Sei sulla pagina 1di 16

Radio Mater

15/08/2011 E 0,50
Radio Mater - C. F. 91006500135 C. Post. n. 1 - 22030 Longone al Segrino (CO) Tel. 031.646000 - Segr. 031.645214 Fax 031.611139 Capp. e fax 031.611608 Capp. preghiera 031.3355586 www.radiomater.org e-mail: info@radiomater.org Poste It. Spa Sped. in A.P. DL 353/2003 (conv. I.27/2/04 n.46) art.1, comma 2, DCB Como - Registro stampa trib. di como n. 1/96 dell8/1/1996 Lett. in famiglia Pro Manoscritto di Radio Mater Arcellasco dErba (CO) A. 2005 Dir. Resp. Enrico Vigan

54

bbiamo ancora profondamente nel cuore la gioia e la grazia che la Pasqua ci ha portato e che illumina e irradia ogni istante della nostra vita. Coraggio, miei cari, seguiamo il nostro caro e amato Santo Padre che, instancabilmente ci invita a gustare la bellezza dellessere veramente Cristiani. Vuol dire renderci conto che, col Battesimo, ci siamo incontrati con Cristo e che Cristo il nostro Salvatore! Quindi, non possiamo fare a meno di riempirci di Lui. Incontrarci con Cristo perci limpegno pi importante e, direi, lunico della nostra vita. Lo dice Ges stesso: cercate prima il Regno di Dio, e tutto il resto vi sar dato in sovrappi. S, miei cari, il cuore pieno di Cristo poi reso capace di ogni cosa bella ... perfino di offrire a Lui le immancabili sofferenze della vita,.. come Lui, innamorato del Padre e di noi uomini, ha offerto S stesso, per la gloria del Padre e per la nostra salvezza. Incontrare Cristo la nostra grande responsabilit ma, anche, la nostra gioia pi sentita. Oh, miei cari, gioiamo di incontrare Cristo, non qualche volta, ma sempre ...

PER MEZZO DI MARIA, INCONTRIAMO GES

INCONTRARE GESU:
- nella preghiera, che deve accompagnare ogni nostra giornata; - nel Sacramento della Confessione, quando sentiamo il bisogno del Suo perdono e della Sua grazia; - nellEucaristia, per rendere sempre pi divina la nostra vita; - nella Sua Parola, per far luce sul nostro cammino; - nella virt, per rispondere in maniera sempre pi vera alla chiamata alla santit. - nello studio o nel lavoro, per sentire tutto come volont di Dio; - nella sofferenza, per compiere con Ges la nostra parte di Redenzione; - nellApostolato, che impegna tutta la nostra vita o il massimo del nostro tempo, per far del bene, con la Chiesa e nella Chiesa, ai nostri fratelli.

Ringraziamo quindi, insieme, la Mamma e chiediamo che la Sua fede, la Sua accoglienza, la Sua obbedienza, la Sua tenerezza ci custodiscano.Per mezzo di Lei, lasciamoci accompagnare a Ges per fare tutto quello che Egli ci dir! Miei cari, vi prego di credermi, possa il mio grazie raggiungere, in Maria, ciascuno di voi per i vostri sacrifici, che permettono, attraverso Radio Mater, di far giungere tanta Parola di Dio, tanta grazia, tanto conforto, tanta gioia nelle vostre case e in tanti cuori! Dio vi benedica!...e ci aiuti a mantenere in vita anche radio Mater, secondo la Sua volont. b) della Cappellina di Maria: che la fonte di tutta la nostra spiritualit Eucaristica, Mariana ed Ecclesiale. Quanta luce e quanta grazia dalla nostra Cappellina! ... Lo dite voi: chi vi entra, sente una presenza tutta speciale, che trasforma la vita. Continuiamo ad amare la Cappellina di Maria... frequentiamola pi che possiamo: se vicini di casa, veniamo spesso ... ogni Sabato o Domenica ... ogni giorno. Se lontani, mandiamo il cuore ... o, anche se costa sacrificio, sia con pullmans, con macchine o coi mezzi pubblici, veniamo, tutte le volte che possiamo ... Questa splendida Mamma, che ci accoglie con tanto amore, che ci guarda nel profondo del cuore, ci porter nel Cuore vivo del Suo Ges. c) della Comunit di Maria: che la Fraternit di tanti cuori che, come figli, si offrono a Maria per essere gioiosamente Suoi, totalmente Suoi, per sempre Suoi e si lasciano legare tra loro con quellamore che, solo lo Spirito Santo Amore e la Mamma, possono mettere in cuore. E non ci devono fermare, in questa fraternit che ci fa Comunit, n i sacrifici richiesti, n le immancabili difettosit del nostro agire. La grazia del Signore, la fede e lamore del cuore, che ci vengono sempre donati dalla Misericordia di Dio, laiuto della Mamma, Serva del Signore, che ogni giorno ci chiama per essere Suoi figli veri , ci devono far superare.tutto. Insieme ..per Amore e per Amare. Vi voglio tanto bene, miei cari e, insieme, nella reciproca preghiera, viviamo il coraggio della fede, sentiamo la gioia di essere, misteriosamente, in questo Disegno di Maria e, ad ogni sacrificio o difficolt, eleviamo il grido del cuore: ECCOCI, MAMMA!

E incontriamo Ges, se ci faremo aiutare filialmente da Maria. A Ges per Maria: stata la scelta di vita dei Santi. Ci aiuti, miei cari, e ci sostenga in questo cammino, anche il Beato Papa Giovanni Paolo II, che non smette dal cielo di supplicare ciascuno di noi, invitandoci ad: Aprire... anzi, spalancare le porte a Cristo. Il caro Papa che ha testimoniato con la sua vita di essere Totus tuus, o Maria! ... fino a volere una quarta serie di misteri nel S. Rosario: i misteri della LUCE,... un tesoro donato, nella Santa Madre Chiesa, a tutti per conoscere, amare e seguire Ges, il Signore!. Che stupore miei cari! Che gioia profonda! Che mistero! La Mamma ci ha chiamati, uno ad uno, a far parte di questo Disegno di Maria, qui, che, nella preghiera, vogliamo, in unit, vivere per la Chiesa, con la Chiesa e come Chiesa! Sia nella gioia che nelle costosit, carissimi, lasciamoci portare dalla Mamma al Suo Ges! Per questo la Mamma, per portarci sempre pi intimamente al Suo Ges, vuole servirsi: a) di Radio Mater: la radio che porta la Chiesa in casa e che tutti riunisce nellamore, come una sola famiglia.
2

