Sei sulla pagina 1di 20

Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli

CORSO DI FORMAZIONE PER MEDICI E PER INFERMIERI


Modelli organizzativi dell’assistenza in chirurgia: stato dell’arte
16 ottobre 2009

Week Surgery : il ruolo del lavoro in equipe come


strumento della moderna organizzazione

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DEL MOLISE


Facoltà di Medicina e Chirurgia
Master universitario di I livello in
“Management Infermieristico per le Funzioni di Coordinamento”
Anno Accademico 2009/2010
RIDUZIONE DELLA SPESA E BISOGNI DEGLI UTENTI:
STUDIO PER LA STRUTTURAZIONE DI UNA UNITA’ DI
WEEK SURGERY NEL CAPOLUOGO MOLISANO
Candidata Ester Mattiaccio
Virginia Rossi
Dirigente Servizio Infermieristico
Istituto Pascale
Napoli
INTRODUZIONE
 L’appropriatezza delle prestazioni erogate è individuata quale obiettivo da perseguire
per il miglioramento della qualità delle cure e la contestuale riduzione dei costi.
 E’ necessario investire maggiormente nel controllo dei fattori di rischio e nella
prevenzione primaria, dedicando maggiori risorse all’assistenza territoriale, ma anche
investendo in innovazioni organizzative volte a sviluppare nuovi modelli
assistenziali.
 La spesa sanitaria è in aumento in gran parte dei Paesi dell’Organizzazione per la
Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) sia in termini relativi, rispetto al
prodotto interno lordo (PIL), sia in termini assoluti.
 Nel 2007, in Italia, il 44.8% della spesa sanitaria totale è stato dedicato ai
ricoveri ospedalieri con un incremento dal 2002 al 2007 (da 43.1% al 44.8%);
nessuna nazione europea di cui si dispongono i dati, ha superato nel 2007 il 40%
 Sarebbe opportuno un approccio sistemico alla salute del cittadino in cui i diversi
livelli dell’assistenza possano essere integrati in un sistema paziente-centrico.
 Tale approccio, la cui realizzazione è vincolata alla presenza di figure professionali
specificatamente formate, potrebbe condurre a un’ottimizzazione dell’impiego delle
risorse che, a sua volta, potrebbe consentire di affrontare e risolvere aspetti ancora
carenti, come la valutazione di qualità, l’informatizzazione e la centralità del paziente.
 L’elaborato mira ad indagare la possibilità di sviluppare in un presidio ospedaliero
molisano un nuovo modello organizzativo in area chirurgica, già implementato in
alcune regioni italiane, conosciuto come ”Week Surgery ” ed identificare le aree di
responsabilità del coordinatore infermieristico.
La WEEK SURGERY (WS) si configura come la possibilità clinica,
organizzativa ed amministrativa di effettuare interventi chirurgici e
procedure diagnostiche e/o terapeutiche invasive e semi-invasive, con una
degenza limitata non superiore a cinque giorni lavorativi.

La WS è basata su:
• distribuzione dell'attività chirurgica ed assistenziale nell'arco di cinque giorni
• disponibilità di personale medico ed infermieristico dedicato

Benefici indiretti per la struttura:


1.Definire i percorsi diagnostici-terapeutici-assistenziali;
2.Coerenza del sistema nell’interazione tra le strutture (accettazione e S.O.);
3.Identificare le azioni indispensabili a contrastare il rischio medico-legale.
INTERVENTI EFFETTUABILI IN W.S.
 prolasso rettale, rettocele, etc;
 confezionamento o chiusura colo-ileo- AO “Cardarelli” – CB
stomia; Ricoveri ordinari e di day hospital
 chirurgia mammaria;
2009
 colecistectomia; laparoceli; P.O. A.
appendicectomia; CARDARELLI
CHIRURGIA
2226 16020

 plastica antireflusso; GENERALE 1486 11066 66,80% 7,4

 laparoscopia diagnostica o terapeutica; ORDINARIO 1199 10590 80,70% 8,8 1,23

 interventi non erogabili in DS per ASA 3-4 CHIRURGICO 521 5960 35,10% 8,8 0,78

 Dtiroidectomia parziale; PEG; ERCP MEDICO 678 4630 45,60% 8,8 0,45
E DAY HOSPITAL 287 476 19,30% 1,7 0,81

