Sei sulla pagina 1di 48

Serie 37A

Diffusori Moduline a
Portata Variabile

Manuale di Scelta ed Installazione

INDICE
1 - PRESENTAZIONE ........................................................... 4
1.1 - Caratteristiche principali ................................................. 4
1.2 - Descrizione ...................................................................... 4
1.3 - Principi di funzionamento ............................................... 4
1.4 - La gamma Moduline ....................................................... 4
1.5 - Inserimento dei diffusori Moduline nei controsoffitti .... 5
1.6 - Inserimento dei diffusori Moduline nei controsoffitti
speciali .......................................................................... 8
1.7 - Installazione dei diffusori Moduline nel controsoffitto . 8
1.8 - Collegamento in serie dei diffusori Moduline.
1.9 - Tipologie di mandata ...................................................... 9
1.10 - Qualit dellaria a monte ............................................. 10
1.11 - Immagazzinaggio delle unit Moduline ..................... 10
2 - LANCIO DELLARIA ................................................... 11
2.1 - Uso delle curve di lancio ............................................... 11
2.2 - Esempio ......................................................................... 11
3 - LIVELLI SONORI .......................................................... 11
3.1 - Rumore irraggiato ......................................................... 11
3.2 - Rumore trasmesso ......................................................... 11
4 - GUIDA ALLA SCELTA ................................................ 12
4.1 - Presentazione ................................................................ 12
4.2 - Procedura di scelta ........................................................ 12
4.3 - Esempio di scelta .......................................................... 12
5 - CARATTERISTICHE FISICHE E PRESTAZIONI ..... 14
5.1 - Moduline 37AG con lunghezza attiva di 900 mm ........ 14
5.2 - Moduline 37AG con lunghezza attiva di 1200 mm ...... 16
5.3 - Moduline 37AS ............................................................. 18
5.4 - Moduline 37AH ............................................................ 20
6 - CONTROLLI .................................................................. 22
6.1 - Controlli autoazionati .................................................... 22
6.2 - Controlli elettronici ....................................................... 27

7 - ACCESSORI ................................................................... 29
7.1 - Accessori di sospensione .............................................. 31
7.2 - Accessori per i plenum .................................................. 31
8 - CODIFICA ...................................................................... 33
8.1 - Moduline 37AG ............................................................ 33
8.2 - Moduline 37AH ............................................................ 34
8.3 - Moduline 37AS ............................................................. 35
9 - ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE ..................... 36
9.1 - Controlli per diffusori a portata costante ed a portata
variabile 37AG, AH, AS ............................................ 36
9.2 - Termostati a parete per diffusori 37AG, AH, AS ......... 38
9.3 - Installazione dellassieme regolatore/amplificatore ...... 40
9.4 - Installatore del regolatore di minima portata ................ 42
9.5 - Installazione dello warm-up switch sui diffusori
37AG, AH, AS ........................................................... 43
9.6 - Installazione delle interfacce elettroniche con output
da 0-10 V in c.c. o con 3 cavi a 24 V in c.a. .............. 43
10 - OPERAZIONI DA ESEGUIRE IN CANTIERE:
MISURA DELLA PORTATA DARIA .............................. 44
10.1 - Posizionamento del sensore di velocit ...................... 44
10.2 - Velocit media dellaria per fessura in funzione
della portata daria totale - 37AG .............................. 45
10.3 - Velocit media dellaria per fessura in funzione
della portata daria totale - 37AH .............................. 46
11 - UNITA IN ESECUZIONE SPECIALE ...................... 47
11.1 - Lunghezza dellelemento di diffusione ...................... 47
11.2 - Rifinitura della superficie ............................................ 47
11.3 - Sagoma del diffusore .................................................. 47
11.4 - Unit Moduline con partizioni interne ........................ 47
11.5 - Ingresso laterale dellaria primaria ............................. 47
11.6 - Unit Moduline con plenum fuori standard ................ 47
11.7 - Unit Moduline per montaggio a parete ..................... 47
11.8 - Lunghezza attiva ......................................................... 47
12 - SPECIFICHE SUGGERITE ......................................... 48

La fotografia in copertina ha carattere esclusivamente informativo e non pu quindi dare luogo ad alcun vincolo contrattuale.
Il costruttore su riserva il diritto di effettuare modifiche senza alcun obbligo di preavviso.
3

1 - PRESENTAZIONE

Fig. 1 - Sezione trasversale di un diffusore Moduline

1.1 - Caratteristiche principali


Le unit Carrier Moduline sono dei terminali in grado seguire sia
la distribuzione dellaria che il controllo della portata (costante
o variabile). La funzione primaria di queste unit il controllo
automatico ed accurato della portata daria che fluisce attraverso
di essi in modo da mantenere la temperatura dellaria in ambiente
su un livello sensibilmente costante scelto dagli occupanti.
Sono apparecchi di tipo monoblocco che possono essere usati
con qualsiasi unit di trattamento dellaria: condizionatori centralizzati di tipo tradizionale o condizionatori packaged per
installazione interna o esterna.
I terminali Moduline distribuiscono aria trattata attraverso fessure
lineari che si trovano a livello del filo inferiore del soffitto del
locale. Il loro funzionamento si basa sulleffetto Coanda, grazie
al quale il flusso daria che esce dal terminale aumenta miscelandosi con laria indotta dellambiente senza dare luogo a
correnti daria fastidiose per gli occupanti dei locali che non
avvertono quindi alcun disturbo.
Questi diffusori sono disponibili in grandezze che, essendo adatte
allinserimento nei moduli standard dei controsoffitti, salvaguardano innanzitutto lestetica di questi ultimi e rendono le unit
adattabili ad eventuali cambiamenti nelluso dei locali. Questa
caratteristica rende possibile anche modifiche del lay out dei
locali e della rete di distribuzione dellaria con sforzi e fatica
minimi.
Ogni terminale Moduline pu venire dotato di un regolatore
che lo rende adatto a fungere da master che controlla svariati
terminali asserviti. Se privo di regolatore, il terminale Moduline
diventa asservito. La quantit di diffusori asserviti controllabili
da un diffusore master variabile a seconda dei modelli. In
qualunque momento un terminale asservito pu venire dotato di
un semplice kit di controllo che lo trasforma in master. I terminali master ed asserviti sono collegati tramite tubicini flessibili,
mentre non serve alcun collegamento elettrico.
1.2 - Descrizione
a.
b.

c.

d.
e.

f.

g.

Plenum costruiti in lamiera zincata da 6/10 o da 10/10 di


spessore, a seconda dei modelli
Piastra di distribuzione traforata che assicura la massima
uniformit di distribuzione dellaria attraverso la lunghezza
attiva del diffusore.
Soffietti in neoprene che si espandono e si contraggono
per azione della pressione di controllo per regolare lentit
della portata daria che esce dal diffusore.
Riscontro del soffietto ricoperto in feltro per contenere il
livello sonoro.
Isolamento termoacustico costituito da un materassino in
lana di cotone di 13 mm di spessore ricoperto da un film
di neoprene per resistere allerosione.
Elemento centrale di guida del flusso daria, con profilo
aerodinamico per prevenire la formazione di turbolenze e
per mantenere costante la velocit dellaria attraverso la
gola di diffusione.
Isolamento acustico costituito da un materassino in lana di
cotone di 25 mm di spessore ricoperto da un film di
neoprene che attenua il rumore dovuto al flusso dellaria.

h.

Elemento di diffusione costituito da un profilato in alluminio


estruso con finitura superficiale di colere bianco (RAL
9010, con fattore di lucentezza del 30%) smaltato a forno.

1.3 - Principi di funzionamento


Laria primaria proveniente da una fonte esterna viene introdotta nel plenum (A) e dopo avere attraversato la piastra traforata
(b) imbocca la pista di uscita che costituita dai soffietti (c) e
dai riscontri di questi ultimi (d).
La sezione di passaggio trasversale dellaria viene variata
espandendo e contraendo i soffietti grazie ad una variazione
della pressione di controllo provocata dallunit di controllo. In
corrispondenza del punto (B) la pressione dellaria minima e
quindi il flusso daria segue il profilo dellelemento centrale
senza alcuna turbolenza.
Le caratteristiche del flusso daria in corrispondenza dellelemento di diffusione sono tali da garantire la completa miscelazione tra laria primaria che esce dal diffusore e laria secondaria
indotta dallambiente gi ad una distanza di soli 300 mm dal
diffusore.
Tutto ci significa che possibile il funzionamento con differenze di temperatura fino a 14 K tra aria ambiente ed aria primaria senza creare rischi di dare luogo a correnti fredde che
possano disturbare gli occupanti dei locali.

1.4 - La gamma Moduline


Un impianto con diffusori Moduline pu venire realizzato
avvalendosi di tre tipi di terminali. La gamma dei modelli, tra
di loro diversificati per portate, pesi e dimensioni, tale da
poter soddisfare ogni esigenza specifica.
1.4.1 - 37AG

Un solo diffusore Moduline 37AH in grado di erogare una


portata pari a pi diffusori 37AG. Ogni 37AH dotato di quattro
soffietti in neoprene e di un elemento di diffusione con 101,6 mm
di larghezza.
Grazie allentit delle portate daria che riescono ad erogare,
questi diffusori risultano ideali per la climatizzazione di vasti
open space e di ogni locale che sia caratterizzato da carichi
frigoriferi particolarmente elevati. Le loro applicazioni pi
tipiche sono costituite da aule scolastiche, sale conferenza,
grandi magazzini, etc.
1.4.3 - 37AS

Sono disponibili due modelli Moduline 37AG ciascuno dei


quali caratterizzato da una lunghezza attiva specifica:
Lunghezza attiva: 900 mm
Portata daria nominale: 200 m3/h - 56 l/s
Campo delle portate possibili: da 68 a 470 m3/h - da 19 a 130 l/s
Lunghezza attiva: 1200 mm
Portata daria nominale: 267 m3/h - 74 l/s
Campo delle portate possibili: da 90 a 627 m3/h - da 25 a 173 l/s
I diffusori Moduline 37AG sono adatti per installazioni in tutti
i tipi di ufficio, di esercizi commerciali, di ospedali, etc. in cui
siano previsti controsoffitti modulari. Grazie alle dimensioni
particolarmente contenute ed alle elevate portate daria che
riescono a gestire, questi diffusori costituiscono la soluzione
migliore per la maggior parte degli impianti a portata daria
variabile (VAV). Come tutti gli altri modelli della gamma, possono svolgere il ruolo di asservito o, dopo laggiunta di un
regolatore, il ruolo di master. Se il controsoffitto accessibile il
regolatore pu anche essere installato in un secondo tempo. Le
unit 37AG possono venire installate anche a cavallo di pareti
divisorie. In caso di rimozione di queste ultime, di norma non
necessario adattare la posizione delle unit.

Portata daria nominale: 200 m3/h - 56 l/s


Campo delle portate possibili: da 69 a 280 m3/h - da 19 a 78 l/s
Laltezza di soli 170 mm rende i diffusori 37AS i pi compatti
dellintera gamma Moduline. Per tale caratteristica risultano
ideali in tutte le applicazioni nelle quali laltezza utile del
controsoffitto particolarmente limitata. Le loro applicazioni
pi tipiche sono costituite dalle ristrutturazioni e dalla climatizzazione di edifici di vecchia costruzione. Le loro caratteristiche principali sono analoghe a quelle del modello 37AG. I
diffusori Moduline 37AS, i cui plenum hanno un lato dotato di
attacco mentre laltro cieco, non possono venire collegati in
serie.

1.4.2 - 37AH

Portata daria nominale: 350 m3/h - 97 l/s


Campo delle portate possibili: da 170 ad 850 m3/h - da 47 a
236 l/s
5

1.5 - Inserimento dei diffusori Moduline nei


controsoffitti
a.
b.

Tutti i diffusori Moduline Serie 37 possono essere inseriti


nei controsoffitti ad elementi amovibili.
A seconda del tipo del controsoffitto e delle caratteristiche
del suo sistema di sospensione, tutti i diffusori Moduline
Serie 37 possono essere disposti su file contigue continue o
discontinue.

Le prestazioni dei diffusori Moduline non sono influenzate in


alcun modo n dalla vicinanza di fonti di illuminazione n da
carenze di allineamento che siano contenute entro i 15 mm.
La disposizione dei diffusori Moduline comunque determinata
dalla posizione delle fonti luminose e dallorientamento dei
supporti a T del controsoffitto.
Fig. 3 - Installazione dei diffusori Moduline in linee
discontinue

1.5.1 - Installazione dei diffusori Moduline in linee continue


In questi casi i diffusori di mandata Moduline, i diffusori di
ripresa ed i diffusori ciechi vengono installati per linee continue
parallele ai supporti a T del controsoffitto. Tutte le unit, che
vengono installate con le estremit delluna a contatto con quelle
delle altre, hanno lunghezza di norma identica a quella degli
elementi del controsoffitto che pu essere di 1200 o di 1500 mm.
Fig. 2 - Installazione dei diffusori Moduline in linee
continue

1.5.2 - Installazione dei diffusori Moduline in linee


discontinue
In questi casi i diffusori di mandata Moduline, i diffusori di
ripresa ed i diffusori ciechi vengono installati per linee perpendicolari ai supporti a T del controsoffitto. Le estremit delle
unit sono separate dalla larghezza del supporto a T che di
norma corrisponde a 25 mm. Le unit debbono quindi avere
lunghezza pari a quella degli elementi del controsoffitto meno
25 mm, vale a dire di norma pari a 1175 o a 1475 mm.
I diffusori possono venire allineati prevedendo ad ogni loro
estremit una staffa di sostegno per supporti a T (disponibile
come accessorio). Tale accessorio si adagia parzialmente sulla
parte laterale del diffusore e parzialmente sul lato superiore del
supporto a T del controsoffitto.
1.5.3 - Disposizione dei diffusori Moduline nei controsoffitti
Grazie alle loro eccezionali caratteristiche di distribuzione
dellaria e di flessibilit del loro sistema di controllo della portata,
i diffusori Moduline sono caratterizzati da unincomparabile
flessibilit.
I diffusori Moduline dovrebbero venire idealmente installati
parallelamente alle pareti in corrispondenza della mezzeria del
locale (se hanno mandata a due vie) o in prossimit delle pareti
stesse (se hanno mandata ad una via).