Don Mario

Miei cari, che bello poter condividere ora, con ciascuno di voi, la gioia che il Cielo ci ha donato. Vi assicuro che, come Sacerdote, ho ringraziato anche Santa Teresa del Bambin Ges, per questo momento di grazia ed ho affidato ai suoi genitori, pap Luigi e mamma Zelia, ogni vostra intenzione e chiesto soprattutto grazie per tutte le famiglie, i malati, le vedove, i vedovi, le vocazioni, i giovani, perch vengano esaudite tutte le invocazioni, secondo la volont di Dio. Conosciamo ora insieme i coniugi Martin.

Tra noi Mamma Zelia e Papa Luigi

Beati Zelia e Luigi Martin


Luigi Martin e Zelia Guerin, i genitori di santa Teresa di Lisieux, vissero nella Francia nord-occidentale nella seconda met dellOttocento. Ebbero nove figli, di cui quattro morti in tenera et. Le altre cinque figlie divennero tutte monache. Il 26 marzo 1994 furono dichiarati Venerabili da Giovanni Paolo II. Il 3 luglio 2008 Benedetto XVI ha riconosciuto il miracolo che ha permesso la loro beatificazione, avvenuta il 19 ottobre dello stesso anno a Lisieux. Luigi Martin nacque il 22 agosto 1823 a Bordeaux ed era orologiaio ed orefice. Da bambino aveva seguito il padre, Pierre Martin, capitano dellesercito, nelle diverse guarnigioni (Bordeaux, Avignone, Strasburgo) e conobbe la vita dei campi militari sino al congedo del padre, quando la famiglia si ritir ad Alenon nel 1830. A ventidue anni, Luigi pens di consacrarsi alla vita religiosa e si present al Priore del convento del Gran San Bernardo, ma dovette ritornare a casa per studiare

il latino. Dopo qualche tentativo, abbandon il progetto e per otto anni condusse una vita molto ritirata, tutta dedita al lavoro, alla preghiera, alla lettura e allo svago. Coltiv molto anche le amicizie. Zelia Gurin nacque il 23 dicembre 1831 a Gandelain, nei pressi di Alenon in una famiglia di origine contadina e fu educata da un padre autoritario, anchegli militare, e da una madre molto severa. Anche Zelia pens alla vita consacrata, ma la sua domanda di essere accolta presso le Figlie della Carit dAlenon venne respinta ed allora si dedic alla lavorazione del Punto di Alenon, un merletto molto rinomato. Apr un laboratorio con diverse operaie a domicilio e il suo lavoro era molto ricercato. Un incontro provvidenziale un questi due giovani assetati di assoluto. Un giorno, mentre Zelia passeggiava sul ponte San Leonardo, incroci un giovane e ne rimase subito colpita per la nobile fisionomia, il portamento riservato e il contegno dignitoso. Immediatamente, una voce interiore le disse: lui, quello

che ho preparato per te. Lidentit del passante le fu presto nota. Cominci cos a conoscere Luigi Martin. I due non tardarono ad apprezzarsi e ad amarsi. La loro intesa si stabil cos in fretta che sigillarono subito, col fidanzamento religioso, il reciproco impegno. Fin dallinizio i due fidanzati posero il loro amore sotto la protezione di Dio che sar sempre il primo servito. Le loro nozze furono celebrate a mezzanotte, tra il 12 e il 13 luglio del 1858, nella parrocchia di Notre-Dame dAlenon. I coniugi Martin vissero pienamente il loro tempo, quel XIX secolo che vide avanzare lidea di organizzare un mondo senza Dio, che tendeva alla secolarizzazione radicale della vita, attraverso una scristianizzazione della societ. In questa situazione non favorevole alla fede, i coniugi Martin prepararono ai figli un focolare adatto a custodire e a far crescere i germogli delle loro vite. Zelia Gurin visse le sue gravidanze, anche quelle pi difficili, come preghiera e grazia. Ella domandava al buon Dio il dono della maternit che accoglieva con riconoscenza,
3

prendendosi, poi, affettuosa cura della prole. Il Signore don a questa famiglia, unitamente alla gioia della nascita dei figli, anche di sperimentare il dolore della loro morte. Zelia affront nove gravidanze, dando alla luce due maschietti e sette femminucce. I due bambini e una bambina morirono entro il primo anno di vita mentre una seconda, Elena, mor allet di cinque anni. Vedere morire un figlio unesperienza dolorosissima, ma ci che rese i coniugi Martin genitori esemplari fu proprio questa offerta, questo riconsegnare coscientemente la figlia, alla quale avevano dato la vita in nome del Creatore, nelle mani paterne di Dio. Ci non significa dimenticare o soffrire meno, ma continuare a credere nella vita donata ai figli. A Zelia non manc lesperienza di una figlia difficile, Leonia. Ma Zelia per lei offr ogni pena, ogni

I Coniugi Martin con le figlie, Maria, Paolina, Leonia, Celina, Teresa.

sofferenza, ogni preghiera, purch Dio ne facesse una santa. La sua azione educativa si fondava sulla forza dellamore. La vita riserv alla mamma di S. Teresa anche lesperienza di un male incurabile: un tumore fibroso al seno. And da un dottore che le sconsigli uneventuale operazione chirurgica, prescrivendole una cura che Zelia descriveva con questi termini: Mi ha proposto una ricetta. Gli ho detto: A che servir? Mi ha guardata e ha replicato: A nulla, per far piacere ai malati (LZ 177). Tre settimane prima del suo decesso, ansante, livida, il petto come squarciato da colpi di pugnale, volle ancora trascinarsi in parrocchia al braccio di suo marito, perch era il primo venerd del mese. Nellultima lettera scriveva: Se la Santa Vergine non mi guarisce perch il mio tempo finito e il buon Dio vuole che mi riposi altrove che sulla terra (LZ 217). Il 28 agosto 1877 la sua fine avr la serenit di una bella sera. Alla morte della moglie, Luigi abbandon il suo mondo per dedicarsi interamente alla cura delle figlie, compiendo non solo il ruolo di padre, ma anche quello di madre. Si trasfer, quindi, con le figlie a Lisieux dove la cognata Celina poteva in parte colmare lassenza della mamma. A casa Martin si viveva una liturgia domestica. La giornata iniziava con latto di affidamento ripetendo la formula appresa dalle labbra della

mamma: Mio Dio ti offro il mio cuore, prendilo, se vuoi, in modo che nessun altro lo possegga, ma soltanto Tu, mio buon Ges (Cf Ms A, 15v).

