Sei sulla pagina 1di 22

INNO ACATISTO ALLA PASSIONE DI CRISTO

ACATISTUL PATIMILOR LUI HRISTOS

Testo trilingue
italiano / slavonico / romeno (moldavo)
Compilato a cura
delligumeno Ambrogio
(Patriarcato di Mosca)

Torino, A.D. 2014

Acatistul Patimilor lui


Hristos

Inno Acatisto alla


Passione di Cristo

1


, ,
,
,
,
,
.
, ,



,

:
, ,
,

.

Condacul 1
Cel ales biruitor Domn
al cerului i al
pmntului, pre Tine
mparate fr de
moarte, vzndu-Te pe
Cruce rstignit toat
fptura s-a schimbat,
cerul s-a spimntat,
temeliile pmntului sau cutremurat, iar noi
nevrednicii aducnd
nchinciune de
mulumire patimilor
Tale, mpreuna cu
tlharul strigm ie:
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

Contacio 1
O eletto difensore e
Signore del cielo e
della terra,
contemplando te, Re
immortale, crocifisso,
ogni creatura si
commossa; il cielo si
spaventato, le
fondamenta della terra
si sono scosse, e noi
indegni, prosternati,
offrendo un rendimento
di grazie per la tua
passione per noi, con il
ladrone a te gridiamo:
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

1

,
,
,
, ,



; ,

,
:
,

Icosul 1
Svrind cea
mpreuna cu ngerii
slujire, nu de la ngeri
darul ai primit, fiind
Dumnezeu i fcnduTe om pentru mine
omul cel omort de
pcate. Cu trupul i cu
sngele Tu cel de
via fctor m-ai
nviat, pentru aceea
fiind att de mulumii
de dragostea Ta,
strigm ie: Iisuse,

Ico 1
Compiendo un
ministero angelico, non
hai ricevuto doni dagli
angeli, essendo Dio e
facendoti uomo per me
uomo ucciso dai
peccati e
risuscitandomi con il
tuo corpo e con il tuo
sangue vivificante. Per
questo, a te che ci hai
mostrato tanto amore,
con riconoscenza
gridiamo:

,
, ,
;
,
,

.
,
,

;
,


.
,

;
, ,
,

.

dragostea cea mai


nainte de veci att de
binevoitoare pentru noi
pmntenii.
Iisuse, mila cea fr de
msur care Te-ai
pogort pentru noi
oamenii cei czui.
Iisuse, Cel ce n trupul
nostru Te-ai mbrcat
i cu moartea Ta
puterea morii ai
sfrmat.
Iisuse, Cel ce cu
Tainele Tale
Dumnezeieti pe noi
ne-ai ndumnezeit.
Iisuse, Cel ce prin
patimile i Crucea Ta
toat lumea ai
rscumprat.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

O Ges Dio, amore


eterno, quanta
benevolenza hai
mostrato a noi nati
dalla terra.
O Ges, misericordia
smisurata, ti sei
abbassato per luomo
caduto.
O Ges, che del nostro
corpo ti sei rivestito,
con la tua morte hai
distrutto il potere della
morte.
O Ges, ci hai
divinizzati con i tuoi
divini misteri.
O Ges, Salvatore, con
la tua passione e la tua
croce hai redento il
mondo.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

,

,

:
,

Condacul 2
Vzndu-Te pe Tine
ngerul n grdina
Ghetsimani, petrecnd
n rugciune pn la
sudoare i snge, cnd
pcatele noastre ca o
sarcin apsau asupra
Ta. ngerul artndu-se
ie Te-a ntrit. Tu pe
Adam cel pierdut,
lundu-L pe umere,
Tatlui L-ai adus.

Contacio 2
Vedendoti nel giardino
di Getsemani
sprofondato nella
preghiera fino al
sudore di sangue,
l'angelo stava dinanzi
a te e ti confortava
quando ti schiacciava il
peso dei nostri peccati.
Tu infatti elevando
Adamo caduto, lo hai
portato davanti al

,
,

.

: .

Pentru aceasta cu
credin i cu dragoste
cntm ie: Aliluia!

Padre piegando le
ginocchia e pregando.
Perci con umilt, con
fede e con amore a te
cantiamo: Alleluia!

