Lidia Direttore responsabile
Caro Direttore, plicarsi a nuovi incarichi – ade- suindicate precisazioni, eviden- Sandulli, è un auspicio a vietare
abbiamo ricevuto espresso guatamente retribuiti – mante- ziano che il nostro cliente, per- per legge doppi incarichi e doppi Antonio Padellaro
mandato dal Dott. Giancarlo nendo però attivo anche lo sti- cepisce due trattamenti patri- stipendi per tutti i dipendenti Vicedirettore Marco Travaglio
Montedoro, Consigliere di Sta- pendio da magistrato”, atteso moniali semplicemente perché pubblici (con o senza toga). Nello
to, domiciliato ai presenti fini che tanto non è assolutamente svolge due lavori. Preme al no- specifico, Montedoro lavora al Caporedattori Nuccio Ciconte e Vitantonio Lopez
presso lo studio dei sottoscritti riferibile al nostro assistito. Il stro patrocinato evidenziare, Consiglio di Stato (stipendio Progetto grafico Paolo Residori
procuratori, di signicarVi quan- dott. Montedoro, infatti, non ha infine, che l’impegno professio- medio 130 mila euro all'anno) Redazione
to segue in relazione all’articolo lasciato la toga. Egli non si trova nale presso la Presidenza della ma ha anche assunto dallo 00193 Roma , Via Orazio n°10
apparso sul Vostro spettabile fuori ruolo, come erroneamen- Repubblica, richiestogli unica- scorso maggio il ruolo di tel. +39 06 32818.1, fax +39 06 32818.230
giornale il 7 dicembre scorso. È te riportato nell’articolo in esa- mente per la sua comprovata e vicedirettore dell'Ufficio Affari e-mail: segreteria@ilfattoquotidiano.it
sito: www.ilfattoquotidiano.it
opportuno premettere che il ci- me, atteso che risulta compo- ad oggi mai discussa altissima giuridici presso la Presidenza
tato articolo, che qui si abbia nente effettivo in ben due se- professionalità giuridica, lo della Repubblica per 91 mila Editoriale il Fatto S.p.A.
richiamato, dal tenore eviden- zioni del Consiglio di Stato, la avrebbe svolto anche per mero euro l'anno, incarico senza limite Sede legale: 00193 Roma , Via Orazio n°10
temente ironico e sprezzante, sezione atti normativi e la prima spirito di servizio in favore dello temporale. Compenso, dite voi, Presidente e Amministratore delegato
non risulta del tutto rispettoso sezione consultiva, con ovvia Stato e che il compenso per- 'meramente' attribuito e non Giorgio Poidomani
dei criteri di continenza, laddo- conseguente partecipazione, cepito, mai fatto oggetto di al- concesso dopo 'contrattazione': Consiglio di Amministrazione
ve nelle premessa sottolinea settimanale, alle adunanze pre- cuna contrattazione , ma sem- gesto nobile accettare l'offerta Luca D’Aprile, Lorenzo Fazio, Cinzia Monteverdi, Antonio Padellaro
Centri stampa: Litosud, 00156 Roma, via Carlo Pesenti n°130,
20060 Milano, Pessano con Bornago , via Aldo Moro n°4;
Centro Stampa Unione Sarda S. p. A., 09034 Elmas (Ca), via Omodeo;
Abbonamenti Società Tipografica Siciliana S. p. A., 95030 Catania, strada 5ª n°35
Queste sono le forme di abbonamento • Abbonamento postale semestrale (Italia) Modalità di pagamento di pagamento, nome cognome, indirizzo, Concessionaria per la pubblicità per l’Italia e per l'estero:
previste per il Fatto Quotidiano. Prezzo 120,00 € • 4 giorni telefono e tipo di abbonamento scelto.
Poster Pubblicità & Pubbliche Relazioni S.r.l.,
Il giornale sarà in edicola 6 numeri Prezzo 170,00 € • 6 giorni • Pagamento direttamente online Sede legale e Direzione commerciale: Via Angelo Bargoni n°8, 00153 Roma
• Bonifico bancario intestato a:
alla settimana (da martedì alla domenica). Editoriale Il Fatto S.p.A., con carta di credito e PayPal. tel. + 39 06 68896911, fax. + 39 06 58179764, email: poster@poster-pr.it
• Modalità Coupon *
Per qualsiasi altra informazione in merito
Prezzo 320,00 € • annuale BCC Banca di Credito Cooperativo Distribuzione Italia:m-dis Distribuzione Media S.p.A.,
• Abbonamento postale annuale (Italia) può rivolgersi all'ufficio abbonati ai numeri
Prezzo 180,00 € • semestrale Ag. 105 Via Sardegna Roma
+39 02 66506795 - +39 02 66505026 -
Sede: Via Cazzaniga n°1, 20132 Milano
Prezzo 200,00 € • 4 giorni Iban IT 94J0832703239000000001739 tel. + 39 02 25821, fax. + 39 02 25825203, email: info@m-dis.it
Prezzo 290,00 € • 6 giorni • Abbonamento online PDF annuale +39 02 66506541 o all'indirizzo mail
Prezzo130,00 € • Versamento su conto corrente postale: abbonamenti@ilfattoquotidiano.it Resp.le del trattamento dei dati (d. Les. 196/2003): Antonio Padellaro
E' possibile pagare l'abbonamento annuale 97092209 intestato a Editoriale Il Fatto Chiusura in redazione ore 22.00
postale ordinario anche con soluzione Per sottoscrivere il tuo abbonamento, S.p.A. - Via Orazio n° 10, 00193 Roma * attenzione accertarsi prima che Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione al numero 18599
rateale: 1ª rata alla sottoscrizione, compila il modulo sul sito Dopo aver fatto il versamento inviare un la zona sia raggiunta dalla distribuzione de
2ª rata entro il quinto mese. www.ilfattoquotidiano.it fax al numero 02.66.505.712, con ricevuta Il Fatto Quotidiano
www.telecomitalia.com
www.trenitalia.com
A BORDO

Far crescere l’Italia è un gioco da grandi


Telecom Italia e Trenitalia portano l’accesso ad internet tramite wi-fi sui
treni Frecciarossa. Due grandi aziende, insieme per connettere il Paese.

Il servizio wi-fi sarà fornito anche da altri operatori mobili.