La domenica era vissuta come la festa del Buon Dio. Anche gli atti esteriori manifestavano la particolarit di questo giorno. Il cuore di tale giornata speciale era la partecipazione alla Messa solenne, durante la quale, Teresa amava guardare il volto del suo pap, pi che ascoltare le parole del predicatore: Il suo bel volto mi diceva tante cose! (Ms A, 17v). P. Antonio Sangalli, carmelitano vice postulatore della causa di Beatificazione dei Coniugi Martin

MERCOLEDI 8 GIUGNO
Con voi, miei cari, desidero rivivere ogni istante che ci ha preparato allarrivo e alla presenza dellurna, contenente le Reliquie dei Beati coniugi Martin. Nel mese precedente larrivo dellurna, Radio Mater ha avuto la gioia di poter ascoltare da diversi conduttori, numerose catechesi e insegnamenti che hanno permesso ai nostri cuori di conoscere e amare questa autentica famiglia cristiana. Aiutati anche dai cari Sacerdoti che collaborano in Radio Mater, abbiamo insieme innalzato preghiere, per preparare i cuori, per ricevere grazie e divenire pi docili alla volont di Dio. Mercoled 8 giugno, poco prima dellarrivo dellurna, la mamma di Pietro, Adele Schilir, il piccolo miracolato, per intercessione dei coniugi Martin, ha reso testimonianza nella Cappellina di Maria, ren4

dendo gloria alla misericordia di Dio. (Anche voi, avete potuto ascoltarla attraverso la radio).

Enrico Vigan intervista mamma Adele

Avete sentito il suono delle campane a festa? e lAlleluia?... Ecco cosa stava succedendo in quel momento:

1) Don Mario alla presenza di P. Antonio, appena arrivato da Lisieux, bacia lurna dei Beati che sta per essere portata nella Cappellina di Maria

4) Don Mario, commosso, ringrazia il Cielo e P. Antonio per questo mirabile dono.

2) Alcuni volontari, con gioia, iniziano la processione

5) P. Antonio, nonostante avesse viaggiato tutta la notte (da Lisieux ad Arcellasco dErba), inizia la meditazione sui Beati Coniugi Martin

6) Don Giovanni Afker, Decano del Decanato di Erba, presiede la celebrazione della S. Messa di Mercoled 8 giugno 3) Ecco il momento in cui lurna stata deposta ai piedi dellaltare della Cappellina di Maria 7) (Da Destra a sinistra: P. Antonio Don Giovanni - Padre Giuseppe - Don Mario)

8) Don Gianni Delloro, Parrocco di Rogeno e Casletto, accompagnato dai suoi fedeli, recita e medita il S. Rosario delle ore 20.00

9) Ore 21.15 S. Messa presieduta da don Andrea Swiecinski, fondatore del Movimento Gloriosa Trinit

GIOVEDI 9 GIUGNO

1) Ore 8.30: don Mario celebra la S. Messa con P. Antonio Sangalli, il quale, al termine, ha tenuto la catechesi.

2) Mons. Ennio Apeciti, responsabile del servizio per la causa dei santi dellArcidiocesi di Milano, presiede la S. Messa delle ore 16.00 e ci illustra il percorso canonico che ha permesso di condurre agli altari questi meravigliosi sposi.

3) Da destra a sinistra: P. Antonio - Mons Apiciti, don Mario, P. Giuseppe

Alle ore 20.00 ci siamo immersi nel Santo Rosario guidato da Monsignor Luigi Oropallo, insieme abbiamo pregato e affidato tutte le famiglie allintercessione di mamma Zelia e pap Luigi.

4) Ore 21.15 Don Luigi Pisoni responsabile della pastorale giovanile della Comunit pastorale S. Eufemia di Erba (che ogni quarto sabato del mese tiene in Cappellina lincontro di preghiera per i giovani), ci aiuta a riflettere sulla vita familiare, sulla forza dellunit e del perdono nella coppia.

5) Il sig. Carlo Castagna, che l11 dicembre 2006 a Erba, tragicamente ha perso la moglie Paola, la figlia Raffaella e il nipotino Youssef, testimonia la forza e la grazia del perdono del cristiano, nel misterioso disegno di Dio.

VENERDI 10 GIUGNO

1) Ore 8.30 P. Antonio e don Ettore, durante la celebrazione della S. Messa. Al termine Don Ettore (che conduce le catechesi del 3 Mercoled sulla Liturgia e 2 Sabato sulla Storia della Chiesa) ci rende partecipi del mistero della sofferenza, alla luce anche dei Beati Coniugi Martin.

2-3) Ore 15.00: Il nostro caro Mons. Molinari, Vicario Episcopale della zona pastorale di Lecco (di cui apprezziamo la fedelt, lamicizia e la pastoralit, che sempre dimostra a Radio Mater e in particolare partecipando alle Feste di Radio Mater), presiede la S. Messa di ringraziamento e congedo. (da destra a sinistra: Don Giovanni, Don Carlo, Mons. Molinari, P. Duca e Don Mario)

1) Ore 14.15 S. Rosario guidato da P. Antonio Sangalli a conclusione della tre giorni di permanenza dellurna.

4-5-6-7) LUrna dei Beati Martin riprendono la peregrinatio dalla Cappellina di Maria verso Bologna. Il canto dellAlleluja e il festante suono delle campane hanno accompagnato la processione delle reliquie ...
8

... fino alla macchina.

Buon Viaggio, Coniugi Martin!