A C CHIRURGICO 200 369 13,50% 1,7 0,59

L I MEDICO
CHIRURGIA
87 107 5,90% 1,7 0,21

B S GENERALE 2 740 4954 33,20% 6,7

E I ORDINARIO 613 4726 82,80% 7,7 1,2

R O CHIRURGICO 355 2859 48,00% 7,7 0,86

ON MEDICO 258 1867 34,90% 7,7 0,34


A
DAY HOSPITAL 127 228 17,20% 1,8 0,86
L
CHIRURGICO 108 202 14,60% 1,8 0,75
E
MEDICO 19 26 2,60% 1,8 0,12
ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO ED ASSISTENZA AI DEGENTI: IL
GRADO DI SODDISFAZIONE DEGLI INFERMIERI NEI RISULTATI DI
UN’INDAGINE
Obiettivi
Rilevare il livello di conoscenza dei dati di attività del proprio reparto, della WS e
del gradimento nel caso di attivazione di una tale modalità di ricovero.
Sai cosa significa WS?
Campione
n. 15 Infermieri UO Chirurgia AO “A. Cardarelli” di CB
Durata della rilevazione: 1-15 giugno 2010
Metodologia
Questionario a risposta aperta

RISULTATI
• la cattiva gestione manageriale è responsabile
del deficit economico sanitario;
• gli interventi chirurgici con una DM di 5 giorni sono molti;
• la WS potrebbe essere attivata e ne conoscono il significato;
• la maggioranza valuta positivamente l’attivazione di una WS
PROPOSTA
ATTIVAZIONE
WEEK SURGERY
SPECIALITA’ 24
pl
Chirurgia 1 5
Chirurgi 5
Ch. Vascolare 2
NCH 2
Oculistica/ORL 2
Ortopedia 4
Urologia 4
ESPERIENZE

ASL 12 Biella
DPT Chirurgia Struttura semplice a valenza dipartimentale
• Ricovero
• Day Service
• Day Surgery (dimissione alle 19.00 e contatto telefonico il giorno
successivo)
• One Day Surgery (dimissione mattino successivo)
• Week Surgery (permanenza 2 o più giorni)
Patologie chirurgiche generali, senologiche, vascolari, dermatologiche,
Oculistiche, ortopediche, urologiche.
Ospedale Maggiore (MI) 2004-2006*

n. 2.339 pazienti:
353 parete addominale
286 patologia colonproctologica
87 patologia flebologica
38 patologia mammaria
131 patologia endocrinologica
71 grande obesità
575 DH bariatrico
214 patologia esofagogastrica
133 patologia cute e tegumenti
335 patologia urologica
14 patologia NCH periferica
8 patologia toracica
51 patologia fegato e vie biliari
10 patologia ischemica critica arti inferiori
9 patologia dermatologica pediatrica
24 miscellanea

*dati 108° Congresso Nazionale Soc. It. Chirurgia


Risultati del M. Adelaide di Torino (05.06.09)

Il cammino intrapreso:
Generare energia collaborativa o fiducia
Condividere l’informazione e la conoscenza
Usare l’informazione per il processo di decision – making
Coordinare la co-evoluzione (coordinare le azioni e le intenzioni)

Prima Dopo PUNTI FORTI PUNTI DEBOLI


Infermieri 13 + 1 8 Sviluppo competenze Necessità integrazione altre
professionalità
Personale 6 8 (Coordinamento,assistenza,
supporto supporto) Perfezionamento
accettazione/dimissione
Tempo 143 119 Integrazione
assistenza multiprofessionale Perfezionamento sistemi di
adattamento
Tempo 66 88 Strumenti monitoraggio
supporto qualità (pazienti o personale???)
Regione Campania. Decreto n. 4 del 30.09.09 del Commissario ad acta
per l’attuazione del piano di rientro del settore sanitario

Razionalizzazione e spesa per il personale, con particolare riferimento al blocco


del turn-over (comprensivo di tutte le forme di lavoro, ivi inclusa quella
interinale), alla rideterminazione dei fondi per la contrattazione integrativa
aziendale e alla diminuzione delle posizioni organizzative e di coordinamento

• verifica fondi contrattuali


• verifica regolarità corresponsione salario accessorio
• quota massima invalicabile per lo straordinario
• attivazione banca delle ore
• riduzione posizioni organizzative e coordinamenti del 10%

In caso di inadempimento sospensione dell’incarico di Direttore Generale o


Commissario Straordinario
Regione Campania. Decreto n. 5 del 30.09.09 del Commissario ad acta
per l’attuazione del piano di rientro del settore sanitario