A:
B:
C:
D:

Cavi di sospensione
Supporto di installazione della barra a T
Diffusore
Piastra frontale del plenum

Fig. 4 - Installazione dei diffusori Moduline per linee parallele ai supporti a T del controsoffitto in un piano
tipico delledificio

Posizione
G-1
G-2
H-1

Modello
37AG 111 203 P
37AG 121 234 P
37AH 111 204 P

Mandata
2-vie
2-vie
2-vie

Plenum
178
229
229

Adattatori
0 x 159
159 x 199
0 x 199

Lunghezza del diffusore, mm


1175
1175
1175

T Termostato
- - - Collegamenti tra i soffietti

Fig. 5 - Installazione dei diffusori Moduline per linee perpendicolari ai supporti a T del controsoffitto in un
piano tipico delledificio

Posizione
G-1
G-2
G-3
H-1

Modello
37AG 111 203 P
37AG 121 234 P
37AG 121 244 P
37AH 111 204 P

Mandata
2-vie
2-vie
2-vie
2-vie

Plenum
178
229
229
229

Adattatori
0 x 159
159 x 199
199 x 199
0 x 199

Lunghezza del diffusore, mm


1175
1175
1175
1175

T Termostato
- - - Collegamenti tra i soffietti

1.6 - Inserimento dei diffusori Moduline nei controsoffitti speciali


Consultare la fabbrica prima di prevedere luso di diffusori Moduline in controsoffitti aventi caratteristiche speciali.
1.7 - Installazione dei diffusori Moduline nel controsoffitto
1.7.1 - In soffitti con supporti a T discontinui

199 mm 7 199 mm

249 mm

Unit 37AH asservita


con plenum da 280 mm

Flusso
daria

199 mm

Unit 37AH master con


plenum da 230 mm

9
3

5 2

1 - Collegamento realizzato in cantiere con un canale circolare


2 - Attacco dei soffietti
3 - Ganci ed angoli del supporto a T
4 - Supporto a T

10

5 - Elemento di diffusione
6 - Tubicini di collegamento dei soffietti
7 - Manicotti elastomerici e relativi collari
8 - Tappo di fondo

9 - Assieme del regolatore VAV


10 - Levetta di taratura del termostato
11 - Diffusore di ripresa 37AH

R
1 agg
x
di io m
am
et in. =
ro
de
lc

an

al

1.7.2 - Lunghezze e raggi di curvatura raccomandati per i canali flessibili

Diametro dellattacco
del Moduline

Canale
principale

2 x D minimo

11

1.8 - Collegamento in serie dei diffusori Moduline.


Dimensionamento dei canali di mandata
Tutti i modelli dei diffusori Moduline, ad eccezione del 37AS,
hanno attacchi di collegamento su entrambi i lati che ne consentono lallacciamento in serie in modo da semplificare lesecuzione della rete dei canali. La grandezza sia degli attacchi che del
plenum dei diffusori Moduline dipende dalla portata daria che
entra in ciascuno di essi. La tabella che segue riporta alcuni
esempi di collegamenti in serie. La perdita di carico totale di
Quantit dei
diffusori
alimentati

Diametro del canale


di alimentazione
mm

Portata daria
massima
l/s
m3/h

159

200

720

199

310

1120

199

310

1120

249

485

1750

249

485

1750

ciascuno di essi non supera i 25 Pa e presuppone che i collegamenti tra le unit siano eseguiti con dei canali flessibili lunghi
150 mm. La perdita di carico aumenta allaumentare della lunghezza dei flessibili di collegamento. Per motivi economici la
lunghezza dei flessibili di collegamento non deve superare i
1200 mm.
NOTA: Le unit 37AS non possono venire inserite in un
collegamento in serie in quanto hanno un lato cieco.

Grandezza degli attacchi e del plenum

Collegamenti in serie di diffusori Moduline 37AG


1

199

310

1120

249

485

1750

249

485

1750

249

485

1750

Collegamenti in serie di diffusori Moduline 37AH


1.9 - Tipologie di mandata

Mandata ad una via

Il lato di mandata delle unit ad una via non pu venire modificato in cantiere.

Mandata a due vie

1.9.1 - Mandata ad una via - OWB


Deve essere usata quando il diffusore viene installato in prossimit di una parete. Laria deve essere indirizzata lontano dalle
pareti in modo da impedire la creazione di correnti daria
fastidiose.
1.9.2 - Mandata a due vie - TWB
La mandata a due vie consente la distribuzione dellaria su
superfici maggiormente ampie. Tutti i modelli sono disponibili
con mandata a due vie.
La soluzione con mandata a due vie, grazie allelevato rapporto
di induzione che la caratterizza, consente di ottenere allinterno
del locale unottima circolazione daria ed uneccezionale
uniformit di temperatura.

1.9.3 - Lato di mandata


Il lato di mandata definito guardando dal lato dei comandi
lunit installata nel controsoffitto. Per tutti i modelli lattacco
dingresso aria si trova sul lato opposto al lato in cui si trovano
i controlli. Nei disegni dimensionali di ogni modello indicato
il lato sul quale si trovano i controlli.
1.9.4 - Portata daria in chiusura
Durante la progettazione di un impianto VAV indispensabile
tenere conto delle portate daria di tutte le unit quando sono in
chiusura (cio a termostato chiuso).
Le portate daria in chiusura indicate per ogni diffusore Moduline si verificano dopo alcune ore di funzionamento.
ATTENZIONE: Per quanto riguarda la portata minima di
ventilazione non possibile fare affidamento sulla la portata
daria in chiusura. Infatti, quando un diffusore Moduline
chiuso per qualche tempo si verifica una diminuzione della
portata in chiusura la cui entit dipende dal modello.

I modelli 37AG, AH ed AS sono disponibili sia con mandata ad


una via che con mandata a due vie.
9

1.10 - Qualit dellaria a monte


1.10.1 - Filtri aria
I filtri da 50 mm di spessore di cui sono normalmente dotate le
unit centralizzate di trattamento dellaria possono essere di tipo a
gettare o di tipo lavabile. Per le applicazioni di climatizzazione
sono anche frequentemente usati i filtri rotativi che virtualmente
non necessitano di manutenzione.
Per prevenire lo sporcamento dei soffitti e per minimizzare i
costi di pulizia e di reimbiancatura, il sistema di filtrazione deve
tuttavia comprendere per lo meno un filtro con efficienza opacimetrica pari all85% NBS. Per ottenere migliori abbattimenti
delle polveri comunque bene usare filtri aventi capacit di
accumulo standard ed efficienza superiori all85%. In effetti
per la buona riuscita dellimpianto indispensabile tenere conto
anche della qualit dellaria negli ambienti. Per esempio nelle
zone industriali e metropolitane il maggior tasso di inquinamento
dellaria impone quasi sempre luso di filtri di maggiore efficienza e di maggiore capacit di accumulo. In particolare per
gli impianti realizzati in queste zone occorre usare filtri con
superfici maggiori e quindi in grado di trattenere una maggiore
quantit di polveri per ottenere intervalli di manutenzione
ragionevoli. Per questi scopi risultano particolarmente adatti i
filtri pieghettati, a sacco o a tasche.
Per motivi di durata, di costo e di efficienza bene che a monte
dei filtri ad alta efficienza vengano installati dei prefiltri che
intercettino le impurit di maggiori dimensioni.
A patto di eseguire correttamente le necessarie operazioni di
manutenzione periodica, anche possibile usare filtri elettronici o
elettrostatici, che non si avvalgano superfici oleate o adesive
per accumulare le polveri. In questi impianti di climatizzazione
in effetti indispensabile non usare, neppure a scopo di prefiltraggio, filtri di questo tipo o filtri a liquidi viscosi o con
membrane tamponate. A basse portate la loro efficienza tende
in effetti a diminuire ed inoltre le sostanze fluide in essi usate
favoriscono la formazione di depositi di polveri allinterno dei
terminali di distribuzione dellaria con grave pregiudizio delle
prestazioni di questi ultimi.
La differenza tra le perdite di carico finali (indicate dai costruttori) e le perdite di carico iniziali (a nuovo) dei filtri pieghettati
ad alta efficienza corrisponde di norma a 250 Pa. Tutti i dispositivi terminali di immissione dellaria negli ambienti debbono
quindi essere in grado di tollerare tali variazioni di pressione
statica senza che si verifichi alcun degrado delle loro prestazioni.
La perdite di carico del sistema secondario di distribuzione
dellaria debbono essere calcolate usando le perdite finali dei filtri.
Nuovi o puliti i filtri debbono essere comunque caratterizzati da
perdite di carico iniziali molto limitate anche con portate daria
relativamente alte. Il sistema di controllo nei terminali a Portata
dAria Variabile (VAV) Moduline mantiene la portata daria
immessa nei locali ad un livello tale da ottenere la temperatura
desiderata a tutte le condizioni di funzionamento.

10

Limpianto deve prevedere un regolatore di pressione inserito


nel canale di mandata secondario che, quando la portata daria
tende a diminuire, deve impedire laumento di pressione nei
canali abbassando la velocit del ventilatore dellunit di trattamento per risparmiare energia.
Con le unit Moduline inserite nel sistema di distribuzione
dellaria primaria vengono sempre mantenute le condizioni di
funzionamento ottimali in quanto il sistema di controllo di queste
unit mantiene la portata daria immessa in ambiente sul valore
necessario, indipendentemente dalle variazioni di pressione nel
sistema di distribuzione dellaria. Il regolatore di pressione nel
canale di distribuzione dellaria primaria ha anche lo scopo di
impedire che la pressione dellaria che giunge ai terminali possa
diventare eccessiva e di fare in modo che il livello sonoro di
questi ultimi risulti sempre accettabile.
Ladozione di un sistema dimmissione daria primaria che pu
essere presa per la maggior parte dallesterno implica tuttavia
laccettazione del fatto che la manutenzione o la sostituzione
dei filtri avvengano pi di frequente di quanto accade per gli
impianti a ricircolo.
1.11 - Immagazzinaggio delle unit Moduline
Al ricevimento delle unit indispensabile controllare che,
indipendentemente dalla loro quantit, nessuno dei colli risulti
danneggiato. Per proteggere lintegrit degli apparecchi per il
pi lungo tempo possibile, indispensabile non aprire le confezioni degli apparecchi prima del momento dellinstallazione.
Per prevenire il deterioramento dei soffietti le unit Moduline
devono venire immagazzinate in locali nei quali la temperatura
risulti sempre superiore ai 5C.
ATTENZIONE: La mancata osservanza di quanto specificato
nella nota precedente provoca automaticamente il decadimento
della garanzia degli apparecchi. Contattare la Carrier in caso
di difficolt.

2 - LANCIO DELLARIA

Il flusso dellaria si muove orizzontalmente al di sotto del


controsoffitto inducendo con tale movimento una quantit daria
ambiente assi superiore. Tutto ci crea un lento movimento
verso lalto dellintera massa daria e rendendo costante la
temperatura allinterno dellintero locale.

E quindi possibile il funzionamento con differenze fino a 14 K


tra la temperatura ambiente e la temperatura dellaria immessa
senza che si verifichino effetti avversi al comfort degli occupanti.

Lelevata efficienza di diffusione che caratterizza le unit


Moduline consente il loro inserimento sia in controsoffitti
tradizionali che in controsoffitti di tipo speciale, come quelli
con moduli piramidali, a maglie aperte, con false travi, etc.
I dati di portata pubblicati sono riferiti a controsoffitti piani e
continui. Le speciali caratteristiche di cui godono questi diffusori
garantiscono che laria immessa, non appena uscita dalle loro
fessure, si misceli istantaneamente con laria che viene indotta
dallambiente. Il lancio dipende dalla portata, ma non nella
pressione nel canale di mandata. La gittata si riduce di 0,1 m
ogni 0,1 m di aumento dellaltezza del controsoffitto e viceversa.
2.1 - Uso delle curve di lancio
-

Lancio minimo: corrisponde alla distanza minima tra il


diffusore ed una parete.
Lancio massimo: corrisponde alla distanza massima a cui
arriva laria che esce dallunit Moduline.
Lancio medio: corrisponde alla distanza minima a cui
arriva laria che esce da ununit Moduline quando
installata di fronte ad unaltra.

Unit 1 - portata daria: 220 m3/h - 61 l/s


Lancio minimo: 1,70 m
Lancio massimo: 4,40 m
Lancio medio: 3,05 m
Unit 2 - portata daria: 150 m3/h -42 l/s
Lancio minimo: 1,00 m
Lancio massimo: 2,75 m
Distanza tra le unit 1 e 2
3,05 + 1,87 = 4,92 m
Distanza tra lunit 2 e la parete
Lancio minimo: 1,00
Massima lunghezza coperta dallunit 1
Lancio massimo: 4,4 m

3 - LIVELLI SONORI
Svariati sono i fattori che contribuiscono al livello sonoro
avvertibile allinterno di un locale:
la potenza sonora (Lw) del terminale di immissione
lattenuazione sonora del controsoffitto
lattenuazione sonora del locale
la disposizione dei terminali di immissione
A partire da tali fattori possibile calcolare la pressione sonora
avvertibile allinterno di un locale di caratteristiche note in cui
siano installati dei terminali Moduline, dei quali siano note la
portata daria e la pressione di funzionamento.
3.1 - Rumore irraggiato Lp 1 = (1) - 1 - 2
Poich allinterno di un diffusore Moduline non vi sono parti
mobili ed il suo interno ricoperto da un materassino isolante in
lana di cotone da 13 mm di spessore, il rumore da esso irraggiato
talmente ridotto da potere essere considerato trascurabile.

Terminologia usata in materia di lancio


Canale flessibile
Unit 1

Diffusore Moduline
1

Unit 2
Lw

2
HSP = 2,70 m
Controsoffitto
1
Lancio medio
dellunit 1
Lancio massimo
dellunit 1

Lancio medio
dellunit 2

Lancio massimo
dellunit 2

HSP = Altezza del filo inferiore del controsoffitto

Spazio occupato
Lp

2.2 - Esempio

3.2 - Rumore trasmesso Lp 2 = (2) - 2

Lesempio che segue considera un caso in cui sono previste due


file di 37AG, delle quali la numero 1 composta da moduline
con portata daria unitaria di 220 m3/h (61 l/s) mentre la numero 2
composta da moduline con portata daria unitaria di 150 m3/h
(42 l/s).

Il rumore trasmesso ingloba:


a) Il rumore prodotto dallespansione dellaria sopra i
soffietti che viene comunque attenuato dal materassino
isolante in lana di cotone di cui dotata la gola del
diffusore.
b) Il rumore prodotto dal diffusore. A questo proposito fare
riferimento alle tabelle delle potenze sonore pubblicate
pi avanti. I valori, che aumentano allaumentare della
portata e della pressione e viceversa, si sommano al livello
sonoro di fondo del locale.

Dal diagramma pubblicato a pagina 15 possibile determinare


la distanza minima tra la fila numero 2 ed una parete, la distanza
tra una fila di moduline e laltra nonch il lancio massimo dei
moduline della fila 1.

11

4 - GUIDA ALLA SCELTA

B - Se la compatibilit non risultasse verificata:

Trovare un compromesso tra i lanci ed il livello


sonoro modificando:
la temperatura dellaria di mandata, oppure
la quantit o il tipo dei diffusori (37AG invece dei 37
AH, o 37AH invece dei 37AG)

Tornare al punto 2 nel caso sia stato modificato il


modello delle unit scelte

Tornare al punto A nel caso non sia stato modificato


il modello delle unit scelte

Contattare il Rappresentante Locale della Carrier per


eventuali applicazioni speciali.