T
anti collaboratori hanno preparato con tanta sollecitudine e amore laccoglienza dellUrna. Un grazie sincero dal profondo del cuore a tutti. Anche per i meravigliosi addobbi floreali e per i magnifici cartelli sovrastanti lentrata. La veglia notturna stata guidata dai nostri angeli della notte. A loro un grazie immenso. Ringraziamo infine tutti di cuore per essere stati espressioni di fede e di amore Lentusiasmo con cui ogni cosa stata pensata e poi realizzata ci ha avvicinato maggiormente a Dio.
9

Grazie don Mario


Caro Don Mario, mi permetta di ringraziarla di cuor per i giorni trascorsi l con voi. Grazie per la sua disponibilit, per il suo affetto nel Signore e per il suo grande cuore. Dio solo sa quanto bene ha fatto alla Chiesa con Radio Maria e continua a fare anche oggi, attraverso Radio Mater. La Madonna ha scelto lei Don Mario e lei continua ad essere lunico fondatore di Radio Maria, anche se nella sofferenza e nel nascondimento. Nella Cappellina ho rivissuto i momenti belli della mia formazione cristiana, alla scuola della Comunit di Maria. E l che, nel silenzio della preghiera e alla luce del suo insegnamento, ho appreso a vivere da cristiano, inserito nella Chiesa. I primi anni sono i pi importanti e non si dimenticano mai. Stando l con voi, ho capito che quella la mia spiritualit e rimarr sempre unito a voi, rinnovando ogni giorno la consacrazione alla Madonna che abbiamo vissuto insieme. Quanta grazia inoltre ho ricevuto, partecipando alle meditazioni proposte da Sacerdoti e Diaconi sulla vita dei Beati coniugi Martin, alla presenza dellurna contenente le loro reliquie. Quanta preghiera, con laffluenza degli ascoltatori di Radio Mater che sono venuti, anche da lontano, per chiedere laiuto dei genitori di Santa Teresa di Ges Bambino! Anchio ho pregato, con fede e riconoscenza, perch mi aiutassero a seguire il loro esempio di santit e a trovare in Dio la vera gioia! Oh Beati Coniugi Martin, aiutateci e fateci comprendere quanto sia importante lamore e la cura della propria famiglia. Fate sentire a tutti noi genitori che la famiglia deve crescere nellamore di Dio e deve essere custodita come il tesoro pi prezioso. Sono certo che anche i cari ascoltatori da casa, hanno sentito la presenza dei Coniugi Martin, attraverso la conduzione di tutti i collaboratori della radio. Il loro esempio, la loro fede in Dio e la grande devozione alla Madonna aiuteranno tutta Radio Mater a seguire il suo grande ideale. La radio che porta la Chiesa in casa e che tutti riunisce nellamore come una sola famiglia. Grazie. Grazie perch ho sentito laffetto di tutti. Tutti ringrazio, ricambiando con la mia preghiera alla Madonna. Un caro saluto in Maria nostra Madre Antonio Rosa
10

Le ali dellAmore
Vorrei entrare dentro i fili di una radio E volare sopra i tetti delle citt Incontrare le espressioni dialettali Mescolarmi con lodore del caff Fermarmi sul naso dei vecchi mentre Da sinistra: Luca Geronico, Enrico Vigan, leggono i giornali P. Antonio Sangalli, Cristina Bernasconi ... Vorrei seguire ogni battito del mio cuore Per capire cosa succede dentro e cos che lo muove Da dove viene ogni tanto questo strano dolore Vorrei capire insomma che cos lamore Dov che si prende, dov che si d (Lucio Dalla, Le rondini, 1990) Grazie a Radio Mater, sono tornato in onda, ventanni dopo. E per capire un po di quellA(a)more, sono salito alla Cappellina di Maria: Nella Chiesa io sar lAmore, ha detto S.Teresina. Cos ho chiesto a Luigi Martin e Zelia Guerin, i genitori che hanno educato Teresina, di illuminare il cammino del mio matrimonio con Teresa e di prepararci ad essere pure noi genitori.

Luca Geronico

TESTIMONIANZA DI VITA
Sono Camilla, la mamma della principessa Carmen.
Prima di tutto voglio ringraziarvi per il giorno 12 maggio di questo anno, quando ci siamo conosciuti per la prima volta in Cappellina. Grazie dal profondo del cuore!. Unisco anche un ringraziamento speciale al caro Don Mario, perch in Lui ho visto un Santo Sacerdote. Tramite Radio Mater, ho ancora nel cuore tutta la solennit dellarrivo delle Sante reliquie dei Beati coniugi Martin. Io non li conoscevo, ma ho partecipato spiritualmente a tutte le celebrazioni che si sono svolte nella Cappellina. Quando sono arrivate le Reliquie ed ho sentito il suono delle campane a festa, anchio ho acceso un cero e mi sono inginocchiata, come gesto di Venerazione. Mi ricordo che erano giorni di forti piogge, ma quando sono partite, le nuvole si erano aperte e si e intravisto uno spiraglio di sole. Ora voglio darvi una gran bella notizia: ieri, accompagnata dai genitori, Giovanna e Faustino e due loro amiche, (che io chiamo gli Angeli custodi delle nostre figlie), venuta a casa mia unaltra principessa: la cara Moira. Faustino e Giovanna, ci hanno fatto un grande regalo, perche ci hanno dato loccasione di conoscere questa splendida famiglia. Grazie a Radio Mater il nostro incontro avvenuto come se ci conoscessimo da sempre, legati da vera amicizia. Grazie, Reverendo don Mario per avere detto SI a Maria per questa radio, mentre io da parte mia, la accompagno sempre nelle mie preghiere. Grazie di nuovo a tutti, di cuore vi mando il bacio di Carmen, di mio marito Carlo ed il mio.

