Sei sulla pagina 1di 16

Croce Rossa Italiana ACQUA E LUCE

Nucleo O.P.S.A. Trentino SOLO IL 20% DELLA LUCE


GIUNGE A UNA PROFONDIT
PROFONDIT
DI 10 mt
LA PENETRAZIONE DELLA LUCE
PU
PU ESSERE RIDOTTA
DRASTICAMENTE DALLA
6 CORSO OPSA 2008 TORBIDIT
DELL
TORBIDIT DELL ACQUA
(PARTICELLE IN SOSPENSIONE)
Annegamento LA LUCE MODIFICATA QUANDO
ENTRA NELL
NELLACQUA
ACQUA
Ottica, Acustica, Termica
1 2

ACQUA E LUCE ACQUA E LUCE

ANCHE IN ACQUA ESTREMAMENTE LA LUCE VIENE ASSORBITA


LIMPIDA LA LUCE RIFRATTA A SECONDA DELLA PROFONDIT
PROFONDIT
E DEFLESSA A CAUSA DELLA
0 mt
DIFFUSIONE
LA DIFFUSIONE: 4,5 mt

DIMINUISCE LA 15 mt
QUANTIT
QUANTIT DI LUCE
DISTRIBUISCE LA LUCE 30 mt
UNIFORMEMENTE
3
75 mt 4

1
ACQUA E LUCE ACQUA E LUCE
LA LUCE VIENE MODIFICATA PER LA LACQUA HA UN EFFETTO LENTE
RIFRAZIONE LE ONDE HANNO UN EFFETTO DI
LUCE/OMBRA
LINDICE DI RIFRAZIONE 4:3
SIGNIFICA CHE GLI OGGETTI IN
ACQUA APPAIONO PI
PI GRANDI DEL
25% E PI
PI VICINI ONDA

INOLTRE, PI
PI TORBIDA LACQUA, PI
PI
CI PU
PU ESSERE UNA SOVRASTIMA
DELLA DISTANZA

5 6
OMBRA LUCE

ACQUA E SUONO ACQUA E SUONO


IL SUONO UN ONDA MECCANICA CHE SI
PROPAGA IN UN MEZZO.
NON SI TRASMETTE NEL VUOTO, HA
BISOGNO DI MATERIA. LE ONDE IN
NELL
NELLARIA: VELOCIT
VELOCIT = C.CA 1238 Km/H ACQUA SONO 4
NELL
NELLACQUA: VELOCIT
VELOCIT = C.CA 5400 VOLTE + VICINE
Km/H

RISULTATO: NON DISTINGUIAMO


MAI DA DOVE ARRIVA UN SUONO,
SEMBRA CHE ARRIVI DA TUTTE LE
DIREZIONI 7 8

2
ACQUA E CALORE ACQUA E CALORE

 ELEVATA CAPACIT
CAPACIT TERMICA GRANDI QUANTIT
QUANTIT DI CALORE
NECESSARIE PER FAR EVAPORARE
CAPACIT
CAPACIT TERMICA: LACQUA (A CAUSA DEI LEGAMI A H)
QUANTIT
QUANTIT DI CALORE CHE DEVE
ESSERE SOTTRATTA AD UNA GRANDI QUANTIT
QUANTIT DI CALORE
SOSTANZA PER RAFFREDDARLA ASSORBITE PER SCIOGLIERE IL
GHIACCIO

STABILIT
STABILIT DEL CLIMA
9 10

ACQUA E CALORE ACQUA E CALORE


CONDUZIONE:
TRASMISSIONE DEL CALORE A
IL CALORE VIENE TRASMESSA DA UN CONTATTO DIRETTO (ES.: SUBACQUEO)
LUOGO A UN ALTRO IN 3 MODI: LACQUA UN ECCELLENTE
CONDUTTORE (20 VOLTE MIGLIORE CHE
CONDUZIONE LARIA)
CONVEZIONE
IRRAGGIAMENTO
IN ACQUA CI RAFFREDDIAMO RAPIDAMENTE
11 12

3
ACQUA E CALORE ACQUA E CALORE
SENZA UNA MUTA ISOLANTE UN SUBACQUEO IN
ACQUA NON SOPRAVVIVE

MATERIALI:

NEOPRENE
CORPO DEL NYLON
SUBACQUEO
NEOPRENE PRECOMPRESSO
MUTA
DI STRATO DI
NEOPRENE ARIA O ACQUA 13 14

ACQUA E CALORE

TIPI DI MUTE:

UMIDE
SEMISTAGNE
STAGNE
E POI NON DITE
CHE NON
BREVETTIAMO
15 ANCHE I CANI
CANI 16

4
ORECCHIO E COMPENSAZIONE

UN GIORNO, FAREMO ANCHE


QUESTO
QUESTO 17 18

ORECCHIO E COMPENSAZIONE LA COMPENSAZIONE


 Durante unimmersione, sia che essa  Ora i problemi che possono
 PADIGLIONE AURICOLARE ORECCHIO avvenga in apnea o con lARA, il insorgere durante
ESTERNO: raccoglie il suono e fornisce al cervello nostro corpo sottoposto ai progressivi unimmersione sono diversi a
elementi per la valutazione della direzionalit del suono aumenti di pressione dellambiente seconda che la variazione di
circostante. pressione avvenga verso un
 I tessuti del corpo umano, costituiti ambiente a pressione superiore
 ORECCHIO MEDIO: trasmettere lenergia sonora da
essenzialmente da liquidi e da solidi, (e cio in discesa) o al contrario
un mezzo rarefatto come laria ad un mezzo molto pi
possono essere considerati, ai fini la variazione di pressione
denso come il fluido che riempie lorecchio interno
pratici, incomprimibili ed inalterabili. avvenga verso un ambiente a
 I problemi invece in cui un subacqueo
pressione inferiore (e cio in
 TROMBA DI EUSTACCHIO: condotto che collega pu incorrere a causa delle variazioni risalita).
lorecchio medio alla faringe, compensa la pressione di pressione riguardano il
statica dellorecchio medio con la pressione esterna, comportamento sia dei gas (sensibili
avviene ogni volta che si deglutisce: la tromba di alle variazioni di pressione) contenuti
Eustachio in questo caso si apre ed equilibra la pressione negli spazi aerei del nostro organismo
interna. Unultima funzione di emergenza: attraverso la sia dei gas respirati durante
tromba di Eustachio possono fuoriuscire materiali in limmersione con lARA.
caso di infezione dellorecchio. 19 20

5
DISCESA
 Allinterno del corpo vi sono alcuni spazi aerei DISCESA
(polmoni, orecchio medio, seni paranasali e apparato
gastrointestinale) il cui volume cambia con i  Quindi in questo caso sono richieste delle manovre di
mutamenti della pressione esterna. Quindi durante la compensazione forzate per far s che in ogni
discesa, questi spazi dovranno equiparare, e cio momento della nostra discesa si abbia una situazione
compensare, la pressione dei gas contenuti dentro di di equilibrio pressorio. Inoltre, dobbiamo ricordare
loro rispetto alla pressione ambiente, senza comunque che un altro spazio aereo che deve essere compensato
arrecare danni alle strutture circostanti. Ora noi in maniera forzata (o volontaria) quello formato
sappiamo che da una parte, nel caso dei polmoni e dalla maschera a contatto con il nostro viso. Perci i
dellapparato gastrointestinale, si realizza un problemi inerenti allaumento di pressione durante
adeguamento spontaneo della pressione interna la discesa si avranno quando questa non pu essere
proporzionale allaumento della pressione esterna equilibrata in relazioni a situazione patologiche
essenzialmente con una riduzione dei loro volumi. preesistenti (come per esempio una sinusite) oppure
Dallaltra parte abbiamo invece strutture come anche per un errore del subacqueo (per esempio
lorecchio medio e i seni paranasali che, essendo quando si esegue una discesa troppo rapida oppure
incapsulati allinterno di strutture rigide, si eseguono le manovre di compensazione troppo in
opporranno sempre resistenza allaumento della ritardo).
pressione esterna. 21 22