4.1 - Presentazione
Dati essenziali:
Geometria del locale
Livello sonoro specificato o richiesto
Temperatura ambiente di progetto
Rientrate e dispersioni di calore
Attenuazione sonora dellambiente
Da determinare:
Quantit dei diffusori Moduline necessari
Tipo dei diffusori
Portata daria immessa da ciascun diffusore
Portata daria entrante in ciascun diffusore
Minima pressione di funzionamento richiesta
Diametro del canale di mandata
Lunghezza di ciascun diffusore
Posizione dei controlli e di ciascuna unit
Vincoli imposti dal controsoffitto:
Dimensioni dei moduli
Sagoma del modulo
Altezza del controsoffitto
Accessibilit
Posizione delle fonti luminose

4.3 - Esempio di scelta


37AG
Applicazione: 3 locali singoli (A, B, e C) con esposizione ad
Ovest.
Carico termico sensibile:
Locali A e C ..................................................................... 740 W
Locale B ......................................................................... 1850 W
Temperatura dellaria di mandata, Tsa .............................. 10C
Temperatura ambiente di progetto, Trm ............................ 24C
Livello sonoro richiesto in ambiente, Lp ......................... NC 35
Attenuazione sonora dellambiente, Lw - Lp ..... 4 dB a 500 Hz
1.

E:
-

Distanza tra le pareti ed i diffusori

Ovest

2.
3.
4.

12

Usare i parametri qui di seguito indicati per determinare la


portata daria necessaria:
Temperatura ambiente di progetto
Rientrate e dispersioni di calore
Portata dellaria di mandata
Determinare il tipo dei diffusori Moduline da usare
tenendo conto dei criteri qui di seguito elencati:
Portata daria che deve immettere in ambiente ciascun
diffusore
Livello sonoro richiesto (alla pressione di funzionamento
massima e minima
Identificare:
Il tipo di controsoffitto (spazio disponibile, moduli,
sagoma, fisso o amovibile)
Lorientamento dei supporti a T del controsoffitto
La posizione delle fonti luminose
Verificare la compatibilit dei lanci massimi e la
distanza dalle pareti.
Ricavare i lanci dai diagrammi, tenendo anche conto della
pressione minima di funzionamento necessaria.
A - Una volta accertata la compatibilit:

Determinare il diametro del canale di mandata e la


sua tipologia (rigido o flessibile).

Decidere le posizioni dei controlli e degli attacchi dei


diffusori.

Scegliere gli accessori necessari per linstallazione


delle unit nel controsoffitto.

Codificare le unit scelte.

4.8 m

4.2 - Procedura di scelta


1.

Calcolo della portata daria da immettere in ogni


ambiente tramite la formula

3.6 m

4.8 m

3.6 m

Portata daria, l/s =

Per i locali A e C =

Per il locale B =

2.

Carico sensibile, W
1,214 (Trm - Tsa)
740
1,214 x 14

1850
1,214 x 14

= 44 l/s

= 109 l/s

Determinazione della portata accettabile per ottenere un


livello sonoro di 35 NC nei locali:
Fare riferimento ai dati relativi ai livelli sonori dei diffusori
Moduline 37AG. Per ottenere un livello sonoro pari a 35 NC in
un locale caratterizzato da unattenuazione di 4 dB, la portata
daria raccomandata per ogni unit corrisponde a 57 l/s con
una pressione massima di 750 Pa.

4.

Posizionamento dei quattro diffusori 37AG


Ovest

3,6 m

4,8 m

3,6 m

4,8 m

Determinazione della quantit delle unit necessarie,


dividendo la portata daria necessaria per la portata
daria accettabile per ogni unit.
Per i locali A e C: 44/57 = 0,77, quindi sufficiente un diffusore Moduline 37AG in ognuno di essi.
Per il locale B : 109/57 = 1,91, quindi per questo locale sono
necessari due diffusori Moduline 37AG.

2,4 m

3.

Calcolo della portata daria per ogni unit:

Portata daria per


ogni unit, l/s =

Portata daria totale necessaria, l/s


Quantit dei diffusori installati

Per i locali A e C: 44/1 = 44 l/s


Per il locale C: 109/2 55 l/s
5. Verifica dei lanci e delle posizioni delle unit
La posizione dei diffusori deve essere coordinata con quella delle
fonti luminose e, cosa ancor pi importante, le loro dimensioni
devono essere coordinate con quelle dei moduli del controsoffitto.
In questo caso le unit possono venire disposte i tutti e tre i locali
su una linea parallela alla parete. A questo proposito fare riferimento a quanto riportato al paragrafo 1.5 Inserimento dei diffusori Moduline nei controsoffitti ed alle curve di lancio dei Moduline 37AG pubblicate a pag. 17. Il lancio richiesto deve risultare
compreso tra la curva dei lanci massimi e quella dei lanci minimi.
Se per qualunque motivo ci non fosse esistono alcune soluzioni:
Aumento della quantit delle unit usate in modo da ridurre
la portata unitaria e quindi il lancio ottenuto di ciascuna.
Modifica della temperatura di mandata e quindi della portata
daria necessaria per mantenere in ambiente le condizioni
di progetto. La riduzione della temperatura di immissione
provoca infatti la riduzione della portata daria necessaria e
conseguentemente del lancio e della rumorosit del diffusore. E comunque indispensabile che la riduzione della
portata daria risulti compatibile con le esigenze ambientali.
Scelta di unit caratterizzate da portate daria maggiori (uso
di modelli 37AH invece di modelli 37AG) e ripetizione
della procedura di scelta a partire dal punto 2. Quasi sicuramente questo accorgimento permetter di ridurre la quantit dei diffusori necessari.
Dalle curve di lancio si pu rilevare che la pressione minima di
funzionamento.
6. Scelta del diametro dellattacco di collegamento
Fare riferimento alla tabella pubblicata a pag. 9, nella quale
sono riportati i dati di ogni unit relativi alle portate massime e
ad ogni possibile collegamento in serie.
Per la prima unit:
La portata dellaria entrante corrisponde alla somma della sua
portata e di tutte le unit ad essa collegate in serie: 44 + 55 +
55 + 44 = 198 l/s.
La tabella indica che per portate entrante massime fino a 200 l/s
adatto un attacco di collegamento avente un diametro di 159 mm.
Quindi, tutte le unit ad eccezione dellultima avranno una
attacco da 159 mm di diametro ad entrambe le estremit. Lultima
unit avr invece unestremit dotata di un solo attacco di
ingresso di diametro corrispondente a 159 mm (che il minore
disponibile per i modelli 37AG) e laltra accecata in fabbrica. I
plenum di tutti gli apparecchi saranno da 180 x 180 mm.

Canale principale
di mandata

159

159

Chiusura

Legenda:
T = Modulo del controsoffitto da 1200 x 1200 mm;
orientazione di supporti a T

Per la seconda unit:


La portata dellaria entrante corrisponde a 55 + 55 + 44 = 154 l/s,
che anchessa necessita di attacchi da 159 mm. Gli stessi risultati si ottengono per lunit successiva.
7. Posizione e collegamento del complesso di controllo VAV
Nei limiti del possibile il complesso di controllo dovrebbe trovarsi a met strada tra lunit master e lunit asservita ad essa
pi lontana. Per il locale B il primo diffusore funger da master
e quindi il complesso di controllo dovr trovarsi tra un diffusore
e laltro. I diffusori dei locali A e C saranno invece ognuno dotati
di un proprio complesso di controllo. Saranno quindi necessari
tre kit di Controllo VAV aventi codice 37AG 900 062 C.
Nel locale B lunit asservita sar collegata allunit master tramite tubicini flessibili (codice 37AE 900 592 C, per un rotolo
da 30 m).
8. Accessori
In ogni installazione possibile prevedere diffusori ciechi e
diffusori di ripresa in modo da conferire una maggior simmetria
allimpianto e da migliorarne il risultato estetico. Luso di diffusori di ripresa presuppone la creazione di una leggera depressione
allinterno del controsoffitto che funge in tal modo da plenum
di aspirazione. I diffusori di ripresa hanno le stesse misure e le
stesse caratteristiche estetiche dei diffusori di mandata. A seconda
del tipo di controsoffitto (continuo piuttosto che modulare) per
allineare perfettamente lunit possono risultare utili degli angolari di allineamento o supporti da inserire nelle barre a T che
reggono il controsoffitto.
9. Codifica
In caso di installazione discontinua dei diffusori in controsoffitti
con moduli da 1200 x 1200 mm (e quindi con supporti a T alle
estremit dei diffusori) i diffusori identificati nellesempio
dovranno essere identificati dai seguenti numeri di codice:
3 diffusori Moduline 37AG 11 12 33 P con elemento di
diffusione lungo 1175 mm ed attacchi da 159 mm su
entrambi i lati.
1 diffusore Moduline 37AG 11 12 03 P con elemento di
diffusione lungo 1175 mm, un attacco da 159 mm su un
lato e laltro lato cieco.

13

5 - CARATTERISTICHE FISICHE E PRESTAZIONI


5.1 - Moduline 37AG con lunghezza attiva di 900 mm
5.1.1 - Dati generali
Portata daria nominale: 200 m3/h - 56 l/s
Quantit massima di unit controllabili tramite un solo
regolatore: 8
Portata daria in chiusura: 41 m3/h - 11 l/s +/- 3 l/s
Accessibilit di dispositivi di controllo a scopo di manutenzione: attraverso il controsoffitto
Altezza nominale del plenum

mm

180

230

280

Altezza fuori tutto dellunit

mm

327

378

428

Attacchi di collegamento

mm

159

199

249

Portata massima dellaria entrante

m3/h

720

1120

1750

Portata massima dellaria entrante

l/s

200

311

486

Peso*

kg

10

12

16

* Con elemento di diffusione lungo 1200 mm e privo di imballaggio

5.1.2 - Caratteristiche fisiche e dimensioni


Grandezza
del plenum

Lunghezza nominale
del diffusore = 1200 mm

178 x 178

991,5*

Lunghezza attiva

229 x 229

del plenum = 900 mm

279 x 279

del diffusore = 1500 mm

178 x 178

Lunghezza attiva

229 x 229

del plenum = 900 mm

279 x 279

EC - 159

159

181,5

244,5

244,5

127

1175

EC - 159 - 199

199

232,5

265,5

265,5

178

1034

199 - 249

249

282,5

290,5

290,5

228

991,5*

EC - 159

159

181,5

244,5

244,5

127

EC - 159 - 199

199

232,5

265,5

265,5

178

199 - 249

249

282,5

290,5

290,5

228

1034

13,5

1200

Lunghezza nominale
1034
1034

153

1475

1500

* Il valore A riferito ad unit con unestremit accecata con lapposito tappo


EC: Tappo di accecamento.

NOTA: Quando la portata massima corrisponde a 630 m3/h - 175 l/s, lattacco da 159 mm di diametro anche disponibile
come attacco da 149 mm di diametro.
Tutte le indicazioni sono in mm.
Angolari di sospensione
7 mm (4 per unit)
Diametro C

Diametro B

Ingresso aria

Lato controlli

Vista da V

Sezione sul piano X

Diffusore a due vie (TWB)

14

Sezione sul piano X

Sezione sul piano X

Mandata verso destra

Mandata verso sinistra

Diffusore ad una via (OWB)

5.1.3 - Lanci dei modelli 37AG - con lunghezza attiva di 900 mm


Portata
daria
l/s m3/h

Pressione minima nel canale alla portata data (Pa). Pressione max.: 750 Pa

.
in
m

me

io

ed

m
WB

TW
B

m
in
.

dio

B
TW

ax.

Bm

TW

ax.

Bm

OW

Portata nominale

Portata nom.
Lancio min.
Lancio medio
Lancio max.

TWB

OWB

57 l/s
200 m3/h
1,45 m
2,65 m
4,00 m

57 l/s
200 m3/h
2,20 m
3,70 m
5,45 m

Lancio, m

5.1.4 - Livelli di potenza sonora dei modelli 37AG con lunghezza attiva di 900 mm
Portata aria
l/s
m3/h

Pressione di funzionamento
Pa
mm c.a.

Potenza sonora (dB a 10-12 W) alla frequenza centrale della banda dottava (Hz)*
125
250
500
1000
2000
4000

8000

NR**

19

70

250
375
500
750

25
38
50
75

35
36
36
37

28
30
32
36

24
26
28
32

20
22
25
28

16
20
24
27

14
18
24
27

14
19
21
27

17
22
25
30

38

135

250
375
500
750

25
38
50
75

41
41
42
43

34
36
39
42

33
36
37
38

28
30
31
32

26
28
30
32

23
26
28
30

18
23
27
32

25
27
30
35

57

200

250
375
500
750

25
38
50
75

44
45
45
46

43
44
45
48

41
42
43
44

35
36
37
38

33
34
35
36

26
29
31
33

21
26
31
35

32
33
34
38

76

270

250
375
500
750

25
38
50
75

46
47
48
49

46
48
50
53

46
47
47
48

40
41
42
43

37
38
40
41

29
33
36
37

22
26
30
35

37
39
39
40

94

340

250
375
500
750

25
38
50
75

46
49
50
51

49
51
53
55

49
50
51
52

44
45
46
47

41
42
43
44

34
37
39
40

24
31
36
42

41
42
43
45

113

410

375
500
750

38
50
75

52
53
54

53
55
57

53
54
55

48
49
50

45
46
48

40
42
44

33
37
42

45
46
47

*
**

Valori riferiti a test eseguiti secondo Norma ASHRAE 36B-63 con aria standard ed usando una fonte sonora di riferimento ASHRAE senza interferenze locali.
Livelli NR riferiti ad un locale con attenuazione di 4 dB a 500 Hz.

5.1.5 - Attenuazione acustica del plenum (dB)

Moduline 37AG

Frequenza centrale della banda dottava (Hz)


125
250
500

1000

2000

4000

8000

10

25

32

35,5

38

11

16,5

15

5.2 - Moduline 37AG con lunghezza attiva di 1200 mm


5.2.1 - Dati generali
Portata daria nominale: 266 m3/h - 76 l/s
Quantit massima di unit controllabili tramite un solo
regolatore: 8
Portata daria in chiusura: 50 m3/h - 13 l/s +/- 4 l/s
Accessibilit di dispositivi di controllo a scopo di manutenzione: attraverso il controsoffitto
Altezza nominale del plenum

mm

180

230

280

Altezza fuori tutto dellunit

mm

327

378

428

Attacchi di collegamento

mm

159

199

249

Portata massima dellaria entrante

m3/h

720

1120

1750

Portata massima dellaria entrante

l/s

200

311

486

Peso*

kg

12

15

19

* Con elemento di diffusione lungo 1200 mm e privo di imballaggio

5.2.2 - Caratteristiche fisiche e dimensioni


Grandezza
del plenum

Lunghezza nominale
del diffusore = 1500 mm

178 x 178

1288*

EC - 159

Lunghezza attiva
del plenum = 1200 mm

229 x 229
279 x 279

1330,5 EC - 159 - 199


1330,5
199 - 249

195,5 - 153**

1475

159

181,5

244,5

244,5

127

199
249

232,5
282,5

265,5
290,5

265,5
290,5

178
228

1500

*
Il valore A riferito ad unit con unestremit accecata con lapposito tappo
** Il valore H riferito ad unit con unestremit accecata con lapposito tappo
EC: Tappo di accecamento.