Camilla

NEL CUORE DELLA CAPPELLINA

ccoci, Mamma, a rivivere con gioia quelle giornate specialissime che ci hai donato rendendoci testimoni di quel misterioso, ma evidente, Disegno damore che vai tracciando in questa Tua Cappellina, quasi Tenda del Convegno per coloro che, seguendoti attraverso la Tua Radio, hanno la possibilit di incontrarsi, con Te e tra di loro. Quanti cuori, Mamma, si sono donati a Te nella cerimonia di consacrazione che vi si svolge la prima Domenica di ogni mese? Tanti, tanti, tantissimi! E i bambini?.. Pi di 300 si sono aggiunti alle gi innumerevoli schiere . Tutti Tuoi, Mamma! Che bello quando, nella quinta Domenica di ogni mese, genitori e nonni accompagnano il loro piccolini, per affidarli a Te, per le mani di Don Mario che Te li offre: perch la loro vita sia tutta Tua e del Tuo Ges Assai difficile descrivere il traboccare di fede e di gioiosa commozione suscitata dalla visita delle reliquie dei Beati sposi: Zelia e Louis Martin. Quanto fervore, quanta speranza ci hanno comunicato. e, sicuramente, tanto aiuto daranno e tante grazie otterranno, in particolare, a quegli sposi che qui, in questa Cappellina sono venuti, o verranno, per rinnovare la loro promessa di unit e fedelt, festeggiando lanniversario di matrimonio.

Sposi nel Signore


Fra le molte coppie che sono state presenti tra marzo e giugno, ricordiamo : Teresa e Bruno: 10 anni ; Maria Rosa e Danilo, Emanuela e Angelo: 25; Teresa e Pasquale: 35; Aurelia e Vittorio: 37 ; Domenica Maria e Mario, Michela e Sebastiano, Assunta e Pietro : 40 ; Adelfio e Roberta: 44 ; Rita e Giuseppe: 45 ; Anna e Valentino: 46 ; Graziella e Antonio: 49 ; Teresa e Michele: 50 ; Luigia e Ferdinando: 60 anni. Benedicili, Mamma e custodisci i loro cuori, uniti, nel Tuo. E benedici, ad uno ad uno, coloro che, certamente con sacrificio, organizzano pellegrinaggi offrendo, a molti, la possibilit di partecipare a giornate di intensa spiritualit e grazia. Ti presentiamo : Vincenzina, con i pellegrini di Villacortese e dintorni; Apollonia, per Tirano, Livigno e dint.; Maria e Franco, per Bagnolo Cremasco e dint.; Margherita, per Colnago e dint.; Francesca, per Milano; Valerio, per Brescia; Rocchina e Nino, per Torino; Maria, per Lucca; Franca, per SienaPonte a Tressa e dint.; Bruna, per Giussano e dint.; Anna, per Camparada e dint.; Romana, per Veduggio e dint.; poi, da Monza, il gruppo da SantAlbino; il Gruppo Cicloturistico St. Joseph ; da Missaglia il Gruppo M.I.T.E.; il gruppo da Prato, . e da altre localit ancora. Continua, Mamma, a guardarci con occhi di predilezione e non permettere che: stanchezza, ostacoli o abitudine, intiepidiscano la nostra volont di essere Tuoi figli veri e, come te, servi generosi. La Tua Comunit
11

Linformazione a Radio Mater: Portare la Chiesa in casa


Sono ormai due anni che Radio Mater trasmette dal luned al sabato, alle ore 10,30, Leggiamo insieme Avvenire, una rubrica voluta da don Mario, da sempre sostenitore del quotidiano cattolico. Agli inizi di Radio Maria era lui stesso a condurla. Abbiamo inoltre festeggiato, lo scorso giugno, anche il primo anno di unaltra rubrica di informazione LOsservatore Romano in anteprima, curata dal direttore Giovanni Maria Vian e dai suoi Collaboratori, e che va in onda dalle 13.00 alle 13.15, dal luned al venerd (nei mesi estivi stata sospesa e riprender dopo il periodo estivo). LOsservatore Romano, che il card. Giovanni Battista Montini, e poi papa Paolo VI, in un articolo del 1961, definiva singolarissimo giornale, ha celebrato proprio il 1 luglio il 150 anniversario della nascita. LOsservatore rappresenta la voce scritta della Santa Sede che si accompagna a quella radiofonica della Radio Vaticana, le cui notizie Radio Mater trasmette quotidianamente. Da ottobre dello scorso anno, poi, riscuote notevole interesse Testimoni nella citt a cura di Angelo Zema, direttore di Roma7 e Roma sette online del Vicariato di Roma. Il dottor Zema, tutti i marted, alle ore 12,20, sintetizza i contenuti di Avvenire Roma7 e della testata online RomaSette.it. Lultima parte del programma dedicato alla presentazione delle attivit dei vari settori e uffici del Vicariato. E, infine, dal febbraio scorso, Radio Mater trasmette al mercoled, ore 18,30, Toscana Oggi, il giornale alla radio un programma di informazione sulla realt pastorale delle chiese di Toscana. A condurla sono Andrea Fagioli, direttore di Toscana Oggi, il settimanale cattolico espressione di sedici diocesi della Toscana, e Riccardo Bigi della redazione centrale. La scelta di Radio Mater di inserire nel proprio palinsesto queste rubriche di informazioni, nasce dalla convinzione che la stampa cattolica uno strumento indispensabile per i cattolici, e non solo per i sacerdoti, per poter guardare il mondo con gli occhi di Cristo, per conoscere le notizie VERE della Chiesa. Parafrasando il jingle di Radio Mater, potremmo dire che la stampa di ispirazione cattolica e Radio Mater hanno, ognuno nel proprio ambito, lo stesso obiettivo: portare la Chiesa in casa e tutti riunire nellamore, come una sola famiglia. Abbiamo chiesto ai direttori di Avvenire, LOsservatore Romano, Roma7 e Toscana Oggi un loro parere sulla collaborazione sinergica instauratasi con Radio Mater. Ecco le loro testimonianze.
Marco Tarquinio, direttore di Avvenire