2



:


:
,
,
,
;
,
,
:
, ,

;
,
,

.
,
,

;
,
,

.
,
,

Icosul 2
nelegerea cea
neneleas, Patimile
Tale de bun voie
iudeii nu le-au neles,
de aceea cnd Le-ai zis
celor ce Te cutau pe
Tine noaptea cu
lumin, Eu sunt, dei
au czut la pmnt,
totui dup aceea
legndu-te, Te-au dus
la judecat, iar noi n
calea aceasta cznd
ctre Tine cu dragoste
strigm:
Iisuse, lumina lumii, de
lumea viclean urt.
Iisuse, Cel ce trieti n
lumina neapropiat, n
puterea ntunericului
luat.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu Cel fr de
moarte, de fiul pierzrii
spre moarte artat.
Iisuse, n care minciun
nu este, de vnztor cu
nelciune srutat.
Iisuse, Cel ce tuturor n
dar le dai pentru argini
vndut.

Ico 2
Il mistero
incomprensibile della
tua passione volontaria,
non lo hanno capito i
giudei. Perci quando
ti cercavano nella notte
con le torce, hai detto
loro "Sono io". E
questi, anche se caduti
sulla terra, dopo averti
legato ti hanno portato
al giudizio. Noi per ci
inchiniamo con umilt
a te e gridiamo:
O Ges, che sei la luce
del mondo, sei stato
odiato da un mondo
malvagio.
O Ges, che dimori
nella luce inaccessibile,
sei stato consegnato al
potere delle tenebre.
O Ges, Figlio di Dio
immortale, dal figlio
della perdizione sei
stato avviato alla
morte.
O Ges, in cui non c
menzogna, con
inganno sei stato
baciato dal traditore.


;
, ,
,

.

Iisuse, Fiul lui


Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

O Ges, che ti offri in


dono a tutti, sei stato
venduto per denaro.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

.
,

, ,

,

,
,
:
,
,
,

,
: .

Condacul 3
Cu puterea
Dumnezeirii Tale ai
proorocit ucenicului
Tu de trei ori
lepdarea de Tine, iar
el dup aceea, dei s-a
lepdat de Tine cu
jurmnt, cnd Te-a
vazut n curtea
arhiereului pe Tine,
Domnul i nvtorul
Su, umilindu-se cu
inima, a ieit afar i a
plns cu amar. Caut i
acum spre mine,
Doamne, i trezete
inima mea cea
mpietrit ca cu lacrimi
s spl pcatele mele,
cntnd ie: Aliluia!

Contacio 3
Con la potenza della
tua divinit hai
profetizzato il triplice
rinnegamento del tuo
discepolo. Egli, anche
se ti ha rinnegato
imprecando, quando
nel cortile del sommo
sacerdote ha visto te,
suo Signore e Maestro,
umiliandosi nel cuore
ha pianto amaramente.
Guarda anche me,
Signore, e ricolma il
mio cuore del tuo
amore, e ai miei occhi
dona lacrime di
pentimento per lavare i
miei peccati, gridando
a te: Alleluia!

3


,
,

,
;

Icosul 3
Avnd cu adevrat
putere dup rnduiala
lui Melchisedec, ca un
venic Arhiereu,
Stpn i Domn al
tuturor, ai stat naintea
arhiereului Kaiafa celui
frdelege, Cel ce ai
primit de la robii Ti

Ico 3
Avendo veramente
autorit da sacerdote in
eterno secondo l'ordine
di Melchisedec, sei
stato davanti al
sacerdote Caifa il
fuorilegge, tu che sei
Sovrano e Signore di
tutti, ricevendo


,

:
,
,

;
,
,
,
,
.
,
,
,
;
, ,


,
.
,

,
;
, ,
,

.

munci, primete de la
noi acestea:
Iisuse, Cel nepreuit cu
pre cumprat,
dobndete-m ntru
venica motenirea Ta.
Iisuse, dorina tuturor
Cel lepdat de frica de
Petru, nu m lepda pe
mine pctosul.
Iisuse, mielule blnd,
de fiare slbatice
chinuit, scoate-m de la
vrjmaii mei.
Iisuse, Arhiereule, Cel
ce cu sngele Tu ai
intrat n Sfnta
Sfintelor, curaete-m
de spurcciunile
trupeti.
Iisuse, Cel legat i Cel
ce ai putere a lega i a
dezlega, dezleag i ale
mele greale grele.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

tormenti dai tuoi servi.


