Sei sulla pagina 1di 13

ePUB3

Un formato sempre pi ACCESSIBILE


Stefania Zambardino

Indice

Introduzione Il formato epub3 LIA: il progetto Ebook accessibili I prossimi ereader leggeranno anche lepub3 Epub editor Con un click si fa un epub, ma non un ebook

Introduzione
Ho provato a raccogliere qualche idea intorno agli ebook e in particolar modo intorno al formato epub. Lepub2 il formato standard che tutti conosciamo e leggiamo sui nostri ereader e che rende un testo, un libro sfogliabile virtualmente, ingrandibile nei suoi font, ma non multimediale; a colmare questa mancanza ci viene incontro lepub3 gi utilizzato da iphone, ipad e pc, ma non ancora dai nostri lettori e-ink. La multimedialit e dunque larricchimento delle pagine di un ebook con immagini, video, audio una rivoluzione non solo colorata, ma epocale, lebook non pi la traduzione digitale del libro, ma altro di assolutamente non pi riconducibile al libro. Uno dei vantaggi laccessibilit e in questo lavoro mi sono permessa di fare una digressione sul mondo degli ipovedenti che sempre pi saranno integrati da questa virtualit virtuosa. Gi adesso molti device offrono una lettura audio dei testi e lassociazione LIA, a cui ho fatto riferimento, dichiara che il formato su cui lavora proprio lepub3. Alla fine, mi sono lasciata prendere dalla suggestione di un titolo di un post che riporto interamente e che spero possa trattenerci con levit sulla terra e non farci volare troppo in alto quando convertiamo un rft in epub; per parlare di ebook bisogna conoscere anche linguaggi ostici come lHtml e il css.

Il formato epub3
LePub labbreviazione di electronic publication ed uno standard aperto il cui sviluppo portato avanti dallInternational Digital Publishing Forum (IPDF). Lultima evoluzione del formato appunto ePub3. Basato pesantemente su Xml, Html5 e Css3, porta con s molte nuove features che lasciano intravedere come il libro elettronico del futuro sar, molto probabilmente, responsivo - in grado cio di adattarsi al contenitore e contraddistinto da una migliore accessibilit, multimedialit e, almeno per i libri tecnico-scientifici, da pi interattivit. Inserti multimediali con video e audio saranno presto integrati nel testo: un aspetto che risulter apprezzato nella consultazione di magazine digitali come pure durante la lettura di ebook di narrativa. Sul fronte dellaccessibilit la specifica Media Overlays 3.0 di ePub3 prevede la sovrapposizione di uno strato audio sul contenuto del libro digitale, consentendo cos la lettura del testo e il suo ascolto in sincronia. A questo proposito, limitatamente ai lettori a inchiostro elettronico, ad oggi solo i LeggoIBS si sono dimostrati i pi accessibili grazie a una sintesi vocale di buona qualit e a un rudimentale (ma funzionante) meccanismo di sincronizzazione della voce narrante con il testo del libro. Con la specifica Media Overlay 3.0 ecco che la granularit della sincronizzazione della voce con il testo potr essere scelta dal creatore del contenuto e il dispositivo, di conseguenza, evidenzier la singola parola pronunciata dalla voce oppure lintero paragrafo in lettura. Linterattivit un altro aspetto fondamentale di ePub3. Per esempio, noi lettori e lettrici potremo interagire facilmente con lebook rispondendo a domande di percorso (pensate a un libro di scuola), compilando form per la raccolta di feedback o semplicemente passando qualche minuto di svago con giochi o indovinelli presenti allinterno del libro (cosa peraltro gi possibile con alcuni ebook per iPad). Per quanto riguarda le pubblicazioni scientifiche ePub3 migliora il supporto alle formule matematiche (trattate come normali elementi testuali) e alle immagini vettoriali (Svg) che saranno in grado di adattarsi alla dimensione dello schermo del dispositivo usato per la lettura. Da tempo in Rete, tra gli addetti ai lavori, si fa un gran parlare di ePub3, prevedendone i pi ampi scenari di utilizzo che configurano allorizzonte lo scontro tra il formato ePub3 e Html5, ovvero tra ebook e applicazioni. Nellattesa che ePub3 si diffonda nelluso, vi presento due iniziative interessanti. il caso di Il Narratore che da inizio anno, in collaborazione con Smuuks, sta pubblicando audio-ebook in formato ePub3, volti ad avvalorare lapprendimento linguistico, emotivo ed empatico attraverso la lettura e lascolto di libri. Nel catalogo non poteva mancare il classico della letteratura italiana I promessi Sposi Rimanendo in ambito didattico-sperimentale, segnalo come seconda iniziativa La Principessa Azzurra e il Drago Golosone, una storia illustrata di Elisa Favi resa in versione ePub, disponibile gratuitamente sullApp Store di Apple. un simpatico esempio di libro-gioco per bambini e di quello che si pu ottenere con un uso sapiente di Html5 e Css3, le due fondamenta di ePub3. .

