Sei sulla pagina 1di 16

30/06/2006

Radio Mater - C. Post. n. 1 - 22030 Longone al Segrino (CO) - Tel. 031.646000 - Segr. 031.645214 - Fax 031.6490527 - Capp. e fax 031.611608 - Capp. preghiera 031.3355586 - www.radiomater.com - e-mail: info@radiomater.com Poste It. Spa Sped. in A.P. DL 353/2003 (conv. L.27/2/04 n.46) art.1, comma 2, DCB Como - Registro stampa Tribunale di Como n.1/96 dell8/1/1996 Lett. in famiglia Pro Manoscritto da Radio Mater Arcellasco dErba (CO) A. 2005 Dir. Resp.: Don Luigi Bianchi

44

Per Radio Mater una Festa di Fede e di Gioia


E difficile descrivere quello che abbiamo sentito nel cuore tutti, presenti e allascolto, Domenica 21 maggio, nella Festa annuale di Radio Mater presso il LarioFiere di Erba. Proprio perch siamo intimamente convinti che Radio Mater, con la sua spiritualit e il suo cammino, non una realt solo umana, ma un aiuto dal Cielo per chi vuol vivere in profondit una vita di fede e di fraternit, abbiamo voluto questa Festa intrisa di preghiera e di gioia di stare insieme. E la gioia di stare insieme labbiamo sentita forte nel cuore fin dal mattino, ai primi arrivi ai primi saluti E man mano che le conoscenze si allargavano, laffetto ci stringeva insieme la Famiglia diventava sempre pi numerosa le varie Regioni dItalia e qualcuno anche dallestero si univano in un sol cuore fino a farci sentire quasi che ci conoscevamo da sempre. Era Lui, Ges, che diceva anche a noi, come un giorno ai suoi Apostoli: Rimanete nel mio amore perch la vostra gioia sia piena. E tutti abbiamo cercato di stare davvero, in quel giorno, nel Suo amore, aiutati dalla Sua e nostra Mamma, che cerca proprio questo come Sua gioia e Sua missione: portarci al Suo Ges e farci vivere nel Suo amore e nellamore tra di noi. Per questo ha voluto, con la Chiesa, Radio Mater: perch la Sua maternit raccogliesse i cuori di tanti Suoi figli in una famiglia per essere famiglia ecclesiale e quindi Trinitaria e cos vivere il Progetto Divino dellIncarnazione e della Redenzione, attuato in Ges Figlio di Dio Figlio di Maria Redentore del mondo. E questo stato proprio il filo conduttore di tutta la giornata e di tutta la riflessione e la preghiera di quel giorno. Dalla contemplazione del Verbo nella Trinit alla corruzione al peccato e alla promessa della Donna che porter nel mondo il Redentore alle varie profezie allo sbocciare di questa Donna Immacolata alla Sua vita verginale tutta per Dio al Figlio dellAltissimo che si fa Suo Figlio a Betlemme a Nazareth alla Sua Evangelizzazione alla Sua Passione alla Sua Morte in Croce, con la Sua Mamma Corredentrice diventata nostra Mamma alla Sua Resur-

rezione alla Sua Ascensione al Cielo a prepararci un posto... allinvio dello Spirito Santo sugli Apostoli con Maria ad iniziare la Chiesa. E siamo arrivati al Trionfo di questa Donna portando in processione la nostra statua della Cappellina con migliaia di fazzolettini che sventolavamo al grido del cuore: Ave Ave Ave Ave o Maria E dal Trionfo a Maria siamo arrivati al Trionfo Eucaristico della S. Messa e Processione con Ges, che questa Mamma stupenda ci ha fatto sentire come il punto di arrivo di tutta la spiritualit di Radio Mater (non pu essere diversamente!...). E abbiamo quindi sentito che tutta la nostra vita davvero e solo Lui: Ges, nella Sua Chiesa. Anche il Papa il nostro Arcivescovo e altre autorevoli voci (che leggerete in questo nostro giornalino) ci incoraggiano a proseguire, anche se faticosamente ma sempre con gioia, in questa nostra spiritualit mariana-eucaristica-ecclesiale radiofonica, sempre tutti insieme come famiglia, per adempiere alla missione e alla richiesta di Ges: Andate annunciate il mio Van-

gelo siate perfetti come il Padre E se davvero tutti, come diciamo sempre nella preghiera di consacrazione, ci metteremo, ogni giorno, nel grembo di Maria, non vi dubbio che Lei e lo Spirito Santo, come nellIncarnazione, ci faranno altri Ges. Sia per tutti il frutto pi bello di questa Festa. Don Mario

VICINI... col cuore, con la preghiera, con lincoraggiamento...