NOTA: Quando la portata massima corrisponde a 630 m3/h - 175 l/s, lattacco da 159 mm di diametro anche disponibile
come attacco da 149 mm di diametro.
Tutte le indicazioni sono in mm.
Angolari di sospensione
7 mm (4 per unit)

Diametro C

Diametro B

Ingresso aria

Vista da V

Lato controlli
Sezione sul piano X
Sezione sul piano X

Mandata verso destra


Diffusore a due vie (TWB)

16

Sezione sul piano X

Mandata verso sinistra


Diffusore ad una via (OWB)

5.2.3 - Lanci dei modelli 37AG - con lunghezza attiva di 1200 mm


Portata
daria
l/s m3/h

io

ed

TW

in

in

W
B

io

ed

Bm

m
TW
B

Pressione minima nel canale alla portata data (Pa). Pressione max.: 750 Pa

Bm

OW

ax.

Bm

TW

ax.

Bm

OW

266 Portata nominale

Portata nom.
Lancio min.
Lancio medio
Lancio max.

TWB

OWB

76 l/s
266 m3/h
1,45 m
2,65 m
4,00 m

76 l/s
266 m3/h
2,20 m
3,70 m
5,45 m

Lancio, m

5.2.4 - Livelli di potenza sonora dei modelli 37AG con lunghezza attiva di 1200 mm
Portata aria
l/s
m3/h

Pressione di funzionamento
Pa
mm c.a.

Potenza sonora (dB a 10-12 W) alla frequenza centrale della banda dottava (Hz)*
125
250
500
1000
2000
4000

8000

NR**

25

93

250
375
500
750

25
38
50
75

35
35
36
37

28
30
32
36

24
26
28
32

20
22
25
28

16
20
24
27

14
18
24
27

14
19
21
27

17
22
25
30

51

180

250
375
500
750

25
38
50
75

41
41
42
43

34
36
39
42

33
36
37
38

28
30
31
32

26
28
30
32

23
26
28
30

18
23
27
32

25
27
30
35

76

266

250
375
500
750

25
38
50
75

44
45
45
46

43
44
45
48

41
42
43
44

35
36
37
38

33
34
35
36

26
29
31
33

21
26
31
35

32
33
34
38

101

359

250
375
500
750

25
38
50
75

46
47
48
49

46
48
50
53

46
47
47
48

40
41
42
43

37
38
40
41

29
33
36
37

22
26
30
35

37
39
39
40

125

452

250
375
500
750

25
38
50
75

46
49
50
51

49
51
53
55

49
50
51
52

44
45
46
47

41
42
43
44

34
37
39
40

24
31
36
42

41
42
43
45

150

545

375
500
750

38
50
75

52
53
54

53
55
57

53
54
55

48
49
50

45
46
48

40
42
44

33
37
42

45
46
47

*
**

Valori riferiti a test eseguiti secondo Norma ASHRAE 36B-63 con aria standard ed usando una fonte sonora di riferimento ASHRAE senza interferenze locali.
Livelli NR riferiti ad un locale con attenuazione di 4 dB a 500 Hz.

5.2.5 - Attenuazione acustica del plenum (dB)

Moduline 37AG

Frequenza centrale della banda dottava (Hz)


125
250
500

1000

2000

4000

8000

10

25

32

35,5

38

11

16,5

17

5.3 - Moduline 37AS


5.3.1 - Dati generali
Portata daria nominale: 200 m3/h - 56 l/s
Non collegabili in serie
Portata daria in chiusura: 41 m3/h - 11 l/s +/- 3 l/s
Accessibilit di dispositivi di controllo a scopo di manutenzione: attraverso il controsoffitto
Altezza nominale del plenum

mm

127

Altezza fuori tutto dellunit

mm

170

Attacchi di collegamento

mm

99

Portata massima dellaria entrante

m3/h

280

Portata massima dellaria entrante

l/s

78

Peso*

kg

11,5

* Con elemento di diffusione lungo 1200 mm e privo di imballaggio

5.3.2 - Caratteristiche fisiche e dimensioni

Diffusore: Lunghezza
nominale = 1200 mm
Plenum: Lunghezza
attiva = 900 mm
Diffusore: Lunghezza
nominale = 1500 mm
Plenum: Lunghezza
attiva = 900 mm

Grandezza
del plenum

127 x 178

1175
13,5

127 x 178

153

1200
1475
1500

NOTA: Quando la portata massima corrisponde a 630 m3/h - 175 l/s, lattacco da 159 mm di diametro anche disponibile
come attacco da 149 mm di diametro.
Tutte le indicazioni sono in mm.

Angolari di sospensione
7 mm (4 per unit)

Tappo di
accecamento
laterale

Diametro 99

Lato controlli

Vista superiore

Lato controlli
Sezione sul piano X
Sezione sul piano X

Sezione sul piano X

Mandata verso destra


Diffusore a due vie (TWB)

18

Diffusore ad una via (OWB)

Mandata verso sinistra

Pressione minima nel canale alla portata data (Pa).


Pressione max.: 750 Pa

5.3.3 - Lanci dei modelli 37AS

io

m
in
.

ed

m
WB

O
W
B

TW
B

m
in
.

Portata
daria
l/s m3/h

ax.

ax.

io

ed

m
WB

Bm

TW

Bm

OW

Portata nominale

Portata nom.
Lancio min.
Lancio medio
Lancio max.

TWB

OWB

57 l/s
200 m3/h
1,45 m
2,65 m
4,00 m

57 l/s
200 m3/h
2,20 m
3,70 m
5,45 m

Lancio, m

5.3.4 - Livelli di potenza sonora dei modelli 37AS


Portata aria
l/s
m3/h

Pressione di funzionamento
Pa
mm c.a.

Potenza sonora (dB a 10-12 W) alla frequenza centrale della banda dottava (Hz)*
125
250
500
1000
2000
4000

8000

NR**

19

70

250
375
500
750

25
38
50
75

35
36
36
37

28
30
32
36

24
26
28
32

20
22
25
28

16
20
24
27

14
18
24
27

14
19
21
27

17
22
25
30

38

135

250
375
500
750

25
38
50
75

41
41
42
43

34
36
39
42

33
36
37
38

28
30
31
32

26
28
30
32

23
26
28
30

18
23
27
32

25
27
30
35

57

200

250
375
500
750

25
38
50
75

44
45
45
46

43
44
45
48

41
42
43
44

35
36
37
38

33
34
35
36

26
29
31
33

21
26
31
35

32
33
34
38

76

280

250
375
500
750

25
38
50
75

46
47
48
49

46
48
50
53

46
47
47
48

40
41
42
43

37
38
40
41

29
33
36
37

22
26
30
35

37
39
39
41

*
**

Valori riferiti a test eseguiti secondo Norma ASHRAE 36B-63 con aria standard ed usando una fonte sonora di riferimento ASHRAE senza interferenze locali.
Livelli NR riferiti ad un locale con attenuazione di 4 dB a 500 Hz.

5.3.5 - Attenuazione acustica del plenum (dB)

Moduline 37AS

Frequenza centrale della banda dottava (Hz)


125
250
500

1000

2000

4000

8000

10

25

32

35,5

38

11

16,5

19

5.4 - Moduline 37AH


5.4.1 - Dati generali
Portata daria nominale: 350 m3/h - 97 l/s
Quantit massima di unit controllabili tramite un solo
regolatore: 4
Portata daria in chiusura: 68 m3/h - 19 l/s +/- 5 l/s
Accessibilit di dispositivi di controllo a scopo di manutenzione: attraverso il controsoffitto
Altezza nominale del plenum

mm

230

280

Altezza fuori tutto dellunit

mm

388

438

Attacchi di collegamento

mm

199

249

Portata massima dellaria entrante

m3/h

1120

1750

Portata massima dellaria entrante

l/s

311

486

Peso*

kg

15

16

* Con elemento di diffusione lungo 1200 mm e privo di imballaggio

5.4.2 - Caratteristiche fisiche e dimensioni


Grandezza
del plenum

229 x 229

991,5*

EC

199

232,5

275,5

275,5

178

1175

Plenum: Lunghezza
attiva = 900 mm

279 x 279

1034

249

282,5

275,5

300,5

228

Diffusore: Lunghezza

229 x 229

275,5

178

300,5

228

Diffusore: Lunghezza
nominale = 1200 mm

1034

249
991,5*

nominale = 1500 mm
Plenum: Lunghezza
attiva = 900 mm

199
199
EC

1034
279 x 279

1034

13,5

199

232,5

275,5

249

282,5

275,5

153

199

1500

300,5

* Si riferisce ad unit con tappo di accecamento laterale


EC: Tappo di accecamento laterale

Tutte le indicazioni sono in mm.

Angolari di sospensione
7 mm (4 per unit)
Diametro B

Diametro C
Ingresso aria

Lato controlli
Vista da V

Sezione sul piano X

20

1475

199
249

Diffusore a due vie (TWB)

1200

300,5

Sezione sul piano X

Sezione sul piano X

Mandata verso destra

Mandata verso sinistra


Diffusore ad una via (OWB)

5.4.3 Lanci dei modelli 37AH

io

ed

m
ed
io

n.
mi

x.

TW
B

OW
B

TW

Bm

in.

Pressione minima nel canale alla portata data (Pa). Pressione max.: 750 Pa

Portata
daria
l/s m3/h

ma

TW

ax.

Bm

OW

Portata nominale

Portata nom.
Lancio min.
Lancio medio
Lancio max.

TWB

OWB

97 l/s
350 m3/h
1,30 m
2,75 m
3,80 m

97 l/s
350 m3/h
1,90 m
3,15 m
5,15 m

Lancio, m

5.4.4 - Livelli di potenza sonora dei modelli 37AH


Portata aria
l/s
m3/h

Pressione di funzionamento
Pa
mm c.a.

Potenza sonora (dB a 10-12 W) alla frequenza centrale della banda dottava (Hz)*
125
250
500
1000
2000
4000

8000

NR**

47

170

250
375
500
750

25
38
50
75

33
33
33
33

31
33
35
36

26
28
30
32

22
25
28
31

18
22
25
28

21
24
26
28

16
20
23
25

22
25
27
29

70

250

250
375
500
750

25
38
50
75

37
37
38
38

38
40
42
44

34
35
36
37

30
31
32
33

26
28
30
32

26
29
31
34

20
25
30
34

27
30
33
37

95

340

250
375
500
750

25
38
50
75

42
42
43
43

44
46
47
49

42
42
42
43

37
37
38
39

33
34
36
38

32
34
36
38

24
29
34
38

33
39
37
41

142

510

250
375
500
750

25
38
50
75

51
52
53
53

51
53
54
55

49
50
50
50

44
45
45
46

40
41
43
44

36
38
41
43

26
32
38
43

41
42
42
46

189

680

250
375
500
750

25
38
50
75

56
56
56
56

55
56
57
59

53
53
54
55

49
49
50
51

44
46
47
49

39
42
45
47

27
33
40
46

45
45
46
49

236

850

375
500
750

38
50
75

59
60
60

60
60
61

59
59
59

54
55
55

51
52
53

48
50
51

36
41
47

51
51
51

*
**

Valori riferiti a test eseguiti secondo Norma ASHRAE 36B-63 con aria standard ed usando una fonte sonora di riferimento ASHRAE senza interferenze locali.
Livelli NR riferiti ad un locale con attenuazione di 4 dB a 500 Hz.

5.4.5 - Attenuazione acustica del plenum (dB)

Moduline 37AH

Frequenza centrale della banda dottava (Hz)


125
250
500

1000

2000

4000

8000

20,5

28,5

30

33

5,5

11

21

6 - CONTROLLI
I diffusori Moduline hanno un sistema di controllo che essenzialmente autonomo. La pressione di comando viene infatti
derivata dallaria primaria che alimenta il diffusore.

Il posizionamento del regolatore nel diffusore garantisce un controllo della temperatura ambiente che senzaltro pi accurato
rispetto a quello ottenibile da un termostato a parete che
potrebbe essere indebitamente influenzato da fonti di calore
locali o da correnti daria.

Fig. 6 - Componenti del sistema di controllo

Fig. 7 - Schema del sistema di controllo


Plenum
Filtro
Soffietti
Riscontro
Orifizio 1
Venturi
Camera A

Orifizio 3
Cursore
Levismo interno
Leva di impostazione
del set point

Orifizio 2
Leva ditaratura
del set point

Camera B

Orifizio di
sfiato C

Bimetallo

Controlli a portata costante


Ad eccezione del termostato che sostituto da un tappo in
ottone con un orifizio fisso calibrato, i componenti di questi
sistemi di controllo sono gli stessi che sono usati nei controlli a
portata variabile. In questo caso la portata daria uscente dal
diffusore viene mantenuta costante controllando la pressione
dellaria che il regolatore invia ai soffietti.
6.1 - Controlli autoazionati

Se necessario, pu essere installato un secondo regolatore in


modo da controllare individualmente ciascun soffietto.

Controlli a portata variabile


Questi sistemi di controllo comprendono:
Un filtro per laria spillata 1, montato sul plenum
Un regolatore di portata 2 che controlla la portata daria fino
al valore massimo consentito dal diffusore per ogni
pressione dellaria entrante variabile tra il minimo consentito e 1250 Pa. Lapertura dellorifizio 1 indicato nella
Figura 7 varia al variare delle pressione dellaria allingresso
del regolatore. I cambiamenti delle pressione che regna nella
camera A sono quindi proporzionali alle variazioni di pressione nel plenum. Lapertura dellorifizio 2 viene invece
impostata ruotando una ghiera calibrata in modo da stabilire
la portata massima dellapparecchio.
Il termostato 3 (Fig. 7) mantiene costante la temperatura
ambiente controllando la quantit daria che sfugge attraverso lorifizio 3. Il cursore di controllo mosso da un
levismo interno collegato ad un bimetallo termosensibile.
Tale bimetallo costantemente lambito dallaria ambiente
grazie ad un sistema Venturi che crea una depressione
allinterno del termostato. Una levetta di controllo permette
di impostare la temperatura da mantenere in ambiente su
qualsiasi valore compreso tra 18 e 28C.