LIA (libriitalianiaccessibili.it) il progetto

In un seminario tenuto il 5 dicembre 2013 alla fiera Libri pi liberi di Roma, lassociazione LIA ha sostenuto in pieno lutilizzo del formato epub3 per i suoi prossimi ebook. E necessario e interessante prima spiegare il progetto di questa associazione. LIA-Libri Italiani Accessibili un servizio creato per aumentare la disponibilit sul mercato di titoli di narrativa e saggistica accessibili per le persone non vedenti e ipovedenti. Mettendo a frutto le potenzialit del digitale, LIA ha attuato un modello, basato sullutilizzo di standard internazionali, che consente di spostare a monte la produzione di ebook accessibili e di integrarla nei normali flussi produttivi e distributivi editoriali al fine di offrire ai non vedenti e agli ipovedenti un numero sempre maggiore di titoli accessibili. Per offrire un punto di accesso agli ebook accessibili, LIA ha creato una vetrina online navigabile in autonomia dai disabili visivi. Sulla vetrina LIA possibile sfogliare lintero catalogo degli ebook accessibili degli editori che aderiscono a LIA. Il progetto coordinato dallAssociazione Italiana Editori e finanziato dal Ministero per i Beni e le Attivit Culturali Per tutte le informazioni sul progetto visita il sito www.progettolia.it.

Ebook accessibili
Gli ebook e le tecnologie digitali possono offrire nuove opportunit di lettura anche per le persone non vedenti e ipovedenti. Per una persona con disabilit visiva un ebook infatti potenzialmente pi accessibile di un libro di carta, tuttavia il grado di accessibilit di un ebook aumenta se lebook viene realizzato secondo alcune precise specifiche di produzione. Un ebook accessibile un ebook il cui contenuto pu essere adattato a diverse esigenze di lettura utilizzando anche le tecnologie assistive normalmente usate dalle persone non vedenti e ipovedenti (ad esempio screen reader e software di videoingrandimento). Un ebook accessibile presenta le seguenti caratteristiche: permette l'ingrandimento dei caratteri del testo e la modifica dei colori e dei contrasti per il testo e lo sfondo; contiene un indice dei contenuti che consente laccesso diretto a tutti i capitoli del testo tramite link; i titoli sono identificati come tali per favorire la navigazione; lindice analitico consente laccesso diretto tramite link ai termini indicizzati; il contenuto segue un ordine di lettura logico e corretto; i rimandi di nota sono linkati e consentono di accedere alle note e ai siti esterni, se presenti; i contenuti non testuali (ad esempio immagini, grafici, ecc.) hanno una descrizione alternativa; le tabelle possono essere navigate per righe e colonne. I titoli di tabella sono identificati come tali per favorire la navigazione. Sono queste caratteristiche che rendono un ebook realizzato in formato epub un testo che possibile sfogliare, consultare, ecc e quindi che ne fanno un testo molto diverso e superiore rispetto ad un libro digitale realizzato in formato degradato come un .txt.

I prossimi ereader leggeranno anche lepub3.


