Sei sulla pagina 1di 5

\\ Deliberazione N.

~\v:~ ]L] u '\

approvata nella seduta


S~P.A. del 2 Z /0 1 /200'\
"

{ t
PALERMO
A Socio Unico
~I Soggetto all'attivita' di direzione e coordinamento del
Comune di Palermo
Palermo
- - - - - •• a. - - - -
Sede Legale: Via Pietro Nenni, 28 - 90146 Palermo
Cod. Fisc. e Partita IVA: 04797190826
Tel. 091/6491111 - Telefax 091/6882410
,
OGGETTO: Affidamento del servizio di trasporto delle frazioni trattate dall'impianto di UNIECO verso il
corpo della discarica di Bellolampo.

approvata dal Consiglio di Amministrazione composto da:


Preso
D
Ass.

PRESIDENTE Gaetano Lo Cicero


~BJ D
: VICE PRESIDENTE Maria Francesca Gallina
'r

! COMPONENTE Mariano Alfonso Piazza


g~
"

'S"
':,'
Deliberazione
ligie dell'UfficIoproposta
proponente: ~
dal Dipartimento ~QS ','.':'~
NON COMPORTA SPESA SPE GET:
Yisto di regolarità contabile del Direttore del
Dipartimento Contabilità e Finanza
.• -'1
r,

SPESA NON PREVISTA IN PROWEDIMENTO


BUDGET INDISPENSABilE

PARERE CONTRARIO
l Visto di legittimità del Direttore del Dipartimento

, f\ffa ri,~aH/
/

[}A.pers. Ds.Q. e SviI.


(~ir. Gen tz(AA.LL. ~nt.eFin.

:D Raccolte D Ig. del Ter. D Impianti D Man. Strade D Man. e Log. DG.P.C.M. 1'-'
:.: \
l/ Direttore del Dipartimento P.S,G., per l'es3me dell'argomento in oggetto e della
relativa proposta di deliberazione, rende la seguente re/azione:
Con ordinativo n. 2007/1253 del 13/06/2007, che fa seguito all'aggiudicazione della

gara esperita il 05/12/2006, è stato affidato alla ditta UNIECO Sooc.coop, con sede in via
Meuccio Ruini n. 10 a Reggio Emilia, il servizio di pretrattamento di 140.000 tonn/anno di
rifiuti tal quali che pervengono a!la discarica di Bellolampo (circa 450 t/giorno).
Detto servizio di trattamento reso obbligatorio dall'art.7 del D.Lgs. 36/2003 (decreto
discariche), in vigore dal prossimo 01/01/2010, ha comportato la realizzazione a

Bellolampo di un impianto per la separazione meccanica della frazione secca (F~-CER


191212) dalla frazione umida (FU) e la successiva stabilizzazione accelerata di
quest'ultima con trattamento fisico-chimico.
Inoltre, la frazione organica stabilizzata (FOS-CER 190503) ottenuta dall'impianto, da
obblighi contrattuali assunti dalla Ditta, dovrà essere idonea all'impiego quale materiale
per la ricopertura giornaliera dei rifiuti in discarica, previa caratterizzazione che ne aUesti
l'idoneità all'uso, inquadrandosi tale attività nell'operazione di recupero R5.
L'art. 10 del Capitolato di gara pone, invece, a carico dell'AMIA il servizio di trasporto
delle frazioni trattate dall'impianto (FS, scarti e FOS) verso la zona di abbancamento della
discarica di Bellolampo.
Per la realizzazione e la messa in esercizio dell'impianto di che trattasi, l'UN!ECO ha
ottenuto il rilascio dell'autorizzazione ambientale integrata (AIA) con -decreto della
Regione siciliana n. 377 del 29/04/2008, che prevede in fase di collaudo delle opere e
durante il successivo periodo di prova, della durata di un mese, il riscontro delle
condizioni e prescrizioni impartite dagli Enti preposti al controllo (ARPA e Provincia).
Tale mese di prova decorrerà a partire dal 29/07/2009, come da verbale allegato
redatto in seguito a sopralluogo del 24/07/2009.
Per quanto attiene il trJ~porto delle frazioni trattate, su nostra richiesta la Ditta, con
nota assunta al prot. AMIA n.52570 del 18/11/2008, ha formulato una offerta con un
prezzo unitario di € 5,70/ tonnellata (di rifiuto in ingresso), prevedendo mezzi di grande
capacità (semirimorchi con pianale mobile o cassonati ribaltabili).
Con nota prot. 14447 del 28/03/2009 fu proposto dallo scrivente, secondo l'indirizzo di
internalizzazione dei servizi, di potere far fronte mediante i mezzi in possesso
dell'Azienda e impiegando personale AM1A
Le prove successivamente fatte ne! corso del mese di giugno u.s. hanno mostrato che i
predetti mezzi non sono idonei sia per la limitata cubatura sia per la tipologia stessa
(cassoni scarrabili scoperti).
Allo scopo di potere individuare tipologie idonee, e soluzioni da far validare agli enti di
controllo allo scopo intervenuti, si è contattata la Ditta Seap che ha portato in prova
gratuitamente, il giorno 24/7/09, un semirimorchio a pavimento mobile (Adamoli o
similare) per il caricamento e trasporto della frazione secca, e un cassone scarrablle
chiuso, con botola di caricamento, per il traspolio della frazione umida trattata. Il primo
potrà essere utilizzato com'è, per il secondo occorrono delle modifiche all'impianto, onde
evitare fuoriuscite di polvere.
Con propria nota acquisita a prot. az. 33853 del 21/07/09 la Ditta propone un nolo a
caldo dei mezzi sopra indicati (che già aveva portato in visione precedentemente).
Si è richiesto anche preventivo alla Ditta Bonetto, già contattata dalla Unieco, la quale
propone il nolo a freddo di autocarri ribaltabili di grande cubatura (v. nota del 9/6/2009
indirizzata aII'Unieco).
In tale stadio, stante che l'impianto dovrà avviarsi il giorno 29/7/09, si ritiene opportuno
sperimentare il servizio di trasporto a caldo per verificare sia l'organizzazione che la
validità della tipologia di mezzi impiegati.
Durante tale sperimentazione sarà possibile condurre ricerche (peraltro già
informalmente avviate) per sondare il mercato dell'usato per quanto attiene i semirimorchi
tipo Adamoli e i trattori e procedere al relativo acquisto se le parallele prove avranno dato
esito favorevole. Altrettanto potrà farsi per i cassonati, per cui potrebbero essere
modificati alcuni cassoni scarrabili in ns. disponibilità ed impiegate motrici con
attrezzature di scarramento che già possediamo, e che già sono state provate
positivamente con il cassone scarrabile chiuso presentato dalla ditta Seap.
Sarà anche possibile verificare la convenienza di svolgere direttamente il servizio (si
rammenta che i trattori con semirimorchio necessitano di autisti con patente "E, che sono
molto pochi in Azienda) o affidarlo con gara ad evidenza pubblica.