Come bello, umanamente ed ecclesialmente, sentir vicini alle nostre fatiche ed alla nostra missione spirituale e radiofonica, il cuore di tanti nostri Pastori, che ci fanno sentire il cuore della Chiesa, alla quale vogliamo sempre essere strettamente legati, come tralci alla vite, secondo il bellissimo paragone di Ges, riguardante Lui e i Suoi discepoli veri! E non appunto la Chiesa, Ges che continua in mezzo a noi la Sua missione di salvezza? Che gioia quindi, quando si cerca la Chiesa e la sentiamo vicina nei suoi Pastori a scandire il comune cammino di evangelizzazione e di grazia, timbrato dalla fede, dallaffetto, dalle preghiere e dallincoraggiamento a proseguire, nonostante tanti sacrifici e difficolt? S, la vicinanza della Chiesa quella vera, non quella dellapparenza e dellapparire la gioia pi grande, proprio perch dove c la Chiesa, cercata con Verit e non per pretesto strumentale, c Ges. Ascoltiamoli, quindi, perch la loro partecipazione alla Festa di Radio Mater ci faccia partecipi ogni giorno e sempre della vita della Chiesa.

Il telegramma del Papa


REV. DON MARIO GALBIATI. OCCASIONE ANNUALE FESTA DI RADIO MATER SOMMO PONTEFICE RIVOLGE CORDIALE SALUTO ET MENTRE FORMULA FERVIDI VOTI CHE SIGNIFICATIVA OPERA DI CODESTA BENEMERITA EMITTENTE CONCORRA AT DIFFONDERE ET APPROFONDIRE VALORI CRISTIANI CHE COSTITUISCONO MIRABILE PATRIMONIO DEL POPOLO ITALIANO INVOCA MATERNA PROTEZIONE VERGINE MARIA ET VOLENTIERI IMPARTE AT LEI COLLABORATORI BENEFATTORI ET ASCOLTATORI TUTTI IMPLORATA BENEDIZIONE APOSTOLICA. CARDINALE ANGELO SODANO SEGRETARIO DI STATO.

Laugurio del nostro Cardinale


Don Mario carissimo, la segreteria del nostro Card. Arcivescovo mi passa una tua lettera invito: in essa presenti al nostro Arcivescovo per una sua presenza, qualora possibile, alla Festa di Radio Mater, presso il Lario-fiere di Erba Passandomi tale lettera invito, mi si dice che non risulta possibile allArcivescovo; e nemmeno per me vi tale auspicabile possibilit: tempo di Cresime ed il giorno 21 lagenda mi proprio tiranna ma lo scritto che tu desideri dallArcivescovo, a suo nome, te lo invio di cuore, carico di amicizia, di simpatia, di stima, di cordialit e di fraternit. E scritto che dice il mio plauso per la devozione a Maria: Ges Crocifisso ce la offre come Madre e la tua Radio si chiama Radio Mater; scritto che ti augura tanta salute oggi un po in difficolt; ma il Signore Ges e la sua e nostra Mamma sanno quanto ti sia necessaria; ed scritto che implora per i presenti a tale raduno (tu ne prevedi circa 4.000) di conservare sempre nel cuore e nella vita che la autentica devozione alla Madonna richiede a noi, suoi figli, di imitarne virt ed amore a Ges ed alla sua Chiesa. Con la preghiera e la benedizione di sempre. Tuo carissimo + Angelo Mascheroni ausiliare del Card. Arcivescovo