Oggetto: Obiettivi di miglioramento dell’ appropriatezza dei ricoveri


Rilevazione: tasso di ospedalizzazione ricoveri per acuti = 232 per 1.000 ab.
Obiettivo: entro il residuo 2009 riduzione a 190 per 1.000 abitanti.
• < ricoveri afferenti ai 43 + 14 DRG a rischio inappropriatezza con trasferimento
al regime diurno ed ambulatoriale (87.000 ricoveri pari al 70% dei suddetti DRG)
• < del 70% dei ricoveri di 1 giorno ( TO 18 x 1.000) sostituendoli con prestazioni
di PS non seguite da ricovero
• < dei DH medico-diagnostici con trasformazione in prestazioni ambulatoriali e/o
Day Service
• < 30% DRG medici alto rischio inappropriatezza dal DH all’ambulatorio (21.000)
• ulteriore abbattimento del 20% DRG medici a rischio inappropriatezza (11.000)
• trasferimento 50% DH medico 1 solo accesso al regime ambulatoriale
• chemioterapia: privilegiare DH. Indicazione al ricovero ordinario chiaramente
descritta nella documentazione clinica
WEEK SURGERY: la risposta …

Il ruolo del lavoro di equipe è

FONDAMENTALE
(ci credo davvero, lo giuro!)
Realizzare il lavoro di equipe: gestione delle risorse umane

La gestione delle risorse umane riguarda l'attenzione e gli investimenti


relativi al personale.

• istruzione e formazione continua (in quale tempo?)

• livelli retributivi (e se ho solo incentivi a pioggia?)

• orario di lavoro (mi vuoi far perdere il festivo????)

• uguaglianza e pratiche non discriminatorie (ce l’hai con me?)

• prospettive di inserimento professionale (dove? in quale ruolo?)


• gestione e valutazione del clima aziendale (siamo davvero pronti?)
Realizzare il lavoro di equipe: l’ internal marketing

Si considera ogni dipendente come un “cliente”, un “consumatore” con


proprie attese e proprie esigenze, che va seguito, ascoltato ed
assecondato nelle sue aspettative

Bruno Colombo
Responsabilità Sociale di Impresa

La RSI consiste essenzialmente nel preservare la riuscita economica e nell’


ottenere vantaggi commerciali, migliorando la reputazione dell’azienda e
conquistando la fiducia dei portatori d’interesse (stakeholder) e della comunità
locale.

I clienti vogliono un fornitore affidabile, che sia riconosciuto per la qualità dei
prodotti e dei servizi che offre.

I fornitori vogliono clienti fidelizzati, che ripetano gli acquisti nel tempo ed
effettuino tempestivamente i pagamenti.

La comunità, in cui l’azienda è inserita, vuole contare sul fatto che questa
operi in maniera responsabile a livello sociale e ambientale.

I dipendenti vogliono lavorare per un’azienda di cui essere fieri e che


riconosca il contributo che essi le apportano.
Pronti alla partenza

Abbiamo le basi teoriche


Abbiamo la competenza
tecnica
Abbiamo dati di esperienze
già avviate
Abbiamo un obbligo definito
dall’istituzione

C’è sempre un però …


Come produrre
il risultato

garantendo

la giusta armonia?
CONCLUSIONI
 La Week Surgery rappresenta un trattamento di degenza breve per il
quale è fatto obbligo ai diversi attori del processo di presa in carico
dell’utente, di definire percorsi standardizzati che consentano di
realizzare una precoce mobilizzazione, ponendo particolare attenzione
alla riduzione del rischio di infezioni correlate all’assistenza.
 I vantaggi di questa modalità organizzativa per la struttura sono
diversi: l'ottimizzazione e l'incremento dell'attività chirurgica, lo
snellimento delle liste di attesa e la maggiore disponibilità di posti letto
di degenza ordinaria per il trattamento di patologie maggiori e per gli
acuti.
 Il personale infermieristico rappresenta l’elemento principale del
processo di presa in carico dei pazienti.
 Vi è interesse del personale infermieristico verso una diversa
organizzazione della vita personale per il concentramento dei turni di
lavoro entro il venerdì per godere del successivo riposo nei giorni di
sabato e domenica.
 Per coniugare le esigenze della struttura, del personale e soprattutto
dei pazienti e delle loro famiglie, il coordinatore infermieristico
rappresenta il punto centrale di interfaccia.