Da noi ricevi questa
preghiera:
O Ges senza prezzo,
venduto per denaro,
ottieni per me
l'ingresso nella tua
eterna eredit.
O Ges, desiderio di
tutti, rinnegato per
paura da Pietro, non
abbandonare me
peccatore.
O Ges, agnello senza
macchia, tradito dagli
uomini, difendimi dai
miei nemici.
O Ges, sommo
sacerdote, che nel
Santo dei Santi sei
entrato con il tuo
sangue, purificami
dalle macchie
corporali.
O Ges, che sei stato
legato, avendo il potere
di legare e slegare,
sciogli i miei pesanti
peccati.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

Condacul 4
Cu viforul uciderii de
Hristos suflnd iudeii,
neascultnd glasul
Tatlui, ci al minciunii
i al ucigaului de om

Contacio 4
Gli ebrei, sotto la
bufera dell'uccisione di
Cristo e ascoltando la
voce del padre della
menzogna, il diavolo


, ,
,
,
; ,
, ,


,
, :
.

din nceput al
diavolului, au lepdat
calea dreapt, adevrul
i viaa. Iar noi pe
Tine, Hristoase,
puterea Domnului, n
care toate visteriile
nelepciunii i al
nelegerii sunt
ascunse, noi
mrturisindu-Te
strigm: Aliluia!

uccisore degli uomini,


hanno abbandonato te
che sei la via, la verit
e la vita veritiera, e noi
confessando te, Cristo,
potenza di Dio in cui si
nascondono tutti i
tesori della sapienza,
gridiamo: Alleluia!

4


,


,
,

:
,
;
,

,
:
,
,

;
,
,


.
,

Icosul 4
Auzind Pilat blndele
Tale cuvinte, ca pe Cel
vrednic de moarte Te-a
dat pe Tine spre
rstignire, dei singur a
mrturisit c nici o vin
nu gasete ntru Tine;
minile sale i-a splat,
iar inima i-a mpietrit;
iar noi minunndu-ne
de Patimile Tale cele
de voie, cu umilin
strigm:
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu i Fiul
Fecioarei, de fiii cei
fr de lege muncit.
Iisuse, Cel ce dai
frumuseea crinilor de
pe cmp i mbraci
cerul cu nori, ai fost
batjocorit i dezbrcat.
Iisuse, Cel ce cu cinci
pini, cinci mii ai
sturat, rni ai suferit.

Ico 4
Pur ascoltando la
mitezza delle tue
parole, Pilato ti ha
consegnato come
degno di morte per
essere crocifisso; anche
se ha riconosciuto di
non avere trovato colpa
si lavato le mani, ma
il cuore si macchiato;
ma noi contemplando il
mistero della tua
passione volontaria,
con umilt gridiamo a
te:
O Ges, Figlio di Dio e
Figlio della Vergine,
sei stato oltraggiato dai
figli dei fuorilegge.
O Ges, tu che dai
bellezza ai gigli del
campo e rivesti il cielo
di nubi, sei stato
denudato e schernito.
O Ges, che con

,

;
, ,


.
,
,

;
, ,
,

.

Iisuse, mpratul
tuturor, n locul dajdiei
de dragoste i
mulumire, aspre
munci ai primit.
Iisuse, Cel ce pentru
noi toat ziua ai fost
rnit, vindec rnile
sufletelor noastre.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

cinque pani hai saziato


cinquemila persone, sei
stato tanto ferito.
O Ges, Re di tutti, al
posto di amore e
gratitudine, hai
ricevuto aspri tormenti.
O Ges, che per noi sei
stato ferito, guarisci le
ferite delle nostre
anime.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

5


, ,
. ,

,
:
, ,

: ,

,

: .

Condacul 5
Cu Dumnezeiasca
curgerea sngelui Tu
tot te-ai mbrcat, Cel
ce Te mbraci cu
lumina ca cu o hain.
tiu, cu adevrat tiu
cu proorocul de ce sunt
roii vemintele Tale:
eu, Doamne, eu cu
pcatele mele Te-am
rnit pe Tine. ie, dar,
Cel ce pentru mine ai
fost rnit cu umilin
strig: Aliluia!

Contacio 5
Con il tuo sangue
divino ti sei rivestito,
tu che ti rivesti di luce
come un manto. So,
insieme al profeta, so
veramente perch si
sono tinte le tue vesti;
io, Signore, con i miei
peccati ti ho ferito.
Per a te, che sei stato
ferito per me, grido con
fede: Alleluia!

,
,
:

Icosul 5
Prevzndu-Te de
Dumnezeu gritorul
Isaia pe Tine n Duh:
necinstit i plin de rni,
spimntndu-se a

Ico 5
Contemplandoti molto
prima nello Spirito, il
testimone di Dio, Isaia,
pieno di ferite e senza
splendore, con

,
,
; ,
,

:
,
,

;
,

,
.
,
,

;
,

,
,
.
,

,
;
, ,
,

.