Il Vicario Episcopale di Lecco, Mons. Bruno Molinari


collaboratore del Card. Tettamanzi, nel pensiero che ci ha rivolto nella Sua cara visita nel giorno della Festa:
Buona giornata a tutti voi! E un piacere vedere questo spettacolo, stupendo spettacolo di popolo e di gente in festa e in preghiera. E una cosa veramente bella, e anchio in mezzo alla mia giornata un po piena di incontri, di celebrazioni varie nelle comunit, (sono tante celebrazioni di Cresime), non ho potuto mancare a questo appuntamento. Ho desiderato partecipare, per fare un po di festa con voi qui, in questo momento. Saluto particolarmente Don Mario, che mi ha invitato. Saluto tutti voi che siete qui riuniti. Ma in voi vorrei salutare cordialmente, con amore di padre, anche tutti gli ascoltatori della radio, in modo speciale: gli ammalati presenti e in ascolto, tutti gli anziani, tutti coloro che trovano grande conforto, grande consolazione nellavere compagnia ogni giorno da Radio Mater. E penso che sia tanto grande il bene che passa attraverso limpegno di quella che oserei chiamare una Parrocchia virtuale, ma che al tempo stesso anche molto reale, tanto vero che si esprime qui, in questo momento, in una festa bella e vivace. Diciamolo tra virgolette: una Parrocchia del tutto singo-

lare e del tutto particolare e, mentre esprimo la gratitudine per tutto quello che di bene si fa attraverso questo mezzo della radio, vorrei anche consegnarvi in questo momento alcune intenzioni di preghiera. So che non mancano certamente, ma ve le ricordo perch sono anche quelle che devono stare pi a cuore - in questo momento - al popolo Cristiano, nella vita della Chiesa. E, innanzi tutto, vorrei ricordarvi la necessit di pregare, di pregare molto (questo ce lo dice addirittura il Vangelo) per le vocazioni. Le vocazioni di speciale consacrazione: sacerdoti, religiosi, missionari, istituti secolari di consacrazione al Signore. Pregare molto per questa intenzione. E poi pregare per le famiglie: la vocazione santa del matrimonio. Oggi non tanto facile, ma veramente necessario, proprio perch pi difficile vivere questa vocazione santa al matrimonio. A maggior ragione c bisogno di pregare perch il Signore, lo Spirito del Signore, lo Spirito della Sacra Famiglia benedica le nostre famiglie. E poi vorrei raccomandarvi nella preghiera i giovani. Noi siamo talvolta abituati a lamentarci, invece, occorrono speranza e preghiera. Ci vogliono esempi e amorevole correzione nei confronti dei giovani. E infine, (ecco: li abbiamo qui davanti), i bambini. La preghiera perch i bambini, che sono il futuro della nostra comunit, abbiano sostegno, esempi vivi negli adulti, una fede adulta che diventa accompagnamento, una sorta di scuola spirituale. Vorrei infine ricordare la preghiera per il bene comune, attraverso la testimonianza di una carit concreta e fattiva. Stamattina nella Messa abbiamo ascoltato che Dio non fa preferenze di persone: ecco il bene comune. La nostra preghiera perch il bene che Dio ha nel cuore e che Dio sogna per tutti i Suoi figli davvero diventi occasione di bene per tutti. Tutto questo lo invochiamo attraverso lintercessione materna della Madonna che sentiamo presente accanto a noi nellattesa delleffusione dello Spirito Santo in questo tempo pasquale, tempo appunto dellattesa dello Spirito. Sentiamoci come comunit Cristiana delle origini, come comunit apostolica davvero, nella quale era tanta lattesa, il bisogno, la speranza delleffusione dello Spirito Santo. Io vorrei augurarvi questo: lesperienza consolatrice dello Spirito attraverso laiuto, lintercessione, lesempio della nostra Mamma che nei Cieli, di Maria. Preghiamo allora insieme: Ave Maria Guardate che spettacolo di bellezza e giovinezza: questi ragazzi, questi bimbi, questo bimbo che vedo nelle braccia della sua mamma stupendo, Emanuele. che bello Un saluto ora a tutti voi, a tutte le comunit della zona pastorale di Lecco, a tutti quelli che sono in ascolto in questo momento. Don Mario: Monsignore, vorremmo una benedizione su questi bambini, su tutti i fedeli, sugli ammalati, su queste croci di legno fiorite che saranno portate in processione e poi deposte, una ad una, ai piedi della Croce di Cristo, fino a formare la parola ECCOCI. Anche a Lei, monsignore, ne diamo una Monsignor Molinari, tenendo la croce fra le mani prosegue: E un segno stupendo, questa croce che fiorisce, segno della speranza Cristiana. Io credo che nel cuore tutti portiamo qualche ferita, qualche segno di croce, chi piccola, chi grande. Ma la Croce deve potere fiorire nella speranza Cristiana. Ciascuno di noi pu allora poter dire quellEccomi di Maria, che diventa il nostro S anche alla Croce, senza timore, perch il Signore che ci aiuta.
Segue la benedizione