L'offerta della Ditta Seap va valutata, quindi, solo per il periodo di prova e co~ le finalità
anzidette, per una durata stimata di due mesi.
Interpellato telefonicamente il titolare della ditta (Sig. Sergio Velia) lo stesso si è detto
disponibile a ridurre il compenso indicato nella propria offerta a €/giorno 1.500, sulla base
di due turni di lavoro (€/turno 750) e l'impiego di n.2 semirimorchi tipo Adamoli con trattore
e n.2 cassoni scarrabili su autocarri messi a disposizione da AMIA, naturalmente con
conducenti a proprio carico.
A servizio avviato è inoltre disponibile a parametrizzare e fissare il predetto costo in
termini di €/t, in modo da assorbire (in positivo e in negativo) le eventuali fluttuazioni delle
quantità trattate.
Considerando il lavoro su cinque giorni in doppio turno e un giorno (sabato) in singolo
turno, l'importo massimo di spesa è: €/giorno 1.500 x 22 gg/mese x 2 mesi + €/turno 750 x
4 (sabati)/mese x 2 mesi = € 72.000
" totale da prevedere è quindi pari a € 72.000 oltre IVA, pagamento entro il
quindicesimo giorno dal mese successivo all'emissione della fattura.
Tale costo, su base annua, è pari a € 432.000, pari ad un costo a tonnellata di rifiuto
entrante di €/t 3,09, inferiore all'importo di €/t 5,70 offerto da Unieco a novembre 2008 (va
considerato tuttavia l'impiego di due autocarri scarrabili aziendali, non richiesti da Unieco).
Per quanto sopra, il Direttore del Dipartimento P.S.G.

PROPONE

• di affidare sperimentalmente il servizio di movimentazione ed allontanamento delle


frazioni trattate dall'impianto UNIECO verso il corpo della discarica, tramite un
noleggio a caldo di mezzi idonei per la durata di mesi 2 (due) in favore della Ditta
Seap, con sede nella z.i area ASI di Aragona (AG) come da allegata offerta di cui a
nota prot. 33853 del 21/07/09;

• di remunerare detto servizio di trasporto al costo di €/giorno 1.500, sulla base di


due turni di lavoro (€/turno 750), concedendo in uso n.2 autocarri aziendali con
attrezzatura di scarramento;

•• di attivare nel frattempo indagini di mercato per acquisire mezzi e attrezzature


idonei allo scopo onde internalizzare il servizio oppure, valutandone la convenienza
economica, riservarsi di indire apposita gara per una durata del servizio pari a quella
prevista per l'impianto.

La spesa di cui al presente provvedimento ammonta complessivamente ad € 72.000


oltre IVA.

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

su proposta del Direttore Generale U.;


Visti i pareri resi per la legittimità, la regolarità tecnica e contabile;
. Ai sensi dell'art. 23 dello Statuto AMIA S.p.A.;

DELIBERA

per i motivi esposti in narrativa, di:

• di affidare sperimentalmente il servizio di movimentazione ed allontanamento delle


frazioni trattate dall'impianto UNIECO verso il corpo della discarica, tramite un
noleggio a caldo di mezzi idonei per la durata di mesi 2 (due) in favore della Ditta
Seap, con sede nella z.i area ASI di Aragona (AG) come da allegata offerta di cui a
nota prot. 33853 del 21/07/09;
'" di remunerare detto servizio di trasporto al costo di €/giorno 1.500, sulla base dì
due turni di lavoro (€/turno 750), concedendo in uso n.2 autocarri aziendali con
attrezzatura di scarramento;

II di attivare nel frattempo indagini di mercato per acquisire mezzi e attrezzature

idonei allo scopo onde internalizzare il servizio oppure, valutandone la convenienza


economica, riservarsi di indire apposita gara per una durata del servizio pari a quella
prevista per l'impianto.

La spesa di cui al presente provvedimento ammonta complessivamente ad € 72.000


oltre IVA.

I
!,
IL P~Ji1SI~ENTiE,.i:JelCdA
.' ~ I
,il !i

(ing'lfda'~ta!lqILo Cicero)
i ;':~
·L.~,/ \~.....,
.....
,,,",,,,,,,""~~''''''''.~'''~,-"-,,,"~'~~

,i!

Interessi correlati