strigat: Vzutu-L-am
pe El i nu avea nici
chip, nici frumusee.
Iar noi vzndu-Te pe
Tine pe Cruce cu
credin i cu mirare
strigm:
Iisuse, Cel ce suferi
necinstea, cu slav i
cu cinste pe om l-ai
ncununat.
Iisuse, la Care ngerii
nu se pot uita, peste
obraz ai fost lovit.
Iisuse, peste cap cu
trestia lovit, pleac
ntru smerenie capul
meu.
Iisuse, Cel ce ochii Ti
cei luminai au fost
ntunecai, ntoarce
ochii mei ca s nu vad
deertciuni.
Iisuse, Cel ce de la
picioare pn la cap nai fost ntreg, pzetem pe mine cu tot
ntreg i sntos.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

spavento ha gridato:
"Ho visto lui, e non
aveva volto n
bellezza." E noi,
guardando te
crocifisso, con fede
gridiamo:
O Ges, che per noi hai
sofferto disonore, hai
incoronato l'uomo di
gloria e onore.
O Ges, che hai
ricevuto schiaffi sul
volto, il tuo volto gli
angeli non possono
guardare.
O Ges, che hai
ricevuto colpi sul capo
con la canna, piega
all'umilt il mio capo.
O Ges, i cui occhi
luminosi sono stati
ottenebrati di sangue,
distogli i miei occhi
dalla vanit del mondo.
O Ges, che hai
sopportato
flagellazione e
sofferenza in tutte le
tue membra, rendimi
integro e sano.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

6


,

Condacul 6
Propovduitor
nevinoviei Tale s-a
artat Pilat, artnd

Contacio 6
Pilato si dimostrato
annunciatore della tua
innocenza mostrando al

10


;
,
,

,
, ,
; ,

,
: .

norodului c nimic
vrednic de moarte nu
este ntru Tine, iar
iudeii ca nite fiare
slbatice, snge
vznd, scrneau cu
dinii si, strignd: IaL! Ia-L! Rstignete-L
pe Dnsul! Iar noi
srutnd prea curatele
Tale rni, strigm:
Aliluia!

popolo che nulla


trovava in te degno di
morte, ma i giudei
come belve inferocite
vedendo il tuo sangue,
digrignano i denti
dicendo: "Crocifiggilo!
Crocifiggilo!" E noi
baciando le tue
purissime ferite,
cantiamo a te: Alleluia!


: ,
.
,

,
:
,
,

;
,
,
.
,
,

;
,
,
,
.

Icosul 6
Strlucit-ai ntru
ruinea oamenilor i
mirarea ngerilor, cnd
Pilat a spus despre
Tine: Iat Omul!
Deci venii s ne
nchinm lui Iisus,
Celui pentru noi ocrt,
strignd:
Iisuse, Fctorul i
Judectorul tuturor, de
fptura Ta judecat i
muncit.
Iisuse, Dttorul
nelepciunii, n-ai dat
rspuns celor fr de
minte.
Iisuse, vindectorul
celor rnii de pcate,
d-mi mie vindecare
prin pocin.
Iisuse, Pstorul cel
btut, bate pe dracii cei
ce m ispitesc pe mine.
Iisuse, Cel ce ai trup

Ico 6
Brillavi apertamente
per la meraviglia degli
angeli e la vergogna
degli uomini; Pilato ti
ha gridato: "Ecco
l'uomo!", venite
dunque tutti, adoriamo
Cristo, che per noi
stato schernito, e
gridiamo:
O Ges, Creatore e
Giudice di tutti, sei
stato giudicato e
tormentato dalle tue
creature.
O Ges, datore di
sapienza, ai senza
ragione non hai dato
risposta.
O Ges, che doni ai
malati guarigione dei
peccati, donami la tua
consolazione mediante
la conversione.
O Ges, buon Pastore,

11

,
,

;
, ,
,

.

nfrnt, nfrnge inima


mea cu frica Ta.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

che sei stato schernito,


non lasciare che io sia
scherno dei demoni.
O Ges, che hai avuto
il corpo pieno di
piaghe, riempi il mio
cuore del tuo amore.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

7


,

, , ,


,
,
,
: .

Condacul 7
Vrnd a-l izbvi pe om
de la lucrarea
vrjmaului, Te-ai
smerit naintea
vrjmailor Ti, Iisuse,
i ca un miel fr de
glas spre junghiere ai
fost dus, pretutindenea
rni suferind, ca s
vindeci de toate pe
omul, cel ce strig ie:
Aliluia!

Contacio 7
Volendo liberare
l'uomo dalla schiavit
del nemico, ti sei
umiliato dinanzi ai tuoi
nemici, o Ges, e come
agnello senza voce sei
stato portato al
sacrificio, sopportando
ferite dappertutto, per
guarire completamente
l'uomo che canta:
Alleluia!

7

,
,
,
,


,

.

