Sei sulla pagina 1di 3

Azienda Ospedaliero-Universitaria “Policlinico-Vittorio Emanuele” di Catania

REGIONE SICILIANA
AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA
POLICLINICO – VITTORIO EMANUELE
CATANIA

PIANO DELLA PERFORMANCE


2013/2015
Analisi S.W.O.T.

Piano della Performance 2013 – 2015 – Allegato 1 Scheda Analisi S.W.O.T.


Azienda Ospedaliero-Universitaria “Policlinico-Vittorio Emanuele” di Catania

Punti di Forza Punti di Debolezza


(Strenght) (Weakness)

- Lo stato di avanzata edificazione del nuovo Presidio - L’articolazione dell’Azienda in Presidi separati,
Ospedaliero San Marco che, in relazione alle tecniche distanti fra loro, che in taluni casi comporta
costruttive utilizzate, costituirà il gold standard fra gli spostamento di pazienti, anche critici, da un ospedale
ospedali della regione; all’altro con i rischi collegati al trasporto
- Presenza nell’ambito dei presidi ospedalieri aziendali extraospedaliero e che determina condizionamenti
di tutte le specialità, alcune delle quali svolte in negativi rispetto al diagnostico terapeutico
esclusiva per un bacino di utenza sovra provinciale aumentando e all’incremento dei costi di gestione.
(Cardiochirurgia, Oncoematologia pediatrica, - La vetustà strutturale dei padiglioni del Presidio
Ematologia, attività trapiantologica, ematologia ecc ) Ospedaliero Vittorio Emanuele e di alcuni padiglioni
- Elevata competenza tecnico professionale, da porre del P.O. Ferrarotto, che, nonostante i lavori interni di
in relazione alla mission stessa dell’azienda ristrutturazione eseguiti negli ultimi anni, presentano
collegata strettamente alle attività formative della oggettive difficoltà a rispondere ai requisiti e agli
Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli standard previsti dall’accreditamento istituzionale e
Studi di Catania; più in particolare ai requisiti riguardanti la sicurezza;
- La capacità di gestire le emergenze attraverso le - L’insufficienza, in termini di spazi disponibili per le
strutture di Pronto Soccorso Generale, Pronto attività sanitarie e l’accoglienza dell’utenza, delle
Soccorso Pediatrico, Pronto soccorso Ostetrico e aree destinate all’emergenza urgenza e più in
l’ambulatorio per le urgenze oculistiche; particolare dei pronto soccorsi generale e pediatrico
- La gestione delle emergenze cardiologiche che vede del P.O. Vittorio Emanuele;
nella Cardiologia del P.O. Ferrarotto il centro di - La struttura a padiglione dei Presidi ospedalieri
riferimento per la Sicilia Orientale per il trattamento dell’Azienda, che se da un lato offre flessibilità
di casi di particolare complessità; strutturale e disponibilità di spazi, dall’altro amplifica
- Le dotazioni tecnologiche complete e di avanguardia le problematiche collegate ai trasporti interni dei
sia nell’ambito diagnostico che terapeutico, attive pazienti e dei beni, alla gestione delle guardie, alla
nell’arco delle 24 ore; gestione delle emergenze interne;
- Garanzia dell’espletamento di prestazioni di - Il completamento del processo di unificazione
particolare complessità sia in ambito chirurgico che dell’azienda ospedaliera universitaria che, realizzato
medico garantire da un approccio multi specialistico; solo sotto l’aspetto amministrativo e gestionale,
- La sistematizzazione del governo delle attività e della dovrà essere completato sotto l’aspetto della
spesa e di definizione degli obiettivi aziendali. condivisione di procedure, percorsi diagnostico
- Il consolidato rapporto instauratosi con le terapeutici e modalità di gestione dell’assistenza
associazioni degli utenti; rivolta al paziente;
- Diffusa cultura della qualità e della minimizzazione - La difficoltà a garantire la continuità assistenziale fra
del rischio clinico ospedale e territorio per la ancora carente definizione
di programmi condivisi fra Aziende Ospedaliere,
ASP, e servizi sociali comunali e provinciali;
- L’insufficiente integrazione tra personale
ospedaliero e personale universitario

Piano della Performance 2013 – 2015 – Allegato 1 Scheda Analisi S.W.O.T.


Azienda Ospedaliero-Universitaria “Policlinico-Vittorio Emanuele” di Catania

Opportunità Minacce
(Opportunities) (Threats)

- Implementazione delle attività formative, attraverso - Vincoli economico finanziari collegati ai piani di
l’attivazione del centro aziendale di simulazione; contenimento della spesa sanitaria e ai rapporti Stato-
- Sviluppo dell’integrazione fra Azienda e Università Regione;
degli Studi di Catania; - Resistenze interne all’integrazione fra componente
- Utilizzo delle competenze sviluppate dall’Università universitaria e componente ospedaliera;
degli Studi di Catania per migliorare la capacità - -Resistenza al cambiamento;
dell’Azienda di accedere ai fondi per la ricerca - Limitatezza delle risorse destinate ai farmaci
biomedica; innovativi
- Completamento del padiglione destinato alle attività cardio - Ritardo nel completamento del nuovo ospedale San
chirurgiche d’eccellenza presso il P.O. Gaspare Rodolico; Marco;
- Realizzazione nel nuovo ospedale san Marco di aree
di eccellenza con proiezioni verso i Paesi dell’area
del Mediterraneo (internazionalizzazione dell’offerta)
che, in relazione alle tecniche costruttive utilizzate,
costituirà il gold standard fra gli ospedali della
regione;
- Concentrazione delle attività in due grandi plessi
ospedalieri (Policlinico e San Marco) con
miglioramento dell’efficienza gestionale;
- Attivazione del MCAU presso il P.O. Gaspare
Rodolico;
- Sviluppo, ai fini della ricerca medica, delle
collaborazioni con Enti privati.

Piano della Performance 2013 – 2015 – Allegato 1 Scheda Analisi S.W.O.T.