Il nostro Decano della Zona di Erba


Carissimo Don Mario, partecipo con gioia alla FESTA DI RADIO MATER, una festa che raccoglie attorno alla Madonna tante persone che hanno capito che, per incontrare Ges, si deve passare attraverso una devozione sincera, profonda, convinta ed ecclesiale, alla Madonna. Credo che il bene che, attraverso Radio Mater, la Madonna fa a tante persone semplici e umili, a tante persone sofferenti e malate, difficilmente misurabile e lo potremo conoscere soltanto in Paradiso. Don Mario, a nome di tutte le comunit parrocchiali del nostro decanato, voglio ringraziare te e tutti i tuoi collaboratori per il vostro appassionato impegno nel diffondere lamore e la devozione alla Madonna. C una bella preghiera di Mons. Angelo Comastri, dal titolo: Maria, parlaci di Ges, che dice: Maria, Tu hai visto Ges e conosci il timbro della Sua voce e il battito del suo cuore. Maria, parlaci di Lui e raccontaci quanto hai camminato per seguirLo nella via della Fede. Maria, parlaci di Ges, affinch possiamo dire a tutti che Labbiamo visto nei Tuoi occhi e abbiamo sentito la stessa gioia che Tu hai cantato nel Magnificat per coloro che cercano Ges. La Madonna che ci parla attraverso la voce di Radio Mater, sia per tutti coloro che lascoltano, occasione di un incontro sempre pi vero e profondo con Ges, il Figlio della Vergine Madre. Con stima Don Giovanni Re Responsabile del Decanato di Erba

Il nostro Prevosto di Erba


A DON MARIO carissimo, Alla COMUNITA dei Collaboratori ed a tutti gli AMICI di RADIO MATER convenuti al Lariofiere di Erba per lannuale festa, il mio saluto cordiale, il mio plauso riconoscente per limpegno profuso a tenere acceso in tutte le famiglie la fede e lo spirito ecclesiale, con fervido auspicio per la migliore riuscita dellodierna convocazione. Mi viene spontaneo cogliere il senso e la finalit di RADIO MATER nella fretta con cui la Vergine Maria ha intrapreso il suo viaggio per recare alla cugina Elisabetta, insieme ai doni della vicinanza e del soccorso, anche le primizie della Redenzione: Cristo Signore ed il Suo Spirito. S, proprio come Maria, con slancio generoso si fatta da subito Serva del Popolo di Dio, cos anche RADIO MATER vuole essere sollecita nel continuare il servizio della Madre di Dio alle famiglie del nostro tempo. Ogni famiglia cristiana deve diventare quello che : una autentica chiesa domestica. Solo in questo modo potr rispondere alla sua vocazione e superare le sfide di un mondo che sembra diventare sempre pi impermeabile e persino ostile al Vangelo. Entri dunque in tutte le nostre case la voce amica ed illuminante di RADIO MATER con messaggi di solida dottrina e di evangelica piet, perch la Verit e lAmore di Cristo abbiano sempre a guidare i nostri passi! Sac. Antonio Paganini

Il Parroco di Regina Pacis di Milano


Carissimo Don Mario, leggo il tuo scritto e subito ti rispondo. So che tu conosci quanto voglio bene a Radio Mater e quindi quanto desidererei dirti di s su quanto mi chiedi, ma davvero non posso muovermi dalla parrocchia la domenica, specie nel mese di Maggio, in cui ho tutti i Sacramenti della Iniziazione Cristiana, due dei quali nel pomeriggio. Ti assicuro la mia preghiera e, per quanto serve, la mia collaborazione, per la cara Radio Mater e i tuoi splendidi Collaboratori. Ti auguro e prego per ogni bene.

Il Rettore del Santuario di Pompei


Caro Don Mario, ti ringrazio per il cortese invito alla Festa di Radio Mater che si terr Domenica 21 maggio c.a. presso il palazzo Lario Fiere di Erba. Impegni pastorali assunti in Santuario non mi permettono di essere presente. Auguro successo alliniziativa e laccompagno con la preghiera alla Vergine del Santo Rosario.