:

Icosul 7
Minunat ndelung
rbdare ai artat cnd
ostaii ocrndu-Te pe
Tine, dup cuvntul
judectorului nedrept,
au chinuit cu cele mai
grozave munci prea
curat Trupul Tu, ca
s-L nroeasc din cap
pn la picioare cu
snge. Pentru aceasta
cu lacrimi strigm ie:
Iisuse, Cel ce ai iubit

Ico 7
Longanime pazienza
hai avuto, quando i
soldati ti schernivano
secondo la decisione
dell'ingiusto giudice,
con profonde ferite,
tormentando il tuo
purissimo corpo che
tutto si riemp di
sangue; perci con
lacrime di umilt a te
gridiamo:
O Ges, amico degli

12

,

;
,
,
,

.
, ,
,
;
,
,
,
.
,
,
,
:
, ,
,

.

pe om, de la om cu
spini te-ai ncununat.
Iisuse, Dumnezeire
fr prihan, patimi ai
suferit, ca pe noi de la
patimi s ne izbveti.
Iisuse, Mntuitorul
nostru, mntuieste-ne
pe noi care ni se cuvin
muncile.
Iisuse, Cel lsat de toi,
ntrirea noastr,
ntrete-ne pe noi.
Iisuse, Cel de toi
obijduit, bucuria
noastr, bucur-ne pe
noi cei ce ndjduim
ntru Tine.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

uomini, da uomini sei


stato incoronato di
spine.
O Ges, che sei senza
peccato, una pesante
Passione hai sopportato
per liberare l'umanit
dalle passioni.
O Ges, nostro
Salvatore, salva noi che
meritiamo tutte le
sofferenze.
O Ges, nostro
sostegno e nostra forza,
che da tutti sei stato
abbandonato, fortifica
noi tuoi servi.
O Ges, nostra gioia,
che da tutti sei stato
amareggiato, rallegra
anche noi che speriamo
in te.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

8



,
,

.

,

, :
.

Condacul 8
Minunat s-au artat ie
Moise i Ilie pe
muntele Tabor, vorbind
despre venirea Ta, pe
care acum o gteti n
Ierusalim, acolo au
vzut slava Ta, iar aici
vznd mntuirea
noastr, strig: Aliluia!

Contacio 8
Meravigliosamente si
sono mostrati a te
Mos ed Elia sul
Monte Tabor, parlando
della Passione che
compi ora a
Gerusalemme. L
hanno visto la tua
gloria, qui
contempliamo la nostra
salvezza cantando:
Alleluia!

13

8

, ,

,

:


,
,
: ,
, .
,
,
, ,

:
,
,
,
;
,
,
,

.
,
,

,
;
,
, ,

.
,

Icosul 8
Pretutindeni fiind gonit
de iudei, multe ocri i
chinuri ai suferit,
pentru mulimea
pcatelor mele. Unii
zicnd c eti
dumanul cezarului,
alii ca pe tlhar Te-au
osndit, alii strigau:
Ia-L! Ia-L!
Rstignete-L! ie
Domnului, Celui de toi
osndit i spre
junghiere dus, din
adncul sufletului
strigm:
Iisuse, pe nedreptate
osndit, Judectorul
nostru, nu ne osndi pe
noi dup faptele
noastre.
Iisuse, puterea mea, pe
drum sub Cruce istovit
de puteri, n ceasul
scrbei i mniei mele
nu m lsa pe mine.
Iisuse, Cel ce cereai
ajutor de la Tatl, n
neputinele mele
ntrete-m.
Iisuse, Slava mea, Cel
ce ai primit necinste,
de slava Ta nu m
deprta pe mine.
Iisuse, chipul
prealuminatei ipostasei
Printelui, schimb a
14

Ico 8
Perseguitato ovunque
dai giudei, per la
moltitudine dei miei
peccati hai sofferto
scherni e tortura, o
Cristo. Alcuni come un
ti giudicavano come un
nemico di Cesare, altri
come un malfattore e
gridavano: "Prendilo,
crocifiggilo!" Ma noi
dal profondo del cuore
gridiamo a te, il
Signore crocifisso per
la nostra salvezza:
O Ges, nostro
Giudice, che
ingiustamente sei stato
giudicato, non
giudicarci secondo i
nostri peccati.
O Ges, mia forza, che
hai sofferto sulla
Croce, nell'ora della
nostra sventura non
lasciarci.
O Ges, che hai gridato
aiuto al Padre tuo,
fortificaci e aiutaci
nelle nostre debolezze.
O Ges, nostro
Salvatore, che hai
ricevuto disonore, non
privarci della tua gloria
e salvaci.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando


,

;
, ,
,

.

mea necurat i
sarai nel tuo regno.
ntunecoas via.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

9
,

,

,
,
,
,
:

,
,
: .