Molti device o applicazioni di lettura consentono la personalizzazione della lettura permettendo allutente di definire lingrandimento dei caratteri del testo, scegliere il carattere, linterlinea, il colore del testo e impostare il contrasto della pagina elettronica. Una delle caratteristiche principali dellEPUB infatti il suo essere reflowable, ovvero di adattarsi, ridimensionandosi automaticamente, in base alla dimensione dello schermo del dispositivo che viene utilizzato per la lettura. Queste funzioni possono essere particolarmente utili per i lettori ipovedenti, in quanto lampiezza delle tipologie di difetti visivi riconducibili a questa definizione tale da necessitare di soluzioni il pi possibile modulabili a seconda delle loro specifiche esigenze. Alcuni device dispongono di una funzione di sintesi vocale (text to speech) che una voce generata dal computer che legge il contenuto presente nellebook. inoltre possibile ascoltare gli ebook utilizzando la sintesi vocale del proprio screen reader sia su computer, sia su alcuni smartphone e tablet (come ad esempio liPhone e liPad che hanno integrato al loro interno lo screen reader VoiceOver). Ad oggi quasi nessun ereader in circolazione legge il formato epub3 che sicuramente nel corso del 2014 dovrebbe affermarsi sullepub2, il formato pi utilizzato a livello internazionale per la produzione di libri digitali, uno standard open interoperabile.

ePUB Editor
ePUB Editor un ambiente online per la realizzazione semplice ed immediata di ebook in formato EPUB3. Gli ebook realizzati possono includere contenuti multimediali e funzioni interattive. Ci rende ePUB Editor particolarmente efficace nella redazione di ebook didattici, pensati in particolare per l'utilizzo di tablet come Apple iPad. Gli ebook realizzati, oltre che in formato EPUB3, possono essere esportati anche come oggetti SCORM e dunque importabili in qualunque piattaforma di e-learning SCORM-compatibile (come Moodle, ad esempio), consentendo il totale tracciamento della fruizione. Principali caratteristiche Stretta aderenza alle specifiche EPUB3 (opzionalmente anche ad EPUB2) Editor di contenuti intuitivo e di facile utilizzo Inserimento di audio, video ed immagini Inserimento di contenuti interattivi: domande a scelta multipla, vero/falso, riempi gli spazi, drag & drop, eccetera.. Gestione di note e link ipertestuali Possibilit di condividere la redazione dell'ebook con altri utenti Ebook esportabile anche come pacchetto SCORM con tracciamento di ogni contenuto interattivo e calcolo del punteggio

ePUB Editor, in questa prima fase di test, gratuito. Successivamente, rester gratuito per un periodo di prova, scaduto il quale si potr sottoscrivere un canone di abbonamento annuale (comunque molto basso, le tariffe sono in via di definizione), includente, oltre ai servizi di editing, anche il supporto alla eventuale distribuzione e commercializzazione degli ebook, consulenza progettuale, eccetera.

Con un click si fa un ePub, ma non un ebook


(dal blog di Giovanni Venturi http://giovanniventuri.com)