22

NOTA: Tutti i diffusori Moduline possono avere sistema di


controllo autoazionato.
I regolatori sono collegati ai soffietti tramite dei tubicini flessibili irrobustiti da una molla interna che ne previene la chiusura.

6.1.1 - Accessori di controlli


6.1.1.1 - Kit di controllo a portata costante
Lassieme di controllo comprende:
filtro
regolatore a portata costante
tubicini di collegamento
Questo kit disponibile per i modelli 37AG, 37AH e 37AS.

Kit di controllo a portata costante

37AG

37AH

37AS

37AG 900 072 C

37AH 900 082 C

37AS 900 002 M

Altri accessori disponibili


Codice

Descrizione

Uso

37AE 900 592 C

Rotolo da 30,5 m di tubicini di collegamento dei controlli

Collegamento tra regolatori master ed asserviti

37AH 900 062 C

Kit di 25 biforcazioni ad Y

Riduzione della quantit dei tubicini di collegamento usati


nellimpianto. Se installato nel collegamento tra i soffietti permette di
comandare due unit usando un solo tubicino

23

6.1.1.2 - Regolatore a portata variabile con termostato


Moduline
Lassieme di controllo per portata variabile comprende:
filtro
regolatore di portata
termostato con aspiratore Venturi
tubicini di collegamento
guarnizioni in schiuma sintetica
Questo kit disponibile per i modelli 37AG, 37AH e 37AS.

Kit di controllo a portata variabile

24

37AG

37AH

37AS

37AG 900 062 C -

37AH 90 052 C -

37AS 900 012 M

Altri accessori disponibili


Codice

Descrizione

Uso

37AE 900 592 C

Rotolo da 30,5 m di tubicini di collegamento dei controlli

Collegamento tra regolatori master ed asserviti

37AH 900 062 C

Kit di 25 biforcazioni ad Y

Riduzione della quantit dei tubicini di collegamento usati


nellimpianto. Se installati nel collegamento tra i soffietti permette di
comandare due unit usando un solo tubicino

Regolatore di minima portata


(Kit accessorio - Codice 37AG 900 172C)

Warm-up switch
(Kit accessorio - Codice 37AG 901 052M)

Quando per un locale esiste lesigenza che la portata dellaria


immessa non debba mai scendere al di sotto di un valore minimo
prestabilito, questo regolatore serve a rispettare tale esigenza.

Il warm-up switch, che viene installato nel plenum dei diffusori


Moduline e che bypassa il termostato, permette di preriscaldare
i locali quando limpianto viene avviato allinizio della giornata,
cio prima che ledificio venga occupato. Il suo sensore reagisce
alla temperatura dellaria che arriva dallunit di trattamento (il
set point di 21,5C), forzando il diffusore Moduline a funzionare a portata costante. Senza lo warm-up switch il diffusore
Moduline resterebbe infatti chiuso fino a che la temperatura
ambiente non abbia raggiunto il valore al quale tarato il termostato (di norma tra i 22 ed i 24C), impedendo di fatto leventuale
preriscaldamento dei locali. Il termostato riassume il comando
dellunit quando la temperatura dellaria che arriva nel plenum
del diffusore scende al di sotto dei 18,5C. Questo accessorio
pu essere usato per ogni modello dei diffusori Moduline.

I ruolo regolatore standard dei diffusori Moduline infatti di


controllare la portata daria dal valore massimo fino alla portata
in chiusura. Per esso pu essere stabilita solo la portata massima.
Usando anche questo regolatore oltre a quello standard si pu
ottenere un valore della portata minima necessaria superiore al
valore della portata in chiusura. Cos facendo il diffusore o i
diffusori possono funzionare normalmente a portata variabile
pur garantendo limmissione in ambiente della portata daria
minima necessaria. Il regolatore di minima portata permette di
ottenere portate minime tra il 25 ed il 50% della portata massima
impostabile indicata sul regolatore standard a portata variabile.

NOTA: Il regolatore di portata minima pu essere usato per i


modelli 37AG, 37AH e 37AS.

25

6.1.2 - Regolatore a portata variabile con termostato


ambiente
Per migliorare laccessibilit al sistema di controllo, la Carrier
offre un termostato ambiente di grande precisione da montarsi
a parete e che possiede caratteristiche identiche al termostato
standard montato sul diffusore. Lo standard qualitativo del
segnale che esce da tale termostato garantito da un apposito
amplificatore.
Lassieme di controllo comprende:
filtro
regolatore di portata con amplificatore
termostato a parete con basetta e viti di fissaggio
tubicini di collegamento

Kit di controllo a portata variabile


Termostato a parete con scala in C
Termostato a parete con scala in F
Rotolo da 75 m di tubo con omologazione antifuoco GLC

37AG

37AH

37AS

37AG 900 182 C


37CM 910 002 M
37CM 910 012 M
35BB 900 172 C

37AH 900 142 C


37CM 910 002 M
37CM 910 012 M
35BB 900 172 C

37AG 900 182 C


37CM 910 002 M
37CM 910 012 M
35BB 900 172 C

* Il tubo con omologazione GLC serve per il collegamento tra termostato ed amplificatore

Altri accessori disponibili


Codice

Descrizione

Uso

37AE 900 592 C

Rotolo da 30,5 m di tubicini di collegamento dei controlli

Collegamento tra regolatori master ed asserviti

37AH 900 062 C

Kit di 25 biforcazioni ad Y

Riduzione della quantit dei tubicini di collegamento usati


nellimpianto. Se installato nel collegamento tra i soffietti permette di
comandare due unit usando un solo tubicino

37AG 900 172 C

Regolatore di minima portata

Erogazione di una portata minima superiore alla portata di chiusura


Si tratta di un altro regolatore collegato in serie con il regolatore
standard. Lunit, pur funzionando normalmente a portata variabile,
in grado di mantenere la portata minima imposta.

37AG 901 052 M

Warm-up switch

By-pass del termostato per permettere il rapido preriscaldamento


allinizio della giornata, cio prima che i locali vengano occupati.
Questo accessorio deve essere installato nel plenum del diffusore.

26

6.2 - Controlli elettronici


Si raccomanda luso di controlli elettronici quando dei diffusori
Moduline debbano funzionare inseriti in un impianto con riscaldamento on/off o dotato di un Sistema di Gestione Centralizzata dellEdificio (BMS). I controlli elettronici sono usabili
con Moduline di ogni modello. Il sistema di controllo elettronico
prevede la sostituzione del termostato standard con uninterfaccia
costituita da una valvola elettrica.
Tale valvola di tipo ad azione proporzionale e controlla la
chiusura del regolatore e la portata massima da esso consentita.
In questi casi il sistema di controllo installato sui diffusori
Moduline comprende un filtro, un regolatore di massima portata e
la serie di accessori di interconnessione che sono forniti anche
con il kit del regolatore standard portata costante. E possibile
inserire anche un regolatore di portata minima.
Il sensore di temperatura pu venire inserito nel diffusore, in
una scatola con aspiratore (solo in modalit di raffreddamento,
tolleranza 1,5 K) o nella quadro di controllo per montaggio a
parete. Tutti i componenti del sistema di controllo sono fissati al
diffusore tramite clip in posizione esterna.

Un diffusore Moduline con controllo elettronico si comporta


esattamente come un analogo Moduline in esecuzione standard
(pressione di funzionamento, lanci, etc.) e pu controllare una
quantit di unit asservite identica a quella controllabile da un
Moduline standard.
Il sistema di regolazione, che di norma non viene fornito dalla
Carrier, deve essere per lo meno dotato di un regolatore elettronico di temperatura collegato ad un sensore di temperatura
ambiente o di un sensore della temperatura di ripresa.
Linterfaccia elettrica, che costituita da un motore sincrono
reversibile ad accoppiamento magnetico, non richiede
manutenzione. Tutti i componenti dellinterfaccia sono infatti
contenuti in un alloggiamento sigillato che non apribile. Linterfaccia dotata di un cavo volante con un connettore inserito da
un lato e di fili liberi differenziati per colore dallaltro.
Il montaggio dellinterfaccia sullelemento centrale di diffusione
realizzato tramite dei cavalieri in plastica. Per il montaggio
non serve nientaltro.
La fornitura Carrier deve comprendere un kit di controllo a
volume costante ed uninterfaccia elettrica.

37AG

37AH

37AS

Kit di controllo a portata costante

37AG 900 072 C

37AH 900 082 C

37AS 900 002 M

Interfaccia elettrica con segnale di controllo da 3 punti da 0-24 V in c.a.

37AG 901 062 M

37AG 901 062 M

37AG 901 062 M

27

6.2.1 - Altri accessori disponibili


Codice

Descrizione

Tipo di Moduline Uso

37AE 900 592 C

Rotolo da 30,5 m di tubicini di collegamento dei controlli

Tutti i modelli

Collegamento tra regolatori master ed asserviti

37AH 900 062 C

Kit di 25 biforcazioni ad Y

Tutti i modelli

Riduzione della quantit dei tubicini di collegamento usati


nellimpianto Se installati nel collegamento tra i soffietti permette di
comandare due unit usando un solo tubicino

37AG 900 172 C

Regolatore di minima portata

37AG
37AH
37AS

Erogazione di una portata minima superiore alla portata di chiusura

Tutti i modelli

By-pass del termostato per permettere il rapido preriscaldamento


allinizio della giornata, cio prima che i locali vengano occupati.
Questo accessorio deve essere installato nel plenum del diffusore.

37AG 901 052 M

Warm-up switch

Si tratta di un altro regolatore collegato in serie con il regolatore


standard. Lunit, pur funzionando normalmente a portata variabile,
in grado di mantenere la portata minima imposta.

6.2.2 - Caratteristiche tecniche delle interfacce elettriche


37AG 901 062 M
Segnale di controllo

3 punti a 24 V in c.a.

Tensione di alimentazione

24 C in c.a., -10%, +20%

Frequenza di alimentazione

50/60 Hz

Potenza assorbita

1,4 VA

Tempo di passaggio da 0 a 100%

150 s

Temperatura
- di immagazzinaggio
- di funzionamento

-30C + 65C
0 C + 50C

Peso

200 g

Livello sonoro

30 dB(A)

Fare riferimento al Manuale di Installazione per quanto riguarda le istruzioni riguardanti i collegamenti elettrici.

NOTE:
Usando i diffusori Moduline linserimento del sistema di
controllo facilmente riposizionabile o riconfigurabile.
Per tale motivo le pareti divisorie possono venire spostate e le funzioni dei locali possono venire modificate
facendo conto che il sistema di controllo possa essere
velocemente reimpostato per la nuova situazione senza
alcuna difficolt o perdita di efficienza.

28

Tutti i diffusori inseriti nello stesso circuito di controllo


debbono venire controllati tramite lo stesso regolatore di
portata (dotato o meno di termostato) che deve essere
installato su una delle unit inserite nel circuito. Tale
unit dovrebbe idealmente risultare equidistante dalle
due unit asservite pi lontane in entrambe le direzioni.
Non collegare mai allo stesso circuito di controllo unit
inserite in diramazioni differenti della rete dei canali.
Cos facendo non si riuscirebbe infatti a ottenere la debita
efficacia dal sistema di controllo a causa della differenza
tra le pressioni che regnano nelle due diramazioni.

7 - ACCESSORI
Codice

Descrizione

Lunghezza
nominale, mm

Adatto
per

37AG 900 932 PA


37AG 900 802 PA
37AG 900 812 PA

AG, diffusori di ripresa a 2 vie per controsoffitti con supporti a T

575
1175
1475

AG, AS

37AH 900 752 PA


37AH 900 502 PA
37AH 900 512 PA

AH, diffusori di ripresa a 2 vie per controsoffitti con supporti a T

575
1175
1475

AH

37AG 900 922 PA


37AG 900 822 PA
37AG 900 022 PA

AG, diffusori di ripresa a 2 vie per controsoffitti continui

600
1200
1500

AG, AS

37AH 900 742 PA


37AH 900 532 PA
37AH 900 542 PA

AH, diffusori di ripresa a 2 vie per controsoffitti continui

600
1200
1500

AH

37AG 900 952 PA


37AG 900 892 PA
37AG 900 872 PA

AG, diffusori di ripresa ad 1 via per controsoffitti con supporti a T

575
1175
1475

AG, AS

37AH 900 802 PA


37AH 900 672 PA
37AH 900 692 PA

AH, diffusori di ripresa ad 1 via per controsoffitti con supporti a T

575
1175
1475

AH

37AG 900 942 PA


37AG 900 902 PA
37AG 900 882 PA

AG, diffusori di ripresa ad 1 via per controsoffitti continui

600
1200
1500

AG, AS

37AH 900 792 PA


37AH 900 682 PA
37AH 900 702 PA

AH, diffusori di ripresa ad 1 via per controsoffitti continui

600
1200
1500

AH

2 x 4 - fori 3,8
Diffusori di ripresa
modello AG, AS
Lunghezza nominale +/- 0,5 mm
2 x 4 - fori 3,8

Diffusori di ripresa
modello AH
Lunghezza nominale +/- 0,5 mm

OWB: Diffusori con mandata ad un via


TWB: Diffusori con mandata a due vie

Prestazioni dei diffusori di ripresa


Perdita di carico Diffusore modello
del diffusore

Modello 37AG

mm c.a. Pa

1200 mm

1500 mm

1200 mm

1500 mm

m3/h

l/s

m3/h

l/s

m3/h

l/s

m3/h

l/s

102
136
170
196
221
238
272
306

28
38
47
54
61
66
76
85

119
170
213
247
272
298
332
383

33
47
59
69
76
83
92
106

196
272
340
391
442
485
544
612

54
76
94
109
123
135
151
170

247
340
450
493
544
612
680
782

69
94
125
137
151
170
189
217

0,51
1,02
1,52
2,03
2,54
3,05
3,81
5,08

5
10
15
20
25
30
38
50

Modello 37AH

29

Codice

Descrizione

Lunghezza
nominale, mm

Adatto
per

37AG 901 182 PA


37AG 901 072 PA
37AG 901 092 PA

AG, diffusori ciechi a 2 vie per controsoffitti con supporti a T

575
1175
1475

AG, AS

I diffusori ciechi sono dei


diffusori di ripresa le cui vie di
passaggio aria sono state

37AH 901 262 PA


37AH 901 042 PA
37AH 901 062 PA

AH, diffusori ciechi a 2 vie a T per controsoffitti con supporti

575
1175
1475

AH

accecate tramite un nastro


adesivo di alluminio. Sono
disponibili in confezioni da sei

37AG 901 192 PA


37AG 901 082 PA
37AG 901 102 PA

AG, diffusori ciechi a 2 vie per controsoffitti continui

600
1200
1500

AG, AS

pezzi.