Condacul 9
Toat firea s-a tulburat
vzndu-Te pe Cruce
pe Tine rstignit: pe cer
soarele razele sale i-a
ascuns, pmntul s-a
cutremurat,
catapeteasma bisericii
s-a rupt, pietrele s-au
despicat, iadul pe cei
mori i-a aruncat, iar
noi ne nchinm n
locul acela unde au
sttut picioarele Tale
cntnd: Aliluia!

Contacio 9
Ogni creatura si
commossa vedendo te
appeso sulla Croce; il
sole nel cielo ha
nascosto i raggi, la
terra ha tremato, il velo
del tempio si
squarciato, le pietre si
sono spaccate, l'inferno
ha gettato fuori i suoi
schiavi; e noi con fede
e umilt ci
prosterniamo alla tua
santa Passione e
cantiamo: Alleluia!

,
,

,
:
,
,

:

Icosul 9
Ritorii cei mult
vorbitori, dei mult
vorbesc, dar nu pot da
cuvinte de mulumire
Dumnezeietelor Tale
Patimi, Iubitorule de
oameni. Iar sufletul i
trupul nostru, inima,
mruntaiele cu umilin
ctre Tine strig:
Iisuse, Cel ce Te-ai
pironit pe Cruce,

Ico 9
Gli oratori molto
loquaci, anche se a
lungo discorrono, non
riescono a offrire
gratitudine degna per la
tua Divina Passione,
ma le anime, i corpi, i
cuori e tutte le
membra, con umilt
pregano te, o amico
degli uomini:
O Ges, che inchiodato

15

,

,


;
,

, ,
.
, ,
,


;
,
,


.
,
, ,

,
;
, ,
,

.

pironete i rupe
zapisul pcatelor
noastre.
Iisuse, Cel ce de pe
Cruce tinzi mna la
toi, cheam-m i pe
mine rtcitul.
Iisuse, ua oilor n
coast mpuns, ad-m
cu rnile Tale n
cmara Ta.
Iisuse, Cel rstignit cu
trupul, rstignete i
trupul meu de patimi i
pofte.
Iisuse, Cel ce ai murit
n chinuri, d-mi mie
ca inima mea s nu
gndeasc altceva a
cunoate dect pe Tine
rstignit.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

alla Croce a tutti hai


aperto le mani,
inchioda e infrangi la
moltitudine dei nostri
peccati.
O Ges, che sulla croce
hai disteso le mani,
aiuta noi peccatori.
O Ges, Agnello di
Dio che sei stato
trafitto nel costato,
rendici degni di entrare
nella tua dimora.
O Ges, che sei stato
crocifisso, crocifiggi i
nostri peccati e le
nostre colpe.
O Ges, che sei stato
consumato nella
Passione, donaci di non
giudicare e di non
condannare nessuno.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

10
,
, ,
,
,

;
,

Condacul 10
Vrnd s mntuieti
lumea, pe orbi, chiopi,
leproi, pe mui i pe
surzi i-ai vindecat,
duhuri necurate ai
izgonit, iar iudeii fiind
nenelepi, aprini de
rutate i plini de

Contacio 10
Volendo salvare
l'umanit, hai guarito, o
Signore, ciechi, zoppi,
muti, sordi e lebbrosi;
gli spiriti maligni e gli
ingrati, presi da
cattiveria ti hanno
inchiodato sulla Croce,

16

, pizm, Te-au pironit pe poich non sapevano


,
Cruce, netiind a cnta: cantare: Alleluia!
:
Aliluia!
.
10
,
,

,

,
,

, :
,
,

;
,

,

.
,

,

;
,
,

.
,

,

;
, ,

Icosul 10
mprate Cel mai
nainte de veci, Iisuse,
tot ptimeti pentru
neascultarea mea, ca s
m faci pe mine tot
curat, dndu-ne pild
ntru toate ca s urmm
pailor Ti, strignd:
Iisuse, dragoste
nemrginit, celor ce
Te-au rstignit nu le-ai
socotit lor pcatul.
Iisuse, Cel ce cu
suspini i cu lacrimi n
gradin Te rugai,
nva-ne i pe noi a ne
ruga.
Iisuse, Cel ce toate
proorociile despre Tine
s-au mplinit,
mplinete ntru
bunti dorinele
noastre.
Iisuse, Cel ce duhul
Tu n minile Tatlui
l-ai dat, i n ceasul
ieirii mele primete
duhul meu.
Iisuse, Cel ce nu ai
oprit a mpri hainele
Tale, cu blndee
desprete i sufletul
meu de trup.
17

