Sei sulla pagina 1di 3

19/7/2017 Marco Mazzoni .

com - Tennis, News, Profili di Campioni, Storia del Tennis

MarcoMazzoni.com

News dai Tornei I COLPI CHE HANNO FATTO LA STORIA

Profili di Campioni
Il Servizio di Pete Sampras
I colpi che hanno fatto la storia
Molti affermano che Pete Sampras sia il tennista pi forte di tutti i tempi, la
Ricerche Statistiche stessa ATP gli ha assegnato il premio come miglior giocatore degli ultimi 25
anni. Io preferisco dire, in accordo con altri illustri giornalisti, che Sampras
Storia del Tennis entra di diritto nell'elite, in quel club esclusivo di giocatori che aspirano ad
essere considerati il migliore di sempre, lasciando poi ad ognuno la sua
Tennis e Tecnologia valutazione personale. Sampras ha vinto come nessuno negli anni '90, come
Impressioni di Gioco nessuno dall'era open del tennis. 14 titoli del grande slam, tutti a parte
l'infida terra di Parigi, dove il suo incredibile servizio meno determinante,
Head to Head dove ci vogliono soprattutto altre qualit per sopravvivere 15 giorni. L Pete
non ha mai avuto gloria, solo nel 1996 arrivato in semifinale, ormai vuoto
Missing: Personaggi dopo incredibili battaglie sotto un sole cocente.
Galleria Fotografica Sampras stup il mondo nel 1990 quando a soli 19
anni vinse gli US Open seppellendo tutti i suoi
Biografia
avversari (compreso Lendl ed Agassi in finale) sotto
Home Page 100 aces ! un record per quei tempi all'interno di un
torneo. Fece sensazione la facilit di gioco del
riccioluto ragazzo, ma soprattutto apparse gi
Link ingiocabile in quelle giornate in cui il suo servizio
dava il meglio di se. Sampras un grandissimo
campione, un testimone di un tennis antico per
molti esteti del gioco, ma allo stesso tempo un
prototipo di tennista per il futuro. Ha vinto quasi
tutto quello che c'era da vincere, compiuto rimonte
esaltanti, ci ha entusiasmato per la facilit del suo
gioco e per le varianti che pu esprimere nel corso
di una partita, eseguendo un serve and volley
degno dei migliori australiani e dominare lo scambio
dal fondo contro i migliori colpitori. Per raccontare
Pete bisognerebbe scrivere un libero intero, tanti sono i successi, le imprese, i
record che forse nessuno potr mai battere. Pochi tennisti mi hanno regalato
le sue emozioni.

In questo articolo parler del servizio di Sampras, un colpo incredibile, a mio


avviso il migliore del suo repertorio, il miglior servizio che abbia mai visto da
quando seguo il tennis. Migliore anche di Ivanisevic, perch Pete a differenza
di Goran ha pi variet di soluzioni e, soprattutto, la mette sempre quando
conta, sulle palle break, nei momenti caldi del match: una sentenza. Il
servizio l'ingranaggio principe del suo gioco. Non un caso che quest'ultima
vittoria all'US Open corrisponda ad una ritrovata efficienza della battuta, sia
come penetrazione e lunghezza della prima (gli oltre 30 aces della finale
contro il miglior ribattitore del mondo lo dimostrano) che come sicurezza e
precisione della seconda. Quando la prima palla vola via veloce e sicura, il
suo tennis ancora pi fluido ed efficace, spesso ingiocabile per un comune
http://www.marcomazzoni.com/colpi/servizio_sampras.htm 1/3
19/7/2017 Marco Mazzoni .com - Tennis, News, Profili di Campioni, Storia del Tennis
mortale. Nella nerissima parentesi dell'ultimo Wimbledon invece il servizio di
Pete era morbido, poco tagliato, davvero poco incisivo. Fu la sua peggior
debacle in una prova dello slam, e tutti praticamente lo davano per spacciato,
pronto per la pensione. Invece Pete ha lavorato, ha riallacciato il suo rapporto
con il vecchio coach Annacone, ha probabilmente lavorato molto sul servizio
che tornato ai livelli del passato. Forse una minor spinta delle gambe, ma lo
stesso il miglior servizio del mondo.