37AH 901 272 PA


37AH 901 052 PA
37AH 901 072 PA

AH, diffusori ciechi a 2 vie per controsoffitti continui

600
1200
1500

AH

37AG 901 162 PA


37AG 901 122 PA
37AG 901 142 PA

AG, diffusori ciechi ad 1 via per controsoffitti con supporti a T

575
1175
1475

AG, AS

37AH 901 242 PA


37AH 901 082 PA
37AH 901 102 PA

AH, diffusori ciechi ad 1 via per controsoffitti con supporti a T

575
1175
1375

AH

37AG 901 172 PA


37AG 901 132 PA
37AG 901 152 PA

AG, diffusori ciechi ad 1 via per controsoffitti continui

600
1200
1500

AG, AS

37AH 901 252 PA


37AH 901 092 PA
37AH 901 232 PA

AH, diffusori ciechi ad 1 via per controsoffitti continui

600
1200
1500

AH

NOTA: Per quanto riguarda le dimensioni fare riferimento ai disegni dei diffusori di ripresa.
Codice

Descrizione

Adatto per

Uso

37AG 900 082 P

Confezione di 50 elementi di chiusura

AG, AS

Questi elementi di chiusura verniciati da 24 mm


conferiscono una miglior grado di rifinitura alle parti
terminali dei diffusori quando linstallazione non su linee
continue.

37AH 900 092 P

37AE 901 012 M


37AH 901 032 M

37AH 900 072 C

AH

Canaline di allineamento (due


per diffusore)
Confezione da 100 pezzi

Tutti i modelli
salvo lAH
AH

Allineamento delle unit attive, cieche e di ripresa che siano


installate luna in fila con laltra. Si inseriscono a cassetto
nellestremit di ogni diffusore per lallineamento verticale
ed orizzontale.

Pannelli di chiusura in plastica


(lunghezza: 218,5 mm)
Confezione da 50 pezzi

Tutti i modelli

Accecamento di parte della lunghezza attiva del diffusore o


chiusura dallambiente della comunicazione con lo spazio
vuoto nel controsoffitto

Installazione delle canaline di allineamento

Vista da E

30

Vista da F

7.1 - Accessori di sospensione


Codice

Descrizione

37AE 900 642 C Staffe per installazione su supporto a T


37AH 900 012 C Confezione da 24 pezzi

Adatto per

Uso

Tutti i modelli
salvo lAH
AH

Da usarsi con supporti a T da 24 mm. Queste staffe si


infilano lungo le estremit di ogni diffusore attivo, cieco o
di ripresa .
Nota: Questo accessorio deve essere usato solo con
diffusori Moduline aventi elemento di diffusione di
lunghezza standard. Contattare sempre il pi vicino
ufficio della Carrier in caso sia necessario luso con
diffusori non standard o di lunghezza speciale.

37AE 900 672 M Staffe angolari di supporto


Confezione da 50 pezzi

Diffusori di
Montaggio dei diffusori in controsoffitti piatti quando i
ripresa e ciechi diffusori ciechi e/o di ripresa si trovino tra diffusori attivi.
Le staffe devono essere collegate ai diffusori attivi tramite
le canaline di allineamento.

37AF 900 512 M Ganci a vite


Confezione da 100 pezzi

Tutti i modelli

Per la sospensione dei diffusori di ogni modello. Ne sono


necessari quattro per ogni diffusore.

7.2 - Accessori per i plenum


Codice

Descrizione

Adatto per

Uso
Collegamento tra due diffusori o tra un diffusore
ed il canale che lo alimenta. Per ogni
collegamento servono due fascette ed un
manicotto. Il manicotto in neoprene e le due
fascette sono di tipo a vite.

37AF 900 022 M Manicotto flessibile da 76 mm con


fascette di fissaggio
37AF 909 002 M Confezione 25 pezzi
37AF 900 032 C
37AF 900 042 C

159

AG

149
199
249

AG
AG, AH
AG, AH

37AF 909 102 M Tappo di accecamento


37AH 900 102 M Confezione da 12 pezzi
37AH 900 042 M
37AH 900 642 M

149
159
199
249

AG
AG
AG, AH
AG, AH

Accecamento di un attacco non utilizzato.

31

7.2.1 - Collegamenti e combinazioni dei controlli


37AG master con 37AG asserviti

grandezza 230

grandezza 230

grandezza 180

grandezza 180

37AH master con 37AH asserviti

Legenda:
C

Regolatore con termostato

EC

Manicotto in materiale elastomerico

FC

Canale flessibile di collegamento

32

Biforcazione ad Y della linea di controllo


Tubo da 140 mm con molla interna
Linea di controllo
Soffietto

Tappo
daccecamento

8 - CODIFICA
I diffusori standard serie 37 sono identificati da un codice di 11 o 12 caratteri che li descrive in modo univoco.
8.1 - Moduline 37AG
Carattere
Esempio

1
3

2
7

3
A

4
G

CARATTERI

5
2

6
2

7
1

8
2

9
4

10
4

11
1

12
P

13

14

15

CODICE

DESCRIZIONE
TIPO DELLUNITA
1, 2, 3, 4 .................................................... 37AG ...................................................37AG
DIFFUSORE
1 ...........................................................DISCONTINUO (dimensione del modulo - 25 mm)
5 ................................................................ 2 ........................................................... CONTINUO (come la dimensione del modulo)
DIMENSIONI DEL PLENUM (mm)
1 ........................................................... 178 x 178 (lunghezza attiva: 900 mm)
2 ........................................................... 229 x 229 (lunghezza attiva: 900 mm)
6 ................................................................ 3 ........................................................... 279 x 279 (lunghezza attiva: 900 mm)
4 ........................................................... 178 x 178 (lunghezza attiva: 1200 mm)
5 ........................................................... 229 x 229 (lunghezza attiva: 1200 mm)
6 ........................................................... 279 x 279 (lunghezza attiva: 1200 mm)
GRANDEZZA DEL MODULO (mm)
12 .........................................................1200
7,8 ............................................................. 15 .........................................................1500 (indispensabile se la lunghezza attiva di 1200 mm)
DIAM. ATTACCHI (mm)
Lato controlli

Lato opposto

03 .........................................................Chiuso .......... 159


33 .........................................................159 ................ 159
09 .........................................................Chiuso .......... 149
99 .........................................................149 ................ 149
9,10 ........................................................... 34 .........................................................159 ................ 199
44 .........................................................199 ................ 199
94 .........................................................149 ................ 199
45 .........................................................199 ................ 249
55 .........................................................249 ................ 249

Grandezza del plenum

.................... 178 x 178


.................... 178 x 178
.................... 178 x 178
.................... 178 x 178
.................... 229 x 229
.................... 229 x 229
.................... 229 x 229
.................... 279 x 279
.................... 279 x 279

TIPO DELLELEMENTO DI DIFFUSIONE


11 .............................................................. 1 ........................................................... OWB (con mandata verso sinistra)
R ..........................................................OWB (con mandata verso destra)
P ........................................................... TWB (con mandata da entrambi i lati)
12 .............................................................. P ........................................................... Costruito da Carrier S.A., Montluel, Francia
Esempio:
37AG

12

MODELLO: 37AG

COSTRUITO A MONTLUEL, FRANCIA

DIFFUSORE: CONTINUO

DIFFUSORE OWB CON MANDATA A SINISTRA

GRANDEZZA PLENUM: 229 x 229 mm

ATTACCO 199 SUL LATO OPPOSTO


AL LATO CONTROLLI

DIMENSIONE DEL MODULO: 1200 mm


ATTACCO 199 SUL LATO CONTROLLI

NOTE:
1. La lunghezza dellelemento di diffusione dipende dalla
lunghezza del modulo (1200 mm) e dal tipo del diffusore (discontinuo = dimensioni del modulo - 25 mm). In
questo esempio la lunghezza del diffusore corrisponde
quindi a 1200 mm.
2. I diametri degli attacchi di entrambi i lati dipendono
dalla grandezza del plenum definita dai caratteri 9 ed 10.

3.

La posizione del carattere indica il tipo dellelemento di


diffusione (OWB piuttosto che TWB). La direzione di
mandata determinata guardando lunit dal lato dei
controlli: 1 significa mandata a sinistra ed R mandata a
destra. Quando la posizione 11 corrisponde ad 1 o ad R,
la posizione 12 corrisponde a P.

33

8.2 - Moduline 37AH


Carattere
Esempio

1
3

2
7

3
A

CARATTERI

4
H

5
1

6
2

7
1

8
5

9
4

10
5

11
P

12

13

14

15

CODICE

DESCRIZIONE
TIPO DELLUNITA
1, 2, 3, 4 .................................................... 37AH ...................................................37AH
DIFFUSORE
1 ...........................................................DISCONTINUO (dimensione del modulo - 25 mm)
5 ................................................................ 2 ........................................................... CONTINUO (come la dimensione del modulo)
DIMENSIONI DEL PLENUM (mm)
1 ........................................................... 229 x 229
6 ................................................................ 2 ........................................................... 279 x 279
GRANDEZZA DEL MODULO (mm)
12 .........................................................1200
7,8 ............................................................. 15 .........................................................1500
DIAM. ATTACCHI (mm)
Lato controlli

Lato opposto

Grandezza del plenum

04 .........................................................Chiuso ....... 199 ....................... 229 x 229


9,10 ........................................................... 44 .........................................................199 ............. 199 ....................... 229 x 229
45 .........................................................199 ............. 249 ....................... 279 x 279
55 .........................................................249 ............. 249 ....................... 279 x 279
TIPO DELLELEMENTO DI DIFFUSIONE
11 .............................................................. 1 ........................................................... OWB (con mandata verso sinistra)
R ..........................................................OWB (con mandata verso destra)
P ........................................................... TWB (con mandata da entrambi i lati)
12 .............................................................. P ........................................................... Costruito da Carrier S.A., Montluel, Francia
Esempio:
37AH

15

MODELLO: 37AH

COSTRUITO A MONTLUEL, FRANCIA

DIFFUSORE: DISCONTINUO

ATTACCO 249 SUL LATO OPPOSTO


AL LATO CONTROLLI

GRANDEZZA PLENUM: 279 x 279 mm


ATTACCO 199 SUL LATO CONTROLLI
DIMENSIONE DEL MODULO: 1500 mm

NOTE:
1. La lunghezza dellelemento di diffusione dipende dalla
lunghezza del modulo (1500 mm) e dal tipo del diffusore (discontinuo = dimensioni del modulo - 25 mm). In
questo esempio la lunghezza del diffusore corrisponde
quindi a 1475 mm.
2. I diametri degli attacchi di entrambi i lati dipendono
dalla grandezza del plenum definita dai caratteri 9 ed 10.

34

3.

La posizione del carattere indica il tipo dellelemento di


diffusione (OWB piuttosto che TWB). La direzione di
mandata determinata guardando lunit dal lato dei
controlli: 1 significa mandata a sinistra ed R mandata a
destra. Quando la posizione 11 corrisponde ad 1 o ad R,
la posizione 12 corrisponde a P.

8.3 - Moduline 37AS


Carattere
Esempio

1
3

2
7

3
A

4
S

CARATTERI

5
1

6
1

7
1

8
2

9
0

10
1

11
P

12

13

14

15

CODICE

DESCRIZIONE
TIPO DELLUNITA
1, 2, 3, 4 .................................................... 37AS ....................................................37AS
DIFFUSORE
1 ...........................................................DISCONTINUO (dimensione del modulo - 25 mm)
5 ................................................................ 2 ........................................................... CONTINUO (come la dimensione del modulo)
DIMENSIONI DEL PLENUM (mm)
6 ................................................................ 1 ........................................................... 127 (altezza) x 178 (larghezza)
GRANDEZZA DEL MODULO (mm)
7,8 ............................................................. 12 .........................................................1200
15 .........................................................1500
DIAM. ATTACCHI (mm)
Lato controlli

Lato opposto

9,10 ........................................................... 01 .........................................................Chiuso ....... 99


TIPO DELLELEMENTO DI DIFFUSIONE
1 ........................................................... OWB (con mandata verso sinistra)
11 .............................................................. R ..........................................................OWB (con mandata verso destra)
P ........................................................... TWB (con mandata da entrambi i lati)
12 .............................................................. P ........................................................... Costruito da Carrier S.A., Montluel, Francia
Esempio:
37AS

12

MODELLO: 37AS

COSTRUITO A MONTLUEL, FRANCIA

DIFFUSORE: DISCONTINUO

ATTACCO 99 SUL LATO OPPOSTO


AL LATO CONTROLLI

GRANDEZZA PLENUM: 127 x 178 mm


TAPPO DI ACCECAMENTO AL LATO
CONTROLLI

DIMENSIONE DEL MODULO: 1200 mm

NOTE:
1. La lunghezza dellelemento di diffusione dipende dalla
lunghezza del modulo (1200 mm) e dal tipo del diffusore (discontinuo = dimensioni del modulo - 25 mm). In
questo esempio la lunghezza del diffusore corrisponde
quindi a 1175 mm.
2. Per il modello 37AS disponibile un plenum di grandezza
unica (127 x 128 mm) ed una sola grandezza di adattatore
(chiuso ed attacco da 99 mm).

3.

La posizione del carattere indica il tipo dellelemento di


diffusione (OWB piuttosto che TWB). La direzione di
mandata determinata guardando lunit dal lato dei
controlli: 1 significa mandata a sinistra ed R mandata a
destra. Quando la posizione 11 corrisponde ad 1 o ad R,
la posizione 12 corrisponde a P.

35

9 - ISTRUZIONI PER LINSTALLAZIONE


9.1 - Controlli per diffusori a portata costante ed a
portata variabile 37AG, AH, AS
9.1.1 - Presentazione
I regolatori possono venire installati sulle unit sia prima (soluzione da preferire) che dopo la loro installazione nei controsoffitti. I kit di controllo per portata costante o per portata
variabile sono simili, ad eccezione del fatto che i primi sono
privi di termostato ed aspiratore, di guarnizioni di isolamento e
di guarnizioni esterne di schiuma sintetica.

deve essere sempre rivolto in direzione opposta al plenum.


Spingere a fondo lassieme del regolatore incastrando le
clip sulla parte centrale dellelemento di diffusione. Accertarsi quindi che la levetta di taratura del termostato si
possa muovere liberamente tra la parte centrale e la parte
laterale dellelemento di diffusione.
Fig. 9 - Diffusore Moduline 37AH

9.1.2 - Codici dei kit


37AH

37AS

37AH 900 082 C


37AH 900 052 C

37AS 900 002 M


37AS 900 012 M

Attacchi di comando
dei soffietti

37AG
37AG 900 072 C
37AG 900 062 C

Tipo di controllo
A portata costante
A portata variabile

Fig. 8 - Identificazione dei componenti del sistema di


controllo a portata variabile

Tubo di collegamento
tra filtro ed aspiratore

Guarnizione
isolante

Linea di
controllo




Guarnizione
esterna in
schiuma
sintetica

Accecatore
del diffusore

Vite di fissaggio
Parte laterale
dellelemento
di diffusione

Tappo dallorifizio di
pressione aria del filtro

9.1.3 - Procedura di installazione


1 - Accertarsi innanzitutto che il contenuto del kit corrisponda
esattamente a quanto indicato nella figura seguente.