Ico 10
O Re pre-eterno, Ges,
a causa della mia
intemperanza hai
sopportato tutta la
passione per
purificarmi del tutto
dai peccati, dandoci
l'esempio di come
seguire i tuoi santi
insegnamenti e gridare:
O Ges, amore senza
fine, a coloro che ti
hanno crocifisso non
hai tenuto in conto il
peccato.
O Ges, che con
lacrime e sospiri hai
pregato, insegna anche
a noi a pregare
veramente.
O Ges, in cui si sono
compiute tutte le
profezie, compi anche i
buoni desideri dei
nostri cuori.
O Ges, che hai
consegnato il tuo
Spirito nelle mani del
Padre, ricevi anche la
mia anima nell'ora
della mia morte.
O Ges, che non hai
fermato la divisione

,

.

Iisuse, Fiul lui


Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

delle mie vesti, con


mitezza separa il mio
corpo dalla mia anima.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

11

,
:
,


,
,
;

,

, :
.

Condacul 11
Cntare cu totul de
umilin aducnd ie
Cea fr prihan Maica
Ta, zicea: Dei
ptimeti pe Cruce, Te
tiu pe Tine mai nainte
de luceafr de la Tatl
nscut, vd c toat
fptura Te
comptimete pe Tine
i dai Duhul Tu
Tatlui. i duhul meu
primete-l, i nu m
lsa pe mine Ceea ce
strig: Aliluia!

Contacio 11
La purissima tua
Madre, con ogni umilt
ti ha offerto un canto
dicendo: anche se
soffri sulla Croce, ti so
generato dal Padre
prima del grembo della
stella del mattino, e
vedo che tutto il creato
soffre con te. Tu che
hai consegnato il suo
Spirito al Padre, ricevi
anche le mia anima che
canta: Alleluia!

11

,

,

,


,

Icosul 11
Ca o lumin primitoare
de lumin, Fecioara
Cea fr prihan, st
lng Crucea Ta,
arznd cu dragoste
ctre Tine i fiind
aprins de durere, ca o
Maic, pe Tine
Adevratul Soare al
dreptii, ce Te pogori
n mormnt, Te
plngea. Cu Dnsa
primete i aceste

Ico 11
Come una luce che
riceve luce,
limmacolata Vergine
sta di fronte alla tua
Croce, ardendo con
amore per te e accesa
dal dolore materno,
piangendo te, vero sole
di giustizia disceso nel
sepolcro; con lei ricevi
anche queste preghiere
dei nostri cuori:
O Ges, che sei stato

18

:
,
, ,
,
;
,

,

.
, ,
,

,

;
,
,
,

, .
,

,
;
, ,
,

.

rugciuni ale inimii


noastre:
Iisuse, Cel ce Te-ai
nlat pe lemn, Ca pre
noi cei czui s ne
ridici ctre Tatl Tu.
Iisuse, feciorelnicului
pre pururea Fecioar
ntru Maica o ai
ncredinat, ca pre noi
fecioriei i cureniei
s ne nvee.
Iisuse, Celei ce Te-a
nscut pre Tine,
Dumnezeu Cuvntul,
pre ucenicul de
Dumnezeu
cuvnttorul l-ai
ncredinat,
ncredineaz-ne i pre
noi aprrii Maicii
Tale.
Iisuse, biruitorul lumii
i a iadului, biruiete
necredin, trufia
lumeasc, poftele
ochilor, ce ntru noi
slluiesc.
Iisuse, Cel ce ai
sfrmat puterea
morii, de venica
moarte ne izbvete.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

innalzato sulla Croce,


innalza noi caduti
verso il tuo Padre.
O Ges, che nella
verginit ti sei affidato
alla Vergine tua Madre,
lascia che ci istruisca
nella verginit e nella
purezza.
O Ges, che hai
affidato colei che ha
generato te, Dio Verbo,
al discepolo del Verbo
di Dio, affida anche a
noi la difesa di tua
Madre.
O Ges, vincitore del
mondo e dellade, vinci
la mancanza di fede, la
superbia del mondo e
la concupiscenza degli
occhi che dimorano tra
noi.
O Ges, che hai
distrutto il potere della
morte, liberaci dalla
morte eterna.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

12

Condacul 12
Harul Tu d-mi i

Contacio 12
Donami grazia, Ges,

19

, ,
, ,


, ,
,



,
, ,

, : .

mie, Iisuse Dumnezeul


meu. Primete-m cum
ai primit pe Iosif cu
Nicodim, ca s-i aduc
sufletul meu curat ca
giulgiu i cu mirezmele
facerilor de bine s ung
Preacurat Trupul Tu i
ca n mormnt n inima
mea s Te am pe Tine,
strignd: Aliluia!