E ben pi di una collaborazione quella che si sviluppa, settimana dopo settimana, tra un quotidiano come Avvenire e unemittente come Radio Mater. Ed naturale che sia cos. Questa radio fa generosamente servizio e cultura, dando calda voce al sentire del popolo cattolico. Il giornale, che io oggi ho il compito di dirigere, fa uninformazione pulita e veritiera e d seguito con passione e coerenza alla propria limpida ispirazione cristiana, un mandato che ebbe dal suo fondatore Papa Paolo VI e che oggi gli confermato dal suo grande editore, la Chiesa italiana. Radio Mater e Avvenire sono strumenti buoni e utili, e sono pi che amici tra di loro perch hanno valori in comune e la stessa vigna nella quale lavorare. Cos, ogni mattina sulle pagine del quotidiano cattolico potete trovare la ricca programmazione di Radio Mater e ogni giorno feriale alle 10.30 potete ascoltare su Radio Mater il lancio dellampio notiziario dallItalia e dal Mondo, degli approfondimenti e dei commenti di Avvenire. Per di pi , il marted e il gioved potete scoprire i contenuti di Popotus, lo straordinario piccolo giornale nel giornale che da 15 anni ormai porta ad altezza di bambino le notizie grandi e dei grandi. A inizio e fine mese, poi, ancora via radio potete assaggiare i contenuti dei due mensili di Avvenire: Noi Genitori & Figli (dedicato allapprofondimento delle gioie, dei problemi e delle sfide che stanno davanti a chi fa famiglia) e Luoghi dellInfinito (laffascinante rivista dedicata alla bellezza e alla profondit nellarte, nella natura e nella scrittura). Il giornale e la radio, come in una famiglia, si sostengono insomma a vicenda. E soprattutto si vogliono bene, perch vogliono bene a coloro ai quali si rivolgono. Li rispettano e li accompagnano nella vita quotidiana, impegnandosi a tenere accesa la luce che serve a tutti noi per procedere nella buona direzione 12

Giovanni Maria Vian, direttore di LOsservatore Romano


LOsservatore Romano, da un anno, ha avviato una collaborazione con Radio Mater, al fine di stabilire una collegamento tra due realt del mondo dellinformazione che, da una prospettiva diversa, seguono lattivit del Santo Padre. Allo stesso tempo, attraverso la rubrica LOsservatore Romano in anteprima - dieci minuti di trasmissione per cinque giorni alla settimana - il giornale della Santa Sede ha inteso dare un quadro quanto pi possibile preciso di quello che pubblica quotidianamente in italiano, settimanalmente in inglese, francese, portoghese, spagnolo e tedesco e mensilmente in polacco. In particolare, leggendo le anticipazioni delle notizie che vengono pubblicate qualche ora dopo a Roma e il giorno seguente in tutta Italia, i redattori coinvolti hanno, di volta in volta, sottolineato lattenzione che il quotidiano riserva, oltre che allattivit del Papa, alla politica e alleconomia mondiale, alla cultura, e alla vita della Chiesa nel mondo. Marcello Filotei a nome del Direttore

Angelo Zema, direttore di Avvenire Roma Sette e Romasette.it


Sono positivi i riscontri per il programma Testimoni nella citt, che la diocesi di Roma propone, dallottobre 2010, sulle frequenze di Radio Mater. Ogni marted, alle 12.20, dopo lapertura dedicata al settimanale diocesano Roma Sette (in edicola ogni domenica con Avvenire), i direttori degli Uffici del Vicariato di Roma, ma anche i responsabili di Associazioni e Movimenti ecclesiali, offrono la propria testimonianza per parlare di eventi Diocesani, con la partecipazione del Papa Benedetto XVI o del Cardinale Vicario, Agostino Vallini, e di argomenti legati a catechesi, liturgia, carit, giovani, famiglia, missioni, scuola, universit, e ad altri ambiti della pastorale. Ma anche loccasione per offrire un punto di vista che rifletta lottica cristiana rispetto a temi di grande attualit come la bioetica e leutanasia. Il programma, riascoltabile anche sul sito www.romasette.it.

Andrea Fagioli, direttore di Toscana Oggi


Toscana Oggi, il giornale alla radio lanteprima, ogni mercoled alle 18,30 su Radio Mater, delle notizie che gli abbonati e i lettori trovano sul settimanale delle diocesi toscane a partire dal gioved. Sono ben 16 le edizioni che ogni settimana vengono passate in rassegna. Infatti, Toscana Oggi (che annovera anche una versione on line, sfogliabile sul computer, e un sito internet: www.toscanaoggi. it) si compone di un fascicolo regionale di 24 pagine e di 16 fascicoli locali di 8 pagine per ciascuna delle 16 diocesi che aderiscono a questo progetto editoriale. In mezzora di trasmissione viene dato conto delle principali notizie che appaiono sia sulla parte regionale del giornale che sulle prime pagine locali, fornendo un quadro rapido ma piuttosto esauriente della vita delle Chiese che sono in Toscana. Particolare attenzione viene dedicata a editoriali e commenti, di cui vengono letti i passaggi pi significativi, per avere unidea del pensiero del mondo cattolico toscano anche sulle grandi questioni. Al microfono, divisi da una pausa musicale, si alternano il sottoscritto, direttore del settimanale, e il responsabile dellinformazione religiosa, Riccardo Bigi. La collaborazione tra Toscana Oggi e Radio Mater si sta dimostrando proficua sia per far conoscere il giornale ad un pubblico sempre pi vasto (e non solo toscano), sia per fornire ai radioascoltatori notizie sulle diocesi toscane oltre i confini regionali. Un modo, si potrebbe dire, per favorire la comunione attraverso la comunicazione.

Eccoci, Mamma!,

il nostro giornalino, ha avuto, sin dalla nascita, don Luigi Bianchi quale Direttore responsabile. In tutti questi anni ci ha seguito la sua fede, la sua amicizia, la sua preghiera,la sua professionalit. Il nostro giornalino vissuto anche per lui. Ti ringraziamo, caro don Luigi! Non dimenticheremo mai quello che hai fatto per noi e la ricchezza delle tue trasmissioni sul messaggio di Fatima. Caro don, seguici ancora con la preghiera, come noi non cesseremo di metterTi nel cuore della Mamma, che ami tanto e che tanto Ti ama. La responsabilit del giornalino Eccoci, Mamma! viene ora affidata al giornalista Enrico Vigan, che tutti gi conosciamo e apprezziamo per i suoi meravigliosi interventi in Radio Mater. Grazie, caro Enrico, di questa tua disponibilit ad assumere, tra i molteplici impegni, anche questo incarico. Sappiamo la tua seriet, la tua professionalit e la tua fede: accompagnaci anche con tanto amore! Un grazie particolare anche alla tua cara famiglia. Don Mario
13