In Rete si parla spesso di qualit di un ebook. In alcuni commenti sul blog che curo ho segnalato gli errori tipici per chi si appresta a effettuare conversioni di formati verso lo standard ePub. Errori derivati da un uso un poco spregiudicato degli strumenti di conversione (un convertitore automatico unapplicazione che prende il formato originale Microsoft Word o Open Document Text o altro e lo converte in ePub affidandosi in tutto e per tutto al programma di conversione automagico). LePub un formato, un contenitore di testo, e dunque ovvio che la mancanza di rigore nel testo originale si traduca in mancanza di rigore nellebook confezionato. Parto dal presupposto che ognuno ha i propri gusti in termini di impaginazione, ma esistono anche regole che si rifanno alla storia tipografica. Se un testo non ha avuto un editing adeguato o ha saltato la fase di correzione bozze (o stata condotta in modo superficiale), non si pu pi parlare di soggettivit di approccio, di gusto personale. Il contenuto del libro non ha la meglio lasciando perdere refusi, grammatica, punteggiatura ed errori concettuali e di coerenza del testo. altrettanto vero che un testo impeccabile per sintassi, grammatica e assenza di refusi, e a cui stato fatto un buon editing e unapprofondita correzione di bozze pu non avere le carte in regola per essere un ebook di qualit, tecnicamente parlando. Volete alcuni esempi di regole tipografiche infrante nel confezionare ebook? Li cito in ordine sparso: - non inserire spazi tra una parola e il segno di punteggiatura che la segue - i puntini di sospensione sono tre (non uno di pi e non uno di meno!) - non si pu scrivere E se si intendeva - dopo punto fermo, punto esclamativo o interrogativo va la maiuscola - non corretto scrivere perch, finch, poich, cio in quanto laccento sbagliato, bisogna scriverli secondo grammatica perch, finch, poich, cio. Su queste regole c poco da dire. Non rispettarle induce il lettore a innervosirsi e magari abbandonare la lettura dellebook. Se si pensa che la creazione di ebook implichi una realizzazione approssimativa, al punto da non impiegare pi di 5-10 minuti, vuol dire che si capito ben poco di che cosa un lettore chiede e, probabilmente, non si leggono a sufficienza n libri, n ebook. Insomma, certe regole tipografiche non si discostano affatto da quelle che valgono in genere anche per una pubblicazione cartacea. Parlavo di confezionamento di ebook: volete ora qualche suggerimento di base che sta tra limpaginazione e la parte pi tecnica? Ecco poche idee per incontrare le esigenze del lettore, e anche per scansare alcuni errori molto diffusi tra ebook. Lebook deve avere una copertina. Sembra una banalit, ma molti fanno ebook senza curarsi della copertina. vero che alcuni lettori come Kindle non la mostrano, ma senza copertina in che modo si caratterizza un ebook? Basta il titolo e il nome dellautore? La copertina deve darci unidea di quello che sar il contenuto dellebook, deve fornirci unimmagine. Anche perch cos pu esser messo in vetrina in un ebook store.

La copertina deve avere una risoluzione massima di 72 dpi. In un file ePub la copertina non pu andare oltre i 72 dpi. Il DPI esprime la densit di unimmagine: indica la qualit. La dimensione del file ePub cresce a dismisura con immagini di qualit elevata, cio ad alta risoluzione, adatte per la stampa, ma che arrivano a pesare molti Mbyte. La risoluzione immagini usata per la stampa di un libro cartaceo non adatta per un ebook: per lebook c uno standard che implica di non superare il 72 dpi, anche perch pi propriamente ci si rif alla risoluzione per immagini usata sul web. Il display degli ereader non ha unelevata risoluzione, si parla di circa 170 dpi per i lettori da 6 quali il Kobo o il Sony, oppure si va dai 96 fino ai 120 dpi per altri tipi di dispositivi; bisogna poi ricordare che, fino a oggi, lebook reader in bianco e nero e le sfumature di colori, la definizione di alcuni tratti si perdono. Tanto per dare unidea di quanto sia importante rispettare la regola: ebook store come Apple se si supera i 72 dpi rifiutano lebook. Naturalmente ci si pu accorgere della risoluzione di unimmagine solo aprendo il file ePub, salvando limmagine e aprendola con un programma di fotoritocco che fornisce tutte le informazioni sul file. Nel file ePub non vanno inseriti elementi che poi non verranno visualizzati. Fa parte della correttezza del formato ePub o nello specifico della convalida del file ePub. Non ci possono essere elementi dentro un file ePub che non vengano usati e, quindi, visualizzati. Ho comprato ebook tra i cui file esisteva la copertina, ma non cera una pagina in cui veniva usato il file immagine, quindi nella pratica la copertina non era visualizzabile. Ho scaricato ebook nei quali cera tutta una serie di immagini, inclusa la foto dellautore, ma non veniva usata in alcuna pagina. Utilizzando la convalida ePub sul sito http://validator.idpf.org/ nei casi citati si potrebbe verificare che la presenza di immagini non visualizzate produca una serie di errori. Certo non succede nulla: qualsiasi programma di visualizzazione non si lamenter, ma la dimensione del file sar pi grande del dovuto e il vostro ePub non sar valido e verr rifiutato su alcuni ebook store come, per esempio, Apple. Lebook deve avere un indice. Ogni ebook, anche il pi breve, deve avere un indice che permetta di giungere direttamente al capitolo o al titolo voluto. Ogni lettore ebook dispone della funzione di visualizzazione dellindice, quindi la presenza di un indice classico come in un libro stampato risulta superfluo. Lindice di cui parlo viene creato in modo opportuno e visibile solo su richiesta.