Tuo aff.mo Don Luciano

Fraternamente Don Francesco Paolo Soprano

Padre Giorgio Finotti dellOratorio S. Filippo Neri in Bologna


Carissimo Don Mario, tanto amato sacerdote fondatore di Radio Mater, come gi di Radio Maria, indimenticata, purtroppo non posso venire a celebrare insieme la festa familiare di Radio Mater, perch gi impegnato a Todi per il triduo e la festa di S.Rita. Sono dispiaciuto, ma le assicuro che sono presente col cuore e col sentimento della gratitudine a Dio che mi ha dato il dono di parlare a tanti fedeli attraverso lamata nostra Radio Mater. Ne parlerei tutti i giorni per comunicare amore, speranza e gioia a tanti fratelli e a tante sorelle soprattutto che sono nella vedovanza, nella solitariet, nello smarrimento, nella tristezza, nella desolazione. Cristo Ges la nostra vita, la nostra speranza, la nostra gioia. Afferrandoci a Lui, nella contemplazione del Suo Santo Volto, nellimitazione della dolcissima Madre e Vergine Maria possiamo riprendere la gioia di credere, di sperare, di amare. Caro Don Mario, grazie per tutto quello che mi ha concesso nella pratica annuale degli Esercizi spirituali che segnano per me, e spero per tante anime, un tempo di grazia e di parola eccezionali! Grazie. Mi benedica e un bacio Sacerdotale a tutti coloro che partecipano alla festa della nostra amata Radio Mater. Colgo loccasione per ringraziare in particolare Giovanna, Mario, Pino, Lu, che mi aiutano nelle trasmissioni. Li abbraccio con riconoscenza. Veramente voglio abbracciare tutti.

Il Rettore del santuario S. Maria di Merino in Vieste


Carissimo Don Mario, grazie per linvito a partecipare al prossimo incontro di Radio Mater il 21 maggio. Grazie per le parole di apprezzamento che mi rivolgete.Vorrei poter fare ancora di pi per Radio Mater. Laddove, per, non riesco in una pi intensa collaborazione, assicuro un ricordo costante al Signore ed alla Mamma sua e nostra. Sento miei gli sforzi di voi tutti e gli obiettivi che Radio Mater vuol raggiungere in Cristo Ges per Maria, la Madre. Non potr esserci al raduno della famiglia di Radio Mater, sia perch sono molto lontano, sia perch mi riesce difficile trovare un sacerdote che nella domenica mi sostituisce. Io sono in mezzo a voi di presenza spirituale, che, se pur non visibile, ugualmente reale, uno tra voi che con voi fa festa, gioisce e prega. Dopo due anni di microfono mi sento parte viva di Radio Mater, in diritto e in dovere di far festa con tutti voi e di augurare alla Radio e agli ascoltatori, alla famiglia di Radio Mater, un successo spirituale adeguato e proporzionato agli sforzi messi in atto per farla vivere nel miglior dei modi. E la voce di Cristo e della Chiesa che si apre un varco in mezzo agli uomini per camminare con loro secondo lindicazione di Ges con laiuto materno di Maria. Buona festa e cari saluti. Sac. Giorgio Trotta

Dev.mo P. Giorgio Finotti

Il Parroco Don Giordano di S. Paolo in Pistoia


Carissimo Don Mario, ti ringrazio per linvito alla festa di Radio Mater. Purtroppo anche questanno non posso partecipare per motivi pastorali. Mi sento molto vicino a tutti voi e con gioia collaboro con la vostra Radio poich condivido in pieno il ministero pastorale che esso realizza. Tante persone sono aiutate, con tante preghiere, tanta Parola di Dio viene elargita attraverso queste trasmissioni. Perci il Signore non pu che benedire te, Don Mario, e tutti i collaboratori. Conta sulla mia amicizia e collaborazione che bel volentieri faccio per la gloria di Dio e il bene di tante persone. Spero comunque di farvi una visita. Intanto ti saluto con tutto il cuore in Ges e Maria. Don Giordano

e tanti altri, che ci hanno raggiunto col telefono, esprimendo tutta la loro simpatia e vicinanza, i cui nomi sono certo scritti in Cielo Tutti ringraziamo di cuore e delle loro parole, dal Papa al nostro Card. Arcivescovo a tutti, faremo tesoro per essere sempre pi Chiesa sempre pi Famiglia