Compensazione dell
dellorecchio medio
 Lorecchio medio costituito da una cavit separata Compensazione dell
dellorecchio medio
tramite la membrana timpanica dal canale uditivo esterno
ed collegato al rinofaringe tramite le Trombe di
Eustachio. Ora, se i cambiamenti della pressione ambiente  Ora, proprio per evitare tale
avvengono troppo rapidamente, pu non esservi un rottura della membrana
corrispettivo adeguamento della pressione nellorecchio timpanica o eventuali emorragie
medio, con introflessione della membrana timpanica e della mucosa che riveste le tube,
inizio di una sensazione dolorosa. dobbiamo introdurre in maniera
Un primo meccanismo che permette lequilibrio delle forzata dellaria dentro
pressioni tra i due versanti della membrana timpanica, e allorecchio medio attraverso le
quindi tra lambiente esterno e lorecchio medio, la tube stesse, bilanciando cos
deglutizione. Durante di essa infatti, laria pu passare laumento della pressione esterna
naturalmente dal retrofaringe allorecchio medio
attraverso le Trombe di Eustachio. Quando siamo nella con laumento di volume (e
fase di discesa di una immersione, con notevoli aumenti conseguente aumento di
della pressione ambiente e conseguente depressione pressione) dellaria nellorecchio
dellorecchio medio, laria ivi contenuta pu risucchiare medio. Le due manovre pi
i tessuti che costituiscono le pareti delle tube, fino al comuni di compensazione forzata
collabimento totale, e anche la membrana timpanica, con sono la manovra del Valsalva e la
rischio di una sua rottura. 23 manovra di Marcante-Odaglia. 24

6
Compensazione dell Compensazione dell dellorecchio medio
dellorecchio medio
 Opportuno compensare prima di avvertire qualunque
 La manovra del Valsalva  La manovra di Marcante-Odaglia fastidio allorecchio e dolore, non insistere troppo per
inizia con la chiusura del naso invece pi sicura perch in evitare rotture timpaniche.
questo caso, sempre a naso  Se nella discesa, si continuano ad avvertire dolori alle
con le dita e la consegunte
chiuso, viene mobilizzata solo la
esecuzione di un movimento parte posteriore della lingua
orecchie, bisogna assolutamente non forzare la
espiratorio che provoca contro il palato molle; si occlude
compensazione, ma si deve risalire di qualche metro e
lapertura delle tube. Con cos il rinofaringe e si impedisce ritentare la compensazione, talora aiutandosi con
questa manovra si provoca la comunicazione con le altre vie movimenti verticali della testa.
per un aumento della aree , escludendo soprattutto u  Cappuccio della muta, pu bloccare il passaggio di
pressione endopolmonare ed polmoni. Questo innalzamento acqua nelle cavit dellorecchio esterno, causando un
una certa accelerazione del della base linguale pu quindi
creare, anche con laiuto dei
effetto ventosa, con conseguente mancate compensazione
battito cardiaco, che possono dellorecchio medio; quindi permettere lentrata di aria
limitarne luso in alcune muscoli faringei, una pressione
sufficiente per lapertura delle o acqua a pressione ambiente nel cappuccio e nel
situazioni di particolare stress condotto uditivo esterno. Se le difficolt di
tube e quindi per il
e affaticamento. bilanciamento della pressione compensazione permangono, tassativo interrompere
nellorecchio medio.
25
immediatamente limmersione, per evitare incidenti26 che
possono avere conseguenze anche molto serie.

Compensazione dell
dellorecchio medio
Compensazione dell
dellorecchio medio
 Quando viene impedito il riequilibrio della pressione
nelle cavit dellorecchio medio, si ha una progressiva  Chiaramente, con la rottura della
introflessione verso linterno della membrana timpanica, membrana timpanica dovranno essere
che provoca gi nei primi metri della discesa forti dolori,
assolutamente evitate le immersioni finch
fino alla sua lacerazione.
non vi sar una cicatrizzazione completa
 In questo caso, oltre al dolore estremamente intenso, della membrana stessa.
deve essere anche considerato il fatto che vi un
Infine bisogna ricordare che le cavit
passaggio di acqua, in genere piuttosto fredda, nelle
cavit dellorecchio medio, causando una alterazione del dell'orecchio medio non sono le sole a
normale funzionamento dei canali semicircolari (che dover essere compensate durante una
sono degli organi situati nellorecchio interno e che immersione. Infatti anche nei seni
controllano il senso dellequilibrio), con conseguente paranasali e nella maschera sono contenuti
perdita dellequilibrio e dellorientamento, oltre a dei volumi di aria la cui pressione deve
vertigini e nausea. essere equiparata a quella ambiente.
27 28

7
STATISTICHE
Compensazione dell
dellorecchio medio SESSO: I MASCHI ANNEGANO PI
PI
DELLE FEMMINE: 5 A 1.
1.
 Per quanto riguarda la maschera, sappiamo
che l'aria che vi contenuta durante la discesa PER GLI INCIDENTI RELATIVI AI
subisce l'aumento della pressione ambiente, con NAUFRAGI IL RAPPORTO 14 A 1.
progressiva riduzione del suo volume, fino ad GIOVANI TRA I 15 E I 29 ANNI I RAGAZZI PI
PI
arrivare al cos detto "colpo di ventosa", UOMINI: COLPITI (6,1/1.000.000)
causato dalla pressione negativa che si crea
dentro la maschera. Questo inconveniente pu BAMBINI: TRA 0 E 4 ANNI I BAMBINI PI
PI
essere per evitato molto facilmente espirando COLPITI
con il naso durante la discesa, equiparando cos ANZIANI: OLTE 70 ANNI
la pressione esterna e mantenendo costante il
volume interno della maschera. EPILETTICI: PERDENDO IL CONTROLLO
29 MUSCOLO-
MUSCOLO-NERVOSO ANNEGANO
30