Giornalino di Radio Mater

Radio Mater saluta e abbraccia


il Cardinal Scola e il Cardinal Tettamanzi
E con immensa gioia che accogliamo la notizia della nomina del Cardinale Angelo Scola a nuovo Pastore dellArcidiocesi di Milano. Il Card. Scola quasi un nostro concittadino, essendo nato a Malgrate, paese poco distante da Erba, nella stessa nostra zona pastorale di Lecco. Viene nella Diocesi di S. Ambrogio dicendoci che: comunicare la bellezza, la verit e la bont di Ges Risorto lunico scopo dellesistenza della Chiesa e del ministero dei suoi pastori. Infatti, la ragion dessere della Chiesa, popolo di Dio in cammino, lasciar risplendere sul suo volto Ges Cristo, Luce delle genti, come ha scritto nel saluto alla diocesi, aggiungendo poi che il mio cuore ha gi fatto spazio a tutti e a ciascuno. Eminenza Reverendissima, grazie per essere in mezzo a noi e per aver gi accolto nel Suo cuore anche la Comunit di Maria, Radio Mater, i tanti suoi radioascoltatori. Con Lei, nostro Pastore, ringraziamo Dio per le meraviglie che lo Spirito Santo opera nella Santa Madre Chiesa e, attraverso il Cuore Immacolato di Maria, ci poniamo in ascolto obbediente del Suo insegnamento e in filiale disponibilit. Un grazie particolare, che nasce dal profondo del cuore, va anche al carissimo Card. Tettamanzi, che ci ha accompagnato, fin dalla nascita di Radio Mater, seguendoci poi paternamente in questi diciassette anni. Grazie, Padre, per avere partecipato poi alle Feste di Radio Mater. Le amorevoli esortazioni che ci ha rivolto, sono state e sono per noi, conforto e incoraggiamento. Sentiamo ancora riecheggiare la Sua gioia: Sono davvero grato, perch il sogno di Don Mario di dare un tono di profonda e autentica Ecclesialit allevangelizzazione di Radio Mater, questo sogno diventato una realt, una realt che noi quotidianamente constatiamo!, e, ancora : offrite al mondo doggi tanta sapienza. la Sapienza di Cristo! Miei cari, avete la missione di generare una Comunit sapiente, attraverso un rapporto con gli altri fatto di fede, semplicit, accoglienza, ascolto, condivisione, solidariet e amore! Questo limpegno ecclesiale di Radio Mater a favore di tutti noi.. Inoltre, nella Festa del settembre 2010, Lei invitava i sei mila presenti ad essere antenne radiofoniche di Radio Mater, antenne viventi, generando e alimentando il dono dellamore, quello che il Signore ci offre e continuamente riempie cos i nostri cuori. Cardinale Dionigi, di nuovo grazie, un grazie grande cos! Ci sia sempre vicino con la Sua sollecitudine, con il Suo amore, con la Sua preghiera, incoraggiandoci, perch Radio Mater continui ad essere una famiglia ecclesiale. Attraverso il Cuore Materno di Maria, La abbracciamo!
14

FREQUENZE RADIO MATER


FREQUENZE AREA DI SERVIZIO PROV. FREQUENZE AREA DI SERVIZIO PROV. FREQUENZE AREA DI SERVIZIO PROV.

101,500 Pescara, prov.Chieti 96,500 Teramo 105,100 Castel Saraceno

ABRUZZO

Ch Te Pz Cs Cz Cz Vv Rc Pc Pc Pc Fr Fr Fr Lt Lt Rm Ge Ge Ge Ge Sp Sp Sv Sv Bg So Va Mi Co Lc Lc Co Bs Co Lc So Lc Co So So

BASILICATA CALABRIA

91,600 S.Mango, Serra, Cleto 89,800 Nocera Terinese Decollatura, Soveria 91,600 Mannelli, Carlopoli Serra San Bruno, 100,400 Simbario, Brognaturo 96,300 Reggio Calabria Piacenza, Parma, Cremona 88,500 Piacenza, Parma Piacenza, Parma, 88,600 Cremona 88,700 107,600 Frosinone 107,900 Latina 92,500 Anagni Monti Lepini da Latina 107,600 a Frosinone 95,400 Terracina 93,500 Roma 102,000 93,300 98,600 98,500 99,500 99,500 106,800 107,400 97,300 93,800 87,600 95,000 89,400 90,750 95,200 89,900 88,720 90,500 94,700 98,400 99,400 87,600 105,500 87,600 Campo Ligure, aut. Turchino Val Fontanabuona Mongrosso Rezzoaglio prov. di La Spezia Portovenere Savona Cairo Montenotte, aut. Savona Valseriana Sondrio prov. di Varese Milano Barni Erba, Alta Brianza Valsassina Lago di Como Valtrompia (Bs) Como e prov. Valsassina Val Malenco Lecco e dintorni prov.Varese/Como Valtellina prov.Sondrio

EMILIA

87,700 101,600 107,900 107,000 90,600 88,720 95,250 88,300 94,900 88,300 107,300 104,800 95,300 88,850 101,900 89,900 98,400 92,200 94,200 95,300 89,800 87,700 91,900 107,800 88,800

LAZIO

Como Brianza Darfo Boario Terme Edolo Lecco Brescia e prov. Alto Lago Maggiore Bormio Faggeto Lario Livigno Ponte di Legno Bormio Romagnese Bergamo e prov. Chiavenna Clusone Tirano Valle Imagna Lago dIdro Milano, Pavia, Brianza, Piacenza Val Sabbia Varese e prov. Viadana, prov.Mantova Scalve S.Pellegrino Terme

Co Co Bs Bs Lc Bs Va So Co So Bs So Pv Bg So Bg So Lc Bs Lc Bs Va Mn Bg Bg An An Ap Cb Is Al Cn To To Vb Vb Vb Vb Vb Ba Ba Ba Br Fg Fg Fg Fg Fg Le Le

107,600 Nuxis, Iglesiente 101,300 Oristano S.Antonio Gallura, 104,600 Gallura 92,800 Bono, Gocano

SARDEGNA

Ci Or Ot Ss Ag Ct Me Me Ar Fi Fi Fi Fi Gr Gr Gr Li Lu Lu Ms Ms Po Pt Pt Si Tn Tn Tn Bl Bl Bl Bl Bl Bl Pg Pg Pg Ao Tv Ud Ud Ve Vi