Tecnicamente il suo gesto di una bellezza stupefacente. Armonioso,


composto, completo. Solo un maestro del Bolshoi potrebbe analizzarne
precisamente tutte le parti di cui composto, tanto perfetto e riesce a
coinvolgere tutte le parti del corpo, dai piedi (nemmeno loro passivi come lo
sono in molti servizi) alla fatata manona destra. La cosa che pi mi
impressiona quando vedo un suo servizio l'armonia, la perfetta
coordinazione, un'accelerazione progressiva di tutte le parti del corpo, mai un
movimento fuori posto o strappato, tutto estremamente efficiente.

La posizione di partenza di Pete quasi


laterale. Non proprio alla McEnroe (un altro
dal servizio unico), ma comunque quanto
basta per rendere ancor pi imprevedibile la
traiettoria al ribattitore. La sua Wilson parte
bassa, lungo il polpaccio, per poi risalire
mentre il braccio sinistro lancia la pallina
gialla verso il cielo. La palla libra verso l'alto
accarezzando l'aria dolcemente, la racchetta
risale il corpo di Pete accelerando
costantemente, insieme alle gambe che si
piegano mentre la schiena si inarca, il tutto
molto dolcemente. La racchetta compie un
anello dietro la schiena, ed a quel punto Pete,
esercitando tutta l'inerzia del suo corpo e
senza mai fare una minima pausa, si avventa
contro la pallina con la massima velocit sfruttando il gomito come fulcro del
movimento del braccio, per dare la spinta maggiore possibile. Sembra quasi
che Sampras non faccia alcuno sforzo ad eseguire una battuta, tanto fluida
l'azione, ma basta poi controllare il radar sul campo per accorgersi come la
palla veleggi a pi di 120 miglia! Nel momento in cui braccio sinistro in
completa estensione dopo aver lanciato la pallina, le gambe hanno il massimo
piegamento prima di scattare come una molla insieme all'arco della schiena.
Il braccio destro inizia, con il gomito piegato, a risalire il corpo ed bellissimo
osservare come ci sia un perfetto allineamento tra il braccio sinistro esteso
verso l'altro dopo il lancio di palla ed il braccio destro: viene a formarsi quasi
una retta tra le due braccia proprio mentre la pallina sta per raggiungere il
punto morto, in cui Pete la colpisce con la massima velocit. Questa posizione
di tutto il corpo (braccia allineate, gambe piegate, schiena inarcata) stanno
ad indicare un equilibrio perfetto, che combinato all'accelerazione continua
fanno di questo colpo un miracolo di coordinazione ed efficienza. Una
bellezza.

Sampras gioca questo colpo prevalentemente litfato, pi spesso liftato kick ,


oppure slice, soluzione che usa soprattutto nel suo giardino di Wimbledon,
dove traiettorie ad uscire diventano rasoiate completamente ingovernabili per
il ribattitore. E' molto difficile per chi risponde riuscire a capire dove potr
andare la pallina, proprio perch il movimento praticamente identico in
qualsiasi situazione, di angolo, di effetto, sia che sia una prima o una seconda
palla. Generalmente la capacit di nascondere la traiettoria viene considerata
una prerogativa dei servizi "rapidi", alla Ivanisevic, in cui prevale una
impressionante frustata del braccio dopo un lancio di palla bassissimo.
Sampras lancia la palla piuttosto in alto, ma riesce ugualmente a mascherare
le sue intenzioni grazie alla fluidit: non essendoci mai un momento passivo
nel movimento, o una pausa, praticamente impossibile leggere nel suo
corpo un qualsiasi aggiustamento da cui trarre indicazioni. E' pi o meno la
stessa caratteristica di un rovescio alla Edberg, giocato cos pieno e fluido che
non si pu intuire una direzione. Un vero giocatore a tutto campo, con tanto
coraggio, e con molte giornate in cui vederselo dall'altra parte della rete
stato un incubo. chiedere al povero Kafelnikov (non proprio uno scarso),
che, dopo esser stato letteralmente distrutto nella finale del Masters,
stringendogli la mano sotto rete gli disse "perch mi hai fatto questo??"

http://www.marcomazzoni.com/colpi/servizio_sampras.htm 2/3
19/7/2017 Marco Mazzoni .com - Tennis, News, Profili di Campioni, Storia del Tennis

Home | E.mail

http://www.marcomazzoni.com/colpi/servizio_sampras.htm 3/3