I gru
Gli organizzatori dei pullman, che ringraziamo

ROMA E GROSSETO
Organizzatori: Aldo, Luciana, Liliana

SIENA
Organizzatori: Luciana, Franca

AREZZO
Organizzatori: Viviana

LIVORNO
Organizzatori: Elsa

uppi

PISA
Organizzatori: Linda, Dino

LUCCA
Organizzatori: Elisabetta

PAVIA
Organizzatori: Rosy

NOVARA ORTA SAN GIULIO


Organizzatori: Nico, Alessandra

TORINO
Organizzatori: Rocchina, Nino

VILLA CORTESE
Organizzatori: Vicenzina

MANERBIO
Organizzatori: Angelica

BRESCIA

10

Organizzatori: Carla

CREMONA CREMA
Organizzatori: Maria, M. Vittoria Rosaria

BRUGHERIO
Organizzatori: Anna

PRATO
Organizzatori: Lina, Leda

BRESCIA
Organizzatori: Carla

MONZA
Organizzatori: Mauro

11

MONZA
Organizzatori: Mauro

COLNAGO
Organizzatori: Margherita

BERGAMO
Organizzatori: Gemma

BERGAMO
Organizzatori: Lionella, Angela

12

CARNATE
Organizzatori: Maria, Vittoria

MILANO
Organizzatori: Emilia

SOVICO
Organizzatori: Anna

CASATENOVO
Organizzatori: Andreina, Assunta

GIUSSANO
Organizzatori: Anna

13

CANT
Organizzatori: Maria Rosa

MULAZZANO
Organizzatori: Luigina

Gioiamo con i nostri bambini


lingua fra di loro, rie-scono comunque a comunicare ed a giocare insieme; loro non notano alcuna differenza negli altri, n di colore di pelle, di provenienza e neanche di handicap. E forse per questo che Ges ci ha detto di farci tutti bambini, per non farci pi sottolineare le differenze che ci sono fra di noi. E una sola persona pu cementare questa nostra unione ed la MAMMA CELESTE. Nella vita quotidiana, le mam-me, sono quelle che in genere cercano di mettere pace fra fratelli che litigano; sono le mamme che tendono a sacrificarsi per amore della pace: ce lo ha insegnato e dimostrato pienamente Maria, soffrendo in silenzio sulla via della Passione e sotto la Croce di nostro Signore.

Mons. Bruno Molinari,Vicario Episcopale con i nostri bambini

14

Carissimi, A tutti voi un ben ritrovati e, come sempre fedeli allappuntamento con la Mamma Celeste, rinnoviamo il nostro ECCOCI! Come consuetudine anche stavolta non ci presentiamo a mani vuote; anzi, questanno, abbiamo voluto dedicare il lavoretto dei bambini proprio alle mani.

DIAMOCI UNA MANO infatti ce scritto su questa scatoletta, dove i bambini possono mettere i loro piccoli sacrifici, ovviamente anche con laiuto di noi adulti, per aiutare Don Mario e la nostra splendida Radio Mater a diffondere ancor di pi la sua voce, al fine di supportare con il suo conforto molte pi persone possibili bisognose di un qualcosa che faccia aprire e riempire i cuori. Le mani dunque come simbolo di aiuto reciproco e mani come simbo-

lo di UNIONE e AMICIZIA; infatti se cambiamo larticolo otteniamo: DIAMOCI LA MANO. Sui giornali, alla televisione ma anche nei luoghi del nostro quotidiano si sente sempre parlare di liti e divisioni. Recenti avvenimenti hanno voluto sottolineare e confermare la divisione che c fra le genti. Divisione fra destra e sinistra, fra nord e sud, fra ricchi e poveri, operai e imprenditori, marito e moglie. Qualche tempo fa, non molto a dire il vero, ci chiedevano addirittura se sarebbe stato giusto dividere i bambini delle classi elementari durante lora di religione, per chi avesse dovuto studiare la religione cattolica e chi la musulmana.Vogliono insegnarci fin da piccoli il senso della DIVISIONE. I nostri piccoli ci danno tutti giorni lezione di tolleranza, amicizia e perdono. Fra di loro litigano vero, ma non sanno cos il rancore; pochi minuti dopo una lite, dove si erano magari anche picchiati, li vediamo giocare di nuovo insieme, al contrario di noi grandi che tendiamo a legarci tutto al dito. Per loro pi facile perdonare e farsi perdonare; basta un semplice: SCUSA... DAI FACCIAMO LA PACE. Vediamo i nostri bambini che, anche se non parlano la stessa

