Sei sulla pagina 1di 2

Anno LVIII

febbraio 2011

ASSOCIATO ALLUNIONE ITALIANA

Mensile dinformazione degli Allievi Missionari del Preziosissimo Sangue


Dir. Resp.: Michele Colagiovanni - Aut. Trib. Velletri n. 39 del 18.4.1974 - Edit. C.PP.S. - Via Narni, 29 - 00181 Roma - Stilgraf Cesena

STAMPA PERIODICA

Dir. Red. e ritorni: Piazza S. Paolo, 4 - 00041 Albano Laziale - Tel. 06 9320175-9322178-9325755 - c.c.p. n. 766006 www.primaveramissionaria.org

Donandoci Ges, Dio ci ha donato tutto: il suo amore, la sua vita, la luce della verit, il perdono dei peccati. Ci ha donato la pace. S, Ges Cristo la nostra pace (Ef 2,14).
BENEDETTO XVI

Tutti ricordiamo la delicata premura dei genitori che, fissando il loro sguardo negli occhi della loro creatura, singegnano a far pronunciare loro le prime parole, che poi annotano su un taccuino, con la data nella quale queste parole sono state pronunciate. Comincia cos la lunga catena dei ricordi che un giorno si salderanno con i primi gesti, le prime birbonate, i primi atti di delicate attenzioni. Leggendo e meditando i Vangeli dellInfanzia di Ges notiamo subito che essa inizia nel tempio con la circoncisione e si conclude nel tempio con il primo pellegrinaggio di Ges a Gerusalemme, forse per la festa del suo barmitzvah (figlio della legge), cio il suo ingresso ufficiale nella comunit ebraica con la maggiore et che, secondo lo storico Giuseppe Flavio era a dodici anni, mentre secondo lodierna prassi sinagogale a tredici anni. il quinto mistero della gioia che preghiamo nella recita del Rosario: la perdita e il ritrovamento di Ges tra i dottori nel tempio. in questa occasione che Ges pronuncia le sue prime parole registrate nei vangeli. A Maria e Giuseppe che lo ritrovano dopo tre giorni di affannose ricerche, Ges fa la sua prima grande rivelazione: Non sapevate che io DEVO essere nella casa del PADRE mio? (Lc 2,49). Siamo cos allapice della narrazione della visita di Ges al tempio e del riUna svolta decisiva per la vita del nostro Gaspare stato il primo incontro con Ges Eucaristico. Con Ges nel cuore Gaspare si sente pi impegnato nella sua parte di testimone. Ma questo

sua missione, della sua totale obbedienza al Padre. La luce della Pasqua che MARIA anticipa col suo meditare in cuor suo, far balenare la grandezza di questa vocazione, sveler il mistero di questo Ges per ora legato ancora alloscurit di Nazaret: Part con loro e torn a Nazaret e stava loro sottomesso (Lc 2,51). Maria inizia cos a comprendere in modo sperimentale e vissuto che il suo distacco dal Figlio non segno di lontananza ma di vicinanza perch con la fede ella entra sempre pi nel progetto di salvezza che il Cristo sta attuando. Nellinterno di questo quadro c un elemento che pu essere accettato da ogni famiglia: SAPER ACCETTARE E SAPER DONARE SEMPRE, QUESTO IL SEGNO DELLAMORE.

Le prime parole di Ges


trovamento: Ges pronunzia quella parola fondamentale PADRE, rivelando il suo mistero divino. La sua vocazione non quella al servizio di una pur santa famiglia di creature umane, ma quella di essere a disposizione del Padre celeste che con lui ha una relazione unica di paternit. Commenta il Card. Ravasi: Cristo, sapienza di Dio, il sacerdote perfetto del nuovo tempio, colui che deve annunziare innanzi tutto la buona novella del Regno perch appunto per questo sono stato mandato(Lc 4, 43), colui che deve patire molto, essere messo a morte e risorgere il terzo giorno. La risposta di Ges quindi una esaltazione della sua persona e della

Ci ottenga la Santa Madre di Dio, Maria, questo dono della sapienza di Dio, quello Spirito di Sapienza che sorpassa ogni conoscenza e che permea e trasforma lessere intero della creatura umana.
parla al suo cuore nella Sapienza dello Spirito e dalle sue labbra si riversa nei cuori dei fratelli poveri e sofferenti. Come Ges, dopo il ritrovamento nel tempio, rientra nella casa quotidiana e nelle giornate nascoste di una povera vita palestinese, cos Gaspare rientra nellordinariet del quotidiano, con il suo ingenuo ardore, la sua piet, la sua carit e soprattutto con la docilit, che prepara il nostro Santo a essere strumento di Dio nellora segnata da Dio.