ATTIVIT ASSOCIATE ATTIVIT ASSOCIATE


NUOTARE: CAPACIT
CAPACIT DI NUOTO INCIDENTI 80% DEI COINVOLTI SONO
ALCOHOL E DROGHE DA TUFFI: MASCHI
STRESS 16 > 32 ANNI
SOTTOSTIMA DEI PERICOLI ALCOOL
SALVATAGGI IMPROVVISATI LE VITTIME SONO
MANCATA SORVEGLIANZA RAPIDAMENTE PRESE
DEI BAMBINI DALL
DALLACQUA SENZA
PRECAUZIONI DI
BARCHE: 75% DELLE MORTI DA NAUFRAGIO IMMOBILIZZAZIONE DEL
SONO DA ANNEGAMENTO RACHIDE
ALCOHOL E DROGHE
BARCHE COINVOLTE < 8mt. CONSUMO DI LUSO DI ALCOOL
ALCOOL: ASSOCIATO AL 50% DEGLI
ANNEGAMENTI (USLA,
INCIDENTI SUBACQUEI: 31
ISS) 32

8
STEP DELLANNEGAMENTO STRESS / STANCHEZZA
PU
PU COINVOLGERE: BAGNANTI STANCHI IN
ACQUA ALTA
BAGNANTI CON CRAMPI O
STRESS / STANCHEZZA TRAUMI

IN QUESTA FASE IL BAGNANTE IN GRADO DI


PANICO SOSTENERSI IN ACQUA, MA NON DI PORTARSI AL
SICURO
PU
PU DURARE PER MINUTI O ANCHE PER ORE
SOMMERSIONE
IL BAGNANTE PU
PU RIFERIRE DI NON AVERE
33
BISOGNO DI ALCUN AIUTO 34

STRESS / STANCHEZZA PANICO


CONSEGUENZA DELLA STANCHEZZA E
DELL
DELLIMPOSSIBILIT
IMPOSSIBILIT DI RISOLVERE LA
NON SEMPRE ANTICIPA L
LANNEGAMENTO SITUAZIONE

PER NON MANTENIMENTO DEL GALLEGGIAMENTO


PER
BRACCIATA A SCALATA
SCALATA
GAMBATA INEFFICIENTE
ENERGIE USATE PER CERCARE DI RESPIRARE

UN INTERVENTO TEMPESTIVO IN QUESTA


FASE PERMETTE CHE IL BAGNANTE RIENTRI
SALVO A TERRA, E SI GODA IL RESTO DELLA
GIORNATA 35 NON CHIEDONO AIUTO 36

9
PANICO SOMMERSIONE
AZIONI TOTALMENTE INEFFICIENTI PERSONE CHE ANNEGANO E PRIVE DI MEZZI DI
GALLEGGIAMENTO CADONO RAPIDAMENTE
DURA DA 10 A 60 SECONDI FINO AL FONDO
IN ACQUA DOLCE AVVIENE PI
PI RAPIDAMENTE
SI ARRIVA SUBITO ALLA SOMMERSIONE
DI PER S
S IL RIMANERE SOMMERSI NON
FATALE SE

IL PERICOLANTE VIENE SALVATO


IMMEDIANTE

LOPSA DEVE REAGIRE RAPIDAMENTE E CON UNA VOLTA SOMMERSI LE POSSIBILIT


POSSIBILIT DI UN
EFFICACIA SALVATAGGIO EFFICACE DIMINUISCONO
37 38

FISIOLOGIA DELL
DELLANNEGAMENTO FISIOLOGIA DELL
DELLANNEGAMENTO

QUANDO VIENE INSPIRATA


IL PERICOLANTE INIZIA A: ACQUA, LA LARINGE RISPONDE
ANNASPARE CON UNA CONTRAZIONE
TOSSIRE INVOLONTARIA:
SPUTARE SPASMO LARINGEO
INALA ACQUA NEI POLMONI
INGERISCE ACQUA
LO SPASMO LARINGEO CHIUDE LE VIE AEREE
PERDE CONOSCENZA, E INIZIA A PER EVITARE ULTERIORE INGRESSO DI
RESPIRARE ACQUA ACQUA
39 40