Questa la vera UNIONE, quella vissuta in nome di Ges. Chiediamo dunque alla Mamma di voler rafforzare questa nostra amicizia anche oggi testimoniata dai nostri bambini, ragazzi e dalla vostra numerosa presenza. Le chiediamo di tenerci lontano da pensieri di qualsiasi divisione, affinch possa crescere in noi uno spirito di vera unit che ci faccia vivere veramente in PACE, e perch, tutto quello che compiamo abbia inizio da Ges, sia condotto per Lui, e in Lui trovi il suo compimento. Arrivederci, a Dio piacendo, al prossimo anno e grazie a tutti. Francesca & Sonia MAMME IN CRESCITA

Il nostro grazie sentito: ai Sacerdoti concelebranti,

ai carissimi Conduttori,

ai generosi Benefattori,

15

al Coro, che ha accompagnato con i canti


La Mamma ricompensi con tante Grazie tutti e ciascuno dei presenti e quanti si sono uniti per fare famiglia. DIO CI BENEDICA!

COME A I U TA R E RADIO MATER ONLUS C.F.: 91006500135


POSTA - C/C n 19311224
Radio Mater Onlus - Casella Postale n.1 - 22030 Longone al Segrino (Co)

BANCA: Ist. Bancario S. Paolo Imi - Erba (Co)


CIN: V - ABI: 01025 / CAB: 51270 / CONTO: 8131 Coordinate nazionali: V 01025 51270 100000008131 Coordinate internazionali (versamenti dallestero): IBAN IT74 V010 2551 2701 0000 0008 131 - BIC IBSPITTM Gli sportelli del S. Paolo non addebitano commissioni o spese RECAPITO per Banca e Posta Radio Mater ONLUS - Casella Postale n.1 - 22030 Longone al Segrino (Co)

INTERNET: www.radiomater.com - vi si pu ascoltare anche alla radio


posta e.mail: info@radiomater.com

COME

TELEFONARE

TELEFONI: Diretta radio 031 64.60.00


Segreteria Radio: 031 64.52.14 (13,30 - 15,30) - Fax: 031 64.90.527 Segreteria Cappellina e fax: 031 61.16.08 (09,30 - 11,30 / 13,30 - 15,30) Per pregare con Cappellina: 031 33.55.586

Segnalazione guasti: Sig. Giuseppe Petrilli 335 36.05.76


COME
...alla RADIO ARCELLASCO DERBA (CO)
Via Marconi, 85 di fronte Parrocchia SS. Apostoli Pietro e Paolo

ARRIVARE
...con i SERVIZI PUBBLICI
FERROVIA Milano-Erba-Asso (F.N.M.) AUTOLINEA Como - Asso (F.N.M.) AUTOLINEA Como - Lecco (S.P.T.)

...e alla CAPPELLINA DI MARIA


Via Valassina, 29 - Arcellasco dErba (Co) Strada per Longone al Segrino, Canzo, Asso

con le Tue OFFERTE aiuti RADIO MATER ONLUS


Informativa ai sensi dellart.13 d. 196/2003. I Suoi dati sono trattati con modalit automatizzate da Associazione Radio Mater. Per il predetto fine, i Suoi dati sono trattati dalle seguenti categorie di incaricati: adetti allimbustamento e confezionamento mailing, elaborazione dati alla stampa delle lettere personalizzate e al data entry. Ai sensi dellart.7, d.igs 196/2003. Lei potr esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, cancellare i Suoi dati od opporsi al loro utilizzo scrivendo al titolare del trattamento (o al Responsabile).
Stampa INGRAF Industria grafica s.r.l. - Milano

ad essere Chiesa in casa!... a vivere e, possibilmente, ad espandersi... per essere Famiglia che tutti abbraccia... conforta... porta a Ges...