107,600 Lampedusa 92,500 Catania 96,600 Messina (Messina), Milazzo, 89,400 Scilla, Eolie 93,000 93,900 106,800 93,900 95,800 89,500 96,300 96,400 94,000 93,900 97,500 106,950 90,300 91,400 93,900 97,850 98,400 90,300 90,300 107,900 92,800 89,500 92,600 92,600 90,000 92,600 Arezzo e prov. Firenze Valdarno Greve in Chianti Marradi pr.Gr., Civitavecchia Grosseto e prov. M.Giovi Li. sud, prov.Gr., Isola dElba Lucca, Livorno, Pisa Valle del Serchio (Garfagnana) Montignoso (Ms) Lunigiana La Fratta Pistoia, Prato, Firenze Pistoia Si., prov. Ar., Fi. Trento Rovereto Valsugana CortinadAmpezzo Sappada Monte Zucco Cima Fratta Valle di Zoldo Cadore

SICILIA

TOSCANA

LIGURIA

96,900 Ancona Ancona, Jesi, Fano, 93,550 Senigallia 106,900 Ascoli Piceno 93,800 Campobasso e prov. 96,900 Isernia e prov. Voghera, Pavia, 95,300 Alessandria 96,000 Cuneo, Alba 105,750 Torino 105,750 Torino 87,600 Verbania 98,400 Lago dOrta Domodossola, 106,100 Bognanco 96,900 Bassa Ossola 106,900 Val Vigezzo 95,450 95,450 102,200 95,000 96,000 97,300 95,900 90,500 104,100 102,000 98,300

MARCHE

MOLISE

PIEMONTE

TRENTINO ALTO ADIGE

LOMBARDIA

Bari Gioia del Colle Ponte Chiesa Mesagne Foggia Manfredonia S.Giovanni Rotondo Vieste Vico Gargano Lecce Salento

PUGLIA

104,600 Cascia, Norcia 99,900 Nocera Umbra 105,600 Citt di Castello 103,500 Valle dAosta 100,250 87,900 107,400 100,100 104,600

UMBRIA

VALLE DAOSTA VENETO

Treviso, Conegliano, Vitt.Veneto Tolmezzo Paularo Venezia Asiago

ad essere Chiesa in casa!... a vivere e, possibilmente, ad espandersi... per essere Famiglia che tutti abbraccia... conforta... porta a Ges...
POSTA - C/C n 19 31 12 24 Coordinate IBAN: IT97 N 07601 10900 000019311224 - BIC: BPPIITRRXXX BANCA INTESA SAN PAOLO Erba (Co) Coordinate IBAN: IT22 J 03069 51270 100000008131 - BIC: BCITITMM CIN: J / ABI: 03069 / CAB: 51270 / CONTO: 8131 Gli sportelli della Banca Intesa San Paolo non addebitano commissioni o spese RECAPITO per Banca e Posta: Radio Mater - Casella Postale n. 1 - 22030 Longone al Segrino (Co) COME NEL MONDO
IN INTERNET: www.radiomater.org si pu ascoltare la radio posta e.mail: info@radiomater.org e.mail in diretta radio: diretta@radiomater.org

con le Tue OFFERTE aiuti RADIO MATER

A S C O LTA R E IN EUROPA, VIA SATELLITE: SATELLITE Hot Bird 2 Posizione: 13 est - Ricevitore: Digitale standard - DVB - (MPEG2) Trasponder: 60 - Frequenza: 11,91928 Ghz Polarizzazione: verticale - FEC: 2/3 - S/R: 27500 KB/s Antenna parabolica consigliata: diametro non inferiore a 80 cm. LNB: universale

Per pregare con Cappellina: 031 33.55.586

Segreteria Radio: 031 64.52.14 (13,30-15,30) - Fax: 031 61.11.39 Segreteria Cappellina e fax: 031 61.16.08 (09,30-11,30/13,30-15,30) Posta elettronica diretta radio: diretta@radiomater.org

COME TELEFONARE TELEFONI: Diretta radio: 031 64.60.00

Segnalazione guasti:

Per ricevere il giornalino telefonare a Nico e Alessandra: 0322 90.58.21

Sig. Giuseppe Petrilli 335 36.05.76

COME
Via Marconi, 85 di fronte Parrocchia SS. Apostoli Pietro e Paolo

ARRIVARE
...con i SERVIZI PUBBLICI
FERROVIA Milano-Erba-Asso (F.N.M.) AUTOLINEA Como - Asso (F.N.M.) AUTOLINEA Como - Lecco (S.P.T.)

...alla RADIO ARCELLASCO DERBA (CO)

...e alla CAPPELLINA DI MARIA

Via Valassina, 29 - Arcellasco dErba (Co) Strada per Longone al Segrino, Canzo, Asso

COME DONARE IL 5 PER MILLE


Miei cari, aderendo alle vostre numerose richieste, nata lAssociazione COMUNITA DI MARIA Onlus, Via Marconi, 85 22036 ERBA (Co), che opera senza fini di lucro e persegue esclusivamente fini di solidariet e accoglienza. Il suo Codice fiscale

930 12 89 01 38

In occasione delle denunce dei redditi, questo codice deve essere riportato nella casella del 5 per mille, sottoscrivendolo con la propria firma. (Senza aggravio per il contribuente). Ogni donazione alla Comunit di Maria Onlus fiscalmente deducibile dal reddito imponibile delle persone fisiche e giuridiche, in base alla legge sulle ONLUS.

IBAN : IT 19 C 03069 51270 1000 0001 2046


Informativa ai sensi dellart.13 d. 196/2003. I Suoi dati sono trattati con modalit automatizzate da Associazione Radio Mater. Per il predetto fine, i Suoi dati sono trattati dalle seguenti categorie di incaricati: adetti allimbustamento e confezionamento mailing, elaborazione dati alla stampa delle lettere personalizzate e al data entry. Ai sensi dellart.7, d.igs 196/2003. Lei potr esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, cancellare i Suoi dati od opporsi al loro utilizzo scrivendo al titolare del trattamento (o al Responsabile).

Stampa InGraf Industria grafica s.r.l. - Milano