Dio mio, e ricevi me


come hai ricevuto
Giuseppe e Nicodemo,
perch ti doni la mia
anima come una
sindone pura, e perch
con gli unguenti delle
buone opere io unga il
tuo purissimo corpo, e
come nella tomba, io
abbia te nel mio cuore,
gridando: Alleluia!

12

,

, ,
,

,


;
,

:

,


;
,
,

.
,

Icosul 12
Cntnd rstignirea Ta
de bun voie, ne
nchinm Patimilor
Tale, Hristoase, credem
cu sutaul c cu
adevrat Fiu a lui
Dumnezeu eti, Cel ce
ai s vii pe nori cu
putere i slav mare,
atunci nu ne ruina pe
noi cei ce suntem
rscumprai cu
sngele Tu i aa
strigm:
Iisuse, Mult
ptimitorule, cu
tnguirea Fecioarei
Maicii Tale, de
plngere venic
scoate-m.
Iisuse, Cel lsat de toi,
nu m lsa pe mine
unul n ceasul morii
mele.

Ico 12
Onorando la tua
volontaria passione, ci
prosterniamo davanti
alla tua passione, o
Cristo; crediamo
insieme al centurione
che sei veramente il
Figlio di Dio, che
tornerai sulle nuvole
con potenza e grande
gloria; allora non
sdegnare noi che siamo
stati riscattati dal tuo
sangue e che gridiamo:
O Ges, che molto hai
sofferto, libera me dal
pianto eterno, per le
lacrime della Vergine
tua Madre.
O Ges, che da tutti sei
stato abbandonato, non
mi lasciare solo
nellora della mia
morte.

20

,
;
,

.
,


;
, ,
,

.

Iisuse, primete-m pre


mine cel ce mpreun
cu Magdalena de
picioarele Tale m
ating.
Iisuse, nu m osndi pe
mine cu vnztorul i
cu cei ce Te-au
rstignit.
Iisuse, du-m n rai cu
tlharul carele s-a
pocit.
Iisuse, Fiul lui
Dumnezeu, pomenetene cnd vei veni ntru
mpria Ta.

O Ges, accogli me
che insieme con
Maddalena tocco i tuoi
piedi.
O Ges, non giudicare
me assieme al traditore
e a quelli che ti hanno
crocifisso.
O Ges, conducimi in
paradiso assieme al
ladrone pentito.
O Ges, Figlio di Dio,
ricordati di noi quando
sarai nel tuo regno.

13
,
,
,







,




,


,

Condacul 13
O, Iisuse Hristoase,
Mieluelul lui
Dumnezeu, Cel ce ai
ridicat pcatele lumii,
primete aceast mic
mulumire, ce-i
aducem ie din tot
sufletul i ne vindec
pe noi cu ale Tale
Mntuitoare Patimi de
toate durerile sufleteti
i trupeti, apr-ne pe
noi cu cinstita Crucea
Ta, de vrjmaii cei
vzui i nevzui i la
sfritul vieii nu ne
lsa pe noi, cci prin
moartea Ta izbvindune de venica moarte,
pururea strigm ie:
Aliluia!

Contacio 13
O Ges Cristo, Agnello
di Dio che togli i
peccati del mondo,
ricevi questa piccola
preghiera di
ringraziamento che ti
offriamo, e con la tua
salvifica passione
guarisci noi da tutti i
dolori del corpo e
dell'anima. Difendici
con la tua Croce dai
nemici visibili e
invisibili; e alla fine
della nostra vita non
abbandonarci, affinch
salvati dalla morte
eterna per mezzo della
tua morte, gridiamo a
te: Alleluia!

21

: .

,
1-

... 1-

...

Acest Condac se citete


de trei ori. Dup
aceasta se zice iari
Icosul I, "Cel ales
biruitor..." i Condacul
I, "Svrind cea
mpreuna cu ngerii
slujire..."

Questo Contacio si
recita tre volte, poi si
ripetono lIco I,
"Compiendo un
ministero angelico..." e
il Contacio I, "O eletto
difensore..."

L'inno acatisto alla Passione di Cristo si legge nel corso della funzione
quaresimale detta "Passio", un rito particolare che ricorda le sofferenze al
Getsemani e sul Golgota del nostro Signore e Salvatore Ges Cristo. Il rito
fu stabilito nella Rus' dal metropolita Pietro Moghila e si celebra tuttora
durante la Grande Quaresima.
Nella parrocchia ortodossa di San Massimo di Torino questo acatisto si
officia al venerd, in memoria dell'ostensione della Sindone che si faceva
al venerd nella chiesa di Santa Maria delle Blacherne a Costantinopoli
fino all'anno 1204.

22