NOTA: Il film adesivo che protegge il diffusore non deve


mai essere rimosso prima che il diffusore sia stato
definitivamente installato nel controsoffitto.

Parte centrale
dellelemento di diffusione

Parte laterale
dellelemento di diffusione

ATTENZIONE: Le tolleranze sulle portate daria controllate


dai regolatori sono le seguenti:
+/- 10% per la massima portata controllata
+/- 15% per la minima portata controllata
Regolatore a portata costante (Fig. 10)
Posizionare il regolatore ed il suo blocco di collegamento sulla
parte centrale dellelemento di diffusione spingendolo a fondo
sulle clip. Accertarsi che sul foro di spurgo del regolatore sia
installato il tappo di ottone e che il gomito del filtro sia tappato.
Passare al punto 8.
Fig. 10 - Regolatore a portata costante

Levetta di taratura del


termostato

Filtro

Termostato con aspiratore


Filtro

36

Gomito del filtro


Tappo

 

Tubo di controllo
(lungh. inferiore)

Prima di installare lassieme del regolatore di portata ed il


termostato sulla parte centrale dellelemento di diffusione
necessario montare la guarnizione esterna contro la superficie di riscontro e controllare che le sporgenze della guarnizione stessa siano saldamente a contatto con la parte
laterale dellelemento di diffusione. Posizionare quindi il
regolatore contro lisolamento (modello 37AG ed 37AS)
o ad una distanza di 13 mm (modello 37AH); laspiratore

Attacchi dei
soffietti

2 - Smontare il tappo dallorifizio di pressione aria che si


trova sul filtro e togliere le due viti che si trovano sul lato
controlli del plenum.
3 - Accertare la perviet dellorifizio. Eliminare tutto il
mastice in eccesso.
4 - Montare il filtro ed assicurarlo con le due viti prima tolte.
5 - Fare riferimento alla Fig. 11 che riporta un regolatore a
portata variabile.

Tubo di controllo
(lungh. superiore)
Orifizio tarato

Regolatore della
portata daria

6 - Installare la guarnizione isolante (con la guarnizione rivolta


verso il basso) al di sotto dellassieme regolatore/termostato facendo in modo che il lato aperto (modelli AG ed AS)
o la linguetta (AH) risultino a contatto con lisolamento
della parte inferiore del plenum. Spianare le linguette (3
per lato) contro la parte superiore delle alette del diffusore

7-

8-

9-

10 -

11 -

per fare in modo che guarnizione si mantenga saldamente


in posizione. (Figg. 12 e 13).
Identificare il tubo di aspirazione, che quello pi lungo
e di maggior diametro ed usarlo per collegare il gomito
del filtro aria al termostato (Fig. 13).
Fare riferimento alla Fig. 10 o alla Fig. 13 a seconda del
caso. Smontare il tappo dallattacco del soffietto o dalla
biforcazione ad Y a seconda del tipo e collegare lattacco
o la biforcazione ad unuscita del collettore degli attacchi
del regolatore tramite il tubo pi corto di minor diametro.
Collegare luscita aperta del filtro allingresso del regolatore per mezzo del tubo pi lungo di minor diametro.
Fare riferimento alla Fig. 10 o alla Fig. 12.
Per le unit modello 37AG (Fig. 12) inserire il pannello
daccecamento in plastica nera nella parte centrale
dellelemento di diffusione in modo che lo stesso copra il
termostato.
Tarare il regolatore sulla portata daria desiderata tenendo
presente che:
Per i modelli 37AG, AS ed AH i valori sulla scala di
taratura del regolatore sono in l/s e che il valore scelto
corrisponder alla portata daria totale del diffusore.
Per le unit modello 37AG con lunghezza attiva di
1200 mm, la portata daria totale effettiva corrisponder
ad 1,3 volte il valore impostato sulla scala di taratura
del regolatore.
Fig. 11 - Regolatore a portata variabile

Una volta che rete dei canali sia stata posta sotto pressione:
a) Impostare il termostato per la massima temperatura possibile
(controllando prima che la temperatura nel locale sia inferiore a 29C). Attendere due minuti circa. Tutte i diffusori
collegati al termostato dovrebbero chiudersi erogando solo
la portata di chiusura, vale a dire 9,5 l/s al massimo per i
diffusori modello 37AG e 37AS e 17,8 l/s al massimo per
i diffusori modello 37AH.

b)

Le cause della mancata chiusura di qualche diffusore fino


a lasciare trafilare una portata massima equivalente a
quelle sopra precisate potrebbero essere diverse; in questi
casi occorre quindi controllare che:
non manchi alcun tappo dallalimentazione dei
soffietti o da un collettore di collegamento
i termostati siano stati installati correttamente
tutte le unit asservite siano state collegate allunit
master
i regolatori siano stati correttamente installati sui
propri collettori di collegamento
tutti i regolatori siano alimentati dai filtri
Impostare il termostato per la minima temperatura possibile (controllando prima che la temperatura nel locale sia
inferiore a 18,5C). Attendere cinque minuti circa. Tutti i
diffusori collegati al termostato dovrebbero aprirsi del tutto.
In caso contrario potrebbe essersi verificata una pizzicatura o una rottura del tubo di collegamento che deve essere
subito identificata e riparata.
Fig. 12 - Dettaglio di un diffusore Moduline 37AG

Fig. 13 - Regolatore a portata variabile

12 - Installare il diffusore nel controsoffitto seguendo le


istruzioni di installazione ed impostare il termostato sulla
temperatura desiderata ricordando che:

Tubo di controllo
(di lunghezza
minore)

Collegamento
dei soffietti

9.1.4 - Procedura di prova raccomandata per il circuito di


controllo
Una volta che le unit ed i loro sistemi di controllo siano stati
installati e collegati ai canali necessario porre in atto la procedura qui di seguito delineata.

 

Quando la levetta nella posizione corrispondente al massimo della parte blu della scala la temperatura impostata
corrisponde a 18,3C, quando la levetta nella posizione
corrispondente al massimo della parte rossa della scala la
temperatura impostata corrisponde a 29,4C e quando la
levetta nella posizione centrale della scala (vale a dire
quando essa perpendicolare al soffitto) la temperatura
impostata corrisponde a 24C circa.

Plenum

Tubo
dellaspiratore
Tubo di controllo (di
diametro minore e
lunghezza maggiore)
Aspiratore
Guarnizione
isolante

Regolatore di
portata

37

9.2 - Termostati a parete per diffusori 37AG, AH, AS


9.2.1 - Descrizione
Questo termostato uno strumento di tipo proporzionale che
permette di controllare la portata da valore di chiusura al valore
massimo.
9.2.2 - Caratteristiche
Il termostato a parete inserito in un alloggiamento particolarmente compatto ed elegante.
Lo strumento pu avere la scala in gradi Fahrenheit o in gradi
Celsius. Nella figura 15 indicata la posizione delletichetta
che identifica il tipo dello strumento.

Fig. 14 - Collegamento dei tubi al regolatore di portata

Collegare allattacco
T2 del termostato

Tubo resistente al fuoco da 1/4

37AG, AH, AS
Diffusori per solo raffreddamento a portata variabile

Il termostato a parete deve essere installato come indicato nella


Fig. 14.
La distanza tra termostato ed il regolatore (vale a dire la lunghezza
massima del tubo che li collega) non deve superare i 10 m.
Il collegamento deve essere realizzato tramite un tubo resistente
al fuoco avente diametro interno pari ad 1/4. Tale rubo disponibile come accessorio sotto forma di rotoli da 76 m (codice
Carrier 35BB 900 172 C).
9.2.3 - Posizionamento del termostato
Per poter funzionare in modo stabile e accurato il termostato deve
venire installato correttamente. In particolare la sua posizione
deve essere tale da consentire che lo strumento sia esposto allaria
in modo da rilevare esattamente la temperatura ambiente. Occorre
evitare assolutamente di esporlo a correnti daria.
E anche indispensabile che lo strumento non venga investito
direttamente dai raggi solari, n installato su una parete perimetrale o in una posizione in cui i suoi rilievi possano essere
influenzati dal calore emesso da fonti luminose, computer o
altro. Lo strumento deve esser installato da unaltezza dal suolo
compresa tra 1,2 ed 1,5 metri. E anche indispensabile accertarsi
che in prossimit dello strumento non corrano tubazioni dacqua
calda e/o di acqua refrigerata.
9.2.4 - Installazione
1 - Il termostato pu venire installato a giorno (tramite la sottobase che correda il kit) o ad incasso (usando una scatoletta
da 50 x 100 mm non di fornitura Carrier). La dotazione
del kit comprende due viti 6-32 ed una canalina da 5/32
di diametro lunga 250 mm con un adattatore per il collegamento di un tubo resistente al fuoco da 1/4.
2 - Aprire la scatoletta premendone uno dei lati (Fig. 15).
NOTA: I kit regolatore/amplificatore debbono venire ordinati
separatamente.
3 - Collegare la canalina da 5/32 di diametro interno alluscita
adeguata come indicato in Fig. 14 (attacco T2).
4 - Collegare ladattatore al tubo resistente al fuoco da 1/4 di
diametro esterno e collegarne laltro lato al regolatore/
amplificatore.

38

Collegare allattacco
T2 del termostato
Warm up switch
(optional)
Tubo resistente
al fuoco da 1/4

37AG, AH, AS
Diffusori a portata variabile con warm up switch

9.2.5 - Codici
Termostato tipo

Modalit di Funzionamento

Codice del kit

Rif. Delletichetta

Con scala in C
Con scala in F

Raffreddamneto
Raffreddamneto

37CM910 002 M
37CM910 012 M

CTS-1102-17
CTS-1102-16

NOTA: Il regolatore/amplificatore deve essere ordinato separatamente


Fig. 15 - Dimensioni del termostato a parete
Vista posteriore
(lato parete)

Asola di fissaggio (4,5 x 9,5 mm)

Vista frontale
Etichetta del termostato

Clip di fissaggio del


coperchio (entrambi i lati)

Fig. 16 - Sottobase del termostato


Vista frontale

Vista laterale

Foro pretranciato per collegamento canalina

39

9.3 - Installazione dellassieme regolatore/


amplificatore
9.3.1 - Presentazione
Lassieme regolatore/amplificatore pu essere installato sulle
unit sia prima (soluzione da preferire) che dopo la loro
installazione nei controsoffitti.
9.3.2 - Procedura dinstallazione
1 - Accertarsi che il contenuto della confezione sia identico
a quanto riportato nella Fig. 17.
2 - Installazione del filtro:
Smontare il tappo dalla presa di pressione e togliere le due
viti accertandosi che la presa stessa non sia ostruita.
Montare correttamente il filtro ed inserire e serrare le due
viti prima tolte.
3 - Installazione del regolatore/amplificatore:
Fissare il regolatore/amplificatore nella staffa di
montaggio usando la vite a corredo. Fissare poi il tutto al
plenum usando una delle viti esistenti.
Collegare i tubi di controllo come indicato nella Fig. 19.
Accertarsi che il gomito del filtro sia tappato o chiuso che
il regolatore/amplificatore sia verticale.
4 - Tarare il regolatore/amplificatore in modo da ottenere la
portata desiderata, ricordando che: Il regolatore ha la
scala in CFM
per i modelli 37AG, AS ed AH la portata totale
effettiva corrisponde alla portata per la quale stato
tarato il regolatore,
per il modello 37AG con lunghezza attiva di 1200
mm la portata totale effettiva corrisponde ad 1,3 volte
la portata per la quale stato tarato il regolatore,

9.3.3 - Procedura di prova raccomandata per il circuito di


controllo
Una volta che le unit ed i loro sistemi di controllo siano stati
installati e collegati ai canali necessario porre in atto la procedura qui di seguito delineata.
Una volta che la rete dei canali sia stata posta sotto pressione:
Impostare il termostato per la massima temperatura
possibile (controllando prima che la temperatura nel
locale sia inferiore a 30C).
Attendere due minuti circa. Tutte i diffusori collegati al
termostato dovrebbero chiudersi.
Le cause della mancata chiusura di qualche diffusore fino
a lasciare trafilare una portata massima equivalente a quelle
sopra precisate potrebbero essere diverse; in questi casi
occorre quindi controllare che:
non manchi alcun tappo dallalimentazione dei
soffietti o da un collettore di collegamento
tutte le unit asservite siano state collegate allunit
master
tutti i regolatori siano alimentati dai filtri
non vi siano perdite nei collegamenti tra termostato e
regolatore/amplificatore.
2 - Impostare il termostato per la minima temperatura
possibile (controllando prima che la temperatura nel
locale sia inferiore a 10C).
Attendere cinque minuti circa. Tutti i diffusori collegati al
termostato dovrebbero aprirsi del tutto. In caso contrario
potrebbe essersi verificata una pizzicatura o una rottura del
tubo di collegamento che deve essere subito identificata e
riparata.
Fig. 17

NOTA: Il tubo (schizzo S), che di tipo resistente al fuoco


ed ha diametro interno di 1/4 deve essere ordinato
separatamente. E disponibile in rotoli da 76 m di lunghezza
con codice Carrier 35BB 900 172 C.
La distanza tra termostato a parete e regolatore (cio la
lunghezza del tubo di collegamento) non deve superare i 10
m. Inoltre:
Tutti i collegamenti devono essere a tenuta.
Laccessibilit attraverso il controsoffitto indispensabile.
Il termostato a parete deve essere ordinato separatamente.
Il regolatore uno strumento tarato per i componenti ai
quali deve essere accoppiato. I componenti non devono
quindi venire scambiati.
NOTA: Il regolatore ha scala in CFM e non in l/s.
CFM x 1,7
m3/h =
l/s
=
CFM x 1,7/3,6
ATTENZIONE: Le tolleranze sulle portate daria controllate
dai regolatori sono le seguenti:
+/- 10% per la massima portata controllata
+/- 15% per la minima portata controllata

40

Fig. 18
Regolatore/amplificatore

Staffa del
regolatore/
amplificatore

Vite

Guarnizione

Filtro

Tubi

Tappo

Fig. 19
Installazione sui modelli AG, AH

Filtro

Dettaglio del tubo di collegamento al regolatore/amplificatore


Regolatore/amplificatore
Termostato a parete

Tubo S

Al filtro
Te

rm

ost

ato

ap

are

te

Ai soffietti

Tappo


Installazione sul modello AS

Warm-up switch o regolatore di


minima portata o tappo

Tubo S

Filtro

Regolatore/amplificatore

S = tubo di tipo resistente al fuoco

41

9.4 - Installatore del regolatore di minima portata


9.4.1 - Presentazione
Il regolatore di portata minima come ogni altro regolatore pu
essere installato sulle unit 37A sia prima (soluzione da
preferire) che dopo la loro installazione nei controsoffitti.
Da montarsi sui modelli

Codice

37AG, AH, AS

37AG900 172 C

Codice del kit del regolatore di minima portata

e)

f)

g)
h)

Usare il tubo di 3/16 di diametro (fornito a corredo) per


collegare il regolatore di minima portata (fare riferimento
alle Figg. 22, 23, 24 e 25).
Impostare la portata del regolatore di minima su un valore
compreso tra il 25 ed il 50% della portata impostata sul
regolatore di massima (la taratura del regolatore di minima
deve essere sempre compresa tra il 25 ed il 50% della
taratura del regolatore di massima).
Tutti i collegamenti debbono essere a tenuta.
Laccessibilit attraverso il controsoffitto indispensabile.

