Sei sulla pagina 1di 12

STRUTTURA E CARATTERISTICHE

STRUTTURA E CARATTERISTICHE

dei

SUSSIDIARI DIGITALI E MISTI

Nuove tendenze nell'editoria scolastica

Indice

Le disposizioni normative attuali Caratteristiche dei contenuti digitali e dei testi digitali L'ebook Come funziona Autovalutazione Risposte Bibliografia

Le disposizioni normative attuali


per il ra azzo il li!ro deve "#$ essere %ualcosa di piacevole& dove si pu' non solo le ere& ma colorare& tras(ormare& (are& dis(are& ampliare& ridere& inventare& ri(lettere "#$) Il li!ro si tras(orma cos* in %ualcosa di personale& perci' vivo+) A) Manzi& ,erc-. un nuovo li!ro di lettura/ Le innovazioni, quelle che di solito cambiano qualcosa, partono, si insinuano, sgomitano, disturbano !oprattutto se riguardano la scuola Le nuove norme ministeriali prevendono a breve l"introduzione, tra l"altro, di un nuovo tipo di testo #nfatti il nuovo $ecreto %#&R del '( )* ')+* n '), prevede l"adozione di testi nella versione digitale o mista gi- per gli anni ')+./')+0, temporaneamente introducendoli in alcune classi della scuola primaria della secondaria 1ale innovazione nasce dall"esigenza di utilizzare per la didattica e per la trasmissione dei saperi strumenti al passo con i tempi, adeguati ai nuovi modelli di apprendimento dei ragazzi, e nel contempo di contenere i tetti di spesa per l"acquisto dei testi di scuola # libri misti, compresi i sussidiari digitali, sono composti da una parte cartacea ed una parte digitale La parte digitale del libro misto integra, aggiorna ed espande la parte cartacea tramite materiali multimediali 2audio video34 e strumenti che consentono di potenziare la didattica e di facilitare la fase e i processi dell"apprendimento dei discenti # libri misti devono anche essere conformi alle norme tecniche contenute nell"allegato + del $% '( )* ')+*, n '), in cui sono descritte le caratteristiche tecniche dei libri di testo in versione digitale e del libro in versione mista, con particolare riferimento ai contenuti digitali integrativi.

Caratteristic-e dei contenuti di itali

5iene data molta attenzione, per i libri di testo in versione mista, alle caratteristiche dei contenuti digitali integrativi 2cio6 che sono usati appunto per integrare, approfondire parti di testi in altri formati47 disponibilit- di contenuti che possono essere facilmente utilizzati dalle tecnologie8 possono contenere oggetti multimediali 2come audio e video4 e sono dotati di interattivit2per proporre esercitazioni, esperienze, esercizi, prove48 sono ipertestuali 2consentono la creazione del contenuto tramite la navigazione soggettiva4 mentre per i libri di testo in versione completamente digitale sono previste altre caratteristiche tecniche7 !9:C#AL;#%A<:/=C >*a=&sers=&tente=App$ata=Local=1emp=msohtmlclip+=)+=clip;image))+ png/R:9LAC:;%: la presenza di formati compatibili con i principali sistemi operativi8 !9:C#AL;#%A<:/=C >*a=&sers=&tente=App$ata=Local=1emp=msohtmlclip+=)+=clip;image))+ png/R:9LAC:;%: l"utilizzo di standard soft?are ed hard?are interattivi, scaricabili e gratuiti !9:C#AL;#%A<:/=C >*a=&sers=&tente=App$ata=Local=1emp=msohtmlclip+=)+=clip;image))+ png/R:9LAC:;%: possibilit- di inserire note ed evidenziatori !9:C#AL;#%A<:/=C >*a=&sers=&tente=App$ata=Local=1emp=msohtmlclip+=)+=clip;image))+ png/R:9LAC:;%: possibilit- di beneficiare di funzioni di aiuto, guida in linea, funzioni di ricerca !9:C#AL;#%A<:/=C >*a=&sers=&tente=App$ata=Local=1emp=msohtmlclip+=)+=clip;image))+ png/R:9LAC:;%: essere aggiornabile attraverso la rete internet !9:C#AL;#%A<:/=C >*a=&sers=&tente=App$ata=Local=1emp=msohtmlclip+=)+=clip;image))+ png/R:9LAC:;%:

l"accessibilit- 2agli strumenti ed ai testi4

L0e!oo1
!i parla ormai da alcuni anni di testi digitali7 le tappe di sviluppo in tal senso hanno visto il superamento di testi il cui contenuto 6 fisso, come ad esempio il formato 9$@, privi di interattivit- e che si prestano ad una lettura di tipo tradizionale, verso testi il cui formato si avvicina molto ai siti Aeb Buesti testi, caratterizzati dalla forma ipertestuale, sono compatibili con tutti gli strumenti e formati per la produzione e gestione di file audio/video, alla implementazione di programmi ludici e didattici interattivi direttamente gestibili on/line senza la necessit- di installarli nel proprio 9c Buando si parla di testi digitali, chiamati anche e/book, non va dimenticato che si sta parlando solo di canali, e non di messaggi o contenuti La CeD;di ebook ha un significato particolare Non 6 stata messa lE per caso, ma come per l'DeD;mail, sta ad indicare che il libro 6 formato da bit e non da atomi e che per leggerlo bisogna disporre di un dispositivo elettronico, chiamato eBook reader L'esperienza che ne consegue 6 piuttosto interessante7 provate a pensare di leggere un libro ma di farlo utilizzando un computer <i-, perch6 un ebook 6 prima di tutto un libro e come tale si comporta 2leggo, giro le pagine, seguo la narrazione4 ma quel CeD davanti lo rende modificabile, cio6 lo si puF arricchire con tutti i formati tipici dei dispositivi elettronici7 ad esempio con risorse multimediali Buesti formati offrono perF solo una soluzione nuova al modo di leggere, ma non producono nuovi contenuti Rappresentano dei surrogati, ma non cambiano per nulla il rapporto tra l"autore ed il fruitore