Rientri di paragrafo e spaziatura tra paragrafi. Ci sono varie scuole di pensiero. C chi realizza gli ePub eliminando tutti i rientri, sempre e comunque, e chi invece (come me) preferisce il rientro.

Leliminazione del rientro di paragrafo un errore in cui si incappa quando si crea il file ePub tramite un convertitore automatico. Altri, invece, eliminano il rientro pensando che si ricava pi spazio se si legge il testo su uno smartphone. Ma il gusto tipografico trova la mancanza del rientro orrida. Si pu dire lo stesso per la spaziatura o interlineatura tra paragrafi. Se si usa un programma di conversione automatica senza impostare la distanza tra paragrafi (e difficilmente unapplicazione del genere la permette), questo lascer in automatico uno spazio sopra e sotto (o prima e dopo) ogni paragrafo, creando cos un testo tipo aforismi nel quale ogni paragrafo sembra racchiudere un aforisma. Questo perch il tag di paragrafo in HTML cos che funziona, se non si imposta diversamente il foglio di stile. Lebook deve essere strutturato in capitoli. Non rappresenta un indicatore assoluto, ma in generale un ebook dovrebbe avere un file XHTML per capitolo, altrimenti bisogna forzare la visualizzazione per capitoli, magari specificando nel foglio di stile che lintestazione del capitolo deve avere uninterlinea superiore di un certo numero di punti. Per capire se il file ePub ha una divisione in capitoli per pagina XHTML non serve aprire il file ePub con un programma di modifica: ci si accorge della cosa quando si consulta lebook stesso, magari leggendo il file su diversi lettori ebook. Tra laltro, a seconda della dimensione del carattere usato, il trucco dellinterlinea superiore del capitolo viene quasi subito scoperto. Una mancata suddivisione per capitoli in corrispondenti pagine XHTML impedisce su alcuni lettori ebook di valutare quante pagine restano alla fine del capitolo in lettura.

Va sempre allegata la cartella dei font? Molti ebook integrano la cartella dei font con cui sono composti, in particolare per esempio quando il font rappresenta una scelta e caratterizzazione specifica di collana. Alcuni lettori di ebook quali Kobo e Kindle hanno gi dei font precaricati, quindi non serve inserirli anche nel file ePub. Poi ci sono eccezioni come lAsus DR-900: non ha alcuna variet di font. Allora vanno sempre caricati i file dei font? un discorso davvero delicato e occorre fare chiarezza. I font possono essere allegati se si ha la licenza. Ho contattato vari venditori di font classici (Calisto, Garamond) e ho scoperto che per gli ebook ci sono licenze da capogiro. Per esempio, il costo di una famiglia di font (regolare, corsivo, grassetto, corsivo + grassetto) pu risultare anche di 1250 euro lanno. Non so come facciano alcune case editrici che negli ebook incorporano anche i font mi chiedo se davvero conoscano i termini di licenza duso, oppure li inseriscano alla cieca (tanto chi vuoi che controlli), oppure molto semplicemente fanno degli accordi particolari per cui a loro costa 500 euro allanno o poco pi. Quindi attenzione: inserite i file dei font solo se con licenza adeguata. In conclusione Con programmi di conversione, con un click, insomma, si fa un ePub, ma non un ebook. Si nota subito la differenza. La conversione un conto, la realizzazione di un ebook di qualit un altro discorso. Bisogna avere conoscenze specifiche e rispettare una serie di standard.

Fonti: libriitalianiaccessibili.it epubeditor.it epub3.it ebookreaderitalia.com