FIORETTI DI SAN GASPARE


vore incontenibile che lo porta a prendere parte attiva in tutte quelle istituzioni dove meglio pu esercitare la sua carit. Un giorno, preso da precoce fervore missionario, tenta di fuggire di casa insieme allamichetta Maria Tamini, per andare ad evangelizzare i pagani, sognando la gloria del martirio, a somiglianza di Santa Teresa dAvila. I preparativi, per, vengono subito scoperti e la fuga sfuma. Ma la mamma e gli altri di casa avvertono che non stata una bravata sconsiderata! Come nella conchiglia, per chi lascolta, si nasconde il mare, cos nel cuore di Gaspare si raccoglie la voce del Padre che

Ricorda che su richiesta celebriamo Sante Messe per i vivi e per i defunti. possibile anche la celebrazione di Messe Gregoriane per i defunti. Per informazioni: tel. 06 9320175 - 06 9322178

stato di appartenenza a Dio non si limita a un atto ripetuto due o tre volte la settimana quando, secondo luso dei tempi, il giovane Gaspare otteneva il permesso di fare la comunione. una serie di atti permanenti: slancio di adorazione, scatto di fede, trasporto damore, il tutto armonizzato in un fer-

In ogni azione umana la persona chiamata a costruirsi nella donazione e nella comunione con Dio.

GIOVANE AMICO, VIENI CON NOI!


MISSIONARIO SCOPRIRE LA SAPIENZA DEL VANGELO, FONTE DI GIOIA, DI STUPORE, DI GRAZIA PER TUTTI!

Le lettere che qui pubblichiamo sono autentiche. Qualcuna sintetizzata per esigenze di spazio, per riuscire a pubblicarne il maggior numero possibile. Non pubblichiamo quelle senza localit e firma per esteso e qualora i mittenti non vogliano. A chi dice che non sa pregare rispondiamo: Non la bocca che deve pregare, ma il cuore e il cuore sofferente sa sempre e bene come si prega. A coloro poi che dicono: Se sar esaudito, mander una buona offerta, diciamo: Non il danaro che muove il Signore a concedere grazie, ma la fede. A tutti ricordiamo linvito di Ges: PREGATE SENZA STANCARVI MAI.
ai farmaci. La notte precedente lanestesia, pregai a lungo San Gaspare. Verso le tre di notte mi svegliai di soprassalto perch mi era apparsa una figura luminosa, con le braccia aperte, che diceva ad alta voce: Risanata!. Mia madre, infatti, ebbe un collasso, ma si riprese subito. Sono guarita da una forte depressione e mi sono rivolta al Santo per un addensamento al seno, che si rivelato inesistente. Grazie San Gaspare di tutto cuore! B. M. STENOSI DELLE CAROTIDI SCOMPARSE Carissimi Allievi Missionari, vi scrivo riferendovi che da qualche tempo ero affetto da vertigini e sbandamenti da non reggermi pi in piedi, causati da una forte forma di stenosi delle carotidi. Sia io che il medico curante eravamo molto preoccupati ed egli, in aggiunta allecocolordoppler, mi ha prescritto un esame pi approfondito presso una struttura di chirurgia vascolare. Vista la gravit del male e la mia relativa demoralizzazione, mi sono rivolto, pregandolo intensamente e amorevolmente, anche a San Gaspare, del quale sono fervente devoto, pregandolo di aiutarmi a risolvere il mio male. E San Gaspare mi ha esaudito, tanto che dallesame eseguito, dopo i prescritti sei mesi dal precedente, sono risultate quasi sparite la stenosi e anche completamente le vertigini. Il medico curante, di fronte a tale esito, se n uscito dicendo: Qui intervenuto Padre Pio. S, gli ho risposto ma ho precisato: una grazia che mi ha ottenuto San Gaspare!. Mi rivolgo perci a San Gaspare per ringraziarlo, pregandolo unito a tutti voi, Allievi e Missionari, per le opere pietose che compite nel mondo a favore dei poveri, per volere di Dio. Carlo Felice da Roma GRAZIE PER IL NIPOTINO GUARITO Sento il dovere di segnalare quanto accaduto nella mia famiglia. Al mio nipotino, in seguito ad alcune analisi, era stata diagnosticata una malattia che lo avrebbe segnato per tutta la vita. Ho invocato lintercessione dei miei Santi protettori, tra cui San Gaspare. Dopo approfonditi accertamenti, mio nipote stato dichiarato sano. Cordialmente ringrazio voi e il vostro giornale che mi ha fatto conoscere questo Santo. Iginio Ferrini Sono ancora disponibili per voi:

In Albano Laziale: ogni giorno preghiamo per voi

AGENDA 2011 un anno con S. Gaspare del Bufalo AGENDINA TASCABILE 2011
in corso di stampa il libro

Dio onnipotente ed eterno, accetta il nostro umile ringraziamento per i tanti benefici di grazie che continui a dispensare a noi, tuoi fedeli, per la amorosa intercessione del tuo servo San Gaspare. AIUTATA IN MOLTE OCCASIONI Sono devotissima di San Gaspare che mi ha aiutato in pi occasioni. Mia madre doveva subire unoperazione che minacciava di essere pericolosa, perch era allergica

LA POTENZA DELLA PREGHIERA


Fatene richiesta e saremo lieti di inviarveli!

PER SOSTENERCI oltre allaccluso conto corrente postale, per eventuali offerte potete inoltre utilizzare:
BONIFICO BANCARIO Banca delle Marche - Ag. 1 di Roma codice IBAN IT83 L060 5503 2010 0000 0001 562 BONIFICO POSTALE - Poste Italiane codice IBAN IT51 D076 0103 2000 0000 0766 006

Casa Maria De Mattias per laccoglienza e lassistenza delle donne indios che non trovano posto negli ospedali di Stato.

Mons. Krutler mentre ritira il Right Livelihood Award .

RE QUESTE SONO LE PERLE DEL VOSTRO AMO

PE

.K A L I MO N S R LE Q U

R UTLER E GLI INDIOS VI DIC

O N O G R A ZI E !

dalle nostre Missioni


Il 6 dicembre 2010, davanti al Parlamento Svedese, monsignor ERWIN KRUTLER, appartenente alla Congregazione dei Missionari del Preziosissimo Sangue, ha ricevuto il RIGHT LIVELIHOOD AWARD, noto come NOBEL ALTERNATIVO, per la sua vita dedicata alla difesa dei diritti umani e ambientali dei popoli indigeni e per i suoi sforzi instancabili per salvare la foresta amazzonica dalla distruzione. Il nostro vescovo, vero missionario del Preziosissimo Sangue, ha colto locca- Casa famiglia San Gaspare per i piccoli sione per pronunciare un severo discorso nel quale ha denunciato le troppe re- indios. sponsabilit sociali: Confinati in aree troppo piccole, i giovani non vedono prospettive per il futuro. Si registrano allarmanti tassi di suicidi in conseguenza dello sradicamento psicologico La violenza nelle zone rurali legata alla concentrazione della propriet della terra nelle mani di pochi e alla vergognosa impunit riservata ai criminali, che per liberare il territorio dalle popolazioni indigene che sono l da millenni, uccidono a sangue freddo, perpetrando lo sterminio della popolazione dello Xingu. Il governo sta ignorando questo crudele genocidio, in atto sotto i suoi occhi. E non fa nulla!. GRAZIE, amici e benefattori cari, che sostenete il cuore e le braccia di questo autentico UOMO DELLA FORESTA, nel senso pi esaltante della parola. Dal 2006 Mons. Krutler che gi scampato almeno tre volte agli attentati alla sua vita vive sotto scorta a causa delle numerose minacce di morte che continua a ricevere da latifondisti e sfruttatori dellAmazzonia, ma che tuttavia non gli impedisce di continuare a parlare e difendere dal dolore, dalla disperazione e dalla insicurezza gli indios Guaranti dellAmazzonia. GRAZIE PERCH CI SIETE ANCHE VOI! GRAZIE PERCH PORTATE ALTRI AMICI A SOSTENERE QUESTI FRATELLI TANTO MALTRATTATI!
Ai sensi dellart. 13 D. Lgs. 196/2003 si comunica che i suoi dati sono stati raccolti da elenchi pubblici, hanno natura facoltativa e saranno trattati, nel rispetto delle norme di legge, esclusivamente per le finalit di Primavera Missionaria e per la presentazione di iniziative ed offerte della Congregazione dei Missionari del Prez.mo Sangue. In relazione ai predetti trattamenti di cui titolare Primavera Missionaria, piazza S. Paolo, 4, 00041 Albano Laziale (Roma) e responsabile Michele Colagiovanni, Lei pu esercitare tutti i diritti di cui allart. 7 D. Lgs. n. 196/2003 ed in particolare quelli di aggiornamento, rettificazione, integrazione, trasformazione, cancellazione, telefonando ai n. 06 9320175 - 06 9322178 o inviando un fax al n. 06 9325756, oppure tramite il sito www.primaveramissionaria.org, nella sezione contatti.