10
FISIOLOGIA DELL
DELLANNEGAMENTO FISIOLOGIA DELL
DELLANNEGAMENTO

NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI DOPO DUE


MINUTI LO SPASMO CESSA,(A
CESSA,(A CAUSA MANDIBOLA SERRATA:TRISMA
SERRATA:TRISMA..
DELL
DELLIPOSSIA),
IPOSSIA), PERMETTENDO CHE L LACQUA
ARRIVI NEI POLMONI.
E IL RISULTATO DI UNA DISFUNZIONE
NEI BAMBINI PUO
PUO PROLUNGARE FINO
NEUROLOGICA SPESSO LEGATA
ALL
ALLARRESTO CARDIACO
ALL
ALLIPOSSIA.RECEDE IN POCHI MINUTI.
TENTATIVI DI VENTILAZIONE FORZATA, A VIE SI CONSIGLIA DI NON FORZARE L
LAPERTURA
AEREE BLOCCATE, POSSONO PROVOCARE DELLA BOCCA MA LIBERARE IL NASO
DISTENSIONE DELLO STOMACO E FACILITARE UTILIZZANDO QUESTA VIA PER LA
IL RIGURGITO 41
VENTILAZIONE 42

FISIOLOGIA DELL
DELLANNEGAMENTO FISIOLOGIA DELL
DELLANNEGAMENTO

BAVA SCHIUMOSA, VOMITO,


RIGURGITO
LA PRESENZA DI ACQUA NELLE VIE AEREE LACQUA NELLO STOMACO AUMENTA LA
PROVOCA L
LEMISSIONE DI BAVA SCHIUMOSA POSSIBILITA
POSSIBILITA DI VOMITO O RIGURGITO

IN ALCUNI CASI C
CE ACQUA NELLE VIE AEREE COL RIGURGITO SI HA ESPULSIONE PASSIVA
E NEI POLMONI.QUASI SEMPRE NELLO DI CONTENUTI GASTRICI CHE E
E INDOTTA
STOMACO. IL CORRETTO POSIZIONAMENTO ANCHE DALL
DALLENTRATA DI ARIA NELLO
DELLA VITTIMA FAVORISCE IL DRENAGGIO STOMACO CON LA RESPIRAZIONE
DALLE VIE AEREE SUPERIORI 43
ARTIFICIALE. 44

11
FISIOLOGIA DELL
DELLANNEGAMENTO FISIOLOGIA DELL
DELLANNEGAMENTO

SIA IN CASO DI RIGURGITO CHE VOMITO IL


PAZIENTE DEVE ESSERE IN PLS

MAI ESERCITARE PRESSIONE SULLO


STOMACO DELLA VITTIMA. OGNI PRESSIONE IN OGNI CASO COMUNQUE
COMUNQUE
FACILITERA
FACILITERA IL RIGURGITO.
IL VOMITO COMPORTA CONTRAZIONE
MUSCOLARE E L
LESPULSIONE ATTIVA DEL DOBBIAMO PORTARLO IN OSPEDALE
CONTENUTO GASTRICO

45 46

TIPI DI ANNEGAMENTO ANNEGAMENTO BAGNATO


CIRCA L
L80% DI TUTTI GLI ANNEGAMENTI
ANNEGAMENTO BAGNATO
LACQUA ENTRA NEI POLMONI
IN ACQUA SALATA PROVOCA UNA
ANNEGAMENTO ASCIUTTO
FUORIUSCITA DI FLUIDI NEI POLMONI PER
OSMOSI EDEMA POLMONARE
PRINCIPIO D
DANNEGAMENTO
IN ACQUA DOLCE ENTRA NEI FLUIDI, DILUISCE
SINDROME DA ANNEGAMENTO IMPROVVISO GLI ELETTROLITI, PROVOCA ACIDOSI
ARITMIA, FIBRILLAZIONE,
47 ASISTOLIA 48