Fig. 20

Clip

Regolatore di
minima portata

Collettore
Vite

Tubo 3/6

Fig. 21

La tolleranza sulla minima portata controllata in corrispondenza


del regolatore corrisponde a 15 %.
Questo valore gi tiene conto di tutte le possibili perdite daria
quando i soffietti sono in posizione di completa chiusura. Le
portate minime ottenibili per ogni modello sono:

Unit 37AG (con lunghezza attiva di 900 mm): 21 l/s 4 l/s

Unit 37AG (con lunghezza attiva 1200 mm): 25 l/s 4 l/s

Unit 37AS: 21 l/s 4 l/s

Unit 37AH: 32 l/s 4 l/s


9.4.2 - Procedura dinstallazione
a) Accertarsi che il contenuto della confezione sia identico a
quanto riportato nella Fig. 20.
b) Eseguire un foro da 3 mm sul lato del plenum, cos come
indicato nella Fig. 21. Installare la staffa del regolatore
usando del mastice per prevenire eventuali perdite daria.
c) Installare il regolatore di portata minima sulla sua staffa,
cos come descritto pi avanti.
d) In caso di installazione con:
1 - Unit autoazionate a portata variabile
Smontare il tappo di gomma dalla base di plastica del
termostato per potere eseguire il collegamento del tubo da
3/16 che arriva dal regolatore di portata minima (fare
riferimento alla Fig. 22).
2 - Regolatore/amplificatore
Smontare il tappo del regolatore, cos come indicato nella
Fig. 23.
3 - Controlli elettrici
Smontare lorifizio tarato in ottone dopo avere installato il
regolatore di minima portata. Sostituire il tubo trasparente
dellinterfaccia con il collettore e ricollegare linterfaccia,
il regolatore di massima portata ed il regolatore di minima
portata, cos come indicato nella Fig. 24.
42

Fig. 22
Al regolatore di minima
portata (fig. 25)

Tappo in plastica

Termostato pneumatico

Fig. 23

Al regolatore di minima
portata (fig. 25)

Regolatore/amplificatore

Smontare il tappo e collegare il tubo

Fig. 24

Al regolatore di minima
portata (fig. 25)

Fig. 25
Al regolatore (figg. 22, 23, 24)

9.5 - Installazione dello warm-up switch sui diffusori


37AG, AH, AS

2.
1.

2.
3.

4.
5.

6.

Smontare il tappo di gomma dalla base di plastica del


termostato per potere eseguire il collegamento del tubo da
3/16 che arriva dallo warm-up switch.
Eseguire due fori da 10 mm di diametro nel plenum nelle
posizioni indicate alle Fig. 20.
Posizionare lo warm-up switch sullunit facendo corrispondere ai due orifizi i due fori praticati al precedente
punto 2 di questa procedura.
Collegare lorifizio di destra (Fig. 22) alla presa di pressione
speciale usando il tubo in gomma fornito a corredo del kit.
Lo warm-up switch retto dal tubo in gomma che deve
essere spinto a fondo nella sua posizione ed assicurato
allanello di fissaggio accertandosi che vi siano perdite.
Non ostruire lorifizio di sinistra dello warm-up switch.

3.

4.
5.

Smontare il tappo di ottone dallorifizio di sfiato del


regolatore.
Posizionare linterfaccia elettronica sulla parte centrale
dellelemento di diffusione e collegare allorifizio di sfiato
del regolatore il tubo trasparente da 4 mm di diametro
interno.
Accertarsi che tutti i tappi e le chiusure siano in posizione.
Collegare il cavo dalimentazione dellinterfaccia.

Montaggio dello warm-up switch nel plenum


Warm-up switch

Note 3 e 5

Nota 6

6.
Montaggio dello warm-up switch nel plenum e del
regolatore di minima portata sui diffusori Moduline
37A
Allo warm-up
switch
Al regolatore
di minima
portata

Collegare i tre cavi dal opposto del regolatore, cos come


indicato sullo schema elettrico del regolatore sesso:
G = 24 V in c.a., Y1 = segnale dapertura, Y2 = segnale di
chiusura.

Allo warm-up switch


Nota 1

Filtro
Termostato
pneumatico

Interfaccia
Venturi

Regolatore di
massima
portata

9.6 - Installazione delle interfacce elettroniche con


output con 3 cavi a 24 V in c.a.
1.

Facendo riferimento alla fotografia accertarsi che il regolatore di massima portata disponibile sia adatto per il diffusore Moduline sul quale deve essere montato. Il regolatore e
la sua staffa devono essere posizionati vicino alla piastra
di chiusura ed i tubi di collegamento debbono venire
sempre collegati seguendo le istruzioni che corredano il
regolatore di massima portata.

Soffietti del
diffusore
Sensore di
temperatura

24 V in c.a.

Regolatore
elettronico
Controllo
elettronico

43

10 - OPERAZIONI DA ESEGUIRE IN CANTIERE: MISURA DELLA PORTATA DARIA


10.1 - Posizionamento del sensore di velocit
Anemometro a filo caldo (la illustrazione ha carattere meramente illustrativo).

Lunghezza attiva (450, 900 o 1200 mm)

5 punti equidistanti

NOTA: Fare attenzione a non eseguire letture di velocit frontalmente al divisorio (allinterno dellelemento centrale di
diffusione).

44

10.2 - Velocit media dellaria per fessura in funzione della portata daria totale - 37AG

Portata di ogni fessura, l/s (m3/h)

Lunghezza attiva del diffusore


A 1200 mm
B 900 mm
C 600 mm

Velocit media dellaria uscente dalla fessura (m/s)

Portata di ogni fessura, l/s (m3/h)

Lunghezza attiva del diffusore


A 1200 mm
B 900 mm
C 600 mm

Velocit media dellaria uscente dalla fessura (m/s)

45

10.3 - Velocit media dellaria per fessura in funzione della portata daria totale - 37AH

Portata di ogni fessura, l/s (m3/h)

Lunghezza attiva del diffusore


A 1200 mm
B 900 mm
C 600 mm

Velocit media dellaria uscente dalla fessura (m/s)

Portata di ogni fessura, l/s (m3/h)

Lunghezza attiva del diffusore


A 1200 mm
B 900 mm
C 600 mm

Velocit media dellaria uscente dalla fessura (m/s)

46

11 - UNITA IN ESECUZIONE SPECIALE


11.1 - Lunghezza dellelemento di diffusione
I diffusori possono venire costruiti anche con elementi di
diffusione di qualsiasi lunghezza tra 449,5 e 2000 mm.

NOTA: Per rendere possibile la taratura i diffusori Moduline


con attacco su un lato del plenum debbono comunque essere
dotati anche di un attacco ad una delle due estremit.
11.6 - Unit Moduline con plenum fuori standard
In caso di necessit possono venire costruiti anche diffusori
Moduline installabili in controsoffitti di altezza ridotta.

11.2 - Rifinitura della superficie


I diffusori possono venire consegnati anche con elementi di
diffusione non verniciati, anodizzati o con qualsiasi altro tipo
di trattamento superficiale.
11.3 - Sagoma del diffusore
E possibile costruire diffusori con sagome adatte anche a
controsoffitti non standard.
11.4 - Unit Moduline con partizioni interne
Questa soluzione risulta utile quando i diffusori devono venire
installati in prossimit o al di sopra di una parete divisoria che
imponga la necessit di dividere la portata daria che esce dalle
due fessure.
Ladattamento non deve comunque pregiudicare la funzionalit
dei sistemi di controllo.
In questi casi occorre posizionare tra la sommit della parete e
la parte centrale dellelemento di diffusione una tenuta che
ripartisca il flusso dellaria uscente e non ostruisca nessuna
delle due fessure.
NOTA: Questa tipologia dinstallazione presuppone luso di
diffusori Moduline dotati di una partizione interna che crei
due flussi daria distinti. I Moduline modello 37AG standard
sono gi dotati di tale partizione, mentre quelli modello
37AH ne possono venire dotati a richiesta.

11.7 - Unit Moduline per montaggio a parete


I diffusori Moduline possono anche essere montati a parete
qualora nel locale non esista controsoffitto. In questi casi le loro
prestazioni sono analoghe a quelle delle bocchette a parete.
Laccesso ai controlli deve comunque risultare possibile attraverso il controsoffitto di un corridoio adiacente o attraverso un
portello di servizio ricavato nella parete. In questi casi necessario usare un termostato a parete ed il regolatore di portata/
amplificatore deve essere installato in prossimit del diffusore.
11.8 - Lunghezza attiva
Tutti i diffusori Moduline hanno lunghezza attiva di 900 mm
(ad eccezione dei modelli 37AG). Quando la massima portata
daria ottenibile dai Moduline standard non compatibile con
la portata necessaria o con il livello sonoro imposto, possibile
variare la lunghezza attiva portandola a 1200 m come massimo o
a 450 mm come minimo. In questi casi la variazione delle portate
ottenibili direttamente proporzionale alla variazione rispetto alle
lunghezze dei modelli standard; la portata di un diffusore con
lunghezza fuori standard quindi ottenibile moltiplicando la
portata del diffusore standard per il rapporto tra la lunghezza
attiva del diffusore considerato e quella del diffusore standard.
Salvo diversa indicazione, i lanci, i livelli sonori ed i tassi di
induzione dei modelli con lunghezza attiva fuori standard sono
identici a quelli dei modelli standard. Viene anche mantenuta
del tutto la flessibilit dei modelli standard per quanto riguarda
le possibilit di controllo e di combinazione master/asservito.

Installazione tipica di un diffusore Moduline al di


sopra di una parete divisoria
Controsoffitto

Parte centrale
dellelemento di
diffusione
25 mm max.
Adattatore

Flusso daria

64 mm min.

Parete
divisoria

11.5 - Ingresso laterale dellaria primaria


Quando risulti impossibile alimentare normalmente il diffusore
da una delle due estremit del plenum, possibile posizionare
lattacco di ingresso aria su uno dei due lati o sulla sommit del
plenum stesso. In tutti casi lattacco dovrebbe comunque idealmente trovarsi nel punto mediano del plenum. In questi casi la
massima velocit possibile dellaria entrante non deve superare
i 5 m/s.

47

12 - SPECIFICHE SUGGERITE
Fornitura ed installazione
Fornitura ed installazione di diffusori Moduline completi degli
accessori e dei controlli necessari affinch essi possano funzionare secondo i dati previsti a capitolato. Per il completamento
dellimpianto dovranno inoltre essere forniti ed installati i
necessari diffusori Moduline ciechi e di ripresa, nonch i tappi
dei plenum. Tutti tali accessori e gli altri parimenti necessari,
come gli ancoraggi ai supporti a T del controsoffitto, ganci a
vite, canaline di allineamento, etc., dovranno essere forniti
nelle quantit sufficienti a rendere possibile il completamento
dellimpianto.
Plenum
I plenum saranno realizzati con lamiera zincata da 6/10 mm di
spessore e avranno un isolamento termoacustico interno
costituito da un materassino di lana di cotone da 13 mm di
spessore debitamente protetto dallabrasione esercitata dal
flusso daria.

Sistema di controllo
Il sistema di controllo sar azionato grazie a dellaria spillata dal
plenum del diffusore e poi filtrata. Lunit dovr perci poter
funzionare per ogni pressione dellaria nel plenum compresa
tra il minimo indicato nelle tabelle di scelta fino ad un massimo
di 750 Pa. Tramite un solo regolatore a portata variabile o a
portata costante potr essere controllato un massimo di 16 diffusori. In qualunque momento dovr risultare possibile trasformare facilmente ununit da master ad asservita e viceversa.
Diffusori a portata variabile
I diffusori a portata variabile dovranno essere installati nelle
posizioni riportate sui disegni esecutivi ed in cantiere verranno
dotati dei componenti del sistema di controllo che sono costituiti
da un regolatore di portata, da un termostato con aspiratore ad
effetto Venturi e dai necessari tubi di collegamento. Il set point
del termostato sar impostabile su ogni valore compreso tra 18
e 29C. Il regolatore di portata dovr funzionare come di seguito
descritto.

Elemento di diffusione
Lelemento di diffusione sar in alluminio estruso con finitura a
smalto color bianco (RAL 9010 con fattore di lucentezza del
30%). Tutte le parti dipinte dovranno essere protette da un film
adesivo asportabile dopo linstallazione.

Diffusori a portata costante


I diffusori a portata costante dovranno essere installati nelle
posizioni riportate sui disegni esecutivi ed in cantiere verranno
dotati dei componenti del sistema di controllo che sono costituiti
da un regolatore di portata e dai necessari tubi di collegamento. Il
regolatore dovr essere in grado di mantenere la portata daria
prestabilita con qualunque pressione daria nel plenum, a partire
da un valore minimo (determinato dalla taratura del regolatore)
fino al massimo consentito di 750 Pa. La portata da mantenere
sar determinata ruotando una ghiera di taratura fino a che la
posizione della base di questultima non corrisponda al valore
desiderato.

Unit asservite
Le unit asservite potranno essere facilmente convertite in
unit master semplicemente aggiungendovi un kit di controllo.

Questi diffusori non hanno omologazione antifuoco U.L. Per


informazioni sulla resistenza al fuoco secondo tali norme o
altre vogliate contattare la Carrier.

Soffietti di regolazione
I soffietti di regolazione (due per unit) saranno in neoprene,
incollati alla parte centrale dellelemento di diffusione e dotati
di due o quattro riscontri di chiusura ricoperti di feltro per
attenuare il rumore generato dal flusso dellaria.

No. ordine: 43716-20, 12.2004. Rimpiazza no. ordine: 43716-76, 04.1999.


Il costruttore si riserva il diritto di cambiare senza preavviso i dati pubblicati.

48

Fabbricato per: Carrier SA, Montluel, Francia


Stampato in Francia usando carta prodotta senza cloro.