S,ECIAL2IMAGE34E5,S6Ima es6dante)7p 3RE,LACE2ME Come (unziona)))

$ove sta allora il Cvalore aggiuntoD di un libro digitaleG !ta nel fatto che il canale digitale, cambiando il modo di fruire del testo, puF potenziare la sua efficacia, perchH se canale e contenuto coincidono, collaborano verso uno stesso obiettivo, che 6 un nuovo modo di apprendere Buesto nuovo testo ha le caratteristiche di un net?ork piI che un libro, e quindi 6 imprescindibile dal Aeb, nel senso che non 6 pensato per la stampa perchH 6 in continua trasformazione :" multidimensionale e multimediale, 6 un"opera aperta che si presta ad una continua interattivit- 9uF essere aggiornato, ampliato ed arricchito %a attenzioneJ Buesto non significa che il testo digitale possa sostituire la funzione della didattica #l testo digitale e misto 6 sempre uno strumento il cui uso 6 mediato dall"insegnante che deve essere in possesso di una comunicazione didattica multiforme, disposto ad una re/visione della didattica stessa #mmaginiamo un C!ussidiario di linguaggiD cartaceo, ma con la possibilit- di essere fruito on line !ostanzialmente avremo qualcosa che assomiglia ad un blog7 una pagina/video di tipo testuale con diversi collegamenti ad altre pagine, il cui contenuto definisce ad esempio un racconto di una fiaba, con un suo senso compiuto La pagina quindi definisce ciF di cui la lezione vuole trattare, con i suoi limiti semantici ben precisi #n essa si trova tutto ciF di cui, a livello scolastico, si deve sapere di un certo argomento :ssendo costruita come una mappa mentale, avr- dei rimandi a diversi contenuti7 nello stesso testo,2ad esempio nella ricerca di parole con lo stesso significato4 ad altri racconti 2che presentano una storia simile4, ad approfondimenti 2nella ricerca di una morale4, ad una sezione dedicata alla valutazione della comprensione 2sotto forma di test4, alla ricerca di immagini e oggetti multimediali 1utto questo semplicemente navigando tra il testo digitale e le diverse risorse collegate on/line ed off/line ed il testo cartaceo, usufruendo magari di un laboratorio informatico dotato di L#% che facilita la partecipazione di tutta la classe $urante la lezione l"insegnante dovr- dare le indicazioni di metodo per navigare in modo sensato, per usufruire dei diversi link in modo razionale, per coniugare la parte digitale con la parte cartacea 2ad esempio integrando degli esercizi da fare sul quaderno partendo da approfondimenti trovati sul testo digitale, o proponendo dei test on line partendo dal testo cartaceo4 cosE da predisporre i ragazzi ad un utilizzo pertinente dei materiali messi a loro disposizione dai diversi tipi di sussidiari La ClezioneD assume cosE il carattere di una progettazione attraverso la quale lo studente apprende consapevolmente un percorso costruito da una variet- di fonti e di canali di informazione, dinamico e personale perchH lo stesso studente sar- in grado di trovare una propria mappa mentale di creazione di contenuto

AUT48ALUTA9I4:E

!cegli una sola risposta fra quelle che trovi elencate7 I sussidiari di itali e misti sono composti da# 1esti solo in formato cartaceo 1esti solo in formato digitale 1esti in formato multimediale 1esti con sussidi in formato cartaceo e digitale Le caratteristic-e dei testi di itali sono l;inteattivit< e la multimedialit<& cio= !ono testi in cui 6 permesso inserire delle note !ono testi in cui 6 permesso inserire file audio !ono testi che permettono l"accesso ad #nternet !ono testi che possono essere ri;assemblati con l"inserimento di file audio;video, possono essere condivisi in rete e ri;modificati Un e2!oo1 => &n libro con immagini &n libro che scarico da #nternet &n libro in formato digitale ?uale pu' essere& secondo te& il valore a iunto+ di un testo di itale/ i La conoscenza delle tecnologie ii L"uso consapevole di una variet- di fonti e di canali di informazione iii La capacit- di navigare in #nternet

RIS,4STE

Risposte 8alutazione @ iv A B iv A A iii A C ii A

Bibliografia e !itografia $% '), '( )* ')+*, prot N '), Nicola %ammarella, Cesare Cornoldi, @rancesca 9azzaglia, 9sicologia dell'apprendimento %ultimediale http7==bricks maieutiche economia unitn it=GpK+,+L http7==bricks maieutiche economia unitn it=GpK*.(' http7==??? lascuolachefunziona it=main=search=searchGqKsussidiariMdigitali http7==??? area0+editore com= http7==??? raffaellodigitale it=