12
ANNEGAMENTO BAGNATO ANNEGAMENTO ASCIUTTO
CIRCA IL 10% DI TUTTI GLI ANNEGAMENTI
GLI ALVEOLI E I BRONCHI COLLASSANO, GLI
AVVIENE QUANDO LO SPASMO LARINGEO NON
SCAMBI GASSOSI SONO IMPEDITI, ANCHE SE
SI RILASSA, E SOLO UNA PICCOLA QUANTIT
QUANTIT DI
PRESENTE IL RESPIRO, C
C UN
UNANOSSIA H O ENTRA NEI POLMONI
2
SECONDARIA ALLA LESIONE ALVEOLARE

ASFISSIA
IL 90% DELLE RIANIMAZIONI RIUSCITE SONO SU
ANNEGAMENTI ASCIUTTI, PERCH
PERCH DURANTE LA
MORTE 49
RCP GLI SCAMBI DI OSSIGENO SONO EFFICIENTI
50

PRINCIPIO D
DANNEGAMENTO SINDROME DA ANNEGAMENTO
IL PERICOLANTE RIENTRA O VIENE TRATTO IN
IMPROVVISO
SALVO DOPO AVER INSPIRATO ACQUA
MORTE IMPROVVISA DOVUTA A PATOLOGIE,
COMPLICAZIONI SUCCESSIVE DIFFERENTI SE IN CONDIZIONI FISICHE O INCIDENTI CHE
ACQUA DOLCE O SALATA AVVENGONO IN ACQUA, MA NON RELATIVE
ALLE CONDIZIONI CLASSICHE DI
LA MORTE PU
PU AVVENIRE FINO A 96H DOPO ANNEGAMENTO
IL 5% DEI SEMI-
SEMI-ANNEGATI SVILUPPER
SVILUPPER
COMPLICAZIONI ES.: IMPATTO IMPROVVISO DEL BAGNANTE CHE
ENTRA IN ACQUA FREDDA E HA UN ARRESTO
IL 25% DI QUESTI MUORE CARDIACO
51 52

13
SINDROME DA ANNEGAMENTO SINDROME DA ANNEGAMENTO
IMPROVVISO IMPROVVISO
PU
PU CAPITARE PER: INCOSCIENZA
DIFFICILE DA PREVENIRE PER LA MANCANZA
DISABILIT
DISABILIT
TOTALE DI SEGNALI
INFARTO
PATOLOGIE CARDIO -
VASCOLARI IN UN LITORALE AFFOLLATO PRATICAMENTE
ATTACCHI EPILETTICI IMPOSSIBILE COGLIERE LE PERSONE A RISCHIO,
TRAUMI AL RACHIDE PERCH
PERCH PU
PU AVVENIRE ANCHE CON
COMPORTAMENTI NON AVVENTATI O
OVERDOSE PERICOLOSI
ALCOOL/DROGA
53 54

TRATTAMENTO TRATTAMENTO
NON PERDERE TEMPO PROTEGGI IL RACHIDE se possibile ancora prima di
rimuovere dall
dallacqua quando si sospetti una lesione.Sei
SVUOTARE I POLMONI DALL
DALLACQUA E
E INUTILE SICURO DI SAPER fissare il paziente sull
sullasse spinale in
IN QUESTA FASE E FA PERDERE TEMPO acqua?

INIZIA

55 56

14
TRATTAMENTO TRATTAMENTO

UTILIZZA CANNULA DI MAYO


CONTROLLA PERVIETA
PERVIETA DELLE VIE AEREE

EVITA MANOVRE DI COMPRESSIONE VENTILA CON PALLONE AMBU


SOTTODIAFRAMMATICA POSSONO FAVORIRE
INALAZIONE ( grosse quantit
quantit di acqua in esofago o
stomaco)
SOMMINISTRA OSSIGENO ALLA PIU
PIU ALTA
CONCENTRAZIONE POSSIBILE
SE OSTRUZIONE VIE AEREE DA CORPO
ESTRANEO: HEIMLICH

57 58

TRATTAMENTO TRATTAMENTO

TRATTA LO SHOCK PONI IL PAZIENTE IN POSIZIONE LATERALE DI


SICUREZZA SUL FIANCO SINISTRO PER
ASPIRA AL BISOGNO CONSENTIRGLI DI EMETTERE L LACQUA
ACQUA ( se la
situazione lo permette)
TOGLI INDUMENTI BAGNATI
IN CASO DI PRINCIPIO DI ANNEGAMENTO NON
PROTEGGI DALL
DALLIPOTERMIA. COPRILO PERMETTERE DI CAMMINARE

CONTINUA LA VALUTAZIONE SECONDO LE


PRIORITA
PRIORITA RACCOGLI INFORMAZIONI
59 60

15
Grazie per
lascolto

61

16

Interessi correlati